IL BAROMETRO DEI MERCATI Gennaio 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL BAROMETRO DEI MERCATI Gennaio 2012"

Transcript

1 Strumenti di finanza per commercialisti IL BAROMETRO DEI MERCATI Gennaio 2012 Commissione Finanza e Controllo di Gestione - Milano

2 Premessa Il barometro Il barometro è uno strumento che indica il tempo atmosferico (precisamente la pressione atmosferica) del momento in cui si compie la misurazione: confrontando il dato attuale a quello precedente, è possibile fare una inferenza (trarre qualche conclusione logica) sul futuro; ma è uno strumento incompleto (ad esempio, mancano indicazioni sulla intensità e direzione del vento); tuttavia è stato un valido metodo per le previsioni del tempo; la sua validità è legata alla capacità di analisi dell utilizzatore, alla sua esperienza e conoscenza dei fenomeni atmosferici locali. Anche sui mercati possiamo confrontare i dati passati con quelli attuali, per ottenere delle indicazioni di massima ma attenzione, sempre con una dose di buon senso 2 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

3 Il Barometro dei mercati Il Barometro è diviso in due sezioni: Tassi d interesse europei - EURIBOR (dedicata alla gestione finanziaria) Tasso di cambio eurodollaro e commodity (indirizzata a chi vuole osservare la dinamica della produzione/vendita) L obiettivo è L obiettivo è fornire una visione sintetica delle principali dinamiche dei mercati di riferimento, per valutare la situazione di acquisizione dei fattori produttivi e avere una base di analisi, ad esempio per la definizione dei budget. 3 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

4 Tassi di interesse europei EURIBOR Le notizie più significative (headlines) Febbraio feb-12 Euribor: tre mesi fissati in calo a 1,102% da 1,108% 01-feb-12 Bce: nel 1* trim banche sembrano allentare stretta sul credito Gennaio gen-12 La Bce non interrompera' gli acquisti di bond europei 31-gen-12 Le prospettive BCE incoraggiano la propensione al rischio 31-gen-12 Banche Ue pronte a raddoppiare richiesta prestiti a Bce in asta Ltro di febbraio (FT) 30-gen-12 Bce: riduce quasi a zero acquisti bond. Scorsa settimana spesi 63 mln 30-gen-12 Governo in linea con Bce, nuovi assunti senza art.18 (Repubblica) 30-gen-12 Bce: banche italiane hanno ridotto posizioni in titoli Stato 27-gen-12 Banche Italia: per Barclays maxi asta Bce ha ridotto i rischi di rifinanziamento 4 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

5 Tassi di interesse europei EURIBOR Gennaio gen-12 Bce: a dicembre nuovo calo del credito bancario a famiglie e imprese 27-gen-12 Bce: a dicembre massa monetaria M3 +1,6%, molto peggio di stime 24-gen-12 Monti vede evoluzione ruolo Bce, fiducioso su risorse Esm 24-gen-12 Euribor ancora in calo 24-gen-12 Banche Italiane Prime Beneficiarie Prestito Bce a Tre Anni 19-gen-12 Draghi ad Abu Dhabi: tassi Bce hanno evitato una seria crisi di liquidità in Europa 19-gen-12 Bollettino Bce: fiscal compact importante contributo per sostenibilità finanze pubbliche 19-gen-12 Bce: Area Euro,Alta Incertezza Ma Nel 2012 Ripresa Graduale 19-gen-12 Bce: Ulteriori Misure Austerita' Hanno Attenuato Tensioni Su Mercati 19-gen-12 Bce: Urge Rendere Operativi Fondo Salva Stati e Meccanismo Stabilita' 19-gen-12 Bce: Si Stanno Deteriorando Condizioni Nei Mercati Lavoro 19-gen-12 Bce: Nel 2011 Beni Energetici Hanno Pesato Per Quasi Meta' Su Inflazione 5 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

6 Tassi di interesse europei EURIBOR Gennaio gen-12 Bce: ricapitalizzazione banche non deve pesare su economia area euro 18-gen-12 Bce: Depositi Banche Salgono a Nuovo Livello Record 18-gen-12 Per l'italia e l'eurozona un 2012 in recessione 18-gen-12 Bce conferma tassi, vede effetti "concreti" da p/t a 3 anni Reuters 12-gen-12 Bce, Draghi: politica monetaria sarà "accomodante" anche nel futuro, pronti ad agire se necessario 12-gen-12 Bce, Draghi: molto preoccupato per la situazione in Ungheria, 12-gen-12 Bce, Draghi: accordo fiscale forse firmato già a fine mese 12-gen-12 Bce, Draghi: mercati stanno apprezzando sforzi di alcuni Paesi per risanare conti 11-gen-12 Forex, euro in risalita su dlr, mercato attende aste e Bce Reuters 11-gen-12 Euro debole su dollaro e yen, cautela prima di Bce, aste domani Reuters 09-gen-12 Crisi: Bce, Record Depositi Banche a 463,6 Mld, Ai Massimi Da Euro 06-gen-12 Knot (Bce): e' la Germania l'ostacolo al fondo anticrisi 6 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

7 Tassi di interesse europei EURIBOR Commento sintetico Nel mese di Gennaio la crisi ha dato qualche segno di allentamento, grazie alle nuove iniziative politiche nella eurozona; il downgrading di Francia e Italia è stato poco enfatizzato dai mercati, in parte perché atteso e in parte per una sempre più diffusa sensazione che le agenzie di rating prestino eccessiva attenzione ad aspetti esclusivamente politici. Le aste dei titoli di stato italiano spagnoli e francesi hanno avuto un buon accoglimento da parte del mercato, e i parte dei timori che ad inizio anno si sono risolti: la liquidità, congelata nelle banche in attesa di un segnale di rasserenamento, sta iniziando a circolare Il governo italiano prosegue con una serie di innovazioni, per evitare che la stretta fiscali abbia effetti troppo recessivi sul PIL: questo programma segue quanto suggerito dalla lettera della BCE di agosto, anche se ovviamente le liberalizzazioni avranno effetto nel medio-lungo periodo: stime del Governo e di Confindustria indicano variamente circa dieci punti di PIL in 5-7 anni. Il nuovo ruolo italiano però è mitigato da una minor presenza francese, a causa delle prossime elezioni presidenziali a fine aprile ( 6 maggio il secondo turno): la politica fiscale dei due candidati è assai divergente, e questo potrebbe essere causa di incertezze suimercatineiprossimimesi:merkelhadichiaratoilsuogradimento per una rielezione di Sarkozy, (Hollande ha dichiarato una politica fiscale più espansiva) ma i sondaggi attualmente non sono favorevoli ad una rielezione ( circa 60% a favore di un cambiamento). Ricordiamo che tra un anno ci saranno elezioni statali anche in Germania Lo spread ha seguito ogni fibrillazione politica a livello europeo ma soprattutto il gradimento dei mercati sulle operazioni di rifinanziamento statale e del settore bancario ( ricordiamo l aumento di capitale UNICREDIT ) e negli ultimi giorni è sceso sotto livello 400, con una serie continua che fa ben sperare in un proseguimento. Ancora più importante è la discesa dei tassi a breve, che è stata ancor più marcata dei tassi a 10 anni: Gli interveti della BCE continuano nonostante che l inflazione resti intorno al 2,7% ; la politica di acquisto di debito pubblico è eseguita con molta attenzione alle vicende del mercato, alternando settimane di forte presenza ad altre con minore intensità: da notare la precisa attenzione del sostegno in vicinanza alle aste 7 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

8 Tassi di interesse europei EURIBOR Commento sintetico (segue) Il vertice europeo ha fissato nuove regole deficit di bilancio pari a zero, se sopra lo 0,5% sanzioni semiautomatiche riduzione del debito al 60% del PIL in 20 anni : Monti ha trattato per sanzioni non automatiche in caso di sforamento, ed inoltre attenuanti ( come già previste nel precedente Six Pack ) legate all entità del debito privato e all andamento dell economia European Stability Mechanism : decisioni rimandate a marzo, ma la Germania ha promesso una accelerazione del suo sostegno a quanto già deliberato ( circa 500 miliardi di euro) e, se venisse approvato in forma definitiva il fiscal compact e venisse risolta in modo definitivo la questione della Grecia ( su cui le banche tedesche sono molto esposte) è possibile che si possa arrivare fino a 740 miliardi : e a questo punto, con il sostegno dello FMI, il firewall (capitale a sostegno contro la speculazione) arriverebbe a 1500 miliardi Mercato unico e liberalizzazioni : impegno comune per i prossimi mesi per standardizzare e semplificare le leggi su brevetti, requisiti contabili, commercio elettronico, diritti d autore, tassazione alle imprese ; inoltre ogni governo dovrà redigere delle linee guida su politiche economiche e di occupazione in sintesi, in cambio di manovre fiscali di lungo periodo, sarà possibile ottenere fondi per superare la crisi finanziaria nel breve; e nel medio termine si cerca uno sviluppo collettivo nella eurozona Il nuovo clima di fiducia sull Italia, che ha già approvato importanti riforme e sta continuando a procedere sulla innovazione ( entro la fine di marzo è prevista una revisione sulla normativa del lavoro) ha ridotto lo spread di rischio-paese che grava sul rifinanziamento bancario; e la manovra di rifinanziamento a tre anni al 1% della BCE, per oltre 400 miliardi di cui le banche italiane hanno utilizzato una quota maggiore rispetto alle concorrenti europee, ha ridotto il costo del funding bancario. Manca ora l aspetto più importante, il ritorno del credito alle PMI e ai privati, che sono stati costretti ad intervenire per risolvere il problema finanziario ma, dopo aver sostenuto i costi, ancora non hanno i benefici. Le banche dichiarano di aver mantenuto e persino aumentato il credito erogato, ma le recenti indagini ( Andaf, Banca d Italia) mostrano difficoltà di finanziamento costanti, e spread in crescita. 8 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

9 Tassi di interesse europei EURIBOR Il punto sui mercati: tassi di interesse L allentamento della crisi ha riportato la curva dei tassi ad una forma più armonica e i tassi sono scesi su tutte le scadenze, in particolare sul segmento 1y-2y ( ricordiamo che la curva mostrata è quella del forward, che mostra il tasso a tre mesi tra le date future) Lo spread di cui si legge abitualmente è sul segmento 10y, e molti osservatori cominciano a ritenere che i livelli così alti del Bund siano più legati al fly-to-quality che a ragionevoli aspettative sulla economia: il tasso sul decennale tedesco è infatti 1,82% per dieci anni (rendimento reale negativo, data l inflazione al 2,7%), ma ancora più basso lo Schatz a due anni allo 0,17% (sic) fino ad arrivare a tassi negativi per i titoli a 6 mesi. Il problema adesso non è quello della liquidità, dato che il funding delle banche è stato agevolato dalla BCE: è la gestione del rischio, dato che le banche devono accantonare quote di capitale a fronte di ogni prestito erogato, e una percezione di rischiosità del cliente è vista con estrema difficoltà. Attenuare il rischio bancario con garanzie collaterali è la strada seguita da molte aziende. Si conferma la necessità di un rigido controllo del circolante e una accurata pianificazione finanziaria, con particolare attenzione alle esposizioni per crediti verso clienti: mantenere grande attenzione ai flussi dei pagamenti, e segmentare i crediti con un sistema anche semplice di rating per evitare incagli imprevisti negli incassi. 9 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

10 Tassi di interesse europei EURIBOR Tabella tassi forward di Euribor a 3 mesi 10 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

11 Tassi di interesse europei EURIBOR Grafico Euribor a 3 mesi (*): (*) Fino al gennaio 2012 dati storici, dopo dati forward di Euribor a 3 mesi 11 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

12 Tassi di interesse europei EURIBOR 12 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

13 Tassi di interesse europei EURIBOR Grafico spread BTP BUND fonte: Bloomberg 13 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

14 Tassi di interesse europei EURIBOR Grafico BUND 14 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

15 Tassi di interesse europei EURIBOR Confronto tra Euribor12mesi e titoli di stato tedeschi a tre anni Schatz: il loro valore ( pari circa a 100) mostra che il loro interesse è prossimo a zero, e sono costanti mentre Euribor è in discesa 15 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

16 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Le notizie più significative (headlines) Febbraio feb-12 il dilemma della Germania e il futuro della Eurozona 03-feb-12 gli interventi BCE comprano tempo per cercare le soluzioni alla eurozona 03-feb-12 Meeting sulla Grecia rinviato alla prossima settimana 03-feb-12 il Dollaro cresce dopo i dati sulla occupazione 03-feb-12 la Cina considera di sottoscrivere quote di ESM 02-feb-12 Euro cala per mancata conclusione accordo su Grecia 02-feb-12 S&P ritiene che la recessione europea potrebbe finire nel secondo semestre feb-12 Dollaro sotto pressione mentre sale l'appetito al rischio, yen sotto osservazione 02-feb-12 Inflazione europea costante al 2,7 % 02-feb-12 Le manovre draconiane aumentano la disoccupazione europea 02-feb-12 Euro in caduta dopo dati americani, yen in salita su dollaro 02-feb-12 la Polonia non prevede di adottare l'euro nel Commissione Finanza e Controllo di Gestione

17 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Gennaio gen-12 Euro scende dal massimo delle ultime 6 settimane su incertezza Grecia 30-gen-12 Tassi italiani in discesa dopo l'asta BTP 10y 30-gen-12 L'oro è la valuta più richiesta 27-gen-12 Offerta di moneta zona euro in calo 27-gen-12 Euro cresce su speranza di chiusura accordo su Grecia 26-gen-12 La crisi eurozona sta lentamente migliorando 26-gen-12 Euro crescxe su dollaro dopo dati economici americani 26-gen-12 Dollaro recupera dopo il minimo da 7 settimane dopo commento FED 26-gen-12 Fitch: la crisi della eurozona continua a guidare l'outlook sul credito globale 26-gen-12 Grandi imprese si preparano al worst scenario su euro 24-gen-12 Declassamenti debiti Francia e Italia riduce prezzi azioni bancarie 23-gen-12 Euro vulnerabile agli accordi su Grecia: meeting vertici EU sotto osservazione 20-gen-12 Euro sostenuto da buoni dati economia, operatori tornano risk taker 17 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

18 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Gennaio gen-12 Euro in attesa di notizie economia, operatori in attesa 11-gen-12 Euro cerca di recuperare, rally mercati azionari sostengono la moneta 18 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

19 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Commento sintetico La politica europea sta prendendo le decisioni a lungo rimandate, anche se la Francia mostra due diverse impostazioni da parte dei due candidati alla presidenza: un nuovo elemento di incertezza sui mercati. Lacampagnaelettoraleamericana,aisuoiinizi,avràunpesocrescentesullaeconomiadatoche il presidente uscente potrebbe tentare di fornire stimoli all economia USA per agevolare la sua rielezione LoESMstaprendendoformaconmaggiorforza,elaGermaniasembraorientataaversarela sua quota anche prima di quanto ipotizzato precedentemente: permangono resistenze ad aumentare la dotazione, resistenze che però potrebbero essere superate politicamente da patti fiscali stringenti tra i partner europei. La Germania potrà eventualmente impegnarsi maggiormente solo dopo aver conosciuto la soluzione del problema greco, dato che le sue banche sono molto esposte: ogni notizia in merito avrà effetti sull andamento del cambio. Il sostegno dello FMI pare sempre più deciso, anche se condizionato dalle scelte europee. I bassi tassi di interesse del dollaro, legati alla relativa forza della valuta, lo rendono interessante per operazioni di carry-trade ( indebitamento in dollari a basso tasso, con rischi contenuti di perdita di valore per apprezzamento del debito): gli operatori però seguono i mercati con attenzione, dato che ogni decisione politica può mutare le aspettative 19 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

20 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Commento sintetico (segue) Si diffondono segnali di debole ripresa o meglio di un rallentamento della crisi: il FMI prevede che nel 2012 l economia mondiale crescerà del 3,3% ( +5,2% nel 2010, +3,8% nel 2011) con USA + 1,8%, area Euro -0,5% ( Germania +0,3%, Italia -2,2%) e Giappone +1,7% e Cina +8,2%. I dati sull economia hanno immediato riflesso sui cambi, oltre che per la ovvia relazione con gli scambi commerciali, anche perché le politiche di rigore fiscale europee possono essere sostenute solo con una ripresa economica che aiuti a sostenere l economia. Importante per l Italia che le tensioni finanziarie si abbassino, dato che agli attuali livelli di tassi d interesse non è possibile mantenere un livello di deficit annuo senza rischiare nuove manovre correttive con ulteriori effetti depressivi sul PIL. Lo scenario della Banca d Italia è chiarissimo, indicando una flessione nel 2012 ma ipotizzando una ripresa del +0,8% nel 2013 se lo spread scendesse sotto i 300 punti Più correttamente, si deve intendere tassi di interesse a10y in valore assoluto vicino al 5% rispetto all attuale 6% circa: questo perché non è detto che il tasso dei BUND non possa risalire, e mantenere un differenziale costante ma legandolo ad un tasso potenzialmente crescente Le materie prime e l energia, in uno scenario di moderata crescita globale e di elevata incertezza ( e il perdurare di timori sui debiti sovrani) mostrano stabilità, né lo FMI prevede particolari tensioni nel prossimo futuro. 20 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

21 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Il punto sui mercati: Dopo due mesi di prudenza, forse sostenuta anche dalla chiusura dell anno fiscale, qualchetimoresièrisolto sulla eurozona; gli operatori mostrano nuovamente appetito al rischio e i mercati azionari hanno dato segni di ripresa nonostante le previsioni sul 2012, per lo meno sul primo semestre, siano ancora pessimistiche. Ma i mercati guardano nel futuro, o per lo meno si mitigano i recenti eccessi Dal punto di vista grafico, dopo la rottura settembre della resistenza formata dalla media mobile a 200 giorni, ora la stessa media ha una inclinazione negativa, a causa della costante discesa dei corsi. Il minimo del 16 gennaio a è il minimo da agosto 2010, 16 mesi circa. Rimbalzo su riunione eu recente ripresa deve trovare conferma su resustenze ararea 1,32 livelli di ottobre novembre La volatilità implicita è ulteriormente ridotta, fattore che potrebbe far ritenere che gli operatori abbiano identificato nei livelli attuali una certa stabilità, facendo così mancare una pressione all acquisto di opzioni a copertura delle posizioni. Ilvaloredelfuture a marzo 2012 è A titolo di mera indicazione operativa, i valori di opzioni (*): le call OTM base 1,34 scadenza marzo 2012 sono pari a le put OTM base 1,29 scadenza marzo 2012 sono pari a (*) Dati aggiornati al 3 febbraio Commissione Finanza e Controllo di Gestione

22 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Grafico eurodollaro Sovrapposta la media mobile 200, indicatore comunemente utilizzato per mostrare il trend. Si nota come, dopo la crescita di inizio anno, damaggio a settembre èrimastotra1,45 e 1,40 a settembre è sceso fino ai minimi di 1,32 di ottobre per poi risalire dal mese di novembre ha preso una posizione negativa. Minimi di periodo a metà gennaio, poi ripresa fino a 1, Commissione Finanza e Controllo di Gestione

23 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Grafico andamento prezzi del rame, considerato proxy dell andamento dell economia Si vede la relativa costanza dei prezzi fino ad agosto, la discesa fino ad ottobre. Stabilità fino a conclusione Nel 2012 una decisa risalita dei prezzi ma ancora inferiore ai massimi del Commissione Finanza e Controllo di Gestione

24 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Grafico andamento prezzo petrolio Crude Oil WTI Si nota la risalita dei prezzi da gennaio a maggio, la discesa fino ad ottobre e la risalita a novembre, finoadunarelativa stabilità: ora ha ripreso un movimento ascendente, ma ancora intorno 100 $/barile. Nel 2012 una sostanziale stabilità intorno a 100$, nonostante le tensioni con l Iran 24 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

25 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Andamento della volatilità implicita sull eurodollaro L indicatore è calcolato con la metodologia del VIX : volatilità implicita delle opzioni ATM a 30 giorni Notiamoladiscesa da novembre 2010 a maggio 2011, larisalita fino al massimo di fine settembre eleoscillazioni del mese di ottobre e novembre elariduzione in dicembre :nel 2012 una costante anche se non lineare discesa, e il costo della protezione con opzioni è contenuto e in riduzione. 25 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

La crisi finanziaria e il suo impatto sull economia globale

La crisi finanziaria e il suo impatto sull economia globale La crisi finanziaria e il suo impatto sull economia globale n. 30 - febbraio 2012 a cura di Franco Bruni e Antonio Villafranca 1 ABSTRACT: La Nota fornisce una breve analisi e delle indicazioni di policy

Dettagli

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione.

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. 1 Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. Il ruolo della finanza nell economia. La finanza svolge un ruolo essenziale nell economia. Questo ruolo

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese RAPPORTO ANNUALE2014 La situazione del Paese Rapporto annuale 2014. La situazione del Paese. Presentato mercoledì 28 maggio 2014 a Roma presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio RAPPORTO ANNUALE2014

Dettagli

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercato FX Termini Legali Svizzera: aggiornamenti - Arnaud Masset Difficoltà del Canada e bassi

Dettagli

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio )

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 944 CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 8 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi

Dettagli

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Il presidente della Bundesbank a La Stampa: nei trattati va previsto il crac di uno Stato TONIA MASTROBUONI INVIATA A FRANCOFORTE

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco 12/03/2015 Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco Giornalista: Dott.Greco questo bilancio chiude la prima fase del suo impegno sulla società. Qual è il messaggio che arriva al mercato da questi

Dettagli

Il controllo della moneta e il ruolo delle Banche Centrali

Il controllo della moneta e il ruolo delle Banche Centrali Monetario Mercato monetario e mercato finanziario Finanziario Breve termine: 0-18 m. Lungo termine: > 18 m. Impiego liquidità Valuta / banconote / B.o.t. (buoni ordinati del tesoro) C/c (conto corrente)

Dettagli

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese 16 Annual Assicurazioni de Il Sole 24 Ore Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese Intervento del presidente dell Ania Aldo Minucci Milano, 28 ottobre 2014 1 Sono particolarmente contento

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit.

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. http://www.borsaitaliana.it/borsa/azioni/scheda.html?isin=it0004781412&lang=en http://www.borsaitaliana.it/borsa/derivati/idem-stock-futures/lista.html?underlyingid=ucg&lang=en

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11 Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercati FX Termini Legali Fed: aspettative sul rialzo dei tassi a Settembre in stand-by- Yann Quelenn

Dettagli

Dalla crisi petrolifera agli anni 90: aspettative e problemi.

Dalla crisi petrolifera agli anni 90: aspettative e problemi. Dalla crisi petrolifera agli anni 90: aspettative e problemi. DI Borsatti Federico matr.552665 Uliano Giuseppina A. matr. 025653 Il valore della credibilità della politica economica nell economia italiana

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO 943 REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. R. Brunetta per Il Giornale 5 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 2 Di imbrogli,

Dettagli

RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE

RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE A Ugo che ci ha insegnato con competenza e passione ad apprezzare ogni riga del Rapporto RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE Il presente rapporto è stato redatto

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

l uscita dall euro non è la soluzione più pratica

l uscita dall euro non è la soluzione più pratica 32 l uscita dall euro non è la soluzione più pratica Lorenzo Bini Smaghi, precedentemente parte del del consiglio d amministrazione della BCE, e per molti anni uomo italiano a Francoforte (sede della BCE),

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

LA CONCERTAZIONE SOCIALE E DA ROTTAMARE?

LA CONCERTAZIONE SOCIALE E DA ROTTAMARE? NOTA ISRIL ON LINE N 8-2013 LA CONCERTAZIONE SOCIALE E DA ROTTAMARE? Presidente prof. Giuseppe Bianchi Via Piemonte, 101 00187 Roma gbianchi.isril@tiscali.it www.isril.it LA CONCERTAZIONE SOCIALE E DA

Dettagli

Politica economica e finanziaria applicata

Politica economica e finanziaria applicata Politica economica e finanziaria applicata Appunti delle lezioni A cura di Alessio Brunelli AFC 2011/12 1 Punto sulla situazione finanziaria corrente: home page di banca carige e in basso a sinistra c

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari Appunti del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Scienze Internazionali e Diplomatiche di Gorizia - insegnamento di Geografia

Dettagli

Considerazioni finali. Assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 26 maggio 2015. centoventunesimo esercizio. anno 2014.

Considerazioni finali. Assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 26 maggio 2015. centoventunesimo esercizio. anno 2014. Assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 26 maggio 2015 anno esercizio centoventunesimo esercizio CXXI Assemblea Ordinaria dei Partecipanti anno - centoventunesimo esercizio Roma, 26 maggio 2015 Signori

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista a utente non domestico - Prezzo di mercato prevalente della componente energia e della commercializzazione al dettaglio

Dettagli

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI capitolo 15-1 POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI OBIETTIVO: EQUILIBRIO (ANCHE SE NEL LUNGO PERIODO) DISAVANZI: IMPLICANO PERDITE DI RISERVE VALUTARIE AVANZI: DANNEGGIANO ALTRI PAESI E CONDUCONO A

Dettagli

Capitolo 5. Il mercato della moneta

Capitolo 5. Il mercato della moneta Capitolo 5 Il mercato della moneta 5.1 Che cosa è moneta In un economia di mercato i beni non si scambiano fra loro, ma si scambiano con moneta: a fronte di un flusso reale di prodotti e di servizi sta

Dettagli

Il Trattato sulla stabilità, il coordinamento e la governance nell unione economica e monetaria (c.d. fiscal compact) n. 209

Il Trattato sulla stabilità, il coordinamento e la governance nell unione economica e monetaria (c.d. fiscal compact) n. 209 Documentazione per le Commissioni ATTIVITÀ DELL'UNIONE EUROPEA Il Trattato sulla stabilità, il coordinamento e la governance nell unione economica e monetaria (c.d. fiscal compact) n. 209 7 marzo 2012

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

I provvedimenti anti-crisi del Governo italiano adottati nel 2009. PARTE 1

I provvedimenti anti-crisi del Governo italiano adottati nel 2009. PARTE 1 I provvedimenti anti-crisi del Governo italiano adottati nel 2009. PARTE 1 A cura dell Avv. Laura Lunghi *** Nel corso del 2009, il Governo italiano ha continuato ad agire nell ambito di un azione concertata

Dettagli

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni

L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI. Slides a cura del dott. Paolo Longoni L ORDINAMENTO FINANZIARIO E CONTABILE DEGLI ENTI LOCALI 1 Slides a cura del dott. Paolo Longoni!1 PARLARE DI CONTABILITÀ NEGLI ENTI LOCALI.. Significa adottare un punto di vista diverso da quello in uso

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E ALL'EUROGRUPPO

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E ALL'EUROGRUPPO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 5.3.2014 COM(2014) 150 final COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO E ALL'EUROGRUPPO Risultati degli esami approfonditi ai sensi del regolamento

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Jacob Gyntelberg Peter Hördahl jacob.gyntelberg@bis.org peter.hoerdahl@bis.org Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Fra inizio settembre e fine

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato con delibera n.

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior tutela

Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior tutela Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese Approvvigionamento di energia elettrica per il servizio di maggior

Dettagli

IL PATTO DI STABILITÀ E CRESCITA: POLITICHE FISCALI E SPESE PER LO SVILUPPO

IL PATTO DI STABILITÀ E CRESCITA: POLITICHE FISCALI E SPESE PER LO SVILUPPO STUDI E NOTE DI ECONOMIA 2 /98 IL PATTO DI STABILITÀ E CRESCITA: POLITICHE FISCALI E SPESE PER LO SVILUPPO CRISTINA BRANDIMARTE * - SOLANGE LEPROUX * - FRANCO SARTORI ** Introduzione Il Patto di stabilità

Dettagli

è la manovra del bilancio dello Stato che ha per obiettivo una variazione del reddito e dell occupazione nel breve periodo

è la manovra del bilancio dello Stato che ha per obiettivo una variazione del reddito e dell occupazione nel breve periodo Politica fiscale Politica fiscale è la manovra del bilancio dello Stato che ha per obiettivo una variazione del reddito e dell occupazione nel breve periodo polit fiscale 2 Saldo complessivo B s Entrate

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

Adottare una prospettiva di più lungo periodo

Adottare una prospettiva di più lungo periodo Adottare una prospettiva di più lungo periodo Discorso di Jaime Caruana, Direttore generale della Banca dei Regolamenti Internazionali in occasione dell Assemblea generale ordinaria della Banca tenuta

Dettagli

Il Modello AS-AD. Determiniamo l equilibrio determinato dall incontro tra domanda e offerta

Il Modello AS-AD. Determiniamo l equilibrio determinato dall incontro tra domanda e offerta Il Modello AS-AD In questa lezione: Deriviamo la curva di offerta aggregata Determiniamo l equilibrio determinato dall incontro tra domanda e offerta Studiamo il meccanismo di aggiustamento verso l equilibrio

Dettagli

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii . 2011-2014: il bilancio della crisi Il volume è stato realizzato a cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

QUELLO CHE LA STORIA (NON) CI INSEGNA

QUELLO CHE LA STORIA (NON) CI INSEGNA 174 OXFAM BRIEFING PAPER SETTEMBRE 2013 Manifestanti contro le misure di austerità a Madrid, maggio 2011. Miguel Parra QUELLO CHE LA STORIA (NON) CI INSEGNA Il vero costo dell austerità e della disuguaglianza

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2014

Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2014 Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2014 Famiglie e imprenditori, ripresa in arrivo a cura di Giuseppe Russo Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani

Dettagli

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI AVVERTENZA SUGLI INVESTIMENTI AD ALTO RISCHIO: Il Trading sulle valute estere (Forex) ed i Contratti per Differenza (CFD) sono altamente speculativi, comportano un alto livello

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

Politica economica in economia aperta

Politica economica in economia aperta Politica economica in economia aperta Economia aperta L economia di ciascun paese ha relazioni con il Resto del Mondo La bilancia dei pagamenti (BP) è il documento contabile che registra gli scambi commerciali

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

Domande e risposte sull Europa

Domande e risposte sull Europa Domande e risposte sull Europa A cura del PD Bruxelles Cosa fa l Europa per noi? Come sta lavorando per uscire dalla crisi e per rafforzare i nostri diritti? Brevi domande/risposte su alcuni dei temi più

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

Green economy e green management : aziende e territori

Green economy e green management : aziende e territori Green economy e green management : aziende e territori di Edo Ronchi Presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile La coincidenza della grande recessione del 2008-2009,una crisi finanziaria e

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto Roma, 26 giugno 2013 ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli