LA VALUTAZIONE DEI PRODOTTI DI INVESTIMENTO : RENDIMENTO E RISCHIO DI PORTAFOGLI OBBLIGAZIONARI E AZIONARI ED ELEMENTI DI ANALISI FONDAMENTALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA VALUTAZIONE DEI PRODOTTI DI INVESTIMENTO : RENDIMENTO E RISCHIO DI PORTAFOGLI OBBLIGAZIONARI E AZIONARI ED ELEMENTI DI ANALISI FONDAMENTALE"

Transcript

1 MODULO 1 LA VALUTAZIONE DEI PRODOTTI DI INVESTIMENTO : RENDIMENTO E RISCHIO DI PORTAFOGLI OBBLIGAZIONARI E AZIONARI ED ELEMENTI DI ANALISI FONDAMENTALE Durata : 1 gg Le nozioni di base per la valutazione degli investimenti Gli elementi fondamentali di matematica finanziaria: Regime dell interesse semplice e regime dell interesse composto Operazioni di capitalizzazione e attualizzazione; Tassi equivalenti e tassi in capitalizzazione frazionata Le rendite finanziarie I concetti di rendimento e di rischio e i relativi indicatori Portafogli azionari Rischio specifico : covarianza, correlazione Rischio sistemico : beta Deviazione Standard o scarto quadratico medio Rendimento azionario : Dividend yield Pay out ratio Portafogli obbligazionari: Duration Duration modificata Convexity Strategie di duration a confronto Rendimento obbligazionario Rendimento Immediato Rendimento Istantaneo TIR / TRES/ IRR La valutazione del grado di rendimento e di rischio dei titoli e fondi azionari. L'analisi fondamentale (i modelli basati sull attualizzazione dei dividendi e i multipli). La valutazione del grado di rendimento e di rischio dei titoli azionari. L'analisi tecnica : cenni (trend, oscillatori, medie mobili). Test di uscita domande multiple choise MODULO 2 RISK MANAGEMENT E STRUMENTI DI COPERTURA: TECNICHE DI PORTFOLIO MANAGEMENT E L UTILIZZO DEGLI STRUMENTI DERIVATI Durata : 3 gg

2 Dall'asset allocation strategica alla valutazione/gestione tattica dei singoli comparti Le politiche di composizione/gestione di un portafoglio obbligazionario basate sulla yield curve. Le politiche di composizione/gestione di un portafoglio obbligazionario basate sulla term structure. L'utilizzo dei derivati nella copertura e nelle politiche di yield enhancement di un portafoglio obbligazionario Le politiche di composizione/gestione di un portafoglio azionario: le politiche passive e le politiche attive. L'utilizzo dei derivati nella gestione tattica di un portafoglio azionario (cenni e rimando) Le logiche e le politiche di portfolio insurance e il loro utilizzo nella costruzione di prodotti a capitale garantito e a capitale protetto (cenni e rimando ) Gli hedge funds: classificazione e valutazione del profilo di rendimento/rischio. Test di uscita - domande multiple choise I PRODOTTI DERIVATI NEI MERCATI FINANZIARI ITALIANI Durata : 2 g I prodotti derivati Definizione di prodotto derivato La nascita dei derivati L utilizzo a fini di hedging : definizione e normativa L utilizzo a fini di trading: definizione e normativa L Arbitraggio I mercati dei prodotti derivati Mercati organizzati :I FUTURES. La standardizzazione, la Clearing House ( Cassa di Compensazione e Garanzia ) e suo funzionamento La Marginazione : un esempio pratico I mercati organizzati in Italia : Idem e Isoalfa :caratteristiche e funzionamento, strumenti quotati Sedex : caratteristiche e funzionamento, strumenti quotati: Covered Warrant, Certificates Mercati Over the Counter ( OTC ) : caratteristiche e funzionamento I prodotti derivati a copertura del rischio di tasso: OTC : Forward Rate Agreement ( FRA ) e Interest Rate Swap (IRS) Le opzioni : definizione e tipologie Le obbligazioni strutturate : definizione. Disamina delle principali tipologie Reverse convertible Constant Maturity Tarn (Targeted accrual redemption note) Reverse floater

3 Test di uscita domande multiple choise MODULO 3 INVESTIMENTI IN FONDI ALTERNATIVI E INVESTIMENTI ASSICURATIVI Durata : 2 gg I FONDI I fondi comuni di investimento I fondi e la ricerca della perfomance nei portafogli dei clienti: Fondi flessibili e total return: alla ricerca di Alfa. Il mercato dei prodotti etf: alla ricerca di Beta. Fondi Immobiliari: Profili normativi : fondi ordinari riservati ad apporto di beni pubblici a rendimento garantito chiusi flessibili ad apporto di beni privati Valutazione economico-finanziaria comparata tra fondo immobiliare ad apporto privato e società immobiliare.il modello RE V V Hedge fund: rischi e opportunità Fondi equity hedged Fondi relative value Fondi event driver Fondi global macro Fondi managed futures Il private equity: cenni e rimando al modulo su Family Business Il venture capital Il buy out La consulenza sulla corporate governance Valutazione della performance Come valutare un fondo di investimento Il benchmark : la costruzione e l utilizzo, la funzione per il legislatore, l investitore ed il gestore Il benchmark e stili di gestione : passiva ( ETF ) e attiva. Il tracking error e la tracking error volatility I principali indici di perfomances e rischio : sharpe, treynor, sortino, money weighted e time weighted

4 I vincoli relativi all'attività di investimento dei fondi I rating per i fondi comuni di investimento INVESTIMENTI ASSICURATIVI Principi fondamentali Ripresa sulla nozione di rischio puro Principali categorie di rischio puro Principali criteri di strutturazione di un contratto assicurativo Principali tipologie di contratti assicurativi Aspetti legali, finanziari e attuariali dei contratti assicurativi Principali aspetti civilistici dei contratti assicurativi Il profilo di responsabilità dell assicurato/contraente e dell assicuratore Gli aspetti fondamentali di contenuto tecnico attuariale/finanziario di un contratto assicurativo Il profilo di selezione del rischio da assicurare Il fabbisogno previdenziale,il fabbisogno assistenziale e fabbisogno di coperture patrimoniali negli high income people Fabbisogno previdenziale : le soluzioni Rendita vitalizia Rendita vitalizia reversibile Rendita a tempo determinato Fabbisogno coperture danni : definizioni e strumenti Fabbisogno assistenziale : le soluzioni Assicurazioni vita Identificazione delle macrotipologie di contratti assicurativi vita Forme individuali Forme collettive Rapporto fra contratti assicurativi e contratti più strettamente finanziari distinguendo fra asset e liabilities Tipologia di contratti Polizze temporanee caso morte Polizze miste Polizze con controassicurazione Contratti di capitalizzazione Contratti morte vita intera Rendite Altre garanzie ed opzioni L importanza delle riserve matematiche

5 La durata contrattuale Le opportunità di allungamento del contratto Le opportunità di accorciamento della durata contrattuale Le opportunità di liquidazione del contratto prima della scadenza Tipologie di premio e diritti/doveri delle parti Contratti a premio unico Contratti a premio unico ricorrente Contratti a premio annuo Profili di rischio/rendimento finanziario dei contratti assicurativi contrattii morte I contratti con gestione rivalutabile I contratti con gestione index I contratti con gestione unit Contratti assicurativi property e responsabilità civile I contratti a presidio di eventuali perdite patrimoniali I contratti a presidio della responsabilità civile personale I contratti multirischio abitazione I contratti RC professionale Assicurazione malattie Le tipologie di assicurazione malattia: profili generali Le tipologie di assicurazione infortuni: profili generali Le assicurazioni a copertura delle spese mediche La tipologia di reserve tecniche a carico della compagnia Le coperture Long-Term-Care e Dread Desease Le coperture indirette Test di uscita domande multiple choise MODULO 4 IL FAMILY BUSINESS Durata : 2 gg LE DIMENSIONI DEL FAMILY BUSINESS

6 definizioni la dimensione private degli imprenditori l impresa di famiglia nel panorama italiano assetti proprietari e governance assetto di controllo delle piccole e medie imprese struttura patrimoniale familiare corporate e family governance corretta individuazione del patrimonio familiare disponibile evitare la commistione patrimoniale le holding di famiglia sistema di regole nelle relazioni famiglia-impresa emissione e circolazione delle azioni diritto di recesso patrimoni destinati ad uno specifico affare conflitto di interessi corretta gestione dei conflitti familiari - i patti parasociali - il fondo patrimoniale il passaggio generazionale nel family business la gestione del passaggio generazionale analisi della modalità di realizzazione attuazione post family governance dai patti successori ai patti di famiglia il trust le fiduciarie Test di uscita domande multiple choise MODULO 5 ADVISORY REAL ESTATE ED ARTE Durata : 1 gg REAL ESTATE

7 Introduzione ai mercati finanziari e alla finanza immobiliare Caratteristiche, modelli e regole di funzionamento dell'attuale mercato immobiliare Asset management nel settore immobiliare: logiche e strumenti operativi Strumenti della Finanza Immobiliare (Cartolarizzazione, Fondi, Spin off, ecc.) Valutazione e selezione delle opportunità di investimento Strutturazione di operazioni finanziarie originate su asset immobiliari Metodologia di analisi per la concessione del finanziamento Principi e dinamiche del Real Estate Capital Market Strumenti finanziari innovativi nel sistema immobiliare a livello nazionale ed internazionale (European REITs, SIIQ, etc.) Modelli di finanziamento bancario e leasing immobiliare ART BANKING Il mercato dell arte e la formazione del prezzo Come valutare l investimento in arte La figura dell art advisor MODULO 6 PIANIFICAZIONE FISCALE E CONSULENZA SUCCESSORIA Durata : 2 gg nozioni di diritto tributario: principi costituzionali e fonti di diritto tributario, il TUIR approfondimenti sul regime fiscale e trattamento applicato agli strumenti finananziari e al risparmio gestito: imposizione progressiva e sostitutiva, redditi da capitale ( su titoli azionari e a reddito fisso ), diversi da plusvalenze e minusvalenze, sui prodotti del risparmio gestito ( fondi comuni di investimento, gestioni o individuali di portafoglio ), e attività finanziarie emesse all estero approfondimenti sul regime fiscale di: prodotti derivati fondi immobiliari prodotti assicurativi la pianificazione successoria dei patrimoni personali: rapporti cointestati scelta tra onerosità e gratuità la successione a causa di morte : o eredità e legato o successione testamentaria, legittima e necessaria o accettazione e rinuncia all eredità Test di uscita domande multiple choise

8

Nozioni di matematica finanziaria, analisi di scenario, strumenti finanziari, operatività bancaria e costruzione del portafoglio

Nozioni di matematica finanziaria, analisi di scenario, strumenti finanziari, operatività bancaria e costruzione del portafoglio Nozioni di matematica finanziaria, analisi di scenario Nozioni di Matematica Finanziaria 51 Analisi si scenario 103 Piani di ammortamento Rendite Regimi di capitalizzazione semplice e composta Tassi equivalenti

Dettagli

Diploma uropean Financial Services - (D FS)

Diploma uropean Financial Services - (D FS) Diploma uropean Financial Services - (D FS) Diploma European Financial Services (D FS) 1 Premessa Al termine del programma di Diploma in uropean Financial Services, i partecipanti al corso saranno chiamati

Dettagli

uropean Financial Advisor Program

uropean Financial Advisor Program PROGRAMMA MODULO I Legislazione, regolamentazione e deontologia nell attività di intermediazione mobiliare/finanziaria 1. Normativa primaria e secondaria in materia di intermediazione mobiliare/finanziaria

