Redditi online: un occasione perduta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Redditi online: un occasione perduta"

Transcript

1 Rdditi onlin: un occasion prduta Marco Pirani In un analisi a mnt frdda dll vari qustioni sollvat dalla diffusion onlin di dati sui rdditi non si può ch rilvar com, purtroppo, prmanga nl nostro pas un incapacità di fondo a portar a compimnto politich riformist in modo linar con rsponsabilità. C è ancora molta strada da far pr comprndr com Intrnt possa mutar in snso positivo i nostri rapporti con la pubblica amministrazion. Prmssa: i fatti l prim razioni 84 Quando lo scorso 30 april l Agnzia dll Entrat ha rso disponibili sul proprio sito Intrnt i rdditi dichiarati da tutti i cittadini italiani nl 2006 rlativi all anno d imposta prcdnt, in brvissimo tmpo spinta dal tam tam dlla rt, poi, propagata anch dai mdia mainstram, la notizia si diffondva sul wb non solo. Apriti cilo! In un crscndo di contagioso voyurismo fiscal, gli accssi al sito risultavano talmnt numrosi, un vro proprio assalto, ch il srvr andava in crash dopo poch or ancora prima ch, nlla stssa giornata, intrvniss il Garant pr la Protzion di Dati Prsonali. Qust ultimo, all sito di una prliminar vrifica, valutava non conform alla normativa di sttor la pubblicazion sul wb di prdtti lnchi invitava, quindi, in via d urgnza l Agnzia a sospndr tal diffusion onlin di dati prsonali contnuti ngli lnchi di contribunti, oltr a chidr ultriori chiarimnti alla Agnzia stssa. Si apriva così un vidnt conflitto tra du organi dllo Stato sull intrprtazion dlla normativa vignt in matria, ma non ra solo tanto qusto il punto più discusso. La qustion di rdditi onlin, ch avrbb continuato a campggiar sull prim pagin di quotidiani tlgiornali pr tutto il pont dl primo maggio ni giorni succssivi, dava luogo a un accso più ampio dibattito nl pas sull opportunità di utilizzar Intrnt pr rndr conoscibili a tutta la cittadinanza i dati di rdditi in funzion di dtrrnza contro l lvatissimo tasso di vasion fiscal, su qual costo in trmini di prdita dlla risrvatzza di qusti dati si ra disposti a transigr, com consgunza, con quali modalità accorgimnti tcnologici avrbbro dovuto ssr mssi a disposizion dl pubblico i dati fiscali pr vitar abusi. Indubbiamnt la matria risultava difficil da trattar con toni pacati costruttivi, considrato il novro di diffrnti problmatich snsibilità ch Marco Pirani Altroconsumo Associazion Indipndnt di Consumatori

2 scatnava; pochissimi risultavano così gli intrvnti ch, sppur riconducibili all du fazioni ch si confrontavano (pro o contro i rdditi onlin), facvano lo sforzo di vitar l invttiva basandosi su argomntazioni solid ragionat. Tra qusti par util richiamar l opinion di Stfano Rodotà, padr dlla disciplina italiana sulla privacy, di cui notoriamnt ha smpr fornito un intrprtazion rigorosa d stnsiva spsso prvalnt risptto ad altri intrssi pur garantiti dall Ordinamnto ch, in qusto caso, abbastanza inaspttatamnt, facva lo sforzo di rammntar un po a tutti (, fors, anch al suo succssor alla prsidnza dll Autorità Garant) ch i rdditi diffusi onlin, quali dati conomici, non rano da considrarsi snsibili prtanto non dovvano ritnrsi mritvoli, ai snsi dl codic privacy, di particolari d ccssiv tutl attnzioni. 1 In altri casi, purtroppo in prvalnza, in un clima di vro proprio pandmonio mdiatico, si è scaduti in razioni incontrollat 2, a gttar ultrior bnzina sul fuoco, è stato l annuncio - da part di un associazion di consumatori - di un azion lgal volta ipotticamnt a far ottnr a tutti i cittadini italiani un risarcimnto di 520 uro pr lsion dlla loro privacy, pr un total di 20 miliardi di uro! 3 Ma il fatto ch, in raltà, in grand maggioranza i contribunti italiani rano favorvoli alla pubblicazion onlin di loro rdditi, com avrbbro indicato di lì a poco i sondaggi onlin di du maggiori quotidiani nazionali, Corrir Rpubblica, rndva pals ch la prtsa di rapprsntarli tutti in un azion vidntmnt più mdiatica ch non giudiziaria, oltr a fondarsi su basi giuridich francamnt vllitari, non godva nanch dl consnso di soggtti ch intndva tutlar. A mttr provvisoriamnt la parola fin alla vicnda è stato il provvdimnto dfinitivo dl Garant pr la Protzion di Dati Prsonali dl 6 maggio ch, confrmando sostanzialmnt il suo prcdnt intrvnto d urgnza, ribadiva l illgittimità dlla diffusion onlin di rdditi di contribunti con qull modalità da part dll Agnzia dll Entrat. Inoltr ammoniva quanti fossro ntrati nl frattmpo in posssso di tali lnchi a non mttrli ultriormnt in circolazion, cosa qust ultima ch, mssa in qusti trmini, appariva priva di significato, considrato ch, sbbn fossro stati accssibili sul sito dll Agnzia dll Entrat solo pr poch or, i dati fiscali di contribunti pr l anno 2005 sarbbro rimasti probabilmnt pr smpr scaricabili dall rti pr to pr, 4 dov qualcuno avva trovato tmpo modo di rivrsarli. 1 Vdi intrvista a Stfano Rodotà su Rpubblica TV php?playmod=playr&cont_id= Uno pr tutti in tal snso è il post la colonna infam sul blog di Bpp Grillo. 3 Vdi comunicato stampa Codacons dl 3 maggio Dfinizion di pr to pr su Wikipdia: «gnralmnt pr pr to pr (o P2P) si intnd una rt di computr o qualsiasi rt informatica ch non possid nodi grarchizzati com clint o srvr fissi (clinti srvnti), ma un numro di nodi quivalnti (pari, in ingls pr appunto) ch fungono sia da clint sia da srvnt vrso altri nodi dlla rt. Qusto modllo di rt è l antitsi dll architttura clint-srvr. Mdiant qusta configurazion qualsiasi nodo è in grado di avviar o compltar una transazion. I nodi quivalnti possono diffrir nlla configurazion local, nlla vlocità di laborazion, nlla ampizza di banda nlla quantità di dati mmorizzati. L smpio classico di P2P è la rt pr la condivision di fil (fil sharing)». 85

3 Il quadro giuridico i punti dboli dlla dcision dl Garant 86 In sostanza la dcision dl Garant si fondava sul fatto ch, ai snsi dl codic privacy, è ammssa la comunicazion diffusion di dati prsonali ancorché non snsibili da part dlla pubblica amministrazion solo ov sprssamnt prvisto dalla lgg ch, nl caso di spci, l art. 69 dl D.P.R. 600/1973 non prvdva, tra l form di conoscibilità dgli lnchi di rdditi di contribunti, la diffusion onlin. Un ragionamnto, a dtta di chi scriv, troppo formalistico ch, soprattutto, non tnva adguatamnt conto di quanto prscritto succssivamnt dal Codic dll Amministrazion Digital, D.Lgs. 82/2005. È vro, infatti, ch l art. 69 dl D.P.R. 600/1973 si limitava a indicar ch gli lnchi di rdditi di contribunti «sono dpositati pr la durata di un anno, ai fini dlla consultazion da part di chiunqu, sia prsso lo stsso ufficio dll impost sia prsso i Comuni intrssati», ma è altrttanto vro ch l art. 1, ltt. n) dl Codic dll Amministrazion Digital stabiliva ch pr dato pubblico dv intndrsi il dato conoscibil da chiunqu. Non c è dubbio, prtanto, ch, qual primo lmnto, pr il combinato disposto dll du norm citat i dati rlativi al rddito di cittadini italiani dovssro ritnrsi dati pubblici. L art. 2 dl Codic dll Amministrazion Digital stabilisc ch «lo Stato, l Rgioni l autonomi locali assicurano la disponibilità, la gstion, l accsso, la trasmission, la consrvazion la fruibilità dll informazion in modalità digital si organizzano d agiscono a tal fin utilizzando con l modalità più appropriat l tcnologi dll informazion dlla comunicazion», mntr il succssivo art. 12, comma 5, prvd ch «l pubblich amministrazioni utilizzano l tcnologi dll informazion dlla comunicazion, garantndo, nl risptto dll vignti normativ, l accsso alla consultazion, la circolazion lo scambio di dati informazioni, nonché l introprabilità di sistmi l intgrazion di procssi di srvizio fra l divrs amministrazioni». Qusto induc a ritnr ch la disposizion contnuta nl ssto comma dll art. 69 dl D.P.R. 600/1973, scondo cui gli lnchi di dati vanno dpositati prsso i Comuni intrssati, dovss intndrsi rifrita com minimo anch ai siti Intrnt di tali Comuni. Occorr qui frmarsi almno pr un attimo a riflttr su com qusto prctto normativo introdotto nl nostro Ordinamnto dal Codic dll Amministrazion Digital, un smpio di lgislazion nl suo complsso tanto innovativa da portar la pubblica amministrazion nlla socità dll informazion, quanto purtroppo spsso ancora dimnticata nll su implmntazioni implicazioni pratich, non intrvnga sul rgim di pubblicità di dati dlla pubblica amministrazion ma, più smplicmnt, imponga a qust ultima di utilizzar anch l nuov tcnologi pr consntir ai cittadini di accdr a dati già dichiarati pubblici dalla disciplina vignt. In qusto modo, l difficoltà pratich ch la burocrazia il rgim cartaco dlla documntazion amministrativa hanno rapprsntato storicamnt, pr chi a qui dati avva diritto di accdr, possono vnir mno, pr quanto riguarda il sttor ch qui ci intrssa più da vicino, il fatto ch prcdntmnt

4 in pochi si rcassro prsso l Agnzia dll Entrat o prsso i comptnti Comuni a chidr di conoscr il rddito di collghi, amici, parnti o chicchssia non significa ch l accsso a qui dati potss considrarsi ristrtto, vincolato a particolari portatori di intrssi o lgittimazioni soggttiv o, addirittura, illcito. Ecco prché, com è stato corrttamnt rilvato (Arna), l Agnzia dll Entrat ha intrprtato corrttamnt il proprio ruolo la normativa di rifrimnto, pubblicando anch su Intrnt l dichiarazioni di rdditi, dando ai cittadini la possibilità di passar dalla mra conoscibilità, alla conoscnza ral, vra, di tal attività, quindi, alla comprnsion al possibil controllo diffuso sull srcizio dl potr ch qull attività comporta. Oggi, insomma, grazi al Codic dll Amministrazion Digital, pubblico - in assnza di ultriori rstrizioni dtrminat x lg - non può ch significar ffttivamnt accssibil da chiunqu anch via wb. Scondo la lgislazion vignt, dunqu, non solo rndr disponibili i dati di rdditi su Intrnt non potva ritnrsi illgittimo ma, al contrario, ra dovroso. È proprio su qust basi ch, in una dll più illuminat - a dtta di chi scriv - tra l analisi giuridich dlla vicnda, gli autori (Scorza, Giurdanlla) auspicavano ch, passata la bufra, il Garant dttass a tutti i Comuni agli uffici dll Agnzia dll Entrat sul trritorio, rgol dirttiv pr rndr accssibili onlin gli lnchi dlla discordia nl risptto, ovviamnt, dlla privacy. Appar opportuno aggiungr ch solo ordinando di rimttr onlin i dati di rdditi il Garant avrbb potuto anch fornir una risposta concrta risolutiva alla problmatica costituita dalla prsnza ni circuiti pr to pr di fil rlativi all dichiarazioni di rdditi pr il 2005 scaricati il 30 april dal sito dll Agnzia dll Entrat, sulla cui vridicità conformità agli originali non sussistva più alcuna garanzia. L Agnzia dll Entrat avva, infatti, msso a disposizion sul suo sito i fil in formato txt, purtroppo libramnt modificabili. Di consgunza, solo la ripubblicazion in forma ufficial, qusta volta vntualmnt prsso i siti di Comuni comptnti pr trritorio, con modalità più idon pr vitar vntuali trattamnti di tali dati ccdnti i limiti di conoscibilità fissati dall art. 69 dl D.P.R. 600/1973 (pr smpio tramit formati lttronici non manipolabili, a sclusion dll funzioni di stampa di salvataggio su PC, vntualmnt anch con l idntificazion dl cittadino italiano richidnt tramit codic fiscal o carta d idntità lttronica), sarbb stato l unico modo pr ovviar alla prsnza, comunqu invitabil ni circuiti pr to pr, di fil rlativi all dichiarazioni di rdditi pr il 2005 parziali o, addirittura, manipolati. La trasparnza dv prvalr sulla risrvatzza, ma il diavolo sta ni dttagli Sgombrato il campo dall polmich dall divrs intrprtazioni sugli asptti strttamnt giuridici sollvat dalla diffusion di rdditi onlin, in un analisi a bocc frm a mnt frdda non si può vitar di affrontar il nodo ssn- 87

5 88 zial più politico dlla qustion. Dobbiamo allora chidrci s sia giusto opportuno aggiungr un ultrior tassllo, qullo dlla trasparnza dlla consapvolzza diffusa, nlla lotta sacrosanta all vasion fiscal ch, pr l dimnsioni proccupanti raggiunt da tmpo nl nostro pas, dtrmina un lvato diffrnzial tra prssion fiscal apparnt prssion fiscal ffttiva: qulla sostnuta da chi ffttivamnt paga l tass. L ISTAT misura, infatti, la prssion fiscal com rapporto tra l impost pagat il PIL, calcolato al lordo dll conomia sommrsa. Qusto significa ch solo una quota dll conomia, qulla dichiarata, sopporta ffttivamnt l impost. Scondo dati ISTAT dll Agnzia dll Entrat, si può stimar l conomia sommrsa intorno a un valor dl 20% dl PIL; su qust basi è dunqu possibil calcolar ch la prssion fiscal ffttiva ch grava sull conomia ufficial sia maggior di circa 10 punti prcntuali risptto alla prssion fiscal apparnt, ch si attsta intorno al 40% dl PIL (Fiorillo, Gallgati). Qual prima consgunza, ov anch vi foss una diminuzion dlla prssion fiscal apparnt, qulla ffttiva si ridurrbb di poco, visto ch una plata più piccola di cittadini dv sopportar l ffttivo onr contributivo. Il diffrnzial sistnt tra prssion fiscal apparnt prssion fiscal ffttiva, qual ultrior consgunza ngativa, inficia di fatto rnd prssoché inutil, s non dltria, qualunqu oprazion di riquilibrio/rdistribuzion di rdditi. Tali manovr, infatti, nll form tntat timidamnt in passato al fin di favorir i cittadini mno abbinti, proprio a causa dll lvata vasion fiscal hanno rischiato di dannggiar ultriormnt il c.d. cto mdio, in particolar, qui lavoratori dipndnti ch più dgli altri hanno scontato, in qusti ultimi anni, la prdita di potr d acquisto ch sono sostanzialmnt coloro ch admpiono - anch prché non potrbbro far altrimnti - all obbligo di «concorrr all sps pubblich in ragion dlla capacità contributiva» prvisto dall art. 53 dlla Costituzion, garantndo così l risors ncssari all cass dllo Stato. L apporto ch potrbb drivar alla lotta all vasion fiscal dalla consapvolzza diffusa di qusto grav fnomno attravrso l implmntazion in form adguat di una maggior trasparnza di dati fiscali, grazi allo straordinario vicolo di informazion ch rapprsnta Intrnt, par insomma important. O, al contrario, dovrbb fors ancora ritnrsi prvalnt, nl bilanciamnto dgli intrssi in gioco, la risrvatzza di dati conomici, com qulli sui rdditi, pr i quali lo stsso codic privacy assicura una tutla mno intnsa risptto a qulli snsibili, non richidndo il consnso dl soggtto intrssato (art. 24, c. 1, ltt. d) pr il loro trattamnto? Com è già stato giustamnt ricordato da altri Autori (Arna, Gurra), pr rispondr a tal qusito occorr intrrogarsi su com vada intsa la cittadinanza, nl suo dlicato quilibrio di diritti di dovri, quilibrio risptto al qual il già richiamato obbligo costituzional di concorrr all sps pubblich in ragion dlla propria capacità contributiva rapprsnta un passaggio ssnzial pr la tnuta dl patto social in uno Stato di diritto. Ecco, allora, ch un

6 rgim di trasparnza più ffttiva ral di dati fiscali rapprsntrbb uno strumnto fondamntal pr garantir, attravrso un controllo diffuso, ch tal obbligo sia quamnt ripartito tra tutti i consociati. Sbbn scontato, non smbra inutil ribadir ch chi vad il fisco, oltr a violar la lgg, ld dirttamnt gli intrssi di tutti gli altri consociati. Di consgunza ogni strumnto util a scardinar qull attggiamnto miop illogico, ma diffusissimo, ch consist nlla scarsa disapprovazion social ch circonda gli vasori ad affiancar al controllo vrtical srcitato dall Autorità statal, una dimnsion di controllo social orizzontal dv ritnrsi util bn acctta. Potrbb anch contribuir, nl mdio trmin, ad attnuar alcuni ccssi ni potri di controllo dll amministrazion finanziaria smpr più intrusivi, riavviando, in dfinitiva, un rcupro di librtà dmocrazia (Salvini). Qusta, d altra part, è stata la lina politica rivndicata in una sorta di intrprtazion autntica nll dichiarazioni dll allora Vicministro dll Economia a sguito dll prim critich dopo la diffusion onlin lo scorso 30 april di dati di rdditi di tutti gli italiani: «si tratta di un fatto di trasparnza, di dmocrazia». Bn, ma allora prché un oprazion di qusto tipo - ch andava a impattar su comportamnti dprcabili, ma diffusi radicati, pr la qual ra normal attndrsi una razion fort, critich riprcussioni - è stata lanciata da un Govrno già ampiamnt dimissionario a ridosso dll lzioni politich? Non ra possibil farlo prima mglio? Prché l oprazion non è stata anticipata da un adguata campagna informativa, vntualmnt da una consultazion pubblica, com si è soliti far in qusti casi ni pasi a dmocrazia voluta? Prché non c è stata una condivision anch informal dll modalità di implmntazion con il Garant dlla Privacy? Prché si sono sclti strumnti tcnologici a tal punto rudimntali nlla diffusion onlin di rdditi da far addirittura balnar l ida ch si trattass di un autogol prcostituito ad art? Com è possibil pnsar di mttr onlin normi fil in formato txt, contnnti i dati alfabtici di migliaia di prson libramnt scaricabili modificabili? Non si conoscva l sistnza di circuiti P2P il rischio ch qusti ponvano pongono risptto a dati ch, sppur non snsibili, non possono non dbbono ssr lasciati alla distribuzion di circuiti non ufficiali, con il rischio di modifich oprat ad art? Sarbb stato così difficil crar una smplic intrfaccia di intrrogazion dl databas nom pr nom, in modo ch il dato richisto potss apparir a vido snza la crazion in automatico di alcun fil? Non sarbb stato fors opportuno crar un smplic mccanismo di autnticazion, ch consntiss all Agnzia dll Entrat di conoscr chi domandava i dati di chi? Non ricvrmo probabilmnt mai alcuna risposta a tali qusiti. Crto è ch un implmntazion dll oprazion con modalità almno prsntabili avrbb limitato snsibilmnt l polmich, mantnndo intatti i vantaggi i dscritti asptti positivi lgati alla diffusion di rdditi onlin. Il diavolo sta ni dt- 89

7 tagli, ma qui non è chiaro s vi sia finito intnzionalmnt o pr nglignza sciattria. Poco conta s i problmi riscontrati possano ssr drivati a causa di contrasti intrni all allora maggioranza di Govrno o s il tutto volva smplicmnt limitarsi a ssr un tranllo pr il Govrno ntrant, oppur ntramb l cos insim: non intrssa in qusta sd discutr di ditrologia gossip dlla politica. Ciò ch appar comunqu sconfortant è dovr constatar l incapacità dl nostro pas di portar a compimnto in modo linar rsponsabil politich riformist nll intrss gnral di cittadini. Conclusioni: cala il sipario sui rdditi onlin offlin 90 Al nuovo Govrno alla nuova maggioranza è stata così offrta l opportunità di dimostrar com, su un tma ch avva fatto tanto discutr coinvolgndo anch motivamnt tutta la cittadinanza, avrbb saputo fornir soluzioni stabili d quilibrat. Nint di tutto qusto, purtroppo. Con l art. 42 dl Dcrto Lgg 25 giugno 2008, n. 112, in un silnzio quasi total da part di mdia, sono stat apportat modifich sostanziali al rgim di pubblicità di dati sui rdditi dttato dall art. 69 dl D.P.R. 600/1973, ch n prcludono in modo quasi assoluto la comunicazion la diffusion, non solo onlin, ma anch nll form tradizionali prsso i comuni gli uffici dll impost. Tali dati, infatti, non sono più consultabili da chiunqu, anzi, n è ora solo «ammssa la vision l strazion di copia ni modi con i limiti stabiliti dalla disciplina in matria di accsso ai documnti amministrativi di cui agli articoli 22 sgunti dlla Lgg 7 agosto 1990, n. 241». Il ch, fuori dal lgals, significa ch l accsso ai dati sui rdditi di contribunti sarà prmsso solo a chi potrà dimostrar di ssr portator di un lgittimo dirtto intrss. Con l aggiunta dl comma 6-bis all art. 69 si introduc, inoltr, una sanzion amministrativa ad hoc: «fuori di casi prvisti dal comma 6, la comunicazion o diffusion, total o parzial, con qualsiasi mzzo, dgli lnchi o di dati prsonali ivi contnuti, ov il fatto non costituisca rato, è punita con la sanzion amministrativa dl pagamnto di una somma da cinqumila uro a trntamila uro. La somma può ssr aumntata sino al triplo quando risulta infficac in ragion dll condizioni conomich dl contravvntor». Una sclta drastica, dunqu, ch fa pndr il ncssario bilanciamnto tra trasparnza risrvatzza tutto vrso qusto scondo lato, con buona pac dll apporto ch il controllo diffuso avrbb invc potuto confrir alla lotta all vasion fiscal. E i rdditi pr l anno d imposta 2005 diffusi pr qualch ora sul sito dll Agnzia dll Entrat lo scorso 30 april da allora libramnt accssibili da chiunqu ni circuiti dl pr to pr? Una piccola dimnticanza, alla qual il lgislator ovviava, insrndo in sd di convrsion in lgg dl Dcrto n. 112/2008 un ultrior comma all art. 69 dl D.P.R. 600/1973, ch prvd

8 una sanatoria spcifica: la consultazion di dati rlativi al priodo d imposta 2005 «può ssr ffttuata anch mdiant l utilizzo dll rti di comunicazion lttronica». Una ciligina sulla torta dll incornza approssimazion con l quali il tma è stato affrontato anch dal nuovo Govrno ch, non avndo contmporanamnt ordinato all Agnzia dll Entrat /o ai Comuni di ripubblicar tali dati sui loro siti wb, affidava sostanzialmnt pr smpr ai circuiti pr to pr la loro diffusion, con licnza a chiunqu di apporr ogni modifica di sorta, snza porsi alcun problma sulla garanzia di vridicità di dati stssi, ch solo un comptnt organo dllo Stato potrbb dovrbb assicurar. Al lordo di garanti ch non garantiscono (Mantllini), di govrni ch non sanno o non vogliono corrttamnt implmntar l propri sclt di trasparnza, di altri govrni ch, pr timor dl nuovo, impongono invc l oscurantismo, i dati di rdditi dl 2005 rimarranno ad atrnum disponibili lgittimamnt ni circuiti pr to pr qual simbolo vidnt dl fatto ch la strada dlla comprnsion di com Intrnt potrbb mutar in snso positivo i nostri rapporti con la pubblica amministrazion divntando uno di motori dll innovazion dl nostro pas sia ancora tutta da prcorrr. Rifrimnti bibliografici Arna, G., Trasparnza vasori, dmocrazia, com_contnt&task=viw&id=1022&itmid=40 Arna, G., Gurra, M. P., Contribunti fra trasparnza privacy, LaVoc.info, lavoc.info/articoli/pagina html Fiorillo, F., Gallgati, M., Contribunti d vasori, chi com quando, LaVoc.info, Mantllini, M., Contrappunti / I rdditi sul P2P? E allora?, Punto Informatico, punto-informatico.it/ /pi/commnti/contrappunti-rdditi-sul-p2p-allora.aspx Salvini, L., Dichiarazioni trasparnza, NlMrito.com, indx.php?option=com_contnt&task=viw&id=184&itmid=66 Scorza, G., Giurdanlla, C., Qui rdditi dvono tornar onlin, Punto Informatico, punto-informatico.it/ /pi/commnti/qui-rdditi-dvono-tornar-onlin.aspx 91

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4 Radioattività - Radioattività - - - Un prparato radioattivo ha un attività A 0 48 04 dis / s. A quanti μci (microcuri) si riduc l attività dl prparato dopo du tmpi di dimzzamnto? Sapndo ch: ch un microcuri

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma Compiti funzioni attribuiti dalla tiva all nazional Lgg Art. 6, comma 5 Art. 6, comma 7, ltt.a Art. 6, comma 7, ltt.b Potri/ funzioni attribuiti dalla Vigilanza su tutti i contratti pubblici (lavori, srvizi

Dettagli

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza GUIDE ITALIA Un confronto sull ultim tndnz a supporto dlla smplificazion dll fficza L voluzion dll architttur IT Sogi RELATORE: Francsco GERBINO 16 novmbr 2010 Agnda Prsntazion dlla Socità Architttur IT

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi TitoloTitl Guida allʼscuzion di prov con risultati qualitativi Guid to prform tsts with qualitativ rsults SiglaRfrnc DT-07-DLDS RvisionRvision 00 DataDat 0602203 Rdazion pprovazion utorizzazion allʼmission

Dettagli

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica.

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica. CORSO MASTER associazion gomtri libri profssionisti dlla provincia Modna novmbr, cmbr 2014 gnnaio, fbbraio PERCORSO FORMATIVO DI 48 ORE Sd Il corsoo è organizzato prsso la sala convgni dl Collg io Gomm

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

LA TRASFORMATA DI LAPLACE

LA TRASFORMATA DI LAPLACE LA RASFORMAA DI LAPLACE Pr dcrivr l voluzion di un itma in rgim tranitorio, oia durant il paaggio dll ucit da un rgim tazionario ad un altro, è ncario ricorrr ad un modllo più gnral riptto al modllo tatico,

Dettagli

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco DM 10 marzo 2005 Classi di razion al fuoco pr i prodotti da costruzion da impigarsi nll opr pr l quali ' prscritto il rquisito dlla sicurzza in caso d'incndio. (GU n. 73 dl 30-3-2005) IL MINISTRO DELL'INTERNO

Dettagli

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine.

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine. Capitolo 2 Numri rali In qusto capitolo ci occuprmo dll insim di numri rali ch indichrmo con il simbolo R: lfunzionidfinitsutaliinsimiavaloriralisonol oggttodistudiodll analisi matmatica in una variabil.

Dettagli

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI D.Lgs. 192/2005 + D.Lgs. 311/2006 Vincnzo Corrado, Matto Srraino Dipartimnto di Enrgtica Politcnico Di Torino un progtto di:

Dettagli

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015.

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015. Vrsion 5 3 Agosto Valità 2015 la Manifstazion : Campionato Italiano Rally Assoluto Campionato Italiano Rally Junior Campionato Italiano Rally Costruttori Coppa ACI-SPORT Rally CIR Equipaggi Inpndnti Coppa

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

Lo strato limite PARTE 11. Indice

Lo strato limite PARTE 11. Indice PARTE 11 a11-stralim-rv1.doc Rl. /5/1 Lo strato limit Indic 1. Drivazion dll qazioni indfinit di Prandtl pr lo strato limit sottil pag. 3. Intgrazion nmrica dll qazioni indfinit di Prandtl. 11 3. Lo strato

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua SOMMARIO Gralità sull Macchi i Corrt Cotiua...2 quazio dlla forza lttromotric...2 Circuito quivalt...2 Carattristica di ccitazio...3 quazio dlla vlocità...3 quazio dlla Coppia rsa all'albro motor:...3

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1 ITRODUZIOE ALLA BUSIESS PROCESS MODELIG OTATIO (BPM) 1 1. Prsntazin La ntazin BPM (http://www.bpn.rg) è sviluppata dalla Businss Prcss Managnt Initiativ dall Objct Managnt Grup (http://www.g.rg), assciazini

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO Nm prcmnt Dscrizin Fasi (dscrizin sinttica da input ad utput) Nrm rifrimnt rspnsabil istruttria Rspnsabil prcmnt mcgmmatricla richista infrmazini prcmnt incar tlf, fax pc inrizz Trmin cnclusi n prcm nt

Dettagli

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3)

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3) G. Ptrucci Lzioni di Cotruzion di Macchin. CRITERI DI RESISTENZA La vrifica di ritnza ha o copo di tabiir o tato tniona d mnto truttura anaizzato è ta da provocarn i cdimnto into com rottura o nrvamnto.

Dettagli

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS 1 INDIC INDIC...2 PRFAZION...4 RINGRAZIAMNTI...6 PRSNTAZION...7

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative FORMA 3: Valutazione dei comportamenti organizzativi Nozioni di base 1. LA VALUAZION DLL COMPNZ INDIVIDUALI 1.1 L COMPNZ INDIVIDUALI In base ai recenti contributi di numerosi autori, possiamo intendere

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE Cnsrvari Musica Giuspp Tartini Trist NUCLEO DI VALUTAZIONE RELAZIONE ANNUALE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE sull dll a.a.2010/11 (DPR 28/2/03 n.132, art.10 cmma 2 ltt. b) Nucl valutazin Waltr Grbin Prsidnt

Dettagli

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci JOH EBTI BCH Invnzon a u voc BWV 772 7 cura Lug Catal trascrzon ttuata con UP htt//ckngmuscarchvorg/ c 200 Lug Catal (lucatal@ntrrt) Ths ag s ntntonally lt ut urchtg nltung Wormt nn Lbhabrn s Clavrs, bsonrs

Dettagli

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP)

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Che il sistema previdenziale italiano sia un cantiere sempre aperto testimonia la profonda discrasia

Dettagli

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1.

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1. Caitolo III VALORI MEDI. SAZIONARIEÀ ED ERGODICIÀ III. - Mdi tatitich dl rimo ordi. Sia f( ) ua fuzio cotiua i aoci al gal alatorio (, t ζ ) la uatità dfiita dalla y f[(, t ζ )]. Ea idividua, a ua volta,

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014 Tipologia: LAVORO Protocollo: 2006614 Data: 26 maggio 2014 Oggetto: Jobs Act: disposizioni Legge n. 78 del 16/05/2014 di conversione del D.L. n. 34 del 20/03/2014 Allegati: No JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE

Dettagli

COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA

COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA COMUNE DI MASER (TV) ESENTE da Marca da bollo COMUNICAZIONE VOLTURA DI DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA O DI SEGNALAZIONE CERTIFICA DI INIZIO DELL ATTIVITA Il/La sottoscritto/a: DA COMPILARSI IN CASO DI PERSONA

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI ARMONIZZAZION DI SISTMI CONTABILI D. Lgs. 118/2011 Maggio 2014 Le origini: il federalismo fiscale Legge 5/5/2009 n. 42 Delega al Governo in materia di FDRALISMO FISCAL in attuazione dell art. 119 della

Dettagli

La pubblicazione delle delibere degli enti locali: dall albo pretorio al sito web

La pubblicazione delle delibere degli enti locali: dall albo pretorio al sito web La pubblicazione delle delibere degli enti locali: dall albo pretorio al sito web L art.32, comma 1 della legge 18 giugno 2009, n.69 ha fissato al 1 gennaio 2010 [la data in cui], gli obblighi di pubblicazione

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA 1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Un conduttore ideale all equilibrio elettrostatico ha un campo elettrico nullo al suo interno. Cosa succede se viene generato un campo elettrico diverso da zero al suo

Dettagli

Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni

Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni Convegno Romeni emergenti o emergenza Romania? Italia e Romania allo specchio: la percezione reciproca d immagine tra italiani e romeni Prof. Stefano Rolando Segretario generale delle e Direttore scientifico

Dettagli

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria).

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria). Luogo di convocazione dell assemblea nelle società di capitali della Dott.ssa Roberta De Pirro L ADEMPIMENTO Il Consiglio nazionale del notariato, nello Studio n. 98-2013/I ha fatto il punto sul luogo

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

Norme finalizzate alla promozione di forme flessibili e semplificate di telelavoro

Norme finalizzate alla promozione di forme flessibili e semplificate di telelavoro Lo smart working è una modalità di lavoro innovativa basata su un forte elemento di flessibilità, in modo particolare di orari e di sede. Il futuro dell organizzazione del lavoro passa necessariamente

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi.

Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi. Guida alla promozione, all adesione e al sostegno dell iniziativa europea Uno di Noi. 6 maggio 2013 Perché l embrione umano è già uno di noi Comitato italiano UNO DI NOI Lungotevere dei Vallati 10, 00186

Dettagli

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015)

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) Avv. Andrea Ricuperati (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) 1 Tramite il servizio postale A mani Mediante posta elettronica certificata 2 24 maggio 2013 (= quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

www.sanzioniamministrative.it

www.sanzioniamministrative.it SanzioniAmministrative. it Normativa Legge 15 dicembre 1990, n. 386 "Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari" (Come Aggiornata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507) Art. 1. Emissione

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Modulo VA : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro subordinato ai sensi degli artt. 14 comma 6 e 39 comma 9 del DPR. n. 394/99 e successive modifiche ed integrazioni Informazioni

Dettagli

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le informazioni fornite nel presente documento hanno esclusivamente scopo informativo

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

MOTO DI UNA CARICA IN UN CAMPO ELETTRICO UNIFORME

MOTO DI UNA CARICA IN UN CAMPO ELETTRICO UNIFORME 6. IL CONDNSATOR FNOMNI DI LTTROSTATICA MOTO DI UNA CARICA IN UN CAMPO LTTRICO UNIFORM Il moto di una particella carica in un campo elettrico è in generale molto complesso; il problema risulta più semplice

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

TARSU e TIA, tra tariffa e tributo: analogie e differenze tra i due modelli nella gestione della finanza comunale.

TARSU e TIA, tra tariffa e tributo: analogie e differenze tra i due modelli nella gestione della finanza comunale. TARSU e TIA, tra tariffa e tributo: analogie e differenze tra i due modelli nella gestione della finanza comunale. di Ernesto Aceto Il settore della finanza locale è nell ambito del diritto tributario,

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari

Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Legge 15 dicembre 1990, n. 386, come modificata dal Decreto Legislativo 30 dicembre 1999, n. 507. Nuova disciplina sanzionatoria degli assegni bancari Art. 1. Emissione di assegno senza autorizzazione

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!!

Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!! SEZIONE PROGETTI AVAB Amici del Volo Aeromodellistico di Bovolone Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!! Di Federico Fracasso In questo articolo spiegherò a grandi passi

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE VISTI gli articoli 76 e 87 della Costituzione; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VISTA la

Dettagli

Gli stranieri in Italia

Gli stranieri in Italia Gli stranieri in Italia E straniero, evidentemente, chi non è cittadino italiano. Tuttavia, nell epoca della globalizzazione questa definizione negativa non è più sufficiente per identificare le regole

Dettagli

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI 934 QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI R. Brunetta per Il Giornale 14 giugno 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà -

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

COMUNE DI FROSSASCO C.A.P. 10060 - PROVINCIA DI TORINO. Legge 24 novembre 1981, n. 689. D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267

COMUNE DI FROSSASCO C.A.P. 10060 - PROVINCIA DI TORINO. Legge 24 novembre 1981, n. 689. D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 COMUNE DI FROSSASCO C.A.P. 10060 - PROVINCIA DI TORINO Regolamento per l applicazione delle sanzioni amministrative in materia di violazioni ai regolamenti e alle ordinanze comunali Legge 24 novembre 1981,

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI 2003 AGENZIA DELLE ENTRATE INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI artt. 8, 9, 9-bis e 14 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e successive modificazioni

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE E L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA Roma 3 luglio 2014 PREMESSA La legge 7 aprile 2014, n. 56, Disposizioni

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti Merceologia Importo Amministrazioni statali Amministrazioni regionali i Enti del servizio sanitario

Dettagli

di Roberto Fontana, magistrato

di Roberto Fontana, magistrato 10.1.2014 LE NUOVE NORME SULLA FISSAZIONE DELL UDIENZA E LA NOTIFICAZIONE DEL RICORSO E DEL DECRETO NEL PROCEDIMENTO PER DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO di Roberto Fontana, magistrato Sommario. 1. La nuova

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2)

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) Istanza di fallimento e procedimento di concordato preventivo in bianco Dott. Francesco Pedoja Presidente del Tribunale di Pordenone Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) 1- La L. n.134/2012

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente

Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente CONTRATTO DI SOGGIORNO (Art. 5 bis del D.lvo n. 286/98 e successive modifiche)

Dettagli

L adempimento della notificazione al Garante per la Privacy

L adempimento della notificazione al Garante per la Privacy L adempimento della notificazione al Garante per la Privacy Una delle principali semplificazioni introdotte dal D.Lgs. n. 196 del 30-6-2003 riguarda l adempimento della notificazione al Garante, ovvero

Dettagli

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA Poiché risulta che alla gara possono partecipare anche imprese in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione indicando i progettisti si chiede quale

Dettagli

CIRCOLARE N. 40/E. OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti

CIRCOLARE N. 40/E. OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti CIRCOLARE N. 40/E Direzione Centrale Normativa Roma, 8 ottobre 2012 OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Chiarimenti Premessa

Dettagli