terremerse territori e mercati in rete RIVISTA Considerazioni sull'annata dei cereali autunno vernini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "terremerse territori e mercati in rete RIVISTA Considerazioni sull'annata dei cereali autunno vernini"

Transcript

1 Poste italiane SpA Spedizione in Abbonamento Postale D.L. 353/2003 (conv.in L n. 46) art. 1 comma 1 45% DR Commerciale Business Ravenna mese di luglio-agosto n.4 - Costo copia: 0,25 terremerse luglio-agosto N.4 RIVISTA territori e mercati in rete Considerazioni sull'annata dei cereali autunno vernini Irrigazione: le basi per ottimizzarla Le fertilizzazioni di stagione per le colture arboree Cannellone di maiale e fiori eduli Melanzana: semplici tecniche per ottimi prodotti Editoriale Rinnovate le certificazioni del Centro Lavorazione Carni Raccolti oltre 11mila euro in favore dei terremotati Notizie dalla cooperativa Elenco magazzini conferim. mais, sorgo, soia e girasole 2012/13 Sempre più verso un'irrigazione di precisione Campagna commerciale kiwi 2011/12 Conoscere il suolo Servizi cloud di archiviazione Filiere Appunti digitali Consigli tecnici Cucina Orti e giardini

2

3 Notizie dalla cooperativa Editoriale Considerazioni sull annata dei cereali autunno vernini Ritirate oltre 70mila tonnellate di frumento, grazie all aumento delle superfici e del numero di aziende che hanno confermato la fiducia a Terremerse di Augusto Verlicchi Direttore Cerealproteici Con la conclusione della trebbiatura dei cereali autunno vernini è già possibile trarre le prime considerazioni dell annata produttiva. Considerazioni che confermano la discontinuità di ogni campagna rispetto a quelle precedenti, sia in termini produttivi sia di mercato. Nonostante le maggiori superfici investite a cereali a livello mondiale, l'annata è fortemente caratterizzata dagli effetti climatologici negativi che ormai da mesi colpiscono le colture un po in tutti i Paesi. Per questo, ogni giorno assistiamo al ribasso delle stime delle produzioni cerealicole. Se, una volta terminata la raccolta in tutti i paesi, questa tendenza venisse confermata dai dati finali, i rischi di una campagna incandescente come quella del 2008 ci sarebbero tutti. Già adesso tale incertezza sulla produzione cerealicola ha un forte effetto sui mercati, in particolare le previsioni al ribasso della produzione di mais negli Stati Uniti, principale paese produttore a livello mondiale, tengono sostenuto il prezzo di questo cereale influendo positivamente anche sul prezzo del grano. I buoni prezzi di partenza fanno ben sperare per il proseguo della campagna di commercializzazione. Un incognita che potrebbe ulteriormente influenzare il mercato cerealicolo, riguarda la produzione e l'export cerealicolo di Russia, Ucraina e più in generale dei Paesi che si affacciano sul Mar Nero. Per quanto ci riguarda, le superfici investite a cereali, e nello specifico a frumento, sono state superiori all'anno precedente: i dati Istat indicano per il frumento tenero una crescita delle superfici del 16,8% rispetto al 2011, portando la superficie nazionale a 620 mila ettari. In Emilia Romagna tale incremento è valutato del 25%. Anche per quanto riguarda il frumento duro, le superfici mostrano un incremento del 13,5%, portandosi a 1,36 milioni di ettari, in aumento di circa ettari sul precedente anno. Anche nella nostra regione l incremento di superficie è valutato nell ordine del 15%. Sulla produzione di frumento tenero e duro il principale fattore che in alcuni areali ha influito sulle rese finali, è stato la scarsa precipitazione piovosa registrata nell intero periodo. Nella nostra regione e in particolare nell area ferrarese le nevicate di fine gennaio/ febbraio sono risultate di lieve entità e di ridotto beneficio in quanto disperse dai forti venti; inoltre, l andamento stagionale primaverile è stato caratterizzato da temperature miti, con scarse precipitazioni che non hanno favorito il completo riempimento delle cariossidi. Nell areale ravennate, che ha beneficiato delle maggiori precipitazioni nevose e più persistenti sul terreno, il risultato produttivo è stato più che soddisfacente. Dal punto di vista qualitativo e sanitario, in entrambi gli areali i risultati sono stati buoni. Da una prima elaborazione dei dati rilevati nei nostri magazzini, vanno segnalati gli elevati pesi specifici e i buoni livelli di tenore proteico raggiunti in media, sia dal frumento duro e sia dal tenero. Per quanto riguarda il frumento duro la media è di 83,6% di peso specifico e 14,55% di proteine nell area ferrarese, 82% di peso specifico e 14,08% di proteine nell area di Ravenna. Anche per il frumento tenero sono da segnalare i medesimi buoni risultati: 84% di peso specifico e 13,90% di proteine nell area ferrarese, 82,80% di peso specifico e 13% di proteine nell area ravennate. Da un punto di vista sanitario, le ridotte precipitazioni in maggio insieme ai trattamenti fungicidi eseguiti puntualmente alla spigatura non hanno favorito la Fusariosi della spiga. In termini quantitativi, Terremerse quest anno ha ritirato oltre tonnellate tra frumento tenero e duro. Questo risultato molto positivo è stato raggiunto non solo con l aumento delle superfici investite a cereali a paglia, ma anche grazie al numero di aziende che confermando e rinnovando la loro fiducia, hanno scelto la nostra struttura. Nonostante la forte disomogeneità produttiva negli areali in cui la nostra Cooperativa opera, questo ci ha permesso d incrementare i quantitativi ritirati di circa il 32% rispetto allo scorso anno. In sintesi, anche questa campagna pone una forte discontinuità produttiva legata agli aspetti climatici e ci dimostra come occorre un serio impegno di tutto il mondo produttivo, della ricerca scientifica e delle istituzioni, affinché si possa investire su una ricerca varietale e agronomica che ci permetta di mantenere una produzione qualiquantitativa remunerativa per il cerealicoltore e importante per la nostra economia. Foto di copertina: Mattia Onofri Informativa ai sensi del D.Lgs. 196/03 (Codice della Privacy) I suoi dati personali verranno da noi utilizzati esclusivamente ai fini dell invio del mensile Terremerse - territori e mercati in rete. Il trattamento avverrà tramite strumenti cartacei e informatici e sarà effettuato ai soli fini della spedizione. I dati non saranno diffusi. I suoi diritti sono elencati nell art. 7 del predetto D.Lgs. e, in particolare, le ricordiamo che può: avere conferma, in modo intelligibile e gratuito, dell esistenza o meno dei suoi dati presso di noi; ottenere aggiornamenti, rettifica o integrazione dei dati o loro blocco/cancellazione; opporsi al trattamento per motivi legittimi. Il titolare del trattamento dei dati è Terremerse Soc. Coop., Via Cà del Vento 21, Bagnacavallo (RA). Terremerse territori e mercati in rete - mese di luglio-agosto n.4 Pubblicazione bimestrale della società Terremerse Soc. Coop. Redazione: Giovanni Candolo (Direttore Resp.), Elisa Morigi (Coordinamento) e Pierluigi Papi. Via Cà del Vento, Bagnacavallo (RA) - Aut. Trib. Ra n. 976 del 23 gennaio 1992 Iscrizione Registro Nazionale Stampa n Iscrizione ROC n Progetto grafico: Pagina-Ravenna - Stampa: Galeati Industrie Grafiche-Imola Stampato su carta riciclata 100% Revive Pure Natural offset distribuita da Polyedra

4

5 SAVE DIESEL EVOLVING AGRICULTURE. Notizie dalla cooperativa Rinnovate le certificazioni del Centro Lavorazione Carni Si tratta delle ISO 9001, BRC e IFS. Inoltre, molte referenze sono state inserite nel Prontuario AiC 2012 in quanto senza glutine Il Centro Lavorazione Carni di Terremerse dopo un lungo audit durato due giorni e mezzo da parte dell organismo di certificazione, ha rinnovato (fino a giugno 2013) le certificazioni di cui era in possesso. I processi del Centro Lavorazione Carni sono certificati dalla Norma Europea ISO 9001, mentre i prodotti sono certificati secondo i più avanzati e severi standard di sicurezza alimentare garantiti da BRC e IFS, che rappresentano i più autorevoli riconoscimenti internazionali di sistema e di prodotto. Con queste certificazioni il Centro Lavorazione Carni si può presentare sul mercato della GDO con un ulteriore plus per sviluppare la propria attività anche sul versante estero. Inoltre, numerose referenze a marchio Comacar sono inserite nel Prontuario degli Alimenti AiC 2012, la pubblicazione annuale dell Associazione italiana Celiachia. I prodotti senza glutine, e quindi adatti anche all alimentazione delle persone affette da un'intolleranza permanente al glutine, sono: cotechino, luganega, salame fresco da griglia, salsiccia fresca di suino. Raccolti oltre 11mila euro in favore dei terremotati Deutz-Fahr ttv tour Vieni a provare i nostri trattori a trasmissione continua! Seguendo l invito di Legacoop Nazionale e Legacoop dell Emilia Romagna, Terremerse ha effettuato una raccolta fondi a sostegno delle popolazioni emiliane colpite dal recente terremoto. In totale sono stati devoluti euro Frutto della generosità dei collaboratori di Terremerse e di Pempacorer, della Cooperativa stessa e dei membri del CdA. La somma raccolta sarà destinata a interventi di sostegno alle popolazioni e al sistema cooperativo, nei modi e con le forme che garantiscano certezza di destinazione e rapidità di utilizzo, in base a scelte di priorità condivise tra le parti. terremerse Soc. coop. via cà del vento, 21 / Bagnacavallo ra AGRex D R I V E D E U T Z POWER EFFICIENCY Tappa per I soci e clienti DEUTZ-FAHR LUBRICANTS martedì 4 settembre ore Cab Giulio Bellini Azienda Garusola Filo di Argenta (RA) Evolving agriculture. SDFL _Leaflet_TTV_Tour_2012_A4.indd :17 5 Evolving agriculture.

6 Vorrei un insetticida rapido ed efficace sui Lepidotteri dannosi! Cerco la sicurezza di poter vendere su tutti i mercati! Tranquilli, c è Affirm! Syngenta è uno dei principali attori dell agro-industria mondiale. Il gruppo impiega più di persone in oltre 90 paesi che operano con un unico proposito: sviluppare il potenziale delle piante al servizio della vita. Agrofarmaco autorizzato dal Ministero della Salute, a base di Emamectina benzoato 0,95%. N di registrazione Leggere attentamente le istruzioni. Marchio registrato di una società del Gruppo Syngenta.

7 Filiere Elenco magazzini mais, sorgo, soia e girasole Conferimento prodotti campagna agricola 2012/2013 Provincia di Ferrara Mais Mais Sorgo Soia Girasole Girasole Magazzini Terremerse - Depositi Bio oleico Risone San Giovanni di Ostellato via Cippo Folegatti, 1 tel SI SI SI SI SI SI NO Massa Fiscaglia via del Mare, 14 tel SI SI SI SI SI SI SI Filo via Lodigiana, 39 - tel SI SI SI NO SI SI NO Brazzolo via Ossi, 66 - tel SI SI SI NO NO NO NO Ostellato via Mezzano, 34 - tel SI SI SI NO NO NO NO Jolanda di Savoia via Jolanda Cappellone, 43 cell SI SI SI NO NO NO NO Quartesana via Gualdo, 11 - cell SI SI SI NO NO NO NO Provincia di Ravenna Magazzini Terremerse - Depositi MAIS SORGO SOIA GIRASOLE Ravenna via Classicana, tel SI SI SI NO Santerno via Santerno Ammonite, tel SI SI NO NO Sant Alberto via O. Guerrini, tel SI SI SI NO ISA - Villanova di RA via Villanova, 58 - tel SI SI SI SI Magazzini Terremerse: i produttori devono accordarsi con i tecnici Terremerse di riferimento per definire la data di consegna del mais e consentire un afflusso organizzato, in quanto il mais deve essere tassativamente essiccato entro 48 ore dalla raccolta. Provincia di Ravenna Magazzini C.A.P. Ravenna - Depositi MAIS SORGO Alfonsine via Reale, tel SI SI Bagnara di Romagna via Gramsci, 7 - tel NO SI Bizzuno di Lugo via Quarantola, 44 - tel SI SI Cervia - Montaletto via del Lavoro, 35 - tel NO SI Conselice via Selice, km 9 S.P tel cell SI SI Faenza via Soldata, 1 - tel SI SI Longastrino via Trotta, 2a - tel SI SI Roncalceci via dell'arrotino, 4 - tel NO SI Russi - Godo ex SS 253 innesto via Germana - tel SI SI S. Pietro in Campiano via del Sale, 86c - tel SI SI Voltana via Bentivoglio, 19 - tel SI SI Magazzini C.A.P. Ravenna: i produttori Terremerse devono prenotare con anticipo la consegna del mais nei centri del C.A.P. Ravenna. 7

8 Filiere Sempre più verso un'irrigazione di precisione Alcune tecniche e attrezzature per un'irrigazione efficace su mais: sistemi Pivot e Laterali, strumenti per il monitoraggio dell'umidità del suolo, fertirrigazione di Andrea Morelli - Responsabile settore irrigazione Nella pianificazione ed esecuzione degli interventi irrigui oggi alle azienda agricole è chiesta una sempre maggiore attenzione sia nell'ottica di un uso razionale della risorsa idrica sia dell'abbattimento dei costi di esercizio. È ormai risaputo che per un'irrigazione efficace è necessario impiegare attrezzature ad alto rendimento irriguo e conoscere il consumo idrico delle colture. Con l'obiettivo di individuare le tecniche e le attrezzature che permettano un corretto utilizzo dei volumi di irrigazione, proprio in questi mesi Terremerse, all'azienda Monzardo di Codigoro, sta verificando l'impiego combinato di attrezzature per l'irrigazione quali Pivot e strumenti per il monitoraggio dell'umidità del suolo. L'azienda Monzardo utilizza da anni, per l'irrigazione di parte dei terreni aziendali, sistemi Lateral Move della ditta Marchetti di Este (Pd), con la quale Terremerse ha stretto una collaborazione per la fornitura alla sua clientela di sistemi Pivot e Laterali. Nello specifico l'osservazione sta avvenendo su una sessantina di ettari coltivati a mais - in uno dei blocchi dell'azienda delle dimensioni di circa 150 ettari - che si sviluppa lungo la strada denominata Località per le Venezie nel comune di Codigoro, irrigati quasi interamente con un sistema laterale pivotante con pesca da canale (foto 1) delle dimensioni di 496 mt con l'impiego di strumentazione per il monitoraggio dell'umidità del suolo (foto 2). L'alta efficienza irrigua per tale sistema d'irrigazione è da imputare principalmente alla natura degli aspersori e al loro posizionamento rispetto all'altezza della coltura (foto 3). La tipologia d'irrigatori presenti formano una goccia di dimensioni tali da minimizzare l'effetto della vaporizzazione e aumentare l'uniformità di distribuzione. Le calate avvicinano l'irrigatore al terreno e alla coltura diminuendo l'effetto di deriva del vento. La combinazione di tecnica costruttiva degli irrigatori e il loro posizionamento sulla macchina, avvicinano il rendimento irriguo degli impianti Pivot e Lateral Move di poco superiore al 90%. Ciò significa che meno di 10 litri su 100 possono essere persi durante un'irrigazione, a confronto di 30 o 40 litri rispetto ad altri sistemi di irrigazione ad aspersione. Per la gestione degli interventi irrigui è stata collocata una centralina per il monitoraggio dell'umidità del suolo (foto 4) fornita dalla ditta Agricultural Support, partner di Terremerse, fornitrice di attrezzature e servizi per l'agricoltura di Precisione. Tale centralina è stata collocata all'interno dei 60 ettari a mais per monitorare l'umidità del terreno a due diverse profondità con l'impiego di altrettanti sensori posti a -20 cm e -30 cm rispetto il livello del terreno. I dati registrati dalla centralina sono inviati con apposito modem dati a un server che ne permette la visualizzazione da qualsiasi pc dotato di connessione a internet (foto 5). foto 1 - Sistema laterale pivotante (Lateral Move) con pesca da canale foto 2 - In rosso i confini aziendali, in blu il persorso del Lateral Move, in viola il posizionamento della sonda 8

9 Filiere foto 3 - Aspersori e calate foto 4 - Centralina e sensori per il monitoraggio dell'umidità del suolo Da circa metà maggio sono iniziati gli interventi irrigui eseguiti tenendo conto dei parametri idrologici del terreno (capacità di campo e punto di appassimento) in relazione ai dati d'umidità letti dai sensori. Gli obiettivi che Terremerse si prefigge dall'osservazione dell'utilizzo delle attrezzature descritte, è quello di valutare la produzione a fine stagione del mais in riferimento alla media della zona fatte le dovute considerazioni. Sullo stesso impianto d'irrigazione su una parcella di 20 ettari, dei 60 a mais irriguo, l'azienda Monzardo si è resa disponibile nel praticare la fertirrigazione iniettando concimi liquidi all'interno del sistema Lateral Move durante le irrigazioni. Sulla base di un'analisi dei livelli degli elementi nutritivi presenti nel terreno, i tecnici di Terremerse hanno provveduto a elaborare un piano di concimazione usando concimi adatti all'impiego in fertirrigazione. Terremerse ha poi provveduto a fornire l'attrezzatura idonea all'iniezione dei concimi (foto 6) che è costituita da una cisterna da 1 mc per contenere l'iniettato, da una pompa di iniezione e da un motore che tiene in movimento delle pale che coadiuvano la miscelazione. Nel caso della parcella concimata con fertirrigazione, la valutazione di eventuali diverse rese sarà valutabile foto 6 - Sistema per la fertirrigazione all'interno dello stesso appezzamento, visto che solo su 20 dei 60 ha sono stati usati concimi disciolti nell'acqua d'irrigazione. All'interno dell'appezzamento dell'azienda Monzardo la produzione di mais sarà dapprima registrata con i più recenti sistemi di analisi delle produzioni montati sulla macchina della trebbiatura e poi analizzata ed elaborata da Agricultural Support per produrre una mappa di produzione aziendale (foto7), ovvero una planimetria degli appezzamenti a mais nella quale si evidenziano le qualità delle prodizioni e le aree dove si sono manifestate. La mappa di produzione è uno strumento indispensabile per generare la mappa di prescrizione, cioè una planimetria nella quale si evidenziano eventuali differenze nell'adozione degli interventi agronomici, in particolar modo quelli di concimazione, per la successiva annata agraria. Nelle prossime edizioni della rivista verranno comunicati e mostradi i dati di produzione del mais raccolto all'azienda Monzardo. foto 5 - Grafico dell'andamento dell'umidità del suolo foto 7 - Esempio di mappa di produzione 9

10 PRODOTTI COMPLEMENTARI OXYCLEAN Ossigenante, disincrostante, decalcificante ed antialga amantiene PULITI GLI IMPIANTI DI FERTIRRIGAZIONE E IDROPONIA aossigena I TERRENI ARGILLOSI E COMPATTI E L ACQUA DEGLI IMPIANTI IDROPONICI afavorisce LO SVILUPPO RADICALE acontribuisce A RIDURRE LE CARICHE FUNGINE E BATTERICHE

11 Filiere Campagna commerciale kiwi 2011/2012 Terremerse e O.P. Pempacorer fanno il punto dell annata di Egidio Mordenti - Direttore Ortofrutta La campagna commerciale del Kiwi Hayward si è da poco conclusa. La Cooperativa Terremerse di Bagnacavallo (RA) ritira e commercializza circa Ql. di prodotto in diversi territori, compreso quello di Latina, attraverso l ufficio commerciale della O.P. Pempacorer. Per quanto riguarda la filiera ortofrutticola Terremerse rappresenta: soci in Emilia Romagna, Lazio e Basilicata; ha di colture ortofrutticole; circa Ql. commercializzati per un valore di oltre 40 milioni di Euro. Terremerse è associata alla O.P. Pempacorer che organizza 21 Cooperative Ortofrutticole (fra le quali un industria di trasformazione) situate in Emilia Romagna e nel Lazio. La O.P. Pempacorer controlla Ql. di ortofrutta per un valore commercializzato di 170 milioni di Euro. Commento a consuntivo della campagna commerciale kiwi da parte dell ufficio commerciale dell O.P. Pempacorer La produzione totale di kiwi per il 2011 in Italia prevedeva tonnellate, +16% sul deficitario 2010 e poco superiore alla media (+3%). La qualità del prodotto in raccolta (brix e sostanza secca) e la conservabilità è risultata superiore agli anni precedenti; purtroppo il peso dei frutti e di conseguenza il calibro sono risultati, invece, decisamente inferiori alla media delle ultime campagne. La grande quantità di prodotto raccolto, la forte presenza di calibri medio piccoli e la persistenza del Kiwi Neozelandese fino a tutto dicembre, ha depresso la commercializzazione di fine anno. Da gennaio 2012 i consumi di kiwi in tutto il mondo si sono ripresi facendo recuperare i volumi di vendita. Purtroppo i prezzi di vendita, e di conseguenza le liquidazioni al produttore, sono risultati inferiori alle aspettative: il mercato ha riscontrato non poche complicazioni ad assorbire il kiwi di calibro medio-piccolo, mentre i calibri grossi 105 g/oltre sono terminati in fretta e con prezzi sufficienti. Il continuo afflusso sul mercato di prodotto sottomisura ha mantenuto un prezzo generale molto depresso, andando a incidere anche sulle quotazioni dei calibri superiori. In futuro occorre trovare altre soluzioni al prodotto piccolo sotto i 70 grammi, evitare di immetterlo sui canali commerciali creando confusione e complicazioni negative sugli altri calibri, ma soprattutto intervenire con buone pratiche colturali per ottenere calibri conformi alle richieste dei consumatori. IL DRENAGGIO La moderna tecnologia per l agricoltura e l ambiente Progettazione ed esecuzione di impianti Subirrigazione e irrigazione Campi Sportivi Fornitura di posa e materiale: - Tubi in PVC da drenaggio - Tubi rivestiti in fibra di cocco - Raccordi x tubi da drenaggio 11 Per un preventivo personalizzato e per qualsiasi informazione contattare Andrea Morelli

12 Filiere Conoscere il suolo Il catalogo dei tipi di suolo della pianura emiliano romagnola per una gestione sostenibile dell'agro-ambiente di Carla Scotti - I.TER Il suolo è una risorsa naturale che interagisce con l azione dell uomo e con altri fattori ambientali, come il clima, il substrato geologico, la vegetazione, la conformazione del rilievo, la dinamica idrologica. Diverse sono le funzioni della risorsa suolo : sostiene le produzioni agro-forestali, supporta le infrastrutture insediative, svolge un ruolo importante nella regimazione del ciclo idrologico e dell equilibrio ambientale e può proteggere le acque da inquinanti di tipo diffuso. È indispensabile, nell ottica di una gestione sostenibile dell agro-ambiente, conoscere approfonditamente il suolo nelle sue proprietà e nella sua diffusione geografica per poterlo utilizzare al meglio delle sue potenzialità salvaguardandone al contempo il valore originario. Il Catalogo dei tipi di suolo della pianura emiliano romagnola è presente all interno del portale Ermesagricoltura ed è lo strumento primario d'informazioni sul suolo della Regione Emilia-Romagna a beneficio di varie categorie di utenti, prevalentemente tecnici operanti nel settore agricolo. Per raggiungere la pagina iniziale (home page) del Catalogo dei suoli della pianura emiliano romagnola è possibile digitare: www. ermesagricoltura.it cercando Catalogo suoli nel motore di ricerca del portale; oppure La carta dei suoli, mappa interattiva consultabile al suo interno, fornisce le informazioni utili per valutare i suoli, verificare eventuali problemi d'uso, stimarne le qualità e le vulnerabilità, le limitazioni e le attitudini a utilizzazioni alternative. Per consultare il Catalogo e verificare in quale unità cartografica di suoli ricade l appezzamento, è necessario localizzare l azienda in riferimento alla carta dei suoli disponibile, verificare in quale unità cartografica essa ricade e quali suoli sono definiti appartenenti all'unità stessa. Ciascun suolo descritto viene identificato con un nome, che si riferisce al nome della località in cui è stato rilevato la prima volta. Ad esempio il suolo Medicina si riferisce al tipo di terreno con caratteri specifici, che è stato rilevato in prossimità del paese omonimo della pianura bolognese. Ogni tipo di suolo è descritto tramite schede monografiche che riportano anche consigli per la conduzione agronomica (modalità di lavorazione e sistemazione idonei, concimazione e irrigazione) e alcune considerazioni sulla scelta delle colture agrarie e forestali che crescono e si sviluppano meglio in quel tipo di suolo. Questi consigli sono il risultato del lavoro interdisciplinare di esperti pedologi, agronomi e forestali che hanno discusso in campo le qualità agronomiche dei suoli e le considerazioni sulla loro conduzione; essi vanno comunque utilizzati come una serie di valutazioni orientative che possono essere integrate, arricchite e precisate nel tempo, in relazione alle indicazioni eventualmente provenienti dalle prove sperimentali e dalle segnalazioni dei tecnici competenti. È possibile consultare la Carta dei suoli presente nel Catalogo ed eseguire il riconoscimento dell appezzamento anche tramite il collegamento definito Vista da Google Earth. È però indispensabile avere prima scaricato da internet sul proprio computer Google Earth. Appare cosi l immagine aerea della terra localizzata sulla stessa zona dove è localizzata la schermata della carta del Catalogo dei suoli. Il collegamento a Google Earth si può ottenere in qualsiasi zoomata della carta del Catalogo. È inoltre possibile collegandosi al sito www. regione.emilia-romagna.it/cartpedo consultare la carta dei suoli della Regione Emilia-Romagna direttamente collegata a Google Earth. Essa infatti visualizza l immagine aerea del territorio regionale della pianura emiliano romagnola su cui, con il colore giallo, sono riportate le Unità Cartografiche della Carta dei suoli in scala 1: Le informazioni del Catalogo dei suoli a supporto della definizione dei piani di concimazione. Il "Catalogo dei suoli della pianura emiliano romagnola" è un importante riferimento per i tecnici che assistono le aziende agricole nei piani di concimazione e per gli agricoltori stessi. L utilizzo della sezione dei dati analisi terreni richiede l individuazione dell appezzamento sulla cartografia del Catalogo e poi il riconoscimento del suolo presente tramite un percorso 12

13 Filiere Le variazioni di colore diagnosticano fenomeni di ristagno idrico Orizzonte caratterizzato da accumolo di carbonato di calcio guidato. Seguendo tale percorso è possibile ottenere, infatti, informazioni sui diversi parametri chimico-fisici derivanti da opportune elaborazioni geostatistiche degli oltre dati di analisi dei terreni disponibili nel territorio di pianura dell Emilia Romagna. È possibile, pertanto, conoscere il contenuto di calcare attivo medio presente nel comprensorio in cui ricade la propria azienda, oppure reperire i dati (quali tessitura argilla, sabbia, sostanza organica, calcare totale, N, P205 e K20) finalizzati all applicazione del piano di concimazione, come previsto nei Disciplinari di Produzione Integrata. Uno studio di I.TER, cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna e dai principali produttori di frutta, ha predisposto ulteriori confronti dei dati chimico-fisici forniti dal Catalogo dei suoli, con dati provenenti da analisi in laboratorio di campioni composti prelevati in campo. I risultati ottenuti in 50 appezzamenti frutticoli sono incoraggianti, anche in base alle dosi di concime suggerite applicando i due tipi di dati (da Catalogo e da laboratorio) nel piano di fertilizzazione. In particolare lo studio del discostamento tra i due tipi di dato in merito all apporto ammesso di N, ha dato un riscontro tendenzialmente buono, reputato tale anche dai referenti degli organismi produttivi che hanno partecipato al progetto. Ancor più soddisfacente appare la corrispondenza, sempre tra i due tipi di dato, della dose consigliata del fosforo, mentre per il potassio i risultati della ricerca hanno evidenziato una certa variabilità per cui si è attivato un miglioramento della fonte dati. Il Catalogo dei suoli per la pericoltura e per la peschicoltura. La consultazione del Catalogo dei suoli della pianura emiliano romagnola" consente anche di apprendere le caratteristiche che influenzano la coltivazione del pero e del pesco. Infatti, nella sezione Carte applicative si possono consultare mappe interattive che rappresentano le potenzialità di crescita dei principali portinnesti del pero con tre classi d intensità delle limitazioni. Tali carte derivano dallo scambio d'informazioni e dal confronto tra esperti, pedologi, tecnici delle strutture produttive e ricercatori e dall applicazione di uno schema di valutazione condiviso. Distribuzione punti Banca dati analisichimico-fisiche disponibili nel Catalogo dei suoli della pianura emiliano romagnola. La disponibilità in Emilia Romagna delle informazioni e dei dati pedologici consente quindi la conoscenza geografica dei caratteri del suolo contribuendo a favorire una gestione agro-ambientale del territorio e a facilitare la scelta delle tecniche agronomiche maggiormente idonee alle finalità aziendali. Banca dati suolo RER Province Dati provenienti Dati L.R.28/98 dai tecnici I.TER Area pianura provincia (ha) Punti ogni 100 ha (pianura) PC ,32 PR ,27 RE ,31 MO ,42 BO ,06 FE ,55 FC ,61 RA ,56 RN ,89 Totale ,

14

15 Promozioni Macchine Agricole IVA IVA Trattrice John Dear 7930 Doppia trazione, cabina sospesa, ponte sospeso. Trattrice New Holland TL 70 Anno Doppia trazione. Cabina, aria condizionata. Cambio meccanico ore IVA IVA Irroratore semovente Barigeni 2 Ruote motrici. Barra 18 metri, manica aria, computer. Irroratore Gambetti Barre mod. Export 2000 Barra 16 metri. Computer Muller. Mixer IVA IVA Aratro Evt 20SR Trivomere, soprali, ruote di profondità. Erpice rotante Lely 3 metri. Rullo packer. Info e altre promozioni - Responsabile Commerciale M. Iraci - cell / Comm.le area Ravenna M. Pinardi - cell Comm.le area Ravenna M. Montevecchi (2 Emme S.r.l.) - cell / Comm.le area Ferrara V. Accorsi - cell Sede Amministrativa, Punto Vendita: via Cà del Vento, Bagnacavallo - tel Punto Vendita: via Prov.le per Ferrara, Portomaggiore - tel Magazzino Ricambi Agricoli via Grecale, Bagnacavallo Responsabile: Marco Claudi cell

Frumento: quanto azoto serve per produrre granella e proteine

Frumento: quanto azoto serve per produrre granella e proteine FERTILIZZAZIONE RISULTATI DI UNA SPERIMENTAZIONE BIENNALE SU 4 VARIETÀ Frumento: quanto azoto serve per produrre granella e proteine L azoto è fondamentale per arrivare a rese soddisfacenti nei frumenti

Dettagli

Allegato C al Decreto n. 50 del 11.05.2012 pag. 1/40

Allegato C al Decreto n. 50 del 11.05.2012 pag. 1/40 giunta regionale Allegato C al Decreto n. 50 del 11.05.2012 pag. 1/40 PSR - REGIONE DEL VENETO. MISURA 214/i AZIONE 3 (alternativa 1, 2 e 2bis) PER GLI IMPEGNI DI Riduzione del 25% dei volumi irrigui per

Dettagli

I prodotti Ilsa aumentano la resa e il valore del tuo frumento

I prodotti Ilsa aumentano la resa e il valore del tuo frumento dossier FRUMENTO 2 I prodotti Ilsa aumentano la resa e il valore del tuo frumento Aumentare la resa del frumento, e contemporaneamente anche la qualità, è possibile solo con una concimazione azotata continua

Dettagli

Risparmio idrico. Luca Barbero Sett. Provinciale Agricoltura

Risparmio idrico. Luca Barbero Sett. Provinciale Agricoltura Luca Barbero Sett. Provinciale Agricoltura Perché risparmiare acqua in agricoltura? Non è un bene infinito Riduzione riserva terrestre acqua dolce Scioglimento dei ghiacci competizione utilizzatori (aumento

Dettagli

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE

DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE COMMISSIONE EUROPEA DECISIONE DI ESECUZIONE DELLA COMMISSIONE che concede una deroga richiesta dall Italia con riguardo alle regioni Emilia - Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto a norma della direttiva

Dettagli

Numero nove 7 marzo 2014

Numero nove 7 marzo 2014 Numero nove 7 marzo 2014 La situazione dei mercati mondiali dei cereali - prospettive 4 marzo 2014 Powered by Aretè s.r.l. In questo numero Mercati: le quotazioni nazionali dei principali prodotti agricoli

Dettagli

Aspetti quantitativi e qualitativi della produzione di frumento duro in Campania. Annata agraria 2009-2010

Aspetti quantitativi e qualitativi della produzione di frumento duro in Campania. Annata agraria 2009-2010 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II AZIENDA AGRARIA TORRE LAMA Via G. Fortunato, 3 84092 BELLIZZI ITALY Tel/Fax.: +39 089 51110 Convenzione tra Pastificio Lucio Garofalo e Azienda Torre Lama Aspetti

Dettagli

AGRONIX, software on-line per i piani di fertilizzazione

AGRONIX, software on-line per i piani di fertilizzazione AGRONIX, software on-line per i piani di fertilizzazione Introduzione Megna A. Spada V. Manzini V. A.D.M. srl Agricultural Data Management Via Cairoli, 71 97100 RAGUSA (RG) Italy info@agronix.com adm@adm.it

Dettagli

Verifica di diverse strategie di fertirrigazione biologica sulla CV Pink Lady

Verifica di diverse strategie di fertirrigazione biologica sulla CV Pink Lady Verifica di diverse strategie di fertirrigazione biologica sulla CV Pink Lady Pinna Massimo ( ) -Gamba Ursula ( ) -Spagnolo Sandra ( ) ( ) CRAB-Centro di Riferimento per l Agricoltura Biologica della Provincia

Dettagli

Acqua = Oro blu. Save the water

Acqua = Oro blu. Save the water Save the water seconda edizione Acqua = Oro blu Nel 2050 si prevede che la popolazione mondiale raggiungerà i 9 miliardi di persone, aumentando vertiginosamente la domanda complessiva di risorse naturali.

Dettagli

Manuale Utente per le aziende

Manuale Utente per le aziende Pilotaggio dell'irrigazione a Scala Aziendale e Consortile Assistito da Satellite-IRRISAT PSR Campania 2007/2013 MISURA 124 Manuale Utente per le aziende www.irrisat.it progetto realizzato con il co-finanziamento

Dettagli

PROGRAMMA MANUTENZIONE GIARDINO

PROGRAMMA MANUTENZIONE GIARDINO Operazioni PREPARAZIONE DEL TERRENO Il terreno ideale da giardino è quello con tessitura argillosa-sabbiosa, friabile. Se il terreno dovesse essere pesante e compatto bisognerà correggerlo incorporando

Dettagli

sintesi delle attività del Centro

sintesi delle attività del Centro sintesi delle attività del Centro Previsioni meteorologiche Monitoraggio agro-idro-meteorologico Gestione allerte meteorologiche Agrometeorologia Biometeorologia Climatologia Realizzazione e diffusione

Dettagli

Bollettino agrometeorologico mensile novembre 2008

Bollettino agrometeorologico mensile novembre 2008 Bollettino agrometeorologico mensile novembre 2008 H2O - Deficit totale (mm) -200-150 -100-50 0 50 100 Situazione dei terreni rispetto alla condizione di Capacità di Campo Precipitazioni intense a fine

Dettagli

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO FABRIANO 06 MAGGIO 2014 1 Fig 1 Intervento di semina su sodo con

Dettagli

Irrigazione per ASPERSIONE

Irrigazione per ASPERSIONE RISPARMIO IDRICO / METODI E SISTEMI IRRIGUI Irrigazione per ASPERSIONE La sollecitazione ad un uso più parsimonioso e corretto dell acqua vede nella sostituzione dei metodi scarsamente efficienti, con

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

Ideotipo ed epoca di raccolta per il sorgo da biomassa

Ideotipo ed epoca di raccolta per il sorgo da biomassa I risultati delle prove condotte in 1 raccolto nell ambito del progetto Quale_Sorgo di Paolo Mantovi, Roberto Davolio, Alessandra Immovilli Fondazione Crpa Studi Ricerche Ideotipo ed epoca di raccolta

Dettagli

Scopo della concimazione è

Scopo della concimazione è PECIALE S DOSI, TIPOLOGIE DI CONCIMI E MODALITÀ DI SOMMINISTRAZIONE La concimazione azotata ideale dipende dall obiettivo produttivo È solo dopo aver definito quantità e qualità della produzione da ottenere

Dettagli

evoluzione del sistema-base in varianti wireless per applicazioni di serra e pien aria. Parte seconda - Dal monitoraggio alla gestione.

evoluzione del sistema-base in varianti wireless per applicazioni di serra e pien aria. Parte seconda - Dal monitoraggio alla gestione. Automazione con sonde X-DR: X evoluzione del sistema-base in varianti wireless per applicazioni di serra e pien aria. Parte seconda - Dal monitoraggio alla gestione. E. Farina, F.Di Battista Unità di ricerca

Dettagli

IRRIMET. Manuale d Uso. Previsioni meteo e gestione dell irrigazione in un click. Gestire l irrigazione non è mai stato così facile!

IRRIMET. Manuale d Uso. Previsioni meteo e gestione dell irrigazione in un click. Gestire l irrigazione non è mai stato così facile! Previsioni meteo e gestione dell irrigazione in un click IRRIMET Gestire l irrigazione non è mai stato così facile! Il primo sistema che fornisce in tempo reale mappe dell irrigazione e previsioni meteo

Dettagli

LA POTATURA DEGLI ALBERI DA FRUTTO E LA DIFESA DALLE PRINCIPALI AVVERSITA

LA POTATURA DEGLI ALBERI DA FRUTTO E LA DIFESA DALLE PRINCIPALI AVVERSITA CORSO DI FRUTTICOLTURA LA POTATURA DEGLI ALBERI DA FRUTTO E LA DIFESA DALLE PRINCIPALI AVVERSITA Lezione 1- L albero da frutto: elementi di anatomia e fisiologia vegetale (dr. Giulio RE) Le funzioni vitali

Dettagli

CAL FERT 1.2 Calcolatore del piano di concimazione delle colture ortive di pieno campo

CAL FERT 1.2 Calcolatore del piano di concimazione delle colture ortive di pieno campo Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Conferenza delle regioni e delle provincie Autonome Regione Siciliana Assessorato Agricoltura e Foreste CAL FERT 1.2 Calcolatore del piano di concimazione

Dettagli

Risultati della Ricerca

Risultati della Ricerca Risultati della Ricerca Titolo Mappe di conducibilità elettrica Descrizione estesa del risultato Le mappe ottenute con il cokriging per le variabili di induzione elettromagnetica (EMI) sembrano rivelare

Dettagli

IRRIGAZIONE. Diffusione di portinnesti deboli, Infittimento sesti d impianto, Nuove tecniche irrigue

IRRIGAZIONE. Diffusione di portinnesti deboli, Infittimento sesti d impianto, Nuove tecniche irrigue IRRIGAZIONE Nei nuovi impianti fin dall inizio si installa l impianto d irrigazione. In passato l irrigazione era riservata agli agrumi e specie coltivate in zone siccitose. Motivi dello sviluppo dell

Dettagli

Piano Sementiero Nazionale per l Agricoltura Biologica

Piano Sementiero Nazionale per l Agricoltura Biologica Piano Sementiero Nazionale per l Agricoltura Biologica Presentazione dei risultati del secondo biennio di attività Linee guida e disciplinari per la produzione di sementi biologiche D.ssa Alessandra Sommovigo

Dettagli

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI Anno 2006/2007 A cura dell ufficio Agronomico Italpollina Spa OBIETTIVO

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO DTP 02 DISCIPLINARE PER LA PREVENZIONE DI MICOTOSSINE (AFLATOSSINA B1) SU MAIS

DOCUMENTO TECNICO DTP 02 DISCIPLINARE PER LA PREVENZIONE DI MICOTOSSINE (AFLATOSSINA B1) SU MAIS Pag. 1 di 7 DOCUMENTO TECNICO DISCIPLINARE PER LA PREVENZIONE DI MICOTOSSINE (AFLATOSSINA B1) SU MAIS CCPB SRL 40126 Bologna Italy Via J. Barozzi, 8 tel. 051/6089811 fax 051/254842 www.ccpb.it ccpb@ccpb.it

Dettagli

ERBAI E SORGHI DA SFALCIO, INSILATO E GRANELLA SEMINE PRIMAVERILI ESTIVE 2014

ERBAI E SORGHI DA SFALCIO, INSILATO E GRANELLA SEMINE PRIMAVERILI ESTIVE 2014 ERBAI E SORGHI DA SFALCIO, INSILATO E GRANELLA SEMINE PRIMAVERILI ESTIVE 2014 TECNOZOO, AL FIANCO DEGLI ALLEVATORI DAL SEME AL PRODOTTO FINITO! SOMMARIO SORGO IBRIDO DA SFALCIO KARIM Pag 4 SORGO GENTILE

Dettagli

Il frumento, ottimo foraggio per le nostre vacche

Il frumento, ottimo foraggio per le nostre vacche 15 DIVERSE TIPOLOGIE DI FORAGGIO CONFRONTATE DA TECNICI SATA Il frumento, ottimo foraggio per le nostre vacche di Marco Bellini, Enea Guidorzi del frumento in campo zootecnico da sempre riveste un importanza

Dettagli

Minimizzare la presenza di micotossine nella granella

Minimizzare la presenza di micotossine nella granella n. 14/2013 [ SPECIALE DIFESA MAIS ] Terra e Vita 45 Minimizzare la presenza di micotossine nella granella [ DI RICCARDO BUGIANI ] Le strategie agronomiche, il possibile contributo dei bio control agents

Dettagli

Base di partenza e obiettivi di questa presentazione

Base di partenza e obiettivi di questa presentazione La fertilizzazione con effluenti organici da fermentazione anaerobica: proposta metodologica a scala comprensoriale Luca Bechini, Pietro Marino, Fabrizio Mazzetto * e Tommaso Maggiore luca.bechini@unimi.it

Dettagli

Laurea in Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali

Laurea in Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali FACOLTA DI AGRARIA Laurea in Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali Corso di Agronomia e Sistemi foraggeri Modulo di Sistemi foraggeri ESERCITAZIONE - QUESTIONARIO n. 2 Nome e cognome... n. di matricola.

Dettagli

Regione Siciliana Assessorato Risorse Agricole e Alimentari Dipartimento Interventi Infrastrutturali per l Agricoltura

Regione Siciliana Assessorato Risorse Agricole e Alimentari Dipartimento Interventi Infrastrutturali per l Agricoltura Regione Siciliana Assessorato Risorse Agricole e Alimentari Dipartimento Interventi Infrastrutturali per l Agricoltura 1 Regione Siciliana Assessorato Risorse Agricole e Alimentari Dipartimento Interventi

Dettagli

Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura. melo, pero, kiwi. schede colturali - volume 4

Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura. melo, pero, kiwi. schede colturali - volume 4 Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura melo, pero, kiwi schede colturali - volume 4 I prodotti che AGM fabbrica con destinazione speciale per frutteti, sono stati testati

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI PRODUZIONE, TERRITORIO, AGROENERGIA LA PIOGGIA.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI PRODUZIONE, TERRITORIO, AGROENERGIA LA PIOGGIA. DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI PRODUZIONE, TERRITORIO, AGROENERGIA LA PIOGGIA Marco Acutis Corso di studi in Produzione e Protezione delle Piante e dei Sistemi del Verde L acqua Fondamentale

Dettagli

STATISTICHE AGRONOMICHE DI SUPERFICIE, RESA E PRODUZIONE

STATISTICHE AGRONOMICHE DI SUPERFICIE, RESA E PRODUZIONE Dipartimento delle politiche competitive del mondo rurale e della qualità Direzione generale della competitività per lo sviluppo rurale STATISTICHE AGRONOMICHE DI SUPERFICIE, RESA E PRODUZIONE Bollettino

Dettagli

Un integrata e sinergica offerta di prodotti per la manutenzione dei sistemi di irrigazione/fertirrigazione

Un integrata e sinergica offerta di prodotti per la manutenzione dei sistemi di irrigazione/fertirrigazione Un integrata e sinergica offerta di prodotti per la manutenzione dei sistemi di irrigazione/fertirrigazione Noi riteniamo che sia necessario offrire una specifica offerta di prodotti speclialistici per

Dettagli

Rapporto quindicinale sulla situazione dei mercati nazionali Riferimento dal 5 al 16 maggio 2014 20 maggio 2014. Numero venti 23 maggio 2014

Rapporto quindicinale sulla situazione dei mercati nazionali Riferimento dal 5 al 16 maggio 2014 20 maggio 2014. Numero venti 23 maggio 2014 Numero venti 23 maggio 2014 In questo numero Mercati: le quotazioni nazionali dei principali prodotti agricoli - pag. 1 Colza: indicazioni relative alla fase di raccolta - pagg. 2/3 Unionzucchero/CGBI:

Dettagli

Mais: impianto e tecnica colturale

Mais: impianto e tecnica colturale Mais: impianto e tecnica colturale Modulo di sistemi foraggeri Andrea Onofri Perugia, A.A. 2009-2010 1 Contenuti Contents 1 Tipologie di ibridi 1 2 Impianto 3 3 Fertilizzazione 4 4 Cure colturali 4 5 Raccolta

Dettagli

Introduzione semplice veloce flessibile sicuro completo

Introduzione semplice veloce flessibile sicuro completo Manuale di utilizzo Introduzione Quaderno di Campagna è il Software on line per la gestione delle varie fasi di produzione della tua azienda agricola: dalla definizione degli appezzamenti (con geolocalizzazione),

Dettagli

si comporta come perenne grazie alla sua propagazione attraverso i tuberi

si comporta come perenne grazie alla sua propagazione attraverso i tuberi LA PATATA Famiglia delle solanacee Genere solanum Pianta erbacea coltivata come annuale ma che in natura si comporta come perenne grazie alla sua propagazione attraverso i tuberi I fiori sono riuniti a

Dettagli

Salinità delle acque. Ecw: conducibilità elettrica dell acqua. Unità di misura: 1 mmho/cm = 1 ds/m = 0,1s/m = 100 ms/m = 1ms/cm = 1000 μs/cm

Salinità delle acque. Ecw: conducibilità elettrica dell acqua. Unità di misura: 1 mmho/cm = 1 ds/m = 0,1s/m = 100 ms/m = 1ms/cm = 1000 μs/cm Salinità delle acque Ecw: conducibilità elettrica dell acqua Unità di misura: 1 mmho/cm = 1 ds/m = 0,1s/m = 100 ms/m = 1ms/cm = 1000 μs/cm Limiti di accettabilità per la salinità delle acque secondo la

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna Assessorato dell Agricoltura e Riforma Agro-Pastorale. Irrigare

Regione Autonoma della Sardegna Assessorato dell Agricoltura e Riforma Agro-Pastorale. Irrigare SERVIZIO AGROMETEOROLOGICO REGIONALE PER LA SARDEGNA Regione Autonoma della Sardegna Assessorato dell Agricoltura e Riforma Agro-Pastorale Irrigare Opuscolo divulgativo per l ottimizzazione della pratica

Dettagli

Utilizzo della APP IrriframeVoice. Versione 1.0 maggio 2015

Utilizzo della APP IrriframeVoice. Versione 1.0 maggio 2015 Utilizzo della APP IrriframeVoice Versione 1.0 maggio 2015 0.0 Installazione Sul telefono o sul tablet andare sullo store delle applicazioni per scaricare la APP A seconda del sistema operativo del telefono

Dettagli

Tabella 1 - Superfici investite a colza (ha) in Italia anni 2006-2009 (dati ISTAT)

Tabella 1 - Superfici investite a colza (ha) in Italia anni 2006-2009 (dati ISTAT) colture energetiche colza Confronto varietale 21 Negli ultimi anni in Italia e in Veneto si è osservata una progressiva diffusione della coltivazione di colza. A livello nazionale, infatti, le superfici

Dettagli

CALCIOCIANAMIDE. COMPOSIZIONE CONCIME CE AZOTO (N) totale 19,8% di cui nitrico 1,5% OSSIDO DI CALCIO (CaO) 50% CONFEZIONI:

CALCIOCIANAMIDE. COMPOSIZIONE CONCIME CE AZOTO (N) totale 19,8% di cui nitrico 1,5% OSSIDO DI CALCIO (CaO) 50% CONFEZIONI: CALCIOCIANAMIDE NITRATA GRANULARE È un prodotto microgranulare azotato ideale per ogni coltura orticola, frutticola e floricola; particolarmente indicata per terreni a ph acido svolge un azione fertilizzante

Dettagli

DEFINIZIONE DEGLI SCENARI APPLICATIVI DELLA PIATTAFORMA OMNIAFARM

DEFINIZIONE DEGLI SCENARI APPLICATIVI DELLA PIATTAFORMA OMNIAFARM DEFINIZIONE DEGLI SCENARI APPLICATIVI DELLA PIATTAFORMA OMNIAFARM Omniafarm è un software per la gestione integrata dell azienda agricola, composto dai seguenti moduli, realizzati o che verranno sviluppati

Dettagli

Dott. Fabio Cella Agrosistemi s.r.l. Syngen s.r.l.

Dott. Fabio Cella Agrosistemi s.r.l. Syngen s.r.l. Valorizzazione agronomica dei fanghi di depurazione. Il processo di trasformazione in fertilizzanti correttivi da impiegarsi ai fini agronomici secondo la specifiche del D.Lgs 75/2010 Dott. Fabio Cella

Dettagli

LEPRE Il modello di gestione in uso in Emilia-Romagna: presente e prospettive Criticità, elementi di conflitto, fattori limitanti

LEPRE Il modello di gestione in uso in Emilia-Romagna: presente e prospettive Criticità, elementi di conflitto, fattori limitanti LEPRE Il modello di gestione in uso in Emilia-Romagna: presente e prospettive Criticità, elementi di conflitto, fattori limitanti Le ultime due stagioni Il modello gestionale in uso LEPRE E ZRC Provenienza

Dettagli

FT-1000/GPS-N. Sistema di monitoraggio e controllo remoto di parametri fisici

FT-1000/GPS-N. Sistema di monitoraggio e controllo remoto di parametri fisici FT-1000/GPS-N Sistema di monitoraggio e controllo remoto di parametri fisici Localizzazione di automezzi durante il trasporto con l invio dei valori di Temperatura, U.R.%, ecc. con relativi allarmi di

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO DI CONTAMINAZIONE DA MICOTOSSINE NEL MAIS

LINEE GUIDA PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO DI CONTAMINAZIONE DA MICOTOSSINE NEL MAIS LINEE GUIDA PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO DI CONTAMINAZIONE DA MICOTOSSINE NEL MAIS Il mais è tra i prodotti vegetali più soggetti alla contaminazione da parte delle micotossine. I principali funghi tossigeni

Dettagli

La gestione dell azoto a diverse scale in un sistema da latte: azienda, stalla, campi

La gestione dell azoto a diverse scale in un sistema da latte: azienda, stalla, campi NITROGEN MANAGEMENT OPTIMISATION Gestione dell azoto in conformità alla Direttiva Nitrati Paolo Mantovi Convegno internazionale Reggio Emilia, 14 set 2007 La gestione dell azoto a diverse scale in un sistema

Dettagli

NORME CHE REGOLANO L ASSICURAZIONE PLURIRISCHIO GRANDINE VENTO ED ECCESSO DI PIOGGIA (Solo Frutta ed Uva)

NORME CHE REGOLANO L ASSICURAZIONE PLURIRISCHIO GRANDINE VENTO ED ECCESSO DI PIOGGIA (Solo Frutta ed Uva) NORME CHE REGOLANO L ASSICURAZIONE PLURIRISCHIO GRANDINE VENTO ED ECCESSO DI PIOGGIA (Solo Frutta ed Uva) 1. OGGETTO DELLA GARANZIA La garanzia riguarda il prodotto relativo ad un solo ciclo produttivo.

Dettagli

SUGAR WORLD 2004 STRUMENTI PER IL MIGLIORAMENTO E IL CONSOLIDAMENTO DELLE RESE IN BIETICOLTURA: ASPETI TECNICO- ECONOMICI DELL IRRIGAZIONE

SUGAR WORLD 2004 STRUMENTI PER IL MIGLIORAMENTO E IL CONSOLIDAMENTO DELLE RESE IN BIETICOLTURA: ASPETI TECNICO- ECONOMICI DELL IRRIGAZIONE SUGAR WORLD 2004 STRUMENTI PER IL MIGLIORAMENTO E IL CONSOLIDAMENTO DELLE RESE IN BIETICOLTURA: ASPETI TECNICO- ECONOMICI DELL IRRIGAZIONE Erman Gabellini, Giovanni Bettini, Giuseppe Ciuffreda Settore

Dettagli

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Questo contenuto ti è offerto da: www.sipcamitalia.it Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificazioni.

Dettagli

In uno scenario di aumento dei costi di beni e servizi

In uno scenario di aumento dei costi di beni e servizi SPERIMENTAZIONE IRRIGUA DI 6 ANNI IN UNA LOCALITÀ IN TOSCANA Costi irrigui a confronto tra pioggia e goccia su pomodoro Dalla prova su sei anni descritta in questo articolo si evidenzia una migliore risposta

Dettagli

Opportunità di commercializzazione e Tecnica di coltivazione dell ASPARAGO in Italia

Opportunità di commercializzazione e Tecnica di coltivazione dell ASPARAGO in Italia Piacenza, 1 dicembre 2009 Opportunità di commercializzazione e Tecnica di coltivazione dell ASPARAGO in Italia Luciano Trentini CSO - Centro Servizi Ortofrutticoli 1 1 LA PRODUZIONE DI ASPARAGO NEI PRINCIPALI

Dettagli

FERTIL - FERTORGANICO

FERTIL - FERTORGANICO FERTIL - FERTORGANICO 2 Fertil e Fertorganico Una buona strategia di concimazione azotata prevede l utilizzo efficiente dell azoto, riducendone le unità apportate per unità di prodotto utile asportato

Dettagli

Riteniamo importante affrontare in questo contributo alcune delle criticità

Riteniamo importante affrontare in questo contributo alcune delle criticità ECONOMIA E TECNICA Suggerimenti per il migliore utilizzo di sistemi esperti per l irrigazione Bartolomeo Dichio* - Giuseppe Montanaro - Cristos Xiloyannis Dip.to delle Culture Europee e del Mediterraneo:

Dettagli

Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione

Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione Dalla natura il carburante pulito: il bioetanolo di seconda generazione Giuseppe Fano Corporate Director, External Relations M&G : Alcuni numeri Azienda chimica multinazionale di proprietà della famiglia

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

COLT COL IVA TIV ZIONE PROFESSIONALE DI PA AZIONE PROFESSIONALE DI P TAT ATATE

COLT COL IVA TIV ZIONE PROFESSIONALE DI PA AZIONE PROFESSIONALE DI P TAT ATATE COLTIVAZIONE PROFESSIONALE DI PATATE Piantagione INDICE Piantagione Letto di semina Struttura del suolo Apporto d umidità Quali sementi usare? Scopo della coltura Densità degli steli Dimensioni del tubero-seme

Dettagli

Risparmio nella fase di utilizzo della risorsa

Risparmio nella fase di utilizzo della risorsa L efficienza nell uso dell acqua potabile Gli interventi possibili nel settore civile Obiettivi PTUA 3 Le misure per la programmazione e l uso delle risorsa idrica a scala regionale dovrà essere finalizzata

Dettagli

ALLEGATO 4 APPLICAZIONE PER LA STIMA DELL EVAPOTRASPIRAZIONE EFFETTIVA DELLE COLTURE

ALLEGATO 4 APPLICAZIONE PER LA STIMA DELL EVAPOTRASPIRAZIONE EFFETTIVA DELLE COLTURE ALLEGATO 4 APPLICAZIONE PER LA STIMA DELL EVAPOTRASPIRAZIONE EFFETTIVA DELLE COLTURE L applicazione realizzata si propone la stima dei consumi idrici delle colture attraverso l integrazioni di più moduli

Dettagli

OCM 2015-2019: Piano Operativo Quinquennale dei Finanziamenti alle Aziende Agricole associate a Patfrut SCA

OCM 2015-2019: Piano Operativo Quinquennale dei Finanziamenti alle Aziende Agricole associate a Patfrut SCA Pag. 1 di 8 OCM 2015-2019: Piano Operativo Quinquennale dei Finanziamenti alle Aziende Agricole associate a Patfrut SCA PREMESSA Tale Piano Operativo Quinquennale rappresenta uno strumento di sostegno

Dettagli

Capitolo 12. Gestione delle analisi chimiche di acqua irrigua. Copyright 1991-2007 A.D.M. srl Tutti i diritti riservati

Capitolo 12. Gestione delle analisi chimiche di acqua irrigua. Copyright 1991-2007 A.D.M. srl Tutti i diritti riservati Capitolo 12 Gestione delle analisi chimiche di acqua irrigua Copyright 1991-2007 A.D.M. srl Tutti i diritti riservati INSERIMENTO/MODIFICA ANALISI DELLE ACQUE Questa opzione consente di ottenere un giudizio

Dettagli

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO Studio di tecniche innovative per la razionalizzazione dell uso di fertilizzanti abbinato alla razionalizzazione della risorsa idrica PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ

Dettagli

COMUNE DI COPPARO Via Roma 28 Copparo - Settore Attività Produttive tel. 0532 864679/864652 fax: 0532/864660 e-mail: atprod@comune.copparo.fe.

COMUNE DI COPPARO Via Roma 28 Copparo - Settore Attività Produttive tel. 0532 864679/864652 fax: 0532/864660 e-mail: atprod@comune.copparo.fe. Prot. n del AGRIFIDI FERRARA CONSORZIO FERRARESE DI GARANZIA SOC. COOP. A.R.L. Via della Fiera 11 FERRARA Tel.0532/905235 Fax: 0532/902824 e-mail: agrifidiferrara@virgilio.it COMUNE DI COPPARO Via Roma

Dettagli

n 6 di mercoledì 20/05/2015 Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto

n 6 di mercoledì 20/05/2015 Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto Fattori comprensoriali comuni Fonti di approvvigionamento idriche Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto Fiume PO portata presso località Pontelagoscuro - Fiume PO livello presso opera

Dettagli

GUIDA iprof. InsTaLLa usa AGGIOrNA

GUIDA iprof. InsTaLLa usa AGGIOrNA GUIDA iprof InsTaLLa usa AGGIOrNA che cos è iprof Progetto Maria Vittoria Alfieri, Luca De Gregorio Progettazione, sviluppo software e grafica Ocho Durando S.P.A. Supervisione tecnica e coordinamento Luca

Dettagli

REGIONE SICILIANA ENTE DI SVILUPPO AGRICOLO Sezione di Assistenza Tecnica Agricola S.O.P.A.T. n. 64 CAMPOREALE PROVA PARCELLARE

REGIONE SICILIANA ENTE DI SVILUPPO AGRICOLO Sezione di Assistenza Tecnica Agricola S.O.P.A.T. n. 64 CAMPOREALE PROVA PARCELLARE REGIONE SICILIANA ENTE DI SVILUPPO AGRICOLO Sezione di Assistenza Tecnica Agricola S.O.P.A.T. n. 64 CAMPOREALE PROVA PARCELLARE MAIS IBRIDO DA GRANELLA COLTIVATO IN ASCIUTTO IN AMBIENTE CALDO ARIDO DELLA

Dettagli

Progetto sperimentale per un sistema integrato domiciliare di raccolta dei rifiuti urbani

Progetto sperimentale per un sistema integrato domiciliare di raccolta dei rifiuti urbani Comune di Giuliano Teatino Progetto sperimentale per un sistema integrato domiciliare di raccolta dei rifiuti urbani 100% compostaggio domestico ANALISI DELLE CRITICITÀ E PROPOSTE RISOLUTIVE PER LE UTENZE

Dettagli

Obiettivi: agricoltura sostenibile. Economica

Obiettivi: agricoltura sostenibile. Economica La produzione integrata del frumento: frumento: uno strumento operativo di modellistica applicata Pierluigi Meriggi Horta Srl Granoduro.net Obiettivi Struttura Funzionalità Obiettivi: agricoltura sostenibile

Dettagli

Gestione del rischio micotossine nella filiera produttiva del mais

Gestione del rischio micotossine nella filiera produttiva del mais Gestione del rischio micotossine nella filiera produttiva del mais Giuliano Mosca, Dipartimento Agronomia ambientale e Produzioni vegetali Università degli Studi di Padova 2.1 Introduzione Il frutto del

Dettagli

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Relatore: Prof. Vincenzo Gerbi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Di.S.A.F.A.

Dettagli

AGRICOLTURA E AMBIENTE. BOSCO Buone Opportunità per Sostenere la Competitività e l Occupazione in Agricoltura

AGRICOLTURA E AMBIENTE. BOSCO Buone Opportunità per Sostenere la Competitività e l Occupazione in Agricoltura AGRICOLTURA E AMBIENTE BOSCO Buone Opportunità per Sostenere la Competitività e l Occupazione in Agricoltura Soggetto ATTUATORE Soggetti PROMOTORI il PROGettO BOSCO rende disponibile un ampia e diversificata

Dettagli

FUTURO FERTILE IN TOSCANA

FUTURO FERTILE IN TOSCANA Numero ventidue 8 giugno 2012 FUTURO FERTILE IN TOSCANA Nelle scorse settimane è stata costituita la società Futuro Fertile Toscana soc. cons. a r.l.: una formula per valorizzare le produzioni agricole

Dettagli

PROGETTO SPERIMENTAZIONI PER ASSISTENZA PEDOLOGICA

PROGETTO SPERIMENTAZIONI PER ASSISTENZA PEDOLOGICA 1. Per raggiungere la pagina iniziale (home page) del Catalogo dei suoli della pianura emiliano romagnola è possibile digitare nella maschera di internet explorer: www.ermesagricoltura.it cercando Catalogo

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane Agrofarmaco biologico per la prevenzione delle malattie fungine del terreno TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane NOVITà TELLUS: la nuova risorsa per una crescita vigorosa TELLUS

Dettagli

SOLUZIONI IRRIGUE PER UN'AGRICOLTURA SOSTENIBILE SOLUZIONI NETAFIM PER LA COLTURA DEL MAIS

SOLUZIONI IRRIGUE PER UN'AGRICOLTURA SOSTENIBILE SOLUZIONI NETAFIM PER LA COLTURA DEL MAIS SOLUZIONI IRRIGUE PER UN'AGRICOLTURA SOSTENIBILE SOLUZIONI NETAFIM PER LA COLTURA DEL MAIS IL MAIS E' UNA PIANTA DI ORIGINE SUB-TROPICALE CON UN CICLO PRODUTTIVO DI CIRCA 140 GIORNI IL PERIODO PIU' SENSIBILE

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE Marca da bollo DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE DOMESTICHE (D.Lgs. 152/99 - D.Lgs. 258/00 - Delibera RER n.1053/03 - Regolamento Comunale per il Servizio di Fognatura) AL SINDACO

Dettagli

L utilizzo sostenibile delle risorse idriche nel settore agricolo: le iniziative della Regione Toscana

L utilizzo sostenibile delle risorse idriche nel settore agricolo: le iniziative della Regione Toscana L utilizzo sostenibile delle risorse idriche nel settore agricolo: le iniziative della Regione Toscana Stefania Nuvoli Gestione e Tutela delle Risorse Idriche In Agricoltura Regione Toscana USO SOSTENIBILE

Dettagli

il CRA per i 150 anni dell'unitàd'italia FRUTTA E VERDURA: INFORMAZIONI E CONSIGLI UTILI PER L ACQUISTO, LA CONSERVAZIONE E IL CONSUMO

il CRA per i 150 anni dell'unitàd'italia FRUTTA E VERDURA: INFORMAZIONI E CONSIGLI UTILI PER L ACQUISTO, LA CONSERVAZIONE E IL CONSUMO FRUTTA E VERDURA: INFORMAZIONI E CONSIGLI UTILI PER L ACQUISTO, LA CONSERVAZIONE E IL CONSUMO Una sana alimentazione deve prevedere un importante consumo di frutta e verdura, che danno al nostro organismo

Dettagli

HELP DESK SERVIZIO METEO INVERNALE PER I GESTORI DELLA VIABILITÀ. tel. +39.049.9125902 info@radarmeteo.com www.radarmeteo.com

HELP DESK SERVIZIO METEO INVERNALE PER I GESTORI DELLA VIABILITÀ. tel. +39.049.9125902 info@radarmeteo.com www.radarmeteo.com HELP DESK SERVIZIO METEO INVERNALE PER I GESTORI DELLA VIABILITÀ Radarmeteo srl a socio unico Via Mezzavia, 115/5 35020 Due Carrare (PD) Italia tel. +39.049.9125902 info@radarmeteo.com www.radarmeteo.com

Dettagli

dilenab@arssa-mail.it

dilenab@arssa-mail.it dilenab@arssa-mail.it Introduzione L Aridità è una caratteristica climatica determinata dalla contemporanea scarsità di piogge e dalla forte evaporazione che sottrae umidità al terreno (UNEP 1997- http://www.unep.org/geo/geo1/ch/toc.htm)

Dettagli

Corso base Percorso 2

Corso base Percorso 2 Rete Scuola Digitale Veneta Piano Regionale di Formazione Scuola Digitale Veneto Corso base Percorso 2 Lavorare con dispositivi personali destinati ad essere usati dai singoli partecipanti al processo

Dettagli

BUSINESS PLAN IMPIANTO DI PAULOWNIA

BUSINESS PLAN IMPIANTO DI PAULOWNIA BUSINESS PLAN IMPIANTO DI PAULOWNIA BUSINESS PLAN IMPIANTO DI PAULOWNIA clone 112. La coltivazione di paulownia, presenta le seguenti principali caratteristiche: a) Facilità colturale; b) Adattabilità

Dettagli

Il mercato nazionale dei cereali. Verlicchi Augusto Org. Di Produttori Cereali Emilia-Romagna

Il mercato nazionale dei cereali. Verlicchi Augusto Org. Di Produttori Cereali Emilia-Romagna Il mercato nazionale dei cereali Verlicchi Augusto Org. Di Produttori Cereali Emilia-Romagna Il contesto di riferimento Il settore cerealicolo opera in un quadro caratterizzato da diversi aspetti difficilmente

Dettagli

1. Gli interventi a sostegno dell agricoltura (2002/2003)

1. Gli interventi a sostegno dell agricoltura (2002/2003) Rapporto sull annata agraria della provincia di Bologna - Anno 2003 A cura del prof. Roberto Fanfani CAPITOLO II: I CONTRIBUTI DELLE AZIENDE AGRICOLE 1. Gli interventi a sostegno dell agricoltura (2002/2003)

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PER

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PER PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PER IL VENETO 2007-2013 APERTURA TERMINI 2014 Prossime aperture regionali 1 Gli Obiettivi generali Promuovere lo sviluppo delle aree rurali COMPETITIVITA AGROAMBIENTE DIVERSIFICAZIONE

Dettagli

Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO. http://www.liveboxcloud.com

Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO. http://www.liveboxcloud.com 2015 Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO http://www.liveboxcloud.com Iniziamo ad utilizzare LiveBox LiveBox è un software di private cloud che permette di memorizzare, condividere e modificare i documenti

Dettagli

PISELLI A.1 - INGREDIENTI A.2 CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO FINITO

PISELLI A.1 - INGREDIENTI A.2 CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO FINITO pag 1 di 7 A.1 - INGREDIENTI - A.2 CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO FINITO aspetto: grani di piselli surgelati singolarmente, di calibro e colore uniforme (I.Q.F.) pezzatura : calibro < a 8,75 mm; calibro

Dettagli

CARTA DELLA DOTAZIONE IN SOSTANZA ORGANICA DEI SUOLI DELLA PIANURA EMILIANO-ROMAGNOLA STRATO 0-30 cm SCALA 1:50.000

CARTA DELLA DOTAZIONE IN SOSTANZA ORGANICA DEI SUOLI DELLA PIANURA EMILIANO-ROMAGNOLA STRATO 0-30 cm SCALA 1:50.000 CARTA DELLA DOTAZIONE IN SOSTANZA ORGANICA DEI SUOLI DELLA PIANURA EMILIANO-ROMAGNOLA STRATO 0-0 cm SCALA 1:50.000 Settembre 011 SOMMARIO INTRODUZIONE... DEFINIZIONI... 4 CONSULTAZIONE DELLA CARTA... 5

Dettagli

COMUNE DI SAN GILLIO. Qualche semplice consiglio per risparmiare l acqua

COMUNE DI SAN GILLIO. Qualche semplice consiglio per risparmiare l acqua Qualche semplice consiglio per risparmiare l acqua L acqua è una risorsa essenziale. Ci sostiene, ci unisce, ci aiuta a crescere. Senza l acqua, le nostre società non potrebbero sopravvivere. Dipendiamo

Dettagli

Planta. Sementi e Soluzioni per l Agricoltura

Planta. Sementi e Soluzioni per l Agricoltura Sementi e Soluzioni per l Agricoltura Sementi e Soluzioni per l Agricoltura Una nuova gamma di prodotti per l agricoltura italiana Ibridi di mais IBRIDO Classe FAO Giorni GDM 437 300 105 SNH 9402 400 115

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale

Programma di Sviluppo Rurale Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 STATO MEMBRO: ITALIA REGIONE: ABRUZZO Criteri di Selezione misura 112/121/123 Approvati dal Comitato di Sorveglianza Procedura scritta n. 1/2014 1 Misura 112 "Insediamento

Dettagli

Sviluppo agricolo auto imprenditorialità Selezione donne Fase a Ottobre Novembre 2012

Sviluppo agricolo auto imprenditorialità Selezione donne Fase a Ottobre Novembre 2012 Completamento del sistema integrato di sviluppo rurale sostenibile, migliorando le condizioni di vita delle donne vulnerabili, attraverso la promozione e lo sviluppo agroalimentare a DSCHANG CAMEROUN RELAZIONE

Dettagli

Qualità e sostenibilità dalla terra alla tavola

Qualità e sostenibilità dalla terra alla tavola Qualità e sostenibilità dalla terra alla tavola La sfida nel reparto ortofrutta Nel momento dell acquisto di ortofrutta, la scelta dei prodotti da parte del consumatore è fondamentale per creare fidelizzazione

Dettagli