Dettagli

DA EUROPEAN FINANCIAL ADVISOR A EUROPEAN FINANCIAL PLANNER Certificato Efpa livello EFP. Programma

DA EUROPEAN FINANCIAL ADVISOR A EUROPEAN FINANCIAL PLANNER Certificato Efpa livello EFP. Programma DA EUROPEAN FINANCIAL ADVISOR A EUROPEAN FINANCIAL PLANNER Certificato Efpa livello EFP Programma MODULO I LEGISLAZIONE, REGOLAMENTAZIONE E DEONTOLOGIA NELL ATTIVITÀ DI INTERMEDIAZIONE MOBILIARE/FINANZIARIA

Dettagli

Manelli Capitolo 00:Manelli Cap 0 21-09-2009 9:11 Pagina V. Indice. Introduzione

Manelli Capitolo 00:Manelli Cap 0 21-09-2009 9:11 Pagina V. Indice. Introduzione Manelli Capitolo 00:Manelli Cap 0 21-09-2009 9:11 Pagina V Indice XI Introduzione 3 CAPITOLO 1 Il valore come sintesi degli obiettivi aziendali 3 1.1 Evoluzione e contenuti della funzione finanziaria d

Dettagli

Certificato FA - uropean Financial Advisor

Certificato FA - uropean Financial Advisor Certificato FA - uropean Financial Advisor Premessa Al termine del programma di uropean Financial Advisor, i partecipanti al corso saranno chiamati a sostenere una prova d esame che verifichi l acquisizione

Dettagli

Indice Introduzione all economia del mercato mobiliare Il lessico dei mercati mobiliari

Indice Introduzione all economia del mercato mobiliare Il lessico dei mercati mobiliari Indice Pag. 1. Introduzione all economia del mercato mobiliare 1 Antonio Fasano 1.1 Il sistema finanziario e il mercato mobiliare 1 1.1.1 Gli strumenti finanziari 2 1.1.2 Gli intermediari finanziari 4

Dettagli

Diploma uropean Financial Services

Diploma uropean Financial Services Diploma uropean Financial Services Premessa Al termine del programma di Diploma in uropean Financial Services, i partecipanti al corso saranno chiamati a sostenere una prova d esame che verifichi l acquisizione

Dettagli

Analisi e Consulenza Indipendente

Analisi e Consulenza Indipendente La Consulenza Finanziaria Indipendente Analisi e Consulenza Indipendente 2016 ARGOMENTI Indice Avviare uno studio/società di consulenza indipendente: l'inizio dell'attività La consulenza mifid compliant:

Dettagli

I sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE

I sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE EFA02 I sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA ISTRUZIONE

Dettagli

in collaborazione con: TESEO

in collaborazione con: TESEO I GIORNO 1.1 Analisi dello scenario macroeconomico Programma MODULO 1 INVESTIMENTO E RISCHIO DI INVESTIMENTO Durata 5 gg Le determinarti del ciclo economico e gli strumenti dell analisi congiunturale Dai

Dettagli

Quesiti livello Application

Quesiti livello Application 1 2 3 4 Se la correlazione tra due attività A e B è pari a 0 e le deviazioni standard pari rispettivamente al 4% e all 8%, per quali dei seguenti valori dei loro pesi il portafoglio costruito con tali

Dettagli

Capitolo 1. Profilo finanziario degli investimenti 1

Capitolo 1. Profilo finanziario degli investimenti 1 Indice Prefazione Introduzione XIII XV Capitolo 1. Profilo finanziario degli investimenti 1 1.1 Definizione e tipologie di investimento 1 1.1.1 Caratteristiche degli investimenti produttivi 3 1.1.2 Caratteristiche

Dettagli

2 è calcolato in funzione del prezzo di mercato del. 3 è pubblicato quotidianamente sulla stampa. 4 è il prezzo ufficiale di mercato del fondo

2 è calcolato in funzione del prezzo di mercato del. 3 è pubblicato quotidianamente sulla stampa. 4 è il prezzo ufficiale di mercato del fondo Rispondere ai seguenti quesiti. Livello Knowledge 1 2 3 4 Nelle forme pensionistiche individuali, attuate mediante contratti di assicurazione sulla vita, l ammontare dei premi: 1 è sempre definito in misura

Dettagli

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti:

Strumenti derivati. Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: Strumenti derivati Strumenti finanziari il cui valore dipende dall andamento del prezzo di un attività sottostante Attività sottostanti: attività finanziarie (tassi d interesse, indici azionari, valute,

Dettagli

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio

Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio Glossario Glossario di alcuni termini della relazione di bilancio (nell accezione accolta nella Relazione e con esclusione dei termini entrati nel lessico comune italiano oppure inseriti in un contesto

Dettagli

Programma Diploma European Financial Services - DEFS Applicazione dagli esami del 2014

Programma Diploma European Financial Services - DEFS Applicazione dagli esami del 2014 Programma Diploma European Financial Services - DEFS dagli esami del 2014 Modulo Tema Pesi % Numero di giorni equivalenti Mod. Investimento e rischio di investimento 33,3% 4 Mod. Fondi 16,7% 2 Mod. Gestione

Dettagli

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009 DEFS01 II sessione d esame per il conseguimento del Diploma uropean Financial Services D FS Venerdì 12 giugno 2009 Prova D FS 1 KNOWLEDGE 1 Il rischio specifico di un titolo azionario: 1. è quantificabile

Dettagli

Un benchmark è rappresentativo di un portafoglio efficiente quando:

Un benchmark è rappresentativo di un portafoglio efficiente quando: pag. 1 1 Un benchmark è rappresentativo di un portafoglio efficiente quando: il suo rendimento può essere riprodotto minimizzando il tracking error minimizza i costi di transazione la sua performance è

Dettagli

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa

Indice 3 PREFAZIONE. 29 Premessa Indice 3 PREFAZIONE 5 INTRODUZIONE - Tendenze evolutive del rapporto banca-impresa 5 I.1 Premessa 6 I.2 Le recenti riforme dell ordinamento bancario 9 I.2.1 Le direttive del Comitato di Basilea 12 I.2.2

Dettagli

I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Giovedì 27 maggio 2010 NON STRAPPARE

I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Giovedì 27 maggio 2010 NON STRAPPARE DEFS01 I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Giovedì 27 maggio 2010 NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA

Dettagli

Prefazione di Emanuele Maria Carluccio Introduzione

Prefazione di Emanuele Maria Carluccio Introduzione Indice Prefazione di Emanuele Maria Carluccio Introduzione di Paola Musile Tanzi XI XIII 1 L approccio al mercato private: scelte di posizionamento nel wealth management e modalità di gestione di Paola

Dettagli

Indice. Presentazione

Indice. Presentazione Indice Presentazione di Pier Luigi Fabrizi pag. XIII 1 L economia del mercato mobiliare di Pier Luigi Fabrizi» 1 1.1 Premessa» 1 1.2 L esercizio semantico» 1 1.3 La collocazione della disciplina» 4 Bibliogra

Dettagli

PRIVATEBANKING MASTER IN. FPA livello FA. Corso accreditato FPA che consente l accesso all esame. ( uropean Financial Advisor TM ) INVITO

PRIVATEBANKING MASTER IN. FPA livello FA. Corso accreditato FPA che consente l accesso all esame. ( uropean Financial Advisor TM ) INVITO MASTER IN Accreditato da PRIVATEBANKING PERCORSO EXECUTIVE PERCORSO CON STAGE Possibilità di finanziamento A TASSO ZERO INVITO ALLA PRESENTAZIONE DEL MASTER Milano, 14 ottobre 2008 Hotel Michelangelo,

Dettagli

Nota integrativa consolidata Parte E Informazioni sui rischi e sulle relative politiche di copertura

Nota integrativa consolidata Parte E Informazioni sui rischi e sulle relative politiche di copertura SEZIONE 2 RISCHI DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE 2.1 RISCHI ASSICURATIVI INFORMAZIONI DI NATURA QUALITATIVA Ramo Vita I rischi tipici del portafoglio assicurativo Vita (gestito attraverso EurizonVita, EurizonLife,

Dettagli

Catalogo Corsi 2015. Progetti formativi. Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228)

Catalogo Corsi 2015. Progetti formativi. Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228) Catalogo Corsi 2015 Progetti formativi Sistema Qualità Certificato UNI EN ISO 9001 (certificato N IT02/228) AREA REGOLAMENTAZIONE (Rischi, Bilancio, Controlli e Legale) a) Normativa antiriciclaggio e terrorismo

Dettagli

IL GRUPPO AZIMUT. Aprile 2015

IL GRUPPO AZIMUT. Aprile 2015 IL GRUPPO AZIMUT Aprile 2015 IL GRUPPO AZIMUT Azimut è la più grande realtà finanziaria indipendente attiva nel mercato del risparmio gestito italiano Dal 7 Luglio 2004 è quotata alla Borsa di Milano e

Dettagli

PRIVATE BANKING MASTER IN ALTA FORMAZIONE IN FAMILY OFFICE E CONSULENZA FINANZIARIA INDIPENDENTE 3 EDIZIONE. Lavoro e Master.it.

PRIVATE BANKING MASTER IN ALTA FORMAZIONE IN FAMILY OFFICE E CONSULENZA FINANZIARIA INDIPENDENTE 3 EDIZIONE. Lavoro e Master.it. MASTER IN PRIVATE BANKING ALTA FORMAZIONE IN FAMILY OFFICE E CONSULENZA FINANZIARIA INDIPENDENTE 3 EDIZIONE Organizzato da Partners Fiduciaria Orefici Sim S.p.A. Con la collaborazione di Lavoro e Master.it

Dettagli

la finanza senza sorprese

la finanza senza sorprese ap equity asset allocation interest rate options risk management alth management dcf advisory etc value at risk commodities rrencies hedging covered bond benchmark fed funds fair value igation alternative

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi

Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi Claudio Boido, Antonio Fasano Mercati, strumenti finanziari e investimenti alternativi McGraw-Hill Milano New York San Francisco Washington D.C.

Dettagli

Dettaglio riserve matematiche pure del segmento vita: scadenza matematica

Dettaglio riserve matematiche pure del segmento vita: scadenza matematica SEZIONE 2 RISCHI DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE 2.1 RISCHI ASSICURATIVI INFORMAZIONI DI NATURA QUALITATIVA E QUANTITATIVA Ramo Vita I rischi tipici del portafoglio assicurativo Vita (gestito attraverso

Dettagli

WEALTH MANAGEMENT ADVISORY

WEALTH MANAGEMENT ADVISORY WEALTH MANAGEMENT ADVISORY Lo Studio Legale Scala, fondato nel 1999 dall Avv. Antonio Scala, fornisce servizi di assistenza legale in ambito giudiziale e stragiudiziale in materia bancaria, finanziaria,

Dettagli

SERVIZI DI WEALTH MANAGEMENT

SERVIZI DI WEALTH MANAGEMENT SERVIZI DI WEALTH MANAGEMENT 1 L approccio al wealth management di FinLABO SIM Analisi esigenze del cliente Definizione struttura operativa e politica investimento Attuazione struttura e politica di investimento

Dettagli

GESTIONE E TUTELA DEI PATRIMONI LE COMPETENZE PER LE SCELTE DI INVESTIMENTO DEI PATRIMONI:

GESTIONE E TUTELA DEI PATRIMONI LE COMPETENZE PER LE SCELTE DI INVESTIMENTO DEI PATRIMONI: GESTIONE E TUTELA DEI PATRIMONI LE COMPETENZE PER LE SCELTE DI INVESTIMENTO DEI PATRIMONI: financial planning fiscalità e tutela patrimoniale autostima e consapevolezza di sè abilità relazionali CUOA FINANCE

Dettagli

1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1.

1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1. 1 LE AZIONI E LE QUOTE 1.1 Le azioni e gli altri strumenti partecipativi nella riforma del diritto societario 1.1.1 Introduzione 1.1.2 La dematerializzazione delle azioni 1.1.2.1 Profili fiscali 1.1.3

Dettagli

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Economia dei mercati mobiliari e finanziamenti di aziende Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Gli stili di gestione Stile di gestione come espressione

Dettagli

QUESTIONARIO PER LA SELEZIONE DEI GESTORI FINANZIARI

QUESTIONARIO PER LA SELEZIONE DEI GESTORI FINANZIARI ALLEGATO 2 QUESTIONARIO PER LA SELEZIONE DEI GESTORI FINANZIARI AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE I punti 1 e 2 riguardano i prerequisiti e sono relativi al gruppo di appartenenza del candidato. Gli altri

Dettagli

I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 13 giugno 2008 NON STRAPPARE

I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 13 giugno 2008 NON STRAPPARE DEFS01 I sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS Venerdì 13 giugno 2008 NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA

Dettagli

L asset liability management visto da Generali Investments Carlo Cavazzoni, Responsabile Globale Distribuzione

L asset liability management visto da Generali Investments Carlo Cavazzoni, Responsabile Globale Distribuzione L asset liability management visto da Generali Investments Carlo Cavazzoni, Responsabile Globale Distribuzione Contenuti 1. Asset liability management: il contesto e le evoluzioni 2. L approccio di Generali

Dettagli

ASSET ALLOCATION TATTICA. Adeguamento dinamico e flessibile ai Mercati

ASSET ALLOCATION TATTICA. Adeguamento dinamico e flessibile ai Mercati ASSET ALLOCATION TATTICA Adeguamento dinamico e flessibile ai Mercati Settembre 2015 Caratteristiche e Obiettivi Una strategia d investimento dinamica e flessibile che si adegua costantemente alle condizioni

Dettagli

Fondi aperti Caratteri

Fondi aperti Caratteri Fondi aperti Caratteri Patrimonio variabile Quota valorizzata giornalmente in base al net asset value (Nav) Investimento in valori mobiliari prevalentemente quotati Divieti e limiti all attività d investimento

Dettagli

I veicoli di investimento immobiliare professionale: I fondi immobiliari ad apporto

I veicoli di investimento immobiliare professionale: I fondi immobiliari ad apporto I veicoli di investimento immobiliare professionale: I fondi immobiliari ad apporto Le problematiche operative e le soluzioni possibili Roma 28 ottobre 2005 SORGENTE Società di Gestione del Risparmio S.p.A.

Dettagli

asset management wealth management family office

asset management wealth management family office asset management wealth management family office asset management wealth management family office 03 05 06 09 14 15 16 Chi siamo Punti distintivi Team Wealth Management Family Office Asset Management Finlabo

Dettagli

Sessione d'esame per il conseguimento della certificazione EFA TM European Financial Advisor TM

Sessione d'esame per il conseguimento della certificazione EFA TM European Financial Advisor TM EE00130 Sessione d'esame per il conseguimento della certificazione EFA TM European Financial Advisor TM L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA Incollare sulla scheda

Dettagli

Indice. Presentazione

Indice. Presentazione Presentazione di Pier Luigi Fabrizi pag. XIII 1 LÕeconomia del mercato mobiliare di Pier Luigi Fabrizi È 1 1.1 Premessa È 1 1.2 LÕesercizio semantico È 1 1.3 La collocazione della disciplina È 4 Bibliografia

Dettagli

Fee Only Corporate Finance

Fee Only Corporate Finance Master 2007 Fee Only Corporate Finance Corso di 9 giornate: 16-17-18 maggio 6-7-8-19-20-21 giugno Formazione operativa per la consulenza finanziaria indipendente alle imprese www.consultique.com Master

Dettagli

Schroder International Selection Fund SICAV. Contatti: www.schroders.it per investitori privati www.schrodersportal.it per consulenti finanziari

Schroder International Selection Fund SICAV. Contatti: www.schroders.it per investitori privati www.schrodersportal.it per consulenti finanziari Maggio 2015 Materiale di Marketing Schroder International Selection Fund SICAV Mappa dei comparti 100% ASSET MANAGER T R U S T E D H E R I T A G E A D V A N C E D T H I N K I N G Il Gruppo Schroders Fondato

Dettagli

può essere detratto fiscalmente nella misura del 19% sino a un massimo di 1.291,14 euro

può essere detratto fiscalmente nella misura del 19% sino a un massimo di 1.291,14 euro pag. 1 1 I compensi per fideiussioni o per altre garanzie prestate sono: esenti da tassazione redditi diversi redditi di capitale esclusi dai redditi di natura finanziaria Risposta corretta: redditi di

Dettagli

Gestione patrimoniale e finanziaria

Gestione patrimoniale e finanziaria Gestione patrimoniale e finanziaria Investimenti e disponibilità Operatività svolta nel corso del 2013 Durante il 2013 le politiche di investimento adottate dall area finanza hanno perseguito, in un ottica

Dettagli

Gli strumenti derivati

Gli strumenti derivati Gli strumenti derivati EMM A - Lezione 6 Prof. C. Schena Università dell Insubria 1 Gli strumenti derivati Derivati perché il loro valore deriva da quello di altre attività dette beni/attività sottostanti

Dettagli

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA

Sistema PRIMA. Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Sistema PRIMA Regolamento di gestione Regolamento di gestione degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. appartenenti al Sistema PRIMA Fondi Linea Mercati OICVM: Anima Fix Euro Anima Fix Obbligazionario

Dettagli

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE A NON STRAPPARE

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE A NON STRAPPARE EFA02 II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE A NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

UBI PRAMERICA SGR S.p.A. appartenente al gruppo bancario UNIONE DI BANCHE ITALIANE

UBI PRAMERICA SGR S.p.A. appartenente al gruppo bancario UNIONE DI BANCHE ITALIANE UBI PRAMERICA SGR S.p.A. appartenente al gruppo bancario UNIONE DI BANCHE ITALIANE Offerta pubblica di quote dei Fondi comuni di investimento mobiliare di diritto italiano armonizzati e non armonizzati

Dettagli

Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1

Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1 00_caparrelli 20-01-2004 13:10 Pagina VII Prefazione XIII Parte prima I prodotti del mercato monetario e obbligazionario 1 Capitolo 1 I prodotti del mercato monetario 3 1.1 Introduzione al mercato monetario

Dettagli

2 La microeconomia... 29 2.1 Domanda e offerta di beni e servizi... 29 2.2 La produzione... 30

2 La microeconomia... 29 2.1 Domanda e offerta di beni e servizi... 29 2.2 La produzione... 30 Parte I Fondamenti di analisi economica 1 La macroeconomia............................................. 3 1.1 La contabilità nazionale e la bilancia dei pagamenti.............. 3 1.2 Domanda aggregata,

Dettagli

FONDI COMUNI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI

FONDI COMUNI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI REGOLAMENTO UNICO DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTI ARMONIZZATI GESTITI DA SELLA GESTIONI (in vigore dal 15 aprile 2015) FONDI COMUNI Il presente Regolamento è stato approvato dall organo

Dettagli

Bisogno di investimento del risparmio

Bisogno di investimento del risparmio Bisogno di investimento del risparmio Domanda e Offerta di strumenti di investimento del risparmio Bisogno di investimento Strumenti bancari (contratti bilaterali) depositi tempo; PcT; CD Strumenti di

Dettagli

Gli Strumenti Finanziari secondo. i Principi Contabili Internazionali IAS 32-39

Gli Strumenti Finanziari secondo. i Principi Contabili Internazionali IAS 32-39 Gli Strumenti Finanziari secondo i Principi Contabili Internazionali IAS 32-39 Relatore: Dott. Stefano Grumolato Verona, aprile 2008 Overview dell intervento Strumenti finanziari e tecniche di valutazione

Dettagli

Indice sistematico. Parte 1 - Valore e valutazione. capitolo 1 - Azienda e valore. capitolo 2 - Avviamento. capitolo 3 - Creazione del valore

Indice sistematico. Parte 1 - Valore e valutazione. capitolo 1 - Azienda e valore. capitolo 2 - Avviamento. capitolo 3 - Creazione del valore Indice 5 Parte 1 - Valore e valutazione capitolo 1 - Azienda e valore Valutazioni d azienda: situazione attuale e orientamenti evolutivi...19 Definizione economica di azienda...22 Definizione giuridica

Dettagli

Gli Autori. Simbologia. Presentazione. Introduzione I N D I C E XVII XIX XXIII

Gli Autori. Simbologia. Presentazione. Introduzione I N D I C E XVII XIX XXIII I N D I C E XV XVII XIX XXIII Gli Autori Simbologia Presentazione Introduzione 3 Capitolo 1 Il ruolo della finanza aziendale nell economia dell impresa 3 1.1 La nascita e lo sviluppo della finanza aziendale

Dettagli

La Scelta dei Prodotti Finanziari Fiscalmente Efficienti

La Scelta dei Prodotti Finanziari Fiscalmente Efficienti La Scelta dei Prodotti Finanziari Fiscalmente Efficienti Theo Delia-Russell Responsabile Private Banking UBI BPCI Dottore Commercialista ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI MILANO

Dettagli

CHALLENGE FUNDS Prospetto Semplificato

CHALLENGE FUNDS Prospetto Semplificato CHALLENGE FUNDS Prospetto Semplificato Pubblicato mediante deposito presso l Archivio Prospetti della CONSOB in data 31 gennaio 2012 Società di gestione Collocatore Unico 2/44 Il presente Prospetto Semplificato

Dettagli

FONDI FLESSIBILI Vegagest Obb. Flessibile Vegagest Rendimento Vegagest Flessibile

FONDI FLESSIBILI Vegagest Obb. Flessibile Vegagest Rendimento Vegagest Flessibile FONDI ARMONIZZATI FONDI LIQUIDITÀ Vegagest Monetario FONDI OBBLIGAZIONARI Vegagest Obb. Euro Breve Termine Vegagest Obb. Euro Vegagest Obb. Euro Lungo Termine Vegagest Obb. Internazionale Vegagest Obb.

Dettagli

Che cosa si intende con l espressione operazione di mercato aperto? Le società con funzione di holding possono essere istituite:

Che cosa si intende con l espressione operazione di mercato aperto? Le società con funzione di holding possono essere istituite: pag. 1 1 Che cosa si intende con l espressione operazione di mercato aperto? Un'operazione di pronti contro termine con cui la Banca Centrale, finanziando a tassi di mercato un certo Stato, modifica la

Dettagli

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A.

Sistema Anima. Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. Sistema Anima Regolamento di gestione Regolamento di gestione semplificato degli OICVM italiani gestiti da Anima SGR S.p.A. Linea Mercati Anima Liquidità Euro Anima Riserva Dollaro Anima Riserva Globale

Dettagli

indipendenza e professionalità per i vostri investimenti

indipendenza e professionalità per i vostri investimenti indipendenza e professionalità INDIPENDENZA E PROFESSIONALITÀ Z ZENIT SGR è una Società di Gestione del Risparmio esclusivamente dedicata e specializzata nell asset management sia per la clientela privata

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa... TASSAZIONE DEI REDDITI PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO. Premessa... TASSAZIONE DEI REDDITI PARTE PRIMA INDICE SOMMARIO Premessa... XVII PARTE PRIMA TASSAZIONE DEI REDDITI CAPITOLO 1 I REDDITI DELLE PERSONE FISICHE 1. Introduzione... 3 2. I soggetti passivi residenti in Italia: nozione di residenza delle

Dettagli

Base Target High Dividend Scheda Sintetica - Informazioni specifiche

Base Target High Dividend Scheda Sintetica - Informazioni specifiche 1 di 8 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche del fondo interno. INFORMAZIONI

Dettagli

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE D NON STRAPPARE

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE D NON STRAPPARE EFA02 II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE D NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE EFA02 II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE B NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE C NON STRAPPARE

II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE C NON STRAPPARE EFA02 II sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE C NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

La nostra indipendenza vi garantisce scelte di gestione perfettamente obiettive

La nostra indipendenza vi garantisce scelte di gestione perfettamente obiettive AL VOSTRO SERVIZO Forte di oltre 50 anni di esperienza, PKB ha acquisito una profonda conoscenza delle esigenze di privati e famiglie, imprenditori, liberi professionisti e dirigenti. È quindi in grado

Dettagli

Le obbligazioni convertibili: Nell'investimento immobiliare si definisce asset market :

Le obbligazioni convertibili: Nell'investimento immobiliare si definisce asset market : pag. 1 1 Una strategia di asset allocation impostata sulla costanza del rapporto tra componente azionaria e obbligazionaria di un portafoglio si basa sul principio di: gestione passiva buy and hold constant

Dettagli

Sella Capital Management Società di Gestione del Risparmio

Sella Capital Management Società di Gestione del Risparmio Sella Capital Management Società di Gestione del Risparmio Presentazione per la Clientela Qualificata/Istituzionale 1 MOL FIL/ L F DOFL 2 ID/ L F D Sella Capital Management SGR (SCM) è una società di gestione

Dettagli

Nota integrativa consolidata Parte E Informazioni sui rischi e sulle relative politiche di copertura

Nota integrativa consolidata Parte E Informazioni sui rischi e sulle relative politiche di copertura SEZIONE 2 RISCHI DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE 2.1 RISCHI ASSICURATIVI Ramo Vita I rischi tipici del portafoglio assicurativo Vita (gestito attraverso EurizonVita, EurizonLife, SudPoloVita e CentroVita)

Dettagli

Comunicazione ai Sottoscrittori

Comunicazione ai Sottoscrittori Comunicazione ai Sottoscrittori 6 Novembre 2008 Pioneer S.F. Fondo Comune d Investimento di Diritto Lussemburghese (Fonds Commun de Placement) I.P. Indice 1. Cambio di denominazione e delle politiche

Dettagli

Il cliente affluent tende a vivere la relazione con la propria banca in modo:

Il cliente affluent tende a vivere la relazione con la propria banca in modo: pag. 1 1 Il cliente affluent tende a vivere la relazione con la propria banca in modo: dinamico, poiché la vede come uno strumento per il raggiungimento di elevati status di autonomia e indipendenza passivo,

Dettagli

GLI STRUMENTI DERIVATI. Giuseppe G. Santorsola EIF 1

GLI STRUMENTI DERIVATI. Giuseppe G. Santorsola EIF 1 GLI STRUMENTI DERIVATI Giuseppe G. Santorsola EIF 1 Gli strumenti derivati Sono strumenti finanziari la cui esistenza e valutazione dipendono dal valore di un'altra attività chiamata sottostante che può

Dettagli

2012 Italfiduciaria Srl

2012 Italfiduciaria Srl 1 Intestazione di quote societarie Le partecipazioni vengono date in amministrazione fiduciaria con le seguenti modalità: Sottoscrizione del capitale in sede di costituzione della società, aumento di capitale

Dettagli

La fusione tra servizio e qualità

La fusione tra servizio e qualità La fusione tra servizio e qualità esperienza e competenza Banca Aletti è dal 2001 il polo di sviluppo delle attività finanziarie del Gruppo Banco Popolare. All attività di Private Banking si affiancano

Dettagli

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS 25 maggio 2011 NON STRAPPARE

II sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS 25 maggio 2011 NON STRAPPARE DEFS01 II sessione d esame per il conseguimento del Diploma European Financial Services - D FS 25 maggio 2011 NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

Dettagli

I BISOGNI FINANZIARI DELLA DOMANDA

I BISOGNI FINANZIARI DELLA DOMANDA I BISOGNI FINANZIARI DELLA DOMANDA 1 Riferimenti bibliografici Capitolo 12 e capitolo 15 (parti iniziali) 2 I BISOGNI FINANZIARI DEGLI OPERATORI finanziamento investimento consulenza Gestione rischi Il

Dettagli

Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico"

Portafoglio Invesco a cedola Profilo dinamico Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico" Questo documento è riservato per i Clienti Professionali/Investitori Qualificati e/o Soggetti Collocatori in Italia e non per i clienti finali. È vietata

Dettagli

Gestione Separata Nuova Concreta

Gestione Separata Nuova Concreta Gestione Separata Nuova Concreta Investment pack Rendimento Certificato 2015 4,06% 1 Gestione Separata Nuova Concreta Prodotti collegati Nome Prodotto Durata Tipo premio Caratteristiche principali Pensione

Dettagli

Elementi di Finanza Immobiliare

Elementi di Finanza Immobiliare Elementi di Finanza Immobiliare Enrico Cestari Università di TorVergata 18 gennaio 2013 Agenda Introduzione I fondi immobiliari SIIQ Cartolarizzazione Case study 2 Introduzione Obiettivo della finanza

Dettagli

I sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE A NON STRAPPARE

I sessione d'esame per il conseguimento della certificazione FA European Financial Advisor VERSIONE A NON STRAPPARE EF02 I sessione d'esame per il conseguimento della certificazione F European Financial dvisor NON STRPPRE L INVOLUCRO DI PLSTIC PRIM CHE VENG DTO IL SEGNLE DI INIZIO DELL PROV ISTRUZIONE IMPORTNTE Nel

Dettagli

PROTEGGERE IL PATRIMONIO DELL ENTE, OTTENERE STABILITÀ DI RITORNI SUL MEDIO- LUNGO PERIODO, POTER CONTARE SU PARTNER FINANZIARI ESPERTI E AFFIDABILI

PROTEGGERE IL PATRIMONIO DELL ENTE, OTTENERE STABILITÀ DI RITORNI SUL MEDIO- LUNGO PERIODO, POTER CONTARE SU PARTNER FINANZIARI ESPERTI E AFFIDABILI PROTEGGERE IL PATRIMONIO DELL ENTE, OTTENERE STABILITÀ DI RITORNI SUL MEDIO- LUNGO PERIODO, POTER CONTARE SU PARTNER FINANZIARI ESPERTI E AFFIDABILI SONO LE ESIGENZE CENTRALI DI UN ATTIVITÀ DI INSTITUTIONAL

Dettagli

Paolo Cappugi Gli investimenti nella previdenza integrativa: filosofia di gestione e orizzonte temporale

Paolo Cappugi Gli investimenti nella previdenza integrativa: filosofia di gestione e orizzonte temporale 1 Paolo Cappugi Gli investimenti nella previdenza integrativa: filosofia di gestione e orizzonte temporale Indice Parte 1 Premessa Parte 2 Quadro generale Parte 3 Struttura degli investimenti e orizzonte

Dettagli

Dal 2010 è entrato a far parte dell'ordine dei Giornalisti, Albo Pubblicisti; mentre dal 2011 è membro della giuria del premio "Di padre in figlio".

Dal 2010 è entrato a far parte dell'ordine dei Giornalisti, Albo Pubblicisti; mentre dal 2011 è membro della giuria del premio Di padre in figlio. Leo De Rosa (studio legale e tributario Russo De Rosa Associati) Laureato con pieni voti assoluti e lode presso l'università Bocconi di Milano, si è specializzato in operazioni di Private Equity, Corporate

Dettagli

FONDO IMMOBILIARE ANTIRION CORE. Fondo Comune di investimento immobiliare di tipo chiuso riservato ad investitori qualificati

FONDO IMMOBILIARE ANTIRION CORE. Fondo Comune di investimento immobiliare di tipo chiuso riservato ad investitori qualificati FONDO IMMOBILIARE ANTIRION CORE Fondo Comune di investimento immobiliare di tipo chiuso riservato ad investitori qualificati RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014 Il Relazione Semestrale di Gestione al

Dettagli

FIRST CAPITAL 2.0 RISULTATI 2013 E PIANO STRATEGICO 2014-2017. Milano, 3 aprile 2014

FIRST CAPITAL 2.0 RISULTATI 2013 E PIANO STRATEGICO 2014-2017. Milano, 3 aprile 2014 FIRST CAPITAL 2.0 RISULTATI 2013 E PIANO STRATEGICO 2014-2017 Milano, 3 aprile 2014 FIRST CAPITAL OGGI (1/2) First Capital è un operatore italiano specializzato in Private Investment in Public Equity (

Dettagli

EUROMOBILIARE LIFE MULTIMANAGER ADVANCED (Tariffa 60048)

EUROMOBILIARE LIFE MULTIMANAGER ADVANCED (Tariffa 60048) EUROMOBILIARE LIFE MULTIMANAGER ADVANCED (Tariffa 60048) Reggio Emilia, 28 febbraio 2015 Oggetto: aggiornamento delle informazioni sugli OICR esterni riportate nel Documento Informativo Gentile Cliente,

Dettagli

Gli orientamenti e i comportamenti dei fund selector italiani: un survey dell Ufficio Studi di MondoAlternative

Gli orientamenti e i comportamenti dei fund selector italiani: un survey dell Ufficio Studi di MondoAlternative Gli orientamenti e i comportamenti dei fund selector italiani: un survey dell Ufficio Studi di MondoAlternative Stefano Gaspari Amministratore Delegato, Gruppo MondoHedge Perché un Survey sugli orientamenti

Dettagli

IL PROGRAMMA. Libertà di stabilimento e di prestazione di servizi da parte degli intermediari comunitari

IL PROGRAMMA. Libertà di stabilimento e di prestazione di servizi da parte degli intermediari comunitari IL PROGRAMMA Modulo I I soggetti e il contesto operativo e regolamentare 1 2 dicembre 2011 - ore 15.00-19.00 Gli intermediari finanziari di cui al Titolo V del TUB a) La nascita della regolamentazione

Dettagli

NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA D1 Sessione d'esame per il conseguimento del Diploma "European Financial Services - DEFS" NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA Incollare sulla scheda

Dettagli

Il futuro ha bisogno di più Anima.

Il futuro ha bisogno di più Anima. Il futuro ha bisogno di una nuova visione. Più attenta all essenza. Più responsabile e rigorosa. Più aperta e positiva. Per questo i migliori consulenti, le migliori banche e reti di promotori finanziari

Dettagli

il patrimonio della Fondazione trova origine negli anni 50 con i primi acquisti immobiliari ed ha immobiliare, secondo quanto disposto dal piano

il patrimonio della Fondazione trova origine negli anni 50 con i primi acquisti immobiliari ed ha immobiliare, secondo quanto disposto dal piano 1 il patrimonio della Fondazione trova origine negli anni 50 con i primi acquisti immobiliari ed ha avuto nel tempo una notevole crescita inizialmentei i quasi interamente t di natura immobiliare, secondo

Dettagli

Regolamento dei fondi interni Data ultimo aggiornamento 06/11/2014

Regolamento dei fondi interni Data ultimo aggiornamento 06/11/2014 Data ultimo aggiornamento 06/11/2014 REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI 1 - Istituzione e denominazione del fondo La Società ha istituito e gestisce, secondo le modalità previste dal presente Regolamento, i

Dettagli

18 novembre 2014. La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina

18 novembre 2014. La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina 18 novembre 2014 La costruzione di un portafoglio Fulvio Martina Costruire un portafoglio? REGOLE BASE IDENTIFICARE GLI OBIETTIVI INVESTIMENTO E RISCHIO IDONEO ORIZZONTE TEMPORALE Asset allocation Diversificazione

Dettagli