Archivio Digitale. Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi. Digitalizzazione e conservazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Archivio Digitale. Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi. Digitalizzazione e conservazione"

Transcript

1 Archivio Digitale Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi

2 La Digitalizzazione Efficacia e convenienza del digitale Conservazione Attraverso il processo di riversamento in digitale viene garantita l utilizzazione futura dell'informazione a dispetto della fragilità fisica dei supporti e dei condizionamenti dovuti ai programmi e alle attrezzature per l'uso, che sono in continua evoluzione e quindi soggette ad obsolescenza tecnologica. Cloni dei dati replica dei dati senza perdita dell informazione e senza degrado della qualità. Miglioramento del servizio di consultazione Utilizzo delle informazioni in rete Trattamento del contenuto Restauro, editing, copie di diversa qualità per la consultazione e la diffusione, trattamento automatico delle informazioni.

3 Principi digitali fondamentali e standard Standard I formati, le risoluzioni, i supporti e le tecniche adottate devono aderire a STANDARD condivisi a livello internazionale Frequenza di campionamento 48 khz per qualsiasi documento sonoro come riferimento minimo Risoluzione 24 bit

4 Principi digitali fondamentali e standard Convertitori analogico/digitale Convertitori A/D separati di adeguata qualità Schede audio Ingresso digitale affidabile; trasferimento del flusso di dati audio senza mutamenti o alterazioni Formato del file PCM lineare; IASA consiglia il formato wave o Broadcast Wave File (BWF EBU Tech 3285) Catena audio Strumenti di riproduzione, cavi, mixer e altri apparecchi di elaborazione audio di qualità professionale

5 Estrazione del segnale dall originale Ottimizzazione della lettura del segnale dal supporto originale Selezione della copia migliore Pulizia e restauro del supporto Catene di riversamento differenziate per tipologia di supporto Apparecchiature di riproduzione

6 A fronte degli enormi vantaggi della digitalizzazione ci sono però diversi aspetti critici la rapida obsolescenza delle tecnologie digitali, l instabilità e la fragilità dei supporti rendono gli oggetti digitali vulnerabili

7 Aspetti critici Rischi specifici, che attentano alla persistenza nel tempo dei dati digitali: Scarsa durata fisica dei supporti per la memorizzazione dei dati (cd, dvd,floppy, ecc.); Obsolescenza dell hardware per la decodifica dei supporti (lettori di vario tipo); Obsolescenza del software per l interpretazione dei dati (sw per la riproduzione, programmi di grafica, browser, ecc.); Obsolescenza dell hardware per l esecuzione dei programmi di interpretazione (microprocessori, computer, ecc.);

8 Cosa fare per garantire la conservazione e l accesso alle informazioni digitali a lungo termine? La fragilità dei supporti e la conservazione del dato digitale deve essere gestita. Strategie di conservazione adeguate altrimenti i dati diventeranno inaccessibili rapidamente.

9 Tecniche di conservazione Refreshing Copie periodiche dei dati su supporti più nuovi con sistemi automatici L informazione viene copiata su un nuovo supporto, prima che si vada incontro al deterioramento del vecchio supporto. Migrazione Trasferimento ricorrente dei dati digitali da una configurazione o generazione di hardware e software alla successiva configurazione o generazione. Emulazione Riproduzione software dell ambiente tecnologico originario. Vantaggio dell emulazione rispetto alla migrazione è che il dato originale non subisce alcun tipo di alterazione. backup Procedure di backup automatiche con separazione fisica delle copie di backup in un luogo protetto, in ambiente, con temperatura e umidità controllate, distante dall archivio principale.

10 Archivio digitale Gestione e mantenimento nel tempo dei dati digitali La conservazione dei dati digitali sul lungo termine è l obiettivo primario della maggior parte degli archivi audiovisivi. Progettazione e organizzazione di un archivio digitale costi e fondi disponibili qualità dei risultati durata del progetto volume di dati digitali da trattare

11 Soluzioni di archiviazione Archiviazione su supporti individuali Si può decidere di utilizzare supporti individuali per la memorizzazione dei dati: si possono utilizzare supporti ottici come DVD, Cdrom. Minimo impatto sull organizzazione Soluzione economica Difficoltà nella gestione delle procedure di salvaguardia dei dati

12 Soluzioni di archiviazione DMSS - Digital Mass Storage Systems La caratteristica principale di un sistema di questo tipo è che ogni oggetto digitale è inserito in un sistema di gestione centrale, ed è recuperato e fruito utilizzando i metadati collegati oppure interrogando direttamente il contenuto, ma non passando per il supporto che lo contiene. I dati sono archiviati indipendentemente dai supporti utilizzati dallo storage Sistemi di copia automatici Controlli automatici sulla qualità dei dati Gestione automatica dei supporti e facilità di gestione per le procedure di backup e refresing Costi elevati

13 Soluzioni manuali per l archiviazione digitale su piccola scala I piccoli archivi hanno iniziato il processo di digitalizzazione immagazzinando le informazioni digitali su formati di destinazioone a supporto singolo come i CD, i DVD i DAT. Grazie alla rapida diminuzione dei prezzi oggi è possibile realizzare un archivio digitale di tipo professionale. Sistemi di hard disk in configurazione RAID (redundant array independent disk) mirrored Unità di backup nastro (cassette LTO o DLT) I costi del software di gestione di tipo HSM sono rimasti molto elevati Costi elevati anche per gli operatori specializzati Esistono software di backup open source come AMANDA

14

15

16

17 Archivio digitale Modello di archivio - disegno architetturale Uno storage system è fatto di diverse componenti che possono essere considerate come livelli. Le componenti principali sono: Applicazioni e servizi utilizzati dagli utenti, che permettono la consultazione e la gestione degli oggetti digitali e dei metadati associati. Sistema di integrazione dei diversi servizi e applicazioni - generalmente è uno strato di software chiamato anche middleware che integra le diverse componenti che interagiscono con il sistema di archivio digitale Sistema di gestione dei dati - Questo livello può avere diverse componenti. Hanno tutte a che fare principalmente con la gestione dei dati e nella maggior parte dei casi sono dei database HSM SERVER - sotto questo livello troviamo il sistema di gestione dell archivio (file management systems) che gestisce fisicamente I dati informatici, l organizzazione e lo spostamento dei file sui vari supporti.

18

19

20

21

22 Open Archival Information System - OAIS Modello concettuale di archiviazione di riferimento, divenuto nel 2003 lo standard ISO Il modello OAIS classifica le informazioni necessarie per la conservazione in: Contenuto informativo. Informazioni necessarie per la rappresentazione del dato digitale. Informazioni per la conservazione della risorsa digitale. Informazioni sulla memorizzazione della risorsa digitale. Questo modello realizza un sistema d archiviazione aperto ed orientato alla preservazione dei dati a lungo termine.

23 Modello OAIS

24 Preservation planning Pianificazione definizione delle strategie e delle politiche gestionali per assicurarsi che gli oggetti digitali rimangano accessibili sul lungo termine Controllo dei programmi di gestione e dell ambiente di storage Informazioni tecniche sull integrità dei dati, pianificazione delle attività di refreshing e migrazione Aggiornamento costante sui cambiamenti e gli indirizzi nel campo dell archiviazione digitale

25 Supporti Digitali La durata nel tempo dei supporti digitali è assai inferiore a quanto sperimentalmente determinato un floppy disk da 5 pollici, usato nei primi computer Apple e Ibm ad inizio anni 80, aveva una vita garantita non superiore a 2 anni. Ma anche gli stessi CdRom e i Dvd riscrivibili hanno una vita media che non arriva a 5 anni. Instabilità Perdita dei dati irreversibile

26 DAT e CD-DA Sono supporti specifici per documenti sonori DAT (digital audio tape) è stato un medium ideale per le registrazioni sul campo a 16 bit 48kHz Unico formato lineare di registrazione ampiamente disponibile e pratico. Dubbi sulla sua affidabilità a lungo termine. supporto sconsigliato dallo IASA (International Association of Sound and Audiovisual Archive) Compact disc registrabili sono stati ampiamente usati, sia in formato esclusivamente audio che in formato CD.ROM. Anche questo formato è sconsigliato dallo IASA. Se si deve usare è preferibile il formato dati CD-ROM Hard disk Lo sviluppo dei dischi magnetici negli ultimi anni è stato considerevole, maggiore velocità di accesso ai dati e miglioramento della connettività tra gli hard disks e i computer. Nastri magnetici Rispetto all evoluzione che hanno avuto gli hard disk drives lo sviluppo della tecnologia per i nastri magnetici è stato più lento negli ultimi anni

27 Dischi ottici Dischi ottici (formati CD e DVD) sono una soluzione per medi o piccoli archivi rispetto all utilizzo di nastri o sistemi di hard disk. Blue Ray Disc Sono dischi ottici con elevate capacità di Memorizzazione di dati (25 GB a strato) Dischi Magneto Ottici Sono molto meno presenti sul mercato rispetto ai CD-R o DVD-R Il rischio di obsolescenza per questo formato è maggiore

28 SDGDS Sistema di Digitalizzazione e Gestione dei Documenti Sonori ed Audiovisivi dell Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi

29 Tipi Supporto Num Supporti CILINDRI DI CERA LACCHE 33gg gg NASTRI a bobina CD standard VHS Standard PAL BETACAM SP gg gg Dischi di cartone MUSICASSETTE DVD TOTALE

30 Lotti/Progetti SUPPORTI Num. Digitalizzati Da digitalizzare Rari e a Rischio Cilindri di cera Lacche 33gg gg Prioritari per il servizio al pubblico Ordinari Nastri a bobina CD standard VHS Standard PAL BETACAM SP Dischi 33gg Dischi 45gg Musicassette TOTALE Dischi di cartone DVD

31 Sistema di Gestione e Digitalizzazione dei Documenti Sonori e Audiovisivi file audio wave file audio mp file immagine jpeg file xml di metadati tecnici Circa ore di audio

32 Sistema di Gestione e Digitalizzazione dei Documenti Sonori e Audiovisivi

33 CATALOGO GESTIONALE Fornisce informazioni sui supporti da trascrivere Memorizza i dati sulle trascrizioni digitali effettuate Produce i metadati descrittivi da collegare agli oggetti digitali Fornisce informazioni sulla consistenza e lo stato di conservazione dei documenti

34 STAZIONI DI TRASCRIZIONE

35 PROCESSO DI DIGITALIZZAZIONE Stazione di trascrizione

36

37

38 SISTEMA GESTIONE ARCHIVIO DIGITALE Gestisce i riversamenti in digitale dei documenti audiovisivi Raccoglie le informazioni sulle trascrizioni effettuate Memorizza i metadati tecnici prodotti nel processo di digitalizzazione Gestisce il sistema di archiviazione dei dati digitali

39 TECA MAG Teca Oracle compatibile con lo schema MAG basata su modello di archiviazione OAIS Memorizza i dati digitali in media e bassa qualità per la consultazione Fornisce il servizio di ascolto su rete Intranet ed Internet garantisce le funzionalità di Harvesting (OAI-PMH) per la rete NTC (internetculturale)

40 OPAC - ICBSA Servizio di consultazione dei contenuti digitali e delle informazioni descrittive accessibile attraverso Internet e in rete locale Contiene le informazioni descrittive dei documenti audiovisivi Gestisce i collegamenti ai documenti multimediali Sistema di interrogazione per il recupero delle informazioni catalografiche e contenuti multimediali

41 FLUSSO OPERATIVO DEL PROCESS0 DI DIGITALIZZAZIONE Archivio Supporti Fisici FASE DI SCHEDULING Elaborazione Programmazione della sessione di Dai master digitali vengono create trascrizione in modo automatico le copie in Inserimento dei dati identificativi formato compresso destinate con pistole a lettura ottica al servizio di consultazione Assegnazione del codice di trascrizione Archivio Digitale Composizione Scheduling Riversamento Elaborazione Trasferimento TRASFERIMENTO RIVERSAMENTO COMPOSIZIONE DEI LOTTI DI TRASCRIZIONE Archiviazione dei file digitali e dei metadati Riversamento in digitale dei supporti fisici - Audio e Immagini Scelta dei documenti da trascrivere La trascrizione consiste essenzialmente nella produzione Prelievo del materiale dai magazzini dei master digitali Controllo dello stato di conservazione I supporti vengono ricollocati ai magazzini Etichettatura con codici a barre

42 XML Metadati tecnici <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <HouseKeeping> <Application name="digitization Tool" version="dds_1_0" /> <Environment> <Hostname>TRNS</Hostname> <User>dds</User> <Brief>VL/51351/30609/A</Brief> <Date> :38:17</Date> </Environment> <AudioAcquisition> <RecStart> :35:32</RecStart> <RecEnd> :38:17</RecEnd> <Duration>00:02:45</Duration> <! --omissis--> </HouseKeeping>

43 XML Metadati tecnici <audiometadata> <summary> <azimuth degrees="108" /> <samplefrequency Hz="48000" /> <leftchannel> <bandwidth Hz="23953" /> <bandwidthmean Hz="17361" /> <dynamic db=" " /> <SNR db=" " /> <DC-offset samplemean=" " /> <peak db=" " /> <energy db=" " /> <clicks permillionofsamples=" " /> </leftchannel> <rightchannel> <bandwidth Hz="23953" /> <bandwidthmean Hz="18451" /> <dynamic db=" " /> <SNR db=" " /> <DC-offset samplemean=" " /> <peak db=" " /> <energy db=" " /> <clicks permillionofsamples=" " /> <! --omissis--> </audiometadata>

44 Liste di prelievo

45 Moduli di prelievo

46 BACKUP e GESTIONE SAM-QFS Sun Microsystems The Sun Storage Archive Manager (SAM-QFS) software provides a configurable file system with storage, archive management, and retrieval capabilities. The SAM-QFS software archives files by copying the files from online disk cache to archive media. The archive media can consist of disk slices in another file system or it can consist of removable tape or magneto-optical cartridges in automated or manually loaded storage devices. The SAM-QFS software automatically maintains online disk space at site-specified usage thresholds. It releases disk space associated with archived file data and restores the files to online disk when they are needed. Progetto Fedora Progetto dspace foundation

47 BACKUP e GESTIONE AMANDA Amanda is the most popular open source backup and recovery software in the world. Amanda protects more than half a million servers and desktops running various versions of Linux, UNIX, BSD, Mac OS-X and Microsoft Windows operating systems worldwide.

48

49 Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi Francesco Baldi Responsabile dei servizi informatici dell Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi

50 BIBLIOGRAFIA IFLA = International Federation of Library Associations and Institutions CCAAA = Coordinating Council of Audiovisual Archive Associations IASA = International Association of Sound and Audiovisual Archives ICA = International Council on Archives FIAF = International Federation of Film Archives FIAT = International Federation of Television Archives

51 Association of Moving Image Archivists Coordinating Council of Audiovisual Archive Associations International Council on Archives International Federation of Library Associations and Institutions International Association of Sound and Audiovisual Archives The International Federation of Film Archives International Federation of Television Archives UNESCO AV (Audiovisual Archives) URL_ID=1988&URL_DO=DO_TOPIC&URL_SECTION=-465.html

52 International Association of Sound and Audiovisual Archives TC-03, TC-04 Progetto Fedora Flexible Extensible Digital Object and Repository Architecture Progetto dspace foundation pasig2009sf_columbia_rtc.pdf 2009sf_columbia_rtc.pdf

53 PrestoSpace deliverables, e.g. the annual reports on AV collections, and specific reports such as D5.3 which describes difficult media (almost all media is difficult sooner or later!) and some of the problems that occur when dealing with it. Surveys, for example the IASA 1995 and 2003 Survey of EndangeredAudiovisual Carriers that cover AV archives across the world and include statistics on the types of media held and the condition it is in (or more accurately is perceived to be in). URL_ID=13437&URL_DO=DO_TOPIC&URL_SECTION=201.html Guidelines and reports, e.g. the IASA TC-04 guidelines for the production and preservation of digital audio objects that describes in detail a range of analogue carriers, how they can be digitised and the appropriate options for their digital surrogates.

54 Websites, identification guides and factsheets, including specific guides such as the VidiPax guide to video formats 5 and the Texas Tape Identification and Assessment Guide6, and more general resources including the PrestoSpace wiki, the AMIA factsheets8, and even a large body of information on wikipedia VidiPax guides (audio, video) Texas Commission on the Arts, Video Tape Identification and Assessment Guide AMIA Video Tape Preservation Factsheet bs.html Presto Space Dietrich Schuller audio_and_video_carriers.pdf

55 Metadati e Standard Manuale Mag iccu BN - Biblioteca nazionale svizzera - Il modello OAIS ex.html?lang=it ISO Archiving Standards - Reference Model Papers Conservation and Collection Care Service Information Audio-visual page NIST - National Institute of Standard and Technology isc/index.html

56 Xml xsl Extensible Markup Language (XML) 1.0, W3C Recommendation 10 February 1998, Extensible Stylesheet Language (XSL) Specification, W3C Working Draft, Un sito interamente dedicato ad XML,

57 Digital Libraries: Resources and projects (IFLA): The Digital Library Federation (DLF): Directory of Digitized Collections: Open Archives Initiative:

58 MPEG7 Dspace project Fedora DuraSpace fusione di Fedora Commons e Dspace foundation Irene project ELP laser turntable

www.tape-online.net/questionnaire/ Indirizzo... ... Indirizzo Web. Città, codice postale... Nazione Referente.. Funzione E-mail... Tel:..

www.tape-online.net/questionnaire/ Indirizzo... ... Indirizzo Web. Città, codice postale... Nazione Referente.. Funzione E-mail... Tel:.. TAPE TAPE Training for Audiovisual Preservation in Europe 1 Training for Audiovisual Preservation in Europe www.tape-online.net/questionnaire/ A Istituzione A1 Informazioni generali Istituzione.... Indirizzo.........

Dettagli

Testo tratto da S. PIGLIAPOCO

Testo tratto da S. PIGLIAPOCO Testo tratto da S. PIGLIAPOCO, La memoria digitale delle amministrazioni pubbliche. Requisiti, metodi e sistemi per la produzione, archiviazione e conservazione dei documenti informatici, Santarcangelo

Dettagli

Conservazione attiva e restauro di documenti sonori

Conservazione attiva e restauro di documenti sonori Sergio Canazza Università di Udine, sergio.canazza@uniud.it, http://www.uniud.it/dssd/afferenti/canazza Conservazione attiva e restauro di documenti sonori Conservazione attiva Rumore Restauro Tutela dei

Dettagli

Una soluzione di Gestione Documentale e gli aspetti di Information LifeCycle Management. il progetto di Monte dei Paschi di Siena

Una soluzione di Gestione Documentale e gli aspetti di Information LifeCycle Management. il progetto di Monte dei Paschi di Siena Una soluzione di Gestione Documentale e gli aspetti di Information LifeCycle Management il progetto di Monte dei Paschi di Siena Claudio Favaro Global Technology Services IBM Italia L esigenza iniziale

Dettagli

Il modello OAIS SILVIO SALZA. Università degli Studi di Roma La Sapienza CINI- Consorzio Interuniversitario Nazionale per l Informatica

Il modello OAIS SILVIO SALZA. Università degli Studi di Roma La Sapienza CINI- Consorzio Interuniversitario Nazionale per l Informatica CENTRO DI ECCELLENZA ITALIANO SULLA CONSERVAZIONE DIGITALE Il modello OAIS SILVIO SALZA Università degli Studi di Roma La Sapienza CINI- Consorzio Interuniversitario Nazionale per l Informatica salza@dis.uniroma1.it

Dettagli

Modello OAIS. Modello di riferimento. Il Modello. Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012. Un modello di riferimento dovrebbe descrivere:

Modello OAIS. Modello di riferimento. Il Modello. Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012. Un modello di riferimento dovrebbe descrivere: Modello OAIS Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Prof.ssa E. Gentile Progettazione e Produzione di Contenuti Digitali 1 Modello di riferimento Un modello di riferimento dovrebbe descrivere: le componenti

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Ministero per i Beni e le Attività Culturali ISTITUTO CENTRALE PER IL CATALOGO UNICO DELLE BIBLIOTECHE ITALIANE E PER LE INFORMAZIONI BIBLIOGRAFICHE Bando di gara a procedura aperta Digitalizzazione di

Dettagli

Gloria Cirocchi cirocchi_g@camera.it. http://ssdoo.gsfc.nasa.gov/nost/isoas/ref_model.html

Gloria Cirocchi cirocchi_g@camera.it. http://ssdoo.gsfc.nasa.gov/nost/isoas/ref_model.html IL MODELLO OAIS Gloria Cirocchi cirocchi_g@camera.it http://ssdoo.gsfc.nasa.gov/nost/isoas/ref_model.html Se, tradizionalmente intesa, la conservazione consiste nell'assicurare la stabilità nel tempo dei

Dettagli

Una definizione di servizio pubblico di partenza può essere trovata in http://en.wikipedia.org/wiki/public_services. 3

Una definizione di servizio pubblico di partenza può essere trovata in http://en.wikipedia.org/wiki/public_services. 3 I LPROGETTO MAGAZZI NIDI GI TALI : PROVE DISPERI MENTAZI ONE GIOVANNI BERGAMIN BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE DI FIRENZE IL PROGETTO MAGAZZINI DIGITALI: PROVE DI SPERIMENTAZIONE 1 Quando si parla di conservazione

Dettagli

MEMORIE MAGNETO- OTTICHE

MEMORIE MAGNETO- OTTICHE MEMORIE SECONDARIE I dati e i programmi devono essere conservati su memorie non volatili, di adeguate dimensioni e di costo contenuto. Occorre utilizzare dispositivi di memoria di massa quali ad esempio

Dettagli

Software per lo storage di contenuti multimediali Manuale d'uso

Software per lo storage di contenuti multimediali Manuale d'uso SP1 Software per lo storage di contenuti multimediali Manuale d'uso Il documento Sp1 rappresenta il manuale d'uso del prototipo software per lo storage dei contenuti multimediali. L'utente destinatario

Dettagli

UN SISTEMA DI ARCHIVI AUDIOVISIVI. Accesso on line ai metadati e ai dati

UN SISTEMA DI ARCHIVI AUDIOVISIVI. Accesso on line ai metadati e ai dati scaletta per seminario 14-12-05 UN SISTEMA DI ARCHIVI AUDIOVISIVI sul tema Accesso on line ai metadati e ai dati a cura di Francesco Baldi Discoteca di Stato e Museo dell Audiovisivo novembre 2005 Quadro

Dettagli

Librerie digitali. Introduzione. Cos è una libreria digitale?

Librerie digitali. Introduzione. Cos è una libreria digitale? Librerie digitali Introduzione Cos è una libreria digitale? William Arms "An informal definition of a digital library is a managed collection of information, with associated services, where the information

Dettagli

Opendoc DLS Digital Library System

Opendoc DLS Digital Library System Opendoc DLS Digital Library System Opendoc DLS - Digital Library System Chi siamo Opendoc Srl è una società milanese nata a seguito di un'importante esperienza per il Ministero per i Beni e le Attività

Dettagli

LA CONSERVAZIONE A LUNGO TERMINE DEI DOCUMENTI ELETTRONICI: NORMATIVA ITALIANA E PROGETTI INTERNAZIONALI

LA CONSERVAZIONE A LUNGO TERMINE DEI DOCUMENTI ELETTRONICI: NORMATIVA ITALIANA E PROGETTI INTERNAZIONALI LA CONSERVAZIONE A LUNGO TERMINE DEI DOCUMENTI ELETTRONICI: NORMATIVA ITALIANA E PROGETTI INTERNAZIONALI Maria Guercio Università di Urbino m.guercio@mclink.it 6/04/01 1 INTRODUZIONE 2 PERCHÉ LA CONSERVAZIONE

Dettagli

MANUALE DI CONSERVAZIONE. Allegato 1 Normativa e Standard di riferimento

MANUALE DI CONSERVAZIONE. Allegato 1 Normativa e Standard di riferimento MANUALE DI CONSERVAZIONE Allegato 1 Normativa e Standard di riferimento Data 09-10-2014 Codice documento Allegato 1 al Manuale di Conservazione: Normativa e Standard di riferimento Versione 1.0 Il presente

Dettagli

Progetti di cooperazione internazionale e nazionale per la catalogazione e la riproduzione digitale

Progetti di cooperazione internazionale e nazionale per la catalogazione e la riproduzione digitale Progetti di cooperazione internazionale e nazionale per la catalogazione e la riproduzione digitale Rossella Caffo Direttore Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane Milano, 14

Dettagli

presenta Progetto DiVA Digital Video Archive Management System of Video Archive

presenta Progetto DiVA Digital Video Archive Management System of Video Archive presenta Progetto DiVA Digital Video Archive Management System of Video Archive Indice generale 1. Informazioni preliminari... 2 1.1. Nota sui diritti di proprietà... 2 1.2. Nota sui marchi... 2 1.3. Documentazione

Dettagli

i5/os per processi di business efficienti e flessibili

i5/os per processi di business efficienti e flessibili L ambiente operativo integrato leader nel settore i5/os per processi di business efficienti e flessibili Caratteristiche principali Middleware integrato per processi di business efficienti. Funzioni integrate

Dettagli

Paradosso dell Informazione

Paradosso dell Informazione La Conservazione della Memoria Digitale Lecce 18 settembre 2008 Paradosso dell Informazione Quantità di Informazioni / Disponibilità Diffusione / Capacità di Trasmissione Capacità di Integrazione ed Elaborazione

Dettagli

SAP PLM - DMS. SAP Document Management System integrazione con Content Server

SAP PLM - DMS. SAP Document Management System integrazione con Content Server SAP PLM - DMS SAP Document Management System integrazione con Content Server Apex assists companies increase business value by leveraging existing investments in SAP solutions SAP DMS Agenda Overview soluzione

Dettagli

Alcuni applicativi per la gestione dello standard

Alcuni applicativi per la gestione dello standard Alcuni applicativi per la gestione dello standard MAG Claudio Cortese *, Carla Zini ** * ARCHAEMA S.r.l., Milano **CILEA, Segrate Abstract Nell articolo si prenderanno in esame alcuni applicativi per la

Dettagli

Fisicamente presente per sempre preservato

Fisicamente presente per sempre preservato Fisicamente presente per sempre preservato introduzione Ridisegnare la preservazione digitale Le strategie di conservazione fondate sulla migrazione di dati sono costose, comportano rischi di perdita di

Dettagli

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO METAMAG 1 IL PRODOTTO Metamag è un prodotto che permette l acquisizione, l importazione, l analisi e la catalogazione di oggetti digitali per materiale documentale (quali immagini oppure file di testo

Dettagli

Alberto.Vaiti@mtf.ch. MSFT SAM Certified

Alberto.Vaiti@mtf.ch. MSFT SAM Certified Solutions Infrastructure Services Alberto.Vaiti@mtf.ch MSFT SAM Certified Solutions Infrastructure Services http://learning.mtf-connect.ch/ Education Quanti differenti programmi sono in uso nella tua organizzazione

Dettagli

International Association of Sound and Audiovisual Archives Associazione Internazionale degli Archivi Sonori e Audiovisivi

International Association of Sound and Audiovisual Archives Associazione Internazionale degli Archivi Sonori e Audiovisivi International Association of Sound and Audiovisual Archives Associazione Internazionale degli Archivi Sonori e Audiovisivi Technical Committee Comitato Tecnico Standards, Recommended Practices and Strategies

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Digital library e repositori istituzionali

Digital library e repositori istituzionali CENTRO DI ECCELLENZA ITALIANO SULLA CONSERVAZIONE DIGITALE Digital library e repositori istituzionali SILVIO SALZA Università degli Studi di Roma La Sapienza CINI- Consorzio Interuniversitario Nazionale

Dettagli

e-learning connessione in rete

e-learning connessione in rete Per e-learning si intende un attività formativa (rivolta a utenti adulti, studenti universitari, studenti delle superiori, insegnanti, ecc.) che prevede: l utilizzo della connessione in rete per la fruizione

Dettagli

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL CONSERVAZI ONE ED ACCESSI BI LI TÀ I N NTERNETDICOLLEZI ONIAUDI OVI SI VE I PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL 1. IL RUOLO DELLE BIBLIOTECHE AUDIOVISIVE Il fine principale è la conservazione

Dettagli

Il modello di riferimento per un Sistema informativo aperto per l archiviazione

Il modello di riferimento per un Sistema informativo aperto per l archiviazione Il modello di riferimento per un Sistema informativo aperto per l archiviazione Brian F. Lavoie 1 I. Breve premessa... 1 II. La genesi del modello OAIS... 2 III. Il sistema informativo aperto per l archiviazione

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. IBM and Business

Dettagli

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Caratteristiche principali La flessibilità e la scalabilità della

Dettagli

Memoria secondaria. Memoria secondaria

Memoria secondaria. Memoria secondaria Memoria secondaria La CPU opera su programmi e dati presenti nella RAM, ma questa da sola non basta a contenere tutti i programmi e i dati presenti sull elaboratore. Per questo motivo i dati e i programmi

Dettagli

APPENDICE 7 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 7 AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE 7 AL CAPITOLATO TECNICO Profili professionali Gara relativa all affidamento dei servizi di sviluppo, manutenzione e gestione su aree del Sistema Informativo Gestionale di ENAV Appendice 7 al

Dettagli

Cresci quando hai bisogno con. Cosa si può fare con + FACILE. La Gestione Elettronica dei Documenti oggi è... Files elettronici. Documenti cartacei

Cresci quando hai bisogno con. Cosa si può fare con + FACILE. La Gestione Elettronica dei Documenti oggi è... Files elettronici. Documenti cartacei Cresci quando hai bisogno con + FACILE il software frutto della pluriennale esperienza nel campo dell archiviazione documentale, rappresenta la soluzione ideale per le aziende che necessitano di gestire

Dettagli

Sistemi Operativi. Modulo 2. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino

Sistemi Operativi. Modulo 2. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino Sistemi Operativi Modulo 2 Schema di un Sistema di Calcolo Programmi Dati di Input Calcolatore Dati di output Modello di von Neumann Bus di sistema CPU Memoria Centrale Memoria di Massa Interfaccia Periferica

Dettagli

Sistema di diffusione Audio/Video su streaming.

Sistema di diffusione Audio/Video su streaming. 1 Sistema di diffusione Audio/Video su streaming. IL Progetto. Il progetto illustrato nel seguito prevede mediante la tecnologia di streaming la diffusione di audio/video su misura del cliente al 100%,

Dettagli

Termini che è necessario capire:

Termini che è necessario capire: Per iniziare 1........................................ Termini che è necessario capire: Hardware Software Information Technology (IT) Mainframe Laptop computer Unità centrale di elaborazione (CPU) Hard

Dettagli

Il sistema di elaborazione Hardware e software

Il sistema di elaborazione Hardware e software Il sistema di elaborazione Hardware e software A. Lorenzi M. Govoni TECNOLOGIE INFORMATICHE. Release 2.0 Atlas Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche

Dettagli

RICERCA DELL INFORMAZIONE

RICERCA DELL INFORMAZIONE RICERCA DELL INFORMAZIONE DOCUMENTO documento (risorsa informativa) = supporto + contenuto analogico o digitale locale o remoto (accessibile in rete) testuale, grafico, multimediale DOCUMENTO risorsa continuativa

Dettagli

Lezione 11. Sistemi operativi. Marco Cesati System Programming Research Group Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

Lezione 11. Sistemi operativi. Marco Cesati System Programming Research Group Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Lezione 11 system Sistemi operativi 12 maggio 2015 System Programming Research Group Università degli Studi di Roma Tor Vergata SO 15 11.1 Di cosa parliamo in questa lezione? L interfaccia : system 1 Il

Dettagli

Componenti del Sistema di Elaborazione

Componenti del Sistema di Elaborazione Componenti del Sistema di Elaborazione Il Sistema di Elaborazione Monitor Tastiera Processore Memoria Centrale (Programmi + Dati) Memorie di massa Altre periferiche Rete Rete a.a. 2002-03 L. Borrelli 2

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Sistemi Operativi Francesco Fontanella La Complessità del Hardware Il modello di Von Neumann è uno schema di principio. Attualmente in commercio esistono:

Dettagli

Kirey Re.Search 2.0. Piattaforma di ricerca Open Source

Kirey Re.Search 2.0. Piattaforma di ricerca Open Source Kirey Re.Search 2.0 Piattaforma di ricerca Open Source Le esigenze Quando si parla di motori di ricerca si tende a pensare istintivamente solo a quelli utilizzati per effettuare ricerche in Internet, come

Dettagli

Display Network Manager

Display Network Manager 4-430-599-51 (1) Display Network Manager Manuale completo Leggere attentamente questo manuale prima di utilizzare l unità, e conservarlo per riferimenti futuri. LMD-SN10 2013 Sony Corporation Indice Introduzione...3

Dettagli

Modalità di intervento del Consulente Tecnico

Modalità di intervento del Consulente Tecnico Modalità di intervento del Consulente Tecnico Osservatorio CSIG di Reggio Calabria Corso di Alta Formazione in Diritto dell'informatica IV edizione 1 Il consulente tecnico Il Consulente Tecnico può raccogliere

Dettagli

SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI

SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI Prof. Andrea Borghesan venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: mercoledì, 14.00-15.30. Aula opposta aula 10b Modalità esame: scritto + tesina facoltativa

Dettagli

STORAGE. 2015 Arka Service s.r.l.

STORAGE. 2015 Arka Service s.r.l. STORAGE STORAGE MEDIA indipendentemente dal modello di repository utilizzato i dati devono essere salvati su dei supporti (data storage media). I modelli utilizzati da Arka Service sono i comuni metodo

Dettagli

BOZZA. Bando per ricerca di esperti

BOZZA. Bando per ricerca di esperti BOZZA Bando per ricerca di esperti L Area Sistemi Dipartimentali e Documentali dell Università di Bologna (di seguito ASDD) in data 15.10.2012 ha richiesto al Consorzio CIPE la fornitura di servizi relativi

Dettagli

Il sistema di elaborazione

Il sistema di elaborazione Il sistema di elaborazione Hardware e software Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche parti software: componenti logiche i dati da trattare le correlazioni

Dettagli

Principali Norme ISO e UNI di interesse biblioteconomico. Norme ISO

Principali Norme ISO e UNI di interesse biblioteconomico. Norme ISO Principali Norme ISO e UNI di interesse biblioteconomico Norme ISO ISO 4 1984 Information and Documentation Rules for the abbreviations of the title words and title of pubblication. Regole per le abbreviazioni

Dettagli

INDICE Introduzione: tipologie di backup 1.Accesso al software 2.Selezione files e cartelle 3.Specificare unità di memoria 4.

INDICE Introduzione: tipologie di backup 1.Accesso al software 2.Selezione files e cartelle 3.Specificare unità di memoria 4. INDICE Introduzione: tipologie di backup 1.Accesso al software 2.Selezione files e cartelle 3.Specificare unità di memoria 4.Gestire le opzioni 5.Avvio del backup 6.Pianificazione del backup 7.Ripristino

Dettagli

Sommario. Tesina di Sicurezza su reti EnCase di Artuso Tullio, Carabetta Domenico, De Maio Giovanni. Computer Forensic (1) Computer Forensic (2)

Sommario. Tesina di Sicurezza su reti EnCase di Artuso Tullio, Carabetta Domenico, De Maio Giovanni. Computer Forensic (1) Computer Forensic (2) Sommario Tesina di Sicurezza su reti di Artuso Tullio, Carabetta Domenico, De Maio Giovanni Computer Forensic Capisaldi per una corretta analisi Overview Preview Acquisizione di prove Eliminazione sicura

Dettagli

Sommario [1/2] Vannevar Bush Dalle Biblioteche ai Cataloghi Automatizzati Gli OPAC accessibili via Web Le Biblioteche Digitali

Sommario [1/2] Vannevar Bush Dalle Biblioteche ai Cataloghi Automatizzati Gli OPAC accessibili via Web Le Biblioteche Digitali Introduzione alle Biblioteche Digitali Sommario [1/2] Cenni storici Vannevar Bush Dalle Biblioteche ai Cataloghi Automatizzati Gli OPAC accessibili via Web Le Biblioteche Digitali Cos è una Biblioteca

Dettagli

Archivio globale della Maremma

Archivio globale della Maremma Archivio globale della Maremma Archivi digitali della Biblioteca comunale Chelliana di Grosseto Programma per la gestione e consultazione SCIRE DBA Biblioteca Chelliana http://archivioglobale.chelliana.it/

Dettagli

1 Introduzione. 1 Il VoIP (Voice over IP) è la tecnologia che consente di utilizzare la rete Internet per effettuare telefonate a

1 Introduzione. 1 Il VoIP (Voice over IP) è la tecnologia che consente di utilizzare la rete Internet per effettuare telefonate a LA CONSERVAZIONE DIGITALE: PROBLEMATICHE E STRATEGIE di Stefano Allegrezza (estratto dal libro Informatica di base. Conoscere e comprendere le risorse digitali nella società dell informazione, Edizioni

Dettagli

ENDOX. Sistema computerizzato per acquisizione, elaborazione ed archiviazione di immagini e filmati e refertazione assistita per l endoscopia.

ENDOX. Sistema computerizzato per acquisizione, elaborazione ed archiviazione di immagini e filmati e refertazione assistita per l endoscopia. Sistema computerizzato per acquisizione, elaborazione ed archiviazione di immagini e filmati e refertazione assistita per l endoscopia ENDOX è un sistema di refertazione assistita per l endoscopia e la

Dettagli

Applicativo SBNWeb. Configurazione hardware e software di base di un server LINUX per gli applicativi SBNWeb e OPAC di POLO

Applicativo SBNWeb. Configurazione hardware e software di base di un server LINUX per gli applicativi SBNWeb e OPAC di POLO Applicativo SBNWeb Configurazione hardware e software di base di un server LINUX per gli applicativi SBNWeb e OPAC di POLO Versione : 1.0 Data : 5 marzo 2010 Distribuito a : ICCU INDICE PREMESSA... 1 1.

Dettagli

Backup Exec 2012. Guida rapida all'installazione

Backup Exec 2012. Guida rapida all'installazione Backup Exec 2012 Guida rapida all'installazione Installazione Il documento contiene i seguenti argomenti: Requisiti di sistema Elenco di controllo pre-installazione di Backup Exec Esecuzione di un'installazione

Dettagli

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID 1. Guida all installazione degli Hard Disk SATA... 2 1.1 Installazione di Hard disk Serial ATA (SATA)... 2 1.2 Creare un dischetto

Dettagli

CONTENUTI DIGITALI. Avviso pubblico per la FORNITURA DI SERVIZI DI DIGITALIZZAZIONE DI CONTENUTI MULTIMEDIALI DISCIPLINARE TECNICO

CONTENUTI DIGITALI. Avviso pubblico per la FORNITURA DI SERVIZI DI DIGITALIZZAZIONE DI CONTENUTI MULTIMEDIALI DISCIPLINARE TECNICO CONTENUTI DIGITALI Progetto di evoluzione dei processi di acquisizione, gestione e pubblicazione online dei contenuti digitali del sistema integrato di portali web della Regione Sardegna dedicati alla

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica CdLS in Odontoiatria e Protesi Dentarie Corso di Informatica Prof. Crescenzio Gallo crescenzio.gallo@unifg.it Memorie di massa!2 Le memorie di massa Le memorie secondarie o di massa sono utilizzate per

Dettagli

Lezione 1. Introduzione e Modellazione Concettuale

Lezione 1. Introduzione e Modellazione Concettuale Lezione 1 Introduzione e Modellazione Concettuale 1 Tipi di Database ed Applicazioni Database Numerici e Testuali Database Multimediali Geographic Information Systems (GIS) Data Warehouses Real-time and

Dettagli

Memoria secondaria. Architettura dell elaboratore. Memoria secondaria. Memoria secondaria. Memoria secondaria

Memoria secondaria. Architettura dell elaboratore. Memoria secondaria. Memoria secondaria. Memoria secondaria Architettura dell elaboratore Capacità di memorizzazione dei dispositivi di memoria: Memoria centrale attualmente si arriva ad alcuni GB centinaia di GB o TB Memoria principale e registri: volatilità,

Dettagli

Organizzazione della memoria

Organizzazione della memoria Memorizzazione dati La fase di codifica permette di esprimere qualsiasi informazione (numeri, testo, immagini, ecc) come stringhe di bit: Es: di immagine 00001001100110010010001100110010011001010010100010

Dettagli

1. OPEN ARCHIVE 1.1 INTRODUZIONE 1.2 OPEN ARCHIVE

1. OPEN ARCHIVE 1.1 INTRODUZIONE 1.2 OPEN ARCHIVE 1. OPEN ARCHIVE Il permesso di fare copie digitali o fisiche di tutto o parte di questo lavoro per uso di ricerca o didattico è acconsentito senza corrispettivo in danaro, mentre per altri usi o per inviare

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Lezione 6 a.a. 2010/2011 Francesco Fontanella La Complessità del Hardware Il modello di Von Neumann è uno schema di principio. Attualmente in commercio esistono: diversi

Dettagli

Anno 2011/2012 Syllabus 5.0

Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 2 Lezione 1: Introduzione Primi passi col computer Guida in linea Il file system Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Il Sistema Operativo (S.O. o, dall'inglese, O.S.)

Dettagli

Indice generale. Introduzione...xiii. Perché la virtualizzazione...1. Virtualizzazione del desktop: VirtualBox e Player...27

Indice generale. Introduzione...xiii. Perché la virtualizzazione...1. Virtualizzazione del desktop: VirtualBox e Player...27 Indice generale Introduzione...xiii A chi è destinato questo libro... xiii Struttura del libro...xiv Capitolo 1 Capitolo 2 Perché la virtualizzazione...1 Il sistema operativo... 1 Caratteristiche generali

Dettagli

4Serials Opendoc Document Management System

4Serials Opendoc Document Management System 4Serials Opendoc Document Management System Chi siamo Opendoc Srl è una società milanese nata a seguito di un'importante esperienza per il Ministero per i Beni e le Attività Culturali che ha portato al

Dettagli

Guida alla documentazione italiana di Solaris 2.5.1 Server per sistemi SPARC SMCC

Guida alla documentazione italiana di Solaris 2.5.1 Server per sistemi SPARC SMCC Guida alla documentazione italiana di Solaris 2.5.1 Server per sistemi SPARC SMCC Questo documento descrive il materiale relativo all installazione (CD, manuali e schede) contenuto nella release italiana

Dettagli

MuseiD-Italia Programma 2 - Recupero e creazione di risorse digitali: indicazioni per la consegna dei dati www.culturaitalia.it

MuseiD-Italia Programma 2 - Recupero e creazione di risorse digitali: indicazioni per la consegna dei dati www.culturaitalia.it MuseiD-Italia Programma 2 - Recupero e creazione di risorse digitali: indicazioni per la consegna dei dati www.culturaitalia.it Tiziana Scarselli Recupero oggetti digitali esistenti Risorse digitali che

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo Informatico, dei documenti e dell archivio. Allegato K Formati Informatici

Manuale di Gestione del Protocollo Informatico, dei documenti e dell archivio. Allegato K Formati Informatici Manuale di Gestione del Protocollo Informatico, dei documenti e dell archivio Allegato K Formati Informatici Premessa In generale tutti i formati che rispondono alle seguenti caratteristiche possono essere

Dettagli

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID 1. Guida all installazione degli Hard Disk SATA...2 1.1 Installazione di Hard disk Serial ATA (SATA)...2 1.2 Creare un dischetto

Dettagli

Cosa occorre per avere l Alta Definizione in Blu-ray?

Cosa occorre per avere l Alta Definizione in Blu-ray? Cosa occorre per avere l Alta Definizione in? LETTORE BLU-RAY O PS3 Il è il formato ottico di nuova generazione per l intrattenimento a casa tua. Questo formato garantisce la massima risoluzione dell immagine.

Dettagli

EMEA SALES SPECIAL OPS TEAM Date: 27 Gennaio 2012 PUBLIC PROJECT OUTLINE FOR CUSTOMER Author: Simone Arvigo(sarvigo@mediapower.it)

EMEA SALES SPECIAL OPS TEAM Date: 27 Gennaio 2012 PUBLIC PROJECT OUTLINE FOR CUSTOMER Author: Simone Arvigo(sarvigo@mediapower.it) Progetto Archivio per il Centro Televisivo Asia Scopo del progetto Creare un archivio digitale del materiale video, conservato presso la sede del DIGITALFUTURE, attualmente memorizzato su supporto magnetico

Dettagli

Memorizzazione delle informazioni

Memorizzazione delle informazioni Memorizzazione delle informazioni Parte 1 Definizioni Linguaggio binario Gli odierni calcolatori digitali (o elaboratori, o computer) operano in linguaggio binario Un linguaggio binario è composto da simboli

Dettagli

Progetto di un sistema a norma di legge per la conservazione a lungo termine di documenti elettronici

Progetto di un sistema a norma di legge per la conservazione a lungo termine di documenti elettronici Progetto di un sistema a norma di legge per la conservazione a lungo termine di documenti elettronici Raffaele.Conte@ifc.cnr.it Andrea.Renieri@ifc.cnr.it C Istituto di Fisiologia Clinica Introduzione (1/3)

Dettagli

Architettura Open Data

Architettura Open Data Smart Cities and Communities and Social Innovation Bando MIUR D.D. 391/Ric. del 5 luglio 2012 Open City Platform Architettura Open Data OCP e Open Data architecture OCP e Open Service OCP intende favorire

Dettagli

05 Le memorie secondarie. Dott.ssa Ramona Congiu

05 Le memorie secondarie. Dott.ssa Ramona Congiu 05 Le memorie secondarie Dott.ssa Ramona Congiu 1 Come vengono memorizzati i dati Nonostante le numerose funzioni che svolge, la memoria RAM dispone di uno spazio limitato, per cui no riesce a contenere

Dettagli

Architettura dei calcolatori

Architettura dei calcolatori Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica C.I. 3 Modulo Informatica 2 c.f.u. Anno Accademico 2009/2010 Docente: ing. Salvatore Sorce Architettura dei calcolatori II parte

Dettagli

Java. Traditional portability (ideal)

Java. Traditional portability (ideal) 1 Java JAVA: una introduzione 2 Traditional portability (ideal) C-code (Linux) (Pentium) Executable (Linux) Executable (Win32) Linux Windows 32 (Mac) Executable (Mac) Mac 1 1 3 Portability of Java programs

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI

SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI Prof. Andrea Borghesan venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: Alla fine di ogni lezione Modalità esame: scritto 1 Memorie secondarie o di massa Le memorie secondarie

Dettagli

Sistematizzare la documentazione di progetto Una metodologia per un Quality-controlled Subject Gateway del design

Sistematizzare la documentazione di progetto Una metodologia per un Quality-controlled Subject Gateway del design Dipartimento INDACO Facoltà del Design - III Facoltà d Architettura Politecnico di Milano Sistematizzare la documentazione di progetto Una metodologia per un Quality-controlled Subject Gateway del design

Dettagli

Gli archivi parrocchiali

Gli archivi parrocchiali Gli archivi parrocchiali tra storia e nuove tecnologie Bergamo, 22 Giugno 2013 Digitalizzazione di un Archivio Storico. Strumenti e metodologie Sergio Bellini sergio.bellini@midainformatica.it MIDA Informatica

Dettagli

Premessa Le indicazioni seguenti sono parzialmente tratte da Wikipedia (www.wikipedia.com) e da un tutorial di Pierlauro Sciarelli su comefare.

Premessa Le indicazioni seguenti sono parzialmente tratte da Wikipedia (www.wikipedia.com) e da un tutorial di Pierlauro Sciarelli su comefare. Macchine virtuali Premessa Le indicazioni seguenti sono parzialmente tratte da Wikipedia (www.wikipedia.com) e da un tutorial di Pierlauro Sciarelli su comefare.com 1. Cosa sono In informatica il termine

Dettagli

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Programma del corso Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Architettura di Von Neumann Memorie secondarie Dette anche Memoria

Dettagli

Sistemi informativi geografici liberi ed open source

Sistemi informativi geografici liberi ed open source Sistemi informativi geografici liberi ed open source Paolo Cavallini cavallini@faunalia.it www.faunalia.it www.gfoss.it piazza Garibaldi, 5 56025 Pontedera PI 0587-213742 348-3801953 GIS e DSS Geographic

Dettagli

Dell Software. Giovanni Papa. giovanni.papa@software.dell.com. Account Manager Data Protection Vranger AppAssure Netvault: Italy - Spain

Dell Software. Giovanni Papa. giovanni.papa@software.dell.com. Account Manager Data Protection Vranger AppAssure Netvault: Italy - Spain Dell Software Giovanni Papa giovanni.papa@software.dell.com Account Manager Data Protection Vranger AppAssure Netvault: Italy - Spain Are you prepared? @! Restored? Complex 18.5 Hours downtime $5,600/Min

Dettagli

1.1.3.3. Dispositivi di memorizzazione

1.1.3.3. Dispositivi di memorizzazione 1.1.3.3 Dispositivi di memorizzazione Le memorie di massa come dicevamo sono destinate a conservare grandi quantità di dati necessari al computer anche quando questo è spento. Principalmente parliamo di

Dettagli

I componenti di un PC

I componenti di un PC I componenti di un PC Queste componenti sono fondamentali per poter fare un utilizzo desktop di un Personal Computer scheda madre (2) processore (2) RAM (2) ROM (3) (scheda) video (3) (scheda) audio (3)

Dettagli

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID 1. Guida all installazione degli Hard Disk SATA...2 1.1 Installazione di Hard disk Serial ATA (SATA)...2 2. Guida alla configurazione

Dettagli

L ambiente operativo integrato leader del settore. Sistema operativo IBM i elaborazione aziendale efficiente e resiliente

L ambiente operativo integrato leader del settore. Sistema operativo IBM i elaborazione aziendale efficiente e resiliente L ambiente operativo integrato leader del settore Sistema operativo IBM i elaborazione aziendale efficiente e resiliente Punti di forza Middleware integrato per un elaborazione aziendale efficiente Virtualizzazione

Dettagli

INDICE IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO IL RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE LE FASI DEL PROCESSO DI CONSERVAZIONE

INDICE IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO IL RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE LE FASI DEL PROCESSO DI CONSERVAZIONE INDICE IL QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO IL RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE IL MODELLO OAIS LE FASI DEL PROCESSO DI CONSERVAZIONE GLI STANDARD, I FORMATI E I SUPPORTI I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE STRUTTURE

Dettagli

I servizi di ParER per la conservazione a norma dei documenti in formato digitale. Gabriele Bezzi 12 maggio 2011

I servizi di ParER per la conservazione a norma dei documenti in formato digitale. Gabriele Bezzi 12 maggio 2011 I servizi di ParER per la conservazione a norma dei documenti in formato digitale Gabriele Bezzi 12 maggio 2011 Visione Strategica > Missione: essere la struttura di riferimento della Pubblica Amministrazione

Dettagli

Quali sono le tecnologie che l ente ha a disposizione e quelle predisposte ad essere implementate in un prossimo futuro.

Quali sono le tecnologie che l ente ha a disposizione e quelle predisposte ad essere implementate in un prossimo futuro. Esercizio di GRUPPO: PROTOCOLLO INFORMATICO Mappa concettuale TECNOLOGIE DISPONIBILI Quali sono le tecnologie che l ente ha a disposizione e quelle predisposte ad essere implementate in un prossimo futuro.

Dettagli

Data-sheet: Protezione dei dati Symantec Backup Exec 2010 Backup e recupero affidabili progettati per le aziende in crescita

Data-sheet: Protezione dei dati Symantec Backup Exec 2010 Backup e recupero affidabili progettati per le aziende in crescita Backup e recupero affidabili progettati per le aziende in crescita Panoramica offre protezione di backup e recupero leader di mercato per ogni esigenza, dal server al desktop. Protegge facilmente una maggiore

Dettagli

ACG Vision4 Service Bus V 1.3.0

ACG Vision4 Service Bus V 1.3.0 ACG Offering Team 16 settembre 2010 ACG Vision4 Service Bus V 1.3.0 ACGV4SVB 06 L evoluzione ACG: linee guida Punti fondamentali Strategia di evoluzione del prodotto ACG con particolare attenzione alla

Dettagli

Ecm, intranet e company portal

Ecm, intranet e company portal Principali casi di successo in ambito documentale: Fater S.p.A. Personal Care Jupiter Finance S.p.A. Finanza Henkel S.p.A. Chimica Elsag Datamat S.p.A. ICT Gruppo Agenti SAI Assicurazioni Camst Soc. Coop.

Dettagli