Bilancio di esercizio. Bilancio consolidato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bilancio di esercizio. Bilancio consolidato"

Transcript

1 Bilancio di esercizio Bilancio consolidato 2010

2

3 ! $ $' $$ ' *+!'$, '',$,!$,',' **+,' $$ *,,,'' $ + ', ''!$ -. $, '!! -,! $!$ /,, ',$ 0 '!! 1* ,4! 4 3- $'4$ '4 5!!, ',' 1!!$!! * 4, 4, '4 $4 * 4 4' 4 4 / 6 $, *!! 7 ' ', '!

4

5 0 6 89:$- 8;! 178!$$:/<-=$$! 1.**+*1'!.*6 561* > -- --?/A+ - 9 * 7+ /?-6 1*

6 96 1 Allianz Bank Financial Advisors S.p.A RB Fiduciaria S.p.A. Ras Private Bank Suisse SA in liquidazione - /43-74 / 74' '$/ 7 794,!7 9 74,!9 7!$$ 5 7+,!3 '5 7', 76-4!, - <*4!,- 7 /< 7,,/ 9 9-7' -

7 1 / <, 1 1' 9. 9/ * * * $ * '.+* * *! /, 5... /... //...! /... 6, $ ' *6...! *$.+*$ $ 5* $, 5*! $ /*$ $'...! //...!.*...! *.*...!$ 1

8 2

9 / 3

10 < B C D. E E4 9*44F+..G H6I1-+$=JK 9 * * + 1*40!4,2.<42 11*CI'424*+!4$2642 9I9I4 4F *D I+ 5E19C4' E C E $42! +I 9 I I 9.0 < B*G4I19.0 <C 9 * IL<C4!2442! E.,42*442D IC*4I *D++ I 6 I**I<* I I ** 7+ * E+4+DFC1 <11+19M 428!42'42 C42442!42 * I,424 E 4,2 I 5 ***319I!2 1I+4* 44C+++ I 1 4** 5.<*9<.2.4$2D N +42*<* C42F*42 44$2 4

11 1 5 +* O + M 4$' 24 5E M 4!2D + M'42 P JJ D ++42<-1 5I + + * ',244,2''244'$2!24,424,2 1C4**!!4!* 1 *. < * * *!4*D $4'4* 5 E + * 4,, *!4* ** 8* '444,**6 4 E 6 $4.$ * *4$4,. +., 9 <++F4$4.1 8-, 8-, * J 4 5

12 '2-Q,4.!4. E 4.4**.5151!444'2.M42EE 9.C* $24!!$4!91 42*,!4! EE!'4,2!$$42 + 3* + 4 '4$2 F! **+M!42,4$!,,452C +4$4$4+42! 1++42!4!4! ! 1. + E.E', 4E4 E 1 * '4 4 $42! 42 D* 4'2 + E4' '.!4 8-14, 4D - 1 C ** 42.42! D!2!4!,!!4 4M'4 * D 4, 4 42! + M!4. +. ** < 4 444, B1 7G E+8 8 : 8<*, : : 6 :+ 6

13 ..*. *D.*+4 *E*E.***4,= 4B-G 4E 24* <R - - /6 7 * *.C'*!M'4,2 4 9.*,!2 - C / 64! M $42 9 7C$2-4!M'24* + $4!2. 9 C$ 4! / !! 175 1,238! 1,585 ' 4,, $ ! ! -359! 8:/ *E 7

14 1*F/6C1-L1.C 4'!! 974 $+E4'M '2! 1 7C0 +<- '4E! 1*! +44!47 14* 7 CE4,M!2. '!. * 8 $'$! 1 C,4,! * '4, *! 9.*9 4.'24 9 C,*, 1!4! C* '$4E *4.,* 1 * * *! 7! 2 $$ ' '$ $4 *+!'$, '',$ '!$,$4,!$ $$!4,',' '$, 4.,,'!,4' $ $'!' 4$ **+,' $$ ',! 4 *,,!'!'$ 4,'' $ '! 4!,!!,!, 4 + ', ' '$4 ''!$ 4 $ $'!' 4$ 8

15 9 7! 1 2!'! $' $!4 7 $$, '!, 4 *! $' $!,$ $4! *!!! ', '! 4 $,!! $$ ' '$ $4 * 7! 1 2 * 6+ $ $! $4$ ** ' ' 4 + ',, 4 ',,!,, 4 +, '',4!, ' '4, '!'4!!! ', '! 4 9 * ** * : ***. 4S 4 R C. ++ 1*$$!,! ** M 9.C. 6 <4! E.E *C. 9

16 7! 1 2 * 6*+!!$!!$ +!! 4' $,!! 1. $<*!!$ 9 7! 1 2 $,' ' ''$ 4! ',$,,,,,, 4,'' $ '! 4! 1 ** 9E$ S..*** F. E.*. * 1$+ *+ 7! 1 2 +,,,! '$$ '' 4' *,!!! 4!, ',$, 4,,!!' '$'$ $4!'$, '',$ '!$,$4 1*+!'$, 4 '!$ *!,$42 4 ** + *4!'!'$ M!! 4 10

17 E. * **+ 7! 1 2 *,' $$ ',! 4,' $$ ',! 4 1 * *+4,' 4 ',!. M42 9 * + E 4 * *9.*.! 7! 1 2,,, 4 - $$ $!, 4,,! ',$,,!4$,! $$$ ',$4 $,$ $,!4!!!! ',!$ $$!4 6 +, 4. $$!42 * D */ D < 7! 1 2,$ ' ' $4! 1!, $,' ' $4$ $,$ $,!4! * '' '! '$ 4,!$ $$!4 9.C$,$ *!9. $ C*.. 11

18 4+C!4 9,' $ 8 $$ * E D +*$ D!,D +,, D! 9 8.!,D +,' D +!! D * 7! 1 2!!!' 4 L '! 4 * $,! 4',,!'!'$ 4 9*,,4!'!'$ *! C * 6 1.+,$'''$$*! 6 +!'',,*! 9 4,' 4 4/ E,,4/ 5. 7! 1 2 ' 4,$' ' 4$ '$, 4 9S 4C 12

19 . 7! 1 2 *E $,, $ '4,'' $!' 4$ '' ' '' 4,,'!,4' 9 * E $.! * T.< *N 9 8!,, **+$',! D!!$ E. ',$! D $ / E + +:+,$! D!!,, $! 9''.4'$$ 4. 7! 1 2 $$ $!,4,' $!',4, 4',!!,!, 4 9+T 9 8 * 4,!4,! E/E.+:+ D * + *, + * D * ',D *4,D * *$!9!' C+ 13

20 + 7! 1 2 /+ *! $ ',4' $! '$,,! $ 4 +!'!$ $, $$ 4 + '!!$,!,$,$ $ $4,$ $ ', ' '$4 1 * + 5.C$,4 * C!! 4,.C 4 * *4..** 14$!*!4 8 44E +5. E4EE +4. D 4!, C 4 **. *1$ 1 C,,! *!M42 9** *.*1$ $ C *. *!4N+.9.NC!'!$9 $$! C * + C4E 1 + 4'!!$ + 4 C,' '! 1CI 14++C!'4 JC$ <I I 6 14

21 6. 7! 1 2!!,,!,,! / $! $! / '$ '$,$'!! 4, / '$! ' 0 '!! ' ''!$ 4 94,$'.!!! *64*'4' ' 131/ 9 C +4.* * 4* T!!$!'!$ $!!, ', 7!!$!! /E8 + $ '!'! + ' ', + $ E '$,$ ' -* ',, $, 5.E 8. * D ++ *+D +.*4 * + 15

22 9. 9.+'4!! *! 5* 7! 2 - $, '!! $$,!4!!! $'! ' 4, $!4 /,!, $$ 4 -,!, 4 /+ $ '' ' /,,' $ '$ 4,,!,, $ 4 ' $', 4,,!, '4 /+!,$,$ $4, $!$ 4 + ' $!$!, 4, 0 ' ' 4 0.,, '$ 3,, 4 /+.,,$,,$ 4 0,, ',$ 1..!,'!, 0 '!! ' C, M 42.!,! 9.. C **.. C - 7! 1 2 1!$' $!, $4, 1 ',,! 4 $, '!! $$,!4! 5. 4!, 444*** S +4 4UN8 16

23 7! 1 2 1,,! $,$,4 1 ', $, $4!'', ',4 1,!''. 8 - $,$N8,! *+D ' * D, D,D,!.D! D 'D, 7! 1 2 6,,$,!,,$ 4' * $!,! '$!,4 ' '4, 5 ',,4, /,'! $ '4!!!'!!4' 4 ', $' 4 ',$ ''$ 4!! $'! ' 4 9. ' M 42. +* 4,, ! + *. 4. * 1 $ + C',$'C*1 +4 4CE. 6+C. 4 + F. 1*+ C ++ 17

24 0 * 4. 4 ** / 7! 1 2 /., '$$,$$ $'4, /*!,! / ' ' '4$,!, $$ 4 9 E ! 4 +, S 4 4. /+ 7! 1 2 $ '' ' $ '' ' 9I + I 9 4,,!,,!4 *$!442 1! *!!* 94'+, 42.$' C** *, E. 194 *!4 + 4!' E!,2 6 * 5 +, 4 *,,$1!,!4, 18

25 9+4!,$4+!4 ** S. + 7! 1 2 /*,,,',, 4$ 1 $$ $,!4 $ $!, ' $!$!, 4, :+: * !!. '4E ****1$4!D +4++,'D $$D!$D ' 6.* *+, 9!!, 9 F + E 8..* D E + * + D * 4$ C4E4. < 9 4 *4 + 1/<41/17<.E4 4 E*E*1$4 E ** C. C ** C F E* *U+!$ 19

26 I!* <..1V 9. E S * 4C BEG *EE4 + *4 *. 5. +E4E. F4+ + * + 9 * 4 E 4 4 * 9 * 14 WG C*I B * G * + * + 4 *.1.. 9$3,3<4+..4= E*4*4E/14 /4-7/ <4C BG+E CWEWI* Q F -1 1* 1 /4E /

27 1+V +4. C V 4 C C I1C+*4 E 9/ +44 E E4 4 4 F. 4E8 *3 FD 4 +T 48 C 1 I*D C 7+C <I19 I<J X ;4 R I W-W 1EBG * 4 I +*8 D I *4 I 4W7W D D CI/ 5C+E C * I C I 4 E + 21

28 CE!$'+ E4C $34,! E,$3 +I 1E I 5I* -4 WV + W4 *4C 4/9C E48 4CW+WE 44 D C 4 S 4 W1 W 5 E C CI F 4 8 +I4 4+ /D / C 4 W W4 F.D** CF+D C 4 + IGG B G44I1 ++E/ C +++* EC '6*4. + C 4 / *44 * C + 5.* D. 4 * C *.36 +E B1EYG4.1$*

29 C < 5. 6 **+8 *4D D D 16 D 6..J $01//!$3' BV G 9 1.4! 9!:CC 4 1* <.E16/*!D.1C 1'**C.* 616/16/9C.*F 1-C.17D C. + * E+44I E. + *.. 4.4E!,4 * 23

30 1 +*. E11 1* ****. * + +T D 4 24

31 25

32 26

33 * 27

34 * ! *E $,,, $!'$!!! $$'' ',!!$, *! $',$ $,'$ *+!'$, '', $,$!$,','',',''!' $$,!',$'$ 8 * $$+$,!!!,'' -!.!!.,!++ - $!$!/,$ $+!!$,. ''!$ ''!$. $, $$' 1-28

35 * ! **+,'!' $!, *,$!! $,'$ ',, ''!!'$,,,, ' $'$ $!', - $!$,/. +$+.0 -,..,$+!!./.!,' $!! $ $ +8 ',,!'! ' - /$$0/0./!, / '$!' / '$', $,''' $,,'',,'' '!! 0.M3 '!!! $,, $$' 1-29

36 .+* 7! 1!$'' $ 1 ' - $,' '!'!,,'!! $$ '$,$'!!'!!$ $ $'!!, $,$! $,'$ ' /.,,!$ '$$$ 0 E8!,,!! * *.0$$ 0.0! / '!'! ','!! -!,,'',' /+8 $,, ''! 1+,$$- //,0 * * *, /,,$!!$!, 8!'',, $!!! 1$$,0,0$- 1$$.!0,- * 1.!+0, /,,- + '''! $!$! $ /+3! $'' ' /+3 $' $'! 3 $',,'$ '$ $'' 0 '!' /+.,,$, 0,,! ',$' 1..!,,$!$ $ 0 '!!!! 0. '!!! 1-30

37 7! 0. '!!! * ',,$,, /7M ',!,$,, $ 31

38 *!,,'' '!',,,$' '$ '! ''! / ', '!! 7. L 7 * E < 7 /!!!! <!,,'' '$$,',,,$'!'!!!$, - <!! 8 *,,'' '$$,',,,$'!' /8 * /!!!$, 0 32

39 *!!!,,'' '$$,',,,$'!'!!!$, /!,$,,!! $ 7. L 7 * E < 7 / $,, $,, <!!,,'',$,,,$'!,',, ' - <'!,,'',$,,,$'!,',, ' 8 * /8 / 0 33

40 / L</ ! 6M M3 3 $$$' $$!.M3 '!!! 3 33M $$!!!'! +3M3,!,'' +3*M3!,'$,, +3M 3! $, EM!,,$!$ M3,,$, 9E3*M M3 3 $''$,$!,',! $!'!,,,!! * $!,$,,' *+8,,', '$, *+8 '',$'$ $!'!' $$ $' ',!'!$ $$ 9E3*M M3 3!','$$! $' **+8 ',!,,,'! **+8*!! *!'!'$, $',!! ''$!,,!'!',$ $,,!,,,, $$$,''!,,' 9E3*. M M3,$,,'$ <1-<5L 9EM,$! $! $',$! $,'$ $!,. 9E* $!,,, E E!!$ E,$ E!'!, E. $ 9E3*...M M3 3 $, 171.1/L771 3E 3E *, 9E3*.M M3 3, 91R <6<5</3L/15<99.<</1Z1L[ [M3M3 M 3M3 $!!! '',! 3 45 M * 34

41 / 1 7L111951L 33 33! *E.. < $ ',, 9E3*. $!!! '',! *E+. 6[ <M 3 $,,, $ 35

42 5 :+* +* +* 1* C* / 1 1/1 <4 * /! 1 * * C * B *. * + 6 G.14..!'34 33C3:'33!R 1* +*4+T5 15*131/* 11/1 4N< 1*C /51C / 4 C.1 *4'33! 1 E. 9 '34 * C.< E 6*<44 51:E 1* C. 1 * *131/ 1 * L! *E * :*4 ** 1***8 1 E 6 1 *. C *. + * 36

43 9 *4++* 14 F 4 *4 *4 E 4*4D+4 +T 6 +* 4* *.44.1 * *+ ::44 5 < E * 1.1 **+4 +T 7 ' BG B G + T.E*TE5 4 54E C. 5. * E 4 4 4* 1.*EC 4*E..1 E. 4 E. E.5.4 E* 37

44 '33! * *+ T.E*4TE < <* * 5 +. * +, +.13*31 **!, E.*++ +*4. F + / '14'4$4.* 17 C!4!* F14, E* * +C 4 +4 * 4+4F 4< E 4+**44 * TE * + C * + E + 1! B G F * * 4 N * 4 ** *. 4E 9.* 38

45 2' + : 2' 0 ; *31, E 2' + 2 < 8 = <. + + * 1 7 E* + 1*C*?-64 *.*!4++*.3' 9$=! 114+*** 5 L +BG4 $! 0 1/4 9,,3 < 4 F E :*4: 4 EC*. **3 44*3 1 F E. * * 1E**9. * C 4 4.C F* E* E +E D 4+4D ** 39

46 9.*.4 ** C * *EC1 EC*. < + 4 E E +.1/$14 +++*4 *4 * E8 * E * + F 51 14E* *44 9 B G * E E +*4E E + * 4 E *4 +T 5 * + *4 * E * 4.* 1!4C 64*4 B G 1 E BG 40

47 6N B.G * BG4BGBG 1 4 E 4 ** + +BGBG4+ E* 4 9..*. * 4 **. 1!4 C 4 B * G 4 4 / * 1E4E* *4 9.*+* 4. *. R 44 *4+EE E 9.U +**+ 9 B * G * E E + * 4 E E+*4 E*4+T 41

48 5 * + *4 * E * 4.* 1!4C 6BG1 EB G 6 B E8*G 9 B+3 8 *G+T **4+ + * F 4 E * **E 1! * 4 +T ** 1+*4.*.*. 49. R 4 42

49 9 B G * E E 1! + * 4 E E + * 4 E *4 +T 5 * + *4 * E * 4.* 1!4C 6BG 6 B E8G 9B+38 G+T, 1+*+4E4+T * E4 + E *4 + E +. * T E + 94* E4 E 4 * 4. E 4 3 * *..4+TE +4+4* *E* F* E + D. E C 4 4 1**E *

50 E**.4 E. 1! * 4 +3.: :. E ** 4 * 3 1C *4 4 *. 3 + * E+44 */*EC* C * 4 U+E+ ** + E * +T C* * 9C T * 9 CU +**+ 1EC44 *4E * *+ *E 44

51 1+TC4E +* C *4+ 4+4E 6BG 6 B E8G 9B+38G +T 0.U.B GBG 0. E8 *FE +** * E8 + ** *D C * +.C **+ 9 + B G S 6BG4 * 4 4 **. 4 E 1* 9BG*E E +* 45

52 64*4 B G 6 N B G L +* $ 4 9 4E +*4 * 4 + C F.. * * R *4C R 4 E* 9* 9E E + * 1E B G 5 B G +T+ ' 94*4E 44 +F1* + +*U*1 **4 BG4 9*+4E4 *.E* 46

53 9 + * 4 4 9*4E 9 * 4 E +*4E+++. * *49+ R U+.**4 0 I* C E *C.* 9 B+3 G 4 6 B3G! 9 * 944C**+ * **.. U *1.C. C 1 * C E * + * 4 E+ + +.* R U +. ** 4 47

54 R.44 E.+.*4C 9.**C 0 I* C E * * B+3 G 46 B3G 9.B+.G 4 64E 94B..G E* 9.C*. 4 E E 1 E * ::*. 9 * ** 4 * BG:E: * 9 E * 4 BG BG 9 +E 9 +** E ** E **.* +..** 4 +* C 1+4*1 $4 + * 4 +T

55 F/6: + * 1 * *+4 * * ** 4E7+* T E + 9. *. 9C* ** * 1 F* E +D.C4 4 4 *4 *4+ 9 *E 9 + E 9 * E.E 1 E C 4 6 BG < E B3 E8G 49

56 , S. * ** +.+T 0 U. B GBG 0 E8 *FE +** * E8 + ** *D C* +4.C **+ 6 B G 4 *44 ** 50

57 . 4 E 1* 9 B G * E 4 E4 6 4 * 4 BG6N B G L 9. 9* +* 4 * 8 44* * +D 4 * E4 *+D 4 *+ 9*E B.G4 B. G E * 4 *4+ 51

58 $ * *4 4 E / * 4 E / =$4 $ *4 + ** +4./ E*** +8 /*:= $: / B*G4 + F * D - E=$:=$ : / 4 B* G E.**. E/ C * 4 N 6*4** / 1 4 E E C ** + **E* 52

59 :1 5* 6+ 9.B+G4$.1/$++ **++ 8-8E** 1!4D - 8E4E** + D - 8+** 1 $ / 8 + E 4 D.D.. 4 E 49. *8! ,! $!, $$! ' * ''' '$ $,!! $!$,, $,$!,!!,,,, $!' ',,, ',,,! 9 9[ 9 9[ 9 9[ 9 *E * 9 9 * ** S

60 *** * 4E.S Z1/1< * < < $!$ ',! E '!!$ 8 \ \ $,$, $!$' 7,', /* 8 \ \,,$ $,/! 54

61 1 1 :*E *E:7 7 *E ! $,, * *+ $,, 9*+*.14 : : ! * ' ' *, $ R L1/,,,,! ' ' 55 $ ' M,! $

62 5E 8* ! 171.</ * ' 6+ * ** + ' ' +, * 8 $ $ R L1/, 6+ * ** +! ' /0-<51</171 + ' ' *,, ' M!'! 56

63 8 R * L1/ < ' '!!$ ' E ', 7 ',,!'!! 7!$!!! /*,!,! 7!'!',!,, / '! : : ! *!, $$! ' *!, $$! ' R L1/,,,!,, $$! ' '$ $$! ' 6*!,*** S 4 $$! 57

64 8* ! * * 6+ * ** + + * 8 R L1/, 6+ * ** + $$,!, $$! ' ' $$, ' 58

65 8 R * L1/ < ' '!! E,, 7,'','' '' ''!,!, 7!! /*,,,,,, 7,,, / / $$, $$, 9 B G *,:* *:7, 7,,* ! * ''' '$ $!! $ '$,,$,'$,$ * '!!! $ 7 7 R L1/, ''' '$ $,!! $!$ /494** O. M 1 E*4 59

66 ,*8* ! * *! 6+!'$' $ * ** ' + ',,',! + * 8 $,, RR L1/, 6+ * ** +! $ $' 60

67 ,,*8 R * L1/ < $ $'!!,!!, E!'!' 77 /, $' $' $',' $',,' 7 ' ', /* $ $ 77,!,!,,, /!! : : ! * $,!!$!!!!!$!!$ 9 7[ 7[ * 1$ <*!!$ 61

68 8* ! * $, 6+!!$ * ** +! 6+ * ** + $,,8 * < E /, 7 /* /+, /!!'!!'!'!',,,' ',' ' $, $, 62

69 :*+ *+:7 7 * !,,,! '$$ /**,,,! '$$, *+!,, '' *!!, ',!!' 8 9,*,,* *!'$, '',$!'$, '',$ 9 + *4 ''' *E $: :7$ 7$ $ ! '',,,,$' - '$' ',,4E, ',$! 9 $!,$ $$'! '* ' '* * 63 '' '' ' $ $ '! '!,$,$

70 $8* ! * * 6 * ** '' $ '!,$ 6 * <** '' $ '!,$ '' '$ $' ''$,!!! $$! $,!,!' ', '' $ '! :9 9: R 2,$ * 2 / E 9 / - 5.*.6< *4/ E C E * *!

71 48 * / * 1 / E ' $,,,, \ /,$, $! \ 1 1 '!!',$,' 9E1** 8 < 65 33,' 33! '$ E / /, ' 7 /+ ' /,',' </ /+ '

72 : : ! * ** *,$',,$, ' E E * ** * ' * ** E E * ** ' M ' 66

73 8 ** -* < '! 1,! / ','!, ' < <,,$ 8 $ ' ' $ E $ /,7 * * * $ $ $ 8 8 $ $$ 7 ' $! /+ *,7 * * 8 * $ $ $ /,$', / '$!,!! /!$!! <7,$', +*4E* 4N I1 18 -*

74 : : ! \ \,,$ 8 *,, 8 *,,$ 68

75 8 8 8 < 15< < 15< <,,$ 69,, ',' / ',, '$ < <,,$,$'!!,'!$ E,',' 1 \!!!! / \,7 \ \ *,,$ ' ' 7 /+,,$ ' ' \ ' ',,$,,$ M \ M,,$,,$ 7 \ \, * / /,, /+,,$,, ',! </ /,,$!!' $ 7,, 3 <8 15<8

76 :9 9:7.7' 7.7' 9BGTN ! 70 $ < '! '!,. $ * 8,,,$ 1/<,$,',, 1/!' 9'BGTN8 8,'' 33 33!,, $,$ 1/,, $,$ * 8! 1/<! 1/ $$ $ 91/!$ 1/<4 1/ 17. < /+!$!$ +!'!,!!,$,'!',, 9 * 1',, *

77 ,!! 9..*+. /4$ ! 1,! $$ '! 1. $$! * * $$! 5E,!,,, 1.,!,,!, * * * /E $$,1 ',!! 71

78 , ! 1, $' 1. $' * *, 5E ',,$ 1. ',,$ * * ',,$ /E,1 7 '! 33 33!, 1 '$, $$ 1. * * 5E $$ 1. * * * /E,1 ',, '$ 72

79 ! 1 73 ',,$ 1. * * 5E,$ 1. * * /E,1!$ '

80 : ! 7, E.!!,8 '$,$! 4.0$+.,0! + 1./.- 1!0.- 4 $!! $!$!' *8,, ' :!!+ :* $!,+$ +!. /..,! $$.,!,/ -* *BG!.!0/. '' ' 6$ +,,$ * + 644!,,.4!!$..!!,, 74

81 :**+ **+:7 7 ** ! **+ **+ 75,' $$ *,' $$,*E * :* *:7 7 *8,',' ! $$ $$ *! ' ',*E * $,,,,,

82 : : * ! 7 * $,' $,' 76 ' ' L** $,' $,' ' ' $,' $,' ' ' $,' $,' ' ' 6BG *4*

83 ,,: :7, 7,, ! ] **+ * * L** \ \ ** \ \ \ \ \ \ ' \ \ \ \ \ $ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ 7] ' \ \ \ M \ ' \ \ \ 98 7[ 7][ *. 75[ 9[ 9 9[ 9 9[ 9 9BG$ 7 77

84 : : ! ] **+ *,,!,,,,,!,,, *,,!,,, 98 7[ 7][ *. 75[ 9[ 949[ 949[ E F. E.*.*1$ 8 * * *+ <,,,,,, < 7 7,,,,,,, E /*,,,,,, 7, / 7]

85 ' ': :7' 7' 7. : : ! 7!,' *!, $! $,*3 E,! ' *,''!,,' $, 9 * 9. + *8 +* : : ! <! 9. 79, '., ' $ $' 9E $ $', /

86 :+ +: ! E + 80 ',,! $,$!$$!', ', +BG4E1$4+ C C** BG4*, E < $' $'.!'!!'! 7 7+,,!,! / ', ', 9BG.*.+*,

87 ,+:3 9C ! $! :,,! +!'!$ $, + '!!$,$,$!$$!', 1 4$! *!4 8 44E + 5. E4E E+ 4. D 4!,4..9 C4**. * 1$ 1C,,! *!M42 9 ** *. * 1$ 41+4!'!$$,! 4. 44* E4* 9 4 * *! 4 C *! < +4 *4.14 $ C *. *!4.4 * *4 D. D 81

88 .*D +++1' 14C8 8.D * +D + * E 4!$ DE* ',4E 4!,!C44$$4 E 4 C * * E C* BG *4 + C ** + C!'2 4 ** * E + + * E I E.+*.. 4. * 1+4'!!$+4C,' '! 1 C I 14++ C!'4JC$ < I I 6 82

89 ,,:.:7444$4'4!4 7444$4'4!4, BGBG !!!,,!,,! / '$ $,', / '$! $0 '!! ''!$ 1BG4+!4C! < EBG+ 83

90 , L... 84! *! * ** S 8 7 E L, 8! M.! *! *,8 5,,/8 9* BG/4'$ 4 8/ '!' 4 ' ' 131/ :1

91 .,$44=$*..*** 7 1 * 85 R * /! /,,! 44 ' 44 ' /8 ' 4 ' / * '$ '$ / $! / '$ 44 '$ / 44 0!' 44, $!' $! R**] /E** $!' $! * * ]E**J,

92 6 L 33 33! 6!!,! $!' + $, *!,' $, 6 ', $, + * ', $, 1* +,',$!!',$!' *!,!,, 18 ** 33 $,$', $', 33! *, ', *+ $ 86

93 ,6 < < E * 6 * 8* *+* * 8 *+*, E 9. 1 $,$ $, $,, $! $!, ' ',' '',' '',',!$,!$!,,,,!,'$!,'!!! 87

94 : * *,,,,!,, ',*+ '' '',,,, $,,!!! $ '!!! 18 1 ',!!!$'!! $ 1,',, *! **+ \ **+,,, * \ $ \,,!,!, $ \ \ $, ' \ \,$! 88 ',

95 18 1 1,, 9 97, 7, 8 89! 37! * 48,,!! $,,$' $,,$', $ * '!,, $,'! ' ' '!* $,'!$!!!,!,!$! '$'$,!!!',,!, + $ ^ $$,,'!!

96 8* 8 37! 0., * 8 '. $$+ +,+ 0!,$+,$!!!, *8 8 37! * 8,!$$,$$ /. $! +. 8 /+ /$ /+ /$, $,/!0 4 $/,,0 0!$. ',!!!!,, '$,$' 90

97 : :7$ 7$ 8 73 EL1/ 91! EL1/ ', \! \, $,:1. 1. :7' 7',/.8 L3 0 / - HM M K!', * '!'!,! R L1/, ' $,! * * 8 * \ \ \ \,,,,,, *,, \ \ \ \,,

98 :0 0 3E: E8! 73 / / 0 0 *+ * '!, '!!! * '!, '!!! R L1/,, '!, '!!! **+ * $:1 1 :7 7 $738 L3 / 0 - HM M K,'' ', *,'' ', R L1/, * **+ * 8 \ \ \ \ *, $$!,$,'' $!,!, ' 92

99 ': :7 7 '/+8 /+ / + L3 / +! *+ *!$ '! '! $ ''!$ '! '! $ '' *!$ '! '! $ '' 3 [ [ 93

100 !9 9:7 7!8 37!,,, $' $,' * $,$ $ ' ' $, ' E**+8 * * 8 * * + * *, $,,!,, +.1=!$3 33 4!4 *:!5!,, $ * E! $$, 94,

101 !,*8 37! *8 ',,$!,!!, 1,! *! !,'' ', *!! '! '' 9*!, ' **,$ $!! +,! ** ',,' '!!, 7 $,$!!'! 7,',, $ ' 1 '$ '!! 1 '$, ',!, ' $' +.1=!$3 33 4!4 :

102 + +: ! * ',', $,! + $$ $, +,'!$ ' ' $ $ ''' $!$! E +4 / /+3 /+3:7$ 7$ / /+ * / / M*!!!! E!!

103 /+3 /+3 :7' 7' /+8 /+ 3 * 97 / / M* ' ' 6. ' ' E 6 6:7! 7! 98 ' '! ''$ ' '!! ' 8 '!,' L ',' ' *<,!,!,' $ $ ''$ ',,!$* +. *.4 4 +T 6 * 4 4.'!

104 8! /8 ' '$ 8*4*!,' $'$ 8 ' ' $$, '$!$!! '!! ',!, ++* *,:0 0 :7 7,0 8 37! / 0 /, L /+ ', / ' :/ /+. +.:7 7 /+.8 37! /+.,,$ /,,$ 9. C..E 1 4 *.!4 98

105 ' :7 7 ' ! 1 $$,' 7M3 $! /.M,7M3,$ '' 7M3 ' $ 1. M3MM3,M3!,' 9!$ 1/<4 1/ 17. <. '/* *3! 1*3E 1 1*3E 1 03,, ',$ L 1,4'2, 4$,2 ' 1 4'$2 $ 4'2 1M1 $4$2!,4!2,' L 73, '' 3! $ 1 $42 ' $42,,,!,, *1 ', 73 3 '$!!, M 1 1,4!2 ',,,4!2 $ 99

106 :/ / \ \ ' *,! '$! ',, $$', * + 3!$!$, 8 * 8 * $ *8 * ' 8 *! 0 * R * + 3,! '$! ', /7M,! '$! 100

107 <: E 174 $ * **.+833S S S * 3+3* :/+ /+ 1E 9.C C 6 * * * + C 9+C*..1 E +9+ GG E E*4+* <J 1 <1.<JY< E 9 <3<1 C 8 *+D 8 *+D D BG 9+.EO D 4.0 L4.0 L/ -.1.1<1 < I1I 101

108 *4.*+4 9 +T + D 8 *0 LD D +D E * + + *33 63 * * * * 4 +4 *9** 34+4.D + * * * ++ +/ -B/-G 4+ E. /- +.1E+ 4.* /-,.+4 <***.0 L4+ 102

109 1E R <*84+44* 4+44* *E * 3E 1 < < *!! $, $,,*+!'$,!'$,!,,$ '', $$, $$, $ '! 103!,,$ $ ',',!,!,!

110 *E 3E < /+ + < < 1* /+ < \ \ *!!! $, $, $,,*+!'$,!'$,!'$,,' $ $ '$$ '', \ \ $$, $$, $ ' \ \!,', $ '' 104 $,$ $$' $ <**+8 3 < /+ 7 +,',! /+,!,! < 5 <L1Z1L51</ \ * 1 \ < \ < \ $!, \ $!, L9< $!, $!, <L1Z1L510L/11951L \ * $ \ $ L9< L9<M $ $ $ $

111 <*8 3 < /+ + /+ < 5 <L1Z1L51</ ' \ * 1 '' ' \!, < \ < $, \,$ ' \ L9< $,, $ ' <L1Z1L510L/11951L \ * $ \ $ L9< $ $ L9<M,,$$ $ $<8 $! 3 1 < < <!! '' 8 7 '' ' $ * $ $ $ '! 7!,$ $ '' * $!!,$, $ ' ' < < ' '' $ 8 105

112 '< < < /+ 106 $$,' 8 7!,,, +,,!,, 7,',$$,' $,$!',,, /+ ', 8 * *B*G 5 * *4 < < 3 M 3 M 3 M 3 M 3,$ $$, 1,,'$ $$$,!$,, 6 $!' 1,'! $$,,,,'$,$ $!,',$

113 * * 9 5 6*+ ** + 6*+ ** + M < 8 $,$! $' '!!,!'! ' $,$','$,,,, $,'$ ' ' ',! '! < B*G '! '$$,$ '' $ '!,', '' 107

114 108 * * * * *B*G* /+!!!!!!!! /++,,',!,!!,!!,!!,!!,!!,!!,!!,!! <,,,,!,!,!,!,!,!,!,!,!,! $ $ $ $,!,!,!,! /+!!!!!!!!! /++ ',,,,,,,, 1 < '$ $,!!,!!,!!,!!,!!,!!,!!,!!,!! $,!' $,!' $,!' $,!' ' ' ' ' /+ /++, <!,'!,'!,'!,'!,' '' '' '' '' '',,,, $'! $'! $'! $'! /+ $ $ $ $ /++ $,,,,,,,,, <,,!!!!!,,',,',,',,' /+ /++ ** < /+ /++ 6 <!$,!$,!$,!$,!$,,$,$,$,$,$!!!! '' '' '' '' <3 < < < < 1 <,< <B*G <B*G <B*G <B*G 1, M 33 M 33 M 33 M 33 M 33! M 33! M 33! M 33!

115 *B*G * 9/1 191 <1 -</1 1 <0/L<1 /<L <9 -L5L <3+ < /+ < /+ < /+ < /+ < /+ <,,!, 1!, ' <,<,$, $,,, '$$ L9< $$,',' $,,$,,', 109 '$$ <B*G 1, $'!, L9< L9< L9<! $'!,!,,$ ' $,,$,,', $',, '$$!

116 *B*G*+ * 9/1 191 <1 -</1 1 <0/L<1 /<L <9 -L5L <3+ < /+ < /+ < /+ < /+ < /+ < 1 <,<!!',$,,! L9<!!',$,,! <B*G 1, $ L9< L9< $ ',$,,! L9<! ',$,!,!, !4 110

117 L L * 3*+ 3! * $! L1/, $!! $! $! 3 [* [* [ 9.* 3 * 3*+ 3 * * **+ *! ' ' 111

118 - + :/+ /+ /++: 1E * E *8 +* 9+C 1 C +.* ++ 5*.*4E 4 + * * 1 * 1 * E 9E4*4 *E4. 1C +EE+ *44 112

119 1E 8 * L * * L M + M M + M L M + M M + $ M

120 786* L * * L M + M M + M L M + M M + ' M $

121 L * * L M + M M + M L M + M M + $' M

122 78PY L * * L M + M M + M L M + M M + M

123 78< L * * ' L M + M M +,$ M,$ L M + M M + '$ M '$

124 L * * L M + M M + M L M + M M + M

125 8* E 31E 31E R 5E /+ :* * 1E E + * * * 14U D +4+* 1+C* D * E4+9 4 *.0 L/ - * 4. 9

126 C +4.* 4+ 1E *8* L * * *+ '!! 3 * * 3 * * **+ 3, * * *, * L M + M M + M L M + M M + M

127 786* L * * *+,! 3,,$ * * 3,, * * **+ 3 * * *, * L M + M M + M L M + M M + M

128 L * * *+! 3 * * 3 * * **+ 3 ' * * *, * L M + M M + M L M + M M + M

129 L * * *+, 3 * * 3! * * **+ 3 * * *, * L M + M M + M L M + M M + M

130 78PY L * * *+,$ 3 * * 3,$, * * **+ 3 $ * * *, * L M + M M + M L M + M M + M

131 78< L * *,$,,,', '!,!$ '!!' *+ $' ' 3 ', $!, $, * ' '!,!$!, $ $',! '$!! ' '$ * 3 '$ * * $, **+ 3!' * * *, * L M + M M + M L M + M M + M $

132 L * * *+! 3 * * 3! * * **+ 3,! * * *, * L M + M M + M L M + M M + M

133 /+* 1E *4 4* 9*.4*E *<.114 <4 + + ; **4 4;D L * 4.*4 84. *. 4.0 L* U 4 +T * L * 4.* L < < 9 *.0*14.0 L*8.E B G B G *+ 4*/ D.* *4. * * 4 +3D4 4 E 4 D.*. E 4 * E E E 4 *.* 127

134 1E * _ * *+ '!!,!,$,!!,,,$ $$! $ **+, $ ',! *,,,$,!! *, < L M + M M + $ ' $' M $ *M 3 3! $ $$,! $,''! $'$ $''!!!$',

135 ,6 8 3 L+ 129 L+! * L * S S L * S S 7 L * S S $!,- 7 $! $!

136 *8 8 3 L+ 130 L+! * L * S S L * S S 7 L * S S,- 7

137 8: 3! L+ L+ L * 1S YS <EYS S *: L * 1S YS <EYS S *: L * 1S YS <EYS S ' 131

138 ,8: 3 L+ 132 L+! L * 1S YS <EYS S *: L * 1S YS <EYS S *: L * 1S $ YS <EYS S '

139 L:84 : 6 + ** + 1 *. 7!!, 133

140 $L:*84 : 6 + ** + 1 * * $

141 !7L8 37 L L *. * $! $!, * *. $ *,! 135 $! $!,, :/+E /+E 1E E 4+ U* 5.*+E++ 4 * E.. + /+ +T.0 L/ / Y +*4.1* 94 4 E

142 1E 5 * + * 4 9 C * * R L1/, + '! $ $ 136 L +, * L* * +,!,! * + +,1* + 6

143 786* 73 * R L1/, +,! $ $ 137 L,,$ +,, * L* * + ' $ * + +,1* + 6

144 * R L1/, +! $ $ 138 L + ' * L* * + $' * + +,1* + 6

145 78 73 * R L1/, +, $ $ 139 L +! * L* * + * + +,1* + 6

146 78PY 73 * R L1/, +,$ $ $ 140 L + $,$, * L* * + * + +,1* + 6

147 78< 73 $ $ L!,' $,'$!!!!! * $!!,!,,$,', R L1/, + $! $',,,,,!,' $! ', ',, ',!,' $$,!, +!' '$ * $,!' $' L* * +,$,' * + +,1* + 6!'!!! '! $$ 141

148 78 73 $ $ L * R L1/, +! +,!! * L* * + * + +,1* + 6,:/+ /+ 1E E T E/+L*1:

149 1 E C C >? 4 C 4 18 C 4.*E* +CD C D C 9 * 9 4 C C B9G.1 143

150 :1 1 : E 1 C * BU +. G 1.. * E.8 737!!!,,!,,! / '$ $,' '!' '$' $! $! * '$ '$!,,, / * '$! * 0 * R 9 $0. '!! ''!$ /*8 37! / / / / *,!! ', ' R L1/,, 144!! '!

151 9 * C ** E *** /*8 * R L1/ < < 7 '$ 145 ' ' 1 / ' 7 $! /!$ /+ / 8 ',,/ '$ :1 1 1E *1</ 1 * *E *B* G 1</ 1 * B*G 1</ 5E*BG

152 1E! *.!$!'!$ * 131/M 131/ $!! *M <* <*1</ $!!,!!$!'!'. ' /M 6131/, VM6 6, 1< 91</ V1, -<* 5<M 9-9!!$!! L1</ 1</5ML L!!$!! 1E E ** '$,$'*! 9+!',$!*! C4,24,2*! '$' ' +44.*

153 1E E!! 171.1/1V 1L /+ -,'! ', $ -* /<R 0 111/1-L Z /+ $ '!'! /+ - ' ', - /+ /+ -* $ - -,E E '$,$ ' 171.1/1V 1L<L<11< Z +!',$! *3+ 4, 4 1</3+ 4, 4, 147

154 V :L L 1 + * +44 * + 4 C 4 C. 4< *4 +.,!$ *4, 4.* * <4.+* 148

155 149 * * * * L L L L ' $',,$$ / $! / $ $! $! $! $!!!!!!!!! , '!$',' 14-, ' <94 6*1<6*V 4-`+ $,! 6*O Y6 '', 6*11,,!,,$ $ 6*19J*49J*! 6*1 6*994* 6*9941+ ' ' 1-1 ' $,, <4-`+! *V!! 7,$ 77 Z776-+ Z<9!$, \ $ Y4- $ $ $ ' 7 $ 99,',!! 6- <V 1 1 $,,, ' 6Y,, 1! 16/ ', $' 9YV 97 9I1 '$ 9I17 $! -1 $, *16 1 ' 9Y /16/ /! /1*!$, /6 / /7,!' '$$$ '$$$ '$$$ '$$$!!',!!',!!',!!', $' $' $' $'!'!!!!'!!!!'!!!!'!!!

156 ***.,!/*!$ * C.*9$4! ++ /*?!!?Y ', 150

157 151 / / / /

158 /.* Al Socio Unico di Allianz Bank Financial Advisors SpA In via preliminare, diamo atto che, tenuto conto degli approfondimenti resisi necessari ai fini della redazione dei bilanci separato e consolidato di Allianz Bank Financial Advisors SpA al 31 dicembre 2010, e considerata altresì la rinuncia da parte del Socio Unico Allianz SpA al rispetto del termine di cui all art. 2429, comma 3, cod. civ., abbiamo, a nostra volta, fatto rinuncia al termine di comunicazione dei medesimi bilanci al Collegio sindacale ai sensi dell art. 2429, comma 1, cod. civ. Nel corso dell esercizio 2010, abbiamo svolto l attività di vigilanza prevista dalle vigenti disposizioni di legge e regolamentari, con particolare riguardo a quelle che presiedono allo svolgimento dell attività bancaria e societaria, tenuto anche conto dei Principi di comportamento del Collegio sindacale raccomandati dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili. In proposito, segnaliamo innanzitutto di avere adeguato il nostro comportamento alla nuova configurazione delle funzioni di competenza del Collegio sindacale, in qualità di Comitato per il controllo interno e la revisione contabile, secondo quanto previsto dall art. 19, comma 1 del D.Lgs. n. 39/2010. Abbiamo vigilato sull osservanza della legge e dello statuto e sul rispetto dei principi di corretta amministrazione. In particolare, abbiamo vigilato sull osservanza della normativa che disciplina l attività bancaria, con il fondamentale supporto delle funzioni aziendali dedicate 152

159 ai controlli interni, anche in materia di implementazione del processo di valutazione aziendale dell adeguatezza patrimoniale ICAAP, in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari nonchè in materia di antiriciclaggio, con riferimento sia ai profili organizzativi sia a quelli procedurali, nonché ai fini dell informativa alle Autorità di Vigilanza. Con specifico riferimento alla normativa in materia di antiriciclaggio, informiamo che, nel quadro del raccordo funzionale tra i nostri controlli e quelli delle competenti Autorità di Vigilanza, nel mese di dicembre 2010 abbiamo dato informativa alla Banca d Italia in merito all operato di un promotore finanziario che è risultato non rispettoso delle disposizioni normative vigenti in materia. Segnaliamo inoltre che la Relazione sulla gestione dà atto che, nel corso dell esercizio in esame, la Banca ha proseguito la propria attività volta a completare il programma di rafforzamento dei presidi di monitoraggio delle operazioni sospette nonché delle procedure e dei supporti informatici per l esecuzione dell adeguata verifica e per l aggiornamento dell archivio unico informatico. Segnaliamo altresì che la Banca d Italia, sulla base dell esame delle risultanze istruttorie del procedimento sanzionatorio di cui abbiamo dato notizia nella nostra relazione relativa all esercizio 2009, ha ritenuto di non dare corso all iter sanzionatorio nei confronti dei componenti del Consiglio di amministrazione e del Collegio sindacale della Società, limitandosi ad irrogare all ex Vice Direttore Generale nonché Responsabile antiriciclaggio una sanzione amministrativa pecuniaria ai sensi dell art. 144 del D.Lgs. n. 385/93. Abbiamo partecipato alle riunioni dell Assemblea degli Azionisti, del Consiglio di amministrazione e del Comitato Consultivo di Audit, svoltesi nel rispetto delle norme legislative, statutarie e regolamentari che ne 153

160 disciplinano il funzionamento, ottenendo anche adeguata informativa sull andamento gestionale e sulla sua prevedibile evoluzione nonché sulle operazioni con parti correlate e sulle operazioni di maggior rilievo economico, finanziario e patrimoniale poste in essere dalla Banca e dalle sue controllate. A seguito di tali attività possiamo ragionevolmente assicurare che le operazioni effettuate sono conformi alla legge, allo Statuto e non sono manifestamente imprudenti, azzardate, o tali da compromettere l integrità del patrimonio sociale. Nello scorso esercizio, la Banca ha proseguito con impegno ed ulteriormente rafforzato il significativo processo di riorganizzazione e potenziamento del proprio assetto organizzativo e del sistema dei controlli interni e di governo dei rischi, anche alla luce dei contributi di indirizzo da parte della Banca d Italia all esito dell accertamento ispettivo condotto ai sensi dell art. 54 del D.Lgs. n. 385/93. Particolare attenzione è stata dedicata ai profili di adeguatezza dei processi, delle procedure e degli strumenti adottati al fine di prevenire comportamenti fraudolenti e/o irregolari legati all operatività delle rete territoriale e dei promotori finanziari, nonché fenomeni e/o comportamenti tali da poter rappresentare ipotesi di riciclaggio. Segnaliamo in proposito che, a seguito del predetto accertamento ispettivo, l Autorità di Vigilanza ha mosso alcuni rilievi fatti oggetto di un procedimento sanzionatorio amministrativo, che risulta attualmente in corso di svolgimento, nei confronti degli organi apicali della Società. Si riferisce infine che, nell ambito degli interventi volti alla semplificazione e razionalizzazione della struttura organizzativa della Società, nel corso dell esercizio è stato rivisto l assetto organizzativo di vertice della Banca mediante l attribuzione dei poteri di gestione 154

161 ordinaria alla sola figura dell Amministratore Delegato e l eliminazione del ruolo di Direttore Generale. Nell ambito della attività istituzionale di vigilanza di nostra competenza, abbiamo costantemente monitorato, avvalendoci anche delle funzioni di controllo della Banca, con cui è stato intrattenuto un collegamento sistematico e continuativo, l implementazione degli interventi di riorganizzazione e di rafforzamento dell assetto organizzativo e del sistema dei controlli interni e di governo dei rischi. Sulla base degli accertamenti svolti, il suddetto programma di interventi ci è apparso adeguato al fine del superamento dei rilievi formulati dall Autorità di Vigilanza all esito del predetto accertamento ispettivo, assicurando un migliore presidio dei rischi connessi alla gestione aziendale, coerente con le caratteristiche dimensionali e la complessità operativa della Banca, avuto riguardo, in particolare, alle procedure ed ai sistemi di controllo e di governo dell attività della rete territoriale e dei promotori finanziari anche sotto il profilo del rischio di riciclaggio. Abbiamo esaminato l idoneità dell assetto amministrativo e contabile, in particolare sotto il profilo della sua affidabilità a rappresentare correttamente i fatti di gestione. Sulla base degli accertamenti svolti, anche mediante indagini dirette, raccolta di dati e di informazioni dai Responsabili delle funzioni aziendali interessate nonché della società di revisione KPMG SpA, il sistema amministrativo e contabile ci è apparso adeguato ed affidabile per il soddisfacimento delle esigenze gestionali di Allianz Bank. Nel corso dei periodici incontri con i responsabili della società incaricata della revisione legale dei conti finalizzati sia alla vigilanza di nostra competenza in qualità di Comitato per il controllo interno e la 155

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa Massimo Bozeglav Responsabile Direzione Internal Audit Banca Popolare di Vicenza Indice 1. I fattori di cambiamento 2. L architettura

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

Documento. n. 20. Verbali e procedure del collegio sindacale

Documento. n. 20. Verbali e procedure del collegio sindacale Documento n. 20 Verbali e procedure del collegio sindacale Giugno 2013 VERBALI E PROCEDURE DEL COLLEGIO SINDACALE Si ringraziano per il loro contributo Niccolò Abriani, Cristina Bauco, Luciano Berzè, Marcellino

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina Roma, 18/10/2012 Francesco La Manno Borsa Italiana Il Codice di Autodisciplina 1999: Prima versione del Codice

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

PREMESSA NOTE ESPLICATIVE SULL INFORMATIVA AL PUBBLICO (III PILASTRO)

PREMESSA NOTE ESPLICATIVE SULL INFORMATIVA AL PUBBLICO (III PILASTRO) INFORMATIVA AL PUBBLICO Terzo Pilastro di Basileaa 2 SITUAZIONE AL 31/12/2 2014 PREMESSA NOTE ESPLICATIVE SULL INFORMATIVA AL PUBBLICO (III PILASTRO) Il primo gennaio 2014 è entrata in vigore la nuova

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA ITALIA ALLEGATO III ELEMENTI SALIENTI DELLA PROPOSTA DI SI.GE.CO 2014 2020 SOMMARIO 1. Principi generali dei sistemi di gestione e controllo (FESR, FSE, FEAMP)... 3 1.1 Autorità di gestione... 3 1.1.1

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Delibera n. 17221 del 12.3.2010 A cura della Divisione Tutela del Consumatore Ufficio Relazioni con il Pubblico Giugno 2010 [pagina bianca] Regolamento recante

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari V Edizione (gennaio 2015) Premessa alla quinta edizione (gennaio 2015) Questa nuova edizione del format per la redazione della relazione

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DI UNICREDIT S.P.A. AI SENSI DEL D.LGS. 231/01

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DI UNICREDIT S.P.A. AI SENSI DEL D.LGS. 231/01 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DI UNICREDIT S.P.A. AI SENSI DEL D.LGS. 231/01 UniCredit Group INDICE CAPITOLO 1: Ambito e finalità del Modello di Organizzazione e Gestione... 2 1.1 Premessa... 2

Dettagli

Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo

Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo Approvazione del CDA del 06/08/2014 Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (ai sensi del D.Lgs. 231/2001) Indice PARTE GENERALE... 3 1 INTRODUZIONE... 4 1.1 DEFINIZIONI... 4 1.2 IL DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

REGOLAMENTO N. 20 DEL 26 MARZO 2008 L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

REGOLAMENTO N. 20 DEL 26 MARZO 2008 L ISVAP. (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 20 DEL 26 MARZO 2008 REGOLAMENTO RECANTE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CONTROLLI INTERNI, GESTIONE DEI RISCHI, COMPLIANCE ED ESTERNALIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE,

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le società di capitali Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le Società per azioni Art. 2325. Responsabilità. Nella societa' per azioni per le obbligazioni

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE (In vigore per le verifiche della regolare tenuta della contabilità sociale svolte dal 1 gennaio 2015)

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 623 del 15/12/2014

Delibera della Giunta Regionale n. 623 del 15/12/2014 Delibera della Giunta Regionale n. 623 del 15/12/2014 Dipartimento 52 - Dipartimento della Salute e delle Risorse Naturali Direzione Generale 4 - Direzione Generale Tutela salute e coor.to del Sistema

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33, COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

TITOLO V - Capitolo 5 ATTIVITÀ DI RISCHIO E CONFLITTI DI INTERESSE NEI CONFRONTI DI SOGGETTI COLLEGATI DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE

TITOLO V - Capitolo 5 ATTIVITÀ DI RISCHIO E CONFLITTI DI INTERESSE NEI CONFRONTI DI SOGGETTI COLLEGATI DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE TITOLO V - Capitolo 5 ATTIVITÀ DI RISCHIO E CONFLITTI DI INTERESSE NEI CONFRONTI DI SOGGETTI COLLEGATI SEZIONE I DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE 1. Premessa La disciplina delle operazioni con parti

Dettagli

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto l art. 5, comma 2, lettere b), e) ed f), della legge 23 agosto 1988, n. 400; Ritenuta

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

CAMPIONE DELL URSS MKKKKKKKKN I/@?@7@?0J I@#@?,#@?J I#@+$#@?$J I@?@?"?$3J I?@?@?@'@J I")&?@%@?J I?"!@?"!"J I@?@-2-6?J PLLLLLLLLO

CAMPIONE DELL URSS MKKKKKKKKN I/@?@7@?0J I@#@?,#@?J I#@+$#@?$J I@?@??$3J I?@?@?@'@J I)&?@%@?J I?!@?!J I@?@-2-6?J PLLLLLLLLO CAMPIONE DELL URSS Alla fine di novembre del 1956 cominciò a Tbilisi la semifinale del 24 campionato dell Urss. Tal vi prese parte. Aspiravano al diritto di giocare il torneo di campionato, tra gli altri,

Dettagli

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane CIRCOLARE N. 12 DEL 20 APRILE 2015 DIRITTO SOCIETARIO MERCATO DEI CAPITALI E SOCIETA QUOTATE L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane www.assonime.it ABSTRACT Nel corso del 2014 si è

Dettagli

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Comitato per la Corporate Governance La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Gabriele Galateri di Genola e Carmine Di Noia Milano, 16 aprile 2014 1 La disclosure della corporate

Dettagli

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Registro Imprese La CANCELLAZIONE di: Imprese Individuali Società di Persone Società di Capitale dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Indice Introduzione pag. 3 Cancellazione

Dettagli

LINEE GUIDA PER IL CONTRASTO AI FENOMENI DI RICICLAGGIO E DI FINANZIAMENTO DEL TERRORISMO E PER LA GESTIONE DEGLI EMBARGHI

LINEE GUIDA PER IL CONTRASTO AI FENOMENI DI RICICLAGGIO E DI FINANZIAMENTO DEL TERRORISMO E PER LA GESTIONE DEGLI EMBARGHI LINEE GUIDA PER IL CONTRASTO AI FENOMENI DI RICICLAGGIO E DI FINANZIAMENTO DEL TERRORISMO E PER LA GESTIONE DEGLI EMBARGHI Normativa attinente ad aree sensibili relative al D.Lgs. 231/01 Area di rischio:

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob)

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Novembre 2011 1 Indice PREMESSA ALLE LINEE GUIDA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 3

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

ALLEGATO D. Roma lì, / / Equitalia S.p.A. il Titolare

ALLEGATO D. Roma lì, / / Equitalia S.p.A. il Titolare 1 Premessa e quadro normativo Il Contratto sottoscritto da Equitalia S.p.A. e ha ad oggetto l affidamento dei servizi di implementazione e manutenzione del nuovo Sistema Informativo Corporate - Sistema

Dettagli

Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D. Lgs. 231/2001

Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D. Lgs. 231/2001 Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D. Lgs. 231/2001 CIRA S.C.p.A. (PARTI GENERALI) DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 14 GENNAIO 2014 REVISION HISTORY DOC.

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Principi fondamentali per un efficace vigilanza bancaria

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Principi fondamentali per un efficace vigilanza bancaria Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Principi fondamentali per un efficace vigilanza bancaria Settembre 2012 Il presente documento è stato redatto in lingua inglese. In caso di dubbio, si rimanda

Dettagli

Linee guida dell Associazione Bancaria Italiana per l adozione di modelli organizzativi sulla responsabilità amministrativa delle banche

Linee guida dell Associazione Bancaria Italiana per l adozione di modelli organizzativi sulla responsabilità amministrativa delle banche Linee guida dell Associazione Bancaria Italiana per l adozione di modelli organizzativi sulla responsabilità amministrativa delle banche (d.lgs. n. 231/2001) INDICE Capitolo I IL D.LGS. n. 231/2001 1.

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

PREMIO STOR-AGE. Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO

PREMIO STOR-AGE. Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO PREMIO STOR-AGE Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO Art. 1 Oggetto e finalità Il premio STOR-AGE è un iniziativa volta a supportare lo sviluppo di progetti imprenditoriali

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria).

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria). Luogo di convocazione dell assemblea nelle società di capitali della Dott.ssa Roberta De Pirro L ADEMPIMENTO Il Consiglio nazionale del notariato, nello Studio n. 98-2013/I ha fatto il punto sul luogo

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

OGGETTO: Articolo 23 del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231, come modificato dal decreto legislativo 19 settembre 2012, n. 169.

OGGETTO: Articolo 23 del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231, come modificato dal decreto legislativo 19 settembre 2012, n. 169. Ministero dell'economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Direzione V Il Capo della Direzione OGGETTO: Articolo 23 del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231, come modificato dal decreto legislativo

Dettagli

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO G.1. I reati di cui all art. 25 septies del D.Lgs. n. 231/2001 La Legge 3 agosto 2007, n. 123, ha introdotto l art. 25 septies del

Dettagli

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Deliberazione del 15 luglio 2010, modificata ed integrata con deliberazione del 7 maggio 2014 (Testo consolidato) 1. Regolamento sulle procedure relative all

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BANCA D ITALIA E DELLA CONSOB AI SENSI DELL ARTICOLO 6, COMMA 2-BIS, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA

REGOLAMENTO DELLA BANCA D ITALIA E DELLA CONSOB AI SENSI DELL ARTICOLO 6, COMMA 2-BIS, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA REGOLAMENTO DELLA BANCA D ITALIA E DELLA CONSOB AI SENSI DELL ARTICOLO 6, COMMA 2-BIS, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA LA BANCA D ITALIA E LA CONSOB VISTO il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n.

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 -

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Versione 10/04/15 SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Rifiuti dei Beni a base di Polietilene, Piazza di S. Chiara, 49 00186 ROMA) e (facoltativamente) anticipata mezzo fax Il richiedente... In persona del

Dettagli

Comitato per la Corporate Governance CODICE DI AUTODISCIPLINA

Comitato per la Corporate Governance CODICE DI AUTODISCIPLINA Comitato per la Corporate Governance CODICE DI AUTODISCIPLINA Luglio 2014 2014 Comitato per la Corporate Governance Tutti i diritti di riproduzione, di adattamento totale o parziale e di memorizzazione

Dettagli

Parte I. VISTA la L.R. 2 marzo 1996 n. 12 e sue successive

Parte I. VISTA la L.R. 2 marzo 1996 n. 12 e sue successive Parte I N. 19 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 19-6-2012 4849 Contenzioso n. 160 - Tribunale di Potenza - Procedimento penale n. 3608/08 - R.G.N.R. n. 485/09 R.G.GIP - Costituzione in

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013 L accertamento delle cause di scioglimento ai sensi dell art. 2484 c.c. e gli adempimenti pubblicitari conseguenti per Società di Capitali e Cooperative. 1 L art. 2484 c.c., rubricato Cause di scioglimento,

Dettagli

Capitolo 2 L intervento dello Stato e la vigilanza nel settore assicurativo

Capitolo 2 L intervento dello Stato e la vigilanza nel settore assicurativo Edizioni Simone - Vol. 24/1 Compendio di diritto delle Assicurazioni Capitolo 2 L intervento dello Stato e la vigilanza nel settore assicurativo Sommario 1. Introduzione. - 2. L intervento diretto dello

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE E L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA Roma 3 luglio 2014 PREMESSA La legge 7 aprile 2014, n. 56, Disposizioni

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza)

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Allegato 2 Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Sono molto frequenti le situazioni in cui l obbligo di effettuare valutazioni ambientali

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini DI CREDIO COOPERAIVO S.C. DEGLI OBBLIGAZIONISI 1 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Novembre 2014 eramo - 64100 - Via Savini, 1 el. 0861/ 25691 - Fax 0861/ 359919 DI CREDIO COOPERAIVO

Dettagli

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Patrimoni destinati ad uno specifico affare A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Riferimenti normativi D.Lgs. Numero 6 del 17 gennaio 2003 Introduce con gli articoli 2447-bis e seguenti del

Dettagli

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana Deliberazione n.119/2015/par REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana nella camera di consiglio del 12 febbraio 2015 visto il T.U. delle leggi sulla Corte dei conti,

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO Società Italiana Dragaggi S.p.A. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO Ex DECRETO LEGISLATIVO 8 giugno 2001 n. 231 e successive integrazioni e modificazioni INDICE PARTE GENERALE 1. IL DECRETO

Dettagli

Regolamento emittenti

Regolamento emittenti E Regolamento emittenti Adottato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 Allegato 5-bis Calcolo del limite al cumulo degli incarichi di amministrazione e controllo di cui Aggiornato con le modifiche apportate

Dettagli

( PROCEDURA REGISTRO PERSONE RILEVANTI )

( PROCEDURA REGISTRO PERSONE RILEVANTI ) ( PROCEDURA REGISTRO PERSONE RILEVANTI ) PROCEDURA RELATIVA ALLA TENUTA E AGGIORNAMENTO DEL REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO AD INFORMAZIONI PRIVILEGIATE IN GIOVANNI CRESPI SPA Approvata dal Consiglio

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

LA CORRUZIONE TRA PRIVATI:

LA CORRUZIONE TRA PRIVATI: LA CORRUZIONE TRA PRIVATI: APPROFONDIMENTI In data 18 ottobre 2012, dopo un lungo iter parlamentare, il Senato ha approvato il maxi-emendamento al Disegno di Legge recante Disposizioni per la prevenzione

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 136 del 15 giugno 2015 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 15 giugno 2015

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 136 del 15 giugno 2015 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 15 giugno 2015 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 136 del 15 giugno 2015 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli