Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM."

Transcript

1 Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM.

2 Autori ANGELA HIGGINS - KILDARE AND WICKLOW EDUCATION AND TRAINING BOARD ANNA GIGLIOLI - ENAIP FVG WENDY O'SULLIVAN - KILDARE AND WICKLOW EDUCATION AND TRAINING BOARD > con il contributo dei Campioni : Ann Dickson Anne McGrath Denise Sheridan James McLoughlin Keith Clarges Larry Cuffe Mark Maguire Gillian Clarges Michelle Keating > Un ringraziamento ai partner SmartVET Catherine Byrne - KILDARE AND WICKLOW EDUCATION AND TRAINING BOARD Emma Beatty - FIT Gilberto Collinassi - ENAIP FVG Harry Greiner - CCN Maria Fojk - FIT Pat O'Mahony - IVEA Phil Ackroyd - CCN Ton Koenraad - TELLConsult > e a tutti i docenti e discenti che hanno partecipato alle attività SmartVET. Questa pubblicazione è uno dei prodotti (Prodotto 9) del progetto europeo SmartVET 'Supporting Continuous Professional Development of VET teachers in the use of Interactive Whiteboards'. SmartVET è un progetto Leonardo da Vinci di Trasferimento dell'innovazione, sostenuto dai fondi comunitari del Programma Life Long Learning, che ha lo scopo di trasferire nel settore dell'istruzione e formazione professionale Irlandese le buone prassi maturate in ambito europeo in materia di formazione sulla LIM, fornendo ai docenti della formazione professionale di KWETB le competenze necessarie per la progettazione di risorse educative da utilizzare con la LIM e per integrarle nelle quotidiane attività di insegnamento. Il Programma Formativo nasce dall'esperienza del Progetto Europeo Smarteach (Bando Leonardo - Agenzia Nazionale Italiana) e si avvale del contributo del gruppo di insegnanti di KWETB (i cosiddetti 'Campioni') coinvolti nel progetto SmartVET. Il presente documento, e tutti gli altri documenti del Progetto SmartVET sono disponibili per il download in formato digitale sul sito o nella comunità online SmartVET: Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 2

3 Partner > FIT - Fast Track into Information Technology Limited - Irlanda > KWETB - Kildare and Wicklow Education and Training Board - Irlanda > ETB Education and Training Boards Ireland - Irlanda > ENAIP FVG - EnAIP Friuli Venezia Giulia - Italia > TELLConsult - Technology Enhanced Lifelong Learning Consult Paesi Bassi > CCN - City College Norwich Regno Unito > NCTE - National Centre for Technology in Education - Irlanda LIFELONG LEARNING PROGRAMME LEONARDO DA VINCI Transfer of Innovation [LLP/LdV/TOI/2011/IRL-503] Il progetto gode del supporto della Commissione Europea. I contenuti di questa pubblicazione riflettono solo le idee e le opinioni dell'autore, e la Commissione non può essere ritenuta responsabile per l'uso che può essere fatto delle informazioni ivi contenute. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 3

4 Indice Introduzione... 5 Le premesse... 5 Il Programma di Formazione dei docenti... 6 I Destinatari... 6 Ruolo dei Campioni... 6 Il Modello BootCamp... 7 PRATICA SULLA LIM... 8 PRATICA sul SOFTWARE... 8 COLLABORAZIONE... 8 CREAZIONE delle RISORSe... 8 Dimostrazioni (Show and Tell)... 8 La Formazione dei Campioni (OPZIONALE)... 9 La Formazione degli Insegnanti Il Modello BootCamp Come Funziona FASE UNO FASE DUE FASE Tre Contenuti dei BootCamp Formazione sul Lavoro (training on the job) Passi per il Successo della Formazione Leadership Scegliere il Modello Trovare il/i Campione/I Pianificare i BootCamp Reclutare gli insegnanti Curare le Attrezzature Realizzare i BootCamp Tracciare i Progressi degli Insegnanti Costruire il Gruppo Passare il Testimone Bibliografia Appendice A - BootCamp per Campioni (3 giorni) Appendice B BootCamp Introduttivo di 2 Giorni (Docenti) BootCamp Introduttivo di 2 Giorni (Docenti) continua Appendice C BootCamp Introduttivo di un Giorno (docenti) Appendice D BootCamp di Follow On Appendice E Scheda di monitoraggio Appendice F Checklist Annuale sulla LIM Glossario Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 4

5 Introduzione La società della conoscenza pone all attuale sistema educativo nuove domande diverse da quelle tradizionali. I problemi emergenti non riguardano tanto il trasferimento di conoscenze e la quantità di informazioni da fornire agli studenti, quanto piuttosto la qualità dei contenuti e la capacità degli studenti di gestire con intelligenza il proprio apprendimento e le informazioni ricevute. La Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) è una tecnologia avanzata che può sostenere sia l'innovazione dei contenuti di apprendimento che la formazione di atteggiamenti mentali intelligenti e quando integrata con gli ambienti digitali supportati dal web e da Internet offre opportunità per lo sviluppo di nuovi prodotti e risorse educativi. Poiché le competenze degli insegnanti costituiscono l elemento che nella scuola ha maggior influenza sull'apprendimento degli studenti (Barber & Mourshed, 2007), lo sviluppo delle competenze e delle conoscenze degli insegnanti che utilizzano LIM è fondamentale per il loro uso efficace (Higgins, Beauchamp & Miller, 2007). L'uso efficace delle TIC nelle scuole non si limita ad un cambiamento di risorse, ha a che fare piuttosto col cambiare le pratiche e la cultura (BECTA, 2007). Per questa ragione, il Programma di Formazione SmartVET non si concentra semplicemente sulle caratteristiche tecniche della LIM e il loro utilizzo, ma anche sulla sperimentazione della LIM come strumento per la didattica di tutti i giorni, al fine di promuovere questa progressione dalla tecnologia all innovazione pedagogica e metodologica. LE PREMESSE Il Programma di Formazione SmartVET nasce da: l analisi dei fabbisogni degli insegnanti di KWETB condotta nella primavera del 2012; le buone pratiche raccolte grazie al Progetto Europeo Smarteach; i feedback del gruppo di Progetto di KWETB e dai 'Campioni' che hanno partecipato alla formazione pilota SmartVET nell autunno 2012 e nella primavera Questo Programma di Formazione parte dal presupposto che gli insegnanti necessitino di una formazione sul campo, esperienziale e pratica sulle LIM (il cosiddetto Modello BootCamp'), con il supporto dei Campioni 1. Poiché c'è il rischio che la LIM sia usata perché è lì' - per esempio come una lavagna luminosa per proiettare PowerPoint e DVD, con poca attenzione verso un apprendimento significativo, i docenti dovrebbero essere incoraggiati ad applicare in aula, con i propri studenti, quanto apprendono e quindi relazionare su questa esperienza, eventualmente con l aiuto del Campione e BootCamp Clinici anche in questa fase. 1 Campione (n): chi supporta, difende o lotta entusiasticamente per una persona, credo, diritto o principio. (Traduzione da Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 5

6 Il Programma di Formazione dei docenti Nella letteratura sullo sviluppo professionale vi è un attenzione sempre maggiore per l aggiornamento degli insegnanti realizzato all interno delle loro quotidiane attività di lavoro nelle scuole e centri di formazione, con minor tempo dedicato alla formazione formale, centrata sull esperto e più tempo rivolto allo sviluppo di competenze in modo collaborativo, come può avvenire in una comunità di apprendimento professionale (NEA, 2009). Sulla base di queste considerazioni, il Programma di Formazione per gli insegnanti utilizza il metodo della ricerca-azione, che consente di combinare formazione teorica e formazione pratica on the job ; parte da un approccio collaborativo basato sul supporto e insegnamento reciproci, grazie al ruolo dei Campioni, il cui sostegno si esprime come una forma di apprendistato cognitivo; è blended e prevede seminari in presenza (BootCamp) e attività online (materiali per l aggiornamento e una comunità professionale di pratica); prende in considerazione le competenze sia tecnologiche che pedagogiche. Questo Programma intende offrire ai docenti la possibilità di sperimentare le LIM in prima persona, per verificarne benefici, vantaggi e punti deboli e poi provare ad utilizzarle in aula. I DESTINATARI I beneficiari della formazione sono innanzitutto docenti che fungeranno da Campioni e docenti che impareranno ad usare la LIM per l insegnamento nelle proprie discipline. RUOLO DEI CAMPIONI I Campioni sono insegnanti più esperti nell'uso delle LIM e delle TIC, che possono supportare gli altri e creare spazi di apprendimento in cui incontrarsi, scambiare idee e condividere esperienze e informazioni. Il loro compito è favorire il trasferimento dell innovazione, assumendo il ruolo di coach e tutor per gli altri docenti e collaborare alla progettazione e realizzazione dei materiali di apprendimento per le sessioni dei BootCamp. Ogni campione ha il compito di sostenere un gruppo di colleghi all'interno della propria scuola o centro, supportando il loro apprendimento e incoraggiando la condivisione di conoscenze ed esperienze. In sintesi, condurranno i BootCamp e altre sessioni di supporto per favorire l'uso della LIM come strumento per l'insegnamento e l'apprendimento. I Campioni hanno accesso a materiali di aggiornamento (materiali CPD) online, come videotutorial, schede ed esempi di lezioni sul sito del progetto: Secondo il nostro approccio metodologico, essi sono primi inter pares: sufficientemente esperti nell'uso LIM, sono disposti a condividere la loro esperienza e sono quindi formati per diventare i Campioni della LIM'. Idealmente per condurre i BootCamp si dovrebbero reclutare due o più campioni per ogni centro, riducendo così il carico di lavoro ma anche per promuovere la collaborazione tra colleghi. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 6

7 IL MODELLO BOOTCAMP Il Programma di Formazione si basa sui seguenti presupposti: Usare metodologie di apprendimento esperienziale questo garantisce la possibilità di fare pratica sulla LIM e sul suo software, nonché l opportunità di raccogliere feedback e riflettere. Fare una formazione molto interattiva - l'elemento didattico dovrebbe, per quanto possibile, essere ridotto al minimo e diventare più pratico. Gli insegnanti familiarizzano con la LIM dando dimostrazione delle loro creazioni (attività e lezioni) ai colleghi. I docenti devono lavorare insieme e collaborare allo sviluppo di materiali utili e di una banca di risorse. Gli insegnanti devono divertirsi durante la formazione. Questo modello può essere adattato ed applicato alla formazione su altri tipi di tecnologia, come ad es. le applicazioni Office 365 e Windows 8 e per l introduzione di nuovo hardware nella scuola o centro. Il Programma di Formazione comprende: individuazione e formazione dei "Campioni"; formazione degli insegnanti attraverso BootCamp condotti dai Campioni e sperimentazione della LIM in aula. Per favorire la riflessione sull esperienza, ogni docente monitorerà e descriverà brevemente la propria attività didattica con le LIM. Durante la formazione, Campioni e insegnanti possono usufruire di alcune risorse didattiche ed esempi di programmi per i BootCamp, disponibili online nella comunità SmartVET (http://etuitionnetwork.ning.com): un Manuale didattico Materiali per l aggiornamento (CPD videotutorial, opuscoli, ecc.). Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 7

8 PRATICA SULLA LIM Questo aspetto del modello serve ad acquisire fiducia nel fare e presentare lezioni con la LIM: gli insegnanti sono coinvolti in attività dimostrative ( Show and Tell ) verso i colleghi e sono incoraggiati a fornire un feedback verbale sulla propria esperienza. Questo può includere anche la risoluzione di problemi tecnici, come il cablaggio, la calibrazione e l'allineamento del proiettore. I partecipanti si formano una sensibilità per la lavagna e possono dedicare del tempo a muoversi tra i programmi sullo schermo, annotare sul desktop e salvare le note. PRATICA SUL SOFTWARE Durante la sperimentazione pilota è emerso che gli insegnanti necessitano di fare più esperienza pratica con il software della LIM. Il software può variare molto a seconda della marca della lavagna installata nelle scuole o centri. Gli insegnanti hanno bisogno di tempo per sperimentare gli strumenti per creare e salvare le pagine e navigare attraverso le risorse disponibili. Poiché la disponibilità delle LIM può variare notevolmente, gran parte della pianificazione e creazione di una lezione avviene sul software, piuttosto che su una LIM. Durante i BootCamp, gli insegnanti devono svolgere compiti semplici ma divertenti al fine di testare la loro conoscenza del software e migliorare rapidamente le loro abilità. COLLABORAZIONE I Campioni sono incoraggiati a creare una piattaforma per la collaborazione tra gli insegnanti coinvolti nell aggiornamento professionale. Se le scuole ne dispongono, essi possono utilizzare gli ambienti virtuali di apprendimento (AVA) che già utilizzano, come Moodle, SharePoint o Edmodo, oppure possono usufruire della rete NING SmartVET utilizzato dalle scuole di Wicklow ( Un ambiente virtuale di apprendimento ( AVA ) è un sistema educativo e-learning basato sul web che integra la tradizionale educazione in presenza con l'accesso a lezioni virtuali, a contenuti didattici specifici e altre risorse esterne, come link di siti web accademici. È anche uno spazio sociale in cui studenti e insegnanti possono interagire attraverso discussioni a tema o chat. Tipicamente adotta gli strumenti Web 2.0 per l'interazione a 2 vie e include un sistema per la gestione dei contenuti. L'ambiente NING SmartVET può essere utilizzato dai Campioni per creare eventi, raccogliere risorse, accedere ai materiali per l aggiornamento (CPD) e avviare discussioni tra gli insegnanti. CREAZIONE DELLE RISORSE Gli insegnanti sono invitati a individuare un aspetto del loro lavoro e concentrarsi su questo per la durata del progetto. Le risorse vengono create utilizzando il software specifico della LIM che hanno a disposizione e condivise nella comunità di pratica e possono comprendere lezioni, attività e giochi, insiemi di immagini, file audio e video. Una volta create, le risorse possono essere facilmente modificabili e condivise tra i pari. DIMOSTRAZIONI (SHOW AND TELL) Nei BootCamp introduttivo e di follow on, si chiede agli insegnanti di presentare le loro lezioni sulla LIM agli altri partecipanti e di dare un feedback sui propri progressi. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 8

9 LA FORMAZIONE DEI CAMPIONI (OPZIONALE) Il Programma di Formazione inizia con l individuazione tra i docenti di coloro che hanno adottato per primi la LIM e invitandoli a svolgere il ruolo di Campioni. Questa formazione è opzionale e dipende in gran parte dalle risorse disponibili, dal livello di competenza e il numero di campioni reclutati presso un centro. Si rimanda al sito per ulteriori informazioni su BootCamp nazionali. 2 BOOTCAMP PER I CAMPIONI OBIETTIVI Introdurre la metodologia BootCamp Introdurre gli strumenti di base della LIM Esplorare i 4 approcci didattici all uso della LIM (vedi il Manuale Didattico). Costruire lezioni per la LIM Esplorare risorse web Usare una piattaforma di condivisione/ava per insegnanti Preparare e organizzare i BootCamp per i docenti CONTENUTI Gli strumenti di base della LIM Progettare la didattica con la LIM: esempi di Lezione Frontale, Lezione Multimediale, Lezione Interattiva, Lezione Collaborativa Lo strumento per la Registrazione Siti Smart Exchange e Promethean Planet (o equivalenti) Risorse web (YouTube, Triptico...) Creazione di Blog o Ambienti Virtuali (AVA) (Google Drive, Wiki...) Risoluzione di problemi tecnici Dimostrazione alla classe (Show and tell). RISULTATI Lezioni contenenti tre pagine/slide sulla LIM. Video su argomenti specifici. Blog o AVA. Materiali per i BootCamp dei docenti. Questionario on-line. DURATA: 3 GIORNI 2 Una descrizione dettagliata è disponibile in Appendice A. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 9

10 LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI La formazione dei docenti comprende: BootCamp incontri di pratica sulla LIM progettati per fornire conoscenze di base sull uso delle lavagne digitali, preparare e fare il punto delle attività on the job; Formazione on the job include l uso della LIM in aula, per il quale i docenti possono avvalersi di risorse come il Manuale Didattico SmartVET, materiali per l aggiornamento (Materiali CPD) e la comunità di pratica online. IL MODELLO BOOTCAMP COME FUNZIONA FASE UNO I Campioni organizzano per Settembre/ Ottobre un BootCamp Introduttivo', il cui obiettivo è far acquisire competenze di base sulla LIM, attivare i partecipanti, coinvolgere i docenti nell uso della tecnologia e promuovere la collaborazione e la riflessione sulle loro esperienze. Questa sessione serve anche a motivare e preparare gli insegnanti alle loro attività in aula. Idee e suggerimenti in Appendice B. FASE DUE In Marzo/Aprile o verso la fine dell anno scolastico si può organizzare un successivo BootCamp di Follow on per riattivare i docenti e mantenerne lo slancio. I contenuti di questo BootCamp si possono adeguare ai feedback espressi dagli insegnanti dopo i loro primi giorni di formazione. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 10

11 Questa sessione più breve offre ai partecipanti la possibilità di riflettere sulla propria pratica di insegnamento e condividere con i colleghi le esperienze, positive o no. In base al livello di competenze tecnologiche dei partecipanti, possono anche essere presentati degli strumenti avanzati. FASE TRE I BootCamp Clinici sono un modo informale per i Campioni di incontrare e fornire supporto ai docenti. I Campioni possono scegliere di organizzare sessioni uno-a-uno o far lavorare insieme piccoli gruppi di insegnanti per risolvere i problemi, tecnici o di altra natura, senza dover coinvolgere presidi o coordinatori di centro. Tutte le comunicazioni che riguardano i BootCamp, come eventi, risorse, discussioni o commenti dovrebbero essere condivise tramite un ambiente virtuale (AVA) o Comunità di Pratica. CONTENUTI DEI BOOTCAMP Il contenuto dei BootCamp può variare a seconda delle competenze tecnologiche e del numero degli insegnanti, delle risorse e del tempo disponibili. Si raccomanda vivamente un BootCamp introduttivo di due giorni, per mettere i docenti in grado di iniziare a usare la LIM, ma il modello può essere adattato in base ai fabbisogni formativi e ai vincoli temporali. Si consiglia inoltre un breve BootCamp di 'Follow on' per monitorare l uso delle LIM da parte degli insegnanti. In Appendice B e C trovate alcune guide utili per iniziare. Molti altri esempi sono disponibili nella Comunità di Pratica SmartVET (http://etuitionnetwork.ning.com). FORMAZIONE SUL LAVORO (TRAINING ON THE JOB) I docenti scelgono le discipline, gli argomenti, le lezioni e la metodologia che intendono applicare e poi utilizzano la LIM nelle loro quotidiane attività di insegnamento. Il periodo può variare a seconda delle opportunità e disponibilità degli insegnanti e degli istituti scolastici e formativi, tuttavia raccomandiamo di inserire la LIM all interno dei corsi curricolari o standard e di usarla per un periodo di almeno 6 mesi. Si consiglia inoltre agli insegnanti di documentare la propria esperienza con una scheda appositamente progettata, da compilare almeno una volta ogni 3 mesi (vedasi appendice F). Durante la formazione sul lavoro si possono organizzare uno o più BootCamp Clinici ; inoltre i Campioni supportano e incoraggiano gli insegnanti nei rispettivi centri/scuole e gli insegnanti possono contare anche sul supporto di materiali e risorse di apprendimento disponibili nella comunità online SmartVET. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 11

12 BOOTCAMP INTRODUTTIVO OBIETTIVI Introdurre gli strumenti della LIM Costruire lezioni alla LIM Esplorare le risorse web Utilizzare una piattaforma di condivisione/ AVA per insegnanti CONTENUTI Gli strumenti per Principianti Lo Strumento per la Registrazione Siti Smart Exchange e Promethean Planet (o equivalenti) Risorse web e Ambienti Virtuali/Comunità dei Pratica Dimostrazione alla classe (Show and tell) RISULTATI Lezioni sulla LIM. Lezioni con risorse web. Questionario on-line. DURATA: 1 O 2 GIORNI. BOOTCAMP DI FOLLOW ON OBIETTIVI Fare il punto sull uso della LIM Promuovere la collaborazione tra pari usando una Comunità di Pratica Condividere l esperienza con la LIM Introdurre strumenti avanzati Costruire e condividere lezioni CONTENUTI Progettare lezioni con il software LIM: lezioni Frontale, Multimediale, Interattiva e Collaborativa Risoluzione di problem tecnici Pratica con gli strumenti avanzati del software LIM Dimostrazioni (Show and tell): i docenti illustrano agli altri partecipanti delle lezioni interattive e forniscono i loro feedback RISULTATI Attività didattiche Schemi di lezioni e risorse interattive Questionario on-line DURATA: 1 GIORNO (ove possibile) Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 12

13 10 PASSI PER IL SUCCESSO DELLA FORMAZIONE Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 13

14 1. LEADERSHIP Assicurarsi che i dirigenti della scuola o centro siano consapevoli dello scopo del progetto; abbiano le risorse per fornire le necessarie attrezzature e incoraggiare positivamente gli insegnanti a partecipare. 2. SCEGLIERE IL MODELLO Decidere quale versione del modello funziona meglio per la propria istituzione. In un istituto scolastico piccolo è sufficiente un Campione; in una grande organizzazione è preferibile adottare un approccio strategico, e di creare una squadra di Campioni. Struttura per la realizzazione del modello formativo 3. TROVARE IL/I CAMPIONE/I Invitare gli insegnanti a partecipare a un processo di selezione o identificare i primi appassionati utilizzatori di LIM e invitarli a fare i Campioni. Il loro compito è quello di favorire il trasferimento dell innovazione, interpretando il ruolo di coach e tutor per gli altri docenti e collaborare nella progettazione e realizzazione di materiali formativi per i BootCamp. Ogni campione gestirà un gruppo di colleghi all'interno della propria scuola o centro, supportando il loro apprendimento e incoraggiando la condivisione di conoscenze ed esperienze. In sintesi, essi organizzeranno BootCamp e incontri clinici a sostegno dell'uso della LIM di strumento didattico. Si consiglia di: Individuare due Campioni per ogni scuola o centro Garantire la disponibilità di uno o più dipendenti a tempo pieno per la risoluzione dei problemi tecnici Identificare personale disposto a condividere le proprie conoscenze con altri Preferire persone che hanno familiarità con la tecnologia. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 14

15 Le conoscenze tecniche sulla LIM costituiscono un titolo preferenziale. Nei centri di educazione e formazione si terranno i BootCamp Nazionali per Campioni, altrimenti noti come BootCamp per la 'formazione formatori'; dettagli al riguardo sono disponibili presso o sulla Comunità di Pratica NING. È inoltre possibile contattare i precedenti Campioni di Wicklow coinvolti nel progetto, che sono disponibili sia per una consulenza tramite la comunità di pratica che per la formazione sulle LIM nelle scuole 4. PIANIFICARE I BOOTCAMP Il BootCamp di due giorni, che concede agli insegnanti parecchio tempo per familiarizzare con il software, fare pratica sulla LIM e collaborare, si è rivelato il migliore tra quelli finora realizzati. È importante considerare il tempo e le risorse disponibili nella propria scuola o centro: gli insegnanti hanno accesso alle lavagne? E qual è il momento migliore per tenere i BootCamp? Si consiglia di pubblicizzare il/i BootCamp nella newsletter della scuola, nei consigli di classe e riunioni, tramite , e comunicazioni sulle bacheche per il personale. 5. RECLUTARE GLI INSEGNANTI Organizzare il BootCamp per tutti gli insegnanti del centro scolastico o invitarli a richiedere di partecipare; incoraggiarli a collaborare e interagire sull AVA per tutta la giornata di formazione. Se non se ne possiede uno consigliamo di aprire uno spazio all inizio del progetto con SharePoint Space, Moodle, Google Docs, Edmodo o Wiki. È anche possibile aderire alla comunità NING SmartVET e utilizzare le risorse create da Campioni e insegnanti di Wicklow. 6. CURARE LE ATTREZZATURE Assicurarsi che tutte le apparecchiature funzionino correttamente, che il software specifico della LIM sia stato precaricato sui computer, che ci sia una buona connessione internet nelle aule che vengono utilizzate. Liste di controllo per le attrezzature sono disponibili in appendice. Anche organizzare un rinfresco può essere utile per sostenere i BootCamp. 7. REALIZZARE I BOOTCAMP I BootCamp adottano l'apprendimento esperienziale ed è necessario offrire molte attività e giochi per fare pratica. I contenuti dei BootCamp sono progettati per essere veloci; gli insegnanti completano i compiti e le attività in tempi brevi, in modo da rimanere il più possibile in azione durante le sessioni formative. al fine di mantenere le sessioni di movimento. I Campioni danno sostegno agli insegnanti mentre questi svolgono i compiti e risolvono i problemi individuali. I docenti sono incoraggiati ad aiutarsi l'un l'altro per risolvere i problemi in maniera collaborativa, sia in coppie che piccoli gruppi. Le dimostrazioni (Show and Tell) offrono ai partecipanti l'opportunità di descrivere come hanno risolto i problemi e ciò che hanno imparato. La premessa di base del modello BootCamp è quello di preparare al supporto tra pari dopo la fine del BootCamp. 8. TRACCIARE I PROGRESSI DEGLI INSEGNANTI Gli insegnanti dovrebbero essere incoraggiati ad applicare in aula quanto apprendono e a relazionare sull'esperienza. I Campioni si accordano e identificano con il singolo insegnante un aspetto del programma di studi che intende mettere a fuoco e quindi sviluppare le risorse e le lezioni con la LIM in questo ambito. È importante notare che gli insegnanti non sono costretti a creare da zero le loro lezioni, ma possono limitarsi a modificare le pagine e le attività esistenti per renderle più interattive. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 15

16 È inoltre consigliabile creare un sondaggio o questionario online per raccogliere i feedback, ad es usando. (vedi Appendice E per un esempio di scheda di monitoraggio). Durante questa fase, il campione può anche eseguire brevi BootCamp clinici per aiutare gli insegnanti. Questi possono anche essere uno-a-uno per offrire al docente sostegno morale e incoraggiamento. 9. COSTRUIRE IL GRUPPO Condividere e valorizzare il lavoro degli insegnanti quando creano lezioni coinvolgenti e chiedere loro di mostrare esempi di lezioni, sia attraverso la Comunità di Pratica / AVA che nelle riunioni di gruppo. 10. PASSARE IL TESTIMONE Usare un approccio collaborativo per promuovere la condivisione e la discussione sul funzionamento della tecnologia in classe e sul fatto se migliora o no l'esperienza di apprendimento degli studenti. Tener presente che man mano che gli insegnanti diventeranno più sicuri, aumenterà il loro uso della LIM e delle tecnologie associate e perciò aumenteranno anche le richieste di disporre delle LIM. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 16

17 Bibliografia Bandura, A. (1977). Social Learning Theory. New York: General Learning Press. Barber, M., & Mourshed, M. (2007). How the world s best performing schools systems come out on top. Available at: forming_school.aspx BECTA (2007). Research report: Impact of ICT in schools: a landscape review. Available at: Biehler & Snowman (1997). Psychology applied to teaching, Houghton Mifflin Co. Brown, J.S., Collins, A. and Duguid, P. (1989). Situated cognition and the culture of learning. Educational Researcher, 18(1), Available at Brown J.S., Duguid P. ( Organizational Learning and Communities-of-practice: Toward a Unified View of Working, Learning and Innovation. Organization Science, Vol.2, n.1. Brown, J. S., Gray, E. S. (1995), The People Are the Company How to build your company around your people, Fast Company Magazine, 1, p.78. Calvani, A. (1999). Ricerca azione on-line: nuovi modelli per l'innovazione e la sperimentazione educativa. Laboratorio di tecnologie dell'educazione, Università degli Studi di Firenze. Collins, A., Brown, J.S., & Newman, S.E. (1989). Cognitive apprenticeship: Teaching the crafts of reading, writing, and mathematics. In L. B. Resnick (Ed.) Knowing, learning, and instruction: Essays in honor of Robert Glaser (pp ). Hillsdale, NJ: Lawrence Erlbaum Associates. Dick, B. (2002). Action research. Available at Ferrance, E. (2010). Action research. Northeast and Islands Regional Educational Laboratory at Brown University. Available at Glover, D., Miller, D., Averis, D., & Door, V. (2007). The evolution of an effective pedagogy for teachers using the interactive whiteboard in mathematics and modern languages: An empirical analysis from the secondary sector. Learning, Media and Technology, 32(1), Hall, G., & Hord, S. (2006). Implementing change: Patterns, principles and potholes (2 nd Ed.). Boston: Allyn and Bacon. Higgins, S., Beauchamp, G. & Miller, D. (2007). Reviewing the literature on interactive whiteboards. Learning, Media and Technology, 32(3), NEA - National Education Association, (2013). Professional Development. Available at Sweeney, T. (2008). Transforming learning with interactive whiteboards: Towards a developmental framework. Australian Educational Computing, 23(2), Wenger E. (1998). Communities of practices: learning, meaning and identity, Cambridge University Press, London. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 17

18 Appendice A - BootCamp per Campioni (3 giorni) Giorno Benvenuto e introduzione al BootCamp e alla Comunità. Strumenti/Abilità Sviluppati Aderire alla Comunità di Pratica Pratica sulla LIM: Pictionary/ Dream House/ Stick Man Giant Word Search (vedi materiali CPD) Introduzione agli strumenti base. Creare un esercizio cloze (completamento testo) usando penne, linee, fotocamera ed evidenziatori Introdurre il riconoscimento testo. Catturare immagini e testo con lo strumento fotocamera. Show and Tell I Campioni mostrano alla LIM le attività create. Introduzione agli approcci didattici. (Rif. Manuale Didattico, cap. 2) Penne/gomma/linee/Forme/ Timer Selezione, Rotazione, Ridimensionamento Oggetti Inserimento sfondi e immagini Penne/Linee/Fotocamera/Ritaglio Evidenziatori/Riconoscimento testo/taglia & Incolla Modifica proprietà Realizzare lezioni Progettare lezioni con la LIM Pranzo di lavoro Costruire una Lezione. Creare una lezione usando due o più approcci didattici (vedi il Manuale Didattico); Creare una lezione di almeno tre slide (vedi materiali CPD) Creare pagine con giochi e attività tratti dalla Libreria, es. anagrammi, dadi, coppie, spinner. Progettare lezioni alla LIM Individuare e modificare risorse Disporre e archiviare risorse Ordinare oggetti Cercare risorse e attività Salvare lezioni Show and Tell I Campioni mostrano alla LIM le lezioni create Pratica (lavoro di gruppo) Pratica sulla LIM e sul software I Campioni si concentrano su una particolare area di interesse Fine giornata formativa Realizzare lezioni Valutazione tra pari Competenze nella presentazione Collaborazione e interazione per tutta la giornata sulla Comunità di Pratica/ AVA Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 18

19 Giorno Quiz sul BootCamp (vedi materiali CPD) Strumenti/Abilità Sviluppati Quiz per testare le competenze acquisite su LIM e software Strumento di Registrazione I Campioni creano un video su un tema specifico, ad es. una guida passo passo per misurare un angolo oppure I Campioni creano video di supporto per i BootCamp dei docenti Show and Tell I Campioni mostrano i video sulla LIM I Campioni aderiscono a YouTube e creano uno spazio di training per i BootCamp Caricare video Modificare impostazioni privacy Strumento di registrazione Realizzare lezioni Strumenti Web Creare e modificare video Pranzo di lavoro Mini Workshop Esplorare le Risorse: Introduzione a Smart Exchange e Promethean Planet (o equivalenti) Socrative Mentimeter Triptico Fine giornata formativa Compiti per casa: Creare un attività didattica che include uno o più strumenti basati sul web mostrati durante la giornata 2 di formazione. Strumenti Web Collaborazione e interazione per tutta la giornata sulla Comunità di Pratica/ AVA Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 19

20 Giorno Show and Tell del lavoro per casa: i Campioni mostrano attività e strumenti basati sul web Creazione di Blog o di un Ambiente di Apprendimento (AVA) I Campioni creano uno spazio di condivisione per i propri docenti, ad es. Google Drive/ Edmodo/ Weebly/ Wiki o modificano e adattano un sito SharePoint o Moodle Caricamento di risorse e link utili Strumenti/Abilità Sviluppati Realizzare lezioni Creare un blog e collaborare Risoluzione dei problemi: Checklist tecnica sulla LIM Calibrare la lavagna Cablatura Usare i proiettori Trovare soluzioni Risolvere i problemi tecnici Pranzo di lavoro Dimostrazione di MS Mouse Mischief Richiesti: Hub USB Un mouse senza fili per ogni campione Pratica (lavoro di gruppo) Pratica sulla LIM e il software i Campioni preparano i materiali per i BootCamp dei docenti Feedback e conclusioni I Campioni compilano un sondaggio online (es. Raccolta delle conclusioni sulla LIM Usare MS Mouse Mischief come strumento interattivo Programmazione Creare lezioni Creare sondaggi online Fine sessione formativa Collaborazione e interazione per tutta la giornata sulla Comunità di Pratica/ AVA Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 20

Aggiornamento Professionale sulle LIM: Implementazione nel Contesto Irlandese

Aggiornamento Professionale sulle LIM: Implementazione nel Contesto Irlandese Aggiornamento Professionale sulle LIM: Implementazione nel Contesto Irlandese Autori ANGELA HIGGINS - KILDARE AND WICKLOW EDUCATION AND TRAINING BOARD ANNA GIGLIOLI - ENAIP FVG WENDY O'SULLIVAN - KILDARE

Dettagli

L'uso della LIM nella Didattica. Manuale per Insegnanti

L'uso della LIM nella Didattica. Manuale per Insegnanti L'uso della LIM nella Didattica. Manuale per Insegnanti Autori > ANNA GIGLIOLI - ENAIP FVG > Con il contributo (nella versione Inglese) di Angela Higgins - KWETB Wendy O'Sullivan - KWETB > E dei 'Campioni':

Dettagli

Costruire ambienti di apprendimento collaborativo on line di Andrea Varani Informatica & Scuola n. 4, dicembre 2003 (Rubrica: Laboratorio )

Costruire ambienti di apprendimento collaborativo on line di Andrea Varani Informatica & Scuola n. 4, dicembre 2003 (Rubrica: Laboratorio ) Costruire ambienti di apprendimento collaborativo on line di Andrea Varani Informatica & Scuola n. 4, dicembre 2003 (Rubrica: Laboratorio ) Fino ad ora, l istituzione scolastica ha basato la sua azione,

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

E-tutor: competenze per la formazione online

E-tutor: competenze per la formazione online Progetto Speciale Multiasse La Società della Conoscenza in Abruzzo PO FSE Abruzzo 2007-2013 Piano degli interventi 2011-2012-2013 INTERVENTO B) Formazione online per le aziende SYLLABUS E-tutor: competenze

Dettagli

DidActive Box. Strumenti per una didattica aperta, condivisa e interattiva

DidActive Box. Strumenti per una didattica aperta, condivisa e interattiva DidActive Box Strumenti per una didattica aperta, condivisa e interattiva Laboratorio aperto Ogni classe, un laboratorio: questa prospettiva è possibile con DidActive Box, che unisce l ultima versione

Dettagli

Modello Formativo. DIDATEC Corso base PON DIDATEC: Quadro culturale e aspetti metodologici. Concetta Grasso

Modello Formativo. DIDATEC Corso base PON DIDATEC: Quadro culturale e aspetti metodologici. Concetta Grasso Modello Formativo DIDATEC PON DIDATEC: Quadro culturale e aspetti metodologici Concetta Grasso Il docente nel XXI secolo la scuola dell insegnamento Ruolo, funzioni, profili professionali dell insegnante

Dettagli

Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate.

Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate. Cl@sse2.0 Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate. Progetto di due anni disegnato per la 1Ac. (2010-2012) Cl@sse2.0 Perché questo progetto nazionale? 1. Per rispondere a

Dettagli

I.T.I.-L.S. F. Giordani Via Laviano, 8 - Caserta

I.T.I.-L.S. F. Giordani Via Laviano, 8 - Caserta Company LOGO I.T.I.-L.S. F. Giordani Via Laviano, 8 - Caserta Progetto Scuol@2.0 La scuola tra utopia e nuove tecnologie Alcuni suggerimenti per l uso Company LOGO LE PAROLE CHIAVE E-Learning Multimedialità

Dettagli

Educazione e new media Convegno di studio IUSVE 20 aprile 2013

Educazione e new media Convegno di studio IUSVE 20 aprile 2013 Dagli strumenti alle prassi e dalle prassi ai modelli di mediazione didattica. Esperienze d uso didattico del tablet pc. Introduzione L attuale evoluzione del contesto socio-culturale che caratterizza

Dettagli

DIDATEC Corso base e corso avanzato

DIDATEC Corso base e corso avanzato PROGETTI DI FORMAZIONE PER DOCENTI DIDATEC Corso base e corso avanzato PER I TUTTI DOCENTI I DOCENTI DI ITALIANO Scuola Primaria e Secondaria di I Grado e Biennio Secondaria di II Grado D-5-FSE-2010-1

Dettagli

ACTIVE AGEING LEARNING COMMUNITY 526384-LLP-1-2012-1-BG-GRUNDTVIG-GMP. With the support of the Lifelong Learning Programme of the European Union

ACTIVE AGEING LEARNING COMMUNITY 526384-LLP-1-2012-1-BG-GRUNDTVIG-GMP. With the support of the Lifelong Learning Programme of the European Union PROGRAMMA DI STUDIO Nuove Tecnologie di Comunicazione (ICT) per il Social Networking 2013 responsabilità sull uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute CONTENUTO 1. TARGET GROUP 3

Dettagli

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C.

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti http://moodlevarrone.netsons.org/moodle/

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA Direzione Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA Direzione Didattica e Servizi agli Studenti Percorso Abilitante Speciale P.A.S. a.a. 2014-2015 Laboratorio di Tecnologie Didattiche (3 cfu, 18 ore d aula + 18 ore online) Prof. Giancarlo Gola ggola@units.it Syllabus a.a. 2014-15, versione 01 BREVE

Dettagli

Progetto Cl@sse 2.0. - Strumenti e Metodologie -

Progetto Cl@sse 2.0. - Strumenti e Metodologie - M I N I S T E R O D E L L I S T R U Z I O N E, D E L L U N I V E R S I T A E D E L L A R I C E R C A ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE JEAN MONNET Istruzione Tecnica e Liceale Via S. Caterina 3 22066 MARIANO

Dettagli

COMUNITÀ VIRTUALI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO IL CONCETTO DI COMUNITÀ VIRTUALE

COMUNITÀ VIRTUALI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO IL CONCETTO DI COMUNITÀ VIRTUALE COMUNITÀ VIRTUALI E AMBIENTI DI APPRENDIMENTO IL CONCETTO DI COMUNITÀ VIRTUALE Per capire come disegnare e organizzare un ambiente di interazione orientato alla collaborazione on line occorre prima di

Dettagli

High Impact Programs. Performance Technology Solutions 2014 Tutti i diritti riservati

High Impact Programs. Performance Technology Solutions 2014 Tutti i diritti riservati High Impact Programs 1 Chi siamo Performance Technology Solutions (PTS) è una società di consulenza organizzativa e formazione manageriale Il nostro nome deriva dalla metodologia di origine statunitense

Dettagli

DIDATEC Corso base e corso avanzato

DIDATEC Corso base e corso avanzato PROGETTI DI FORMAZIONE PER DOCENTI 2012/2013 DIDATEC Corso base e corso avanzato PER I TUTTI DOCENTI I DOCENTI DI ITALIANO Fotografia di Giuseppe Moscato Scuola primaria e secondaria di primo grado e biennio

Dettagli

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA di Mario Comoglio INTRODUZIONE 1 Non è raro imbattersi in articoli e in interventi ministeriali che affrontano la questione di come valutare l apprendimento degli studenti.

Dettagli

SCHOOL COACHING. progetto formativo

SCHOOL COACHING. progetto formativo SCHOOL COACHING progetto formativo IL COACHING è una tecnica finalizzata al miglioramento della performance, attraverso lo sviluppo delle potenzialità personali. è uno strumento che consente di raggiungere

Dettagli

MICROSOFT MOUSE MISCHIEF

MICROSOFT MOUSE MISCHIEF MICROSOFT MOUSE MISCHIEF Ins. Antonio Manara "Costruire ambienti favorevoli per l apprendimento - Workshop di presentazione di buone pratiche nell'uso didattico delle TIC (Rovereto 6-7 Ottobre 2011) Presentazione

Dettagli

Associazione per la Professionalità Docente. formazione. Educommunity Educational Community

Associazione per la Professionalità Docente. formazione. Educommunity Educational Community Associazione per la Professionalità Docente formazione Educommunity Educational Community 2 OFFERTA SCUOLE 3 la nostra offerta Educational Community, grazie all esperienza maturata nel contesto scolastico

Dettagli

Il Tirocinio on line nell Università di Padova. Ettore Felisatti, Pietro Tonegato Università di Padova

Il Tirocinio on line nell Università di Padova. Ettore Felisatti, Pietro Tonegato Università di Padova + Il Tirocinio on line nell Università di Padova Ettore Felisatti, Pietro Tonegato Università di Padova + Il tirocinio 2 Ricomposizione teoria-pratica Apprendimento sul campo Ricerca sulla pratica Orientamento

Dettagli

Mariella Proietta. Introduzione

Mariella Proietta. Introduzione Mariella Proietta maripro@yahoo.it Joomla per una scuola secondaria superiore: una piattaforma per integrare l insegnamento della lingua straniera e migliorare la professionalità docente Introduzione L

Dettagli

Linee guida per le attività didattiche in modalità e- learning

Linee guida per le attività didattiche in modalità e- learning Linee guida per le attività didattiche in modalità e- learning Approvate dal Senato Accademico nella seduta del 23/01/2013 1. Introduzione: modelli ISA e blended learning... 2 2. Linee guida... 3 2.1.

Dettagli

Presentazione della collana... vii. INTRODUZIONE (F. Falcinelli)... 1. Massimo Capponi 1. IL COOPERATIVE LEARNING IN RETE... 11

Presentazione della collana... vii. INTRODUZIONE (F. Falcinelli)... 1. Massimo Capponi 1. IL COOPERATIVE LEARNING IN RETE... 11 INDICE Presentazione della collana... vii INTRODUZIONE (F. Falcinelli)... 1 Massimo Capponi 1. IL COOPERATIVE LEARNING IN RETE... 11 Elena Cozzari 2. L e-learning COME AMBIENTE DI FORMAZIONE... 37 Gioconda

Dettagli

LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE

LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE La formazione degli adulti Condurre gruppi di lavoro di adulti professionalizzati Il ruolo del tutor nella formazione degli adulti Le caratteristiche della

Dettagli

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F.

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. FORMAZIONE MANAGERIALE S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. Baracca, 235/E 50127 Firenze Tel. 055.3436516

Dettagli

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali METODOLOGIA Scuola dell infanzia La scuola dell infanzia è un luogo ricco di esperienze, scoperte, rapporti, che segnano profondamente la vita di tutti coloro che ogni giorno vi sono coinvolti, infatti

Dettagli

E-tutor: competenze per la formazione online

E-tutor: competenze per la formazione online Progetto Sistema Sapere e Crescita Piano degli interventi 2012-2013 INTERVENTO B) Formazione online per le aziende SYLLABUS E-tutor: competenze per la formazione online Informazioni generali sul corso

Dettagli

MODULO I TRODUTTIVO. Premessa

MODULO I TRODUTTIVO. Premessa MODULO I TRODUTTIVO Indice Premessa Obiettivo del modulo Didattica blended Ragioni dell adozione del blended e-learning - Ragioni didattiche - Ragioni del lifelong learning Finalità e obiettivi Risultati

Dettagli

Modello per la progettazione di un percorso formativo. A cura di Novella Caterina

Modello per la progettazione di un percorso formativo. A cura di Novella Caterina A cura di Novella Caterina 1 RACCOLTA DELLE INFORMAZIONI 1.1 Premessa di scenario 1.2 Finalità 1.3 Destinatari del corso 1.4 Obiettivi 1.5 Target di riferimento 1.6 Referenti di progetto manager (Pm) si

Dettagli

Glossario. Adaptive Learning System (Sistemi di apprendimento adattivi)

Glossario. Adaptive Learning System (Sistemi di apprendimento adattivi) Glossario Adaptive Learning System (Sistemi di apprendimento adattivi) Con adaptive learning ( apprendimento adattivo ) si intende un metodo che utilizza il computer come strumento interattivo per adattare

Dettagli

didattica da laboratorio

didattica da laboratorio didattica da laboratorio LABORATORIO LINGUISTICO MULTIMEDIALE IDM Premium IDM PREMIUM è una rete didattica multimediale hardware ideata per rendere l insegnamento in laboratorio sempre più dinamico ed

Dettagli

capitolo 3 LE LINEE GUIDA

capitolo 3 LE LINEE GUIDA capitolo 3 LE LINEE GUIDA Il presente capitolo illustra i principali elementi metodologici ed operativi che caratterizzano le Linee guida proposte per la valutazione dei prodotti didattici per l e-learning.

Dettagli

Programmi aperti per coach

Programmi aperti per coach Studia con noi Programmi aperti per coach I nostri corsi 1) Introduzione al Coaching / EMCC Foundation Coaching Award 2) Certificato ILM livello 7 in Executive Coaching Perché studiare con noi? 1) Sviluppi

Dettagli

SCHEDA DI AUTORILEVAZIONE DELLE COMPETENZE:

SCHEDA DI AUTORILEVAZIONE DELLE COMPETENZE: SEZIONE 1: GENERALE NOME SCHEDA DI AUTORILEVAZIONE DELLE COMPETENZE: COGNOME ENTE /ORGANIZZAZIONE DI APPARTENENZA U.O. DI APPARTENENZA MANSIONE PER LA FORMAZIONE AZIENDALE (è possibile barrare più di una

Dettagli

indice Blended Learning 1

indice Blended Learning 1 Blended Learning La proposta formativa IAMA Consulting si suddivide in differenti aree: Blended Learning 1 Formazione Manageriale e Comportamentale IAMA accompagna lo sviluppo delle risorse in azienda

Dettagli

Il corso prevede attività sia on-line a distanza che in presenza, secondo una modalità didattica blended. Accanto ad insegnamenti teorici ampio

Il corso prevede attività sia on-line a distanza che in presenza, secondo una modalità didattica blended. Accanto ad insegnamenti teorici ampio Il corso prevede attività sia on-line a distanza che in presenza, secondo una modalità didattica blended. Accanto ad insegnamenti teorici ampio spazio sarà riservato ad approfondimenti di software base,

Dettagli

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Indice: 1 Social Learning 2 Social Learning per E.T.I.CA. 3 RiusaLO 4 Percorsi integrati 5 Community 6 Best, la Banca dati delle Esperienze Trasferibili 7 Social

Dettagli

Comer Academy. La sede

Comer Academy. La sede Comer Academy Nata nel 2008 per sostenere il processo di cambiamento dell azienda, Comer Academy è il centro per la diffusione della cultura dell eccellenza alla base del modello di business di Comer Industries.

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore Carlo e Nello Rosselli Aprilia (LT)

Istituto d Istruzione Superiore Carlo e Nello Rosselli Aprilia (LT) Istituto d Istruzione Superiore Carlo e Nello Rosselli Aprilia (LT) Presentazione del corso: CCNA Discovery 1: Networking for Home and Small Businesses Opportunità Internet sta cambiando la vita come noi

Dettagli

Formazione in rete e apprendimento collaborativo

Formazione in rete e apprendimento collaborativo Formazione in rete e apprendimento collaborativo Ballor Fabio Settembre 2003 Cos è l e-learning Il termine e-learning comprende tutte quelle attività formative che si svolgono tramite la rete (Internet

Dettagli

L insegnamento-apprendimento della lingua inglese nella scuola primaria

L insegnamento-apprendimento della lingua inglese nella scuola primaria L insegnamento-apprendimento della lingua inglese nella scuola primaria Diana Saccardo MIUR-Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici La riforma scolastica propone l insegnamento-apprendimento

Dettagli

LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO

LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A. S. 2013/14 ATTIVITA EXTRACURRICULARE LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO Denominazione del progetto/laboratorio A PORTATA DI MOUSE Responsabile di progetto Analisi

Dettagli

Il modello formativo dei progetti PON docenti

Il modello formativo dei progetti PON docenti Il modello formativo dei progetti PON docenti Scuola- Presidio Comunità Tutor Blended Collaborazione Laboratorio Peer- Educa5on Competenze Sperimentazione Personalizzazione Ricerca- azione Innovazione

Dettagli

High Quality Audio/Video

High Quality Audio/Video EDUCATIONAL High Quality Audio/Video LABORATORIO LINGUISTICO MULTIMEDIALE IDM HD PRESENTAZIONE IDM HD nato per la formazione...!!! Protagonista di progetti ambiziosi, per importanti realtà scolastiche,

Dettagli

Maria Vittoria Alfieri Head of Digital Teaching & Learning RCS Education. seguici e commenta su. #primariaday

Maria Vittoria Alfieri Head of Digital Teaching & Learning RCS Education. seguici e commenta su. #primariaday Maria Vittoria Alfieri Head of Digital Teaching & Learning RCS Education seguici e commenta su #primariaday Napoli 7 aprile 2014 Il nuovo ambiente RCS Education per la didattica digitale CONTENUTI e SERVIZI

Dettagli

capitolo 7 LA CHECKLIST PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE TECNICO-DIDATTICA TTICA

capitolo 7 LA CHECKLIST PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE TECNICO-DIDATTICA TTICA capitolo 7 LA CHECKLIST PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE TECNICO-DIDATTICA TTICA 7.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si basa su un campione del prodotto, precedentemente selezionato

Dettagli

LEADERSHIP EDUCATIVA

LEADERSHIP EDUCATIVA LEADERSHIP EDUCATIVA Corso per Dirigenti Scolastici Programma realizzato in convenzione con Ufficio scolastico regionale per la Lombardia da dirigenti scolastici in collaborazione con la Fondazione IBM

Dettagli

Formazione Zanichelli in rete Così gli insegnanti imparano la didattica digitale

Formazione Zanichelli in rete Così gli insegnanti imparano la didattica digitale Formazione Zanichelli in rete Così gli insegnanti imparano la didattica digitale Valentina Gabusi Zanichelli Editore S.p.A. vgabusi@zanichelli.it Dal 2014 a oggi sono più di 14.000 i docenti che hanno

Dettagli

FORMAZIONE DEI TUTOR AZIENDALI

FORMAZIONE DEI TUTOR AZIENDALI FORMAZIONE DEI TUTOR AZIENDALI L Ebit Ter Lazio offre a tutte le aziende della Regione Lazio la possibilità di formare i propri tutor aziendali, adempiendo così all obbligo di legge e conseguendo la certificazione

Dettagli

Allegato A. 1. Dati della scuola che presenta il progetto (scuola capofila) Istituto. Ic Nino Rota. Codice meccanografico. Rmic842002.

Allegato A. 1. Dati della scuola che presenta il progetto (scuola capofila) Istituto. Ic Nino Rota. Codice meccanografico. Rmic842002. SCHEDA PROGETTO Progetti per l integrazione scolastica degli alunni con disabilità. Legge 440/97 Fondo per l arricchimento e l ampliamento dell offerta formativa e per gli interventi perequativi. 1. Dati

Dettagli

Linkografia ragionata sulla LIM

Linkografia ragionata sulla LIM Linkografia ragionata sulla LIM Pagine web attive nel giugno 2010 Ricerche internazionali - Becta,What Research says about interactive whiteboard, Becta Research Reviews, 2003, Becta http://www.virtuallearning.org.uk/2003research/becta_research_paper.pdf

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Prof.ssa Paola Bondi Prof.ssa Elisabetta Scala

Prof.ssa Paola Bondi Prof.ssa Elisabetta Scala LIM X APPRENDERE CORSO DI FORMAZIONE Rete E-Inclusion Progetto ForLIM Bologna e provincia Piano Nazionale Scuola Digitale Azione Lavagne Interattive Multimediali Lingue straniere Prof.ssa Paola Bondi Prof.ssa

Dettagli

Il Project Work. Adottare compiti di lavoro e di realtà (traduzione letterale del termine Project Work 2 ) parte da due considerazioni di fondo:

Il Project Work. Adottare compiti di lavoro e di realtà (traduzione letterale del termine Project Work 2 ) parte da due considerazioni di fondo: Il Project Work Serena Donati Un importante sviluppo delle didattiche di laboratorio, della scuola attiva e del progetto strutturato con il pensiero riflessivo è il Project Work, la metodologia richiede

Dettagli

20 Rapide Mosse Vincenti. fare pratica sulle LIM

20 Rapide Mosse Vincenti. fare pratica sulle LIM 20 Rapide Mosse Vincenti fare pratica sulle LIM 2 SmartVET: Supporto all aggiornamento professionale dei docenti della formazione professionale nell uso della lavagna interattiva. SmartVET è un progetto

Dettagli

A Le piattaforme e-learning

A Le piattaforme e-learning A Le piattaforme e-learning Paolo Fusero obiettivo didattico della lezione: introdurre lo studente all utilizzo delle piattaforme e-learning e delle nuove metodologie didattiche che utilizzano la rete

Dettagli

2007_AC+NTD Pagina 1 di 5

2007_AC+NTD Pagina 1 di 5 Nuove tecnologie e apprendimento cooperativo Maurizio Gentile Gentile, M. (2008). Nuove tecnologie e apprendimento cooperativo. Scuola e Formazione, pp. 21-25. Nell anno scolastico 2005/2006 un gruppo

Dettagli

" L. A N N E O S E N E C A

 L. A N N E O S E N E C A MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFF. SCOL. REG. PER IL LAZIO I S T I T U T O D I I S T R U Z I O N E S U P E R I O R E L I C E O " L. A N N E O S E N E C A " Via F. Albergotti,

Dettagli

La LIM a proiezione frontale si serve di un proiettore che può essere posizionato su uno stativo. ... o fissato sul soffitto

La LIM a proiezione frontale si serve di un proiettore che può essere posizionato su uno stativo. ... o fissato sul soffitto La Lavagna Multimediale Interattiva è una periferica del computer. Allo stato dell arte della tecnologia disponibile sul mercato, la Lavagna Interattiva Multimediale è una periferica del personal computer.

Dettagli

Un ambiente di apprendimento e centralità e-tutor

Un ambiente di apprendimento e centralità e-tutor Un ambiente di apprendimento e centralità e-tutor Indire Didattica e formazione Seminario formatori di Lingue 2006 L e-tutor una figura centrale nell intero percorso formativo Per la gestione dei gruppi

Dettagli

COACH BOT Modular e-course with virtual coach tool support

COACH BOT Modular e-course with virtual coach tool support Modular e-course with virtual coach tool support PROGRAMMA DI APPRENDIMENTO PERMANENTE LEONARDO da VINCI Coordinato da FOR.COM CORSO PER PROFESSIONISTI DELL'ASSISTENZA SANITARIA DOMICILIARE PROGETTO "COACH

Dettagli

GLI STRUMENTI DELLA SMART BOARD

GLI STRUMENTI DELLA SMART BOARD GLI STRUMENTI DELLA SMART BOARD La struttura tecnologica è formata da: Lavagna interattiva:può essere di varie misure (da 48 a94 ) e formati (4/3 o 16/9) Proiettore: può essere sia grandangolare (con molti

Dettagli

Cre@tivi Digit@li. S.M.S. Don Milani - Genova. Liguria

Cre@tivi Digit@li. S.M.S. Don Milani - Genova. Liguria Cre@tivi Digit@li S.M.S. Don Milani - Genova Liguria S.M.S. Don Milani - Scuola sperimentale Progetto Nazionale Scuola Laboratorio don Milani, ex art.11 (iniziative finalizzate all innovazione), D.P.R.

Dettagli

Creare una piattaforma blog scolastica con Wordpress Creazione di

Creare una piattaforma blog scolastica con Wordpress Creazione di App per la didattica in ambiente ipad Collezione di App per la didattica che permettono di svolgere lezioni, organizzare l attività di ricerca e catalogazione delle informazioni e di condividere i contenuti.

Dettagli

Anno scolastico 2009/2010. Docente ANTONELLA CADDEO (Classe di concorso C300)

Anno scolastico 2009/2010. Docente ANTONELLA CADDEO (Classe di concorso C300) Classe Indirizzo Denominazione disciplina N ore /sett. Anno scolastico 2009/2010 I SEZ B Amministrazione Finanza e Marketing 2 Docente ANTONELLA CADDEO (Classe di concorso C300) PREMESSA Il computer è

Dettagli

LABORATORIO RICERCA/AZIONE Sviluppo di competenze digitali per i docenti

LABORATORIO RICERCA/AZIONE Sviluppo di competenze digitali per i docenti Partner Touch-M-E. Distributore servizio CeTICompetence Business Partner HP Edu Partner NEC Educational Partner Toshiba Acer Active Partner Philips Partner RAP Samsung Partner Microsoft: Autorized Education

Dettagli

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning.

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Manuale sintetico Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Moodle fornisce un supporto all attività didattica attraverso una serie di strumenti molto ampia

Dettagli

Guide e tutorial di RCS Education MYSTUDIO. Manuale per l uso

Guide e tutorial di RCS Education MYSTUDIO. Manuale per l uso Guide e tutorial di RCS Education MYSTUDIO Manuale per l uso Guide e tutorial di RCS Education 2015 RCS Libri S.p.A. - Milano Chiuso in redazione: Ottobre 2015 Editing: Sonia Raffa Ha collaborato al progetto

Dettagli

AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI. Paolo Rigo

AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI. Paolo Rigo AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI Paolo Rigo LA SCUOLA DIGITALE Il progetto di alfabetizzazione digitale della popolazione è ambizioso e la sua realizzazione non può che partire dalla scuola. Occorre potenziare

Dettagli

INTERATTIVO & MULTIMEDIA TECNICA FISICA CHIMICA BIOLOGIA. in touch with learning. interattivo. the real change. catalogo IM-1. lavagna interattiva

INTERATTIVO & MULTIMEDIA TECNICA FISICA CHIMICA BIOLOGIA. in touch with learning. interattivo. the real change. catalogo IM-1. lavagna interattiva in touch with learning FISICA CHIMICA BIOLOGIA INTERATTIVO & MULTIMEDIA TECNICA interattivo catalogo IM-1 the real change lavagna interattiva Indice indice Lavagna interattiva Istruzione Industria Tecnologia

Dettagli

Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it. Moodle-manuale. manuale per il docente. Generazione Web 2013-14 - G9

Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it. Moodle-manuale. manuale per il docente. Generazione Web 2013-14 - G9 Albano Squizzato ingsquizzato@libero.it Moodle-manuale manuale per il docente Generazione Web 2013-14 - G9 Come utilizzare Moodle La versatilità di Moodle consente la totale personalizzazione dell interfaccia,

Dettagli

Gli strumenti per una didattica inclusiva

Gli strumenti per una didattica inclusiva STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Ottilia Gottardi CTI Monza Est Gli strumenti per una didattica inclusiva Ottilia Gottardi CTI Monza Est PRINCIPI della PEDAGOGIA INCLUSIVA Tutti possono imparare;

Dettagli

IBM Lotus SAMETIME Guida studente

IBM Lotus SAMETIME Guida studente IBM Lotus SAMETIME Guida studente IBM Lotus SAMETIME permette di utilizzare strumenti sincroni per la didattica. Sono disponibili una chat testuale e una piattaforma per riunioni e lezioni on-line che

Dettagli

Liceo Scientifico " C. CATTANEO " PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H

Liceo Scientifico  C. CATTANEO  PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H Liceo Scientifico " C. CATTANEO " PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H Sommario PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA... 1 INDICAZIONI GENERALI... 2 PREREQUISITI... 2 CONOSCENZE, COMPETENZE E CAPACITA...

Dettagli

DISCIPLINE ARTISTICHE E T.I.C

DISCIPLINE ARTISTICHE E T.I.C DISCIPLINE ARTISTICHE E T.I.C (tecnologie dell informazione e della comunicazione) programma del corso base L uso dei blog nella didattica delle discipline artistiche Criteri per la selezione di software

Dettagli

Kit metodologico-didattico per la personalizzazione di percorsi formativi. Definizione dei profili di apprendimento

Kit metodologico-didattico per la personalizzazione di percorsi formativi. Definizione dei profili di apprendimento Kit metodologico-didattico per la personalizzazione di percorsi formativi Definizione dei profili di apprendimento Architetture Didattiche Tipologia Caratteristiche Quando avvalersene Ricettiva Trasmissione

Dettagli

TIC e Lingue straniere

TIC e Lingue straniere TIC e Lingue straniere why Riflettere su "Il docente deve imparare a servirsi, a secondo della disciplina che insegna, di particolari caratteristiche tecniche e didattiche per un uso consapevole e proficuo

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI PER COMINCIARE

DOMANDE FREQUENTI PER COMINCIARE DOMANDE FREQUENTI In queste pagine potete trovare un elenco di domande e dubbi che riguardano www.i-d-e-e.it. Per qualsiasi altra informazione, non esitate a contattarci via mail all indirizzo info@i-d-e-e.it.

Dettagli

e-learning Guglielmo Trentin trentin @ itd.cnr.it http://polaris.itd.cnr.it / gt Istituto Tecnologie Didattiche

e-learning Guglielmo Trentin trentin @ itd.cnr.it http://polaris.itd.cnr.it / gt Istituto Tecnologie Didattiche Aspetti didattico-metodologici dell e-learning e-learning trentin @ itd.cnr.it http://polaris.itd.cnr.it / gt Istituto Tecnologie Didattiche Consiglio Nazionale delle Ricerche, Genova http://www.itd.cnr.it

Dettagli

elearningforce SharePoint LMS

elearningforce SharePoint LMS elearningforce SharePoint LMS ElearningForce SharePoint LMS estende le funzionalità predefinite di Microsoft SharePoint per creare un ambiente dove insegnanti e studenti possono vivere una nuova esperienza

Dettagli

Dopo la formazione i mentori saranno consapevoli che

Dopo la formazione i mentori saranno consapevoli che Modulo 2 Le tecniche del mentor/tutor 2.5. Perché e in che modo le competenze pedagogiche sono importanti per i mentori che lavorano nella formazione professionale (VET) Tempistica Tempo totale 2 ore:

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: INFORMATICA Classe: 3C AFM A.S. 2014/15 Docente: prof. Alessandra Antoniazzi

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: INFORMATICA Classe: 3C AFM A.S. 2014/15 Docente: prof. Alessandra Antoniazzi Disciplina: INFORMATICA Classe: 3C AFM A.S. 2014/15 Docente: prof. Alessandra Antoniazzi ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 20 alunni ed è mista. La classe si è presentata

Dettagli

La lavagna interattiva multimediale nella scuola primaria. Istituto Comprensivo F.De Pisis Ferrara

La lavagna interattiva multimediale nella scuola primaria. Istituto Comprensivo F.De Pisis Ferrara La lavagna interattiva multimediale nella scuola primaria Istituto Comprensivo F.De Pisis Ferrara Lim in classe o in laboratorio? Il progetto suggeriva l introduzione della Lim nelle singole classi, ma

Dettagli

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE Università degli Studi di Bergamo Centro per le Tecnologie Didattiche e la Comunicazione GUIDA ANALITICA PER ARGOMENTI ACCESSO...2 RISORSE e ATTIVITA - Introduzione...5

Dettagli

Web 2.0, Web-Enhanced Learnign, apprendimento formale e informale

Web 2.0, Web-Enhanced Learnign, apprendimento formale e informale Workshop SVEA Torino, 20 Ottobre 2011 Web 2.0, Web-Enhanced Learnign, apprendimento formale e informale Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto Tecnologie Didattiche Genova Workshop SVEA Torino, 20

Dettagli

E-learning. Introduzione

E-learning. Introduzione E-learning Introduzione Definizione L'e-learning sfrutta le potenzialità rese disponibili da Internet per fornire formazione sincrona e/o asincrona agli utenti, che possono accedere ai contenuti dei corsi

Dettagli

il Project Management come strumento di sviluppo della qualità nella formazione/istruzione professionale, in riferimento al mondo del lavoro

il Project Management come strumento di sviluppo della qualità nella formazione/istruzione professionale, in riferimento al mondo del lavoro Provincia di Pesaro e Urbino PIA2 il Project Management come strumento di sviluppo della qualità nella formazione/istruzione professionale, in riferimento al mondo del lavoro Curriculum di base Project

Dettagli

Corso di Perfezionamento post lauream Insegnare e comunicare con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM), l e-book e i contenuti digitali

Corso di Perfezionamento post lauream Insegnare e comunicare con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM), l e-book e i contenuti digitali Corso di Perfezionamento post lauream Insegnare e comunicare con la Lavagna Interattiva Multimediale (LIM), l e-book e i contenuti digitali Dipartimento di Scienze dell Educazione e dei Processi Culturali

Dettagli

Scuola Polo IPS Alessandro Filosi Terracina Corso di Formazione docenti Neo Assunti A.S. 2014/2015 Nuove tecnologie per la didattica

Scuola Polo IPS Alessandro Filosi Terracina Corso di Formazione docenti Neo Assunti A.S. 2014/2015 Nuove tecnologie per la didattica Scuola Polo IPS Alessandro Filosi Terracina Corso di Formazione docenti Neo Assunti A.S. 2014/2015 Nuove tecnologie per la didattica L uso delle tecnologie digitali in classe e il loro ruolo nella didattica

Dettagli

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09 Piattaforma e-learning Moodle Manuale ad uso dello studente Vers. 1 Luglio 09 Sommario 1. Introduzione...2 1.1 L ambiente...2 1.2 Requisiti di sistema...4 2. Come accedere alla piattaforma...4 2.1 Cosa

Dettagli

Piano Sicurezza PMI. Elaborazione dati questionario ex post progetti finanziati

Piano Sicurezza PMI. Elaborazione dati questionario ex post progetti finanziati Elaborazione dati questionario ex post progetti finanziati 1/14 Premessa Il questionario di valutazione ex post è stato somministrato ai soggetti attuatori dei progetti partecipanti al Piano Sicurezza

Dettagli

11.3 Software didattico (scelta, uso, sviluppo)

11.3 Software didattico (scelta, uso, sviluppo) 11.3 Software didattico (scelta, uso, sviluppo) a cura di Enrico Giliberti, Università di Bologna Quando si parla di software didattico (cioè programmi che servono per facilitare il processo di insegnamento/apprendimento)

Dettagli

Fasi. Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL-

Fasi. Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL- Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL- Contenuti I contenuti del progetto sono stati discussi e poi

Dettagli

Grazie, grazie, grazie, la Vostra donazione è per noi molto importante, ci infatti di guardare avanti con l orgoglio di una scuola che cambia!

Grazie, grazie, grazie, la Vostra donazione è per noi molto importante, ci infatti di guardare avanti con l orgoglio di una scuola che cambia! Spett. le Fondazione De Mari desideriamo ringraziarvi per il finanziamento che abbiamo ricevuto; il Vostro contributo ha dato un importante aiuto alla nostra scuola consentendole di andare avanti e di

Dettagli

STRUMENTO DI AUTO VALUTAZIONE DELLA CERTIFICAZIONE DI QUALITA BASATO SULLO STANDARD DI SCUOLA ELOS

STRUMENTO DI AUTO VALUTAZIONE DELLA CERTIFICAZIONE DI QUALITA BASATO SULLO STANDARD DI SCUOLA ELOS Come usare lo strumento di auto-valutazione della Certificazione di Qualità La scuola sarà valutata sulla base della raccolta e dell analisi delle prove scritte seguite o dalla visita della scuola, intervista

Dettagli

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola?

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola? PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Quando si compila il modulo di registrazione, selezionare l opzione scuola.una volta effettuata la registrazione, si può accedere a un ambiente molto

Dettagli

Scuola digitale inclusiva dal dire al fare: esperienze e modelli operativi dalle scuole italiane

Scuola digitale inclusiva dal dire al fare: esperienze e modelli operativi dalle scuole italiane Scuola digitale inclusiva dal dire al fare: esperienze e modelli operativi dalle scuole italiane Prof.ssa Monica Fanizzi Organizzazione della scuola - Usi didattici del tutorial Prof.ssa Maria Bertoldini

Dettagli