I. SISTEMA RESPIRATORIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I. SISTEMA RESPIRATORIO"

Transcript

1 Attenzione! La confezione contiene piccole parte che possono causare, se ingerite, rischio di soffocamento. Non adatto per bambini di età inferiore a 8 anni. Il torso umano Lo sapevate che il corpo umano è il miglior congegno che esista al mondo? Non c è alcuna macchina al mondo in grado di svolgere tutte le funzione del corpo umano. Vi sembra poco plausibile? Invece è assolutamente vero. Ogni giorno, nel vostro corpo, accadono cose incredibili. Ricordate l ultima volta che passeggiavate mangiando un cono gelato? Non eravate certo rilassati come mentre state pensando. Il cervello era occupatissimo a impartire ordini agli occhi, alla lingua, alle dita,.. e a darvi sensazioni gradevoli di rilassamento e divertimento. I polmoni erano impegnati a inspirare e espirare, mentre lo stomaco si preparava a accogliere il gelato di vaniglia. Ogni cosa procedeva senza intoppi e, dopo qualche ora, le parti non digerite del gelato sono state pronte per essere espulse dal corpo. La natura è particolare: più si cerca di imparare e più si rimane stupiti da inaspettate sorprese. Iniziate a scoprire qualcosa provando a osservarvi! Ricordate che questo libretto serve solo come guida introduttiva perché ci sono ancora tante cose importanti da imparare. Ci auguriamo che possiate iniziare a conoscere i meravigliosi regali della natura. Adesso attenzione e iniziate a esplorare il corpo umano! I. SISTEMA RESPIRATORIO Affinché ogni parte del corpo sia attiva e in grado di funzionare, c è bisogno di sostanze nutritive che provengono dal cibo che si mangia e ossigeno dall aria che viene respirata. Come l ossigeno viene inspirato, si rilascia anidride carbonica. Il sistema respiratorio porta ossigeno ai globuli rossi e toglie loro il prodotto di degradazione di questo: l anidride carbonica. Il processo respiratorio inizia quando l aria entra nelle narici. Qui viene filtrata dalla polvere per mezzo di peli sottili. L aria passa poi nelle cavità e nei seni nasali, dove ne vengono rimossi i batteri mediante secrezioni speciali e peli. (Quando prendete un raffreddore, le membrane del seno nasale si gonfiano per l infezione, i canali sono bloccati e respirare diventa difficile.). L aria passa nella laringe e giù nella trachea. L epiglottide (che si trova all inizio della trachea) si apre quando si respira. La trachea non è una semplice tubatura. E composta da anelli cartilaginei coperti di ciglia (peli sottilissimi che funzionano da filtro) e, queste ultime, spingono la polvere in cima alla trachea. Questa, in fondo, si divide nei due bronchi che entrano nei polmoni, organi spugnosi e elastici protetti da molte membrane. I bronchi sono simili a alberi: si dividono in rami sempre più piccoli e, alla fine, ognuno di essi termina con un alveolo, un piccolissimo sacchetto pieno di aria. Nei polmoni ci sono circa alveoli! Ognuno è circondato da una rete di sottili capillari e ha una membrana composta da un solo strato di cellule. In essi avviene lo scambio tra ossigeno e anidride carbonica.

2 Un altra parte del corpo funzionale alla respirazione è il diaframma. Questo separa lo stomaco dal cuore e dai polmoni e, quando è in riposo, ha una forma a cupola. Quando si contrae, si appiattisce e l aria entra nei polmoni che si gonfiano come palloncini. Quando il diaframma si rilascia, ritorna a forma di cupola e l aria viene mandata fuori. Il diaframma non contratto aiuta i polmoni a sgonfiarsi dall aria che contengono. I movimenti di muscoli di questo tipo sono provocati da impulsi nervosi mandati dal centro respiratorio nervoso del midollo allungato, che viene stimolato dall alta concentrazione di anidride carbonica presente nel circolo sanguigno. Inspira! Espira! L aria che viene inspirata contiene circa il 20.9 % di ossigeno e lo 0.04 % di anidride carbonica, mentre quella espirata ha il di ossigeno e il 4.5 % di anidride carbonica. Potete notare che la quantità di anidride carbonica espulsa è 100 volte quella inspirata come risultato dello scambio gassoso. Si respira all incirca 20 volte al minuto e il volume di aria respirata ogni volta è di 500 cm. cubici. Quando fate movimento, vi accorgerete che il respiro è più veloce perché il corpo ha bisogno di più ossigeno. II. SISTEMA CIRCOLATORIO E il principale sistema di trasporto del corpo. Infatti porta ossigeno e sostanze nutritive in ogni parte e raccoglie l anidride carbonica. Il cuore e i vasi sanguigni, cioè arterie, vene e capillari, giocano un ruolo importante nel dosare la quantità di sangue negli organi. Com è il cuore? Non è certo come quello che vedete nei cartoni animati. E composto da 4 camere: due atri, sinistro e destro, nella parte alta e due ventricoli, destro e sinistro. La parte sinistra è separata dalla destra da un setto. Il sangue che ha raccolto anidride carbonica e sostanze di rifiuto dagli organi si riversa nell atrio destro con la vena cava. Dopo avere oltrepassato la valvola di ingresso, che serve a evitare il riflusso del sangue, passa nel ventricolo destro e da lì ai polmoni con le arterie polmonari. Nei polmoni viene arricchito di ossigeno e depurato dall anidride carbonica. Quando il processo è terminato, il sangue ossigenato viene pompato verso l atrio sinistro con le vene polmonari. Passa poi nel ventricolo sinistro per essere spinto in ogni parte del corpo. Tabella 2.1 Passaggi per il sangue ossigenato e non ossigenato ARTERIE parete spessa assenza di valvole perché il sangue fluisce a pressione alta diametro piccolo sangue ossigenato VENE parete sottile presenza di valvole per spingere avanti il sangue diametro largo sangue non ossigenato

3 Dopo essere uscito dal cuore, il sangue passa nell aorta e segue la rete circolatoria attraversando arterie e arteriole verso tutte le parti del corpo. Nei vasi sanguigni più piccoli, i capillari, avviene lo scambio ossigeno- anidride carbonica. Dopo, il sangue privo di ossigeno ritorna al cuore destro attraverso il circolo venoso. Sangue Il corpo contiene da 6 a 8 litri di sangue. Il sangue è un tessuto connettivo nel quale le cellule sono in sospensione in un liquido chiamato plasma. La tabella riportata di seguito illustra le componenti del sangue. Tabelle 2.2 Proprietà delle componenti del sangue GLOBULI ROSSI O EMAZIE GLOBULI BIANCHI PIASTRINE. trasportano ossigeno. di forma tonda e biconcava. contengono un pigmento rosso chiamato emoglobina. 5 milioni per mm cubico. 4 mesi di ciclo vitale. uccidono i germi. producono anticorpi per agglutinare i germi. Più piccole delle altre cellule ematiche. Avviano le reazioni di coagulazione del sangue I globuli rossi vecchi sono assorbiti dalla milza e dal fegato. La milza immagazzina anche globuli rossi attivi per rilasciarli in caso di necessità. Notizie interessanti Il vostro cuore sta battendo? E il momento in cui sta pompando sangue nelle arterie. Il normale battito è di circa 70 al minuto e si chiama polso. La lunghezza totale di tutte le cellule ematiche del sangue messe in fila è di km. Equivalente a due viaggi intorno al mondo! Più veloce di una pallottola? Una cellula ematica viaggia per tutto il corpo in soli 30 secondi. Quanti km. percorre in un secondo? III. SISTEMA NERVOSO La rete di comunicazione del corpo è formata dal cervello, dal midollo spinale e dai nervi. Il cervello e il midollo spinale sono detti Sistema nervoso centrale (S.N.C.) e lì si trovano i principali centri di controllo del corpo. I nervi sono formati da milioni e milioni di neuroni raggruppati insieme nel Sistema nervoso periferico (S.N.P.). I nervi sono raggruppati a coppie e si estendono dal midollo spinale fino a tutte le parti del corpo.

4 Il cervello è il computer più complicato del mondo: riceve, elabora le informazioni e decide le giuste reazioni di risposta. Tabella 3.1 Tre principali componenti dell Encefalo: MIDOLLO ALLUNGATO CERVELLETTO CERVELLO. controlla gli atti involontari come il battito del cuore, la digestione, il respiro, l odorato, il vomitare e il battere le palpebre.. coordina i movimenti muscolari,. la posizione del corpo e l equilibrio.. è formato da due emisferi.. è la parte maggiore dell encefalo.. riceve messaggi relativi alla vista, la sensibilità, l udito e il gusto.. è responsabile dei movimenti dei muscoli involontari e di tutte le attività intellettuali come il linguaggio, l attività logica, la memoria e l arte. Sebbene il cervello sia racchiuso nel cranio non lavora indipendentemente dal resto del corpo. Al contrario, ha il compito di raccogliere informazioni su quanto ci circonda dagli organi di senso, per esempio la pelle e gli occhi. Questi inviano segnali elettrici al Sistema nervoso centrale tramite i neuroni del Sistema nervoso periferico. Neuroni Ogni neurone ha un corpo cellulare e due tipi di fibre nervose: I dendriti, che conducono gli impulsi verso il corpo cellulare. L assone, che porta gli impulsi dal corpo cellulare. I neuroni motori, o efferenti, trasmettono gli impulsi dal Sistema nervoso centrale agli effettori. La parte terminale dell assone si divide in più parti terminanti in placche motrici che si collegano alle fibre muscolari. Come gli impulsi nervosi raggiungono le placche motorie, le fibre muscolari si contraggono in risposta.

5 I neuroni sensori o afferenti trasmettono impulsi nervosi dal recettore al Sistema nervoso centrale. I loro dendriti terminano sui recettori. I neuroni associativi o neuroni intermedi connettono quelli sensorii ai motorii e ai neuroni del S.N.C.. Dendrite Il midollo spinale Il midollo spinale è interamente formato da fibre nervose raggruppate insieme. La sua lunghezza è attorno ai 50 cm. e è racchiuso nella colonna vertebrale. E una stazione intermedia dove gli impulsi nervosi viaggiano verso e dal cervello e il centro principale di controllo per le azioni riflesse involontarie. Questo significa che il midollo spinale può dare ordini che provocano azioni senza ricevere ordini dal cervello. Provate i vostri riflessi Sedetevi e incrociate le gambe. Colpite piano la gamba incrociata appena sotto il ginocchio. Balza verso l alto? Nel sistema nervoso le informazioni viaggiano a 298 km. all ora! Con un peso di circa 1.2 kg. il cervello contiene cellule nervose! Inoltre l emisfero sinistro controlla la parte destra del corpo e il destro la sinistra. La materia grigia, che copre lo strato esterno dell encefalo, sembra un pezzo di stoffa grigia ripiegata di più di 1 m. ( come la lunghezza di una asse per stirare)! IV. IL SISTEMA DIGERENTE Il sistema digerente converte il cibo che viene mangiato in particelle solubili che possono essere assorbite e utilizzate. Il processo digestivo inizia già quando il cibo entra in bocca, viene masticato dai denti e reagisce con le sostanze chimiche contenute nella saliva. Dopo il cibo viene deglutito. Un lembo chiamato epiglottide chiude la trachea per evitare che il boccone entri nella trachea verso i polmoni e lo spinge nell esofago, dove scende spinto da onde peristaltiche, contrazioni involontarie della parete esofagea.

6 Questi movimenti automatici si mantengono per tutti i 9 m. del sistema digerente composto da bocca, esofago, stomaco, intestino tenue, crasso e retto. Le particelle di cibo sono mescolate senza soste con gli acidi digestivi dello stomaco per tutte le 3 o 5 ore che vi restano. Questo acido è così potente che potrebbe persino bucarvi i vestiti! Se siete affamati, ma resistete e non mangiate, il vostro stomaco vuoto verrà danneggiato dall acido prodotto e non utilizzato per digerire il cibo. Quando questo ha raggiunto la consistenza di una pappa, piano piano inizia a lasciare lo stomaco verso l intestino tenue, dove inizierà un altro stadio del processo digestivo. Con una lunghezza di circa 6.4 m. ( la distanza tra la rete e la linea di servizio in un campo da tennis), l intestino tenute gioca un ruolo importante nell assorbimento delle sostanze nutritive. Qui le particelle di cibo vengono mescolate con 3 diversi secreti digestivi provenienti dal fegato, dal pancreas e dall intestino stesso. Il duodeno, direttamente collegato allo stomaco, è il posto di reazione della bile, di origine epatica, e del succo pancreatico. Il lungo ileo secerne sostanze chimiche che degradano il cibo; la parete più interna è coperta da minuscole sporgenze oblunghe, i villi, che aumentano la superficie di assorbimento. Il cibo così ridotto viene ancora assorbito dalla parete nei vasi sanguigni durante il passaggio nell intestino crasso. Tabella 4.1 Processi digestivi nell intestino tenue FEGATO CISTIFELLEA PANCREAS. Produce la bile di colore verdastro che aiuta a frammentare i grassi e a neutralizzare gli acidi digestivi.. Diminuisce o aumenta la quantità di zucchero nel sangue, trasformandone l eccesso nella forma da immagazzinamento o viceversa.. Elimina i globuli rossi vecchi e immagazzina il ferro che contenevano.. Accumula vitamina A, D, E e K.. Trattiene molto sangue.. Immagazzina bile. Secerne succo pancreatico che trasforma carboidrati, proteine e grassi in sostanze chimiche più semplici. Circa il 95% di acqua del canale alimentare viene riassorbito dalle cellule dell intestino crasso. Quando non riesce a farlo a sufficienza, si hanno feci fluide cioè la diarrea, malattia che può provocare una perdita eccessiva di acqua e sali minerali dal corpo. Dopo l assorbimento, il cibo non digerito, assieme a batteri vivi e morti e a cellule sfogliatesi dalla parete intestinale forma le feci che sono marroni e semisolide. Queste vengono immagazzinate nel retto fino a che non vengono spinte fuori dall ano, porzione terminale del canale alimentare. Questa azione viene chiamata defecazione.

7 Avete difficoltà a defecare? Una carenza di fibre vegetali può provocare la costipazione, infatti le fibre stimolano i movimenti della muscolatura involontaria e facilitano il passaggio. V. SISTEMA URINARIO Le sostanze dannose del sangue vengono filtrate e assorbite dai reni. Le rosse arterie renali portano il sangue da depurare ai reni, mentre le azzurre vene riportano nel sistema circolatorio il sangue ripulito. Nei reni, l acqua e le sostanze utili come aminoacidi, glucosio (zucchero) e altre vengono riassorbite dal sangue. L eccesso di acqua e i rifiuti, in forma di urina, vengono trasportati negli ureteri fino alla vescica, provvista di parete muscolare, che la immagazzina. La vescica è provvista di un muscolo sfinterico che si contrae per evitare che l urina esca in maniera incontrollata. Tuttavia quando arriva a contenere circa 320 ml. di liquido, la vescica è fastidiosamente distesa e le terminazioni nervose della parete mandano impulsi al cervello. Questo, di rimando, comanda allo sfintere di rilassarsi e alla vescica di contrarsi in modo da fare uscire l urina attraverso l uretra. GLOSSARIO Canale alimentare: Il passaggio tubolare che si estende dalla bocca all ano. E conosciuto anche come sistema digerente. Alveoli: plurale di alveoli. Alveolo: i piccoli sacchi alla fine dell albero bronchiale nei polmoni. Anticorpi: gli anticorpi vengono prodotti in risposta a particelle estranee e microrganismi che entrano nel corpo. Ano: l apertura alla fine del canale alimentare da cui escono le feci per essere eliminate dal corpo. Aorta: il vaso sanguigno più grande del corpo, l aorta esce dal cuore e scende nella parte bassa del corpo. Ha un diametro di circa 2.5 cm. e il sangue scorre a una velocità di 20.3 cm. al secondo. Arteriole: i piccoli vasi che fanno da tramite tra le arterie e i capillari. Assone: la fibra nervosa che conduce gli impulsi dalla cellula al sistema nervoso. Bile: Il fluido amaro, alcalino, marrone giallastro che viene secreto dal fegato, immagazzinato dalla cistifellea e escreto nell intestino tenue dove favorisce la digestione dei grassi. Bronchi: I bronchi sono i tubi che portano aria dalla trachea alle profondità dei polmoni dove trasferiscono l ossigeno negli alveoli e poi nel sangue. Bronco: singolare di bronchi. Capillari: questi vasi sanguigni formano una rete complessa in tutto il corpo per scambiare diverse sostanze tra le quali l ossigeno e l anidride carbonica tra il sangue e i tessuti. Cervelletto: organo responsabile della regolazione e della coordinazione dei movimenti volontari complessi come il mantenimento della posizione e l equilibrio. Cervello: la struttura grande e arrotondata del cervello occupa quasi tutta la cavità del cranio. Controlla e coordina le funzioni motorie, sensorie e le capacità superiori come il pensiero, la ragione, le emozioni e la memoria. Ciglia: sottili peli come nelle ciglia degli occhi, nelle tube o nella mucosa nasale. Servono sia come filtri che per spingere via corpi estranei con movimenti ondulatori. S.N.C.: Abbreviazione medica per Sistema nervoso centrale composto da cervello e midollo spinale. Dendriti: escrescenze delle cellule nervose che conducono segnali dalle cellule adiacenti verso il neurone. Un neurone può avere più dendriti. Diarrea: espulsione frequente di feci acquose, in genere sintomo di vari tipi di malattie come influenze, avvelenamento da cibo o di un eccesso di alimenti piccanti. Se non trattata, può portare alla disidratazione. Duodeno: la porzione iniziale dell intestino tenue che inizia dopo lo stomaco. Epiglottide: la struttura sottile, elastica e cartilaginea che si trova alla base della lingua e che, durante la deglutizione, si piega sulla glottide per evitare che cibo e liquidi entrino nella trachea. Esofago: il tubo muscolare e membranoso che porta il cibo dalla faringe allo stomaco. Feci: Le parti di rifiuto solide espulse dal corpo attraverso l ano. Sostanza grigia: è costituita da cellule nervose e fibre, è interna nel midollo spinale e esterna nel cervello. Emoglobina: la molecola che, nel sangue, trasporta l ossigeno.

8 Vena cava inferiore: è più larga della cava superiore. Riporta all atrio destro del cuore il sangue proveniente dalla metà inferiore del corpo. Atrio sinistro: E una piccola cavità superiore del cuore in cui il sangue ossigenato ritorna dai polmoni tramite le vene polmonari. Ventricolo sinistro: è il più ampio dei due ventricoli. Le sue pareti sono tre volte più spesse di quelle del destro e lo rendono la camera più potente del cuore. Midollo allungato: la parte più bassa del cervello che continua con il midollo spinale, responsabile del controllo della respirazione, della circolazione e di altre importanti funzioni. Cavità nasale: si trova tra il sacco lacrimale e i meati inferiori del naso. Vi si trovano delle ciglia. Nervo: formato da uno o più fasci di fibre che portano impulsi che connettono il cervello e il midollo spinale a tutte le parti del corpo. Peristalsi: le contrazioni della muscolatura involontaria che si verificano in vari organi tubolari del corpo. Faringe: è la parte superiore delle vie aeree e digestive. Collega quattro cavità: la bocca (subito dietro la lingua), il naso, la laringe (che porta alla trachea) e l esofago. Plasma: la parte acquosa e incolore della linfa e del sangue nella quale si trovano in sospensione globuli bianchi, globuli rossi e piastrine. Piastrine: piccole formazioni a disco del sangue che giocano un ruolo fondamentale nella coagulazione del sangue. S.N.P.: è la sigla del Sistema nervoso periferico che consiste nei nervi del cranio e del midollo spinale che lasciano il S.N.C. si diramano in tutte le parti del corpo. Arteria polmonare: porta il sangue dal ventricolo destro ai polmoni. Vena polmonare: porta il sangue ossigenato dai polmoni all atrio sinistro del cuore. Retto: l ultima porzione dell intestino crasso. Lungo circa 12.7 cm. vi si immagazzinano i rifiuti solidi del corpo fino a che non vengono espulsi attraverso l ano. Setto: la sottile parete che divide due cavità, per esempio il lato sinistro e destro del cuore. Seno: un foro o una cavità in un organo o in un osso. Le ossa facciale, per esempio, hanno all interno molti seni. Midollo spinale: lo spesso cordone di tessuto nervoso biancastro che si estende dal midollo allungato dentro la colonna vertebrale e dalla quale escono i nervi spinali diretti in tutto il corpo. Milza: un grosso organo che si trova alla sinistra dello stomaco e sotto il diaframma. Serve a immagazzinare il sangue, a distruggere i globuli rossi vecchi, a filtrare le sostanze estranee dal sangue e a produrre linfociti. Vena cava superiore: il secondo vaso del corpo per diametro. Riporta il sangue dalla testa, dalle braccia e dalla parte superiore del torace all atrio destro del cuore. Urina: il liquido da incolore a giallastro, leggermente acido che contiene i materiali di rifiuto escreti dai reni. Ureteri: i condotti lunghi e stretti che trasportano l urina dai reni alla vescica. Uretra: il canale che scarica l urina dalla vescica. Vena: vaso sanguigno che porta il sangue non ossigenato dalle cellule del tessuto al cuore. Villi: sono delle piccole protuberanze allungate formate da pieghe che coprono l intera superficie dell intestino tenue. Globuli bianchi: le cellule del sangue bianche o incolori con nucleo e citoplasma che proteggono il corpo da infezioni e malattie. Traduzione Italiana Selegiochi srl Casarile Mi

I.1 L apparato digerente

I.1 L apparato digerente Capitolo I Introduzione 8 I.1 L apparato digerente L apparato digerente è costituito da un gruppo di organi addetti alla scissione degli alimenti in componenti chimici che l organismo può assorbire ed

Dettagli

Questi atleti possono scattare e correre grazie allo scheletro e ai muscoli.

Questi atleti possono scattare e correre grazie allo scheletro e ai muscoli. Questi atleti possono scattare e correre grazie allo scheletro e ai muscoli. LE FUNZIONI DEL CORPO UMANO Questo nuotatore ha la bocca aperta. Perché? Perché deve coordinare i movimenti del corpo con una

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

!"#$%&''%(#)*"#+%,(# PRIMA PARTE

!#$%&''%(#)*#+%,(# PRIMA PARTE !"#$%&''%(#)*"#+%,(# PRIMA PARTE -&#.&/0%+&1%(2*# o Il cibo entra nella bocca dove viene sminuzzato dai denti, impastato dalla lingua e rimescolato dalla saliva. L uomo è onnivoro; i suoi denti quindi

Dettagli

L apparato circolatorio. Prof.ssa Paola Sirigu

L apparato circolatorio. Prof.ssa Paola Sirigu L apparato circolatorio COME SIAMO FATTI? Il nostro corpo è composto da milioni e milioni di cellule. Le cellule che svolgono funzioni simili sono organizzate in tessuti. Un insieme di diversi tessuti

Dettagli

SCIENZE. Il Sistema Circolatorio. Chi sono? il testo:

SCIENZE. Il Sistema Circolatorio. Chi sono? il testo: 01 Chi sono? Uno è piccolo come una mosca, l altro è grande come un giocatore di basket, ma in tutti gli esseri viventi il cibo che essi mangiano (assorbono) e l aria (ossigeno) che respirano devono andare

Dettagli

LA FUNZIONE DELLA NUTRIZIONE

LA FUNZIONE DELLA NUTRIZIONE LA FUNZIONE DELLA NUTRIZIONE Puoi immaginare il corpo umano come una macchina che ha bisogno di energia per muoversi, giocare, studiare, ma anche respirare, mangiare, difendersi dalle malattie, proteggersi

Dettagli

L APPARATO CIRCOLATORIO

L APPARATO CIRCOLATORIO L APPARATO CIRCOLATORIO Tutte le cellule del nostro corpo hanno bisogno di sostanze nutritive e di ossigeno per svolgere le loro funzioni vitali. Così, esiste il sangue, un tessuto fluido che porta in

Dettagli

In una ricca insalata di verdure sono contenute sostanze nutritive importanti per una sana e corretta alimentazione.

In una ricca insalata di verdure sono contenute sostanze nutritive importanti per una sana e corretta alimentazione. In una ricca insalata di verdure sono contenute sostanze nutritive importanti per una sana e corretta alimentazione. L ALIMENTAZIONE E L APPARATO DIGERENTE Una dieta equilibrata è fatta di tutti gli alimenti

Dettagli

L apparato circolatorio. l attività sportiva. Scuola Media Piancavallo 1

L apparato circolatorio. l attività sportiva. Scuola Media Piancavallo 1 L apparato circolatorio e l attività sportiva a.s. 2004/2005 1 L apparato cardiocircolatorio Se riempiamo una vetta contenente del sangue e la mettiamo in una centrifuga, possiamo osservare che si separano

Dettagli

1.1 Apparato circolatorio 1.1.1 CUORE

1.1 Apparato circolatorio 1.1.1 CUORE 1.1 Apparato circolatorio L apparato cardiocircolatorio è assimilabile ad un circuito idraulico, in cui la pompa è il cuore, arterie e vene sono le condutture ed il liquido circolante è il sangue. La circolazione

Dettagli

APPARATO CIRCOLATORIO

APPARATO CIRCOLATORIO APPARATO CIRCOLATORIO 1 FUNZIONI F. respiratoria e nutritiva F. depuratrice F. di difesa (trasporto di O 2, principi alimentari...) (trasporto di CO 2 e altre sostanze di scarto) (nei confronti dei batteri

Dettagli

L apparato circolatorio. Classe 5 A - Arezio Federico 1

L apparato circolatorio. Classe 5 A - Arezio Federico 1 L apparato circolatorio Classe 5 A - Arezio Federico 1 Introduzione Per vivere ed esercitare le loro funzioni, i tessuti e gli organi del corpo abbisognano di un apporto costante di materiale nutritivo

Dettagli

Il cuore è l'organo centrale dell'apparato circolatorio, funge da pompa capace di produrre una pressione sufficiente a permettere la circolazione del

Il cuore è l'organo centrale dell'apparato circolatorio, funge da pompa capace di produrre una pressione sufficiente a permettere la circolazione del Il cuore è l'organo centrale dell'apparato circolatorio, funge da pompa capace di produrre una pressione sufficiente a permettere la circolazione del sangue Ciascuna di queste due parti è divisa in senso

Dettagli

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti.

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. IL VIAGGIO DEL CIBO Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. Dalla bocca passano nello stomaco e da qui all intestino per poi venire

Dettagli

SCIENZE. L Apparato Digerente e la trasformazione degli alimenti. L apparato digerente. il testo:

SCIENZE. L Apparato Digerente e la trasformazione degli alimenti. L apparato digerente. il testo: 01 L apparato digerente Tutti gli esseri viventi hanno bisogno di energia per vivere. Le piante prendono l energia dalla luce del Sole. Gli animali invece mangiano, cioè prendono energia dagli alimenti.

Dettagli

IL CUORE NORMALE. La sua circolazione e il suo sviluppo

IL CUORE NORMALE. La sua circolazione e il suo sviluppo CAPITOLO THE NORMAL HEART: Its circulation and development 1 IL CUORE NORMALE La sua circolazione e il suo sviluppo Il cuore e i polmoni sono situati nel torace, protetti dallo sterno, dalla gabbia toracica

Dettagli

SCIENZE FACILI PER LA CLASSE QUINTA

SCIENZE FACILI PER LA CLASSE QUINTA Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Carlo Scataglini SCIENZE FACILI PER LA CLASSE QUINTA Il corpo umano, il Sistema Solare

Dettagli

L apparato cardiocircolatorio

L apparato cardiocircolatorio L apparato cardiocircolatorio L apparato cardio-circolatorio E costituito da tre strutture diverse: Il cuore I vasi sanguigni Il sangue Il cuore Funziona come una pompa premente (ventricoli) e aspirante

Dettagli

Indice. 5 Introduzione. Anatomia 6 Il sistema respiratorio 6 Faringe 6 Laringe 7 Trachea 7 Respirazione 8 Differenze tra adulti e bambini

Indice. 5 Introduzione. Anatomia 6 Il sistema respiratorio 6 Faringe 6 Laringe 7 Trachea 7 Respirazione 8 Differenze tra adulti e bambini IN QUESTA GUIDA Indice GUIDA PER I GENITORI 5 Introduzione Anatomia 6 Il sistema respiratorio 6 Faringe 6 Laringe 7 Trachea 7 Respirazione 8 Differenze tra adulti e bambini Fisiopatologia 8 Cos è l occlusione

Dettagli

L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO

L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO L' APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO è un sistema complesso costituito dal cuore e da una serie di condotti, i vasi sanguigni dentro i quali scorre il sangue. Il modo più semplice

Dettagli

CORSO DI PRIMO SOCCORSO PER LA FORMAZIONE DI NUOVI VOLONTARI. - sessione teorica - IL CORPO UMANO : L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO

CORSO DI PRIMO SOCCORSO PER LA FORMAZIONE DI NUOVI VOLONTARI. - sessione teorica - IL CORPO UMANO : L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO CORSO DI PRIMO SOCCORSO PER LA FORMAZIONE DI NUOVI VOLONTARI - sessione teorica - IL CORPO UMANO : L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO IL SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO L'apparato cardiocircolatorio è costituito

Dettagli

la digestione, l assorbimento, l alimentazione

la digestione, l assorbimento, l alimentazione la digestione, l assorbimento, l alimentazione 1 LA DIGESTIONE Digestione meccanica, il cibo è macinato, rimescolato e insalivato Digestione chimica, il cibo è scomposto in sostanze più semplici dall azione

Dettagli

L APPARATO GASTROENTERICO. Prof. A. Pulcini

L APPARATO GASTROENTERICO. Prof. A. Pulcini Corso di Laurea Infermieristica AA 2011/2012 Lezioni di Fisiologia L APPARATO GASTROENTERICO Prof. A. Pulcini Dipartimento di Scienze Chirurgiche Policlinico Umberto I Sapienza Roma L apparato digerente

Dettagli

unità C6. L alimentazione e la digestione

unità C6. L alimentazione e la digestione Il cibo è composto da tre tipi di molecole organiche proteine grassi carboidrati che vengono scomposti dagli enzimi digestivi rispettivamente in amminoacidi acidi grassi semplici glucosio e altri zuccheri

Dettagli

SCIENZE 1 IL CORPO UMANO PROGETTO STRANIERI. Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano. A cura di Maurizio Cesca

SCIENZE 1 IL CORPO UMANO PROGETTO STRANIERI. Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano. A cura di Maurizio Cesca Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI SCIENZE 1 IL CORPO UMANO A cura di Maurizio Cesca PROGETTO STRANIERI SMS Maffucci-Pavoni - Milano pag. 1 Il corpo

Dettagli

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO CROCE ROSSA ITALIANA GRUPPO DI TRENTO APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO V.d.S. I.P. Franco Onere CORSO PER ASPIRANTI VOLONTARI DEL SOCCORSO Il sistema circolatorio è preposto alla circolazione del sangue ed

Dettagli

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO CARDIOCIRCOLATORIO

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO CARDIOCIRCOLATORIO APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO TURBE del SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI APP. CARDIOCIRCOLATORIO OBIETTIVI Cenni di ANATOMIA e FISIOLOGIA dell APP. CARDICIRCOLATORIO il

Dettagli

ITI ENRICO MEDI. Programmazione. Materia:Igiene - Anatomia - Fisiologia - Patologia Classe Terza

ITI ENRICO MEDI. Programmazione. Materia:Igiene - Anatomia - Fisiologia - Patologia Classe Terza ITI ENRICO MEDI Programmazione Materia:Igiene - Anatomia - Fisiologia - Patologia Classe Terza L insegnamento di Igiene, Anatomia, Fisiologia e Patologia, in particolare, vuol far acquisire agli alunni:

Dettagli

Croce Rossa Italiana LE FUNZIONI VITALI XI CORSO BASE PRIMO SOCCORSO ASPIRANTI VOLONTARI

Croce Rossa Italiana LE FUNZIONI VITALI XI CORSO BASE PRIMO SOCCORSO ASPIRANTI VOLONTARI Croce Rossa Italiana FUNZIONI VITALI LE FUNZIONI VITALI XI CORSO BASE PRIMO SOCCORSO ASPIRANTI VOLONTARI Croce Rossa Italiana FUNZIONI VITALI La vita di un organismo è assicurata da TRE funzioni essenziali

Dettagli

FUNZIONAMENTO DI CUORE E CORONARIE

FUNZIONAMENTO DI CUORE E CORONARIE Lega Friulana per il Cuore FUNZIONAMENTO DI CUORE E CORONARIE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico della Lega

Dettagli

9. Test ufficiali assegnati alle prove di selezione dei corsi di laurea in Scienze motorie

9. Test ufficiali assegnati alle prove di selezione dei corsi di laurea in Scienze motorie 9. Test ufficiali assegnati alle prove di selezione dei corsi di laurea in Scienze motorie 9.1 PROVA N. 1 Biologia TEST DI VERIFICA S O L U Z I O N I A P A G I N A 2 8 7 9 01 Il colon fa parte di: a intestino

Dettagli

CPR Rianimazione cardiopolmonare

CPR Rianimazione cardiopolmonare Tema 04 CPR Rianimazione cardiopolmonare Articolo n. 1402 Csocc Tema 04 Sequenza 01 Pagina 01 Versione 200610i Schema ABCD Respirazione artificiale Situazione di partenza/posizione del paziente Se al punto

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO Settore Politiche Sociali e Salute. Colella Anna. Dalla cellula.agli apparati

PROVINCIA DI BERGAMO Settore Politiche Sociali e Salute. Colella Anna. Dalla cellula.agli apparati PROVINCIA DI BERGAMO Settore Politiche Sociali e Salute Colella Anna Dalla cellula.agli apparati 2009 1 INDICE La Cellula pag. 3 I Tessuti pag. 8 Gli Organi pag. 9 Gli Apparati pag. 10 Le parti del corpo

Dettagli

I segnali sensoriali (vista, udito, gusto, odorato, tatto) arrivano al cervello attraverso A. i muscoli. C. le arterie. B. i nervi. D. le vene.

I segnali sensoriali (vista, udito, gusto, odorato, tatto) arrivano al cervello attraverso A. i muscoli. C. le arterie. B. i nervi. D. le vene. Tema 2. Corpo umano 29 I segnali sensoriali (vista, udito, gusto, odorato, tatto) arrivano al cervello attraverso A. i muscoli. C. le arterie. B. i nervi. D. le vene. 30 Quale delle seguenti NON è una

Dettagli

Monitore Primo Soccorso Chiara Parola CRI Casciana Terme

Monitore Primo Soccorso Chiara Parola CRI Casciana Terme Monitore Primo Soccorso Chiara Parola CRI Casciana Terme OBIETTIVI: Anatomia del cuore Fisiologia del cuore Patologie dell apparato cardiaco Sangue e vasi sanguigni Come funziona la circolazione del sangue

Dettagli

OGNI ESPRESSIONE DELLA NOSTRA PERSONALITÀ, PENSIERI, SPERANZE, SOGNI, DESIDERI, EMOZIONI, SONO FUNZIONI DEL SISTEMA NERVOSO TRASPORTO SANITARIO

OGNI ESPRESSIONE DELLA NOSTRA PERSONALITÀ, PENSIERI, SPERANZE, SOGNI, DESIDERI, EMOZIONI, SONO FUNZIONI DEL SISTEMA NERVOSO TRASPORTO SANITARIO TRASPORTO SANITARIO il Sistema Nervoso OGNI ESPRESSIONE DELLA NOSTRA PERSONALITÀ, PENSIERI, SPERANZE, SOGNI, DESIDERI, EMOZIONI, SONO FUNZIONI DEL SISTEMA NERVOSO 2 Obiettivi CONOSCERE I PRINCIPALI COMPONENTI

Dettagli

L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto

L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto RIZA Sommario Capitolo 1 Le vitamine, sostanze indispensabili al corpo 7 Capitolo 2 La vitamina C: formula, storia

Dettagli

Comitato Locale Catania Hinterland

Comitato Locale Catania Hinterland Comitato Locale Catania Hinterland LEZIONE N 6 Apparato respiratorio Turbe del respiro Apparato cardiocircolatorio Turbe del sistema cardiocircolatorio LA CELLULA nucleo ribosomi citoplasma mitocondrio

Dettagli

Centro Servizi Formazione e Occupazione Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifiche senza obblighi di preavviso da parte

Centro Servizi Formazione e Occupazione Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifiche senza obblighi di preavviso da parte 1 Centro Servizi Formazione e Occupazione Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifiche senza obblighi di preavviso da parte di Centro Servizi Formazione e Occupazione. Fermo

Dettagli

DA MADRE. Èla madre che -

DA MADRE. Èla madre che - DA MADRE a figlio 2 Èla madre che - durante la gravidanza e l allattamento - dona al figlio tutto il calcio necessario a formare lo scheletro. Durante la gravidanza, soprattutto nel terzo trimestre, il

Dettagli

La respirazione. Processo di scambio di ossigeno e anidride carbonica tra un organismo ed il suo ambiente.

La respirazione. Processo di scambio di ossigeno e anidride carbonica tra un organismo ed il suo ambiente. LA RESPIRAZIONE La respirazione Processo di scambio di ossigeno e anidride carbonica tra un organismo ed il suo ambiente. Apparato respiratorio Le vie respiratorie Tessuto epiteliale delle vie respiratorie

Dettagli

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 SISTEMA CIRCOLATORIO Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2, sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 e cataboliti, per mantenere costante la composizione del liquido

Dettagli

L apparato cardio-vascolare. Dr.ssa Federica Sozio U.O. Malattie Infettive

L apparato cardio-vascolare. Dr.ssa Federica Sozio U.O. Malattie Infettive L apparato cardio-vascolare Dr.ssa Federica Sozio U.O. Malattie Infettive L apparato cardiovascolare è costituito dal cuore e dai vasi sanguigni, nelle cui cavità il sangue circola in continuazione. Il

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

Apparato cardio-circolatorio

Apparato cardio-circolatorio Apparato cardio-circolatorio Dott. Alberto Rossi L apparato cardio-circolatorio è costituito dal cuore e dai vasi sanguigni, che insieme sono responsabili del continuo flusso di sangue in tutto il corpo.

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

GUIDA AL CORPO UMANO

GUIDA AL CORPO UMANO GUIDA AL CORPO UMANO IL CORPO UMANO è una introduzione alle incredibili e complicate macchine in cui viviamo. Questa guida offre fatti, suggerimenti di interazione e spunti di conversazione mentre tu e

Dettagli

DOMINI / AREE PRINCIPALI CLASSIFICAZIONE ICF-CY (OMS, 2007)

DOMINI / AREE PRINCIPALI CLASSIFICAZIONE ICF-CY (OMS, 2007) DOMINI / AREE PRINCIPALI CLASSIFICAZIONE ICF-CY (OMS, 2007) Capitolo 1 Funzioni mentali FUNZIONI CORPOREE Funzioni mentali globali (b110-b139) b110 Funzioni della coscienza b114 Funzioni dell orientamento

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

Elemento preparatorio tecnico-specialistico: temi per la preparazione

Elemento preparatorio tecnico-specialistico: temi per la preparazione Cervello e sistema nervoso Il tessuto nervoso controlla tutti i processi vitali dell organismo mediante percezione, elaborazione e conduzione degli stimoli. Il cervello, il midollo spinale e il sistema

Dettagli

La circolazione e la respirazione

La circolazione e la respirazione www.matematicamente.it Circolazione e respirazione (medicina) 1 La circolazione e la respirazione Domande tratte dai test di ammissione a medicina, odontoiatria e veterinaria 1. L ossigeno diffonde liberamente

Dettagli

Scheda di presentazione

Scheda di presentazione Scheda di presentazione TITOLO: L apparato digerente BREVE DESCRIZIONE DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO: In questa unità di apprendimento si vuole affrontare lo studio dell apparato digerente, gli organi che

Dettagli

SOMMARIO LO STOMACO: COME FUNZIONA E I SUOI DISTURBI SI AMMALA CHI NON RIESCE A DIGERIRE LA PROPRIA VITA I COMPORTAMENTI CHE AIUTANO A STARE MEGLIO

SOMMARIO LO STOMACO: COME FUNZIONA E I SUOI DISTURBI SI AMMALA CHI NON RIESCE A DIGERIRE LA PROPRIA VITA I COMPORTAMENTI CHE AIUTANO A STARE MEGLIO SOMMARIO 7 Capitolo 1 LO STOMACO: COME FUNZIONA E I SUOI DISTURBI 39 Capitolo 2 SI AMMALA CHI NON RIESCE A DIGERIRE LA PROPRIA VITA 73 Capitolo 3 I COMPORTAMENTI CHE AIUTANO A STARE MEGLIO 109 Capitolo

Dettagli

AUTORE : LUCIA PALLAVER

AUTORE : LUCIA PALLAVER IL CORPO UMANO AUTORE : LUCIA PALLAVER 2 NOTE DESTINATARI: Studenti stranieri della scuola secondaria di primo grado Questo lavoro è stato scritto nel corso di un Laboratorio all interno del corso di aggiornamento

Dettagli

IL SISTEMA NERVOSO. Sistema nervoso periferico. Sistema nervoso centrale. midollo spinale. encefalo. autonomo. parasimpatico. -Cervello -Cervelletto

IL SISTEMA NERVOSO. Sistema nervoso periferico. Sistema nervoso centrale. midollo spinale. encefalo. autonomo. parasimpatico. -Cervello -Cervelletto IL SISTEMA NERVOSO Sistema nervoso centrale Sistema nervoso periferico encefalo midollo spinale sensoriale motorio -Cervello -Cervelletto somatico simpatico autonomo parasimpatico -Midollo allungato Il

Dettagli

Tabacco, alcool, droghe

Tabacco, alcool, droghe Tabacco e prestaziome Tabacco, alcool, droghe Essere in pieno possesso delle proprie capacità cardio respiratorie e muscolari è indispensabile per la pratica di uno sport, qualunque esso sia. Alcune sigarette

Dettagli

L'Apparato Cardiovascolare. di Mara Benedetta Fantoni, Jaider Armas, Anna Miccoli e Toalombo Giuseppe.

L'Apparato Cardiovascolare. di Mara Benedetta Fantoni, Jaider Armas, Anna Miccoli e Toalombo Giuseppe. L'Apparato Cardiovascolare di Mara Benedetta Fantoni, Jaider Armas, Anna Miccoli e Toalombo Giuseppe. Un sistema di trasporto e distribuzione L'organismo umano ha bisogno di introdurre sostanze da cui

Dettagli

Luca Pantarotto. Hospice Casa San Giovanni di Dio Ospedale S. Raffaele Arcangelo Fatebenefratelli Venezia

Luca Pantarotto. Hospice Casa San Giovanni di Dio Ospedale S. Raffaele Arcangelo Fatebenefratelli Venezia Luca Pantarotto Hospice Casa San Giovanni di Dio Ospedale S. Raffaele Arcangelo Fatebenefratelli Venezia Fisiologia della deglutizione atto complesso che implica l utilizzo coordinato e sincrono della

Dettagli

CORSO PER SOCCORRITORI

CORSO PER SOCCORRITORI SERVIZIO OPERATIVO SANITARIO COMMISSIONE FORMAZIONE SONA - VR CORSO PER SOCCORRITORI L APPARATO RESPIRATORIO E LE INSUFFICIENZE RESPIRATORIE ACUTE pag. 1 ATTENZIONE Questo manuale deve essere associato

Dettagli

Il cervello siamo noi

Il cervello siamo noi SISSA PER LA SCUOLA Il cervello siamo noi Un gioco di neuroscienze per le scuole superiori Titolo: Il cervello siamo noi Area: Neuroscienze Tipo di attività: Gioco A chi è rivolta: Bambini delle elementari

Dettagli

1 edizione ottobre 1999. Collaborazione medica a cura dell ufficio direzione sanitaria dell AVIS - ABVS Regionale Veneto.

1 edizione ottobre 1999. Collaborazione medica a cura dell ufficio direzione sanitaria dell AVIS - ABVS Regionale Veneto. L Amico Sangue Edito dall AVIS - ABVS Regionale Veneto Via dell Ospedale n 1 31100 Treviso Tel. 0422 405088 Fax 0422 325042 E-mail: avis.veneto@avis.it http://www.avis.it/veneto 1 edizione ottobre 1999

Dettagli

SISTEMA NERVOSO NERVI CRANICI E SPINALI PROGRAMMA SISTEMA NERVOSO PERIFERICO FONDAMENTI ANATOMO-FISIOLOGICI DELL ATTIVITÀ PSICHICA. Prof.

SISTEMA NERVOSO NERVI CRANICI E SPINALI PROGRAMMA SISTEMA NERVOSO PERIFERICO FONDAMENTI ANATOMO-FISIOLOGICI DELL ATTIVITÀ PSICHICA. Prof. FONDAMENTI ANATOMO-FISIOLOGICI DELL ATTIVITÀ PSICHICA PROGRAMMA SISTEMA NERVOSO PERIFERICO NERVI CRANICI E SPINALI Prof. CINZIA GIULI Sistema nervoso periferico Sistema somatico (volontario) Sistema autonomo

Dettagli

LA MEMBRANA PLASMATICA

LA MEMBRANA PLASMATICA LA MEMBRANA PLASMATICA 1. LE FUNZIONI DELLA MEMBRANA PLASMATICA La membrana plasmatica svolge le seguenti funzioni: 1. tenere concentrate tutte le sostanze indispensabili alla vita: è proprio la membrana

Dettagli

Prefazione Presentazione dell edizione italiana

Prefazione Presentazione dell edizione italiana INDICE V Capitolo 28 Indice Autori Prefazione Presentazione dell edizione italiana XI XIII 1 LA CELLULA 1 La cellula 1 Nucleo 7 Citoplasma 17 Complesso di Golgi 21 Mitocondri 24 Lisosomi 28 Perossisomi

Dettagli

Apparato digerente. I movimenti

Apparato digerente. I movimenti Apparato digerente I movimenti MOTILITA GASTROINTESTINALE La masticazione Atto volontario (più frequentemente è un azione riflessa) Movimenti della mandibola controllati dai m. masticatori a cui partecipano

Dettagli

Meccanismi di trasporto attivo e passivo 1

Meccanismi di trasporto attivo e passivo 1 Meccanismi di trasporto attivo e passivo 1 Il trasporto di sostanze attraverso la membrana cellulare può avvenire con la partecipazione attiva della membrana: in questo caso si parla di trasporto attivo

Dettagli

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza 3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro Protezione Vie Respiratorie Guida ai rischi Prendi a cuore la tua sicurezza A ogni respiro, possiamo inalare milioni di particelle. Le particelle nocive non sono

Dettagli

PROTOCOLLO AUTOPTICO PER LE MORTI IMPROVVISE INFANTILI - S.I.D.S.

PROTOCOLLO AUTOPTICO PER LE MORTI IMPROVVISE INFANTILI - S.I.D.S. Protocollo Autoptico ALLEGATO 7 PROTOCOLLO AUTOPTICO PER LE MORTI IMPROVVISE INFANTILI - S.I.D.S. AUTOPSIA n data ora SETTORE DR.... DEL SERVIZIO... ASL ANAGRAFICA PAZIENTE: Cognome... Nome... Età ( in

Dettagli

Epitelio di origine endodermica (tranne i tratti ectodermici iniziali e terminali del proctodeo e dello stomodeo)

Epitelio di origine endodermica (tranne i tratti ectodermici iniziali e terminali del proctodeo e dello stomodeo) L APPARATO DIGERENTE Tubo digerente (dalla bocca all ano) e ghiandole annesse; epitelio di origine endodermica (tranne i tratti ectodermici iniziali e terminali del proctodeo e dello stomodeo) Epitelio

Dettagli

CORPO UMANO. CAPO o TESTA TRONCO ARTI CRANIO ADDOME ARTI SUPERIORI AVAMBRACCIO BRACCIO ARTI INFERIORI MANO

CORPO UMANO. CAPO o TESTA TRONCO ARTI CRANIO ADDOME ARTI SUPERIORI AVAMBRACCIO BRACCIO ARTI INFERIORI MANO CORPO UMANO CAPO o TESTA TRONCO ARTI CRANIO FACCIA ARTI SUPERIORI ARTI INFERIORI TORACE ADDOME AVAMBRACCIO BRACCIO MANO COSCIA GAMBA PIEDE EPIDERMIDE Strato corneo Strato germinativo Ghiandole sebacee

Dettagli

MODULI DI ANATOMIA a.s. 2010-11

MODULI DI ANATOMIA a.s. 2010-11 MODULI DI ANATOMIA a.s. 2010-11 Classe 1 odontotecnico 1 quadrimestre MODULO 1: Concetti base- definizioni 1. Le si per lo studio dell anatomia e della fisiologia 2. Il concetto di salute e malattia. 3.

Dettagli

Introduzione. Introduzione 7

Introduzione. Introduzione 7 Introduzione In Italia angina e infarto uccidono più uomini di qualsiasi altra malattia e le donne ne sono colpite sei volte più del tumore al seno. Alla base di queste patologie c è una malattia delle

Dettagli

ANATOMIA DEL SISTEMA NERVOSO. a cura di Antonio Matarangolo Luciana Rocchitelli

ANATOMIA DEL SISTEMA NERVOSO. a cura di Antonio Matarangolo Luciana Rocchitelli ANATOMIA DEL SISTEMA NERVOSO a cura di Antonio Matarangolo Luciana Rocchitelli Sistema Nervoso DISPOSITIVO DI RECEZIONE (AFFERENTE) SISTEMA DI ELABORAZIONE DISPOSITIVO DI TRASMISSIONE (EFFERENTE) SISTEMA

Dettagli

ANATOMIA APPARATO DIGERENTE PATOLOGIE ADDOMINALI

ANATOMIA APPARATO DIGERENTE PATOLOGIE ADDOMINALI SERVIZIO OPERATIVO SANITARIO COMMISSIONE FORMAZIONE SONA - VR CORSO PER SOCCORRITORI ANATOMIA APPARATO DIGERENTE PATOLOGIE ADDOMINALI (NON TRAUMATICA) PATOLOGIE METABOLICHE URGENZE OSTETRICO-GINECOLOGICHE

Dettagli

Gli Zang Fu. Dott. ssa Alessandra Bozzelli, Dott. Paolo Evangelista Scuola di MTC So-Wen L Aquila

Gli Zang Fu. Dott. ssa Alessandra Bozzelli, Dott. Paolo Evangelista Scuola di MTC So-Wen L Aquila Gli Zang Fu Dott. ssa Alessandra Bozzelli, Dott. Paolo Evangelista Scuola di MTC So-Wen L Aquila Il concetto Zang/Fu n Con il termine generico di Zang Fu indichiamo l insieme degli organi interni del corpo

Dettagli

Anatomia Umana Capitolo 22

Anatomia Umana Capitolo 22 L APPARATO CARDIOVASCOLARE: I VASI E LA CIRCOLAZIONE Martini Timmons Anatomia Umana Capitolo 22 COLORE ROSSO: SANGUE OSSIGENATO COLORE BLU: SANGUE NON OSSIGENATO APPARATO CARDIOVASCOLARE: SISTEMA CHIUSOCHE

Dettagli

Verifica livello 3. Tutto il quaderno di lavoro. Riferimento. Gli studenti risolvono gli esercizi. Compito. Foglio di esercizio Soluzione.

Verifica livello 3. Tutto il quaderno di lavoro. Riferimento. Gli studenti risolvono gli esercizi. Compito. Foglio di esercizio Soluzione. Livello 3 07 / Il sangue Informazione per gli insegnanti 1/7 Riferimento Tutto il quaderno di lavoro Compito Gli studenti risolvono gli esercizi. Materiale Foglio di esercizio Forma sociale Lavoro individuale

Dettagli

GC Ingresso letto arterioso

GC Ingresso letto arterioso Ritorno venoso GC Ingresso letto arterioso Eiezione CUORE Riempimento Patr Ra RV Ingresso cuore Rv Il flusso di sangue che torna al cuore (RV) = flusso immesso nel letto arterioso (GC). GC e RV sono separati

Dettagli

Igiene e cura dei denti

Igiene e cura dei denti Igiene e cura dei denti Capitolo 3 La salute della bocca La nostra bocca (cavo orale) è un sito anatomico riccamente abitato da microrganismi, che insieme formano un complesso e delicato ecosistema in

Dettagli

raffreddore TOSSE e CONSIGLI PRATICI PER I GENITORI

raffreddore TOSSE e CONSIGLI PRATICI PER I GENITORI INTERNO-tosse.qxd 3-06-2004 12:23 Pagina 1 TOSSE e raffreddore CONSIGLI PRATICI PER I GENITORI Cari genitori, il modo migliore per aiutarvi nella non facile impresa della crescita dei figli è accompagnarvi

Dettagli

RITMOPATIA CARDIACA MALIGNA

RITMOPATIA CARDIACA MALIGNA MANUALE CPR AED FIRST RESPONDER CENNI DI ANATOMIA RITMOPATIA CARDIACA MALIGNA 1 FEMA Group ente di alta formazione professionale, dal 1998 opera nel settore della formazione del personale deputato ad intervenire

Dettagli

Dopo la ventilazione alveolare, il passaggio successivo del processo respiratorio consiste nella diffusione dell O 2 dagli alveoli al sangue e della

Dopo la ventilazione alveolare, il passaggio successivo del processo respiratorio consiste nella diffusione dell O 2 dagli alveoli al sangue e della Dopo la ventilazione alveolare, il passaggio successivo del processo respiratorio consiste nella diffusione dell O 2 dagli alveoli al sangue e della CO 2 in direzione opposta. L aria che respiriamo è una

Dettagli

GRUPPO Grattare macinare passare filtrare INCONTRO DELL'11/12/08

GRUPPO Grattare macinare passare filtrare INCONTRO DELL'11/12/08 GRUPPO Grattare macinare passare filtrare INCONTRO DELL'11/12/08 Discussione per collocare nella sagoma di corpo oggetti e strumenti al fine di rappresentare con un modello i processi che interessano gli

Dettagli

Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della

Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della 1. ACQUA E PESO CORPOREO 36 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente in maggior

Dettagli

Corso Base per Aspiranti Volontari della CROCE ROSSA ITALIANA EMORRAGIE - FERITE OBIETTIVO DELLA LEZIONE Conoscere le emorragie e saperle trattare Conoscere le ferite e saperle trattare Il meccanismo della

Dettagli

IL CUORE. Alessia Natale Aurora Salubro Alessandro Debernardi Alessio Ienopoli. Che cosa è? INDICE

IL CUORE. Alessia Natale Aurora Salubro Alessandro Debernardi Alessio Ienopoli. Che cosa è? INDICE IL CUORE Alessia Natale Aurora Salubro Alessandro Debernardi Alessio Ienopoli INDICE IL CUORE : Funzione IL CUORE : Struttura del miocardio VALVOLE CARDIACHE : spiegazione principali valvole cardiache

Dettagli

Descrivere la struttura e la funzione di un fuso neuromuscolare. Che cosa si intende per coattivazione alfa-gamma? Differenziare fra riflesso

Descrivere la struttura e la funzione di un fuso neuromuscolare. Che cosa si intende per coattivazione alfa-gamma? Differenziare fra riflesso Descrivere la struttura e la funzione di un fuso neuromuscolare. Che cosa si intende per coattivazione alfa-gamma? Differenziare fra riflesso miotatico fasico e riflesso miotatico tonico. Inibizione dell

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Ritorno venoso. Ingresso nel letto arterioso CUORE. P ad

Ritorno venoso. Ingresso nel letto arterioso CUORE. P ad Ritorno venoso GC Ingresso nel letto arterioso Eiezione Riempimento CUORE P ad Ra RV Ingresso cuore Rv Mediamente, il volume di sangue che torna al cuore (RV), è uguale a quello che viene immesso nel letto

Dettagli

PROGRAMMA DI FISIOLOGIA I

PROGRAMMA DI FISIOLOGIA I Programma di Fisiologia CDL Medicina e Chirurgia Versione 2011 PROGRAMMA DI FISIOLOGIA I 1. Fisiologia cellulare 1.1.La cellula ed i compartimenti liquidi dell'organismo 1.1.1. Volume e composizione dei

Dettagli

Settimane 1-8 : comincia una nuova vita

Settimane 1-8 : comincia una nuova vita Settimane 1-8 : comincia una nuova vita È così emozionante Sei incinta e la tua vita non sarà più la stessa! Lo dirai al mondo o manterrai il tuo segreto ancora un po? (il conto delle settimane lo si inizia

Dettagli

Informazioni sugli elementi nutritivi

Informazioni sugli elementi nutritivi Informazioni sugli elementi nutritivi Nella terra e nello spazio Gli zuccheri Gli zuccheri (detti anche glucidi o carboidrati)) sono i composti organici più comuni sulla Terra. Le piante li producono con

Dettagli

L EDUCAZIONE RESPIRATORIA

L EDUCAZIONE RESPIRATORIA L EDUCAZIONE RESPIRATORIA L aria (comburente) e il cibo (combustibile), acqua compresa, sono gli unici due elementi che l uomo introduce per garantire lo svolgimento delle funzioni vitali dell organismo.

Dettagli

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013

Attività fisica e. Per guadagnare salute 09/05/2013 Attività fisica e Alimentazione Per guadagnare salute 09/05/2013 ? QUANTA ENERGIA ENERGIA SERVE AL PODISTA AMATORE? 09/05/2013 FABBISOGNO ENERGETICO Metabolismo basale (60-75%): età, sesso, massa corporea

Dettagli

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE BALLO LATINO AMERICANO CORSA NUOTO FOOTBALL MOUNTAIN BIKE TENNIS BICICLETTA SCIARE CAMMINARE VELOCE ATTIVITA LAVORATIVA 250 CALORIE

Dettagli

Il primo soccorso è l aiuto dato al soggetto infortunato o malato, da personale non sanitario, in attesa

Il primo soccorso è l aiuto dato al soggetto infortunato o malato, da personale non sanitario, in attesa Il primo soccorso è l aiuto dato al soggetto infortunato o malato, da personale non sanitario, in attesa dell intervento specializzato L organizzazione del primo soccorso Obiettivi: attivazione in modo

Dettagli

MEDICINA DELLO SPORT LEZIONE 2 FISIOPATOLOGIA DELL APPARATO CARDIOVASCOLARE

MEDICINA DELLO SPORT LEZIONE 2 FISIOPATOLOGIA DELL APPARATO CARDIOVASCOLARE MEDICINA DELLO SPORT LEZIONE 2 FISIOPATOLOGIA DELL APPARATO CARDIOVASCOLARE ANATOMIA DEL CUORE Il cuore è un organo cavitario dell app. cardiovascolare situato nella cavità toracica tra i due polmoni e

Dettagli

IL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO

IL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO IL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO EFFETTI DELLA STIMOLAZIONE DEL SIMPATICO Organo effettore Simpatico Parasimpatico Occhio: m. radiale dell iride m. sfintere dell iride contrazione,midriasi Manca innervazione

Dettagli

L apparato tegumentario

L apparato tegumentario L apparato tegumentario... o di rivestimento protegge il nostro corpo e permette gli scambi con l esterno, è formato da pelle o cute + annessi cutanei La pelle riveste tutta la parte esterna del corpo.

Dettagli