MANUALE ELETTORALE. per l elezione dei Sindaci, dei Presidenti di Provincia, dei Consigli Comunali e Provinciali. Nuova edizione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MANUALE ELETTORALE. per l elezione dei Sindaci, dei Presidenti di Provincia, dei Consigli Comunali e Provinciali. Nuova edizione"

Transcript

1 MANUALE ELETTORALE per l elezione dei Sindaci, dei Presidenti di Provincia, dei Consigli Comunali e Provinciali Nuova edizione a cura di SALVATORE CORRADO FrancoAngeli

2

3 I lettori che desiderano informarsi sui libri e le riviste da noi pubblicati possono consultare il nostro sito Internet: e iscriversi nella home page al servizio Informatemi per ricevere via e.mail le segnalazioni delle novità o scrivere, inviando il loro indirizzo, a FrancoAngeli, viale Monza 106, Milano.

4 MANUALE ELETTORALE per l elezione dei Sindaci, dei Presidenti di Provincia, dei Consigli Comunali e Provinciali Nuova edizione a cura di SALVATORE CORRADO con la collaborazione di ALESSIA EMANUELA SANAPO FrancoAngeli

5 Copyright 2009 by FrancoAngeli s.r.l., Milano, Italy. L opera, comprese tutte le sue parti, è tutelata dalla legge sul diritto d autore. L Utente nel momento in cui effettua il download dell opera accetta tutte le condizioni della licenza d uso dell opera previste e comunicate sul sito

6 INDICE Premessa alla II edizione Presentazione alla I edizione Prefazione Capitolo primo Indizione delle elezioni ed adempimenti di fine mandato Turno elettorale ordinario e data delle elezioni Data delle elezioni: adempimenti Consiglio provinciale e comunale: durata del mandato, competenze, diritti e prerogative dei Consiglieri uscenti Capitolo secondo Disciplina della propaganda elettorale Comunicazione politica ed accesso ai mezzi di informazione Agevolazioni postali Modalità degli invii di materiale pubblicitario Interventi dei Comuni Agevolazioni fiscali Uso messaggi sms di pubblica utilità Invio sms per ragioni di ordine pubblico Circostanze eccezionali ed analiticità della motivazione Firma sms Invio a soggetti minori Orario degli invii Invio per emergenze e calamità Controllo costi Liste elettorali e privacy Decalogo sulla propaganda elettorale Finalità del provvedimento pag. 19» 21» 23» 29» 29» 29» 31» 32» 34» 38» 38» 38» 39» 40» 41» 41» 42» 42» 43» 43» 44» 44 5

7 Dati utilizzabili senza consenso Fonti documentali non utilizzabili per propaganda Dati utilizzabili previo consenso Obbligo di informativa Casi in cui l informativa non è dovuta Garanzie ed adempimenti Affissioni Divieto di propaganda elettorale Propaganda elettorale e danno erariale Il marketing politico elettorale Marketing e comunicazione politica Il processo di marketing politico Analisi politico,socio-economico e territoriale Segmentazione e definizione del target (swot analysis) Posizionamento strategico dell offerta politica Il piano di marketing (piano di comunicazione e di azione) Gli issues: temi prioritari o idee forza La comunicazione del prodotto politico (piano, strumenti e mezzi di comunicazione) Il politico vincente Capitolo terzo Elezione del Presidente della Provincia e del Consiglio provinciale: sistema e procedimento elettorale per la presentazione e l ammissione delle candidature Premessa Candidato alla carica di Presidente della Provincia Dichiarazione di collegamento Consiglio provinciale: composizione ed elezione Elenco dei documenti per la presentazione dei gruppi dei candidati Presentazione candidatura alla carica di Presidente della Provincia ed elenco dei candidati alla carica di Consigliere provinciale che costituiscono il gruppo o i gruppi collegati Dichiarazione di presentazione del gruppo Numero dei presentatori Sottoscrizione da parte dei presentatori Autenticazione della firma dei sottoscrittori Indicazione dei delegati di gruppo Contrassegno del candidato alla carica di Presidente della Provincia e del gruppo dei candidati alla carica di Consigliere provinciale pag. 44» 46» 47» 48» 49» 50» 51» 51» 51» 53» 54» 54» 55» 56» 56» 58» 58» 59» 61» 61» 62» 62» 62» 63» 64» 64» 64» 66» 66» 66 6

8 Esenzione dalle tasse di bollo Nomina e composizione della Giunta provinciale Capitolo quarto Elezione del Sindaco e del Consiglio comunale: sistema e procedimento elettorale per la presentazione e l ammissione delle candidature Componenti del Consiglio comunale Liste dei candidati alla carica di Consigliere comunale Dichiarazione di presentazione delle liste dei candidati Numero dei presentatori Autenticazione delle firme dei sottoscrittori delle liste e delle candidature Termini e modalità di presentazione delle liste e delle candidature Documenti in allegato Nomina e composizione della Giunta comunale pag. 67» 67» 69» 70» 71» 72» 73» 74» 75 Capitolo quinto e giurisprudenza Propaganda elettorale Affissione di stampati, manifesti, giornali Uso altoparlanti su mezzi mobili/riunioni elettorali Comunicazione politica radiotelevisiva Messaggi radiotelevisivi autogestiti Messaggi politici elettorali su quotidiani e periodici Sondaggi politici ed elettorali Comunicazione istituzionale Violazioni e sanzioni Giurisprudenza Disciplina giuridica Violazione norme propaganda elettorale: validità operazioni elettorali Emittenti radiotelevisive private Regime della concessione Propaganda mediante altoparlanti Affissione in spazi destinati alla normale pubblicità Affissione fuori dagli spazi elettorali assegnati Depenalizzazione illeciti in materia di propaganda elettorale Spese impegnate per la campagna elettorale: condotta sanzionabile» 77» 78» 78» 78» 78» 79» 79» 79» 79» 80» 80» 80» 80» 81» 81» 81» 82 7

9 Liste dei candidati Giurisprudenza Presentazione delle liste: formalità sostanziali e vincolate Raccolta firme su fogli separati Programma di coalizione Modalità di presentazione Contrassegno: funzione integrativa della lista Sottoscrizioni su fogli intercalari privi di contrassegno di lista Presentazione delle liste: ritardo lieve Firma redatta mediante caratteri a stampatello Inammissibilità dichiarazioni postume da parte dei sottoscrittori Accettazione delle candidature dopo la sottoscrizione delle liste Autentica firma su dichiarazione accettazione Autenticazione delle firme dei presentatori da parte di consigliere comunale anche candidato Tardiva autentica firma accettazione candidatura Regolarizzazione successiva: impossibilità Autenticazione firme: contenuto dell accertamento Regolarizzazione accettazione candidatura Mancata indicazione data autentica Irregolarità formali sanabili entro 48 ore: illegittima esclusione Omessa indicazione candidato Sindaco/ Presidente: irregolarità insanabile Omessa presentazione certificati elettorali dei presentatori Certificato attestante la qualità di candidato: mancato deposito Mancato rispetto intervallo temporale (art. 31 d.p.r. n. 570/60) Irregolarità autentica delle sottoscrizioni Autenticazione di firme: contestazione Autentica sottoscrittori: requisito ad substantiam Adempimenti del Segretario comunale Utilizzo moduli difformi: esclusione della lista Presenza in lista di persone che non hanno accettato la candidatura: nullità intera lista Uso simbolo del partito presente in Parlamento Confondibilità contrassegni Sottocommissione elettorale circondariale: esame accettazione delle candidature e dichiarazione dei candidati Atto di ammissione delle liste Impugnabilità Mancato inserimento o sostituzione di candidati su manifesti elettorali: rifacimento integrale elezioni pag. 83» 83» 86» 86» 86» 87» 87» 88» 88» 89» 89» 90» 90» 90» 91» 91» 92» 92» 92» 93» 93» 93» 94» 95» 95» 95» 96» 96» 97» 97» 97» 98 8

10 Fogli prodotti contenenti solo il contrassegno della lista Esclusione dalla competizione elettorale Illegittima ammissione di alcune liste: rinnovazione elezioni Esclusione/ammissione: termine del ricorso Esclusione lista: per raccolta firme su moduli difformi, per difformità dati anagrafici, per carenza elementi di cui all art. 9 legge n. 108/1968 Liste con denominazioni o contrassegni simili Revoca dell ammissione alle liste Ammissione con riserva di lista esclusa Provvedimenti di ammissione ed esclusione: carattere definitivo ed irretrattabile Ammissione ed esclusione: differenze Rinuncia dei candidati Incandidabilità, Ineleggibilità Giurisprudenza Fondamento Differenza con cause di incompatibilità Elettorato attivo e passivo: norme di stretta interpretazione Esclusione dal novero delle cause ostative dell ipotesi di condanna per peculato d uso (Illegittimità costituzionale) Condanna per delitto con abuso dei poteri o con violazione dei doveri Natura giuridica incandidabilità: nuova incapacità giuridica speciale Questione di legittimità costituzionale Ratio giustificativa Componente del c.d.a. di Società partecipata dal Comune/Provincia Segretario generale di Comunità montana e Sindaco di Comune appartenente alla Comunità montana Consigliere Società di servizi pubblici Dipendente comunale/provinciale Legali rappresentanti e dirigenti strutture convenzionate con a.s.l. a.s.o. Magistrati onorari Amministratori di istituti, Consorzi, Aziende (art. 60, c. 11, T.U. 267/2000) Nozione di Dirigenti di società partecipate Incompatibilità pag. 98» 98» 99» 99» 100» 100» 101» 101» 101» 102» 103» 103» 103» 104» 105» 105» 106» 106» 106» 107» 107» 108» 108» 109» 109» 109» 110» 111 9

11 Giurisprudenza Differenza con cause di ineleggibilità Momento rispetto al quale va verificata Esimente Progettista, direttore lavori, collaudatore di opere pubbliche comunali/provinciali Esimente di cui all art. 67 T.U. n. 267/2000 Amministratore/Dipendente di Ente, Istituto, Azienda soggetti a vigilanza Dei dipendenti delle u.s.l. (ora a.s.l.- a.s.o.) Incompatibilità tra la carica di Sindaco e quella di Consigliere comunitario Assessori esterni Cessazione dalle funzioni al momento della nomina Per lite pendente: in materia tributaria ed a seguito di azione popolare Effettività della pendenza Amministratore di società mista Effetto ripristinatorio causa di incompatibilità Rimozione tardiva delle cause Q.l.c. art. 63, comma 1, T.U. 267/2000 Operazioni elettorali Giurisprudenza Principio di strumentalità delle forme Principio del favor voti Onere segnalazione inesattezza su manifesti elettorali Erronea indicazione di candidato su manifesto elettorale Deducibilità in sede di proclamazione eletti Delegato di lista Autentica numero schede maggiore del richiesto Segretezza della votazione Unico cognome di candidato riportato in modo irregolare: non ingenera confusione, né pregiudizio Assenza di verbalizzazione di contestazioni Discrasia tra voti riportati dal Presidente e sommatoria voti candidati liste collegate Chiusura seggi Identificazione elettori Non necessita Riesame scrutinio: contestazioni generiche ed ipotetiche Impossibilità Omesse, erronee indicazioni dei voti Invariabilità quoziente elettorale irrilevanza pag. 111» 112» 112» 113» 113» 114» 115» 116» 116» 117» 117» 117» 118» 118» 120» 120» 122» 123» 123» 123» 124» 124» 124» 124» 124» 125» 125»

12 Simbolo di scheda non rispondente a quello della lista: annullamento operazioni elettorali Annullamento operazioni di voto Irregolarità sostanziali Misure di garanzia e tutela segretezza del voto Voto assistito Incapacità di deambulare Rinnovo di scrutinio per rimedio ad errori su operazioni elettorali Possibilità Nome candidato Sindaco trascritto nello spazio riservato alla preferenza dei consiglieri Omessa verbalizzazione di un elettore non iscritto nelle liste Verificazione delle schede dichiarate nulle Chiusura suggello e conservazione materiale elettorale Verbalizzazione dei reclami Risultati elettorali Giurisprudenza Principio di intangibilità Voti incompatibili Nullità scheda elettorale Segno di riconoscimento Ripetizione del nome del candidato Sindaco Errore nella preferenza Riconoscibilità del voto Voto di preferenza in liste diverse Voto di preferenza a Consigliere comunale Estensione al candidato Sindaco Voto di preferenza diretto al Sindaco Errori, incertezze grafiche o segni superflui Nome candidato Sindaco su spazio riservato per altra preferenza Ritrovamento scheda fac-simile Nullità di alcuni voti: c.d. prova della resistenza Nullità voto di preferenza Nullità per segni di riconoscimento Uso di caratteri grafici differenti: irrilevanza Omessa indicazione del voto sul simbolo della lista Nullità per segni di riconoscimento Croce su contrassegno di lista Attribuzione seggi pag. 125» 125» 126» 126» 126» 127» 127» 127» 127» 128» 128» 130» 130» 130» 130» 131» 131» 131» 132» 132» 132» 132» 133» 133» 133» 134» 134» 135» 135» 136» 136»

13 Giurisprudenza Determinazione e attribuzione seggi Soglia di sbarramento del 3% dei voti validi Mancato superamento soglia del 3%:impossibilità utilizzo voti per integrare cifra elettorale Assegnazione seggi: questione di legittimità costituzionale Cifra elettorale per l assegnazione dei seggi Mancato superamento soglia 3% Collegamento al 2 turno: impossibilità 1 e 2 turno elettorale: autonomie delle due fasi Attribuzione seggi: ammissione del voto di iscritti in altre sezioni Ininfluenza Attribuzione dei seggi di Consigliere provinciale Seggio consiliare spettante al candidato Sindaco o Presidente di Provincia non eletto Attribuzione seggi di Consigliere alla minoranza Premio di maggioranza Determinazione cifra elettorale complessiva liste collegate Soglia sbarramento 3%: inammissibilità questione di legittimità costituzionale Attribuzione del numero dei seggi: modalità di calcolo Distribuzione dei seggi: sistema d Hondt art. 73, comma 8, T.U. n. 267/2000 Attribuzione seggi Comuni > abitanti Detrazione seggio spettante alle liste collegate al candidato Sindaco non eletto Cifra elettorale Comuni > abitanti Proclamazione eletti: termine per adozione delibera art. 67 d.p.r. n. 570/1960 Convalida Giurisprudenza Finalità: valutazione condizioni di eleggibilità e di compatibilità Dimissioni candidati proclamati eletti: condizioni di validità della prima adunanza e surroga Interesse all azione nel giudizio elettorale Ricorso avverso deliberazioni di convalida Competenza giudice ordinario Decadenza pag. 137» 138» 138» 138» 139» 140» 140» 140» 141» 141» 141» 142» 142» 143» 143» 144» 145» 145» 146» 146» 146» 147» 147»

14 Giurisprudenza Dichiarazione di incompatibilità Mancata rimozione nei termini Decadenza automatica Esimente (art. 67 T.U. n. 267/2000) Ratio e qualificazione giuridica Questione di legittimità costituzionale: infondatezza Condanna per delitti tentati (e non consumati) Condanna a reclusione Azione popolare Giurisprudenza Presupposto Interesse perseguito: quisquis ex populo Stretta connessione con lo status civitatis Proposizione da parte del cittadino elettore/candidato non eletto: ammissibilità Proposizione per correzione parziale risultati elettorali: ammissibilità Legittimazione comitati associativi Declaratoria di decadenza amministratori locali Azione popolare e cause di incompatibilità Termine di decadenza in caso di azione popolare Per la decadenza dei Consiglieri e per l ineleggibilità del Sindaco o del Presidente della Provincia Accoglimento Effetti: travolgimento intera sequenza elettorale Termine Contenzioso elettorale Giurisprudenza Giudizio elettorale: individuazione parti necessarie Principio di strumentalità delle forme Principio di conservazione degli atti giuridici e del favor voti Prova della legittimazione all impugnazione Principio di prova: carattere atipico Ricorso giurisdizionale collettivo Ricorso introduttivo e motivi aggiunti Termine per proposizione ricorso incidentale Impugnativa dei risultati elettorali Interesse all azione Decorrenza termine per l impugnazione pag. 148» 149» 149» 149» 150» 151» 152» 152» 153» 153» 153» 154» 154» 154» 155» 155» 156» 156» 156» 157» 157» 157» 158» 158» 159» 160» 160» 160» 161» 161»

15 Legittimazione passiva Legittimazione attiva Notifica del ricorso Notifica ad almeno un controinteressato Opposizione di terzo Motivi di doglianza Motivi di ricorso generici ed ipotetici: inammissibilità Onere di specificazione dei motivi Giudizio concernente la legittimità della nomina degli Assessori Unicità del contenzioso elettorale: giurisdizione del Giudice ordinario Elezione del Sindaco Contestazione Eletti nelle liste collegate Integrazione del contraddittorio Esclusione Ricorso in cassazione per motivi di legittimità e per motivi di merito Pronuncia incidenter tantum Costituzione in giudizio Motivi aggiunti Discrimine tra giurisdizione ordinaria e giurisdizione amministrativa Prova di resistenza Annullamento in sede giurisdizionale elezioni amministrative Rinnovazione operazioni elettorali Contro-interessati Principio di specificità Proposizione di domande giudiziali diverse Potere di verifica regolarità delle liste Ricorso avverso l atto di esclusione di una lista Valutazione dei risultati della verificazione Reati e violazioni elettorali Giurisprudenza Committente pubblicità: irresponsabilità per affissioni materiali irregolari Violazione norme sulla propaganda: applicazione sanzioni Propaganda politica Assenza assetto di programmazione misure compensative: irrilevanza Propaganda fuori spazio da parte di ignoti Distruzione atti inerenti operazioni elettorali Delitto elettorale Fonti di documentazionegiurisprudenziali: anni pag. 162» 163» 163» 163» 164» 164» 164» 165» 166» 166» 167» 167» 167» 167» 169» 169» 170» 170» 170» 171» 171» 172» 172» 173» 174» 176» 176» 177» 177» 177» 178»

16 Capitolo sesto La prima adunanza del Consiglio comunale e provinciale Convocazione, presidenza e funzionamento Seduta pubblica Esposizione bandiere della Repubblica Italiana e dell Unione Europea Entrata in carica del Sindaco, del Presidente della Provincia e dei Consiglieri Convocazione e presidenza prima adunanza Adempimenti e ordine del giorno Giuramento Validità prima adunanza e surroga Consiglieri dimissionari o nominati Assessori Convalida degli eletti (c.d. verifica dei poteri): finalità, procedura, interesse all azione, ricorso avverso delibera di convalida Verifica condizioni di eleggibilità Verifica condizioni di compatibilità Contestazione cause di ineleggibilità ed incompatibilità Elezione Presidente del Consiglio e Ufficio di Presidenza Presentazione programma di mandato (linee programmatiche: azioni, attività, progetti) Presentazione della Giunta Gruppi consiliari, Capigruppo e Commissioni consiliari Gruppi consiliari: gruppi misti, composizione, dichiarazione gruppo di appartenenza Designazione Capigruppo Conferenza Capigruppo Commissioni consiliari permanenti: istituzione, in sede referente e consultiva, funzioni, Presidenza Commissioni di controllo, di indagine e consultive Diritti e prerogative del Presidente del Consiglio e dei Consiglieri Risorse e mezzi ai gruppi consiliari APPENDICE Leggi elettorali - Legge 4 aprile 1956, n. 212 Norme per la disciplina della propaganda elettorale - Decreto del Presidente della Repubblica 16 maggio 1960 n. 570 pag. 179» 179» 180» 180» 181» 181» 183» 183» 186» 189» 189» 190» 191» 191» 193» 193» 194» 195» 195» 196»

17 Testo unico delle leggi per la composizione e la elezione degli organi delle amministrazioni comunali - Legge 23 aprile 1976, n. 136 Riduzione dei termini e semplificazione del procedimento elettorale - Decreto Legge 3 maggio 1976, n. 161 Modificazioni ed integrazioni alle disposizioni di legge relative al procedimento elettorale per le elezioni politiche, regionali, provinciali e comunali omissis. - Legge 7 febbraio 1979, n. 40: Modifiche alle norme sull elettorato attivo concernenti la iscrizione e la reiscrizione nelle liste elettorali dei cittadini italiani residenti all estero - Legge 21 marzo 1990, n. 53: Misure urgenti atte a garantire maggiore efficienza al procedimento elettorale - Legge 6 febbraio 1996, n. 52: Disposizioni per l adempimento di obblighi derivanti dall appartenenza dell Italia alle Comunità europee Legge comunitaria Decreto Legislativo 12 aprile 1996, n. 197 Attuazione della direttiva 94/80/CE concernente le modalità di esercizio del diritto di voto e di eleggibilità alle elezioni comunali per i cittadini dell Unione europea che risiedono in uno Stato membro di cui non hanno la cittadinanza - Legge 22 febbraio 2000, n. 28: Disposizioni per la parità di accesso ai mezzi di informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la comunicazione politica - Decreto del Presidente della Repubblica 7 aprile 2000, n. 121: Regolamento recante disciplina dell uso delle bandiere della Repubblica Italiana e dell Unione Europea da parte delle amministrazioni dello Stato e degli Enti pubblici - Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267: Testo unico delle leggi sull Ordinamento degli Enti locali (stralcio) - Decreto del Presidente della Repubblica 8 settembre 2000, n. 299: Regolamento concernente l istituzione, le modalità di rilascio, l aggiornamento ed il rinnovo della tessera elettorale personale a carattere permanente - Legge Costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3 Modifiche al Titolo V della parte seconda della Costituzione pag. 202» 234» 244» 247» 247» 251» 253» 255» 263» 264» 341»

18 - Legge 16 aprile 2002, n. 62 Modifiche ed integrazioni alle disposizioni di legge relative al procedimento elettorale - Legge 27 dicembre 2002, n. 289: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato Legge finanziaria 2003 (stralcio) - Legge 5 febbraio 2003, n. 17: Nuove norme per l esercizio del diritto di voto da parte degli elettori affetti da gravi infermità - Legge 6 novembre 2003, n. 313: Disposizioni per l attuazione del principio del pluralismo nella programmazione delle emittenti radiofoniche e televisive locali - Legge 2 marzo 2004, n. 61: Norme in materia di reati elettorali - Agenzia delle entrate direzione centrale normativa e contenzioso: Circolare del 20/05/2005 n. 19 Iva: aliquota del 4% applicabile ai beni e servizi attinenti alle campagne elettorali- art. 7 legge 8 aprile 2004 n Garante protezione dei dati personali - provvedimento 28 febbraio 2008 Propaganda elettorale: esonero dell informativa - Ministero Interno - Circolare n. 30 del 18 marzo 2008 Agevolazioni in favore degli elettori per i viaggi ferroviari e per i viaggi autostradali - Decreto legge 27 gennaio 2009, n. 3: Disposizioni urgenti per lo svolgimento nell anno 2009 delle consultazioni elettorali e referendarie Ringraziamenti pag. 350» 354» 354» 355» 358» 359» 361» 363» 367»

19

20 PREMESSA ALLA II EDIZIONE L accoglienza favorevole del Manuale elettorale mi ha spinto a porre mano alla seconda edizione dell opera al fine di migliorare il coordinamento tra le varie parti del lavoro, onde trasformarle da isole ignare l una dall altra, in tessere dialoganti di un mosaico unitario. Sul versante sostanziale le novità giurisprudenziali e di prassi amministrativa intervenute nell ultimo biennio sono state incastonate in una visione e struttura organica autonoma ed autosufficiente. Per il resto conserva l impianto originario sviluppando istituti sostantivi e problematiche processuali, tra enunciazioni di principio e applicazioni concrete che si spera rendano il manuale specialistico aggiornato un valido ed utile strumento di lavoro. Milano, marzo 2009 Salvatore CORRADO 19

MODIFICHE AL NUMERO DEI CONSIGLIERI E DEGLI ASSESSORI E DELLE

MODIFICHE AL NUMERO DEI CONSIGLIERI E DEGLI ASSESSORI E DELLE NOTA INFORMATIVA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 25 MAGGIO 2014 Aprile 2014 PREMESSA Le prossime elezioni amministrative, fissate per il 25 maggio, segneranno il rinnovo di 4106 amministrazioni comunali.

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

Statuto del Partito Democratico

Statuto del Partito Democratico Statuto del Partito Democratico Approvato dalla Assemblea Costituente Nazionale il 16 febbraio 2008 CAPO I Principi e soggetti della democrazia interna Articolo 1. (Principi della democrazia interna) 1.

Dettagli

D.R. n. 15 del 26.01.2015

D.R. n. 15 del 26.01.2015 IL RETTORE Vista la legge 30 dicembre 2010, n. 240 Norme in materia di organizzazione delle Università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l efficienza

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

COMUNE DI SAN DEMETRIO NE VESTINI STATUTO

COMUNE DI SAN DEMETRIO NE VESTINI STATUTO COMUNE DI SAN DEMETRIO NE VESTINI STATUTO (Testo così come modificato con deliberazione di Consiglio Comunale n 20 in data 03/07/2006) TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 DEFINIZIONE Il Comune di San Demetrio

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE.

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. Parte prima Premessa Il presente accordo assume la disciplina generale

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI.. R E G O L A M E N T O

COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI.. R E G O L A M E N T O COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI.. R E G O L A M E N T O 1. Costituzione In applicazione della normativa nazionale ed europea al fine di: - Promuovere le politiche di pari

Dettagli

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 41 DEL 5 SETTEMBRE 2006 1 PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE REGOLAMENTI DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 2 del 31 luglio 2006 Regolamento per l accesso

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Istruzioni per le operazioni dell ufficio centrale

Istruzioni per le operazioni dell ufficio centrale DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI ELETTORALI Elezioni comunali, provinciali e regionali Pubblicazione n. 20 Elezione diretta del sindaco e del consiglio

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA. Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale

LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA. Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale LA LEGISLAZIONE ELETTORALE ITALIANA Diritto costituzionale a.a. 2010/11 Parte speciale CARLO FUSARO I limiti della legislazione elettorale vigente LEGISLAZIONE ELETTORALE: complesso delle norme concernenti

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

La normativa civilistica in tema di impugnativa di bilancio di s.p.a. e s.r.l.

La normativa civilistica in tema di impugnativa di bilancio di s.p.a. e s.r.l. Il bilancio delle società di capitali La sua impugnazione Firenze 15 giugno 2010 La normativa civilistica in tema di impugnativa di bilancio di s.p.a. e s.r.l. Francesco D Angelo (Università di Firenze)

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO PER LO SVILUPPO DELLA RIFORMA ISTITUZIONALE ELEZIONE DEGLI ORGANI DEL COMUN GENERAL DE FASCIA COMUNI DI CAMPITELLO DI FASSA/CIAMPEDEL-CANAZEI/CIANACEI- MAZZIN/MAZIN-MOENA/MOENA-

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 TRIBUNALE DI PORDENONE Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 Il Tribunale, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati: - dr. Enrico Manzon - Presidente - dr. Francesco

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

Costituzione della Repubblica Italiana

Costituzione della Repubblica Italiana Artt. 123, 127, 134, 135, 136, 137 della Costituzione Costituzione della Repubblica Italiana (Gazzetta Ufficiale 27 dicembre 1947, n. 298) [ ] TITOLO V LE REGIONI, LE PROVINCIE, I COMUNI Art. 123 Ciascuna

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 18/E. Roma, 28 aprile 2015

CIRCOLARE N. 18/E. Roma, 28 aprile 2015 CIRCOLARE N. 18/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 aprile 2015 OGGETTO: Addizionale IRES per il settore energetico (c.d. Robin Hood Tax) - Articolo 81, commi 16, 17 e 18, del decreto legge 25 giugno

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

Art. 54 decreto legge

Art. 54 decreto legge Art. 342 c.p.c. Forma dell appello L appello si propone con citazione contenente l esposizione sommaria dei fatti ed i motivi specifici dell impugnazione nonché le indicazioni prescritte nell articolo

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013.

Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività. di informazione e promozione del PSR 2007/2013. REGIONE AUTONOMA DELLA LA SARDEGNA L Assessore Direttive per l azione amministrativa e la gestione della misura 133 Attività di informazione e promozione del PSR 2007/2013. Dotazione finanziaria Il fabbisogno

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica

D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica D. Lgs. 20 dicembre 1993, n. 533 e successive modificazioni Testo unico delle leggi recanti norme per l'elezione del Senato della Repubblica Titolo I Disposizioni generali Articolo 1 1. Il Senato della

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA ARBITRI Titolo primo L Associazione Italiana Arbitri Capo primo: Natura, funzioni e poteri. Art. 1 Natura e funzione 1.L Associazione Italiana Arbitri (AIA) è l associazione

Dettagli

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio;

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio; 5) GESTIONE DELL UFFICIO SVILUPPO TURISTICO, CULTURALE, RICETTIVO VALLI JONICHE Comuni di Pagliara, Mandanici, Itala, Scaletta Zanclea, Ali Terme, Ali, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Fiumedinisi. S T A

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

Istruzioni per le operazioni dei seggi

Istruzioni per le operazioni dei seggi Parlamento europeo Pubblicazione n. 4 Elezione del Parlamento europeo Istruzioni per le operazioni dei seggi Le pagine che seguono sono una proposta di riformulazione delle Istruzioni per le operazioni

Dettagli

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria).

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria). Luogo di convocazione dell assemblea nelle società di capitali della Dott.ssa Roberta De Pirro L ADEMPIMENTO Il Consiglio nazionale del notariato, nello Studio n. 98-2013/I ha fatto il punto sul luogo

Dettagli

Elezioni e par condicio Vademecum per gli operatori dell informazione

Elezioni e par condicio Vademecum per gli operatori dell informazione Elezioni e par condicio Vademecum per gli operatori dell informazione Gennaio 2013 AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI Unità Par Condicio Numero Verde: 800/282202 Fax: 081/7507550 CORECOM TOSCANA

Dettagli

STATUTO DEL COMUNE DI RAGUSA

STATUTO DEL COMUNE DI RAGUSA - STATUTO DEL COMUNE DI RAGUSA TESTO DEFINITIVO CON LE MODIFICHE APPROVATE DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N. 63 DELL 08 OTTOBRE 2007, N. 36 DEL 7 APRILE 2010 E N. 85 DEL 5 OTTOBRE

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI

MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE TESTO UNICO DELLE LEGGI SULL ORDINAMENTO DEGLI ENTI LOCALI approvato con Decreto Legislativo

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Modificato dalle decisioni del Consiglio costituzionale

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO (Approvato con delibera del Consiglio

Dettagli

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DELLE AUTONOMIE LOCALI E DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIPARTIMENTO DELLE AUTONOMIE LOCALI SERVIZIO 5 UFFICIO ELETTORALE

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DELLE AUTONOMIE LOCALI E DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIPARTIMENTO DELLE AUTONOMIE LOCALI SERVIZIO 5 UFFICIO ELETTORALE REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DELLE AUTONOMIE LOCALI E DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIPARTIMENTO DELLE AUTONOMIE LOCALI SERVIZIO 5 UFFICIO ELETTORALE ELEZIONI AMMINISTRATIVE PUBBLICAZIONE N. 3 PRESENTAZIONE

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

L abuso edilizio minore

L abuso edilizio minore L abuso edilizio minore L abuso edilizio minore di cui all art. 34 del D.P.R. 380/2001. L applicazione della sanzione pecuniaria non sana l abuso: effetti penali, civili e urbanistici. Brunello De Rosa

Dettagli

STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA

STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA VERSIONE CONSOLIDATA DELLO STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA Il presente testo contiene la versione consolidata del Protocollo (n. 3) sullo Statuto della Corte di giustizia dell Unione

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO ALL INFORMAZIONE E AGLI ATTI DEL COMUNE DI SAN GIORGIO A CREMANO

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO ALL INFORMAZIONE E AGLI ATTI DEL COMUNE DI SAN GIORGIO A CREMANO REGOLAMENTO PER L'ACCESSO ALL INFORMAZIONE E AGLI ATTI DEL COMUNE DI SAN GIORGIO A CREMANO Approvato con verbale n. 108 Consiglio Comunale del 20 ottobre 2010 Capo I DISPOSIZIONI GENERALI sul DIRITTO di

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, con il quale è stato approvato il testo unico delle disposizioni concernenti lo Statuto degli impiegati civili

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE N. 01133/2010 01471/2009 REG.DEC. REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A ha pronunciato la presente IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto l art. 5, comma 2, lettere b), e) ed f), della legge 23 agosto 1988, n. 400; Ritenuta

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

GUIDA AI PROCEDIMENTI DISCIPLINARI 2013

GUIDA AI PROCEDIMENTI DISCIPLINARI 2013 GUIDA AI PROCEDIMENTI DISCIPLINARI 2013 4 5 5 5 5 5 5 6 6 6 6 7 9 9 9 9 9 9 10 10 10 10 10 10 11 12 12 12 12 12 12 12 12 13 13 14 14 15 PREMESSA 1 Capitolo Procedimento disciplinare di competenza del Consiglio

Dettagli

RISOLUZIONE N. 211/E

RISOLUZIONE N. 211/E RISOLUZIONE N. 211/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,11 agosto 2009 OGGETTO: Sanzioni amministrative per l utilizzo di lavoratori irregolari Principio del favor rei 1. Premessa Al fine

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo

Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo Parte viii> contenzioso e strumenti Per evitarlo 1. come rimediare a errori e dimenticanze: il ravvedimento Il ravvedimento per imposte dirette e Iva Modalità di pagamento Presentazione della dichiarazione

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE VISTI gli articoli 76 e 87 della Costituzione; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VISTA la

Dettagli

Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione

Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione MINISTERO DELL INTERNO Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale dei Servizi Elettorali Elezioni comunali, provinciali e regionali Pubblicazione n. 14 Elezione diretta del presidente

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/169/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott.ssa Simonetta Rosa dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone

Dettagli

L. 10 dicembre 1993, n. 515. Disciplina delle campagne elettorali per l'elezione alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica.

L. 10 dicembre 1993, n. 515. Disciplina delle campagne elettorali per l'elezione alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica. L. 10 dicembre 1993, n. 515. Disciplina delle campagne elettorali per l'elezione alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica. 1. Accesso ai mezzi di informazione. 1. Non oltre il quinto giorno

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

LEGGE 11 GENNAIO 1979, n. 12 NORME PER L ORDINAMENTO DELLA PROFESSIONE DI CONSULENTE DEL LAVORO. (Gazzetta Ufficiale n.

LEGGE 11 GENNAIO 1979, n. 12 NORME PER L ORDINAMENTO DELLA PROFESSIONE DI CONSULENTE DEL LAVORO. (Gazzetta Ufficiale n. LEGGE 11 GENNAIO 1979, n. 12 NORME PER L ORDINAMENTO DELLA PROFESSIONE DI CONSULENTE DEL LAVORO (Gazzetta Ufficiale n. 20 del 20-1-1979) TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1. Esercizio della professione

Dettagli

IL NUOVO STATUTO DELLA REGIONE CALABRIA

IL NUOVO STATUTO DELLA REGIONE CALABRIA IL NUOVO STATUTO DELLA REGIONE CALABRIA 1. Caratteristiche generali e principi Il nuovo Statuto della Calabria si caratterizza per la sua essenzialità, limitandosi a fissare princìpi rinviando alle leggi

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO WEB Art. 1 (Finalità) Il Sito Web del Consorzio è concepito e utilizzato quale strumento istituzionale

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli