Il private cloud utilizzerà un'infrastruttura ibrida

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il private cloud utilizzerà un'infrastruttura ibrida"

Transcript

1 Un Thought Leadership Paper ideato da Forrester Consulting su commissione IBM Il ruolo dei mainframe nel cloud: per soddisfare tutte le esigenze di affidabilità e sicurezza Gennaio 2013

2 Sommario Sintesi del documento... 2 Situazione attuale: il Cloud Computing sta spiccando il volo all'interno delle aziende... 3 Problematica: i carichi di lavoro aziendali generano nuovi requisiti... 5 Soluzione: architetture ibride per i cloud aziendali Suggerimenti chiave Appendice A: Metodologia Appendice B: Note finali , Forrester Research, Inc. Tutti i diritti riservati. È severamente proibita la riproduzione non autorizzata. Le informazioni si basano sulle migliori risorse disponibili. Le opinioni riflettono il giudizio al momento della redazione e sono soggette a cambiamenti. Forrester, Technographics, Forrester Wave, RoleView, TechRadar e Total Economic Impact sono marchi di Forrester Research, Inc. Tutti gli altri marchi sono di proprietà delle rispettive società. Per ulteriori informazioni, visitare il sito [1-L2MIOL] Informazioni su Forrester Consulting Forrester Consulting offre servizi di consulenza indipendenti e obiettivi basati sulla ricerca e destinati ai leader che desiderano affermarsi con successo all'interno delle loro organizzazioni. I servizi di Forrester Consulting, il cui ambito può variare da brevi sessioni di strategia a progetti personalizzati, mettono direttamente in comunicazione il cliente con esperti nella ricerca di mercato che applicano le loro competenze alle specifiche problematiche aziendali. Per ulteriori informazioni, visitare Pagina 1

3 Sintesi del documento La vostra strategia relativa al private cloud aspira semplicemente a supportare le applicazioni leggere e di priorità bassa in esecuzione sui server commerciali o a gestire tutti i tipi di carichi di lavoro? Nell'ottobre 2012 IBM ha affidato a Forrester Consulting il compito di valutare I private cloud possono e devono offrire diversi tipi di la domanda delle aziende di ambienti cloud per carichi di lavoro aziendali business servizi delle infrastrutture per e mission-critical in modo da determinare se sono sufficienti infrastrutture soddisfare le svariate esigenze dell'azienda tipica. commerciali non strutturate. Ipotesi di Forrester: i requisiti emergenti degli ambienti cloud includono infrastrutture specifiche e maggiori caratteristiche di sicurezza, affidabilità e resilienza. Abbiamo ideato le domande del sondaggio per verificare tale ipotesi e le abbiamo rivolte a 200 decision-maker IT delle organizzazioni con almeno 500 dipendenti del Nord America, Regno Unito, Germania e Brasile. Il sondaggio rivela che le aziende desiderano che i private cloud siano in grado di gestire un'ampia serie di applicazioni che in molti casi richiedono hardware specializzato, sicurezza elevata, infrastruttura altamente resiliente e altre funzionalità che non possono essere fornite completamente dall'infrastruttura commerciale da sola. In risposta a tali requisiti, i private cloud possono e devono impiegare tipi di servizi delle infrastrutture ibridi per soddisfare l'ampia gamma di esigenze dell'azienda tipica. Tali "infrastrutture ibride" non consentiranno soltanto di ridefinire la grande quantità di infrastrutture complesse e incompatibili odierne: i private cloud astraggono i carichi di lavoro, quali le applicazioni aziendali, dalla struttura sottostante. I sistemi cloud offrono servizi relativi alle infrastrutture, non solo la stessa infrastruttura grezza: ciò significa che è possibile distribuire carichi di lavoro ovunque all'interno del servizio dell'infrastruttura. Le infrastrutture cloud ibride non sono mera teoria; i cloud IaaS pubblici stanno facendo esattamente questo oggi. 1 Principali risultati Lo studio svolto da Forrester ha evidenziato i seguenti principali risultati: Le applicazioni di ultima generazione trasferite nel cloud presentano requisiti specifici. La seconda generazione di applicazioni cloud è più business e mission-critical, con requisiti specifici di sicurezza, prestazioni e affidabilità che l'infrastruttura commerciale non è in grado di soddisfare facilmente. 2 Forrester ha rilevato che le aziende desiderano fortemente che i propri ambienti cloud consentano di accedere a servizi di infrastrutture specializzati per la gestione di una più ampia serie di applicazioni ed esigenze. I clienti Cloud desiderano una più ampia scelta di infrastrutture e sono aperti alle infrastrutture ibride. I clienti aziendali desiderano portare nel cloud un'ampia serie di applicazioni, molte con requisiti specifici. Inoltre, i decision-maker IT sono disposti ad accettare questi ambienti ibridi che incorporano i mainframe, fintanto che il mix di infrastrutture viene celato da servizi astratti. Il sondaggio rivela una notevole preclusione nei confronti dei cloud basati su una singola piattaforma. L'utilizzo di infrastrutture ibride da parte dei sistemi cloud è inevitabile, in modo particolare per gli ambienti privati. Sebbene i cloud basati sulle infrastrutture commerciali stiano continuamente migliorando le proprie prestazioni, non sono ancora in grado di soddisfare esigenze specifiche in modo efficace dal punto di vista dei costi; cosa che può essere consentita da infrastrutture particolari. Ad esempio, i mainframe possono consentire una notevole resilienza delle risorse delle infrastrutture, una forma più sicura di isolamento dei carichi di lavoro rispetto agli approcci basati sulla multi-tenancy commerciale e maggiori garanzie di impegno in termini di risorse. Sono inoltre in grado di offrire questi valori più elevati con un'elevata densità di elaborazione, consentendo una notevole efficienza dal punto di vista dei costi dei carichi di lavoro applicabili. Pagina 2

4 Situazione attuale: il Cloud Computing sta spiccando il volo all'interno delle aziende Non dovrebbe sorprendere che le aziende investano oggi in private cloud, ma la priorità da esse conferita a tali private cloud e le implicazioni che tale fatto ha per le infrastrutture private cloud future non erano forse prevedibili. Gli investimenti nel private cloud sono cresciuti fino a diventare una priorità cruciale per il 1 delle aziende e una priorità elevata per il ; sommando tali percentuali, si giunge alla conclusione che quasi la metà di tutte le aziende del Nord America e dell'europa attribuisce una priorità elevata all'implementazione di un private cloud (vedere la Figura 1). 3 Figura 1 La creazione di un private cloud costituisce una priorità per quasi la metà di tutte le aziende "Quali delle seguenti iniziative relative all'infrastruttura IT potrebbero avere la più elevata priorità nella sua azienda/organizzazione nei prossimi 12 mesi?" (Creare un private cloud interno attuato dal team IT [non da un provider di servizi]) Non so/nd Non all'ordine del giorno Priorità bassa Priorità elevata Priorità cruciale 2012 (N = 1 036) 23% 29% (N = 1 240) 3% 33% 26% 10% Base: dirigenti IT e decision-maker della tecnologia del Nord America e dell'europa Fonte: Forrsights Hardware Survey, Q3 2012, Forrester Research, Inc. I private cloud devono essere cloud, non mere risorse virtualizzate Non è ancora il momento di gioire troppo per tali numeri: la distanza tra il desiderio di fornire private cloud e l'effettivo provisioning di cloud interni è ancora molto grande. Molte aziende, purtroppo, si limitano a definire cloud i propri ambienti virtualizzati, una pratica che Forrester chiama "cloudwashing". Un ambiente cloud deve avere le caratteristiche indicate di seguito in grado di distinguerlo chiaramente dagli ambienti di virtualizzazione statici: Procedure operative standardizzate. La standardizzazione dei processi rende i sistemi cloud molto più efficienti degli ambienti virtualizzati tradizionali (o di qualsiasi opzione di distribuzione delle infrastrutture precedente al cloud). I sistemi cloud richiedono l'implementazione coerente delle principali attività operative, tra cui la distribuzione delle infrastrutture e dei carichi di lavoro, patch e aggiornamenti, migrazione live e (infine) l'estrazione del carico di lavoro dall'ambiente quando non è più necessario. Qualsiasi elemento ripetibile, modelli di carichi di lavoro, servizi di infrastrutture o applicazioni condivise (ad esempio un tipo specifico di servizio di archiviazione o un livello di messaggistica), standard delle architetture aziendali e immagini principali, deve essere documentato per una distribuzione coerente. Pagina 3

5 Operazioni completamente automatizzate. Se si standarizzano le principali procedure operative, tali processi possono (e dovrebbero) essere completamente automatizzati. Gli ambienti cloud completamente automatizzati danno ai clienti l'autonomia di distribuire velocemente i carichi di lavoro. Conferiscono fiducia e affidabilità ai leader IT perché soltanto le funzionalità automatizzate possono essere distribuite in modo autonomo senza provocare caos nell'ambiente. Questo è particolarmente vero quando è possibile automatizzare interi carichi di lavoro e modelli di distribuzione completi, insieme ai processi di approvazione interni ad essi associati. Nel momento in cui viene richiesto un modello o un flusso di lavoro automatizzato non dovrebbe rendersi necessario l'intervento manuale da parte degli architetti dell'it, delle applicazioni o perfino dei responsabili aziendali e finanziari nelle distribuzioni dei carichi di lavoro cloud. Accesso self-service per il cliente. Gli sviluppatori adorano i cloud IaaS pubblici perché sono in grado di utilizzare in modo autonomo questi servizi e di essere subito produttivi. Si aspettano la stessa cosa dai private cloud, che è il motivo per cui tutti i private cloud dovrebbero offrire il self-service attraverso un portale e, se possibile, un'api (Application Programming Interface). Idealmente, tale API sarà un'interfaccia standard condivisa da molti ambienti pubblici e privati, ad esempio l'iniziativa emergente OpenStack. 4 Ciò consente agli sviluppatori di configurare le applicazioni una sola volta e di distribuirle in più ambienti. Tenancy condivisa e utilizzo massimo. Affinché il private cloud risulti un utile investimento, deve essere condiviso quanto più largamente possibile all'interno dell'azienda. Ciò significa la condivisione dello stesso pool di infrastrutture da parte delle risorse tecniche, marketing e perfino finanziarie. Con una tenancy logica (anziché una tenancy fisicamente isolata), è possibile ottimizzare l'utilizzo delle risorse e le allocazioni di risorse flessibili tra i reparti in base alle fasi di picco e di stasi dei cicli di business: un requisito essenziale della gestione cloud. La multitenancy consente inoltre di configurare sulla stessa infrastruttura ambienti con requisiti di sicurezza e conformità diversi (una distribuzione standard e automatizzata ne semplifica il controllo). Bonus: trasparenza dei costi. La tenancy condivisa consente inoltre di tenere traccia e di giustificare più facilmente le risorse utilizzate da ciascun reparto. Tutti gli ambienti cloud risultano utili nel momento in cui rivelano liberamente le allocazioni di risorse agli utenti e ai reparti e sono in grado di allocare i costi in base all'utilizzo. Anche la gestione delle licenze software viene semplificata perché tali licenze possono essere destinate solo a ambienti (o reparti) tenant specifici. L'esperienza con i cloud pubblici dimostra che tale trasparenza ridurrà il parcheggio dei carichi di lavoro che non vengono utilizzati: un problema principale delle infrastrutture aziendali odierne. La trasparenza dei costi consente inoltre alle organizzazioni di distinguere gli ambienti pubblici, privati, cloud e non cloud in base alle corrispondenze esistenti tra il costo e il carico di lavoro. Le soluzioni ibride sono in ultima analisi più efficienti in termini di costi rispetto a qualsiasi ambiente esclusivamente cloud o non cloud. Le aziende che desiderano creare private cloud studieranno come implementare tali funzionalità e sfruttare appieno i vantaggi del cloud computing all'interno dei propri data center per la prima generazione di applicazioni. Devono però prendere in considerazione una progettazione dei propri ambienti che consenta di gestire le applicazioni cloud di ultima generazione; le applicazioni aziendali sono per natura diverse e richiedono speciali considerazioni relative alla sicurezza, alle prestazioni e all'affidabilità. Pagina 4

6 Problematica: i carichi di lavoro aziendali generano nuovi requisiti Oggi la maggior parte delle aziende ha iniziato il viaggio verso il cloud con applicazioni a basso rischio e requisiti di elevata agilità. Tali applicazioni di solito consentono di istruire e informare i clienti, i partner e dipendenti utilizzando i dati pubblicamente disponibili. Le applicazioni tendono a utilizzare le tecnologie Web e le architetture moderne che possono essere facilmente scalate nelle infrastrutture commerciali tramite il bilanciamento dei carichi e la clonazione dei servizi. Anche i carichi di lavoro batch sono diffusi nei sistemi cloud e presentano lo stesso facile adattamento alle infrastrutture commerciali. 5 Sempre più spesso, tuttavia, i professionisti I&O portano le applicazioni basate sulle transazioni nel cloud, lasciando intendere di avere una fiducia crescente nelle piattaforme cloud, fino al punto di considerare il cloud una destinazione adatta per il disaster recovery. 6 I dati del sondaggio suggeriscono che il prossimo La maggior parte delle aziende ha iniziato il viaggio verso il cloud con applicazioni a rischio inferiore con requisiti di elevata agilità. anno assisteremo a un notevole aumento del numero di applicazioni aziendali "di base", vale a dire applicazioni business e mission-critical, che vengono trasferite in ambienti private cloud (vedere le Figure 2 e 3). Tali applicazioni di base creano grossi problemi ai professionisti I&O che implementano i private cloud: Le applicazioni aziendali di base elaborano le transazioni, molte transazioni, quindi non possono essere scalate tramite l'aggiunta di bilanciatori dei carichi e la generazione di nuove copie di servizi. Vengono scalate aumentando la capacità del motore di elaborazione delle transazioni e dei relativi database. Ospitano i dati aziendali più importanti, quindi sono altamente protette e per sostenere i volumi di transazioni da esse elaborati richiedono spesso hardware specializzato. Le applicazioni mission-critical devono mantenere una solida integrità transazionale e dei processi e presentano quindi requisiti di resilienza delle infrastrutture più rigidi rispetto ad altri carichi di lavoro. Con il trasferimento delle applicazioni aziendali di base (compresi i carichi di lavoro mission-critical) nel cloud, i team I&O dovranno affrettarsi a garantire che i rispettivi private cloud siano in grado di offrire SLA del più elevato livello possibile se, come o quando necessario. Questo non significa che l'intero cloud deve offrire SLA elevatissimi, soltanto che tali livelli di servizio devono essere disponibili come parte del private cloud. Un metodo chiave per offrire SLA elevati consiste nell'aggiunta di infrastrutture più resilienti al private cloud. Man mano che i private cloud maturano, non devono limitarsi all'offerta della mera resilienza. Pagina 5

7 Figura 2 Molte aziende intendono portare le applicazioni di base nel cloud nel 2013 "Quali tipi di applicazioni intendete ospitare nelle piattaforme cloud?" Intendete distribuire nei prossimi 6 mesi Intendete distribuire nei prossimi 12 mesi Carichi di lavoro aziendali principali Intendete distribuire, ma non disponete di un preciso quadro temporale Nessuna distribuzione in programma Nessun programma perché non riteniamo che tale carico di lavoro sia adatto agli ambienti cloud Non so/non applicabile Applicazioni per clienti/partner 43% 26% 20% 9% 3% Applicazioni interne per dipendenti (intranet, collaborazione, produttività, ecc.) 40% 41% 11% 6% 1% 1% Applicazioni interne di back-office (contabilità, ERP, gestione supply chain, ecc.) 35% 18% 10% 3% 1% Applicazioni di business reporting e analisi di dati SQL e di altri dati strutturati 31% 23% 13% 1% Elaborazione di transazioni online (OLTP) 25% 2 18% 5% Carichi di lavoro altamente distribuiti (Hadoop, analisi in tempo reale, dati non strutturati) 2 20% 3% 3% Applicazioni di business reporting e analisi di dati non strutturati 20% 21% 16% 3% 1% Rendering, modifica delle immagini o simulazione compute-intensive (applicazioni che richiedono un utilizzo elevato della CPU con poche richieste di I/O) 19% 31% 17% 5% Base: 200 dirigenti IT e decision-maker della tecnologia del Nord America, Brasile e Europa (la somma delle percentuali non è 100 a causa dell'arrotondamento) Fonte: studio condotto da Forrester Consulting per conto di IBM, ottobre 2012 Pagina 6

8 Figura 3 Tendenza: le aziende intendono portare le applicazioni mission-critical nel cloud "Quante sono approssimativamente le applicazioni mission-critical attualmente nel cloud e come cambierà tale numero nei prossimi 12 mesi?" Attualmente Prossimi 12 mesi Più di 50 6% 7% Che non utilizzano il cloud Che utilizzano il cloud Più di % % 6% % % 16% % 19% % % 49% Nessuna 11% 29% Nessuna 5% 1 Non so 0% 1% Non so 6% 0% Base: 197 dirigenti IT e decision-maker della tecnologia del Nord America, Brasile e Europa (la somma delle percentuali non è 100 a causa dell'arrotondamento) Fonte: studio condotto da Forrester Consulting per conto di IBM, ottobre 2012 Le aziende hanno bisogno di altre opzioni di configurazione Il nostro sondaggio mostra che man mano che gli ambienti cloud maturano e che una buona parte del portafoglio delle applicazioni viene trasferito in questi ambienti, la richiesta di opzioni specifiche di configurazione delle infrastrutture aumenterà su diversi fronti. Esaminando le esigenze relative alla resilienza, il nostro sondaggio indica che i clienti aziendali desiderano opzioni per la selezione delle risorse virtuali da un pool progettato per evitare a tutti i costi guasti dei componenti e per eseguire un rapido ripristino di quelli che si verificano (vedere la Figura 4). Priorità principali evidenziate dal nostro sondaggio: I clienti aziendali desiderano essere in grado di scegliere le risorse virtuali progettate per evitare guasti o perlomeno per risolvere rapidamente tali guasti. Rapido ripristino dai guasti. Alcune applicazioni aziendali di base dispongono di SLA per il ripristino delle applicazioni in pochi minuti, compresi i dati delle applicazioni. L'88% degli intervistati ha affermato che questa caratteristica dei private cloud è di importanza cruciale o molto importante. Ambienti con tempi di inattività uguali a zero. Il cliché del cloud computing è che le architetture devono consentire un rapido ripristino dai guasti inevitabili dell'infrastruttura. L'86% degli intervistati ritiene che è di importanza cruciale o molto importante che i servizi all'interno del proprio ambiente cloud vengano progettati per evitare guasti: una visione più tradizionale dell'affidabilità dei sistemi. Pagina 7

9 Prestazioni delle applicazioni garantite (prevedibili). Le garanzie relative alle prestazioni delle applicazioni costituiscono una priorità anche tra gli intervistati del nostro sondaggio; l'8 ha riferito che sono di importanza cruciale o molto importanti. Le garanzie delle prestazioni vengono in genere espresse in termini di tempi di risposta degli utenti e finestre batch e forniscono ai professionisti I&O una base per garantire tali impegni di qualità del servizio ai propri partner IT e aziendali. Figura 4 I clienti Cloud desiderano che i private cloud dispongano di opzioni di affidabilità migliori "Quanto è importante che la piattaforma cloud abbia le seguenti caratteristiche di affidabilità?" Per nulla importante Di importanza cruciale 5 Progettata per un rapido ripristino dai guasti 8% 36% 5 1% Progettata per evitare qualsiasi tipo di errore 10% 48% 3% Prestazioni delle applicazioni garantite (QoS) 1 40% 4 Massimo livello di sicurezza (HIPAA, FedRAMP, PCI, ecc.) Trasparenza delle infrastrutture (visibilità all'interno delle infrastrutture (tipo, fornitore, CPU, ecc.) su cui vengono eseguite le applicazioni) Elevati livelli di elasticità (ad esempio, da un numero basso a migliaia di macchine virtuali semplicemente in base alla richiesta) Scelta di infrastrutture garantita (consente di specificare il tipo di infrastruttura su cui vengono eseguite le applicazioni) 3% 1 21% 1% 6% 20% 4 41% 39% 56% 30% Estensione geografica (data center in più continenti e/o in più paesi) 9% 1 2 Possibilità di ridurre il consumo di energia elettrica per risparmiare costi 5% 9% 2 Base: 200 dirigenti IT e decision-maker della tecnologia del Nord America, Brasile e Europa (le risposte "Non so" sono state escluse) Fonte: studio condotto da Forrester Consulting per conto di IBM, ottobre 2012 Pagina 8

10 I dati aziendali nel cloud accrescono la necessità di un rafforzamento della sicurezza Man mano che le applicazioni business e mission-critical vengono trasferite nel cloud, generano requisiti per una maggiore sicurezza dei dati (vedere la Figura 5). Dato che i sistemi cloud gestiscono pool di risorse che servono numerosi tenant, tali requisiti esercitano un'ulteriore pressione sulla progettazione di sistemi private-cloud in grado di garantire che i carichi di lavoro siano ben separati gli uni dagli altri. Le priorità principali evidenziate dal nostro sondaggio sono state: Man mano che le applicazioni business e mission-critical vengono trasferite nel cloud, portano con sé i propri requisiti relativi a una maggiore sicurezza. Architetture a prova di hacker. Quando si mettono i gioielli in una cassaforte, si riesce a dormire di notte se si è certi che la cassaforte è inaccessibile e che i gioielli sono al sicuro. I professionisti I&O impiegano apparecchiature di sicurezza e altro hardware specifico e sistemi di progettazione ottimizzati per garantire un'elevata sicurezza in modo da rendere le proprie cassaforti il più inaccessibili possibile. Quasi tutti gli intervistati (96%) richiedono tale caratteristica per almeno alcune delle loro applicazioni. Opzioni di sicurezza altamente configurabili come parte dell'offerta del servizio. Non tutte le applicazioni ospitano dati di importanza cruciale: non è necessario che le organizzazioni ricorrano ad ulteriori attività e risorse per avere carichi di lavoro altamente sicuri nell'intero private cloud. I private cloud devono offrire opzioni di sicurezza extra come crittografia, tracciabilità dei controlli e istanze isolate come servizi che possono essere applicati solo ai carichi di lavoro che ne hanno bisogno. Più dell'85% degli intervistati ha espresso la necessità di molte di queste caratteristiche per almeno alcune delle proprie applicazioni cloud. Pagina 9

11 Figura 5 I requisiti di sicurezza richiedono inoltre che le infrastrutture cloud offrano altre scelte "Quanto è importante che la piattaforma cloud abbia le seguenti caratteristiche di sicurezza?" Nessuna delle mie applicazioni lo richiede 1 2 Alcune applicazioni lo richiedono 3 4 Tutte le mie applicazioni lo richiedono 5 1% Infrastruttura in grado di garantire la sicurezza (architettura a prova di hacker, componenti 26% hardware specifici per la sicurezza) Parametri di sicurezza altamente configurabili 35% 2 Trasparenza delle operazioni di sicurezza tramite i rapporti di controllo (SAS-70, SSAE-16, self-audit dettagliato delle operazioni di sicurezza) Possibilità da parte dell'azienda di controllare direttamente le procedure dei provider dei servizi cloud 5% 29% 3 35% 20% Opzioni di crittografia dei dati configurabili (ambito di applicazione, tipo, ecc.) Conformità con i principali standard del settore (HIPAA, FedRAMP, PCI, ecc.) 10% 3% 8% 31% 20% Un hypervisor più sicuro 8% 30% 4 16% Istanze dedicate e/o isolate 10% 36% 1 Data center unici conformi a parametri di sicurezza specifici (ad esempio, un data center separato solo per utenti governativi) 6% 10% 3 26% Base: 200 dirigenti IT e decision-maker della tecnologia del Nord America, Brasile e Europa (la somma delle percentuali non è 100 a causa dell'arrotondamento) Fonte: studio condotto da Forrester Consulting per conto di IBM, ottobre 2012 Le aziende desiderano il supporto di più contratti di servizio e l'integrazione con i dati del mainframe Oltre all'affidabilità e alla sicurezza, molte applicazioni aziendali condividono diverse altre caratteristiche che gli intervistati del nostro sondaggio ritengono che sia importante che vengano fornite dai propri ambienti cloud (vedere Figura 6). In cima alla lista delle priorità, l'83% degli intervistati cita l'importanza cruciale o la grande importanza dei contratti di servizio per il ripristino delle applicazioni, che rimanda alla nostra conclusione iniziale sull'importanza del ripristino dai guasti. Le due priorità principali successive riguardano la gestione e l'accesso ai dati in genere di importanza cruciale: Pagina 10

12 Monitoraggio comune degli ambienti cloud ibridi. Il termine ibrido in questo contesto descrive la diversità delle ubicazioni di hosting, delle infrastrutture, dei provider, ecc. Tra gli intervistati, il 70% ha affermato che il monitoraggio dei cloud ibridi è di importanza cruciale o molto importante; un altro ha identificato una certa importanza di tale caratteristica e soltanto il ha affermato che non è per nulla importante. Tale risultato indica chiaramente che i leader IT delle aziende prevedono di utilizzare più di un ambiente cloud per offrire le applicazioni e avranno spesso bisogno di gestire tali cloud multipli da una console unificata o da un set di controlli operativi. Accesso ai dati del mainframe. I dati gestiti nei mainframe tendono a essere dati aziendali di importanza cruciale fondamentali per molte applicazioni, tra cui sempre di più le applicazioni in esecuzione negli ambienti cloud. Pertanto non ha sorpreso il fatto che il 67% degli intervistati del sondaggio abbia affermato che l'accesso ai dati del mainframe negli ambienti cloud è di importanza cruciale o molto importante e che soltanto il 5% abbia affermato che non è per nulla importante. Figura 6 I clienti Cloud desiderano opzioni SLA migliori e accesso ai dati del mainframe "Quanto è importante che la piattaforma cloud abbia le seguenti caratteristiche relative ai carichi di lavoro?" Per nulla importante Di importanza cruciale 5 1% Contratti di servizio per un ripristino rapido delle applicazioni % Monitoraggio comune di ambienti cloud ibridi 47% 23% 5% Accesso ai dati residenti sul mainframe 8% 21% 35% Supporto di carichi di lavoro di grandissime dimensioni all'interno di una macchina virtuale o di un container di grandi dimensioni (ad esempio, CPU da 32 bit, 512 GB di RAM) Supporto di un volume elevato di carichi di lavoro piccoli e molto piccoli 8% 8% 35% 35% 30% Supporto di carichi di lavoro OLTP su larga scala 6% 25% 3% Supporto di linguaggi di programmazione specifici 30% 39% Supporto di ambienti batch su larga scala 10% 25% 37% Base: 200 dirigenti IT e decision-maker della tecnologia del Nord America, Brasile e Europa (la somma delle percentuali non è 100 a causa dell'arrotondamento) Fonte: studio condotto da Forrester Consulting per conto di IBM, ottobre 2012 I fattori rimanenti relativi al "carico di lavoro" evidenziano la diversità delle applicazioni aziendali, con la rappresentazione di carichi di lavoro sia grandi che piccoli, nonché le applicazioni OLTP e batch. I sistemi cloud non possono all'improvviso consolidare e normalizzare tale diversità, ma i professionisti I&O possono espandere le funzionalità delle piattaforme cloud per poterla gestire. Pagina 11

13 Soluzione: architetture ibride per i cloud aziendali Come prepararsi all'ondata di requisiti aggiuntivi che invadono le attività relative al private cloud? Esistono due risposte sbagliate a tale domanda. La prima soluzione è cercare di creare il cloud più resiliente, affidabile e dalle prestazioni elevate che sia possibile per tutti i carichi di lavoro. Tale approccio graverà semplicemente l'organizzazione del costo di progettazione relativo ai requisiti massimi, mentre molti, se non la maggior parte, dei carichi di lavoro non presenterà tali necessità. La seconda soluzione è cercare di inserire tutti i carichi di lavoro aziendali in un cloud supportato da un unico tipo di infrastruttura. È poco probabile che sia sufficiente un unico tipo di infrastruttura. L'approccio migliore è pensare alla piattaforma private cloud come un insieme di servizi che possono essere applicati separatamente: un carico di lavoro alla volta o un tenant alla volta, a seconda del metodo di implementazione. Indipendentemente dal fatto che succeda oggi, il private cloud comprenderà in ultima analisi un gruppo di servizi diversificati. Ancora una volta, i fornitori di private cloud creano un precedente definendo le politiche che comportano costi aggiuntivi solo dove sanno di recuperare tali costi e per offrire i vari servizi in "modo cloud": standardizzato, automatizzato e virtualizzato. I clienti apprezzano la scelta di maggiore sicurezza, affidabilità e QoS I clienti desiderano veramente avere una possibilità di scelta e sono disposti a pagarla, soprattutto quando il costo di tale scelta è trasparente. Riteniamo che con la trasparenza dei costi, i clienti tendano a scegliere le risorse e le opzioni di servizio più adatte alle proprie necessità. In assenza di trasparenza dei costi e/o di un impatto economico sulla loro business unit, i capi dell'azienda si orienteranno sempre sulla scelta della migliore opzione possibile, ignorando lo spreco di risorse e lasciando che i costi ricadano sull'it. Le aziende non possono permettersi tale comportamento ottuso in relazione al budget. Non bisogna commettere questo errore; occorre presentare ai team di distribuzione delle applicazioni le opzioni e farsi pagare (o ripagare) per quello che si offre. Inoltre, gli intervistati che utilizzano oggi il cloud computing attribuiscono un maggior valore alla scelta del QoS rispetto a coloro che non utilizzano sistemi cloud. L'esperienza ha insegnato a questi capi di azienda che 1) affidabilità e sicurezza maggiori sono difficili da ottenere dalle piattaforme cloud e che 2) un ampio utilizzo del cloud richiede queste e altre caratteristiche aziendali. L'altra faccia della medaglia di questa analisi è che le persone inesperte di cloud non comprendono la realtà delle applicazioni aziendali negli ambienti cloud. Confrontando i due gruppi, il numero di utenti cloud disposti a pagare un sovrapprezzo compreso tra il 50 e il 100% o più per un QoS superiore è sorprendente (vedere Figura 7). Pagina 12

14 Figura 7 I clienti Cloud sono disposti a pagare un sovrapprezzo per opzioni QoS migliori "Quanto di più sareste disposti a pagare per le seguenti funzionalità se venissero offerte da un provider?" Non disposti a pagare di più Disposti a pagare fino al 20% in più Disposti a pagare fino al 50% in più Disposti a pagare fino al 100% in più Disposti a pagare un sovrapprezzo superiore al 100% Choice of security options Scelta di opzioni di sicurezza Cloud Non cloud 16% 3 41% 25% 16% 21% 10% 11% Choice of reliability options Scelta di opzioni di affidabilità Cloud Non cloud 17% 23% 37% 50% 10% 18% 11% 8% Choice of availabilit y options Scelta di opzioni di disponibilità Cloud Non cloud 2 37% % 7% 5% 3% Choice of workload options Scelta di opzioni di carico di lavoro Cloud Non cloud % 2 10% 1 6% Choice of infrastruc ture platform Scelta della piattaforma dell'infrastruttura Scelta del software del sistema operativo e middleware e copertura geografica Choice of OS and middlew are software and geograp hic reach Cloud Non cloud Cloud Non cloud 29% 47% 45% % 4 19% 41% 13% 9% 5% 6% 7% 10% 9% 3% Base: 134 decision-maker dell'hardware e delle infrastrutture del Nord America, Brasile e Europa che utilizzano il cloud e 64 decision-maker dell'hardware e delle infrastrutture del Nord America e dell'europa che non utilizzano il cloud (la somma delle percentuali non è 100 a causa dell'arrotondamento) Fonte: studio condotto da Forrester Consulting per conto di IBM, ottobre 2012 I mainframe possono soddisfare esigenze di QoS avanzati I sistemi cloud basati sull'infrastruttura commerciale non sono in grado di soddisfare l'intera gamma di requisiti QoS disponibili nelle aziende. Neanche le configurazioni high-end dell'infrastruttura commerciale sono in grado di soddisfare l'intera gamma di requisiti. Le svariate esigenze relative al QoS, compresa la tolleranza d'errore completa end-to-end vengono soddisfatte soltanto oggi dai sistemi mainframe. I mainframe sono progettati per prevenire gli errori (a molti clienti succede di non riscontrare per anni tempi di inattività non previsti). I mainframe dispongono di funzionalità di sicurezza efficaci e configurabili, nonché di un notevole supporto per PCI, crittografia e altri standard di conformità principali relativi alla sicurezza. Le architetture dei mainframe sono inoltre in grado di supportare densità dei carichi di lavoro e delle macchine virtuali estremamente superiori alle densità che gli amministratori cloud sarebbero in grado di gestire nei sistemi commerciali. Pagina 13

15 L'ottimo accordo tra i requisiti aziendali avanzati e le funzionalità dei mainframe significa che il "big iron", come lo definiscono in gergo gli hacker, può contribuire al soddisfacimento di tali requisiti nei private cloud. L'ampiezza di un ruolo dipenderà dalla portata dei requisiti di sicurezza e affidabilità di scala elevata e dalla necessità di supportare un'ampia serie di scenari OLTP e aziendali. L'ambito del ruolo del mainframe dovrebbe inoltre rispecchiare la diversità di sistemi operativi, piattaforme e framework di cui ha bisogno l'organizzazione nel proprio private cloud. Nel nostro sondaggio, ad esempio, la grande maggioranza degli intervistati ha riferito di utilizzare un sistema operativo principale, oltre alle principali distribuzioni di Unix e Linux. Tra queste opzioni, Linux (e le sue oltre applicazioni ISV, i database open source quali Postgres e il middleware open source compreso Apache Tomcat) viene eseguito in modo nativo sui sistemi mainframe. Nel mainframe sono ben supportati come opzione nativa anche i linguaggi di programmazione più comuni, nonché i framework concepiti per il Web come Ruby on Rails e PHP. La maggior parte delle aziende avrà bisogno di avere nei propri private cloud un sistema operativo principale e/o perlomeno una varietà Unix. Tale realtà significa che i private cloud avranno come base un qualche tipo di infrastruttura ibrida che utilizza i mainframe. Tali ibridi possono essere assemblati dai clienti o forniti come pacchetto da un fornitore, ma si tratterà sempre di ibridi. I clienti Cloud sono aperti al mainframe Il nostro sondaggio mostra che i clienti aziendali sono disposti ad accettare l'idea di servizi private cloud basati sull'infrastruttura mainframe. Dopo aver fornito un lungo elenco di funzionalità e caratteristiche disponibili in un servizio cloud basato sui mainframe, gli intervistati hanno dimostrato un atteggiamento nel complesso aperto nei confronti del mainframe. Le maggiori preferenze sono state espresse per le funzionalità di sicurezza elevata: conformità con gli standard HIPAA, FedRAMP, PCI e altri standard di sicurezza e conformità; configurazione della sicurezza e trasparenza delle operazioni e un hypervisor più sicuro. Hanno poi riscontrato successo le caratteristiche di prestazioni elevate, precedute dalle prestazioni delle risorse delle infrastrutture garantite (Figura 8). Tali risultati smentiscono l'idea che i mainframe rappresentano una soluzione legacy che non ha alcun posto nei nuovi ambienti cloud computing. Per i clienti che richiedono livelli QoS elevati per quanto riguarda la sicurezza, l'affidabilità e le prestazioni, i nostri risultati mostrano che la maggior parte dei clienti è disposta a prendere in considerazione i servizi cloud che impiegano i mainframe per fornire tali caratteristiche come servizi cloud: delle percentuali molto basse di intervistati hanno visto in questi contesti il mainframe come qualcosa di negativo (vedere Figura 9). Inoltre, i nostri risultati indicano che le funzionalità avanzate fornite dai mainframe per quanto riguarda la sicurezza, l'affidabilità e le prestazioni sono estremamente apprezzate dai clienti. Tuttavia, alcuni utenti hanno un'avversione intrinseca per il mainframe: in alcuni casi, la loro comprensione di cosa rappresentano i mainframe come piattaforme potrebbe risalire ad alcuni anni fa. Occorre quindi prestare attenzione a come si promuove la presenza del mainframe nel proprio portafoglio di servizi private cloud in modo da evitare reazioni negative nei confronti del proprio private cloud. In ultima analisi, i tipi di infrastrutture impiegati dal private cloud saranno meno importanti della qualità dei servizi da esso offerti, soprattutto quando i dettagli dell'infrastruttura che fornisce tali servizi vengono astratti correttamente. Il private cloud sarà un ibrido costituito da più infrastrutture "progettate per funzionare in modo sicuro" dietro ai servizi cloud standardizzati e completamente automatizzati. Pagina 14

16 Figura 8 Gli utenti cloud aziendali sono disposti ad adottare sistemi cloud basati sul mainframe "Fino a che punto sareste disposti a utilizzare un servizio cloud che ha soddisfatto o superato tutte le vostre aspettative (costo, livelli di servizio, sicurezza, failover, ecc.) relative alle vostre esigenze di cloud, ma che ha in qualche modo utilizzato a tale scopo la piattaforma mainframe?" 4 Molto disposto 5 Trasparenza delle operazioni di sicurezza tramite i rapporti di controllo (SAS-70, SSAE-16, self-audit dettagliato delle operazioni di sicurezza) Possibilità da parte dell'azienda di controllare direttamente le procedure dei provider dei servizi cloud Conformità con i principali standard del settore (HIPAA, FedRAMP, PCI, ecc.) 35% % 51% 35% Prestazioni della rete LAN garantite (all'interno del data center cloud) Un hypervisor più sicuro Parametri di sicurezza altamente configurabili Prestazioni della rete WAN garantite (all'esterno del cloud) Livelli elevati delle prestazioni di archiviazione garantite Componenti hardware specifici dei carichi di lavoro (quali GPU, SSD, hardware per la crittografia, hardware per l'accelerazione dei codici, ecc.) Prestazioni della CPU garantite Data center unici conformi a parametri di sicurezza specifici (ad esempio, un data center separato solo per utenti governativi) Piattaforme Unix/RISC Opzioni di crittografia dei dati configurabili (ambito di applicazione, tipo, ecc.) 4 35% 40% 56% 39% 47% 37% % 36% 43% 37% 20% 37% 37% Supporto di linguaggi di programmazione specifici Infrastruttura in grado di garantire la sicurezza (architettura a prova di hacker, componenti hardware specifici per la sicurezza) Supporto della piattaforma dei carichi di lavoro OLTP su larga scala Prestazioni della rete garantite tra i data center cloud (all'interno di un singolo servizio cloud) Accesso alla piattaforma dei dati residenti sul mainframe Scelta delle impostazioni locali geografiche (capacità di scegliere la posizione geografica relativa al luogo di residenza di determinati dati) Accesso diretto ad attrezzature di archiviazione specifiche (tipi di matrici di archiviazione specifici, tipi di dischi specifici) Elevati livelli di ridondanza delle infrastrutture garantiti per prestazioni continue 5 33% 26% 36% 40% 29% 40% 4 33% 40% 19% Prestazioni della memoria (RAM) garantite 4 2 Progettata per un rapido ripristino dai guasti 39% Configurazione del middleware (è possibile configurarlo in qualche modo) Supporto di carichi di lavoro di grandissime dimensioni (all'interno di una macchina virtuale o di un container di grandi dimensioni) Progettata per evitare qualsiasi tipo di errore 37% 26% Massimi livelli di sicurezza (HIPAA, FedRAMP, PCI, ecc.) 33% 30% Base: 30 o più decision-maker dell'hardware e delle infrastrutture del Nord America, Brasile e Europa Fonte: studio condotto da Forrester Consulting per conto di IBM, ottobre 2012 Pagina 15

17 Figura 9 Valore del mainframe? Sì. Mainframe per nome? Non tanto. "Se le opzioni di seguito relative all'infrastruttura venissero utilizzate per consentire le principali caratteristiche fondamentali (senza diminuire i valori aziendali legati al cloud computing) che influenza avrebbe ciò sul processo decisionale?" Influenzerebbero negativamente la mia decisione 1 2 Neutrale 3 4 Influenzerebbero positivamente la mia decisione 5 Forniti nel mainframe Organizzazioni con il mainframe Organizzazioni senza mainframe 10% 3 40% 36% 26% 20% Forniti su altri tipi di server Organizzazioni con il mainframe Organizzazioni senza mainframe 5% 10% 8% 47% 50% 2 13% 16% Base: 70 decision-maker dell'hardware e delle infrastrutture del Nord America, Brasile e Europa con mainframe e 130 decision-maker dell'hardware e delle infrastrutture del Nord America e dell'europa senza mainframe (la somma delle percentuali non è 100 a causa dell'arrotondamento) Fonte: studio condotto da Forrester Consulting per conto di IBM, ottobre 2012 Pagina 16

18 SUGGERIMENTI CHIAVE Per creare private cloud efficaci nella propria organizzazione è per prima cosa necessario comprendere il cloud, quindi adeguare le nuove funzionalità alle esigenze della propria organizzazione. Il sondaggio dimostra molto chiaramente una cosa: l'ambiente private cloud deve fornire una vasta gamma di servizi che non possono essere forniti da un singolo servizio cloud regolare basato su server commerciali, infrastrutture di archiviazione e virtualizzazione. Perché? In pratica tutti gli intervistati hanno notato che almeno qualche parte dei propri carichi di lavoro richiede servizi con tempi di inattività uguali a zero, SLA ad elevata affidabilità, architetture a prova di hacker, sicurezza altamente configurabile, ampia visibilità e gestibilità degli ambienti virtualizzati e un'integrazione efficace con i dati del mainframe: punti fondamentali per il provisioning dei mainframe. Altri carichi di lavoro sono meno complessi, richiedendo una disponibilità e periodi di interruzione consentita dell'attività pari a tre o quattro 9s; possono essere inseriti in altre architetture con livelli di servizio commisurati alle rispettive caratteristiche. Per una vasta percentuale degli intervistati un'architettura ibrida risulta essere la soluzione ottimale. Tuttavia, per creare un private cloud aziendale efficace, è necessario: Utilizzare l'astrazione a proprio vantaggio. Negli ambienti cloud l'infrastruttura grezza non viene mai esposta a un carico di lavoro: è tutto virtualizzato. Ciò consente di avere, in qualità di progettista o architetto del cloud una maggiore libertà di selezionare l'effettiva infrastruttura sottostante e di modificare e di espandere tali scelte nel corso del tempo. Trattandosi di un cloud, consente l'astrazione dell'utente e dell'applicazione dall'infrastruttura, rendendo possibile la flessibilità di tale infrastruttura. L'astrazione consente di impiegare una varietà di infrastrutture sottostanti, tra cui mainframe, server SMP di Unix e server x86 come richiesto per soddisfare i requisiti. Pensare ai servizi e alle opzioni. Si avranno più probabilità di supportare più tipi di carichi di lavoro con diverse opzioni di risorse all'interno del cloud piuttosto che con un set costante di server e opzioni di archiviazione. Mentre si progetta il private cloud, è necessario aprire i progetti all'intera gamma di opzioni di infrastrutture attualmente impiegata, nonché a nuove opzioni. Come indica il nostro studio, i tradizionali punti di forza del mainframe costituiti dall'affidabilità, la sicurezza e la gestione della qualità del servizio rappresenteranno una scelta efficace nella costruzione di servizi private cloud in grado di soddisfare le crescenti esigenze delle aziende. Farsi pagare per gli investimenti nel cloud. Gli investimenti nel cloud ripagano attraverso l'utilizzo condiviso e il riutilizzo delle risorse che si celano dietro l'astrazione del servizio cloud. È bene assicurarsi che qualsiasi risorsa o opzione di servizio aggiunta al private cloud susciti maggiore interesse rispetto a un singolo sviluppatore o reparto. Se si dispone di una richiesta di servizio isolata, occorre soddisfarla con un'infrastruttura tradizionale fino a quando non si è in grado di creare una più ampia strategia aziendale per supportare la creazione di un servizio cloud. Si tratta di un approccio al private cloud dell'organizzazione basato sui requisiti che garantirà un ROI positivo derivante dagli investimenti nel cloud. Includere il mainframe nelle infrastrutture cloud per consentire un ampio mix di opzioni di servizio dell'infrastruttura. È sicuramente possibile offrire partizioni virtuali del mainframe come servizio. Si potrebbero offrire macchine virtuali Linux sia dal mainframe (quando vengono ricercati SLA elevati) che dall'infrastruttura commerciale (quando gli SLA sono meno elevati). I mainframe sono inoltre in grado di gestire densità elevate di carichi di lavoro molto piccoli con garanzie di risorse: qualcosa di molto difficile da ottenere nelle risorse commerciali. Pagina 17

19 Appendice A: Metodologia In questo studio Forrester ha condotto un sondaggio online tra 200 decision-maker dell'hardware e delle infrastrutture del Nord America, Brasile e Europa per valutare la domanda da parte delle aziende di ambienti cloud. Le domande poste ai partecipanti riguardavano gli ambienti server, le distribuzioni cloud e i principali requisiti delle applicazioni. I due principali divari tra i dati esaminati includevano la divergenza nelle risposte fornite dalle organizzazioni con server mainframe e da quelle senza. Un ulteriore divario consentiva di separare alcuni intervistati come attuali clienti del "cloud" e altri che non lo erano. Per ricevere la qualifica di utente del cloud, gli intervistati dovevano far distribuire le applicazioni tramite il cloud presso un provider di servizi cloud specializzato per un massimo di quattro anni, presso un tradizionale provider di servizi per un massimo di due anni e presso un tradizionale partner esterno per un massimo di 12 mesi oppure all'interno del data center aziendale per un massimo di sei mesi. Agli intervistati è stato offerto un incentivo come compenso del tempo impiegato per il sondaggio. Lo studio è stato iniziato nell'ottobre 2012 e completato nello stesso mese. Appendice B: Note finali 1 I principali cloud IaaS pubblici, tra cui Amazon Web Services, CloudSigma e GoGrid offrono oggi servizi di infrastrutture con connessioni GPUs, SSDs, 10 GbE e altri opzioni di infrastrutture. Tali funzionalità vengono fornite come tipi di risorse dell'infrastruttura messe a disposizione da pool specifici dell'infrastruttura, ma sono completamente in grado di utilizzare tutti gli altri servizi cloud di tale provider. 2 La prima generazione di applicazioni da trasferire nelle piattaforme cloud tende a essere nuova, basata su tecnologie Web aperte e middleware open source e si addicono alle infrastrutture commerciali uniformi. 3 Fonte: Forrsights Hardware Survey, Q3 2012, Forrester Research, Inc. 4 Fonte: OpenStack (http://www.openstack.org/). 5 In un sondaggio tra i professionisti del settore delle infrastrutture e operazioni durante il 3 trimestre del 2012, il 46% ha riferito di utilizzare il private cloud interno IaaS per le applicazioni Web, i server dei portali di collaborazione e altre "applicazioni di sessione". Il 25% ha riferito di eseguire nei propri ambienti cloud interni applicazioni computeintensive. Molti di queste applicazioni sono carichi di lavoro batch. Soltanto il 29% ha riferito di eseguire le applicazioni transazionali sui propri private cloud interni IaaS. 6 "An Infrastructure And Operations Pro s Guide To Cloud-Based Disaster Recovery Services, " Forrester Research, Inc., 6 aprile Pagina 18

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi Analisi per tutti Considerazioni principali Soddisfare le esigenze di una vasta gamma di utenti con analisi semplici e avanzate Coinvolgere le persone giuste nei processi decisionali Consentire l'analisi

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

Manuale di sopravvivenza per CIO: convergenza di collaborazione, cloud e client

Manuale di sopravvivenza per CIO: convergenza di collaborazione, cloud e client Manuale di sopravvivenza per CIO: convergenza di collaborazione, cloud e client I CIO più esperti possono sfruttare le tecnologie di oggi per formare interi che sono più grandi della somma delle parti.

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

agility made possible

agility made possible SOLUTION BRIEF CA IT Asset Manager Come gestire il ciclo di vita degli asset, massimizzare il valore degli investimenti IT e ottenere una vista a portfolio di tutti gli asset? agility made possible contribuisce

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Europa Nell'ottobre 2014, Autodesk

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1

Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1 White paper Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1 Di Mark Bowker, analista senior Ottobre 2013 Il presente white paper di ESG è stato commissionato da Citrix ed è distribuito

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Scott Lowe Founder and Managing Consultant del 1610 Group Modern Data Protection Built for Virtualization Introduzione C è stato

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Disaster Recovery, niente di più semplice. Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM

Disaster Recovery, niente di più semplice. Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM Gestione e monitoraggio dell infrastruttura per la Business-Critical Continuity TM ARGOMENTI TRATTATI Il livello elevato Il disastro più diffuso e più probabile L'esempio da 10 miliardi di dollari per

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

A vele spiegate verso il futuro

A vele spiegate verso il futuro A vele spiegate verso il futuro Passione e Innovazione per il proprio lavoro La crescita di Atlantica, in oltre 25 anni di attività, è sempre stata guidata da due elementi: la passione per il proprio lavoro

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

RACCOMANDAZIONI E PROPOSTE SULL UTILIZZO DEL CLOUD COMPUTING NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

RACCOMANDAZIONI E PROPOSTE SULL UTILIZZO DEL CLOUD COMPUTING NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE RACCOMANDAZIONI E PROPOSTE SULL UTILIZZO DEL CLOUD COMPUTING NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Versione 2.0 del 28 giugno 2012 Sommario Premessa... 3 Contesto... 3 Obiettivi... 3 Destinatari... 3 Prossimi

Dettagli

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler 2 Le aziende attuali stanno adottando rapidamente la virtualizzazione desktop quale mezzo per ridurre i costi operativi,

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

Sage ERP X3. Naturalmente mid-market.

Sage ERP X3. Naturalmente mid-market. Sage ERP X3. Naturalmente mid-market. ENERGIA GESTIONALE Contenuti LA SOLUZIONE Sage ERP X3 La soluzione ERP per il mid-market 1 La soluzione che supporta la crescita della vostra azienda 3 Una presenza

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Micro Focus. Benvenuti nell'assistenza clienti

Micro Focus. Benvenuti nell'assistenza clienti Micro Focus Benvenuti nell'assistenza clienti Contenuti Benvenuti nell'assistenza clienti di Micro Focus... 2 I nostri servizi... 3 Informazioni preliminari... 3 Consegna del prodotto per via elettronica...

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp Efficienza e performance Soluzioni di storage NetApp Sommario 3 Introduzione n EFFICIENZA A LIVELLO DI STORAGE 4 Efficienza di storage: il 100% dei vostri dati nel 50% del volume di storage 6 Tutto in

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Quanto sono al sicuro i vostri dati riservati?

Quanto sono al sicuro i vostri dati riservati? Articolo pubblicato sul numero di febbraio 2010 di La rivista del business ad alte performance Information Technology Quanto sono al sicuro i vostri dati riservati? di Alastair MacWillson L'approccio aziendale

Dettagli

IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL

IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL PROPRIO PATRIMONIO INFORMATIVO E DEL PROPRIO KNOW-HOW IMPRENDITORIALE. SERVIZI CREIAMO ECCELLENZA Uno dei presupposti fondamentali

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

CLOUD COMPUTING MADE IN ITALY

CLOUD COMPUTING MADE IN ITALY CLOUD COMPUTING MADE IN ITALY L evoluzione dell IT attraverso il Cloud White Paper per www.netalia.it Marzo 2015 SIRMI assicura che la presente indagine è stata effettuata con la massima cura e con tutta

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

Gli anziani e Internet

Gli anziani e Internet Hans Rudolf Schelling Alexander Seifert Gli anziani e Internet Motivi del (mancato) utilizzo delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) da parte delle persone sopra i 65 anni in Svizzera

Dettagli

Cloud computing: indicazioni per l utilizzo consapevole dei servizi

Cloud computing: indicazioni per l utilizzo consapevole dei servizi Cloud computing Cloud computing: indicazioni per l utilizzo consapevole dei servizi Schede di documentazione www.garanteprivacy.it Cloud computing: indicazioni per l utilizzo consapevole dei servizi INDICE

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale 1. Introduzione al backup Guida al backup Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi Con l aumentare dei rischi associati a virus, attacchi informatici e rotture hardware, implementare

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione

Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione Questionario di valutazione: la preparazione di un istituzione Abbiamo creato questo questionario per aiutarti a prepararti per il workshop e per farti pensare ai diversi aspetti delle collezioni digitali

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY THE FUTURE IS CLOSER Il primo motore di tutte le nostre attività è la piena consapevolezza che il colore è

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

CA Business Intelligence

CA Business Intelligence CA Business Intelligence Guida all'implementazione Versione 03.2.00 La presente documentazione ed ogni relativo programma software di ausilio (di seguito definiti "Documentazione") vengono forniti unicamente

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli