DICEMBRE "Può il batter d'ali di una farfalla in Brasile provocare un tornado in Texas?..." Wb. momentum NUMERO 3 1 Dicembre 2008.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DICEMBRE 2008. ."Può il batter d'ali di una farfalla in Brasile provocare un tornado in Texas?..." Wb. momentum NUMERO 3 1 Dicembre 2008."

Transcript

1 Wb. momentum NUMERO 3 1 Dicembre 2008 Intermarket Analysis DICEMBRE 2008 > Il Mega Ciclo > Tassi: Euribor vs i Target > Forex: La Riflessività del Dollaro > Equity Market Sempre Vulnerabile > Commodity & Oil Sempre Deboli."Può il batter d'ali di una farfalla in Brasile provocare un tornado in Texas?..." Sommario: Il Mega Ciclo Sinusoidale 2 Forex Market 4 Tassi & Forex 5 Equity Index 6 Commodity Research 8 Dollar Index Thecnical 9

2 Dicembre 2008 Pagina 2 L Incertezza dei Mercati nell Andamento del Mega Ciclo Sinusoidale > Indice Dow Jones Wb. momentum NUMERO 3 Dow Jones: Il Mega Ciclo Lo scorso mese ho cercato di raccontare la diffusione della crisi finanziaria utilizzando la teoria dell effetto farfalla con gli attrattori di Lorenz. Molti commentatori tendono a cercare analogie e rassomiglianze tra questa turbolenza con il 29 senza riflettere sufficientemente agli accadimenti economici e alle analogie con gli anni 70. Quel periodo fu caratterizzato da una fase di turbolenze di natura politica, economica e sociale. Il mondo proveniva da un processo di crescita inarrestabile avviata a metà del 1942 in pieno conflitto mondiale. Il mercato, dimostrando ancora una volta doti di lungimiranza intuì ed anticipò lo sviluppo straordinario dell economia nel mondo avviando un ciclo di rivalutazione dei corsi azionari che durò all incirca 20 anni. Le trasformazioni furono molteplici e sensazionali, tanto da imporre al mondo nuovi comportamenti associati ad abitudini di consumo sconosciute prima della Seconda Guerra Mondiale. Ricordo lo sviluppo dell aviazione civile, l utilizzo degli elettrodomestici, la televisione e via con i trasporti, la comunicazione. Si passò alla diffusione del mass market e con esso al rialzo dei corsi azionari. Gli anni 60 segnarono l ingresso del macrociclo in una fase di maturità pur espansiva segnata tuttavia da un progressivo deterioramento dei rapporti bilaterali USA-URSS, che incontrarono nella crisi dei missili cubani prima e l omicidio del Presidente Kennedy poi, l origine di un indebolimento della leadership politica americana, culminata con i momenti più critici della campagna del Vietnam, lo scandalo Watergate e le elezioni a Presidente di Jimmy Carter. Erano gli anni 70, gli anni del dissenso sociale, della crisi petrolifera che giunge- va alla fine del grande ciclo rialzista del secondo dopoguerra e dell iperinflazione. Quegli anni furono segnati da continue recessioni, nel 71 l allora Presidente Nixon pose fine alla convertibilità del dollaro in oro, successivamente nel 73 scoppiò la prima crisi energetica, segnando gli anni della recessione ( 4 periodi recessivi tra il 1970 ed il 1982). Furono anni segnati dalla crisi mediorientale e da continui atti terroristici (Settembre Nero vs Alcaida); in Italia si conobbero le prime esperienze della cassa integrazione industriale, la Fiat rischiò il fallimento! Come si può intuire dall excursus degli eventi, molte vicende hanno forti analogie con l attuale contesto: crisi internazionale, indebolimento della leadership americana, crisi finanziaria, sociale ed economica. Alla crisi delle Cartelle del Credito Fondiario si è avvicendata quella dei subprime, analoghi sono i movimenti boom slump delle materie prime e soprattutto del petrolio.

3 Dicembre 2008 Pagina 3 GDP dalla Grande Depressione al 2007 Wb. momentum NUMERO 3 15 agosto 1971: il presidente statunitense Richard Nixon annuncia che nemmeno i dollari degli stranieri sono più convertibili in oro. La soppressione della convertibilità totale del dollaro in oro è per alcuni una dichiarazione implicita di bancarotta. Come scritto l inizio della decade fu caratterizzata da un forte problema di natura finanziaria causata come abbiamo visto dal dollaro, Il Gold Standard poneva fine agli accordi di Bretton Woods con un'uscita unilaterale degli Stati Uniti. *** L attuale crisi arriva da lontano; il battito d ali delle farfalle della globalizzazione e della tecnologia ha prodotto dapprima la bolla dell esuberanze irrazionali, provocando il più aggressivo ribasso dei tassi d interesse e l avvio di una commercializzazione del debito divulgativo da parte delle banche senza precedenti. Negli USA per 31 mesi consecutivi il tasso d interesse a breve depurato dall inflazione risultò negativo! E con essi i prestiti irrazionali si diffusero facendo leva su tecniche di trasferimento del rischio credito verso altri investitori avidi di rendimenti. Il virus subprime ha così infettato il mondo. Il resto è storia nota di questi giorni! *** C o m e s i e v i n c e d a l l a n d a m e n t o d e l Dow Jones Industrial, dopo vent ann i di crescita, , il mercato è entrato in una fase i cui movimenti ciclici tendono ad annullarsi, con la stessa frequenza degli anni Anche allora il mercato proveniva da un macrociclo di vent anni, Oggi siamo all interno di una fase ciclica intermedia: il ribasso sta ritracciando la c r e s c i t a d e l p e r i o d o mentre si diffonde il pessimismo per una discesa dei corsi senza limiti. Non disperiamo a tutto c è un limite: le autorità governative hanno finalmente compreso la gravità della situazione, e questo rappresenta un primo elemento in grado di riportare fiducia nella sfiducia! L indice S&P 500, come più volte scritto in wb.momentum ha verificato buona parte degli obiettivi stimati dal modello, i minimi del 2004, quindi quelli del , mentre altri indici quali il Dax (Target 4.000) l Eurostoxx 50 (Target 2.220) il Mibtel (target ) hanno tutti raggiunto i target annunciati prima dell estate (vedi L attenzione ora si concentrerà sul range dello Standard & Poor: la tenuta del livello, a mio avviso poco probabile, ed il necessario recupero oltre 860 aprirà una fase correttiva dalle dimensioni piuttosto ampie, il linea teorica estendibile a Secondo le nostre stime, soltanto recuperi oltre tale soglia potran- no rappresentare sostanziali segnali di inversione del ciclo ribassista. Diversamente il mercato accuserebbe nuove tensioni rischiando di cadere oltre quota 770 e creare nuovi minimi in direzione di area 600/580. In ossequio all andamento sinusoidale del ciclo è verosimile attendere in futuro un recupero primario del trend con ritorni dei corsi apprezzabile per ampiezza e coralità d azione. Presubilmente la risalita avverrà verso la secondo semestre del Nel frattempo assisteremo ancora a volatilità ampie ed articolate. In ogni caso il mercato andrà presidiato opportunisticamente per verificare eventuali segnali prematuri di inversione.

4 Pagina 4 Tassi di Interesse INTERMARKET ANALYSIS La debolezza delle commodity consentirà alle Banche Centrali di ridurre sensibilmente i tassi di interesse in tutto il mondo, fatta eccezione per i paesi in difficoltà finanziaria, vedi Russia. Le condizioni macro spingono per ulteriori riduzione dei tassi sia in America che in Europa ed in molte aree emergenti. Nel corso del mese di dicembre ci attendiamo una riduzione delle BCE di punti base. Ciò, come già scritto nei precedenti report mensili e settimanali, spingerà l Euribor 3 mesi a verificare qu ota 2,50, l obiettivo intermedio 3,60 risulta ormai nei numeri. Ciò darà ulteriore impulso al future sul Bund e conseguentemente a tutta la curva dei tassi. Il contratto future sul è atteso in crescita con obiettivi a 124 & 125,50, il primo degli obiettivi segnalati a 121 è stato raggiunto nella parte finale di novembre. Eventuali correzione positive delle borse potranno determinare parziali prese di beneficio sul Bund: i supporti su cui impostare controllo del rischio vanno individuati a 119,70 & 118. Il T-Bond americano beneficia anch esso da attese di ridimensionamento dei tassi e dalla determinazione con cui la FED intende ridimensionare tutta la curva dei tassi. Sopra 123 i corsi tenderanno a raggiungere, secondo il nostro modello momentum, dapprima quota 130 quindi in successione area 135,1. Anche in questo caso i livelli di controllo del rischio vanno posizionati sotto quota 123 per strategie di breve, 120 sul medio termine. Prese di beneficio vanno colte con il raggiungimento dei targets indicati. Forex market Il dollaro, nonostante la crisi finanziaria, rimane la moneta strutturalmente più forte nei mercati La debolezza delle materie prime e del petrolio in particolare costituiscono la causa principale dell indebolimento dell Euro ed il rafforzamento generale del dollaro contro tutte le divise. Ricordiamo le indicazioni segnalate già nei precedenti mesi. Il Dollar Index raggiungendo area 87/88 è entrato in una fase di ipercomprato temporaneo. Pertanto è verosimile attendersi l avvio di una serie di prese di beneficio che causeranno una breve correzione del trend rialzista, con parziali regressioni verso area 83. Sopra 82 il trend rimane rialzista e continua ad evidenziare obiettivi per quota 92 e L Euro in virtù delle condizioni di ipervenduto riequilibrerà il proprio assetto tecnico con consolidamenti dei corsi tra 1,27 1,31. Soltanto oltre 1,31 si estenderà l azione di recupero per obiettivi posti tra 1,35-1, 3 7. I n o g n i c a s o l apprezzamento della divisa europea si inserirebbe all interno di un contesto correttivo, sempre dominato dalla forza del trend primario ribassista che proietta ancora il rapporto Euro dollaro in direzione di 1,17-1,15. Nei confronti del Franco Svizzero tutto ciò si traduce con una correzione del dollaro verso 1,1550, mentre sopra tale livello confermiamo le nostre stime per 1,33. Il Cable continua a soffrire nonostante il recupero di fine novembre a 1,5550. Le condizioni macro ampiamente sfavorevoli in termini relativi rispetto ad altre aree economiche, tra cui l America, ne compromette il trend a causa di costanti attese per riduzione di tassi che si misurano con maggior ampiezza nelle aspettative rispetto ad altre aree monetarie. La resistenza 1,5550 segna il limite correttivo del Cable; sotto tale livello continuiamo a confermare il target 1,40-1,35 Il Usd-Jpy oscilla all interno di un range piuttosto ampio compreso tra 93 nella parte inferiore 99 su quella superiore. La tendenza sotto tale livello rimane negativa per il dollaro con obiettivi già segnalati a 85/83 Usd-Jpy. Contro Euro lo Yen continua a manifestare forza sebbene contrastata da una fase laterale di oscillazione piuttosto ampia. Ci attendiamo movimenti in direzione di quota 117 dove transita il supporto senza e- scludere possibili fluttuazioni erratiche che potrebbero momentaneamente riportare le contrattazioni nella parte alta della gamma L obiettivo sotto 130 rimane comunque quota 103. La Sterlina sta allentando la propria debolezza sull Euro. La perdita di momentun della divisa unica acuirebbe con cadute sotto quota,8340 con accelerazioni soltanto sotto,82. Sotto tale livello si aprirebbe una fase neutrale di distribuzione compresa tra minimi a,77 e riflussi verso,82. Infine il Franco Svizzero tenterà di oltrepassare la soglia 1,5580 per riconquistare area 1,61. Supporto e controllo del rischio sotto 1,51 contro Euro.

5 Dicembre 2008 Pagina 5 Wb. momentum NUMERO 3 > Dieci anni di crisi Up-to-date MSCI World RECESSIONE RECESSIONE > La curva degli Earnings per il Dow Jones. Recessione , Recessione I mercati pur evidenziando potenziali segnali correttivi (rimbalzo tecnico), risultano ancora inseriti all interno di tendenze negative, governate da attese recessive, lo evidenziano l andamento degli utili. -

6 Dicembre 2008 Pagina 6 INTERMARKET ANALYSIS Mercati Azionari in correzione ma strutturalmente vulnerabili Equity Index Wb. momentum NUMERO 3 > MSCI WORLD FREE > S&P 500 EQUITY INDEX > DJ EUROSTOXX 50 TARGET Msci World Free Nasdaq Composite DJ Eurostoxx Dax TREND S&P Trend + up = neutral - down & MSCI World Free La regressione rilevata dall indice ha verificato i minimi del precedente ciclo ribassista conclusosi a marzo del 2003 (187). Il ritorno sui minimi è maturato con velocità ed ampiezza, come vedremo nel caso degli indici americani, straordinari nell evoluzione statistica dei cicli. La lontananza dai valori di equilibrio, evidente su tutti i mercati, suppone che ci si debba attendere un azione di riequilibrio degli eccessi evidenziati. In altre parole è verosimile attendere una convergenza dei corsi verso valori più coerenti con le medie annuali. Tale azione ha già avviato un primo movimento correttivo che in termini di riequilibrio dovrebbe condurre i valori a recuperi sino a quota (actual 215). Soltanto oltre tale quota si avrebbe un segnale concreto di inversione di tendenza da coniugare con le attese macro che come scritto nell introduzione generale del report mensile rimangono piuttosto negative. USA L S&P 500 dopo aver violato al ribasso i minimi del 2003 ha recuperato velocemente terreno riportando da 750 a 896 punti le quotazioni. La reazione dai minimi si inserisce nell ambito di un processo di riequilibrio di una fase negativa che in termini statistici ha ecceduto per ampiezza negativa commisurata al tempo. Il recupero rimane inserito in un contesto dominante da forze ribassiste fintantoché i valori non saranno in grado consolidare rialzi al di sopra di quota Il rally conserverà la propria positività nella condizione in cui i valori scambino sopra area 825, diversamente si riattiveranno le forze ribassiste. Il modello infatti continua ad evidenziare rischi di formazioni di nuovi minimi (area 600) qualora il mercato non sia in grado di ristabilire oscillazioni che siano in grado di quotare stabilmente oltre quota Nasdaq Composite La reazione del Nasdaq ha connotazioni simili a quanto scritto per l S&P 500. I valori tenteranno di raggiungere area per verificare la capacità di stabilire un segnale in grado di annullare la tendenza ribassista tuttora dominante. Sotto tale livello gli obiettivi del modello rimangono negativi in direzione dei minimi del 2003 area L attuale rimbalzo esaurirebbe funzionalità qualora eventuali prese di beneficio spingessero i prezzi al di sotto di UEM Eurostoxx 50 L indice europeo segue pedissequamente l andamento dell S&P 500. L eccesso di negatività formatosi in area ha creato le basi per l avvio di una reazione potenzialmente apprezzabile. Tuttavia le condizioni sottostanti rimangono negativi e fortemente pregiudizievoli ad un segnale defini- tivo di inversione della tedenza. Al momento, ciò si potrà rilevare soltanto con uno stabile ritorno dei corsi oltre area 2.710; l indiscussa lontananza da tale livello impone due riflessioni di ordine tecnico: in primis l ampiezza del range disponibile offre alla speculazione più aggressiva un rapporto return on risk apprezzabile (stop loss ravvivinati potenziale target profit elevato). Ciò nonostante la correzione consentirà ai corsi di uscire dalla condizione di ipervenduto e presentare ad ogni livello resistenziale opportunità di vendita qualora a queste si sovrappongano dati e notizie di segno negativo. Sotto tutti gli elementi che caratterizzano la tendenza ribassista del ciclo conservano la loro persistenza che identifica in area l obiettivo di riferimento. DAX Il mercato azionario tedesco offre le stesse proprietà tecniche dell Eurostoxx 50: l indice, dopo aver verificato il target stimato a q u o t a , (vedi wbadvisors.it/equity), avvierà un collaudo degli ostacoli che definiscono la tenuta del down trend primario posizionati rispettivamente in area & E probabile quindi che l attività speculativa tenti di avvicinare tali livelli riequilibrando in tal modo le condizioni di oversold in cui versa l asseto tendenziale. Soltanto oltre saremmo in grado di riconoscere un valido segnale di inversione. Diversamente l assenza di un recupero

7 Dicembre 2008 Pagina 7 > Continua l Effetto Farfalla I mercati rimangono vulnerabili ad ulteriori ribassi. Equity Index Wb. momentum NUMERO 3 EQUITY INDEX TREND TARGET S&P Mib Russia RTS Nikkei China Shangai India Sensex Brasile bovespa > S&P MIB > MS Eastern Europe > MS Far East > Bovespa - te riattiverà le vendite riportando le contrattazioni nuovamente verso punti scontando forti rischi di caduta ulteriore verso area & nel medio termine. S&PMIB I valori, dopo aver fissato minimi a quota , al disotto dei precedenti minimi ciclici stanno reagendo: la struttura tecnica risulta assimilata alle configurazioni degli altri indici europei. Pertanto la reazione incontrerà resistenze in prossimità di area , mentre segnali in grado di stabilire condizioni di inversione vanno colti soltanto con il superamento di area In attesa delle opportune verifiche il modello continua a stimare obiettivi ribassisti in direzione di punti. Eastern Europe La discesa dei mercati dell Est, accentuata dal crollo della Russia, sta incontrando supporti favorevoli al realizzo di una fase di riequilibrio. Nell area vi sono stati negli ultimi due mesi focolai di crisi nelle finanze pubbliche piuttosto preoccupanti, Ucraina, Ungheria la stessa Russia che in contro tendenza con il resto del mondo ha portato i tassi oltre l 11% per frenare l emorragia di capitali. L indice RTS sta cercando di consolidare oltre quota 550 per tentare un recupero che definiamo sostanziale soltanto con un ritorno stabile dei corsi oltre area 900. Nel frattempo suggeriamo di monitorare con attenzione proprio quota 550 in quanto una rottura produrrebbe nuove accelerazioni verso quota 300. ASIA L indice Nikkei 225 si sta contendendo la tenuta dei minimi del 2003 a quota Le condizioni recessive unite alla scarsa visibilità futura sull andamento dell economia non consentono al mercato di ristabilire concrete misure di recupero. A ciò si unisca la forza dello yen che contrasta ampiamente con l esigenza di dare impulso all export di per se già in difficoltà a causa del restringimento della domanda globale. In mancanza di un consolidamento dei minimi evidenziati, l indice rischia di scivolare verso area & La China (Shangai) sta anticipando il movimento di altri mercati dell area Far East. E verosimile attendere un prossimo ritorno dei valori della borsa di Shangai verso i precedenti minimi a quota La violazione aprirà nuovi spazi di regressione per area & Il MSCI Far East evidenzia in termini di forza relativa condizioni apparentemente migliori rispetto ai due mercati analizzati; tuttavia anche in questo caso prevale il rischio di un discesa dei valori al di sotto dei minimi segnati ad ottobre e novembre a 270 punti. La misura di tale rischio stima un ulteriore regressione del 15-18%. L India (Sensex) dopo aver raggiunto il nostro target a sta tentando di correg- gere l eccesso di negatività. Difficilmente i corsi riusciranno a recuperare area in quanto i minimi segnati a risultano ancora estremamente vulnerabile con rischi di caduta quantificabile in area LATAM Il Bovespa rappresenta in questa fase uno dei mercati che in termini di forza comparata potrebbe esprimere migliori condizioni di recupero. Ciò nonostante in considerazione della congiuntura globale, unita alla debolezza delle materie prime, difficilmente avremo una prova di forza oltre area In assenza di un recupero sostanziale dei valori delle commodity l indice rischia di scivolare sotto quota ed annullare ogni condizione di positività relativa. In tal caso il rapporto di rischio stimato evidenzia potenziali cadute in direzione di & MSCI LatAm La caduta dell indice di oltre il 50% dai massimi del mese di maggio non lascia dubbi sulle condizioni dell area in generale. La discesa verticale dei valori non consente di modulare valide ipotesi di recupero sostanziale, fatta eccezione per un rimbalzo tecnico. L estensione di tale rettifica dei corsi consentirà di esprimere con maggiore ponderazione i rischi sottostanti, in quanto al momento il modello non rileva opportunità.

8 Pagina 8 Materie Prime CRB e WTI L indice CRB sulle Commodity continua a subire il flusso delle vendite sottolineando in tal modo il grado di fiducia che il mercato sconta sulle attese macro. I valori nella loro fase regressiva hanno verificato il primo dei nostri target ribassisti stimati in area 240. Al di là di ragionevoli ipotesi correttive, più determinate da fattori tecnici che altro, l indice rimane vulnerabile ad ulteriori pressioni negative. L offerta rimane infatti elevata, come pure elevata rimane la sovrapposizione speculativa incentivata dalle attese di ulteriori ridimensionamenti della domanda globale. Il nostro modello stima un secondo obiettivo di ribasso in area 180. Il petrolio come più volte scritto e dichiarato nei media (Bloomberg, CFN CNBC, Rai) rimane assolutamente dominato da correnti ribassiste. Anche in questo caso è stato rag- giunto il primo target stimato dal modello previsionale nella fascia 60/50 usd, mentre rimane attivo ed in attesa di verifica il secondo posto in area 45/35. Negativo si conferma anche il trend di altre materie di base quali i metalli ferrosi e non, le commodity agricole. Il rame sta cercando di consolidare tra 150 e 175 ma rimangono elevati i rischi per ulteriori flessioni in area Unico elemento di positività nel comparto è dato ancora una volta dalla tenuta dell oro: i corsi pur subendo forti volatilità continuano ad oscillare sopra il supporto primario 700 manifestando un segnale di tensione presente sui mercati azionari e sulle prospettive finanziarie. Rialzi sopra area 850/900 palesano e confermano tali tensioni. WBA Commodity Reaserch > CRB Index Macro Cycle Perspective > OIL WTI

9 Pagina 9 Independent Thinking Research Dollar Index Dollar Index: pull-back Il Dollaro Index ha proseguito nel corso del mese di novembre la propria corsa verso la parte alta del range a cui avevamo assegnato una fascia di oscillazione compresa tra I corsi raggiungendo la fascia di resistenza, hanno subito parziali prese di beneficio dando avvio ad una fase di consolidamento. Nel corso della prima parte del mese di dicembre dovremo seguire con attenzione lo sviluppo di tale consolidamento alzando il primo livello di controllo del rischio in area (valore di chiusura giornaliera), in quanto violazioni potrebbero esporre il trend rialzista, a cui abbiamo accreditato prezzi obiettivo nella fascia 92 & 100, ad azioni correttive. Il forte rialzo degli ultimi mesi, che ha condotto i valori da quota 70 agli attuali 87/88, mette in evidenza una situazione di eccesso in ordine alle rilevazioni statistiche che potrebbe imporre all indice una pausa riflessiva. Mentre sopra quota 84 permangono gli elementi potenzialmente favorevoli alla prosecuzione del trend rialzista, non vanno ignorate le implicazioni tecniche generate da una caduta dei corsi al di sotto del livello di controllo del rischio rilevato a 84,60. L effetto riflessivo implicherebbe un ritorno dei corsi alla base del range evidenziato (82-81) con un ritracciamento di buona parte dei progressi dell ultimo mesi. US DOLLAR vs SPOT RATES > Di seguito i livelli primari che definiscono l attuale range di breve termine. I valori cerchiati rappresentano livelli di inversione della tendenza segnalata. LAST SUPPORTO RESISTENZA EURO 1,2695 1,24 1,33 TARGET 1,15 TREND B/T TREND L/T GBP 1,5360 1,45 1,62 1,35 JPY 98,50 93, CHF 1,2147 1,1550 1,26 1,35 DOLLAR INDEX 84,50 84,60 Cl 87 92

10 Pagina 10 > SEDE Via Gen. A. Albricci, Milano > Wlademir Biasia Ricerca & Strategia d investimento > Partners Research di: FREE SIM Consulenza Indipendente Sede Milano WB Advisors V. Gen Albricci, MILANO >

RUMBLING world Un processo verso la transizione

RUMBLING world Un processo verso la transizione OTTOBRE 2011 Osservatorio di Intermarket Analysis Wlademir Biasia RUMBLING world Un processo verso la transizione HIGHLIGHTS FATTORI ENDOGENI ANCHE I BTP? DOPO L ATTENZIONE VERSO I DEBITI SOVRANI DOVE

Dettagli

GENNAIO FEBBRAIO. ."Può il batter d'ali di una farfalla in Brasile provocare un tornado in Texas?..."

GENNAIO FEBBRAIO. .Può il batter d'ali di una farfalla in Brasile provocare un tornado in Texas?... GENNAIO FEBBRAIO 2009 Intermarket Analysis GENNAIO FEBBRAIO > Il Macrotrend > Commodity & WTI sempre deboli > Tassi: Ribassi in Europa > Forex: Dollaro nuovamente forte > Equity Market: Vulnerabile i minimi

Dettagli

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015)

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) STOXX600 Europe Lo STOXX600 ha superato l importante resistenza toccata nel 2007 a quota 400, confermando le nostre previsioni di un mese fa. Il trend di medio-lungo periodo

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Dalla crisi finanziaria alla crisi economica: Non si arresta il crollo dei prezzi dei non ferrosi

Dalla crisi finanziaria alla crisi economica: Non si arresta il crollo dei prezzi dei non ferrosi COMMENTO GENERALE DEI METALLI NON FERROSI LME ANALISI E TENDENZE ANALISI DEL 13-10-2008 I dati utilizzati sono relativi alla prima seduta del LME di Londra e sono espressi in $/tonn. Dalla crisi finanziaria

Dettagli

SULLE ALI DELLA DISCONNESSIONE: ATTO II

SULLE ALI DELLA DISCONNESSIONE: ATTO II SULLE ALI DELLA DISCONNESSIONE: ATTO II Dopo il grande rush che ha visto i principali mercati raggiungere e superare i precedenti massimi storici, è iniziata l attesa fase di correzione degli indici. Ad

Dettagli

Analisi dell oro. Dal 1980 al 2008

Analisi dell oro. Dal 1980 al 2008 Analisi dell oro Dal 1980 al 2008 La fase discendente dei prezzi dell oro iniziata nel 1979 si conclude nell agosto del 1999, dopo 20 anni quando tocca il suo minimo ventennale a quota 252. Dopo un tentativo

Dettagli

Europa: oggi l Ifo e la seconda stima sul Pil in Germania. Stati Uniti: oggi le vendite delle case nuove e la fiducia dei consumatori.

Europa: oggi l Ifo e la seconda stima sul Pil in Germania. Stati Uniti: oggi le vendite delle case nuove e la fiducia dei consumatori. Morning Call 25 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Quotazione del Brent: andamento dal 2008 I temi del giorno Lunedì nero per le borse; oggi Shanghai perde ancora oltre il 7,0% ma i listini europei tentano

Dettagli

SEGUICI SU http://www.parisfx.wordpress.com EUR/USD USD/JPY EUR/JPY GBP/USD. www.optionsxo.com CESARE@OPTIONSXO.COM

SEGUICI SU http://www.parisfx.wordpress.com EUR/USD USD/JPY EUR/JPY GBP/USD. www.optionsxo.com CESARE@OPTIONSXO.COM SEGUICI SU http://www.parisfx.wordpress.com EUR/USD dopo i nuovi minimi in area 1.28 ¼ il mercato ha messo a segno dei rimbalzi correttivi durante la notte, giunti ora ad un ritracciamento pari al 38.2%

Dettagli

GENNAIO 10. Strategy Team Advisory: WLADEMIR BIASIA W.Biasia@wbadvisors.it

GENNAIO 10. Strategy Team Advisory: WLADEMIR BIASIA W.Biasia@wbadvisors.it GENNAIO 2010 Intermarket Analysis GENNAIO 10 > Stress Test sui Government Bonds! > Tassi: Attenti alla Parte Lunga della Curva > Commodity: Petrolio & Oro Protagonisti > Forex: US Dollar Parzialmente Debole

Dettagli

Commento di fine anno

Commento di fine anno Commento di fine anno Si è concluso il primo decennio del primo secolo del terzo millennio. Che anno è stato per i metalli non ferrosi? E come sarà quello che sta per entrare? Come più in generale si può

Dettagli

Analisi settimanale N10 Settimana 26-30 Novembre

Analisi settimanale N10 Settimana 26-30 Novembre Analisi settimanale N10 Settimana 26-30 Novembre MERCATO AZIONARIO- SP500 Il rimbalzo che potrebbe riportare il prezzo in area 1445 per la fine dell anno sembra essere iniziato nella settimana appena trascorsa.

Dettagli

Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre

Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre Analisi settimanale N5 Settimana 22-26 Ottobre MERCATO AZIONARIO- SP500 La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da un rally che una volta raggiunta la circonferenza tracciata sul grafico weekly

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

Osservare il Giappone

Osservare il Giappone Osservare il Giappone Troppo scontato parlare di Renzi e della politica italiana. Cerco di guardare più avanti. Parliamo quindi di Giappone. Qualcosa nel Sol Levante non sta funzionando. L Abenomics al

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

Morning Call 18 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ifo tedesco in calo a dicembre a 108,70

Morning Call 18 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ifo tedesco in calo a dicembre a 108,70 Morning Call 18 DICEMBRE 2015 Sotto i riflettori Curva a scadenza dei Treasury: oggi e al 30 settembre 2015 I temi del giorno L analisi dei mercati Macro: Ifo tedesco in calo a dicembre a 108,70 Mercati

Dettagli

Analisi settimanale N7 Settimana 12-16 Novembre

Analisi settimanale N7 Settimana 12-16 Novembre Analisi settimanale N7 Settimana 12-16 Novembre MERCATO AZIONARIO- SP500 Come ci aspettavamo il mercato americano è sceso anche la scorsa settimana, tuttavia lo ha fatto in un modo più significativo del

Dettagli

COMMENTO AI MERCATI. Pertanto è lecito attendersi una apertura debole dei listini, visto che i futures Usa sono in calo e così pure Euro Yen.

COMMENTO AI MERCATI. Pertanto è lecito attendersi una apertura debole dei listini, visto che i futures Usa sono in calo e così pure Euro Yen. Data :26/11/2008 Buongiorno a tutti. COMMENTO AI MERCATI Dalle indicazioni del commento di preapertura ai mercati di oggi : Fitch abbassa il rating di Toyota. Di conseguenza il Nikkei storna con maggiore

Dettagli

La settimana sui mercati

La settimana sui mercati 27/07/2008 Commento ai mercati Un riimballzo con poche pretese La settimana sui mercati Nell ottava appena trascorsa i mercati hanno tentato la continuazione del rimbalzo iniziato nella settimana precedente,

Dettagli

Le Correlazioni Finanziarie

Le Correlazioni Finanziarie Le Correlazioni Finanziarie Per correlazione s intende la relazione che intercorre tra due variabili. In finanza è utile per definire il legame che ci può essere (o non essere) tra due entità. Se si riesce

Dettagli

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi l indice dell attività nazionale elaborato dalla Fed di Chicago.

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi l indice dell attività nazionale elaborato dalla Fed di Chicago. Morning Call 24 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Indice di Borsa di Shanghai: andamento I temi del giorno Proseguono le tensioni sui mercati: questa mattina Shanghai segna un -8,7% e il Nikkei segue con

Dettagli

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 L analisi dei mercati

Dettagli

COINCIDENZE? Coincidenze soprattutto nella sequenza di dati positivi, che confermano la necessità di tapering?

COINCIDENZE? Coincidenze soprattutto nella sequenza di dati positivi, che confermano la necessità di tapering? COINCIDENZE? Mercoledì 18 dicembre la Fed ha deciso di diminuire di 10 mld l entità degli acquisti di Titoli di Stato e Mbs, senza sorprendere più di tanto gli operatori. In sostanza è stato alzato molto

Dettagli

Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 9)

Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 9) Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 9) Australia (Asx All Ordinaries): -1,03% Giappone (Nikkei225): -1,51% Hong Kong (Hang Seng): -1,57% Cina (Shangai) -0,11% Korea (Kospi) -0,07% India (Bse Sensex): -1,05%

Dettagli

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo.

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo. Morning Call 21 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Indice di volatilità sul Dax: andamento I temi del giorno Mercati nervosi: nuove elezioni in Grecia, economia cinese in rallentamento, valute dei Paesi emergenti

Dettagli

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio)

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio) (12-lug-2015) Facciamo prima un breve quadro Intermarket: Valute: L Eur/Usd (1,1157) resta in fase di indecisione- l Usd/Yen (122,75) è in correzione dal 5 giugno. Commodities: il Crb Index (218,25) è

Dettagli

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 24 luglio)

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 24 luglio) (26-lug-2015) Facciamo prima un breve quadro Intermarket: Valute: Eur/Usd (1,0977) resta in fase di debolezza dai massimi del 18 giugno, ma sta tentando un recupero- Usd/Yen (123,826) è in ripresa dall

Dettagli

Analisi settimanale N4 Settimana 16-20 Ottobre

Analisi settimanale N4 Settimana 16-20 Ottobre Analisi settimanale N4 Settimana 16-20 Ottobre MERCATO AZIONARIO- SP500 Il minimo della settimana del 14 settembre ( quella del top) è stato violato nella settimana appena trascorsa. Ovviamente NON leggiamo

Dettagli

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo:

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo: Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo: ore 10:00: IFO (Fiducia Imprenditori) Germania per dicembre ore 14:30: Permessi Edilizi Usa a novembre Fornisco questi orari poiché nelle loro vicinanze

Dettagli

Cell Data International. Idee per il 2013

Cell Data International. Idee per il 2013 Cell Data International Idee per il 2013 Unità analisi tecnica e previsioni Cell Data International 14/01/2013 C.O.T. Report: utile strumento di previsione Analisi a tre mesi sul cross /$ di Giacomo Tulino

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 19 dicembre)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 19 dicembre) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 19 dicembre) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta in tendenza ribassista ed ha fatto nuovi minimi annuali- ha chiuso a 1,223 - Il cambio Usd/Yen

Dettagli

Aggiornamento sui mercati obbligazionari

Aggiornamento sui mercati obbligazionari Aggiornamento sui mercati obbligazionari A cura di: Pietro Calati 20 Marzo 2015 Il quadro d insieme rimane ancora costruttivo Nello scorso aggiornamento di metà novembre dell anno passato i segnali per

Dettagli

REPORT DI ANALISI TECNICA DI AZIONI FUTURES FOREX COMMODITIES

REPORT DI ANALISI TECNICA DI AZIONI FUTURES FOREX COMMODITIES Realizzato da : Sante PELLEGRINO TRADER REPORT DI ANALISI TECNICA DI AZIONI FUTURES FOREX COMMODITIES PERIODICO SETTIMANALE N 18 DEL 11 APRILE 2011 Grafici analisi e videoreport realizzati con : INSEGNA

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

SmartHedge Report: Q4 2014

SmartHedge Report: Q4 2014 SmartHedge Report: Q4 2014 Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) USD: continua il rafforzamento del dollaro A partire da metà estate abbiamo assistito

Dettagli

Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Euribor ad 1 mese: andamento I temi del giorno Macro Usa: sotto le attese i nuovi occupati ad agosto a +173mila unità, tasso di disoccupazione al 5,1% Tassi:

Dettagli

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi il dato finale sul Pil del Q3 e le vendite delle case esistenti.

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi il dato finale sul Pil del Q3 e le vendite delle case esistenti. Morning Call 22 DICEMBRE 2015 Sotto i riflettori Indice Ibex: andamento I temi del giorno Macro: oggi il dato finale del Pil Usa del terzo trimestre Il voto spagnolo e lo stallo politico pesano su azionario

Dettagli

Morning Call 14 GENNAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: cresce la produzione industriale in Italia, in forte calo l inflazione nel Regno Unito

Morning Call 14 GENNAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: cresce la produzione industriale in Italia, in forte calo l inflazione nel Regno Unito Morning Call 14 GENNAIO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: cresce la produzione industriale in Italia, in forte calo l inflazione nel Regno Unito Tassi:

Dettagli

Morning Call 13 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati del Pil in Francia, Germania, Italia ed Area euro

Morning Call 13 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati del Pil in Francia, Germania, Italia ed Area euro Morning Call 13 NOVEMBRE 2015 Sotto i riflettori Rendimento del benchmark tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Macro: oggi i dati del Pil in Francia, Germania, Italia ed

Dettagli

Per la nostra analisi iniziamo con il solito sguardo Intermarket (dati ad 1 ora a partire da fine dicembre- aggiornati alle 09:10 di oggi 6 marzo):

Per la nostra analisi iniziamo con il solito sguardo Intermarket (dati ad 1 ora a partire da fine dicembre- aggiornati alle 09:10 di oggi 6 marzo): Chiusura Borse Asia/Pacifico - Australia (Asx All Ordinaries): +0,84% - Giappone (Nikkei225): +2,13% - Hong Kong (Hang Seng): +0,96% - Cina (Shangai): +0,90% - Korea (Kospi):+0,20% - India (Bse Sensex):

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio) VALUTE: - L Euro/Dollaro dopo i massimi annuali (1,3995) ha corretto con decisione- ha chiuso a 1,3762 - Il cambio Usd/Yen è in

Dettagli

SmartHedge Report: Q3 2014

SmartHedge Report: Q3 2014 SmartHedge Report: Q3 2014 Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) USD: fine del QE e rafforzamento del dollaro? Entro fine settembre la Federal

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Aprile 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. Abbandonato l impegno ad essere pazienti, nell attendere i tempi e le condizioni

Dettagli

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti:

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: MARKET OUTLOOK 2016 Cosa ci lascia in eredità il 2015 L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: - La fine della politica dei tassi zero in USA - L avvio del QE in Europa

Dettagli

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 7 agosto)

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 7 agosto) (9-ago-2015) Iniziamo con un breve quadro Intermarket: Valute: Eur/Usd (1,0963) è in fase di incertezza anche se sta tentando una ripresa dai minimi del 21 luglio- Usd/Yen (124,229) resta forte ed in ripresa

Dettagli

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro Area euro: inflazione in ripresa in Italia, +0,2% a/a l indice nazionale e +0,5% a/a quello

Dettagli

Iniziamo con l Analisi Ciclica sull S&P500 future (dati a 1 ora):

Iniziamo con l Analisi Ciclica sull S&P500 future (dati a 1 ora): Iniziamo con l Analisi Ciclica sull S&P500 future (dati a 1 ora): Ricordo che non sempre i cicli sull S&P500 coincidono con quelli dei mercati Europei- attualmente i cicli sono in fase, anche se con forze

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale VALUTE: - L Euro/Dollaro si è rafforzato facendo un massimo a 1,3969- ha chiuso a 1,3911 - Il cambio Usd/Yen è in decisa discesa dai massimi del 7 marzo- ha

Dettagli

Commento ai mercati. La settimana sui mercati

Commento ai mercati. La settimana sui mercati 17/05/2008 Commento ai mercati Fiinchè lla banca va La settimana sui mercati Dopo la pausa della precedente ottava, i mercati hanno riavviato il cammino al rialzo nel breve termine. I dati macro risultati

Dettagli

Europa: oggi i prezzi al consumo tedeschi e francesi e le minute della Bce. Stati Uniti: oggi le vendite al dettaglio.

Europa: oggi i prezzi al consumo tedeschi e francesi e le minute della Bce. Stati Uniti: oggi le vendite al dettaglio. Morning Call 13 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del benchmark tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Market movers Cina: terza svalutazione per lo yuan, nuova parità

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report EUR / USD Fase di mercato laterale EUR/USD si sta muovendo senza una chiara direzione.

Dettagli

ANALISI CICLICA DI MEDIO PERIODO CON LE TECNICHE DI R.MINER:

ANALISI CICLICA DI MEDIO PERIODO CON LE TECNICHE DI R.MINER: ANALISI CICLICA DI MEDIO PERIODO CON LE TECNICHE DI R.MINER: L analisi si basa su dati statistici che calcolano la distanza tra i minimi, tra i minimi e massimi, tra massimi e minimi e tra massimi e massimi

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta in rialzo dai minimi del 13 aprile- ha chiuso a 1,1447 - Il cambio Usd/Yen resta elevato, ma

Dettagli

Partiamo dall Eurostoxx future e vediamo il Ciclo Trimestrale partito il 24 giugno (dati ad 1 ora):

Partiamo dall Eurostoxx future e vediamo il Ciclo Trimestrale partito il 24 giugno (dati ad 1 ora): Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale - l Euro/Dollaro resta forte ed ha chiuso come la scorsa settimana intorno a 1,352 - l Oro ha leggermente recuperato chiudendo a 1338 dollari, resta comunque

Dettagli

Strategie di investimento per i mercati azionari

Strategie di investimento per i mercati azionari Strategie di investimento per i mercati azionari Aggiornamento al giugno 2006 Torino, 22 giugno 2006 I mercati azionari nel 2006 I mercati internazionali Le performance dei principali mercati mondiali

Dettagli

GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI. 06 Maggio 2016

GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI. 06 Maggio 2016 GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI 06 Maggio 2016 PANORAMICA MACRO Principali Lunedì +/- Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì indici / currency 02/05/2016 03/05/2016-04/05/2016-05/05/2016-06/05/2016

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 Marzo 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Morning Call 14 GENNAIO 2016 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 14 GENNAIO 2016 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 14 GENNAIO 2016 Sotto i riflettori Indice S&P500: andamento I temi del giorno Macro Area euro: calo marcato per la produzione industriale dell Area, a dicembre -0,7% su base mensile Banche

Dettagli

COMMODITY MENSILE DI ANALISI DELLE PRINCIPALI COMMODITY INTERNAZIONALI DICEMBRE 2011

COMMODITY MENSILE DI ANALISI DELLE PRINCIPALI COMMODITY INTERNAZIONALI DICEMBRE 2011 COMMODITY MENSILE DI ANALISI DELLE PRINCIPALI COMMODITY INTERNAZIONALI DICEMBRE 2011 IF COMMODITY è un mensile informativo appositamente studiato per consulenti e promotori finanziari. IF COMMODITY fornisce

Dettagli

Morning Call 4 NOVEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ism manifatturiero in rialzo ad ottobre sopra le attese a 59

Morning Call 4 NOVEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ism manifatturiero in rialzo ad ottobre sopra le attese a 59 Morning Call 4 NOVEMBRE 2014 Sotto i riflettori Eur/Jpy: andamento I temi del giorno Macro: Ism manifatturiero in rialzo ad ottobre sopra le attese a 59 Tassi: Treasury a 10 anni in lieve rialzo al 2,35%;

Dettagli

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 31 luglio)

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 31 luglio) (2-ago-2015) Facciamo prima un breve quadro Intermarket: Valute: Eur/Usd (1,0984) sta tentando una ripresa dai minimi del 21 luglio- Usd/Yen (123,879) è in ripresa dall 8 luglio. Commodities: Crb Index

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 7 luglio A cura dell

Dettagli

Ed eccoci all aggiornamento per stamattina.

Ed eccoci all aggiornamento per stamattina. Ed eccoci all aggiornamento per stamattina. La Fed ieri ha tranquillizzato i mercato dicendo che terrà i tassi bassi fino al 2013. La conseguenza è stata che il T-note è schizzato a 131 il suo massimo

Dettagli

Market movers Europa: oggi la produzione industriale della Francia, Itala e Regno Unito. Stati Uniti: oggi le vendite all ingrosso.

Market movers Europa: oggi la produzione industriale della Francia, Itala e Regno Unito. Stati Uniti: oggi le vendite all ingrosso. Morning Call 10 FEBBRAIO 2015 Sotto i riflettori Grecia, rendimento del benchmark a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: in rialzo il saldo della bilancia commerciale tedesca a 19,1 mld di euro;

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 98 MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

Desenzano del Garda, 10 dicembre 2012. Introduzione del redattore

Desenzano del Garda, 10 dicembre 2012. Introduzione del redattore 1 Desenzano del Garda, 10 dicembre 2012 Introduzione del redattore Borsaritrade non vuole proporsi come un servizio di analisi finanziaria e di segnali operativi (chi cerca questo dovrebbe rivolgersi alle

Dettagli

REPORT DI ANALISI TECNICA DI AZIONI FUTURES FOREX COMMODITIES

REPORT DI ANALISI TECNICA DI AZIONI FUTURES FOREX COMMODITIES Realizzato da : Sante PELLEGRINO TRADER REPORT DI ANALISI TECNICA DI AZIONI FUTURES FOREX COMMODITIES PERIODICO SETTIMANALE N 21 DEL 09 MAGGIO 2011 Grafici analisi e videoreport realizzati con : INSEGNA

Dettagli

8-ott-2014. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

8-ott-2014. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 8-ott-2014 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -1,19% Australia (Asx All Ordinaries): -0,82% Hong Kong (Hang Seng): -0,67% Cina (Shangai) +0,77% Singapore (Straits Times) -0,46%

Dettagli

Iniziamo dal Ciclo Trimestrale sull Eurostoxx future partito il 26 febbraio (dati a 1 ora):

Iniziamo dal Ciclo Trimestrale sull Eurostoxx future partito il 26 febbraio (dati a 1 ora): Iniziamo dal Ciclo Trimestrale sull Eurostoxx future partito il 26 febbraio (dati a 1 ora): Questa settimana l Eurostoxx ha avuto un ulteriore rialzo con nuovi massimi annuali a 2787 e chiusura in forza

Dettagli

Analisi, Ricerche e Testi Luglio 2015 Anno II N. 6 A cura dell Ufficio Studi AVM. Gianluigi Montagner

Analisi, Ricerche e Testi Luglio 2015 Anno II N. 6 A cura dell Ufficio Studi AVM. Gianluigi Montagner Analisi, Ricerche e Testi Luglio 2015 Anno II N. 6 A cura dell Editoriale La parola al Direttore Generale Italia Cosa aspettarsi dai mercati da qui alla fine dell anno? Ci sono tanti temi caldi che tratteremo

Dettagli

Euro Equity. DJ EuroStoxx. 3 ottobre 2014 H: 10.32. Range previsto per la settimana in corso: 3172 3234

Euro Equity. DJ EuroStoxx. 3 ottobre 2014 H: 10.32. Range previsto per la settimana in corso: 3172 3234 DJ EuroStoxx Future Scad. dicembre 2014 F- EUROSTOXX DIC 2014 (3,174.00, 3,188.00, 3,087.00, 3,102.00, -85.0000), Parabolic SAR (3,249.32), PS Adaptive Moving Average 3300 32 3200 31 H: 10.32 Nota giornaliera

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 8 agosto 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta mediamente debole, ma dai minimi del 3 ottobre è in recupero- ha chiuso a 1,267 - Il cambio

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 2012 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

REPORT DI ANALISI TECNICA DI AZIONI FUTURES FOREX COMMODITIES

REPORT DI ANALISI TECNICA DI AZIONI FUTURES FOREX COMMODITIES REPORT DI ANALISI TECNICA DI AZIONI FUTURES FOREX COMMODITIES PERIODICO SETTIMANALE N 19 DEL 18 APRILE 2011 Grafici analisi e videoreport realizzati con : INSEGNA E APPRENDI IL MEGLIO TALETE Realizzato

Dettagli

Morning Call 15 APRILE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le nuove stime del Fondo Monetario Internazionale, Pil Italia 2015 a +0,5%, +1,1% nel 2016

Morning Call 15 APRILE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le nuove stime del Fondo Monetario Internazionale, Pil Italia 2015 a +0,5%, +1,1% nel 2016 Morning Call 15 APRILE 2015 Sotto i riflettori Irs a 5 anni: andamento I temi del giorno Le nuove stime del Fondo Monetario Internazionale, Pil Italia 2015 a +0,5%, +1,1% nel 2016 Pil della Cina nel primo

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale - l Euro/Dollaro si è indebolito ed ha chiuso sotto l importante soglia psicologica di 1,35 - l Oro ha arrestato il recupero dopo i minimi del 31 dicembre

Dettagli

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere.

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. 30 Novembre 2015 Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. Tutto è iniziato lo scorso novembre con la riunione dell OPEC (Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio), durante la quale è

Dettagli

Mid-Month Update POSIZIONE CICLICA DI MEDIO-BREVE E IMPLICAZIONI

Mid-Month Update POSIZIONE CICLICA DI MEDIO-BREVE E IMPLICAZIONI INDICE Giugno 2013 Mid-Month Update POSIZIONE CICLICA DI MEDIO-BREVE E IMPLICAZIONI - Linee guida - Snapshot - Posizione ciclica - S&P500 - BRIC e EMG Bonds - Relazione tassi a 5y USA e S&P - Hindenburg

Dettagli

Mid-Month Update POSIZIONE CICLICA SETTORIALE E SELEZIONE TITOLI

Mid-Month Update POSIZIONE CICLICA SETTORIALE E SELEZIONE TITOLI INDICE Maggio 2013 Mid-Month Update POSIZIONE CICLICA SETTORIALE E SELEZIONE TITOLI Posizione ciclica settoriale Commento generale Per ciascun aggregato viene pubblicata: Tabella Operativa con commento

Dettagli

Ecco il risultato attuale per l S&P500 (dati giornalieri a partire dai minimi del 24 giugno 2013):

Ecco il risultato attuale per l S&P500 (dati giornalieri a partire dai minimi del 24 giugno 2013): Vediamo di fare un analisi frattale sul mercato Usa per cercare di individuare i potenziali sviluppi su questi mercati. E il seguito dell analogo report pubblicato 1 settimana fa per i mercati Europei.

Dettagli

Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Indice FtseMib: andamento I temi del giorno Macro: Pmi dei servizi (Area euro) in miglioramento, Ism non manifatturiero (Usa) in calo sotto i 60 punti Bce:

Dettagli

Morning Call 3 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 3 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 3 LUGLIO 2015 Sotto i riflettori Usa, tasso di disoccupazione: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Macro Usa: rallenta la crescita dei nuovi occupati, +223mila a giugno; il tasso

Dettagli

Morning Call 22 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Giornata decisiva per gli sviluppi della situazione greca: ieri nuova proposta di Tsipras

Morning Call 22 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Giornata decisiva per gli sviluppi della situazione greca: ieri nuova proposta di Tsipras Morning Call 22 GIUGNO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Giornata decisiva per gli sviluppi della situazione greca: ieri nuova proposta

Dettagli

Morning Call 28 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa rivisto al rialzo, nel secondo trimestre al 3,9% annualizzato

Morning Call 28 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa rivisto al rialzo, nel secondo trimestre al 3,9% annualizzato Morning Call 28 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bonos a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: Pil Usa rivisto al rialzo, nel secondo trimestre al 3,9% annualizzato Tassi: rendimenti

Dettagli

SCENARIO INTERNAZIONALE

SCENARIO INTERNAZIONALE 1 SCENARIO INTERNAZIONALE Nel primo trimestre del 2004, la congiuntura mondiale ha confermato le previsioni positive, rafforzando le aspettative di crescita anche per il secondo trimestre. Gli Stati Uniti

Dettagli

Morning Call 31 AGOSTO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro Area euro: ad agosto prezzi al consumo stabili al +0,1% a/a in Germania

Morning Call 31 AGOSTO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro Area euro: ad agosto prezzi al consumo stabili al +0,1% a/a in Germania Morning Call 31 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Rendimento Treasury 2 anni: andamento I temi del giorno Macro Area euro: ad agosto prezzi al consumo stabili al +0,1% a/a in Germania Fed: il vicepresidente

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report EUR / USD Laterale e volatile EUR/USD si sta muovendo lateralmente tra la resistenza

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 5 maggio 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 5 maggio 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. maggio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono unicamente

Dettagli

La settimana sui mercati

La settimana sui mercati 22/06/2008 Commento ai mercati Mercatii iin piieno trend riibassiista La settimana sui mercati Nell ottava appena trascorsa i mercati hanno nuovamente registrato minimi inferiori alla settimana precedente,

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Morning Call 5 SETTEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. La Bce riduce ancora il costo del denaro: tasso repo allo 0,05%, nuovo minimo storico

Morning Call 5 SETTEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. La Bce riduce ancora il costo del denaro: tasso repo allo 0,05%, nuovo minimo storico Morning Call 5 SETTEMBRE 2014 Sotto i riflettori Cambio Eur/Usd: andamento intraday ieri e oggi I temi del giorno La Bce riduce ancora il costo del denaro: tasso repo allo 0,05%, nuovo minimo storico Tassi:

Dettagli

Rotary Milano Giardini, 22 settembre 2008

Rotary Milano Giardini, 22 settembre 2008 LA CRISI DEI MERCATI FINANZIARI Rotary Milano Giardini, 22 settembre 2008 1 I Titoli della CRISI 2 1 I titoli internazionali della Crisi 3 I titoli internazionali della Crisi 4 2 I Numeri della Crisi Perdite

Dettagli

Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro (prezzi chiusura del 16 gennaio)

Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro (prezzi chiusura del 16 gennaio) Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro (prezzi chiusura del 16 gennaio) Prima un breve cenno alla situazione Macroeconomica che interessa questi 2 mercati- Anche qui ha pesato

Dettagli

In netto calo le commodities: l oro perde qualche posizione mentre il petrolio crolla a 40$ al barile

In netto calo le commodities: l oro perde qualche posizione mentre il petrolio crolla a 40$ al barile 07/12/2008 Report di Analisi Tecnica e dei Mercati Finanziari Segnali contrastanti dalle Borse Ottava di alti e bassi per le borse americane che però chiudono la settimana con un deciso segno positivo

Dettagli