I Vincitori del Campionato Solare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I Vincitori del Campionato Solare"

Transcript

1 Che cos è il Campionato Solare è una competizione per capire i risultati di diffusione del solare nei Comuni italiani. Per elaborare le classifiche vengono presi in considerazione i dati di installazione di impianti solari termici e fotovoltaici, ma anche le politiche energetiche comunali, proprio per mettere in luce i risultati più importanti realizzati nei Comuni in termini di risposta del solare ai fabbisogni delle famiglie. Il rapporto, curato da Legambiente in collaborazione con Klimaenergy, è nato proprio con l obiettivo di raccontare cosa accade di positivo nel nostro Paese in termini di diffusione degli impianti solari e per valorizzare le migliori esperienze, sia in termini quantitativi che qualitativi. Le classifiche mettono in luce quelle realtà dove attraverso i pannelli solari si riesce a soddisfare maggiormente i fabbisogni termici ed elettrici delle famiglie residenti nei Comuni, proprio perché il solare può rappresentare oggi, grazie ai miglioramenti avvenuti nell efficienza degli impianti, un alternativa reale ai combustibili fossili. La classifica premia i Comuni, ma a realizzare gli impianti sono molteplici soggetti, da cittadini a imprese, a Enti Pubblici, proprio per la caratteristica del solare di essere una fonte energetica, oltre che pulita, democratica e accessibile a tutti. I dati provengono dal GSE, da Comuni, Province, Regioni, da aziende, privati ed Enti Pubblici. Al Campionato Solare partecipano automaticamente tutti i Comuni italiani, ma una prima selezione Sono Torre San Giorgio (CN), Vipiteno (BZ), Senigallia (AN) e Bolzano i Comuni più solari d Italia. Ossia i territori che sono più avanti nella rivoluzione energetica che il solare può permettere di realizzare come alternativa reale e pulita alle fonti fossili. In questi Comuni il contributo del solare termico e fotovoltaico ai fabbisogni delle famiglie ha già raggiunto risultati significativi fino a superare, come nel caso di Torre San Giorgio vincitore dello scudetto italiano 2010, i fabbisogni elettrici delle famiglie attraverso l energia prodotta dai pannelli fotovoltaici. Questi Comuni sono in testa alle cinque classifiche del campionato solare, elaborate in funzione della popolazione residente proprio perché diverse sono le situazioni tra grandi, medi e piccoli Comuni. Il vincitore del 2010 I Vincitori del Campionato Solare Campionato Solare 2010 è il Piccolo Comune di Torre San Giorgio (CN) che svetta con 1.404,6 punti, oltre che nella classifica dei Piccoli Comuni, tra gli oltre 8100 Comuni in Italia. Il primato è stato raggiunto grazie alla presenza di mq di pannelli solari termici e 694,9 kw di pannelli solari fotovoltaici distribuiti, per lo più, tra i tetti delle famiglie residenti e sulle coperture di alcune aziende locali. Ma di grande interesse sono anche le storie degli altri Comuni in testa alle classifiche. Come a Vipiteno, dove sono installati oltre mq di pannelli solari termici, 277 kw di fotovoltaico, ma anche altre impianti da fonti rinnovabili come eolico, mini idroelettrico, da biomassa collegati a reti di teleriscaldamento, biogas, geotermia a bassa entalpia, in un mix virtuoso che Foto: STADIO BENTOGODI - copertura FV di AGSM - Verona Progetto di JUWI - Pannelli First Solar..SEGUE A PAGINA 15..SEGUE A PAGINA 15 Indice I Vincitori del Campionato Solare La spinta dei Comuni al Solare PROGETTI SOLARI RES Champions League la classifica generale 1 - Torre San Giorgio (CN) ,6 pt 2 - Terento (BZ) - 575,4 pt 3 - Fiè allo Sciliar (BZ)- 540,5 pt 4 - Selva di Val Gardena (BZ)- 496,0 pt 5 - Don (TN) - 491,8 pt 6 - Prato allo Stelvio (BZ) - 472,9 pt 7 - Parcines (BZ) - 467,0 pt 8 - Tovo di Sant Agata (SO) - 461,7 pt 9 - Cloz (TN) - 438,0 pt 10 - Torrenova (ME) - 414,8 pt in collaborazione con 1

2 I Vincitori del Campionato Solare PICCOLI COMUNI (fino a abitanti) Il Piccolo Comune di Torre San Giorgio, in Provincia di Cuneo, è oltre che il vincitore dello Scudetto 2010 anche in testa alla categoria Piccoli Comuni con punti. A questa classifica concorrono tutti i Comuni fino a abitanti. Nel Comune piemontese sono installati tra gli altri 11 impianti fotovoltaici per una potenza complessiva di oltre 560 kw, con pannelli in larga parte posti sui tetti di case e sulle coperture di aziende, ma anche 2 impianti a terra da 10 kw e 1 impianto su pensilina da 5 kw. Gli impianti solari termici coprono complessivamente mq e sono posizionati sui tetti di abitazione private, ma ricopre particolare interesse un grande impianto a collettori solari ad aria opachi e annesso sistema di ventilazione integrato detto Solarwall, installato sulla parete verticale di un azienda (si veda l approfondimento a pagina 12). A seguire in classifica con 575,4 punti è il Comune di Terento, in Provincia di Bolzano, con abitanti. Questo risultato è ottenuto grazie a mq di pannelli solari termici e a 211,23 kw di pannelli fotovoltaici installati sui tetti. Oltre agli impianti realizzati dalle famiglie residenti il Comune nel 2008 ha messo in funzione un impianto da 60 kwp installati sul tetto della Casa della Cultura e sulla palestra comunale in grado di produrre oltre 70 mila kwh annui di energia elettrica. Al terzo posto invece troviamo il Comune di Fiè allo Sciliar, con 540,4 punti totali. E interessante il dato di questo Comune in particolare per quanto riguarda il solare termico, perché con mq di pannelli installati è il Comune in Italia con la più alta diffusione con una media di mq ogni 1000 abitanti ossia molto oltre l obiettivo fissato dall Unione Europea al 2010 di 264mq/1.000 abitanti. Tra i 50 classificati in questa categoria 32 Comuni appartengono alle Province di Trento e Bolzano, 16 ciascuna. Da segnalare è il Comune di Torrenova, in Provincia di Messina, decimo in classifica unico del Sud a entrare Solare termico e fotovoltaico sul tetto di una abitazione a Torre San Giorgio (CN) tra i primi 50, grazie a 13 impianti fotovoltaici installati su tetti e pensiline per una potenza complessiva di 497,2 kw e a 3.314,4 mq di pannelli solari termici. E importante sottolineare i risultati dei piccoli Comuni rispetto allo sviluppo del solare: sono 44 quelli che hanno raggiunto l Obiettivo Europeo al 2010 di 264mq/1.000 abitanti e 13 quelli che grazie al fotovoltaico riescono a coprire l intero fabbisogno elettrico delle famiglie residenti e a rientrare quindi nella categoria Comuni 100% elettrici. classifica piccoli comuni - primi 10 classificati PR Comune N_ ab solare termico (Mq) solare fotovoltaico (kw) PUNTI TOT 1 CN TORRE SAN GIORGIO , ,6 2 BZ TERENTO ,23 575,4 3 BZ FIÈ ALLO SCILIAR ,3 540,5 4 BZ SELVA DI VAL GARDENA ,42 496,0 5 TN DON ,81 491,8 6 BZ PRATO ALLO STELVIO ,74 472,9 7 BZ PARCINES ,22 467,0 8 SO TOVO DI SANT'AGATA ,7 9 TN CLOZ ,9 438,0 10 ME TORRENOVA ,4 497,2 414,8 FONTE: Campionato Solare. L elenco completo dei Comuni partecipanti è visibile sul sito Impianto Fotovoltaico integrato su edificio privato a Torre San Giorgio (CN) 2

3 COMUNI MEDI (tra e abitanti) È il Comune di Vipiteno, in provincia di Bolzano, a vincere questa classifica grazie a 2.433,7 mq di pannelli solari termici e a 21 impianti fotovoltaici per una potenza complessiva di 277,04 kw. I pannelli sono collocati per la maggior parte su tetti di case e alberghi. Come nel caso dell Hotel Villa Pattis che ha un impianto fotovoltaico da 20 kw e uno termico da 28 mq, utilizzato per il riscaldamento della piscina. O come nel caso dell impianto solare termico di 65 mq dell Hotel Mezzaluna utilizzato per il riscaldamento dell acqua sanitaria. Vipiteno è l unico Comune con più di abitanti a rientrare tra i primi 50 della classifica assoluta. Altra caratteristica di questo Comune è che grazie a un efficace e integrato mix di impianti da fonti rinnovabili riesce a soddisfare interamente i fabbisogni termici e elettrici delle famiglie residenti, come testimonia il rapporto Comuni Rinnovabili di Legambiente. Al secondo posto, con 171,4 punti, troviamo il Comune di Campoformido, in Provincia di Udine. Questo risultato è reso possibile dalla presenza di mq di pannelli solari termici, distribuiti per lo più sui tetti delle case, e da 470,43 kw di pannelli solari fotovoltaici, quasi interamente installati su tetti. Tra questi si segnala un impianto da 160 kw integrato sulla copertura di un Centro di Manutenzione e Riparazione di veicoli industriali. L impianto, occupa una superficie di mq e ha una produzione media di energia elettrica di oltre 162 MWh annui in grado di evitare l immissione in atmosfera di circa 90 tonnellate l anno di anidride carbonica. È il Comune di Laces, in Provincia di Bolzano, ad occupare la terza posizione resa possibile da 900 mq di pannelli solari termici e 1.577,41 kw di pannelli fotovoltaici. Come in molti Comuni altoatesini, i pannelli solari sono ben distribuiti tra edilizia privata, pubblica e attività commerciali. Come nel caso della piscina comunale dove sono presenti 200 kw di pannelli fotovoltaici, oppure i 9,5 kw posti sulla sede locale dell Azienda di Trasporto Alto Adige S.p.A., oltre al grande impianto da 837 kw installato sul tetto della Cooperativa ortofrutticola Ortler. Tra i Comuni iscritti al Campionato Impianto solare termico dell Hotel Mezzaluna a Vipiteno (BZ) appartenenti a questa categoria 3 soddisfano il fabbisogno elettrico delle famiglie grazie al fotovoltaico: Montalto di Castro (VT) con i 32 MW di fotovoltaico, per lo più installati a terra, Serravalle Scrivia (AL) con 5,1 MW, e Pollenza (MC) con 3,8 MW. Sono invece i Comuni di Vipiteno e di Campoformido quelli che in questa categoria hanno superato l Obiettivo Europeo al 2010 di 264mq/1.000 abitanti di diffusione. classifica comuni medi - primi 10 classificati PR Comune N_ ab solare termico (Mq) solare fotovoltaico (kw) PUNTI TOT 1 BZ VIPITENO ,70 277,04 211,8 2 UD CAMPOFORMIDO ,00 470,43 163,3 3 BZ LACES , ,41 137,7 4 BL SANTA GIUSTINA ,00 69,07 115,4 5 AP OFFIDA , ,5 97,0 6 TN LEVICO TERME ,00 243,82 93,3 7 BS NAVE ,00 40,89 92,8 8 BL MEL ,00 205,81 92,0 9 AP MONTEPRANDONE , ,45 88,1 10 VT MONTALTO DI CASTRO , ,58 86,0 FONTE: Campionato Solare. L elenco completo dei Comuni partecipanti è visibile sul sito Copertura con pannelli fotovoltaici integrati su abitazione a Vipiteno (BZ) 3

4 COMUNI MEDIO GRANDI (tra e abitanti) È il Comune di Senigallia in Provincia di Ancona, con 64,4 punti, a vincere il titolo di Campione nella Categoria Comuni Medio Grandi. Tale punteggio è stato ottenuto grazie a mq di pannelli solari termici installati sui tetti di case, magazzini, uffici pubblici e privati e a 963,77 kw di pannelli fotovoltaici, distribuiti tra 83 impianti sui tetti, 3 impianti su pensilina e 4 impianti a terra da 43 kw complessivi. Significativi sono i risultati raggiunti attraverso la diffusione di impianti solari termici su strutture pubbliche, come le realizzazioni su edifici comunali e campi sportivi, come il Goffredo Bianchelli (30 mq), Saline (15 mq) e Via Capanna (25 mq) in grado di soddisfare circa il 50% del fabbisogno termico degli impianti sportivi. Interessante è l impianto fotovoltaico integrato nella copertura del parcheggio per le auto dell Hotel Metropol dove sono anche predisposte due postazioni per la ricarica delle batterie per i veicoli elettrici. I 75 kw dell impianto riescono a soddisfare completamente i fabbisogni elettrici annuali della struttura e ad evitare l immissione in atmosfera di circa 45 tonnellate di CO2 l anno. L attenzione del Comune alle tematiche energetiche e in particolare allo sviluppo del solare fotovoltaico è evidente anche nelle scelte di semplificazione delle procedure autorizzative con l eliminazione della DIA e nell introduzione dell obbligo di installazione dei pannelli fotovoltaici per le nuove costruzioni così come previsto dalla Finanziaria Al secondo posto di questa classifica troviamo il Comune di Aosta con 47,9 punti resi possibili da mq di solare termico e 67,48 kw di fotovoltaico installati tutti sui tetti delle abitazioni. In terza posizione, invece, troviamo il Comune di Narni con 42,7 punti ottenuti grazie a 6 mq di pannelli solari termici e soprattutto a 10,5 MW di pannelli fotovoltaici. Di questi 2,1 MW sono distribuiti tra 69 impianti sui tetti, 2,4 MW realizzati su 12 pensiline e 5,8 MW tra 6 impianti a terra. Nel Comune sono presenti molti impianti di piccola dimensione che evidenziano le molteplici applicazioni possibili con il fotovoltaico, come quello da 10 kw installato sul cimitero comunale o quello dell area di servizio Shell da 48 kw di potenza, ma anche quello situato nei parcheggi dell area industriale Copertura fotovoltaica del parcheggio dell area industriale di Narni (TR) Compendio Bosco con una potenza di 874 kw. Anche il Comune di Narni ha introdotto nel proprio Regolamento Edilizio l obbligo di installazione di pannelli solari fotovoltaici per le nuove strutture e per le ristrutturazioni edilizie di una certa dimensione. classifica comuni medio-grandi - primi 10 classificati PR Comune N_ ab solare termico (Mq) solare fotovoltaico (kw) PUNTI TOT 1 AN SENIGALLIA ,00 963,97 64,4 2 AO AOSTA ,00 67,48 47,5 3 TR NARNI , ,06 42,7 4 RI RIETI ,00 358,47 40,9 5 BA CORATO , ,52 36,5 6 NA VICO EQUENSE ,00 10,9 36,3 7 AN OSIMO , ,93 35,9 8 TV MONTEBELLUNA ,68 753,17 33,5 9 BO SAN GIOVANNI IN PERSICETO , ,29 33,2 10 BO CASTEL SAN PIETRO TERME , ,97 31,8 FONTE: Campionato Solare. L elenco completo dei Comuni partecipanti è visibile sul sito Impianto fotovoltaico sul Palazzo della Gioventù di Senigallia (AN) 4

5 GRANDI COMUNI (> abitanti) Vincitore della categoria Grandi Comuni, con più di 100 mila abitanti è Bolzano che grazie a mq di solare termico e 3.158,82 kw di pannelli fotovoltaici ottiene 50,7 punti aggiudicandosi così il primato della categoria. Per quanto riguarda gli impianti fotovoltaici sono distribuiti tra 66 impianti collocati su tetti, per una potenza complessiva di kw, e su 2 pensiline per oltre 306 kw. Il solare termico invece è per lo più diffuso sui tetti delle abitazioni private e nelle strutture pubbliche, come le scuole dove sono installati complessivamente 300 mq (oltre che 142 kw di fotovoltaico). Interessante è l impianto solare termico da 472 mq sulla sede dell Accademia Europea EURAC perché permette di soddisfare l intero fabbisogno annuale di acqua calda sanitaria necessaria allo stabile e contribuisce in maniera importante al riscaldamento e raffrescamento dello stesso. Bolzano è un caso di assoluto rilievo perché oltre a spingere l efficienza energetica in edilizia attraverso il protocollo CasaClima e gli obiettivi prestazionali minimi per i nuovi edifici ha introdotto nel Regolamento Edilizio l obbligo di installazione di pannelli solari termici e fotovoltaici in tutti i nuovi edifici e nelle ristrutturazioni. Al secondo posto troviamo il Comune di Trento con 43,5 punti ottenuti grazie a mq di solare termico e oltre kw di solare fotovoltaico. I pannelli sono per lo più installati presso abitazioni private ma diverse sono le strutture pubbliche, come ospedali e scuole, uffici che presentano installazioni di pannelli solari termici e/o fotovoltaici. Di particolare interesse è l impianto da 23,8 kw posizionato sulla copertura dell Archivio Comunale, composto da 130 moduli fotovoltaici a inseguimento in grado di catturare al meglio la radiazione solare nelle diverse ore della giornata e ottenere così una maggiore produzione elettrica. Questo impianto permette di produrre circa 27 mila kwh/a e di evitare 113 tonnellate di CO2 in atmosfera oltre che un entrata annua nelle casse del Comune di circa Euro. Anche a Trento il Regolamento Edilizio prevede l obbligo di installazione di pannelli solari termici e fotovoltaici per le nuove abitazioni e nel caso di ristrutturazione. Il terzo posto invece viene occupato dal Comune di Terni che grazie a suoi 871 mq di solare termico e kw di fotovoltaico ottiene un punteggio di 30,3 punti. Nel capoluogo di Provincia umbro sono 116 gli impianti fotovoltaici posizionati su tetti per una potenza complessiva di 2,2 MW, 25 gli impianti installati su pensiline per una potenza di 1,3 MW e 4 quelli a terra per una potenza totale di 43 kw. Uno degli impianti più interessanti, non solo dal punto di vista energetico e ambientale, ma anche sociale, è quello realizzato presso la casa circondariale. In questa struttura attraverso un processo che ha visto coinvolti l amministrazione penitenziaria, la Regione Umbria e l associazione Arci-Ora d Aria è stato organizzato un corso di formazione rivolto ai detenuti per installatore di pannelli solari e realizzato un impianto da 150 mq. classifica comuni grandi - primi 10 classificati PR Comune N_ ab solare termico (Mq) solare fotovoltaico (kw) PUNTI TOT 1 BZ BOLZANO , ,82 49,5 2 TN TRENTO , ,14 41,1 3 TR TERNI , ,03 29,6 4 PD PADOVA , ,08 28,1 5 SS SASSARI , ,78 22,9 6 RM ROMA , ,80 19,9 7 VR VERONA , ,65 18,8 8 PR PARMA , ,88 16,4 9 NA NAPOLI ,00 865,08 15,5 10 FC FORLÌ , ,25 13,6 FONTE: Campionato Solare. L elenco completo dei Comuni partecipanti è visibile sul sito Impianto solare termico sull edificio dell Istituto Eurac di Bolzano 5

6 Nelle Cartine sono rappresentate rispettivamente la diffusione degli impianti di solare termico e di fotovoltaico nei Comuni italiani. Come mostrato anche dai grafici seguenti, il numero di Comuni in Italia che presentano sul proprio territorio tecnologie solari è in costante crescita ed in particolare negli ultimi 2 anni si sono superati i Comuni per il solare termico ed i per il fotovoltaico. Si è arrivati così ad un totale di 1,6 milioni di mq installati di solare termico e oltre 1.398,9 MW di fotovoltaico. La maggior parte delle installazioni di fotovoltaico è costituita da impianti su edifici, oltre 75mila, che raggiungono una potenza complessiva di 771,3 MW. A seguire troviamo i 476,6 MW di impianti a terra e infine 66 MW di fotovoltaico installato su pensiline. 6

7 il ruolo dei Comuni nella spinta al Solare I Comuni svolgono un ruolo decisivo nella spinta alla diffusione del solare. Le migliori esperienze in Europa e in Italia sono infatti quelle dove gli Enti Locali hanno contribuito alla spinta delle energie pulite attraverso l informazione dei cittadini, l introduzione di regole semplici per i progetti, il coinvolgimento dei diversi attori imprenditoriali. In poche parole aiutando un processo che vede coinvolti molteplici attori e che può produrre, come dimostrano i dati del campionato solare, risultati significativi per le famiglie sia in termini di risparmio che di risposta ai fabbisogni energetici. Oggi che la ricerca sta permettendo di rendere sempre più efficienti gli impianti e di ridurne i costi, ora che finalmente in Italia si può avere con l approvazione delle Linee Guida per gli impianti da fonti rinnovabili chiarezza sulle regole, diventa strategico il ruolo dei Comuni per rendere possibile una diffusione che dia benefici reali in bolletta alle famiglie, crei nuove opportunità imprenditoriali e occupazionali, e integri gli impianti nel territorio e nel paesaggio. Ecco, per punti sintetici, cosa possono fare i Comuni per aiutare questa prospettiva. 1) L OBBLIGO DEL SOLARE NEI REGOLAMENTI EDILIZI I Regolamenti Edilizi rappresentano uno degli strumenti fondamentali per lo sviluppo del solare termico e fotovoltaico. Attraverso di essi è infatti possibile spingere l integrazione del solare in edilizia con l obiettivo di soddisfare una quota minima obbligatoria del fabbisogno elettrico e termico attraverso impianti fotovoltaici e termici installati sui tetti delle nuove strutture edilizie o da ristrutturare, siano esse pubbliche o private. Un esempio sono i 414 Comuni che hanno previsto all interno del proprio Regolamento l obbligo di installazione di pannelli solari nei nuovi interventi e nelle ristrutturazioni edilizie di una certa consistenza. Tra questi 237 Comuni prevedono l obbligo di una quota minima di impianti solari sia termici che fotovoltaici, mentre 88 prevedono un obbligo che riguarda solo il fotovoltaico, 89 invece il solare termico. Questi Comuni hanno anticipato la normativa nazionale che nel caso del solare termico fissa degli obblighi ma non ha mai dato seguito all indicazione per la mancanza dei Decreti Attuativi previsti dal D.lgs 192 del Mentre per il solare fotovoltaico già con la Finanziaria 2007 è stato introdotto l obbligo di prevedere una quota minima di kw installati per ogni nuova abitazione, obiettivo che però per entrare in vigore deve essere recepito nei Regolamenti Edilizi Comunali. Un ruolo da apripista per la spinta al solare nei Regolamenti Edilizi lo ha svolto il Comune di Carugate (MI) che già nel 2003 introdusse un primo provvedimento attraverso il quale si imponeva nel nuovo edificato un corretto orientamento degli edifici, l uso di doppi vetri e l installazione di pannelli solari termici. Successivamente adeguato nel 2008 con vincoli ancor più stringenti rimane un punto di riferimento ed un esempio di come le Amministrazioni Comunali possano intervenire in maniera decisa in questo settore. Tra i Comuni che hanno imposto attraverso il Regolamento Edilizio, l obbligo del solare termico al fine di soddisfare parte dei fabbisogni di ACS alcune realtà si distinguono per scelte più decise e lungimiranti, come alcuni Comuni della Provincia di Milano (Basiano, Bollate, Inzago, Masate, Pozzo d Adda) e Torino (Chieri, Collegno, Marentino) il cui obbligo prevede di coprire il 60% dei consumi termici per ACS. Ancora più elevate risultano le richieste a Sinalunga (SI) con il 65% di ACS, ed in due Comuni piemontesi: Leinì e Pinerolo (TO). Il Comune di Torino si è distinto tra le grandi città per aver introdotto precisi requisiti di innovazione energetica e ambientale in edilizia. Insieme a più elevate prestazioni di isolamento termico e di risparmio idrico sono stati introdotti indirizzi precisi per lo sviluppo del solare termico (che deve soddisfare un minimo del 60% del fabbisogno di ACS, nei nuovi edifici e nelle ristrutturazioni) e del fotovoltaico (con 1 kw di potenza installata per ogni alloggio). Nel settore del fotovoltaico sono da segnalare le scelte di due Comuni, Collesalvetti Impianto fotovoltaico sul tetto della Scuola Da Vinci di Bolzano 7

8 (LI) e Lanuvio (RM), che prevedono una quota minima di pannelli solari fotovoltaici superiore a quello imposto dalla Legge Finanziaria del 2008 (1 kw per alloggio), rispettivamente con 1,2 e 2 kw. L obbligo del solare nei Regolamenti Edilizi porta non solo ad avere maggiore attenzione nel costruire le nuove abitazioni ma anche ad una accelerazione nella diffusione di queste tecnologie, come nel caso del Comune di Leinì (TO), dove il fotovoltaico è salito dai 5 kw del 2008 ai 477 kw del Uno dei risultati più incoraggianti viene dal Comune di Sassari, dove il solare termico è passato da 40 mq nel 2008 a 103 mq nel 2010 e per il fotovoltaico da 13 kw a quasi 3 MW nello stesso periodo. Ma un altro aspetto importante dei regolamenti comunali è quello rappresentato dalla possibilità di indicare una direzione di innovazione ambientale in edilizia, intervenendo ad esempio rispetto ai bilanci energetici e idrici, attraverso misure di contenimento dei consumi e un miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici. 2) LA SEMPLIFICAZIONE PER GLI IMPIANTI SOLARI Bisogna aiutare i cittadini e le imprese che vogliono installare impianti solari. Le difficoltà burocratiche sono oggi uno dei principali ostacoli alla diffusione degli impianti da fonti rinnovabili nel nostro Paese. I Comuni possono svolgere un ruolo decisivo facendo chiarezza sulle procedure, i passaggi e i tempi per i diversi tipi di impianti. La direzione dovrebbe essere quella di far diventare un atto libero e gratuito l installazione di impianti solari su tutti i tetti al di fuori del centro storico e degli edifici vincolati. E in questi edifici fissare gli obiettivi di integrazione nelle coperture, magari in accordo con le soprintendenze, per rendere possibile anche qui lo sviluppo del solare. Sono diversi i Comuni che hanno fissato indicazioni per rendere possibile l installazione anche nei centri storici, dai Comuni della Val di Cornia (Campiglia Marittima, Piombino, San Vincenzo, Sassetta e Suvereto) in Provincia di Livorno, ai Comuni di Vittorio Veneto e Colle Umberto in Provincia di Treviso. Ai Comuni spetta anche di fissare le regole per aiutare l installazione dei pannelli solari in tutte le aree nei quali impianti di grande taglia sono più facilmente realizzabili e integrabili. Come le coperture di parcheggi, le aree dismesse (cave, discariche, ex industriali). Mentre occorre, in coerenza con le Linee Guida per gli impianti da fonti rinnovabili e le indicazioni regionali, individuare le aree non idonee per la realizzazione degli impianti fotovoltaici a terra in aree di interesse naturalistico e agricolo, oltre che criteri per una corretta progettazione e distribuzione dei pannelli. L obiettivo deve essere infatti quello di consentire la realizzazione di alcuni impianti a terra in area agricola, ma di dimensioni limitate e che siano funzionali all integrazione del reddito degli agricoltori per evitare l abbandono delle colture e il cambiamento dei caratteri di paesaggi di pregio. 3) SOLARIZZARE I TETTI DEGLI EDIFICI PUBBLICI I Comuni possono dare il buon esempio e installare pannelli solari sui tetti degli edifici pubblici, come scuole, biblioteche, uffici e ottenere un beneficio diretto in termini di risparmio in bolletta. Sono molti i Comuni che già oggi hanno scelto questa strada, secondo il censimento del Rapporto Comuni Rinnovabili 2010 di Legambiente sono 583 le Amministrazioni Comunali che hanno installato pannelli fotovoltaici sui tetti delle proprie strutture per una potenza totale di oltre 21 MW e 408 quelli che hanno installato pannelli solari termici, con oltre 30 mila mq. Il Comune con la più alta diffusione di pannelli fotovoltaici sulle proprie strutture è Bologna con kw di pannelli fotovoltaici installati. Interessante è il progetto portato avanti dal Comune insieme all Ente che gestisce il patrimonio di edilizia residenziale pubblica, che ha permesso di realizzare pannelli fotovoltaici sui tetti di 63 edifici e di produrre così 1,5 milioni di kwh/a risparmiando l immissione in atmosfera di circa tonnellate di CO2 l anno. Per quanto riguarda il solare termico è interessante quanto realizzato a San Benedetto del Tronto (AP), dove sono complessivamente installati 500 mq su strutture pubbliche, come il Campo Sportivo, la palestra comunale, lo Stadio ed il complesso scolastico maternaelementare. Grazie a queste installazioni è possibile coprire il 95% del fabbisogno di acqua calda sanitaria di queste strutture. Impianto fotovoltaico Shueco su casolare a Grosseto 8

9 A SCUOLA DI SOLARE Le scuole sono le strutture ideali su cui installare impianti solari, per le grandi superfici a tetto di cui dispongono e per la possibilità di soddisfare direttamente i consumi elettrici e termici. Sono molte le scuole dove sono stati realizzati interventi in questi anni. Un esperienza interessante perché propone un approccio innovativo è quella inaugurata a giugno nell Istituto elementare Don Lorenzo Dilani, a Torre del Moro, frazione di Cesena (FC). Qui è stato installato un impianto ibrido che integra moduli fotovoltaici e pannelli solari termici. In particolare sono stati installati 120 moduli fotovoltaici monocristallini da 18 kwp e 40 collettori termici piani per una superficie totale di 204,80 mq, una facciata comprendente moduli fotovoltaici, pannelli solari termici e vetri serigrafati, tale da creare un impatto architettonico eccellente, per un impianto totalmente integrato. Un altro esempio di applicazione innovativa è quello realizzato in due scuole nel Comune di Vittorio Veneto (TV), dove sono stati installati altri modelli di elettrotegole, costituiti rispettivamente da 150 e 210 tegole fotovoltaiche, per una superficie di 167 e 233 mq, e che generano una potenza di picco di 10,20 e 14,28 kw. L impianto, totalmente finanziato dal Comune, offre alti valori di efficienza anche con luce diffusa, cioè in assenza di radiazioni solari dirette, e per questo è un ottima soluzione per tetti con falde non perfettamente orientate a sud. Copertura con tegole fotovoltaiche sulla scuola A. Pazienza di Vittorio Veneto (TV) 4) IL SUCCESSO DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLARE Se i gruppi di acquisto solidali (GAS) sono ormai una pratica molto diffusa sul territorio italiano come forma di acquisto all ingrosso di prodotti agroalimentari biologici e artigianali, accedendo così a prodotti di qualità con prezzi più bassi rispetto a quelli di mercato, pochi ancora conoscono le possibilità dei GAS solari. L importanza di gruppi di acquisto di pannelli solari sta soprattutto nella possibilità di informare e coinvolgere le famiglie rispetto alle possibilità di queste tecnologie. Un esempio di assoluto successo sono i GAS di Legambiente, che in 4 anni di attività hanno portato all installazione di oltre 2,2 MW di pannelli solari fotovoltaici e 673,5 mq di pannelli solari termici. Nelle installazioni realizzate con i GAS di Legambiente ad oggi sono state coinvolte circa famiglie e installati 733 impianti solari. La maggior distribuzione è avvenuta in Veneto ma Gas solari stanno nascendo in molte altre Regioni italiane e sono in fase di realizzazione nei Comuni di Varese Ligure (SP), Caltanissetta, Messina, Ragusa, Agrigento e Palermo. I Comuni possono fare molto nella spinta dei Gas solari, informando i cittadini attraverso sportelli energia delle possibilità di risparmio nell acquisto e aiutando la creazione di gruppi di acquisto. 5) AIUTARE LA CREAZIONE DI ORTI SOLARI E per chi non ha un tetto a disposizione su cui installare i pannelli ma vuole comunque dare il suo contributo nella spinta al solare? Oggi in alcuni Comuni si sta provando a realizzare impianti solari in multiproprietà o collettivi o orti solari a seconda di come li si vuole chiamare. L originalità di questa iniziativa sta nella possibilità di diventare proprietari di una quota di un impianto solare fotovoltaico. In questa partita i Comuni possono giocare un ruolo decisivo, aiutando coloro che vogliono promuovere un orto solare a scegliere le aree più idonee o contribuire a Pensiline fotovoltaiche nell Ex Snia Viscosa a Roma - Progetto 9Ren 9

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA PROGETTO COMENIUS FONTI ENERGETICHE IN SICILIA Energia Solare Energia da gas Energia Eolica Energia da biomassa Energia Termica Energia da carbone Energia Idrica Energia Geotermica Centrale idroelettrica

Dettagli

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA Prof. Federico Rossi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Polo Scientifico Didattico di Terni PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI DLgs 16 marzo 1999 n. 79 (Decreto Bersani):

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

fotovoltaico chiavi in mano

fotovoltaico chiavi in mano chiavi in mano 1 Tetto a falda - silicio monocristallino ad altissima efficienza / disponibile da 1 a 20KWp I moduli fotovoltaici più efficienti al mondo (19,5%) ed inverters di stringa SUNPOWER garantiti

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

Cos è il fotovoltaico?

Cos è il fotovoltaico? Cos è il fotovoltaico? Il termine fotovoltaico si spiega (quasi) da solo: è composto dalla parola greca phos (=luce) e Volt (=unitá di misura della tensione elettrica). Si tratta dunque della trasformazione

Dettagli

La Green Economy e le fonti rinnovabili in Italia

La Green Economy e le fonti rinnovabili in Italia Območna zbornica za severno Primorsko E.I.N.E. La Green Economy e le fonti rinnovabili in Italia A CURA DI INFORMEST Indice 1 INTRODUZIONE... 3 2 - IL RUOLO DELLE FONTI RINNOVABILI: IL CONTESTO NAZIONALE

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

Solare Pannelli solari termici

Solare Pannelli solari termici Solare Pannelli solari termici Il Sole: fonte inesauribile... e gratuita Il sole, fonte energetica primaria e origine di tutti gli elementi naturali, fonte indiscussa dell energia pulita, libera, eterna,

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

Costruire con la canapa in ITALIA

Costruire con la canapa in ITALIA Costruire con la canapa in ITALIA OLVER ZACCANTI anab architetturanaturale officinadelbuoncostruire@yahoo.it Costruire con la canapa in Italia pannelli in fibra di canapa per isolamenti Pareti divisorie

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola E' italiana la casa ad alta efficienza energetica campione del mondo che si è aggiudicata il primo posto

Dettagli

ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati, 48 00144 Roma www.isprambiente.gov.it

ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati, 48 00144 Roma www.isprambiente.gov.it Informazioni legali L istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e le persone che agiscono per conto dell Istituto non sono responsabili per l uso che può essere fatto delle informazioni

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA Scheda 6 «Agricoltura e Agroenergie» ALTRE MODALITA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA COMPONENTE TERMICA DELL ENERGIA Dopo avere esaminato con quali biomasse si può produrre energia rinnovabile è

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Innovazione e investimenti in campo energetico. Le strategie ed i finanziamenti regionali per le imprese piemontesi

Innovazione e investimenti in campo energetico. Le strategie ed i finanziamenti regionali per le imprese piemontesi Innovazione e investimenti in campo energetico Le strategie ed i finanziamenti regionali per le imprese piemontesi Sommario Considerazioni sulle peculiarità del sistema energetico Italiano e Piemontese

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Indice. Introduzione... 2. Definizioni... 3. Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4. L irraggiamento solare in Italia nel 2012...

Indice. Introduzione... 2. Definizioni... 3. Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4. L irraggiamento solare in Italia nel 2012... Indice Introduzione... 2 Definizioni... 3 Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4 La fonte solare L irraggiamento solare in Italia nel 2012... 6 Mappa della radiazione solare nel 2011 e nel 2012...

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE. Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale

RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE. Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale Dipartimento di Economia e Ingegneria Agraria, Forestale e Ambientale Università di Torino - Italia RELAZIONE ANALISI DELLE EMISSIONI DI CO 2 NELLE DIVERSE FONTI ENERGETICHE Stefano Bechis Francesco Marangon

Dettagli

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere.

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere. La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere Obiettivi

Dettagli

Il ruolo delle fonti energetiche rinnovabili nel soddisfacimento dei fabbisogni energetici: situazione attuale e possibili scenari Elisa Tomasinsig

Il ruolo delle fonti energetiche rinnovabili nel soddisfacimento dei fabbisogni energetici: situazione attuale e possibili scenari Elisa Tomasinsig Nuovi obiettivi di pianificazione energetica Il ruolo delle fonti energetiche rinnovabili nel soddisfacimento dei fabbisogni energetici: situazione attuale e possibili scenari Elisa Tomasinsig Fonti rinnovabili

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

Le fonti rinnovabili in Italia

Le fonti rinnovabili in Italia Le fonti rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa LEGAMBIENTE - Comuni rinnovabili 2010 Roma, 23 marzo 2010 www.gse.it 2 Indice Le attività del Gestore dei Servizi Energetici

Dettagli

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA VINCERE LA SFIDA DEL CLIMA E DARE SICUREZZA ENERGETICA AL PAESE RISPARMIARE ENERGIA E PUNTARE SULLE RINNOVABILI DUE NECESSITA CHE SI TRASFORMANO IN OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

Dettagli

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento al 31 dicembre 2013 Marzo 2014 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento

Dettagli

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA Guida pratica agli adempimenti fiscali degli impianti di produzione A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Premessa Questo documento si occupa delle normative fiscali

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

IL TELERISCALDAMENTO IN ITALIA

IL TELERISCALDAMENTO IN ITALIA IL TELERISCALDAMENTO IN ITALIA Stato attuale e potenzialità di sviluppo Scenario dei benefici energetici ed ambientali INDICE PARTE I Lo stato attuale del riscaldamento urbano in Italia (anno 201 2) 1

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Edificio Ai sensi dell art. 3 del ordinanza sul Registro federale degli edifici e delle abitazioni, l edificio è definito come segue: per

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Roma, aprile 2013 INDICE Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Esempi di interventi incentivabili -2- Il Conto Termico: DM 28 12 12 Il Conto Termico

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità

RISORSE ENERGETICHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità 25 Gennaio 2012, Roncegno Terme Workshop: la micro-cogenerazione con celle a combustibile SOF e i progetti in corso in Italia RISORSE ENERGETIHE DISTRIBUITE e SMART GRID problematiche e opportunità Omar

Dettagli

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri SPECIALE TECNICO Soluzioni per una casa a basso consumo energetico A cura di Roberto Salustri NOVEMBRE 2014 QUALENERGIA.IT SPECIALE TECNICO / NOV 2014 ABSTRACT Soluzioni per una casa a basso consumo energetico

Dettagli

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili «Pas du pétrole mais des idées..» Lucio IPPOLITO Fisciano, 12 maggio 2011 L. IPPOLITO 2011

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

ENERGIA INDICATORI OBIETTIVI. Emissioni di gas serra da processi energetici. Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto

ENERGIA INDICATORI OBIETTIVI. Emissioni di gas serra da processi energetici. Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto OBIETTIVI Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto Valutare l andamento della domanda di energia del sistema economico lombardo Valutare l andamento settoriale e territoriale

Dettagli

Si autorizza la riproduzione a fini non commerciali e con citazioni della fonte

Si autorizza la riproduzione a fini non commerciali e con citazioni della fonte Si autorizza la riproduzione a fini non commerciali e con citazioni della fonte Indice Introduzione... 2 Definizioni... 3 Quadro di sintesi sugli impianti a fonti rinnovabili in Italia... 5 Numerosità

Dettagli

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 6 luglio 2010 Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 L Istat presenta un quadro sintetico del sistema energetico italiano nel 2009 e con riferimento all ultimo decennio. L analisi

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa ALTHESYS Presentazione IREX Annual Report 2013 GSE Roma, 18 aprile 2013 Non solo energia elettrica INDICE

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare I prodotti Paradigma Paradigma Italia: l azienda ecologicamente conseguente Paradigma Italia nasce nel 1998 dall esperienza e affidabilità della casa madre tedesca, azienda leader nella distribuzione di

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti biogas a rifiuti 2/3 Gli impianti biogas a rifiuti La tecnologia Schmack Biogas per la digestione anaerobica della FORSU La raccolta differenziata delle

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di seguito:

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3988 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA POPOLARE Sviluppo dell efficienza energetica e delle fonti rinnovabili per la salvaguardia del clima Presentata

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini:

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Tabaccai Convenzionati con Banca ITB; Bennet S.p.A; Esselunga S.p.A; Carrefour; Conad Adriatico Soc. Coop; Tigros S.p.A;

Dettagli

I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO. Assessorato Ecologia e Ambiente

I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO. Assessorato Ecologia e Ambiente punt energia I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO Assessorato Ecologia e Ambiente I nuovi regolamenti edilizi comunali Progetto a cura

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

4. L ENERGIA. Informazioni ricavate dai dati di bilancio energetico nazionale. 60

4. L ENERGIA. Informazioni ricavate dai dati di bilancio energetico nazionale. 60 4. L ENERGIA 4.1. Premessa L 80% circa dell energia consumata nell UE deriva dai combustibili fossili: petrolio, gas naturale e carbone. Di questa percentuale, una parte considerevole, in costante aumento,

Dettagli

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile POR FESR LAZIO 2007-2013 Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile FAQ Quesito n. 1 Il Bando PSOR al punto n delle premesse definisce impianti

Dettagli

PIANO ENERGETICO della

PIANO ENERGETICO della PROVINCIA DI COMO PIANO ENERGETICO della PROVINCIA DI COMO 2 Documento di aggiornamento - 2011 Nuove politiche energetiche Offerta e Domanda di energia al 2010 Fonti di Energie Rinnovabili al 2010 Bilancio

Dettagli

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA GESTORE DEI SERVIZI ELETTRICI GSE SPA Direzione Operativa www.gse.it www.gsel.it 2 Commercializzazione dell energia energia elettrica

Dettagli

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO Gli impianti idroelettrici Iren Energia è la società del Gruppo Iren che opera nei settori della produzione e distribuzione di energia

Dettagli