EUROCIN G.E.I.E. News n. 2/2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EUROCIN G.E.I.E. News n. 2/2010"

Transcript

1 News Eurocin G.E.I.E. News è la newsletter mensile di aggiornamento riguardante eventi e novità di interesse generale che si svolgono a livello nazionale ed europeo. Per un informazione sui finanziamenti europei, sulle normative applicabili alle attività di impresa, sulle gare d'appalto comunitarie, sulla cooperazione tra imprese e la ricerca di partner commerciali è possibile consultare la sezione SPORTELLO EUROPA del sito un servizio on line nato dalla collaborazione con Unioncamere Piemonte e altri cinque partner all'interno del Consorzio ALPS per il Nord-Ovest Italia. Per un informazione sulle tematiche e i servizi legati all innovazione e al trasferimento tecnologico consultare la sezione INNOVAZIONE E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO, servizio nato dalla collaborazione a livello regionale delle Camere di commercio piemontesi. Eurocin G.E.I.E. News est le bulletin mensuel de mises à jour sur les événements et les nouvelles d'intérêt général qui sont tenues aux niveaux national et européen. Pour plus d'informations sur les financements européens, les règlements applicables à l'entreprise, l appels d'offres communautaires, la coopération entre les entreprises et la recherce des partenaires commerciaux on peut voir la page SPORTELLO EUROPA sur le site un service en ligne créé par la collaboration avec Unioncamere Piémont et cinq partenaires au sein de Consortium ALPS pour le nord-ouest de l'italie. Pour plus d'informations sur les questions et les services liés à l'innovation et le transfert de technologie voir la page INNOVAZIONE E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO, service né avec la collaboration des Chambres régionales de Commerce du Piémont. Amministratore Delegato Gérant Eurocin G.E.I.E. - Dott. Ferruccio Dardanello - 1

2 News INDICE INDEX Flash dall Europa - Affari istituzionali, economici e finanziari Affaires institutionels, économiques et financières. pag 3 - Agricoltura, pesca e sviluppo rurale Agricolture, pêche et développement rural.. pag 5 - Ambiente, energia e ricerca Environnement, énergie et recherche pag 8 - Impresa e industria Entreprises et industrie. pag 10 - Istruzione, giovani e cultura Éducation, formation et jeunesse.. pag 11 - Mercato interno, fiscalità e unione doganale Marché intérieur, fiscalité et union douanièr. pag 12 - Occupazione e affari sociali Emploi et politique sociale pag 14 - Politica regionale Politique régionale. pag 16 - Relazioni esterne Relations extérieures pag 18 - Salute e consumatori Santé et consommateurs pag 20 - Società dell informazione e mezzi di comunicazione Société de l'information et media. pag 21 Eventi Evénements pag 22 2

3 News Affari istituzionali, economici e finanziari Affaires institutionels, économiques et financières Il Parlamento elegge la nuova Commissione europea Con 488 voti favorevoli, 137 contrari e 72 astensioni, il Parlamento ha eletto la nuova Commissione europea che resterà in carica fino al 31 ottobre 2014 sotto la guida, per la seconda volta, di José Manuel Barroso. I leader dei gruppi PPE, S&D e l'alde avevano annunciato il loro sostegno al nuovo Esecutivo, mentre i Verdi/ALE, la GUE/NGL e l'efd avevano anticipato il loro voto contrario e l'ecr aveva anticipato l'astensione. Le Parlement approuve la nouvelle Commission européenne Le Parlement européen a élu la nouvelle Commission européenne par 488 voix pour, 137 contre et 72 abstentions à Strasbourg, ce mardi. Ce vote unique a porté sur l'ensemble du collège de la Commission qui comporte un commissaire pour chacun des 27 États membres de l'ue IPR false/default_fr.htm Nuove competenze per il Parlamento nei rapporti con la Commissione Il Parlamento ha approvato una serie di principi fondamentali da attuare nell'accordo di cooperazione che regola i rapporti tra il Parlamento e la Commissione. Il Presidente della Commissione Barroso ha approvato le richieste del Parlamento, che riflettono il nuovo ruolo del Parlamento dopo l'entrata in vigore del Trattato di Lisbona. Relations avec la Commission : le Parlement acquiert de nouveaux pouvoirs Le Parlement a approuvé un ensemble de principes-clés à mettre en œuvre dans l'accord de coopération régissant les relations du Parlement et de la Commission. Le Président de la Commission, Jose Manuel Barroso, a approuvé les exigences des députés, reflétant la nouvelle position du Parlement, en vertu du traité de Lisbonne IPR false/default_it.htm Mediatore europeo, il Diritto d'iniziativa popolare deve garantire il massimo della trasparenza possibile Il mediatore europeo, P. Nikiforos Diamandouros, ha pubblicato un contributo alla consultazione pubblica sul Diritto d'iniziativa popolare dei cittadini europei. Il mediatore ha invitato la Commissione europea a garantire che questa importante nuova forma di partecipazione dei cittadini all'elaborazione delle politiche dell'ue, introdotta dal trattato di Lisbona, funzioni nel modo più accessibile e trasparente possibile. Il Diritto d'iniziativa popolare prevede che almeno un milione di cittadini provenienti da un numero significativo di Stati membri possa rivolgersi direttamente alla Commissione europea e presentare proposte legislative in uno dei settori di competenza dell'ue. Le Médiateur: l'initiative citoyenne européenne devrait fonctionner en toute transparence Le Médiateur européen, P. Nikiforos Diamandouros, a contribué à la consultation publique concernant l'initiative citoyenne européenne (ICE). Il en appelle à la Commission pour assurer que cette nouvelle forme de participation publique à l'élaboration des politiques de l'ue, introduite par le traité de Lisbonne, fonctionne de la façon la plus transparente et la plus proche des citoyens possible. L'ICE stipule qu'un million de citoyens ressortissants d'un nombre significatif d'états membres peuvent inviter la Commission européenne à soumettre une proposition législative dans un domaine de compétence de l'ue. Language=en 3

4 News Presidenza spagnola: priorità relative alla politica di coesione La Spagna ha assunto all'inizio dell'anno la presidenza di turno semestrale dell'unione europea. Con l adozione del trattato di Lisbona, gli spagnoli saranno i primi a operare nell ambito del nuovo contesto politico e istituzionale. Per quanto riguarda la politica di coesione, il dibattito sul futuro della politica stessa sarà della massima priorità. La politica di sviluppo delle regioni insulari dell UE, così come delle sette regioni ultraperiferiche (come le Azzorre o la Guadalupa), costituirà anch essa un punto centrale del programma della presidenza spagnola. Politique de cohésion: les priorités de la présidence espagnole Au début de cette année, l Espagne a repris, à son tour selon le système de rotation, la présidence de l Union européenne pour une période de 6 mois. Suite à l adoption du traité de Lisbonne, les Espagnols seront les premiers à opérer dans le nouveau contexte politique et institutionnel. En ce qui concerne la politique de cohésion, le débat sur son avenir constituera une priorité de premier ordre. La présidence espagnole a également annoncé qu une autre priorité clé serait la politique de développement des régions insulaires européennes ainsi que des sept régions ultrapériphériques (les Açores et la Guadeloupe, par exemple). 4

5 News Agricoltura, pesca e sviluppo rurale Agricolture, pêche et développement rural Nuovo studio sui beni pubblici forniti dall agricoltura nella UE La politica agricola comune svolge un ruolo fondamentale nel permettere agli agricoltori di offrire beni e servizi ambientali, a condizione che le politiche siano correttamente calibrate. È questo il messaggio chiave di una relazione pubblicata oggi dall Istituto per la politica ambientale europea per conto della DG Agricoltura e sviluppo rurale. La relazione rappresenta il primo tentativo di individuare l intera gamma di beni pubblici forniti dai produttori agricoli a livello europeo e illustra i motivi che giustificano il contributo pubblico erogato a questo scopo. Lo studio individua un ampio insieme di beni pubblici ambientali e sociali diversi forniti dai produttori agricoli europei, come la conservazione di paesaggi di rilevanza culturale, dell avifauna dell habitat agricolo, quali l otarda comune e l aquila imperiale, a rischio di estinzione in Europa, nonché dei prati a elevata diversità di specie, di cui è ricca l Unione. I produttori agricoli gestiscono inoltre i terreni in modo da salvaguardare gli stock di carbonio e aiutano a preservare l elevata qualità di acque e suoli. I risultati di questo studio giungono in un momento in cui si intensifica il dibattito sulla PAC e se ne discutono obiettivi e priorità per il periodo successivo al Lo studio conclude dichiarando che una politica correttamente calibrata, con obiettivi chiari e risorse sufficienti, sarà fondamentale per garantire che la produzione di beni pubblici corrisponda alle aspettative della società. Nouvelle étude sur les «biens d'intérêt public fournis par l'agriculture dans l'union européenne» La politique agricole commune encourage indéniablement les agriculteurs à offrir des biens et des services environnementaux, pour autant que les mesures qu'elle prévoit soient bien pensées. Tel est le message essentiel du rapport publié aujourd'hui par l'institut pour une politique européenne de l'environnement, à la demande de la direction générale de l'agriculture et du développement rural. Pour la première fois, des chercheurs se sont employés à dresser une liste exhaustive des biens publics environnementaux fournis par les agriculteurs européens et ont invoqué des arguments à l'appui d'une intervention publique en la matière. L'étude répertorie un large éventail de biens publics environnementaux et sociaux fournis par des agriculteurs de toute l'europe, au nombre desquels figurent la préservation des paysages culturels de valeur, la protection d'oiseaux des champs tels que l'outarde barbue et l'aigle impérial, espèces menacées à l'échelle mondiale, ou encore la sauvegarde des prairies riches en espèces, présentes sur l'ensemble du territoire européen. Les agriculteurs gèrent aussi les terres en vue du stockage du carbone et contribuent à la préservation de la qualité de l'eau et des sols. La publication des résultats de cette étude intervient alors que le débat sur l'avenir de la PAC s'intensifie et que les objectifs et priorités de cette politique sont discutés pour la période postérieure à Pour que l'offre de biens publics réponde aux attentes sociétales, il est primordial, selon les conclusions du rapport, de définir une politique appropriée, dotée d'objectifs clairs et de ressources budgétaires suffisantes. anguage=en Sviluppo rurale: un totale di 5 miliardi di euro confluisce nei programmi di sviluppo rurale in seguito al recente voto sulle modifiche del pacchetto stato di salute e ripresa economica Il comitato per lo sviluppo rurale ha approvato le ultime proposte presentate dagli Stati membri e dalle regioni per l utilizzo dei finanziamenti disponibili nell ambito del Piano europeo di ripresa economica e della Valutazione dello stato di salute della PAC, nonché di altri trasferimenti all interno della PAC, con l intento di fronteggiare problemi come la crisi economica, la crisi del settore lattiero-caseario e i cambiamenti climatici. Nel periodo compreso fra ottobre 2009 e gennaio 2010 sono stati modificati tutti i programmi di sviluppo rurale e si dispone attualmente di un importo supplementare di circa 5 miliardi di euro che potrà essere investito nel settore agricolo, nel settore ambientale e nelle infrastrutture a banda larga per le zone rurali. Nella riunione del gennaio 2010, il comitato per lo sviluppo rurale ha votato a favore delle ultime sette modifiche (per quelle approvate nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2009, cfr. IP/09/1568, IP/09/1813 e IP/09/1945 ). I finanziamenti saranno destinati in massima parte ai settori della biodiversità (31,2% del totale, pari a 1,5 miliardi di euro) e della gestione idrica (26,9%, pari a 1,3 miliardi). Per la ristrutturazione del settore lattiero-caseario è stato stanziato il 14,5% della dotazione complessiva (ossia 0,7 miliardi di euro), mentre le misure relative ai cambiamenti climatici beneficeranno del 14,2% (0,7 miliardi) e le energie rinnovabili riceveranno un supplemento pari al 5,6% del bilancio aggiuntivo disponibile (0,3 miliardi). Lo sviluppo dell infrastruttura a banda larga nelle zone rurali rimane un obiettivo strategico importante, per 5

6 News il quale gli Stati membri hanno deciso di investire il 35% dei fondi UE per la ripresa economica, pari a 360,4 milioni di euro su un totale disponibile di 1 miliardo di euro. Développement rural: 5 milliards au total injectés dans les programmes de développement rural à la suite du dernier vote sur les modifications au titre du bilan de santé et du plan de relance Le comité pour le développement rural a approuvé la dernière vague de propositions des États membres et des régions concernant l'utilisation du financement disponible dans le cadre du plan européen de relance économique et du bilan de santé de la PAC, ainsi qu au titre d autres transferts au sein de la PAC. Ce financement doit permettre d apporter une réponse à des problèmes tels que la crise économique et laitière et le changement climatique. Entre les mois d octobre 2009 et de janvier 2010, tous les programmes de développement rural ont été modifiés, et un montant complémentaire d environ 5 milliards est maintenant prêt à être investi dans l agriculture, dans l environnement et dans les infrastructures à large bande en milieu rural. Lors de sa réunion de janvier 2010, le comité pour le développement rural a approuvé les sept dernières modifications ; pour les décisions d'octobre, de novembre et de décembre, voir IP/09/1568, IP/09/1813 et IP/09/1945. La majeure partie des fonds sera concentrée dans les domaines de la biodiversité (31,2 % du total, soit 1,5 milliard ) et de la gestion de l'eau (26,9 %, soit 1,3 milliard ). La restructuration du secteur laitier bénéficie de 14,5 % du budget total (0,7 milliard). Les mesures liées au changement climatique représentent 14,2 % (0,7 milliard) de ce budget, alors que le soutien aux énergies renouvelables se voit octroyer 5,6 % du financement complémentaire (0,3 milliard ). Le développement des infrastructures à large bande reste une question importante pour les zones rurales. Les États membres ont donc décidé de consacrer à ces infrastructures 35 % des fonds disponibles au titre du plan de relance de l'ue, soit 360,4 millions sur un total de 1 milliard. uilanguage=en Aiuti di Stato: la Commissione autorizza temporaneamente l Italia a concedere agli agricoltori aiuti di Stato di importo limitato fino a euro Ai sensi della normativa sugli aiuti di Stato, la Commissione europea ha autorizzato il 3 febbraio la concessione in Italia di un regime di aiuti dell importo stimato di 320 milioni di euro, destinato a fornire sostegno agli agricoltori in difficoltà a causa dell attuale crisi economica e finanziaria. Dalle statistiche e dai dati aggiornati forniti dalle autorità italiane sono infatti emersi gli effetti prodotti dalla crisi sull economia reale italiana e l impatto avuto dalla recessione economica sul settore dell agricoltura. Gli aiuti previsti dal nuovo regime potranno essere concessi fino al 31 dicembre 2010 e saranno erogati dalle autorità locali e regionali nonché dagli enti pubblici in varie forme, purché si tratti di aiuti trasparenti. Il regime italiano è stato adottato a seguito della modifica del quadro di riferimento temporaneo della Commissione europea per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell accesso al finanziamento nell attuale situazione di crisi finanziaria ed economica, che ha introdotto la possibilità di concedere aiuti di importo limitato ai produttori agricoli primari. Aides d'état: la Commission autorise temporairement l Italie à octroyer aux agriculteurs des aides limitées pouvant aller jusqu à La Commission européenne a autorisé le 3 février, au titre des règles en matière d aides d État, un régime d aide italien dont le budget s'élève à environ 320 millions et qui est destiné à soutenir les agriculteurs en proie à des difficultés en raison de la crise financière et économique actuelle. Les données et les statistiques actualisées fournies par les autorités italiennes révèlent les effets de la crise sur l'économie réelle du pays et mettent en lumière l'incidence du ralentissement économique sur le secteur agricole. Les aides relevant de ce nouveau régime pourront être octroyées jusqu'au 31 décembre 2010; elles seront accordées sous différentes formes par les autorités locales et régionales, ainsi que par d'autres instances publiques, qui devront veiller à la transparence des procédures correspondantes. Le régime d'aide italien a été adopté à la suite de la modification du cadre temporaire de la Commission européenne pour les aides d'état destinées à favoriser l'accès au financement dans le contexte de la crise économique et financière actuelle. Cette modification a en effet introduit la possibilité d accorder des montants d aide limités aux producteurs du secteur agricole primaire. uilanguage=en 6

7 News Scelto il nuovo logo per i prodotti biologici dell UE L 8 febbraio la Commissione europea ha annunciato ufficialmente il vincitore del concorso per il logo biologico dell UE. Negli ultimi due mesi circa persone hanno votato online per scegliere, tra i tre finalisti, il nuovo simbolo del biologico. Il logo vincente Euro-leaf, ideato dallo studente tedesco Dusan Milenkovic, ha ottenuto il 63% dei voti totali. A partire dal 1 luglio 2010 il logo biologico dell UE sarà obbligatorio per tutti gli alimenti biologici preconfezionati prodotti in uno Stato membro e che rispondono ai requisiti essenziali, mentre sarà opzionale per i prodotti importati. Accanto al logo UE sarà consentito riprodurre altri loghi privati, locali o nazionali. Nelle settimane a venire il regolamento sull agricoltura biologica sarà modificato per inserire il nuovo logo in uno degli allegati. Un nouveau logo sélectionné pour tous les produits biologiques de l Union européenne La Commission européenne a annoncé le 8 février officiellement le gagnant du concours de conception du nouveau logo de l Union européenne pour les produits biologiques. Au cours de ces deux derniers mois, quelque personnes ont voté en ligne pour choisir le nouveau symbole biologique parmi les projets des trois finalistes. Le logo gagnant est celui de Dusan Milenkovic, un étudiant venu d Allemagne dont le motif «eurofeuille» a remporté 63 % de l ensemble des suffrages. À compter du 1 er juillet 2010, le logo biologique de l Union européenne devra obligatoirement figurer sur tous les produits biologiques préemballés élaborés dans les États membres de l Union et répondant aux normes requises. Pour les produits importés, il sera facultatif. L apposition, à côté du logo de l UE, d autres logos à caractère privé, régional ou national sera autorisée. Le règlement relatif à l agriculture biologique sera modifié dans les semaines qui viennent en vue d introduire le nouveau logo dans l une de ses annexes. uilanguage=en 7

8 News Ambiente, energia e ricerca Environnement, énergie et recherche Uno studio della Commissione evidenzia la necessità di un organismo UE specifico destinato a garantire l applicazione della normativa europea sui rifiuti Uno studio della Commissione europea pubblicato il 1 febbraio raccomanda l istituzione di un organismo europeo specifico incaricato di sorvegliare l attuazione e l applicazione della normativa UE sui rifiuti. Lo studio fa parte di una serie di iniziative della Commissione per migliorare la gestione dei rifiuti e garantire che rispetti le norme fissate dall Unione europea a tutela dei cittadini e dell ambiente. Lo scarico illegale di rifiuti continua ad essere una pratica diffusa, numerose discariche non soddisfano le norme e in alcuni Stati membri mancano ancora le infrastrutture di base per il trattamento dei rifiuti. Le spedizioni illegali di rifiuti rappresentano un altra fonte di preoccupazione. Da una seconda relazione pubblicata oggi emerge che quasi un quinto delle spedizioni di rifiuti ispezionate nell ambito delle misure di controllo dell applicazione recentemente adottate negli Stati membri era illegale. Une étude de la Commission préconise la création d'une agence européenne spécifique pour faire appliquer la législation européenne en matière de déchets Selon une étude de la Commission européenne publiée le 1 février, il conviendrait de créer une agence européenne spécifique, chargée de veiller à la mise en œuvre de la législation européenne relative aux déchets et d'assurer le contrôle de son application. Cette étude s'inscrit dans la série de mesures prises par la Commission pour améliorer la gestion des déchets et garantir sa conformité aux normes édictées par l'union européenne en vue de protéger les citoyens et l'environnement. Le déversement illégal de déchets reste une pratique largement répandue; de nombreux sites de décharge ne sont pas conformes aux normes, et certains États membres ne disposent toujours pas d'infrastructures adéquates dans ce domaine. Les transferts illégaux de déchets sont également source de préoccupation. Un second rapport publié aujourd'hui révèle que près d'un cinquième des transferts de déchets ayant fait l'objet d'une inspection dans le cadre des mesures de contrôle de l'application récemment mises en œuvre dans les États membres ont été déclarés illégaux. uilanguage=en Quale futuro per la tutela della biodiversità nell'ue? La Commissione europea ha inaugurato il 19 gennaio l'anno internazionale della biodiversità pubblicando un documento che presenta le possibili alternative per la politica in materia di biodiversità. Nonostante gli sforzi compiuti finora, le specie continuano ad estinguersi ad un ritmo allarmante ed è necessario definire una nuova visione strategica se si vuole porre fine a queste perdite. La comunicazione di oggi illustra tale visione e presenta quattro possibili obiettivi che consentirebbero di tradurla nella pratica secondo diversi gradi di ambizione. Lo scopo è di lanciare e favorire un dibattito tra gli Stati membri per elaborare, prima della fine dell'anno, un quadro strategico dell'ue in materia di biodiversità dopo il Occorrono nuovi obiettivi, poiché quelli attuali fissati a livello europeo e internazionale scadono alla fine dell'anno. Quel avenir pour la protection de la biodiversité dans l UE? La publication par la Commission européenne d une communication exposant les scénarios possibles pour l avenir de la politique en matière de biodiversité a marqué le 19 janvier l'ouverture de l'année internationale de la biodiversité. En dépit des efforts consentis par le passé, les extinctions d espèces se poursuivent à un rythme inquiétant, et une nouvelle perspective est nécessaire si l on veut mettre fin à ce déclin. Dans sa communication, la Commission définit cette perspective et présente quatre objectifs envisageables pour la concrétiser, chacun d un niveau d ambition différent. Le but est de susciter et de faciliter un débat entre les États membres en vue d'élaborer, avant la fin de l'année, un cadre stratégique de l UE en matière de biodiversité pour l après De nouveaux objectifs sont nécessaires, car les objectifs actuels fixés au niveau de l Union européenne et à l échelon international expirent à la fin de cette année. Language=en 8

9 News La decisione della Commissione respinge la maggior parte delle richieste dell'italia di avere più tempo a disposizione per conformarsi alla legislazione UE sulla qualità dell'aria La Commissione europea ha adottato il 1 febbraio una decisione sulla seconda richiesta di proroga presentata dall'italia per conformarsi alla legislazione UE sulla qualità dell'aria. La decisione riguarda esenzioni temporanee dagli standard di qualità dell'aria dell'ue in materia di particelle sospese pericolose, il cosiddetto PM 10, in 12 zone o agglomerati supplementari situati in Campania, Puglia e Sicilia. Nella sua decisione la Commissione ha approvato una proroga per il PM 10 in una sola zona della regione Campania; ha respinto invece tutte le altre richieste. Nel 2009 sono state adottate circa venti decisioni, tra le quali una riguardante una richiesta precedente dell'italia relativa a zone o agglomerati diversi. Gran parte delle zone dell'ue in cui viene misurata la qualità dell'aria non rispettavano le condizioni previste per poter beneficiare di una proroga oppure erano già conformi ai valori limite. La Commission arrête une décision dans laquelle elle objecte à la grande majorité des demandes introduites par l'italie en vue d'obtenir un délai supplémentaire pour se conformer à la législation de l Union européenne sur la qualité de l air La Commission européenne a adopté aujourd hui une décision relative à une deuxième demande introduite par l'italie concernant l octroi d un délai supplémentaire pour se conformer à la législation de l Union européenne en matière de qualité de l air. Cette décision concerne une demande d exemption temporaire de l obligation d appliquer les normes de qualité de l air définies par l'union européenne pour les particules en suspension dangereuses que sont les PM 10, dans 12 zones ou agglomérations supplémentaires situées en Campanie, dans les Pouilles et en Sicile. Dans sa décision, la Commission a approuvé un report du délai fixé pour les PM 10 dans une zone de qualité de l'air située en Campanie, mais a rejeté toutes les autres demandes. Quelque 20 décisions ont déjà été adoptées en 2009, l'une d'entre elles concernant une demande antérieure de l'italie portant sur des zones ou des agglomérations différentes. Dans la grande majorité des zones de qualité de l air de l'ue concernées, les conditions requises pour l octroi d un report de délai n'étaient pas remplies ou les valeurs limites étaient déjà respectées. uilanguage=en Andris Piebalgs accoglie con favore la creazione di "European Nuclear Energy Leadership Academy Andris Piebalgs, commissario UE per l'energia, ha accolto con favore la creazione di "European Nuclear Energy Leadership Academy (ENELA) che riunisce sei società operanti nel settore dell energia nucleare. Hanno firmato il 28 gennaio l atto costitutivo che regola i principali aspetti strategici, legali e finanziari di ENELA e hanno organizzato la loro prima assemblea degli azionisti. ENELA, che ha sede vicino a Monaco di Baviera (Germania), mira ad attirare laureati nel campo dell'energia nucleare ed a formare i futuri professionisti in questo campo. Andris Piebalgs salue la création de la «European Nuclear Energy Leadership Academy» Andris Piebalgs, membre de la Commission chargé de l'énergie, s'est félicité de la création de la «European Nuclear Energy Leadership Academy» (ENELA) par six entreprises du secteur de l'énergie nucléaire. Celles-ci ont signé le 28 janvier l'acte constitutif qui couvre les principaux aspects stratégiques, juridiques et financiers de l'enela et ont organisé leur première assemblée des actionnaires. L'ENELA, qui sera établie près de Munich (Allemagne), vise à attirer les diplômés universitaires vers le secteur de l'énergie nucléaire et à former les futurs cadres dans ce domaine. Language=en 9

10 News Impresa ed industria Entreprises et industrie Industria, aumento a novembre rispetto al mese precedente L indice dei nuovi ordini industriali dell eurozona ha registrato un incremento del 2,7% durante il mese di novembre 2009 a confronto con il mese precedente. Per l UE27 l aumento è stato di 2,6 %, dopo un calo di 1,5% in ottobre. Al netto del settore navale e delle attrezzature ferroviarie e aerospaziali, soggette a variazioni più imprevedibili, i nuovi ordini industriali dell eurozona hanno visto un aumento dell 2,7% nell eurozona e del 2,9% nell UE27. A novembre 2009 rispetto a novembre 2008 i nuovi ordini industriali sono calati di 0,5% e 1,2% rispettivamente. Al netto del settore navale e delle attrezzature ferroviarie e aerospaziali, il calo e stato dello 0,8 % in entrambe le zone. Les entrées de commandes dans l industrie en hausse Dans la zone euro 1 (ZE16), l indice des entrées de commandes dans l'industrie a augmenté de 2,7% en novembre 2009 comparé à octobre Dans l UE27, les entrées de commandes ont progressé de 2,6% en novembre 2009, après avoir reculé de 1,5% en octobre. En excluant la construction navale ainsi que l équipement ferroviaire et aérospatial, dont les variations tendent à être plus volatiles, les entrées de commandes dans l industrie ont enregistré une hausse de 2,7% dans la zone euro et de 2,9% dans l UE27.En novembre 2009 par rapport à novembre 2008, les entrées de commandes dans l industrie ont diminué de 0,5% dans la zone euro et de 1,2% dans l UE27. En excluant la construction navale ainsi que l équipement ferroviaire et aérospatial, les entrées de commandes dans l industrie ont baissé de 0,8% dans les deux zones &guilanguage=en Premio europeo per video sull imprenditorialità 2010 Studenti da scuole e università di cinema, scuole di impresa e gestione, membri di reti di imprese e associazioni, imprenditori e professionisti, sono tutti invitati a presentare brevi video (tra uno e due minuti) creativi e originali, in una delle seguenti categorie: lo spirito imprenditoriale, l imprenditorialità innovativa e l imprenditorialità responsabile. I partecipanti devono provenire da uno dei 27 Stati membri dell Unione Europea, Norvegia, Liechtenstein, Croazia, l ex Repubblica Yugoslava di Macedonia, Montenegro, Albania, Serbia, Turchia e Israele. I video devono essere caricati e registrati oppure inviati alla Commissione Europea prima del 9 Aprile Prix européen 2010 de la vidéo sur l'esprit d'entreprise Ce prix est destiné aux étudiants des écoles et universités de cinéma, des écoles de commerce et de management, aux membres de réseaux et d'associations du monde des affaires, aux entrepreneurs et aux professionnels. Créatives et originales, les vidéos doivent durer entre une et deux minutes et entrer dans l'une des trois catégories : l'esprit d'entreprise, l'esprit d'entreprise novateur et l'esprit d'entreprise responsable. Les participants doivent résider dans l'un des 27 Etats membres de l'union européenne et des pays suivants : Norvège, Islande, Liechtenstein, Croatie, ancienne république yougoslave de Macédoine, Monténégro, Albanie, Serbie, Turquie et Israel es vidéos doivent être enregistrées et chargées sur Internet ou envoyées à la Commission européenne pour le 9 avril

11 News Istruzione, giovani e cultura Éducation, formation et jeunesse Mons tra le capitali della cultura 2015 Il gruppo di esperti responsabile della selezione delle capitali europee della cultura per l'anno 2015 ha indicato la città di Mons in Belgio come una delle due città che si contenderanno il titolo. La nomina formale da parte del Consiglio dei ministri dell'ue si svolgerà intorno a novembre Anche la Repubblica Ceca ospiterà una Capitale europea della cultura nel La scelta verrà annunciata dopo la selezione finale che si terrà a Praga l'8 settembre Mons désignée «Capitale européenne de la culture 2015» Le jury chargé de choisir les capitales européennes de la culture pour 2015 a recommandé que Mons (Belgique) soit l'une des deux villes à porter ce titre. Sa désignation officielle par le Conseil des ministres de l'ue aura lieu vers le mois de novembre Une ville tchèque sera l'autre capitale européenne de la culture en Son nom sera dévoilé à l'issue d'une ultime réunion de sélection qui se tiendra à Prague le 8 septembre uilanguage=fr etwinning: i partenariati on line tra le scuole festeggiano il loro quinto anniversario Circa 500 insegnanti si riuniscono a Siviglia per celebrare il quinto anniversario di etwinning, un'iniziativa che crea comunità on line di insegnanti e scuole di tutta Europa. Per il tramite di etwinning più di insegnanti europei collaborano in attività scolastiche internazionali che coinvolgono più di scuole in 32 paesi europei. Nel suo quinquennio di vita etwinning è passato da un semplice strumento di ricerca di partner didattici ad uso degli insegnanti a una grande e affermata comunità su scala europea per l'insegnamento e l'apprendimento ( ). Il 5 febbraio si terrà una cerimonia di premiazione all'indirizzo di 37 scuole di 21 paesi che sono le vincitrici della tornata di quest'anno dei premi di eccellenza etwinning. etwinning: les partenariats scolaires en ligne fêtent leur cinquième anniversaire Près de 500 enseignants se réunissent à Séville à l occasion du cinquième anniversaire de l action etwinning, qui consiste à créer des communautés en ligne regroupant des enseignants et des écoles de toute l Europe. Grâce à cette initiative, plus de enseignants de toute l Europe travaillent ensemble dans le cadre d activités scolaires internationales auxquelles participent plus de écoles de 32 pays européens. En cinq ans d existence, etwinning a fait du chemin: l outil de recherche de partenaires destiné aux enseignants qu il était au départ est devenu une riche communauté européenne de l enseignement et de l apprentissage ( ). Une cérémonie de remise des prix sera organisée le 5 février prochain en l honneur des 37 écoles de 21 pays qui ont remporté cette année les prix récompensant l excellence en matière d etwinning. uilanguage=en 11

12 News Mercato interno, fiscalità ed unione doganale Marché intérieur, fiscalité et union douanièr Antitrust: la Commissione accoglie la proposta di rimedi strutturali di ENI per accrescere la concorrenza nei mercati del gas in Italia La Commissione Europea accoglie gli impegni di rimedi strutturali presentati dalla impresa Italiana di gas naturale ENI. I rimedi rispondono alle preoccupazioni espresse dalla Commissione in merito alla modalità di gestione e l'operatività delle infrastrutture di trasporto di gas naturale da parte di ENI e che potrebbe integrare un abuso di posizione dominante in violazione alle regole di concorrenza (Articolo 102 del Trattato sul Funzionamento dell'unione Europea - TFEU). Eni propone di dismettere la sue partecipazioni azionarie in tre infrastrutture internazionali di trasporto di gas: i gasdotti TAG, TENP e Transitgas. La Commissione intende procedere al market test al fine di adottare una decisione adottare decisioni con impegni ai sensi dell'articolo 9 del regolamento 1/2003. In virtù di tale procedura, la Commissione può, mediante decisione, rendere detti impegni obbligatori per l'impresa. Ententes et abus de position dominante: la Commission salue la proposition d'eni de prendre des mesures correctives de nature structurelle pour accroître la concurrence sur le marché du gaz italien La Commission européenne salue les mesures correctives de nature structurelle proposées par ENI, entreprise italienne du secteur énergétique. Si ENI a proposé ces mesures, c'est parce que la Commission craint que la gestion et l'exploitation de gazoducs par l'entreprise n'enfreignent l'interdiction d abus de position dominante établie par les règles de concurrence de l'eu [article 102 du traité sur le fonctionnement de l'union européenne (TFUE)]. ENI propose de vendre les parts qu'elle détient dans trois gazoducs internationaux: TAG, TENP et Transitgas. La Commission envisage de consulter les acteurs du marché au sujet de la proposition d'eni, afin d'adopter une décision en vertu de l'article 9 du règlement (CE) n 1/2003. Selon cette procédure, une décision de la Commission rendrait ces engagements juridiquement contraignants. &guilanguage=en Antitrust e abuso di posizione dominante: la Rete europea della concorrenza pubblica la prima edizione di una newsletter sulle attività delle autorità competenti in materia di concorrenza La Rete europea della concorrenza (ECN), che riunisce le autorità garanti della concorrenza degli Stati membri dell'ue in merito la Commissione europea, ha pubblicato la prima edizione del bollettino della Rete europea della concorrenza ( "ECN Brief" ). Questa news letter ha lo scopo di informare i lettori sulle attività della rete e dei suoi membri, al fine di garantire una comunicazione completa sulla applicazione delle norme UE in materia di antitrust e di posizione dominante, così come sulle campagne di sensibilizzazione condotte da parte di tutti i soggetti che costituiscono l ECN. La news letter, che sarà pubblicata cinque volte l'anno, completa le azioni di comunicazione adottate da ciascun membro della rete. Ententes et abus de position dominante: le Réseau européen de la concurrence publie la première édition d'un bulletin d'information sur les activités des autorités chargées des affaires de concurrence Le Réseau européen de la concurrence (REC), qui réunit les autorités de concurrence des États membres de l'ue autour de la Commission européenne, publie la première édition de la lettre du Réseau européen de la concurrence («ECN Brief»). Cette lettre est destinée à informer les lecteurs sur les activités du réseau et de ses membres dans le but d'assurer une communication complète sur l'application du droit de l'union européenne en matière d'ententes et de position dominante, ainsi que sur les actions de sensibilisation menées par l'ensemble des autorités qui constituent le REC. La lettre, qui devrait paraître cinq fois par an, complète les actions de communication menées par chacun des membres du réseau. Language=en 12

13 News Aiuti di Stato: la Commissione chiude inchiesta sulla garanzia illimitata di cui gode da La Poste La Commissione europea ha chiuso la sua indagine sulla garanzia illimitata di cui gode La Poste a causa del suo status speciale di diritto pubblico, a seguito dell'adozione da parte del Parlamento francese della legge sull impresa pubblica La Post e le attività postali. Infatti, la Commissione ha concluso che la trasformazione della Posta in una società a responsabilità limitata, ai sensi della legge, avrà l'effetto di porre fine alla garanzia. Aide d'etat: la Commission clôture son enquête sur la garantie illimitée dont bénéficie La Poste La Commission eu ropéenne a clôturé son enquête sur la garantie illimitée dont bénéficie La Poste du fait de son statut particulier de droit public, suite à l'adoption par le Parlement français de la loi relative à l'entreprise publique La Poste et aux activités postales. En effet, la Commission a conclu que la transformation de La Poste en société anonyme, prévue par ladite loi, aura pour effet de mettre un terme à la garantie. Language=en A Dicembre il volume del commercio al dettaglio rimane stabile nell eurozona, scende dello 0,1% nell UE27, Nel mese di dicembre 2009, rispetto a novembre dello stesso anno, il volume del commercio al dettaglio è rimasto stabile nell eurozona (EA16) ed è sceso dello 0,1% nell UE27. A novembre era diminuito dello 0,5% in entrambe le zone. Nel mese di dicembre 2009, rispetto all anno precedente, l indice di vendita al dettaglio è sceso dell 1,6% nell eurozona e dell 1,0% nell UE27. Rispetto al 2008, l indice del volume medio del commercio al dettaglio per l anno 2009 è sceso del 2,3% nell eurozona e dell 1,7% nell UE27. Décembre 2009 par rapport à novembre 2009: le volume des ventes du commerce de détail est resté stable dans la zone euro baisse de 0,1% dans l'ue27 En décembre 2009, par rapport à novembre 2009, le volume des ventes du commerce de détail 1 est resté stable dans la zone euro 2 (ZE16) et a diminué de 0,1% dans l UE27 2. En novembre 3, le commerce de détail avait baissé de 0,5% dans les deux zones. En décembre 2009, par rapport à décembre 2008, l indice des ventes a reculé de 1,6% dans la zone euro et de 1,0% dans l UE27. Par rapport à 200 8, l'indice moyen du volume des ventes de détail a reculé en 2009 de 2,3% dans la zone euro et de 1,7% dans l' UE27. &guilanguage=en Seconde stime per il terzo trimestre 2009: deficit partite correnti e surplus dei servizi In base alle ultime analisi, nel terzo trimestre del 2009 l UE ha registrato un deficit delle partite correnti pari a 27,7 miliardi di euro, rispetto ai -73,5 miliardi del terzo trimestre 2008, mentre il deficit ammontava a 49 miliardi nel secondo trimestre Nel terzo trimestre 2009, inoltre, il disavanzo relativo ai beni è diminuito passando dai 64,9 miliardi del terzo trimestre 2008 a 19,1 miliardi. Il deficit relativo ai redditi ha registrato una diminuzione a 8,6 miliardi rispetto ai 14,2 miliardi del terzo trimestre 2008, e anche il surplus dei servizi ha mostrato un calo a 16,7 miliardi di euro dai 19,3 miliardi del terzo trimestre Il disavanzo relativo ai trasferimenti finanziari è aumentato a 16,7 miliardi (13,7 miliardi nel terzo trimestre 2008). Seconde estimation pour le troisième trimestre 2009 : déficit des échanges courants et excédent de 16,7 milliards d euros pour la balance des services Selon les dernières révisions 1, le compte des opérations courantes 2 de l UE27 3 avec les pays tiers a enregistré un déficit de 27,7 milliards d'euros au troisième trimestre 2009, contre un déficit de 73,5 mrds au troisième trimestre 2008 et un déficit de 49,0 mrds au deuxième trimestre Le déficit du compte des biens s'est réduit au troisième trimestre 2009, par rapport au troisième trimestre 2008 (-19,1 mrds d'euros contre -64,9 mrds), tout comme le déficit du compte des revenus (-8,6 mrds contre -14,2 mrds). L'excédent du compte des services a diminué (+16,7 mrds contre +19,3 mrds) et le déficit du compte des transferts courants a augmenté (-16,7 mrds contre -13,7 mrds). &guilanguage=en 13

14 News Occupazione, affari sociali Emploi et politique sociale Esperti di competenze e occupazione sollecitano un intervento immediato Occorre intervenire subito per ovviare alle carenze di competenze riscontrabili in Europa e dare ai cittadini europei una migliore opportunità di affermarsi sul mercato del lavoro in futuro, così sta scritto in una relazione di esperti indipendenti pubblicata il 4 febbraio dalla Commissione europea. La relazione "Nuove competenze per nuovi posti di lavoro: intervenire subito" ribadisce la necessità di dare alle persone i giusti incentivi per migliorare le loro competenze, correlare meglio l'istruzione, la formazione e il lavoro, sviluppare la giusta miscela di competenze e meglio prepararsi alle competenze che saranno necessarie in futuro. La relazione è uno degli importanti elementi dell'agenda della Commissione europea "Nuove competenze per nuovi posti di lavoro". Compétences et emploi: les experts appellent à une action immédiate Selon un rapport d experts indépendants public le 4 février par la Commission européenne, l Europe doit entreprendre une action immédiate pour combler ses déficits de compétences et offrir à ses citoyens de meilleures chances de réussite sur le marché du travail de demain. Intitulé «Des compétences nouvelles pour des emplois nouveaux: agir immédiatement», ce document souligne la nécessité de trouver des solutions opportunes afin d inciter tout un chacun à renforcer ses compétences, de resserrer les liens entre éducation, formation et travail, de favoriser l acquisition du bon éventail de compétences et de mieux anticiper les besoins futurs en la matière. Ce rapport est l une des principales réalisations de l initiative de la Commission européenne «Des compétences nouvelles pour des emplois nouveaux». uilanguage=en L'UE ha inaugurato l'anno europeo 2010: Stop alla povertà La Commissione europea e la Presidenza spagnola dell'ue hanno inaugurato a Madrid il 21 gennaio l'anno europeo della lotta alla povertà e all'esclusione sociale (2010). All'insegna dello slogan "Stop alla povertà", la campagna intende porre la lotta alla povertà una piaga che interessa direttamente un cittadino europeo su sei al centro dell'attenzione dell'ue nel corso del Inauguration de l Année européenne 2010 Halte à la pauvreté! La Commission européenne et la présidence espagnole de l Union européenne ont inauguré le 21 janvier, à Madrid, l Année européenne de lutte contre la pauvreté et l exclusion sociale (2010), à l occasion d une cérémonie d ouverture en présence du président de la Commission européenne, M. José Manuel Durão Barroso, et du Premier ministre espagnol, M. José Luis Rodríguez Zapatero. Tout au long de 2010, cette campagne placera la lutte contre la pauvreté, qui touche directement un Européen sur six, au centre des préoccupations dans toute l Union, sous le slogan «Halte à la pauvreté!». Language=en 14

15 News I cittadini europei sono nel complesso soddisfatti di come vivono, ma un'indagine mette in luce preoccupazioni quanto agli sviluppi della situazione economica e sociale I cittadini europei sono in media alquanto soddisfatti della loro situazione personale, ma esprimono un minor grado di soddisfazione in relazione all'economia, ai servizi pubblici e alle politiche sociali nel loro paese, come emerge da un sondaggio di opinione pubblicato il 2 febbraio. L'indagine Eurobarometro sul clima sociale nell'ue ha riscontrato inoltre grandi differenze tra i diversi paesi: sono gli abitanti dei paesi nordici e quelli dei Paesi Bassi ad essere in generale i più soddisfatti della propria situazione personale. L'indagine fa parte della relazione della Commissione europea sulla situazione sociale, anch'essa resa pubblica in data odierna, che esamina le tendenze sociali in Europa e che quest'anno si sofferma su ambiti quali gli alloggi e l'esclusione. Résultats d enquête: des Européens généralement satisfaits de leur vie, mais préoccupés par la situation économique et sociale à venir Selon un sondage rendu public aujourd hui, les Européens sont, en moyenne, généralement satisfaits de leur situation personnelle, mais sont moins satisfaits de l économie, des services publics et des politiques sociales dans leur pays. L Eurobaromètre sur le climat social dans l Union a également mis en évidence de grandes disparités entre les pays, les ressortissants des pays nordiques et des Pays-Bas étant en règle générale les plus satisfaits de leur situation personnelle. Cette enquête a été réalisée dans le contexte du rapport de la Commission européenne sur la situation sociale, également publié le 2 février, qui vise à examiner les tendances sociales en Europe. Le rapport de cette année porte principalement sur la question du logement. uilanguage=en 15

16 News Politica regionale Politique régionale L UE festeggia i 20 anni di sostegno comunitario allo sviluppo urbano Il 4 febbraio il commissario alla politica regionale Pawel Samecki è intervenuto in occasione di una conferenza a Bruxelles per celebrare i 20 anni di investimenti comunitari nelle città europee. L'evento, intitolato Building on 20 years of Community support to urban development, è stata un occasione per fare un bilancio dell esperienza acquisita dai primi progetti pilota dell iniziativa URBAN avviati nel L'U E célèbre vingt ans d'aide communautaire au développement urbain Le 4 février, Pawel Samecki, le commissaire européen à la politique régionale, a tenu une allocution lors d'une conférence organisée à Bruxelles (bâtiment Charlemagne) pour célébrer deux décennies d'investissement de l'ue dans les villes d'europe. Cette manifestation, intitulée «Tirer parti de 20 années d'aide communautaire au développement urbain», a été également l'occasion de dresser le bilan des enseignements tirés depuis le lancement des premiers projets URBAN de la Commission en uilanguage=en I deputati chiedono alla Commissione di condurre una strategia sostenibile per il Danubio Collegando sei Stati membri lungo i 3000 km del suo corso, il fiume Danubio ha assistito ad una lunga storia di progetti di cooperazione, ma manca ancora di una strategia UE di portata globale. Seguendo l esempio della strategia già implementata per il Mar Baltico, i deputati chiedono alla Commissione di promuovere la cooperazione intorno alla regione del Danubio con lo scopo di sviluppare trasporti ecosostenibili e infrastrutture energetiche, così come stimolare la crescita economica e sociale. Une stratégie européenne pour la région du Da nube Reliant six Etats membres de l'ue au cours de ses 3000 kms qui coulent de la Forêt Noire, en Allemagne, jusqu'à la mer Noire, le Danube a connu une longue histoire de coopération internationale, mais une véritable stratégie au niveau de l'ue n'a toujours pas vu le jour. Prenant exemple sur la stratégie européenne pour la mer Baltique, les députés demandent de mettre en œuvre un plan d'action pour le développement d'infrastructures de transport et d'énergie propres autour du fleuve IPR false/default_fr.htm La strategia dell UE per la regione del Danubio ha un inizio brillante Più di 400 partecipanti di 19 paesi si sono riuniti a Ulm (Baden-Wurttemberg) il 2 febbraio per la prima conferenza relativa all elaborazione di una strategia dell UE per la regione del Danubio. L evento è stato il primo di una serie di riunioni di consultazione che la Commissione organizza per orientare il contenuto della strategia per il Danubio, secondo quanto richiesto dal Consiglio europeo. Nell ambito della conferenza si sono tenuti quattro workshop sui seguenti temi: connettività e sistemi di comunicazione; ambiente, risorse idriche e prevenzione dei rischi; sviluppo istituzionale, socioeconomico e umano; governance. La stratégie de l EU pour la région du Danube démarre avec succès Plus de 400 participants issus de 19 pays se sont rassemblés à Ulm (Bade-Wurtemberg) le 2 février pour la première conférence sur le développement de la stratégie de l UE pour la région du Danube. C était la première d une série de réunions de consultation prévues par la Commission pour déterminer le contenu de la stratégie pour le Danube comme l a demandé le Conseil européen. La conférence comprenait quatre ateliers sur la connectivité et les systèmes de communication, l environnement, l eau et la prévention du risque, le développement socioéconomique, humain et institutionnel et sur la gouvernance. 16

17 News Risultati della consultazione pubblica sulla strategia UE 2020 La Commissione ha recentemente pubblicato due documenti nell ambito dei preparativi per la strategia Europa 2020, che prenderà il posto della strategia di Lisbona: La valutazione della strategia di Lisbona e Europa 2020 Consultazione pubblica Una prima panoramica delle risposte. Résultats de la consultation publique sur la stratégie de l UE 2020 La Commission a récemment publié deux documents dans le contexte de la préparation de la stratégie de l UE 2020, qui succèdera à la stratégie de Lisbonne: Évaluation de la stratégie de Lisbonne et Europe 2020 Consultation publique Premier aperçu des réponses. Regional Studies Association (RSA): invito a presentare documenti per la conferenza annuale del 2010 Nel quadro del tema generale "Risposte regionali e spostamenti globali: attori, istituzioni e organizzazioni", la RSA ha lanciato un invito a presentare documenti per la propria conferenza internazionale annuale. Quest anno l evento sarà organizzato nella Capitale europea della cultura 2010, Pécs, nell Ungheria meridionale, nei giorni 24, 25 e 26 maggio Il termine ultimo per la presentazione dei compendi e la registrazione dei relatori è domenica 14 febbraio Association des études régionales (RSA): appel à contributions pour la conférence annuelle 2010 La RSA a lancé un appel à contributions pour sa conférence internationale annuelle sous le thème «Réponses régionales et changements mondiaux: acteurs, institutions et organisations». Cet événement se tiendra dans la capitale européenne de la culture 2010, Pécs, dans le sud de la Hongrie, du 24 au 26 mai La date limite pour s inscrire comme intervenant et soumettre un résumé est le dimanche 14 février Il Comitato delle Regioni pubblica la relazione finale riguardante "Il Piano europeo di ripresa economica nelle regioni e nelle città: un anno dopo" Il Comitato delle Regioni ha appena pubblicato la relazione finale con i risultati del sondaggio online "Il Piano Europeo di ripresa economica nelle regioni e nelle città: un anno dopo". Il sondaggio eseguito dalla Piattaforma di controllo della strategia di Lisbona, creata dal CoR è servito a valutare le modalità di attuazione alla base del Piano europeo di ripresa economica, secondo la percezione delle autorità locali e regionali dell UE. Il sondaggio è stato realizzato nei mesi di ottobre e novembre I risultati della relazione sono stati presentati in occasione del Quinto dialogo territoriale per la crescita sostenibile e l occupazione, a Palma di Maiorca, Spagna. Le Comité des régions publie son rapport final sur le «plan européen pour la relance économique dans les régions et les villes: un an après» Le Comité des régions vient de publier son rapport final sur les résultats de l enquête en ligne intitulée «Le plan européen pour la relance économique dans les régions et les villes: un an après». Cette enquête, menée par la plateforme de suivi de Lisbonne du Comité des régions, évalue la mise en œuvre du plan européen pour la relance économique aux niveaux de base, telle que perçue par les autorités locales et régionales européennes. L enquête a été menée d'octobre à novembre Les résultats du rapport ont été présentés lors du 5e dialogue territorial sur la croissance durable et l emploi, à Palma de Majorque en Espagne, le 18 janvier

18 News Relazioni Esterne Relations extérieures Continua l'impegno della protezione civile europea ad Haiti: la prima squadra di coordinamento passa le consegne ad una nuova squadra Mentre continua l'impegno di soccorso ad Haiti dopo il devastante terremoto del 12 gennaio, il meccanismo europeo di protezione civile sta ora fornendo assistenza da parte di 24 Stati membri. È la prima volta che una parte della capacità di risposta rapida dell'ue, finanziata dall'ue, viene utilizzata in un'emergenza e distribuisce acqua e assistenza medica. Una nuova squadra di protezione civile dell'ue è arrivata ad Haiti nel fine settimana per assumere il coordinamento in loco in sostituzione della prima squadra, giunta ad Haiti 36 ore dopo il sisma. La protection civile européenne poursuit ses efforts en Haiti alors que la première équipe de coordination passe le relais à une nouvelle équipe Alors que se poursuivent les opérations d'aide engagées à la suite du séisme dévastateur qui a frappé Haï ti le 12 janvier, le mécanisme européen de protection civile coordonne actuellement l'aide de 24 États membres. Une partie de la capacité de réaction rapide européenne financée par l'ue est utilisée pour la première fois dans une situation d'urgence, afin d'apporter de l'eau douce et des soins médicaux. Une nouvelle équipe de protection civile de l'ue est arrivée à Haï ti le week-end dernier pour prendre le relais de la première équipe qui avait commencé à coordonner les opérations sur place 36 heures après le séisme. Language=en Via libera della Commissione alla cooperazione con il Canada, il Giappone e la Svizzera sullo scambio di documenti di revisione contabile, La Commissione europea ha adottato il 5 febbraio una decisione che riconosce l'adeguatezza dei sistemi di supervisione dei revisori contabili in Canada, Giappone e Svizzera. Ciò consentirà lo scambio di documenti di revisione contabile tra le autorità di controllo degli Stati membri e le loro controparti canadesi, giapponesi e svizzere. Charlie McCreevy, commissario per il mercato interno e i servizi, ha dichiarato: Lo scambio di documenti di revisione è un primo, importante passo verso una più stretta cooperazione in materia di controllo di revisione con il Giappone, il Canada e la Svizzera. Il nostro obiettivo finale è arrivare a fidarsi reciprocamente dei rispettivi sistemi di controllo. I tre paesi soddisfano i requisiti europei di reciprocità di accesso ai documenti di revisione, compresa la necessità di rispettare il carattere riservato dei documenti trasferiti. La Commission donne son feu vert à l échange de documents d audit entre les États membres et le Canada, le Japon et la Suisse La Commission européenne a adopté le 5 février une décision constatant l adéquation des systèmes de supervision de l audit du Canada, du Japon et de la Suisse, ce qui va permettre aux autorités de surveillance des pays de l UE d échanger des documents d audit avec leurs homologues canadiens, japonais et suisses. M. Charlie McCreevy, commissaire européen chargé du marché intérieur et des services, a déclaré: «L échange de documents d audit est une première étape importante en direction d une coopération plus étroite avec le Canada, le Japon et la Suisse en matière de supervision d audit. À terme, notre objectif est d instaurer une confiance mutuelle entre nos systèmes de supervision respectifs.» Le Canada, le Japon et la Suisse se sont déclarés intéressés par la possibilité d échanger des documents d audit avec les pays de l UE. Ces trois pays satisfont aux exigences européennes sur l accès réciproque aux documents d audit, y compris la nécessité de respecter la confidentialité des documents transmis. uilanguage=en 18

19 News L'UE e l'iraq hanno firmato un protocollo d intesa su un partenariato strategico dell'energia L'Unione europea e la Repubblica dell'iraq hanno firmato il 18 gennaio a Baghdad (Iraq), un memorandum di intesa sull'istituzione di una "partnership strategica nel settore energetico", che consenta loro di sviluppare le loro relazioni bilaterali sull'energia. Il protocollo d'intesa vanta anche delle priorità per la futura cooperazione tra le parti, dato il ruolo che l'iraq potrebbe giocare come fornitore di gas naturale per il corridoio meridionale e il fatto che il paese occupa la terza posizione quanto a riserve di petrolio. Iraq potrebbe diventare un ponte energetico tra il Medio Oriente, il Mediterraneo e l'unione europea. L Union européenne et l Iraq signent un protocole d accord sur un partenariat énergétique stratégique L Union européenne et la République d Iraq ont signé le 18 janvier à Bagdad (Iraq) un protocole d accord relatif à un «partenariat énergétique stratégique», qui constitue un cadre politique leur permettant de développer leurs relations énergétiques bilatérales. Le protocole d accord dégage en outre des priorités pour la coopération future entre les parties, compte tenu du rôle que l Iraq pourrait être amené à jouer en tant que fournisseur de gaz naturel pour le corridor Sud et du fait que le pays occupe le troisième rang mondial pour les réserves de pétrole prouvées. L Iraq pourrait devenir un pont énergétique entre le Moyen-Orient, le bassin méditerranéen et l Union européenne. Language=en 19

20 News Salute e consumatori Santé et consommateurs Consultazione pubblica su un accordo UE-USA per la protezione dei dati personali e la condivisione delle informazioni, E stata lanciata dalla Commissione la consultazione pubblica su un eventuale futuro accordo tra UE e Stati Uniti. L obiettivo è raccogliere le opinioni dei diretti interessati e dei cittadini a partire da un documento di discussione, parte del lavoro preparatorio per la raccomandazione che autorizza la negoziazione di un accordo in materia. I cittadini, le persone e le organizzazioni coinvolte nella protezione dei dati personali e/o nel trattamento, trasferimento o condivisione delle informazioni per scopi previsti dalla legge nel contesto transatlantico, sono invitati a rispondere alla consultazione entro il 12 marzo La Commission lance une consultation publique à propos d'un futur accord entre l'ue et les États-Unis sur la protection des données et l échange d informations La Commission européenne a lancé une consultation publique à propos d'un futur accord entre l'ue et les États-Unis sur la protection des données et l'échange d'informations. L'objectif de cette consultation est de recueillir les points de vue des parties prenantes et du grand public sur le document de réflexion élaboré par la Commission dans le cadre des travaux préparatoires à la recommandation visant à autoriser la négociation d'un futur accord entre l'ue et les États Unis. Toutes les parties prenantes et les organisations impliquées, à l'échelle transatlantique, dans la protection des données à caractère personnel et/ou le traitement, le transfert ou l'échange d'informations à des fins répressives, ainsi que le grand public, sont invités à répondre à cette consultation publique. La date de clôture de la consultation est fixée au 12 mars uilanguage=en Gennaio 2010, migliora l indice flash di fiducia dei consumatori Le stime flash della DG Affari economici e finanziari per il mese di gennaio 2010 relative all indice di fiducia dei consumatori segnalano un miglioramento complessivo per l UE, fino a -13,3 rispetto al -14,3 del mese di dicembre 2009, e un livello sostanzialmente inalterato per l eurozona (-15,8% rispetto al -16,1% del mese di dicembre 2009). Janvier 2010, ameliore l'indice flash de confiance des consommateurs, L'estimation flash de la DG Affaires économiques et financières pour le mois de Janvier 2010 relative à l'indice de confiance des consommateurs rapportent une amélioration globale de l'ue, -13,3 par rapport à -14,3 en Décembre 2009, et un niveau essentiellement inchangé pour la zone euro (-15,8% par rapport à -16,1% en Décembre 2009). Language=en 20

Cliquer ici pour accéder aux tarifs et à la licence

Cliquer ici pour accéder aux tarifs et à la licence Pigafetta, Filippo (1533-1604). Relatione del reame di Congo et delle circonvicine contrade, tratta dalli scritti e ragionamenti di Odoardo Lopez portoghese per Filippo Pigafetta,... 1591. 1/ Les contenus

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

ANNEE SCOLAIRE 2013-2014 ACADEMIE D AIX-MARSEILLE. Evaluations en fin de classe de troisième lv2 ITALIEN DOCUMENT PROFESSEUR

ANNEE SCOLAIRE 2013-2014 ACADEMIE D AIX-MARSEILLE. Evaluations en fin de classe de troisième lv2 ITALIEN DOCUMENT PROFESSEUR ANNEE SCOLAIRE 2013-2014 ACADEMIE D AIX-MARSEILLE Evaluations en fin de classe de troisième lv2 ITALIEN DOCUMENT PROFESSEUR Compréhension de l oral CONSIGNES Début de l épreuve : Appuyez sur la touche

Dettagli

SIS Piemonte. Parlare del futuro, fare delle previsioni. Specializzata: Paola Barale. Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi. a.a.

SIS Piemonte. Parlare del futuro, fare delle previsioni. Specializzata: Paola Barale. Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi. a.a. SIS Piemonte Parlare del futuro, fare delle previsioni Specializzata: Paola Barale Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi a.a. 2003-2004 1 1. Contesto Liceo linguistico, secondo anno 2. Livello A2

Dettagli

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 7.1.2014 C(2013) 9651 final REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE del 7.1.2014 recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell'ambito dei fondi strutturali

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

Association des anciens gardes suisses pontificaux

Association des anciens gardes suisses pontificaux Vereinigung ehemaliger Association des anciens Associazione päpstlicher Schweizergardisten Gardes suisses pontificaux ex-guardie svizzere pontificie Statuts de la Association des anciens gardes suisses

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

1. «LE CAS D HOMME DE PILTDOWN» di Teilhard de Chardin apparve sulla rivista di divulgazione

1. «LE CAS D HOMME DE PILTDOWN» di Teilhard de Chardin apparve sulla rivista di divulgazione Nota della Redazione 1. «LE CAS D HOMME DE PILTDOWN» di Teilhard de Chardin apparve sulla rivista di divulgazione scientifica Revue des questions scientifiques n. XXVII del 1920. Benché le Œuvres edite

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE) é un'organizzazione indipendente di regioni e la più importante rete di cooperazione interregionale nella Grande Europa. Rappresenta 12 organizzazioni interregionali

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

XVIIe Rencontre de la Fondation Le Corbusier Centenaire du Voyage d Orient

XVIIe Rencontre de la Fondation Le Corbusier Centenaire du Voyage d Orient XVIIe Rencontre de la Fondation Le Corbusier Centenaire du Voyage d Orient Esposizione / Exposition À travers Naples 11/18 Novembre 2011 Istituto Italiano per gli studi filosofici Via Monte di Dio 14,

Dettagli

XIII. B4b OL: DE ANLAGE/ANNEXE/ALLEGATO/PRILOGA

XIII. B4b OL: DE ANLAGE/ANNEXE/ALLEGATO/PRILOGA Tagung der Alpenkonferenz Réunion de la Conférence alpine Sessione della Conferenza delle Alpi Zasedanje Alpske konference XIII TOP / POJ / ODG / TDR B4b IT OL: DE ANLAGE/ANNEXE/ALLEGATO/PRILOGA 1 ACXIII_B4b_1_it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INDIVIDUALE a. s. 2014/2015

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INDIVIDUALE a. s. 2014/2015 ANNO : 2014/2015 DISCIPLINA: FRANCESE CLASSE: IV AL INDIRIZZO: LICEO LINGUISTICO DOCENTE : DEROBERTIS ANNA TEST0:Bertini,Accornero,Giachino, Bongiovanni, Lire, Littérature et culture françaises, Du Moyen

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Il quale stabilisce «1. Ogni persona ha diritto al rispetto della sua vita privata e familiare, del suo domicilio e della sua corrispondenza».

Il quale stabilisce «1. Ogni persona ha diritto al rispetto della sua vita privata e familiare, del suo domicilio e della sua corrispondenza». RIVISTA N 3/2011 DATA PUBBLICAZIONE: 05/07/2011 AUTORE: Daniele Butturini Ricercatore in Diritto costituzionale, Università degli Studi di Verona NOTE A MARGINE DI CORTE E.D.U. HAAS CONTRO SVIZZERA SOMMARIO:

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA

PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA Il presente documento contiene le principali misure concrete a breve-medio termine proposte dalla Commissione per contribuire a stabilizzare

Dettagli

Comitato economico e sociale europeo

Comitato economico e sociale europeo Scopri cosa il CESE può fare per te Comitato economico e sociale europeo Cover Architecture: Art & Build + Atelier d architecture Paul Noël Conoscere il Comitato economico e sociale europeo Cos'è la società

Dettagli

Chaque produit a son histoire. Speciale. Belgique Charleroi, un modèle d intégration. Luxembourg Viaggiando in Italia con...

Chaque produit a son histoire. Speciale. Belgique Charleroi, un modèle d intégration. Luxembourg Viaggiando in Italia con... Magazine trimestriel d information Driemaandelijks Tijdschrift Chambre de Commerce Belgo-Italienne Camera di Commercio Italo-Lussemburghese Belgique Charleroi, un modèle d intégration Speciale Chaque produit

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

DIALOGHI SULL ORIENTAMENTO DALLE ESPERIENZE AI MODELLI

DIALOGHI SULL ORIENTAMENTO DALLE ESPERIENZE AI MODELLI Temi&Strumenti Studi e ricerche 25 Temi&Strumenti Studi e ricerche 25 L orientamento non è più quello di un tempo. Pare, questa, una delle tante affermazioni comuni che vengono regolarmente pronunciate

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO. relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO. relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 5.7.2005 COM(2005) 304 definitivo 2005/0129 (CNS) Proposta di DECISIONE DEL CONSIGLIO relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

VERSIONE CONSOLIDATA DEL TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA E DEL TRATTATO SUL FUNZIONAMENTO DELL UNIONE EUROPEA

VERSIONE CONSOLIDATA DEL TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA E DEL TRATTATO SUL FUNZIONAMENTO DELL UNIONE EUROPEA VERSIONE CONSOLIDATA DEL TRATTATO SULL UNIONE EUROPEA E DEL TRATTATO SUL FUNZIONAMENTO DELL UNIONE EUROPEA TITOLO VII NORME COMUNI SULLA CONCORRENZA, SULLA FISCALITÀ E SUL RAVVICINAMENTO DELLE LEGISLAZIONI

Dettagli

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento DISPONE Prot. N. 2013/84404 Approvazione dei modelli di domanda per il rimborso, l esonero dall imposta italiana o l applicazione dell aliquota ridotta sui redditi corrisposti a soggetti non residenti in forza

Dettagli

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto.

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto. Consiglio europeo Bruxelles, 20 marzo 2015 (OR. en) EUCO 11/15 CO EUR 1 CONCL 1 NOTA DI TRASMISSIONE Origine: Destinatario: Oggetto: Segretariato generale del Consiglio delegazioni Riunione del Consiglio

Dettagli

Conformità alle normative e importanti informazioni sulla sicurezza

Conformità alle normative e importanti informazioni sulla sicurezza Conformità alle normative e importanti informazioni sulla sicurezza La certificazione obbligatoria / i marchi di approvazione di questo dispositivo si possono trovare in Impostazioni > Informazioni su

Dettagli

Rapporto esplicativo

Rapporto esplicativo Rapporto esplicativo concernente l approvazione del Protocollo n. 15 recante emendamento alla Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell uomo e delle libertà fondamentali 13 agosto 2014 Compendio

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE PARERE DELLA COMMISSIONE COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 28.11.2006 COM(2006)759 definitivo 2004/0218 (COD) PARERE DELLA COMMISSIONE a norma dell'articolo 251, paragrafo 2, terzo comma, lettera c) del trattato CE,

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Lo spettacolo di una vecchia fatiscente imbarcazione da diporto, sia in decomposizione nel suo ormeggio che mezza affondata con gli alberi che spuntano dall acqua

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

1. E indispensabile da sapere! Les must 1. Sì, è piacevole cominciare con la parola di assenso: sì Oui 2. A volte però non c è scelta, e siamo

1. E indispensabile da sapere! Les must 1. Sì, è piacevole cominciare con la parola di assenso: sì Oui 2. A volte però non c è scelta, e siamo 1. E indispensabile da sapere! Les must 1. Sì, è piacevole cominciare con la parola di assenso: sì Oui 2. A volte però non c è scelta, e siamo costretti a dire no... chi vi sente capisce subito che per

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo VADEMECUM Finanziamenti diretti europei Come redigere un progetto di successo redazione: Petra Sevvi, Renata Tomi Info Point Europa della Provincia autonoma di Bolzano Alto Adige Ripartizione Europa Ufficio

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE C 183/12 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 14.6.2014 Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 21 maggio 2014, sul piano di

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Nuove regole per i comitati aziendali europei. Presentazione della direttiva 2009/38/CE

Nuove regole per i comitati aziendali europei. Presentazione della direttiva 2009/38/CE Nuove regole per i comitati aziendali europei Presentazione della direttiva 2009/38/CE A cosa servono i Comitati aziendali europei? I Comitati aziendali europei (CAE) sono enti che rappresentano i lavoratori

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Elementi di progettazione europea

Elementi di progettazione europea Elementi di progettazione europea Il partenariato internazionale Maria Gina Mussini - Project Manager Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena La trasnazionalità dei progetti europei Ogni progetto

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Contributi all assicurazione contro la disoccupazione

Contributi all assicurazione contro la disoccupazione 2.08 Contributi Contributi all assicurazione contro la disoccupazione Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve L assicurazione contro la disoccupazione (AD) è un assicurazione sociale svizzera obbligatoria come

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

Conti e carte Panoramica delle condizioni

Conti e carte Panoramica delle condizioni Conti e carte Panoramica delle condizioni Situazione 1.4.2015 Indice Note generali 3 Offerte pacchetti: Bonviva 4 Offerte pacchetti: Viva 5 Gamma dei Conti privati 6 Gamma dei Conti di risparmio 6 Traffico

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

Manifesto dei diritti dell infanzia

Manifesto dei diritti dell infanzia Manifesto dei diritti dell infanzia I bambini costituiscono la metà della popolazione nei paesi in via di sviluppo. Circa 100 milioni di bambini vivono nell Unione europea. Le politiche, la legislazione

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

La filosofia dell uomo di Jean-Luc Marion tra Cartesio e la fenomenologia

La filosofia dell uomo di Jean-Luc Marion tra Cartesio e la fenomenologia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIPARTIMENTO DI FILOSOFIA, PEDAGOGIA E PSICOLOGIA SCUOLA DI DOTTORATO DI SCIENZE UMANE E FILOSOFIA DOTTORATO DI RICERCA IN FILOSOFIA CICLO / ANNO (1 anno d iscrizione):

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Carlo Zaghi Dirigente Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per le Valutazioni e le Autorizzazioni Ambientali

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto.

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto. Consiglio europeo Bruxelles, 26 giugno 2015 (OR. en) EUCO 22/15 CO EUR 8 CONCL 3 NOTA DI TRASMISSIONE Origine: Destinatario: Segretariato generale del Consiglio delegazioni Oggetto: Riunione del Consiglio

Dettagli

COGNOME, Nome Indirizzo 1 Indirizzo 2 Telefono Fax E-mail ESPERIENZA PROFESSIONALE

COGNOME, Nome Indirizzo 1 Indirizzo 2 Telefono Fax E-mail ESPERIENZA PROFESSIONALE C U R R I C U L U M V I T A E E U R O P E A N F O R M A T INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome Indirizzo 1 Indirizzo 2 Telefono Fax E-mail Nationalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Date (da a) Nome

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Intervista a Giorgio Dal Fiume rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Presidente di World Fair Trade Organization Europe

Intervista a Giorgio Dal Fiume rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Presidente di World Fair Trade Organization Europe Intervista a Giorgio Dal Fiume rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Presidente di World Fair Trade Organization Europe Maggio 2015 L Europa è la culla del Fair Trade: come e quanto è diffuso?

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy CONSIGLIO EUROPEO IL PRESIDENTE Bruxelles, 26 giugno 2012 EUCO 120/12 PRESSE 296 PR PCE 102 VERSO UN'AUTENTICA UNIONE ECONOMICA E MONETARIA Relazione del presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy

Dettagli

COMMISSIONE EUROPEA. Bruxelles, 15.01.2010 C (2010) 7

COMMISSIONE EUROPEA. Bruxelles, 15.01.2010 C (2010) 7 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 15.01.2010 C (2010) 7 Oggetto: Aiuto di Stato N 540/2009 - Francia Proroga dell aiuto NN 155/2003 Realizzazione di un servizio sperimentale di autostrada ferroviaria e Aiuto

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 29.6.2011 COM(2011) 500 definitivo PARTE II COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE

Dettagli

INTELLIGENT TRANSPORT SYSTEMS IN SOUTH EAST EUROPE

INTELLIGENT TRANSPORT SYSTEMS IN SOUTH EAST EUROPE Progetto SEE-ITS in breve SEE-ITS è un progetto transnazionale che mira a stimolare la cooperazione, l'armonizzazione e l'interoperabilità tra Sistemi di Trasporto Intelligenti (ITS) nel Sud-Est Europa.

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

Strategia dell UE per la biodiversità fino al 2020

Strategia dell UE per la biodiversità fino al 2020 Dicembre 2011 IT Strategia dell UE per la biodiversità fino al 2020 Biodiversità In Europa quasi un quarto delle specie selvatiche è attualmente minacciato di estinzione. La biodiversità, ossia la straordinaria

Dettagli

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE?

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? TERRITORIO BENE COMUNE IN MOVIMENTO Camerano, 30 GENNAIO 2015 QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? Maurizio Sebastiani Italia Nostra Marche 1 I RISCHI DELLO «SBLOCCA ITALIA» Sblocca Italia, allarme di Bankitalia:

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

Lavorare di più per guadagnare di meno

Lavorare di più per guadagnare di meno Lavorare di più per guadagnare di meno Michel Husson * http://www.monde-diplomatique.it/lemonde-archivio/aprile-2007/pagina.php?cosa=0704lm06.01.html Nessuno dei candidati alle presidenziali francesi,

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli