ADOZIONE P.U.A. DEL COMPARTO N. 2 DELL AMBITO C1-6 DI VIA EUROPA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ADOZIONE P.U.A. DEL COMPARTO N. 2 DELL AMBITO C1-6 DI VIA EUROPA"

Transcript

1 ADOZIONE P.U.A. DEL COMPARTO N. 2 DELL AMBITO C1-6 DI VIA EUROPA RELAZIONE Con istanza acquisita al protocollo comunale in data 10/4/2015 al n. 6514, il sig. Oliviero Francesco nella qualità di Procuratore Speciale della società CARBET s.r.l. con sede legale in Benevento in via Calandriello n. 1, ha trasmesso gli elaborati tecnici e documentali costituenti il P.U.A. relativo al Comparto n.2 dell Ambito C1-6 di via Europa composto dai seguenti elaborati: TAV.N.1-Relazione tecnica generale. TAV.N.2-Stralcio planimetrico del P.U.C., esteso alle aree adiacenti quella interessata da P.U.A. e della relativa scheda avente carattere indicativo TAV.N.3.1-Planimetria dello stato di fatto su mappa catastale aggiornata TAV.N.3.2 Rilievo topografico quotato del terreno e degli edifici esistenti su mappa catastale TAV.N.3.3 Planimetria con destinazione delle aree destinate ad uso privato, di quelle pubbliche o ad uso pubblico per individuazione delle destinazioni d uso degli edifici esistenti e delle relative altezze e tipologie. TAV.N.4.1 Planimetria dell area su mappa catastale aggiornata TAV.N.4.2 Planimetria con la destinazione delle aree destinate a uso privato e di quelle pubbliche ad uso pubblico TAV.N.4.3- Planimetria generale con individuazione della superficie compensativa, delle aree destinate a standards (parcheggio pubblico F5z e superficie permeabile destinate a verde d arredo F3z) nonché delle aree destinate e agli insediamenti residenziali con indicazione dei fabbricati di progetto con relative quote e tipologie edilizie. Tabella per la verifica di rispondenza al P.U.C. TAV.N.4.4 Planimetria delle opere di urbanizzazione: Rete fognaria TAV.N.4.5 Planimetria delle opere di urbanizzazione: Rete elettrica

2 TAV.N.4.6 Planimetria delle opere di urbanizzazione: Rete idrica TAV.N.4.7 Planimetria delle opere di urbanizzazione: Rete del gas TAV.N.4.8 Planimetria delle opere di urbanizzazione: Rete pubblica illuminazione TAV.N.4.9-Sezioni e profili regolatori TAV.N.4.10 Particolari costruttivi infrastrutture urbanizzative TAV.N.4.11 Computo metrico estimativo delle opere di urbanizzazione primaria TAV.N.4.12 Stralcio N.T.A. TAV.N.4.13 Studio geologico in conformità a quanto prescritto dalla L.R. n. 9/1983 n.14 -Bozza Convenzione Urbanistica L area di intervento ricade secondo la strumentazione urbanistica vigente (P.U.A. adeguato al P.T.C.P.) in ZTO C1 Territorio urbano da trasformare soggetto a regime perequativo a basso indice di utilizzazione -Comparto n. 2 dell Ambito n. 6 di via Europa. E disciplinata dal TITOLO IV Capo 1 e Capo 2 e dal TITOLO V Capo 1 delle Norme Tecniche di Attuazione, di seguito N.T.A., del vigente P.U.C.. La presente relazione è stato condotta prendendo a riferimento la normativa delle N.T.A. vigente del P.U.C., del R.U.E.C.,della Legge Regionale 16/2004 e s.m.i. e del Regolamento di Attuazione per il Governo del Territorio del L area in esame è riportata nella tav. 10 del P.U.C. vigente adeguato al P.T.C.P. In merito alla disciplina urbanistica degli ambiti di perequazione si riportano, di seguito, i seguenti parametri riferiti all intero Ambito n. 6 di via Europa: ZONA: C1 -VIA EUROPA AMBITO: N.6 SUPERFICIE TERRITORIALE (ST): MQ INDICE TERRITORIALE (IT):0,756 MC/MQ VOLUMETRIA: MC ABITANTI: 71 SUPERFICIE INTEGRATA: MQ VIABILITA INTERNA: MQ 810

3 F3z:MQ 709 F5z:MQ 177 SUPERFICIE FONDIARIA: MQ IDE: 1,83 SUPERFICIE COPERTA: MQ VIABILITA : MQ. 500 F1: MQ F2: MQ ===== F3: MQ F4: MQ ===== F5: MQ 250 ERP:MQ ===== SUPERFICIE DA CEDERE AL COMUNE: MQ Le particelle catastali che ricadono nell area interessata all intervento P.U.A. sono: Foglio n. 26 particelle nn. 61,487,23,33,34,27,695,697,699 e 678. La superficie complessiva catastale è pari a mq mentre la superficie ricadente nel comparto è pari a mq. 7,501. Nel caso di specie i parametri urbanistici del solo comparto n. 2 dell ambito n. 6 di via Europa sono: SUPERFICIE INTEGRATA: MQ SUPERFICIE COPERTA: MQ SUPERFICIE TERRITORIALE (ST): MQ INDICE TERRITORIALE (IT):0,756 MC/MQ VOLUMETRIA: MC ABITANTI: 34 SUPERFICIE INTEGRATA: MQ VIABILITA INTERNA: MQ 392 F3z:MQ 343 F5z:MQ 86 SUPERFICIE FONDIARIA: MQ IDE: 1,83 SUPERFICIE COMPENSATIVA: MQ SUPERFICIE DA CEDERE AL COMUNE: MQ 4.008

4 I dati tecnici urbanistici riportati nella proposta presentata sono conformi a quelli, quelli riportati nelle N.T.A. del vigente P.U.A. adeguato al P.T.C.P. e, quindi, il sottoscritto esprime parere tecnico urbanistico favorevole alla richiesta presentata dal sig. sig. Oliviero Francesco, quale Procuratore Speciale della società CARBET s.r.l. con sede legale in Benevento in via Calandriello n. 1, relativa all approvazione del Comparto n. 2 dell Ambito C1-6 di via Europa e, quindi, di sottoporlo all adozione della Giunta Comunale così come previsto dall art. 27 comma 2 della Legge Regionale n. 16 del Di dare atto che il lo strumento urbanistico particolareggiato è composto dai seguenti elaborati: TAV.N.1- Relazione tecnica generale. TAV.N.2- Stralcio planimetrico del P.U.C., esteso alle aree adiacenti quella interessata da P.U.A. e della relativa scheda avente carattere indicativo TAVOLE STATO DI FATTO TAV.N Planimetria dello stato di fatto su mappa catastale aggiornata TAV.N.3.2 Rilievo topografico quotato del terreno e degli edifici esistenti su mappa catastale TAV.N.3.3 Planimetria con destinazione delle aree destinate ad uso privato, di quelle pubbliche o ad uso pubblico per individuazione delle destinazioni d uso degli edifici esistenti e delle relative altezze e tipologie. TAVOLE DI PROGETTO TAV.N.4.1 Planimetria dell area su mappa catastale aggiornata TAV.N.4.2 Planimetria con la destinazione delle aree destinate a uso privato e di quelle pubbliche ad uso pubblico TAV.N Planimetria generale con individuazione della superficie compensativa, delle aree destinate a standards (parcheggio pubblico F5z e superficie permeabile destinate a verde d arredo F3z) nonché delle aree destinate e agli insediamenti

5 residenziali con indicazione dei fabbricati di progetto con relative quote e tipologie edilizie. Tabella per la verifica di rispondenza al P.U.C. TAV.N.4.4 Planimetria delle opere di urbanizzazione: Rete fognaria TAV.N.4.5 Planimetria delle opere di urbanizzazione: Rete elettrica TAV.N.4.6 Planimetria delle opere di urbanizzazione: Rete idrica TAV.N.4.7 Planimetria delle opere di urbanizzazione: Rete del gas TAV.N.4.8 Planimetria delle opere di urbanizzazione: Rete Pubblica illuminazione TAV.N.4.9 -Sezioni e profili regolatori TAV.N.4.10 Particolari costruttivi infrastrutture urbanizzative TAV.N.4.11 Computo metrico estimativo delle opere di urbanizzazione primaria TAV.N.4.12 Stralcio N.T.A. TAV.N.4.13 Studio geologico in conformità a quanto prescritto dalla L.R. n. 9/1983 n.14 -Bozza Convenzione Urbanistica Si può proporre, quindi, alla Giunta Comunale l adozione del P.U.A. di che trattasi. San Giorgio del Sannio, lì 25/01/2016 IL RESPONSABILE DEL SERVIZI -Arch. Mario Fusco-

C O M U N E D I D E R U T A

C O M U N E D I D E R U T A C O M U N E D I D E R U T A PROVINCIA DI PERUGIA OGGETTO: Piano Attuativo di iniziativa privata in Variante al PRG Parte Operativa, sensi e per gli effetti della L.R. 11/2005, riguardante l ambito urbano

Dettagli

COMUNE DI BENEVENTO SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA

COMUNE DI BENEVENTO SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA COMUNE DI BENEVENTO SETTORE PIANIFICAZIONE URBANISTICA NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE PIANO URBANISTICO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA ARTICOLO 1 Oggetto delle norme e campo d applicazione. Le norme riguardano

Dettagli

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA NTA di SUA di iniziativa privata SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA.. INDICE ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... pag. 2 ART. 2 ELABORATI DEL PIANO...» 2 ART. 3 DATI COMPLESSIVI DEL PIANO...» 2 ART.

Dettagli

RELAZIONE. 1)Inquadramento del P.L. nello strumento urbanistico

RELAZIONE. 1)Inquadramento del P.L. nello strumento urbanistico RELAZIONE 1)Inquadramento del P.L. nello strumento urbanistico L area oggetto del presente piano di lottizzazione è sita in località Marina del Comune di Rocca Imperiale (CS). Le particelle catastali interessate

Dettagli

COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa

COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa 3 SETTORE Ufficio Urbanistica RELAZIONE TECNICA-URBANISTICA ISTRUTTORIA PRATICA EDILIZIA: n 04/2010 Intestatario:Taliani Luigi ed altri Oggetto Intervento: Lottizzazione

Dettagli

CHIEDE. il rilascio della concessione edilizia per eseguire nell immobile suddetto i lavori di ristrutturazione che sinteticamente si descrivono:

CHIEDE. il rilascio della concessione edilizia per eseguire nell immobile suddetto i lavori di ristrutturazione che sinteticamente si descrivono: (C.E. per ristrutturazione) Istanza in bollo Al Responsabile di P.O. N. 4 Settore Urbanistica Del Comune di Casteltermini Oggetto: Richiesta di Concessione Edilizia per ristrutturazione. Il sottoscritto..,

Dettagli

159 - Zenit S.r.l. Treviso Piano di Lottizzazione C2/32 _ VARIANTE Località Marocco Mogliano Veneto (TV) NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

159 - Zenit S.r.l. Treviso Piano di Lottizzazione C2/32 _ VARIANTE Località Marocco Mogliano Veneto (TV) NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ART. 1 - Oltre ai contenuti prescrittivi delle Tavv. 3 e 4 tutti gli interventi compresi nel perimetro del Piano di Lottizzazione sono soggetti alle norme di cui ai successivi articoli. ART. 2 - Ai fini

Dettagli

COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO

COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO PRATICA EDILIZIA N. AL RESPONSABILE DELL UFFICIO TECNICO DEL COMUNE DI CERRO AL LAMBRO Piazza Roma, 11 20070 Cerro al Lambro (MI) DENUNCIA

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

COMUNE DI CASALE SUL SILE

COMUNE DI CASALE SUL SILE COMUNE DI CASALE SUL SILE Provincia di Treviso PIANO URBANISTICO ATTUATIVO DELLA ZTO C2/020 DI VIA BONISIOLO ATTUAZIONE DELLA ZTO C2/020 MEDIANTE P.U.A. Articolo 21 NTO P.I. Articoli 19 e 20 Legge Regionale

Dettagli

Art. 1 - Principi e scopi Art. 2 - Contenuti delle norme Art. 3 Principi interpretativi Art. 4 Ambito d intervento Art. 5 Suddivisione del territorio

Art. 1 - Principi e scopi Art. 2 - Contenuti delle norme Art. 3 Principi interpretativi Art. 4 Ambito d intervento Art. 5 Suddivisione del territorio Art. 1 - Principi e scopi Art. 2 - Contenuti delle norme Art. 3 Principi interpretativi Art. 4 Ambito d intervento Art. 5 Suddivisione del territorio Art. 6 Comparti sottoposti a ristrutturazione edilizia

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la seguente proposta di deliberazione PREMESSO CHE:

LA GIUNTA COMUNALE. Vista la seguente proposta di deliberazione PREMESSO CHE: OGGETTO: ADOZIONE, AI SENSI DELL'ART. 30 DELLA L.R. 34/92 E S.M.I. DELLE MODIFICHE AL PIANO ATTUATIVO COMPARTO DI RICUCITURA URBANA IN LOC. SASSONIA V.LE D.ALIGHIERI - ST1_P11, APPROVATO CON D.G.C. N 496

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI. Servizio Edilizia Privata

COMUNE DI CAGLIARI. Servizio Edilizia Privata COMUNE DI CAGLIARI Servizio Edilizia Privata Indirizzi Interpretativi 19 Dicembre 2013 1 La presente nota scaturisce dalla necessità di dare risposta ai quesiti più frequenti posti all ufficio da parte

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE CONCESSIONE DELLA DEROGA AI SENSI DELLA L. 106/2011, DELLA CIRCOLARE REGIONE PIEMONTE 7/UOL E DELL ART. 72 DELLE N.T.A. DEL P.R.G.C. A ESACASE S.R.L. PER AMPLIAMENTO DELLA VOLUMETRIA, NUMERO DEI PIANI,

Dettagli

QUERCE" IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE.

QUERCE IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE. Oggetto: VARIANTE AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE RESIDENZIALE "DUE QUERCE" IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE. LA GIUNTA COMUNALE Premesso che: - con delibera della Giunta Comunale

Dettagli

Città di Biella. Provincia di Biella. Regione Piemonte. RELAZIONE ILLUSTRATIVA del progetto di massima e delle opere di urbanizzazione primaria

Città di Biella. Provincia di Biella. Regione Piemonte. RELAZIONE ILLUSTRATIVA del progetto di massima e delle opere di urbanizzazione primaria Città di Biella Provincia di Biella Regione Piemonte PIANO PARTICOLAREGGIATO DI COMPLETAMENTO DEL COMPARTO ZONA SUD COMPRESO TRA VIA PER CANDELO E LA STRADA TROSSI U.I.2 GARDENVILLE - STRADA TROSSI 27/A,

Dettagli

1 Premessa. 1.1 Incarico. 1.2 Oggetto della variante

1 Premessa. 1.1 Incarico. 1.2 Oggetto della variante 1 Premessa 1.1 Incarico Con Deliberazione della Giunta Comunale del Comune di San Vito di Leguzzano N. Reg. 75 del 30/07/2012 si è deliberato di avviare la procedura per una variante al Piano Particolareggiato

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia COMUNE DI VANZAGHELLO C.C. 25 01/08/2008 oggetto: Adozione di Programma Integrato d'intervento "immobiliare Monica" ai sensi dell'art. 87 e segg. L.R. 12/2005 in variante al Piano di Governo del

Dettagli

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O P I A Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: ADOZIONE AI SENSI DELL ART. 20 DELLA L.R. 11/2004 DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO RESIDENZIALE DENOMINATO BORGO SAN FRANCESCO. DITTA: EDIL

Dettagli

SCHEDA DI VERIFICA E VALUTAZIONE DELL AMBITO DI POSSIBILE TRASFORMAZIONE: AR 15

SCHEDA DI VERIFICA E VALUTAZIONE DELL AMBITO DI POSSIBILE TRASFORMAZIONE: AR 15 SCHEDA DI VERIFICA E VALUTAZIONE DELL AMBITO DI POSSIBILE TRASFORMAZIONE: AR 15 VERIFICA DI COERENZA ESTERNA: Compatibilità dell intervento con le previsioni del PTCP VERIFICA DELLA VINCOLISTICA E DEGLI

Dettagli

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO OGGETTO : PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO PER L AREA D1 DELLA ZONA P1.8 DEL P.R.G.C. RIF. CATASTALI : FOGLIO 26 MAPP.NN.232(ex36/a), 233(ex37/a, 112, 130, 136, 171,

Dettagli

Modificato a seguito delle prescrizioni contenute nel parere di compatibilità con il P.T.C.P. e dell'accoglimento delle osservazioni

Modificato a seguito delle prescrizioni contenute nel parere di compatibilità con il P.T.C.P. e dell'accoglimento delle osservazioni Comune di Ghedi Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio Piano delle Regole Norme Tecniche di Attuazione ALLEGATO A Piani di recupero del centro antico Approvato con delibera C.C. n.17 del

Dettagli

../../2013 Tra PREMESSO

../../2013 Tra PREMESSO CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI MONTE SAN PIETRO E LA PROPRIETA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL COMPARTO URBANISTICO AD USO RESIDENZIALE DENOMINATO CUT 11 VIA BEGHELLI, LOCALITA BADIA Il

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE Deliberazione del Consiglio Comunale N. 00 del 00/00/014 Area: AREA TECNICA Oggetto: CONTRODEDUZIONE ALLE RISERVE FORMULATE DALLA GIUNTA PROVINCIALE E ALLE OSSERVAZIONI PERVENUTE E APPROVAZIONE DELLA VARIANTE

Dettagli

CITTÀ DI POTENZA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE

CITTÀ DI POTENZA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE CITTÀ DI POTENZA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Adozione Piano di Lottizzazione della zona F4B2 PRUSST Via Ciccotti ed approvazione progetto preliminare strada di collegamento tra

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE

RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA RICHIESTA PERMESSO DI COSTRUIRE Committente: AUTOSTORE S.R.L. Via Fonderia n. 47/A Treviso Compilatore: Ing. Bonaldo Simone Via Riva IV Novembre n. 38 Cittadella (PD) Data

Dettagli

Il progetto come approvato prevede la realizzazione entro quattro anni delle opere di urbanizzazione. Queste consistono:

Il progetto come approvato prevede la realizzazione entro quattro anni delle opere di urbanizzazione. Queste consistono: allegato A Relazione tecnica SUAP1 In data 18/06/2011, prot 6146, è stata presentata da parte di Terruzzi Fercalx spa, istanza volta all ottenimento del permesso di costruire per la realizzazione di un

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del IL SINDACO Proposta N. 10 del 31/01/2014 SERVIZIO --Pianificazione Urbanistica Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Schema di convenzione di Lottizzazione

Schema di convenzione di Lottizzazione Schema di convenzione di Lottizzazione per piani con volumetria superiore a 10.000 mc approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 13 del 11.03.2002 modificato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO. APPROVAZIONE ai sensi dell art. 111 della LRT 65/2014

COMUNE DI ORBETELLO. APPROVAZIONE ai sensi dell art. 111 della LRT 65/2014 COMUNE DI ORBETELLO Provincia di Grosseto Allegato A alla determinazione PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA PIANO DI LOTTIZZAZIONE LOTTO AT03 SITO IN VIA DEL PIOPPO DELLA FRAZIONE DI FONTEBLANDA ORBETELLO

Dettagli

Zona Elementare 1891 area 03 Stra.llo Fossa Burracchione Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC

Zona Elementare 1891 area 03 Stra.llo Fossa Burracchione Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Zona Elementare 1891 area 03 Stra.llo Fossa Burracchione Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Applicazione dell art. 14.1 del Testo Coordinato delle Norme di PSC-POC-RUE RAPPORTO PRELIMINARE (ART.

Dettagli

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione).

(Omissis) Art. 1. (Campo di applicazione). DECRETO MINISTERIALE 2 aprile 1968, n. 1444 (pubblicato nella g. u. 16 aprile 1968, n. 97). Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra spazi

Dettagli

COMUNE DI TERLIZZI Provincia di Bari SCHEMA DI CONVENZIONE. L'anno il giorno del mese di. dinanzi a me Dott. Notaio in,iscritto al Collegio Notarile

COMUNE DI TERLIZZI Provincia di Bari SCHEMA DI CONVENZIONE. L'anno il giorno del mese di. dinanzi a me Dott. Notaio in,iscritto al Collegio Notarile COMUNE DI TERLIZZI Provincia di Bari SCHEMA DI CONVENZIONE L'anno il giorno del mese di dinanzi a me Dott. Notaio in,iscritto al Collegio Notarile di, sono presenti i Signori: in rappresentanza del Comune

Dettagli

Comune di Cagliari Assessorato Ambiente e Urbanistica Servizio Edilizia Privata

Comune di Cagliari Assessorato Ambiente e Urbanistica Servizio Edilizia Privata Comune di Cagliari Assessorato Ambiente e Urbanistica Servizio Edilizia Privata OGGETTO: INDIRIZZI INTERPRETATIVI DELLA L. R. 4/2009 AGGIORNAMENTO AL 18.10.2010 ART. 1 Finalità 1) L obiettivo primario

Dettagli

STUDIO TECNICO ASSOCIATO BELVEDERESI

STUDIO TECNICO ASSOCIATO BELVEDERESI COMUNE DI ANCONA Provincia di Ancona Regione Marche Piano di Recupero tav. scala: C 5 data: Luglio 2011 agg.: NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE APPROVAZIONE PROPRIETA' : Sig.ra Maria Lodovica Cesaroni, Ancona

Dettagli

Zona Elementare 161 area 01 Via Milano Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC

Zona Elementare 161 area 01 Via Milano Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Zona Elementare 161 area 01 Via Milano Accordo art. 18 LR20/2000 in variante al POC Applicazione dell art. 14.1 del Testo Coordinato delle Norme di PSC-POC-RUE RAPPORTO PRELIMINARE (ART. 12 D.LGS. N. 152/2006

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE 105522 del 16/04/2009

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE 105522 del 16/04/2009 Regione Autonoma Valle d Aosta Région Autonome Vallée d Aoste AREA-07 Servizio: URBANISTICA Ufficio: URBANISTICA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE 105522 del 16/04/2009 OGGETTO: AREA N.

Dettagli

COMUNE DI PIACENZA OSA SRL VIA BOLZONI N. 14 29122 PIACENZA VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO AREA AID 18 EX ARBOS VIA EMILIA PARMENSE

COMUNE DI PIACENZA OSA SRL VIA BOLZONI N. 14 29122 PIACENZA VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO AREA AID 18 EX ARBOS VIA EMILIA PARMENSE COMUNE DI PIACENZA OSA SRL VIA BOLZONI N. 14 29122 PIACENZA VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO AREA AID 18 EX ARBOS VIA EMILIA PARMENSE ELABORATO D - BOZZA CONVENZIONE PIACENZA 10 APRILE 2015 1 B

Dettagli

A.R.P.A. Regione Piemonte

A.R.P.A. Regione Piemonte Al Signor Sindaco del Comune di Corio Pagina 1/5 Domanda di autorizzazione allo scarico di acque reflue domestiche o ad esse assimilabili in ricettore diverso dalla pubblica fognatura (ai sensi del D.Lgs.

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. Provincia di Oristano BORGATA DI MARCEDDI PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO (ZONA A) CON VALENZA DI PIANO DI RISANAMENTO

COMUNE DI TERRALBA. Provincia di Oristano BORGATA DI MARCEDDI PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO (ZONA A) CON VALENZA DI PIANO DI RISANAMENTO COMUNE DI TERRALBA Provincia di Oristano BORGATA DI MARCEDDI PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO (ZONA A) CON VALENZA DI PIANO DI RISANAMENTO LA PROPOSTA DI DETTAGLIO DEI COMPARTI COMPARTO T COMUNE

Dettagli

COMUNE DI BERTINORO Provincia Forlì-Cesena

COMUNE DI BERTINORO Provincia Forlì-Cesena COMUNE DI BERTINORO Provincia Forlì-Cesena PROTOCOLLO Settore Tecnico Urbanistica Servizio Edilizia Privata SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA Dati della denuncia di inizio attività/permesso di costruire: (Legge

Dettagli

Comune di Rivanazzano Terme 1. PREMESSA... 2 2. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE: COMPARAZIONE... 2

Comune di Rivanazzano Terme 1. PREMESSA... 2 2. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE: COMPARAZIONE... 2 Comune di Rivanazzano Terme SOMMARIO 1. PREMESSA... 2 2. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE: COMPARAZIONE... 2 DdP - Norme Tecniche di Attuazione: comparazione fra il testo adottato e quello definitivo conseguente

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA D.A. n. 502/DRU REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA L'ASSESSORE Regionale del Territorio ed Ambiente VISTO lo Statuto della Regione Siciliana; VISTA la Legge 17/08/42, n. 1150 e successive modifiche

Dettagli

COMUNE DI SILEA ( Provincia di Treviso )

COMUNE DI SILEA ( Provincia di Treviso ) COMUNE DI SILEA ( Provincia di Treviso ) Via Don. G. Minzoni, 12 31057 Silea Tel. 0422/365731 Fax 0422/460483 e-mail: urbanistica@comune.silea.tv.it- sito internet: www.comune.silea.tv.it AREA 4^ - GESTIONE

Dettagli

Il presente Piano di Urbanizzazione preventivo interessa un area sita a Torrenieri, località Pian

Il presente Piano di Urbanizzazione preventivo interessa un area sita a Torrenieri, località Pian ARTICOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI Il presente Piano di Urbanizzazione preventivo interessa un area sita a Torrenieri, località Pian dell Asso, nel comune di Montalcino, delimitata a nord e ad est da aree

Dettagli

Ufficio d Ambito di Brescia Pagina 1 di 5

Ufficio d Ambito di Brescia Pagina 1 di 5 RACCOMANDATA A.R. Al Gestore del servizio di Fognatura e Depurazione Via OGGETTO: Domanda di ammissione allo scarico di acque reflue domestiche in pubblica fognatura e/o allacciamento alla rete Il/La sottoscritto/a

Dettagli

PIANO URBANISTICO ESECUTIVO " lago dei fiori" -sub comparto C1/a1 approvato con delibera di C.C. n. 35 del 10.07.2009

PIANO URBANISTICO ESECUTIVO  lago dei fiori -sub comparto C1/a1 approvato con delibera di C.C. n. 35 del 10.07.2009 Comune di Terlizzi Provincia di Bari PIANO URBANISTICO ESECUTIVO " lago dei fiori" -sub comparto C1/a1 approvato con delibera di C.C. n. 35 del 10.07.2009 VARIANTE AI SENSI DELL'ART.16, lett. c) DELLA

Dettagli

COMUNE DI SANSEPOLCRO PROVINCIA DI AREZZO

COMUNE DI SANSEPOLCRO PROVINCIA DI AREZZO 1 COMUNE DI SANSEPOLCRO PROVINCIA DI AREZZO PIANO DI LOTTIZZAZIONE Area di Via Giuliano Da Sangallo Zona C 3 P di P.R.G. PROGETTO PRELIMINARE OPERE DI URBANIZZAZIONE Proprietà delle aree: COMUNE DI SANSEPOLCRO,

Dettagli

Indice. Parte Prima. Premessa... pag. 2. Contenuti e limiti previsti dal Piano Casa 2 3. Parte Seconda. A) Definizioni. pag. 9

Indice. Parte Prima. Premessa... pag. 2. Contenuti e limiti previsti dal Piano Casa 2 3. Parte Seconda. A) Definizioni. pag. 9 Indice Parte Prima Premessa... pag. 2 Contenuti e limiti previsti dal Piano Casa 2 3 Parte Seconda A) Definizioni. pag. 9 B) Disposizioni riguardanti aspetti generali. 10 C) Disposizioni in materia di

Dettagli

COMUNE DI MONTEGIORGIO

COMUNE DI MONTEGIORGIO COMUNE DI MONTEGIORGIO (Provincia di ASCOLI PICENO) STUDIO PRELIMINARE DI FATTIBILITA FINALIZZATO ALL AMPLIAMENTO DEL CENTRO COMMERCIALE ROSSETTI Località: Via Faleriense Est, 81 63025 Montegiorgio (AP)

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE 0 Pagina 9 di 16 di una nuova rete lungo il tratto di via San Giuseppe prospiciente la lottizzazione. Rete Gas Metano La rete di distribuzione del Gas metano verrà realizzata secondo le prescrizioni espresse

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA DELL' INTERVENTO

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA DELL' INTERVENTO RCHIDUE Associati x l'architettura Arch. Stefano NANNINI arch. Debora INNOCENTI via Castel de Toni, 1/A Casalguidi 51034 (PT) Tel./Fax. 0573.526389; e-mail: archidueassociati@tiscali.it Al Sig. Sindaco

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE Relaziona l Assessore all Urbanistica: PREMESSO CHE: IL CONSIGLIO COMUNALE - con istanza in data 14/07/08, acquisita al prot. gen. in data 16/07/08 col n. 89758, il sig. Tesoro Savino, nella sua qualità

Dettagli

COMUNE DI PADOVA Settore Edilizia Privata ISTRUZIONI PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

COMUNE DI PADOVA Settore Edilizia Privata ISTRUZIONI PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE COMUNE DI PADOVA Settore Edilizia Privata ISTRUZIONI PER IL CALCOLO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE MARZO 2012 I N D I C E PREMESSA... 0 Criteri e modalità di calcolo...0 Successione delle fasi...1 Calcolo

Dettagli

VARIANTE DI MINIMA ENTITÀ ALLA STRUMENTAZIONE URBANISTICA VIGENTE PER L ELIMINAZIONE DI ALCUNI ERRORI MATERIALI NOVEMBRE 2013

VARIANTE DI MINIMA ENTITÀ ALLA STRUMENTAZIONE URBANISTICA VIGENTE PER L ELIMINAZIONE DI ALCUNI ERRORI MATERIALI NOVEMBRE 2013 COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA Provincia di Lucca VARIANTE DI MINIMA ENTITÀ ALLA STRUMENTAZIONE URBANISTICA VIGENTE PER L ELIMINAZIONE DI ALCUNI ERRORI MATERIALI NOVEMBRE 03 NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

Dettagli

Studio Tecnico Barbero Associati

Studio Tecnico Barbero Associati Dott. Arch. Luigi Barbero Dott. Ing. Arch. Giuseppe Barbero Spett.le Comune di Valenza OGGETTO: Relazione tecnico-illustrativa dell area a Valenza, SUE C25 del PRGC. L area SUE C25, oggetto del presente

Dettagli

COMUNE DI LECCO VARIANTE PIANO ATTUATIVO. Via BELFIORE, Via LAMARMORA e Via MONTELUNGO RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI LECCO VARIANTE PIANO ATTUATIVO. Via BELFIORE, Via LAMARMORA e Via MONTELUNGO RELAZIONE TECNICA COMUNE DI LECCO VARIANTE PIANO ATTUATIVO Via BELFIORE, Via LAMARMORA e Via MONTELUNGO RELAZIONE TECNICA All. A QUESTO DOCUMENTO NON PUO' ESSERE COPIATO, RIPRODOTTO O ALTRIMENTI PUBBLICATO IN TUTTO O IN

Dettagli

Oggetto: Inquadramento urbanistico delle aree site in Milano, comprese tra le via Giovanni da Udine, Perin del Vaga e Polidoro da Caravaggio

Oggetto: Inquadramento urbanistico delle aree site in Milano, comprese tra le via Giovanni da Udine, Perin del Vaga e Polidoro da Caravaggio Milano 28 ottobre 2011 Le informazioni contenute nella presente relazione non sono da considerarsi alla stregua di dichiarazioni e garanzie, né di esame esaustivo, né di parere legale e non prescindono

Dettagli

relazione TECNICA E ILLUSTRATIVA

relazione TECNICA E ILLUSTRATIVA Architetto ARNOLFO FEDERICA studio: via Maestra A. Sarti n 4 12030- Torre San Giorgio (CN) AIME COSTRUZIONI s.a.s. via Divisione Cuneense n 6 12030 - SANFRONT (CN) progettista proponente REGIONE PIEMONTE

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA Prot.3430 OGGETTO: COLLAUDO DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE RESIDENZIALE DI INIZIATIVA PRIVATA DENOMINATO DIOLA. 1. VERBALE

Dettagli

CONTENUTI DELLA MANIFESTAZIONE:

CONTENUTI DELLA MANIFESTAZIONE: scheda N 1 loc. PIEDIMONTE / COMPARTO 46 R CONTENUTI DELLA MANIFESTAZIONE: Realizzazione di manufatti con destinazione artigianale/industriale/direzionale per una S.U.L. complessiva di mq 4.000 e una volumetria

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Estratto degli articoli oggetto di modifica

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Estratto degli articoli oggetto di modifica PIANO OPERATIVO COMUNALE Adottato con Delibera di C.C. N. 22 del 15 marzo 2011 Approvato con Delibera di C.C. N. 78 del 27 settembre 2012 COMUNE DI BERTINORO PROVINCIA DI FORLI -CESENA NORME TECNICHE DI

Dettagli

Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo

Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo 1. L area disciplinata dal presente Piano Particolareggiato è quella perimetrata nella cartografia del R.U. vigente nel Comune di Colle VE ed identificata

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI LUCIGNANO Provincia di Arezzo DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Atto n. 17 Seduta del 12 maggio 2008 Oggetto: Variante n. 9/R.U. per il Piano di Recupero in loc. Tozzo ai sensi dell art. 73,

Dettagli

TITOLO I - GENERALITÀ E CONTENUTO DEL PIANO DI ZONA 167 IN LOCALITA MOLE

TITOLO I - GENERALITÀ E CONTENUTO DEL PIANO DI ZONA 167 IN LOCALITA MOLE TITOLO I - GENERALITÀ E CONTENUTO DEL PIANO DI ZONA 167 IN LOCALITA MOLE CAPO I Generalità Art.1 - Validità delle norme Le presenti Norme Tecniche si applicano per l'attuazione del presente Piano di Zona

Dettagli

Sub ambito di Trasformazione 02 SN1

Sub ambito di Trasformazione 02 SN1 Var. 24 Var. 58 Var.168 D.D. 53 Scheda norma D/1 Ex scalo merci V.le Fratti (Tav. P.R.G.23) Sub ambito di Trasformazione 02 SN1 PARTE I STATO DI FATTO 1. DESCRIZIONI DELLE CONDIZIONI ATTUALI DELL AREA

Dettagli

Art. 1 Campo di applicazione

Art. 1 Campo di applicazione Art. 1 Campo di applicazione Le presenti norme tecniche disciplinano l attuazione dell area oggetto del Programma Integrato d Intervento Variante di P.R.G. del Comune di Cisterna di Latina loc. L Annunziata,

Dettagli

PIANO DI LOTTIZZAZIONE

PIANO DI LOTTIZZAZIONE Settore Urbanistica ed Edilizia Privata Comune di Cittadella Servizio Urbanistica Relazione tecnico descrittiva PIANO DI LOTTIZZAZIONE già denominato Brotto Ianeselli Spazio riservato all Ufficio Protocollo

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI DISTACCHI. D.M.1444/68 - Distacchi stradali e distacchi tra edifici. Codice civile + R.E. Distacchi dai confini

RIFERIMENTI NORMATIVI DISTACCHI. D.M.1444/68 - Distacchi stradali e distacchi tra edifici. Codice civile + R.E. Distacchi dai confini RIFERIMENTI NORMATIVI DISTACCHI D.M.1444/68 - Distacchi stradali e distacchi tra edifici Distacchi stradali a) Per l < 7,00 m d = 5,00 m b) Per 7,00 m = l = 15,00 m d = 7,50 m c) Per l > 15,00 m d = 10,00

Dettagli

P.I. Modelli documentazione. All. NTO 03. Provincia di Verona. Elaborato

P.I. Modelli documentazione. All. NTO 03. Provincia di Verona. Elaborato Comune di Rivoli Veronese Provincia di Verona P.I. Elaborato All. NTO 03 Modelli documentazione GRUPPO DI LAVORO Progettisti Incaricati Ing. Mario Medici Arch. Nicola Grazioli Arch. Emanuela Volta Collaboratore:

Dettagli

TRIBUNALE DI PAOLA. Sezione Esecuzione Immobiliare. Consulenza Tecnica d Ufficio. Procedura Esecutiva n 80/88

TRIBUNALE DI PAOLA. Sezione Esecuzione Immobiliare. Consulenza Tecnica d Ufficio. Procedura Esecutiva n 80/88 TRIBUNALE DI PAOLA Sezione Esecuzione Immobiliare Consulenza Tecnica d Ufficio Procedura Esecutiva n 80/88 Banca Commerciale Italiana S.p.a. (oggi Banca Intesa S.p.a.) CONTRO M. D. e G. M. V. ved. M. Il

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA PROPRIETARIO: Supermercati Martinelli srl Via Don Fumano 3, Villafranca di verona PROGETTISTA: Zanolli Arch. Luciano, (VR) UBICAZIONE: Località Piazzilli, comune di Cavaion Veronese (VR) RELAZIONE TECNICA

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PIANO DI RECUPERO

SCHEMA DI CONVENZIONE PIANO DI RECUPERO N. 11 SCHEMA DI CONVENZIONE PIANO DI RECUPERO L anno del mese di del giorno. dinanzi a me Dott. Notaio in, iscritto presso il Collegio Notarile dei Distretti di.. si costituiscono: da una parte: il Comune

Dettagli

DOCUMENTAZIONE MINIMA PER PRATICHE EDILIZIE (Mod. 1)

DOCUMENTAZIONE MINIMA PER PRATICHE EDILIZIE (Mod. 1) DOCUMENTAZIONE MINIMA PER PRATICHE EDILIZIE (Mod. 1) A) Documentazione Minima Istanza per Richiesta di Permesso di Costruire (PdC) RICEVUTA del versamento dei diritti di segreteria di.290,00 (N.B. per

Dettagli

DI GUSPINI (VS) - SETTORE URBANISTICA OPERE PUBBLICHE

DI GUSPINI (VS) - SETTORE URBANISTICA OPERE PUBBLICHE AGI COMUNE DI GUSPINI (VS) - SETTORE URBANISTICA OPERE PUBBLICHE MODULO DI RICHIESTA AGIBILITÀ PROTOCOLLO GENERALE Marca da Bollo 16,00 NUMERO PROTOCOLLO AGIBILITÀ ANNO 201 AL SINDACO DEL COMUNE DI GUSPINI

Dettagli

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE. carattere Times new roman grassetto. carattere Times new roman barrato evidenziato. Art. 0 Indice

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE. carattere Times new roman grassetto. carattere Times new roman barrato evidenziato. Art. 0 Indice NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Testo originario adottato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 21.05.2004, modificato da parte comunale a seguito di accoglimento di talune osservazioni (deliberazione

Dettagli

Visti il D.Lgs. 4/2008 e il D.Lgs. 128/2010 recanti modifiche ed integrazioni al D.lgs. 152/2006, di seguito denominato D.Lgs. 152/06 e ss.mm.ii.

Visti il D.Lgs. 4/2008 e il D.Lgs. 128/2010 recanti modifiche ed integrazioni al D.lgs. 152/2006, di seguito denominato D.Lgs. 152/06 e ss.mm.ii. Anno Prop. : 2014 Num. Prop. : 1979 Determinazione n. 1788 del 07/10/2014 OGGETTO: COMUNE DI GABICCE MARE - PROVVEDIMENTO FINALE DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA' A VAS - ART. 12 D.LGS. 152/2006 S.M.I.

Dettagli

Comune di Casaleone Provincia di Verona. Piano degli Interventi Registro dei crediti edilizi

Comune di Casaleone Provincia di Verona. Piano degli Interventi Registro dei crediti edilizi Comune di Casaleone Provincia di Verona Piano degli Interventi Registro dei crediti edilizi settembre 2013 Comune di Casaleone Provincia di Verona Piano degli Interventi Registro dei crediti edilizi settembre

Dettagli

INDICE. VERNIANA Tav. 5 Bc vrn 01 pag. 04. PALAZZUOLO Tav. 6 Bc pal 01 pag. 01

INDICE. VERNIANA Tav. 5 Bc vrn 01 pag. 04. PALAZZUOLO Tav. 6 Bc pal 01 pag. 01 INDICE MONTE SAN SAVINO Tav. 1a e 1b Ap mss 02 pag. 01 Ap mss 03 pag. 04 Ap mss 04 pag. 07 Bc mss 01 pag. 10 Bc mss 02 pag. 13 Bc mss 03 pag. 16 Bc mss 04 pag. 19 Bc mss 05 pag. 22 Bc mss 06 pag. 25 Bc

Dettagli

Piano delle Regole. Norme Tecniche di Attuazione. Allegato A. Ambiti di completamento a SLP definita

Piano delle Regole. Norme Tecniche di Attuazione. Allegato A. Ambiti di completamento a SLP definita Comune di Serle Provincia di Brescia Piano di Governo del Territorio Piano delle Regole Norme Tecniche di Attuazione Allegato A Ambiti di completamento a SLP definita Approvato con delibera C.C. n.15 del

Dettagli

SOGGETTI PARTECIPANTI AL P.I.I. DI VIA MILANO n.227 (comparto ARE 6) che sottoscrivono la proposta di convenzione:

SOGGETTI PARTECIPANTI AL P.I.I. DI VIA MILANO n.227 (comparto ARE 6) che sottoscrivono la proposta di convenzione: INDICE SOGGETTI PARTECIPANTI AL P.I.I. PAG. 1 INTERVENTI PREVISTI PAG. 1 PROIEZIONE COSTI COMPLESSIVI AI FINI DELL ATTUAZIONE DEL P.I.I. A CURA DEL SOGGETTO ATTUATORE PAG. 2 QUANTIFICAZIONE DELLE CONVENIENZE

Dettagli

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti)

ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) ART. 19 - G - SERVIZI GENERALI (vigenti) La zona è destinata ad accogliere attrezzature e servizi pubblici o ad uso pubblico di interesse generale su scala territoriale: uffici pubblici o privati di interesse

Dettagli

SANTO STEFANO DI CAMASTRA

SANTO STEFANO DI CAMASTRA COMUNE DI SANTO STEFANO DI CAMASTRA Provincia di Messina PROGETTO ESECUTIVO PER I LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DEGLI SPAZI DEL SENSO CIVICO PON FESR SICUREZZA E SVILUPPO - OBIETTIVO CONVERGENZA 2007/2013

Dettagli

2 EDIFICIO in VALPERGA

2 EDIFICIO in VALPERGA 2 EDIFICIO in VALPERGA Per ulteriori approfondimenti e programmazione sopralluoghi (Tel. 011.861.2447-2494-2402-2620) UBICAZIONE Il complesso immobiliare dista 50 km da Torino ed è ubicato nel comparto

Dettagli

Elementi di casistica per l applicazione degli oneri urbanizzazione e del costo di costruzione. Anno 2013

Elementi di casistica per l applicazione degli oneri urbanizzazione e del costo di costruzione. Anno 2013 Elementi di casistica per l applicazione degli oneri urbanizzazione e del costo di costruzione Anno 2013 Nessuna modifica rispetto all anno 2012 Applicazione degli oneri di urbanizzazione e della quota

Dettagli

Piano delle Regole NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO D. Piani di Recupero in Ambito N

Piano delle Regole NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO D. Piani di Recupero in Ambito N Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi Piano di Governo del Territorio Piano delle Regole NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO D Piani di Recupero in Ambito N Approvato con delibera C.C. n.59

Dettagli

Studio Tecnico Rossi geom. Renato Via G. Zanella 3/1 Montorso Vicentino (VI) Tel. 0444 685322 Fax. 0444 486630 email. geom.rossi@gmail.

Studio Tecnico Rossi geom. Renato Via G. Zanella 3/1 Montorso Vicentino (VI) Tel. 0444 685322 Fax. 0444 486630 email. geom.rossi@gmail. Studio Tecnico Rossi geom. Renato Via G. Zanella 3/1 Montorso Vicentino (VI) Tel. 0444 685322 Fax. 0444 486630 email. geom.rossi@gmail.com AL DIRIGENTE DEL SETTORE GESTIONE DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI

Dettagli

AMBITO DI TRASFORMAZIONE

AMBITO DI TRASFORMAZIONE AMBITO DI TRASFORMAZIONE PET1 Localizzazione : Cibrone - via XXV Aprile INQUADRAMENTO TERRITORIALE L ambito è localizzato nella zona nord-est del territorio comunale, tra la via XXV Aprile e la SS. 36.

Dettagli

Invito alla presentazione di proposte di manifestazione di interesse per l area di Via Trivellini

Invito alla presentazione di proposte di manifestazione di interesse per l area di Via Trivellini COMUNE DI BRESCIA Settore Urbanistica Invito alla presentazione di proposte di manifestazione di interesse per l area di Via Trivellini Giugno 2014 1 COMUNE DI BRESCIA SETTORE URBANISTICA AVVISO PUBBLICO

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO. Sezione fallimentare. Giudice Delegato : Dott.ssa Francesca Maria Mammone RELAZIONE DI STIMA

TRIBUNALE DI MILANO. Sezione fallimentare. Giudice Delegato : Dott.ssa Francesca Maria Mammone RELAZIONE DI STIMA TRIBUNALE DI MILANO Sezione fallimentare Giudice Delegato : Dott.ssa Francesca Maria Mammone RELAZIONE DI STIMA del valore del compendio immobiliare sito in Cornaredo (MI) via Cascina Croce, 115 FALLIMENTO

Dettagli

Dott. Andrea Pagliari Naturalista Via Mandolossa, 20-25064 Gussago (BS) tel. 347 2451447 mail andrea.pagliari@gmail.com

Dott. Andrea Pagliari Naturalista Via Mandolossa, 20-25064 Gussago (BS) tel. 347 2451447 mail andrea.pagliari@gmail.com Dott. Andrea Pagliari Naturalista Via Mandolossa, 20-25064 Gussago (BS) tel. 347 2451447 mail andrea.pagliari@gmail.com tel. 335 5860896 mail massimilianoperazzoli@yahoo.it SOMMARIO 1 PREMESSA... 2 2 ANALISI

Dettagli

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO L.R. N. 12/2005

PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO L.R. N. 12/2005 COMUNE DI MONTORFANO (PROVINCIA DI COMO) PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO L.R. N. 12/2005 DOC. n 3-C - PIANO DELLE REGOLE All. n. 4 Scheda di valutazione art. 38 N.d.A. P.T.C.P. ADOZIONE N DEL PUBBLICATO

Dettagli

PROGETTISTA INCARICATO

PROGETTISTA INCARICATO 06032013 TIMBRO PROTOCOLLO C I T T A D I S A C I L E N. PRATICA Nominativo del dichiarante (1)...... SI n altri titolari oltre al presente dichiarante NO... (in caso di più dichiaranti, compilare una scheda

Dettagli

SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA

SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA COMUNE DI MONTESE Provincia di Modena Via Panoramica, 60-41055 Montese Sportello Unico Tel. 059 971112 fax 059 971125 C.F. 00273460360 SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA Da presentare entro 15 giorni dalla Comunicazione

Dettagli

Tangenziale Nord. Insediamento urbano lineare. SUB-AMBITO 22S6 PSC- Foglio 7. Parte I: Stato di fatto scala 1:5000. Legenda

Tangenziale Nord. Insediamento urbano lineare. SUB-AMBITO 22S6 PSC- Foglio 7. Parte I: Stato di fatto scala 1:5000. Legenda Insediamento urbano lineare Tangenziale Nord SUB-AMBITO 22S6 PSC- Foglio 7 CTG 01- Tutele e Vincoli Ambientali CTG 02- Emergenze culturali, storiche e paesaggistiche CTG 03- Rispetti e Limiti all'edificabilità

Dettagli

INSTALLAZIONE NUOVI IMPIANTI PUBBLICITA ESTERNA PERMANENTE

INSTALLAZIONE NUOVI IMPIANTI PUBBLICITA ESTERNA PERMANENTE INSTALLAZIONE NUOVI IMPIANTI PUBBLICITA ESTERNA PERMANENTE Spazio riservato all Ufficio Bollo 16,00 Istanza n. Al Sindaco del Comune di Perugia U.O. Politiche Economiche Perugia Oggetto: domanda di autorizzazione

Dettagli

IL RESPONSABILE DI SERVIZIO

IL RESPONSABILE DI SERVIZIO PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE UFFICIO PROPONENTE: Edilizia -Urbanistica RESPONSABILE DELL AREA INTERESSATA: Ing.Paolo Leccesi RESPONSABILE DEL SERVIZIO INTERESSATA : Ing. Paolo Leccesi

Dettagli

COMUNE DI SASSARI Settore Edilizia Privata

COMUNE DI SASSARI Settore Edilizia Privata COMUNE DI SASSARI Settore Edilizia Privata Prot. n. 117048 del 25.09.2012 Oggetto: - Risposte a quesiti sul piano casa e non solo. Modifica del punto 7 della precedente nota prot. 57027 del 18.05.2012

Dettagli

SETTORE SVILUPPO PRODUTTIVO E RESIDENZIALE SPORTELLO UNICO - SERVIZIO TECNICO

SETTORE SVILUPPO PRODUTTIVO E RESIDENZIALE SPORTELLO UNICO - SERVIZIO TECNICO COMUNE DI CESENA SETTORE SVILUPPO PRODUTTIVO E RESIDENZIALE SPORTELLO UNICO - SERVIZIO TECNICO R i s e r v a t o a l p r o t o c o l l o SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) COMUNICAZIONI

Dettagli