LUCIANA CAPRETTI, TEVERE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LUCIANA CAPRETTI, TEVERE"

Transcript

1 LUCIANA CAPRETTI, TEVERE Clara ha un taglio lungo e sottile sulla guancia, ma ha un taglio molto più profondo dentro, una ferita che ha radici ancestrali e lo sguardo torvo del destino. L ultima delle sue piaghe, anche se non la peggiore, è un marito che la tradisce, proprio lui che poteva essere la sua ultima possibilità di redenzione e che invece non c è mai, né per lei né per i figli, e quando c è, non si accorge di nulla. Si erano amati alla fine della guerra, quando Roma era in fase di ricostruzione, si girava in bicicletta o in tram, i film erano in bianco e nero e la gente pensava a colori. Forse è anche per questo che, per raccontare la storia di Clara, Luciana Capretti sceglie di intitolare i capitoli con una scansione cromatica: il nero evidenzia l infanzia fascista, il bianco il vuoto della vita adulta e il giallo i contorni del mistero, perché a tanta disperazione si aggiunge un mistero: Clara è sparita, ha lasciato dietro di sé solo un biglietto che dice: Perdonatemi, 50 anni bastano, mi troverete nel Tevere, però sulle rive del fiume ci sono i suoi documenti assurdamente asciutti dopo una notte di pioggia e il corpo non si trova. Bianco, giallo e nero. Sono i colori del buio di Clara, che i figli, Giovanni e Virginia, fanno l impossibile per rischiarare. Virginia le chiede di raccontare di quando era piccola, e quando Clara le chiede perché le piaccia tanto quel racconto, la figlia risponde: perché allora ridevi. E Giovanni fa tenerezza, quando si nasconde dietro un filo d erba e dice: mamma, non vogliamo sapere, vogliamo solo indietro la nostra famiglia. Clara sa che non è possibile, certe storie sono segnate dal principio, hanno la parola fine già nei titoli di testa, senza conforti evangelici né colpi di scena da fiaba antica. No, in questo terribile e bellissimo romanzo non c è ombra favolistica, anzi, la storia di Clara è tutta vera. Nessuna finzione. Anche per questo Luciana Capretti dà vita a un commissario che rimane sempre sullo sfondo e non diventa mai protagonista, come accade solitamente nei gialli. Come a dire: in questo libro niente e nessuno può togliere spazio a chi ne ha avuto così poco in vita. Ecco perché Tevere è un romanzo di dolore sì, ma soprattutto di restituzione.

2 IL CORPO UMANO, PAOLO GIORDANO C è un recinto di sabbia esposto alle avversità nel deserto del Gulistan, dove molti andranno a morire. C è un plotone di ragazzi e uomini e donne comandato dal maresciallo Antonio René. Ci sono soldati in missione, tutti nudi davanti a qualcosa, perché in Afghanistan azione fa sempre rima con privazione, i codici sono basici ma le lacerazioni altissime. Alessandro Egitto è la piramide che tiene insieme il vertice e la base di questo romanzo: è un tenente medico che riassume tutta la forza e le debolezze dei soldati, che vivono una guerra una volta tanto non metafisica (perché non c è, come in molti romanzi, una netta distinzione tra il bene e il male), ma strisciante: non è un caso che lo scherzo più crudele abbia a che vedere con un serpente. Ogni cosa, ogni persona, ogni elemento striscia e sì infila, dentro qualcosa o dentro la metafora: strisciano la paura e l odore dei corpi quando sono attaccati in troppo poco spazio, strisciano la cattiveria gratuita e la frustrazione, striscia Irene nel letto di Egitto, strisciano al telefono la risata di Agnese che fa rabbrividire Cederna e la vergogna di Ietri nel dire la verità a sua madre; striscia anche il senso della vita, che si infila però dalla parte sbagliata, e per questo ci sono straordinari dialoghi a riassumere tutto, quello tra il colonnello Ballesio e Irene e quelli tra i soldati sopravvissuti e lo psicologo Finizio, uno che puzza di compromesso e di piscio. Quello che succede dopo la maledetta spedizione li cambierà per sempre, quel giorno diventa la linea di ombra che separa la giovinezza dalla maturità e che convince tutti a prendere in mano i propri anni, anche a costo di sentirne troppo il peso sulle spalle. E forse non è un caso che il simbolo di questo passaggio sia un altalena improvvisata tra due camion, che appare come un sogno nella base americana, e Giulia Zampieri ci sale sopra per tornare indietro anche solo per un secondo, illudendosi che sia ancora una bambina nel suo giardino e non una soldatessa nell aria stagnante, tiepida e nera. Non solo: mentre fuori è inferno e i nemici sparano e sparano e sparano, Ietri ricorda la notte in cui suo padre lo svegliò per portarlo a vedere le stoppie del grano bruciare, prima di andare a morire per salvare Torsu, in un collegamento ancestrale che unisce l infanzia alla morte, la prima luce all ultimo buio. Paolo Giordano porta alla luce un rimosso che molti hanno dentro, quello dell irrisolto familiare e lo fa nel modo più crudo e al tempo stesso poetico, ambientando il conflitto personale all interno di un contesto bellico, dove anche le preghiere sono diverse: Proteggi la mia famiglia. Proteggi mia madre, soprattutto lei. Proteggi i miei compagni, perché sono bravi ragazzi. A volte dicono cose stupide e volgari, ma sono buoni, tutti quanti. Proteggili dalla sofferenza. E proteggi anche me. Proteggimi dai kalashnikov, dai mortai, dagli ordigni improvvisati, dagli shrapnel e dalle granate. Se devo proprio morire, però, meglio una bomba, una carica grossa, fa che io salti su una bomba e non senta dolore. Ti prego, non lasciarmi ferito, senza una gamba o una mano. E non farmi ustionare, non sul viso, almeno. Morto sì, ma non sfigurato a vita. te ne prego, ti scongiuro.

