SINVERT PVM. Gli inverter SINVERT PVM. Answers for the environment. Test inverter. Articolo estratto dalla rivista di settore PHOTON Febbraio 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SINVERT PVM. Gli inverter SINVERT PVM. Answers for the environment. Test inverter. Articolo estratto dalla rivista di settore PHOTON Febbraio 2011"

Transcript

1 SINVERT P Test inverter Articolo estratto dalla rivista di settore PHOTON ebbraio 2011 Gli inverter SINVERT P Answers for the environment.

2

3 Ricerca e tecnologia Test inverter Nuovo capoclassifica Test dell inverter «Sinvert P20» di Siemens ,5 60 Romana Brentgens / photon-pictures.com (2) 59, Il vano interno dell apparecchio è organizzato in modo molto compatto. La rilevazione termografica non ha evidenziato anomalie, ma i componenti di potenza nascosti dietro le schede a circuito stampato si sono celati all obiettivo della termocamera. 20 Il segmento di mercato dei dispositivi di piccola taglia registra la collaborazione tra la società tedesca Siemens AG e la connazionale Refu Elektronik GmbH che ha sede a etzingen. Soltanto il design dello scatolato della gamma «Refusol» altrimenti commercializzata come «Sinvert» è stato ridisegnato dall azienda partner, che per il resto non ha toccato nulla: così i modelli «P10», «P13», «P17» e «P20», di potenza nominale CA compresa tra IL ENSILE DEL OTOVOLTAICO 97,7 % radiazione elevata Siemens Sinvert P20 IL ENSILE DEL OTOVOLTAICO 97,5 % radiazione media Siemens Sinvert P20 Il «Sinvert P20» ha superato il test del Laboratorio PHOTON con il miglior risultato della gamma, piazzandosi pertanto al vertice della graduatoria a prescindere dal livello di radiaziona. e watt, risultano rispettivamente corrispondenti ai Refusol «10K», «13K», «17K» e «20K» con quest ultimo modello che, al momento, è l unico della gamma Refu a non esser passato sui banchi del Laboratorio PHOTON. Un acquisto riuscito per Siemens, che in un colpo solo è riuscita ad assicurarsi in catalogo quattro prodotti assolutamente di punta. ll «P10» che, nel mese scorso, aveva già ottenuto dal Laboratorio PHOTON un in seguito all adeguamento della scala di valutazione interna (si veda il box in calce), ha conservato comunque un giudizio che gli consente di piazzarsi nella «top ten» dei modelli testati finora (si Nuova scala di valutazione veda alle pagine 144 e 145). I risultati infine disponibili dei suoi tre compagni di gamma si sono rivelati insomma all altezza delle migliori legittime aspettative. Nelle pagine seguenti, figurano i risultati dettagliati del test relativo al più potente modello del terzetto, mentre i resoconti degli altri due sono esposti in modo riassuntivo a pagina 112. L esemplare esaminato di «P20» messo a disposizione del Laboratorio PHOTON nel settembre scorso nell ambito dell abituale accordo specifico siglato per il test apparteneva all unico modello della serie di cui non fosse ancora stato testato l analogo prodotto gemello. Tanto peggio per il marchio Refu, A partire dal numero di gennaio di quest anno, PHO- TON inasprisce il sistema di valutazione dell efficienza degli inverter testati dal Laboratorio di Aquisgrana, adattando i giudizi allo sviluppo progressivo degli strumenti. Un inverter che sinora avrebbe ricevuto il giudizio, ora verrà definito soltanto come «buono». Nella tabella riassuntiva dei risultati dei test degli inverter eseguiti dal Laboratorio PHOTON alle pagine 144 e 145 sono riportate sia le vecchie, che le nuove valutazioni. Questo aggiornamento è possible, perché il Laboratorio dà i voti esclusivamente in base all efficienza PHOTON. Altre caratteristiche di ogni singolo inverter vengono sí descritte nel test, ma non valutate. Con efficienze sempre migliori, anche in futuro sarà quindi possibili inasprire ulteriormente i giudizi. Lo schema attuale è il seguente: 99,0 %: ++ (prima ++) < 99,0 %: + (prima ++) < 98,0 %: (prima +) < 96,5 %: buono (prima ) < 95,0 %: discreto (prima buono) < 93,5 %: sufficiente (prima discreto) < 92,0 %: insufficiente (prima sufficiente) 102 PHOTON ebbraio 2011

4 » s jmm áås áåb s NK VR S UR Q TR O N O P Q R S NN NO Q U NO NS O ât UR UPN UNN TVO TTO TRP TPP TNQ SVQ STR SRR SPS SNS RVT RTT RRU RPU RNV QVV Q VT N O P Q R S NN NO BéçíÉåò~åçãáå~äÉEm jmm UR UPN UNN TVO TTO TRP TPP TNQ SVQ STR SRR SPS SNS RVT RTT RRU RPU RNV QVV Q TR UR VR áåb B VQ VO UU US UQ UO TU TS TQ TO Efficienza di conversione In termini di efficienza di conversione, l inverter mantiene livelli pari o superiori al 97 per cento, con una costanza superiore perfino agli altri due modelli della stessa gamma: «P17» e «P13». s jmm áås UR UPN UNN TVO TTO TRP TPP TNQ SVQ STR SRR SPS SNS RVT RTT RRU RPU RNV QVV Q VV N O P Q R S NN NO BéçíÉåò~åçãáå~äÉEm jmm B VQ VO UU US UQ UO TU TS TQ TO Efficienza PPT Anche rispetto al tracciamento dell PP, il modello più potente della gamma si assicura un vantaggio, seppur modesto, nei confronti dei «fratelli minori». s jmm áås pìã áåb s NK VR S UR Q TR O N O P Q R S NN NO Q U NO NS O ât UR UPN UNN TVO TTO TRP TPP TNQ SVQ STR SRR SPS SNS RVT RTT RRU RPU RNV QVV Q VT N O P Q R S NN NO BéçíÉåò~åçãáå~äÉEm jmm UR UPN UNN TVO TTO TRP TPP TNQ SVQ STR SRR SPS SNS RVT RTT RRU RPU RNV QVV Q TR UR VR pìã áåb B VQ VO UU US UQ UO TU TS TQ TO Efficienza complessiva Il parametro ha un andamento uniforme su valori elevati. PHOTON ebbraio

5 Ricerca e tecnologia Efficienza ponderata Gli andamenti dell efficienza «europea» e «californiana» sono pressoché curve piatte, sempre su livelli superiori al 97 per cento; il dato del 97,8 specificato dal fabbricante per la ponderazione «europea» risulta confermato dalle misurazioni. bññáåáéåò~éçåçéê~í~ bìêç I `b`áåb VQ VO UU US UQ UO bìêçç~íççéäéêççìííçêé ZVTIUB TU TS TQ TO bññáåáéåò~éìêçéé~ bññáåáéåò~å~äáñçêåá~å~ bìêçj~ñ ZVTIUB `b`j~ñ ZVTIVB Q QVV RNV RPU RRU RTT RVT SNS SPS SRR STR SVQ TNQ TPP TRP TTO TVO UNN UPN UR s jmm áås se Siemens si vedrà attribuiti in esclusiva i meriti della migliore efficienza PHO- TON mai raggiunta nel corso dei test, con il 97,7 per cento per i livelli medi di irraggiamento, che significa un punto decimale in più di quanto avevano saputo fare il vecchio primo della classe, il «Refusol 17K» (PHOTON ), seguito ora dal gemello «Sinvert P17» (si veda a pagina 112). Struttura Come gli altri modelli della sua gamma, il «P20» si basa su uno schema elettrico privo di trasformatore per l isolamento galvanico dei circuiti CC/CA e immette corrente in rete in modalità trifase. Nonostante l architettura complessa, la struttura e la disposizione dei componenti si distinguono per compattezza e per efficacia di progettazione, dal punto di vista della comodità costruttiva. L apparecchio dà insomma un impressione di qualità e completezza, con peso e dimensioni estremamente ridotti, per un modello trifase di tale classe di potenza. L interno rivela una struttura caratterizzata da più livelli, con la scheda a circuito stampato per il controllo e quella del filtro CC con l alimentatore ausiliario alloggiate in prima fila, davanti alla grande scheda dei componenti di potenza. Nella parte superiore dello scatolato, le sette bobine sistemate in un vano separato sono le tre del filtro sinusoidale e le quattro di induttanza dei convertitori «step-up». La scheda del display montata sul coperchio dell apparecchio è protetta da una pellicola trasparente. La scheda di potenza funge altresì da supporto a tutti i componenti dei convertitori CC in ingresso, al circuito intermedio con i condensatori elettrolitici e ai ponti di conversione. I semiconduttori di potenza, alloggiati in tre involucri modulari separati, sono fissati sul lato saldature. L alettatura di dissipazione termica priva di ventilazione forzata che, sul retro, provvede alla refrigerazione dei semiconduttori, è parte integrante dello scatolato stesso, come il telaio laterale e il coperchio anteriore. Soddisfacendo il grado di protezione IP 65, il dispositivo si presta per il montaggio in ambienti sia interni che esterni. Per la grossa ventola interna inserita allo scopo di prevenire l arroventamento puntuale dei componenti critici alloggiati sulle schede sovrastanti, la durata in esercizio è stata specificata in ore, a 40 ºC, e in caso di guasto, il componente è agevolmente sostituibile. I condensatori elettrolitici impiegati nei componenti di potenza e nell elettronica di controllo, appartenendo alla classe di temperatura 105 ºC, risultano progettati in modo soddisfacente, in rapporto alla temperatura ambiente. La sicurezza è affidata a un dispositivo di sezionamento automatico che scollega l inverter non appena la tensione e la frequenza della rete di discostano dai valori massimi predefiniti. Una prova di isolamento del campo moduli rileva i valori di resistenza tra i collegamenti del generatore fotovoltaico e la terra, oltre a verificare la corrente di dispersione sul lato rete. Sotto il telaio, accanto ai connettori sul lato in corrente continua, l apparecchio dispone di un interruttore-sezionatore CC. Se l allacciamento al generatore avviene tramite sei coppie di connettori «C4» di ulti-contact AG, quello alla rete sfrutta una grossa giunzione a cinque poli di Phoenix Contact AG, fissabile, una volta assemblata, allo scatolato, mediante le due viti in dotazione. L apparecchio offre opzioni di collegamento per un sensore di radiazione e di temperatura, un relè con 230 volt di tensione e due ampère di frequenza in CA, nonché le tre porte di comunicazione RS485 (in ingresso e in uscita), USB ed Ethernet. Il gestore può controllarne lo stato di funzionamento grazie a quattro LED e alle indicazioni visualizzate dal display. Le interfacce USB ed Ethernet consentono la lettura di dati e l aggiornamento del firmware, ma l apparecchio è anche dotato di un data-logger integrato, in grado di rilevare complessivamente 40 misurazioni differenti, attivabili e parametrabili singolarmente. Come equipaggiamento opzionale, sono disponibili una presa di rete di dimensioni superiori, connettori alternativi per l allaccio del generatore e un sistema di monitoraggio a distanza servito da diverse periferiche. Configurazione e utilizzo Consegnato al cliente ben imballato e protetto da spessi strati di cartone, 104 PHOTON ebbraio 2011

6 » bññáåáéåò~åçãéäéëëáî~ pìã áåb VQ VO UU US UQ UO TU TS TQ TO pìãj~ñ s jmm ZQIsEs jmmãáå s jmm ZRIUsEs jmm pìãj~ñj~ñ s jmm ZURIsEs jmmã~ñ bññáåáéåò~åçãéäéëëáî~ãéçá~ mãéç ZVTIRBI müáöü ZVTITB pìãj~ñ ZVTIUPB pìãj~ñ ZINB pìãj~ñ ZVTIROB ^îöpìãj~ñ ZVTIUPB Efficienza complessiva per differenti valori di tensione L andamento dell efficienza complessiva con differenti livelli di tensione si dimostra migliore dei modelli «P13» e «P17» compagni di gamma: la curva relativamente «più debole», quella di color verde che rappresenta la tensione di 850 volt, parte dal 92 per cento, poi si arrampica rapidamente, per mantenersi su livelli elevati. R N NR O OR P PR Q QR R RR S SR TR UR VR NR NN NNR NO BéçíÉåò~åçãáå~äÉEm jmm l apparecchio, che in rapporto ai suoi 41 chilogrammi di peso e alla potenza nominale CC può essere considerato molto leggero, si fissa alla parete tramite il supporto in dotazione. Una volta dimensionato correttamente il generatore fotovoltaico e attivato l interruttore-sezionatore CC, l inverter impiega 126 secondi per effettuare diversi test, prima di allacciarsi alla rete. Il funzionamento è monitorabile attraverso un display ben leggibile e retroilluminato di luce di color bianco, installato a livello della copertura frontale e consultabile, a scelta, nelle lingue italiana, inglese, francese, tedesca, spagnola o ceca. Gli otto tasti disponibili consentono di effettuare le impostazioni. Oltre alle varie segnalazioni di stato di funzionamento e di errore, esso offre la modalità di visualizzazione «Default», con l indicazione dei valori sia di potenza e tensione in CA, che di tensione in CC e di resa energetica giornaliera. Un altro menu propone i valori di potenza, tensione e intensità di corrente in CC, mentre in CA, oltre a questi stessi parametri figurano la frequenza, la temperatura dell unità di raffreddamento e quella del vano interno dell apparecchio, nonché le rilevazioni, qualora siano collegati gli opportuni sensori, di irraggiamento e di temperatura dei moduli. Il display consente di richiamare inoltre valori assoluti o comparativi in merito alla resa energetica, riepilogabili in importi giornalieri, mensili, annuali e complessivi, oltre che di visualizzare in forma di diagramma a barre la potenza immessa nel giorno corrente o anche in giornate precedenti. Nel complesso, quindi, il dispositivo offre una considerevole gamma di misurazioni visualizzabili in forma panoramica. Documentazione In dotazione, figurano vari certificati e un manuale di istruzioni, in forma sia cartacea che elettronica archiviata su CD, nelle lingue di servizio sopra indicate, oppure anche in greco, coreano e portoghese. Per facilitare la procedura di allaccio, una versione compatta del manuale, oltre che illustrazioni di carattere generico e dati tecnici, mette a disposizione del gestore indicazioni di montaggio, collegamento e attivazione. Per la navigazione, nel menu è disponibile una panoramica grafica. Non mancano delucidazioni sull uso del display, sull allacciamento alla rete e sul collegamento CC. Nelle rispettive versioni compatta e dettagliata, manuali e documentazione tecnica sono inoltre scaricabili, in lingua italiana, dal sito Internet del produttore. Design dei circuiti Lo schema circuitale, pur ricalcando, in linea di principio, quello di un modello a due stadi, non riflette schemi classici. L energia del generatore fotovoltaico, dopo aver attraversato un filtro per le interferenze elettromagnetiche (EI), raggiunge lo stadio di potenza, che include un condensatore a due sezioni dotato di punto centrale che va a collegarsi al conduttore di neutro (N) di rete. Due ponti di conversione trifase sono collegati in parallelo sul lato in uscita: il primo connesso direttamente all ingresso CC e il secondo alimentato attraverso due convertitori «step-up» che, interposti sui lati positivo e negativo dell ingresso CC, alimentano il secondo condensatore a due sezioni del circuito intermedio. La modulazione per generare le onde sinusoidali viene quindi suddivisa tra questi due ponti di conversione, facendo in modo che ciascuno fornisca solo una parte dell ampiezza della tensione necessaria a generare la corrente sinusoidale nelle bobine di uscita, con una soluzione che consente di ridurre le perdite sia nei transistor di potenza che nelle bobine di output. Su questo lato, è inoltre previsto, per ogni fase, un ramo di ricircolo, per impedire che la corrente immagazzinata nelle bobine di uscita possa rifluire nel condensatore del circuito intermedio, provocando ulteriori dispersioni. Un filtro a valle livella i treni di impulsi modulati nel segnale sinusoidale con una frequenza di rete di 50 hertz. Le radiointerferenze sono eliminate da un filtro di output situato direttamente davanti ai morsetti di rete. Grazie al gran numero di componenti circuitali, l apparecchio, malgrado la complessità dell architettura, presenta un efficienza elevata, una buona compatibilità elettromagnetica e un potenziale in CC simmetrico, rispetto a quello di terra rilevato in prossimità dei morsetti di collegamento in corrente continua. PHOTON ebbraio

7 Ricerca e tecnologia Precisione del display isurazione e visualizzazione della potenza dell apparecchio sono impeccabili: lo scarto dall analizzatore di potenza non supera 0,6 punti percentuali. påçëí~ãéåíçáåb P OU OS OQ OO O NU NS NQ NO N U S Q O JO JQ JS JU JN JNO JNQ JNS JNU JO JOO JOQ JOS JOU JP R N NR O OR P PR Q QR R RR S SR TR UR VR NR NN NNR NO BéçíÉåò~åçãáå~äÉEm jmm isurazioni Le misurazioni riportate di seguito si riferiscono tutte a una tensione di rete di 230 volt. La massima tensione CC è pari a volt, mentre la potenza nominale e quindi anche la massima potenza collegabile su questo stesso lato è di watt. Per livelli di tensione PP superiori a 790 volt, si è resa necessaria la limitazione della tensione a vuoto del simulatore solare utilizzato nel corso del test, poiché, dato un fattore di riempimento della curva caratteristica del 75 per cento, esso superava già un valore superiore a 950 volt e quindi prossimo alla massima tensione CC del dispositivo di conversione. Individuazione dell PP: prima di iniziare le misurazioni, le sezioni in CC e in CA erano disattivate. A inizio test, l inverter è alimentato dal simulatore con una curva caratteristica I-V predefinita con potenza pari alla potenza nominale e una tensione PP di 655 volt. In queste condizioni, l inverter impiega 126 secondi per inserirsi in rete e altri 28 circa per individuare l PP. entre la commutazione da 655 a 636 volt viene completata in dieci secondi, quella inversa da 655 a 675 volt richiede otto secondi circa. Intervallo PP: l intervallo PP da 480 a 850 volt corrisponde a quello di un inverter con «range» di lavoro ampio, ma, alla luce dei fattori di riempimento comuni oggigiorno, la massima tensione PP di 850 volt si avvicina troppo alla massima tensione CC di volt. Ecco perché i diagrammi tridimensionali a colori relativi all efficienza di conversione, all efficienza PPT e all efficienza complessiva (si veda a pagina 103) presentano i tipici tratteggi in senso inverso che rispettivamente denotano le limitazioni per l uso dei moduli cristallini a partire da circa 800 volt e a film sottile a partire da circa 740 volt. Efficienza di conversione: nel relativo diagramma, la linea di sezione verticale passante per il 50 per cento della potenza nominale e quella di sezione orizzontale corrispondente a una tensione PP di 597 volt s incrociano nel punto di massima efficienza del 98,0 per cento, leggermente al di sotto del dato del 98,2 per cento specificato dal produttore. Il plateau di valori omogenei si estende tra 558 e 655 volt di tensione PP, nonché tra il 37 e il 65 per cento della potenza nominale. Entro gran parte dell intervallo di lavoro, i valori sono inoltre pari o superiori al 97 per cento, mentre il calo di appena mezzo punto percentuale che si verifica ai livelli superiori di tensione PP, con valori più bassi si riduce a 0,3 punti percentuali. Solo al di sotto del 15 per cento circa della potenza nominale, l efficienza cala in misura più marcata, ma anche in questo caso, su livelli non superiori al 2,5-3,5 per cento. Alla potenza nominale, il coefficiente di potenza cos φ è di circa 1. Efficienza ponderata: l efficienza «europea» del 97,8 per cento rilevata dal test, esattamente corrispondente al dato specificato dal fabbricante, raggiunge il picco con una tensione PP di 597 volt. La differenza tra massima efficienza di conversione e massima efficienza «europea» è di appena 0,2 punti percentuali. Il 97,9 per cento che rappresenta il picco del parametro «californiano» si verifica a quella stessa tensione di 597 volt. Efficienza PPT: l efficienza PPT si mantiene costantemente elevata lungo l intero intervallo di lavoro e solo con valori bassi di potenza e con livelli più elevati di tensione, nel relativo diagramma si osserva la ristretta area in cui la potenza PP scende al di sotto del 99 per cento della potenza disponibile. Efficienza complessiva: l andamento uniforme del parametro si attesta conseguentemente su valori elevati e costanti. La massima efficienza del 98,0 per cento, nel relativo diagramma, è individuata dal punto d intersezione tra la linea verticale passante per il 50 per cento della potenza nominale e quella orizzontale corrispondente a una tensione PP di 597 volt. Andamenti dell efficienza complessiva, efficienza complessiva media ed efficienza PHOTON: l efficienza PHOTON che per valori di irraggiamento elevati corrisponde al 97,7 per cento, per valori medi è del 97,5 per cento: si tratta, in entrambi i casi, dei migliori risultati da che ha avuto inizio la serie PHOTON dei test. Quel che ha valso al modello in esame il giudizio, al di là dell elevatezza dei valori massimi, è stato l andamento brillante anche sui bassi livelli di potenza oltre che costante del parametro complessivo. Per i livelli elevati di tensione rappresentati nel grafico comparativo riportato a pagina 107 dalla curva di colore verde a 850 volt, l andamento che parte dal 92 per cento, a partire dal PHOTON ebbraio 2011

8 ıı per cento circa della potenza nominale raggiunge valori superiori al 97 per cento; per i livelli bassi di tensione rappresentati invece dalla curva di colore blu a 420 volt, l incremento che parte addirittura intorno al 95 per cento si impenna ancora più rapidamente. Immissione della potenza nominale: tra 480 e 850 volt e con una temperatura ambiente di 25 ºC, l inverter immette in rete il 100 per cento della sua potenza nominale. Potenza in uscita visualizzata: applicando una tensione costante di 655 volt, corrispondente ai valori intermedi dell intervallo di tensione PP, dal 5 al 100 per cento della potenza nominale, la potenza in uscita misurata dall inverter si è discostata in misura minima dai valori visualizzati parallelamente dall analizzatore di potenza (si veda il grafico a pagina 108): avendo registrato uno scarto di 0,6 punti percentuali circa per difetto con livelli bassi di potenza e da 0,4 a 0,5 punti per difetto a partire dal 20 per cento della potenza nominale, l indicatore di potenza possiede la precisione di un contatore elettrico della classe di precisione B (secondo la norma CEI EN in vigore dal 1º febbraio 2008). unzionamento ad alte temperature: fino a una temperatura ambiente di 56,4 ºC e con potenza nominale CC pari a watt e tensione PP di 655 volt, l inverter immette in rete il 100 per cento della potenza nominale. Con temperature superiori, l apparecchio riduce la sua potenza e l efficienza scende in misura minima di 0,1 punti percentuali circa. Questa riduzione della potenza si verifica solo al di fuori dell intervallo di temperatura compreso tra meno 25 e più 55 ºC e non è quindi rilevante nella scelta del luogo di montaggio dell apparecchio. L intervallo di temperatura assai ampio e il grado di protezione IP 65 consentono un impiego dell apparecchio sia in luoghi tendenzialmente caldi come il sottotetto che in ambienti esterni. Comportamento in condizioni di sovraccarico: se, con una tensione PP di 655 volt e una temperatura ambiente di 25,1 ºC, si offre all inverter un sovraccarico di watt pari a 1,3 volte la sua potenza CC nominale d ingresso, esso limita la potenza a circa watt, un valore corrispondente al 101,1 per cento della potenza nominale CC, evidenziando quindi una capacità di sovraccarico decisamente esigua. Per ottenere questa limitazione di potenza, l apparecchio sposta il punto di lavoro sulla curva caratteristica verso livelli più elevati di tensione d ingresso, intorno ai 733 volt. Autoconsumo e consumo notturno: l autoconsumo del dispositivo durante le prove è stato di circa 0,5 watt sul lato CA e di 28 watt sul lato CC (il produttore non fornisce alcuna indicazione a riguardo). Di notte, l inverter assorbe circa 0,5 watt di potenza attiva dalla rete (il produttore indica al riguardo «meno di 0,5 watt»). Termografia: il rilevamento termografico riportato a pagina 102 che mostra l inverter in funzionamento a potenza nominale e con una temperatura ambiente di 22,8 ºC non può dare informazioni sui componenti di potenza che, per via della struttura a più strati, restano in gran parte nascosti sotto una piastra metallica, per cui gli aumenti di temperatura osservabili sono del tutto irrilevanti. La temperatura superficiale massima evidenziata è stata di 59,5 ºC. Conclusioni L inverter «Sinvert P20» di Siemens conquista il primo posto tra gli apparecchi testati finora da PHOTON: onore che, a dire il vero, spetterebbe a Refu Elektronik GmbH, impresa sviluppatrice e produttrice del modello, se non che l equivalente modello «Refusol 20K» non è ancora stato messo a disposizione del Laboratorio. La struttura di questo «P20» risulta compatta e progettata in modo efficace dal punto di vista della comodità costruttiva, ma l apparecchio ha anche il vantaggio di essere molto leggero, in rapporto alla sua classe di potenza. Numerose sono le opzioni di comunicazione integrate e buone le possibilità di effettuare analisi statistiche, grazie al registratore di dati interno e al display grafico. isurazione e indicazione della potenza in uscita sono tanto accurate da reggere qualsiasi confronto. La massima efficienza di conversione del 98,0 per cento ha un andamento assai costante lungo l intero intervallo dei valori di tensione e potenza. Grazie a un efficienza PPT elevata in modo estremamente uniforme, per l andamento dell efficienza complessiva, si ottengono valori molto simili all andamento dell efficienza di conversione. Commento del produttore La soglia elevata dell PP era necessaria, in primo luogo, per il fotovoltaico a concentrazione o per moduli ad alto rendimento con fattore di riempimento da 80 a 85. Vi sono, inoltre, alcuni altri tipi più datati di moduli, ad esempio di marca Siemens con fattore di riempimento superiore a 80, che richiedono un intervallo PP fino a 820 volt circa. Picchi di irraggiamento favoriti da passaggi nuvolosi vengono trasmessi solo in caso di sottodimensionamento dell inverter. Attualmente, riteniamo economicamente impraticabile una variante dell apparecchio con intervallo PP diviso. I valori di efficienza indicati da PHOTON sono stati convalidati dall AIT (Austrian Institute of Technology), tenendo conto dei margini di tolleranza delle misure, per cui le rilevazioni di PHOTON ci sembrano corrette. Piccoli punti deboli emergono solo con bassi livelli di potenza, nella fascia superiore dell intervallo di tensione PP. È merito di questa costanza, che l efficienza PHOTON per valori di radiazione elevati raggiunga il 97,7 per cento, appena inferiore al 97,5 per cento parametrato su livelli di irraggiamento intermedi, malgrado l ampiezza dell intervallo dei valori di tensione. L intervallo dei valori di tensione PP assai ampio presenta limitazioni in fascia superiore, a causa della distanza insufficiente tra la massima tensione CC e la massima tensione PP. Per il dimensionamento dell PP dell impianto, la parte disponibile dell intervallo di tensione PP si spinge fino intorno ai 740 volt. L inverter non possiede praticamente alcuna capacità di sovraccarico, mentre l intervallo di temperature assai ampio al suo interno non fa registrare riduzioni di potenza. Il grado di dipendenza dell efficienza di conversione dalla temperatura è molto basso, attestandosi su un calo di appena 0,1 punti percentuali. Trattandosi di un modello privo di trasformatore, in linea di principio, sarebbe adatto solo per l impiego con moduli a tecnologia cristallina. Invece ne è disponibile un omologazione per l impiego degli elementi a film sottile di irst Solar Inc. e ne sarebbe in preparazione un altra per i moduli di United Solar Ovonic LLC (Uni Solar). Heinz Neuenstein, Jochen Siemer PHOTON ebbraio

9 Ricerca e tecnologia Test inverter ıı La coppia di mezzo Della gamma «Sinvert» di Siemens, a settembre 2010, era stata spedita, tra l altro, al Laboratorio PHOTON la coppia di modelli «P17» e «P13», che in catalogo si colloca tra il «P 20» esaminato per esteso per questo stesso numero della rivista (si veda a pagina 102) e il «P10» presentato il mese scorso (PHO- TON ): inverter dall aspetto esteriore uniforme al fratello maggiore e messi a disposizione dal produttore nell ambito del consueto accordo e contemporaneamente testati. «Sinvert P17» Adatto per impianti fotovoltaici dalla potenza massima di 16,8 chilowatt circa, solo per taluni dettagli si differenzia dal modello «P20»: pressoché equivalente è risultata l efficienza PHOTON del 97,4 per cento, per valori di radiazione medi, che gli ha procurato il secondo posto nella classifica degli inverter testati finora, a pari merito con il modello di identica fattura «Refusol 17K» di Refu Elektronik GmbH, testato durante lo scorso autunno (PHOTON ). Per valori di radiazione elevati, l efficienza PHOTON misurata è stata del 97,7 per cento, pari a quella del fratello maggiore, primo in classifica (si veda alle pagine 144 e 145), per cui, con alto oppure moderato livello di irraggiamento, l apparecchio si è meritato comunque il giudizio, in base al nuovo schema di valutazione (si veda a pagina Siemens «Sinvert P17» e «13», in sintesi Per valori di radiazione alti il «Sinvert P17» eguaglia il fratello maggiore; per quelli medi è secondo a pari merito con l'identico «Refusol 17K». 102). Tra il «P17» di Siemens e il «Refusol17K» di Refu, i tecnici del Laboratorio non sono riusciti peraltro a riscontrare differenze non spiegabili con le incertezze di misurazione o con gli accettabili margini di tolleranza dei componenti. «Sinvert P13» L altro prodotto della gamma sottoposto al test è adatto per impianti fino circa a 12,6 chilowatt di potenza. Come nel caso del modello sopra descritto, l analogo «Refusol 13K» era stato testato già in autunno e si era meritato, secondo lo schema di valutazione allora vigente, il giudizio Romana Brentgens / photon-pictures.com (2) IL ENSILE DEL OTOVOLTAICO 97,6 % radiazione elevata Siemens Sinvert P13 IL ENSILE DEL OTOVOLTAICO 97,3 % radiazione media Siemens Sinvert P13 IL ENSILE DEL OTOVOLTAICO 97,7 % radiazione elevata Siemens Sinvert P17 «+» (PHOTON ), sceso ora di un grado. Come prevedibile, l inverter di Siemens è riuscito a ripetere quello stesso risultato. L efficienza PHOTON che per valori di radiazione medi ha raggiunto lo stesso livello del 97,3 per cento, per valori di radiazione elevati si è attestata al 97,6 per cento, meritando all apparecchio, in base al nuovo metro di giudizio, un accoppiata di. Il confronto con «P17» e «P20», modelli più potenti dello stesso marchio, ha evidenziato valori inferiori rispettivamente solo di uno e di due punti percentuali. La successione si spiega semplicemente con la rispettiva potenza nominale: tendenzialmente, gli inverter meno potenti hanno un efficienza inferiore a quella dei modelli più grandi. hn, js Contenuti aggiuntivi per gli abbonati IL ENSILE DEL OTOVOLTAICO 97,4 % radiazione media Siemens Sinvert P17 Il presente testo è un riassunto dei risultati delle prove eseguite dal Laboratorio PHOTON sugli apparecchi citati. Gli abbonati possono reperire gli articoli dettagliati e corredati dei relativi grafici nella sezione «myphoton» del sito Internet scaricando, allegati aggiuntivi compresi, la versione in PD di questo numero della rivista. Benché potenza nominale inferiore significhi minore efficienza, il «P13» non ha nulla da temere dal confronto con i compagni di gamma. 108 PHOTON ebbraio 2011

10 Siemens S.p.A. Industry Sector Solar Business Piero e Alberto Pirelli, ilano Tel ax Con riserva di modifiche 03/2011 N. di ordinazione E80001-A2180-P300-X-7200 DISPO WÜ/32713 I.CE.PV.XXXX SD Stampato in Germania Siemens AG 2011 Le informazioni riportate in questa brochure contengono descrizioni e caratteristiche che potrebbero variare con l evolversi dei prodotti o non essere sempre appropriate, nella forma descritta, per il caso applicativo concreto. Le caratteristiche richieste saranno da considerare impegnative solo se espressamente concordate in fase di definizione del contratto. Tutte le denominazioni di prodotto possono essere marchi registrati o nomi di prodotti della Siemens AG o di altre aziende subfornitrici, il cui utilizzo da parte di terzi per propri scopi può violare i diritti dei proprietari.

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Mediante il derating termico l inverter riduce la propria potenza per proteggere i propri componenti dal surriscaldamento. Il presente

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Ing. Andrea Zanobini Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali /2 Introduzione /5 Norme di riferimento e interruttori magnetotermici /6 Trasformatore d isolamento e di sicurezza / Controllore d isolamento e pannelli di controllo

Dettagli

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT Le Armoniche INTRODUZIONE Data una grandezza sinusoidale (fondamentale) si definisce armonica una grandezza sinusoidale di frequenza multipla. L ordine dell armonica è il rapporto tra la sua frequenza

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Contenuto Sunny Central Communication Controller è un componente integrale dell inverter centrale che stabilisce il collegamento tra l inverter

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700 74 319 0350 0 B3144x2 74 319 0350 0 Istruzioni operative Synco 700 Controllore universale RMU7... Sommario B3144x2...1 Elementi operativi...4 Display...4 Pulsante INFO...4 Manopola per selezione e conferma

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Dati tecnici 2CDC501067D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Gli alimentatori di linea KNX con bobina integrata generano e controllano la tensione del sistema KNX (SELV). Con la bobina integrata

Dettagli

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO VIDEO SMA : I SISTEMI OFF GRID LE SOLUZIONI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA Sistema per impianti off grid: La soluzione per impianti non connessi alla rete Sistema

Dettagli

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48 Motori elettrici in corrente continua dal 1954 Elettropompe oleodinamiche sollevamento e idroguida 1200 modelli diversi da 200W a 50kW MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI

Dettagli

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT BOATRONIC M-2, M-420 BOATRONIC M-2 BOATRONIC M-420 Indice Pagina 1 Generalità... 2 2 Sicurezza... 2 2.1 Contrassegni delle indicazioni nel manuale... 2 2.2 Qualifica

Dettagli

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici SOFTWARE PV*SOL Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici Introduzione PV*SOL è un software per il dimensionamento e la simulazione dinamica,

Dettagli

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica

Correnti e circuiti a corrente continua. La corrente elettrica Correnti e circuiti a corrente continua La corrente elettrica Corrente elettrica: carica che fluisce attraverso la sezione di un conduttore in una unità di tempo Q t Q lim t 0 t ntensità di corrente media

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE.

TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE. TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE. Nello Mastrobuoni, SWL 368/00 (ver. 1, 06/12/2011) Questo strumento è utile per verificare se gli

Dettagli

Processi di riscaldamento industriali altamente precisi ed efficienti. Heating Control System per il comando di carichi ohmici SIPLUS HCS

Processi di riscaldamento industriali altamente precisi ed efficienti. Heating Control System per il comando di carichi ohmici SIPLUS HCS Processi di riscaldamento industriali altamente precisi ed efficienti Heating Control System per il comando di carichi ohmici SIPLUS HCS Answers for industry. SIPLUS HCS la risposta alle esigenze termiche

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che vive con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO VALIDO PER MOD. DTCHARGE E 1000 CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO LEGGERE CON CURA IN OGNI SUA PARTE PRIMA DI ALIMENTARE TOGLIAMO IL COPERCHIO, COSA FARE?? Il DTWind monta alternatori tri fase. Ne consegue

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

THE WORLD OF DC/DC-CONVERTERS. SCEGLIERE UN CONVERTITORE DC / DC Convertitori DC/DC, quali sono i criteri più importanti?

THE WORLD OF DC/DC-CONVERTERS. SCEGLIERE UN CONVERTITORE DC / DC Convertitori DC/DC, quali sono i criteri più importanti? SCEGLIERE UN CONVERTITORE DC / DC Convertitori DC/DC, quali sono i criteri più importanti? Un convertitore DC / DC è utilizzato, generalmente, quando la tensione di alimentazione disponibile non è compatibile

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che lavora con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA

LA CORRENTE ELETTRICA L CORRENTE ELETTRIC H P h Prima che si raggiunga l equilibrio c è un intervallo di tempo dove il livello del fluido non è uguale. Il verso del movimento del fluido va dal vaso a livello maggiore () verso

Dettagli

Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10

Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10 Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10 Istruzioni per l installazione FANKIT01-IA-it-12 IMIT-FANK-TL21 Versione 1.2 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Indicazioni relative

Dettagli

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE FOCUS TECNICO IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE ADEGUAMENTO ALLE NORMATIVE DETRAZIONI FISCALI SUDDIVISIONE PIÙ EQUA DELLE SPESE RISPARMIO IN BOLLETTA MINOR CONSUMO GLOBALE DI TUTTO IL CONDOMINIO COSTO

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 Modulo termostato a pannello 4 COLLEGAMENTO 9-12V DC/ 500mA L1 L2 ~ Riscaldatore/Aria condizionata Max. 3A Max. 2m Sensore di temperatura Per prolungare il sensore, utilizzare

Dettagli

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second life" Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di second life Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE Fondo Sociale Europeo "Competenze per lo Sviluppo" Obiettivo C-Azione C1: Dall esperienza alla legge: la Fisica in Laboratorio La corrente elettrica Sommario 1) Corrente elettrica

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Manuale d uso SUNNY BOY 6000TL

Manuale d uso SUNNY BOY 6000TL Pagina del titolo Manuale d uso SUNNY BOY 6000TL SB6000TL-21-BE-it-10 IMIT-SB60TL21 Versione 1.0 ITALIANO SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Note relative al presente documento...7 2 Sicurezza...9

Dettagli

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante Circuiti Elettrici Schema riassuntivo Leggi fondamentali dei circuiti elettrici lineari Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante La conseguenza

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

Inverter e connessione alla rete alla rete elettrica

Inverter e connessione alla rete alla rete elettrica SPECIALE TECNICO Inverter e connessione alla rete alla rete elettrica Francesco Groppi Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI, CT82, Working Group 2 Inverter) SPONSOR www.fronius.com www.mastervoltsolar.it

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

Brushless. Brushless

Brushless. Brushless Motori Motori in in corrente corrente continua continua Brushless Brushless 69 Guida alla scelta di motori a corrente continua Brushless Riduttore 90 Riddutore Coppia massima (Nm)! 0,6,7 30 W 5,5 max.

Dettagli

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente Unità G16 - La corrente elettrica continua La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente 1 Lezione 1 - La corrente elettrica

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA (Fenomeno, indipendente dal tempo, che si osserva nei corpi conduttori quando le cariche elettriche fluiscono in essi.) Un conduttore metallico è in equilibrio elettrostatico

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

IMMS-CI-HW. Interfaccia programmatore (CI) IMMS. Istruzioni per l installazione IMMS. Controller. Interface. AC From Transformer 24 VAC REM 24 VAC SEN

IMMS-CI-HW. Interfaccia programmatore (CI) IMMS. Istruzioni per l installazione IMMS. Controller. Interface. AC From Transformer 24 VAC REM 24 VAC SEN CI 4 Comm. IMMS-CI-HW Interfaccia programmatore (CI) IMMS POWER From Transformer 24 V 24 V Ground To REM Istruzioni per l installazione To SmartPort Sensor 1 Sensor 2 Sensor 3 From Sensors Sensor Common

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Progetto di un alimentatore con Vo = +5 V e Io = 1 A

Progetto di un alimentatore con Vo = +5 V e Io = 1 A Progetto di un alimentatore con o +5 e Io A U LM7805/TO IN OUT S F T 5 4 8 - ~ ~ + + C GND + C + C3 3 R D LED Si presuppongono noti i contenuti dei documenti Ponte di Graetz Circuito raddrizzatore duale

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE V.00 AGOSTO 2012 CARATTERISTICHE TECNICHE Il modulo TRACER218 485 è un dispositivo con porta di comunicazione RS485 basata su protocollo MODBUS

Dettagli

Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL

Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL STP5-10TL-20-BE-it-13 98-108600.03 Versione 1.3 ITALIANO Disposizioni legali SMA Solar Technology AG Disposizioni

Dettagli

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Premessa Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati condizioni

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico Tecnologico Progetto Brocca Trascrizione del testo e redazione delle soluzioni di Paolo Cavallo. La prova Il candidato svolga una relazione

Dettagli

Curve di risonanza di un circuito

Curve di risonanza di un circuito Zuccarello Francesco Laboratorio di Fisica II Curve di risonanza di un circuito I [ma] 9 8 7 6 5 4 3 0 C = 00 nf 0 5 0 5 w [KHz] RLC - Serie A.A.003-004 Indice Introduzione pag. 3 Presupposti Teorici 5

Dettagli

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria dell Università

Dettagli

Prof. Antonino Cucinotta LABORATORIO DI ELETTRONICA CIRCUITI RADDRIZZATORI

Prof. Antonino Cucinotta LABORATORIO DI ELETTRONICA CIRCUITI RADDRIZZATORI Materiale e strumenti: Prof. Antonino Cucinotta LABORATORIO DI ELETTRONICA CIRCUITI RADDRIZZATORI -Diodo raddrizzatore 1N4001 (50 V 1A) -Ponte raddrizzatore da 50 V 1 A -Condensatori elettrolitici da 1000

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Sommario! Introduzione! Risoluzione dei problemi di lettura/visualizzazione! Risoluzione dei problemi sugli ingressi digitali! Risoluzione di problemi

Dettagli

In un collegamento in parallelo ogni lampadina ha. sorgente di energia (pile) del circuito. i elettrici casalinghi, dove tutti gli utilizzatori sono

In un collegamento in parallelo ogni lampadina ha. sorgente di energia (pile) del circuito. i elettrici casalinghi, dove tutti gli utilizzatori sono I CIRCUITI ELETTRICI di CHIARA FORCELLINI Materiale Usato: 5 lampadine Mammut 4 pile da 1,5 volt (6Volt)+Portabatteria Tester (amperometro e voltmetro) I circuiti in Parallelo In un collegamento in parallelo

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive.

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. Un testo della redazione di Electro Online, il tuo esperto online. Data: 19/03/2013 Nuove regole per i condizionatori

Dettagli

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI APPUNTI DI ELETTROTECNICA INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI A cosa servono e come funzionano A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Versione n. 3.3 - Marzo 2013 Inverter Guida Tecnica Ver 3.3 Pag.

Dettagli

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO CORRENTE CONTINUA: FENOMENI FISICI E PRINCIPI FONDAMENTALI - Richiami sulle unità di misura e sui sistemi di unità di misura. - Cenni sulla struttura e sulle proprietà elettriche della materia. - Le cariche

Dettagli

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA Unita' di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo efficienza di recupero > 50% e recupero di calore attivo riscaldamento, raffrescamento e ricambio aria

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni

Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni Condensatori per rifasamento industriale in Bassa Tensione: tecnologia e caratteristiche. Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni 1 Tecnologia dei condensatori Costruzione Com è noto, il principio costruttivo

Dettagli

LABORATORIO I-A. Cenni sui circuiti elettrici in corrente continua

LABORATORIO I-A. Cenni sui circuiti elettrici in corrente continua 1 UNIVERSITÀ DIGENOVA FACOLTÀDISCIENZEM.F.N. LABORATORIO IA Cenni sui circuiti elettrici in corrente continua Anno Accademico 2001 2002 2 Capitolo 1 Richiami sui fenomeni elettrici Esperienze elementari

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

Introduzione all elettronica

Introduzione all elettronica Introduzione all elettronica L elettronica nacque agli inizi del 1900 con l invenzione del primo componente elettronico, il diodo (1904) seguito poi dal triodo (1906) i cosiddetti tubi a vuoto. Questa

Dettagli

Le misure di energia elettrica

Le misure di energia elettrica Le misure di energia elettrica Ing. Marco Laracca Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell Informazione Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale Misure di energia elettrica La misura

Dettagli

PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED PER IL MUNICIPIO DI PRIOLO GARGALLO (SR)

PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED PER IL MUNICIPIO DI PRIOLO GARGALLO (SR) PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED PER IL MUNICIPIO DI PRIOLO GARGALLO (SR) RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA 0 PREMESSA... 2 1 IDENTIFICAZIONE DELLA TIPOLOGIA D IMPIANTO... 3 2 COMPONENTI

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

Impianti di climatizzazione

Impianti di climatizzazione Corso di IPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Impianti di climatizzazione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it IPIANTI DI CLIATIZZAZIONE Impianti di climatizzazione

Dettagli

IMPIANTI ELETTTRICI parte II

IMPIANTI ELETTTRICI parte II IMPIANTI ELETTTRICI parte II di Delucca Ing. Diego PROTEZIONE DI UN IMPIANTO DAI SOVRACCARICHI E DAI CORTO CIRCUITI Una corrente I che passa in un cavo di sezione S, di portata IZ è chiamata di sovracorrente

Dettagli

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DELL AQUILA Scuola di Specializzazione per la Formazione degli Insegnanti nella Scuola Secondaria Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico Prof. Umberto Buontempo

Dettagli

GESTIONE DELLA CAPACITA

GESTIONE DELLA CAPACITA Capitolo 8 GESTIONE DELLA CAPACITA Quale dovrebbe essere la capacità di base delle operations? (p. 298 e segg.) 1 Nel gestire la capacità l approccio solitamente seguito dalle imprese consiste nel fissare

Dettagli

Esperimentatori: Durata dell esperimento: Data di effettuazione: Materiale a disposizione:

Esperimentatori: Durata dell esperimento: Data di effettuazione: Materiale a disposizione: Misura di resistenza con il metodo voltamperometrico. Esperimentatori: Marco Erculiani (n matricola 454922 v.o.) Noro Ivan (n matricola 458656 v.o.) Durata dell esperimento: 3 ore (dalle ore 9:00 alle

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Informatica IL SAMPLE AND HOLD Progetto di Fondamenti di Automatica PROF.: M. Lazzaroni Anno Accademico

Dettagli

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno)

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno) Citofono senza fili Installazione ed uso (fascicolo staccabile all interno) Sommario Presentazione... 3 Descrizione... 4 La postazione esterna... 4 La placca esterna... 4 Il quadro elettronico... 4 La

Dettagli

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/...

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/... F80/MC F80/MCB F80/MMR F80/SG F80/SGB F7FA0AP-0W0 F9H0AP-0W0 = Led indicazione di guasto per cortocircuito = Led Indicazione di guast o verso terra = Pulsante interfaccia utente = Indicazione sezionamento

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA

MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA ANDREA USAI Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Andrea Usai (D.I.S. Antonio Ruberti ) Laboratorio di Automatica

Dettagli

DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000

DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000 DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000 Doc. MII11166 Rev. 2.21 Pag. 2 di 138 REVISIONI SOMMARIO VISTO N PAGINE DATA

Dettagli

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Sistemi di Rivelazione Incendio MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Proprietà del rivelatore adatte all'utilizzo in ambienti interni Regolazione

Dettagli

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Dicembre 2006 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione 1SDC007103G0902 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Indice Introduzione... 2 1 Il riscaldamento nei quadri elettrici 1.1 Generalità...

Dettagli

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA CONTATTI DIRETTI contatti con elementi attivi dell impianto elettrico che normalmente sono in tensione CONTATTI INDIRETTI contatti con masse che possono trovarsi

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A 443 00 49960 443 00 49961 443 00 49366 443 00 49630 443 00 49963 443 00 49964 443 00 49965 976-12 V 2250 A AVVIATORE 976 C-CARICATORE AUTOM. 220V/RICAMBIO 918 BATT-BATTERIA 12 V 2250 A/RICAMBIO 955 CAVO

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli