Entra nel vivo il Carnevale più bello del Sud

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Entra nel vivo il Carnevale più bello del Sud"

Transcript

1 Redazione Corso L.Saraceni, 97 - Castrovillari Anno XIII Numero 5 - IN DISTRIBUZIONE SABATO 14 FEBBRAIO 2015 Questo periodico è associato all Unione Stampa Periodica Italiana INFO PUBBLICITA Redazione Commerciale Entra nel vivo il Carnevale più bello del Sud La castrovillarese Cristina Buccino sbarca all Isola dei Famosi Atto intimidatorio nei confronti di Gianni Donato Anche dallo Sri Lanka un lettore scrive al Diario Castrovillari (Via G. Pace) VENDITA Casa indipendente completamente ristrutturata: 2 camere letto, cucina, soggiorno, bagno e garage. Riscaldamento autonomo. euro Castrovillari (Zona centrale) VENDITA Splendida mansarda 145 mq. 3 piano con ascensore: 3 camere da letto, soggiorno, cucina abitabile, doppio servizio, ripostiglio e grande balcone su tre lati con vista panoramica. Riscaldamento autonomo. Paragonabile al nuovo. Certificato di abitabilità. euro Castrovillari (Viale E. Berlinguer Canal Greco) VENDITA Appartamento piano rialzato 70 mq. con ingresso autonomo: 5 vani e bagno. euro Castrovillari (C.da Bianchino) VENDITA Abitazione indipendente 125 mq. circa con annesso garage 50 mq.. Da ristrutturare. Terreno agricolo mq. circa. euro Castrovillari (Via Po) VENDITA In centralissima posizione prestigiosa abitazione autonoma 400 mq. circa su 4 livelli costituita da: ampio e signorile ingresso, 3 camere da letto con relativi guardaroba, salone, studio con ingresso autonomo, grande cucina con dispensa, 3 bagni, locale lavanderia e 2 terrazzi. Riscaldamento autonomo e caminetto. Doppio garage con possibilità di trasformazione in ufficio, locale commerciale o abitativo. euro Castrovillari (Via S. Giovanni Vecchio) VENDITA Appartamento piano terra con ingresso indipendente 115 mq.: 2 camere da letto, soggiorno, cucina abitabile, bagno e ripostiglio. Riscaldamento autonomo. Abitabile. euro trattabili

2 IL DIARIO anno XIII n. 5 PAG. 3 Giacomo D Angelo sostiene Lo Polito Saladino e Viceconte insorgono In vista del prossimo appuntamento con le Primarie del Centrosinistra, in programma domenica 22 febbraio 2015, il candidato Mimmo Lo Polito sabato 7 febbraio, presso la Sala Varcasia, ha tenuto un incontro pubblico per discutere e confrontarsi con la città su una tematica di grande interesse: "Urbanistica, Servizi e Nuove Tecnologie". All'incontro, moderato da Alessandro Di Callo (Segretario Giovani Democratici Castrovillari) sono intervenuti Pino Tonissi (Architetto), Andrea Attanasio (Docente Unical), Gerry Rubini (Presidente Gas Pollino) e Giacomo D'Angelo (Presidente Pollino Gestione Impianti). Proprio la presenza di quest ultimo ha scatenato le reazioni dell altro candidato alle primarie, Mariella Saladino che, in una nota stampa afferma che «l intromissione non è gradita, non è morale, e non crea trasparenza nel modo di chiedere e produrre consenso democratico e libero con l utilizzo di strutture partecipate o uffici pubblici e, chissà, spero di no, risorse pubbliche». Fuoco amico per Mimmo Lo Polito anche dal suo ex compagno di maggioranza,antonio Viceconte, eletto nella lista dei Progressisti, che rimarca il «chiaro ed inequivocabile conflitto di interessi se non legale sicuramente morale ed etico nella gestione della cosa pubblica» Si dice «amareggiato» e «deluso» e chiede senza mezzi termini al Presidente della Pollino Gestione Impianti s.r.l., Giacomo D Angelo, di farsi «un esame di coscienza» poi «bocciati ed infine dimettiti». Del resto Viceconte dichiara di non essere stato «mai entusiasta» della nomina di D Angelo nella municipalizzata del comune perché ha «sempre pensato» che il presidente mancava «di cultura politica e l'adeguato rigore etico e morale per il ruolo che gli veniva assegnato». E lancia un messaggio anche a Lo Polito che lo ha nominato «in piena autonomia» invitandolo ad usare «maggiore cautela e collegialità in scelte così delicate ed importanti per tutti i cittadini di Castrovillari ed una gestione meno superficiale, leggera, part time e sarcastica del potere». Non si fa attendere la risposta del presidente della Pollino Gestione Impianti che in un comunicato in risposta a Maria Saladino e Antonio Viceconte afferma che «sin da quando ho assunto la guida della Pollino Gestione Impianti ho cercato di non espormi dal punto di vista mediatico, consapevole del fatto che la città di Castrovillari ha bisogno di gente che lavori e non si attardi a fare articoli sul giornale. Con questo mio atteggiamento ho protetto la società facendola lavorare e progredire. Oggi, però, devo registrare due articoli che provengono da persone del mio partito che occorre sottolineare e chiarire. La prima in ordine di tempo quella proveniente da Maria Saladino (il testo completo dell intervento di Mariella Saladino è nell articolo in basso, n.d.r.) candidata alle primarie del centro sinistra che attacca frontalmente e senza mezzi termini, e per questo merita rispetto, la partecipazione mia e del Presidente della Gas Pollino ad una manifestazione, tenutasi sabato sera, dell altro candidato e sindaco uscente Mimmo Lo Polito. Nel suo articolo la Saladino parla di squadre ed apparati per autoconservarsi». «Ebbene - continua D Angelo- se il sottoscritto avesse voluto auto conservarsi, sarebbe stato alla finestra ad aspettare almeno l esito delle primarie, per poi salire sul carro vincente. Questi sono sistemi e schemi che non mi appartengono. Il sottoscritto partecipa ad un progetto politico per la città che si chiama Verticalia e, come ho sempre fatto, in questo progetto ci metto le mie competenze, la mia professionalità e soprattutto la faccia, chiarificando sin da subito, che se non dovesse essere questo il progetto vincitore alle primarie, svolgerò il mio ruolo dall interno del partito, ma non mi candiderò». «L altro attacco - conclude stizzato il Presidente della Pollino Gestione Impianti - è ancor più vile e strisciante. Nell articolo parla di parentopoli, poi si citano percentuali di partecipazioni societarie, commistioni e conflitti di interesse. La cosa veramente allarmante è che questo articolo proviene da un giovane collega al quale sollecito l applicazione delle sue conoscenze in materia di diritto societario. I due attacchi sono però troppo ben congegnati e coincidenti con la mia prima uscita pubblica a sostegno di Mimmo Lo Polito e del nostro progetto Verticalia. Per tale motivo ritengo l attacco meramente strumentale e privo di qualsiasi fondamento. Pertanto, spedisco al mittente le insinuazioni sollevate e per la quale non intento neanche attardarmi più di tanto. Rassegnerò di certo le mie dimissioni ma solo se il mio partito riterrà di candidarmi alle prossime elezioni amministrative». Saladino: «Squadre e parate per autoconservarsi» «Non è proprio vero che bisogna stare zitti sulla grave intromissione nelle primarie cittadine delle Municipalizzate a mezzo dei loro Presidenti a sostegno di uno dei candidati, in particolare di colui che da Sindaco ne ha determinato la nomina; Resto meravigliata, fino ad un certo punto, ho sempre denunciato la continuità amministrativa degli ultimi tre governi; questo è il sistema che si ripropone oggi, con arroganza, purtroppo all interno dei progetti bifronte dei due candidati di cui sono Alternativa. Metodo bipartisan riproposto o ripetuto. Non ho affatto preoccupazione, ho con me la gente, ma è bene dirlo sin d ora, che la intromissione non è gradita, non è morale, e non crea trasparenza nel modo di chiedere e produrre consenso democratico e libero con l utilizzo di strutture partecipate o uffici pubblici e, chissà, spero di no, risorse pubbliche; Occorrerà evitare questo conflitto di interessi per garantire trasparenza, il nuovo governo municipale doverosamente dovrà chiedere il necessario ripristino delle condizioni di imparzialità amministrativa delle Società partecipate, e degli Uffici Pubblici, e non è ne è immune il Comune e l ASP. Un metodo vecchio che trasforma i diritti dei cittadini in gentili concessione. Io non ho da garantire nessun mantenimento di cariche ed incarichi, non è il mio metodo di produrre consenso. Sono fuori per forma mentis da tutto ciò che ha portato Castrovillari sul baratro; per cui con coraggio interverrò perché competenza e trasparenza la facciano da padrone nel disegno di gestione amministrativa che deve essere riportato verso il bene comune e non verso gli obiettivi dei singoli. Le forze Politiche che si richiamano al Centro sinistra, ai movimenti ed all associazionismo, si preparino a partecipare a questa nuova stagione che sarà dirompente quanto la mia proposta di consenso ed il mio, progetto politico. Guardando il quadro che ha portato al commissariamento del comune di CASTROVILLARI, alla esplosione di tanti partiti PSI, UDC, SEL, alla demolizione di persone e movimenti, mi pare che si sia avviata la proposta ripartendo veramente da tre : un ex Sindaco, due Presidenti. Sappiate che, la Città ed in particolare le Forze di centro sinistra stanno guardando con attenzione all esito delle primarie ed al percorso politico amministrativo con cui si produrrà il risultato. L attuale messaggio è ripartiamo per non cambiare, anzi per mantenere. Il mio messaggio è chiedere a Castrovillari di fare la rivoluzione, salvarsi, riscrivendo il futuro di cui altri vorrebbero appropriarsi». Mariella Saladino Associazioni civiche e club di Forza Italia insieme Nei giorni scorsi, presso la sede dell'ass. Sviluppo Castrovillari, si sono riuniti i direttivi delle Associazioni civiche Sviluppo Castrovillari, Insieme Per Castrovillari e della Associazione nata dalla sintesi dei tre Club Di Forza Italia che, all'unanimità hanno costituito il primo Laboratorio Civico, che veda al centro della propria azione, gli interessi e le reali necessità della Città. Le linee guida su cui si svolgerà l'azione del laboratorio civico, vedono il cittadino al centro e principale partecipe dell'attività politica, e auspicano lo sviluppo della Città, attraverso soluzioni concrete che possano rilanciare l'attività amministrativa e lo sviluppo economico, tutto ciò in contrapposizione alla logica che comunemente vede la politica gestita dai soliti gruppi di poteri che occupano i partiti. Questo laboratorio civico offre alla Città una nuova e valida alternativa per la formazione di una forza elettorale che possa essere di riferimento per tutti coloro che non si riconoscono nelle già esistenti formazioni politiche cittadine e che condividono un nuovo modo di fare politica, svincolato dalla solita logica della gestione del potere. Il laboratorio civico è aperto al dialogo e al contributo di quanti singolarmente, o in forma associativa, volessero contribuire alla stesura del programma elettorale e partecipare alla formazione di un terzo polo giovane, innovativo, dinamico e di rinnovamento. Carmine Zaccaro: «Sulle municipalizzate va fatta chiarezza» Le cosiddette municipalizzate, che operano nel settore della commercializzazione del gas e della gestione della rete del metano,rappresentano un importante realtà socio-economica della nostra città e del territorio, per la rilevanza del servizio che offrono, per l indotto che creano e, dunque, per le opportunità occupazionali che generano. Ma le recenti dichiarazioni pubbliche rese dall ex consigliere comunale, Antonio Viceconte,hanno attirato su di esse la preoccupata attenzione della nostra comunità,perché denunciano l esistenza di presunti conflitti di interesse, di ipotetiche parentopoli,che segnerebbero in negativo la conduzione e gestione, in particolare, della Pollino gestione impianti. Stando così le cose,crediamo si renda necessario un opera di chiarimento totale sulla vicenda, per dimostrare in modo inconfutabile che tutto ciò che ruota attorno alla conduzione della Pollino gestione impianti,è improntato alla massima trasparenza e linearità. Riteniamo che la città abbia il diritto di sapere se nella gestione di risorse pubbliche,e le municipalizzate lo sono,venga realmente perseguito l interesse collettivo oppure ad essere privilegiati sono gli interessi personali. Dal momento che l attività di erogazione del gas alle famiglie ed alle aziende è altamente remunerativa, sarebbe utile far conoscere in modo diffuso alla cittadinanza quali sono gli introiti del comune, proprietario della rete,a fronte degli utili che la società che gestisce gli impianti (Pollino gestione impianti) ricava dalle società che vendono il gas. Ci si chiede, infine,se la gas pollino e le altre società private concorrenti, che svolgono cioè la stessa attività di commercializzazione del gas sul territorio, sono assoggettate allo stesso trattamento economico per il servizio che ricevono dalla Pollino gestione impianti. Sono interrogativi quelli che poniamo al solo scopo di fare chiarezza e di contribuire a meglio informare la cittadinanza su un tema di notevole importanza. All ex consigliere Antonio Viceconte va riconosciuto il merito di averlo sollevato. Carmine Zaccaro, Area democratico-riformista del Pd

3 IL DIARIO anno XIII n. 5 PAG. 3 Morelli «Tutte le strade portano a Via Roma» «Un sogno da realizzare, una missione per tutti noi: Castrovillari deve tornare ad essere una agorà, una piazza di partecipazione, un luogo bello da vivere, così com'era un tempo! Non vi è speranza dove i sogni non si realizzano. Per questo è importante dare un segnale di svolta, un contributo fattivo: concretizzare idee semplici, da contrapporre alla realizzazione di opere pubbliche, le quali spesso finiscono per divenire un problema, invece che una risorsa ed una ricchezza per i cittadini. L apertura immediata del Palazzo di Città e dell ex Tribunale di via XX Settembre, riempiti finalmente di ruoli e persone, daranno il loro concreto contributo alla rivitalizzazione del centro, con l obiettivo di rilanciare anche le attività commerciali. Lo scopo è quello di creare un vero e proprio Centro Commerciale naturale: aree mercatali e negozi fissi, per dar vita ad un percorso dello shopping rilassato ; realizzazione di opere pubbliche destinate a rinnovare l aspetto fisico dei luoghi; azioni di marketing della rete commerciale ed innovazione anche nella gestione dei punti vendita. Questi sono alcuni degli ingredienti sostanziali di un programma ambizioso, studiato per soddisfare l attesa di un centro città più vitale, competitivo, ma al tempo stesso capace di interpretare il ruolo di grande casa comune in cui riconoscersi ed in cui accogliere gli ospiti. Sarà necessario quindi: procedere ad una nuova regolamentazione dell isola pedonale; rendere gratuito il parcheggio a pagamento il sabato pomeriggio e la domenica; ampliare i parcheggi riservati ai portatori di handicap; istituire anche le strisce rosa per le donne in gravidanza. Via Roma sarà la Strada della Cultura, con una nuova anima ed una nuova funzione. Il commercio e la cultura si sosteranno a vicenda e troveranno insieme la ragioni per un futuro migliore. In questo senso, verrà garantito il massimo impegno politico ed amministrativo: si tenterà, ad esempio, di trasformare parte dei locali sfitti o abbandonati nelle sedi delle associazioni culturali, spesso site in strade periferiche, con le loro attività, all interno ed all esterno, di musica, danza, cinema, performance multidisciplinari, fotografia, street art, workshop, seminari, percorsi partecipati, arti digitali, ecc... Proprio la presenza delle associazioni, con le loro specificità migliori quali l entusiasmo, la partecipazione costante, le nuove idee e la cultura saranno la premessa per vivacizzare la nostra strada e farla ritornare ad essere un luogo di aggregazione, dove è possibile comunicare e socializzare, dove l "Io" diventi il "Noi" e si possa di nuovo dire: tutte le strade portano a... via Roma!» Tonino Morelli Anche dallo Sri Lanka un lettore scrive al Diario «Non potremmo fare un gemellaggio tra il mio villaggetto e la vostra comunità? Voi ci mandate,come si chiamano?, Lopolitarmha, Dingiannadhurma, i Dolciumi, i Salatini, Dopo la lettera dell unico nostro lettore groenlandese, ci scrive adesso l unico lettore che su internet ci segue dallo Sri Lanka. Pubblichiamo volentieri questa sua lettera. Bravissimo direttore, ho letto la lettera del lettore della Groenlandia e ho deciso di scrivere anche io. Sono l unico lettore dello Sri Lanka che legge su internet il vostro giornale. La mia lingua è diversa dalla vostra e scrivo con Google-traduttore, impreciso ma capace di farmi capire. Abito in villaggio circondato dalla giungla, la mia famiglia è fatta di mia moglie, tre suoceri e cioè un suocero maschio e due femmine (quando mio suocero era giovane la legge del villaggio faceva avere due mogli) e diciassette figli. Quando torno a casa immagina tu che casinò: vogliono comandare tutti e a me mi fanno tacere. Per dire una parola devo vincere le primarie, che per vincere mi vengono ad aiutare quelli del villaggio vicino, che non possono vedere mio suocero che li frega sempre alla pesca nel fiume. Ho letto sul tuo giornale che anche da voi si fanno le primarie. E fra pochi giorni ce ne è una. Che bello, il vostro grande villaggio! Mi sono appassionato alle vostre vicende e tanto ero curioso di sapere come andranno a finire che mi sono rivolto al vecchio stregone e gli ho spiegato che mi interessavo delle vicende di una grande villaggio di nome Castrovillari. Ah! mi ha detto lui che sa tutto quella gente vicino all America certo, ti dirò. Anche lui, come il collega della Groenlandia, legge il futuro nella sfera, che non è né di cristallo, che per la nostra povertà non possiamo acquistare, né di ghiaccio, perché qui fa caldo. E usa una noce di cocco, dalla quale prima ha surchiato tutto il latte. Vedo, vedo tre candidati diceva mentre guardava nella noce di cocco sono tre uomini.. E io lo interrompevo dicendo che sul tuo giornale avevo letto che erano due uomini e una donna. Ma lui insisteva e io non potevo dirgli che mi fidavo più del Diario che della sua veggenza, perché mi avrebbe fricato la noce di cocco in testa. E lui continuava come un invasato: sono tre, sono tre, sono tre, due uomini e un papà. A questo punto non l ho capito e me ne sono andato, tanto leggerò i risultati sul tuo giornale. Ma le primarie le facciamo anche nel villaggio e per noi sono un problema alimentare. Quando è la stagione che maturano le banane, una mattina facciamo una grande corsa tutti gli uomini del villaggio, chi prima arriva prende tutte le banane della giungla e se le mangia con la sua famiglia. Ma guai se chi vince le primarie si è fatto aiutare da qualche scimpanzé o da intrusi di altri villaggi. Lo stregone sempre lui, che ha un carattere difficile lo punisce con tutte le banane e non ti dico come le confetture di Morellini e noi vi mandiamo un pacco di stregoni» Mi piace il tuo grande villaggio. Adesso è carnevale anche se a leggere il tuo giornale tra un carnevale e l altro c è sì e no un mese di interruzione. E nel carnevale che inizia in questi giorni parlate della Cina: ma proprio ora che i nostri vicini cinesi si stanno riprendendo economicamente ci dovete mettere le mani proprio voi? Non potreste occuparvi dell India che a noi ci ha sempre dato fastidio e crearle qualche problema? Insisti, il prossimo carnevale occupatevi dell India, che si è preso pure i due marò e non ve li vuole restituire. Mandateci qualcuno dei vostri politici, suonatele qualche tarantella e tiritùppiti e li rendete innocui e incapaci di far male a nessuno. Sapessi come ho pianto quando ho letto che si è sciolto il vostro consiglio comunale! Da noi allo stregone che comanda non lo scioglie mai nessuno! E uno che predice sempre tempeste e monsoni e ci fa tanto preoccupare. Non potremmo fare un gemellaggio tra il mio villaggetto e la vostra comunità? Voi ci mandate, come si chiamano?, Lopolitarmha, Dingiannadhurma, i Dolciumi, i Salatini, le confetture di Morellini e noi vi mandiamo un pacco di stregoni, il nostro e quelli vicini. Ci guadagnerete voi. Certamente con i monsoni che porteranno non temerete più la siccità e risolveranno il problema della frana della vostra Madonna del Castello: con le piogge che provocheranno, la frana scomparirà, sarà tutta una spianata, il Colle non ci sarà più e finirà il problema. Voi siete felici dal punto di vista religioso. Noi ci ammazziamo da anni tra induisti e buddisti e voi invece vivete in pace. Noi non possiamo mai dire che c è stata una realizzazione, ad esempio una nuova palma piantata al centro del villaggio, o una canoa nuova di zecca della Cassa del Mezzolanka, o un corso professionale per stregoni. Guai a dirlo! Se lo dice un buddista si arrabbia l induista e versavice o viceversa. Da voi si celebrano i cento anni della Grande Guerra, come la chiamate voi; ma perché, ci sono forse piccole guerre? Ho letto su Wikipedia che la grande guerra finì a un paese che si chiama Vittorio Veneto, in Alta Italia. Ma anche da voi c è un Vittorio Veneto, dove c è stata una piccola guerra, che è stata vinta da un commissario del distretto, ex vicesindaco, ex assessore, portavoce della curia, presidente della fondazione Risciò, dirigente del partito, che non so se è la stessa persona o persone diverse; ma penso che è una sola persona, perché mentre stavo per spedire questa lettera ho letto che gli hanno disegnato una croce, una sola, e questo da noi non si fa mai. Nemmeno si fa con i nemici, che la nostra tradizione ci dice che bisogna affrontarli a viso aperto e senza messaggi sui muri, che per di più da noi non ci sono, perché ci sono le frasche delle capanne, dove non si può scrivere con le bombolette. Ci saranno da voi, tra poco, quelle che chiamate elezioni, per scegliere il consiglio di vostro grande villaggio. Quelli che vogliono essere eletti li chiamate candidati, ma che significa? Il google traduttore dice che candidati vuol dire canditi, ma forse sbaglia, e dice pure che candidati vuol dire sbiancati, resi bianchi. Ma se sono tutti bianchi, come fate a distinguerli? E se sono canditi, cioè ricoperti di zucchero, perché non ve li mangiate a colazione come facevano i nostri nonni con i nemici catturati nelle battaglie? Eh, forse sono indigesti, lo so, e continuerebbero a parlare anche nello stomaco e voi sembrereste ventriloqui, come il mio stregone. Questo nostro veggente dice che da voi ci sono tanti Laghi, ma su google-maps io non ne ho visti, il più vicino a voi forse è il lago di Garda, tra Cassano e Lauropoli, ma un lago si può candidare e se si candida rischia di prosciugarsi, facendo, come dite voi, danni all ambiente. Anche noi ci teniamo all ambiente: se qualcuno taglia un albero, noi gli bruciamo la casa, bruciamo tutta la giungla che sta attorno al suo villaggio, ammazziamo tutte le sue pecore e facciamo franare i santuari di Budda di Visnù, dove lui va a pregare. Così si rispetta l ambiente! I kapi del villaggio, che voi chiamate sindaci, li scegliamo con il gioco delle banane. Ogni cinque anni si fa un grande catasto di banane al centro del villaggio, chi estrae la banana più diritta viene eletto kapo. Però, chi estrae quella più storta, lo stregone lo punisce come tu puoi immaginare e io non posso dire. Ecco perché da noi quelli che voi chiamate candidati sono sempre molto pochi, perché il rischio è molto alto. Perché non fate anche voi così? Le banane ve le manderò io, per la tanta simpatia che amo verso vostra grande città. Apuleiodhar Summolujitrokkandhi

4 IL DIARIO anno XIII n. 5 PAG CARNEVALE DI CASTROVILLARI E FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE Tutto il programma da venerdi a martedì grasso VENERDI 13 FEBBRAIO 2015 DOMENICA 15 FEBBRAIO 2015 Durante la manifestazione Ore Nu ricordu i Carnilivaru a cura dell Associazione Culturale Un Sorriso per la Città con la partecipazione del Gruppo Folklorico I Piccoli della Pro Loco di Castrovillari Teatro Sybaris - Protoconvento Francescano ore Il Cervellone in Maschera - Hemingway Cafè - C.so Garibaldi. ore Latin Dance - La Bodeguita de Cuba - Via Polisportivo. ore Sala Varcasia - Cerimonia di premiazione 3 Premio Concorso artistico letterario U Monachiddu dedicato alle Fiabe cinesi ore Carnevale dei Bambini Parata della gioia - Sfilata della Scuola dell infanzia e primaria II circolo Didattico - Sfilata di mascherine spontanee - Animazione a cura di Mondo Magico - Premi a cura della Gelateria Capani e Golosilandia - Presenta: Annarita Cardamone Percorso: Corso Garibaldi P.zza Municipio dal 7 al 17 febbraio Suggestioni dal Celeste Impero Collettiva di Pittura - Salone Circolo Cittadino dal 12 al 17 febbraio I trucchi dell arte, espressioni artistiche carnascialesche di Franco Zaccaro Piazza Municipio Largo REX 15 e 17 febbraio Trucco e parrucco a cura di Scaramuzzo Piazza Municipio (ex Plaza) ore Vieners Loco - Urban Theater - C.so Garibaldi. SABATO 14 FEBBRAIO 2015 ore Coriandoli, sapori e colori II Concorso di cucine di Sala La figura del maitre nella moderna ristorazione, manifestazione organizzata dell Istituto Alberghiero K. Wojtyla in collaborazione con Ass. A.M.I.R.A. Sez. Cosenza Sila Protoconvento Francescano - sala 14 ore XXIII Seminario di studi e XIV Concorso scolastico Premio Paponetti Sovrani. Presiede Prof. Leonardo R. Alario Consulta Scientifica F.I.T.P. Lectio magistralis sul tema: Carnevale deve morire. Spreco, sacrificio e redenzione in una grande festa liminare Teatro Sybaris - Protoconvento Francescano ore Teatro e Carnevale Che fine ha fatto il mio io di Paola Cannatello e Francesco Paoloantoni a cura di Carella Production 2. In collaborazione con Circolo Cittadino, Kiwanis, Rotary. Teatro Sybaris - Protoconvento Francescano ore San Valentino Carneval - Il Mulino Risto -pub Via Pò ore Speciale San Valentino - Concetto Logico band cover Biagio Antonacci - Twin s - Viale delle Querce ore Deja vù in maschera Party di Carnevale - C.da Vigne ore Undeground Loves con La Cura La Bodeguida de Cuba Via Polisportivo ore Full Ice- Urban Theater C.so Garibaldi ore DJ Set: Fader J diretta Jonica Radio Twin s - Viale delle Querce ore Sfilata dei Gruppi Mascherati, Carri Allegorici e Gruppi Folkloricici. Presenta Carlo Catucci con Corinne Gentile e Cinzia De Santis. Percorso: Via Polisportivo C.so Calabria C.so Garibaldi P.zza Municipio. ore Quelli che aspettano La sfilata animazione in Piazza Municipio ore Carnival DJ set - a cura di Spazio Zero Eventi con Dj Tanir Alla e Dj Tony Stark - Discoteca all aperto - Piazza Municipio ore The Carnival School - Urban Theater C.so Garibaldi ore Notte in maschera : Dj set Fader J Voice Rosario Rummolo- Special Guest : Operà Circus Animation - Diretta su Jonica Radio. Twin s Viale delle Querce ore Carnival Party Festa in maschera - Disco Club No Silence Via Padre F. Russo LUNEDI 16 FEBBRAIO 2015 ore 15:00 VI Torneo di Calcio Coppa Carnevale Categoria esordienti a cura dell A.S.D. Real Castrovillari - Stadio Comunale Mimmo Rende ore Carnevale dei Piccoli - Circolo Cittadino ore II Torneo Tennis Tavolo Coppa Carnevale - Campionati e Squadre Giovanile Regionale a cura dell A.S.D. Tennis Tavolo Castrovillari -Palestra Liceo Artistico ore 21:00 Gran Galà del Folklore - XVII Premio Cultura Presentano Carlo Catucci e Cinzia De Santis - Teatro Sybaris - Protoconvento Francescano Ore Il Cervellone in Maschera - Hemingway Cafè - Corso Garibaldi ore Carnival Party a Cura del Trio Loco - Urban Theater C.so Garibaldi MARTEDI 17 FEBBRAIO 2015 ore 15:00 Sfilata dei Gruppi Mascherati, Carri Allegorici e Gruppi Folklorici Presenta Carlo Catucci con la collaborazione di Cinzia De Santis e Angelo De Vincenzi Percorso: Via Polisportivo C.so Calabria C.so Garibaldi P.zza Municipio. ore 16:00 Quelli che aspettano La sfilata Piazza Municipio ore Concorso Gruppi Mascherati e Carri Allegorici Premiazione Piazza Municipio ore 20:00 Cerimonia di chiusura del Carnevale A cura delle scuole di danza Centro Arte e Movimento - Piazza Municipio ore Morte e falò di Re Carnevale con fuochi artificiali di Big Fireworks di Castrovillari a cura della compagnia teatrale Accademia dei Bardi Con Pippo Infante e Carlo Tallarigo Piazza Municipio ore 21:00 Carnival DJ set - Discoteca all aperto - Piazza Municipio ore Caraibico in Maschera La Bodeguita de Cuba - Via Polisportivo ore Area Lounge Live Band Twin s Viale delle Querce Mostra fotografica dal 7 al 17 febbraio Protoconvento Francescano Viaggio in Cina (Galleria di immagini del Gruppo Folklorico della Pro Loco di Castrovillari a cura di Stefano Ferrante ed Emma Lauria) Come fior di loto (omaggio a Jo Farrell, che ha documentato la tradizione millenaria delle ultime donne con piedi di Loto ) Cina tra passato e presente di Gianni De Marco XI Concorso artistico,realizzazione manifesto Carnevale dei Bambini 2 Coppa Carnevale di Tennis A cura dell A.S.D. Queen s Pollino Castrovillari Tennis Club 8/14 febbario 2015 Presso il Queen s Tennis Club XXIII Concorso fotografico A Carnevale ogni foto vale a cura di Francesca Filomia. Apertura serale del Museo Archeologico a cura del Gruppo Archeologico del Pollino Visite guidate nel centro storico a cura dell Ass. Cult. SIFEUM II Edizione di Vetrine e Maschere a cura di A. Falcone 9, 10 e 12 febbraio Afther school Carnival in collaborazione con Balloon s Art by Papeyo - Il Mulino Risto-Pub Via Pò 12, 13, 15, 16 e 17 febbraio ore Carnival Party collaborazione con Balloon s Art by Papeyo - Il Mulino Risto-Pub - Via Pò Dall 8 al 17 febbraio Free Drink con il biglietto d ingresso degli spettacoli del Carnevale Il Mulino Risto-Pub - Via Pò 57 CARNEVALE DI CASTROVILLARI E FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE Eletta la madrina del Carnevale Re Carnevale ha la sua Madrina, Arianna Blotta, diciotto anni, castrovillarese,1,80 di bellezza mediterranea, studentessa del Liceo Classico Garibaldi, è stata eletta durante la prima edizione del Galà delle Scuole, una idea di Carlo Catucci e del direttore artistico, Gerardo Bonifati, ed inserito nel cartellone della 57 edizione della kermesse carnascialesca. Lo spettacolo, tenutosi al teatro Sybaris, ha visto sul palco 16 studentesse degli Istituti superiori di Castrovillari che hanno aderito. Quest anno la prima parte delle selezioni è avvenuta attraverso il coinvolgimento di tutti gli Istituti Superiori di Castrovillari che, al loro interno, hanno selezionato le loro candidate. Da questa prima fase sono usciti i nomi delle finaliste la cui valutazione e votazione, sul palco del teatro Sybaris, è avvenuta tramite una giuria tecnica, composta da dirigenti e professori di ogni Istituto e da una giuria popolare. Sul palco, non soltanto bellezza, ma spigliatezza e padronanze delle materie studiate all interno del proprio istituto. Infatti le 16 candidate, hanno dovute rispondere a varie domande, fatte dai propri professori. Durante la serata, presentata da Carlo Catucci, Cinzia De Santis e Angelo De Vincenzi, non sono mancati momenti dedicati alla danza con le coreografie dei Maestri, Vilma Lara De Mar, per l Accademia Cuba Danza, e del Maestro, Ranieri Aloe, della New Dance Only Dance. Sul palco anche le creazioni di Valentina Morrone e il Body Painting, questa nuova forma d arte di dipingere il corpo con colori ad acqua. Soddisfatti della riuscita della manifestazione, il neo presidente Eugenio Iannelli, il CdA al completo della Pro Loco e il direttore artistico, Gerardo Bonifati. Ora il primo impegno della neo eletta Madrina, Arianna Blotta, sarà quello di aprire il corteo di Re Carnevale in programma giovedì 12 febbraio, allor quando si apriranno ufficialmente i festeggiamenti e si aprirà la porta della gioia e del mascheramento che durerà fino a martedì 17 febbraio. ULTIM ORA Atto intimidatorio nei confronti di Gianni Donato Apprendiamo, pochi minuti prima di andare in stampa, di un grave atto intimidatorio che nelle scorse ore ha colpito Gianni Donato, esponente politico del Pd, ex vicesindaco della città di Castrovillari e oggi Preside dell Istituto Vittorio Veneto nella città del Pollino. Durante la notte, su un muro del condominio in cui abita la famiglia Donato è stato scritto a caratteri cubitali il suo nome con una croce accanto. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Castrovillari che hanno avviato le indagini. La notizia è stata resa nota sui social ed intorno all esponente politico è immediatamente scattata una rete di solidarietà. Solidarietà e affetto anche dalla redazione del Diario di Castrovillari.

5 IL DIARIO anno XIII n. 5 PAG CARNEVALE DI CASTROVILLARI E FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE Apprezzamenti per la collettiva di pittura Suggestioni dal Celeste Impero Parallelamente alle mostre fotografiche, allestite da Francesca Filomia, Viaggio in Cina di Stefano Ferrante ed Emma Lauria, Cina tra passato e presente ideata da Gianni De Marco e Come fior di Loto di Jo Farrel, presso la Sala delle Arti del Protoconvento francescano, dodici maestri di pittura hanno contribuito con le loro opere a suggerire ai tanti visitatori le Suggestioni dal Celeste Impero, in termini di corpi, ritratti, fiori, piante e paesaggi che portassero il segno della cultura e della civiltà cinese. Un percorso personale pittorico che da voce individuale si è fatta voce corale, ad esprimere quale particolare scia abbia lasciato nell immaginazione il tema proposto dal Focus della 57ma Edizione del Carnevale di Castrovillari, appunto la Cina; con la sua storia, la sua politica, le sue leggende. In occasione dell inaugurazione della mostra di pittura, sono intervenuti il presidente della Pro Loco di Castrovillari, Eugenio Iannelli, la coordinatrice della Consulta Scientifica, Filomena Bloise, lo storico e storico dell arte Gianluigi Trombetti. Nel contesto della mostra, due giovani modelle, Giovanna e Desirè truccate alla maniera orientale dall estro di Valentina Morrone, esperta in body painting, interpretando metamorficamente Mei e Qing, hanno rappresentato il Paese ospite nello spirito del mascheramento. Gli artisti presenti hanno salutato il pubblico intervenuto ed illustrato alcune delle caratteristiche delle loro espressioni artistiche. Antonio Grobi con L amicizia, Matteo Grisolia (coordinatore e referente del Gruppo degli artisti) con Mao s miracle, Giuseppe Diodati con Limon Cina, Rosa Alba Galeandro con Piccolo drago, Francesco Gagliardi con Sogni, Francesco Ortale con Bellezza cinese, Antonio Pesce con Bambù, Franco Rinaldi con Appunti per la prossima illuminazione, Mario Talarico con le opere Vetrina cinese e Campo di riso, Saverio Santandrea con Nudo, Fedele Tocci con Sexy Chinese Model, Beatrice Korner con La grande muraglia hanno dato vita ad una galleria pittorica variopinta e dinamica, interpretando le suggestioni proposte dalla civiltà presa in esame con rigore tecnico, interpretazione del vero spirito della solidarietà, nel comune segno di un estro pittorico che fa dei maestri in loco un forziere di ricchezza spirituale, fonte di lodevole spirito di iniziativa, solidarietà e bravura. La mostra è visitabile fino al 17 Febbraio p.v. FMB A Villa Bonifati, come da tradizione presentato il programma Nello splendido scenario di Villa Bonifati, nel cuore delle vigne, è stato svelato alla stampa il programma della 57 Edizione del Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore in programma fino al 17 di febbraio ed organizzato dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune, con la Regione Calabria, con il Parco Nazionale del Pollino e di numerosi sponsor privati tra cui, la Gas Pollino, con presidente Gerry Rubini e la BCC Mediocrati di Rende, con presidente, Nicola Paldino. Il RE BURLONE (impersonato dall attore Pippo Infante),ha ricevuto nel salone di Villa Bonifati un parterre d eccezione per il brindisi inaugurale anche se, dovrà attendere fino a giovedì grasso per ricevere dalle mani di un rappresentante del Comune, le chiavi della città per aprire le porte al mascheramento e alla gioia. Prima di dare inizio alla conferenza stampa è stata consegnata una targa, con l effige del manifesto del Carnevale, al dr. Aldo Bonifati, che ogni anno ospita la presentazione dell evento. Il direttore artistico Gerardo Bonifati, si è augurato che tanti possano venire a Castrovillari per godere della manifestazione e per vedere la capacità organizzativa di un evento di tale portata, realizzato nonostante le scarse risorse a disposizione. Noi c è l abbiamo messa tutta, abbiamo redatto un programma all altezza del Carnevale di Castrovillari, così il presidente della Pro Loco Eugenio Iannelli, fresco di nomina, l invito è a partecipare da spettatori attivi. Nel corso della conferenza stampa, scandita dai colori delle maschere degli Istituti Superiori della città che hanno aderito all evento, dalle coreografie della scuola Accademia Cuba Danza diretta dalla Maestra, Vilma Lara De Mar, e le dimostrazioni di trucco e parrucco del Team AME Scaramuzzo, è stato consegnato il Premio Carnevale, premio istituito dalla consulta scientifica della Pro Loco, e assegnato ogni anno a personalità calabresi operanti nel mondo della cultura, politica, dell arte, della gastronomia,. Quest anno il premio, realizzato al noto orafo Gerardo Sacco, è andato a Antonio Ianicelli, con la seguente motivazione: Scrittore migrante, ma sempre legato al loco natìo, ha dedicato il suo lavoro intellettuale alla produzione di contributi culturali ed opere che attestano una sincera vocazione per la cultura folklorica della sua patria ideale ; e ad Otello Profazio : Per aver sapientemente preservato, elaborato e consegnato alla storia la tradizione calabrese ed il patrimonio della cultura popolare del Mezzogiorno d Italia. Anna Rita Cardamone

6 IL DIARIO anno XIII n. 5 PAG. 6 Turisti in visita al Centro Anziani A. Varcasia Domenica 8 febbraio, durante lo svolgimento di una serata danzante presso il Centro Anziani A. Varcasia, una gradita visita inaspettata ha regalato un pizzico di brio in più ai partecipanti iscritti. Un gruppo di circa quindici turisti di Laterza (TA), dopo aver fatto visita al Museo di Sibari, si è recato a Castrovillari alla scoperta della città. Passeggiando lungo Corso Garibaldi le incalzanti musiche della nostra tradizione, provenienti dal Centro Anziani, hanno attirato la loro attenzione. Dopo essere entrati nella sede, aver chiesto di visitarla e aver conosciuto la storia dell antico palazzo Varcasia e del suo proprietario, il simpatico gruppo di amici pugliesi si è unito ai balli dei presenti, offrendo a tutti anche alcune perle della propria tradizione, con canzoni e balli tipici pugliesi. La coinvolgente serata è stata allietata, altresì, da un gruppo di iscritti in maschera, spontaneamente organizzato, che ha inaugurato l atmosfera carnascialesca. Grande successo ha ottenuto anche il giovane Luca Montalto con la sua fisarmonica. Dopo aver immortalato la divertente serata con numerose foto e prima del cordiale saluto, il capogruppo pugliese ha elogiato il Centro per la calorosa accoglienza e per le bellezze architettoniche e artistiche della sua sede e ha ringraziato sentitamente tutti i soci del Centro, nonché il suo Presidente coadiuvato da tutto il Direttivo presente. La serata danzante è continuata allegramente fino a tarda ora e il Centro ha dato appuntamento alla sera di giovedì 12 per la tradizionale festa della sauzizza, organizzato dal Centro Anziani e dalla Pro Loco del Pollino. Il Presidente del Centro Anziani Carlo Sangineti L orticoltura compatibile con la conservazione del patrimonio naturale nel Parco del Pollino La conservazione del patrimonio naturale e le produzioni agricole tipiche ottenuti con tecniche compatibili con l ambiente, sono elementi da coniugare tra di loro per lo sviluppo economico in un area protetta come il Parco Nazionale del Pollino. In questo Parco, in un area a nord della Provincia di Cosenza, al confine con la Regione Basilicata, nel territorio dei comuni di Mormanno, Laino Castello e Laino Borgo, negli ultimi anni, grazie all attività del Centro di Divulgazione Agricola (Ce.D.A.) n. 2 dell ARSAC di Castrovillari, si è sviluppata un orticoltura tipica e di qualità. Si tratta di un area irrigua poiché, oltre a quei pochi manufatti tradizionali, sono in funzione da circa 20 anni dei moderni impianti irrigui realizzati dal Consorzio di Bonifica Integrale dei bacini settentrionali del Cosentino. Questi impianti, che, come è noto, vennero realizzati con grande impiego di risorse finanziarie pubbliche, probabilmente, senza l attività del Ce.D.A. n.2 che ha saputo orientare gli agricoltori, sarebbero rimasti, per anni, inutilizzati. L orticoltura consente una più razionale utilizzazione dell acqua permettendo, nel contempo, di abbassare i costi di esercizio degli impianti irrigui. L area interessata a questo tipo di orticoltura è ricca di peculiarità naturalistiche architettoniche, paesaggistiche e archeologiche, tra le più importanti abbiamo: Il Fiume Lao che ha assunto una grande importanza anche a fini sportivi per il famoso RAFTING; Il Centro Antico di Laino Castello ricco di peculiarità architettoniche; la grotta del Romito dell Era del Paleolitico, ricadente nel Comune di Papasidero (CS) ma, ai confini con il comune di Laino Castello (CS); i Centri urbani di Mormanno e Laino Borgo; la presenza della Lontra (Lutra lotra) nel fiume mercure (la Lontra e una specie di interesse comunitario in base alla direttiva 92/43 "Habitat"); i punti di accesso dei sentieri per percorsi Naturalistici tra i più importanti del versante Calabrese del Parco Nazionale del Pollino che permettono di raggiungere: i monti Palanuda, Gada, Caramolo, Magara, Ciagola e Cerviero; la valle del fiume Argentino; le rive del fiume battendiero; le rive del fiume Lao; i piani di Ruggio, Masistro, Novacco, Minatore e Tavolara; cozzo del Pellegrino e dell'orso. Queste peculiarità attraggono un gran numero di visitatori che trovano in loco i vari operatori specializzati (Guide Esclusive del Parco, operatori per il Rafting, ecc.) e la cucina tipica. Le principali colture a ciclo primaverile-estivo, che nel corso degli anni si sono diffuse nell area descritta sono le seguenti: Fagiolo borlotto ceroso nano; Fagiolo borlotto ceroso rampicante; Fagiolo bianco ceroso rampicante; Zucchino; Pomodoro; Fagiolo poverello bianco. Per la coltivazione di queste specie e la difesa dai parassiti, nelle aziende orticole dell area in esame, si adottano sistemi a basso impatto ambientale. Questi nuovi sistemi permettono di ridurre i costi e la quantità dei prodotti chimici immessi nell ambiente, garantendo la sicurezza e l igiene dei prodotti destinati al consumo. Per evidenziare gli aspetti economici, in seguito ad una breve indagine svolta, per le principali colture praticate si è determinato: la resa media (t/ha); il prezzo medio di vendita al produttore ( /kg); il valore medio della Produzione Lorda Vendibile (PLV) per unità di superficie ( /ha); i costi espliciti per input, in % del valore della (PLV/ha); il reddito lordo per unità di superficie ( /ha) come differenza tra PLV/ha e costi espliciti per l acquisto di input/ha. Poiché in queste aree il produttore agricolo, come è noto, oltre a svolgere la funzione imprenditoriale riveste anche il ruolo di proprietario fondiario e copre con il suo lavoro i fabbisogni dell azienda, i costi espliciti sostenuti per un ciclo produttivo di queste colture sono molto contenuti e variano a seconda della coltura dal 30% al 45% del valore della produzione e il reddito lordo tende a coincidere con il reddito netto cioè a quanto l operatore agricolo porta a casa dopo la vendita del prodotto, al netto delle spese per gli input esterni. L orticoltura estiva in queste aree non è da sottovalutare non solo per la redditività evidenziata ma, anche perchè, può rappresentare una reale occasione di integrazione di reddito per le giovani generazioni in quanto le tecniche di coltivazione delle colture orticole sono estremamente semplici, inoltre, permettono una organizzazione aziendale del lavoro concentrato in un periodo che non supera 5 mesi all'anno (da maggio a settembre). Per questo, la produzione orticola si rivela più allettante, per i giovani, anche per quanti non abbiano esperienza nel settore agricolo. Altro vantaggio economico di queste produzioni è che non richiedono grandi investimenti e pertanto presentano un rischio d'impresa molto ridotto. I mercati di sbocco dei prodotti orticoli del Pollino sono principalmente locali, nelle zone balneari della stessa regione Calabria, frequentate d estate da un gran numero di turisti. Tuttavia parte del prodotto trova collocazione in altre zone della Calabria e, in misura minore, in Sicilia, nel Palermitano, e nella vicina Campania, nella zona di Battipaglia. La più alta redditività dei prodotti orticoli del Pollino è legata, ovviamente, alla domanda di ambiente e natura incontaminata da parte dei consumatori che è sempre più crescente, come dimostra il fatto che questi prodotti si vendono facilmente e non hanno conosciuto crisi di mercato. I motivi della preferenza di questi prodotti espressa dai consumatori e della loro disponibilità a pagare prezzi remunerativi sono essenzialmente i seguenti: sono gustosi; di ottima qualità; sono sicuri per il consumatore perché ottenuti con scarso o nullo uso di prodotti chimici di sintesi; sono evocativi dell ambiente incontaminato dell altissimo valore naturalistico del loro territorio di produzione: il Parco Nazionale del Pollino. Questi prodotti infine, insieme ad altri, vengono consumati dai visitatori dell area (fruitori delle peculiarità naturalistiche, archeolologiche, ecc.) anche attraverso i piatti tipici preparati presso la ristorazione locale. Luigi Gallo(*) (*)ARSAC-Centro di Divulgazione Agricola (Ce.D.A.) n. 2 del Pollino- Castrovillari (CS) Efficace azione di risanamento dell Istituto Vittorio Veneto «Il bilancio, dopo sei mesi di gestione della Cooperativa Sociale, presieduta dalla Dott.ssa Tiziana Antonica, così come della Scuola, diretta dal Preside, Prof. Giovanni Donato, è abbastanza positivo, nello storico Istituto V. Veneto, che è, da circa un secolo, un prezioso patrimonio della Città di Castrovillari, della Diocesi di Cassano allo Jonio e dell Opera Nazionale per il Mezzogiorno d Italia, fondata da P. Giovanni Minozzi e P. Giovanni Semeria. Infatti, dopo avere ottenuto, con l importantissimo e determinante contributo del Segretario Generale della CEI, Mons. Nunzio Galantino, anche Vescovo diocesano, e con l assenso della Madre Generale delle Suore di Carità di Santa Maria di Torino, Suor Myriam SIDA, il rientro delle Suore nella Casa di via Roma, di proprietà dei Padri Minozziani, da loro abitata da più lustri e dalla quale, per le note vicendedi cui si erano fatte carico anche le massime Istituzioni cittadine, si erano allontanate, determinando i presupposti per la chiusura dell Istituto, la nuova Amministrazione è riuscita a mantenere lo stesso Organico scolastico, con il medesimo numero di classi degli anni precedenti, nonostante le previsioni catastrofiche, all insediamento, che avrebbero pesantemente penalizzato gli Alunni e le Famiglie e privato la Città ed il Territorio di un efficiente Istituzione scolastica ed educativa.. Su queste basi iniziali si è dipanata una strategia di rilancio dell Istituto, sia e livello strutturale che, soprattutto, economico. La prima meraviglia più evidente, all atto dell ingresso nell Istituto, per iniziare la gestione, fu determinata dalla contemporanea presenza dei Tecnici dell Enel, intervenuti per interrompere l erogazione dell energia elettrica: essendo le casse dell Istituto completamente vuote, per scongiurare il pericolo, si è dovuto ricorrere ad una colletta! Poi, con pazienza, sagacia, impegno, determinazione si è fatta l analisi della situazione finanziaria, per individuare le criticità e cercare di sanarle. Innanzitutto il Preside ed il Consulente legale hanno offerto la loro collaborazione gratuita! Successivamente si è individuata, purtroppo, una consistente massa debitoriasia nei confronti di fornitori esterni che verso i dipendenti, con relativi contenziosi giudiziari in atto. Allo stato attuale, nel corso di un semestre, ilpesantissimo debito è stato abbattuto, avendo utilizzato sapientemente soltanto i proventi derivanti dal MIUR e dalle rette mensili, senza alcun apporto straordinario ed esterno, consentendo all Istituto di poter navigare in acque tranquille e di pianificare il futuro con serenità. E stata ampliata, anche, l offerta formativa, nella quale già trovano ampio spazio Inglese ed Informatica, inserendo la sperimentazione ministeriale dello Sport in classe, con l utilizzazione, per la prima volta nella storia dell Istituto, di una palestra, in collaborazione con la Scuola Secondaria di I Grado di via- Coscile. Le nubi minacciose sotto le quali incombeva la chiusura dell Istituto si sono diradate ed il V. Veneto è stato restituito alla Diocesi, alla Città ed alle Famiglie, risanato, rinvigorito, sempre pronto ad essere un collaudato Presidio religioso, culturale e morale. Il Preside, Prof. Giovanni Donato Il presidente della Coop. Dott.ssa Tiziana Antonica

7 IL DIARIO anno XIII n. 5 PAG.7 Economia, la Calabria fanalino di coda Gli ultimi conti territoriali dell'istat confermano un trend negativo per la regione, ultima in graduatoria con un Pil per abitante di 15,5 mila euro. Vibo Valentia tra le province più povere La Calabria si conferma tra le regioni maggiormente disagiate. È quanto si evince dagli ultimi conti territoriali dell'istat. Tuttavia, rispetto al 2011, fa notare l'istituto, si è registrata una riduzione in tutte le regioni italiane, con l'eccezione di Bolzano e della Campania. In particolare, a livello regionale o di provincia autonoma, risulta in testa Bolzano, con un Pil per abitante di 39,8 mila euro, seguito da Valle d'aosta e Lombardia (rispettivamente con 36,8 e 36,3 mila euro). All'ultimo posto della graduatoria, si trova proprio la Calabria con 15,5 mila euro, un valore del 61% più basso rispetto a Bolzano e del 57% sulla Lombardia. Tra le province, Milano è la più ricca, mentre tra le più povere assieme a Medio Campidano, Agrigento e Barletta- Andria-Trani c'è Vibo Valentia. Il Pil per abitante nel 2013 risulta pari a 33,5 mila euro nel Nord-ovest, a 31,4 mila euro nel Nord-est e a 29,4 mila euro nel Centro. Il Mezzogiorno, inoltre, con un Pil pro capite di 17,2 mila euro, presenta un differenziale negativo molto ampio con il resto del Paese: il suo livello è inferiore del 45,8%, quindi quasi dimezzato, rispetto a quello del Centro-Nord. Quota 96 Maria Laura Celli scrive al ministro Giannini Ministro Giannini buonasera, è una docente #Quota96che le scrive. Da ben tre lunghi anni stiamo soffrendo questa patetica ed ingiusta prigionia che ci ha tolto il sorriso, ha peggiorato la nostra già precaria salute, ha aggravato la nostra situazione economica. Ci è stata data una punizione immeritevole!i Non riesco proprio ad accettare questa ingiustizia. Ho 64 anni e mai avrei pensato di imparare ad usare il pc per rivolgermi a chi credevo che avrebbe ascoltato la richies ta, di una lavoratrice-bis, di voler rispettare i diritti acquisiti per poter finalmente godere della meritata pensione. Nella vita c'è un momento che si deve interrompere il percorso iniziato per intraprenderne un altro. Ecco io, e come me altre 2700 persone, vorremmo intraprendere il percorso del pensionamento per poter finalmente godere insieme alla famiglia quel tempo che la vita ci ha riservato. Troppi sono stati i sacrifici, molte le privazion, le delusioni, le mortificazioni e tantissime le soddisfazioni ma ora è il momento di raccogliere il frutto di questi sacrifici prima che le soddisfazioni cadano nel profondo burrone della disperazione. Non vogliamo avere incarichi diversi ma soltanto quello che ci spetta di diritto. Ho lasciato la mia salute nelle varie stazioni ferroviarie, negli edifici scolastici fatiscenti, nelle aule superaffollate di bambini di tre anni con handicap o problemi diversi ma abbastanza seri. Non voglio che il mio nipotino che abita a km di distanza mi chieda ancora una volta: "perchè tu che sei la mia nonna non vieni a prendermi a scuola?" E' un tuffo al cuore di gioia e tristezza ogni qualvolta mi telefona e mi dice:" nonna, mi aiuti a fare i compiti?" Già, credo di essere l'unica nonna al mondo che aiuta il nipotino a fare i compiti, per telefono. Come facciamo?mi manda le foto per via , delle schede didattiche, ed io lo seguo attraverso il pc. Ministro non è una preghiera per avere una cortesia, un favore, ma soltanto una richiesta di Giustizia; quella giustizia che la costituzione vuole che si rispetti! Avrò una sua risposta? Lo spero, anche perchè la vostra etica professionale vuole che ascoltiate i cittadini e rispondiate o no? Cordialmente Maria Laura Celli BREVI & CRONACA Quando istituzioni e associazioni non fanno il loro dovere La volontaria risponde a Gatto Nello scorso numero un lettore, Antonio Gatto, segnalava che un automobilista spericolato ad altissima velocità aveva investito un cane poi lasciato agonizzante sulla strada. Il lettore lamentava di aver contattato una volontaria dell Ente Nazionale Protezione Animali che avrebbe risposto di non poter far nulla senza curarsi di dare indicazioni per un pronto intervento. La volontaria in questione, ha voluto dare chiarimenti e spiegazioni al sig. Gatto che, secondo lei, avrebbe dovuto chiamare immediatamente il centralino dell Asp e segnalare l accaduto. Spesso cuccioli incidentati arrivano in canile ma l'ambulatorio del canile non ha macchinari per vedere se gli organi interni siano, compromessi e, pertanto inviterei i solerti cittadini come il sig. Gatto a battersi per avere degli ambulatori efficienti anche in canile che dovrebbe essere l'ospedale degli animali, invece di offendere e minacciare, nonchè diffamare le persone che dedicano tanto tempo, salute e soldi agli animali, invece di fare inutili parole e sprecare energia inutili. Gli consiglio con la stessa dedizione che ha messo per diffamare, dicosa poi? Non sò, mi voleva denunciare per omissione di soccorso? E chi sono io? Un veterinario, sono in un ufficio preposto? Sono una semplice volontaria che gli ha consigliato di prendere il cane metterlo in macchina e portarlo in uno studio privato se il veterinario dell'asp tardava ad andare sul posto: invece lui dedito solo ad offendere, voleva a tutti i costi che intervenissi io, ed io mi sono limitato a dirgli di non perdere tempo a fare polemiche inutili, anche perchè ero fuori sede e non si chiamano i volontari in questi casi. Ma il sig. Gatto infervorato ad offendere continuava a dire che mi avrebbe denunciata, minacciando, così come ha fatto, di scrivere una lettera sul giornale locale. Caro sig. Gatto, se avessi tempo un articolo lo farei io, con le informazioni utili a come comportarsi in questi casi,nonostante se lo ripetiamo da tempo: rivolgersi sempre per i cani randagi ai centralini di competenza ed esigere che intervenga un veterinario nel minor tempo possibile, verbalizzare il tutto se ci sono omissioni senza aspettare che lo faccia qualcun'altro. Irene Cataldi Professore di Rossano trovato morto a Tunisi Era originario di Rossano, Massimo Bevacqua, il docente di 42 anni trovato cadavere nella sua abitazione di Sidi Bou Said, a Tunisi. Sono stati i carabinieri del Comando provinciale di Cosenza che, a Rossano, su incarico dell Ambasciata italiana a Tunisi, ad informare i familiari di Bevacqua del decesso del loro congiunto. Bevacqua, noto arabista, si era laureato in lingue e letterature orientali all Università La Sapienza di Roma ed era professore di lingua italiana all Università di Cartagine e all Istituto italiano di cultura della capitale tunisina. La magistratura tunisina sta indagando sul caso ed è stata disposta l autopsia sul cadavere. Le autorità locali attribuiscono il decesso di Bevacqua a un incendio sviluppatosi all interno della sua abitazione per motivi ancora da chiarire. Il docente avrebbe compiuto 42 anni domenica 8 febbraio. Bevacqua, definito da chi lo conosceva molto colto e con una padronanza straordinaria della lingua araba, tornava saltuariamente in Calabria. Nel gennaio scorso era stato a Rossano per una breve vacanza. Da tempo per i suoi impegni universitari abitava a Sidi Bou Said, villaggio turistico dove risiedono parecchi italiani e molti stranieri. Si è sciolto il Cif di Castrovillari Dopo anni di attività svolta nel sociale, il Centro Italiano Femminile di Castrovillari si è sciolto. La decisione è stata presa dalle socie nell ultima assemblea in seguito alle dimissioni della presidente Rosalia Vigna. In quella ultima occasione ufficiale di incontro, tra le iscritte all Associazione, nessuna ha voluto proporsi per ricoprire il ruolo lasciato, di seguito anche il direttivo si è dimesso. Rimane, comunque, un colmo archivio di iniziative, convegni e progetti firmati Cif Castrovillari. Vizzi: «Una città in frantumi che va ricostruita» Sono iniziate le fibrillazioni politiche per l elezione di primavera del nuovo Sindaco. Oggi abbiamo un disperato bisogno di crescere per dare una sua identità a questa Città che deve essere necessariamente ricostruita moralmente. All orizzonte non c è niente di nuovo, il territorio è in metastasi e i candidati a Sindaco galleggiano sui problemi della Città senza affrontarne nessuno. Una Città che da padrone è diventata serva per uscire da questa triste condizione non doveva tornare al passato con candidati che certamente fanno onore alla Città ma sono triti e ritriti. Che fare, dunque? Astenersi dal voto. Sbaglio se lo faccio. Dò un cattivo esempio, lo so. Montanelli diceva che quando non ci si riconosce in nessuno bisogna fare il favore a chi non lo merita. Andremo, quindi, a votare sapendo che questa è la minestra che ci passa il Convento e con la consapevolezza che in democrazia e in cultura, purtroppo, il voto si conta ma non si pesa. Una cosa è certa: la ricreazione è finita per tutti e anche per i Sindaci che non devono spesso amministrare il loro consenso elettorale e quello degli altri perché la disperazione dei Cittadini è pesante e la protesta non deve prendere il posto della proposta. Tutta la politica ha una caparbia abitudine a non riconoscere gli errori per i quali nessuno paga il dazio. Abbiamo perso più di dieci anni per raccogliere i cocci di una Città in frantumi e, adesso, siamo costretti a eleggere un Sindaco che si deve attrezzare per fare miracoli e dovrà affrontare concretamente le prime vergogne che la politica ha prodotto e di cui la Città è piena: la frana della Madonna del Castello, l Area ASI di Cammarata, il Parco del Pollino, l impianto dei Rifiuti, l Ospedale. Pinuccio Vizzi Raccolta differenziata Castrovillari è la prima tra i grossi comuni della Calabria E' Pedace il comune della Calabria più virtuoso per la raccolta differenziata dei rifiuti. E' quanto emerge dal Report Rifiuti, riferito al 2013, dell'arpacal. Pedace ha raggiunto il 79,36% dei rifiuti in differenziata. Seguono Lappano (70,61%) e Roccella Jonica (70,42%). Tra le province rimane in testa Cosenza con 21,84%, seguita da Catanzaro (16,46%) e Vibo (15,49%). La Calabria segna un -0,33% di raccolta differenziata, passando dal 16,34% del 2012 al 16,01% del Il Report - realizzato da Clemente Migliorino, Responsabile della Sezione Regionale Catasto Rifiuti istituita presso la Direzione Scientifica dell'arpacal, e da Fabrizio Trapuzzano - è stato inviato all'istituto Superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) e comunicato ai dipartimenti Ambiente e Programmazione comunitaria della Regione Calabria. I dati ufficiali pubblicati dall'arpacal, infatti, fotografando lo stato della Raccolta differenziata in Calabria, permettono ai Comuni di poter accedere ai contribuiti erogati dalla stessa Regione.. Queste le percentuali di raccolta differenziata, suddivise per aree provinciali: Catanzaro 16,46% (+ 0,53% rispetto a 2012), Crotone 9,67% (- 1,74%), Cosenza 21,84% (+ 1,70%), Reggio Calabria 10,57% (-2,96%) e Vibo Valentia 15,49% (+2,13%). Per quanto riguarda i capoluoghi di provincia, Catanzaro segna un calo rispetto alla rilevazione precedente (3,71% nel 2013 rispetto 4,9% del 2012), Cosenza in aumento (19,73% nel 2013 rispetto al 16,06% del 2012), Crotone in calo (15,48% nel 2013 rispetto al 18,34% del 2012), Reggio Calabria in calo (8,26% nel 2013 rispetto al 13,65% del 2012) e Vibo Valentia in calo (8,70% nel 2013 rispetto all'11,13% del 2012). Tra i dati che emergono dal Report Rifiuti, infine, eccone alcuni riferiti alle altre principali citta' calabresi:castrovillari 53,26%(52,71%); Lamezia Terme 29,57% (nel 2012 era 31,09%); Soverato n.d. (9,64%); Corigliano 12,59% (16,02%); Paola 9,97% (18,40%); Rossano 15,37% (22,99%); Palmi 17,25% (29,20%); Gioia Tauro 9,60% (nel 2012); Siderno 6,45% (0,79%); PER LA TUA PUBBLICITÀ SUL DIARIO INFO

8 IL DIARIO anno XIII n.5 PAG. 8 Saluti> Angelo Giannoni, Presidente del Circolo Cittadino Introduce> Leonardo D Agostino, Fondatore di Radio Nord Castrovillari Coordina> Angelo Filomia, Direttore editoriale del Diario di Castrovillari Interventi> I sindaci di Castrovillari dal 1975 ad oggi Conclude> Roberto Fittipaldi, Direttore Telecastrovillari.tv UN GRANDE AVVENIRE DIETRO LE SPALLE 40 ANNI DI STORIA AMMINISTRATIVA DELLA CITTA DI CASTROVILLARI ATTRAVERSO LO SGUARDO DEGLI EX PRIMI CITTADINI CASTROVILLARI CIRCOLO CITTADINO VENERDI 27 FEBBRAIO 2015 ORE Ritrovati documenti dell archivio storico del Carcere Giudiziario di Castrovillari (anni ) Durante lavori di pulizia di alcuni ambienti da rendere fruibili in occasione di un evento culturale nel Castello Aragonese di Castrovillari, alcuni soci della associazione culturale SIFEUM che dal 2011 cura la gestione e la fruizione dell antico maniero in sinergia con il Servizio di Promozione Culturale del Comune di Castrovillari, hanno trovato una scatola di cartone contenente immondizia, bottiglie di vetro e diverse carte. I soci provvedevano a differenziare il contenuto della scatola per poi buttarlo negli appositi contenitori quando si sono accorti che le carte erano documenti relativi alla vita carceraria tra il 1861 e il 1879 riferibili al fondo Prefettura, quindi appartenente allo Stato. Il materiale cartaceo si costituiva per lo più di fogli sparsi, in gran parte in cattivo stato di conservazione, mentre altri erano leggibili e poco deteriorati. Si è provveduto, quindi, a fotografare il materiale e a comunicare, prima verbalmente, il recupero delle carte conservate nella scatola alla Sezione di Archivio di Stato di Castrovillari e poi a versarle, con un verbale di consegna, il 26 novembre 2014, per essere riordinato e catalogato dai funzionari archivisti sì da poterlo rendere fruibile alla collettività. La miscellanea di carte sciolte, riordinata in fascicoli e inventariata da Concetta Micciullo, Rosetta De Biase, Francesca Mortati e Rosina Romeo della Sezione di Archivio di Stato di Castrovillari parlano dei rapporti giornalieri dei guardiani, di certificati di carcerazione e scarcerazione, di elenchi degli addetti servizi domestici, di richieste particolari (permessi ai notai di entrare in carcere), di rilascio di certificati sanitari, di registro dei conti, di specchi sanitari, di movimenti mensili dei detenuti, di consegna di detenuti a guardie e carabinieri reali, di registri dei movimenti dei detenuti e di elenchi dei carcerati rilasciati in libertà. L interessante fondo, pur considerando il precario stato di conservazione, (l ordinamento delle carte è totalmente inesistente), permette tuttavia un quadro di insieme del complesso archivistico che, nel rispetto delle tipologie degli atti, ha consentito di ricostruire le serie e la storia del fondo stesso il quale risulta ancor più importante per la storia della nostra città e dell antico carcere giudiziario, tenuto conto che si riferisce agli anni dopo l Unità d Italia ( ) e riguarda la vita quotidiana dei carcerati e l attività amministrativa e carceraria di questo periodo storico a Castrovillari. Le carte versate alla Sezione di Archivio di Stato di Castrovillari saranno esposte in una mostra aperta a pubblico, curata dalla stessa associazione Sifeum e dall Archivio di Stato. Ines Ferrante L utopia della bellezza. Arte e cultura classica paradigmi della modernità L importanza della cultura classica nella formazione di menti che agiscono per il bene comune e la res publica. Questo uno dei concetti principali emersi durante il convegno dal titolo L utopia della bellezza, organizzato dal Liceo classico G.Garibaldi e artistico A. Alfano, in collaborazione con l Associazione Italiana Cultura Classica (AICC), e il patrocinio del Comune di Castrovillari. L incontro, moderato dalla docente del Liceo classico Angela Lo Passo, è stato introdotto dall intervento della dirigente scolastica Daniela Piccinni, che ha relazionato su La missione del filosofo nella comunità sociale. In una società sempre più in crisi di valori, far rivivere i principi della filosofia delle origini può far riemergere gli ideali più autentici. La figura di Andrea Alfano, artista castrovillarese vissuto tra il 1879 e il 1967, a cui è intitolato il Liceo artistico, è stata invece analizzata dalla docente Adriana De Gaudio. Una vita senza compromessi, in un rapporto sempre autentico e coerente con l arte. Alfano pone l uomo al centro della sua indagine cognitiva, prediligendo la figura dell anziano, emblema della saggezza. Diogene e la sua lanterna è l opera che rappresenta la continua ricerca del senso della vita. Su Platone, ovvero l ideale della formazione dell uomo nuovo ha relazionato il presidente dell AICC Leonardo Di Vasto. Una buona educazione e l istruzione sono alla base di una società giusta e moralmente sana. La polis (città greca) ha modo di esistere solo con buoni cittadini. La paidèia nell Atene classica era l allevamento e la cura dei fanciulli, sinonimo di educazione mediante la cultura. Educare i giovani significa fargli acquisire il rispetto per le regole. L ultimo intervento, quello di Anna Letizia Candelise, docente del Liceo artistico, ha approfondito la Rivisitazione dell opera La Scuola di Atene di Raffaello, affresco in cui compaiono 58 figure. L inserimento di altri protagonisti in chiave moderna è perché passato e presente devono dialogare. Gli interventi sono stati scanditi da intermezzi musicali e il convegno si è concluso sulle note del Tango di Piazzolla. Federica Grisolia (www.paese24.it) La Giornata di Raccolta del Farmaco: ecco le farmacie aderenti Iniziativa patrocinata dalla Provincia e dal Comune di Cosenza Un farmaco da donare a chi non può acquistarlo. E questo lo scopo della XV Giornata di Raccolta che si terrà il 14 febbraio e nelle farmacie che esporranno la locandina della Giornata di Raccolta del Farmaco. Per tutto il giorno recandosi nelle farmacie che aderiscono all iniziativa, si potrà acquistare e donare farmaci da automedicazione che verranno destinati alle persone in stato di povertà. Si fa appello anche alla generosità decastrovillaresi per la raccolta di sabato, coincidente con la festività di San Valentinoe pertanto occasione per dare un valore diverso al significato di amore, coniugandolo con un gesto di generosità. Quest anno hanno aderito all iniziativanel territorio le seguenti farmacie: Farmacia Blandi via Padre Pio Castrovillari Tel Farmacia Caterini - Filpo c.so Garibaldi 207 Farmacia D'atri via Roma 27 Farmacia Giannoni via Roma, 85 Farmacia Donadio via Maddalena 7 - Morano Calabro.

9 IL DIARIO anno XIII n. 5 PAG. 9

10 IL DIARIO anno XIII n. 5 PAG. 10 Strangolò la suocera a Saracena: condanna all ergastolo La corte d'assise di Cosenza ha condannato alla massima pena Pasqualino Giannieri, il 54enne che nel 2013 ha ucciso la suocera e tentato di uccidere la convivente «Ergastolo con isolamento diurno per sei mesi». Il dispositivo di sentenza della Corte d Assise di Cosenza, presieduta da Giovanni Garofalo, a latere Vincenzo Lo Feudo, ha il rumore sordo del cemento per Pasqualino Giannieri, operaio di cinquantaquattro anni originario di Roggiano Gravina, condannato per l omicidio dell ex suocera Maria Carmela D Aquila e per aver tentato di uccidere l ex fidanzata Giuseppina Costanzo, figlia della vittima. E giunto al termine il processo per i fatti consumatisi il 26 marzo del 2013 nella tranquilla cittadina di Saracena dove il Giannieri, entrando in casa della D Aquila e approfittando dell assenza della figlia Giuseppina, ha dapprima percosso con l ausilio di un bastone, la donna settantaquattrenne, ed infine l ha strangolata con un cappio costruito artigianalmente con filo di ferro. In quello stesso giorno, solo grazie alla prontezza di riflessi, Giuseppina Costanzo, ex fidanzata del Giannieri, si salvò dalla furia omicida dell uomo. La stessa Costanzo, qualche tempo prima, aveva intrapreso la relazione sentimentale con l operaio roggianese, ignara del suo trascorso con la legge e della sua personalità: la donna non era al corrente dei precedenti penali del suo ex fidanzato, condannato dal Tribunale di Saluzzo per violenza a danno dell ex moglie. La Corte d Appello di Cosenza, nella seduta di lunedì, ha emesso la sentenza ha accolto la richiesta avanzata lo scorso mese di gennaio dal pubblico ministero Maria Grazia Anastasia. Nel dispositivo vengono scandite le pene accessorie inflitte a Pasqualino Giannieri: «interdizione perpetua dai pubblici uffici, interdizione legale durante l esecuzione della pena e della decadenza della responsabilità genitoriale». Giannieri, difeso dall avvocato Carlo Salvo, dovrà risarcire anche il danno in favore di tutte le parti civili, ad alcune delle quali, tra cui Giuseppina Costanzo difesa dall avvocato Emanuela Capparelli, è stata già riconosciuta una provvisionale, oltre al rimborso spese per costituzione e difesa di parte civile rappresentati dai figli e dai nipoti della vittima e difesi dagli avvocati Roberto, Pasquale e Domenico Laghi, Domenico Viola, Michele Donadio e Gennaro Capparelli.La Corte d Assise bruzia, su richiesta dell avvocato Emanuela Capparelli, ha disposto anche la trasmissione degli atti alla Procura della repubblica presso il tribunale di Cosenza, per uno dei testi della difesa, per il reato di falsa testimonianza. Influenza fatale: muore 12enne di Firmo Una comunità, una famiglia sotto shock per la morte assurda di Francesca Palloncini bianchi e tante lacrime per Francesca. Una vita spezzata a soli 12 anni da un infezione virale sopraggiunta dopo una banale influenza. La comunità, nei giorni scorsi, si è stretta attorno al dolore della famiglia ed ha portato l ultimo saluto a Francesca Pia Russo. Il silenzio e l incredulità di un intero comprensorio per una morte assurda e dolorosa, hanno accompagnato il feretro bianco di una splendida ragazzina innamorata della vita, della famiglie, degli amici e della danza e scomparsa per le complicanze, almeno questa l'ipotesi più accreditata, di una influenza. A nulla è valso l'intervento chirurgico a cui era stata sottoposta all'ospedale di Napoli. Un fiore spezzato prima di aprire i petali. Vicinanza alla «disperazione della famiglia Russo» e l invito «a pregare in silenzio per Francesca», ha espresso il vescovo di Lungro, monsignor Donato Oliverio, assistito dai papàs firmensi dell eparchia, nella cerimonia funebre celebrata nella chiesa di Santa Maria Assunta in cielo. Nel volto scavato del sindaco di Firmo, Gennarino Russo, si è riflesso tutto il dolore di una comunità segnata da un tragedia, piegata da una tremenda sofferenza. Anche le comunità di Lungro ed Acquaformosa, con la presenza dei propri sindaci, Giuseppino Santoianni e Gennaro Capparelli, hanno espresso il cordoglio di un intero comprensorio. Francesca Russo non ha avuto il tempo di crescere, di vivere il primo amore adolescenziale, di conoscere le vere gioie della vita. In poco meno di due settimane è cambiata per sempre l esistenza di un intera famiglia. L influenza sembrava aver esaurito la sua virulenza. E stato il focolaio subdolo di un virus che - almeno una delle ipotesi della quale si sta adesso verificando la fondatezza- ha aggredito il fisico indebolito di Francesca fino ad intaccarne gli organi vitali. C è tanta incredulità per le circostanze assurde che nel giro di dodici giorni hanno reciso la vita di una splendida bambina sempre sorridente, una ragazzina che amava la danza e gli amici.il campanello d allarme che ha fatto scattare il ricovero in ospedale sembra essere stato uno svenimento. La vicenda si è verificata nei giorni scorsi. Dopo aver seguito le lezioni nella vicina scuola media, Francesca era ritornata a casa, dove, seduta a tavola con i genitori, si è sentita mancare ed ha perso i sensi. La bambina è stata immediatamente portata al pronto soccorso dell Ospedale di Castrovillari. I sanitari della città del Pollino, dopo una serie di accurate visite hanno disposto l immediato trasferimento presso il reparto specializzato in cardiologia pediatrica di un ospedale di Napoli. Nella città partenopea, per contrastare l avanzata del virus che aveva compromesso le funzionalità di reni e cuore i medici avrebbero deciso di sottoporre la bambina ad un delicato intervento cardio-chirurgico. Sarebbe anche stato fatto ricorso ad un cuore artificiale. L intervento, a parere dei sanitari, sarebbe perfettamente riuscito in linea tecnica ma, purtroppo, una serie di complicanze respiratorie hanno fatto precipitare il quadro clinico generale della giovanissima paziente. E Francesca non è riuscita più a risvegliarsi. Il fiore più profumato è stato strappato alla vita, una famiglia dilaniata da un dolore incommensurabile, un paese intero si è chiuso nel silenzio e si interroga sul destino crudele toccato alla piccola Francesca, un fatalità che probabilmente ha aperto ferite non più rimarginabili in un intera comunità. La commemorazione dei defunti nei paesi albanesi La commemorazione dei defunti nei paesi albanesi, presenta le caratteristiche di una festa popolare, durante la quale i morti si confondono con i vivi. La Commemorazione è definita nel rito greco-bizantino, una festa mobile, che varia, cioè, con il variare della Pasqua. Inizia una settimana prima del Carnevale, quest'anno 2015 il primo giorno è stato il 2 febbraio, e si protrae per tutta la settimana, fino allo Psicoseveton, ossia al Sabato delle anime del Purgatorio, dedicato all ufficio della Panaghia per i defunti ed alla visita dei Sepolcri. La celebrazione è particolarmente sentita dagli Arbëreshë e rappresenta un importante elemento di espressione della diversità culturale. Secondo la cultura arbëreshë, la morte non allontana per sempre il congiunto defunto,ma anche dopo la morte il suo Spirito continua a seguire la famiglia. Si crede che Gesù Cristo dia il permesso alle anime perché, per una settimana, escano dall oltretomba e facciano ritorno in superficie.. ed essi si recano soprattutto nei luoghi frequentati in vita, senza chiedere niente e nemmeno manifestarsi, per non spaventare quelli di casa Un'intera settimana, quindi, la cosiddetta "Java Prigatorvet", nella quale si ricordano i morti. Preghiere ed antichi rituali, intrisi di profondo timore cristiano, in memoria dei morti, di quelle anime che si trovano nel Purgatorio: alla loro memoria si preparano tante piccole cose, per alleviarne i dolori, per accelerare il loro ingresso nel Paradiso. Per accoglierli nel migliore dei modi durante la settimana dei morti le case vengono tenute particolarmente pulite e ordinate e con la tavola imbandita di cibo affinché l anima in visita possa ristorarsi In tutte le case brilla giorno e notte una fiammella preparata con il cotone inzuppato di olio e riposto in un bicchiere. Si pensa infatti che in questo periodo le anime dei defunti vadano vagando ed abbiano bisogno di luce perché il loro cammino venga schiarito Nei giorni che precedono l inizio della settimana dei morti ogni famiglia prepara dolci tradizionali e grano bollito condito con spezie dolci, che vengono distribuiti nella gjitonja(vicinato) e tra i familiari affinché tutti possano partecipare al ricordo dei propri defunti. Il simbolismo mistico del grano bollito è ispirato al passo evangelico: Se il grano di frumento caduto in terra, non muore, non potrà produrre alcun frutto (Giov. XII 24). Come il frumento per germogliare ha bisogno di essere sotterrato, così coloro che devono essere partecipi dell eterna beatitudine, devono prima subire la morte. Non si risorge, perciò, se non si muore. Quest anno, dunque, benedizione delle panaghje e poi la distribuzione del grano bollito è avvenuta venerdi 6 febbraio in tutte le chiese di rito greco, con la conclusione dell'ufficiatura dei Defunti. In serata parenti ed amici si ritrovano e consumano la cena rievocando, fino a notte inoltrata, i loro cari, scomparsi definitivamente. Uno dei posti della tavola viene lasciato libero perché riservato ai defunti.il sabato successivo (eshtuna e madhe), è un giorno di lacrime perché i morti sono obbligati a ritornare nell oltretomba, distaccandosi dai propri cari. E questa una giornata di profonda tristezza! Un proverbio arbëresh dice infatti: Il sabato dei morti sia il benvenuto, ma quello di Shala non venga mai. Rosanna Bellizzi In memoria di Vincenzo Bellizzi, amato fratello IL DIARIO di CASTROVILLARI e del POLLINO Periodico associato all Unione Stampa Periodica Italiana Registrazione Tribunale di Castrovillari n. 1/2005 Iscrizione R.O.C. n Edito da Associazione Culturale PromoIdea Pollino Sede operativa: Corso L. Saraceni, 97 - Castrovillari Stampa: AGM Zona PIP - Castrovillari - tel Tiratura: copie Distribuzione gratuita il sabato e la domenica a Castrovillari, Civita, Frascineto, Morano Calabro, San Basile, Saracena, Mormanno Direttore editoriale - Angelo Filomia Direttore responsabile - Luigi Troccoli Pubblicità La collaborazione alla testata è libera e gratuita. Il settimanale è aperto a tutti coloro che desiderino collaborare nel rispetto dell art. 21 della Costituzione che così recita Tutti hanno diritto di manifestare il proprio pensiero con la parola, lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione, non costituendo, pertanto, tale collaborazione gratuita alcun rapporto di lavoro dipendente o di collaborazione autonoma.la Direzione si riserva di apportare modifiche agli articoli inviati che dovranno avere preferibilmente lunghezza non superiore a 35 righi standard ed inviati per posta elettronica all indirizzo: Eventuale materiale non pubblicato non verrà restituito. E consentita la riproduzione anche parziale dei testi citandone la fonte. Scriveteci a:

11 IL DIARIO anno XIII n. 5 PAG. 11 L EDUCAZIONE AMBIENTALE AL CACCIA VILLAGE? Saverio Bloise risponde all associazione Acanto La lettura dell articolo L Educazione Ambientale al Caccia village?, pubblicato sul Diario n 3 del 31/01/2015, provoca una riflessione banale, ma spesso dimenticata: avere gli occhi ammantati di ideologia non consente un analisi obiettiva degli eventi. L estensore riferisce di un iniziativa attuata dal Comitato di Gestione dell A.T.C. CS1 senza conoscerne i contenuti, lo svolgimento e le finalità. Suggeriamo, per il futuro, l acquisizione di una maggiore informativa prima di pontificare malamente sull operato altrui. Se lo avesse fatto, avrebbe compreso che il progetto mirava a portare i bambini in età scolare a contatto con l ambiente in cui vivono, illustrando loro i vari elementi che compongono il mondo naturale in prossimità degli ambienti nei quali quotidianamente svolgono la propria attività. Avrebbe, altresì, compreso che la fantasia degli stessi bambini è stata stimolata attraverso l ideazione di storie aventi come protagonisti animaletti dei quali se ne era precedentemente illustrata vita ed abitudini. Ed ancora, avrebbe certamente avuto notizia dell enorme successo avuto dall iniziativa sia all interno dell ambiente scolastico sia nelle famiglie degli scolari stessi. Non è detto che progetti del genere debbano per forza partorire da organizzazioni cosiddette di protezione ambientale. Peraltro, un auspicabile rilettura dell articolo da parte dell estensore gli avrebbe consentito di valutare quanto detto dal Presidente Bloise ( è venuto il tempo di cambiare il modo di vedere l attività venatoria ) nella giusta ottica. Ci viene in mente la favola della volpe e l uva nella quale, ricordiamo a noi stessi, chi non raggiunge un obiettivo lo disprezza. Nello stesso articolo seguono una serie di motivazioni pretestuose e raffazzonate tipiche di una posizione atavicamente ideologica che non consente la valutazione oggettiva dei ruoli e delle capacità. Salta agli occhi come la spiegazione data al problema delle sovrappopolazione di cinghiali abbia scaricato tutta la responsabilità sul mondo della caccia i romani avrebbero detto Cicero pro domo sua - senza evidenziare, ma questo avrebbe fatto male a chi ha scritto, che l eccessivo aumento delle popolazione di cinghiali è anche attribuibile alla estensione della aree a divieto di caccia. E statisticamente dimostrabile che l aumento dei danni alle colture sintomatico dell aumento delle popolazioni ha coinciso con l apposizione del divieto di caccia su vaste aree; ma non basta, è altrettanto statisticamente dimostrabile che in percentuale la maggior incidenza dei danni da cinghiali sulle colture agricole si rileva nella fascia perimetrale esterna alle aree a divieto di caccia. Non scopriamo nulla, tutto ciò ha formato oggetto di studio da parte di esperti della materia i cui lavori, l estensore dell articolo farebbe bene a leggere. Aggiungiamo in fine, non per spirito di polemica ma per onore di verità e per rispetto di chi legge, che mai come in questo periodo il mondo venatorio ha fornito piena e totale disponibilità per la gestione dei Piani di Controllo dei Cinghiali all interno delle aree protette approvati dal Ministero dell Ambiente. Questo ha consentito e consentirà notevolissime economie di denaro pubblico legate alla diminuzione dei danni arrecati alle colture agricole. Non sarà sfuggito anche se non lo ha evidenziato, all attento cultore dell educazione ambientale, che l aumento delle popolazioni di cinghiali è comunque elemento di disturbo per la fauna selvatica che frequenta gli stessi ambienti. Anche sotto questo punto di vista il ruolo dei cacciatori appare senza dubbio apprezzabile. Un ultima precisazione è doverosa al fine di chiarire le idee a chi sembra averle abbastanza confuse: l accostamento cacciatore/bracconiere è da ritenersi fuori luogo e fuorviante; è come se si volesse associare un rapinatore di banche ad un cittadino che frequenta la banca per motivi professionali. Si rassicura comunque sulla volontà di applicare le leggi vigenti, nei limiti della competenza, a carico di coloro i quali si rendano responsabili di eventuali violazioni. Per completezza d informazione, si sottolinea infine, che la composizione del Comitato di Gestione dell Ambito Territoriale di Caccia CS1, così come quello di tutti gli altri, comprende quattro rappresentanti delle associazioni di protezione ambientale aventi pari diritti degli altri componenti. Riteniamo che gli elementi forniti a supporto dell iniziativa giustifichino ampiamente la partecipazione dell A.T.C, attraverso il progetto Rappresentiamo l Ecosistema, al Caccia Village di Bastia Umbra e sia più che legittima e rispondente alle finalità dell iniziativa attuata. Cogliamo l occasione infine per rivolgere l invito all estensore dell articolo di avvicinarsi ai praticanti l attività venatoria; si renderà conto che si tratta di persone dotate di grande spirito umanitario che senza far troppo rumore fanno per l ambiente molto di più di chi per raccogliere un bicchiere di plastica abbandonato allerta tutti i mass-media disponibili. Il PRESIDENTE Saverio BLOISE Corpi, Memoria E Metropoli. Sul Cinema Cinese Contemporaneo Conferenza del Prof. Daniele Dottorini presso l Auditorium del Liceo Scientifico Mattei di Castrovillari per il Focus Cina Pub cedesi Arredi e attrezzature in buone condizioni Vendesi o si valuta eventuale gestione Contattare solo se realmente interessati Info: Si è svolto nell Auditorium del Liceo Scientifico Enrico Mattei di Castrovillari l incontro tra gli studenti ed il prof. Daniele Dottorini, docente di istituzioni di Cinema presso l UNICAL, che ha tenuto una conferenza sull argomento Corpi, memoria e metropoli. Sul cinema cinese contemporaneo. L evento rientra nella rassegna culturale Focus Cina progettata dalla coordinatrice della Consulta Scientifica della Pro Loco del Pollino, Filomena Bloise, presidente dell Accademia Pollineana e realizzata in collaborazione con il direttivo della Pollineana, in sinergia con la Pro Loco di Castrovillari, che quest anno ha dedicato un approfondimento multidisciplinare al Paese ospite del Carnevale di Castrovillari, giunto alla 57ma Edizione: la Cina. Grazie alla sensibilità del dirigente Scolastico dei Licei Mattei, prof. Bruno Barreca (unitamente ai docenti che hanno aderito all iniziativa), che si è reso disponibile ad ospitare l evento e che ha porto i saluti istituzionali della Scuola da lui presieduta, sottolineando l importanza che il l istituzione scolastica si apra sempre più alle iniziative di qualità provenienti dalle associazioni culturali che accanto ad essa realizzano obiettivi formativi, gli studenti hanno potuto assistere ad una lezione nuova al di fuori delle ore curriculari, ma strettamente intrecciatasi con quanto i giovani apprendono ogni giorno unendo alla disponibilità al dialogo educativo un sincero interesse per l approfondimento dei contenuti, soprattutto quando vi siano elementi innovativi che ne incentivino la curiosità intellettuale. Ad apertura della conferenza, una ex studentessa del Liceo E. Mattei, ora studentessa DAMS dell UNICAL, Ines Fortunato, ha introdotto il prof. Dottorini, sintetizzando il curriculum del giovane ricercatore e riferendo delle sue esperienze di incontro e di studio. In questi tempi di grandi interrogativi su cosa sia la buona scuola e come si pratichi, le risposte giungono dal basso, cioè da tutte le forze degli operatori che nella scuola vivono, si riconoscono e lavorano per il bene degli studenti e l elevazione della collettività, investendo energie ed impiegando risorse. Uno sguardo acuto sul cinema cinese, colto attraverso la sua recente storia, a partire dal capolavoro di Fei Mu, Primavera in una piccola città (1948, anno di produzione come, curiosamente, per il nostro Ladri di biciclette ) fino alle rappresentazioni cinematografiche più recenti -con l inevitabile apporto delle tecnologie più sofisticate- di un cinema, quello cinese, che Dottorini non esita a giudicare raffinato ed evolutivo nei temi e negli stili. La nuova vita del cinema cinese tradizionale s intraprende quando il linguaggio artistico cinematografico inizia a contaminarsi con la tradizione pittorica ed iconografica, giocando con la macchina da presa come se si trattasse di un pennello che accarezza i corpi.- dichiara il prof. Dottorini. Gli studenti sono come ipnotizzati. Scorrono le immagini degli spezzoni delle pellicole selezionate dal docente sul maxischermo dell auditorium, dove si incollano gli occhi di tutti, in un quasi religioso silenzio. La cosiddetta V generazione del cinema cinese degli anni Ottanta riprende con forza il pensare il cinema attingendo a piene mani dalla tradizione precedente, ma immettendovi elementi innovativi della cultura occidentale e facendo dell arte cinematografica un esperienza di sguardo sulla realtà. Se fino al 66 il cinema cinese era rimasto fermo alla produzione di film abbastanza standardizzati, girati per lo più negli interni, ricorrendo anche a numeri musicali attinti dall opera, vicina al melodramma, con evidente scollamento con ciò che avveniva nella realtà storica, i registi degli anni successivi vogliono vedere la stessa realtà, ma con occhi diversi, ricorrendo alle grandi metafore, come accade ad es. nel film I ragazzi di Feng Kuei, in cui lo spazio vuoto del imbroglio è, in vero, la potente allusione allo spazio vuoto della realtà della città osservata dall alto. Le altre pellicole oggetto d indagine da parte del prof. Dottorini sono state Touch of Zen, Ashes of time, Addio mia concubina, Platform (che ha lanciato i registi cinesi della VI generazione ), Visage. A chiusura della conferenza future reoladed di cui ha parlato Dottorini, dopo che si sono sceneggiati persino i miti pop degli anni Ottanta, non può che puntare sugli investimenti tecnologici e sul processo che indaga la frenetica produzione delle merci. FMB Laureata in Economia e Commercio Con esperienza ventennale in studi Commerciali e aziende Esperta anche in buste paga Cerca impiego Part/Full time Come ragioniera/contabile e/o segretaria in studi Commerciali e/o aziende Titolare Partita Iva Disponibilità immediata Info: Si accettano anche sostituzioni di maternità

12 IL DIARIO anno XIII n.5 PAG. 12 ASSOCIAZIONE S. CULTURALE C.E.A. CENTRO ESPRESSIONI ARTISTICHE di Tilde Nocera dal 1993 GRANDI NOVITA CON LA PROFESSIONALITA E PASSIONE DI SEMPRE Corsi Professionali e Amatoriali di: AVVIAMENTO ALLA DANZA PER BAMBINI DANZA CLASSICA ACCADEMICA REPERTORIO E PASSO A DUE DANZA MODERNA E CONTEMPORANEA FLAMENCO BAMBINI E ADULTI HIP HOP CORSI MATTUTINI E SERALI DI ARMONIA CORPOREA (ADULTI) Sede di DanzaMovimentoTerapia Metodo Espressivo-Relazionale DMT-ER Accreditato ADIP Roma (N REG. 295/2010) con professionista certificato FAC (ai sensi legge 4/2013) 1992, la serie di Sky su Mani Pulite, del regista di Saracena, Giuseppe Gagliardi presentata al Festival di Berlino Via Schiavello, 24 - Castrovillari per info: Cell www. tildenocera.it 1992, Giuseppe Gagliardi racconta la storia di Tangentopoli una delle fiction più attese dell'anno. 1992, la serie di Sky su Mani Pulite, ha aperto lunedi' 9 febbraio la sezione dedicata alle storie televisive del Festival di Berlino (5-15 febbraio). Prodotta da Wildside e diretta da Giuseppe Gagliardi (Tatanka) da una idea di Stefano Accorsi, ha tra i protagonisti lo stesso Accorsi, nel ruolo di uno spregiudicato manager pubblicitario, e, tra gli altri, Guido Caprino, Tea Falco, Miriam Leone, Alessandro Roja e Domenico Diele con anche, tra le altre, apparizioni di Bebo Storti, Antonio Cederna e Natalino Balasso. In onda a fine marzo su Sky Atlantic in 10 puntate, "1992", racconta per la prima volta in tv le vicende di Tangentopoli che 23 anni fa sconvolsero il Paese e cancellarono i vecchi partiti, riportando così alla ribalta un tema come quello della corruzione e dell'etica nelle amministrazioni e nella vita civile che dopo tutti questi anni continua ad essere centrale per il Paese e tutt'altro che risolto come dimostrano i tanti casi della cronaca quotidiana, non ultimo quello di oggi al dipartimento urbanistica del Comune di Roma. Una corruzione così ancora dominante da far dire oggi al presidente dell'autorità nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone, che ''il tema vero per i prossimi anni sarà riportarla entro livelli fisiologici''. A quanto si apprende dalle prime indiscrezioni sui contenuti, il filo narrativo scelto non è quello del film documento, bensi' di raccontare i fatti di quell'anno attraverso i cambiamenti che causano nella vita quotidiana di "sei persone comuni". In un affresco d'epoca in cui, accanto a una ricostruzione quasi maniacale di gusti, colori, abiti, stili di vita di quegli anni, c'e' spazio anche per i personaggi pubblici che il 1992 portò alla ribalta della cronaca. La novità televisiva è di far interagire personaggi immaginari proprio con i protagonisti della cronaca chiamando questi ultimi con i loro nomi. Tra questi, Antonio Di Pietro, Piercamillo Davigo, Francesco Saverio Borrelli, Gerardo Colombo, Giovanni Falcone, e politici come Mario Segni, Umberto Bossi, il leghista Formentini. Nella serie si affaccia, e potrebbe far discutere, anche Silvio Berlusconi, descritto come un visionario che, in un contesto di crisi e decadenza, propone una visione di ottimismo e di speranza. Uno dei fili che percorrono la trama di 1992, infatti, è proprio il racconto di come nacque Forza Italia. In particolare la sua incubazione nata dalla ricerca - di cui si immagina, proprio come avvenne in realtà, l'avvio tra i ''cervelli'' della Publitalia guidata da Marcello Dell'Utri (ad interpretarlo è Fabrizio Contri) - di un nuovo equilibrio che rilanci il Paese mentre Tangentopoli fa crollare i vecchi riferimenti, cogliendo come in quell'anno in cui la storia accelerò furono proprio gli uomini di Fininvest ad approfittare dell'opportunità della crisi, guardando lontano e capendo che quel crollo poteva portare ad un cambiamento. Nella storia, a quanto si apprende, non mancano i riferimenti agli altri fatti pubblici dell'epoca: l'avanzata impetuosa della Lega Nord (anche in questo caso in grado di intercettare il nuovo), gli imprenditori suicidi perché travolti dall'inchiesta, gli attentati a Falcone e Borsellino. Fino alla ''chiamata di correo'' pronunciata da Craxi in Parlamento nel luglio 1992 nei confronti di tutti i partiti della Prima Repubblica. Ce ne sarà abbastanza, insomma, per suscitare un vespaio. A Saracena il primo meeting studenti Erasmus dell'italia meridionale Saracena ospiterà il primo meeting degli studenti Erasmus dell'italia meridionale organizzando evento dal titolo " , una generazione di Erasmus, per unire l'europa e i Territori". L'evento inizierà il 19 febbraio 2015, alle ore15 presso l'auditorium Orti Mastromarchi, nel centro storico. All'incontro promosso dal Paese del Moscato Passito, parteciperà anche l'eurodeputata Laura Ferrara. Quel giorno Saracena festeggia il suo Santo Patrono: San Leone. Si tratta di uno degli eventi più suggestivi della tradizione popolare e religiosa dell'italia Meridionale, che si spera gli studenti avranno modo di vivere di persona. La Notte in Festa per San Leone avrà inizio alle ore 17,30. Per gli studenti Erasmus c'è la possibilità di pernottare a Saracena al prezzo agevolato di 20 euro. I posti letto sono 80. La quota include anche una degustazione gratuita per la notte di San Leone. Per info e prenotazioni è possibile rivolgersi all'ufficio Turistico Vomunale al numero di telefono 0981/ o alla mail

13 IL DIARIO anno XIIi n. 5 PAG. 13 La castrovillarese Cristina Buccino sbarca all Isola dei Famosi Cristina ha già lasciato senza fiato gli abitanti dell'isola e il pubblico Nata nella città del Pollino, il 16 giugno del 1985, Cristina Buccino è la nuova naufraga dell Isola dei famosi anni, una bellezza stratosferica e delle curve mozzafiato, Cristina, ha già lasciato senza parole gli abitanti dell'isola e il pubblico che l'ha scelta. Una ragazza non solo bella, ma anche gioiosa e simpatica, che ha vinto sulla candidata concorrente, la modella italo-francese Margot Ovani. Lunedì 10 in prima serata, Cristina è arrivata sull'isola e ha portato agli amici naufraghi un dono molto utile: dei fiammiferi grazie ai quali i concorrenti potranno finalmente accendere un fuoco per cucinare e per riscaldarsi. L'ex professoressa dell Eredità di Carlo Conti ed ex fidanzata del figlio di Gigi D Alessio, Claudio, ha portato molto scompiglio a Cayo Paloma. Un ingresso molto gradito dagli altri concorrenti soprattutto da Rocco Siffredi, che ora si ipotizza, potrebbe rompere il 'voto' di fedeltà fatto a sua moglie, visto che la modella castrovillerese, aveva precedentemente dichiarato di essere in attesa del principe azzurro. Con la bellissima Cristina sono cambiati gli assetti a Cayo Paloma e, quasi sicuramente la modella castrovillarese è in grado di far dimenticare l'uscita prematura di Catherine Spaak. Scuole di Danza a Confronto Archiviata con grande successo di pubblico, teatro pieno in ogni ordine di posto, la prima delle due serate di Scuole di Danza a Confronto inserita nel cartellone della 57 Edizione del Carnevale di Castrovillari e Festival Internazionale del Folklore, tenutasi nel Teatro Sybaris e giunta alla XXI Edizione. Un appuntamento ormai consolidato negli anni che offre la possibilità alle varie scuole di danza del territorio di confrontarsi a ritmo di balli. Una iniziativa curata da Carlo Catucci in collaborazione con Pagliaminuta Strumenti Musicali, UISP, Comitato Territoriale di Castrovillari che ogni anno dedica due giornate all evento. Otto le scuole della provincia di Cosenza del mondo della dea Tersicore, che tra classici e moderni, coreografie contemporanea, e latino americane, si sono confrontate in un'unica affascinante serata presentata da Cinzia De Santis e Angelo De Vincenzi. Sul palcoscenico del Sybaris ad esibirsi per prima il Centro Arte e Movimento di Frascineto diretto dai M Francesco e Carolina Sancineto che hanno rotto il ghiaccio con danze latino-americane. E da Frascineto Foto Giuseppe Iazzolino a Cassano, con l intraprendenza di Elia Pierpaola, direttrice della Belle Epoque con le coreografie su ritmi classici, contemporanei e mix di danze caraibiche. E dalle danze caraibiche a quelle acrobatiche con un percorso di ginnaste con più anni di allenamento e svariate partecipazioni a gare regionali e nazionali diretti dall Istruttore Lara Blotta del club Sportime di Castrovillari. E dalle ginnaste alle allieve del corso coreographic team, della Maestra Brunella Musmanno dell Accademy Ballet Hada de Luna, una solida realtà castrovillarese che porta in alto il nome in molte competizioni. Poi è stata la volta di Frascineto e Saracena della ASD Danza Bolero e Isabel Danza con l espressione popolare del tango argentino, passando dalla danza classica per finire alla break dance. Ancora la musica latina, nelle coreografie della M Patrizia Sciommarella dell associazione Arintha Club di Cosenza impegnata da anni nella promozione dello sport e delle attività sportive non agonistiche. Danza sportiva, liscio unificato, danze standard e latino americano per la New Dance Only Dance di Saracena diretta dal M Vincenzo De Tommaso. A chiudere questa prima serata di danza, a cui hanno portato i saluti il presidente ed il direttore artistico della Pro Loco, rispettivamente, Eugenio Iannelli e Gerardo Bonifati, e stata l Accademia Cuba Danza diretta dalla M Vilma Lara De Mar con una coreografia contemporanea sulle note di To build a home. Anna Rita Cardamone

14 IL DIARIO anno XIII n. 5 PAG. 14 CONSIGLIO COMUNALE A MORANO CALABRO Al via il compostaggio domestico. Alienato l edificio ex scuola materna La soddisfazione del sindaco De Bartolo per i provvedimenti adottati Il Consiglio Comunale di Morano licenzia i sette punti portati dal sindaco De Bartolo all'attenzione dell emiciclo e ratifica importanti novità in tema di raccolta differenziata. Significative le modifiche di imminente attuazione. La cronaca registra una seduta tutto sommato tranquilla. Anche se non sono mancati frangenti in cui il confronto tra la maggioranza e l opposizione si è fatto serrato. Pur rimanendo sempre nell ambito del reciproco rispetto. Dopo un breve intervento del capogruppo di Insieme per Morano, Roberto Berardi, che ha formalmente chiesto al Segretario dell Ente, domandandone risposta scritta, se fossero insorti motivi d incompatibilità tra i consiglieri e la carica da essi ricoperta, la scaletta si è sviluppata secondo la regolare disposizione annotata nell O.d.g. Agevole la ratifica dei verbali relativi all ultima assemblea. Quindi, di gran carriera, il secondo argomento in agenda. Il civico consesso si è determinato sull alienazione del fabbricato ex Scuola materna. Ha relazionato il primo cittadino, il quale ha sinteticamente illustrato lo stato dell arte, ribadendo che esiste una offerta di acquisto della Parrocchia di Santa Maria Maddalena per un importo di ,00 e che la cifra è stata ritenuta congrua e avvalorata dalle simulazioni effettuate dall Ufficio tecnico comunale. De Bartolo ha anche sottolineato come non vi siano le condizioni minime di manutenzione per procedere a un eventuale comodato gratuito. Perplessità dalla minoranza. Che ha proposto dapprima la concessione gratuita del bene, poi la incedibilità trentennale da parte dell acquirente, quindi la rivalutazione secondo criteri OBI. Posizioni che hanno provocato la reazione del Sindaco, il quale ha evidenziato come «l atteggiamento di Progetto Morano sia del tutto contraddittorio e smentisca strumentalmente quanto dichiarato in Commissione». Scaramucce sul metodo, sospensione per analisi proposte (tutte bocciate), rientro in aula: tutto in venti minuti. Esito: con i soli voti della maggioranza l ex edificio scuola materna sarà alienato per ,00. Archiviato il punto, il parlamentino locale si è determinato sulla costituenda Rete Turistica Pollino, il recente progetto avviato dall Amministrazione comunale moranese per promuovere le peculiarità turistiche e culturali del territorio in perfetta sintonia con altri diciassette Comuni del versante calabro del Pollino. La relazione è stata affidata all assessore Emilia Zicari che dopo avere illustrato l idea e il protocollo d intesa, ne ha proposto la ratifica. Ratifica che giunge all unanimità dei presenti. Il Regolamento per il compostaggio domestico è stato l oggetto del quarto punto in scaletta. Corposa la relazione dell assessore Biagio Angelo Severino. Il quale ha in primis tracciato un profilo dettagliato della situazione attuale riguardo alla raccolta differenziata dei rifiuti. Per poi spiegare come l operazione offrirà a tutti i cittadini la possibilità di trasformare in compost la frazione organica del rifiuto casalingo e di smaltirlo autonomamente, impiegandolo come fertilizzante per terreni, giardini ecc. Il Regolamento disciplina, appunto, i criteri, sistemi, vincoli, requisiti per poter aderire. Obiettivo: «Diminuire i costi di smaltimento per l Ente, superando la percentuale del 65% di raccolta differenziata - come sancito dall art. 205 D.lgs 152/2006 -, aumentare la frazione umido verificabile, ridurre la Tassa sui Rifiuti (TARI). Severino ha ringraziato, a margine del suo intervento, l Ufficio di Gabinetto, in particolare Franco Marino, per l impegno e la fattiva collaborazione profusa nell articolare la proposta. Nessun rilievo dalla minoranza, che, anzi, sul punto apprezza. Unanime il consenso. Spigoloso e polemico il confronto inerente al Protocollo d Intesa propedeutico all Istituzione di un punto Ecologico denominato Ecoearth. Consiste nell attivazione di un percorso di partenariato pubblico/privato, per trasformare in risorsa immediatamente monetizzabile i rifiuti. Nella prima fase sarà consentita la consegna degli scarti in plastica, alluminio e cartoni, agli operatori di un negozio, la cui allocazione è prevista in Via Sotto gli Olmi. Questi muteranno il rifiuto in bonus, quindi, secondo la quantità accumulata, in cash. Le tabelle di conversione saranno presto rese note. L accordo contempla, tra l altro, l assegnazione all impresa in comodato gratuito degli ambienti da adibire a Ecostore. Il Consiglio approva con i soli voti della maggioranza. Contraria l opposizione, che avrebbe voluto che il Comune espletasse in proprio il servizio o, comunque, imporre una pigione all azienda concessionaria. Ultimo argomento, diviso in due punti distinti ma sostanzialmente legati: la Toponomastica comunale, con l approvazione dell apposito Regolamento e la Nomina della Commissione speciale. Ha convinto tutti circa la bontà dell iniziativa l assessore Zicari, che ha evidenziato la necessità improrogabile di individuare nuovi odonimi per quelle strade cittadine che ne siano ancora sprovvisti. La Consulta è formata da nove membri, di cui sei (6) politici: il sindaco Nicolò De Bartolo, l assessore alla Cultura Emilia Zicari, i consiglieri Amato, Filomena, Maradei, Vacca; tre (3) esperti: i proff. Biagio Giuseppe Faillace e Roberto Coscia De Cardona, il dott. Carmine Paternostro. Pino Rimolo Morano/ Ex asilo infantile, per la minoranza non andava venduto «Se si vuole fare una vendita non si può dare l immobile con affidamento diretto ma tramite gara pubblica e con congrua valutazione. A proposito della vendita che il Sindaco e la maggioranza vorranno attuare dei locali dell ex asilo infantile alla Parrocchia di Santa Maria Maddalena, abbiamo proposto, valutando l alto valore sociale ed etico di quanto espresso dal Parroco della stessa e dal vicario del Vescovo, che ci sono tutte le condizioni perché l ente se ne faccia carico perché volte al beneficio di tutta la collettività e non al lucro di pochi. La Chiesa persegue da sempre finalità volte all assistenza morale e materiale della collettività in cui opera e gli enti locali devono stare, per quanto possibile, accanto a queste istituzioni e agli uomini che le rappresentano. Per queste ragioni, lette le motivazioni all acquisto formulate dal Parroco e dal vicario Diocesano, abbiamo proposto la concessione gratuita dello stabile. Siamo convinti della bontà delle nostre idee che scriveremo al presidente della Conferenza episcopale italiana, e al Vicario del Vescovo e al Parroco della Parrocchia di Santa Maria Maddalena, per spiegare la nostra proposta, la sua concreta fattibilità e mettere in luce l inutilità di far spendere dei soldi alla CEI quando gli stessi scopi possono essere perseguiti gratuitamente, dato il loro alto valore. L amministrazione comunale è rimasta insensibile a qualsiasi tipo di proposta dimenticando, quando c è in concreto da agire per scopi così importanti, tutte le strumentalizzazioni che attua sulla solidarietà e sulla vicinanza alla Chiesa Cattolica. Le profonde contraddizioni nell operato della maggioranza vengono fuori nel momento in cui la stessa afferma di voler vendere per portare un beneficio economico all ente comune e fare con i soldi delle opere per tutta la collettività. A tal punto abbiamo risposto, ribadendo che per noi la prima scelta era sempre la concessione gratuita, salvaguardando la proprietà dell immobile (che resterebbe di proprietà comunale); volendo procedere diversamente, sarebbe opportuno partire da una stima equilibrata e successivamente indire, per come prevede la legge in materia di alienazione di beni pubblici una gara. A proposito del valore attribuito al fabbricato ex Scuola Materna, confermiamo integralmente le valutazioni espresse nel precedente Consiglio, e allegate alla Delibera di Consiglio n. 47/2014. Riguardo ai chiarimenti forniti dal Sindaco, che afferma di aver badato a far fare una simulazione di calcolo con la rendita catastale calcolata dagli Uffici comunali, che confermerebbe la precedente valutazione, vogliamo precisare che i numeri della rendita, allegata agli atti di consiglio, non confermano tale tesi, e sfidiamo l Amministrazione a dimostrarci il contrario, poiché il Valore catastale ricavato utilizzando a base di calcolo la rendita fornita dagli uffici comunali ascende a ,52. Abbiamo quindi una ulteriore conferma che l immobile viene venduto a un prezzo di molto inferiore al valore catastale e quindi all ipotetico valore di mercato, da noi prudenzialmente indicato in ,00 nel corso del Consiglio comunale del 23/12/2014, sulla base dei Valori OMI, dell Agenzia delle Entrate. Fermo restando, che per le motivazioni sopra espresse, per Noi è da favorire la scelta del comodato gratuito, con cui il Comune conserverebbe la proprietà dell immobile, ma se proprio si vuole alienare il bene, la gara pubblica ci avrebbe dato il valore di mercato. La decisione di non concedere l immobile in comodato gratuito e le motivazioni addotte dalla maggioranza, stridono poi in modo evidente, con la Delibera riguardante il punto 5 dell OdG del Consiglio Comunale, relativa all approvazione del Protocollo, d Intesa per l istituzione di un Ecostore per recupero materiali riciclabili, dove per un attività di carattere imprenditoriale, attivata da soggetti privati, si concede invece, in comodato gratuito l immobile di proprietà comunale di Via Sotto gli Olmi (ex Mattatoio Comunale). Non c è stato nulla da fare l immobile si deve vendere a quelle condizioni e con affidamento diretto, chissà perché. L Associazione Progetto Morano ed I Consiglieri Comunali: Enzo Verbicaro Enzo Amato Maria Teresa Filomena Ivan Selva Giornata della Memoria in ricordo della Shoàh Il 6 febbraio l Istituto Comprensivo Statale di Morano Calabro Saracena ha celebrato la Giornata della Memoria in un atmosfera coinvolgente e commovente. L olocausto di uomini, donne, bambini, bambine, ragazzi, ragazze, anziani, malati e sani, dotti e ignoranti, poveri e ricchi, belli e brutti lascia ancora oggi sbigottiti. Tutti uccisi perché erano ebrei. Perché tutto questo immane sterminato infinito dolore? I docenti e gli alunni delle classi quarte e quinte della Scuola Primaria che gli alunni della Scuola Secondaria di Morano C. e Saracena si sono commossi nell ascoltare il Direttore artistico Eyal Lerner, israeliano, suonare il suo Flautino Incantato con una maestria che ha lasciato tutti stupiti e ammirati del suo virtuosismo. La manifestazione si è svolta in due momenti separati, prima a Morano Calabro presso lo splendido Auditorium comunale e una seconda replica a Saracena presso l Auditorium del Comune magicamente incastonato nel viuzze strette dell antico borgo. Il maestro Eyal Lerner, eccellente flautista nonché regista, ha condotto uno spettacolo dedicato alla storia ed alla cultura ebraiche ed alla tragedia della Shoah evento che ha coinvolto non soltanto la popolazione semita ma, direttamente o indirettamente, tutta la società : la Resistenza, il Fascismo ed il razzismo in ogni sua forma. Le date storiche che hanno segnato in modo drammatico la storia del mondo, dal 1932 al 1945, scandite come il suono tragico di un tam tam inesorabile sono rimaste scolpite nella mente dei ragazzi. Si è narrata la vita della poetessa Chana Senesh, una tra le donne ebree più note per il proprio talento e coraggio, arrestata, torturata ed uccisa dai Nazisti nell'intento di salvare il suo popolo, sia le tradizioni e la cultura ebraica, sia le tappe che caratterizzano il secondo conflitto mondiale. La recita di alcune sue poesie ha emozionato profondamente il pubblico. La dolcissima e toccante musica Klezmer dal netto sentore balcanico, con cadenze russe e zingaresche in lingua Yiddish, e le melodie Sefardite di sapore arabo, nate dall'esilio spagnolo, hanno riempito la sala e toccato il cuore del pubblico presente. Le canzoni israeliane, i brani della cultura Chassidica dell Est europeo interpretate in modo sublime ha incantato tutti. Straziante la poesia trovata in una bottiglia tra le macerie del ghetto di Varsavia dove una donna elevava una bellissima preghiera a Dio : un salmo di invocazione pieno di fede e speranza. La poesia è diventata una canzone vibrante di tenerezza e amore. Gli alunni hanno partecipato attivamente allo spettacolo con recite di bellissime poesie composte personalmente da loro, commovente quella intitolata Campi di concentramento scritta da Leo Senatore. Hanno recitato poesie di Lussu, Righi e Primo Levi. Profonde le riflessioni personali sulla Shoah curate dai docenti di Lettere e le letture di Brani ricavate dai Libri di Primo Levi, dal Diario di Anna Frank, dalla Sopravvissuta ad Auschwitz di Liliana Segre fra le ultime testimoni della Shoah. Gli alunni, preparati dai docenti di Educazione Musicale prof. Frascino F. per Saracena e Cristiano Rosario per Morano, hanno cantato e suonato brani di Guccini. Il Dirigente Scolastico dell Istituto, Walter Bellizzi, ha ricordato che l Istituto ha inteso commemorare la Shoah non per l ottemperanza alla Legge 211 del 2000, ma perché è la nostra coscienza che ci impone di non dimenticare. Ce lo impone il nostro cuore! Ce lo impone la nostra stessa umanità che quotidianamente si rapporta con gli altri che sono vicino a noi e quelli che sono lontano da noi e quelli che non ci sono più perché uccisi nei campi di sterminio, nei gulag, nelle carceri, nei bombardamenti. Il messaggio lanciato ai giovani è di responsabilità e di pratica della giustizia. I giovani devono coltivare insieme ai veri maestri ciò che di bello, di buono e di vero c è nel loro cuore. In conclusione sono intervenuti, per Morano C. l Assessore alla Pubblica Istruzione l Avv. Sonia Forte, e per Saracena l on. Mario Albino Gagliardi che ha auspicato che presto possa tornare anche nei luoghi di Gesù la vera Pace.

15 IL DIARIO anno XIII n. 5 PAG. 15 Quannu Chiove... in Half Marathon Era una mattina buia e tempestosa Potrebbe iniziare così il racconto di questa Mostra d'oltremare Half Marathon, nel centro di Napoli, che 7 atleti di Castrovillari (5 della ASD CorriCastrovillari e 2 della Tiger) si sono ritrovati ad affrontare Domenica 1 Febbraio, completamente ignari di ciò che avrebbero trovato. Tutto bene fino alle 8:30, sole, cielo aperto e azzurro. Ore 8:35, partenza dal bellissimo Viale Kennedy, 2300 atleti, uno sparo, tutti che iniziano muoversi, comprendiamo che la gara è iniziata, finalmente si corre! Esattamente 3 minuti dopo il cielo inizia ad oscurarsi, il sole non c'è più, cadono le prime gocce: "passerà presto", pensiamo, ignari di ciò che ci avrebbe travolti di lì a poco. Lasciamo Fuorigrotta attraverso la Galleria Posillipo ed inizia il diluvio, su Via Caracciolo, tutto peggiora: grandine, tanta, dolorosa, qualcuno si ferma (ma dove stiamo andando?), poi solo forte pioggia, vista quasi come amica dopo il tanto dolore da grandine. Condizioni poco consone per correre, tra sanpietrini e lastre di marmo, infatti non sono mancate le cadute. Si arriva a fatica a Castel dell'ovo, ad accoglierci, oltre alle secchiate d acqua, c è anche tutta la bellezza del paesaggio visto in tanti dipinti e libri: la cima del Vesuvio abbracciata dalle nuvole, nubi nere in lontananza, e le onde che si infrangono lungo le barriere del lungomare e che sembrano avvolgere tutto il castello. Caspar David Friedrich l'avrebbe sicuramente dipinto. I chilometri passano tra Piazza del Plebiscito, il Maschio Angioino, via Mezzocannone ( la "via dell'università"), la Galleria Umberto I, e tra una risata e l'altra c è anche tempo per parlare con podisti che, leggendo ad alta voce sulla maglia il nome della nostra Città, ci ringraziano per essere venuti dalla Calabria fino a Napoli, sentendosi quindi gratificati per la nostra partecipazione. La salita del Duomo ci vede passare davanti alla famosa Forcella dove l incitamento è particolarmente colorito ma, soprattutto il passaggio davanti al Duomo del sangue di San Gennaro, evidenzia l aspetto più caratteristico dei napoletani che chiedono a gran voce il miracolo di far smettere Giove Pluvio..Esilarante! Via Foria, la discesa di Via Toledo ed il ritorno sul lungomare con le scarpe ormai ridotte a spugne. L'ultimo chilometro è percorso nella bellissima Fontana dell'esedra, inaugurata nel 1940 dal regime fascista a celebrazione del colonialismo italiano. Una curiosità: l'inaugurazione fu spettacolare per quei tempi con i getti d'acqua sincronizzati alla sinfonia "Fontane d'oltremare". Sul viale della Fontana si è in vicini all arrivo, lo sentiamo ma sentiamo soprattutto qualcosa che ci ridà energie: la musica di Pino Daniele che ci avvolge ci spinge a dare le ultime energie e che ci fa concludere una corsa pazza, piena di sofferenze ma spettacolare. L arrivo ci regala tanti brividi (di freddo e di emozioni) e ci ritroviamo bagnati, stanchi, ma felici di averla conclusa nonostante tutto. Il prossimo anno saremo di nuovo qui! Ed adesso? Ci rilassiamo con Quannu chiove ma con in mente la prossima 21km, la più partecipata d'italia: la Roma- Ostia del 1 Marzo e che conta già 25 iscritti della nostra associazione Gianfranco Milanese Calcio amatoriale Il Bayern Monaco ritorna a vincere CASTROVILLARI - Il Bayern Monaco ritorna alla vittoria ma fa fatica a battere 2 a 0 gli All Blacks, squadra scesa in campo rimaneggiata da infortuni e squalifiche ma mai doma. Di Foscaldi e Morelli le reti della capolista che valgono tre punti. Alla Dinamo Pollino la sfida contro l Emperor. Non si è neanche scesi in campo. 3 a 0 a tavolino per rinuncia degli avversari. L'Olympiakos ha invece avuto la meglio sull'atletico Morano passato in vantaggio con De Franco. Ma i greci recuperano e vincono la gara grazie alle reti di Imbrogna, Viceconte e Aita per il 3 a 1 finale. Goleada de I Fornai che battono 9 a 1 il San Vito. In rete due volte Sorbo e Cristian Spatola, Matrangolo, Marzia, Schettino, De Leo e autorete di Gazineo. Di Macrini la rete dei nero-verdi. Vince invece la Bianchino che si impone sui I Falchi per 2 a 0 grazie alle reti di Iannicelli e del solito Lo Scialpo. Le Pere e Covelli regalano la vittoria al Borussia CV contro il Brescia Club in rete con Marco Scuderi. Smiraglia per la Red Bull e Antonio Martino per il Bayer Leverkusen sugellano l' 1 a 1 finale. 1 a 1 anche per Napulè - Bestioni. Luigi Di Dieco per i napoletani e Alessandro Di Dieco dei Bestioni determinano l'altro pareggio della giornata. Michele Martinisi La scomparsa di Antonio Rende, glorioso calciatore rossonero «Amico sincero ed animo generoso. Te ne sei andato in punta di piedi, senza far rumore, così come era nel Tuo stile di galantuomo e di persona riservata che non ha mai amato le luci della ribalta. Con la Tua scomparsa l ambiente dello sport del calcio piange un grande atleta, un grande uomo, semplice ma vero. Quando giocavi eri considerato un vero professionista, di quelli che in campo conducono la squadra con severità e correttezza, e fuori si prendono cura del proprio corpo come di una macchina che deve essere sempre tenuta sotto controllo per offrire la migliore prestazione tenuto conto che, a causa del lavoro, riuscivi ad essere presente a pochi allenamenti settimanali. Hai avuto modo, grazie alle Tue doti fisiche naturali di ricoprire quasi tutti i ruoli della squadra, sempre con grandi prestazioni da prendere ad esempio. Un monumento del calcio cittadino, ma anche un bel pezzo di storia non solo calcistica di questo paese, testimone di un'epoca dove le cose si dicevano, non si urlavano e non si imponevano, gli atleti si guardavano prima negli occhi, poi come stoppavano la palla e come, nel Tuo caso, tenevano la palla al piede e la testa alta, altissima. Altissima e fiera. Una vita con la casacca rossonera, uomo-squadra di un'epoca in cui, anche se non tantissimi, c'erano comunque calciatori che sposavano una squadra per quasi tutta la carriera. Ciao Antonio, ci rivedremo quando Iddio vorrà. Franco Pirrera Punti Cortesia. Qui trovi il Diario di Castrovillari Via Asia Gelateria Capani Corso Calabria Bar New Age Ferramenta La Corte Edicola Nouvelle Maison Du Journal Lavanderia Lav-Stir Panetteria Spiga d Oro Acconciature uomo Canzoneri Bar Sport Chiarelli Tabacchi Papa New Mode Dolci Delizie Corso Luigi Saraceni Libreria Agorà Frutta e Verdura Rubino Idea Casa Corso Garibaldi Urban Sisley Young Pasticceria Dolce Sosta Ottica D Agostino Kensa Perica Cafe Circolo Cittadino Bar La Tavernetta Calzature Discount Battaglia Tabacchi Di Maio Associazione Combattenti Centro Anziani Varcasia Panetteria Salumeria Il Pollino Via Coscile La Bontà del pane Via dei Gladioli Khoreia 2000 Via dell Industria L Oasi dell ortofrutta Viale del Lavoro Riparauto Tabacchi Ciccarelli Pizzetteria La Casareccia Viale della Libertà Bar Contesi Spazio Ecologico Via dei Moranesi Stazione di Servizio A1 Loiacono Largo Escriva de B. Rosticceria Nord Sud Ovest Est Via Mazzini Cinema Atomic Cafe Via Padre F. Russo Regina Parrucchiere Antica Trattoria Gas Pollino Glamour Parrucchiere Edicola Ludico Via Padre Pio da Pietrelcina Antico Torchio Via Po Arte & Stile Parrucchiere Via Pollino Ladys Beauty Parrucchiere Via IV Novembre Bar Autostazione Bartolini Via Roma Bar Gelateria Di Vasto Case & Case Il Fornaretto Ellisse Macelleria da Innocenzo Bar Sotto Sopra Geox Cinema Ciminelli Via Schiavello C.E.A. di Tilde Nocera Opus Caffe Via SS Medici Il Fornaretto Da Renato...non solo gelato! Via XX Settembre Bar Gran Caffe Ina Assitalia Autoscuola Notaro Zona Pietà Tabacchi e Lotto Di Dieco Zona Pip Arredamenti Lagatta Zona Poste Centrali Bar Break Point Punto Market Teresa

16

PROGRAMMA 53 CARNEVALE DI CASTROVILLARI E FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE ANNO 2011

PROGRAMMA 53 CARNEVALE DI CASTROVILLARI E FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE ANNO 2011 PROGRAMMA 53 CARNEVALE DI CASTROVILLARI E FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE ANNO 2011 ASPETTANDO IL CARNEVALE VENERDI 25 FEBBRAIO 2011 Ore 17.00 Il Carnevale si presenta, conferenza di presentazione

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

PROGRAMMA 56 CARNEVALE DI CASTROVILLARI E FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE ANNO 2014

PROGRAMMA 56 CARNEVALE DI CASTROVILLARI E FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE ANNO 2014 Castrovillari 23 Febbraio 2014 PROGRAMMA 56 CARNEVALE DI CASTROVILLARI E FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE ANNO 2014 SABATO 22 FEBBRAIO 2014 ore 17.00 Il Carnevale si presenta, conferenza di presentazione

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

54 CARNEVALE DI CASTROVILLARI & FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE PROGRAMMA EVENTI ASPETTANDO CARNEVALE

54 CARNEVALE DI CASTROVILLARI & FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE PROGRAMMA EVENTI ASPETTANDO CARNEVALE 54 CARNEVALE DI CASTROVILLARI & FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE PROGRAMMA EVENTI ASPETTANDO CARNEVALE MARTEDI 14 FEBBRAIO 2012 ore 20.30 ore 21.00 Seconda serata Scuole di Danza a Confronto A cura

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli

aiutare impegno pensare gesti vivere associazione La solidarietà non è una cosa difficile e non richiede molto tempo. Può essere fatta di piccoli UNITÀ 2 Collegate la definizione alla parola corrispondente. Persone con handicap. 2 Persone senza genitori. 3 Persone che stanno in carcere. 4 Persone che hanno bisogno di aiuto. Persone che hanno dovuto

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Giugno 2010 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

di Lendinara serate del

di Lendinara serate del a 35 sorriso del sagra cucina buona della e di Lendinara dal 10 al 15 luglio 2015 serate del PESCE: 10 11 12 serate del RISOTTO: 13 14 15 2 35 a Sagra paesana di RASA - 10-15 luglio 2015 Cari concittadini,

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI LAINO CASTELLO Piazza I Maggio n 18

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone

bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone BP 2009 non solo parole Sbilanciamoci è un invito a partecipare alla scelta su come investire soldi pubblici, tramite il Bilancio Partecipato. Il

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 118 DEL 25.11.2015 Ottavo punto all O.d.G. O.d.G. del Consigliere Musa sulle celebrazioni matrimoniali in luoghi diversi della casa comunale Illustra il Consigliere

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

La Movida. Richiesta partecipazione al progetto Travel game, la cultura della lettura

La Movida. Richiesta partecipazione al progetto Travel game, la cultura della lettura Alla C.A. del dirigente scolastico Richiesta partecipazione al progetto Travel game, la cultura della lettura Da realizzarsi nel corso dell anno scolastico 2013-2014 Foto di gruppo Salone internazionale

Dettagli

Comune di Casalpusterlengo Provincia di Lodi Assessorato alle Politiche Sociali

Comune di Casalpusterlengo Provincia di Lodi Assessorato alle Politiche Sociali Comune di Casalpusterlengo Provincia di Lodi Assessorato alle Politiche Sociali Centro Sociale Comunale Insieme Associazione di Volontariato tuttinsieme - onlus 1 SETTEMBRE OTTOBRE 2014 Anno XVI- n 4 Il

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

Ciao a tutti! Volevo come scritto sul gruppo con questo file spiegarvi cosa è successo perché se non ho scelto la cucciola senza pedigree e controlli (e come sto per spiegare non solo) è anche grazie ai

Dettagli

COMUNICATO A TUTTE LE PERSONE CHE VOGLIONO BENE A PROGETTO SARAH :

COMUNICATO A TUTTE LE PERSONE CHE VOGLIONO BENE A PROGETTO SARAH : COMUNICATO A TUTTE LE PERSONE CHE VOGLIONO BENE A PROGETTO SARAH : LETTERA APERTA, SUOR TANTELY CONGREGAZIONE SUORE SAN GIUSEPPE D'AOSTA AI VOLONTARI DI PROGETTO SARAH I NUMERI e IL COSTO SOSTENUTO IN

Dettagli

5 Wie die vorherige Aufgabe. 6 Vervollständigt die Sätze wie im Beispiel. 7 Vervollständigt die Frage oder die Antwort.

5 Wie die vorherige Aufgabe. 6 Vervollständigt die Sätze wie im Beispiel. 7 Vervollständigt die Frage oder die Antwort. 1 Vervollständigt mit dem Indikativ Präsens der vorgegebenen Verben. 1. andare Io... spesso a mangiare al ristorante. 2. venire Domani Maria e Bruno... a casa mia. 3. andare Antonio e Sergio... in Francia.

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

PROGRAMMA GENERALE VENERDI

PROGRAMMA GENERALE VENERDI 67 a SAGRA DEL MANDORLO IN FIORE 57 FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE 12 FESTIVAL INTERNAZIONALE I BAMBINI DEL MONDO 11 CORTEO STORICO D ITALIA 3 12 FEBBRAIO 2012 PROGRAMMA GENERALE VENERDI 3 Festival

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

Premio Artistico Letterario don Peppe Diana XII edizione Anno 2015

Premio Artistico Letterario don Peppe Diana XII edizione Anno 2015 Premio Artistico Letterario don Peppe Diana XII edizione Anno 2015 Questa mattina per fortuna c è un aria diversa Il sole coi suo raggi penetra dalla finestra Quant è bella la mia terra c è un aria diversa..

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

Racconti visioni e libri per rospi da baciare

Racconti visioni e libri per rospi da baciare febbraio 2008 Cari bambini e ragazzi che verrete al festival chiamato AIUTO, STO CAMBIANDO! Racconti visioni e libri per rospi da baciare a Cagliari dall 8 all 11 ottobre 2009 NOTA: questa la lettera originale,

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

1 Complete the sentences using the presente indicativo of the verbs given. 2 Complete the question or answer with the verbs andare or venire.

1 Complete the sentences using the presente indicativo of the verbs given. 2 Complete the question or answer with the verbs andare or venire. 1 Complete the sentences using the presente indicativo of the verbs given. 1. andare Io... spesso a mangiare al ristorante. 2. venire Domani Maria e Bruno... a casa mia. 3. andare Antonio e Sergio... in

Dettagli

Progetti per le vacanze!

Progetti per le vacanze! Progetti per le vacanze! Indicazioni per l insegnante Obiettivi didattici le vacanze: programmare, raccogliere informazioni, parlarne la costruzione con si ci di luogo Svolgimento L attività è finalizzata

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera. Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme!

Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera. Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme! Giugno 2015 Scuola dell Infanzia Maria Consolatrice di Verghera DIVERSITÀ E AMICIZIA Scuola dell Infanzia di Verghera: un anno da festeggiare insieme! Diversità e amicizia: questi i due temi della festa

Dettagli

Relazione sintetica seduta del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Nerviano del 27 febbraio 2012 ore 9.30.

Relazione sintetica seduta del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Nerviano del 27 febbraio 2012 ore 9.30. COMUNE DI NERVIANO (Provincia di Milano) Relazione sintetica seduta del Consiglio Comunale dei Ragazzi di Nerviano del 27 febbraio 2012 ore 9.30. Il giorno 27 febbraio 2012, alle ore 9.30, presso la sala

Dettagli

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 Evento Flashmob Pensieri raccolti nel gruppo: Sabato ci siamo trovati al Centro e dopo aver indossato le magliette siamo andati tutti

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data...

Vocabolario Scelte corrette.../20 Data... UNITÀ Vocabolario Scelte corrette.../0 Data... Completa il dialogo con le parole: dimmi, ci vediamo, ciao, pronto, ti ringrazio..., Pronto parlo con casa Marini? Sì Marco, sono Andrea che cosa vuoi?...,

Dettagli

Gli alunni delle classi IV e V, il dieci marzo duemilaotto, hanno ospitato nella palestra dell edificio scolastico, il direttore della banca Popolare di Ancona, ente che ha finanziato il progetto Ragazzi

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS

2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS Iniziative 2012 Associazione di Volontariato e Solidarietà Umana Giulia ONLUS via Aldighieri, 40-44121 Ferrara - www.associazionegiulia.com - info@associazionegiulia.com Testata: La Nuova Ferrara Edizione:

Dettagli

Promozione della Cittadinanza Europea Attiva

Promozione della Cittadinanza Europea Attiva Promozione della Cittadinanza Europea Attiva Promozione della Cittadinanza Europea Attiva L avvio del progetto: su Il Quotidiano della Calabria si parla del progetto In.Form.Azione L Idea Gli Obiettivi

Dettagli

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI LAINO CASTELLO Piazza I Maggio n 18

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

DISTRETTO SCOLASTICO N.028 - Cod. Fisc.93032440716

DISTRETTO SCOLASTICO N.028 - Cod. Fisc.93032440716 Allegato n. 1 ISTITUTO COMPRENSIVO MATERNA ELEMENTARE e MEDIA M.MANICONE Via Papa Giovanni XXIII, 45-71018 VICO DEL GARGANO (FG) tel. 0884991143 Fax 0884967084 Email :fgmm11700b@istruzione.it DISTRETTO

Dettagli

OGGETTO: COMPLIMENTI! IL VOSTRO CORTOMETRAGGIO, TRA I PREMIATI A GIROCORTO FESTIVAL IX EDIZIONE!

OGGETTO: COMPLIMENTI! IL VOSTRO CORTOMETRAGGIO, TRA I PREMIATI A GIROCORTO FESTIVAL IX EDIZIONE! FESTIVAL NAZIONALE DEL CORTOMETRAGGIO SCUOLA IX EDIZIONE - DAL 21 AL 23 NOVEMBRE 2013 SCUDERIE ESTENSI - TIVOLI (RM) OGGETTO: COMPLIMENTI! IL VOSTRO CORTOMETRAGGIO, TRA I PREMIATI A GIROCORTO FESTIVAL

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

CULTURA ITALIANA. (5 minuti di proiezione del film)

CULTURA ITALIANA. (5 minuti di proiezione del film) CULTURA ITALIANA Introduzione Bologna è una città medievale, dove la bellezza è nascosta, bisogna scoprirla. Ma ha anche dei segreti, per esempio la qualità della cucina. Il tortellino è il principe della

Dettagli

2 al GIUGNO 2015. 30 Verona, dal MAGGIO LA GRANDE SFIDA INTERNATIONAL. La Grande. Sfida 20. (dal 25 Aprile 2015 La Grande Sfida on Tour)

2 al GIUGNO 2015. 30 Verona, dal MAGGIO LA GRANDE SFIDA INTERNATIONAL. La Grande. Sfida 20. (dal 25 Aprile 2015 La Grande Sfida on Tour) Sfida 20 MANIFESTAZIONE INTERNAZIONALE DI CULTURA, SPORT, ARTI E DIALOGO: LE CITTÀ E I PAESI COME LUOGHI DI INCONTRO PER TUTTI Assessorato allo Sport Lasciati stupire... 30 Verona, dal MAGGIO 2 al GIUGNO

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Un breve percorso per conoscere un ambiente acquatico vicino a noi: - I TORRENTI IMMISSARI NATURALI DEL LAGO TRASIMENO - IL CANALE, IMMISSARIO

Un breve percorso per conoscere un ambiente acquatico vicino a noi: - I TORRENTI IMMISSARI NATURALI DEL LAGO TRASIMENO - IL CANALE, IMMISSARIO Un breve percorso per conoscere un ambiente acquatico vicino a noi: - I TORRENTI IMMISSARI NATURALI DEL LAGO TRASIMENO - IL CANALE, IMMISSARIO ARTIFICIALE ANGUILLARA L'idrologia del Lago Trasimeno, lago

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

Leggete le Beatitudini, vi farà bene.

Leggete le Beatitudini, vi farà bene. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della gioventù Cracovia 2016 - è racchiuso nelle parole Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5:7). Il Santo Padre Francesco ha scelto la quinta

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

nel registro generale delle Organizzazioni volontariato Sez. A di cui all articolo 6 della L.R. n.22/1994

nel registro generale delle Organizzazioni volontariato Sez. A di cui all articolo 6 della L.R. n.22/1994 Aggiornato alla data del: 30 luglio 2011 1 Denominazione Sociale: Associazione di Volontariato Progetto Colapesce onlus Anno di costituzione: 2004 Codice Fiscale: 97074810835 Iscrizione Registro Volontariato:

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio.

Il vostro compito Leggete il testo e mettete una crocetta sulla risposta giusta. La prima risposta = esempio. 1 LA FAMIGLIA 1.1 Lettura primo testo Il prossimo anno l austriaca Alexandra partirà per l Italia. Per quattro mesi frequenterà il liceo a Ravenna. Stamattina ha ricevuto una lettera dalla sua famiglia

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

LETTERA AI MIEI FIGLI...

LETTERA AI MIEI FIGLI... 26 aprile 2012 LETTERA AI MIEI FIGLI... Cari bambini Greta e Tommaso, in futuro spero di avervi come figli. Ho molti desideri per voi, uno di questi è che completiate gli studi fino all Università e che

Dettagli

Progetto accoglienza

Progetto accoglienza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Direzione e uffici: Via Mazenta, 51 20013 Magenta (Mi) codice fiscale n. 93035720155 e-mail: miis09100v@istruzione.it Posta Elettronica Certificata miis09100v@pec.istruzione.it

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA Comitato Regionale per le Celebrazioni del 1 Centenario della morte di Aristide Naccari Fondazione Santi Felice e Fortunato Diocesi di Chioggia (VE) MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA (2014-2015)

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

AbioRomaInforma. anno III n. 1, Gennaio 2007

AbioRomaInforma. anno III n. 1, Gennaio 2007 AbioRomaInforma anno III n. 1, Gennaio 2007 sommario Rinnovo cariche Direttivo Grease: un vero successo! II giornata nazionale ABIO Italia Corsi di formazione base e permanente Operai creativi al Policlinico

Dettagli