Le nuove disposizioni del Ministero in tema di pagamento del minimo edittale ridotto del 30% G. Carmagnini (commento completo)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le nuove disposizioni del Ministero in tema di pagamento del minimo edittale ridotto del 30% G. Carmagnini (commento completo)"

Transcript

1 Le nuove disposizioni del Ministero in tema di pagamento del minimo edittale ridotto del 30% G. Carmagnini (commento completo) È stata necessaria un altra circolare del Ministero dell interno (16/9/2013 prot.300/a/7065/13/101/20/21/1) e, sicuramente, ne vedremo delle altre, per fornire ulteriori indicazioni circa il nuovo istituto premiale del pagamento del minimo edittale con la riduzione del 30%, soprattutto con riferimento alla sanzione prevista dall articolo 193 in tema di circolazione senza la copertura assicurativa. Devo dire che il Ministero, con la circolare del 16 ottobre 2013, ha confermato tutte le soluzioni che avevo già anticipato negli approfondimenti pubblicati in questa rivista elettronica quasi un mese prima, ma ha anche aggiunto alcune precisazioni che solo in parte si condividono in diritto, seppure prendano spunto da una prassi consolidata e abbiano il pregio di dettare un indirizzo operativo. Cerchiamo pertanto di procedere con ordine, non certo con lo scopo, fine a se stesso, di individuare alcuni aspetti critici delle soluzioni prospettate, ma per cercare di promuovere una riflessione che possa portare al superamento di tali criticità. Articolo 193 e pagamento in misura ridotta Come già anticipato e confermato dal Ministero, per la sanzione prevista in caso di violazione dell articolo 193 è ammesso il pagamento in misura ridotta, in deroga all articolo 210, comma 3, del codice della strada, poiché solo estinguendo l obbligazione pecuniaria nel termine di 60 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale è possibile evitare la confisca del veicolo, ai sensi del comma 4 dell articolo 193. Quindi, essendo la confisca legata alla sola eventualità che non sia stato effettuato il pagamento in misura ridotta nel termine assegnato di 60 giorni, ne consegue che se il pagamento di cui all articolo 202 del codice della strada è effettuato entro 5 giorni dalla notificazione o contestazione del verbale, sarà possibile applicare l ulteriore beneficio della riduzione del 30%. Non convince, seppure se ne comprendano le ragioni storiche e pragmatiche, l interpretazione offerta dal Ministero circa l efficacia estintiva del pagamento ridotto del 30% ove non sia stata attivata la copertura assicurativa (per almeno 6 mesi), entro 60 giorni dalla notificazione o contestazione del verbale. Il Ministero sostiene che il solo pagamento del verbale determina di per sè la confisca del veicolo e quindi il pagamento della sanzione ridotto del 30% non sarebbe estintivo dell obbligazione pecuniaria, aggiungendo in nota che la somma versata sarà trattenuta in acconto e si procederà al recupero della rimanenza secondo le ordinarie procedure della riscossione coattiva (con ovvio riferimento alla riscossione della somma determinata ai sensi dell articolo 203, comma 3, nella misura stabilita ai sensi dell articolo 389 del regolamento, per cui nei casi di pagamento insufficiente si procede a riscossione coattiva della metà del massimo edittale, oltre spese, meno quanto già versato e trattenuto a titolo di acconto). In verità il Ministero pare non tenere conto di un problema risalente alla riforma del 2003, quando, per una pessima riformulazione dell articolo 193, la confisca è stata collegata unicamente all omesso pagamento in misura ridotta della sanzione pecuniaria, mentre l attivazione della copertura assicurativa per almeno 6 mesi è rimasta collegata alla possibilità di restituire il veicolo sequestrato direttamente da parte dell organo di polizia stradale. Più volte in dottrina si è rilevato che l articolo 193 ha determinato una situazione di stallo ove sia stato effettuato solo il pagamento in misura ridotta e non anche l attivazione della copertura assicurativa, caso in cui non si potrebbe procedere alla trasmissione alla prefettura del verbale insoluto, ai fini dell emanazione dell ordinanza di confisca, né, d altronde, si potrebbe restituire il veicolo, anche se parrebbe illegittima la permanenza di un sequestro finalizzato alla confisca di un veicolo per il quale sia venuta meno la possibilità di applicare la sanzione accessoria. Infatti, l articolo 193, comma 4, dispone che, quando l'interessato 1) effettua il pagamento della sanzione in misura ridotta ai sensi dell'articolo 202, 2) corrisponde il premio di assicurazione per almeno sei mesi e 3) garantisce il pagamento delle spese di prelievo, trasporto e custodia del veicolo sottoposto a sequestro, l'organo di polizia che ha accertato la violazione dispone la restituzione del veicolo all'avente diritto, dandone comunicazione al prefetto. Invece, quando nei termini previsti 1) non è stato proposto ricorso e 2) non è avvenuto il pagamento in misura ridotta, l'ufficio o comando da cui dipende l'organo accertatore invia il verbale al prefetto. In tal

2 caso il verbale stesso costituisce titolo esecutivo ai sensi dell'articolo 203, comma 3, e il veicolo è confiscato ai sensi dell'articolo 213. È pure vero che la prassi ordinaria, che nel tempo si era sviluppata per evitare la giacenza dei veicoli in depositeria, ha fatto sì che le prefetture, informate del pagamento del verbale in misura ridotta, ma anche dell omessa attivazione della copertura assicurativa, abbiano emesso provvedimenti di confisca in deroga a quanto previsto dall articolo 193. Direi che, invece, il problema non si pone se il veicolo è affidato in custodia al trasgressore e/o proprietario, dato che se non sussistono le condizioni né per la restituzione, né per la confisca, si potrà forzare l attivazione della copertura assicurativa per almeno sei mesi per restituire il veicolo ai sensi dell articolo 193, comma 4. Invece, nel caso di affidamento a un custode terzo potrebbero maturare spese difficilmente recuperabili. Tuttavia, seguendo le indicazioni del Ministero e procedendo alla riscossione coattiva mediante ingiunzione fiscale, ai sensi dell articolo 389 del regolamento, è probabile che si incorra in un contenzioso dall esito incerto, né mi risulta che in passato, nel caso in cui fosse stato effettuato il solo pagamento in misura ridotta senza l attivazione della copertura assicurativa e per questo la prefettura abbia disposto la confisca del veicolo, si sia poi proceduto al recupero della somma residua in base all obbligazione maturata ai sensi dell articolo 203, comma 3 (vale a dire della metà del massimo edittale meno quanto pagato in misura ridotta), ma si sia considerata estinta l obbligazione, lasciando alla prefettura ogni iniziativa relativamente all applicazione di confisca, procedimento di esclusiva competenza dell Ufficio Territoriale del Governo. Per quanto concerne la riduzione del 30% applicata alla sanzione ridotta a un quarto per i due sistemi premiali disciplinati dall articolo 193, comma 3, il Ministero ne conferma la percorribilità, ma propone alcune precisazioni, come di seguito si riassume: 1) Attivazione della copertura assicurativa nei 15 giorni successivi ai 15 giorni di franchigia disciplinati dall articolo 1901 del codice civile. La riduzione del 30% ha efficacia solo ove il pagamento della sanzione ridotta a un quarto sia avvenuta entro 5 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale, ma comunque la copertura assicurativa deve essere attivata nel predetto termine dei 15 giorni successivi ai 15 giorni di cui all articolo 1901 del codice civile (e quindi, si ritiene oggi, mutatis mutandis, anche dell articolo 170-bis del codice delle assicurazioni private). 2) Demolizione del veicolo entro 30 giorni dalla contestazione o notificazione. Il Ministero precisa che la cauzione dovrà essere versata per intero (841 euro) e sarà parzialmente restituita, come prevede il comma 3 dell articolo 193, nel caso in cui il veicolo sia stato demolito nel termine di 30 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale. Se la cauzione è stata versata entro 5 giorni dalla contestazione o notificazione sarà trattenuto ¼ della sanzione ridotto del 30%; se la cauzione è stata versata dal 6 al 30 giorno e la demolizione è comunque avvenuta regolarmente nei termini, sarà trattenuto ¼ della sanzione. Da queste indicazioni occorre poi trarre spunto per cercare di delineare una serie di situazioni che si possono presentare e che devono essere oggetto di una procedura operativa che sia percorribile senza troppe forzature e di cui proverò a tracciare i contorni nella prossima parte dell approfondimento. 1) Attivazione della copertura assicurativa nei 15 giorni successivi ai 15 giorni di franchigia disciplinati dall articolo 1901 del codice civile. a. L interessato effettua il pagamento ridotto a un quarto e con l ulteriore riduzione del 30% ( 147,18) entro il quinto giorno dalla contestazione o notificazione del verbale. Nei 15 giorni successivi al termine di cui all articolo 1901 garantisce la copertura assicurativa per almeno sei mesi e il pagamento delle eventuali spese di rimozione e custodia del veicolo, ove dovute. L obbligazione si considera estinta e sussistono le condizioni per la restituzione del veicolo. b. L interessato effettua il pagamento ridotto a un quarto ( 210,25) oltre il quinto giorno dalla contestazione o notificazione del verbale, ma entro il sessantesimo giorno dal medesimo termine. Nei 15 giorni successivi al termine di cui all articolo 1901 ha garantito

3 la copertura assicurativa per almeno sei mesi e il pagamento delle eventuali spese di rimozione e custodia del veicolo, ove dovute. L obbligazione si considera estinta nel momento del pagamento della somma ridotta a un quarto, senza l ulteriore riduzione del 30% e sussistono le condizioni per la restituzione del veicolo. c. L interessato effettua il pagamento del minimo edittale ridotto del 30% ( 588,70 euro) entro il quinto giorno dalla contestazione o notificazione del verbale. Oltre i 15 giorni successivi al termine di cui all articolo 1901, ma comunque entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale garantisce la copertura assicurativa per almeno sei mesi e il pagamento delle eventuali spese di rimozione e custodia del veicolo, ove dovute. L obbligazione è estinta e sussistono le condizioni per la restituzione del veicolo. d. L interessato effettua il pagamento del minimo edittale ( 841 euro) oltre il quinto giorno dalla contestazione o notificazione del verbale, ma entro il sessantesimo giorno dal medesimo termine. Oltre i 15 giorni successivi al termine di cui all articolo 1901, ma comunque entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale garantisce la copertura assicurativa per almeno sei mesi e il pagamento delle eventuali spese di rimozione e custodia del veicolo, ove dovute. L obbligazione è estinta e sussistono le condizioni per la restituzione del veicolo. e. L interessato effettua il pagamento ridotto a un quarto con l ulteriore riduzione del 30% ( 147,18) entro il quinto giorno dalla contestazione o notificazione del verbale. Nei 15 giorni successivi al termine di cui all articolo 1901 non ha però garantito la copertura assicurativa per almeno sei mesi e il pagamento delle eventuali spese di rimozione e custodia del veicolo, ove dovute. L obbligazione non è estinta e non sussistono le condizioni per la restituzione del veicolo. A questo punto il verbale diverrà titolo esecutivo per una somma pari alla metà del massimo edittale, oltre spese, meno la somma pagata in maniera insufficiente, che è trattenuta a titolo di acconto e il veicolo sarà confiscato. f. L interessato effettua il pagamento ridotto a un quarto ( 210,25) entro il sessantesimo giorno dal medesimo termine. Nei 15 giorni successivi al termine di cui all articolo 1901 non ha però garantito la copertura assicurativa per almeno sei mesi e il pagamento delle eventuali spese di rimozione e custodia del veicolo, ove dovute; attiva comunque l assicurazione entro il sessantesimo giorno dalla contestazione o notificazione del verbale. L obbligazione non è estinta e non sussistono le condizioni per la restituzione del veicolo. A questo punto il verbale diverrà titolo esecutivo per una somma pari alla metà del massimo edittale, oltre spese, meno la somma pagata in maniera insufficiente, che è trattenuta a titolo di acconto e il veicolo sarà confiscato. g. L interessato effettua il pagamento in misura ridotta ( 841) entro 60 giorni dalla notificazione o contestazione del verbale, ma non attiva la copertura assicurativa entro il medesimo termine. Secondo la prassi corrente il verbale deve essere trasmesso alla prefettura e il pagamento non si dovrebbe ritenere estintivo in quanto se si applica la confisca non è ammesso il pagamento in misura ridotta. In verità, a parere di chi scrive, l applicazione della confisca dovrebbe attivare il procedimento dell articolo 210, comma 3, tenuto anche conto che comunque è stata pagata la somma pari al minimo edittale nelle more dell applicazione della confisca. Il prefetto, ricevuto il verbale, dovrebbe emanare l ordinanza di confisca e di ingiunzione di pagamento di una somma determinata ai sensi dell articolo 195 del codice della strada, per cui il pagamento già anticipato potrebbe risultare capiente, ovvero, se con l ordinanza ingiunzione di pagamento il prefetto avesse determinato una somma superiore rispetto al minimo edittale, si dovrebbe procedere alla riscossione coattiva della somma rimanente.

4 h. L interessato effettua il pagamento ridotto a un quarto e con l ulteriore riduzione del 30% ( 147,18) oltre il quinto giorno dalla contestazione o notificazione del verbale, ma comunque entro il sessantesimo giorno dal medesimo termine. Nei 15 giorni successivi al termine di cui all articolo 1901 garantisce la copertura assicurativa per almeno sei mesi e il pagamento delle eventuali spese di rimozione e custodia del veicolo, ove dovute. L obbligazione non è estinta e non sussistono le condizioni per la restituzione del veicolo. A questo punto il verbale diverrà titolo esecutivo per una somma pari alla metà del massimo edittale, oltre spese, meno la somma pagata in maniera insufficiente, che è trattenuta a titolo di acconto e il veicolo sarà confiscato. i. L interessato effettua il pagamento ridotto a un quarto e con l ulteriore riduzione del 30% ( 147,18) oltre il quinto giorno dalla contestazione o notificazione del verbale, ma comunque entro il sessantesimo giorno dal medesimo termine. Nei 15 giorni successivi al termine di cui all articolo 1901 non garantisce la copertura assicurativa per almeno sei mesi e il pagamento delle eventuali spese di rimozione e custodia del veicolo, ove dovute. Attiva tuttavia la copertura assicurativa entro il sessantesimo giorno dalla contestazione o notificazione del verbale. L obbligazione non è estinta e non sussistono le condizioni per la restituzione del veicolo. A questo punto il verbale diverrà titolo esecutivo per una somma pari alla metà del massimo edittale, oltre spese, meno la somma pagata in maniera insufficiente, che è trattenuta a titolo di acconto e il veicolo sarà confiscato. j. L interessato effettua il pagamento ridotto a un quarto e con l ulteriore riduzione del 30% ( 147,18) entro il quinto giorno dalla contestazione o notificazione del verbale. Non garantisce la copertura assicurativa per almeno sei mesi e il pagamento delle eventuali spese di rimozione e custodia del veicolo, ove dovute. L obbligazione non è estinta e non sussistono le condizioni per la restituzione del veicolo. A questo punto il verbale diverrà titolo esecutivo per una somma pari alla metà del massimo edittale, oltre spese, meno la somma pagata in maniera insufficiente, che è trattenuta a titolo di acconto e il veicolo sarà confiscato. k. L interessato effettua il pagamento ridotto a un quarto e con l ulteriore riduzione del 30% oltre il quinto giorno ( 147,18) dalla contestazione o notificazione del verbale. Non garantisce la copertura assicurativa per almeno sei mesi e il pagamento delle eventuali spese di rimozione e custodia del veicolo, ove dovute. L obbligazione non è estinta e non sussistono le condizioni per la restituzione del veicolo. A questo punto il verbale diverrà titolo esecutivo per una somma pari alla metà del massimo edittale, oltre spese, meno la somma pagata in maniera insufficiente, che è trattenuta a titolo di acconto e il veicolo sarà confiscato. l. L interessato effettua il pagamento ridotto a un quarto ( 210,25) entro il sessantesimo giorno dal medesimo termine. Non garantisce la copertura assicurativa per almeno sei mesi e il pagamento delle eventuali spese di rimozione e custodia del veicolo, ove dovute. L obbligazione non è estinta e non sussistono le condizioni per la restituzione del veicolo A questo punto il verbale diverrà titolo esecutivo per una somma pari alla metà del massimo edittale, oltre spese, meno la somma pagata in maniera insufficiente, che è trattenuta a titolo di acconto e il veicolo sarà confiscato. m. L interessato effettua il pagamento del minimo edittale ridotto del 30% ( 588,70 euro) oltre il quinto giorno dalla contestazione o notificazione del verbale, ma entro 60 giorni dalla medesima data. Oltre i 15 giorni successivi al termine di cui all articolo 1901, ma comunque entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale garantisce la copertura assicurativa per almeno sei mesi e il pagamento delle eventuali spese di

5 rimozione e custodia del veicolo, ove dovute. L obbligazione non è estinta e non sussistono le condizioni per la restituzione del veicolo. A questo punto il verbale diverrà titolo esecutivo per una somma pari alla metà del massimo edittale, oltre spese, meno la somma pagata in maniera insufficiente, che è trattenuta a titolo di acconto e il veicolo sarà confiscato. ¼ - 30% ¼ 70% 100% entro 5 gg entro 60 gg Assicurazione entro 15 gg post 1901 cc Assicurazione oltre 15 gg post 1901 cc ma entro 60 gg a SI SI --- SI ---- OK b ---- SI SI SI ---- OK c SI ---- SI SI OK d SI ---- SI ---- SI OK e SI SI SI KO f ---- SI SI ---- SI KO g SI ---- SI KO h SI SI SI ---- KO i SI SI SI KO j SI SI KO K SI SI KO l ---- SI SI KO m SI SI ---- SI KO Risultato Si sono ipotizzate le situazioni che possono ricorrere con maggiore frequenza. Ovviamente esistono altre combinazioni che addirittura potrebbero comportare l estinzione dell obbligazione con una somma superiore a quella effettivamente dovuta e, con l attivazione dell assicurazione nei termini, determinare un credito a favore dell interessato e la restituzione del veicolo oltre alla somma eccedente. Comunque, in caso di pagamento non sufficiente, questo può sempre essere integrato prima della scadenza del sessantesimo giorno dalla contestazione o notificazione del verbale, così come l assicurazione può sempre essere attivata entro il quindicesimo giorno successivo al termine di cui all articolo 1901, ovvero anche entro il sessantesimo giorno dalla contestazione o notificazione del verbale, consentendo, unitamente all estinzione dell obbligazione nei termini concessi per il pagamento in misura ridotta, la restituzione del veicolo. 2) Demolizione del veicolo entro 30 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale a) L interessato versa la cauzione ( 841) entro 5 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale. Ottiene la carta di circolazione e la disponibilità del veicolo, vincolato dal sequestro, ai fini della demolizione. Entro 30 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale provvede alla demolizione del veicolo nei modi di legge. Il procedimento si considera concluso e l organo di polizia provvede a restituire parte della cauzione, trattenendo ¼ della sanzione ridotto del 30% ( 147,18) b) L interessato versa la cauzione ( 841) oltre 5 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale, ma entro 30 giorni dalla medesima data. Ottiene la carta di circolazione e la disponibilità del veicolo, vincolato dal sequestro, ai fini della demolizione. Entro 30 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale provvede alla demolizione del veicolo nei modi di legge. Il procedimento si considera concluso e l organo di polizia provvede a restituire parte della cauzione, trattenendo ¼ della sanzione ( 210,25) c) L interessato versa la cauzione ( 841) entro 5 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale. Ottiene la carta di circolazione e la disponibilità del veicolo, vincolato dal sequestro, ai fini della demolizione. Entro 30 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale non provvede alla demolizione del veicolo nei modi di legge, ma attiva la copertura assicurativa per almeno sei mesi e chiede la restituzione del veicolo. Il procedimento si può considerare

6 concluso e l organo di polizia dovrebbe trattenere la cauzione ridotta del 30% ( 588,70) a titolo di pagamento in misura ridotta e può disporre la restituzione del veicolo libero da vincoli. d) L interessato versa la cauzione ( 841) oltre 5 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale, ma entro 30 giorni dalla medesima data. Ottiene la carta di circolazione e la disponibilità del veicolo, vincolato dal sequestro, ai fini della demolizione. Entro 30 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale non provvede alla demolizione del veicolo nei modi di legge, ma attiva la copertura assicurativa per almeno sei mesi e chiede la restituzione del veicolo. Il procedimento si può considerare concluso e l organo di polizia trattiene la cauzione ( 841,00) a titolo di pagamento in misura ridotta e può disporre la restituzione del veicolo libero da vincoli. e) L interessato versa la cauzione ( 841) entro 5 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale. Ottiene la carta di circolazione e la disponibilità del veicolo, vincolato dal sequestro, ai fini della demolizione. Entro 30 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale non provvede alla demolizione del veicolo nei modi di legge e non attiva la copertura assicurativa per almeno sei mesi. L organo di polizia dovrebbe trattenere la cauzione a titolo di acconto ma non può disporre la restituzione del veicolo libero da vincoli, in quanto, in tali casi, secondo la prassi corrente il verbale deve essere inviato alla prefettura perché disponga la confisca del veicolo, per cui la somma versata dovrebbe essere trattenuta in acconto in attesa della decisione della prefettura anche in ordine alla somma da pagare. f) L interessato versa la cauzione ( 841) oltre 5 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale, ma entro 30 giorni dalla medesima data. Ottiene la carta di circolazione e la disponibilità del veicolo, vincolato dal sequestro, ai fini della demolizione. Entro 30 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale non provvede alla demolizione del veicolo nei modi di legge e non attiva la copertura assicurativa per almeno sei mesi e chiede la restituzione del veicolo. L organo di polizia dovrebbe trattenere la cauzione a titolo di acconto ma non può disporre la restituzione del veicolo libero da vincoli, in quanto, in tali casi, secondo la prassi corrente il verbale deve essere inviato alla prefettura perché disponga la confisca del veicolo, per cui la somma versata dovrebbe essere trattenuta in acconto in attesa della decisione della prefettura anche in ordine alla somma da pagare. CAUZIONE Entro 5 gg CAUZIONE Entro 30 gg Demolizione entro 30 giorni Attivazione assicurazione entro 60 gg Risultato a SI ---- SI ---- OK ¼-30% b ---- SI SI ---- OK ¼ c SI SI OK 100%- 30% d --- SI ---- SI OK 100% e SI KO f ---- SI KO Come noto e già argomentato in un precedente approfondimento, per quanto riguarda la demolizione del veicolo, nella pratica quotidiana si possono verificare anche altri casi che abbiamo affrontato secondo un interpretazione coerente con l istituto premiale che tende a velocizzare la conclusione del procedimento, evitando la confisca o, comunque, la giacenza in depositeria, di veicoli di alcun valore commerciale. In sostanza, si tratta di quei casi in cui, anche nelle more della notificazione del verbale per la violazione dell articolo 193, il veicolo è stato già demolito nei modi di legge. In queste situazioni accade che il soggetto tenuto al pagamento della sanzione chieda l applicazione del beneficio, dimostrando

7 che il veicolo è stato già radiato e demolito nel rispetto delle disposizioni vigenti. Si ritiene che nulla osti all applicazione della riduzione a un quarto, anche ridotto del 30% se il pagamento della sanzione viene effettuato entro 5 giorni dalla notificazione o contestazione del verbale, senza necessità di versare la cauzione. Ovviamente, l interessato deve dimostrare di avere titolo per l accesso all istituto premiale, esibendo il certificato che attesta la demolizione del veicolo avvenuta entro 30 giorni dalla notificazione del verbale; l organo di polizia stradale, verificata l autenticità del certificato e la radiazione del veicolo, potrà accettare il pagamento ridotto a un quarto rispetto al minimo edittale entro sessanta giorni dalla notificazione e, se avvenuto entro 5 giorni dalla notificazione, applicare l ulteriore riduzione del 30%. Ovviamente, con le ipotesi e gli schemi proposti in questo approfondimento si è tentato di fornire un quadro sinottico che tiene conto delle indicazioni del Ministero e di una lettura coerente con quanto previsto dall articolo 193, ma deve essere ricordato che ogni soluzione si basa su elementi normativi imperfetti, soprattutto in relazione a quanto previsto, o meglio, non previsto, dal comma 4 dell articolo 193, che lega la confisca unicamente all omesso pagamento in misura ridotta e non anche all attivazione della copertura assicurativa per almeno 6 mesi. Pertanto è sempre necessario confrontarsi con la locale prefettura onde valutare e risolvere i vari casi, anche ulteriori rispetto a quelli presentati in questo approfondimento. Sospensione della patente prevista dall articolo 223, comma 2 Sul punto avevo già anticipato la conclusione del Ministero, in quanto può verificarsi il caso in cui per una violazione che non prevede la sospensione della patente come sanzione accessoria, sia comunque applicata la sospensione della patente di guida, ai sensi degli articoli 222, 223 e 224 del codice della strada, a causa dei danni alle persone determinati come conseguenza di un sinistro. In tali ipotesi è ovvio chiedersi se si applichi o meno la riduzione del 30% se il pagamento in misura ridotta avviene entro 5 giorni dalla notificazione o contestazione della violazione. L articolo 202, comma 1, ultimo periodo, come aggiunto dalla legge di conversione del d.l. 69/2013, dispone che La riduzione di cui al periodo precedente non si applica alle violazioni del presente codice per cui è prevista. la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida. Appare indubbio che, ad esempio, la violazione dell articolo 146, comma 2, per il superamento della linea continua di mezzeria non comporti la sospensione della patente di guida; allo stesso tempo è noto che la sospensione della patente di guida può essere applicata se questa violazione ha determinato danni a persone. Tuttavia non è la violazione di per sé che prevede la sanzione accessoria, come richiede l articolo 202, comma 1, ultimo periodo, ma è l occorrenza che tale violazione abbia determinato danni a persone che determina l applicazione della sanzione accessoria di cui agli articoli 222, 223 e 224 del codice della strada. Quindi, tenuto conto che la sanzione accessoria discende dalla commissione dei reati di lesioni colpose o omicidio colposo e che tali reati a loro volta trovano fondamento in violazioni che possono non prevedere di per sé la sanzione accessoria della sospensione della patente di guida, pare corretto concludere che se per la violazione non è prevista la sanzione accessoria della sospensione della patente di guida o della confisca del veicolo, non trova applicazione la deroga al pagamento in misura ridotta del 30%, anche se da quella violazione sono derivati danni alle persone e per questo è disposta la sospensione della patente di guida. Ovviamente, ma non era nemmeno il caso di spendere qualche rigo della circolare, il Ministero evidenzia che la deroga non si applica se la violazione comporta l applicazione della sanzione accessoria del ritiro della patente di guida, regolata dall articolo 216 del codice della strada, in quanto misura ontologicamente diversa rispetto alla sospensione. Il Ministero conferma anche le indicazioni fornite dallo scrivente per i casi di violazione per la quale è prevista l applicazione della sospensione della patente o della confisca del veicolo solo in caso di seconda violazione nel biennio o nel caso di reiterazione, nel senso che è ammesso il pagamento in misura ulteriormente ridotta del 30%, salvo si tratti della seconda violazione o della violazione

8 reiterata, cioè della violazione che comporta, anche in astratto, l effettiva applicazione della sospensione della patente e/o della confisca del veicolo. Nell impossibilità, per la maggior parte dei casi, di conoscere immediatamente all atto della contestazione o notificazione del verbale se si tratta della violazione che effettivamente determinerebbe la sospensione e/o la confisca del veicolo, si ritiene necessario completare il verbale, dopo aver dato atto della possibilità del pagamento in misura ridotta ordinario, con la seguente indicazione entro 5 giorni dalla data del presente verbale la sanzione è ridotta del 30%, salvo sia prevista la sospensione della patente e/o la confisca del veicolo. Ulteriore conferma riguarda i casi in cui è prevista la sanzione accessoria della sospensione della patente (o della confisca del veicolo), ma non può essere applicata, per cui avevo ritenuto sufficiente che la violazione preveda in astratto l applicazione della sanzione accessoria della sospensione e/o della confisca, a prescindere che questa possa trovare effettiva applicazione (salvo quanto detto per l articolo 193). Questa conclusione si basa sia sulla formulazione letterale della norma (che fa riferimento a quelle violazioni dove è prevista una delle due sanzioni accessorie), sia sulla considerazione che, come in altri casi, il legislatore ha disposto un trattamento più rigoroso per le violazioni più gravi che ha individuato in base alle sanzioni applicabili. Rateizzazione e riduzione del 30% Altra questione sulla quale ho ottenuto una conferma è costituita dal rapporto tra l articolo 202, come modificato dal 21 agosto 2013 e l articolo 202-bis, per individuare la somma sulla quale si applica la rateizzazione. Si rammenterà come il Ministero dell interno abbia ritenuto applicabile il nuovo istituto della rateizzazione del minimo edittale, introdotto dalla legge 120/2010, nella parte in cui dispone che I soggetti tenuti al pagamento di una sanzione amministrativa pecuniaria per una o più violazioni accertate contestualmente con uno stesso verbale, di importo superiore a 200 euro, che versino in condizioni economiche disagiate, possono richiedere la ripartizione del pagamento in rate mensili, dettando successivamente la procedura in termini sufficientemente chiari, anche se non esaustivi e ciò anche prima dell entrata in vigore del decreto attuativo previsto dal comma 9. Quello che ci si era chiesto è se con la modifica dell articolo 202 la somma sulla quale si richiede la rateizzazione è quella ridotta del 30%, ovvero rimane il minimo edittale ordinario, anche se la richiesta di rateizzazione è effettuata entro 5 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale. Ovvero, se in caso di rigetto di un istanza presentata entro il quinto giorno dalla notificazione o contestazione del verbale, i termini per il pagamento in misura ridotta decorrano dopo l interruzione, dal momento in cui è notificato il provvedimento di rigetto ovvero dal giorno in cui si determina il silenzio diniego. Si può ritenere che la ratio della riforma, peraltro annunciata espressamente nello stesso articolo 20 della legge di conversione del d.l. 69/2013, non sia coerente con l istituto della rateizzazione e, pertanto, tenuto conto che l estinzione dell obbligazione mediante il pagamento in misura ridotta avverrà con il pagamento dell ultima rata comprensiva degli interessi, va concluso che la somma sulla quale applicare la rateizzazione sia costituita in ogni caso dal minimo edittale ordinario, senza la riduzione del 30%. Su tale aspetto il Ministero non si è espresso, ma pare evidente che anche nel caso di presentazione dell istanza prima del quinto giorno successivo a quello della notificazione o contestazione del verbale, ove si verifichi il rigetto dell istanza espresso o implicito nel silenzio rigetto, non operi il beneficio della riduzione del 30%, perché da un lato non opera una specifica interruzione dei termini, ma, bensì, il decorso di un nuovo termine per effettuare il pagamento della sanzione mantenuta eccezionalmente al minimo edittale, dall altro non opera nemmeno un espressa remissione in termini per il pagamento in misura ridotta. Si tratta unicamente del decorso di un nuovo termine in deroga all articolo 202, comma 1, primo periodo, per cui non vale quanto previsto dal nuovo periodo aggiunto dal decreto del fare. Come detto, una diversa interpretazione, seppure sostenibile, entrerebbe in contrasto con la ratio della novella, tesa ad accelerare la riscossione delle sanzioni amministrative pecuniarie e pertanto così pare ovvio disporre.

COMUNE DI BARICELLA Provincia di Bologna CORPO POLIZIA MUNICIPALE VIA ROMA N 31-40052 BARICELLA TEL. N 051-6622408/6622409 FAX.

COMUNE DI BARICELLA Provincia di Bologna CORPO POLIZIA MUNICIPALE VIA ROMA N 31-40052 BARICELLA TEL. N 051-6622408/6622409 FAX. COMUNE DI BARICELLA Provincia di Bologna CORPO POLIZIA MUNICIPALE VIA ROMA N 31-40052 BARICELLA TEL. N 051-6622408/6622409 FAX.N 051-6622418 Legge n. 98 del 09 agosto 2013 di conversione del decreto legge

Dettagli

POLIZIA MUNICIPALE UNIONE MUGELLO

POLIZIA MUNICIPALE UNIONE MUGELLO POLIZIA MUNICIPALE UNIONE MUGELLO Prot. n.. Comuni Borgo San Lorenzo Marradi Palazzuolo sul Senio Comando Struttura Unica Borgo San Lorenzo, lì 20 agosto 2013 A tutto il personale dei Distretti di - Borgo

Dettagli

RICCIONE ASPETTI CRITICI IN MATERIA DI PAGAMENTO DEL MINIMO EDITTALE RIDOTTO DEL 30% 20 SETTEMBRE 2013. Giuseppe Carmagnini

RICCIONE ASPETTI CRITICI IN MATERIA DI PAGAMENTO DEL MINIMO EDITTALE RIDOTTO DEL 30% 20 SETTEMBRE 2013. Giuseppe Carmagnini RICCIONE 20 SETTEMBRE 2013 ASPETTI CRITICI IN MATERIA DI PAGAMENTO DEL MINIMO EDITTALE RIDOTTO DEL 30% Giuseppe Carmagnini Per le violazioni per le quali il presente codice stabilisce una sanzione amministrativa

Dettagli

Incidente con auto non assicurata: cosa fare? Giovedì 28 Giugno 2012 20:20

Incidente con auto non assicurata: cosa fare? Giovedì 28 Giugno 2012 20:20 In Italia circolano circa quattro milioni di vetture senza polizza assicurativa (cioè l'8% del parco auto circolante nel Bel Paese). Questo significa che, se si rimane coinvolti in un incidente stradale

Dettagli

ANVU ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE POLIZIA LOCALE D ITALIA

ANVU ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE POLIZIA LOCALE D ITALIA ANVU ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE POLIZIA LOCALE D ITALIA "Art. 202 Pagamento in misura ridotta 1. Per le violazioni per le quali il presente codice stabilisce una sanzione amministrativa pecuniaria, ferma

Dettagli

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese Assolombarda - CdS slides 3 1 Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese VITO DATTOLICO Coordinatore Giudici di Pace di Milano Milano, 7

Dettagli

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 89 Operativa OGGETTO: Circolazione stradale. Procedura sanzionatoria.

Dettagli

MODIFICHE ALL ART. 202 DEL CODICE DELLA STRADA

MODIFICHE ALL ART. 202 DEL CODICE DELLA STRADA MODIFICHE ALL ART. 202 DEL CODICE DELLA STRADA Testo vigente dell art. 202, D.Lgs. 4 luglio 2006, n. 223 (Codice della Strada) (a seguito delle modifiche apportate dal D.L. 21 giugno 2013, n. 69, convertito

Dettagli

Dr. Domenico Rosati Giudice di Pace Coordinatore di Scandiano

Dr. Domenico Rosati Giudice di Pace Coordinatore di Scandiano Dr. Domenico Rosati Giudice di Pace Coordinatore di Scandiano TERMINE: 60gg dalla contestazione o dalla notificazione, sia per verbali con sanzioni pecuniarie, sia con aggiunta di sanzioni accessorie SOGGETTI

Dettagli

PROVINCIA DI COMO COMANDO POLIZIA LOCALE. Pagamento delle sanzioni in misura ridotta del 30%

PROVINCIA DI COMO COMANDO POLIZIA LOCALE. Pagamento delle sanzioni in misura ridotta del 30% COMANDO POLIZIA LOCALE Chi può beneficiare della riduzione Pagamento delle sanzioni in misura ridotta del 30% Il trasgressore, il proprietario del veicolo o qualsiasi altro obbligato in solido può pagare

Dettagli

Prot. n. 231/2013/Area III/ MAN Avelline, 26 settembre 2013.

Prot. n. 231/2013/Area III/ MAN Avelline, 26 settembre 2013. MINISTERO DELL'INTERNO Prot. n. 231/2013/Area III/ MAN Avelline, 26 settembre 2013. Al Sig. COMANDANTE Polizia Provinciale di AVELLINO Ai Sigg.ri COMANDANTI POLIZIE MUNICIPALI dei Comuni della Provincia

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Sconto multe e cauzione dimezzata Le novità del Decreto del fare al C.d.S.

Sconto multe e cauzione dimezzata Le novità del Decreto del fare al C.d.S. Seminario Sconto multe e cauzione dimezzata Le novità del Decreto del fare al C.d.S. a cura del dott. Danilo Salmaso Roma, 21/09/2013 (c/o Anita Servizi Viale Gino Cervi, 14) INDICE CONTENUTI - Introduzione

Dettagli

SERVIZIO QUALITA D.L.VO 285/1992 E SUCC. MODIFIC. E INTEGRAZ. CASSINELLI. SERVIZIO PROPONENTE: d Ufficio VERBALE NON CONTESTATO

SERVIZIO QUALITA D.L.VO 285/1992 E SUCC. MODIFIC. E INTEGRAZ. CASSINELLI. SERVIZIO PROPONENTE: d Ufficio VERBALE NON CONTESTATO RIFERIMENTO NORMATIVO D.L.VO 285/1992 E SUCC. MODIFIC. E INTEGRAZ. SETTORE VIGILANZA SERVIZIO: VIGILANZA RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO RESPONSABILE DELL ISTRUTTORIA CASSINELLI AGENTI DI PM ISTANZA DEL

Dettagli

La modulistica per il controllo della copertura assicurativa dei veicoli

La modulistica per il controllo della copertura assicurativa dei veicoli Maurizio Marchi Comandante della polizia municipale di Gambettola La modulistica per il controllo della copertura assicurativa dei veicoli L obbligo di copertura assicurativa nell ambito della circolazione

Dettagli

ALLE PREFEITURE - UFFICI TERRlTORJALl DEL AI COMMISSARIATI DEL GOVERNO PER LE PROVINCE

ALLE PREFEITURE - UFFICI TERRlTORJALl DEL AI COMMISSARIATI DEL GOVERNO PER LE PROVINCE MOO SG DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA Dipartimento Pubblica Sicure~ I REPARTI SPECIALI DELLA POLIZIA DI STATO 'tit ~e~~r~!~ l. ~~~~~_3 Stradale P,o 3w;n06~1~10111M1/11111I[111~IIIIIII 209678 OGGETTO:

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE LA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO E I NUOVI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Come noto, a decorrere dall 1.1.2011, è stato introdotto, ad opera dell art. 31, comma

Dettagli

Roma, 14 aprile 2015

Roma, 14 aprile 2015 CIRCOLARE N.16/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 14 aprile 2015 OGGETTO: Chiarimenti in materia di imposta di bollo assolta in modo virtuale ai sensi degli articoli 15 e 15-bis del decreto

Dettagli

Multe. La contestazione delle. Associazione Difesa Consumatori e Ambiente promossa dalla CISL

Multe. La contestazione delle. Associazione Difesa Consumatori e Ambiente promossa dalla CISL Test Noi Consumatori - Periodico settimanale di informazione e studi su consumi, servizi, ambiente. Anno XXIV - numero 18 del 14 marzo 2012. Direttore: Pietro Giordano - Direttore responsabile: Francesco

Dettagli

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 758

Senato della Repubblica XVII Legislatura. Fascicolo Iter DDL S. 758 Senato della Repubblica Fascicolo Iter DDL S. 758 Modifica all'articolo 193 del codice della strada, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, in materia di sanzione per violazione dell'obbligo

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno CIRCOLARE N. 35/07 Prot. n. M/6326/50-17 (All. n. 5) Roma, 21 settembre 2007 - AI SIGG. PREFETTI LORO SEDI - AL SIG. COMMISSARIO DI GOVERNO PER LA PROVINCIA DI TRENTO - AL SIG. COMMISSARIO DI GOVERNO PER

Dettagli

COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE IN MATERIA DI TRIBUTI COMUNALI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale In data 21.12.1998 N 93

Dettagli

La presente normativa si applica sia alla patente di guida che al certificato di idoneità alla guida di ciclomotori.

La presente normativa si applica sia alla patente di guida che al certificato di idoneità alla guida di ciclomotori. La presente normativa si applica sia alla patente di guida che al certificato di idoneità alla guida di ciclomotori. Procedura Accertamento della violazione da cui consegue decurtazione di punteggio (1)

Dettagli

dalla notifica del verbale n. 8763/2005, i dati personali e della patente del conducente, con

dalla notifica del verbale n. 8763/2005, i dati personali e della patente del conducente, con Sentenza n.360/05 Deciso il 22/12/05 Deposito il 02/02/06 Circolazione stradale Sanzioni - Contravvenzione per eccesso di velocità Contestazione in differita senza accertamento dell identità del conducente

Dettagli

CITTA' DI SAN GIORGIO A CREMANO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE

CITTA' DI SAN GIORGIO A CREMANO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE CITTA' DI SAN GIORGIO A CREMANO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Al Responsabile S.O.T. Funz. Attilio De Vita Al Responsabile S.O.S. Funz. Fabiana Briganti Al Responsabile Servizio Polizia Mortuaria Funz. Enrico

Dettagli

DIVIETO DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IN PRESENZA DI RUOLI SCADUTI

DIVIETO DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IN PRESENZA DI RUOLI SCADUTI CIRCOLARE INFORMATIVA N. 2 FEBBRAIO 2011 DIVIETO DI COMPENSAZIONE DEI CREDITI IN PRESENZA DI RUOLI SCADUTI A decorrere dal 1 Gennaio 2011 sono entrate in vig ore nuove limitazioni per le compensazioni

Dettagli

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO DIREZIONE CENTRALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SERVIZIO SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 71 Operativa OGGETTO: Circolazione stradale. Procedura sanzionatoria.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITÀ DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE E REDDITUALE DEI TITOLARI DI CARICHE PUBBLICHE E DI GOVERNO.

REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITÀ DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE E REDDITUALE DEI TITOLARI DI CARICHE PUBBLICHE E DI GOVERNO. Città di Portogruaro Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LA PUBBLICITÀ DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE E REDDITUALE DEI TITOLARI DI CARICHE PUBBLICHE E DI GOVERNO. Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

LEGGE N 94/2009 (PACCHETTO SICUREZZA) Disposizioni operative in materia di C.d.S.

LEGGE N 94/2009 (PACCHETTO SICUREZZA) Disposizioni operative in materia di C.d.S. LEGGE N 94/2009 (PACCHETTO SICUREZZA) Disposizioni operative in materia di C.d.S. A. Pizzocaro www.poliziamunicipale.it - riproduzione riservata Il pacchetto sicurezza 2009 ha introdotto alcune modifiche

Dettagli

Speciale Asaps TUTTO SU IL SOVRACCARICO Il calcolo, le sanzioni e i punti da decurtare * di Franco MEDRI

Speciale Asaps TUTTO SU IL SOVRACCARICO Il calcolo, le sanzioni e i punti da decurtare * di Franco MEDRI Speciale Asaps TUTTO SU IL SOVRACCARICO Il calcolo, le sanzioni e i punti da decurtare * di Franco MEDRI Due profili identificano l applicazione dell articolo 167 (Trasporto di cose su veicoli a motore

Dettagli

COMUNE DI LEVERANO (Provincia di Lecce)

COMUNE DI LEVERANO (Provincia di Lecce) COMUNE DI LEVERANO (Provincia di Lecce) REGOLAMENTO PER LA DEFIZIONE AGEVOLATA DEI TRIBUTI COMUNALI (approvato con atto deliberativo del C.C. n. 08 del 01/04/2004) SCHEMA DI REGOLAMENTO PROPOSTO DALL ASSERRORE

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N. 1 del 23.01.2012 TRACCIABILITA' E RAPPORTI DI LAVORO

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N. 1 del 23.01.2012 TRACCIABILITA' E RAPPORTI DI LAVORO Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N. 1 del 23.01.2012 TRACCIABILITA' E RAPPORTI DI LAVORO Normativa e modifiche apportate nel tempo L art. 12 del D.L. del 4 dicembre 2011 n. 201

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC (IMU, TASI, TARI)

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC (IMU, TASI, TARI) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC (IMU, TASI, TARI) Delibera C.C. 29/2014 Delibera C.C. 06/2015 INDICE CAPITOLO 1 CAPITOLO 2 CAPITOLO 3 CAPITOLO 4 Disciplina generale della

Dettagli

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 121 Operativa OGGETTO: Circolazione stradale. Riforma C.d.S. Legge 15 luglio 2009, n. 94

Dettagli

RISOLUZIONE N. 211/E

RISOLUZIONE N. 211/E RISOLUZIONE N. 211/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,11 agosto 2009 OGGETTO: Sanzioni amministrative per l utilizzo di lavoratori irregolari Principio del favor rei 1. Premessa Al fine

Dettagli

COMUNE DI LASTRA A SIGNA Provincia di Firenze. Regolamento generale per la disciplina delle entrate comunali

COMUNE DI LASTRA A SIGNA Provincia di Firenze. Regolamento generale per la disciplina delle entrate comunali COMUNE DI LASTRA A SIGNA Provincia di Firenze Regolamento generale per la disciplina delle entrate comunali APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10 DEL 25.03.1999 MODIFICATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 5/2014 del 18/2/2014 DEFINZIONE AGEVOLATA DELLE CARTELLE DI PAGAMENTO (rif. L.147/2013);

CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 5/2014 del 18/2/2014 DEFINZIONE AGEVOLATA DELLE CARTELLE DI PAGAMENTO (rif. L.147/2013); CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 5/2014 del 18/2/2014 ARGOMENTO: DEFINZIONE AGEVOLATA DELLE CARTELLE DI PAGAMENTO (rif. L.147/2013); Gentile Cliente, l art. 1 co. 618-624 della L. 27.12.2013 n. 147 ha introdotto

Dettagli

Pesaro, lì 28 febbraio 2011 A TUTTI I CLIENTI ESTERNI LORO SEDI. CIRCOLARE n. 08/2011

Pesaro, lì 28 febbraio 2011 A TUTTI I CLIENTI ESTERNI LORO SEDI. CIRCOLARE n. 08/2011 Pesaro, lì 28 febbraio 2011 A TUTTI I CLIENTI ESTERNI LORO SEDI CIRCOLARE n. 08/2011 1 - Tutto pronto per la compensazione debiti erariali iscritti a ruolo: 1.1 Divieto compensazione dei crediti in presenza

Dettagli

Decreto legislativo 7 settembre 2010, n. 161

Decreto legislativo 7 settembre 2010, n. 161 Decreto legislativo 7 settembre 2010, n. 161 Disposizioni per conformare il diritto interno alla Decisione quadro 2008/909/GAI relativa all applicazione del principio del reciproco riconoscimento alle

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 19 novembre 2014; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTA la Parte II, Titolo III, del Decreto Legislativo 6 settembre

Dettagli

ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI ELENCO DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI e Protezione Civile DENOMINAZIONE E OGGETTO DEL PROCEDIMENTO STRUTTURA ORGANIZZATIVA COMPETENTE RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO RESPONSABILE DEL PROVVEDIMENTO TERMINE

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune

Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune Regolamento per la definizione agevolata delle entrate tributarie e patrimoniali del Comune Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento, in forza delle disposizioni contenute nell art. 13 L. 27 dicembre

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis DEGLI AMMINISTRATORI COMUNALI PER LA PUBBLICAZIONE DELLA DICHIARAZIONE PER LA TRASPARENZA

REGOLAMENTO COMUNE DI ORISTANO. Comuni de Aristanis DEGLI AMMINISTRATORI COMUNALI PER LA PUBBLICAZIONE DELLA DICHIARAZIONE PER LA TRASPARENZA COMUNE DI ORISTANO Comuni de Aristanis REGOLAMENTO PER LA PUBBLICAZIONE DELLA DICHIARAZIONE PER LA TRASPARENZA DELLO STATO PATRIMONIALE DEGLI AMMINISTRATORI COMUNALI (art. 41-bis del D.Lgs. 18 agosto 2000,

Dettagli

COMMISSIONE STUDI TRIBUTARI

COMMISSIONE STUDI TRIBUTARI COMMISSIONE STUDI TRIBUTARI Studio n. 100/2003/T DECADENZA DALLE C.D. AGEVOLAZIONI PRIMA CASA Approvato dalla Commissione studi tributari il 19 dicembre 2003. 1. Introduzione Con il comma 5 dell art. 41

Dettagli

COMUNE DI SAVIGNONE. Provincia di Genova IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC)

COMUNE DI SAVIGNONE. Provincia di Genova IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) COMUNE DI SAVIGNONE Provincia di Genova IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO COMUNALE per la DISCIPLINA del TRIBUTO sui SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) (Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n.

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI

REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 del 03/02/2000 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 31/01/2002 Modificato con

Dettagli

2. Interventi in materia di abusivismo nel settore dell'autotrasporto di merci commesso da veicoli stranieri.

2. Interventi in materia di abusivismo nel settore dell'autotrasporto di merci commesso da veicoli stranieri. Ministero dell'interno e Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (Circolare n. 300/A/10/108/13/1 e Prot. n. 74491 del 15 settembre 2010) Legge 29 luglio 2010, n.120, recante "Disposizioni in materia

Dettagli

SINISTRI STRADALI ESAME DEI DOCUMENTI DI GUIDA E DI CIRCOLAZIONE

SINISTRI STRADALI ESAME DEI DOCUMENTI DI GUIDA E DI CIRCOLAZIONE CELLE LIGURE (SV) 2 OTTOBRE 2014 SINISTRI STRADALI ESAME DEI DOCUMENTI DI GUIDA E DI CIRCOLAZIONE dott. Marco Massavelli Vice Comandante P.M. Druento (TO) CONTROLLO DEI DOCUMENTI E INVITO A PRESENTARLI

Dettagli

CIRCOLARE N. 31/E. Roma, 6 luglio 2011

CIRCOLARE N. 31/E. Roma, 6 luglio 2011 CIRCOLARE N. 31/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 6 luglio 2011 OGGETTO: Tutela della sicurezza stradale e della regolarità del mercato dell autotrasporto di cose per conto di terzi - Applicazione

Dettagli

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica

La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica La regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica Di cosa si tratta Regione Lombardia con l.r. 8 luglio 2015, n. 20, ha avviato una campagna di definizione agevolata delle posizioni irregolari

Dettagli

Art. 1 (Funzioni) Art. 2 (Autorità competente) Art. 3 (Responsabilità) Art. 4 (Esercizio delle funzioni) Art. 5 (Personale di vigilanza)

Art. 1 (Funzioni) Art. 2 (Autorità competente) Art. 3 (Responsabilità) Art. 4 (Esercizio delle funzioni) Art. 5 (Personale di vigilanza) Art. 1 (Funzioni) Alla Provincia spettano le funzioni programmatiche ed amministrative nel settore dei Trasporti. La Provincia, inoltre, impartisce le disposizioni necessarie per garantire la regolarità

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO. sede legale Viale A. Gramsci, 36 50132 Firenze www.dsu.toscana.it info@dsu.toscana.

AZIENDA REGIONALE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO. sede legale Viale A. Gramsci, 36 50132 Firenze www.dsu.toscana.it info@dsu.toscana. DISCIPLINARE PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PREVISTE DAL REGOLAMENTO AZIENDALE PER L EFFETTUAZIONE DEGLI ACCERTAMENTI DI VERIDICITÀ SULLE AUTOCERTIFICAZIONI PRESENTATE DAGLI STUDENTI

Dettagli

ASSOLOGISTICA PACENGO DI LAZISE (VR) 12.11.2014 GLOBAL SUMMIT - LOGISTICS & MANUFACTURING

ASSOLOGISTICA PACENGO DI LAZISE (VR) 12.11.2014 GLOBAL SUMMIT - LOGISTICS & MANUFACTURING ASSOLOGISTICA PACENGO DI LAZISE (VR) 12.11.2014 GLOBAL SUMMIT - LOGISTICS & MANUFACTURING La responsabilità del Committente in relazione ai costi minimi di esercizio dell autotrasporto RELAZIONE DI ROSADA

Dettagli

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI LORO SEDI

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI LORO SEDI Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE Area Contributi e Prestazioni Direzione Prestazioni Previdenziali CIRCOLARE N. 11 DEL 23/06/2008

Dettagli

Osservatorio Enti Locali Luglio 2013

Osservatorio Enti Locali Luglio 2013 CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Osservatorio Enti Locali Luglio 2013 a cura DELL ISTITUTO DI RICERCA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI Stefano

Dettagli

reato sanzione accessoria sosp.patente e carta circolaz., fermo amm.vo veicolo sospensione imm. manif. sosp. patente, confisca veicolo

reato sanzione accessoria sosp.patente e carta circolaz., fermo amm.vo veicolo sospensione imm. manif. sosp. patente, confisca veicolo CdS art./comma argomento reato sanzione accessoria 6, commi 1,12 e 15 9-bis, comma 1 9-ter, comma 1 10, commi 1 e 18 10, commi 2, lett. a) e 18 10, commi 2, lett. b) e 18 10, commi, lett. a) e 18 10, commi,

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO 1. Oggetto del servizio 2. Gestione del servizio

CAPITOLATO TECNICO 1. Oggetto del servizio 2. Gestione del servizio CAPITOLATO TECNICO 1. Oggetto del servizio 1. Il presente Capitolato ha per oggetto l affidamento del servizio di prelievo, trasporto, messa in sicurezza, demolizione e radiazione dal Pubblico Registro

Dettagli

Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE

Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE Città di Lecce SETTORE TRIBUTI E FISCALITA LOCALE Regolamento per la Definizione Agevolata dei Tributi locali minori ICP e DPA (Art. 13, Legge 27 dicembre 2002, n. 289 e art.24, D.Lgs. 15 novembre 1993,

Dettagli

Piano di Repressione dell Abusivismo Pubblicitario (PRAP)

Piano di Repressione dell Abusivismo Pubblicitario (PRAP) Comune di CALOLZIOCORTE Provincia di Lecco Piano di Repressione dell Abusivismo Pubblicitario (PRAP) Ex Decreto Legislativo 15 novembre 1993, n. 507 Linee guida operative Approvato con Delibera della Giunta

Dettagli

la mancata adozione delle misure minime di sicurezza (art. 162, comma 2-bis); mancata presentazione della notificazione al Garante (art.

la mancata adozione delle misure minime di sicurezza (art. 162, comma 2-bis); mancata presentazione della notificazione al Garante (art. Controlli e sanzioni Domande più frequenti Chi tratta dati personali può incorrere in sanzioni in caso di condotte illegittime? Sì. Il Codice in materia di protezione dei dati personali prevede sanzioni

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 16 del 30/11/2013 ARGOMENTO: ACCONTO IVA 2013 E fissato al 27 dicembre 2013, la scadenza dell ormai consueto obbligo di pagare l acconto Iva per il periodo d imposta in corso.

Dettagli

Limiti di dimensione e di massa nel trasporto cose Limiti di dimensione Sagoma limite. Le dimensioni massime che un veicolo può raggiungere compreso il suo carico. Sagoma del veicolo Le dimensioni di ogni

Dettagli

GES.net La Suite integrata dedicata alla POLIZIA LOCALE

GES.net La Suite integrata dedicata alla POLIZIA LOCALE GES.net La Suite integrata dedicata alla POLIZIA LOCALE Comune di None C.I.G. 5377451CEF Offerta Tecnica Pag. 1 Richiesta di credenziali di accesso al sistema La procedura prevede la possibilità di allegare

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DELL'IMPOSTA PROVINCIALE SULLE FORMALITA' DI TRASCRIZIONE, ISCRIZIONE ED ANNOTAZIONE DEI VEICOLI,

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DELL'IMPOSTA PROVINCIALE SULLE FORMALITA' DI TRASCRIZIONE, ISCRIZIONE ED ANNOTAZIONE DEI VEICOLI, Provincia Regionale di Ragusa Servizio Tasse e Tributi REGOLAMENTO ISTITUTIVO DELL'IMPOSTA PROVINCIALE SULLE FORMALITA' DI TRASCRIZIONE, ISCRIZIONE ED ANNOTAZIONE DEI VEICOLI, RICHIESTE AL PUBBLICO REGISTRO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE, STAMPA, NOTIFICA E RISCOSSIONE IN OUTSOURCING DELLE VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE INTESTATE A

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE, STAMPA, NOTIFICA E RISCOSSIONE IN OUTSOURCING DELLE VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE INTESTATE A CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE, STAMPA, NOTIFICA E RISCOSSIONE IN OUTSOURCING DELLE VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE INTESTATE A SOGGETTI RESIDENTI ALL ESTERO E RECUPERO CREDITI INTERNAZIONALE

Dettagli

Regolamento per il condono dei Tributi Locali

Regolamento per il condono dei Tributi Locali Regolamento per il condono dei Tributi Locali TARSU ICI TOSAP ( Approvato con delibera consiliare n. 57 del 21/11/2003) Sezione TARSU Articolo 1 Ambito di applicazione ed esclusioni Il presente regolamento,

Dettagli

ROTTAMAZIONE DEI VEICOLI FERMATI, SEQUESTRATI E CONFISCATI A DUE ANNI DAL DL N. 269/2003 CONNESSI PROBLEMI RELATIVI ALL ASSICURAZIONE

ROTTAMAZIONE DEI VEICOLI FERMATI, SEQUESTRATI E CONFISCATI A DUE ANNI DAL DL N. 269/2003 CONNESSI PROBLEMI RELATIVI ALL ASSICURAZIONE ROTTAMAZIONE DEI VEICOLI FERMATI, SEQUESTRATI E CONFISCATI A DUE ANNI DAL DL N. 269/2003 CONNESSI PROBLEMI RELATIVI ALL ASSICURAZIONE dott. Alfonso Garlisi dirigente di polizia municipale Sommario: 1 QUADRO

Dettagli

Direzione Regionale del Piemonte GUIDA AL NUOVO ISTITUTO DELLA MEDIAZIONE TRIBUTARIA

Direzione Regionale del Piemonte GUIDA AL NUOVO ISTITUTO DELLA MEDIAZIONE TRIBUTARIA Direzione Regionale del Piemonte GUIDA AL NUOVO ISTITUTO DELLA MEDIAZIONE TRIBUTARIA INTRODUZIONE 4 1.L AMBITO DI APPLICAZIONE DEL NUOVO ISTITUTO 5 1.1 La tipologia di atto impugnato 5 1.2 L Agenzia delle

Dettagli

CONTRASSEGNO INVALIDI RILASCIO, RINNOVO

CONTRASSEGNO INVALIDI RILASCIO, RINNOVO CONTRASSEGNO INVALIDI RILASCIO, RINNOVO I residenti nel Comune che hanno una ridotta capacità motoria certificata (permanente o temporanea) o risultano non vedenti, possono richiedere il rilascio di un

Dettagli

* * * del 13 dicembre 2013 del 13 dicembre 2013 - ALLE QUESTURE DELLA REPUBBLICA LORO SEDI - AI COMPARTIMENTI DELLA POLIZIA STRADALE LORO SEDI

* * * del 13 dicembre 2013 del 13 dicembre 2013 - ALLE QUESTURE DELLA REPUBBLICA LORO SEDI - AI COMPARTIMENTI DELLA POLIZIA STRADALE LORO SEDI Ministero dell Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza DIREZIONE CENTRALE PER LA POLIZIA STRADALE, FERROVIARIA, DELLE COMUNICAZIONI E PER I REPARTI SPECIALI DELLA POLIZIA DI STATO Ministero delle

Dettagli

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI

COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI COMUNICAZIONI SUI CONTROLLI DELLE DICHIARAZIONI E ACCERTAMENTI ESECUTIVI Gli aggiornamenti più recenti rateizzazioni comunicazioni di irregolarità accertamenti esecutivi aggiornamento agosto 2014 CONTROLLO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Approvato con deliberazione di C.C. n 39 del 15/05/2014 Modificato con deliberazione

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Approvato con deliberazione di C.C. n 39 del 15/05/2014 Modificato con deliberazione REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Approvato con deliberazione di C.C. n 39 del 15/05/2014 Modificato con deliberazione di C.C. n 59 del 26/06/2014 SOMMARIO Articolo 1 Oggetto

Dettagli

DISPOSIZIONI ATTUATIVE IN MATERIA DI PUBBLICAZIONE DEI PROTESTI CAMBIARI TITOLO PRIMO. Art.1. Criteri generali

DISPOSIZIONI ATTUATIVE IN MATERIA DI PUBBLICAZIONE DEI PROTESTI CAMBIARI TITOLO PRIMO. Art.1. Criteri generali DISPOSIZIONI ATTUATIVE IN MATERIA DI PUBBLICAZIONE DEI PROTESTI CAMBIARI (DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N.272 DEL 29 OTTOBRE 2008) TITOLO PRIMO DOMANDE DI CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DEI PROTESTI A SEGUITO

Dettagli

Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo

Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo 1. come rimediare a errori e dimenticanze: il ravvedimento Il ravvedimento per imposte dirette e Iva Modalità di pagamento Presentazione della dichiarazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 34/E. OGGETTO: Riconoscimento delle eccedenze di imposta a credito maturate in annualità per le quali le dichiarazioni risultano omesse

CIRCOLARE N. 34/E. OGGETTO: Riconoscimento delle eccedenze di imposta a credito maturate in annualità per le quali le dichiarazioni risultano omesse CIRCOLARE N. 34/E Direzione Centrale Affari legali e Contenzioso Settore Strategie Difensive Ufficio contenzioso imprese e lavoratori autonomi Direzione centrale Accertamento Settore Grandi contribuenti

Dettagli

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA COMUNE DI CINETO ROMANO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO GENERALE DELLE ENTRATE Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 02.05.2007 Modificato con Delibera del Consiglio n. 52 del 20.12.2007

Dettagli

SULPL ALESSANDRIA NEWS Periodico di informazione tecnica, giuridica, sindacale e di attualità per gli operatori della polizia locale

SULPL ALESSANDRIA NEWS Periodico di informazione tecnica, giuridica, sindacale e di attualità per gli operatori della polizia locale REGIONE PIEMONTE SEGRETERIA PROVINCIALE ALESSANDRIA e_mail: alessandria@sulpm.net SULPL ALESSANDRIA NEWS Periodico di informazione tecnica, giuridica, sindacale e di attualità per gli operatori della polizia

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE Unione dei Comuni di Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme, Chianni, Lajatico, Lari, Palaia, Peccioli, Ponsacco, Pontedera, S. Maria a Monte, Terricciola ZONA VALDERA Provincia di Pisa REGOLAMENTO

Dettagli

Dottore Commercialista Revisore Contabile

Dottore Commercialista Revisore Contabile LE COMUNICAZIONI DI IRREGOLARITA': DISCIPLINA E POSSIBILI SOLUZIONI A FAVORE DEL CONTRIBUENTE a cura del Dott. Vito e in Bitonto (BA) Le comunicazioni derivanti dai controlli automatici e dai controlli

Dettagli

La trascrizione dei provvedimenti amministrativi e giudiziari

La trascrizione dei provvedimenti amministrativi e giudiziari La trascrizione dei provvedimenti amministrativi e giudiziari Direzione Servizi Delegati Maggio 2012 Ufficio Normativa e Controllo Versione 2.0 INDICE Pag. 6 1. CONSIDERAZIONI GENERALI 6 1.1 Imposta di

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e

Direzione Centrale Entrate. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Roma, 24/11/2010 Circolare n. 148 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici

Dettagli

COMUNE DI CORMANO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE

COMUNE DI CORMANO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE COMUNE DI CORMANO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE Approvato con deliberazione C.C. n. 99 del 22/12/1998 Modificato con deliberazione C.C. n. 87 del 18/12/2001

Dettagli

Comune di Empoli Provincia di Firenze. Imposta Unica Comunale IUC Regolamento per la disciplina del tributo sui servizi indivisibili TASI

Comune di Empoli Provincia di Firenze. Imposta Unica Comunale IUC Regolamento per la disciplina del tributo sui servizi indivisibili TASI Comune di Empoli Provincia di Firenze Imposta Unica Comunale IUC Regolamento per la disciplina del tributo sui servizi indivisibili TASI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. del..2014 Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC)

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 7 del 21/05/2014 SOMMARIO L IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Articolo 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) Art. 1 - Oggetto 1. Il presente Regolamento, adottato nell'ambito della potestà prevista dall articolo 52 del D.Lgs. del 15 dicembre

Dettagli

www.vigilaresullastrada.it

www.vigilaresullastrada.it Com è noto, la lettera d) del 1 comma dell articolo 54 c.d.s. definisce gli autocarri come veicoli destinati al trasporto di cose e delle persone addette all'uso o al trasporto delle cose stesse. Per questo

Dettagli

Ricorso al Prefetto ed al Giudice di Pace: effetti sulla disciplina della patente a punti

Ricorso al Prefetto ed al Giudice di Pace: effetti sulla disciplina della patente a punti Relazione del Dott. Bruno Satta Flores - Magistrato e dell Avv. Antonio D Ambrosio Coord. Giudice di Pace - Componenti della Commissione Giuridica dell AC di Napoli Ricorso al Prefetto ed al Giudice di

Dettagli

prof. avv. Paola ROSSI

prof. avv. Paola ROSSI NUOVI LIMITI ALLA COMPENSAZIONE IN PRESENZA DI DEBITI PER RUOLI SCADUTI prof. avv. Paola ROSSI Professore associato Università del Sannio Ricercatore area fiscale IRDCEC Diretta 15 novembre 2010 Diretta,

Dettagli

COMUNE DI OLMEDO. Provincia di Sassari REGOLAMENTO

COMUNE DI OLMEDO. Provincia di Sassari REGOLAMENTO COMUNE DI OLMEDO Provincia di Sassari REGOLAMENTO APPLICAZIONE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE ALLE VIOLAZIONI AI REGOLAMENTI COMUNALI ED ALLE ORDINANZE SINDACALI (Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

VISTO il Regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pubblicità ingannevole e comparativa, di cui al D.P.R. 11 luglio 2003, n.

VISTO il Regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pubblicità ingannevole e comparativa, di cui al D.P.R. 11 luglio 2003, n. Provvedimento PI5990 - SALVA RATE IBL DI IBL BANCA tipo Chiusura istruttoria numero 17586 data 08/11/2007 PUBBLICAZIONE Bollettino n. 42/2007 PI5990 - SALVA RATE IBL DI IBL BANCA Provvedimento n. 17586

Dettagli

Sanzioni per violazioni del Codice della Strada Art. 174

Sanzioni per violazioni del Codice della Strada Art. 174 Sanzioni per violazioni del Codice della Strada Art. 174 ART. 174 COMMA 4 Conducente che supera la durata dei periodi di guida prescritti dal Regolamento CE 561/2006 per eccedenze fino al 10% 9 ore (540

Dettagli

Novità in materia di riscossione dei tributi iscritti a ruolo

Novità in materia di riscossione dei tributi iscritti a ruolo Studio Commerciale e Tributario TOMASSETTI & PARTNERS Informativa fiscale Ai gentili clienti Loro sedi Novità in materia di riscossione dei tributi iscritti a ruolo Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

COMUNE DI CONCORDIA SULLA SECCHIA (Provincia di Modena)

COMUNE DI CONCORDIA SULLA SECCHIA (Provincia di Modena) COMUNE DI CONCORDIA SULLA SECCHIA (Provincia di Modena) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) Approvato con delibera di C.C. n. 17 del 20/03/2014 Modificato

Dettagli

CONFARTIGIANATO NEWS

CONFARTIGIANATO NEWS CONFARTIGIANATO NEWS DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI 2012 LE NOVITA PER A E LA PERSONA Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto legge n. 16/2012 contenete disposizioni urgenti in materia di semplificazioni

Dettagli

3. CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA

3. CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA 3. CARTELLE DI PAGAMENTO E MEZZI DI RISCOSSIONE COATTIVA >> LA RISCOSSIONE MEDIANTE CARTELLA L Agenzia delle Entrate svolge l attività di riscossione nazionale dei tributi tramite la società per azioni

Dettagli

Mediazione tributaria: la nuova procedura.

Mediazione tributaria: la nuova procedura. Mediazione tributaria: la nuova procedura. La Legge di stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013, n. 47, art. 1 comma 611) ha introdotto alcune importanti modifiche all art 17 bis del D. Lgs. 546/92 rubricato

Dettagli