fotovoltaico: benefici derivanti dall integrazione di verde pensile e sistema di bagnatura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "fotovoltaico: benefici derivanti dall integrazione di verde pensile e sistema di bagnatura"

Transcript

1 Producibilità di un impianto fotovoltaico: benefici derivanti dall integrazione di verde pensile e sistema di bagnatura SOMMARIO L aumento di temperatura delle celle fotovoltaiche sottoposte ad elevata radiazione solare, comporta un abbassamento del rendimento dell impianto. Al fine di contrastare questo fenomeno che riduce la capacità produttiva di un impianto fotovoltaico proprio nel periodo estivo di massimo irraggiamento, è possibile raffreddare le celle attraverso un sistema di bagnatura. E altresì noto come l installazione di un impianto fotovoltaico in prossimità di uno spazio verde consenta un minor surriscaldamento dei moduli con conseguente aumento della producibilità. Scopo del presente lavoro è quello di quantificare l incremento, su base annua, della producibilità di un impianto fotovoltaico dovuto all effetto combinato della presenza del verde e della bagnatura dei moduli. A tal fine è stato realizzato, nella periferia di Bologna, un prototipo dotato di verde pensile ed impianto fotovoltaico integrato. L impianto è stato sottoposto a bagnatura programmata dei moduli. Il sistema nel suo complesso è stato modellato attraverso un software di simulazione dinamica e sono stati determinati gli incrementi di produzione annua rispetto ad una installazione tradizionale su copertura. SUMMARY The temperature increase of PV cells due to high solar radiation, yields to a reduction of the overall PV plant efficiency. In order to contrast such phenomenon that reduces the production capacity during summer, that is the period of maximum solar radiation, a water cooling system for PV modules can be adopted. Furthermore, it is well known that installing a PV plant close to a green area has a positive effect on the modules temperature, hence on the modules efficiency. The main objective of this paper is to quantify the annual increasing of PV plant productivity due to the combined effect of a green area and a water cooling system. Therefore, in the suburbs of Bologna, a building prototype has been constructed with a green roof, an integrated PV plant and a water cooling system. The overall system has been modelled by means of a dynamic simulation program and the annual production increase, compare to a traditional PV plant installation, has been evaluated. Tiziano Terlizzese, Sarah Nicolini, Francesco Stella Nier Ingegneria spa LUCA MARZOCCHI Generasistema PREMESSA Il rendimento di produzione di energia elettrica di un modulo fotovoltaico è fortemente influenzato dalla temperatura della cella fotovoltaica. Il rendimento, infatti, decresce quasi linearmente di circa lo 0,4% per ogni grado di aumento della temperatura di cella (1). In letteratura sono descritti diversi sistemi per l aumento delle prestazioni di un sistema fotovoltaico attraverso il raffreddamento dei moduli. Odeh e Behnia (2) dell Università di Sydney propongono una bagnatura in continuo della cella con un film d acqua sottile, mentre Abdolzadeh e Ameri (3) propongono una bagnatura di tipo a getto continuo della cella. Nel primo caso i risultati ottenuti mostrano un incremento medio annuo di produzione pari a circa 4-10%, il range di variabilità è dovuto al fatto che le misure sono state effettuate in Australia a diverse latitudini. Abdolzadeh e Ameri hanno invece ottenuto un incremento di circa il 3,2% riferito, tuttavia, ad un periodo di misura piuttosto breve. E stato inoltre osservato (4) come l accoppiamento fra verde pensile (o tetto verde) ed un impianto fotovoltaico possa portare ad incrementi di produzione di energia elettrica fino Ingegneril Architettil Costruttori I ANNO LXVII I 5_2012 I

2 a circa l 8%, in climi tropicali, rispetto ad un impianto fotovoltaico posto sopra ad una copertura priva di verde pensile. Rispetto ad una copertura tradizionale, la superficie verde riflette maggiormente la radiazione incidente e beneficia altresì dell effetto raffrescante dovuto al processo di evapotraspirazione fogliare. Scopo del presente lavoro è quello di quantificare i benefici, in termini di incremento del rendimento di produzione di energia elettrica fotovoltaica, ottenibili considerando l effetto combinato dell integrazione di un sistema fotovoltaico con verde pensile e della simultanea bagnatura dei moduli. A tal fine, la società Generasistema (www. generasistema.it) ha realizzato un prototipo di edificio in scala reale, dotato di copertura con verde pensile, impianto fotovoltaico integrato e sistema di bagnatura a getto dei moduli. Attraverso il monitoraggio continuo delle condizioni climatiche locali, della produzione dell impianto fotovoltaico e della temperatura di cella è stato possibile confrontare l efficienza dell impianto nelle seguenti configurazioni: 1) accoppiamento impianto fotovoltaico verde pensile e sistema di bagnatura programmata dei moduli attivo (RVP), 2) accoppiamento impianto fotovoltaico verde pensile con sistema di bagnatura non funzionante (VP), 3) sistema tradizionale, ossia con copertura priva di verde pensile e assenza di bagnatura (Rif). Le misurazioni sono state condotte durante il periodo aprile agosto Per poter valutare i benefici su scala annuale e sotto differenti condizioni climatiche, è stato realizzato un modello di simulazione dinamica del sistema sopra descritto utilizzando il software TRNSYS. Le misure sperimentali hanno consentito la taratura del modello. Figura 1 - Il prototipo. L impianto fotovoltaico posizionato in modo complanare alla copertura, circonda l area destinata a verde pensile ed ha inclinazione di 6 rispetto al piano orizzontale e azimuth di 9 verso ovest. La struttura è a Bologna, zona Casteldebole Il prototipo Il prototipo ha un estensione di circa 1700 m2, di cui 121 m2 sono occupati dalla struttura, 40 m2 da un biolago e 256 m2 da un giardino filtrante. L edificio, simile ad una serra, presenta una struttura piuttosto semplice con una parte portante costituita da profilati in acciaio e pareti interamente in vetro (Fig. 1). Sulla copertura costituita da una unica falda leggermente inclinata, è posizionato un impianto fotovoltaico di 8,36 kwp di potenza e 62 m2 ed un area adibita a verde pensile che occupa una superficie di 59 m2. Il verde pensile, o tetto verde, è di tipo estensivo, realizzato secondo le linee guida FLL (5) e in rispetto della UNI (6): l essenza utilizzata 12 Figura 2 - Sistema di raffreddamento dei moduli fotovoltaici. L acqua, prelevata dal biolago e continuamente fitodepurata, ha caratteristiche tali da non lasciare residui calcarei sui pannelli. Tale risultato lo si può ottenere, in alternativa alla fitodepurazione, con un sistema di addolcimento dell acqua ed uno stoccaggio in serbatoi interrati. Gli ugelli sono gestiti da un impianto di irrigazione programmabile.

3 è infatti il sedum, pianta erbacea con limitato sviluppo in altezza, che richiede poca manutenzione e ha buone caratteristiche in termini di velocità di radicamento, di ombreggiatura, resistenza alla siccità ed al gelo. L impianto fotovoltaico è composto da 6 stringhe da 8 moduli cadauna, modello SUNAGE tipo SAM72/5 monocristallino da 175 Wp e da due inverter modello SolarMax. Il sistema di raffreddamento dell impianto fotovoltaico è costituito da 21 erogatori, della tipologia ugelli autocompensanti, fissati ad un profilo drenante. La gittata dell acqua è stata indirizzata verso il basso in modo che possa investire interamente la superficie dei moduli. La portata di un singolo erogatore è di 1,6 l/min, per un totale di 33,6 l/min (Fig. 2). L acqua utilizzata per il raffreddamento dei pannelli viene prelevata da un biolago prospiciente la struttura che raccoglie l acqua meteorica proveniente dal giardino filtrante e dalla stessa copertura dell edificio. L acqua del biolago, viene continuamente depurata attraverso un sistema di fitodepurazione e, in caso di necessità, integrata dall acqua di acquedotto. Analisi dei dati raccolti La quantificazione dei benefici dovuti all interazione fra l impianto solare fotovoltaico ed il verde pensile e dei benefici ottenibili dalla bagnatura dei pannelli fotovoltaici, rappresenta gli obiettivi dell attività sperimentale condotta. A tal fine sono state eseguite campagne di misura della produzione di energia elettrica fotovoltaica nei seguenti casi: 1) bagnatura dei moduli fotovoltaici attraverso l apposito impianto d irrigazione in presenza di verde pensile, questo primo caso verrà di seguito identificato con l acronimo RVP, Raffreddamento-VerdePensile per indicare che entrambi gli aspetti, bagnatura dei moduli e verde pensile, sono stati presi in considerazione; 2) assenza di bagnatura in presenza di verde pensile, questo secondo caso verrà di seguito identificato con l acronimo VP, VerdePensile, per indicare che è preso in considerazione l aspetto di raffrescamento dovuto al verde pensile; 3) assenza di bagnatura e copertura totale della superficie verde del tetto con guaine bituminose, questo terzo caso verrà di seguito identificato con l acronimo Rif, per indicare che sarà considerato come caso di riferimento (vedi Fig. 3). Strumenti di misura ed acquisizione dati Il prototipo è stato dotato di una centralina meteorologica, modello Vantage Pro 2 Plus del produttore Davis Instruments, installata ad un altezza di tre metri in prossimità dell edificio. Le variabili meteorologiche monitorate sono: temperatura ambiente, velocità e direzione del vento, irraggiamento solare e precipitazioni. Per la misura della temperatura della cella fotovoltaica è stata installata una termoresistenza PT100 inserita in una apposita lamella in materiale plastico autoadesivo posta a contatto con la parte inferiore del modulo. La rilevazione dei dati di produzione dell impianto fotovoltaico è stata effettuata attraverso il software fornito dal produttore dell inverter che fornisce i dati di potenza, corrente e tensione, in ingresso ed uscita dall inverter stesso. Il prototipo è altresì dotato di un sistema di misura dell acqua meteorica raccolta dal giardino filtrante e dell acqua meteorica raccolta dalla copertura della struttura e convogliata nel biolago. Tali misure sono state utilizzate per una verifica della sostenibilità ambientale del sistema nel suo complesso. Figura 3 - Copertura del verde pensile con guaina bituminosa. Al fine di riprodurre il comportamento di un impianto fotovoltaico installato su una copertura tradizionale, il verde pensile è stato ricoperto con una guaina bituminosa nera (caso Rif) Per ognuno dei casi sopra illustrati sono state registrate, con intervallo di acquisizione pari ad 1 minuto, i dati di produzione fotovoltaica, le variabili ambientali fornite dalla stazione meteorologica e la temperatura di cella dei moduli. Per quanto riguarda il caso RVP è stato scelto di eseguire cicli di bagnatura dei moduli fotovoltaici della durata di 1 minuto ogni 30 minuti dalle ore fino alle ore per un totale di 12 cicli. 13

4 Figura 4 - Andamento della temperatura di cella Tc (in blu) e della radiazione solare (in giallo). Dal grafico risulta evidente come alle ore 11 sia iniziato il primo ciclo di bagnatura, della durata di 1 minuto, ed i successivi cicli di bagnatura ogni 30 minuti fino alle ore La temperatura di cella, Tc, infatti, cala velocemente durante il periodo di bagnatura per poi risalire fino alla bagnatura successiva. L andamento seghettato della radiazione solare nelle ore pomeridiane è dovuto alla presenza di nubi. Le misure sono state condotte dal per ognuno dei casi analizzati nel 28 aprile al 13 maggio In Fig. 4 presente lavoro (RVP, VP e Rif), è è riportato l andamento della temperatura di cella durante il periodo ste due grandezze, ossia il rendi- stato calcolato il rapporto fra que- di bagnatura. mento di produzione dell impianto Per ogni valore misurato di potenza elettrica generata dall im- fissato intervallo di temperatura fotovoltaico,η. Dopodiché, per ogni pianto fotovoltaico e di radiazione dell aria esterna e per fissati intervalli di radiazione solare solare incidente sull impianto e incidente sul piano orizzontale, è stato calcolato il valore medio del rendimento nei tre casi: η RVP, η VP e η Rif, rispettivamente. In Tab. 1 è riportato un esempio di quanto è stato elaborato: nella seconda colonna sono riportati i valori medi del rendimento, nel caso VP, calcolati utilizzando i dati di potenza elettrica prodotta e radiazione solare incidente sui moduli, registrati quando la temperatura dell aria esterna era compresa negli intervalli indicati in colonna 1 e la radiazione solare su superficie piana era compresa fra 500 e 600 W/m 2. In questo modo è stato possibile confrontare il comportamento dell impianto fotovoltaico, a parità di condizioni ambientali di temperatura dell aria e di irraggiamento, nei diversi casi analizzati. In Fig. 5 è rappresentato l andamento dell incremento percentuale, p, del rendimento nel caso riportato in Tab. 1. In generale, per ogni fissato intervallo di radiazione solare I I+100 (W/m 2 ), per ogni possibile confronto fra i casi trattati (RVP VP, RVP Rif e VP Rif) è stato possibile definire l equazione, (1) [W/m 2 ] η m con raff. η m senza raff. N dati con raff. N dati senza raff. Incremento [%] ,1 0, , ,11 0, ,7 dove f è l equazione della retta interpolante i valori di incremento del rendimento di produzione in funzione della temperatura dell aria esterna, T amb ,11 0, ,11 0, , ,12 0, , ,12 0, ,3 Tabella 1 - Rendimenti di produzione in funzione della temperatura dell aria esterna e dell irraggiamento solare. La quarta e quinta colonna della tabella riportano il numero di dati utilizzati per calcolare il valore medio del rendimento nei casi VP e RVP rispettivamente. In ultima colonna è riportato l aumento percentuale del rendimento ottenuto dal confronto fra i due casi analizzati Implementazione di un modello di simulazione dinamica dell impianto L attività descritta finora ha consentito di determinare l andamento 14

5 Tab. 1. In generale, per ogni fissato intervallo di radiazione solare I I+100 (W/m ), per ogni possibile confronto fra i casi trattati (RVP VP, RVP Rif e VP Rif) è stato possibile definire l equazione, (1) dove f è l equazione della retta interpolante i valori di incremento del rendimento di produzione in funzione della temperatura dell aria esterna, Tamb. 40 [%] Incremento [%] In particolare, per il caso RPV, è stata effettuata l ipotesi di attivazione dell impianto di raffreddamento solo quando la temperatura dell aria esterna era superiore a 20 C e la radiazione solare superiore a 500 W/m 2. In Fig. 6 è rappresentato lo schema logico adottato [ C] Dati meteo TRY Modello TRNSYS Energia Elettrica fotovoltaica Caso di Applicazione Equazione (1) Energia fotovoltaica con RVP riferimento Energia Rif, i fotovoltaica Figura 5 Figura Incremento 5 - percentuale Incremento del rendimento percentuale dell impianto del fotovoltaico rendimento in funzione dell impianto della temperatura fotovoltaico ad in acqua funzione attivo e verde della pensile) temperatura e VP (impianto di raffreddamento dell aria non esterna in funzione per e presenza un intervallo di verde pensile). dell aria esterna con VP per un intervallo di radiazione solare compreso fra 500 e 600 W/m 2. Il grafico si riferisce al confronto fra i casi RVP (impianto di E vp raffreddamento di radiazione solare compreso fra 500 e 600 W/m 2. Il grafico si riferisce Figura 6 - Metodo di calcolo adottato. Per ogni i-esima ora dell anno Implementazione al confronto di un fra modello i casi di RVP simulazione (impianto dinamica raffreddamento dell impianto ad acqua attivo e meteorologico di riferimento, attraverso il modello di simulazione, viene L attività verde descritta pensile) finora ha e consentito VP (impianto di determinare di raffreddamento l andamento del rendimento non in funzione dell impianto e presenza di verde pensile). quazione (1) si ottiene (E RVP calcolata la produzione di energia elettrica oraria (E Rif ) i. Applicando l e- fotovoltaico in funzione delle condizioni ambientali in cui l impianto opera. Al fine di studiare la ) i ed analogamente (E VP ) i. La sommatoria estesa a tutte le ore dell anno consente di ottenere l energia annuale prodotta E rvp del rendimento dell impianto fotovoltaico in funzione delle condizioni ambientali in cui l impianto opera. Al fine di studiare la sostenibilità energetica e la fattibilità economica dell accoppiamento verde pensile impianto fotovoltaico e del sistema di bagnatura, è stato necessario individuare l incremento di producibilità su base annua. A tal fine è stato realizzato un modello dell impianto fotovoltaico tramite il software di simulazione dinaminca TRNSYS. Il modello è stato tarato utilizzando i dati sperimentali a disposizione. I dati meteorologici adottati per la simulazione derivano dal database di anni meteorologici tipo (o Test Reference Year, TRY), sviluppato nell ambito di un progetto di ricerca denominato ET-IDEA (Environmental TRY for Innovative Dynamic Environmental and Energetic Analysis) cofinanziato dalla Commissione Europea attraverso il programma LIFE+ 2009, che ha visto coinvolti la società NIER Ingegneria e il Dipartimento di Ingegneria Energetica, Nucleare e del Controllo Ambientale dell Università di Bologna. Il TRY è composto da una sequenza di dati meteorologici orari, realmente misurati, selezionati, attraverso metodi statistici (7), da una serie storica almeno decennale. Per approfondimenti sui metodi di calcolo e sulle applicazioni dei TRY si rimanda alla letteratura in merito (8, 9). L impiego del TRY riferito alla città di Bologna, ha consentito di calcolare la producibilità dell impianto fotovoltaico nel caso di riferimento e poi, attraverso l impiego dell equazione (1) è stato possibile stimare la producibilità dell impianto nei casi PV e RPV. nei diversi casi, rispettivamente E VP ed E RVP. Il confronto così effettuato, su scala annuale, fra l energia ottenibile dall impianto fotovoltaico in esame nella condizione di riferimento e l energia ottenibile nel caso RVP, ossia con effetto combinato della bagnatura dei moduli e presenza di verde pensile ha mostrato un incremento, nel caso RVP, pari al 6,1%. E stato altresì calcolato l incremento di produzione annuale dovuto alla sola bagnatura dei moduli fotovoltaici che è risultato pari al 4,5%. Conclusioni I risultati, in sostanziale accordo con quanto presentato in letteratura, mostrano un incremento della produzione di un impianto fotovoltaico dovuto all effetto combinato della presenza di verde pensile e della bagnatura dei moduli pari a circa il 6% su base annuale. Per una valutazione di fattibilità economica dell investimento, non oggetto del presente lavoro, devono essere presi in considerazione molteplici aspetti; da una parte i costi sostenuti inizialmente per l installazione del verde pensile, del sistema di bagnatura e del sistema di recupero e stoccaggio dell acqua meteorica, dall altra i benefici, fra cui si citano: incremento della produzione di energia elettrica fotovoltaica, 15

6 miglioramento delle prestazioni energetiche dell involucro edilizio, soprattutto in regime estivo grazie al verde pensile, diminuzione dei costi di pulizia dei pannelli. bibliografia 1. Skoplaki E, Palyvos JA, On the temperature dependance of photovoltaic module electrical performance: A review of efficiency/power correlations, Solar Energy 2009; 83: Odeh S, Behnia M, Improving Photovoltaic Module Efficiency Using Water Cooling, Heat Transfer Engineering 2009; 30(6): Abdolzadeh M, Ameri M, Improving the effectiveness of a photovoltaic water pumping system by spraying water over the front of photovoltaic cells, Renewable Energy 2009; 34: Sam CM, Chan SC, Integration of green roof and solar photovoltaic systems, Joint Symposium 2011: integrated Building Design in the New Era of Sustanability, 2011, Hong Kong. 5. FLL Forschungsgesellschaft Landschaftsentwicklung Landschaftsbau e V., Guidelines for the Planning, Construction and Maintenance of Green Roofing Green Roofing Guideline, UNI 11325:2007 Istruzioni per la progettazione, l esecuzione, il controllo e la manutenzione di copertura verde. 7. Finkelstein JM, Schafer RE, Improved goodnessof-it tests, Biometrika 1971; 58(3): Marion W, Urban K, User s Manual for TMY2s Typical Meteorological Years, 1995, National Renewable Energy Laboratory, Golden, CO, USA 9. Mandurino C, Vestrucci P, Using meteorological data to model pollutant dispersion in the atmosphere, Environmental Modelling & Software 2009; 24:

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici SOFTWARE PV*SOL Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici Introduzione PV*SOL è un software per il dimensionamento e la simulazione dinamica,

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second life" Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di second life Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

fotovoltaico chiavi in mano

fotovoltaico chiavi in mano chiavi in mano 1 Tetto a falda - silicio monocristallino ad altissima efficienza / disponibile da 1 a 20KWp I moduli fotovoltaici più efficienti al mondo (19,5%) ed inverters di stringa SUNPOWER garantiti

Dettagli

UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO

UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO Con il patrocinio di energia UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO Dopo un anno di monitoraggio climatico nella città di Perugia, effettuato grazie alla rete meteo installata

Dettagli

02. Alta Riflettività. Sistemi autoadesivi ad alta riflettanza ed emissività

02. Alta Riflettività. Sistemi autoadesivi ad alta riflettanza ed emissività 02. Alta Riflettività Sistemi autoadesivi ad alta riflettanza ed emissività Alta riflettanza ed emissività si traducono in un maggior risparmio energetico e di denaro, oltre che in un applicazione sicura

Dettagli

PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED PER IL MUNICIPIO DI PRIOLO GARGALLO (SR)

PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED PER IL MUNICIPIO DI PRIOLO GARGALLO (SR) PROGETTO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO GRID-CONNECTED PER IL MUNICIPIO DI PRIOLO GARGALLO (SR) RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA 0 PREMESSA... 2 1 IDENTIFICAZIONE DELLA TIPOLOGIA D IMPIANTO... 3 2 COMPONENTI

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

POWERED BY SUN LEAF ROOF

POWERED BY SUN LEAF ROOF POWERED BY SUN LEAF ROOF DALLA COPERTURA COME PROTEZIONE... [...] essendo sorto dopo la scoperta del fuoco un principio di comunità fra uomini [...] cominciarono in tale assembramento alcuni a far tetti

Dettagli

REALIZZAZIONE DI N 3 IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE

REALIZZAZIONE DI N 3 IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Comune di CELLE LIGURE (SV) REALIZZAZIONE DI N 3 IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE MAGAZZINO PALAZZETTO TRIBUNA PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE GENERALE Impianto: Impianto

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA ED AMBIENTALE

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA ED AMBIENTALE LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA ED AMBIENTALE Ing. Leonardo Maffia Maffia@studiolce.it Formato del Certificato (aggiornabile) Certificato Energetico-Ambientale Prestazione energetica dell edificio EPi come

Dettagli

Cos è il fotovoltaico?

Cos è il fotovoltaico? Cos è il fotovoltaico? Il termine fotovoltaico si spiega (quasi) da solo: è composto dalla parola greca phos (=luce) e Volt (=unitá di misura della tensione elettrica). Si tratta dunque della trasformazione

Dettagli

L esperienza del Green Energy Audit

L esperienza del Green Energy Audit L esperienza del Green Energy Audit Arch. Ph.D. Annalisa Galante Adjunct Professor Research Associate - Dipartimento ABC - Politecnico di Milano Coordinamento corsi di formazione - Comunicazione e Marketing

Dettagli

Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione. Andrea Mariani

Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione. Andrea Mariani Gestione delle vasche di prima pioggia: sistemi di pulizia e automazione Andrea Mariani Pulizia delle vasche volano e di prima pioggia LE ACQUE PIOVANE: Contengono SEDIMENTI - DEPOSITI in vasca; - Riduzione

Dettagli

Previsione di impatto acustico relativa a:

Previsione di impatto acustico relativa a: PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

MODENA E IL SUO CLIMA

MODENA E IL SUO CLIMA Comune di Modena - SERVIZIO STATISTICA: note divulgative Pagina 1 di 2 MODENA E IL SUO CLIMA Modena, pur non essendo estranea al fenomeno del riscaldamento generalizzato, continua ad essere caratterizzata

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere.

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere. La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere Obiettivi

Dettagli

I CIRCUITI ELETTRICI

I CIRCUITI ELETTRICI I CIRCUITI ELETTRICI Ogni dispositivo elettronico funziona grazie a dei circuiti elettrici. Le grandezze che descrivono un circuito elettrico sono: l intensità di corrente elettrica (i), cioè la carica

Dettagli

Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo

Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Aerospaziale e Geotecnica Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo Prof. Ing. L.Cavaleri L amplificazione locale: gli aspetti matematici u=spostamentoin

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Mediante il derating termico l inverter riduce la propria potenza per proteggere i propri componenti dal surriscaldamento. Il presente

Dettagli

APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE

APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE Introduzione La porzione di territorio situata a sud-ovest dell Area Metropolitana

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

Accuratezza di uno strumento

Accuratezza di uno strumento Accuratezza di uno strumento Come abbiamo già accennato la volta scora, il risultato della misurazione di una grandezza fisica, qualsiasi sia lo strumento utilizzato, non è mai un valore numerico X univocamente

Dettagli

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE Fattori di impatto ambientale Un sistema fotovoltaico non crea un impatto ambientale importante, visto che tale tecnologia è utilizzata per il risparmio energetico. I fattori

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Guida alla progettazione

Guida alla progettazione Guida alla progettazione Introduzione Gli Smart Module ampliano significativamente le possibilità di progettazione degli impianti fotovoltaici. I moduli ottimizzati con la tecnologia Tigo Energy possono

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA 1. La trasmittanza termica U COS'E? La trasmittanza termica U è il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso

Dettagli

General Linear Model. Esercizio

General Linear Model. Esercizio Esercizio General Linear Model Una delle molteplici applicazioni del General Linear Model è la Trend Surface Analysis. Questa tecnica cerca di individuare, in un modello di superficie, quale tendenza segue

Dettagli

Le pompe di calore II

Le pompe di calore II Le pompe di calore II G.L. Morini Laboratorio di Termotecnica Dipartimento di Ingegneria Energetica, Nucleare e del Controllo Ambientale Viale Risorgimento 2, 40136 Bologna COP medio effettivo: SCOP COP

Dettagli

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA Prof. Federico Rossi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Polo Scientifico Didattico di Terni PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI DLgs 16 marzo 1999 n. 79 (Decreto Bersani):

Dettagli

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità.

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. 1200 W Riscaldamento elettrico 1 model Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. Applicazioni ELIR offre un riscaldamento

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO.

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. L efficacia dell ecopitture e guaine a base di latte e aceto si basa su l intelligente impiego dell elettroidrogenesi generata

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Comune della Spezia MARIO NIRO 5S a.s. 2013/2014 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELATIVA AL PROGETTO DI ABITAZIONE UNIFAMILIARE DA EDIFICARE PRESSO IL COMUNE DELLA SPEZIA, VIA MONTALBANO CT FOGLIO 60, MAPPALE

Dettagli

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. Questa è la visione di Solcrafte per il futuro. La tendenza in aumento ininterrotto, dei

Dettagli

Life-cycle cost analysis

Life-cycle cost analysis Valutazione economica del progetto Clamarch a.a. 2013/14 Life-cycle cost analysis con esempi applicativi Docenti Collaboratori Lezione di prof. Stefano Stanghellini prof. Sergio Copiello arch. Valeria

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

Produttori di Sistemi di Energia Rinnovabile

Produttori di Sistemi di Energia Rinnovabile Produttori di Sistemi di Energia innovabile SPAGNA Sede Aziendale Zueco Y Technology S.L. Pol. Ind. Centrovía C/. Janeiro, 12 50198 La Muela (Zaragoza) Spagna Tel. +34 976 141819 Fax +34 976 141818 info@zytechsolar.com

Dettagli

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E LA TERMOGRAFIA TERMOGRAFIA IN AMBITO EDILE E ARCHITETTONICO LA TERMOGRAFIA IN ABITO EDILE ED ARCHITETTONICO INDICE: LA TEORIA DELL INFRAROSSO LA TERMOGRAFIA PASSIVA LA TERMOGRAFIA ATTIVA ESEMPI DI INDAGINI

Dettagli

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SOLARE AEROVOLTAICO L energia fronte-retro www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SISTEMA BREVETTATO IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER IL RISPARMIO ENERGETICO E IL COMFORT TERMICO Effetto fronte-retro Recupero

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Costruzioni in legno: nuove prospettive

Costruzioni in legno: nuove prospettive Costruzioni in legno: nuove prospettive STRUZION Il legno come materiale da costruzione: origini e declino Il legno, grazie alla sua diffusione e alle sue proprietà, ha rappresentato per millenni il materiale

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

LEADER EUROPEO. Blocchi e Solai in Legno Cemento. Struttura antisismica testata e collaudata

LEADER EUROPEO. Blocchi e Solai in Legno Cemento. Struttura antisismica testata e collaudata LEADER EUROPEO Blocchi e Solai in Legno Cemento Struttura antisismica testata e collaudata Come da Linee Guida del Ministero LLPP Luglio 2011 TERREMOTO IN EMILIA 2012 Asilo a Ganaceto (MO) Intervento a

Dettagli

Il colore Mapei nel progetto. The Mapei colour in the project. Effetti Estetici Decorative Effects

Il colore Mapei nel progetto. The Mapei colour in the project. Effetti Estetici Decorative Effects Il colore Mapei nel progetto The Mapei colour in the project Effetti Estetici Decorative Effects Marmorino Marmorino Effetto Classico Marmorino Classical Effect Effetti Estetici Decorative Effects 3 Applicazione

Dettagli

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO Mariano Paganelli Expert System Solutions S.r.l. L'Expert System Solutions ha recentemente sviluppato nuove tecniche di laboratorio

Dettagli

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj 61- Quand è che volumi uguali di gas perfetti diversi possono contenere lo stesso numero di molecole? A) Quando hanno uguale pressione e temperatura diversa B) Quando hanno uguale temperatura e pressione

Dettagli

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione 1 Carlo Sabbarese Gruppo di ricerca: R. Buompane, F. De Cicco, V. Mastrominico, A. D Onofrio 1 L attività di ricerca è svolta

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA

FONTI ENERGETICHE IN SICILIA PROGETTO COMENIUS FONTI ENERGETICHE IN SICILIA Energia Solare Energia da gas Energia Eolica Energia da biomassa Energia Termica Energia da carbone Energia Idrica Energia Geotermica Centrale idroelettrica

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 540kWp DA REALIZZARSI A RESANA (TV)

IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 540kWp DA REALIZZARSI A RESANA (TV) IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 540kWp DA REALIZZARSI A RESANA (TV) Individuazione del sito di installazione Il sito individuato per la realizzazione dell Impianto Fotovoltaico si trova nel Comune

Dettagli

Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza?

Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza? Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza? Con ALLIANCE Uvitec di Eppendorf Italia risparmi tempo e materiale di consumo, ottieni immagini quantificabili e ci guadagni anche in salute.

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

COSTRUISCI UN FORNO SOLARE

COSTRUISCI UN FORNO SOLARE COSTRUISCI UN FORNO SOLARE Obiettivi: Realizzare un semplice forno solare al fine di mostrare come il sole può essere una fonte di energia rinnovabile. Illustrare l'effetto serra Descrizione generale:

Dettagli

3 Conto Energia. DM 6 Agosto 2010. Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico

3 Conto Energia. DM 6 Agosto 2010. Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico 3 Conto Energia DM 6 Agosto 2010 Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico 2010 - GSE Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. consultazione.ftv@gse.it

Dettagli

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014 AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager Novembre 2014 AZZEROCO 2 AzzeroCO 2 è una società di consulenza energetico-ambientale creata da Legambiente, Kyoto

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di seguito:

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici Fatti per il sole, minacciati dalle scariche atmosferiche L importanza

Dettagli

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Abano Terme, 27 29 Aprile 2007 Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Adriano Barbi, Alessandro Chiaudani, Irene Delillo ARPAV Centro Meteorologico di Teolo Sabato 28 Aprile 2007 In collaborazione con

Dettagli

Queste sono alcune domande che ci sono venute in mente.

Queste sono alcune domande che ci sono venute in mente. Applicazione di metodi statistici per la verifica di Sistemi Qualità in società di servizi. S. Gorla (*), R. Bergami (**), R. Grassi (***), E. Belluco (****) (*) Responsabile Qualità e Certificazione Citroën

Dettagli

Dati climatici G.DE GIORGIO

Dati climatici G.DE GIORGIO Dati climatici G.DE GIORGIO Introduzione Nella progettazione dei sistemi di conversione e utilizzazione dell energia solare, sia attivi che passivi, così come nella valutazione energetica del sistema edificio

Dettagli

Valutazione modellistica ricaduta al suolo delle emissioni dell impianto Rena Energia srl

Valutazione modellistica ricaduta al suolo delle emissioni dell impianto Rena Energia srl Valutazione modellistica ricaduta al suolo delle emissioni dell impianto Rena Energia srl Studio Settembre 2014 1 Pag / indice 3 / Premessa 4 / Descrizione della catena modellistica 6 / Lo scenario simulato

Dettagli

APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO APPENDICE 2 APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO ( a cura Ing. Emiliano Bronzino) CALCOLO DEI CARICHI TERMICI A titolo di esempio verrà presentato il calcolo automatico dei carichi termici

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Stud-EVO Designer Pino Montalti

Stud-EVO Designer Pino Montalti Designer Pino Montalti È l evoluzione di un prodotto che era già presente a catalogo. Un diffusore per arredo urbano realizzato in materiali pregiati e caratterizzato dal grado di protezione elevato e

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Leadership in Energy and Environmental Design

Leadership in Energy and Environmental Design LEED Leadership in Energy and Environmental Design LEED è lo standard di certificazione energetica e di sostenibilità degli edifici più in uso al mondo: si tratta di una serie di criteri sviluppati negli

Dettagli

(accuratezza) ovvero (esattezza)

(accuratezza) ovvero (esattezza) Capitolo n 2 2.1 - Misure ed errori In un analisi chimica si misurano dei valori chimico-fisici di svariate grandezze; tuttavia ogni misura comporta sempre una incertezza, dovuta alla presenza non eliminabile

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

MINIMI QUADRATI. REGRESSIONE LINEARE

MINIMI QUADRATI. REGRESSIONE LINEARE MINIMI QUADRATI. REGRESSIONE LINEARE Se il coefficiente di correlazione r è prossimo a 1 o a -1 e se il diagramma di dispersione suggerisce una relazione di tipo lineare, ha senso determinare l equazione

Dettagli

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo

Antonio Motisi. Dipartimento di Colture Arboree Università degli Studi di Palermo Giornate di Studio: Un approccio integrato allo studio dei flussi di massa e di energia nel sistema suolo pianta atmosfera: esperienze e prospettive di applicazione in Sicilia Tecniche di misura dei flussi

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

VALUTAZIONE QUALITA ARIA

VALUTAZIONE QUALITA ARIA COMUNE di CASTELLARANO (loc. Roteglia) Provincia di REGGIO EMILIA VALUTAZIONE QUALITA ARIA STUDIO DI RICADUTA INQUINANTI riferito all attività svolta da COTTO PETRUS S.r.l. Roteglia Castellarano (RE) Luglio

Dettagli