Claudio Benetti USARE PREMIERE PRO. Manuale d uso

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Claudio Benetti USARE PREMIERE PRO. Manuale d uso"

Transcript

1 Claudio Benetti USARE PREMIERE PRO Manuale d uso Questo manuale è distribuito per uso strettamente personale. Nessuna parte di esso può essere copiata o distribuita in qualsiasi forma, compresa quella elettronica e a mezzo rete telematica senza la preventiva autorizzazione scritta dell autore. Tutti i diritti sono riservati Claudio Benetti Usare Premiere PRO -1

2 1 INTRODUZIONE A PREMIERE Adobe Premiere è un software per la modifica, il montaggio e l elaborazione di un video. Il vantaggio di usare un computer per le attività di montaggio e produzione video è soprattutto quello di rendere possibile il cosiddetto editing non lineare. Il tradizionale montaggio analogico tape to tape può essere paragonato a quella che era la scrittura di un documento con una comune macchina da scrivere : volendo inserire una clip video all inizio di un montaggio già eseguito, occorreva ricominciare da capo tutto il lavoro. L editing video con il computer è invece come elaborare un testo con un programma di videoscrittura ; le clip possono essere spostate, aggiunte o eliminate con poche operazioni del mouse e senza compromettere il lavoro fino a quel punto eseguito e l inserimento di titoli, transizioni, musiche ed effetti speciali avviene in modo immediato. La creazione di un film con Premiere avviene secondo i passi fondamentali seguenti : 1. Procurarsi il materiale audio e video da elaborare ( fase di acquisizione ) 2. Avviare un nuovo progetto ed importare in esso le clip video, audio e le immagini singole 3. Assemblare le clip nella Timeline 4. Applicare transizioni, filtri ed eventuali altri effetti speciali 5. Creare e aggiungere un titolo 6. Creare l anteprima del video finale 7. Compilare il contenuto della Timeline ( fase di rendering ) ed esportarlo come video finale ( fase di esportazione ) Premiere dispone di funzionalità che lo mettono in grado di seguire il ciclo completo che va dalla fase di acquisizione del video da una sorgente esterna ( videoregistratore o telecamera), attraverso il successivo montaggio (con eventuale uso di dissolvenze, filtri ed altri effetti ) e la gestione della colonna sonora, fino all esportazione del video finale ; l esportazione rende il video finale indipendente da Premiere così che esso possa essere, a scelta : riversato su videocassetta, Video CD, Super Video CD o su DVD per la successiva distribuzione tramite TV ; distribuito su CD ROM come file AVI o MOV all interno di una presentazione multimediale interattiva ; distribuito attraverso Internet, sfruttando la tecnologia dello streaming o dello scaricamento progressivo, utilizzato dai formati RealMedia, QuickTime e Windows Media. Claudio Benetti Usare Premiere PRO 1-2

3 INTRODUZIONE A PREMIERE Le novità della versione 7 LE NOVITÀ DELLA VERSIONE 7.. La versione 7 di Adobe Premiere ( indicata anche come Premiere Pro ) rappresenta, rispetto alle precedenti versioni, una significativa evoluzione. Il progetto di funzionamento del programma è stato completamente rinnovato. L interfaccia risulta più intuitiva e, nonostante siano state aggiunte importanti funzionalità, gli strumenti sono stati semplificati. Il programma è ora decisamente proiettato verso il mondo del video digitale e del DVD, di cui è in grado di supportare direttamente la masterizzazione. Queste le nuove caratteristiche e nuovi strumenti, che di seguito cercheremo di sintetizzare, rimandando tutti i necessari approfondimenti ai diversi capitoli in cui è articolato il manuale : Anteprima in tempo reale più efficace. Una delle operazioni che richiede più tempo nell editing video con il computer è la visualizzazione in anteprima dei titoli, delle dissolvenze e degli effetti. Nelle precedenti versioni di Premiere ( con l eccezione della 6.5 in cui peraltro l anteprima in tempo reale, in molte situazione, mostrava parecchi limiti) era necessario attendere il completamento delle operazioni di rendering. Solo al termine era possibile una corretta valutazione dell aspetto del video e se, per qualche ragione, occorreva modificare una scelta, era necessario procedere ad un nuovo rendering. Adobe Premiere Pro permette di vedere esattamente l aspetto del video senza attendere che sia eseguito il rendering della sequenza. I fotogrammi vengono mostrati in piena risoluzione, compresi i titoli, le transizioni, gli effetti, le animazioni e la correzione del colore, in tempo reale senza che sia necessario il supporto di hardware aggiuntivo. In questo modo è possibile provare liberamente diverse impostazioni degli effetti e dei filtri, tentando nuove combinazioni e controllando i risultati in tempo reale. Il video potrà anche essere eseguito direttamente su un monitor televisivo esterno, e sarà così possibile controllare fin dalla fase di editing l aspetto del lavoro su un dispositivo di visualizzazione finale. E bene osservare che l anteprima in tempo reale senza rendering è pienamente implementata solo su sistemi dotati di processore Pentium 4 a 3 Ghz, o superiori. Nei computer meno potenti è possibile osservare una diminuzione nella qualità e nella velocità di esecuzione dei fotogrammi. Timeline multiple e nidificabili. Altra importante novità è la possibilità, con Premiere Pro di impostare e gestire un numero virtualmente illimitato di Timeline e di nidificarle l una nell altra con grande flessibilità. In questo modo è possibile, ad esempio, suddividere un progetto video complesso in parti più semplici, ciascuna con la sua propria Timeline, per poi nidificare le Timeline in una sola Timeline principale. Claudio Benetti Usare Premiere PRO 1-3

4 1 INTRODUZIONE A PREMIERE Le novità della versione 7 Ogni Timeline può poi essere duplicata varie volte, in modo da creare più copie dello stesso lavoro, applicando a ciascuna di esse diverse impostazioni e diversi effetti e avendo così a disposizione uno strumento di confronto e di decisione di grande flessibilità. Ogni Timeline ( o sequenza ) può essere identificata rapidamente poichè il suo nome appare nelle schede della finestra Timeline. Per maggiori informazioni sulla Timeline, sulle Timeline multiple e sulla loro nidificazione, si veda il capitolo 5 Assemblare una sequenza. Interfaccia utente completamente ridisegnata. Le finestre e le palette di Adobe Premiere Pro sono state completamente riprogettate con una grafica rinnovata e più intuitiva. La finestra Project dispone di una nuova modalità di visualizzazione Immagine, integrata con la funzionalità di storyboard. Le clip video appaiono in modo ordinato e possono essere risistemate secondo una qualunque disposizione. Una volta ottenuta la sequenza desiderata, le clip possono essere inserite nell ordine direttamente e automaticamente nella Timeline. 1-4 Claudio Benetti Usare Premiere PRO

5 INTRODUZIONE A PREMIERE Le novità della versione 7 Le visualizzazioni in modalità Elenco e Miniatura sono state combinate assieme, per cui ora è possibile visualizzare una miniatura della clip assieme a dettagliate informazioni su di essa. Il numero di colonne disponibili nella visualizzazione Elenco è più che raddoppiato, e ora troviamo molte più informazioni : gli istanti di inizio e di fine delle clip, i punti di ingresso(in point) e uscita (Out point)di video e audio, la scena, il tipo di compressione, ecc. In numerose colonne, come quelle relative agli In point e agli Out point delle clip, i valori riportati possono essere modificati, per specificare nuovi valori. In questo modo è possibile selezionare, già nella finestra Project, le sequenze delle clip che si desidera effettivamente inserire nel lavoro di montaggio video. L area di anteprima della clip nella finestra Project mostra informazioni aggiuntive, come il numero di volte in cui la clip è correntemente utilizzata nel lavoro, una sua descrizione, la data di acquisizione e il nome del nastro. La finestra Project è agganciata alla finestra Effects per un più efficiente utilizzo dello spazio nell area di lavoro. Per maggiori informazioni sulla finestra Project si veda il capitolo 3 Lavorare con i progetti. Anche la finestra Timeline è stata modificata. Il vecchio canale delle Transizioni non esiste più, poichè con Premiere Pro è possibile applicare le transizioni in qualsiasi canale video e applicare automaticamente transizioni predefinite alle clip sovrapposte. L inserimento e la sovrapposizione delle clip sono possibili in una sola operazione trascinando e rilasciando direttamente sulla Timeline le tracce corrispondenti. Anche la rimozione di una traccia o di un gruppo di tracce da un area, la chiusura dei vuoti fra le tracce e l inserimento in altre aree avvengono interattivamente con una sola operazione. Le altezze delle tracce possono essere regolate in modo indipendente, semplicemente trascinandone i bordi ; quando esse diventano più alte mostrano più informazioni, come i tipi di trasparenza e i cambiamenti di velocità. Claudio Benetti Usare Premiere PRO 1-5

6 1 INTRODUZIONE A PREMIERE Le novità della versione 7 Premiere Pro visualizza gli strumenti della Timeline su una palette mobile, accessibile da qualsiasi Timeline, e il numero degli strumenti è diminuito rispetto alle precedenti versioni. Per maggiori informazioni sulla Timeline si veda il capitolo 5 Assemblare una sequenza e il capitolo 6 Modificare una sequenza. Anche la finestra Monitor ( con il montor sorgente a sinistra e il monitor programma a destra ) è stata completamente ridisegnata; essa permette di visualizzare una vasta gamma di informazioni, comprese le forme d onda e le informazioni sui colori ; il monitor programma mostra inoltre una scheda separata per ciascuna Timeline. B C D A : pulsante Margini di sicurezza ; B : menu Ingrandimento ; C : barra di visuzlizzazione del tempo ; D : menu delle opzioni visualizzazione delle informazioni sui colori A 1-6 Claudio Benetti Usare Premiere PRO

7 INTRODUZIONE A PREMIERE Le novità della versione 7 Entrambi i monitor sorgente e programma presentano strumenti completamente ridisegnati, più intuitivi e che permettono un maggior controllo, fra cui il pusante Margini di sicurezza, per una visualizzazione rapida dei margini della aree sicure per i titoli e per le scene ; il menu Ingrandimento, per visualizzare la clip con diverse impostazioni di ingrandimento ; la barra di visualizzazione del tempo, per effettuare rapidamente uno zoom in una sezione specifica di una clip lunga ; i menu a scomparsa con le opzioni della qualità di visualizzazione e della qualità di colore. Per maggiori informazioni sulla finestra Monitor, si veda il capitolo 5 Assemblare una sequenza e il capitolo 6 Modificare una sequenza. La finestra Trim in Premiere Pro si apre separatamente e permette un controllo più preciso sulle diverse operazioni di editing. Per maggiori informazioni sull editing nella finestra Trim si veda il capitolo 6 Modificare una sequenza. Gestione e correzione a livello professionale del colore. Premiere Pro supporta il colore YUV, e pertanto è in grado di preservare lo spazio di colore nativo del video originale. Questo assicura una elevata qualità del colore nelle produzioni finali in quanto il materiale video non subisce più la conversione in colore RGB, con conseguente perdita di dati e rallentamento del processore. La finestra Monitor di Premiere Pro presenta le visualizzazioni in modalità Vettorscopio, Oscilloscopio, Allineamento YcbCr e RGB. Con questi strumenti di controllo dei valori cromatici e della luminosità delle immagini è possibile vedere se le clip condividono uno spettro di colore comune e accertarsi che le regolazioni di colore rientrino nei parametri standard della diffusione televisiva. Si evita così di produrre video in cui i colori tendono a sconfinare l uno nell altro, e si garantisce la coerenza dei colori da una scena ad un altra. Per maggiori informazioni sul controllo dei colori nell finestra Monitor, si veda il capitolo 5 Assemblare una sequenza. Claudio Benetti Usare Premiere PRO 1-7

8 1 INTRODUZIONE A PREMIERE Le novità della versione 7 Il nuovo effetto Color corrector permette di applicare regolazioni in tre punti del fotogramma alla tonalità, saturazione e luminosità per le luci, i mezzitoni e le ombre. Per maggiori informazioni sui filtri e gli effetti di Premiere Pro e sul loro uso si veda il capitolo 11 Applicare gli effetti e il capitolo 12 Effetti video di Premiere Pro. Gestione avanzata del sonoro. Anche la gestione dell audio è completamente rinnovata. Viene supportato l audio multicanale per produrre suono con tecnologia dolby surround, e questo assume particolare interesse anche in considerazione della funzionalità di esportazione su DVD di Premiere Pro e della sua capacità di interagire con il nuovo programma Adobe Encore DVD. Oltre al supporto per il suono dolby surround, lo strumento Audio Mixer presenta nuovi controlli per ciascuna delle tracce audio. Le nuove caratteristiche comprendono gli effetti basati sulla traccia, il submix delle tracce, il supporto per la registrazione vocale, il controllo per il suono surround 5.1 e stereo. Per maggiori informazioni sullo strumento Mixer si veda il capitolo 8 Il controllo del suono. Premiere Pro permette di importare ed esportare file audio campionati a 96 Khz e profondi fino a 24bit della massima qualità. La clip audio può ora essere regolata con una precisione fino a 1/ secondi, e ciò permette un pieno controllo sui tagli e le dissolvenze audio e l eliminazione dei lievi disturbi. Gli effetti Audio, completamente riprogettati, dispongono ora di 17 nuovi filtri. Per maggiori importazioni sull esportazione video su DVD si vedano i capitoli 2 Tutorial e 14 La produzione del video finale ; per maggiori informazioni sulla gestione e il controllo dell audio si veda il capitolo 8 Il controllo del suono ; per maggiori informazioni sui filtri audio si veda il capitolo 13 Effetti audio di Premiere Pro. Miglior controllo dell animazione del movimento di una clip. Anche la modalità di creazione degli effetti animati sulle clip è completamente nuova. Gli effetti di movimento di una clip lungo un tracciato sono ora basati sui controlli di animazione di After Effects 6, e ciò permette di ottenere risultati più fluidi e flessibili. Premiere Pro permette infatti di animare una clip, ad esempio una immagine statica che si sposta su una clip sottostante, manipolandola direttamente nella finestra Monitor. 1-8 Claudio Benetti Usare Premiere PRO

9 INTRODUZIONE A PREMIERE Le novità della versione 7 La palette Effect Controls ( che appare ancorata al monitor Sorgente ma può essere trascinata affinchè appaia singolarmente ) permette di controllare la posizione, le dimensioni, la rotazione e l opacità della clip sovrapposta. Impostando per ciascun parametro due o più fotogrammi chiave ( keyframe ) è possibile controllare come una clip si sposta nel tempo e interagisce con la clip sottostante. Grazie al supporto per il posizionamento sub-pixel, Premiere Pro genera tracciati e movimenti animati di maggior qualità. La palette Effect Controls gestisce inoltre anche i controlli delle transizioni, il cui risultato appare in tempo reale direttamente nel monitor programma. La vecchia palette Transitions è stata eliminata. Le transizioni sono ora inserite direttamente nella palette Effects, all interno del gruppo Video Transitions e, per l audio, Audio Transitions. Claudio Benetti Usare Premiere PRO 1-9

10 1 INTRODUZIONE A PREMIERE Le novità della versione 7 Per maggiori informazioni sulle animazioni delle clip e sui fotogrammi chiave si veda il capitolo 11 Applicare gli effetti. Per maggiori informazioni sulle transizioni si veda il capitolo 7 Le transizioni. Controllo professionale degli effetti. Premiere Pro utilizza per il controllo degli effetti strumenti simili a quelli di After Effects 6. Ora è possibile impostare, per ciascun parametro dell effetto, due o più fotogrammi chiave, ed è possibile modificarne il metodo di interpolazione. I parametri dell effetto vengono tutti visualizzati nella palette Effects Controls agganciata al monitor sorgente, e il monitor programma mostra, in tempo reale, il risultato ottenuto nel fotogramma. Si osservi che i fotogrammi chiave creati in Premiere Pro vengono mantenuti se il progetto viene importato in After Effects 6. Per maggiori informazioni sugli effetti e sui fotogrammi chiave si veda il capitolo 11 Applicare gli effetti.per un elenco dettagliato degli effetti disponibili e dei loro parametri 1-10 Claudio Benetti Usare Premiere PRO

11 INTRODUZIONE A PREMIERE Le novità della versione 7 di controllo, si vedano i capitoli 12 Effetti video di Premiere Pro e 13 Effetti audio di Premiere Pro. E A C B D A : nome dell effetto applicato ; B :parametri di controllo delle proprietà dell effetto ; C : casella di attivazione dei fotogrammi chiave ; D : fotogrammi chiave ; E : anteprima del risultato nel monitor Programma Scelte rapide da tastiera personalizzabili. Premiere Pro dispone della nuova palette Keyboard Customization, accessibile scegliendo Edit > Keyboard Customization ; essa permette di definire i tasti di scelta rapida associati alle diverse operazioni, secondo le proprie preferenze e il proprio personale stile di lavoro. E inoltre incluso un insieme di tasti compatibili con i sistemi AVID e con Final Cut. Claudio Benetti Usare Premiere PRO 1-11

12 1 INTRODUZIONE A PREMIERE Le novità della versione 7 Per maggiori informazioni sull uso della palette Keyboard Customization si veda il capitolo 3 Lavorare con i progetti. Migliorata gestione degli elementi audio e video importati nella finestra Project. Premiere Pro introduce diversi miglioramenti nella gestione degli elementi inseriti nella finestra Project e nel controllo dei rispettivi file sorgente. Ora è possibile, fra le altre cose, collegare e scollegare le clip nella finestra Project con i file originali su disco ; eliminare una clip indesiderata nella finestra Project e, facoltativamente, eliminare dal disco anche il relativo file sorgente, per recuperare spazio ; utilizzare criteri di ricerca espansi ; ordinare il contenuto della finestra Project e delle sue cartelle utilizzando criteri multipli ; visualizzare simultaneamente il contenuto di due cartelle della finestra Project e spostare il contenuto fra di esse. Per maggiori informazioni sulle operazioni di gestione degli elementi, si veda il capitolo 3 Lavorare con i progetti. Massima integrazione e compatibilità. Premiere Pro è stato ottimizzato per sfruttare al meglio i sistemi Pentium con installato Windows XP, ed è in grado di gestire i sistemi multiprocessore. La sua integrazione con gli altri prodotti di editing e gestione video di Adobe è massima. Premiere Pro ha ora molte somiglianze nel funzionamento con After Effects 6, lo strumento essenziale per l animazione, gli effetti speciali e la post produzione video. In questo modo viene facilitata l applicazione delle conoscenze già acquisite su un prodotto per apprendere rapidamente l utilizzo dell altro. After Effects 6 può importare i progetti di Premiere Pro mantenendone le tracce audio e video separate su altrettanti livelli nella Timeline. Le sequenze multiple e nidificate si trasformano in After Effects 6 in Composizioni nidifcate ; i keyframe vengono mantenuti; le chiavi di trasparenza definite in Premiere Pro diventano altrettante maschere in After Effects ; le transizioni a dissolvenza incrociata create in Premiere diventano fotogrammi chiave di opacità in After Effects 6. Anche chi utilizza Photoshop potrà sfruttare meglio l integrazione con Premiere Pro. Un documento realizzato in Photoshop e articolato su livelli può ora essere importato in un progetto di Premiere Pro come singolo elemento a livello unico oppure come sequenza, con ogni livello sistemato su una traccia video diversa. Una delle novità più significative di Premiere Pro è il supporto diretto alla masterizzazione dei DVD. La Timeline con il video finale pronto ed assemblato può adesso essere codifcata in formato MPEG 2 DVD direttamente da Premiere Pro e, sempre Premiere Pro, è in grado di gestire l intero processo di masterizzazione del supporto DVD. Se si desidera realizzare un DVD con controlli avanzati e di livello professionale, è disponibile Adobe Encore DVD, il nuovo programma di Adobe per la progettazione e la realizzazione di DVD, con menu interattivi, tracce audio multiple e sottotitoli multilingua. Oltre a esportare direttamente in DVD, Premiere Pro permette di esportare il video finale anche in formato AVI e MPEG per l utilizzo in Adobe Encore DVD. I file MPEG esportati mantengono i marcatori inseriti in Premiere Pro che sono poi convertiti in punti capitolo in 1-12 Claudio Benetti Usare Premiere PRO

13 INTRODUZIONE A PREMIERE Le novità della versione 7 Encore DVD. Se poi, in Encore DVD, si seleziona il comando Edit Original, il file viene aperto nel progetto originale in Premiere Pro per eseguire le modifiche desiderate. Si può così esportare direttamente in DVD da Premiere Pro quando si desidera realizzare in modo rapido un semplice DVD non strutturato, e l esportazione in Encore DVD quando invece si desidera creare un DVD interattivo e con caratteristiche avanzate. Per maggiori informazioni sull esportazione diretta in DVD da Adobe Premiere Pro si veda il capitolo 2 Tutorial e il capitolo 14 Produzione del video finale. Premiere Pro supporta inoltre lo standard ASIO ( Audio Stream Input/Output ), un protocollo di trasferimento audio multicanale adottato da molti produttori di schede audio. Con esso è possibile registrare più tracce audio simultaneamente dando così origine ad un suono dolby surround. Per maggiori informazioni sullo standard ASIO e il suo utilizzo in Premiere Pro si veda il capitolo 8 Il controllo del suono. E anche supportato lo standard AAF ( Advanced Authoring Format ). Si tratta di un formato professionale per l interscambio di file fra diverse piattaforme, sistemi e applicazioni, permettendo a ciascun operatore di un team di produzione di avere accesso completo ai contenuti, e consentendo una gestione ottimale del progetto condiviso. Pieno controllo dei dispositivi DV. Premiere Pro è progettato per una gestione ottimale del flusso video in formato DV proveniente da sorgenti digitali esterne. In fase di acquisizione video da una sorgente digitale DV ( ad esempio una telecamera ) è ora possibile individuare automaticamente le diverse scene, e dividere l acquisizione in tante clip quante sono le scene. E inoltre possibile effettuare la scansione di un nastro DV per creare clip a bassa risoluzione basate sulle scene su cui agire con operazioni di editing offline, catturando successivamente ad alta risoluzione solo le clip di cui si ha effettivamente bisogno. Premiere Pro utilizza il nuovo codec Adobe DV che consente di catturare le clip nel loro spazio di colore nativo YUV mantenendo così la qualità del colore originale. Anche la finestra Capture presenta una interfaccia ridisegnata e controlli migliorati. Per maggiori informazioni sulle operazioni di acquisizione video e sulla finestra Capture si vedano i capitoli 2 Tutorial e 4 Catturare e importare le clip video. Supporto di importazione ed esportazione per tutti i principali media. Premiere Pro permette di importare in un progetto un ampia varietà di formati audio e video : file video nei formati MPEG1, MPEG2, DV, AVI, Windows Media, QuickTime e Open DML ; file audio nei formati WAV, MP3, AIFF, AVI e QuickTime di solo audio ; file immagine nei formati AI, PSD, JPEG, TGA, TIFF, PCX e BMP. Per maggiori informazioni sull importazione di un file in Premiere Pro si veda il capitolo 3 Lavorare con i progetti. I prodotti finali possono poi essere esportati in una altrettanto grande varietà di formati : MPEG1, MPEG2, DVD, DV, AVI, QuickTime, Windows Media e RealMedia, oltre che su file audio WAV o AIFF. Premiere Pro, inoltre, è in grado di riconoscere e utilizzare qualsiasi Claudio Benetti Usare Premiere PRO 1-13

14 1 INTRODUZIONE A PREMIERE L area di lavoro di Premiere Pro codec supportato da Windows XP. Si possono poi esportare singoli fotogrammi come immagini nei formati AI, PSD, TGA, TIFF, DIB, BMP e GIF. L AREA DI LAVORO DI PREMIERE PRO.. L area di lavoro di Premiere Pro è costituita da 3 finestre principali : Finestra Descrizione.. Project Timeline Monitor Permette di importare, organizzare e contenere tutti gli elementi (clip video,suoni. titoli, immagini singole) che si prevede di utilizzare per comporre il video finale, con le relative informazioni. La finestra Project non contiene le clip originali, che restano registrate sull hard disk e che perciò non verranno modificate dalle operazioni di editing eseguite con Premiere. Essa è in realtà un indice che punta ai materiali audio e video originali. Per maggiori informazioni sulla finestra Project si veda il Capitolo 3. E il tavolo di montaggio in cui viene assemblato il video finale. Fornisce un quadro d insieme dell organizzazione temporale del video in elaborazione, mostrando tutte le tracce video, audio, i titoli e le dissolvenze. E possibile creare un numero a piacere di Timeline, chiamate anche sequenze. Per aprire o chiudere una Timeline scegliere Window > Timelines e selezionare dal sottomenu la Timeline desiderata.per maggiori informazioni sulla Timeline e le sequenze si vedano il Capitolo 5 e il Capitolo 6. E formata da due visori, Sorgente a sinistra e Programma a destra. Il monitor Programma visualizza l esecuzione del video così come esso risulta correntemente disposto nella Timeline ; il monitor Sorgente visualizza le clip sorgenti della finestra Project. La finestra Monitor viene anche usata per eseguire operazioni di editing e per visualizzare una vasta gamma di informazioni, comprese le forma d onda e le informazioni sugli spazi di colore. Per visualizzare/nascondere la finestra scegliere Window > Monitor. Per maggiori informazioni sulla finestra Monitor si vedano i Capitoli 5 e 6. Accanto alle tre finestre principali, Premiere dispone di 6 palette flottanti simili a quelle che caratterizzano altri programmi di Adobe, quali ad esempio Photoshop e Illustrator. Palette Descrizione.. Effects La palette si presenta agganciata alla finestra Project ; essa contiene, suddivisi per categoria, gli effetti Video, gli effetti Audio e le transizioni sia Video che Audio. Per visualizzare/nascondere la palette scegliere Window > Effects. La palette può essere trascinata in una posizione diversa dell area di lavoro. Per maggiori informazioni sugli effetti video si veda il capitolo 12 per maggiori informazioni sugli effetti audio si veda il capitolo 13, per maggiori informazioni sulle transizioni video si veda il capitolo 7, per maggiori informazioni sulle transizioni audio si veda il capitolo 8. History La palette registra tutte le operazioni compiute in fase di editing e permette di ripristinare facilmente le condizioni precedenti ad una data modifica. Si tratta di uno strumento simile all analoga palette History di Adobe Photoshop. Per visualizzare/nascondere la palette scegliere Window > History.Per maggiori informazioni sulla palette History si veda il Capitolo Claudio Benetti Usare Premiere PRO

15 INTRODUZIONE A PREMIERE L area di lavoro di Premiere Pro Palette Descrizione.. Info La palette visualizza informazioni relative ad una clip selezionata e alla posizione corrente del marcatore del tempo sulla Timeline. Per visualizzare/nascondere la palette scegliere Window > Info.Per maggiori informazioni sulla palette Info si veda il Capitolo 4. Effect Controls La palette si presenta agganciata al monitor Sorgente. Essa permette di controllare l applicazione delle animazioni, delle dissolvenze e di tutti gli effetti video. Permette inoltre la definizione e il controllo dei fotogrammi chiave per la realizzazione di effetti animati variabili nel tempo. Per visualizzare/nascondere la palette scegliere Window > Effect Controls. La palette può essere trascinata in una posizione diversa dell area di lavoro. Per maggiori informazioni sulla palette Effect Controls si vedano i Capitoli 7, 10, 11 e 12. Tools La palette contiene tutti gli strumenti per la selezione e per l editing delle tracce audio e video nella Timeline. Per visualizzare/nascondere la palette scegliere Window > Tools. Per maggiori informazioni sulla palette degli strumenti si vedano i capitoli 5 e 6 Audio Mixer La palette contiene i controlli dello strumento Audio Mixer per la gestione e il controllo della parte audio del progetto. Per visualizzare/nascondere la palette scegliere Window > Audio Mixer. Per maggiori informazioni sullo strumento Audio Mixer si veda il capitolo 8. Oltre a questi strumenti, Premiere Pro dispone della finestra Adobe Title Designer, accessibile scegliendo File > New > Title, nella quale è possibile creare titoli, testi ed elementi grafici da utilizzare in sovrapposizione nel video in elaborazione. Per maggiori informazioni sugli strumenti e le tecniche di titolazione in Premiere Pro si veda il capitolo 9 Creare un titolo. Claudio Benetti Usare Premiere PRO 1-15

16 2 TUTORIAL Procederemo, prima di passare alla dettagliata descrizione di tutte le funzionalità e all esame di tutti gli aspetti anche tecnici che ne sono alla base, allo svolgimento di un tutorial. Lo scopo è quello di fornire, attraverso l analisi di una situazione concreta di lavoro, i concetti di base dell editing video con Premiere Pro. In particolare procederemo alla descrizione delle seguenti fasi : 1. acquisizione, da una telecamera DV, di una sequenza di clip mediante la funzione di cattura automatica 2. trasferimento della sequenza sulla Timeline 3. creazione di un effetto animato con un file creato in Photoshop 4. applicazione degli effetti video 5. creazione di un titolo scorrevole su più colonne 7. trasferimento del prodotto finale su DVD Il tutorial ci permetterà di osservare nella pratica le nuove caratteristiche del programma, e faciliterà la comprensione degli argomenti trattati nel manuale. Le operazioni che saranno descritte potranno essere applicate su una qualunque clip video di cui si è a disposzione, e sarà possibile effettuare tutte le prove e tutti gli esperimenti di manipolazione che la fantasia e la creatività suggeriscono. Si tenga presente che molti argomenti che qui vengono appena accennati, saranno diffusamente trattati e approfonditi nel prosieguo dei manuale. Claudio Benetti Usare Premiere PRO 2-16

17 TUTORIAL Cattura delle clip video da una telecamera DV CATTURA DELLE CLIP VIDEO DA UNA TELECAMERA DV.. 1 Collegare la telecamera DV al computer utilizzando una interfaccia IEEE 1394 con relativo cavo di connessione. 2 Accendere il computer e la telecamera. 3 Inserire nella telecamera il nastro con le riprese che si desiderano acquisire. 4 Avviare Adobe Premiere Pro. 5 La finestra Welcome permette di selezionare un progetto salvato di recente dall elenco Recent Projects, oppure di creare un nuovo Progetto oppure di aprire un progetto salvato e non disponibile nell elenco dei progetti recenti. Claudio Benetti Usare Premiere PRO 2-17

18 2 TUTORIAL Cattura delle clip video da una telecamera DV 6 Fare clic su New Project. Viene aperta la finestra di dialogo New Project. F A B C D E A : lista dei settaggi video disponibili nel sistema ; B : descrizione del settaggio video selezionato ; C : caratteristiche tecniche del settaggio video selezionato ; D : pulsante di selezione della cartella di destinazione del file prproj che conterrà il progetto ; E : campo di digitazione del nome da assegnare al file prproj del progetto ; F : scheda di apertura delle impostazioni personalizzate del progetto Nella finestra New Project, nella scheda Load Preset, si trova l elenco dei settaggi video disponibili ; esso contiene, in particolare, i settaggi del gruppo DV -PAL che abilitano Premiere Pro ad utilizzare file video registrati su periferiche digitali che usano lo standard DV e minidv, quindi la maggior parte delle telecamere digitali presenti attualmente sul mercato. L altro sistema, NTSC è lo standard video per il Nord America e il Giappone. Se sul sistema è installata una periferica di cattura video diversa dall interfaccia IEEE 1394, fra i settaggi disponibili si troveranno anche quelli che permettono l uso della scheda di acquisizione in dotazione. Si tenga infatti presente che ogni scheda di cattura video è fornita con un CD di installazione in cui è possibile reperire i file dei settaggi da utilizzare in Premiere. Si consiglia di consultare il manuale fornito con la periferica di acquisizione video in dotazione Claudio Benetti Usare Premiere PRO

19 TUTORIAL Cattura delle clip video da una telecamera DV 7 Selezionare un settaggio DV corrispondente al tipo di ripresa che è stata effettuata. Il settaggio DV PAL Standard 48 khz va bene per la maggior parte delle situazioni, mentre il settaggio DV PAL Widescreen 48 khz deve essere utilizzato se le riprese video sono state realizzate con una telecamera impostata sul formato 16 : 9. Premiere utilizza la tecnica della cosiddetta playlist. In pratica ciò significa che, in fase di editing, Premiere non opera direttamente sui file video originali, ma piuttosto utilizza dei collegamenti ad essi. Tali collegamenti costituiscono appunto la playlist. Il progetto che stiamo impostando è un file in formato PRPROJ in cui Premiere andrà a registrare la playlist ed eseguirà tutte le operazioni di editing. Il file PRPROJ non conterrà dunque i file originali ma solo dei collegamenti ad essi. In pratica è come se il file PRPROJ fosse semplicemente un indice che spiega a Premiere dove e in che ordine recuperare i video che compongono il progetto. Questa filosofia comporta tre grossi vantaggi : 1. si risparmia una notevole quantità di spazio sul disco fisso, dato che i file video non vengono duplicati all interno del progetto ; 2. si può lavorare con estrema tranquillità, sentendosi liberi di sperimentare, inventare e manipolare a piacimento le clip all interno del progetto : i file originali non verranno comunque alterati ; 3. è possibile creare più progetti utilizzando le medesime clip video originali, ed ogni progetto può essere inserito in un nuovo progetto Occorre però prestare attenzione ad archiviare in modo razionale i file video originali, ad esempio creando nell hard disk una cartella in cui raccogliere tali file, magari suddivisa in sottocartelle in base al loro contenuto ed evitando di spostare o cancellare i file video originali dalla loro cartella fino a che non sarà stato esportato il video finale. 8 Nella campo Name digitare il nome da assegnare al file PRPROJ, ad esempio Tutorial. 9 Fare clic sul pulsante Browse e selezionare la cartella in cui memorizzare il file PRPROJ del progetto. Nota : la cartella in cui viene inserito il file del progetto non deve necessariamente essere quella in cui verranno registrate le clip video sorgenti in fase di acquisizione. La scheda Custom Settings della finestra di dialogo New Project permette di personalizzare i vari parametri del progetto. Nel successivo capitolo 3 Lavorare con i progetti ne saranno esaminati in dettaglio i contenuti. 10 Nella finestra di dialogo New Project fare clic su OK. 11 Appare lo spazio di lavoro di Premiere Pro 12 Scegliere File > Capture. Appare la finestra Capture che contiene tutti i controlli per la gestione delle operazioni di acquisizione video. Claudio Benetti Usare Premiere PRO 2-19

20 2 TUTORIAL Cattura delle clip video da una telecamera DV La finestra Capture sarà descritta in dettaglio nel capitolo 4 Catturare e importare le clip video. 13 Al di sopra del monitor della finestra Capture viene riportato lo stato corrente della connessione fra la telecamera DV e Premiere Pro. Se la linea di stato riporta l indicazione Stopped significa che Premiere sta dialogando correttamente con la periferica digitale. Nota : se la linea di stato riporta l indicazione "Capture device offline," occorre controllare il cavo di connessione e che la telecamera sia accesa. In certi casi sarà necessario fare clic sulla scheda Settings della finestra Capture, quindi fare clic sul pulsante Options della sezione Device Control per verificare che le impostazioni della periferica digitale corrispondano al tipo di telecamera utilizzata. Per maggiori dettagli in merito si veda il capitolo 4 Catturare e importare le clip video Claudio Benetti Usare Premiere PRO

CAP VII Esportazione

CAP VII Esportazione VII.1 MARCATORI DVD. CAP VII Esportazione Dopo aver ottenuto, in seguito alle diverse forme di rielaborazione sia delle tracce video che delle tracce audio, un video che risponda alle proprie aspettative,

Dettagli

CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2

CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2 CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2 Che cos'è EDIUS EDIUS è un software di editing non lineare per il montaggio video su PC. Questo programma offre una vasta gamma di possibilità

Dettagli

Caratteristiche principali Supporto nativo per videocamere RED ora disponibile*

Caratteristiche principali Supporto nativo per videocamere RED ora disponibile* Caratteristiche principali Supporto nativo per videocamere RED ora disponibile* Il nuovo plug-in RED crea il flusso di lavoro più veloce, più flessibile e della migliore qualità possibile per la produzione

Dettagli

Anno Accademico 2004/2005 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Laurea in Comunicazione artistica e multimediale Corso di informatica prof.

Anno Accademico 2004/2005 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Laurea in Comunicazione artistica e multimediale Corso di informatica prof. Anno Accademico 2004/2005 Facoltà di Scienze della Comunicazione Corso di Laurea in Comunicazione artistica e multimediale Corso di informatica prof. Eugeni Gruppo di laboratorio prof. Manuppella realizzato

Dettagli

L ALBUM DI PINNACLE. 1. Raccogliere in una o più cartelle le foto. e.g. 2. Aprire PINNACLE quindi file>>nuovo progetto

L ALBUM DI PINNACLE. 1. Raccogliere in una o più cartelle le foto. e.g. 2. Aprire PINNACLE quindi file>>nuovo progetto L ALBUM DI PINNACLE 1. Raccogliere in una o più cartelle le foto. 2. Aprire PINNACLE quindi file>>nuovo progetto 3. Aprire menù IMPOSTAZIONI e scegliere editing; si apre la finestra 4. Regolare i tempi

Dettagli

Sommario. Prefazione...9

Sommario. Prefazione...9 Sommario Prefazione...9 1. Conoscere Adobe Premiere Pro CS5... 17 Impostazioni iniziali di progetto...17 L interfaccia...24 Le preferenze...33 Progetto e sequenze...35 Navigare l interfaccia con la tastiera...39

Dettagli

EDIUS 6: Nuove funzionalità

EDIUS 6: Nuove funzionalità EDIUS 6: Nuove funzionalità Questi brevi video dimostrativi hanno l obiettivo di offrire una prima e veloce panoramica di alcune delle nuove funzionalità di EDIUS 6. 1 Nuovi formati supportati Edius 6

Dettagli

Programma Master Video Editing e Montaggio

Programma Master Video Editing e Montaggio Programma Master Video Editing e Montaggio 1 PC Academy Via Capodistria 12 Tel.: 06.97.84.22.16 06.85.34.44.76 Cell. 393.93.64.122 - Fax: 06.91.65.92.92 www.pcacademy.it info@pcacademy.it Informazioni

Dettagli

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2

Il Personal Computer. Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 Il Personal Computer Uso del Computer e gestione dei File ECDL Modulo 2 1 accendere il Computer Per accendere il Computer effettuare le seguenti operazioni: accertarsi che le prese di corrente siano tutte

Dettagli

REALIZZIAMO UN FILMATO A PARTIRE DALLE NOSTRE

REALIZZIAMO UN FILMATO A PARTIRE DALLE NOSTRE REALIZZIAMO UN FILMATO A PARTIRE DALLE NOSTRE FOTOGRAFIE CON EFFETTI SPECIALI E COLONNA SONORA Uno dei migliori programmi per raggiungere l obiettivo è gratuito ed è presente in WINDOWS XP: si tratta di

Dettagli

Condivisione pratica dei filmati e supporto della tecnologia più recente

Condivisione pratica dei filmati e supporto della tecnologia più recente Il nuovo Adobe Premiere Elements 7 offre opzioni automatizzate che consentono di creare filmati di grande effetto in modo semplice e veloce. Individuate un argomento, mettetevi comodi e, grazie alla nuova

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Guida Pratica Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Integrare FileMaker Pro con Office pagina 1 Sommario Introduzione... 3 Prima di iniziare... 4 Condivisione di dati tra FileMaker Pro e Microsoft

Dettagli

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti.

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. 1 POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. Le presentazioni sono composte da varie pagine chiamate diapositive

Dettagli

Istruzioni per l uso della Guida. Icone utilizzate in questa Guida. Istruzioni per l uso della Guida. Software di backup LaCie Guida per l utente

Istruzioni per l uso della Guida. Icone utilizzate in questa Guida. Istruzioni per l uso della Guida. Software di backup LaCie Guida per l utente Istruzioni per l uso della Guida Istruzioni per l uso della Guida Sulla barra degli strumenti: Pagina precedente / Pagina successiva Passa alla pagina Indice / Passa alla pagina Precauzioni Stampa Ottimizzate

Dettagli

Corso di introduzione all uso del programma FINAL CUT PRO. di Thierry Moro

Corso di introduzione all uso del programma FINAL CUT PRO. di Thierry Moro Corso di introduzione all uso del programma FINAL CUT PRO di Thierry Moro Durante il corso verranno trattate le cinque fasi principali del programma: l impostazione, l importazione (o acquisizione), il

Dettagli

Avid Liquid 7 Montaggio. Audio. DVD. Effetti speciali... in una sola applicazione!

Avid Liquid 7 Montaggio. Audio. DVD. Effetti speciali... in una sola applicazione! Avid Liquid 7 Il potente editor video SD e HD di Avid Liquid offre funzioni integrate di creazione di DVD, elaborazione audio del suono surround e oltre 1000 stupefacenti effetti in tempo reale. Il set

Dettagli

Indice INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1

Indice INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1 Indice INTRODUZIONE.............................................. XIII PARTE PRIMA.................................................. 1 1 Iniziare con i DVD e i VCD........................................

Dettagli

Prof. Filippo Stanco

Prof. Filippo Stanco Introduzione Adobe Premiere è un applicazione ad alte prestazioni che porta la produzione di video e audio a un livello completamente nuovo, offrendovi un netto vantaggio professionale. Grazie al massimo

Dettagli

Modulo 4 Strumenti di presentazione

Modulo 4 Strumenti di presentazione Modulo 4 Strumenti di presentazione Scopo del modulo è mettere l allievo in grado di: o descrivere le funzionalità di un software per generare presentazioni. o utilizzare gli strumenti standard per creare

Dettagli

Modulo 6 Strumenti di presentazione

Modulo 6 Strumenti di presentazione Modulo 6 Strumenti di presentazione Gli strumenti di presentazione permettono di realizzare documenti ipertestuali composti da oggetti provenienti da media diversi, quali: testo, immagini, video digitali,

Dettagli

Demo. La palette allinea. La palette Anteprima conversione trasparenza. Adobe Illustrator CS2

Demo. La palette allinea. La palette Anteprima conversione trasparenza. Adobe Illustrator CS2 Le Palette (parte prima) Come abbiamo accennato le Palette permettono di controllare e modificare il vostro lavoro. Le potete spostare e nascondere come spiegato nella prima lezione. Cominciamo a vedere

Dettagli

PHOTOSHOP BREVE TUTORIAL

PHOTOSHOP BREVE TUTORIAL PHOTOSHOP BREVE TUTORIAL CARATTERISTICHE INNOVATIVE DI PHOTOSHOP CS SOMMARIO Il file browser Galleria dei filtri Disporre testo su un tracciato Paletta degli istogrammi Omogeneizzazione del colore ed acquisizione

Dettagli

Manuale dell utente Ulead Systems, Inc. Gennaio 2005. DVD MovieFactory

Manuale dell utente Ulead Systems, Inc. Gennaio 2005. DVD MovieFactory Manuale dell utente Ulead Systems, Inc. Gennaio 2005 DVD MovieFactory Ulead DVD MovieFactory versione 4 2000-2005 Ulead Systems, Inc. Tutti i diritti riservati. Non è possibile riprodurre o trasmettere

Dettagli

Manuale di Outlook Express

Manuale di Outlook Express 1. Introduzione 2. Aprire Outlook Express 3. L'account 4. Spedire un messaggio 5. Opzione invia ricevi 6. La rubrica 7. Aggiungere contatto alla rubrica 8. Consultare la rubrica 9. Le cartelle 10. Come

Dettagli

TotalMedia. BARRA DEI PULSANTI La barra dei pulsanti a scomparsa appare per alcuni secondi ogni volta che spostate il mouse sullo schermo.

TotalMedia. BARRA DEI PULSANTI La barra dei pulsanti a scomparsa appare per alcuni secondi ogni volta che spostate il mouse sullo schermo. TotalMedia INTRODUZIONE Benvenuti in ArcSoft TotalMedia, l applicazione multimediale all-in-one che vi permette di gestire e utilizzare le vostre immagini digitali, i video, i programmi TV, la radio e

Dettagli

Elementi di Producer versione in italiano

Elementi di Producer versione in italiano Elementi di Producer versione in italiano Come realizzare una semplice proiezione Pro Show Producer La Mole 2009 1 Prima di cominciare Per non appesantire il programma è bene creare una cartella con una

Dettagli

IL SISTEMA OPERATIVO

IL SISTEMA OPERATIVO IL SISTEMA OPERATIVO Windows è il programma che coordina l'utilizzo di tutte le componenti hardware che costituiscono il computer (ad esempio la tastiera e il mouse) e che consente di utilizzare applicazioni

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file Parte 1 Desktop All avvio del computer compare il Desktop. Sul Desktop sono presenti le Icone. Ciascuna icona identifica un oggetto differente che può essere un file,

Dettagli

GESTIONE DEI COMPONENTI MULTIMEDIALI IN POWERPOINT 2007

GESTIONE DEI COMPONENTI MULTIMEDIALI IN POWERPOINT 2007 GESTIONE DEI COMPONENTI MULTIMEDIALI IN POWERPOINT 2007 Inserire un grafico di Excel in una diapositiva Per iniziare la gestione di componenti multimediali in una presentazione PowerPoint, cominciamo con

Dettagli

Realizzare una presentazione con PowerPoint

Realizzare una presentazione con PowerPoint Realizzare una presentazione con PowerPoint Indice Interfaccia di PowerPoint... 1 Avvio di PowerPoint e creazione di una nuova presentazione... 2 Inserimento di titoli e immagini... 4 Inserimento di altre

Dettagli

X-Sign Basic Manuale Utente

X-Sign Basic Manuale Utente X-Sign Basic Manuale Utente Copyright Copyright 2015 di BenQ Corporation. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, salvata in

Dettagli

Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign

Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign Credo sia utile impostare fin da subito le unità di misura. InDesign > Unità e incrementi Iniziamo poi creando un nuovo documento. File

Dettagli

Organizzare il proprio lavoro

Organizzare il proprio lavoro Utilizzo di ADOBE PHOTOSHOP ELEMENTS 7 Organizzare il proprio lavoro Inserire le parole chiave Ricercare le immagini 69 Capitolo 5: Applicazione dei tag e organizzazione delle foto Potete usare i tag parole

Dettagli

Per aprire Calcolatrice, fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Accessori e quindi Calcolatrice.

Per aprire Calcolatrice, fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Accessori e quindi Calcolatrice. LA CALCOLATRICE La Calcolatrice consente di eseguire addizioni, sottrazioni, moltiplicazioni e divisioni. Dispone inoltre delle funzionalità avanzate delle calcolatrici scientifiche e statistiche. È possibile

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza I grafici in Excel... 1 Creazione di grafici con i dati di un foglio di lavoro... 1 Ricerca del tipo di grafico più adatto... 3 Modifica del grafico...

Dettagli

come fare Montare un video girato con la fotocamera

come fare Montare un video girato con la fotocamera come fare Montare un video girato con la fotocamera O2 Montare un video girato con la fotocamera LA MAGGIOR PARTE DELLE FOTOCAMERE DIGITALI DELLE ULTIME GENERAZIONI POSSONO EFFETTUARE RIPRESE VIDEO ANCHE

Dettagli

Laboratorio Arte e multimedia A - C. Trevisan. Modalità di produzione dei video per l esame e la partecipazione a Enel Digital Contest

Laboratorio Arte e multimedia A - C. Trevisan. Modalità di produzione dei video per l esame e la partecipazione a Enel Digital Contest IUAV fda Laboratorio Arte e multimedia A - C. Trevisan Modalità di produzione dei video per l esame e la partecipazione a Enel Digital Contest In Cinema 4D, impostare il formato 1024x768 (da preferire)

Dettagli

The Free Interactive Whiteboard Software

The Free Interactive Whiteboard Software The Free Interactive Whiteboard Software Per eseguire il Download del Software Digita nella barra di Google l indirizzo Una finestra di dialogo ti chiederà di inserire i tuoi dati personali Scegli il sistema

Dettagli

MANUALE D USO Agosto 2013

MANUALE D USO Agosto 2013 MANUALE D USO Agosto 2013 Descrizione generale MATCHSHARE è un software per la condivisione dei video e dati (statistiche, roster, ) delle gare sportive. Ogni utente abilitato potrà caricare o scaricare

Dettagli

Photohands. Software di ritocco e stampa per Windows. Manuale di istruzioni. Versione 1.0 K862PSM8DX

Photohands. Software di ritocco e stampa per Windows. Manuale di istruzioni. Versione 1.0 K862PSM8DX I Photohands Versione 1.0 Software di ritocco e stampa per Windows Manuale di istruzioni K862PSM8DX Windows è un marchio di fabbrica di Microsoft Corporation. Altre aziende e nomi di prodotti sono marchi

Dettagli

Guida rapida all uso di Kdenlive

Guida rapida all uso di Kdenlive Questa documentazione è stata convertita dalla pagina Kdenlive/Manual/QuickStart di KDE UserBase. Traduzione della documentazione: Daniele Micci 2 Indice 1 Creare un nuovo progetto 5 2 Aggiungere clip

Dettagli

Archivio Parrocchiale

Archivio Parrocchiale BREVI INFORMAZIONI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA Archivio Parrocchiale 1 INDICE PREMESSA...3 CENNI SUL PROGRAMMA...4 REQUISITI MINIMI DEL PC...5 LA FINESTRA PRINCIPALE...6 I PULSANTI DEL MENU PRINCIPALE...7

Dettagli

Università della Terza Età CORSO DI VIDEO EDITING 2010/2011. Lezione 004-09 dicembre 2010; 16 dicembre 2010 PARTE PHOTOSHOP

Università della Terza Età CORSO DI VIDEO EDITING 2010/2011. Lezione 004-09 dicembre 2010; 16 dicembre 2010 PARTE PHOTOSHOP PARTE PHOTOSHOP 1 Video e Animazioni In Adobe Photoshop CS4, potete creare animazioni basate su fotogrammi modificando i livelli dell immagine in modo da creare movimento e cambiamenti. Potete inoltre

Dettagli

Come costruire una presentazione. PowerPoint 1. ! PowerPoint permette la realizzazione di presentazioni video ipertestuali, animate e multimediali

Come costruire una presentazione. PowerPoint 1. ! PowerPoint permette la realizzazione di presentazioni video ipertestuali, animate e multimediali PowerPoint Come costruire una presentazione PowerPoint 1 Introduzione! PowerPoint è uno degli strumenti presenti nella suite Office di Microsoft! PowerPoint permette la realizzazione di presentazioni video

Dettagli

Istituto Alberghiero De Filippi Laboratorio di informatica Corso ECDL MODULO 6 ECDL. Strumenti di presentazione Microsoft PowerPoint ECDL

Istituto Alberghiero De Filippi Laboratorio di informatica Corso ECDL MODULO 6 ECDL. Strumenti di presentazione Microsoft PowerPoint ECDL Istituto Alberghiero De Filippi Laboratorio di informatica Corso ECDL MODULO 6 ECDL Strumenti di presentazione Microsoft PowerPoint ECDL Gli strumenti di presentazione servono a creare presentazioni informatiche

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Realizzare un film con Windows Movie Maker

Realizzare un film con Windows Movie Maker Realizzare un film con Windows Movie Maker La Teca Didattica Movie Maker è un applicazione di Windows poco sfruttata a scuola, ma molto carina e facile da usare per realizzare piccoli film con i compagni

Dettagli

Creare CD e DVD. con l unità DVD Writer/CD Writer

Creare CD e DVD. con l unità DVD Writer/CD Writer Creare CD e DVD con l unità DVD Writer/CD Writer Le informazioni contenute nel presente documento sono soggette a modifica senza preavviso. Hewlett-Packard non rilascia alcuna garanzia relativa al presente

Dettagli

Le principali novità di Windows XP

Le principali novità di Windows XP Le principali novità di Windows XP di Gemma Francone supporto tecnico di Mario Rinina La nuova versione di Windows XP presenta diverse nuove funzioni, mentre altre costituiscono un evoluzione di quelle

Dettagli

Corso Video editing con Pinnacle Studio Lezione n. 17

Corso Video editing con Pinnacle Studio Lezione n. 17 Le immagini statiche Lezione 17: Le immagini statiche All interno di un filmato possono trovare spazio, per diverse ragioni delle immagini statiche, come disegni e, soprattutto, fotografie. Gli utilizzi

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

LEZIONE 20. Sommario LEZIONE 20 CORSO DI COMPUTER PER SOCI CURIOSI

LEZIONE 20. Sommario LEZIONE 20 CORSO DI COMPUTER PER SOCI CURIOSI 1 LEZIONE 20 Sommario VENTESIMA LEZIONE... 2 FILE SYSTEM... 2 Utilizzare file e cartelle... 3 Utilizzare le raccolte per accedere ai file e alle cartelle... 3 Informazioni sugli elementi di una finestra...

Dettagli

I tracciati sono contorni che potete trasformare in selezioni o a cui potete applicare un riempimento o una traccia di colore. tracciato temporaneo

I tracciati sono contorni che potete trasformare in selezioni o a cui potete applicare un riempimento o una traccia di colore. tracciato temporaneo Disegnare Il disegno (1) Quando si disegna in Adobe Photoshop si creano forme vettoriali e tracciati. Per disegnare potete usare gli strumenti: Forma Penna Penna a mano libera Le opzioni per ogni strumento

Dettagli

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3

Foglio elettronico. OpenOffice.org Calc 1.1.3 Foglio elettronico OpenOffice.org Calc 1.1.3 PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Aprire il programma Menu Avvio applicazioni Office OpenOffice.org Calc. Chiudere il programma Menu File Esci. Pulsanti

Dettagli

Microsoft e Windows sono marchi registrati di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e in altri paesi. Parti di software di filtro grafica sono

Microsoft e Windows sono marchi registrati di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e in altri paesi. Parti di software di filtro grafica sono Microsoft e Windows sono marchi registrati di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e in altri paesi. Parti di software di filtro grafica sono frutto del lavoro di Group 42, Inc. Parti di software di

Dettagli

Montaggio video. La "composizione" avviene attraverso tagli e unioni per mezzo di attrezzature meccaniche (come la moviola)

Montaggio video. La composizione avviene attraverso tagli e unioni per mezzo di attrezzature meccaniche (come la moviola) Montaggio video Il montaggio è la principale fase della cosiddetta post-produzione di un filmato, durante la quale il materiale disponibile è visionato, analizzato e ricomposto in base ad esigenze narrative,

Dettagli

Server E-Map. Installazione del Server E-Map. Finestra del Server E-Map

Server E-Map. Installazione del Server E-Map. Finestra del Server E-Map Manuale d uso per i programmi VS Server E-Map Con E-Map Server, si possono creare mappe elettroniche per le telecamere ed i dispositivi I/O collegati a GV-Video Server. Usando il browser web, si possono

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

Facile acquisire. Facile completare. Flusso di lavoro HDV completo. Flessibilità di formati. Produzione di DVD senza problemi

Facile acquisire. Facile completare. Flusso di lavoro HDV completo. Flessibilità di formati. Produzione di DVD senza problemi Avid Liquid Pro aggiunge I/O video e audio analogici e digitali alle funzioni integrate SD e HDV di montaggio video, elaborazione del suono surround, creazione di DVD e ai potenti effetti in tempo reale.

Dettagli

A SCUOLA CON LA LIM 1

A SCUOLA CON LA LIM 1 A SCUOLA CON LA LIM 1 A cura dell'insegnante LUCIA STIRPE Istituto Comprensivo San Cesareo mag 13 19:01 1 Cos'è una LIM? LIM è l'acronimo di Lavagna Interattiva Multimediale. E' un dispositivo elettronico

Dettagli

Guida per l utente. Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it. FotoMax editor è il software gratuito di

Guida per l utente. Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it. FotoMax editor è il software gratuito di Guida per l utente Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it FotoMax editor è il software gratuito di Indice Contenuti Introduzione... pag. 1 Copyright e contenuti... 2 Privacy... 2 Download

Dettagli

Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano

Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano Indice 1. Introduzione... 2 2. Requisiti di sistema... 2 3. Installa Podium View... 3 4. Connessione all

Dettagli

Microsoft PowerPoint

Microsoft PowerPoint Microsoft introduzione a E' un programma che si utilizza per creare presentazioni grafiche con estrema semplicità e rapidità. Si possono realizzare presentazioni aziendali diapositive per riunioni di marketing

Dettagli

Sono uno strumento di composizione efficace per combinare più foto in una sola immagine e per effettuare correzioni locali di colori e toni.

Sono uno strumento di composizione efficace per combinare più foto in una sola immagine e per effettuare correzioni locali di colori e toni. Maschere di Livello Maschere di livello Le maschere di livello sono utili per nascondere porzioni del livello a cui vengono applicate e rivelare i livelli sottostanti. Sono uno strumento di composizione

Dettagli

Roxio Easy VHS to DVD. Guida introduttiva

Roxio Easy VHS to DVD. Guida introduttiva Roxio Easy VHS to DVD Guida introduttiva ii Roxio Easy VHS to DVD Guida introduttiva www.roxio.com Informazioni preliminari su Roxio Easy VHS to DVD 3 Nel presente manuale Installazione Easy VHS to DVD........................................................

Dettagli

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività Foglio Elettronico Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti Tasto dx 1 clic sul pulsante

Dettagli

Quando si avvia Nero SoundTrax viene visualizzata una finestra in cui è possibile selezionare i modelli di progetto.

Quando si avvia Nero SoundTrax viene visualizzata una finestra in cui è possibile selezionare i modelli di progetto. 3 Interfaccia utente 3.1 Modelli Quando si avvia Nero SoundTrax viene visualizzata una finestra in cui è possibile selezionare i modelli di progetto. Sono disponibili le seguenti icone di menu: Finestra

Dettagli

Utilità plotter da taglio Summa

Utilità plotter da taglio Summa Utilità plotter da taglio Summa 1 Utilità plotter da taglio Nelle righe seguenti sono descritte le utilità che possono essere installate con questo programma: 1. Plug-in per CorelDraw (dalla versione 11

Dettagli

Indice generale Introduzione...xi Capitolo 1 Che cos è Flash...1

Indice generale Introduzione...xi Capitolo 1 Che cos è Flash...1 Indice generale Introduzione... xi Capitolo 1 Che cos è Flash...1 Le novità di Flash CS4... 2 Animazione basata su oggetti... 2 Tracciati in movimento... 3 Trasformazione 3D... 3 Pittura ed animazione

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS. Esercitatore: Fabio Palopoli

Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS. Esercitatore: Fabio Palopoli Corso di Introduzione all Informatica MS-WINDOWS Esercitatore: Fabio Palopoli IL SISTEMA OPERATIVO Il Sistema Operativo è il software che permette l interazione tra uomo e macchina (hardware). Il S.O.

Dettagli

XnView. Visualizzatore/Convertitore di formato per immagini. Guida di riferimento alle funzionalità principali

XnView. Visualizzatore/Convertitore di formato per immagini. Guida di riferimento alle funzionalità principali XnView Visualizzatore/Convertitore di formato per immagini Guida di riferimento alle funzionalità principali Questa guida è stata realizzata dall'aiuto in linea di XnView ed ha lo scopo di essere un riferimento

Dettagli

WGDESIGNER Manuale Utente

WGDESIGNER Manuale Utente WGDESIGNER Manuale Utente Pagina 1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 1.1 Requisiti hardware e software... 3 2 Configurazione... 3 3 Installazione... 4 3.1 Da Webgate Setup Manager... 4 3.2 Da pacchetto autoestraente...

Dettagli

WEBCAM HP - MANUALE DELL UTENTE

WEBCAM HP - MANUALE DELL UTENTE WEBCAM HP - MANUALE DELL UTENTE v4.3.it Part number: 5992-4251 Copyright 2008 2009 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifica senza

Dettagli

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4 Foglio Elettronico PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1

Uso del computer e gestione dei file. Parte 1 Uso del computer e gestione dei file Parte 1 Avviare il pc Il tasto da premere per avviare il computer è frequentemente contraddistinto dall etichetta Power ed è comunque il più grande posto sul case.

Dettagli

Guida per l utente dello Scanner

Guida per l utente dello Scanner Guida per l utente dello Scanner Capitolo 1: Esercitazione di scansione Capitolo 2: La finestra di dialogo TWAIN Appendice Indice 2 Esercitazione di scansione Attivazione (Acquisizione) ed utilizzo della

Dettagli

Guida introduttiva. Aprire una finestra di dialogo Facendo clic sull'icona di avvio vengono visualizzate ulteriori opzioni per un gruppo.

Guida introduttiva. Aprire una finestra di dialogo Facendo clic sull'icona di avvio vengono visualizzate ulteriori opzioni per un gruppo. Guida introduttiva L'aspetto di Microsoft Excel 2013 è molto diverso da quello delle versioni precedenti. Grazie a questa guida appositamente creata è possibile ridurre al minimo la curva di apprendimento.

Dettagli

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti.

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file DESKTOP All accensione del nostro PC, il BIOS (Basic Input Output System) si occupa di verificare, attraverso una serie di test, che il nostro hardware

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

Personalizzazione stampe con strumento Fincati

Personalizzazione stampe con strumento Fincati Personalizzazione stampe con strumento Fincati Indice degli argomenti Introduzione 1. Creazione modelli di stampa da strumento Fincati 2. Layout per modelli di stampa automatici 3. Impostazioni di stampa

Dettagli

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo

Laboratorio di Informatica. Facoltà di Economia Università di Foggia. Prof. Crescenzio Gallo . Laboratorio di Informatica Facoltà di Economia Università di Foggia Prof. Crescenzio Gallo Word è un programma di elaborazione testi che consente di creare, modificare e formattare documenti in modo

Dettagli

Videoregistratori Serie DX

Videoregistratori Serie DX Pagina:1 DVR per telecamere AHD, analogiche, IP Manuale programma CMS Come installare e utilizzare il programma client per i DVR Pagina:2 Contenuto del manuale In questo manuale viene descritto come installare

Dettagli

Introduzione. Strumenti di Presentazione Power Point. Risultato finale. Slide. Power Point. Primi Passi 1

Introduzione. Strumenti di Presentazione Power Point. Risultato finale. Slide. Power Point. Primi Passi 1 Introduzione Strumenti di Presentazione Power Point Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Con il termine STRUMENTI DI PRESENTAZIONE, si indicano programmi in grado di preparare presentazioni

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Sommario. 1. Introduzione... 11 Cos è Adobe After Effects e chi lo usa...11 A chi è rivolto il testo...13 Argomenti trattati...14

Sommario. 1. Introduzione... 11 Cos è Adobe After Effects e chi lo usa...11 A chi è rivolto il testo...13 Argomenti trattati...14 Sommario 1. Introduzione... 11 Cos è Adobe After Effects e chi lo usa...11 A chi è rivolto il testo...13 Argomenti trattati...14 Picture In Picture (PIP) per scoprire After Effects...14 Banner Web animato...14

Dettagli

A cura dell insegnante Elena Serventi Funzione strumentale TIC (Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione) del circolo didattico di Pavone

A cura dell insegnante Elena Serventi Funzione strumentale TIC (Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione) del circolo didattico di Pavone A cura dell insegnante Elena Serventi Funzione strumentale TIC (Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione) del circolo didattico di Pavone Canavese Febbraio 2011 Cos'è una LIM? LIM è l'acronimo

Dettagli

GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2

GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2 GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2 INFORMAZIONI SUL DISPOSITIVO READER...2 OPERAZIONI DI BASE...2 APPLICAZIONI E SCHERMATA [HOME]...2 Barra di stato...3 Finestra di notifica...4 OPERAZIONI DEL

Dettagli

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE

6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE 6.6 PREPARAZIONE ALLA PRESENTAZIONE Le funzionalità di Impress permettono di realizzare presentazioni che possono essere arricchite con effetti speciali animando gli oggetti o l entrata delle diapositive.

Dettagli

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente EasyPrint v4.15 Gadget e calendari Manuale Utente Lo strumento di impaginazione gadget e calendari consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di ordinare in maniera semplice

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

&RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD. Microsoft Word. Tutorial

&RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD. Microsoft Word. Tutorial &RUVRGLLQWURGX]LRQH DOO LQIRUPDWLFD Microsoft Word Tutorial Sommario Introduzione Formattazione del documento Formattazione della pagina Layout di pagina particolari Personalizzazione del documento Integrazione

Dettagli

DeeControl Manuale dell'utente

DeeControl Manuale dell'utente Impostazione, manutenzione e funzionalità del software di taglio DeeControl DeeControl Manuale dell'utente Versione 1.1 - 2 - Contenuto Introduzione... - 4 - Requisiti minimi... - 4 - Installazione...

Dettagli

MODULO 7 SEZIONE 2 Utilizzo di Outlook Express 6.0 (Windows XP)

MODULO 7 SEZIONE 2 Utilizzo di Outlook Express 6.0 (Windows XP) 7.4 POSTA ELETTRONICA MODULO 7 SEZIONE 2 Utilizzo di Outlook Express 6.0 (Windows XP) prima parte 7.4.1 Concetti e termini 7.4.1.1 Capire come è strutturato un indirizzo di posta elettronica Tre parti

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL 'LVSHQVD 'L :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL ',63(16$',:,1'2:6,QWURGX]LRQH Windows 95/98 è un sistema operativo con interfaccia grafica GUI (Graphics User Interface), a 32 bit, multitasking preempitive. Sistema

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

Registro unico Antiriciclaggio

Registro unico Antiriciclaggio Registro unico Antiriciclaggio VERSIONE PROFESSIONISTI E CED VERSIONE 4.0.0 Sommario Introduzione... 4 Requisiti di sistema... 5 Installazione del software... 6 Verifica automatica dei requisiti di installazione...

Dettagli