REGOLAMENTO PER L'USO DELLE TECNOLOGIE INFORMATICHE E DELLA COMUNICAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO PER L'USO DELLE TECNOLOGIE INFORMATICHE E DELLA COMUNICAZIONE"

Transcript

1 Pagina 1 Piazz.le G. di Vittorio MOGLIA (MN) REGOLAMENTO PER L'USO DELLE TECNOLOGIE INFORMATICHE E DELLA COMUNICAZIONE

2 Pagina 2 Piazz.le G. di Vittorio MOGLIA (MN) tel fax REGOLAMENTO PER L'USO DELLE TECNOLOGIE INFORMATICHE E DELLA COMUNICAZIONE P.U.A. - Politica d'uso Accettabile e Sicura della Scuola PREMESSA L'Istituto Comprensivo di Moglia favorisce l'utilizzo delle tecnologie informatiche e multimediali di ultima generazione per integrare i tradizionali processi di insegnamento/apprendimento attraverso l'uso di metodologie innovative che possano offrire modalità diverse di approccio alle discipline, ma altrettanto efficaci, per conseguire specifici obiettivi formativi. Al contempo, poiché le nuove tecnologie possono costituire anche una potenziale fonte di rischi, si ritiene assolutamente necessario che la ricerca di informazioni, di contatti, di comunicazione e l'uso dei relativi "servizi" di rete sia accompagnata dalla consapevolezza da parte dell'utenza e tale da garantire la sicurezza del rispetto delle regole di corretto comportamento e della privacy. Pertanto il nostro Istituto si impegna a sostenere e diffondere le attività formative volte a costruire una cultura dell'uso responsabile delle tecnologie e della multimedialità. Internet offre agli studenti e ai docenti una vasta scelta di risorse e di opportunità di dati, documenti e informazioni, possibilità di produzione, pubblicazione e scambio di materiali. Per gli studenti e gli insegnanti l'accesso alla rete web a scuola, in particolare con l'uso del registro elettronico, delle LIM, dei videoproiettori interattivi, nel rispetto delle disposizioni del Ministero dell'istruzione e della ricerca che vietano l'uso in classe dei telefoni cellulari e di dispositivi elettronici, è un privilegio e un diritto. La scuola limita l'accesso ad Internet mediante procedure per la navigazione sicura e tutte le attività di rete vengono adeguatamente monitorate e tracciate nel rispetto delle vigenti normative sulla privacy. Per questi motivi i docenti hanno la responsabilità di guidare gli studenti durante le attività on-line, di stabilire obiettivi ben chiari sull'uso di Internet, evidenziando le opportunità e i rischi connessi all'uso della comunicazione tecnologica. Devono, inoltre, adoperarsi per sensibilizzare ed educare gli studenti all'uso accettabile e responsabile dei nuovi strumenti di comunicazione, secondo le regole di buon comportamento. Il presente Regolamento per l'uso responsabile della rete a scuola è deliberato dal Collegio Docenti, dal Consiglio d'istituto e pubblicato sul sito ufficiale della scuola I genitori degli alunni contribuiranno, secondo le modalità del Patto Formativo, a sottolineare l'importanza dei principi espressi e delle indicazioni fornite. Tutti gli utenti della rete Internet di Istituto (docenti, personale ATA, studenti) devono conoscere e rispettare scrupolosamente questo Regolamento, la tutela della privacy, nonchè le specifiche norme penali relative al settore informatico e della comunicazione telematica, nel quadro delle disposizioni generali di legge a tutela del rispetto della persona e della collettività. E' altrettanto evidente che le regole approvate nel presente disciplinare tecnico devono avere una valenza formativa, e non solo sanzionatoria, perché il loro scopo è quello di aiutare gli utenti meno esperti a orientarsi in merito a temi quali la privacy, la libertà di espressione, il plagio, la identificazione ed identità di rete, l'etica nella rete, i vincoli legali, le molestie, l'utilizzo delle risorse.

3 Piazz.le G. di Vittorio MOGLIA (MN) Sito web: ART.1 PRINCIPI GENERALI 1. Internet favorisce la libertà di espressione: quando si entra a far parte di una community o di un servizio dove interagiscono più utenti possono essere riscontrati eventuali abusi da segnalare perché palesemente impropri o illeciti, da distinguere da tutti quei contenuti con i quali semplicemente non si è d'accordo o piacciono. 2. Quando si inizia a navigare tra i Socia! Network e le applicazioni WEB tipo You tube, Facebook, ecc... bisogna informarsi subito su quali sono i diritti e i doveri dell'utente, leggere il regolamento, tenersi aggiornati esplorando i siti informativi e istituzionali che affrontano queste tematiche. 3. Se si condividono informazioni personali, bisogna farlo scegliendo con particolare attenzione che cosa rendere pubblico e cosa rendere privato, scegliendo con cautela le amicizie con cui accrescere la propria rete e i gruppi a cui aderire e proteggendo la propria identità digitale con password complesse, usando una domanda di recupero password dalla risposta non banale. 4. Se si condividono elementi multimediali o informazioni che riguardano più persone è necessario avere il permesso di ciascun utente coinvolto prima di effettuare la pubblicazione. Non bisogna pubblicare su You Tube video girati di nascosto dove sono presenti persone la cui immagine è stata filmata senza averne avuto il relativo consenso. 5. Bisogna contribuire a rendere il Web un luogo sicuro, pertanto ogni volta che un utente commette involontariamente un abuso o un errore, pubblicando materiale illecito, non idoneo o offensivo, bisogna contattarlo e fornire spiegazioni relative alle regole, diffondendo così i principi di sicurezza. 6. Ogni abuso subito o rilevato nella navigazione deve essere segnalato tramite i canali e gli strumenti offerti dal servizio indicando in modo semplice i riferimenti per ottenere tempestivamente la rimozione del contenuto {abuso, data, ora, utenti e servizio coinvolti). Tutti i social network garantiscono la possibilità di segnalare materiale inopportuno mediante semplici operazioni da compiere direttamente sul sito. Prima di trasformare un incidente o una "bravata" in una denuncia alle autorità competenti avvalersi della modalità di segnalazione eh.e non obbliga le parti in causa a conseguenze penali e giudiziarie che possono durare anche anni. ART.2 COMPORTAMENTI NELLE RELAZIONI TRA PERSONE DI PARI LIVELLO 1. All'interno dei social network si instaurano tante relazioni tra singoli utenti, non veicolate o controllate da intermediari, chiamati rapporti di pari livello. E' importante fare attenzione a quali informazioni vengono fornite in questo contesto, evitando di condividere dati personali e di contatto, come numeri di telefono o indirizzi, che nella vita reale non si darebbero a persone che non sono degne di fiducia. 2. Bisogna evitare di scambiare file con utenti di cui non ci si può fidare e in ogni caso, anche quando si conosce l'interlocutore, è necessario verificare sempre l'origine dei file ed effettuarne un controllo con un antivirus aggiornato. Pagina 3

4 Pagina 4 Piazz.le G. di Vittorio-4'6024 MOGLIA (MN) tel fax Se durante una chat, un forum o una qualsiasi discussione on-line, l'interlocutore diviene volgare, offensivo o minaccioso, si deve evitare di fomentarlo, ignorandolo e abbandonando la conversazione. 4. Quando si riscontra un comportamento riconducibile ad un illecito durante una conversazione privata (stalking, cyber bullismo, ecc... ) l'utente può sfruttare gli appositi sistemi predisposti all'interno dell'ambiente segnalando tempestivamente il nickname che ha perpetrato l'abuso. In questi casi è utile abbandonare non soltanto la conversazione, ma anche il profilo personale creandone uno nuovo. 5. I sistemi di messaggistica dei Socia! Network hanno le stesse regole della posta elettronica quindi è necessario preservare la privacy di tutti, cancellando il mittente o i vari destinatari quando si invia un messaggio a più destinatari che non si conoscono tra loro, evitare di mandare catene di messaggi, o perpetrare qualunque tipo di abuso usando messaggi elettronici. 6. Quando si scambiano contenuti multimediali o si pubblicano video con colonna sonora o musica bisogna essere sicuri di averne il diritto d'uso e di non utilizzare alcun file coperto da copyright. ART.3 CONTENUTI GENERATI DAGLI UTENTI 1. I contenuti pubblicati sulle applicazioni web dei Social Network hanno diversi livelli di visibilità, per esempio singoli utenti della rete o tutti gli utenti della rete, che devono sempre essere tenuti a mente dando a ciascun contributo i corretti livelli di privacy. Pertanto quando si inizia a pubblicare materiale in una community bisogna imparare a utilizzare correttamente le funzioni per l'impostazione dei vari livelli di privacy. 2. Dal momento che ciò che viene pubblicato in un Social Network è persistente e spesso non è facile cancellare (ne rimane sempre una traccia), bisogna evitare di contribuire con materiale che in futuro non si vorrebbe veder pubblicato. 3. Quando si contribuisce con materiale in ambiente condiviso, l'utente è tenuto ad essere coerente con il contesto e le regole della community, evitando di pubblicare materiale inadeguato e che potrebbe risultare fuori contesto: ci sono momenti e luoghi virtuali per parlare di qualsiasi tema nel rispetto dei propri interlocutori. ART.4 LA GESTIONE DELLE RELAZIONI SOCIALI. COMMUNITIES 1. Le relazioni sociali che si sviluppano all'interno di un Social Network sono simili a quelle reali: deve essere gestita la fiducia verso i propri contatti come accade nella realtà Bisogna aggiungere alla propria rete di amici solo le persone che hanno in vari modi dimostrato di essere affidabili, con cui si è a proprio agio e di cui siamo a conoscenza della reale identità. Inoltre conviene gestire la propria privacy quando si aggiungono persone su cui si hanno dubbi o non si conoscono affatto. 2. Se si instaura un'amicizia virtuale con persone di cui non si conosce la reale identità, bisogna evitare di condividere contatti e dati personali privati, soprattutto se riguardano terze persone.

5 Pagina 5. Piazz.le G. di Vittorio MOGLIA (MN) Posta elettronica: 3. La rete sociale non è facile da controllare, quindi bisogna tenere sempre a mente che "gli amici degli amici" o di componenti del proprio "network" sono molti e spesso hanno modo, nonostante siano sconosciuti, di avere accesso alle informazioni e ai contenuti personali. 4. Se si ha accesso alle comunicazioni private di altri utenti, per esempio perché l'utente ha impostato male i livelli di privacy, bisogna notificarli all'utente ed evitare di leggere i messaggi privati. 5. La reputazione digitale è persistente e si diffonde velocemente, pertanto non bisogna mai diffamare le persone, soprattutto se le stesse sono o non sono presenti sul Social Network e non possono accorgersi del danno subito. ART.5 REATI E VIOLAZIONI DELLA LEGGE Al di là delle regole di buona educazione ci sono comportamenti, talvolta solo apparentemente innocui, che possono portare gli autori a commettere veri e propri reati e, di conseguenza, a subire procedimenti penali dalle conseguenze molto serie. Si evidenziano: INGIURIA ~ Chiunque offende l'onore o il decoro di una persona commette il reato di ingiuria. ~ Incorre nello stesso reato chi commette il fatto mediante una comunicazione telematica o telefonica o con scritti o disegni diretti alla persona offesa. (art. 594 del Codice Penale) DIFFAMAZIONE ~ Qualcuno che offende la reputazione di qualcun altro quando, all'interno di una comunicazione con più persone, si diffondono notizie o commenti volti a denigrare una persona (art. 595 Codice Penale) ~ Aggravante nel caso in cui l'offesa sia recata con un "mezzo di pubblicità" come l'inserimento, ad esempio, in un sito web o Social network di una informazione o di un giudizio su un soggetto. ~ La pubblicazione online dà origine ad un elevatissimo numero di "contatti" di utenti della rete, generando una incontrollabile e inarrestabile diffusione della notizia. MINACCE E MOLESTIE ~ Il reato di minaccia e molestia consiste nell'indirizzare ad una persona scritti o disegni a contenuto intimidatorio per via telematica (art. 612 Codice Penale) ~ Può capitare che alcune minacce vengano diffuse per via telematica anche per finalità illecite quali, ad esempio, obbligare qualcuno a "fare, tollerare, omettere qualche cosa" (violenza privata art. 610 Codice Penale) o per ottenere un ingiusto profitto (estorsione art. 629 Codice Penale) ~ Sull'onda di questa tipologia di reati è utile descrivere anche quello di "molestie e disturbo alle persone", disciplinato dall'art. 660 del Codice Penale, che si fonda sul contattare da parte di terzi, per finalità presuntuose, il soggetto i cui dati sono stati "diffusi" per via telematica (ad esempio la

6 Piazz.le G. di Vittorio MOGLIA (MN) Posta elettronica: Sito web: pubblicazione del nominativo e del cellulare di una persona online, accompagnato da informazioni non veritiere o ingiuriose, potrebbero indurre altri a contattare la persona per ragioni legate alle informazioni su questa fornite). NORME E LINEE GUIDA Tutti gli operatori connessi ad Internet devono rispettare la legislazione vigente applicata alla comunicazione su Internet. Il sistema di accesso ad Internet della scuola prevede l'uso di procedure e sistemi di controllo così come da regolamento delle aule d'informatica: o in modo da non permettere l'accesso a siti o pagine web incompatibili con la politica educativa della scuola (violenza, droghe, sesso, razzismo, etc.); o da consentire il monitoraggio dei siti visitati dagli alunni e dal personale della scuola. Hanno diritto ad accedere i dipendenti, le ditte fornitrici di software per motivi di manutenzione e limitatamente alle applicazioni di loro competenza, collaboratori nonché esperti esterni, impegnati nelle attività istituzionali per il periodo della collaborazione o contrattuale. Qualora si registrasse un certo numero di violazioni delle regole stabilite dalla policy scolastica, la scuola, su valutazione dei docenti e del dirigente scolastico, si assume la facoltà di impedire l'accesso dell'operatore ad Internet per un certo periodo di tempo rapportato alla gravità commessa. PIÙ IN PARTICOLARE GLI STUDENTI SONO INVITATI A: o Non inviare a nessuno la propria foto o quelle di altre persone o numeri telefonici; o Non accedere mai a siti in cui viene chiesto un pagamento; o Non comunicare a nessuno, per nessuna ragione, il numero di carta di credito o i dati bancari dei genitori o di conoscenti; o Non fissare appuntamenti o incontri con persone conosciute attraverso la rete; o Informare genitori e insegnanti nel caso fossero comparse informazioni o pagine che creano disagio o novità AGLI STUDENTI: 1. non è consentito né l'accesso alle chat-room pubbliche e non moderate né l'utilizzo di telefoni cellulari e tablet personali durante l'orario scolastico. 2. è consentito loro l'utilizzo dei gruppi di discussione messi a disposizione dalle piattaforme didattiche, sotto lo stretto controllo degli insegnanti (Dropobox, google drive... ) previa comunicazione indirizzo posta elettronica da parte dei genitori e/o esercenti la patria potestà. Pagina 6

7 Pagina 7 Piazz.le G. di Vittorio MOGLIA (MN) USO DELLE IMMAGINI E DEI FILMATI NELLA SCUOLA );;>- La scuola usa documentare aspetti della vita scolastica anche mediante le immagini conservate attraverso fotografie o videoriprese di eventi riguardanti gite scolastiche, recite, foto di classe, uscite didattiche, recite teatrali, gare e premiazioni sportive ed altro ancora purché similari. );;>- Tali immagini sono da considerare dati personali, PERTANTO UTILIZZATI SOLO PER FINI ISTITUZIONALI CON finalità educativa, didattica e formativa. );;>- Se le produzioni di fotografie o le effettuazioni di videoriprese dovessero essere effettuate direttamente dai genitori l'operazione esula dall'ambito di interesse del Codice sulla Privacy in quanto il trattamento è effettuato da persona fisica per fini esclusivamente personali: ciò è peraltro garantito dall'art. 5 comma 3. e puntualmente ribadito dal Garante in una Decisione del gennaio );;>- Successivamente lo stesso Garante, in comunicati stampa, ha ribadito che le riprese video raccolte dai genitori, durante manifestazioni che riproducono momenti di vita scolastica, non violano la privacy in quanto niente hanno a che fare con la stessa: si tratta di immagini non destinate a diffusione, ma raccolte per fini personali o amicali e destinate ad un ambito familiare. li loro uso è quindi del tutto legittimo. );;>- Nel caso le immagini o le riprese vengano pubblicate è necessario ottenere il consenso delle persone presenti nelle fotografie e nei video. );;>- Sarà concesso registrare lezioni esclusivamente per scopi personali per motivi di studio individuale. Per ogni altro utilizzo ed eventuale diffusione, anche su Internet, è necessario preliminarmente informare adeguatamente le persone coinvolte nella registrazione (docenti, studenti,... ) ed ottenerne il loro consenso scritto. REGOLAMENTO SULL'USO DI CELLULARE, SMARTPHONE, TABLET A SCUOLA Come in tutti i Paesi Europei, anche in Italia l'uso del cellulare a scuola è vietato (direttiva 15 marzo 2007). Il divieto di utilizzo del cellulare a scuola durante le ore di lezione risponde ad una generale norma di correttezza, in quanto il suo uso rappresenta un elemento di distrazione, una grave mancanza di rispetto verso l'insegnante, un'infrazione disciplinare. Può concedersi il loro utilizzo, alla presenza dei docenti, solo eccezionalmente per usi debitamente motivati e sempre nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali delle persone coinvolte nonché della loro dignità con particolare riferimento alla riservatezza, all'identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali. Tanto premesso si deliberano le seguenti regole: );;>- gli allievi non possono tenere i cellulari accesi durante le ore di lezione, essi, anche se spenti, vanno comunque custoditi nello zaino.

8 Piazz.le G. di Vittorio MOGLIA (MN) Posta elettronica: ~ Qualora durante le ore di lezione vi fossero esigenze di comunicazione tra gli studenti e le famiglie, dettate da ragioni di particolare urgenza o gravità, l'alunno contatterà telefonicamente la famiglia utilizzando gli strumenti della scuola, previa autorizzazione del docente. ~ In caso di infrazione il docente dell'ora ritira il cellulare e lo deposita in Presidenza, il cellulare sarà riconsegnato al genitore dal Dirigente Scolastico o suo Collaboratore al termine delle lezioni previa comunicazione scritta dal docente sul diario del ragazzo. ~ L'uso improprio del cellulare si configura come mancanza grave sanzionabile dal Consiglio di Classe ~ La divulgazione di eventuali immagini e filmati ritratti a scuola comprese le zone cortilive nelle ore di lezione rappresenta una violazione del Decreto legislativo 196/2003 "Codice in materia di protezione dei dati personali" pertanto sanzionabile dal Consiglio di classe. ~ Per i docenti e il personale della scuola, l'uso del cellulare nelle ore di servizio è consentito solo eccezionalmente e per motivi urgenti, non dilazionabili (vd. Circolare n 362 del 25 agosto 1998). ~ L'uso di altri strumenti personali da parte del personale della scuola (Tablet, I Pad, ecc... ) è consentito l'accesso alla rete WI FI della scuola solo ed esclusivamente per uso didattico e lavorativo e non per motivi personali. Tali norme si intendono applicabili anche durante visite di istruzione o lezioni didattiche in ambienti non scolastici, ma compiute in orario scolastico. Eventuali deroghe/adattamenti saranno valutati di volta in volta in base alla tipologia dell'attività programmata. CONCLUSIONI I percorsi formativi predisposti dal MIUR, i finanziamenti per le tecnologie che hanno consentito alle scuole di dotarsi di infrastrutture adeguate, il sempre maggiore uso che i docenti fanno delle ICT, tutto concorre a prefigurare uno scenario innovativo e al passo con i tempi. Le regole stabilite nel presente regolamento, potranno aiutare a sviluppare consapevolezza e a far conseguire risultati positivi a tutti i soggetti che nelle scuole si accingeranno ad usare la tecnologia per la crescita culturale e civile degli allievi, futuri cittadini della società del domani. Pagina 8

Oggetto: PUA - Politica per l Uso Accettabile della rete, regolamento, comunicazione.

Oggetto: PUA - Politica per l Uso Accettabile della rete, regolamento, comunicazione. CONVITTO NAZIONALE MARIA LUIGIA Scuola Primaria-Scuola Secondaria di 1 grado Liceo Scientifico-Liceo Classico-Liceo Europeo B.go Lalatta,14 43121 Parma Tel.0521/237579 fax 0521/237521 prvc010008@istruzione.it

Dettagli

Regolamento per un uso corretto e consapevole della rete

Regolamento per un uso corretto e consapevole della rete Regolamento per un uso corretto e consapevole della rete Art.1 Premessa Il curricolo scolastico all ITTS Volt@ smartschool prevede il regolare utilizzo nei laboratori e nelle aule laboratorio di device

Dettagli

PINEROLO (Torino) Via dei Rochis, 25 segreteria@buniva.it. http://www.bunivaweb.it 0121 322374 fax 0121 322666 Codice Fiscale 85007140016

PINEROLO (Torino) Via dei Rochis, 25 segreteria@buniva.it. http://www.bunivaweb.it 0121 322374 fax 0121 322666 Codice Fiscale 85007140016 L 10064 PINEROLO 25 segreteria@buniva.it Economico Amministrazione, Finanza e Marketing - Sistemi Informativi Aziendali - http://www.bunivaweb.it 0121 322374 Relazioni fax Internazionali 0121 322666 per

Dettagli

Regolamento per l uso dei telefoni cellulari e dispositivi mobili da parte degli alunni

Regolamento per l uso dei telefoni cellulari e dispositivi mobili da parte degli alunni Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale Gino Capponi via Pestalozzi 13-20143 Milano Tel: 02 88444729 - Fax: 02 89123381 e-mail: miic8cy00p@istruzione.it - pec: miic8cy00p@pec.istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO DI TELEFONI CELLULARI ED ALTRI DISPOSITIVI ELETTRONICI IN AMBITO SCOLASTICO

REGOLAMENTO SULL USO DI TELEFONI CELLULARI ED ALTRI DISPOSITIVI ELETTRONICI IN AMBITO SCOLASTICO REGOLAMENTO SULL USO DI TELEFONI CELLULARI ED ALTRI DISPOSITIVI ELETTRONICI IN AMBITO SCOLASTICO PREMESSA L'uso improprio del cellulare e di altri dispositivi elettronici di comunicazione o di intrattenimento

Dettagli

ISTITUTO ONNICOMPRENSIVO CELANO REGOLAMENTO PER L USO DEI CELLULARI E DEI DISPOSITIVI MOBILI

ISTITUTO ONNICOMPRENSIVO CELANO REGOLAMENTO PER L USO DEI CELLULARI E DEI DISPOSITIVI MOBILI ISTITUTO ONNICOMPRENSIVO CELANO REGOLAMENTO PER L USO DEI CELLULARI E DEI DISPOSITIVI MOBILI Adottato dal Commissario Straordinario con delibera n. 7 del 11/09/2015 INDICE Art. 1 - Soggetti Art. 2 Modalità

Dettagli

Regolamento per l'uso delle nuove tecnologie

Regolamento per l'uso delle nuove tecnologie All. 11 POF 2014-15 Regolamento per l'uso delle nuove tecnologie L uso delle nuove tecnologie e la possibilità di accedere da scuola alle risorse documentarie tramite Internet è un fattore che può migliorare

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Scientifico Linguistico Statale Paolo Giovio - Como

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Scientifico Linguistico Statale Paolo Giovio - Como Prot. n. 5343/C51 - Anno scolastico 2015-2016 Como, lì 18.09.2015 Comunicazione n. 29 Ai docenti Agli alunni Ai genitori e coloro che esercitano la responsabilità genitoriale Ai docenti collaboratori del

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE A. EINSTEIN

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE A. EINSTEIN ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE A. EINSTEIN Disciplinare per l Uso Accettabile della Rete: internet, posta elettronica e postazioni multimediali (Linee guida del Garante per la posta elettronica e Internet,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE TEODORO BONATI

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE TEODORO BONATI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE TEODORO BONATI Via Gardenghi 5 44012 Bondeno (FE) Tel.: 0532 898077 Fax: 0532 898232 feic802005@istruzione.it www.icbonatibondeno.gov.it REGOLAMENTO USO DEL CELLULARE E DEI

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO REGOLAMENTO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ART. 1 NORME DI COMPORTAMENTO OGNI ALUNNO È TENUTO AL MASSIMO RISPETTO DELLE PERSONE E DELL AMBIENTE

Dettagli

Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali» Provvedimento garante privacy 27.11.

Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali» Provvedimento garante privacy 27.11. Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali» Provvedimento garante privacy 27.11.2008 e successive modiche e integrazioni TRATTAMENTO DEI DATI NELLE ISTITUZIONI

Dettagli

Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri

Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri Incontro 3: Corso di aggiornamento sull uso di internet Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri Istituto Alberghiero De Filippi Via Brambilla 15, 21100 Varese www.istitutodefilippi.it

Dettagli

REGOLE PER UN USO CORRETTO E CONSAPEVOLE DI INTERNET E DELLA RETE INFORMATICA

REGOLE PER UN USO CORRETTO E CONSAPEVOLE DI INTERNET E DELLA RETE INFORMATICA I VANTAGGI DI INTERNET A SCUOLA Il percorso formativo scolastico prevede che gli studenti imparino a reperire materiale, recuperare documenti e scambiare informazioni utilizzando le TIC. Internet offre,

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO

REGOLAMENTO D ISTITUTO REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L USO delle RISORSE TECNOLOGICHE e di RETE (P.U.A. POLITICA D USO ACCETTABILE E SICURA di accesso ad INTERNET nella scuola) Il presente documento denominato PUA (Politica d Uso

Dettagli

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015 Internet istruzioni per l uso Marcallo, 29 Aprile 2015 Conoscere per gestire il rischio La Rete, prima ancora di essere qualcosa da giudicare, è una realtà: un fatto con il quale bisogna confrontarsi Internet

Dettagli

Politica per l Uso Accettabile della Rete

Politica per l Uso Accettabile della Rete Il Dirigente Scolastico, preso atto delle seguenti leggi di riferimento: L. 135/2012, del 07/08/2012, Conversione in legge, con modificazioni, del decreto--legge 6/07/2012, n. 95, recante disposizioni

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L USO DELLE RISORSE TECNOLOGICHE E DI RETE (P.U.A. POLITICA D USO ACCETTABILE E SICURA DELLA SCUOLA)

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L USO DELLE RISORSE TECNOLOGICHE E DI RETE (P.U.A. POLITICA D USO ACCETTABILE E SICURA DELLA SCUOLA) REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L USO DELLE RISORSE TECNOLOGICHE E DI RETE (P.U.A. POLITICA D USO ACCETTABILE E SICURA DELLA SCUOLA) Il presente documento denominato PUA (Politica d Uso Accettabile e Sicura

Dettagli

PUA - Politica per l Uso Accettabile della rete

PUA - Politica per l Uso Accettabile della rete PUA - Politica per l Uso Accettabile della rete Premessa e finalità Il curricolo scolastico prevede il regolare utilizzo dei laboratori informatici dove, oltre a svolgere le normali attività tecniche inerenti

Dettagli

I.I.S. ADRIANO PETROCCHI

I.I.S. ADRIANO PETROCCHI 1 I.I.S. ADRIANO PETROCCHI Via A. De Gasperi, n. 8-00018 Palombara Sabina (RM) Tel. 06/121125195 - Fax 0774/637441 - Distretto 33 C.M. RMIS05800Q C.F. 94052870584 C/C postale 92012061 sito web: www.iispetrocchi.gov.it

Dettagli

Progetto Cittadini della rete,

Progetto Cittadini della rete, Progetto Cittadini della rete, IIS G. Galilei di Crema Scuole Medie Galmozzi di Crema Scuole Medie di Sergnano. Coinvolti: 471 ragazze /i Età: tra i 12 ed i 16 anni, Silvio Bettinelli, 14 novembre 2012

Dettagli

Regolamento per l'utilizzo della rete informatica

Regolamento per l'utilizzo della rete informatica Regolamento per l'utilizzo della rete informatica Articolo 1 OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento disciplina le modalità di accesso e di uso della rete informatica dell Istituto, del

Dettagli

DISCIPLINARE PER L'ACCESSO A INTERNET TRAMITE LA RETE WIFI

DISCIPLINARE PER L'ACCESSO A INTERNET TRAMITE LA RETE WIFI DISCIPLINARE PER L'ACCESSO A INTERNET TRAMITE LA RETE WIFI Art. 1. FINALITA L accesso alla conoscenza, all informazione e alle varie opportunità offerte da Internet non è garantita nel mercato privato

Dettagli

LA PRIVACY TRA I BANCHI DI SCUOLA

LA PRIVACY TRA I BANCHI DI SCUOLA LA PRIVACY TRA I BANCHI DI SCUOLA Manlio Morini System Architect / Senior Software Developer Rev. Modello 1.0 (26/04/10) Aggiornamento: 22/04/2011 Diapositive: 17 EOS Development http://www.eosdev.it LA

Dettagli

Integrazione del Regolamento di Istituto per un Uso Corretto delle Risorse Tecnologiche e di Rete della Scuola 1

Integrazione del Regolamento di Istituto per un Uso Corretto delle Risorse Tecnologiche e di Rete della Scuola 1 Integrazione del Regolamento di Istituto per un Uso Corretto delle Risorse Tecnologiche e di Rete della Scuola 1 1 Leggi di riferimento: D.P.R. n. 275 del 25/02/1999 Legge 675 del 31/12/1996 relative alla

Dettagli

REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE, INTERNET E POSTA ELETTRONICA

REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE, INTERNET E POSTA ELETTRONICA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Rivanazzano Terme Via XX Settembre n. 45-27055 - Rivanazzano Terme - Pavia Tel/fax. 0383-92381 Email pvic81100g@istruzione.it

Dettagli

Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 11 del 25.03.2014 REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO HOTSPOT WI-FI

Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 11 del 25.03.2014 REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO HOTSPOT WI-FI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 11 del 25.03.2014 REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO HOTSPOT WI-FI INDICE Premessa Art. 1 - Finalità del servizio Art. 2 Aventi diritto Art. 3 Requisiti

Dettagli

Milano 15/04/2014. Alla cortese attenzione di: Prof.ssa Graziella Cotta Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Como Borgovico

Milano 15/04/2014. Alla cortese attenzione di: Prof.ssa Graziella Cotta Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Como Borgovico 100 Como (CO) Milano 15/04/014 Alla cortese attenzione di: Prof.ssa Graziella Cotta Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Como Borgovico Oggetto: relazione finale progetto Pochi pesci nella rete A.S.

Dettagli

(già notificata negli anni scolastici precedenti alle diverse componenti) recante linee

(già notificata negli anni scolastici precedenti alle diverse componenti) recante linee ISTITUTO TECNICO STATALE COMMERCIALE, LINGUISTICO - AZIENDALE E PER GEOMETRI ARGENTIA 20064 GORGONZOLA (MI) Via Adda 2 tel. 02-9513518/539 fax 02-9511684 Sito internet: http://www.istitutoargentia.it e-mail:

Dettagli

Progetto Navigando nel web

Progetto Navigando nel web Istituto Scolastico Statale Comprensivo XX Settembre Via Signorelli,1-95128 Catania (CT) Tel/Fax 095434114 - Cod. Mecc CTIC89200C www.icxxsettembre.gov.it Progetto Navigando nel web Scuola Secondaria di

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO VIA F.SANTI, 65 ROMA. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DELIBERATO DAL CdI DEL 24 SETTEMBRE 2014

REGOLAMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO VIA F.SANTI, 65 ROMA. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DELIBERATO DAL CdI DEL 24 SETTEMBRE 2014 ISTITUTO VIA F. SANTI 65 Allegato Principi generali 1. Nel rispetto della normativa vigente in materia, il presente regolamento intende disciplinare il funzionamento dei servizi scolastici erogati dalle

Dettagli

Politica d Uso Accettabile della scuola

Politica d Uso Accettabile della scuola ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DON MILANI Viale delle Regioni, 62 70132 - Bari Telefono 080-5371951 Fax 080-5375520 e_mail: baic812002@istruzione.it - c.f. 93403070720 PEC baic812002@pec.istruzione.it www.donmilanibari.it

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione POLITICHE DI UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA PER GLI UTENTI STANDARD DEL DOMINIO istruzione.it 1 INTRODUZIONE La presente politica disciplina l utilizzo del

Dettagli

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE La privacy DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE Temi in classe Non lede la privacy l insegnante che assegna ai propri alunni lo svolgimento di temi in classe riguardanti il loro

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI RISORSE TECNOLOGICHE E DI RETE

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI RISORSE TECNOLOGICHE E DI RETE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo Regina Margherita Scuola dell Infanzia, Scuola Primaria, Scuola Secondaria di primo

Dettagli

CYBERBULLISMO è un tipo di bullismo che si verifica attraverso i mezzi elettronici: social network, chat, sms, email...

CYBERBULLISMO è un tipo di bullismo che si verifica attraverso i mezzi elettronici: social network, chat, sms, email... Dott.ssa Vera Blasutti 1 FIGLI ALLE PRESE COI SOCIAL NETWORK: COME SENTIRSI AL SICURO Come i genitori possono educare i figli ad un utilizzo attento della rete COSA SONO I SOCIAL NETWORK Si tratta di siti

Dettagli

esafety Policy (Politica di Sicurezza Informatica)

esafety Policy (Politica di Sicurezza Informatica) MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA TRIONFALE Via Trionfale n 7333-00135 ROMA (Distretto Scol. 27 ) 06/3054188 06/ 35059840 fax 06/35073104 rmic8gt00n@istruzione.it

Dettagli

Comune di San Salvo Provincia di Chieti REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO HOTSPOT WI-FI PUBBLICO

Comune di San Salvo Provincia di Chieti REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO HOTSPOT WI-FI PUBBLICO Comune di San Salvo Provincia di Chieti REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO HOTSPOT WI-FI PUBBLICO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 20 del 30/04/2013 INDICE Premessa Art. 1 - Finalità

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Superiore BAIANESE - LAURO

Istituto Statale di Istruzione Superiore BAIANESE - LAURO Istituto Statale di Istruzione Superiore BAIANESE - LAURO Anno Scolastico 2015/2016 1 Sommario Premessa e finalità... 4 CAPITOLO 1 - Comportamenti... 6 Comportamento in rete e uso consapevole delle Tecnologie...

Dettagli

Regolamento di connessione alla rete internet con tecnologia wireless fidelity (wi fi)

Regolamento di connessione alla rete internet con tecnologia wireless fidelity (wi fi) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE PAOLO BOSELLI ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI COMMERCIALI E SOCIO-SANITARI Regolamento di connessione alla rete internet con tecnologia

Dettagli

La privacy in ambito scolastico

La privacy in ambito scolastico La privacy in ambito scolastico 1 "Molte falsità sulla privacy a scuola". Il Garante: una leggenda metropolitana Roma, 3 dicembre 2004 La privacy ha costituito a volte il pretesto per improprie note di

Dettagli

Direzione didattica Pinerolo IV Circolo

Direzione didattica Pinerolo IV Circolo Direzione didattica Pinerolo IV Circolo (Approvato dal Consiglio di Circolo il 27/02 /2012) Presentazione Il presente documento denominato PUA (Politica d Uso Accettabile e Sicuro della Scuola) è stato

Dettagli

P.U.A. Il documento del "liceo d Azeglio sulla Politica d'uso Accettabile della rete

P.U.A. Il documento del liceo d Azeglio sulla Politica d'uso Accettabile della rete P.U.A. Il documento del "liceo d Azeglio sulla Politica d'uso Accettabile della rete I Rappresentanti delle varie Componenti dell Istituto hanno elaborato questo documento sulla Politica d Uso Accettabile

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACCESSO A INTERNET TRAMITE LA RETE WI-FI.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACCESSO A INTERNET TRAMITE LA RETE WI-FI. COMUNE di CAVALLASCA Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACCESSO A INTERNET TRAMITE LA RETE WI-FI. ^^^^^^^^^^^^ Approvato con delibera/disciplinare di C.C. n. 27 del 27/07/2015 INDICE Art. 1.

Dettagli

l emanazione del Regolamento per l accesso alla Aule Multimediali dell Ateneo nel testo di seguito riportato:

l emanazione del Regolamento per l accesso alla Aule Multimediali dell Ateneo nel testo di seguito riportato: Decreto n. 401.09 Prot. 12305 IL RETTORE Viste le Leggi sull Istruzione Universitaria; Visto lo Statuto dell Università per Stranieri di Siena emanato con D.R. del 26.01.1995 e successive modificazioni

Dettagli

REGOLAMENTO di POLITICA DI USO ACCETTABILE di INTERNET P.U.A.

REGOLAMENTO di POLITICA DI USO ACCETTABILE di INTERNET P.U.A. Allegato n. 9 del Regolamento d Istituto REGOLAMENTO di POLITICA DI USO ACCETTABILE di INTERNET P.U.A. REGOLAMENTO LABORATORIO DI INFORMATICA E UTILIZZO DI INTERNET SECONDO LE LINEE GUIDA DEL GARANTE (DM

Dettagli

Regolamento interno sull'utilizzo di internet e della casella di posta elettronica istituzionale sul luogo di lavoro

Regolamento interno sull'utilizzo di internet e della casella di posta elettronica istituzionale sul luogo di lavoro Via Peruzzi, 9 Carpi (MO) Tel. +39 059 695241 Fax + 39 059 643028 Cod. Fisc. 81004250361 itivinci@itivinci.mo.it - motf030004@istruzione.it - motf030004@pec.istruzione.it - www.itivinci.mo.it - MIUR: MOTF030004

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI

DISPOSIZIONI GENERALI Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Statale di Bosisio Parini Via A. Appiani, 10-23842 BOSISIO PARINI (LC) Tel.: 031 865644 Fax: 031 865440 e-mail: lcic81000x@istruzione.it

Dettagli

Regolamento di connessione pubblica alla rete Internet tramite postazioni fisse e con tecnologia wireless fidelity (WiFi) della

Regolamento di connessione pubblica alla rete Internet tramite postazioni fisse e con tecnologia wireless fidelity (WiFi) della Regolamento di connessione pubblica alla rete Internet tramite postazioni fisse e con tecnologia wireless fidelity (WiFi) della BIBLIOTECA COMUNALE CARLO MARIOTTI Approvato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

Norme e linee guida (regolamento) per un uso corretto delle Risorse Tecnologiche e di Rete dell Istituto Comprensivo Teodoro Ciresola.

Norme e linee guida (regolamento) per un uso corretto delle Risorse Tecnologiche e di Rete dell Istituto Comprensivo Teodoro Ciresola. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA LOMBARDIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO TEODORO CIRESOLA V.LE BRIANZA

Dettagli

Politica d Uso Accettabile (PUA) delle Tecnologie Informatiche e della Comunicazione (TIC)

Politica d Uso Accettabile (PUA) delle Tecnologie Informatiche e della Comunicazione (TIC) I S T I T U T O O M N I C O M P R E N S I V O SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI 1 GRADO E LICEO SCIENTIFICO Via Cupello n.2-86047 SANTA CROCE DI MAGLIANO (CB) Tel. 0874728014 Fax 0874729822

Dettagli

I.T.S. G. GIRARDI. Progetto legalità a.s. 2014/2015 Privacy e disagio giovanile. Risultati dei questionari somministrati agli studenti

I.T.S. G. GIRARDI. Progetto legalità a.s. 2014/2015 Privacy e disagio giovanile. Risultati dei questionari somministrati agli studenti I.T.S. G. GIRARDI Progetto legalità a.s. 214/215 Privacy e disagio giovanile Risultati dei questionari somministrati agli studenti Classi coinvolte: 3AA 3AT 3AR 3BR 3CR 3AS - 3BS Rilevazione dei dati relativi

Dettagli

LA DIRETTIVA SUL TELEFONINO IN AULA

LA DIRETTIVA SUL TELEFONINO IN AULA Occorre sempre rispettare il diritto alla privacy LA DIRETTIVA SUL TELEFONINO IN AULA (Direttiva Istruzione 104 del 30.11.2007) www.gildavenezia.it Chi diffonde immagini con dati personali altrui non autorizzate

Dettagli

POLITICA D USO ACCETTABILE (PUA) DELLE TECNOLOGIE INFORMATICHE E DELLA COMUNICAZIONE (TIC)

POLITICA D USO ACCETTABILE (PUA) DELLE TECNOLOGIE INFORMATICHE E DELLA COMUNICAZIONE (TIC) POLITICA D USO ACCETTABILE (PUA) DELLE TECNOLOGIE INFORMATICHE E DELLA COMUNICAZIONE (TIC) Anno scolastico 2015/2016 La Funzione Strumentale e il gruppo di lavoro hanno elaborato questo documento sulla

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE TECNOLOGIE INFORMATICHE E DELLA COMUNICAZIONE

REGOLAMENTO PER L USO DELLE TECNOLOGIE INFORMATICHE E DELLA COMUNICAZIONE ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Pietro Domina Piazza Pietro Domina, 22 90027 Petralia Sottana Cod. Fiscale 83000830824 REGOLAMENTO PER L USO DELLE TECNOLOGIE INFORMATICHE E DELLA COMUNICAZIONE

Dettagli

Sessione informativa uso consapevole e legale della rete

Sessione informativa uso consapevole e legale della rete Scuola Media Alighieri Sanremo Sessione informativa uso consapevole e legale della rete Mauro Ozenda Consulente IT (www.tecnoager.eu) 1 SCENARIO ATTUALE MINORI E NUOVE TECNOLOGIE Per la prima volta nella

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER L'UTILIZZO DELLA RETE TELEMATICA DI SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA #

REGOLAMENTO GENERALE PER L'UTILIZZO DELLA RETE TELEMATICA DI SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA # REGOLAMENTO GENERALE PER L'UTILIZZO DELLA RETE TELEMATICA DI SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA # Premessa Sapienza Università di Roma (denominazione legale : Università degli Studi di Roma La Sapienza, di seguito

Dettagli

Il campione regionale

Il campione regionale Difensore Civico Regione Emilia-Romagna CORECOM Regione Emilia-Romagna La Rete siamo noi Iniziative per un uso sicuro della rete Internet e del cellulare da parte dei minori Dati regionali Il campione

Dettagli

POLITICA D USO ACCETTABILE E SICURO DELLA RETE A SCUOLA

POLITICA D USO ACCETTABILE E SICURO DELLA RETE A SCUOLA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI VICCHIO Viale B. Angelico, 22 50039 VICCHIO (FI) Tel. 055.844254 FAX 055.8448641 E-mail scuolavicchio@tiscali.it POLITICA D USO ACCETTABILE E SICURO DELLA RETE A SCUOLA

Dettagli

Social Media Policy. Regole di gestione e comportamento sui canali social media ufficiali del Comune di San Giuliano Milanese (Mi)

Social Media Policy. Regole di gestione e comportamento sui canali social media ufficiali del Comune di San Giuliano Milanese (Mi) Social Media Policy Regole di gestione e comportamento sui canali social media ufficiali del Comune di San Giuliano Milanese (Mi) Allegato alla Deliberazione di Giunta Comunale n del 1. Finalità Il Comune

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE MODALITÀ DI ACCESSO E DI USO DELLA RETE INFORMATICA DELL ITIS P. LEVI E ACCESSO E DI USO ALLA RETE INTERNET INDICE

REGOLAMENTO PER LE MODALITÀ DI ACCESSO E DI USO DELLA RETE INFORMATICA DELL ITIS P. LEVI E ACCESSO E DI USO ALLA RETE INTERNET INDICE Pagina 2 di 6 INDICE Articolo 1 - OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 Articolo 2- PRINCIPI GENERALI DIRITTI E RESPONSABILITÀ... 3 Articolo 3 - ABUSI E ATTIVITÀ VIETATE... 3 Articolo 4 - ATTIVITÀ CONSENTITE...

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEGLI ALUNNI ANNO SCOLASTICO 2012/2013

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEGLI ALUNNI ANNO SCOLASTICO 2012/2013 REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEGLI ALUNNI ANNO SCOLASTICO 2012/2013 1 PREMESSA Il presente regolamento, ai sensi di quanto previsto dal D.P.R. 24 giugno 1998, n. 249 (Statuto delle studentesse e degli studenti)

Dettagli

IL CONSIGLIO DI ISTITUTO DELIBERA. 1. l approvazione del variazione del programma annuale 2012 2. la ratifica del decreto del Dirigente del 1 /9/2012

IL CONSIGLIO DI ISTITUTO DELIBERA. 1. l approvazione del variazione del programma annuale 2012 2. la ratifica del decreto del Dirigente del 1 /9/2012 CONSIGLIO DI ISTITUTO delibera n. 52 del 29/11/2012 Visto il D Im n. 44/2001; Visto il D. Lvo n. 275/1999; Visto il Piano dell Offerta formativa Vista la delibera n. 31 del 14/2/2012 (approvazione del

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINARE DELL I.T.I. M. BUONARROTI DI TRENTO. (secondo quanto previsto dal D.P.R. 249 del 24 giugno 1998) PREMESSA

REGOLAMENTO DISCIPLINARE DELL I.T.I. M. BUONARROTI DI TRENTO. (secondo quanto previsto dal D.P.R. 249 del 24 giugno 1998) PREMESSA Allegato D delibera n. 5/2006 REGOLAMENTO DISCIPLINARE DELL I.T.I. M. BUONARROTI (secondo quanto previsto dal D.P.R. 249 del 24 giugno 1998) PREMESSA Il presente Regolamento si articola secondo la struttura

Dettagli

REGOLAMENTO PER UTILIZZO DELLA RETE INTERNET TRAMITE TECNOLOGIA WI-FI NELLA BIBLIOTECA COMUNALE ERCOLE CARCANO

REGOLAMENTO PER UTILIZZO DELLA RETE INTERNET TRAMITE TECNOLOGIA WI-FI NELLA BIBLIOTECA COMUNALE ERCOLE CARCANO REGOLAMENTO PER UTILIZZO DELLA RETE INTERNET TRAMITE TECNOLOGIA WI-FI NELLA BIBLIOTECA COMUNALE ERCOLE CARCANO Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 9 del 14.04.2011 Art.1 Finalità del servizio

Dettagli

Luca Milani C.Ri.d.e.e. & Unità di Ricerca in Psicologia Scolastica Università Cattolica di Milano

Luca Milani C.Ri.d.e.e. & Unità di Ricerca in Psicologia Scolastica Università Cattolica di Milano Luca Milani C.Ri.d.e.e. & Unità di Ricerca in Psicologia Scolastica Università Cattolica di Milano 1. I tempi cambiano 2. I dati del questionario 3. Bisogni e rischi 4. Istruzioni per l uso? 5. Indicazioni

Dettagli

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE Roma, 30 novembre 2007 Direttiva n. 104 IL MINISTRO CONSIDERATO che il diritto alla protezione dei dati personali

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE Roma, 30 novembre 2007 Direttiva n. 104 IL MINISTRO CONSIDERATO che il diritto alla protezione dei dati personali MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE Roma, 30 novembre 2007 Direttiva n. 104 IL MINISTRO CONSIDERATO che il diritto alla protezione dei dati personali gode di specifiche forme di tutela stante la vigenza

Dettagli

REGOLAMENTO DI ACCESSO E UTILIZZO DEI LABORATORI MULTIMEDIALI

REGOLAMENTO DI ACCESSO E UTILIZZO DEI LABORATORI MULTIMEDIALI REGOLAMENTO DI ACCESSO E UTILIZZO DEI LABORATORI MULTIMEDIALI (Art. 1) Individuazione dei laboratori Multimediali Il presente regolamento ha validità per le seguenti aule attrezzate, di seguito denominate

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Direttiva n. 104 CONSIDERATO CONSIDERATO CONSIDERATO CONSIDERATO CONSIDERATO IL MINISTRO Roma, 30 novembre 2007 che il diritto alla protezione dei dati personali gode di specifiche forme di tutela stante

Dettagli

REGOLAMENTO d ISTITUTO per un uso corretto delle RISORSE TECNOLOGICHE e di RETE della SCUOLA

REGOLAMENTO d ISTITUTO per un uso corretto delle RISORSE TECNOLOGICHE e di RETE della SCUOLA Istituto Comprensivo di Verolengo 10038 Verolengo (TO) Distretto N. 39 C..F. Prot. n 345 del 8/02/2013 REGOLAMENTO d ISTITUTO per un uso corretto delle RISORSE TECNOLOGICHE e di RETE della SCUOLA (indicazioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LABORATORI E DELLE POSTAZIONI MULTIMEDIALI PRESENTI NEI PLESSI DELL ISTITUTO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LABORATORI E DELLE POSTAZIONI MULTIMEDIALI PRESENTI NEI PLESSI DELL ISTITUTO Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO G. VERGA Via della Libertà s.n.c. - 04014 PONTINIA (LT) 0773/86085 fax 0773/869296 Ltic840007@istruzione.it CF. 80006850590

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E L UTILIZZO DELLA RETE WI-FI DEL COMUNE DI FOSSALTA DI PIAVE. Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale

REGOLAMENTO PER L ACCESSO E L UTILIZZO DELLA RETE WI-FI DEL COMUNE DI FOSSALTA DI PIAVE. Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale REGOLAMENTO PER L ACCESSO E L UTILIZZO DELLA RETE WI-FI DEL COMUNE DI FOSSALTA DI PIAVE Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 141 del 17.12.2014 CAPO I PRINCIPI GENERALI, FINALITA E AMBITO

Dettagli

FORMAZIONE PRIVACY 2015

FORMAZIONE PRIVACY 2015 Intervento formativo per rendere edotti gli incaricati del trattamento di dati personali dei rischi che incombono sui dati e delle relative misure di sicurezza ai sensi dell art. 130 del D.Lgs. 196/2003

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE RISORSE TECNOLOGICHE E DI RETE

REGOLAMENTO PER L USO DELLE RISORSE TECNOLOGICHE E DI RETE REGOLAMENTO PER L USO DELLE RISORSE TECNOLOGICHE E DI RETE NORME PER L UTILIZZO DELLA RETE DELLA SCUOLA Gli utenti devono essere consapevoli che Internet è una rete di informazioni non regolamentata, che

Dettagli

SCUOLA MEDIA STATALE A.Diaz OLBIA

SCUOLA MEDIA STATALE A.Diaz OLBIA SCUOLA MEDIA STATALE A.Diaz OLBIA REGOLE PER UN USO ACCETTABILE E RESPONSABILE DI INTERNET La Commissione incaricata dal Dirigente Scolastico ha elaborato questo documento sull uso accettabile della rete

Dettagli

POLIZIA DI STATO COMPARTIMENTO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI BOLOGNA

POLIZIA DI STATO COMPARTIMENTO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI BOLOGNA POLIZIA DI STATO COMPARTIMENTO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI BOLOGNA POLIZIA DI STATO La rete siamo noi Seminario organizzato dal CORECOM e Difensore Civico 19 maggio 2011 Ispettore Capo Luca Villani

Dettagli

La Rete siamo noi. L uso del cellulare, i rischi del bullismo elettronico

La Rete siamo noi. L uso del cellulare, i rischi del bullismo elettronico Difensore Civico Regione Emilia-Romagna CORECOM Regione Emilia-Romagna La Rete siamo noi L uso del cellulare, i rischi del bullismo elettronico Elena Buccoliero, sociologa Ufficio del Difensore civico

Dettagli

CODICE ETICO AI SENSI DEL D.LGS. 231/2001

CODICE ETICO AI SENSI DEL D.LGS. 231/2001 CODICE ETICO AI SENSI DEL D.LGS. 231/2001 Approvato dal CdA 15 dicembre 2010 INDICE 1. I PRINCIPI DI TORRICELLI S.R.L.... 5 1.1 Principi generali... 5 1.2 Selezione, gestione e formazione delle risorse

Dettagli

Regolamento attuativo delle linee guida del Garante in tema di utilizzo e controllo degli strumenti elettronici

Regolamento attuativo delle linee guida del Garante in tema di utilizzo e controllo degli strumenti elettronici Azienda Pubblica Servizi alla Persona Città di Siena Regolamento attuativo delle linee guida del Garante in tema di utilizzo e controllo degli strumenti elettronici Testo adottato con delibera del Consiglio

Dettagli

Informazioni societarie: aggiornato al: 12/08/2015 Ragione Sociale. Privacy Policy

Informazioni societarie: aggiornato al: 12/08/2015 Ragione Sociale. Privacy Policy Informazioni societarie: aggiornato al: 12/08/2015 Ragione Sociale Sigger Consulting srl Indirizzo Via della Chimica, 18 01100 Viterbo Partita Iva 01557480561 Privacy Policy La presente informativa è stata

Dettagli

Comune di Monticello Brianza

Comune di Monticello Brianza REGOLAMENTO PER DISCIPLINARE L UTILIZZO DELLA RETE INTERNET TRAMITE TECNOLOGIA WIRELESS FIDELITY (WI-FI) Art. 1. Finalità del servizio Il servizio di connessione alla rete Internet mediante l utilizzo

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO PER I CFP DI ABF corsi di qualifica e diploma professionale

REGOLAMENTO INTERNO PER I CFP DI ABF corsi di qualifica e diploma professionale REGOLAMENTO INTERNO PER I CFP DI ABF corsi di qualifica e diploma professionale Questo documento contiene le norme che regolano la vita interna dei Centri di Formazione Professionale di ABF; tutti devono

Dettagli

COMUNE DI GAMBATESA Provincia di Campobasso

COMUNE DI GAMBATESA Provincia di Campobasso COMUNE DI GAMBATESA Provincia di Campobasso REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L UTILIZZO DELLA RETE INTERNET HOT SPOT GAMBATESA WI-FI COMUNALE IN SPAZI PUBBLICI Approvato con Delibera del C.C. n. del Premessa

Dettagli

PUA POLITICA D'USO ACCETTABILE E SICURA DELLA RETE

PUA POLITICA D'USO ACCETTABILE E SICURA DELLA RETE Ministero della Pubblica Istruzione ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE n. 2 CAVOUR Via Nervia, 28 18039 Ventimiglia Tel. 0184/295223 290346 - Fax 0184/252782 Cod. Fisc. 90083350083 Cod. Mecc. IMIC81600P Email:

Dettagli

AI DOCENTI CIRCOLARE N. 26 AL PERSONALE ATA CIRCOLARE N. 79 AI CO.CO.CO. AGLI ALUNNI CIRCOLARE N. 6

AI DOCENTI CIRCOLARE N. 26 AL PERSONALE ATA CIRCOLARE N. 79 AI CO.CO.CO. AGLI ALUNNI CIRCOLARE N. 6 Roma, 30/09/2013 AI DOCENTI CIRCOLARE N. 26 AL PERSONALE ATA CIRCOLARE N. 79 AI CO.CO.CO. AGLI ALUNNI CIRCOLARE N. 6 Oggetto : Utilizzo delle strumentazioni informatiche, della rete internet e della posta

Dettagli

BIBLIOTECA COMUNALE DON LORENZO MILANI - SAN MARTINO BUON ALBERGO - Regolamento del Servizio Internet

BIBLIOTECA COMUNALE DON LORENZO MILANI - SAN MARTINO BUON ALBERGO - Regolamento del Servizio Internet BIBLIOTECA COMUNALE DON LORENZO MILANI - SAN MARTINO BUON ALBERGO - Regolamento del Servizio Internet 1. Obiettivi del servizio 1.1 La Biblioteca Comunale don Lorenzo Milani riconosce l'utilità dell'informazione

Dettagli

Prot. N. 698/A02e Sarego, 24 febbraio 2014.

Prot. N. 698/A02e Sarego, 24 febbraio 2014. Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Istituto Comprensivo Statale Francesco Muttoni di Sarego via Damiano Chiesa, 5 36040 Meledo di Sarego

Dettagli

COMUNE DI POGLIANO MILANESE REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO HOTSPOT WI-FI

COMUNE DI POGLIANO MILANESE REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO HOTSPOT WI-FI COMUNE DI POGLIANO MILANESE REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO HOTSPOT WI-FI Indice Premessa Art. 1 Definizioni..3 Art. 2 Finalità del servizio..4 Art. 3 Modalità di accesso al servizio.4 Art. 4 Obblighi

Dettagli

Si verifica quando qualcuno compie atti di

Si verifica quando qualcuno compie atti di CYBER BULLISMO E IL TERMINE USATO PER INDICARE IL BULLISMO ONLINE Si verifica quando qualcuno compie atti di vessazione, umiliazione, molestia, diffamazione, o azioni aggressive nei confronti di un altro,

Dettagli

COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PRE REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI E TELEMATICI MESSA ART. 1 Caratteri generali Il presente regolamento viene emanato in base al provvedimento

Dettagli

ESSERE PRUDENTI ON-LINE

ESSERE PRUDENTI ON-LINE ESSERE PRUDENTI ON-LINE LINEE GUIDA PER UN CORRETTO USO DI INTERNET Per non rischiare una brutta avventura, prendi nota delle seguenti regole relative all'utilizzo di internet. Avvicinarsi al computer

Dettagli

Regolamento per l uso accettabile e sicuro della rete a Scuola

Regolamento per l uso accettabile e sicuro della rete a Scuola Regolamento per l uso accettabile e sicuro della rete a Scuola Il presente documento è stato redatto per consentire un uso sicuro della rete all interno della scuola. Nella compilazione del documento si

Dettagli

La Rete siamo noi. Iniziative per un uso sicuro della rete Internet e del cellulare da parte dei minori. Dati raccolti in provincia di Bologna

La Rete siamo noi. Iniziative per un uso sicuro della rete Internet e del cellulare da parte dei minori. Dati raccolti in provincia di Bologna Difensore Civico Regione Emilia-Romagna CORECOM Regione Emilia-Romagna La Rete siamo noi Iniziative per un uso sicuro della rete Internet e del cellulare da parte dei minori Dati raccolti in provincia

Dettagli

Il mondo dei social network

Il mondo dei social network Il mondo dei social network ( in particolare) Prof. Danilo Piazza Premessa Il presente documento è una sintesi dell incontro svolto in presenza. Come tale esso diventa significativamente fruibile avendo

Dettagli

Approvato con Deliberazione di. Regolamento Comunale. C.C. n. 17 del 17/03/2016 PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO WI-FI DEL COMUNE DI BONATE SOPRA

Approvato con Deliberazione di. Regolamento Comunale. C.C. n. 17 del 17/03/2016 PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO WI-FI DEL COMUNE DI BONATE SOPRA Approvato con Deliberazione di C.C. n. 17 del 17/03/2016 Regolamento Comunale PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO WI-FI DEL COMUNE DI BONATE SOPRA Sommario CAPO I: PRINCIPI GENERALI, FINALITA E AMBITO DI APPLICAZIONE...

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO SULL'UTILIZZO DI INTERNET E DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA ISTITUZIONALE SUL LUOGO DI LAVORO

REGOLAMENTO INTERNO SULL'UTILIZZO DI INTERNET E DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA ISTITUZIONALE SUL LUOGO DI LAVORO LICEO STATALE SANDRO PERTINI Liceo Linguistico - Liceo delle Scienze Umane (con Opzione Economico-Sociale) Liceo Musicale e Coreutico Sez. Musicale Via C. Battisti 5, 16145 Genova - Corso Magenta, 2 A.

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO D USO DELLA CONNESSIONE PUBBLICA ALLA RETE INTERNET DA POSTAZIONI MOBILI CON TECNOLOGIA WIRELESS FIDELITY (WIFI).

DISCIPLINARE TECNICO D USO DELLA CONNESSIONE PUBBLICA ALLA RETE INTERNET DA POSTAZIONI MOBILI CON TECNOLOGIA WIRELESS FIDELITY (WIFI). ALLEGATO ALLA DELIBERA G.M. 12/2012 DISCIPLINARE TECNICO D USO DELLA CONNESSIONE PUBBLICA ALLA RETE INTERNET DA POSTAZIONI MOBILI CON TECNOLOGIA WIRELESS FIDELITY (WIFI). Premessa e riferimenti normativi

Dettagli

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 1 CHE COS È INTERNET? INTERNET (connessione di rete) E' la "rete delle reti" perché collega fra

Dettagli

Modalità per la gestione del sito di Istituto e l accesso alla rete ed a internet. Documento preparato da Responsabile Sistema Qualità

Modalità per la gestione del sito di Istituto e l accesso alla rete ed a internet. Documento preparato da Responsabile Sistema Qualità ISTITUTO PROFESSIONALE per i SERVIZI ALBERGHIERI e della RISTORAZIONE Modalità per la gestione del sito di Istituto e l accesso alla rete ed a internet IR0602.10 in Revisione 00 del 01/07/2013 Documento

Dettagli