Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM."

Transcript

1 Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM.

2 Autori ANGELA HIGGINS - KILDARE AND WICKLOW EDUCATION AND TRAINING BOARD ANNA GIGLIOLI - ENAIP FVG WENDY O'SULLIVAN - KILDARE AND WICKLOW EDUCATION AND TRAINING BOARD > con il contributo dei Campioni : Ann Dickson Anne McGrath Denise Sheridan James McLoughlin Keith Clarges Larry Cuffe Mark Maguire Gillian Clarges Michelle Keating > Un ringraziamento ai partner SmartVET Catherine Byrne - KILDARE AND WICKLOW EDUCATION AND TRAINING BOARD Emma Beatty - FIT Gilberto Collinassi - ENAIP FVG Harry Greiner - CCN Maria Fojk - FIT Pat O'Mahony - IVEA Phil Ackroyd - CCN Ton Koenraad - TELLConsult > e a tutti i docenti e discenti che hanno partecipato alle attività SmartVET. Questa pubblicazione è uno dei prodotti (Prodotto 9) del progetto europeo SmartVET 'Supporting Continuous Professional Development of VET teachers in the use of Interactive Whiteboards'. SmartVET è un progetto Leonardo da Vinci di Trasferimento dell'innovazione, sostenuto dai fondi comunitari del Programma Life Long Learning, che ha lo scopo di trasferire nel settore dell'istruzione e formazione professionale Irlandese le buone prassi maturate in ambito europeo in materia di formazione sulla LIM, fornendo ai docenti della formazione professionale di KWETB le competenze necessarie per la progettazione di risorse educative da utilizzare con la LIM e per integrarle nelle quotidiane attività di insegnamento. Il Programma Formativo nasce dall'esperienza del Progetto Europeo Smarteach (Bando Leonardo - Agenzia Nazionale Italiana) e si avvale del contributo del gruppo di insegnanti di KWETB (i cosiddetti 'Campioni') coinvolti nel progetto SmartVET. Il presente documento, e tutti gli altri documenti del Progetto SmartVET sono disponibili per il download in formato digitale sul sito o nella comunità online SmartVET: Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 2

3 Partner > FIT - Fast Track into Information Technology Limited - Irlanda > KWETB - Kildare and Wicklow Education and Training Board - Irlanda > ETB Education and Training Boards Ireland - Irlanda > ENAIP FVG - EnAIP Friuli Venezia Giulia - Italia > TELLConsult - Technology Enhanced Lifelong Learning Consult Paesi Bassi > CCN - City College Norwich Regno Unito > NCTE - National Centre for Technology in Education - Irlanda LIFELONG LEARNING PROGRAMME LEONARDO DA VINCI Transfer of Innovation [LLP/LdV/TOI/2011/IRL-503] Il progetto gode del supporto della Commissione Europea. I contenuti di questa pubblicazione riflettono solo le idee e le opinioni dell'autore, e la Commissione non può essere ritenuta responsabile per l'uso che può essere fatto delle informazioni ivi contenute. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 3

4 Indice Introduzione... 5 Le premesse... 5 Il Programma di Formazione dei docenti... 6 I Destinatari... 6 Ruolo dei Campioni... 6 Il Modello BootCamp... 7 PRATICA SULLA LIM... 8 PRATICA sul SOFTWARE... 8 COLLABORAZIONE... 8 CREAZIONE delle RISORSe... 8 Dimostrazioni (Show and Tell)... 8 La Formazione dei Campioni (OPZIONALE)... 9 La Formazione degli Insegnanti Il Modello BootCamp Come Funziona FASE UNO FASE DUE FASE Tre Contenuti dei BootCamp Formazione sul Lavoro (training on the job) Passi per il Successo della Formazione Leadership Scegliere il Modello Trovare il/i Campione/I Pianificare i BootCamp Reclutare gli insegnanti Curare le Attrezzature Realizzare i BootCamp Tracciare i Progressi degli Insegnanti Costruire il Gruppo Passare il Testimone Bibliografia Appendice A - BootCamp per Campioni (3 giorni) Appendice B BootCamp Introduttivo di 2 Giorni (Docenti) BootCamp Introduttivo di 2 Giorni (Docenti) continua Appendice C BootCamp Introduttivo di un Giorno (docenti) Appendice D BootCamp di Follow On Appendice E Scheda di monitoraggio Appendice F Checklist Annuale sulla LIM Glossario Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 4

5 Introduzione La società della conoscenza pone all attuale sistema educativo nuove domande diverse da quelle tradizionali. I problemi emergenti non riguardano tanto il trasferimento di conoscenze e la quantità di informazioni da fornire agli studenti, quanto piuttosto la qualità dei contenuti e la capacità degli studenti di gestire con intelligenza il proprio apprendimento e le informazioni ricevute. La Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) è una tecnologia avanzata che può sostenere sia l'innovazione dei contenuti di apprendimento che la formazione di atteggiamenti mentali intelligenti e quando integrata con gli ambienti digitali supportati dal web e da Internet offre opportunità per lo sviluppo di nuovi prodotti e risorse educativi. Poiché le competenze degli insegnanti costituiscono l elemento che nella scuola ha maggior influenza sull'apprendimento degli studenti (Barber & Mourshed, 2007), lo sviluppo delle competenze e delle conoscenze degli insegnanti che utilizzano LIM è fondamentale per il loro uso efficace (Higgins, Beauchamp & Miller, 2007). L'uso efficace delle TIC nelle scuole non si limita ad un cambiamento di risorse, ha a che fare piuttosto col cambiare le pratiche e la cultura (BECTA, 2007). Per questa ragione, il Programma di Formazione SmartVET non si concentra semplicemente sulle caratteristiche tecniche della LIM e il loro utilizzo, ma anche sulla sperimentazione della LIM come strumento per la didattica di tutti i giorni, al fine di promuovere questa progressione dalla tecnologia all innovazione pedagogica e metodologica. LE PREMESSE Il Programma di Formazione SmartVET nasce da: l analisi dei fabbisogni degli insegnanti di KWETB condotta nella primavera del 2012; le buone pratiche raccolte grazie al Progetto Europeo Smarteach; i feedback del gruppo di Progetto di KWETB e dai 'Campioni' che hanno partecipato alla formazione pilota SmartVET nell autunno 2012 e nella primavera Questo Programma di Formazione parte dal presupposto che gli insegnanti necessitino di una formazione sul campo, esperienziale e pratica sulle LIM (il cosiddetto Modello BootCamp'), con il supporto dei Campioni 1. Poiché c'è il rischio che la LIM sia usata perché è lì' - per esempio come una lavagna luminosa per proiettare PowerPoint e DVD, con poca attenzione verso un apprendimento significativo, i docenti dovrebbero essere incoraggiati ad applicare in aula, con i propri studenti, quanto apprendono e quindi relazionare su questa esperienza, eventualmente con l aiuto del Campione e BootCamp Clinici anche in questa fase. 1 Campione (n): chi supporta, difende o lotta entusiasticamente per una persona, credo, diritto o principio. (Traduzione da Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 5

6 Il Programma di Formazione dei docenti Nella letteratura sullo sviluppo professionale vi è un attenzione sempre maggiore per l aggiornamento degli insegnanti realizzato all interno delle loro quotidiane attività di lavoro nelle scuole e centri di formazione, con minor tempo dedicato alla formazione formale, centrata sull esperto e più tempo rivolto allo sviluppo di competenze in modo collaborativo, come può avvenire in una comunità di apprendimento professionale (NEA, 2009). Sulla base di queste considerazioni, il Programma di Formazione per gli insegnanti utilizza il metodo della ricerca-azione, che consente di combinare formazione teorica e formazione pratica on the job ; parte da un approccio collaborativo basato sul supporto e insegnamento reciproci, grazie al ruolo dei Campioni, il cui sostegno si esprime come una forma di apprendistato cognitivo; è blended e prevede seminari in presenza (BootCamp) e attività online (materiali per l aggiornamento e una comunità professionale di pratica); prende in considerazione le competenze sia tecnologiche che pedagogiche. Questo Programma intende offrire ai docenti la possibilità di sperimentare le LIM in prima persona, per verificarne benefici, vantaggi e punti deboli e poi provare ad utilizzarle in aula. I DESTINATARI I beneficiari della formazione sono innanzitutto docenti che fungeranno da Campioni e docenti che impareranno ad usare la LIM per l insegnamento nelle proprie discipline. RUOLO DEI CAMPIONI I Campioni sono insegnanti più esperti nell'uso delle LIM e delle TIC, che possono supportare gli altri e creare spazi di apprendimento in cui incontrarsi, scambiare idee e condividere esperienze e informazioni. Il loro compito è favorire il trasferimento dell innovazione, assumendo il ruolo di coach e tutor per gli altri docenti e collaborare alla progettazione e realizzazione dei materiali di apprendimento per le sessioni dei BootCamp. Ogni campione ha il compito di sostenere un gruppo di colleghi all'interno della propria scuola o centro, supportando il loro apprendimento e incoraggiando la condivisione di conoscenze ed esperienze. In sintesi, condurranno i BootCamp e altre sessioni di supporto per favorire l'uso della LIM come strumento per l'insegnamento e l'apprendimento. I Campioni hanno accesso a materiali di aggiornamento (materiali CPD) online, come videotutorial, schede ed esempi di lezioni sul sito del progetto: Secondo il nostro approccio metodologico, essi sono primi inter pares: sufficientemente esperti nell'uso LIM, sono disposti a condividere la loro esperienza e sono quindi formati per diventare i Campioni della LIM'. Idealmente per condurre i BootCamp si dovrebbero reclutare due o più campioni per ogni centro, riducendo così il carico di lavoro ma anche per promuovere la collaborazione tra colleghi. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 6

7 IL MODELLO BOOTCAMP Il Programma di Formazione si basa sui seguenti presupposti: Usare metodologie di apprendimento esperienziale questo garantisce la possibilità di fare pratica sulla LIM e sul suo software, nonché l opportunità di raccogliere feedback e riflettere. Fare una formazione molto interattiva - l'elemento didattico dovrebbe, per quanto possibile, essere ridotto al minimo e diventare più pratico. Gli insegnanti familiarizzano con la LIM dando dimostrazione delle loro creazioni (attività e lezioni) ai colleghi. I docenti devono lavorare insieme e collaborare allo sviluppo di materiali utili e di una banca di risorse. Gli insegnanti devono divertirsi durante la formazione. Questo modello può essere adattato ed applicato alla formazione su altri tipi di tecnologia, come ad es. le applicazioni Office 365 e Windows 8 e per l introduzione di nuovo hardware nella scuola o centro. Il Programma di Formazione comprende: individuazione e formazione dei "Campioni"; formazione degli insegnanti attraverso BootCamp condotti dai Campioni e sperimentazione della LIM in aula. Per favorire la riflessione sull esperienza, ogni docente monitorerà e descriverà brevemente la propria attività didattica con le LIM. Durante la formazione, Campioni e insegnanti possono usufruire di alcune risorse didattiche ed esempi di programmi per i BootCamp, disponibili online nella comunità SmartVET (http://etuitionnetwork.ning.com): un Manuale didattico Materiali per l aggiornamento (CPD videotutorial, opuscoli, ecc.). Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 7

8 PRATICA SULLA LIM Questo aspetto del modello serve ad acquisire fiducia nel fare e presentare lezioni con la LIM: gli insegnanti sono coinvolti in attività dimostrative ( Show and Tell ) verso i colleghi e sono incoraggiati a fornire un feedback verbale sulla propria esperienza. Questo può includere anche la risoluzione di problemi tecnici, come il cablaggio, la calibrazione e l'allineamento del proiettore. I partecipanti si formano una sensibilità per la lavagna e possono dedicare del tempo a muoversi tra i programmi sullo schermo, annotare sul desktop e salvare le note. PRATICA SUL SOFTWARE Durante la sperimentazione pilota è emerso che gli insegnanti necessitano di fare più esperienza pratica con il software della LIM. Il software può variare molto a seconda della marca della lavagna installata nelle scuole o centri. Gli insegnanti hanno bisogno di tempo per sperimentare gli strumenti per creare e salvare le pagine e navigare attraverso le risorse disponibili. Poiché la disponibilità delle LIM può variare notevolmente, gran parte della pianificazione e creazione di una lezione avviene sul software, piuttosto che su una LIM. Durante i BootCamp, gli insegnanti devono svolgere compiti semplici ma divertenti al fine di testare la loro conoscenza del software e migliorare rapidamente le loro abilità. COLLABORAZIONE I Campioni sono incoraggiati a creare una piattaforma per la collaborazione tra gli insegnanti coinvolti nell aggiornamento professionale. Se le scuole ne dispongono, essi possono utilizzare gli ambienti virtuali di apprendimento (AVA) che già utilizzano, come Moodle, SharePoint o Edmodo, oppure possono usufruire della rete NING SmartVET utilizzato dalle scuole di Wicklow ( Un ambiente virtuale di apprendimento ( AVA ) è un sistema educativo e-learning basato sul web che integra la tradizionale educazione in presenza con l'accesso a lezioni virtuali, a contenuti didattici specifici e altre risorse esterne, come link di siti web accademici. È anche uno spazio sociale in cui studenti e insegnanti possono interagire attraverso discussioni a tema o chat. Tipicamente adotta gli strumenti Web 2.0 per l'interazione a 2 vie e include un sistema per la gestione dei contenuti. L'ambiente NING SmartVET può essere utilizzato dai Campioni per creare eventi, raccogliere risorse, accedere ai materiali per l aggiornamento (CPD) e avviare discussioni tra gli insegnanti. CREAZIONE DELLE RISORSE Gli insegnanti sono invitati a individuare un aspetto del loro lavoro e concentrarsi su questo per la durata del progetto. Le risorse vengono create utilizzando il software specifico della LIM che hanno a disposizione e condivise nella comunità di pratica e possono comprendere lezioni, attività e giochi, insiemi di immagini, file audio e video. Una volta create, le risorse possono essere facilmente modificabili e condivise tra i pari. DIMOSTRAZIONI (SHOW AND TELL) Nei BootCamp introduttivo e di follow on, si chiede agli insegnanti di presentare le loro lezioni sulla LIM agli altri partecipanti e di dare un feedback sui propri progressi. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 8

9 LA FORMAZIONE DEI CAMPIONI (OPZIONALE) Il Programma di Formazione inizia con l individuazione tra i docenti di coloro che hanno adottato per primi la LIM e invitandoli a svolgere il ruolo di Campioni. Questa formazione è opzionale e dipende in gran parte dalle risorse disponibili, dal livello di competenza e il numero di campioni reclutati presso un centro. Si rimanda al sito per ulteriori informazioni su BootCamp nazionali. 2 BOOTCAMP PER I CAMPIONI OBIETTIVI Introdurre la metodologia BootCamp Introdurre gli strumenti di base della LIM Esplorare i 4 approcci didattici all uso della LIM (vedi il Manuale Didattico). Costruire lezioni per la LIM Esplorare risorse web Usare una piattaforma di condivisione/ava per insegnanti Preparare e organizzare i BootCamp per i docenti CONTENUTI Gli strumenti di base della LIM Progettare la didattica con la LIM: esempi di Lezione Frontale, Lezione Multimediale, Lezione Interattiva, Lezione Collaborativa Lo strumento per la Registrazione Siti Smart Exchange e Promethean Planet (o equivalenti) Risorse web (YouTube, Triptico...) Creazione di Blog o Ambienti Virtuali (AVA) (Google Drive, Wiki...) Risoluzione di problemi tecnici Dimostrazione alla classe (Show and tell). RISULTATI Lezioni contenenti tre pagine/slide sulla LIM. Video su argomenti specifici. Blog o AVA. Materiali per i BootCamp dei docenti. Questionario on-line. DURATA: 3 GIORNI 2 Una descrizione dettagliata è disponibile in Appendice A. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 9

10 LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI La formazione dei docenti comprende: BootCamp incontri di pratica sulla LIM progettati per fornire conoscenze di base sull uso delle lavagne digitali, preparare e fare il punto delle attività on the job; Formazione on the job include l uso della LIM in aula, per il quale i docenti possono avvalersi di risorse come il Manuale Didattico SmartVET, materiali per l aggiornamento (Materiali CPD) e la comunità di pratica online. IL MODELLO BOOTCAMP COME FUNZIONA FASE UNO I Campioni organizzano per Settembre/ Ottobre un BootCamp Introduttivo', il cui obiettivo è far acquisire competenze di base sulla LIM, attivare i partecipanti, coinvolgere i docenti nell uso della tecnologia e promuovere la collaborazione e la riflessione sulle loro esperienze. Questa sessione serve anche a motivare e preparare gli insegnanti alle loro attività in aula. Idee e suggerimenti in Appendice B. FASE DUE In Marzo/Aprile o verso la fine dell anno scolastico si può organizzare un successivo BootCamp di Follow on per riattivare i docenti e mantenerne lo slancio. I contenuti di questo BootCamp si possono adeguare ai feedback espressi dagli insegnanti dopo i loro primi giorni di formazione. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 10

11 Questa sessione più breve offre ai partecipanti la possibilità di riflettere sulla propria pratica di insegnamento e condividere con i colleghi le esperienze, positive o no. In base al livello di competenze tecnologiche dei partecipanti, possono anche essere presentati degli strumenti avanzati. FASE TRE I BootCamp Clinici sono un modo informale per i Campioni di incontrare e fornire supporto ai docenti. I Campioni possono scegliere di organizzare sessioni uno-a-uno o far lavorare insieme piccoli gruppi di insegnanti per risolvere i problemi, tecnici o di altra natura, senza dover coinvolgere presidi o coordinatori di centro. Tutte le comunicazioni che riguardano i BootCamp, come eventi, risorse, discussioni o commenti dovrebbero essere condivise tramite un ambiente virtuale (AVA) o Comunità di Pratica. CONTENUTI DEI BOOTCAMP Il contenuto dei BootCamp può variare a seconda delle competenze tecnologiche e del numero degli insegnanti, delle risorse e del tempo disponibili. Si raccomanda vivamente un BootCamp introduttivo di due giorni, per mettere i docenti in grado di iniziare a usare la LIM, ma il modello può essere adattato in base ai fabbisogni formativi e ai vincoli temporali. Si consiglia inoltre un breve BootCamp di 'Follow on' per monitorare l uso delle LIM da parte degli insegnanti. In Appendice B e C trovate alcune guide utili per iniziare. Molti altri esempi sono disponibili nella Comunità di Pratica SmartVET (http://etuitionnetwork.ning.com). FORMAZIONE SUL LAVORO (TRAINING ON THE JOB) I docenti scelgono le discipline, gli argomenti, le lezioni e la metodologia che intendono applicare e poi utilizzano la LIM nelle loro quotidiane attività di insegnamento. Il periodo può variare a seconda delle opportunità e disponibilità degli insegnanti e degli istituti scolastici e formativi, tuttavia raccomandiamo di inserire la LIM all interno dei corsi curricolari o standard e di usarla per un periodo di almeno 6 mesi. Si consiglia inoltre agli insegnanti di documentare la propria esperienza con una scheda appositamente progettata, da compilare almeno una volta ogni 3 mesi (vedasi appendice F). Durante la formazione sul lavoro si possono organizzare uno o più BootCamp Clinici ; inoltre i Campioni supportano e incoraggiano gli insegnanti nei rispettivi centri/scuole e gli insegnanti possono contare anche sul supporto di materiali e risorse di apprendimento disponibili nella comunità online SmartVET. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 11

12 BOOTCAMP INTRODUTTIVO OBIETTIVI Introdurre gli strumenti della LIM Costruire lezioni alla LIM Esplorare le risorse web Utilizzare una piattaforma di condivisione/ AVA per insegnanti CONTENUTI Gli strumenti per Principianti Lo Strumento per la Registrazione Siti Smart Exchange e Promethean Planet (o equivalenti) Risorse web e Ambienti Virtuali/Comunità dei Pratica Dimostrazione alla classe (Show and tell) RISULTATI Lezioni sulla LIM. Lezioni con risorse web. Questionario on-line. DURATA: 1 O 2 GIORNI. BOOTCAMP DI FOLLOW ON OBIETTIVI Fare il punto sull uso della LIM Promuovere la collaborazione tra pari usando una Comunità di Pratica Condividere l esperienza con la LIM Introdurre strumenti avanzati Costruire e condividere lezioni CONTENUTI Progettare lezioni con il software LIM: lezioni Frontale, Multimediale, Interattiva e Collaborativa Risoluzione di problem tecnici Pratica con gli strumenti avanzati del software LIM Dimostrazioni (Show and tell): i docenti illustrano agli altri partecipanti delle lezioni interattive e forniscono i loro feedback RISULTATI Attività didattiche Schemi di lezioni e risorse interattive Questionario on-line DURATA: 1 GIORNO (ove possibile) Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 12

13 10 PASSI PER IL SUCCESSO DELLA FORMAZIONE Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 13

14 1. LEADERSHIP Assicurarsi che i dirigenti della scuola o centro siano consapevoli dello scopo del progetto; abbiano le risorse per fornire le necessarie attrezzature e incoraggiare positivamente gli insegnanti a partecipare. 2. SCEGLIERE IL MODELLO Decidere quale versione del modello funziona meglio per la propria istituzione. In un istituto scolastico piccolo è sufficiente un Campione; in una grande organizzazione è preferibile adottare un approccio strategico, e di creare una squadra di Campioni. Struttura per la realizzazione del modello formativo 3. TROVARE IL/I CAMPIONE/I Invitare gli insegnanti a partecipare a un processo di selezione o identificare i primi appassionati utilizzatori di LIM e invitarli a fare i Campioni. Il loro compito è quello di favorire il trasferimento dell innovazione, interpretando il ruolo di coach e tutor per gli altri docenti e collaborare nella progettazione e realizzazione di materiali formativi per i BootCamp. Ogni campione gestirà un gruppo di colleghi all'interno della propria scuola o centro, supportando il loro apprendimento e incoraggiando la condivisione di conoscenze ed esperienze. In sintesi, essi organizzeranno BootCamp e incontri clinici a sostegno dell'uso della LIM di strumento didattico. Si consiglia di: Individuare due Campioni per ogni scuola o centro Garantire la disponibilità di uno o più dipendenti a tempo pieno per la risoluzione dei problemi tecnici Identificare personale disposto a condividere le proprie conoscenze con altri Preferire persone che hanno familiarità con la tecnologia. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 14

15 Le conoscenze tecniche sulla LIM costituiscono un titolo preferenziale. Nei centri di educazione e formazione si terranno i BootCamp Nazionali per Campioni, altrimenti noti come BootCamp per la 'formazione formatori'; dettagli al riguardo sono disponibili presso o sulla Comunità di Pratica NING. È inoltre possibile contattare i precedenti Campioni di Wicklow coinvolti nel progetto, che sono disponibili sia per una consulenza tramite la comunità di pratica che per la formazione sulle LIM nelle scuole 4. PIANIFICARE I BOOTCAMP Il BootCamp di due giorni, che concede agli insegnanti parecchio tempo per familiarizzare con il software, fare pratica sulla LIM e collaborare, si è rivelato il migliore tra quelli finora realizzati. È importante considerare il tempo e le risorse disponibili nella propria scuola o centro: gli insegnanti hanno accesso alle lavagne? E qual è il momento migliore per tenere i BootCamp? Si consiglia di pubblicizzare il/i BootCamp nella newsletter della scuola, nei consigli di classe e riunioni, tramite , e comunicazioni sulle bacheche per il personale. 5. RECLUTARE GLI INSEGNANTI Organizzare il BootCamp per tutti gli insegnanti del centro scolastico o invitarli a richiedere di partecipare; incoraggiarli a collaborare e interagire sull AVA per tutta la giornata di formazione. Se non se ne possiede uno consigliamo di aprire uno spazio all inizio del progetto con SharePoint Space, Moodle, Google Docs, Edmodo o Wiki. È anche possibile aderire alla comunità NING SmartVET e utilizzare le risorse create da Campioni e insegnanti di Wicklow. 6. CURARE LE ATTREZZATURE Assicurarsi che tutte le apparecchiature funzionino correttamente, che il software specifico della LIM sia stato precaricato sui computer, che ci sia una buona connessione internet nelle aule che vengono utilizzate. Liste di controllo per le attrezzature sono disponibili in appendice. Anche organizzare un rinfresco può essere utile per sostenere i BootCamp. 7. REALIZZARE I BOOTCAMP I BootCamp adottano l'apprendimento esperienziale ed è necessario offrire molte attività e giochi per fare pratica. I contenuti dei BootCamp sono progettati per essere veloci; gli insegnanti completano i compiti e le attività in tempi brevi, in modo da rimanere il più possibile in azione durante le sessioni formative. al fine di mantenere le sessioni di movimento. I Campioni danno sostegno agli insegnanti mentre questi svolgono i compiti e risolvono i problemi individuali. I docenti sono incoraggiati ad aiutarsi l'un l'altro per risolvere i problemi in maniera collaborativa, sia in coppie che piccoli gruppi. Le dimostrazioni (Show and Tell) offrono ai partecipanti l'opportunità di descrivere come hanno risolto i problemi e ciò che hanno imparato. La premessa di base del modello BootCamp è quello di preparare al supporto tra pari dopo la fine del BootCamp. 8. TRACCIARE I PROGRESSI DEGLI INSEGNANTI Gli insegnanti dovrebbero essere incoraggiati ad applicare in aula quanto apprendono e a relazionare sull'esperienza. I Campioni si accordano e identificano con il singolo insegnante un aspetto del programma di studi che intende mettere a fuoco e quindi sviluppare le risorse e le lezioni con la LIM in questo ambito. È importante notare che gli insegnanti non sono costretti a creare da zero le loro lezioni, ma possono limitarsi a modificare le pagine e le attività esistenti per renderle più interattive. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 15

16 È inoltre consigliabile creare un sondaggio o questionario online per raccogliere i feedback, ad es usando. (vedi Appendice E per un esempio di scheda di monitoraggio). Durante questa fase, il campione può anche eseguire brevi BootCamp clinici per aiutare gli insegnanti. Questi possono anche essere uno-a-uno per offrire al docente sostegno morale e incoraggiamento. 9. COSTRUIRE IL GRUPPO Condividere e valorizzare il lavoro degli insegnanti quando creano lezioni coinvolgenti e chiedere loro di mostrare esempi di lezioni, sia attraverso la Comunità di Pratica / AVA che nelle riunioni di gruppo. 10. PASSARE IL TESTIMONE Usare un approccio collaborativo per promuovere la condivisione e la discussione sul funzionamento della tecnologia in classe e sul fatto se migliora o no l'esperienza di apprendimento degli studenti. Tener presente che man mano che gli insegnanti diventeranno più sicuri, aumenterà il loro uso della LIM e delle tecnologie associate e perciò aumenteranno anche le richieste di disporre delle LIM. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 16

17 Bibliografia Bandura, A. (1977). Social Learning Theory. New York: General Learning Press. Barber, M., & Mourshed, M. (2007). How the world s best performing schools systems come out on top. Available at: forming_school.aspx BECTA (2007). Research report: Impact of ICT in schools: a landscape review. Available at: Biehler & Snowman (1997). Psychology applied to teaching, Houghton Mifflin Co. Brown, J.S., Collins, A. and Duguid, P. (1989). Situated cognition and the culture of learning. Educational Researcher, 18(1), Available at Brown J.S., Duguid P. ( Organizational Learning and Communities-of-practice: Toward a Unified View of Working, Learning and Innovation. Organization Science, Vol.2, n.1. Brown, J. S., Gray, E. S. (1995), The People Are the Company How to build your company around your people, Fast Company Magazine, 1, p.78. Calvani, A. (1999). Ricerca azione on-line: nuovi modelli per l'innovazione e la sperimentazione educativa. Laboratorio di tecnologie dell'educazione, Università degli Studi di Firenze. Collins, A., Brown, J.S., & Newman, S.E. (1989). Cognitive apprenticeship: Teaching the crafts of reading, writing, and mathematics. In L. B. Resnick (Ed.) Knowing, learning, and instruction: Essays in honor of Robert Glaser (pp ). Hillsdale, NJ: Lawrence Erlbaum Associates. Dick, B. (2002). Action research. Available at Ferrance, E. (2010). Action research. Northeast and Islands Regional Educational Laboratory at Brown University. Available at Glover, D., Miller, D., Averis, D., & Door, V. (2007). The evolution of an effective pedagogy for teachers using the interactive whiteboard in mathematics and modern languages: An empirical analysis from the secondary sector. Learning, Media and Technology, 32(1), Hall, G., & Hord, S. (2006). Implementing change: Patterns, principles and potholes (2 nd Ed.). Boston: Allyn and Bacon. Higgins, S., Beauchamp, G. & Miller, D. (2007). Reviewing the literature on interactive whiteboards. Learning, Media and Technology, 32(3), NEA - National Education Association, (2013). Professional Development. Available at Sweeney, T. (2008). Transforming learning with interactive whiteboards: Towards a developmental framework. Australian Educational Computing, 23(2), Wenger E. (1998). Communities of practices: learning, meaning and identity, Cambridge University Press, London. Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 17

18 Appendice A - BootCamp per Campioni (3 giorni) Giorno Benvenuto e introduzione al BootCamp e alla Comunità. Strumenti/Abilità Sviluppati Aderire alla Comunità di Pratica Pratica sulla LIM: Pictionary/ Dream House/ Stick Man Giant Word Search (vedi materiali CPD) Introduzione agli strumenti base. Creare un esercizio cloze (completamento testo) usando penne, linee, fotocamera ed evidenziatori Introdurre il riconoscimento testo. Catturare immagini e testo con lo strumento fotocamera. Show and Tell I Campioni mostrano alla LIM le attività create. Introduzione agli approcci didattici. (Rif. Manuale Didattico, cap. 2) Penne/gomma/linee/Forme/ Timer Selezione, Rotazione, Ridimensionamento Oggetti Inserimento sfondi e immagini Penne/Linee/Fotocamera/Ritaglio Evidenziatori/Riconoscimento testo/taglia & Incolla Modifica proprietà Realizzare lezioni Progettare lezioni con la LIM Pranzo di lavoro Costruire una Lezione. Creare una lezione usando due o più approcci didattici (vedi il Manuale Didattico); Creare una lezione di almeno tre slide (vedi materiali CPD) Creare pagine con giochi e attività tratti dalla Libreria, es. anagrammi, dadi, coppie, spinner. Progettare lezioni alla LIM Individuare e modificare risorse Disporre e archiviare risorse Ordinare oggetti Cercare risorse e attività Salvare lezioni Show and Tell I Campioni mostrano alla LIM le lezioni create Pratica (lavoro di gruppo) Pratica sulla LIM e sul software I Campioni si concentrano su una particolare area di interesse Fine giornata formativa Realizzare lezioni Valutazione tra pari Competenze nella presentazione Collaborazione e interazione per tutta la giornata sulla Comunità di Pratica/ AVA Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 18

19 Giorno Quiz sul BootCamp (vedi materiali CPD) Strumenti/Abilità Sviluppati Quiz per testare le competenze acquisite su LIM e software Strumento di Registrazione I Campioni creano un video su un tema specifico, ad es. una guida passo passo per misurare un angolo oppure I Campioni creano video di supporto per i BootCamp dei docenti Show and Tell I Campioni mostrano i video sulla LIM I Campioni aderiscono a YouTube e creano uno spazio di training per i BootCamp Caricare video Modificare impostazioni privacy Strumento di registrazione Realizzare lezioni Strumenti Web Creare e modificare video Pranzo di lavoro Mini Workshop Esplorare le Risorse: Introduzione a Smart Exchange e Promethean Planet (o equivalenti) Socrative Mentimeter Triptico Fine giornata formativa Compiti per casa: Creare un attività didattica che include uno o più strumenti basati sul web mostrati durante la giornata 2 di formazione. Strumenti Web Collaborazione e interazione per tutta la giornata sulla Comunità di Pratica/ AVA Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 19

20 Giorno Show and Tell del lavoro per casa: i Campioni mostrano attività e strumenti basati sul web Creazione di Blog o di un Ambiente di Apprendimento (AVA) I Campioni creano uno spazio di condivisione per i propri docenti, ad es. Google Drive/ Edmodo/ Weebly/ Wiki o modificano e adattano un sito SharePoint o Moodle Caricamento di risorse e link utili Strumenti/Abilità Sviluppati Realizzare lezioni Creare un blog e collaborare Risoluzione dei problemi: Checklist tecnica sulla LIM Calibrare la lavagna Cablatura Usare i proiettori Trovare soluzioni Risolvere i problemi tecnici Pranzo di lavoro Dimostrazione di MS Mouse Mischief Richiesti: Hub USB Un mouse senza fili per ogni campione Pratica (lavoro di gruppo) Pratica sulla LIM e il software i Campioni preparano i materiali per i BootCamp dei docenti Feedback e conclusioni I Campioni compilano un sondaggio online (es. Raccolta delle conclusioni sulla LIM Usare MS Mouse Mischief come strumento interattivo Programmazione Creare lezioni Creare sondaggi online Fine sessione formativa Collaborazione e interazione per tutta la giornata sulla Comunità di Pratica/ AVA Programma di Formazione degli Insegnanti sulle LIM 20

L'uso della LIM nella Didattica. Manuale per Insegnanti

L'uso della LIM nella Didattica. Manuale per Insegnanti L'uso della LIM nella Didattica. Manuale per Insegnanti Autori > ANNA GIGLIOLI - ENAIP FVG > Con il contributo (nella versione Inglese) di Angela Higgins - KWETB Wendy O'Sullivan - KWETB > E dei 'Campioni':

Dettagli

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA di Mario Comoglio INTRODUZIONE 1 Non è raro imbattersi in articoli e in interventi ministeriali che affrontano la questione di come valutare l apprendimento degli studenti.

Dettagli

Didattiche con la LIM

Didattiche con la LIM Didattiche con la LIM Modelli e prospettive Luca Ferrari Dipartimento di Scienze dell Educazione, Università di Bologna Index 1. Scenario 2. Definizione e caratteristiche 3. Un modello didattico problematico

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Gli strumenti per una didattica inclusiva

Gli strumenti per una didattica inclusiva STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Ottilia Gottardi CTI Monza Est Gli strumenti per una didattica inclusiva Ottilia Gottardi CTI Monza Est PRINCIPI della PEDAGOGIA INCLUSIVA Tutti possono imparare;

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Che cos è la LIM? L utilizzo didattico della LIM La LIM consente di andare incontro a diversi stili

Che cos è la LIM? L utilizzo didattico della LIM La LIM consente di andare incontro a diversi stili Che cos è la LIM? La LIM, Lavagna Interattiva Multimediale, è una lavagna arricchita da potenzialità digitali e multimediali. Si tratta di una periferica collegata al computer, che rende possibile visualizzare

Dettagli

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Software da rilasciare con licenza GPL. Componente tecnologica: Drupal Premessa Obiettivi e Linee-Guida Mettere a disposizione

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

COLLABOR@ ORGANIZZA RIUNIONI ON-LINE DA QUALUNQUE PC RECUPERA IL TUO TEMPO TAGLIA I COSTI DEI TUOI SPOSTAMENTI RISPETTA L AMBIENTE

COLLABOR@ ORGANIZZA RIUNIONI ON-LINE DA QUALUNQUE PC RECUPERA IL TUO TEMPO TAGLIA I COSTI DEI TUOI SPOSTAMENTI RISPETTA L AMBIENTE COLLABOR@ ORGANIZZA RIUNIONI ON-LINE DA QUALUNQUE PC RECUPERA IL TUO TEMPO TAGLIA I COSTI DEI TUOI SPOSTAMENTI RISPETTA L AMBIENTE COSA E QUANDO SERVE PERCHE USARLO E un servizio di Cloud Computing dedicato

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE Progetto di formazione Questo progetto si articola in due diversi interventi: - un corso/laboratorio per

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Dall istruzione programmata all e-learning

Dall istruzione programmata all e-learning Dall istruzione programmata all e-learning L ausilio delle tecnologie informatiche e dell intelligenza artificiale per l insegnamento degli allievi è un binomio che ha visto un progressivo sviluppo di

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it Indirizzi di studio 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia 2. Elettronica ed Elettrotecnica 3. Informatica e Telecomunicazioni

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Uno per tutti, tutti per uno.

Uno per tutti, tutti per uno. Uno per tutti, tutti per uno. Bologna, 09/02/2015 Dainese Roberto Educare attraverso il Cooperative Learning: stile attributivo e competenze metacognitive Chiara Trubini Marina Pinelli Psicologia - Università

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

WEBCONFERENCE. La lezione a casa

WEBCONFERENCE. La lezione a casa WEBCONFERENCE La lezione a casa Fabio Biscaro @ www.oggiimparoio.it capovolgereibes.net 2 Valutazione dei video (1) 1. Video corti 2. Focus su un unico argomento 3. Essere chiari e non dare nulla per scontato

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Come usare al meglio la vostra LIM

Come usare al meglio la vostra LIM Come usare al meglio la vostra LIM Editore European Schoolnet Rue de Trèves 61 - B1040 Bruxelles www.europeanschoolnet.org info@eun.org Autore Diana Bannister gruppo e-learning Technologies dell Università

Dettagli

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali Guida alle attività è un attività da usare con studenti dagli 11 ai 14 anni o con più di 16 anni. Consiste in un set di carte riguardanti le conoscenze basilari sulle cellule staminali e sulle loro applicazioni

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Come progettare e implementare un corso di formazione sulla Mobilità Sostenibile

Come progettare e implementare un corso di formazione sulla Mobilità Sostenibile Come progettare e implementare un corso di formazione sulla Mobilità Sostenibile Note legali: La responsabilità per il contenuto di questa pubblicazione è degli autori. Esso non necessariamente riflette

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 187 docenti di italiano e matematica delle classi prime e seconde e docenti di alcuni Consigli di Classe delle 37 scuole che

Dettagli

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida LINEE GUIDA per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione (CEV) ai sensi dell art. 4, comma 4 del Decreto Ministeriale

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

Computer Mediated Communication (CMC) e Second Life

Computer Mediated Communication (CMC) e Second Life Form@re, ISSN 1825-7321 Edizioni Erickson, www.erickson.it Questo articolo è ripubblicato per gentile concessione della casa editrice Edizioni Erickson. Computer Mediated Communication (CMC) e Second Life

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Prova sul campo. Primavera 2014. OECD Organisation for Economic Cooperation and Development. Ministero della Pubblica Istruzione

Prova sul campo. Primavera 2014. OECD Organisation for Economic Cooperation and Development. Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione OECD Organisation for Economic Cooperation and Development Prova sul campo

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

ON LINE COACHING SCHOOL

ON LINE COACHING SCHOOL ON LINE COACHING SCHOOL ON LINE COACHING SCHOOL corso di coaching skills e avvio alla professione di coach Mentre si conclude la prima edizione, yucan.it e ICTF presentano il secondo corso online di avvio

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Lettera aperta agli studenti di questo pianeta

Lettera aperta agli studenti di questo pianeta Lettera aperta agli studenti di questo pianeta Postscritto all edizione tascabile dell estate 2011 di The World Is Open: How Web Technology Is Revolutionizing Education C U R T I S J. B O N K, P R O F

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo

Suggestopedia Moderna teoria e pratica capitolo capitolo Fattori Introduzione suggestopedici alla Suggestopedia La dessuggestione Moderna delle barriere di apprendimento pag. 7 Se vuoi costruire una nave, non raccogliere i tuoi uomini per preparare

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

DIDATTICA ATTIVA SU MOODLE: PROSPETTIVE PER IL FREQUENTANTE ONLINE

DIDATTICA ATTIVA SU MOODLE: PROSPETTIVE PER IL FREQUENTANTE ONLINE DIDATTICA ATTIVA SU MOODLE: PROSPETTIVE PER IL FREQUENTANTE ONLINE Alessio Ceccherelli 1, Andrea Volterrani 2 1 Scuola Istruzione a Distanza, Università di Roma Tor Vergata ceccherelli@scuolaiad.it 2 Dipartimento

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli