Formazione e Informazione 2015

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Formazione e Informazione 2015"

Transcript

1 Formazione e Informazione

2 Diamo più valore alla vostra formazione 2

3 Con l obiettivo di incrementare la competitività delle imprese, Cosmetica Italia offre tramite Unipro Servizi srl, occasioni di aggiornamento, informazione e formazione qualificata, avvalendosi di una rete integrata di esperti interni e esterni. La ricca gamma di corsi disponibili tocca tematiche specifiche del settore cosmetico e si distingue sul mercato per unicità, completezza e costi competitivi. La formazione erogata da Unipro Servizi è certificata ISO La proposta comprende: Incontri d informazione specifica ed aggiornamento legislativo sui temi del regulatory e della comunicazione commerciale gestiti dagli esperti di Cosmetica Italia (gratuito per le imprese associate) Corsi di formazione professionale nell ambito della scienza cosmetologica e di sostegno all attività strategica e commerciale (a pagamento) Consulenze di formazione personalizzate Le nostre aree di formazione: Legislazione sui cosmetici (regulatory) Studi e analisi di mercato, marketing e attività commerciale Internazionalizzazione del business cosmetico Altre proposte per voi Nel caso della partecipazione a più corsi di una persona per azienda: Pacchetto 3 giornate intere = 6 voucher (fruibile anche per corsi di mezza giornata) Soci Cosmetica Italia: 810 Euro + IVA Non associati: Euro + IVA Con un risparmio del... 10% sul prezzo pieno del corso giornata intera 25% sul prezzo pieno del corso mezza giornata Pacchetto 5 giornate intere = 10 voucher (fruibile anche per corsi di mezza giornata) Soci Cosmetica Italia: Euro + IVA Non associati: Euro + IVA Con un risparmio del... 15% sul prezzo pieno del corso giornata intera 30% sul prezzo pieno del corso mezza giornata Nel caso della partecipazione di due o più persone della stessa azienda allo stesso corso: il secondo iscritto ha diritto allo sconto del 20%, dal terzo iscritto in poi è previsto lo sconto del 30% servizio erogato da Per informazioni scrivere a o telefonare al

4 Consulenze di formazione personalizzate Per rispondere alle esigenze delle imprese cosmetiche Cosmetica Italia - tramite Unipro Servizi s.r.l. - progetta e sviluppa interventi di formazione manageriale e professionale personalizzati: Crisis Management Training e Media Crisis Training: è un progetto di formazione che prepara l azienda, i suoi responsabili e i portavoce ad affrontare le situazioni di crisi, fornendo le informazioni di base e allenandoli, con simulazioni pratiche, all uso delle tecniche più efficaci di gestione, d argomentazione e di diffusione dei messaggi. Formazione allo sviluppo personale e manageriale: è un intervento di formazione, costruito su misura per adeguarlo al contesto professionale e aziendale, con l obiettivo di soddisfare i reali fabbisogni del cliente, espressi e inespressi, nelle seguenti aree: Gestione manageriale Gestione di staff Change management Leadership Team building Gestione della comunicazione Gestione della negoziazione Coaching individuale Sales training Metodo Structogram (*) per l efficacia personale, relazionale e nella vendita (*) metodo con base scientifica che facilita la rilevazione della struttura del proprio temperamento. Aiuta a riconoscere le caratteristiche comportamentali dei propri interlocutori. Può essere l utile complemento ad ogni progetto formativo. I corsi descritti nel Catalogo sono riproposti e riformulati su misura. I corsi si possono seguire sia a domicilio nella sede delle aziende sia nella sede di Via Accademia 33 a Milano. 4

5 Nel partecipanti 27 corsi erogati 24 Legislazione sui cosmetici (regulatory) 2 Internazionalizzazione del business cosmetico 1 Studi e analisi di mercato, marketing e attività commerciale I nostri corsi più partecipati Legislazione cosmetica Linee guida per la commercializzazione del prodotto cosmetico nell UE ed extra-ue Il futuro della cosmetica su internet Criteri internazionali per l uso delle aggettivazioni nella presentazione dei cosmetici Marketing Internazionale a basso budget 5

6 INDICE Legislazione sui cosmetici (regulatory) La cosmetovigilanza nell azienda cosmetica e la gestione delle segnalazioni degli effetti indesiderabili...pag 10 Confronto tra il packaging alimentare e il packaging cosmetico...pag 11 Quality agreements con fornitori di materiali, materie prime, servizi, terzisti. Quality agreement con i clienti e/o partners...pag 12 La regolamentazione dei dispositivi medici: la normativa italiana ed europea e futuri sviluppi...pag 13 La tempesta perfetta: proteggere la reputazione aziendale con il crisis management...pag 14 Integratori alimentari: quadro normativo europeo e nazionale...pag 15 Rischio microbiologico e valutazione della protezione antimicrobica di prodotti cosmetici...pag 16 La classificazione dei bulk e dei semilavorati cosmetici secondo le norme vigenti...pag 17 Packaging: creazione e industrializzazione di un prodotto vincente...pag 18 Linee guida per la commercializzazione del cosmetico nell UE ed extra-ue...pag 19 Riflessioni sull impiego dell alcole nella fabbricazione dei cosmetici...pag 20 La gestione del sistema di vigilanza per i medical device: raccolta e valutazione delle segnalazioni...pag 21 Il REACH e il suo impatto nell industria cosmetica. (Corso base)...pag 22 ICQ (Informatore Cosmetico Qualificato)...pag 23 Come realizzare un magazzino efficiente - L audit delle scorte...pag 24 Aerosol nel settore cosmetico...pag 25 Il valutatore per la sicurezza dei prodotti cosmetici secondo il Regolamento 1223/ pag 26 Stabilità e compatibilità dei prodotti cosmetici - 1 edizione...pag 27 La registrazione dei dispositivi medici negli U.S.A.: quale impatto sull azienda?...pag 28 La regolamentazione dei dispositivi medici: definizione, classi di rischio, valutazione di conformità...pag 29 I contenuti delle Schede Dati di Sicurezza e la lettura degli scenari espositivi...pag 30 Le GMP per l industria cosmetica: lo standard ISO pag 31 6

7 Qualificazione per Auditor Interno secondo lo standard ISO pag 32 Usa, Canada, Messico, Brasile: guida pratica all esportazione...pag 33 Terzisti e monopolio brevettuale...pag 34 Fuori dalla giungla doganale...pag 35 Stabilità dei prodotti cosmetici: dalla progettazione pratica dei test alla gestione dei risultati...pag 36 Russia e paesi del Golfo: guida pratica all esportazione...pag 37 La registrazione dei dispositivi medici nel mercato brasiliano...pag 38 La regolamentazione dei dispositivi medici: l autorità competente italiana, la banca dati, gli organismi notificati, la pubblicità...pag 39 Il packaging cosmetico...pag 40 Information Day...pag 41 Legislazione cosmetica...pag 42 Cina, Giappone, Asean, India : guida pratica all esportazione...pag 43 L igiene nella produzione dei prodotti cosmetici...pag 44 Stabilità e compatibilità dei prodotti cosmetici - 2 edizione...pag 45 Basi teoriche della formulazione cosmetica...pag 46 Criteri internazionali per l uso delle aggettivazioni nella presentazione dei cosmetici...pag 47 La regolamentazione dei dispositivi medici: la valutazione clinica...pag 48 Studi e analisi di mercato, marketing e attività commerciale Marketing operativo e strategico della cosmetica per le pmi...pag 50 Il marketing del lusso nella cosmetica...pag 51 Social pmi: primi passi integrati tra web, relazione e social media...pag 52 Tecniche di vendita: casi d eccellenza...pag 53 Le manifestazioni pubblicitarie a premio - arma fondamentale per la competitività...pag 54 7

8 Un tuffo nel blue ocean...pag 55 Cosmetica, web e social media: le nuove frontiere...pag 56 Nuovi consumatori, nuove opportunità di vendita...pag 57 Internazionalizzazione del business cosmetico Il credito documentario...pag 59 La ricerca di controparti all estero...pag 60 Le garanzie internazionali e la lettera di credito stand-by: caratteristiche, articolazione e confronto...pag 61 Operare con l estero: valutazioni preliminari e strumenti per la riduzione dei rischi...pag 62 Le operazioni bancarie a sostegno del commercio con l estero: la scelta degli strumenti di regolamento...pag 63 Identificare la distribuzione sui mercati esteri: operatori, protagonisti e format del mondo cosmetico per la riduzione dei rischi...pag 64 8

9 LEGISLAZIONE SUI COSMETICI (REGULATORY) I corsi proposti in ambito tecnico-normativo riguardano tutti gli aspetti regolatori necessari all attività di qualsiasi azienda che opera nel mercato cosmetico, sia essa impegnata nella produzione sia nella distribuzione e commercializzazione dei prodotti. Grazie alla competenza e all esperienza dei docenti, è assicurato il più ampio ventaglio di argomenti per soddisfare i molteplici interessi degli operatori del settore. Il commento di alcuni partecipanti ai corsi svolti nel Ho trovato il corso Criteri internazionali per l uso delle aggettivazioni nella presentazione dei cosmetici particolarmente completo e ben strutturato, sia nella presentazione che nei contenuti. Questi ultimi sono stati presentati in maniera chiara, approfonditi con esempi o chiariti attraverso la risposta puntuale ad alcune domande. Inoltre è stata molto utile la possibilità di stampare la presentazione prima del corso in modo da poter prendere appunti direttamente sui materiali. Patrizia Poggiali, Direttore tecnico, Gala srl Da alcuni anni partecipo ai corsi in ambito Regolatorio/di Internalizzazione e il mio giudizio sui temi trattati e sulla competenza dei relatori è sempre positivo. di spessore sono esposti in modo esauriente e ogni corso risulta intenso, ricco di interventi e spunti molto interessanti. Michela Fornasari, Regulatory Affairs Manager, Davines S.p.A. 9

10 15 Gennaio G La cosmetovigilanza nell azienda cosmetica e la gestione delle segnalazioni degli effetti indesiderabili Il corso risponde all esigenza delle imprese cosmetiche di raccogliere e gestire le segnalazioni di effetti indesiderabili e di effetti indesiderabili gravi correlati all uso di cosmetici, illustrando il contesto normativo e le linee guida vigenti. Oltre a fornire strumenti e suggerimenti per implementare in azienda le procedure più appropriate per questa attività, analizza e approfondisce le responsabilità dei numerosi attori della filiera produttiva e commerciale riguardo alla cosmetovigilanza. È previsto che ai fondamenti teorici sia affiancata la descrizione degli aspetti pratici proprio per rendere più immediato il trasferimento dei principi di vigilanza nella realtà quotidiana delle aziende cosmetiche, sia produttrici che commerciali. Fornire le basi teoriche e suggerire le modalità pratiche per raccogliere e gestire le segnalazioni degli effetti indesiderabili che arrivano in azienda, con le valutazioni più opportune sul coinvolgimento e la responsabilità della filiera produttiva e distributiva. Introduzione normativa: il Regolamento 1223/2009, la cosmetovigilanza e la raccolta dei casi indesiderabili Valutazioni legali sugli scenari derivanti dagli eventi indesiderabili e responsabilità nella filiera produttiva Le linee guida per la cosmetovigilanza: la gestione degli effetti indesiderabili e degli effetti indesiderabili gravi; la determinazione del nesso di causalità Aspetti pratici: formazione del personale, raccolta dati, procedure, gestione comunicazioni, modulistica Casi pratici esemplificativi e discussione 15 gennaio 2015 Mezza giornata Roberto Gorni Area tecnico normativa, Cosmetica Italia Lorenzo Marangoni Studio Legale Astolfi e Associati Matteo Zanotti Russo Consulente, Unipro Servizi Tullia Tritella Area testing, Unipro Servizi Valutazione della sicurezza, Ricerca e Sviluppo, Servizio consumatori, Acquisti Soci Cosmetica Italia gratuito Non Soci 270 Euro + IVA 22% 10

11 22 Gennaio G Confronto tra il packaging alimentare e il packaging cosmetico La Commissione Europea, nelle sue linee guida sull allegato I al Regolamento 1223/2009, prevede che per valutare la sicurezza del packaging potrebbe essere utile trarre spunto dal regolamento (CE) n. 1935/2004, relativo ai materiali e agli oggetti destinati a entrare in contatto con gli alimenti. Il Centro Interdipartimentale sul Packaging (CIPACK) dell Università di Parma condividerà la propria esperienza, acquisita nel campo del packaging alimentare, e verificherà le eventuali affinità tra le questioni che s incontrano con il packaging alimentare e quello dei prodotti cosmetici. Illustrare la normativa del packaging alimentare e verificare le possibili applicazioni in ambito cosmetico. Dal Regolamento (CE) n. 1223/2009 al Libro Verde sui rifiuti plastici: spunti in merito a possibili scenari in materia di packaging Bozza del documento europeo: compatibilità packaging Attività di formazione e Ricerca presso l Università degli Studi di Parma Regolamento UE 10/2011: dalle materie plastiche destinate al contatto con alimenti al settore della cosmetica Dal Food Contact Materials al Cosmetic Contact Materials: strategie d indagine delle possibili migrazioni dai materiali di confezionamento ai cosmetici mediante impiego della spettrometria di massa ad alta risoluzione Speciazione di metalli: una necessità o applicazione del principio di massima precauzione? A case history 22 gennaio 2015 Mezza giornata (pomeriggio) Michela Scorta Studio legale Scorta Giancarlo Melato Area tecnico normativa, Cosmetica Italia Angelo Montenero CIPACK-UNI Parma Federica Bianchi, Claudio Corradini e Antonella Cavazza UNI Parma Direzione Tecnica, Valutazione della sicurezza, Affari regolatori Seminario gratuito riservato ai soci Cosmetica Italia 11

12 2 Febbraio F Quality agreements con fornitori di materiali, materie prime, servizi, terzisti. Quality agreement con i clienti e/o partners Il corso illustra i contenuti necessari da inserire nei documenti quality agreements sia verso i propri clienti e/o partners sia verso le numerose tipologie di fornitori e terzisti. Offrire gli strumenti necessari per la corretta redazione dei documenti per stabilire correttamente le responsabilità tra le parti e disporre di un documento tecnico idoneo per facilitare anche la risoluzione degli eventuali contenziosi. Collocazione del quality agreement nel sistema di gestione della qualità Responsabilità della redazione, revisione e approvazione del quality agreement del documento Aspetti contrattuali Condizioni di validità 2 febbraio 2015 Angela Parlati Qualified person, Pharma Partners Acquisti, Logistica, Ricerca e Sviluppo, Assicurazione Qualità, Produzione, Controllo Qualità Soci Cosmetica Italia 300 Euro + IVA 22% Non Soci 450 Euro + IVA 22% 12

13 3 Febbraio F La regolamentazione dei dispositivi medici: la normativa italiana ed europea e futuri sviluppi Durante la giornata sarà fornita la panoramica sulla disciplina normativa dei Dispositivi Medici, partendo dall esame dei principi sui quali sono state impostate le direttive di regolamentazione. Dall analisi dei correttivi apportati dopo i primi 10 anni e il loro recepimento italiano, si giungerà all esame della Proposta di Regolamento attualmente in discussione. - I partecipanti conosceranno come nascono le direttive e i regolamenti Europei, le basi su cui poggiano le Direttive relative ai Dispositivi Medici, come queste sono state recepite nella normativa italiana e quali sono le principali modifiche che saranno introdotte dal Regolamento oggi in discussione. - I partecipanti conosceranno, inoltre, tutti i passi necessari per poter apporre la marcatura CE di un dispositivo, essenziale per la sua distribuzione sul mercato Europeo. L attività legislativa dell Europa I cardini delle direttive Europee del nuovo approccio Il recepimento Italiano e l attività dell Autorità Competente Il DLgs 46/97 come modificato dal DLgs 37/2010 La Proposta di Regolamento del Parlamento e del Consiglio Europeo sui Dispositivi Medici del 26/09/12 Le modifiche proposte, i tempi di applicazione 3 febbraio 2015 Maria Paola Luboz Consulente, Unipro Servizi Affari regolatori, Produzione, Assicurazione Qualità, Ricerca e Sviluppo Seminario gratuito riservato ai soci Cosmetica Italia 13

14 12 Febbraio F La tempesta perfetta: proteggere la reputazione aziendale con il crisis management Il corso illustra la teoria e la metodologia di issue&crisis management per proteggere la reputazione aziendale e di brand, mediante l impiego di casi pratici. Ai partecipanti sarà inoltre offerta la possibilità di usufruire gratuitamente in un momento successivo e dedicato della valutazione preliminare sullo stato di preparazione alla crisi della propria azienda tramite il Crisis check-up, strumento di H+K Strategies. - Comprendere le dinamiche che oggi espongono sempre più le aziende/brand ai rischi reputazionali e con quali pericoli. - Acquisire competenze e strumenti per implementare e/o migliorare nella propria azienda un sistema di preparazione e gestione efficace della crisi. Proteggere la reputazione di un brand/azienda: il ruolo dell issue & crisis management Cos è una crisi e i principi per gestirla Il ruolo della comunicazione nella crisi Il piano di preparazione alla crisi La crisi online Case histories 12 febbraio 2015 Mezza giornata Viviana Poletti Issue & Crisis Management, Hill+Knowlton Strategies Nicolò Michetti Ceo, DigitalPR/Hill+Knowlton Strategies Direzione Generale, Comunicazione, Relazioni esterne, Marketing, Social media manager, Digital manager, Responsabili della sicurezza, Produzione, Assicurazione Qualità, Servizio consumatori Soci Cosmetica Italia 180 Euro + IVA 22% Non Soci 270 Euro + IVA 22% 14

15 19 Febbraio F Integratori alimentari: quadro normativo europeo e nazionale Dopo una panoramica normativa del settore alimentare, il corso approfondisce gli aspetti più specifici degli integratori. Inquadrare correttamente l integratore alimentare dal punto di vista normativo con riferimento al quadro comunitario e nazionale, vigente e in evoluzione. Requisiti igienico-sanitari e di informazione al consumatore relativi agli alimenti: General Food Law e Pacchetto Igiene, criteri a base della legislazione igienico-sanitaria e responsabilità degli operatori Etichette e pubblicità, dalla direttiva 2000/13/ CE al nuovo regolamento europeo 1169/2011 sulla disciplina generale di informazione al consumatore Aspetti regolatori degli integratori alimentari: Disposizioni comunitarie e nazionali specifiche Regolamento europeo sulle indicazioni nutrizionali e sulla salute e quadro nazionale ed europeo di riferimento per la pubblicità 19 febbraio 2015 Domenico Stirparo Responsabile Affari legali e regolatori, AIIPA Anna Paonessa Responsabile dell area nutrizione, prodotti dietetici e integratori alimentari, AIIPA Ricerca e Sviluppo, Valutazione della sicurezza, Direzione Generale, Direzione Tecnica, Assicurazione Qualità, Affari regolatori, Marketing Soci Cosmetica Italia 300 Euro + IVA 22% Non Soci 450 Euro + IVA 22% 15

16 23 Febbraio F Rischio microbiologico e valutazione della protezione antimicrobica di prodotti cosmetici Il corso si propone di illustrare ai partecipanti gli aspetti più rilevanti della qualità e della sicurezza microbiologica dei cosmetici: senza una conoscenza approfondita ed un controllo sicuri di questi aspetti non é - infatti - possibile mettere sul mercato prodotti di buona qualità microbiologica né garantire al consumatore il mantenimento della stessa buona qualità durante l uso. La trattazione di questi aspetti assume un interesse particolare alla luce della attuale discussione internazionale sulla presenza nei cosmetici dei conservanti, ingredienti essenziali per la sicurezza dei prodotti, tuttavia da molti percepiti come dannosi. Conoscere le metodiche analitiche e i criteri più attuali in tema di valutazione della sicurezza microbiologica dei prodotti cosmetici. Introduzione generale sui microrganismi, sulle tecniche batteriologiche di base e sulle metodiche analitiche comunemente adottate nella valutazione di prodotti cosmetici (controllo qualità, Challenge test), alla luce delle più recenti indicazioni di legge e/o linee guida tecniche Principali fattori di rischio microbiologico associati ai prodotti cosmetici I più recenti criteri per la valutazione della protezione antimicrobica dei prodotti 23 febbraio 2015 Silvia Boracchi Direttore scientifico, AGER Ricerca e Sviluppo, Controllo Qualità, Assicurazione Qualità, Laboratorio microbiologico, Affari regolatori, Valutazione della sicurezza Soci Cosmetica Italia 300 Euro + IVA 22% Non Soci 450 Euro + IVA 22% 16

17 25 Febbraio F La classificazione dei bulk e dei semilavorati cosmetici secondo le norme vigenti Le regole per la classificazione dei cosmetici in bulk e le indicazioni per la redazione della Scheda Dati di Sicurezza e dell etichettatura. Ottenere gli elementi per la corretta classificazione ed etichettatura dei bulk dei prodotti cosmetici e per la stesura della relativa Scheda Dati di Sicurezza. La normativa sulle sostanze e miscele pericolose La normativa sulle SDS Esempi pratici di applicazione 25 febbraio 2015 Piergiorgio Dalzero Centro Reach s.r.l. Giordana Tamborini, Centro Reach s.r.l. Ricerca e Sviluppo, Controllo Qualità, Affari regolatori Soci Cosmetica Italia 300 Euro + IVA 22% Non Soci 450 Euro + IVA 22% 17

18 5 Marzo M Packaging: creazione e industrializzazione di un prodotto vincente Ogni prodotto è contenuto dal suo packaging ed è venduto grazie a questo. Spesso in un prodotto di successo forma e contenuto sono un tutt uno. Il corso esamina le varie fasi del processo, dalla nascita di un nuovo prodotto al suo lancio, con l ottica di chi fa packaging: l idea di partenza, la realizzazione delle prime campionature, l industrializzazione e il lancio del prodotto finito. Nello studio delle attività prese singolarmente, si porrà particolare accento sulle fasi preparatorie di posizionamento di mercato. Oltre ad esaminare gli aspetti tecnici, organizzativi e produttivi, saranno presi in considerazione anche quelli di comunicazione ed immagine, mettendo in evidenza il profondo legame che li unisce. Offrire ai partecipanti il quadro completo ed articolato del processo legato alla nascita di un nuovo packaging e al lancio del prodotto; in particolare identificare e approfondire le correlazioni e le criticità delle varie fasi di processo. Contenuto e contenitore Comunicazione attraverso il packaging Materiali e forme del packaging Accenni a prove di laboratorio e test di compatibilità Studio del mercato Focus group Criticità 5 marzo 2015 Andrea Alles Sales, Marketing & Product Consultant Acquisti, Marketing, Sviluppo packaging, Produzione, Supply chain Soci Cosmetica Italia 300 Euro + IVA 22% Non Soci 450 Euro + IVA 22% Prove di produzione Trasporto Supply chain Durabilità Feed back dal mercato Esempi pratici e discussione 18

19 10 Marzo M Linee guida per la commercializzazione del cosmetico nell UE ed extra-ue Le normative che regolano nelle numerose aree geografiche il settore cosmetico sono diverse, composite e comportano oneri non indifferenti per le aziende. Le differenze tra i paesi extra UE ed anche tra paesi UE rivestono, pertanto, particolare importanza per le aziende che esportano o intendono esportare i loro prodotti. Nel corso si esaminano le differenze normative e il modo corretto per tenerne conto. Illustrare ed affrontare le difficoltà nell esportazione, presentando i principali obblighi normativi dell Unione Europea e dei paesi extra-ue. Le istituzioni UE e le procedure normative comunitarie Il nuovo Regolamento cosmetici e la sua applicazione nei ventisette paesi dell UE: etichettatura, notifica, ingredienti, centri antiveleno, aggettivazioni 10 marzo 2015 Stefano Dorato Direttore Relazioni scientifiche e normative, Cosmetica Italia Prodotti borderline Norme e disposizioni comunitarie complementari al Regolamento cosmetici (es. ecoetichetta, Green Dot, ecc.) Test alternativi: UE ed il resto del mondo Affari regolatori, Esportazione Soci Cosmetica Italia 300 Euro + IVA 22% Non Soci 450 Euro + IVA 22% I processi di allineamento normativo internazionale (ICCR, ISO) Pianificazione delle esportazioni ed efficace impiego delle risorse Panorama delle diverse disposizioni nei principali mercati relative a etichettatura, ingredienti, presentazione, sicurezza ed efficacia del cosmetico Controllo in market e procedure di notifica, registrazione e approvazione pre-market I principali documenti necessari (CLV, certificato di origine, dichiarazione GMP, Power of Attorney, ecc.) Regole di origine, acronimi, associazioni internazionali 19

20 11 Marzo M Riflessioni sull impiego dell alcole nella fabbricazione dei cosmetici Poichè molte prassi quotidianamente adottate in tema di alcole sono la continuazione di regole vigenti sotto il regime dell imposta di fabbricazione e quindi non più attuali, il corso si prefigge di esplicitare quanto la norma richiede. Offrire il quadro aggiornato delle regole fiscali che sovrintendono l utilizzo dell alcole. Tipologie di denaturazione Etichettatura fiscale Differenza tra sfuso e intermedio Circolazione di prodotti ed intermedi Detenzione di prodotti e di intermedi Telematizzazione 11 marzo 2015 Michele Cireni Consulente, Federchimica Ernestino Lavazza O&SI Affari regolatori, Amministrazione e finanza, Assicurazione Qualità Soci Cosmetica Italia 300 Euro + IVA 22% Non Soci 450 Euro + IVA 22% 20

21 26 Marzo M La gestione del sistema di vigilanza per i medical device: raccolta e valutazione delle segnalazioni La crescente attenzione delle Autorità Nazionali alla raccolta degli eventi avversi collegati ai medical device, pone le Aziende a contatto diretto con richieste sempre più articolate. Il sistema di reporting interno costituisce la base per documentare le proprie risposte e fornisce un plus importante nella gestione dei prodotti. Garantire l adeguatezza del proprio sistema di vigilanza alle richieste delle Autorità dei diversi Paesi e agli standard attesi Analisi delle prescrizioni della norma Approfondimento sui metodi per la raccolta sistematica dei dati, il loro esame e classificazione Casi concreti di segnalazioni pervenute da diversi tipi di consumatori e di richieste inoltrate da Autorità Nazionali al fine di identificare gli aspetti critici della gestione per l Azienda 26 marzo 2015 Maurizio Manto Consulente Assicurazione Qualità, Ricerca e Sviluppo, Marketing Soci Cosmetica Italia 300 Euro + IVA 22% Non Soci 450 Euro + IVA 22% 21

22 31 Marzo M Il REACH e il suo impatto nell industria cosmetica. (Corso base) Il Regolamento (CE) 1907/2006 (REACH) ha delineato la nuova politica delle sostanze chimiche, attuando una serie di provvedimenti che assicurano la massima tutela della salute umana e ambientale. Nel corso della giornata saranno analizzati i provvedimenti in generale, ponendo particolare enfasi sull impatto che hanno su chi formula prodotti cosmetici. Fornire le basi di conoscenza del Regolamento a chi affronta per la prima volta questo argomento. Gli attori nel REACH e le diverse responsabilità Analisi dei processi del REACH: registrazione delle sostanze la valutazione autorizzazione e restrizioni la comunicazione nella catena di fornitura gli obblighi degli utilizzatori a valle 31 marzo 2015 Francesca Bernacchi Area tecnico normativa, Cosmetica Italia Affari regolatori, Ricerca e Sviluppo Soci Cosmetica Italia 300 Euro + IVA 22% Non Soci 450 Euro + IVA 22% 22

23 ICQ (Informatore Cosmetico Qualificato) Corso per la formazione dell Informatore Cosmetico Qualificato (ICQ ), l operatore qualificato in grado di informare, presentare e divulgare scientificamente sui mercati la produzione cosmetica internazionale. Formare le seguenti figure professionali come operatori qualificati sui prodotti cosmetici: Informatore di prodotto e promoter presso le aziende cosmetiche; Responsabile di divisione cosmetica nei diversi canali (farmacie, profumerie, erboristerie, centri benessere e mass market); Assistente di marketing e comunicazione cosmetica presso aziende o agenzie di pubblicità e PR. Lezioni frontali: Argomenti scientifici (fondamenti di anatomia e fisiologia umana, della nutrizione e del sistema nervoso; anatomia e fisiologia della cute e degli annessi cutanei; fondamenti di dermatologia clinica; fisiopatologia estetica; chimica, tecnologia e sicurezza dei prodotti cosmetici; fitocosmesi; igiene e qualità dei prodotti cosmetici; impianti dell industria cosmetica; legislazione e cosmetovigilanza) Argomenti socio-culturali (storia e antropologia della bellezza; sociologia dei consumi e analisi nuovi stili di vita) Argomenti di marketing (fondamenti di marketing; trade marketing diversificato per canali di vendita; tecniche di vendita; comunicazione cosmetica: storia, funzione, tendenze, cosmetolinguistica) Seconda metà del primo semestre 2015 a Reggio Calabria 180 ore (conferenze iniziali, sessioni mensili, sessione d esame finale) Professori universitari, esperti aziendali, consulenti Laureati, diplomati di scuola media superiore, studenti universitari, estetisti, operatori del settore in possesso di titoli equivalenti. Contattare la Segreteria ICQ Per maggiori informazione: Segreteria ICQ (tel ; Esercitazioni pratiche in aula: prove formulative di emulsioni e cosmetici decorativi; analisi sensoriale, inglese tecnico, lettura delle etichette INCI, videodermatoscopia. Seminari monotematici di approfondimento 23

24 2 Aprile A Come realizzare un magazzino efficiente - L audit delle scorte Il magazzino, elemento basilare di ogni strategia logistica, assume un ruolo fondamentale per il raggiungimento di prestazioni distintive sul piano dell efficacia ed, ovviamente, dell efficienza: da centro di costo, il magazzino deve evolvere verso un centro di servizio e di profitto. È necessario vedere gli immobilizzi in scorte secondo diversi punti di vista, per misurare in modo oggettivo e sistematico la correlazione tra lo sforzo profuso e il risultato effettivo, in termini di livello di servizio. - Fornire elementi conoscitivi e metodologici legati all organizzazione, alle tecnologie, alla realizzazione e alla messa in esercizio del magazzino. - Simulare alcune importanti fasi di progettazione del magazzino. - Promuovere il confronto fra le esperienze dei partecipanti. - Illustrare le principali tecniche operative per la corretta gestione dei ri-approvvigionamenti. - Proporre soluzioni efficaci per il corretto dimensionamento del livello di stock. - Fornire strumenti quantitativi relativi al miglior utilizzo delle tecniche di gestione delle scorte e di previsione della domanda. - Fare della gestione delle scorte un elemento di vantaggio competitivo. Il magazzino moderno: trend e fabbisogni Il progetto del magazzino L analisi costi/benefici Dall idea alla messa in esercizio Casi aziendali Quanto costa mantenere le scorte e quanto costa invece non disporne al momento del bisogno aziendali e gestione delle scorte 2 Aprile 2015 Diego Giometti Senior Partner Consultant, SIMCO Direzione Generale, Logistica, Magazzino, Produzione, Commerciale, Acquisti Soci Cosmetica Italia 300 Euro + IVA 22% Non Soci 450 Euro + IVA 22% La previsione della domanda Politiche e tecniche di gestione Monitorare gli indici prestazionali di scorte e livello di servizio: un cruscotto per il gestore delle scorte 24

Il nostro obiettivo è offrire la migliore soluzione alle vostre esigenze

Il nostro obiettivo è offrire la migliore soluzione alle vostre esigenze Consulenze Il nostro obiettivo è offrire la migliore soluzione alle vostre esigenze Cosmetica Italia, tramite Unipro Servizi s.r.l., risponde alle esigenze e alle richieste delle aziende e del mercato,

Dettagli

Formazione e Informazione 2015

Formazione e Informazione 2015 Formazione e Informazione 2015 1 Diamo più valore alla vostra formazione 2 Con l obiettivo di incrementare la competitività delle imprese, Cosmetica Italia offre tramite Unipro Servizi srl, occasioni di

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

Dettagli

Il Responsabile della Qualità e della Sicurezza alimentare nella filiera agro-alimentare

Il Responsabile della Qualità e della Sicurezza alimentare nella filiera agro-alimentare Job Area: I master di Alta Specializzazione Il Responsabile della Qualità e della Sicurezza alimentare nella filiera agro-alimentare IL MASTER TI PREPARA A RIVESTIRE IL RUOLO DI ESPERTO NELLA PROGETTAZIONE,

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE

TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE

Dettagli

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu CHI SIAMO Carmaconsulting nasce dall intuizione dei soci fondatori di offrire

Dettagli

Corsi di Formazione. Settori Alimentare e Packaging

Corsi di Formazione. Settori Alimentare e Packaging Corsi di Formazione per la Sicurezza Alimentare Settori Alimentare e Packaging Tutti i corsi proposti possono essere personalizzati per soddisfare al meglio le reali necessità delle aziende clienti Catalogo

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE Classe 78/S - Scienze e Tecnologie agroalimentari Coordinatore: prof. Marco Gobbetti Tel. 0805442949; e-mail: gobbetti@ateneo.uniba.it

Dettagli

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Comitato SGQ Comitato Ambiente Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Mercoledì, 23 febbraio 2005 - Palazzo FAST (Aula Morandi) Piazzale Morandi, 2 - Milano E' una

Dettagli

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment General Risk Assessment Conduzione di un General Risk Assessment in coerenza con i requisiti ISO 9001:2015. nel 2015 verrà pubblicata la nuova UNI EN ISO 9001 che avrà sempre più un orientamento alla gestione

Dettagli

6.A.1 Logistica interna ed esterna

6.A.1 Logistica interna ed esterna 6.A.1 Logistica interna ed esterna Il corso si propone di fornire un quadro chiaro di inquadramento della logistica e delle sue principali funzioni in azienda. Si vogliono altresì fornire gli strumenti

Dettagli

Catalogo Formazione ottobre-novembre 2015

Catalogo Formazione ottobre-novembre 2015 Catalogo Formazione ottobre-novembre 2015 1 Diamo più valore alla vostra formazione 2 Con l obiettivo di incrementare la competitività delle imprese, Cosmetica Italia offre tramite Unipro Servizi srl,

Dettagli

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore)

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) FOCUS: IL POSSIBILE CO-MARKETING Il focus intende coinvolgere i presidenti delle cooperative nell analisi di un possibile co-marketing. Raccogliere

Dettagli

LA STRADA MAESTRA. Marzo 2012 - Dicembre 2012

LA STRADA MAESTRA. Marzo 2012 - Dicembre 2012 NUOVE POLITICHE COMMERCIALI E DI MARKETING (Rif. PA 2011-816/PR Approvato con delibera della Giunta Provinciale n. 671 del 22 dicembre 2011) Marzo 2012 - Dicembre 2012 Cisita Parma in partnership con il

Dettagli

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito 2009 per immigrati di Milano e provincia Servizi di - Informazione e orientamento sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese - Formazione - Credito ASIIM - Associazione per lo Sviluppo dell

Dettagli

Analisi dei risultati

Analisi dei risultati Milano, 28 marzo 2012 Indagine sulla soddisfazione degli associati 2011 Analisi dei risultati Matteo Locatelli Indice 1. Il campione 2. Servizi agli associati 2.1 - Servizi erogati da Unipro 2.2 Attributi

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI BUONE PRASSI IGIENICHE E PROCEDURE BASATE SU HACCP

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI BUONE PRASSI IGIENICHE E PROCEDURE BASATE SU HACCP Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH55 Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E

Dettagli

Consorzio Nazionale Serramentisti. Insieme per fare la differenza

Consorzio Nazionale Serramentisti. Insieme per fare la differenza Consorzio Nazionale Serramentisti Insieme per fare la differenza Insieme LegnoLegno è un Consorzio Nazionale di servizi per la valorizzazione delle attività imprenditoriali del settore serramento. Il marchio

Dettagli

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private.

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private. Chi siamo Nata nel 1999, Energy Consulting si è affermata sul territorio nazionale fra i protagonisti della consulenza strategica integrata nel settore delle energie con servizi di Strategic Energy Management

Dettagli

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009 CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE pag 1. LIVELLO STRATEGICO 3 1.1 Politica della Qualità 3 1.2 Responsabilità della Direzione 4 1.3 Organizzazione orientata al Cliente 4 1.4 Coinvolgimento

Dettagli

La CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE

La CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE La CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE CERTIQUALITY Via. G. Giardino, 4 - MILANO 02.806917.1 SANDRO COSSU VALUTATORE SISTEMI DI GESTIONE CERTIQUALITY Oristano 27 Maggio 2008 GLI STRUMENTI

Dettagli

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM

IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM IMPRENDITORIALITÀ E GENERAL MANAGEMENT - MIGEM Master di I Livello - IX EDIZIONE - A.A. 2015-2016 Premessa Il MIGEM è dedicato a tutti coloro che sentono l esigenza di un programma formativo completo e

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE OFFERTA FORMATIVA Titolo: MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Padova, Roma e Bologna. Destinatari: Il Master si rivolge a laureati, preferibilmente in discipline economiche,

Dettagli

20 anni al servizio. delle imprese. alimentari. consulenti e comunicatori della qualità alimentare

20 anni al servizio. delle imprese. alimentari. consulenti e comunicatori della qualità alimentare 20 anni al servizio delle imprese alimentari consulenti e comunicatori della qualità alimentare i numeri di TQF 150.000 le norme alimentari monitorate, interpretate e aggiornate nel mondo 147 5.000 i servizi

Dettagli

Energy Management DI PRIMO LIVELLO

Energy Management DI PRIMO LIVELLO Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO A PORDENONE Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO Il Master si propone nel territorio in risposta alla

Dettagli

PROJECT MANAGER 2020. Leadership & team-building. Milano, 21 e 25 gennaio 2016. Alcuni commenti dei partecipanti all edizione 2014:

PROJECT MANAGER 2020. Leadership & team-building. Milano, 21 e 25 gennaio 2016. Alcuni commenti dei partecipanti all edizione 2014: PROJECT MANAGER 2020 Leadership & team-building Milano, 21 e 25 gennaio 2016 Presentazione e finalità del Corso L industria farmaceutica mondiale continua ad essere coinvolta in una fase di cambiamento

Dettagli

Linee Guida per la stesura del Documento Tecnico

Linee Guida per la stesura del Documento Tecnico Linee Guida per la stesura del Documento Tecnico relativo alle certificazioni di prodotto agroalimentare di cui al Regolamento per il rilascio del Certificato di Conformità del prodotto agroalimentare

Dettagli

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI OPEN YOUR MIND 2.0 Programma di formazione per lo sviluppo delle capacità manageriali e della competitività aziendale delle Piccole e Medie Imprese della Regione Autonoma della Sardegna PRESENTAZIONE DEL

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE OBIETTIVI Master Breve di formazione personalizzata Il Master

Dettagli

LOMBARDIAPOINT: I SERVIZI DI INFORMAZIONE DELLA CAMERA DI COMMERCIO A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE

LOMBARDIAPOINT: I SERVIZI DI INFORMAZIONE DELLA CAMERA DI COMMERCIO A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE LOMBARDIAPOINT: I SERVIZI DI INFORMAZIONE DELLA CAMERA DI COMMERCIO A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE In un contesto di crescente competizione internazionale, il Sistema Camerale Lombardo si è organizzato

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER IL II MODULO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA

SCHEDA REQUISITI PER IL II MODULO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373- Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER IL II MODULO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER AUDITOR /

Dettagli

Milano, 09.09.2014 Gruppo di lavoro internazionale AssoSubaMed. Assobiomedica STEFANIA MARIANI

Milano, 09.09.2014 Gruppo di lavoro internazionale AssoSubaMed. Assobiomedica STEFANIA MARIANI Esportare dispositivi medici a base di sostanze, opportunità e rischi presentazione delle Procedure e requisiti per la di dispositivi medici a base di sostanze in diversi Paesi extraeuropei Milano, 09.09.2014

Dettagli

Fornitori di MOCA: quali strumenti utilizzare per un efficace ed efficiente controllo dei fornitori e delle forniture

Fornitori di MOCA: quali strumenti utilizzare per un efficace ed efficiente controllo dei fornitori e delle forniture Fornitori di MOCA: quali strumenti utilizzare per un efficace ed efficiente controllo dei fornitori e delle forniture Elisabetta Genta Marinigroup Moncalieri (TO) Socio AIBO Food Contact Expert MATERIALI

Dettagli

Aster - Consorzio tra Regione Emilia Romagna Università. Enti di Ricerca e Imprese Bando di selezione imprese We Tech Off

Aster - Consorzio tra Regione Emilia Romagna Università. Enti di Ricerca e Imprese Bando di selezione imprese We Tech Off Scadenza 31 dicembre 2011 Scadenza intermedia: 30.04.2010 per servizi pre-incubazione Scadenza intermedia: 16.07.2010 per servizi incubazione Aster - Consorzio tra Regione Emilia Romagna Università. Enti

Dettagli

L applicazione del pacchetto igiene nell industria alimentare. Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az.

L applicazione del pacchetto igiene nell industria alimentare. Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az. L applicazione del pacchetto igiene nell industria alimentare Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az.Ulss 12 Veneziana c è chi ha detto: In azienda il problema sarà risolto definitivamente

Dettagli

ITER NORMATIVI ED ATTIVITA IN CAMPO COSMETICO DEL MINISTERO DELLA SALUTE

ITER NORMATIVI ED ATTIVITA IN CAMPO COSMETICO DEL MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SALUTE ITER NORMATIVI ED ATTIVITA IN CAMPO COSMETICO DEL MINISTERO DELLA SALUTE Marcella Marletta Direttore Generale Direzione Generale Dispositivi Medici Servizio Farmaceutico Sicurezza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER LA CLASSE QUARTA E QUINTA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER LA CLASSE QUARTA E QUINTA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER LA CLASSE QUARTA E QUINTA Questa programmazione didattica vuole semplicemente fornire uno strumento d aiuto e riflessione per i docenti di questa disciplina, in quanto non

Dettagli

CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA. 1.1 Politica della Qualità 3. 1.2 Responsabilità della Direzione 4

CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA. 1.1 Politica della Qualità 3. 1.2 Responsabilità della Direzione 4 CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE pag 1. LIVELLO STRATEGICO 3 1.1 Politica della Qualità 3 1.2 Responsabilità della Direzione 4 1.3 Organizzazione orientata al Cliente 4 1.4 Coinvolgimento

Dettagli

La norma UNI EN ISO 14001:2004

La norma UNI EN ISO 14001:2004 La norma COS È UNA NORMA La normazione volontaria Secondo la Direttiva Europea 98/34/CE del 22 giugno 1998: "norma" è la specifica tecnica approvata da un organismo riconosciuto a svolgere attività normativa

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Master di I livello Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Master 84 1 Titolo MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO

Dettagli

Il Responsabile della Qualità e della Sicurezza alimentare nella filiera agro-alimentare

Il Responsabile della Qualità e della Sicurezza alimentare nella filiera agro-alimentare Job Area: I master di Alta Specializzazione Il Responsabile della Qualità e della Sicurezza alimentare nella filiera agro-alimentare IL MASTER TI PREPARA A RIVESTIRE IL RUOLO DI ESPERTO NELLA PROGETTAZIONE,

Dettagli

LA REDAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO

LA REDAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO Istituto superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali In collaborazione con: Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero

Dettagli

MODULO 1: Definizione del CONTESTO Interno ed Esterno dell Organizzazione dell Azienda alla luce Data

MODULO 1: Definizione del CONTESTO Interno ed Esterno dell Organizzazione dell Azienda alla luce Data Aicq Tosco Ligure, in collaborazione con AICQ Formazione, AICQ Sicev e Accredia, è lieta di presentare il corso di formazione per l aggiornamento sulla nuova ISO 9001-2015 al quale potranno partecipare

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

AFI 10-11-12 GIUGNO 2009

AFI 10-11-12 GIUGNO 2009 AFI 10-11-12 GIUGNO 2009 TERZIARIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE DEL FARMACO NEI PAESI EXTRA E.U. VANTAGGI E CRITICITA Presentazione: Andrea Capocchi 1 COUNTRY FOCUS - Esclusione dei Paesi: Usa Canada Australia

Dettagli

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti Eurispes Italia SpA Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti COSTITUZIONE E SEDE Nell ambito delle sue attività istituzionali, l Eurispes Italia SpA ha deciso di

Dettagli

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI 1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI 2. PRESENTAZIONE 3. SERVIZI FORNITI E AREE DI INTERVENTO 4. I PRINCIPI FONDAMENTALI 5. TUTELA E VERIFICA 6. DATI DELLA SEDE 1. CHE COS È LA CARTA DEI

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

GESTIONE DELLA QUALITÀ

GESTIONE DELLA QUALITÀ BOZZA_ V.03 07.2012 Pagina 1 di 7... Catalogo Corsi di Formazione luglio 2012 GESTIONE DELLA QUALITÀ Corso di aggiornamento alla norma ISO 9001:2008 N. riferimento: QUA/C0 Profilo: Il corso è costituito

Dettagli

L OFFERTA PER L ORDI NE DEGLI ARCHITETTI DI VARESE

L OFFERTA PER L ORDI NE DEGLI ARCHITETTI DI VARESE L OFFERTA PER L ORDI NE DEGLI ARCHITETTI DI VARESE L Ordine degli architetti di Varese è interessato a sviluppare a) un ciclo di incontri di formazione sulle tematiche dell internazionalizzazione da offrire

Dettagli

LA STRUTTURA DEL CORSO

LA STRUTTURA DEL CORSO CORSO PER VALUTATORI DEI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ RIVOLTO AL PERSONALE DEGLI UFFICI METRICI E L ACCREDITAMENTO DEI LABORATORI MAGGIO - SETTEMBRE 2011 1 PREMESSA Il sistema Qualità Italia è l

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI

CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER IMPRENDITORI EDILI SETTEMBRE 2013 GENNAIO 2014 Fondazione CUOA Da oltre 50 anni Fondazione CUOA forma la nuova classe manageriale e imprenditoriale.è la prima business school

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI DIRITTO E LEGISLAZIONE TURISTICA E VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DEL TERZO ANNO DEL SECONDO BIENNIO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI DIRITTO E LEGISLAZIONE TURISTICA E VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DEL TERZO ANNO DEL SECONDO BIENNIO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI DIRITTO E LEGISLAZIONE TURISTICA E VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DEL TERZO ANNO DEL SECONDO BIENNIO di Maria Grazia PASTORINO LE LINEE GUIDA DI DIRITTO E LEGISLAZIONE TURISTICA

Dettagli

Marketing. A.Y. 2014/2015 II Semestre. School of Economics and Management. Obiettivi di Apprendimento. Contenuti del Corso.

Marketing. A.Y. 2014/2015 II Semestre. School of Economics and Management. Obiettivi di Apprendimento. Contenuti del Corso. School of Economics and Management Marketing A.Y. 2014/2015 II Semestre Prof. E-mail Ufficio Carolina Guerini cguerini@liuc.it 8 piano Edificio Torre telefono +39-0331.572273 Obiettivi di Apprendimento

Dettagli

Registrazioni e approvazioni. internazionali

Registrazioni e approvazioni. internazionali Registrazioni L obiettivo di Thema è ottenere per i suoi Clienti le richieste dalle normative in tempi brevi. Thema come azienda delegata dai propri Clienti si interfaccia con le più importanti autorità

Dettagli

MASTER GESTIONE PER LA QUALITÀ E LA SICUREZZA ALIMENTARE

MASTER GESTIONE PER LA QUALITÀ E LA SICUREZZA ALIMENTARE MASTER GESTIONE PER LA QUALITÀ E LA SICUREZZA ALIMENTARE www.timevision.it - master@timevision.it TIME VISION Nata nel 2001, TIME VISION è: AGENZIA FORMATIVA accreditata in Regione Campania AGENZIA PER

Dettagli

Quando soffia il vento del cambiamento, gli uni costruiscono muri, gli altri mulini a vento. Proverbio cinese

Quando soffia il vento del cambiamento, gli uni costruiscono muri, gli altri mulini a vento. Proverbio cinese Quando soffia il vento del cambiamento, gli uni costruiscono muri, gli altri mulini a vento Proverbio cinese Cogito ERGO sum Cartesio solutions s.r.l. è una società che vuole essere al servizio delle Aziende

Dettagli

07/04/2015 GLI SCHEMI DI CERTIFICAZIONE IN AMBITO PACKAGING PER ALIMENTI: UNI EN 15593, BRC/IOP E GMP FEFCO

07/04/2015 GLI SCHEMI DI CERTIFICAZIONE IN AMBITO PACKAGING PER ALIMENTI: UNI EN 15593, BRC/IOP E GMP FEFCO 07/04/2015 GLI SCHEMI DI CERTIFICAZIONE IN AMBITO PACKAGING PER ALIMENTI: UNI EN 15593, BRC/IOP E GMP FEFCO Perché Certificarsi Ottemperare agli obblighi di legge Soddisfare le richieste dei clienti Perché

Dettagli

1.3.1.2.0 - Imprenditori, gestori e responsabili di piccole imprese nell industria in senso stretto

1.3.1.2.0 - Imprenditori, gestori e responsabili di piccole imprese nell industria in senso stretto 1.3.1.2.0 - Imprenditori, gestori e responsabili di piccole imprese nell industria in senso stretto Gli Imprenditori, gestori e responsabili di piccole imprese sono a capo di piccole imprese di cui definiscono,

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30

Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30 Reggio Emilia 14 e 15 dicembre 2015 ore 9:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO PROFESSIONALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

Responsabili dei Sistemi Qualità secondo la nuova edizione delle ISO 9000

Responsabili dei Sistemi Qualità secondo la nuova edizione delle ISO 9000 La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Percorso di Specializzazione per Responsabili dei Sistemi Qualità secondo la nuova edizione delle ISO 9000

Dettagli

Direttiva di primo livello, 2004/39/CE, (MiFID) relativa ai mercati degli strumenti finanziari.

Direttiva di primo livello, 2004/39/CE, (MiFID) relativa ai mercati degli strumenti finanziari. Torniamo ai nostri lettori con una edizione del nostro Bollettino Informativo interamente dedicata alla nuova disciplina comunitaria che riguarda i mercati, gli strumenti finanziari ed i servizi di investimento:

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR INTERNI DI S.G.Q.

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR INTERNI DI S.G.Q. Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH09 Pag. 1 di 4 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

IL SISTEMA ASSICURAZIONE QUALITA DI ATENEO

IL SISTEMA ASSICURAZIONE QUALITA DI ATENEO IL SISTEMA ASSICURAZIONE QUALITA DI ATENEO Dott.ssa Lucia Romagnoli Ancona, 15 luglio 2015 maggio 2007 UNIVPM ottiene la certificazione del proprio Sistema di Gestione per la Qualità (SGQ) ai sensi della

Dettagli

GMP e controllo ufficiale sulla produzione di Materiali e oggetti a contatto con gli alimenti (MOCA)

GMP e controllo ufficiale sulla produzione di Materiali e oggetti a contatto con gli alimenti (MOCA) GMP e controllo ufficiale sulla produzione di Materiali e oggetti a contatto con gli alimenti (MOCA) Elvira Cecere Ministero della Salute Direzione Generale per l Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e

Dettagli

FORMAZIONE COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO TORINO IVREA. Corso di alta formazione CORSO GRATUITO

FORMAZIONE COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO TORINO IVREA. Corso di alta formazione CORSO GRATUITO COME VENDERE E COMUNICARE UN SERVIZIO TECNOLOGICAMENTE INNOVATIVO Corso di alta formazione FORMULA INTENSIVA 7 venerdì non consecutivi di lezione in aula DOPPIA EDIZIONE: TORINO 1 EDIZIONE DAL 31 GENNAIO

Dettagli

MASTER IN MANAGEMENT del PATRIMONIO IMMOBILIARE - MPI

MASTER IN MANAGEMENT del PATRIMONIO IMMOBILIARE - MPI La Scuola di Amministrazione Aziendale presenta il MASTER IN MANAGEMENT del PATRIMONIO IMMOBILIARE - MPI Gestione e valorizzazione degli asset 1 Value driver dell MPI SAA Obiettivo del master è fornire

Dettagli

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it CHI SIAMO C.I.M. non è un comune consorzio ma una società consortile creata dopo approfonditi studi ed esperienze maturate da un gruppo di specialisti in grado di operare in molte aree geografiche del

Dettagli

19 - INDICE DELLA MATERIA SICUREZZA ELETTRICA ED ELETTROTECNICA

19 - INDICE DELLA MATERIA SICUREZZA ELETTRICA ED ELETTROTECNICA 19 - INDICE DELLA MATERIA SICUREZZA ELETTRICA ED ELETTROTECNICA D294 Corso teorico-pratico addetti ai lavori elettrici CEI 11-27:2014... pag. 2 D291 Corso di aggiornamento CEI 11-27-2014 per addetti ai

Dettagli

Advantage. Skills. European. Program. Financial Advisor

Advantage. Skills. European. Program. Financial Advisor Advantage Skills Advantage Skills European Financial Advisor Program Il Corso Advantage Skills (European Financial Advisor Program) è un corso di alta qualificazione professionale, rivolto a chi opera

Dettagli

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione ARTIGIANATO

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione ARTIGIANATO SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali Articolazione ARTIGIANATO ISTRUZIONE PROFESSIONALE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali

Dettagli

DELIBERA n. 11/13 della seduta del 31 luglio 2013

DELIBERA n. 11/13 della seduta del 31 luglio 2013 DELIBERA n. 11/13 della seduta del 31 luglio 2013 Definizione degli indirizzi in materia di certificazione di qualità delle imprese che effettuano trasporti di merci pericolose, di derrate deperibili,

Dettagli

Certificazione ABI in Compliance management

Certificazione ABI in Compliance management Certificazione ABI in Compliance management Avviata con successo nel 2010, la certificazione ABI in Compliance management è un progetto che attesta e riconosce il possesso delle conoscenze e delle abilità

Dettagli

L applicazione della normativa HACCP nell agroindustria. Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az.

L applicazione della normativa HACCP nell agroindustria. Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az. L applicazione della normativa HACCP nell agroindustria Dott. Rocco SCIARRONE Direttore Dipartimento Prevenzione Az.Ulss 12 Veneziana SALUBRITA Assenza di rischi per la salute del consumatore GENUINITA

Dettagli

Corso di Alta Formazione/Specialist. Sistemi Qualità e HACCP Agroalimentare (ISO 9001, ISO 22000 e HACCP) (16 ore) ISTUM

Corso di Alta Formazione/Specialist. Sistemi Qualità e HACCP Agroalimentare (ISO 9001, ISO 22000 e HACCP) (16 ore) ISTUM Corso di Alta Formazione/Specialist Sistemi Qualità e HACCP Agroalimentare (ISO 9001, ISO 22000 e HACCP) (16 ore) ISTUM ISTITUTO DI STUDI DI MANAGEMENT Poli Didattici ROMA MILANO INIZIO FEBBRAIO 2016 Obiettivi

Dettagli

DOCUMENTO DELLA QUALITA

DOCUMENTO DELLA QUALITA DOCUMENTO DELLA QUALITA INTRODUZIONE Il Documento della Qualità di Share Training srl ha come obiettivo quello di rendere note le caratteristiche della propria attività secondo criteri di trasparenza,

Dettagli

Corso 1.Y.1 - Aggiornamento per R.S.P.P. - Macrosettori di attività ATECO 3, 4, 5, 7 (D.

Corso 1.Y.1 - Aggiornamento per R.S.P.P. - Macrosettori di attività ATECO 3, 4, 5, 7 (D. Ambiente e Sicurezza Corso 89.1 R.L.S. - Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Corso 1.W.1 Aggiornamento per R.S.P.P. - Macrosettori di attività ATECO 1, 2, 6, 8, 9 (D. Lgs. 81/08) Corso 1.Y.1

Dettagli

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE Master di I livello MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE (MA 106) 1500 ore 60 CFU A.A. 2011/2012 TITOLO MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO NELL AREA

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

Chi siamo. BLU GLOBAL srl Via Vincenzo Foppa 32 20144 Milano tel.02 36 70 8483 fax 02 36 70 8484 Email: info@bluglobal.it web: www.bluglobal.

Chi siamo. BLU GLOBAL srl Via Vincenzo Foppa 32 20144 Milano tel.02 36 70 8483 fax 02 36 70 8484 Email: info@bluglobal.it web: www.bluglobal. Chi siamo La Blu Global è una società di servizi in grado di operare su tutto il territorio nazionale, avvalendosi della collaborazione di operatori altamente qualificati. Il nostro obiettivo L obiettivo

Dettagli

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE I servizi del sistema camerale emiliano romagnolo per il sostegno alla creazione e allo start up di impresa» Bologna, 14 dicembre 2015 L iniziativa Creazione e start-up

Dettagli

Evoluzione del ruolo professionale nel settore Tessile-Abbigliamento-Calzature

Evoluzione del ruolo professionale nel settore Tessile-Abbigliamento-Calzature 2.5.1.5.2 Specialisti nella commercializzazione di beni e servizi Le professioni comprese in questa Unità Professionale si occupano dell'implementazione delle strategie di vendita delle imprese, dell'efficienza

Dettagli

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6 Pag. 1 di 6 L Informedica è una giovane società fondata nel 2004 che opera nel settore dell'information Technology per il settore medicale. Negli ultimi anni attraverso il continuo monitoraggio delle tecnologie

Dettagli

EASY ACCESS CORSI CONFERENCE

EASY ACCESS CORSI CONFERENCE P A C K A G I N G E D U C A T I O N EASY ACCESS CORSI CONFERENCE PROGRAMMA DELLE INIZIATIVE 2016 PACKAGING EDUCATION Il programma formativo e di aggiornamento professionale messo a punto sotto l egida

Dettagli

CSR nelle istituzioni finanziarie:

CSR nelle istituzioni finanziarie: ATTIVITA DI RICERCA 2014 CSR nelle istituzioni finanziarie: strategia, sostenibilità e politiche aziendali PROPOSTA DI ADESIONE in collaborazione con 1 TEMI E MOTIVAZIONI La Responsabilità Sociale di Impresa

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza è lieta di

Dettagli

TECNOLOGA e TECNOLOGO ALIMENTARE

TECNOLOGA e TECNOLOGO ALIMENTARE Aggiornato il 9 luglio 2009 TECNOLOGA e TECNOLOGO ALIMENTARE 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie?...

Dettagli

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Logo azienda/università I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Ottimizzazione energetica nelle imprese e nelle istituzioni Labmeeting

Dettagli

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Qualità. (ISO 19011:2012 - ISO 9001:2008) (40 ore) ISTUM

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Qualità. (ISO 19011:2012 - ISO 9001:2008) (40 ore) ISTUM Corso di Alta Formazione/Specialist Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Qualità (ISO 19011:2012 - ISO 9001:2008) (40 ore) ISTUM ISTITUTO DI STUDI DI MANAGEMENT Corso riconosciuto 40 ore Filippo Brunelleschi

Dettagli

Claudia Gistri Giancarlo Caputo CERTIQUALITY

Claudia Gistri Giancarlo Caputo CERTIQUALITY I requisiti per la certificazione del sistema di gestione sicurezza Claudia Gistri Giancarlo Caputo CERTIQUALITY Seminario La gestione ed il controllo del Rischio Industriale Bergamo, 20 dicembre 2005

Dettagli

MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE. Giornalismo divulgazione green economy

MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE. Giornalismo divulgazione green economy MASTER IN COMUNICAZIONE AMBIENTALE Giornalismo divulgazione green economy Il Master in Comunicazione ambientale è ideato dal Centro Studi CTS e da Green Factor, società di consulenza sulle tematiche ambientali,

Dettagli

IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE

IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE IL PORTALE A SUPPORTO DELLA DIDATTICA E DELLA GESTIONE Di Antonella Della Rovere (luglio 2003) L ambiente accademico sta attraversando un momento di profonda trasformazione: la riforma dei corsi di studio

Dettagli

RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT

RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT AREA TRANSPORT MANAGEMENT Modulo Base RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT Mercoledì 23 maggio 2012 Il corso si pone come obiettivo l approfondimento delle principali tematiche

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI SUI LUOGHI DI LAVORO RSPP - ASPP

CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI SUI LUOGHI DI LAVORO RSPP - ASPP CORSO DI FORMAZIONE PER RESPONSABILI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DEI LAVORATORI SUI LUOGHI DI LAVORO RSPP - ASPP www.gruppomidi.it Sede di svolgimento Ge.Ma Via S. Sonnino 21/A 43126 PARMA

Dettagli

Stabio, 07 maggio 2014. Al CONSIGLIO COMUNALE di S t a b i o

Stabio, 07 maggio 2014. Al CONSIGLIO COMUNALE di S t a b i o COMUNE DI STABIO MUNICIPIO Stabio, 07 maggio 2014 Al CONSIGLIO COMUNALE di S t a b i o MESSAGGIO MUNICIPALE No. 04/2014 Chiedente lo stanziamento di un credito d investimento di 50 000 Chf (iva esclusa)

Dettagli