3 MICHELE MARI, RODERICK DUDDLE In questo romanzo che sembra un Monopoli, ci sono milioni di imprevisti e probabilità, accanto a una sola certezza: un orfano che potrebbe ereditare un immensa fortuna. Il percorso narrativo è inverso rispetto a quello del thriller, dove da una massa complicata si estraggono via via i fili giusti che consentono di semplificare e arrivare alla soluzione. Qui, invece, la trama si complica a ogni paragrafo con progressione geometrica, secondo i modi accumulativi tipici del romanzo d appendice. Sembra quasi che l autore, invece di preoccuparsi del sovraccarico narrativo, si sia comportato come il protagonista del libro, che, dopo essersi allontanato per la prima volta dall Oca Rossa, aveva deciso di affidarsi alla direzione del primo gabbiano che avesse visto. A complicare deliziosamente il tutto ci sono personaggi che cambiano abito, o che assumono nomi che già appartengono ad altri o che svelano improvvisamente aspetti nascosti e imprevedibili, come Jones il cattivo, che nel corso della narrazione diventa quasi candido e puro. Spesso i nomi raccontano i personaggi prima ancora del loro ingresso in scena: aiutano l identificazione, il carattere, la tempra, persino il destino. Li senti soffiare sulla storia, senti l aria che si muove attorno a loro quando camminano. C è un altro esercizio che il lettore può compiere ed è identificare i numi tutelari, le fonti, al di là degli evidentissimi richiami a Dickens nella prima parte e a Stevenson nella seconda. Ma dentro ci sono, almeno così a me pare, anche il Conrad del Tifone e lo Steinbeck di Uomini e topi, Cormack MacCarthy e Diderot, persino il Manzoni della Monaca di Monza e il Jules Renard di Pel di carota. E chissà quant altro ancora. Rodderick Duddle (che a me sembra più un romanzo di informazione che uno di formazione) è esattamente come il devil stick dei marinai della Rebecca: un bastoncino di carne secca che non puoi mordere sennò ti spezzi un dente; va succhiato fino a quando si smolla. Ma quando accade, il gusto è buonissimo.

4 PAOLA MASTROCOLA, NON SO NIENTE DI TE Anche se non sembra, questa è una doppia storia. Da un lato c è quella di Fil, un ragazzo di assoluto talento e di fascino mesmerico, che lascia tutto, ma proprio tutto quando decide che l unica cosa che conta nella vita è vivere il suo tempo, cullarlo, respirarlo, seguirlo con il battito del cuore anche solo per osservare un calabrone in una biblioteca; quando decide che anche di lato si vede bene, anzi, si vede meglio, a patto che sia stato tu a scegliere il punto giusto da cui guardare un po come succede a sua zia Giuliana, a metà tra Don Chisciotte e la Bella Addormentata, che sceglie di lavorare in una biblioteca, lei che avrebbe potuto fare qualsiasi cosa, solo per il panorama che si può gustare dal suo gabbiotto, perché l ha scelto lei, quel panorama. Dall altro lato c è la storia dei genitori di Fil, che non capiscono, che pretendono che il loro figlio li continui, li completi, che non solo erediti il testimone ma che corra con le stesse magliette, gli stessi pantaloncini, per arrivare allo stesso traguardo, perché sono genuinamente convinti che sia naturale agire così, perché tutto è fatto per il bene del figlio, ma chi può stabilire qual è il bene di qualcuno se non la persona stessa? Tra questi due lati scorre un romanzo meraviglioso, che commuove e muove alla risata, che fa riflettere e a volte ferma il respiro e ti spinge a chiudere il libro, per lasciar respirare i fogli o forse solo per lasciar respirare meglio te. Dentro a questo scorrere ci sono personaggi indimenticabili come Malmecca che pesca le foglie, ci sono 168 pecore che in apparenza invadono un college ma che in realtà hanno impedito ad altri di invadere la vita di Fil. C è un personaggio apparentemente secondario ma che secondario non è: il Duca che illumina i lato oscuri della vita, perché se non vediamo è perché non abbiamo occhi buoni, come quando vediamo solo la luna a metà, ma mica significa che si sia dimezzata. Dentro Non so niente di te c è soprattutto la corrente della vita che cerca di portarti al largo e noi che proviamo a trovare un riparo. Ma prima di trovarlo, è importante decidere che vogliamo trovarlo.

5 CLAUDIO PAGLIERI, L ENIGMA DI LEONARDO Il commissario Luciani è alto due metri ed è magro come un filo d erba, anche se non ha la consistenza lieve delle foglie. Ecco perché, quando arriva una cesta con dentro un bambino e un biglietto dove gli si dice che è suo dovere prendersi cura di lui, non ci pensa due volte e diventa padre o, almeno, qualcosa che ci assomiglia. È anoressico di carne e sentimenti, non ama il cibo e ha paura di buttarsi in amore, forse perché, quando l amore è arrivato, non si è fermato mai abbastanza; forse perché i baci delle sue donne sanno sempre di fragola e caffè e rimpianto. Il commissario Luciani ha un caso strano da risolvere, con morti in serie e un disegno che sembra portarsi dietro una dannazione: chi lo tocca muore. La trama è avvincente, le indagini appassionanti, i colpi di scena numerosi, ma la bellezza del libro non è solo nella strada che corre verso la soluzione. È nella commedia umana che abita le pagine. Claudio Paglieri non ha solo scritto un libro come fosse un film, con un testo già pronto alla trasposizione, facendoci dunque vedere i personaggi come li avessimo inventati noi; Paglieri li ama i suoi personaggi, li tratteggia con quella benevolenza che accoglie tutti, alla De Andrè, perché se non sono gigli son pur sempre figli, vittime di questo mondo. C è una carezza anche per chi sbaglia, un pugno anche per chi non deraglia mai, perché questa in fondo è la vita, dolcetto o scherzetto. Ci sono Fiammetta e Sofia, così diverse e così uguali; Maria Antonietta Calabrò e l ispettore suo marito, così diversi e così uguali a molte coppie che conosciamo. C è Donna Patrizia, che ritaglia annunci mortuari con i nomi più strani e li mette in un bel quaderno dalla copertina nera. Ci sono il conte Guinigi e la sua serva polacca, gli ultras del calcio e i vicoli di Genova. C è l ombra del passato che a tratti avanza e bussa alle porte. Ci sono risate e pudori molto liguri. Tutti camminano su illusioni fragilissime, tutti sanno che basterebbe anche solo il suono di un unica parola sbagliata a farle deragliare. Arrivi alla fine delle 400 pagine con la voglia di leggere ancora e ti chiedi: perché finisce così presto?

6 ANTONIO PASCALE, LE ATTENUANTI SENTIMENTALI In questo romanzo deliziosamente labirintico o se non altro a incastri, conviene dare almeno un punto fermo, una minima istruzione per l uso. Ed è l incipit: Antonio Pascale, protagonista che ha lo stesso nome del suo autore, per fuggire l insonnia si compra una bicicletta, convinto che questo lo aiuti in molti campi: nelle riflessioni filosofiche quotidiane, a scrivere un romanzo, a portare a termine un documentario, in sintesi a farlo sentire meno mancato, lui che è, nell ordine: un musicista mancato, un giocatore di basket mancato, un romanziere mancato. Non è una storia classica con inizio svolgimento e fine. Stavolta tre atti non bastano. La trama di questo libro è come l insonnia quando piove: non pesa, o pesa di meno. Quello che conta sono le fughe di pensiero di Antonio. Quello che conta è non cadere nell errore di leggere d un fiato oppure trattare le parole allo stesso modo. Quello che fa la differenza, in questo romanzo, sono le sfumature, le nuances. Il lettore deve diventare parte attiva, scegliere dal buffet le portate giuste. L ironia stempera la drammaticità dei grandi temi e, anche se è un paradosso dirlo, il caos esistenziale del protagonista costruisce un ordine diverso, superbamente alternativo, al nostro pensiero. Antonio non riesce a stabilire delle priorità, si illude che la bicicletta possa dargli una visuale diversa, almeno parziale, invece no: la bicicletta scompagina ulteriormente. Forse è come dice Barbara: non ci provi abbastanza. E forse il personaggio-chiave del libro è l anonimo motociclista che grida ad Antonio: Oh, deciditi, dove vuoi stare?. Questo è il problema di Antonio: scegliere dove stare. Crede di saperlo, ma poi, come tutte le persone intelligenti e anche un po dissociate, si lascia conquistare dai dubbi, anzi, ci si butta dentro lui stesso, così, per portarsi avanti. Urla come un ossesso anche quando ha ragione e dunque, come dice Marianna, la ragione con conta nulla se ti comporti come un isterico. Antonio è un po così, sveglia sua figlia per farle vedere un documentario sulla raccolta delle olive o costringe il figlio a leggere un improbabile articolo sui broccoli, arriva a Termini alle 5 per prendere un treno per Fiumicino, dove ha un aereo che parte alle Un giorno che deve fare il relatore, sbaglia sala e finisce per parlare di dolore a un convegno sulle ristrutturazioni civili nelle città di origini medievali. È, insomma, un personaggio così assurdo da essere incredibilmente vero e da rappresentare, in fondo, ognuno di noi. Tra intrusioni di Milan Kundera e lampi di Cechov, tic assortiti e momenti di irresistibile comicità, tra molteplici nevrosi e assecondabili follie, sesso sempre solo sfiorato e citazioni di grande musica (da Nina Simone ai Portishead), Antonio Pascale porta il suo alter ego a spasso per le nostre vite. La conclusione, dopo tanto vagare? Che c è sempre una buca, prima o poi. Anche se non vai in bicicletta.

7 FRANCESCO PECORARO, LA VITA IN TEMPO DI PACE Ivo Brandani è un uomo dalla formazione doppia: umanistica e tecnica. E anche se rifiuta la sola ombra di ipotesi di essere considerato un filosofo, perché si considera a tutti gli effetti un ingegnere, ha la capacità di vedere la realtà con le lenti giuste, di cogliere l essenza profonda del quotidiano, la bellezza del mondo articolato e non un solo strato, non un solo abito. Ivo Brandani ha 69 anni ed è fermo in un aeroporto, il luogo più asettico del mondo, un non-luogo, una parentesi quadra sistemata a metà fra il punto di partenza, nel caso specifico l Egitto, e quello d arrivo, nel nostro caso Roma, l Italia. Due luoghi forse non scelti a caso, perché rappresentano la Storia e la loro parziale decadenza, la grandezza inarrivabile del passato e l incertezza totale del presente. Ivo Brandani, perennemente perseguitato dal senso di una possibile catastrofe ma incapace di evitarla, comincia a ricordare, nell illusione che ricostruire il suo passato possa essere davvero un ri-costruire, costruire di nuovo, da capo. Guarda fuori dalla finestra, dove tutto è polvere, proprio come le nostre vite, e parla a se stesso, lui che da anni non dice più quello che pensa, perché sarebbero solo insulti e violenza. In questo vagare a ritroso, rivede non solo gli anni dell università e quelli dell amore, un incredibile viaggio in barca con il suo capo e una donna che è di tutti e di nessuno. Rivede la follia dell uomo che distrugge il pianeta ma poi si affanna per museificarlo, per metterlo in teca, quando sarebbe bastato proteggerlo. Lo struggente dolore che ti coglie quando ti guardi allo specchio e vedi non il tuo riflesso, ma quello di tuo padre. La rivelazione, sconcertante per uno come lui cresciuto in tempo di pace nei racconti della Seconda guerra mondiale, che le guerre non finiscono mai, al massimo si cambiano nome e divisa, e vengono combattute senza arrivare mai a un vincitore, a una conquista, a un trionfo assoluto. O forse sì, solo che a noi non è dato rendercene conto. Finché può, Ivo Brandani vive e ricorda tutto, fino all ultimo respiro. In tutti i sensi.

8 MARCO POLILLO, IL CONVENTO SULL ISOLA La tradizione è quella anglosassone, il giallo è quello a enigma dove, prima di notare quel che c è ti accorgi di cosa manca: non ci sono toni cruenti e sangue come piovesse, tecnologie avanzate di ricerca del colpevole, adesioni alla malavita organizzata e metropoli dove ci si può perdere. C è invece un luogo piccolo, nel caso specifico un isola con un convento che regola i silenzi e dove, per trovare l assassino, conta ancora quello che dice la gente, non solo quello che la gente fa. C è un commissario troppo aperto alla bontà e 70 suore troppo chiuse a tutto, anche alla giustizia degli uomini. C è un quadro che appare e riappare e giornate dove tutto può accadere. La trama accarezza volti e caratteri quasi scolpiti dal vento, in un percorso dove il numero ricorrente è il 2: 2 i morti, 2 le donne che si contendono Enea, 2 gli uomini che vorrebbero Giulia, 2 i membri maschi della famiglia Zilloni al centro delle chiacchiere di paese, persino dietro Emma Zilloni si nascondono le intenzioni e i voleri di Ottavia, come se lei fosse anche un altra persona. Tutto è doppio, in un modo o nell altro. Normale, forse, in un luogo dove è l acqua a muovere i destini, l acqua che riflette e raddoppia ogni cosa, anche le strade di chi pensava di aver perso l amore per sempre e adesso lo ritrova, anche se il finale lascia un residuo di dubbio, anche qui la verità non è una. Marco Polillo non cede alla tentazione d onnipotenza del giallista che si agita da gran burattinaio. Qui sembra persino che a volte i personaggi si muovano di mano propria, in quel margine di libertà consentito da chi sa scrivere e da chi, dunque, non ha l ansia di governare ogni cosa. Per questo il lettore, prima ancora che scoprire il colpevole non vede l ora di sapere come vanno a finire i destini degli uomini e delle donne che vivono all ombra del convento sull isola.

9 HANS TUZZI, MORTE DI UN MAGNATE AMERICANO Lui ha proiettili al posto degli occhi, baffi come manubri, intelligenza acuta come un angolo, spregiudicatezza da antico condottiero. Lui è raffinato nei gusti, vorace in certi appetiti, non si limita a fumare i sigari prodotti all Avana appositamente per lui: li massacra e avrà certo mille segreti, ma l unico che lascia trapelare, almeno agli occhi fidati, è una collezione di libri erotici dissimulata nel suo studio. Lui è stato Re del Mondo, amato e odiato, ma capace di accogliere odio e amore alla stessa maniera fedele al vecchio detto egizio che dice: I sassi si tirano alla palma colma di datteri, non alla palma sterile. Lui è JP Morgan, l uomo che ha creato la più potente rete di banche mai esistita, uno degli uomini più ricchi al mondo, geniale finanziere e collezionista d arte e del bello. La sua storia è raccontata a due voci. La prima è quella del suo segretario, figura storicamente verosimile ma inventata dall autore, che scrive da una stanza della suite reale del Grand Hotel di Roma e prova a ricostruire la grandezza del magnate. La seconda è quella dello stesso JP, sul letto di morte, a pochi giorni dal grande passo. Morgan sa che la fine è vicina e si abbandona ai ricordi. Nel crollo progressivo del suo corpo rievoca i tempi in cui i suoi anni stavano tutti nelle sue piccole mani, quando gli oggetti importanti erano quaderni di carta pesante, quando non c erano i migliori ristoranti del mondo, ma meravigliose frittelle di grano. E poi, le donne come fiumi carsici attraverso il deserto degli anni, le collezioni di libri che ha accumulato senza leggere, perché c è sublime bellezza anche nella forma, non solo nella sostanza. I libri, la sua ossessione, consentono a Tuzzi una straordinaria definizione, da gustare e mettere nel cassetto per i giorni di pioggia: I libri sono come la luna, non come il sole: non brillano di luce propria, bensì della luce riflessa di un astro più grande. In questo lirico sognare, in bilico estremo tra vita e morte, JP non ha rimorsi e coltiva un solo rimpianto: non morire come Astor e Guggenheim sul Titanic, in abito da sera, in piedi sul ponte, finché fu possibile rimanere in piedi. O come Moore e Ryerson, anche loro sul Titanic, che, una volta appurato che le scialuppe di salvataggio erano finite, si sedettero tranquilli al tavolo da gioco, per un ultima partita a carte. Morgan arriva all appuntamento non in piedi né seduto. È l unica grazia non concessa dalla vita a uno che ha avuto tutto, anche il gusto di ricordare prima di svanire.

10

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

L amore è un granello di sabbia

L amore è un granello di sabbia L amore è un granello di sabbia Erika Zappoli L AMORE È UN GRANELLO DI SABBIA romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Erika Zappoli Tutti i diritti riservati A Serena e Samuel con la sola vostra

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Apro gli occhi e mi accorgo si essere sdraiata su un letto. [ ] La prima cosa che mi viene in mente di chiedere è come mi chiamo e quanti anni ho. È

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene Una parola sola è come muta Pensiamo le parole: una a una, una parola sola è come muta, ombra d assenza, eco di silenzio. Anche quando è nobile, un nome, la parola assoluta di qualcuno, se è sola, si affanna,

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE. Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE. Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA TEMPESTA DOPO LA QUIETE Gli imprevisti e le opportunità dell'essere genitori di un adolescente adottivo «La crisi adolescenziale non lo è più di quanto non lo sia il parto; è

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

GIORNATA DELLA MEMORIA. Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA. Film di R. Benigni

GIORNATA DELLA MEMORIA. Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA. Film di R. Benigni 27 gennaio 2013 GIORNATA DELLA MEMORIA Per non dimenticare CINEMA A SCUOLA Film di R. Benigni Attività di approfondimento svolte in VB - Scuola Primaria A. Schmid PRIMA DEL FILM : conversazione con la

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

1 Premio sez. Poesia. C era una volta.

1 Premio sez. Poesia. C era una volta. 1 Premio sez. Poesia C era una volta. C era una volta una bimba adorabile ben educata e un sorriso invidiabile. Nulla le mancava, tutto poteva, una vita da sogno conduceva. C era una volta un bimbo adorabile

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

Ti voglio bene, mamma

Ti voglio bene, mamma F E S T A della... Ti voglio bene, mamma! Dettato Ti voglio bene mamma, quando mi sveglio e vedo il tuo viso che mi sorride. Ti voglio bene mamma, quando pranziamo insieme e poi mi aiuti a fare i compiti.

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS Marco Marcuzzi Pensieri IL SAMARITAN ONLUS PREFAZIONE Questi pensieri sono il frutto dell esperienza di vita e dell intuizione di un amico che ancora oggi coltiva con cura, pazienza e amore la sua anima.

Dettagli

RIASSUNTO DELLO SPETTACOLO

RIASSUNTO DELLO SPETTACOLO Voci Narrazione di Claudio Milani Con Claudio Milani Testo Francesca Marchegiano Illustrazioni e Scene Elisabetta Viganò, Armando Milani Musiche e canzoni Sulutumana, Andrea Bernasconi Cantante lirica

Dettagli

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre.

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Contro i miei occhi È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone

Dettagli

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud Paolo DÊAmbrosio La finestra sul mare una storia del Sud Paolo D Ambrosio La finestra sul mare Proprietà letteraria riservata 2011 Paolo D Ambrosio Kion Editrice, Terni Prima edizione luglio 2011 ISBN

Dettagli

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35

Wretched - Libero Di Vevere, Libero Di Morire. Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 03:35 01 - Come Un Cappio Un cappio alla mia gola le loro restrizioni un cappio alla mia gola le croci e le divise un cappio che si stringe, un cappio che mi uccide un cappio che io devo distruggere e spezzare

Dettagli

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Gigisland I edizione 2011 Luigi Giulio Bonisoli Responsabile della pubblicazione: Luigi Giulio Bonisoli Riferimenti web: www.melacattiva.com www.scribd.com/luigi Giulio

Dettagli

Promo - I ragazzi geisha

Promo - I ragazzi geisha 1 Promo - I ragazzi geisha Valerio la Martire Davide Sono a Testaccio, questo è certo. Devo prendere un mezzo per rientrare e non ho tempo. Dietro gli occhiali che si appannano vedo facce sfocate e indistinte.

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

finché esiste un donatore esiste anche un opportunità di vivere

finché esiste un donatore esiste anche un opportunità di vivere Laura Massa e Paolo Ghezzi ConVivere finché esiste un donatore esiste anche un opportunità di vivere Con il contributo di Andrea Massa e di migliaia di internauti >>> vai alla scheda del libro su www.edizioniets.com

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Dark alice in wonderland

Dark alice in wonderland Dark alice in wonderland Laura D Agostino DARK ALICE IN WONDERLAND racconto Ad Elisa, Ciasky, Ary e al mio Bianconiglio Per aver sempre creduto in me TUTTE LE CANZONI FINISCONO MA E UN BUON MOTIVO PER

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

le immagini Di un AvventurA 1. Riordina, numerandole, le immagini dell avventura che Nerina e Furettola vivono insieme subito dopo essersi conosciute.

le immagini Di un AvventurA 1. Riordina, numerandole, le immagini dell avventura che Nerina e Furettola vivono insieme subito dopo essersi conosciute. 4 le immagini Di un AvventurA 1. Riordina, numerandole, le immagini dell avventura che Nerina e Furettola vivono insieme subito dopo essersi conosciute. 16 5 un FAtto DoPo l Altr o 1. Numera da 1 a 9 gli

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

Creazione del cielo per Dalì di Barbara Idda

Creazione del cielo per Dalì di Barbara Idda Creazione del cielo per Dalì di Barbara Idda Chissà se, a Port Lligat, Dalì guarda ancora il mare, ora che il tempo ha nascosto il suo enigma, ora che né Gala né Ana Maria potranno mai più vedere il mare

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Il prossimo progetto

Il prossimo progetto Il prossimo progetto Probabilmente avrei dovuto usare una pietra più chiara per il pavimento. Avrebbe sottolineato la dimensione naturale della hall di ingresso, o forse è sbagliato il legno, anche se

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Sin dalla nostra nascita, la camera da letto è testimone della nostra vita, delle nostre trasformazioni, delle gioie e dei dolori.

Sin dalla nostra nascita, la camera da letto è testimone della nostra vita, delle nostre trasformazioni, delle gioie e dei dolori. CAMPO FAMIGLIE 2010 SI SEPPE CHE GESU ERA IN CASA LA CAMERA DA LETTO Luogo dell intimità Quando preghi entra nella tua camera Mt. 6,6 IL SIGNIFICATO ANTROPOLOGICO Sin dalla nostra nascita, la camera da

Dettagli

SCUOLA D INFANZIA DI MOTTALCIATA ANNO SCOL. 2003/04 GRUPPO DI BAMBINI DI 4 E 5 ANNI.

SCUOLA D INFANZIA DI MOTTALCIATA ANNO SCOL. 2003/04 GRUPPO DI BAMBINI DI 4 E 5 ANNI. SCUOLA D INFANZIA DI MOTTALCIATA ANNO SCOL. 2003/04 GRUPPO DI BAMBINI DI 4 E 5 ANNI. SITUAZIONE: L insegnante invita i bambini a rispondere ad alcune domande relative all ombra. Dopo aver raccolto le prime

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY caosfera www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY Angela Grazioso Una corsa in bicicletta Essenza Angela Grazioso Una corsa in bicicletta ISBN 978-88-6628-203-7 copyright 2013 Caosfera Edizioni

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C. Scuola primaria E. Fermi di Bogliasco anno scolastico 2014/2015 1 MORENDO Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.) 2 IL

Dettagli

Scuola elementare G. Pascoli - Biella Vaglio Classe IV - Insegnante: Delzoppo Silvia

Scuola elementare G. Pascoli - Biella Vaglio Classe IV - Insegnante: Delzoppo Silvia Scuola elementare G. Pascoli - Biella Vaglio Classe IV - Insegnante: Delzoppo Silvia PAROLE VERBI amore armi assenza libertà crudeltà disperazione dolore egoismo fame fascisti guerra incoscienza innocenti

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

XXI Ciclo di incontri 2007-2008

XXI Ciclo di incontri 2007-2008 XXI Ciclo di incontri 2007-2008 LA PERSONA UMANA CUORE DELLA PACE X INCONTRO - DOMENICA 9-3-2008 ORE 15,00 Educazione: rispondere al bisogno di crescere.educare è possibile e si deve Relatore: Prof. Don

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais)

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) Quando la notte scende giu devo mi fidare Mi fidare su sta luce se ci sei E se ci sei tu in

Dettagli

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE Tratto da: M. Cecconi, La morte raccontata ai bambini: il ciclo della vita. Intervista ad Angela Nanetti, Il Pepeverde n. 10, 2001, pp. 10 11. Copyright INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANGELA NANETTI LA MORTE

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Sono Nato Per Essere Veloce

Sono Nato Per Essere Veloce 01 - Nato Per Essere Veloce roppo veloce sta correndo la mia vita troppo veloce scorre via la musica musica selvaggia? furiosa adrenalina frenetico sussulto, incontrollabile rumore Sono Nato Per Essere

Dettagli

sa donare ciò che ha ricevuto e il suo talento non diviene proprietà, ma regalo per gli altri.

sa donare ciò che ha ricevuto e il suo talento non diviene proprietà, ma regalo per gli altri. Presentazione Questa estate ci siamo regalati un corso di Esercizi spirituali al Mericianum di Desenzano tenuti dall Autore che ha l età di uno dei nostri figli. Ora ci arriva un suo libro. È un libro

Dettagli

V INCONTRO. L atto di FEDE

V INCONTRO. L atto di FEDE V INCONTRO L atto di FEDE Siamo al quinto incontro. Come per tutte le altre volte vogliamo fare un riassunto delle puntate precedenti. Per questo lavoro chiediamo l aiuto di un personaggio conosciuto a

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

Atto di fede, Luciano Ligabue

Atto di fede, Luciano Ligabue Atto di fede, Luciano Ligabue Ho visto belle donne spesso da lontano ognuno ha il proprio modo di tirarsele vicino e ho visto da vicino chi c'era da vedere e ho visto che l'amore cambia il modo di guardare

Dettagli

Bù! di e con Claudio Milani

Bù! di e con Claudio Milani Bù! di e con Claudio Milani Testo n Francesca Marchegiano e Claudio Milani Scenografie n Elisabetta Viganò, Paolo Luppino, Armando e Piera Milani Musiche n Debora Chiantella e Andrea Bernasconi Produzione

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Il solo male che in questa terra possa

Il solo male che in questa terra possa Vincere la passione e fuggire le occasioni Il solo male che in questa terra possa veramente meritare questo nome è il peccato. Se potessimo vedere lo stato di un anima in peccato, sarebbe impossibile per

Dettagli

L'orologio. di Nello Filippetti

L'orologio. di Nello Filippetti L'orologio di Nello Filippetti E il bimbo sognava l orologio che camminava giorno e notte, il cuore di smalto fiorito che nel fiore della vita la mamma dette al babbo in segno di lei, perché traducesse

Dettagli

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata ISIS F.S. NITTI Palomba Chiara 2D Alice si è ora svegliata La mia storia ha inizio sei anni fa,quando ho conosciuto quello che pensavo fosse l amore della mia vita. All inizio era tutto perfetto: c era

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2010-2011. Spazio per l etichetta autoadesiva

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2010-2011. Spazio per l etichetta autoadesiva Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2010-2011 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

Domande frequenti sull elaborazione del lutto

Domande frequenti sull elaborazione del lutto Domande frequenti sull elaborazione del lutto La situazione in cui ti trovi è straordinaria e probabilmente molto lontano da qualsiasi esperienza tu abbia avuto prima. Quindi, potresti non sapere cosa

Dettagli

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo#

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo# LA#SCOPERTA##!!!!!!Giardino#dei#Gius5# #####Associazione#Gariwo# CHI#SONO#I#GIUSTI#,#PROF?## LA#NOSTRA#SCELTA## Un#nome#fra#tuC#con5nuava#a# tornare#con#insistenza## !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Educare#al#coraggio#civile#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Svetlana#Broz#

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

Settembre 2015. Recensione di alcuni libri acquistati dalla Biblioteca di Castelleone

Settembre 2015. Recensione di alcuni libri acquistati dalla Biblioteca di Castelleone Settembre 2015 Recensione di alcuni libri acquistati dalla Biblioteca di Castelleone Mattia ha undici anni e ha sempre sognato avere un gatto. Perciò, la notte in cui ne trova uno nel giardino di casa,

Dettagli