REPORT Innovazione a quattro portate

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REPORT 2012. Innovazione a quattro portate"

Transcript

1 REPORT 2012 Innovazione a quattro portate IT

2 01 Indice 36 My network 02 Prefazioni Un occhiata nella galleria Gruppo di lavoro sulle facciate degli edifici 02 Competitività duratura 41 Il TIS mette in rete e supporta l associazione Pietra 04 Il 2012, un anno positivo! Naturale dell Alto Adige 06 Noi del TIS Le Travi uso Fiume e uso Trieste Terminato il progetto Legno di montagna 08 I collaboratori del TIS affrontano i problemi per risolverli 41 Gruppo di lavoro sul solare termico 08 I nostri obiettivi aziendali 43 Network regionali ed energie innovative 08 Il metodo TIS e i nostri servizi 43 L unione fa la forza 09 La nostra organizzazione 43 La rete di responsabili della qualità 10 My input Regiograno una storia vincente Alto Adige, dove la birra è di casa 14 Enertour: un valore aggiunto di di euro 45 Cinque donne e una pietra 16 Studio: più impianti biogas in Alto Adige! 46 Un bagno insieme nel World Wide Web 17 Austerità anche negli incentivi all energia 46 La rete di eccellenze LEADERS è cresciuta 17 Delegazione del Nord America ospite dello snowtour 47 I responsabili dell innovazione in Alto Adige 17 in Alto Adige Gestire in modo intelligente i comprensori sciistici 48 My product 18 Una buona neve non cade per forza dal cielo 52 Un superfrutto a colazione 18 Il Cluster sports & wintertech e i giochi olimpici 52 Creativi si nasce o si diventa? 18 Non si può risparmiare sulla confezione 52 Open Innovation Alto Adige Il packaging fa gli alimenti Ganci appendiabiti costruiti con la propria stampante 3D Leggerezza in bicicletta Stampante 3D, tagliatrice laser e un ghiacciaio Lo sviluppo di prodotti medico-tecnici Indice 20 Il Lean a Berlino 55 L etichettatura dei prodotti alimentari non è mai 20 Le case nella terra di mezzo stata così semplice L importanza della marcatura CE Casa sostenibile casa! 56 My office 21 Ignorare i rischi 60 Leggero come la neve 21 Allerta in caso di pericoli naturali 60 Tra escursioni con le ciaspole e lanci con il paracadute 21 Medicina tradizionale europea 60 Un nuovo sito internet in un battibaleno 23 Imparare dalle altre culture: il Giappone 60 Re Laurino & Ötzi Due appuntamenti da leccarsi i baffi! 60 Aggiungi un posto al tavolo da poker 24 Wake-up: alimenti sani 60 TIS: aumenta il traffico su facebook per la Red Bull 24 Pollice su: like 61 Il TIS fa scuola La Free Software Conference rende l Alto Adige smart Traffico intelligente per una Bolzano più verde 62 Awards 26 Un applicazione per il turismo al servizio dell analisi 62 Free Software Award delle zone di pericolo 63 Geierschnabel-Award 26 4 volte TIS Paper 64 Social Media Crystal 28 L impresa che cambia: tre volte Trend 65 Enertour 4 university students Il telefono delle idee Fuori dalla media 66 La Lunga notte della ricerca 30 Innovation Festival 72 Colophon 1

3 Competitività duratura L Alto Adige ha retto la crisi degli ultimi anni meglio della maggior parte delle altre regioni, sia in Italia che in tutta Europa. Gli investimenti fatti, non solo relativamente all Innovation Festival o al Parco tecnologico, dimostrano che abbiamo il coraggio e la lungimiranza per affrontare il futuro, indipendentemente dalla durata dei mandati istituzionali e dai periodi di legislatura. Nonostante l immobilità della politica italiana, l Alto Adige non si è mai fermato. I drastici mutamenti della società non risparmiano tuttavia la nostra Provincia. Istruzione e competenza sono le risorse più importanti del XXI secolo. Bambini e ragazzi hanno bisogno di istruzione e questa non gli viene certo negata. Tuttavia, se vogliamo che in futuro possano trovare un posto di lavoro in Alto Adige, in grado di rispecchare la loro qualifica e con cui possano mantenersi autonomamente e sostenere le spese senza difficoltà, allora, come Giunta provinciale, dobbiamo fare in modo che l Alto Adige sia in grado di assicurare questo in modo duraturo. Per tale ragione investiamo nel Parco tecnologico; se vogliamo, infatti, che i cervelli brillanti rimangano qui, abbiamo bisogno anche delle tanto citate mura al cui interno le quali questi cervelli possano lavorare. Questo investimento assicurerà benessere futuro soprattutto a tutti quei giovani che tra cinque, dieci o vent anni si riverseranno sul mercato del lavoro. Questi giovani rimarranno in provincia, guadagneranno bene e pagheranno tasse e contributi previdenziali, restituendo alla società ciò che è stato investito per la loro formazione. PREFAZIONE Negli ultimi anni, il TIS innovation park è diventato un vero e proprio motore dell innovazione in Alto Adige. Al TIS si realizza già molto di quello che ci aspettiamo dal futuro Parco tecnologico: crea reti e sinergie sfruttando il potenziale in modo efficiente e pragmatico. Supporta sia le imprese già esistenti nello sviluppo di prodotti che la creazione di quelle nuove, trasferendo competenze e tecnologie alle aziende altoatesine. Il Parco tecnologico che sorge a Bolzano sud darà al TIS e alle imprese della provincia ulteriore spazio, e contribuirà a mantenere la competitività dell Alto Adige. Luis Durnwalder Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano Roberto Bizzo Assessore provinciale all Innovazione Luis Durnwalder Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano Roberto Bizzo Assessore provinciale all Innovazione 3

4 Il 2012, un anno positivo! Nel 2012 si è svolto il primo Innovation Festival. Promosso dall Assessore provinciale Roberto Bizzo, al TIS è stato dato l onorato ma anche difficile compito di organizzarlo con successo. Per tre giorni siamo riusciti a convogliare l attenzione sul tema spigoloso dell Innovazione, a smuovere le coscienze dei cittadini e a creare entusiasmo nonostante i tempi difficili. Oltre al Festival, nel 2012 il TIS si è concentrato sul potenziamento dell unione tra imprese e ricerca. Questo scambio di conoscenze è stato realizzato per mezzo di 62 workshop tecnici, viaggi tecnologici presso esperti del settore, fiere tecnologiche e una fitta rete tra e con le imprese. Da questi eventi sono scaturiti 39 gruppi di lavoro a tema con oltre 350 partecipanti. Più di 100 partner tecnologici sono stati messi in contatto su loro precisa richiesta e sono stati seguiti più di 250 sviluppi di prodotti. Anche l Incubatore d imprese ha avuto oltre 80 candidati da esaminare e consigliare, acquisendo alla fine 7 imprese nuove. Siamo particolarmente lieti di aver partecipato, insieme alla Camera di commercio di Bolzano, alla formazione di 14 responsabili del settore innovazione di imprese altoatesine e di aver avviato un ulteriore corso con 16 partecipanti. Grazie all Innovation School, 6 imprese hanno potuto ricevere da giovani laureati e ricercatori di 4 università italiane proposte per nuovi trend e progetti su temi attuali. PREFAZIONE Come potrete vedere nelle pagine successive, nel 2012 il TIS si è concentrato soprattutto nel trasferimento di know-how la cui richiesta, insieme a quella dello sviluppo di idee, quindi tutto ciò che nell ambito del TIS viene nominato My input, è stata enorme e ha riguardato i settori più disparati come la produzione di neve o energia, i social media e il free software, i pericoli naturali, la costruzione di facciate o il cerimoniale del tè (!): tutto all insegna di un anno positivo! Vi auguriamo una lettura interessante e ispiratrice. Hubert Hofer Direttore del TIS Nikolaus Tribus Presidente del TIS Hubert Hofer Direttore del TIS innovation park Nikolaus Tribus Presidente del TIS innovation park 5

5 NOI DEL TIS Spirito di gruppo, plurilinguismo, apertura al mondo e tolleranza al TIS si danno per scontate.

6 I collaboratori del TIS affrontano i problemi per risolverli La nostra organizzazione I problemi sono fatti per essere risolti e non bisogna temere di non essere in grado di farlo: con questa filosofia il TIS cerca di sostenere i suoi clienti e le imprese altoatesine. Spirito di squadra, 3 Aree plurilinguismo, apertura al mondo e tolleranza sono per il TIS pane quotidiano. Visto che l Alto Adige non può eccellere in tutto, il TIS ha deciso di analizzare tre aree nelle quali la provincia ha un particolare potenziale: I nostri obiettivi aziendali Il TIS ha come obiettivo l aumento del grado innovativo e tecnologico delle imprese altoatesine. Tale obiettivo generale si raggiunge attraverso: 1. Sensibilizzazione sul tema delle conoscenze scientifiche e del know-how tecnologico Tecnologie alpine e loro diffusione (My input); 2. Coordinamento e conduzione della cooperazione all interno delle aziende e tra le aziende, enti di ricerca, associazioni e altri attori (My network); 3. Supporto nello sviluppo di nuovi prodotti e servizi (My product); Alimentari & Benessere 4. Supporto nella creazione di nuove imprese e insediamento di imprese tecnologiche (My office). Energia & Ambiente Il metodo TIS e i nostri servizi Il TIS è un centro e uno stimolo per l innovazione, la cooperazione e il trasferimento tecnologico per tutti gli attori altoatesini parte del sistema innovazione, in particolare per le imprese. NOI DEL TIS Questo vuol dire, da una parte che il TIS ha il compito politico di aumentare il grado innovativo e tecnologico di imprese e organizzazioni altoatesine e, dall altra, che in linea di principio ogni impresa, cooperazioni di imprese, persone singole e qualsiasi istituzione pubblica può rivolgersi al TIS per adottare provvedimenti e realizzare progetti nell ambito dell innovazione e della tecnologia. 3 centri trasversali Tre centri lavorano nel TIS in modo trasversale rimanendo pertanto a disposizione di tutte le aziende: l Incubatore d imprese e il Centro per le aziende tecnologiche, il Centro per il Free NOI DEL TIS Software & Open Technologies e quello per lo Sviluppo di Prodotto & Nuove Tecnologie. Tutti insieme cerchiamo di aiutare le imprese che si rivolgono a noi per problematiche My input specifiche, migliorando il loro processo di innovazione, aumentando il loro grado tecnologico e potenziando quindi la loro competitività. My network Incubatore My product Free Software & Open Technologies My office Sviluppo di Prodotto & Nuove Tecnologie 8 9

7 My INPUT Trend, tecnologie, cultura dell innovazione, acquisizione e diffusione delle conoscenze e attività di sensibilizzazione.

8 MY INPUT «Pensare è il lavoro più arduo che ci sia ed è probabilmente il motivo per cui così pochi ci si dedicano». Henry Ford MY INPUT 12 13

9 Enertour: un valore aggiunto di di euro I risultati del sondaggio parlano positivamente da soli: il valore aggiunto medio per l Alto Adige in rapporto ai fondi pubblici investiti è maggiore di quanto ci si aspettava. Accanto a questo valore concreto ce n è però anche uno altrettanto importante ma non misurabile che va nella direzione del lavoro di sensibilizzazione sui concetti energetici sostenibili, del lavoro di rete con circa 100 attori del settore energetico altoatesino, della visibilità positiva per la provincia o del rafforzamento dell immagine della Green Region e del ClimaLand. Di seguito due immagini che illustrano gli importanti risultati del sondaggio. Dal 2006, il progetto enertour del TIS innovation park e della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano organizza escursioni tecniche guidate in Alto Adige allo scopo di far conoscere progetti del settore energetico particolarmente innovativi. L obiettivo è quello di condividere con i partecipanti le conoscenze pratiche e l approccio concreto sui temi dell efficienza energetica e delle energie rinnovabili, mettendo in evidenza i punti di forza della green region Alto Adige. Circa 8000 persone dall Italia e dall Europa hanno finora aderito agli enertour proposti. Grazie ad enertour è stato generato un valore aggiunto misurabile di 5,6 milioni di euro in cinque anni (maggiori informazioni a pagina 15) per tutto l Alto Adige. Hai mai realizzato un intervento/progetto con un professionista o un azienda, o utilizzato un prodotto conosciuto durante un enertour? Enertouristi per scelta Combustibili rinnovabili, isolanti sostenibili ed efficienza energetica: questo è il pane quotidiano di progettisti e costruttori altoatesini, soprattutto da quando ci sono gli standard CasaClima. Per gli architetti delle altre regioni italiane però spesso sono delle novità ed è per questo che da 7 anni il progetto enertour li invita a visitare le eccellenze del settore energetico altoatesino e due di loro, Alberto Nadiani e Giovanni Robotti sono arrivati al loro ventesimo enertour. NO SÌ Questo 36 percento che ha risposto sì, ha indicato in una delle successive risposte il livello degli investimenti fatti. Il risultato: dal 2007 al 2012 il progetto enertour ha generato un valore aggiunto per l Alto Adige di oltre cinque milioni di euro. Architecture, energy & wine Energia sostenibile, architettura moderna e vini di alta qualità - tutto in un tour: il nuovo enertour: architecture, energy & wine proposto dal TIS innovation park e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano punta sui piaceri del palato. Il nuovo pacchetto enertour: architecture, energy & wine offre per la prima volta agli enerturisti la possibilità di visitare le cantine altoatesine in cui convivono armoniosamente e in maniera innovativa energia sostenibile, architettura moderna e vini di alta qualità. Alla visita tecnica della cantina con il suo sistema di energia sostenibile segue, infatti, una degustazione di vini e un buffet di specialità altoatesine. Tra le mete previste dal nuovo pacchetto enertour c è anche la nuova cantina della famiglia Pfitscher a Montagna, la prima cantina italiana ad avere ricevuto il sigillo di qualità CasaClima Wine. Questa struttura moderna ha un involucro efficiente a livello energetico, sfrutta fonti di energia rinnovabile, ha una gestione sostenibile delle risorse ed è rinomata per i suoi ottimi vini. Con il nuovo pacchetto enertour si vuole unire l utile al dilettevole, vale a dire la visita tecnica e il buon vino, evidenziando allo stesso tempo due punti di forza dell economia altoatesina ad alta potenzialità di innovazione. MY INPUT Il bilancio di enertour per l Alto Adige (Dal 2007 al 2012) MY INPUT 0,4 Mio. 5,6 Mio. Costi per l Alto Adige enertour Creazione di valore per la Green Economy altoatesina Creazione di valore per la Green Economy altoatesina Nel 2012 è stato condotto un ampio sondaggio tra i partecipanti all enertour. Si voleva scoprire soprattutto l utilità del progetto per i partecipanti, quali sono i suoi punti di forza e le sue debolezze e in quale direzione si deve portare avanti l iniziativa nei prossimi anni. In particolare si è voluto misurare se l enertour in questi cinque anni è riuscito a dare un contributo alla diffusione dell Innovazione made in Alto Adige oltre i confini della provincia. Il sondaggio online è stato spedito a circa 2000 contatti in tutt Italia. La quota di risposta si è attestata su un buon 10 percento: in tutto sono stati compilati 190 moduli. 1 : 14 Costi Benefici Se si confronta questo valore con i fondi pubblici investiti di 0,4 milioni di euro che il progetto enertour spende, il rapporto costi-benefici per l Alto Adige è di 1:

10 MY INPUT Studio: più impianti biogas in Alto Adige! Gli impianti biogas producono più energia di quanta ne consumano e immettono meno CO ² nell ambiente rispetto a una gestione tradizionale con liquami, letame e rifiuti organici da raccolta differenziata. In altre parole: sono ecologici e sostenibili. Per garantirne l economicità devono tuttavia essere rispettate alcune condizioni, come per esempio l immissione del calore prodotto in una rete di teleriscaldamento. Questo è quanto dimostra lo studio del TIS innovation park Benefici ambientali, economici ed energetici degli impianti a biogas in Provincia di Bolzano presentato per la prima volta al pubblico il 15 febbraio 2012 nel corso di una conferenza stampa. In Alto Adige esistono 31 impianti biogas che trasformano annualmente in energia elettrica e calore circa tonnellate di letame e liquami e tonnellate di rifiuti organici della raccolta differenziata, il cosiddetto umido. Per capire quale sia l impatto ambientale, economico ed energetico dello sfruttamento di questa fonte rinnovabile, la Ripartizione Agricoltura della Provincia di Bolzano ha commissionato all Area Energia & Ambiente del TIS innovation park un analisi degli impianti esistenti. Il risultato: lo studio dimostra che gli investimenti fatti dalla Provincia nel settore biogas sono utili e si possono potenziare. Attualmente in Alto Adige sono 16 milioni i metri cubi di biogas destinati alla generazione di energia elettrica e calore e sfruttando al massimo il potenziale del biogas da scarti d allevamento e agro-industriali se ne potrebbe più che triplicare la quantità. Sfruttando al massimo le risorse di biomassa del territorio, si potrebbe produrre tanta energia elettrica da coprire l intero fabbisogno annuo per l illuminazione pubblica dell Alto Adige o soddisfare il consumo annuo di circa abitazioni. Austerità anche negli incentivi all energia La riduzione degli incentivi statali in tutti i settori delle energie rinnovabili: questa è una delle novità più importanti introdotte dai decreti ministeriali sugli incentivi alle energie rinnovabili nel Tutti i dettagli sui cambiamenti nel panorama di incentivazione sono stati illustrati nel corso di un seminario che ha avuto luogo il 25 luglio al TIS. Più di 150 interessati hanno partecipato all evento organizzato dall Area Energia & Ambiente del TIS. In tutti i settori della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili sono stati ridotti i contributi economici statali, dalla biomassa, all idroelettrico al fotovoltaico & co. Obiettivo del governo è stato, infatti, quello di limitare i costi generati degli incentivi e alleggerire altresì le bollette energetiche. Una parte di tali costi, infatti, vengono pagati dai cittadini attraverso la bolletta. L obiettivo a lungo termine è quello di rendere il mercato dell energia da fonti rinnovabili indipendente dagli incentivi statali. Nel corso dell evento Andrea Zaghi, dell Associazione Produttori Energie da Fonti Rinnovabili (Aper), ha fatto una panoramica dettagliata sui nuovi incentivi. Sofia Mannelli, responsabile normativa della società Chimica Verde bionet, ha approfondito il quadro incentivante per i settori biomasse, biogas e oli vegetali. Gert Gremes, membro del Consiglio d amministrazione di ANIE/GIFI ha presentato il nuovo decreto sugli incentivi relativo al fotovoltaico, il cosiddetto quinto Conto energia. Delegazione del Nord America ospite dello snowtour in Alto Adige I comprensori sciistici di Obereggen, Plan de Corones, Passo Oclini, Lago di Carezza e la funivia del Renon sono state le stazioni di uno snowtour che si è svolto dal 15 al 17 marzo, dedicato a nove gestori di comprensori sciistici provenienti dagli USA e dal Canada e guidato dal TIS innovation park. Tra i nove partecipanti c era anche il rappresentante canadese del comprensorio sciistico Whistler Blackkomb, il terreno di gara su cui si sono disputate le competizioni di sci alpino durante i Giochi Olimpici di Vancouver. Lo snowtour Alto Adige è un concetto innovativo rivolto al pubblico internazionale e specialistico per presentare la tecnologia dedicata alla neve e all inverno made in Alto Adige. Attraverso gli snowtour il TIS, in collaborazione con EOS, BLS e Fiera Bolzano, vuole trasmettere le competenze e le esperienze nel settore delle tecnologie invernali e sportive. Allo SnowTour! MY INPUT Il 15 febbraio è stato presentato al pubblico lo studio sul biogas. Gestire in modo intelligente i comprensori sciistici Chi si occupa della produzione di neve e della gestione degli impianti è abituato a fare i conti con il consumo di energia e sa bene che quest ultima sta diventando sempre più cara. Allo stesso tempo sono cresciute le esigenze dei clienti e la pressione data dall aumento dei costi. I temi di cui hanno parlato gli esperti della piattaforma ProNeve durante il Simposio che si è tenuto a novembre 2012 presso il TIS innovation park riguardavano le modalità per ottenere sia una gestione delle risorse più efficiente che l integrazione degli sforzi a favore dell ecologia nel marketing per avere benefici a livello di immagine. Riassumendo: i gestori dei comprensori sciistici dovrebbero interrogarsi sulla gestione dell energia per evitarne gli inutili sprechi, per esempio ottimizzando gli orari di funzionamento degli impianti di risalita, facendo sì che si fermino nel caso nessuno volesse utilizzarli. Le scale mobili presenti nei passaggi pedonali funzionano proprio secondo questo principio. Non c è dubbio che le zone sciistiche altamente tecnologiche dell Alto Adige si trovino in una buona situazione di partenza per integrare questi impianti in armonia e nel rispetto dell ambiente

11 Una buona neve non cade per forza dal cielo ha abolito da alcuni anni il foglio di alluminio in cui impacchettava la cioccolata e usa al suo posto un imballaggio in plastica. La Puma, per le sue scarpe da ginnastica, ha sviluppato clever little bag, una soluzione ingegnosa che sostituisce la scatola comune con un sacchetto. La fantasia non ha limiti. Se i prodotti regionali poi vengono anche impacchettati con materiali che provengono dalla regione stessa, la credibilità del prodotto diventa insuperabile. È infatti importante che prodotto e confezione siano una vera e propria coppia e che l azienda conosca la propria clientela; poi tutto è permesso: da Esselunga - prezzi corti fino a Best in the Alps. È di colore grigio azzurro, indossa un berretto tirolese rosso e ha cinque braccine: è Nevi, il cristallo di neve mascotte della piattaforma di esperti ProNeve del TIS innovation park. Con l inizio della stagione sciistica sono stati distribuiti, in tutti i comprensori sciistici dell Alto Adige, cartoline e adesivi di Nevi insieme agli skipass stagionali. Obiettivo dell iniziativa: informare chi pratica gli sport invernali che una neve buona non cade necessariamente dal cielo ma deve essere creata artificialmente per garantire la sicurezza delle piste e il divertimento. Con l iniziativa si vuole inoltre ribadire che la neve è uno dei fattori economici più importanti dell Alto Adige. Il Cluster sports & wintertech e i giochi olimpici Il packaging fa gli alimenti Confezioni intelligenti e attive, packaging a base di materie prime rinnovabili e con il giusto design: questi sono stati i temi dell evento Packaging alimentare³ Protezione, trasporto, comunicazione che si è svolto al TIS. L evento è stato organizzato dal Cluster Alimentaris. Horst-Christian Langowski, direttore dell Istituto Fraunhofer per l ingegneria dei processi e del packaging (IVV) di Frisinga, Germania, ha parlato di packaging attivi e intelligenti che possono, tra le altre cose, misurare le caratteristiche del prodotto e mostrarle ai consumatori, attraverso, per esempio, gli indicatori di maturità sulle confezioni di frutta. Sensori speciali reagiscono all anidride carbonica che si libera e determinano un cambio di colore dell indicatore. Nonostante le confezioni intelligenti siano utili, molte di queste, secondo Langowski, non si sarebbero affermate sul mercato. L esperto di materiali Fabio Meneghetti ha invece affrontato il vasto mondo dei nuovi materiali per imballaggi, come quelli a base di funghi o di zucchero. L ultimo, chiamato PHA, è biodegradabile e si può impiegare in molteplici modi, resiste ai raggi UV ed è anche deformabile col calore. L azienda Loacker ha raccontato la propria esperienza e le esigenze che sono emerse in merito al confezionamento di wafer. In occasione dei primi Giochi Olimpici Giovanili Invernali si sono incontrati 1000 talentuosi giovani sportivi in diverse gare sportive durante le quali sono state messe alla prova sul campo anche le tecnologie invernali e i materiali innovativi. Questa occasione è bastata al Cluster sports & wintertech del TIS innovation park per organizzare degli incontri con i rappresentanti nazionali dei futuri organizzatori dei Giochi Olimpici nell ambito del programma di contorno dei Giochi di Innsbruck. Obiettivo degli incontri, tenutisi in cooperazione con la Standortagentur Tirol, era di illustrare i pregi delle tecnologie invernali e il relativo know-how dei futuri organizzatori. Inoltre si è data un occhiata dietro le quinte del grande evento sportivo. In un incontro di circa tre ore, la delegazione altoatesina ha avuto l occasione di far apprezzare ai funzionari sportivi di Russia e Canada l eccellenza dei prodotti altoatesini. È una certezza ormai che le aziende altoatesine hanno la stoffa per fornire l equipaggiamento dei Giochi Olimpici, e la presenza della Skipp a Innsbruck l ha dimostrato. Tutte le gare di sci e snowboard delle Olimpiadi Giovanili di Innsbruck avevano in dotazione gli innovativi pali da slalom dell azienda a gestione familiare di Montagna. Inoltre, per la preparazione degli snowboard pipe e dei salti, sono stati usati i veicoli cingolati della Prinoth. MY INPUT MY INPUT Non si può risparmiare sulla confezione Le confezioni di latte in Svezia sono giallo acceso, blu oltremare o arancione e il contenuto di grassi è stampato a caratteri grandi. Alle nostre latitudini, sulle confezioni si vedono soprattutto bicchieri di latte, mucche o montagne, e naturalmente l indicazione bio non può mancare. Le confezioni sono, così come dimostrano questi semplici esempi, oggetti culturali, e diventano quindi sempre più importanti per le aziende e i loro prodotti. Una relazione del Cluster Alpine Wellbeing del TIS ha introdotto gli imprenditori nel meraviglioso mondo dell estetica delle confezioni e delle tecnologie per l imballaggio più innovative. La confezione comunica il prodotto e quindi non si può andare al risparmio. Ciò però non significa automaticamente che una buona confezione debba essere anche più cara. Spesso basta ricontestualizzare materiali per l imballaggio già in uso e sostenibili. Per esempio, la buona e vecchia scatola delle uova è stata riscoperta dall azienda Newton per imballare scarpe sportive, dando nuova forma al materiale della scatola sulla base della forma di un paio di scarpe da ginnastica. È divertente da guardare, ottempera a tutte le esigenze che si richiedono a una scatola di cartone per scarpe e, anche dal punto di vista ecologico, è un interessante alternativa al cartone convenzionale. Ed ecco come presto si arriva alla parola chiave eco-packaging. Qui vale la pena di rispettare le famose quattro R : riduci, riutilizza, ricicla e rimpiazza, che significa: usare meno materiale, quello che si usa deve essere riutilizzabile dal consumatore anche in altri modi e, naturalmente, deve poter essere riciclato. Inoltre i materiali meno ecologici dovrebbero essere sostituiti con quelli più ecologici. La Milka Ganci appendiabiti costruiti con la propria stampante 3D Pezzi di ricambio per macchinari ed elettrodomestici oppure semplici ganci appendiabiti per le aule scolastiche: gli studenti della scuola professionale provinciale Tschuggmall di Bressanone possono riprodurre tutti questi oggetti da soli con una stampante 3D. Il progetto internazionale RepRap, il Centro Sviluppo prodotto & Nuove tecnologie del TIS innovation park e il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano hanno reso possibile tutto questo. La stampante 3D funziona come una pistola a spruzzo: un filo di plastica, a base di amido di mais, viene fuso e pressato da un sottile ugello secondo le indicazioni ricevute via software. Dall estate 2012 la stampante 3D si trova presso la scuola professionale Tschuggmall

12 Questi e altri temi sono stati trattati in occasione del workshop Macchinari sicuri organizzato il 22 maggio dal Cluster Edilizia del TIS innovation park. I relatori dell evento sono stati Lukas Pichler, del servizio sicurezza prodotti della Camera di commercio di Bolzano e Gianfranco Sasso della Sasso Engineering Consulting. Già il 21 aprile oltre 200 persone avevano partecipato al Convegno CEI presso il TIS organizzato del Cluster Edilizia in collaborazione con Punto Uni-CEI. Casa sostenibile casa! Conviene orientarsi ad una produzione più attenta all ambiente e investire nel cosiddetto LCA (Life Cycle Assessment - valutazione ambientale del ciclo di vita dei prodotti)? La giornata informativa Pianificare la competitività edilizia, organizzata dal Cluster Edilizia del TIS innovation park il 5 dicembre 2012, ha affrontato questi temi. Nel corso dell evento, esperti del settore hanno illustrato le strategie vincenti per la pianificazione di progetti innovativi. Ignorare i rischi Il Lean a Berlino Ignorare i rischi, con questo titolo volutamente provocatorio, il Cluster Protezione Civile & Sicurezza Alpina ha invitato alla discussione nell ambito dell International Mountain Summit tenutosi a ottobre. Le tendenze del settore tempo libero e la crescente rilevanza di natura, sport e relax in ambiente alpino conducono sempre più persone in montagna. Contemporaneamente si nota un calo del timore di catastrofi naturali e una limitata percezione del rischio da parte dei turisti ma anche della locale mountain-outdoor-community. L obiettivo dell evento era quello di chiarire che la responsabilità personale nelle zone alpine durante le attività outdoor può essere supportata dalle innovazioni tecnologiche ma non sostituita del tutto. Il 10 maggio 2012 ha avuto luogo l evento Entra in scena il Lean Construction Management. Il Senato per lo sviluppo della città di Berlino (Senat für Stadtentwicklung Berlin SenStadt) ha presentato il proprio cantiere al Teatro dell Opera di Stato, e i soci del Cluster Edilizia del TIS hanno potuto vedere l organizzazione lean del cantiere. Nel container sono stati presentati sia la filosofia del Lean Construction Managmenet (LCM) che il processo concreto di progettazione e pianificazione delle attività. MY INPUT MY INPUT Le case nella terra di mezzo Allerta in caso di pericoli naturali Le case ricoperte di prato non vanno di moda solo nella Terra di Mezzo tra gli Hobbit di Tolkien: anche l edilizia sostenibile attuale punta su tetti verdi e pareti coltivate. Un workshop organizzato dal Cluster Edilizia del TIS innovation park intitolato Green Roofs & Vertical Farming ha mostrato come sfruttare le risorse vegetali e far fronte alle problematiche climatiche. Progettazione, realizzazione e normazione di tetti e pareti verdi: queste le tematiche del programma svoltosi nella mattinata. In particolare, la Giardineria Comunale ha illustrato la normativa relativa al RIE (Riduzione dell impatto edilizio), l indice di qualità ambientale che serve per certificare la qualità dell intervento edilizio rispetto alla permeabilità del suolo e del verde. Fabio Meneghetti della Matech, azienda esperta in materiali innovativi, ha illustrato i materiali di ultima generazione per la realizzazione di tetti verdi. Nel corso del workshop, inoltre, è intervenuto l ingegner Claudio Bertagnolli dell azienda Holzner&Bertagnolli che ha presentato il primo grattacielo ecologico di Milano. Durante il pomeriggio invece si è svolta una prova pratica di realizzazione di tetti e facciate verdi e un mini-enertour presso diversi edifici che usano con successo i tetti verdi. La sentenza di condanna emessa dal Tribunale dell Aquila nei confronti di quattro componenti dell ex Commissione Nazionale per la Previsione e la Prevenzione dei Grandi Rischi ha minato la fiducia nell uso di sistemi di monitoraggio e di allertamento. Per dileguare i dubbi, nel dicembre 2012 il Cluster Protezione Civile & Sicurezza Alpina ha organizzato un evento informativo sul tema che ha avuto come relatore, tra gli altri, il Procuratore generale di Bolzano, Guido Rispoli. Medicina tradizionale europea Da Ippocrate alla cosiddetta medicina di Hildegard von Bingen, da Paracelso fino alla medicina tradizionale odierna: il 2 maggio Miriam Wiegele, autrice di libri originaria del Burgenland e naturopata conosciuta a livello internazionale, ha offerto un introduzione ai principi fondamentali della Medicina Tradizionale Europea. Questi principi derivano da una serie di metodi curativi e terapeutici nati nel corso dei millenni nell area culturale europea. Obiettivo dell evento è stato ed è quello di incrementare in Alto Adige la conoscenza del potenziale che le risorse alpine naturali offrono per la salute e il benessere, oltre che di favorire lo sviluppo, da parte delle imprese dei settori salute, wellness, fitness e bellezza, di prodotti e servizi innovativi a base di materie prime naturali, derivanti per quanto possibile dalle conoscenze della cultura tradizionale europea. L importanza della marcatura CE Il macchinario con cui lavorate tutti i giorni è sicuro? Le modifiche che avete apportato rispettano i requisiti di sicurezza imposti dalla Comunità Europea nell ambito della marcatura CE? 20 21

13 Imparare dalle altre culture: il Giappone Purezza, rispetto, armonia e tranquillità questi sono i quattro principi di base della cerimonia giapponese del tè. Oppure: sempre in Giappone un bagno caldo serve esclusivamente per il benessere e il relax. All insegna del motto Imparare dalle altre culture, il Cluster Alpine Wellbeing del TIS ha organizzato il 21 marzo 2012 un workshop sulla cerimonia del tè e il rituale dei bagni in Giappone allo scopo di trarre ispirazione per un ritorno agli usi delle erbe altoatesine e alla tradizione dei bagni. Relatrice dell evento è stata la giapponese Tomoko Mori, residente a Dobbiaco da vent anni. Due appuntamenti da leccarsi i baffi! Assaporare alimenti pregiati accompagnati dal suono di un arpa ed esaminare le prelibatezze culinarie piemontesi: il piacere dei sensi è il protagonista delle degustazioni speciali che il Cluster Alimentaris del TIS innovation park ha organizzato ad aprile e ottobre 2012 dedicandole a imprenditori e collaboratori del settore alimentare e della gastronomia. Nel primo caso si è trattato di una degustazione innovativa a Castel Fontana a Tirolo e nel secondo di una spedizione gastronomica in Piemonte. I due eventi organizzati dal Cluster Alimentaris del TIS hanno avuto come obiettivo il trasferimento delle conoscenze e delle tecnologie per dare alle imprese altoatesine nuovi input per il proprio sviluppo di prodotti e per la presentazione di quelli nuovi. L 11 aprile a Castel Fontana, Tirolo, si sono gustati pane, pere e olio d oliva. L analisi sensoriale è la disciplina scientifica che analizza, compara e valuta gli alimenti usando gli organi di senso. L esecuzione dell arpista Barbara Schindler ha accompagnato con successo l interpretazione del gusto attraverso la musica atta a stimolare la percezione del gusto da parte del degustatore. Questo tipo di approccio ha fornito consigli alle imprese del settore alimentare su come offrire ai propri consumatori nuove esperienze nel campo delle degustazioni. Nella spedizione in Piemonte organizzata il 28 e 29 ottobre dal titolo Leccornie di Torino e dintorni le imprese hanno potuto scoprire nuovi mondi del sapore analizzando da vicino l arte culinaria della regione. Il programma del primo giorno prevedeva la fiera della gastronomia tradizionale e regionale Salone Internazionale del Gusto, che ha visto la partecipazione anche di Presìdi altoatesini Slow food ovvero il Graukäse della Valle Aurina, l Urpaarl della Val Venosta o altri prodotti ricavati dalla pecora Villnösser Brillenschaf. Oltre alle prelibatezze culinarie dall Italia e da tutto il mondo, il programma è stato arricchito anche da eventi, premi e congressi. Il secondo giorno è stato dedicato alla visita di Torino e a Eataly il più grande centro commerciale enogastronomico del mondo, dove i visitatori possono comprare non solo le ricercatezze, ma anche degustare i prodotti e informarsi direttamente dal produttore. MY INPUT L input giapponese per il wellness altoatesino. 23

14 MY INPUT Wake-up: alimenti sani Meno grassi, meno zucchero, niente aromi o coloranti sintetici. I consumatori vogliono alimenti sani senza additivi artificiali e queste esigenze rappresentano delle sfide sempre nuove per l industria alimentare. Come si affrontano queste sfide? La risposta a questa domanda è stato l argomento principale di un Wake-up che ha avuto luogo il 18 maggio al TIS. Ascoltare relatori interessanti e discutere con loro mentre si fa colazione questo è il concetto del Wake-up. Alimenti sani tra desiderio e realtà : all insegna di questo motto il 18 maggio il professore dell Università delle risorse naturali e scienze biologiche applicate di Vienna (BOKU) Emmerich Berghofer, e Siegrun Klug dell Università Wiener Neustadt, hanno tenuto i loro interventi. Klug ha presentato le ultime scoperte relative alla ricerca sui consumatori, Berghofer ha illustrato la fattibilità tecnologica dei desideri dei clienti. Altri relatori sono stati Kathrin Vantsch, che ha parlato della riduzione del sale negli alimenti senza glutine, e Valentin Verdorfer della Agrana Fruit Austria GmbH, che si è concentrato sul Clean labelling, ovvero l utilizzo di ingredienti il più possibile naturali nella preparazione di frutta. Pollice su: like Facebook ha quasi un miliardo di utenti, twitter 500 milioni e su youtube vengono cliccati ogni giorno 4 miliardi di video. I social network stanno vivendo un boom su internet, ed esservi presenti per molte aziende è vitale. Cosa non devono però dimenticare gli imprenditori affinché la loro presenza sia coronata dal successo? Questa è la domanda con cui si sono confrontati pubblico e relatori della conferenza Quo vadis social media che ha avuto luogo nel novembre 2012 al TIS alla presenza di 150 partecipanti. Le statistiche parlano chiaro. Uno studio attuale della Camera di commercio austriaca dimostra che l uso dei social media ha un riscontro positivo sulle aziende. Il 75% delle aziende intervistate ha ammesso che, attraverso diverse attività sui social media, ha conquistato nuovi clienti e che ne ha beneficiato anche la ricerca di fornitori e collaboratori. E ci sono solo pochi riscontri negativi: solo circa un 10% delle aziende si è lamentato della diffusione di informazioni sbagliate o di dati sensibili. I pollici quindi si alzano se si parla di uso di facebook, twitter, linkedin, google+ & co. Ma non basta solo attivare un account su facebook e poi aspettare che le vendite crescano. Le aziende che vogliono avere successo in rete hanno bisogno di una chiara strategia di marketing per i social media, che dovrebbe sfruttare le opportunità del passaparola virtuale, concentrarsi su apps e applicazioni mobili e raccontare delle belle storie. La conferenza Quo vadis social media ha avuto un grande riscontro presso il mondo imprenditoriale altoatesino ed è stata organizzata nell ambito del progetto Interreg smart, che mette in rete le piccole e medie aziende del Tirolo e dell Alto Adige per stimolare lo scambio di conoscenze e presentare contenuti interessanti sul tema social media. La Free Software Conference rende l Alto Adige smart Get smart! è il titolo di questa edizione della South Tyrol Free Software Conference (SFScon) che si è tenuta il 16 novembre al TIS innovation park. Le Smart Cars, le Smart Cities e gli Smart Phones sono stati i protagonisti della conferenza in cui si è parlato anche del valore che il Software Libero assume nel settore creativo. Nel design, per esempio, ne è una prova la storia di successo dello studente di design bolzanino Francesco Siddi. Durante la conferenza Siddi ha raccontato della sua passione per il programma di software libero Blender e di come questa l abbia portato a programmare animazioni per il computer per produzioni di video già durante gli studi universitari. Da marzo 2012 Siddi lavora come animatore per il Blender Institute di Amsterdam. Ma il Software Libero trova impiego anche nell industria; già da tempo, infatti, gli smart phones o i diversi sistemi di intrattenimento nelle auto moderne non sarebbero immaginabili senza il Software Libero. Nel suo intervento, l esperto svedese di Open Source Jeremiah Foster ha parlato delle innovazioni negli smart phones e nelle smart cars, mentre Carlo Daffara nella sua relazione ha illustrato come il Software Libero funzioni da business accelerator. La South Tyrol Free Software Conference è finanziata dal progetto FreeGIS.net, dal programma di cooperazione transfrontaliero Interreg Italia-Svizzera del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) dell Unione Europea. MY INPUT 24 25

15 Traffico intelligente per una Bolzano più verde Tra gli obiettivi delle politiche bolzanine del traffico c è quello di contribuire alla riduzione delle emissioni di CO ² dell 80% entro il A questo scopo si vuole creare un sistema di monitoraggio innovativo, basato anche sull utilizzo di veicoli sonda speciali, che permetta di valutare non solo lo stato corrente del traffico evidenziando per esempio, la presenza di code e rallentamenti, ma anche le zone che sono più inquinate di altre. Queste informazioni non solo permetteranno agli operatori della centrale di controllo del traffico della città di prevenire i problemi del traffico in modo mirato, ma saranno condivise anche con gli stessi cittadini e turisti che circolano in città. Queste informazioni arrivano agli utenti della strada in tempo reale in modo che gli stessi possano programmare esattamente il loro viaggio a seconda della situazione del traffico e decidere a che ora e con quale mezzo raggiungere la meta nel modo più veloce e sostenibile possibile. Nel corso del workshop Gestione eco-compatibile del traffico è stato presentato, tra gli altri, l esempio di successo di Berlino dove, nel giro di tre anni grazie al progetto di ricerca iq mobility, l amministrazione comunale ha ridotto l inquinamento del 10% solamente regolando le tempistiche dei semafori a seconda dei livelli di inquinamento in determinate zone della città e deviando il traffico verso zone meno inquinate. Il progetto europeo INTEGREEN, di carattere sperimentale, viene portato avanti dal Comune di Bolzano in collaborazione con il TIS innovation park e il centro di ricerca Austrian Institute of Technology di Vienna grazie al cofinanziamento del programma ambientale LIFE+. MY INPUT Un applicazione per il turismo al servizio dell analisi delle zone di pericolo Rilevare con il proprio smartphone le posizioni dei punti di pericolo e i dissesti presenti lungo un fiume e poterli vedere tutti in 3D: con queste due mosse adesso gli ingeneri ambientali e i geologi potranno facilmente velocizzare la prima fase di rilievo dello stato del territorio per dedicare così più tempo alle analisi vere e proprie. Questa soluzione innovativa è un idea dell azienda tecnologica del TIS, HydroloGIS, che ha integrato un applicazione dedicata al turismo con una concepita per i rilievi ambientali. Grazie a un post su un social network, Andrea Antonello della HydroloGIS ha deciso di integrare l applicazione GeoPaparazzi, con Mixare.org della Peer Internet Solutions di Frangarto, applicazione pensata per i turisti che vogliono scoprire le meraviglie altoatesine attraverso il loro smartphone. Dopo aver visto il post, Andrea Antonello ha integrato GeoPaparazzi con Mixare.org nel giro di un giorno. Adesso la sua azienda, la HydroloGIS, è in grado durante un sopralluogo lungo un corso d acqua, per esempio, di raccogliere dati georeferenziati sul campo e visualizzarli in tempo reale sullo smartphone. In questo modo si risparmia molto tempo. A proposito, il post sul social network da cui è partito il processo innovativo della HydroloGIS è di Patrick Ohnewein, manager del Centro Free Software & Open Technologies del TIS innovation park. MY INPUT 4 volte TIS Paper Nel 2012 sono usciti 4 numeri del Magazine dell innovazione TIS Paper : La Community sono io, Brainfood, It s not easy being green e Tutti in pista!. Al centro di ogni numero del TIS Paper ci sono rispettivamente un intervista ad un esperto e il ritratto di un azienda. Il TIS Paper è stato scaricato nell App-Store oltre volte

16 L impresa che cambia: tre volte Trend Il blocco primaverile della serie di eventi L impresa che cambia organizzato dall Accademia Europea di Bolzano (EURAC), dal TIS innovation park e dall Alto Adige Marketing (SMG) è all insegna dei trend. Sostenibilità Tutto eco?, Circondati dai dati e Salute Sei quello che mangi sono i titoli dei tre talkshow condotti da Gertrud Prenn, moderatrice della RAI. Gli interlocutori sono stati Dagobert Achatz, Amministratore delegato di AUDI Fondazione per l ambiente, Heiner Oberrauch, Presidente del gruppo Oberalp-SALEWA, Ferdinando Polato, Direttore di Triveneto IBM Italia, Giovanni Barone, Amministratore delegato di MMP Multimedia Project (Bolzano), Björn Rasmus, Amministratore delegato di Bioalpin e.gen (Innsbruck), e Karl Telfser, Amministratore delegato di Selected Food (Merano). Il telefono delle idee Nel giugno 2012 si è concluso positivamente il progetto FSE Il telefono delle idee. Numerosi utenti hanno potuto sottoporre le proprie idee innovative al giudizio del Zukunftsinstitut. Visto che per un prodotto di successo non serve solo un idea innovativa bensì anche molto tempo, impegno e un business plan ben ponderato, i collaboratori del TIS si sono messi a disposizione per illustrare le fasi di sviluppo successive all idea iniziale. Si sono svolti inoltre colloqui riguardo ai brevetti e alle competenze delle singole aree del TIS. MY INPUT Fuori dalla media Più di conferenze davanti a un pubblico che complessivamente ha contato circa persone, 30 libri in 12 lingue, creazione di imprese di successo, lezioni, una lunga vita professionale da consulente e mete sempre nuove - questo è Hermann Scherer. Durante la sua conferenza Fuori dalla media sono state trasmesse le regole del gioco per restare in pole position nei mercati del futuro. Gli altri argomenti trattati durante il suo entusiasmante intervento sono stati anche il networking e come saper cogliere le occasioni. Scherer, lo specialista del network: pole position nei mercati di domani

17 Innovation Festival dove le volpi si sentono a casa I momenti clou I momenti clou dell Innovation Festival sono state certamente le conferenze del guru dell energia Jeremy Rifkin e della vincitrice del Premio Nobel per la pace Rigoberta Menchù Tum alle quali hanno assistito ogni volta 700 persone raccolte nella Casa della Cultura Walterhaus. Ma anche quando lo spazio era più ristretto, i relatori non sono stati da meno. Il Presidente del Centro tedesco per l aeronautica e l astronautica Johann Dietrich Wörner, accolto nell Università di Bolzano, ha parlato davanti a 200 persone delle sfide che impegneranno il settore energetico fino al 2050, e il trendscout Nils Müller ha accompagnato 120 spettatori in un viaggio mozzafiato nel mondo dei trend. Kenneth Paul Morse del Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston ha altrettanto entusiasmato i 200 spettatori raccolti nella Sparkasse Academy. Con la sua affermazione Cashflow is more important than my mother (Il flusso di cassa è più importante di mia madre) non ha fatto soltanto ridere ma ha illustrato con sconvolgente chiarezza che esistono delle leggi fondamentali ineluttabili per il successo economico. Innovation Festival Relatori importanti, esperti rinomati, un ampio programma culturale e per bambini e la Lunga notte della ricerca sono stati i momenti clou dell Innovation Festival Bolzano-Bozen organizzato dal TIS e da 20 partner. La calamita per i visitatori dell Innovation Festival è stata la Lunga notte della ricerca che ha avuto luogo venerdì 28 settembre dalle 17 alle persone da 0 a 99 anni hanno visitato le offerte interattive di EURAC, LUB, TIS e di altre 13 sedi. Esposizioni con innovazioni per tutti i gusti Durante tutti i tre giorni del Festival è stato possibile ammirare in Piazza Walther le innovazioni all insegna del motto Let s network. In questa occasione, 50 imprese hanno mostrato in 12 diverse stazioni i progetti ai quali stavano partecipando e i prodotti nati grazie alla loro collaborazione. Lo spettro delle esposizioni andava dalle auto ai distributori di benzina per auto elettriche. Ad attendere i visitatori nella piazza dell Università c era una mostra interattiva del Fraunhofer Institut dal titolo Build4future, mentre alla Casa della Cultura Waltherhaus, l Associazione provinciale dell artigianato ha proposto Innovazione da toccare. Innovation Festival L Innovation Festival Bolzano-Bozen svoltosi dal 27 al 29 settembre, ha presentato il lato innovativo dell Alto Adige. Il via è stato dato al Museion il 27 settembre alle ore 10 alla presenza dell Assessore provinciale all innovazione Roberto Bizzo e dell Assessora provinciale alla ricerca Sabina Kasslatter Mur che hanno inaugurato ufficialmente il Festival dedicato alle Nuove energie. L Innovation Festival Bolzano-Bozen è stato organizzato dalla Ripartizione Innovazione della Provincia Autonoma di Bolzano in collaborazione con il TIS innovation park con il finanziamento della Provincia Autonoma di Bolzano, della Fondazione per la Ricerca e l Innovazione, della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, della Cassa di Risparmio di Bolzano, della SEL spa, dell Azienda energetica spa e del Comune di Bolzano

18 Innovation Festival La vincitrice del Premio Nobel per la pace Rigoberta Menchù ha parlato del rapporto tra etica e innovazione. Innovation Festival Nils Müller della TrendOne ha fatto uscire i visitatori dalla loro zona comfort

19 Jeremy Rifkin ha entusiasmato 700 ascoltatori. Innovation Festival Innovation Festival 34 35

20 My NETWORK Mettere in rete, rafforzare la competitività, trasmettere l eccellenza.

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Porta uno SMILE nella tua città

Porta uno SMILE nella tua città Co-Finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale MED SMart green Innovative urban Logistics for Energy efficient Newsletter 3 Siamo lieti di presentare la terza newsletter del progetto SMILE SMILE

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Verbale tavolo energia/pmi - 19 marzo 2007 Sala Consigliare A cura di: Andrea

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Solare Pannelli solari termici

Solare Pannelli solari termici Solare Pannelli solari termici Il Sole: fonte inesauribile... e gratuita Il sole, fonte energetica primaria e origine di tutti gli elementi naturali, fonte indiscussa dell energia pulita, libera, eterna,

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

XIII. B4b OL: DE ANLAGE/ANNEXE/ALLEGATO/PRILOGA

XIII. B4b OL: DE ANLAGE/ANNEXE/ALLEGATO/PRILOGA Tagung der Alpenkonferenz Réunion de la Conférence alpine Sessione della Conferenza delle Alpi Zasedanje Alpske konference XIII TOP / POJ / ODG / TDR B4b IT OL: DE ANLAGE/ANNEXE/ALLEGATO/PRILOGA 1 ACXIII_B4b_1_it

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

Provincia di Belluno Attività in materia energetica

Provincia di Belluno Attività in materia energetica Provincia di Belluno Attività in materia energetica - Piano Energetico Ambientale Provinciale - Contributo Energia su PAT/PATI - Progetti europei arch. Paola Agostini Servizio pianificazione e gestione

Dettagli

POWERED BY SUN LEAF ROOF

POWERED BY SUN LEAF ROOF POWERED BY SUN LEAF ROOF DALLA COPERTURA COME PROTEZIONE... [...] essendo sorto dopo la scoperta del fuoco un principio di comunità fra uomini [...] cominciarono in tale assembramento alcuni a far tetti

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10)

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN Costruire il futuro Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) 1 indice Obiettivi dell Unione Europea 04 La direttiva nel contesto della certificazione CE 05

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Lo spettacolo di una vecchia fatiscente imbarcazione da diporto, sia in decomposizione nel suo ormeggio che mezza affondata con gli alberi che spuntano dall acqua

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Guida ai Circoli professionali del Rotary

Guida ai Circoli professionali del Rotary Guida ai Circoli professionali del Rotary Rotary International Rotary Service Department One Rotary Center 1560 Sherman Avenue Evanston, IL 60201-3698 USA www.rotary.org/it 729-IT (412) Introduzione ai

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC

www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC www.ipaper.com/europe Questa brochure è stata stampata su carta IP Pro-Design, certificata PEFC Gestione forestale sostenibile Tutto quello che bisogna sapere Sommario 1. Che cosa si intende per gestione

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA Scheda 6 «Agricoltura e Agroenergie» ALTRE MODALITA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA COMPONENTE TERMICA DELL ENERGIA Dopo avere esaminato con quali biomasse si può produrre energia rinnovabile è

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

Sistemi d informazione innovativi per il trasporto pubblico

Sistemi d informazione innovativi per il trasporto pubblico O9 P o l i c y A d v i C E n ot e s innovativi per il trasporto L iniziativa CIVITAS è un azione europea che sostiene le città nell attuazione di una politica integrata dei trasporti sostenibile, pulita

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli