SIDE SETH CRISPI TELEMARK A NEW SENSE OF STABILITY

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SIDE SETH CRISPI TELEMARK A NEW SENSE OF STABILITY"

Transcript

1 N 1 - Gennaio 2013 NTN o 75 mm / Il regalo più bello... / Il mito di Biff WILD WHITE WINTER ITW con Alessandro Beber / Telemark nel Park / Il Telemark nelle attività del C.A.I. / Location > Folgaria - Bardonecchia - Bormio - Broccon - Limone Piemonte -

2 EVO NTN XR 75 mm Rider: Lize zet Chris tianse sen - Ph oto: o: Jonatha n Gur urr y - Lo cation : Moen a SIDE SETH...Lo sci ideale per i grandi fuoripista (147/118/135)... il mix 50% camber, 50% rocker garantisce facilità versatilità ma anche controllo sulle nevi dure. Il suo campo d azione è il fuori-traccia, ma la stabilità torsionale garantisce divertimento anche su pista. (www.sciampli.it) CRISPI TELEMARK A NEW SENSE OF STABILITY Foto: G.Daidola CRISPI Sport s.r.l Maser (Tv) Italy Ph Fam. Paul Grüner Tel. e Fax Aperto fino a metá maggio e da metá giugno in poi Costruito nel 1896, il Rifugio Bellavista si trova su m, nel coure dei ghiacciai di Senales. È un ritrovo per tutti gli appassionati dello sci che qui puó essere praticato in tutte le sue varianti. Ampia terrazza che offre un panorama stupendo, sala convegni, 40 letti, 20 posti nel dormitorio, docce e la piú alta sauna all aperto d Europa. Transfer gratuito per non sciatori del Grawand, trasporto dei bagagli con propria teleferica. Pasti tipici tirolesi con prodotti nostrani, strudel di mele fatto in casa, omelette con mirtilli rossi, speck e costine, agnello locale, costine fino ai piatti di pasta all italiana, Ö come Knödel (canederli) CONSIGLIO: FermateVi al nostro albergo/ristorante/bar/café ROSA D ORO **** a Certosa (stessa gestione), visitate il centro storico e il chiostro di Certosa. Anti-età con la forza del ghiacciaio Alla base di questa linea cosmetica unica si trovano MICA GLACIAL, prezioso complesso minerale, e ACQUA GLACIAL, la più pura acqua di sorgente, da secoli al riparo da agenti esterni. I prodotti e i trattamenti con Glacisse sono in vendita presso il Hotel Rosa D oro a Certosa. Tel Novembre 2012: Neve abbondante tutto l anno, la possibilità di praticare ad alto livello tutti gli sport invernali, storia cultura e tradizioni millenarie tenute vive da un senso profondo di appartenenza. La Val Senales si presenta come una meta ideale per gli amanti della montagna più vera. Lontana da chiassose mondanità regala scenari maestosi con vette di oltre metri e si compiace dei graziosi paesini incantati che si susseguono lungo tutta la valle.

3 Novembre > N 01 - Dicembre 2012 EvEnts ITW Biff Russell telemark Passione o sport? FREERIDE sci alpinismo e telemark Il Diritto e il rovescio FREESTYLE telemark nello snowpark news sportler telemark Festival Carezza - Opening val senales Gli atti del convegno Dall Old style al Freestyle La Tecnica secondo il professionista Il Freestyle nel mondo del telemark Perchè Fuoripista? La Val Senales investe sul Telemark n 1 - Gennaio 2013 Le ultime edizioni di TELEMARKmag online In Copertina: foto di Giorgio Daidola Foto: Archivio TSE Editore: TSE Sommario Editoriale ATTREZZATURA NTN o 75 mm pagina 04 Il regalo più bello... pagina 06 Il mito di Biff pagina 08 FREERIDE WILD WHITE WINTER ITW Alessandro Beber pagina 10 FREESTYLE Telemark nel Park pagina 14 Il Telemark nelle attività del C.A.I. pagina 16 Location Folgaria - Bardonecchia Bormio - Broccon Limone Piemonte pagina 17 Siamo in campagna elettorale e ci troviamo spesso impegnati a leggere di sondaggi o a discutere su etico o meno etico, interessato o meno interessato. Lo stesso succede nel telemark, siamo impegnati a valutare le statistiche, discutere quanto è etico o quanto no, e se le cose si fanno per interesse o per sola passione. Mentre scriviamo sta arrivando la neve e continua a scendere copiosa da alcuni giorni a conferma, e auspicio, che, per gli sport invernali, il 2013 sarà un annata importante.. La stampa è alla continua ricerca di novità e spesso parla di Telemark, le riviste di settore, quelle che sono rimaste, dedicano ampio spazio a questa disciplina, a Milano UmAn un brand di alta moda ha presentato una collezione il cui filo conduttore è il Telemark. La crisi c è e si vede, le risorse sono limitate e ne siamo consapevoli, ma agli eventi ci sono sempre di più sciatori e snowboarder che provano questo diverso modo di scivolare. Le nostre statistiche dicono lenta e progressiva crescita dei praticanti. L ISPO una delle più grandi fiere internazionali dello sport che si terrà a Monaco dal 3 al 6 Febbraio, sarà un momento di verifica della volontà delle aziende di investire in questo settore, sappiamo già che ci saranno importanti novità che andremo a pubblicare sul prossimo numero. Riguardo TelemarkMag, molti ci hanno scritto e speriamo siano molti quelli che ci scriveranno ancora, per poter crescere rispondendo alle esigenze di tutti quanti hanno fame di notizie sul mondo del tallone libero.

4 4 NTN o Parliamo di materiali per il telemark e iniziamo con un viaggio all interno del scarpe dedicate a questo sport in numero sufficiente da giustificarne l inve- pone un nuovo modo di intendere questo sport, Rottefella, nota casa Nor- mondo delle attrezzature, stimento. Mille, duemila vegese, ha investito in un riportando l attuale situa- paia tra le diverse linee sistema chiamato NTN zione e le attuali opportu- di produzione. Da questi New Telemark Norm, che nità del settore. pochi dati, facendo alcune permette di avere delle Correva l anno 1850 quan- semplici moltiplicazioni, performance, in fatto di do nella remota regione arriviamo ad un numero controllo, uguali o supe- Moderno o tradizionale? di Giuliano Pederiva di Telemark, in Norvegia, un personaggio di nome Shondre Norheim, proponeva un particolare metodo di scendere i pendii di set, attacco e scarpone annualmente prodotti, pari o superiore alle cinque cifre. Grazie a questi dati potremmo anche cal- riori al sistema a 75 mm, con l incentivo di essere un attacco step-in con un buon sistema di sgancio in caso di caduta. innevati; da allora sono colare quanti potrebbero Se il mondo degli attacchi passati oltre 150 anni ma essere i praticanti è cor- è variegato e permette di ancora oggi sentiamo dire retto a questo punto pen- trovare per ogni esigenza che il telemark è uno sport sare ancora al telemark il giusto attrezzo il mon- di nicchia, eppure, se an- come ad una pratica di do degli scarponi è ben diamo a vedere quante nicchia? più limitato. Quattro sono aziende stanno investen- Parlando di attrezzatu- le aziende che produco- do in questo comparto, ra, 7tm, BlackDiamond, no calzature apposite: possiamo definirla sì una GenuineGuideGear G3, BLACK DIAMOND, CRISPI, nicchia, ma con un note- Voillè, Skyhoy, Rottefella, GARMONT e SCARPA. Le vole numero di praticanti. Linken, Bomber bishop, caratteristiche generali di Nel mondo ci sono alme- Twentytwodesigns, sono ognuno di questi prodotti no una decina di aziende attualmente le case pro- sono ben diverse e se, nel di attacchi e ognuna di duttrici di attacchi da tele- calzare un modello li sen- queste ne produce tre o mark e ognuna di queste tiamo scomodi, possiamo quattro tipologie differen- ha differenti aspetti e con- essere certi che calzando- ti, non possiamo pensare tenuti che le caratterizza, ne un secondo troveremo che gli investimenti in tal fermo restando il comune il confort che il piede ri- senso permettano di pro- denominatore dato dal chiede. durre solamente alcune fatto che sono materiali Anche in questo caso pos- centinaia di paia annue che permettono di sciare siamo scegliere tra scarpe > Attrezzatura per modello; allo stesso tempo abbiamo quattro la tecnica del telemark nei suoi molteplici ambiti. a due, a tre o a quattro ganci, con gambetto libe- aziende che producono Dal 2007 il mercato pro- ro o bloccato.

5 5 75MM Sceglieremo uno sci con anima in legno e leggermente sciancrato per una pratica generica in pista e fuori pista, uno più strutturato, leggermente più corto e pesante per la pratica in pista, e uno sci sempre strutturato, spesso meno sciancrato ma più lungo per la pratica fuori pista. Non va dimenticata la preparazione dello sci, anche le lamine hanno la loro specificità nella pratica del telemark, un paio di gradi di tuning e un angolo a 87 o a 88 permetterà di avere il giusto controllo e facilità di gestione delle tavole su ogni tipo di terreno. Chiudiamo parlando dell assemblaggio dei materiali. Suggeriamo di montare lo sci come indicato dalla casa produttrice, posizionando il centro dello sci che è individuato come il centro di curvatura (il punto più stretto) con il centro dello scarpone posizionato all inizio dell arco plantare; tutte le altre applicazioni le possiamo considerare come personalizzazioni da destinarsi ai soli esperti che decidono se dare più o meno libertà o manovrabilità alla punta o alla coda dello sci. Tra il 75mm o il sistema NTN quindi, cosa è meglio? Il migliore sarà quello che ci divertirà di più. Per chi si avvicina è sicuramente più semplice imparare con l NTN ma per chi già conosce le dinamiche della curva a telemark, la libertà di movimento o il controllo totale, saranno l indice per preferire l uno all altro e viceversa. Dedichiamo dunque un po di tempo a provare una e l altra situazione e poi godiamo delle sensazioni che questo stupendo sport ci regala ogni qual volta andiamo a sciare. Cosa possiamo fare con l attrezzatura da telemark??? Sci Alpino, Sci Escursionismo, Sci Alpinismo, Sci Estremo, FreeStyle e perché no, telemark, ma ne parleremo nei prossimi numeri.

6 6 Il Regalo più bello... di Giorgio Daidola H Ho scoperto il telemark nel lontano Con ai piedi un paio di Scarpa di pelle sono andato a provare la curva genuflessa su di un prato in dolce pendenza alle Viote del Bondone, dove nessuno poteva vedermi, perché i maestri di sci non devono mai cadere Capii subito di aver scoperto qualcosa di molto bello ed importante. Da allora è stato un succedersi di sci-viaggi a telemark che mi hanno portato, con modelli Scarpa sempre più evoluti ai piedi, sulle più belle montagne bianche dei 7 Continenti. Ho avuto insomma tanti scarponi in regalo da Scarpa, alla partenza di ogni nuova avventura c era sempre un nuovo modello da provare. Li possiedo ancora quasi tutti, potrei aprire un piccolo museo dello scarpone da telemark. Ho pensato quindi di scrivere questo breve articolo sul regalo più bello: i ricordi sono andati subito al prototipo in cuoio doppio con Thinsulate appositamente preparato per la prima discesa a telemark dagli ottomila metri del ShishaPagma, poi a quello analogo ma più rigido per le dure nevi ancestrali del Vinson, poi ogni scarpone aveva una storia importante da raccontare, difficile davvero scegliere. A pensarci bene però il regalo più bello è stato uno scarpone che io non ho mai potuto calzare. Si tratta di un miniprototipo in pelle misura 25, un piccolo gioiello ora appeso come un quadro in casa mia. Artefici del gioiello sono state le mani e la passione di Maso, al secolo Tommaso Marcon, il tecnico progettista di Scarpa che con Davide Parisotto è stato il motore di quella continua innovazione tecnica del prodotto che, soprattutto nel telemark, ha sempre fatto arrivare Scarpa prima degli altri. Era il 1999 e gli scarponcini erano destinati a mio figlio Filiberto, che aveva allora poco più di due anni. Realizzarli non fu facile. Essi dovevano fasciare perfettamente i piccoli piedi e le caviglie, piegare al punto giusto ed essere al tempo stesso sufficientemente larghi per utilizzare la classica ganascia nordica a three pins da 75 mm. Non esistevano forme da utilizzare per la lavorazione. Con l impronta su di un foglio di carta dei piedi di Filiberto, Maso si mise all opera e, con grande giustificata preoccupazione del suo capo Sandro Parisotto, ci lavorò sopra un intera settimana. Utilizzò congiuntamente forme per pedule e suole per telemark, con una capacità di adattamento dei materiali ed un entusiasmo che stupì tutti. Una doppia cucitura a mano permise di assemblare il tutto, la nobile arte dei calzolai che fondarono Scarpa si dimostrò più viva che mai. Alla fine la creatura uscì dalle mani sapienti di Maso per finire nei piedi di Filiberto, venuto appositamente in fabbrica per provarli. Ricordo che li trovò talmente comodi e belli da non volerseli più levare dai piedi.

7 7 Vederlo sciare a telemark fuori pista nel boschi fitti e ripidi in mezzo metro di polvere è uno spettacolo. Grazie Maso! Era nato il più piccolo scarpone da telemark esistente al mondo. Perfetto nelle proporzioni, un piccolo capolavoro di design e di alto artigianato. Senza di esso non sarebbe stato possibile far sciare a telemark Filiberto fin dagli inizi, dimostrando che si può imparare a sciare bene, anzi meglio, iniziando con i talloni liberi, come quando si cammina. E che quindi il telemark è il modo più naturale per avvicinare i piccoli allo sci ed ai piaceri della vera neve. Meglio molto meglio se direttamente fuori pista, su di un prato con poca pendenza, per acquisire più sensibilità, limitare la velocità e rendere più morbide e piacevoli le necessarie immancabili cadute. Non occorre affatto proporre sin dagli inizi, come fanno molti padri telemarker troppo timorosi con i propri figli, l alternativa a talloni bloccati, sulle coriacee nevi finte. Anzi ritengo sia un grave errore in quanto così facendo si limita l acquisizione della sensibilità alla neve vera, della leggerezza e dell eleganza del gesto. Ovvero dei piaceri del vero sci. In particolare non ho dubbi che il telemark sia un approccio senz altro migliore per trasmettere la passione dello sciare di quello nevrotico e competitivo che spesso regna negli ski club, tutti proiettati al conseguimento di risultati agonistici. Far credere ai bambini che esistano solo le gare e la neve artificiale su piste preparate come biliardi non è certo il modo migliore per garantire un futuro allo sci. In breve tempo Filiberto ha acquisito un ottima capacità di sciare a telemark in neve fresca. Dopo i cinque anni gli ho proposto più volte di provate a sciare rigido (perché nello sci, come nella vita, bisogna provare tutto, o quasi tutto!). Non ne ha voluto sapere, si diverte troppo così. A 10 anni i fuori pista più impegnativi non avevano per lui più problemi e da allora, come il padre, cerca di evitare accuratamente i tracciati battuti. Ora ha quasi 16 anni ed utilizza lo scarpone T2 Eco misura Vederlo sciare a telemark fuori pista nel boschi fitti e ripidi in mezzo metro di polvere è uno spettacolo. Grazie Maso! Frassilongo, gennaio 2013.

8 8 Il mito di Biff di Valentina Bonfanti U Un mito. Definito dai più come l Uomo delle Sensazioni. Colui che vive in armonia con gli elementi naturali e con la propria interiorità, colui che ha fatto dello sci a Telemark una ragione di vita, ma non in qualità di disciplina fine a stessa ma in qualità di filosofia. Nello scorso numero chi non ha avuto l opportunità di conoscerlo dal vivo, ha avuto l occasione di leggere alcune righe sul personaggio, ma con riferimenti precisi dedicati a numeri ed indagini sulla situazione telemark mondiale. Oggi invece ci proponiamo, per chi non ne avesse avuto l opportunità, di presentarvi quello che siamo riusciti a comprendere, a percepire ed a vivere del mitico Biff Russel! Chi è? La risposta che hanno sicuramente dato coloro di noi che hanno avuto occasione di incontarlo è stata: un personaggio. Un personaggio particolare che con il suo lavoro da maestro-istruttore di telemark, prova a trasmettere il suo messaggio alla popolazione mondiale, dall estremo ovest (U.S.A) all estremo est (Giappone). A primo impatto? Un signore di mezza età con lunghi capelli grigi, una lunga barba altrettanto grigia e vestiti sicuramente non presenti nella top ten dei miglior modelli di Sportler. Camminata rilassata, sguardo presente ma meditabondo, curioso ed interessato. Dopo le prime chiacchere? Un uomo con una vita eccezionale in entrambi i sensi, d eccezione per le esperienze, ed eccezionale per i magici racconti con cui ha intrattenuto tutti noi durante i lauti pasti sud tirolesi. Sicuramente siamo rimasti stupiti dalla sua vita, dai suoi viaggi, dalle avventure e disavventure fantastiche che ha incontrato lungo il suo cammino. Per certo un uomo che ha vissuto e non ha lasciato che il tempo trascorresse da sé e che le rughe sul suo volto aumentassero di anno in anno dinnanzi al medesimo specchio. Ha vissuto infatti tra Nuova Zelanda, Giappone, Canada, California, sempre alla ricerca della bianca signora e sempre in viaggio con il suo sci da telemark sottobraccio per poter trasmettere e diffondere la pratica e la passione per la curva in piega. La sua è una filosofia molto particolare ed estremamente diversa dalle concezioni più viste e sentite tra i telemarker europei. Per Biff esistono ben 48 modi per effettuare il gesto a telemark e nessuno è più giusto di altri, nessuno sbaglia e nessuno è detentore della verità assoluta. Sicuramente chi mantiene sempre la stessa posizione assumendo che sia quella corretta è in errore. Anche i più open mind tra noi ci hanno messo qualche tempo ad assimilare le teorie dell americano che dopo poco sono diventate visioni veritiere e profonde del gesto stesso. Tornando alla presentazione del Mitico Biff, il suo sbarco in Val Senales era per l appunto destinato a far conoscere alla family italiana di telemarker quello che è il pensiero d oltreoceano di uno dei personaggi più famosi nell ambiente a livello internazionale. L evento si è aperto con la presentazione del forestiero e fin da subito sono cominciate le giornate di shreding in compagnia del santone, come veniva definito dai più! Niente teoria, niente impostazioni scolastiche, niente rotazioni del busto come diceva lui: Just skiing, Just breathe. Solamente

9 9 sciare, solamente respirare. L obiettivo era farci dimenticare quello che avevamo imparato, per reimpostarci costruendo il nostro gesto personale sulla libertà di movimeto. Telly is not just a motion, is a flow ossia Il telemark non è solo un movimento ripetuto, è un flusso, è libertà. Quasi tutte le nostre impostazioni, talune più rigide ed altre meno, sono state abbandonate per lasciarci andare alla libertà del gesto, caricando lo sci esterno prima, lo sci interno dopo e viceversa, caricandoli entrambi in egual modo, piegando il ginocchio a monte, o il ginocchio a valle, andando in switch o piegando entrambe le ginocchia. SENSAZIONI, l obiettivo delle giornate di Biff era sbloccarci dalle nostre impostazioni consumistiche del telemark dove la piega, la conduzione e la velocità dominano e rientrano nella figura standard che si palesa nelle nostre menti quando pensiamo al tipico telemarker per arrivare ad interpretare il gesto come realmente dovrebbe essere, ossia libertà a 360 gradi. All inizio tutti eravamo parecchio titubanti.. poi lentamente siamo riusciti a sbloccare i nostri freni e le nostre costrizioni mentali per aprirci a nuove sensazioni e per acquisire la libertà del gesto fino in fondo. Un linguaggio nuovo per il nostro corpo, dai neofiti (come la sottoscritta) agli esperti, dagli italiani agli spagnoli, dai freestyler alle guide alpine. Siamo tornati tutti a casa con un nuovo bagaglio di sensazioni e con una nuova visione di quello che è e dovrebbe essere il nostro approccio al telemark. Sicuramente più umili nelle nostre convinzioni ed al tempo stesso più sicuri dei nostri mezzi. Il tutto è stato condito poi con uno stimolo aggiuntivo per le nostre giornate da Telly nell andare fino in fondo alla ricerca e nella scoperta delle sensazioni. Tra una curva e l altra e qualche esercizio, abbiamo avuto anche l opportunità di conoscere di più la sua personale esperienza. Per descrivere il personaggio ci basta riportare la sua risposta alla mia domanda: Biff cosa fai nella vita?. Biff: Scio 360 giorni l anno? Ed i restanti faccio surf, giusto per curare l abbronzatura. Io: Si ok, ma di cosa vivi?. Biff: Io?? Vivo di emozioni! Sono fortunato perché le mie emozioni mi danno da mangiare, sfamano allo stesso momento la mia sete di vivere e la mia famiglia. Segui sempre le tue sensazioni e le tue emozioni Valentina, perché prima o poi si trasformeranno in ragione di vita. Ma non farle diventare abitudini, mantienile sempre sul filo del rasoio e vivile tutti i giorni per quanto tempo basta prima di annoiarti. Cosa avrei potuto rispondere a questa brevissima descrizione della vita che chiunque di noi sogna? Sicuramente avrei voluto chiedergli come bilanciare il vivere le mie passioni al 100 per 100 senza abusarne ed arrivare a trasformarle in noiosa quotidianità. Ma sono quasi certa che lui mi avrebbe risposto con tutta la tranquillità che solo i suoi profondi occhi sanno trasmettere: Valentina, quando ti stufi e ti annoi, vuol dire che quella non è più la tua emozione e la tua dimensione, ed allora cambia, vivine e godine altre che ti permettano di essere entusiasta e serena ogni volta che suona la sveglia la stessa cosa vale per la tua esperienza da telemarker, ci sono decine di modi per fare la stessa cosa (la sciata a telemark) e viverla diversamente, provando sensazioni ed emozioni totalmente nuove ogni volta che diventa un abitudine. Insomma lo strano New Yorkese ha trasformato per la maggior parte di noi il telemark dal mero gesto atletico ad una nuova dimensione di sensazioni ed emozioni profonde regalandoci lezioni di vita interessanti dal primo all ultimo giorno. E poi? E poi è ripartito per la sua passeggiata serale in solitudine, come ogni sera. Grazie Biff, ti ringraziamo per il contributo che hai dato alla nostra Telly family, come la chiami tu, e per averci insegnato a SENTIRE, non solo con le orecchie e con i piedi, ma con la nostra interiorità.

10 10 WILD WHITE WINTER ITW Alessandro Beber Guida Alpina di Alessia Monticone A Alcune domande alla mente del progetto WILD WHITE WINTER. Vi invitiamo a curiosare su wild-white-winter: vi si aprirà una pagina ricca in contenuti foto e video, corredata da schede tecniche su alcuni percorsi di sci alpinismo, ciaspole ed arrampicata su ghiacchio ideati e immortalati da Alessandro Beber. Wild White Winter, un nome accattivante per un idea accattivante, quali sono gli obiettivi principali del progetto? L obiettivo del progetto è senza dubbio presentare anche ad un pubblico non specializzato le numerose attività outdoor che si possono svolgere in montagna d inverno. In particolare fornire una prospettiva su cosa sia lo sci fuori pista, l arrampicata su ghiaccio, il telemark, l escursionismo con le ciaspole spiegato per immagini attraverso dei brevi video documentari, per far entrare un po nello spirito di queste attività. Gli itinerari in ciaspole, in cosa differiscono da quelli che si possono fare con le pelli? Solo per quello che ci si mette ai piedi o anche tecnicamente c è differenza? Oltre una certa pendenza o con neve ghiacciata, le ciaspole possono diventare pericolose e sono sconsigliate in tutte le gite con lunghi traversi o tratti esposti. Per il resto sono un ottimo mezzo per esplorare la montagna innevata, soprattutto nei boschi e nelle zone ad altipiano. Questo progetto ha anche un risvolto pratico vero? Ci sono delle informazioni che si possono gratuitamente scaricare dal sito. Sì, le schede tecniche contengono la tracciatura GPS cosicché chi > Freeride

11 lo desidera può ripercorrere le escursioni che proponiamo sapendo dove andare. A proposito, che GPS usi? Ricordiamo il tuo CV annovera niente meno che una laurea in Geografia! Garmin Montana 600. Senza dubbio è molto utile questa parte del sito perché dopo aver portato pillole di realtà nel web, permette di tornare dal virtuale al reale avendo in mano informazioni documentate. Ognuno degli itinerari proposti per le tre categorie (sci alpinismo, ghiaccio, ciaspole) ha una descrizione, una mappa interattiva, un area Media foto/video, un area download con stampa itinerario, Google Earth, e GPS track scaricabili. L esperienza DoloMitiche e il Wild White Winter hanno una relazione? Sì, visto il buon riscontro ottenuto da DoloMitiche, Trentino Marketing mi ha proposto di creare qualcosa anche per l inverno, anche se il settore invernale è meno storicizzato rispetto all alpinismo su roccia. La neve ha meno storia, nel senso che la montagna invernale fino a cinquant anni fa è stata dominio di pochi, se non pochissimi, invece l alpinismo in Dolomiti ha tutta una storia alle spalle, vecchia di quasi due secoli. Infine il target del progetto Wild White Winter è più turistico, mirato a chi vuole scoprire il paesaggio trentino in veste invernale, facendo conoscere i posti più belli e le diverse attività possibili. Ma Wild White Winter ha in serbo ancora qualcosa, non è vero? Beh, sì. L idea sarebbe quella di andare a coinvolgere persone di riferimento per i vari ambiti, come Paolino Tassi e Giorgio Daidola per il Telemark, o Tone Valeruz per lo sci ripido. Invece per le ciaspole o l arrampicata su ghiaccio non ci sono ancora riferimenti perché sono attività cresciute solo negli ultimi anni. Con quale criterio avete lavorato per produrre tutta la documentazione che presenti sul sito www. visittrentino.it? Abbiamo svolto un lavoro in sovrapposizione: diamo una panoramica sull attività e cerchiamo di spaziare in tutti i massicci del Trentino, con una occhio di riguardo alle destinazione meno conosciute. Che mezzi utilizzi per i video? Una videocamera HD professionale

12 12 e un paio di GOPRO. Il montaggio invece lo delego ad altri professionisti. Io programmo l escursione, delineo la storia, faccio le riprese e le foto durante le uscite, scrivo l articolo ed elaboro i tracciati GPS. Poi bisogna tener presente che di mestiere faccio la guida alpina e non il cameraman: le riprese non hanno l ambizione di essere dei filmati impeccabili però hanno il pregio di andare a svelare alcuni ambienti difficilmente documentabili con mezzi più massicci. Come tutti i progetti anche Wild White Winter ha avuto il suo periodo di incubazione, giusto?le uscite sul portale di Visit Trentino e su MountainBlog sono iniziate il 20 gennaio 2012 e questo inverno 2013 finalmente sta portando immagini. Sì, WWW è partito l anno scorso, ma l abbiamo tenuto in stand-by, visto che mancava la neve! Per fortuna questa stagione è partita meglio. A parte la prima giornata di primavera all Epifania......Già! Che diffusione ha il progetto? Principalmente attraverso la Bacheca di poi attraverso la condivisione dei filmati dal mio profilo di Facebook, le uscite su MountainBlog. Dai, ti diamo una mano anche attraverso la TelemarkMag! Beh grazie...grandi! Ma c è una cosa che non ho capito, queste uscite del WWW le fai con dei clienti? No, sono uscite con amici perché hanno solo fine divulgativo, ma soprattutto per le tempistiche di programmazione molto strette ed il livello di esperienza richiesto. Se fai reportage non puoi fare anche la guida, è una questione di sicurezza. WILD WHITE Winter, quali sviluppi? L intenzione è quella di approfondire: nei primi video si vede solo qualcuno che scia a telemark, nei video successivi vorrei raccontare un po più a fondo le varie discipline, la loro storia, come si diceva prima, magari utilizzando interviste a persone di riferimento nel panorama della montagna. WWW per sua natura è meno omogeneo di DoloMitiche e non è ancora trasponibile in una versione cartacea, è una specie di libretto virtuale. Dolomitiche ha avuto tempi di sviluppo e decantazione, da WWW vedremo cosa viene fuori. È un progetto ibrido. Mentre per DoloMitiche? Per ora tutto il materiale raccolto è consultabile sul portale di Trentino Marketing (www.visittrentino.

13 13 L attrezzatura di Ale TELEMARK K2 SideShow con NTN Freedom GHIACCIO Piccozze Petzl Nomic Ramponi Petzl Dart Sci alpino K2 Hardside e scialpinismo k2 Wayback it/dolomitiche), ma sto lavorando ad un libro cartaceo ed ad un film riassuntivo. Grazie mille Alessandro! ed in bocca al lupo per gli sviluppi di questo progetto nonché dei prossimi! E il giorno che incontri Toni Valeruz e gli altri Big di cui abbiamo parlato, mi raccomando, ricordati di darmi un colpo di telefono! CONSIGLI DI ALE PER PER LE 3 DECLINAZIONI WILD WHITE WINTER: TELEMARK Visto che in questo numero esce anche un articolo di Giuliano Pederiva sul tema NTN o 75mm, tu che cosa usi? Cosa ritieni più comodo nelle vie alpinistiche lunghe? Uso NTN Freedom, non conosco il 75 mm. Ma soprattutto, quando sei fuori con dei clienti esci in Telemark o con l attrezzatura da sci alpino? Con entrambi, dipende dalla gita e dai clienti. GHIACCIO Confesso, non ho mai arrampicato su ghiaccio, quindi ti chiederei di dare una risposta ad una bella domanda che immagini. E così pericoloso come sembra? No, ma rispetto alla roccia bisogna prestare molta attenzione alle condizioni delle cascate (temperatura, esposizione, etc.), accettando di rinunciare quando necessario. CIASPOLE In questi anni sono andate alla grande come risposta per chi non scia e non se la sente di imparare, ma ha voglia di godere delle vacanze in montagna. Per esempio vediamo ovunque super successi delle ciaspolate anche notturne, tu cosa ne pensi? E uno strumento con dei limiti (ad esempio rispetto agli sci), ma sono comunque una buona soluzione per fare dell escursionismo invernale e far scoprire alla gente il volto della montagna innevata, così diverso da quello estivo.

14 14 Telemark nel Park di Daniele Girardi N Nuovo numero del mag e nuova sezione freestyle per i telemarker che si approcciano al park. Negli scorsi numeri abbiamo visto le regole e le strutture che possiamo trovare nei park.oltre a kicker di varie forme e geometrie, box o rail anch essi di varie difficoltà e fattura, possiamo trovare l HALFPIPE. Attualmente gli unici resort però che investono nel costruire e mantenere questa struttura in Italia sono Monte Bondone, Obereggen e Livigno. La costruzione e manutenzione di un halfpipe, dall inglese mezzo tubo, richiede sia una grande quantità di neve che una puntuale manutenzione con uno speciale macchinario agganciato al gatto delle nevi chiamato Dragon. I resort che decidono di fornire ai propri rider un halfpipe spesso puntano a costrure lo scheletro della struttura con movimenti in terra così da poter avere un minor investimento di neve. La struttura è formata dai due muri laterali wall, i quali sono formati dalla transizione e dal vert, la parte finale quasi in verticale ( corrispondente al take-off dei kicker). I due wall sono distanziati da una parte in piano,il flat. I wall, terminano in superficie con una parte piana chiamata coping,utilizzato dai rider per risalire tra una run e l altra, durante le competizioni. I rider droppano (entrano nell halfpipe) da uno dei coping prendendo così velocità per uscire dal vert del wall opposto ed effetuare i trick. Il wall risulterà quindi sia come rampa di stacco che di atterraggio e proprio questa particolarità rende il pipe una delle strutture piu tecniche in cui girare. Esiste anche un altra struttura molto simile al pipe chiamata QUAR- TER. Il nome deriva dal fatto che è un quarto dell halfpipe quindi si presenterà con una in-run, transizione e vert che fungono sempre da stacco ed atterraggio. Questa struttura stà sempre piu scomparendo poiché non permette facilmente di > Freestyle collegarla in una linea e necessita di un consistente investimento di neve. Il quarter lascia spazio a volte a strutture definite come SPINA, formate da un kicker con una transizione molto accenduata e take-off che si avvicina al vert di un quarter ma permette di avere una parabola di air time (volo) distribuita in lungo. La particolarità è data dai landing che sono posizionati non consecutivamente al kicker, ma in laterale..quasi come una piramide egiziana. Come preannunciato lo scorso numero è importante sapere le parti pericolose in cui non bisogna sostare o è bene liberare il prima possibile in caso di caduta.

15 15 Gasate e girate rispettando i rider ed i comportamenti...sempre con CASCO e PARASCHIENA! Buone pieghe e gaso a tutti. Il park è costruito in linee, i rider dovrebbero affrontare tutta la linea dalla prima all ultima struttura. A volte però una caduta o la volontà di allenarsi solo su determinate strutture possono spezzare la run per cui bisogna trovare un luogo in cui rimanere in sicurezza, riposarsi o resettarsi dopo una caduta. Questi punti del park possono essere utilizzati anche per guardare gli amici o fare foto e video. Le parti che devono assolutamente rimanere libere sono l in-run ed il landing come la transizione dei kicker e tutta la parte centrale del pipe. Anche la parte del coping piu vicina al vert nell halfpipe deve essere libera. Nei box e rail le parti laterali alla struttura devono restare libere poiché nell errore sono le uniche vie di fuga possibili che un rider può utilizzare. Quando ci si vuole fermare quindi bisogna sempre lasciare libere le linee di atterraggio delle strutture per permettere agli altri di continuare la run, mettendosi ai lati del table o del flat della struttura che non si vuole affrontare. Rientrare nella linea dopo uno stop rimane sempre una situazione in cui bisogna prestare molta attenzione. La precedenza l ha sempre il rider che stà affrontando la linea in sequenza quindi bisogna partire sempre dopo il suo transito cercando di capire se c è lo spazio di inserirsi senza disturbare la run del rider successivo. Concentrarsi sull allenamento di un unica struttura è una pratica tipica nelle aree jibbing, i rider risalgono quindi a piedi per riaffrontare un box o un rail più e più volte. La risalita dev essere però sempre effettuata al di fuori delle linee e cercando di rimanere il più possibile visibili. Dopo aver visto i comportamenti da tenere e le strutture nei prossimi numeri vedremo di dare un nome ai trick ed alle terminologie legate ad essi. Gasate e girate rispettando i rider ed i comportamenti...sempre con CASCO e PARASCHIENA! Buone pieghe e gaso a tutti.

16 16 Il Telemark nelle attività del C.A.I. di Mariano Valcanover A A causa della passione per questo sport, nostro malgrado, ci ritroviamo spesso impegnati a promuovere la pratica del Telemark insieme ai Telemark club, alle associazioni, alle stazioni turistiche o ai singoli telemarker o maestri di sci ma spesso dimentichiamo che uno dei motori di forza di questa diffusione è il Club Alpino Italiano con le numerose Sezioni di Sci, Sci Alpinismo, Fondo Escursionismo e Telemark, presenti su quasi tutto il territorio Italiano. Molte sono impegnate nell organizzazione di escursioni e alcune di queste promuovono corsi specifici per avvicinare i praticanti la montagna, allo sci escursionismo ed al Telemark. Ospitiamo in questa rubrica, le attività delle varie Sezioni con i link dei singoli programmi, convinti che le sinergie possano essere un elemento importante di crescita e di soddisfazione in modo particolare per tutti quelli che si avvicinano a questa nuova esperienza. Il circuito Italiano per la promozione di questa pratica copre, con oltre 30 eventi, 9 Regioni, ove è possibile provare tutte le attrezzature e apprendere anche la tecnica con i Maestri specializzati che TSE coinvolge durante tutti gli eventi. Una attenta programmazione delle attività consentirà di sfruttare fattivamente ogni singola opportunità. VI SEGNALIAMO: Sciare slow in montagna Nuovo corso di sci escursinismo Telemark del CAI UGET Sez.Torino 3 febbraio 7 aprile 2013 Vieni con noi a SCOPRIRE la montagna INNEVATA in LIBERTA XI CORSO DI SCIESCURSIONISMO E TELEMARK - CAI Pisa Gennaio - Febbraio 2013

17 17 Si scia, si noleggia e si impara il telemark a: Folgaria I I 74 km di piste del Carosello di Folgaria, un vastissimo manto nevoso esteso tra un pendio e l altro, offrono l emozione di una crociera con gli sci ai piedi, tra paesaggi sempre nuovi e piste perfette Un mare di piste accoglie gli sciatori a Folgarìa, fra ondate di neve fresca e divertimento, e una grande varietà di paesaggi. Il Carosello della località trentina 100 chilometri entrati di diritto fra i migliori delle Alpi europee, secondo la rivista tedesca SkiGuide ha caratteristiche uniche, esaltate dal recente ampliamento delle strutture: la nuova area sciabile dotata di quattro nuovi impianti di risalita ad agganciamento automatico nel tratto Fondo Piccolo-Alpe Coe / Folgaria - Costa d Agra Val delle Lanze (denominata Pioverna Ronde), in grado in un colpo solo di innalzare la quota massima raggiungibile con gli sci e di collegare gli impianti al versante veneto. Le piste sono distribuite su un vasto territorio e si sviluppano come fossero alti cavalloni marini e le montagne l oceano aperto. Insomma, un po come accade nel corso di una crociera, ad ogni approdo c è una nuova prospettiva, ad ogni partenza corrisponde una nuova avventura. Giunti sul Pioverna Ronde, poi, è possibile spaziare con lo sguardo a 360 gradi sulle catene montuose circostanti, abbracciando in uno solo, lungo colpo d occhio Pale di San Martino, Pasubio, Marmolada,Adamello, Cevedale, Ortles, Gruppo di Brenta, Piccole Dolomiti Venete e Catinaccio. La skiarea è a misura di bambino con piste adatte anche per baby sciatori, asili sulla neve e spazi giochi per bambini sotto i tre anni, family hotels, parchi divertimento e scuole sci specializzate per bambini. Slow Ski? Naturalmente sì. Anzi, Natura l mente sci a Folgaria. Il brand di FolgarìaSki è molto più di una proposta per vivere la neve a velocità ridotta. È un invito a lasciarsi avvolgere dall abbraccio delle Alpi di Folgaria (TN), Da domenica 10 a domenica 17 febbraio 2013 FolgarìaSki trasforma la località trentina in un paradiso del divertimento, avverando i sogni di grandi e piccini nel corso della prima edizione della Settimana di Manny. La mascotte del Carosello alpino, capace di conquistare tutti sin DOVE SI NOLEGGIA IL TELEMARK punto sport loc fondo grande Tel DOVE SI INSEGNA IL TELEMARK Scuola italiana sci folgaria Tel Scuola sci scie di passione Tel Scuola sci costa 2000 Tel dalla sua apparizione, è la protagonista assoluta delle numerose attività che si terranno per le vie della cittadina Folgaria è anche la sede invernale di Scie di Passione, l ambizioso progetto che vuole dare la possibilità a tutti, senza distinzioni psico-fisico-motorie, di vivere la montagna e praticare gli sport di scivolamento. Si tratta di una emanazione della Snowsports Academy di San Marino in collaborazione con Tommaso Balasso, guida di Gianmaria Dal Maistro, medaglia d oro delle Paralimpiadi di Torino Scie di Passione ha collocato il proprio team di lavoro, costantemente supervisionato da un Comitato Scientifico, a Alpe Coe / Folgaria (sede anche del rinomato centro fondo), uno dei luoghi più suggestivi della Ski Area. Tutti potranno sbizzarrirsi.

18 C M Y CM MY CY CMY K

19 19 Si scia, si noleggia e si impara il telemark a: Bardonecchia di Valentina Bonfanti B Bardonecchia, il cuore dell Alta Val di Susa a soli 90 Km dalla città di Torino, è una cittadina di montagna, che unisce lo charme di un piccolo villaggio di montagna con la modernità più tipica delle città. A partire dai primi del Novecento Bardonecchia divenne meta privilegiata non solo nel periodo estivo ma anche nel periodo invernale, iniziando uno sviluppo turistico che l ha resa oggi una delle più apprezzate mete dell intero arco alpino. Scelta come sede per le gare di Snowboard delle Olimpiadi 2006, Bardonecchia è in inverno un vero paradiso dello sci e dello snowboard, punto di riferimento per la scena freestyle italiana. La ski area dispone di 23 impianti di risalita distribuiti nei 3 comprensori di Colomion, Melezet e Jafferau. I comprensori del Colomion-Les Arnauds e del Melezet sono caratterizzati da piste ampie e tracciate in prevalenza nel bosco, dove una fitta ed artistica ragnatela di percorsi, partendo dal centro del paese, poco più di 1330 m s.l.m., raggiunge i vasti plateau del Vallon Cros a 2400 metri di quota. A soli 5 minuti dal centro del paese, grazie alla navetta gratuita, potrete raggiungere il comprensorio dello Foto: Matteo Carosso DOVE SI NOLEGGIA e impara IL TELEMARK: blogspot.it Jafferau che raggiunge la punta massima di 2800 metri d altezza. Qui potrete sciare prevalentemente fuoribosco, in ambiente d alta quota, con una vista ineguagliabile sulle montagne circostanti e infinite possibilità di itinerari fuoripista primaverili. Contribuiranno a rendere indimenticabile il vostro imbiancato soggiorno in Alta Val Susa le innumerevoli attrazioni che la località vi mette a disposizione dai ristoranti tipici, enoteche, birrerie, passando per le cene in quota, arrivando a discoteche e quant altro possa essere oggetto di svago di una delle perle dell arco alpino. Bardonecchia ospiterà il Gennaio FreeMind, evento Telemark Snow Events, dove avrete la possibilità di scoprire questa disciplina provando i materiali in modo gratuito sotto l assistenza di esperti del settore.

20 20 Si scia, si noleggia e si impara il telemark a: Bormio Valdidentro DOVE SI NOLEGGIA IL TELEMARK RENT&GO - ZINNERMANN SPORTING Via Plan 21h LIVIGNO Tel: A La Valdidentro è il territorio comunale più ampio di tutta la provincia di Sondrio, composto da una valle dorsale che va da Bormio a Livigno su cui si inseriscono numerose valli laterali di inestimabile bellezza tra cui la Val Lia, la Val Viola e la valle di S.Giacomo.Ben nove sorgenti di acqua termale colmano le vasche degli stabilimenti Bagni di Bormio e Bormio terme. In primavera ed estate boschi e pascoli sorprendono con meravigliosi punti panoramici, uno di questi permette di ammirare il favoloso ghiacciaio della Cima Piazzi che domina con la sua maestosità la ski area sottostante. In inverno le piste della Valdidentro sono adatte a chi ama sciare tranquillamente, godendosi un suggestivo panorama alpino. Si trovano nel comprensorio sciistico del San Colombano, ben esposto al sole e collegato alla Valdisotto. I chilometri di pista sono 30 in tutto, quasi tutti serviti da impianto di innevamento programmato. Di interesse la pista rossa Doss Alt, lunga circa 3.5 km. Tra le piste facili segnaliamo la Fochino ed il Campo Scuola all arrivo della seggiovia in località Pian della Mota, a metri di quota. Particolarmente divertenti sono il Masucco, la Palancana, la Cunalta e la nuova pista Dei Cembri; impegnativa la pista nera Della Motta. Gli sciatori possono scegliere tra lo ski pass dell intera Ski Area Alta Valtellina, quello del solo comprensorio San Colombano oppure la tessera valevole nelle stazioni di Bormio e San Colombano (Oga e Valdidentro). Inoltre nella zona Pone, S. Colombano i pendii e le quote si prestano ottimamente per la pratica del free ride e lo sci escursionistico,vi sono inoltre numerosi percorsi per le ciaspole totalmente immersi in una natura incontaminata. Altra eccellenza della Valdidentro sta nel centro del fondo di cui la famosa pista Viola è già stata in passato teatro di competizioni di rilievo internazionale e nazionale. L offerta della Valdidentro dispone di ottima accoglienza in alberghi a conduzione familiare che garantiscono un servizio accurato. Bormio, sita a metri sul livello del Mountain & Running Srl Via Roma Bormio Tel Promoter TSE: Giuseppe Lillini DOVE SI INSEGNA IL TELEMARK La scuola sci nazionale di Bormio e la scuola sci Valdidentro. Referente: GIUSEPPE LILLINI Tel Referente Telemark Friends Alta Valtellina New Era: Gianpiero Cantoni Inverno.aspx ALTA VALTELLIINA TELEMARK FRIENDS Bormio Valdidentro gennaio giov 24 NIGHT DREAM sciata notturna e BEWHITE PARTY evento EN GENOGL test materiali sciate accompagnate/telemark imprinting escursioni con guide lezioni con maestro Telemark Friends Alta Valtellina New Era

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE

SCIARE AL CORNO ALLE SCALE SCIARE AL CORNO ALLE SCALE IL CORNO ALLE SCALE SPORT INVERNALI PER TUTTI E A TUTTI I LIVELLI, CALDA OSPITALITÀ E PIACEVOLI MOMENTI DI SVAGO E DI RELAX: È CIÒ CHE OFFRE IL CORNO ALLE SCALE, LA STAZIONE

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni

Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Passeggiate con le racchette da neve a Merano e dintorni Area sciistica Merano 2000 Malga di Verano Dal parcheggio nr. 5 di Avelengo si procede verso il municipio per poi prendere il sentiero 2/a che porta

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo

Le problematiche del turismo: uno sguardo interdisciplinare. Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Roberto Furlani WWF Italia Ufficio Turismo Secondo l Organizzazione Mondiale per il Turismo, le Alpi accolgono ogni anno il 12% circa del turismo mondiale. Parallelamente le Alpi rappresentano anche uno

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Guida agli impianti e piste da sci

Guida agli impianti e piste da sci San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi stagione 2008-2009 itinerari escursionistici manifestazioni strutture ricettive e ricreative impianti e piste da sci parco naturale Paneveggio Pale di San Martino

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE ::Lago di Carezza:: :: Caratteristiche: i primi 200 m dopo l'albergo Lärchenwald (Gummer - S. Valentino) sono piuttosto ripidi, quindi si prosegue su strada forestale con discreti saliscendi fino al Passo

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Gli eventi organizzati in provincia di Trento che hanno al loro centro una proposta enogastronomica sono, nell arco dell anno, numerosi.

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

I BOLLETTINI VALANGHE AINEVA e LA SCALA DI PERICOLO

I BOLLETTINI VALANGHE AINEVA e LA SCALA DI PERICOLO CENTRO NIVO METEOROLOGICO ARPA BORMIO I BOLLETTINI VALANGHE AINEVA e LA SCALA DI PERICOLO Corso 2 A- AINEVA Guide Alpine della Lombardia Bormio 25-29 gennaio 2010 A cura di Flavio Berbenni MARCATO FORTE

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige)

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Un roseto Il gazebo adiacente la casa sfrutta l estensione fra di un glicine centenario le nuvole e offre ombra e riparo nelle

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Una residenza al Belmont è un valore certo, da godere ogni giorno dell anno e per generazioni.

Una residenza al Belmont è un valore certo, da godere ogni giorno dell anno e per generazioni. Ad un passo dalle frenetiche città e aeroporti della Lombardia ci sono le indimenticabili montagne, laghi ed orizzonti del Parco Naturale delle Alpi Orobie. La perla delle Orobie è Foppolo, villaggio pulsante

Dettagli

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015

Ospitalità stagione sportiva 2014-2015 Ospitalità STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 BENVENUTI A SAN SIRO Il nuovo modo di vivere la partita Amala e colora un emozione di nero e d azzurro. Inter Corporate 2014-15 è l esclusivo programma di Corporate

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate.

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. VOLO incluso DA MILANO MALPENSA Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. a n t i l l e mar dei caraibi 2 0 1 3-1 4 Un arcipelago di isole di gioia e colore. Viaggia nel cuore delle Antille. Il ritmo

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo I corsi del C.A.S. in collaborazione con le Scuole Sci Monte Pora, Spiazzi, Vareno, 90 Foppolo e Alta Valle Brembana Stagione 2010-2011 Formula Località Giorno e Orario Livelli Età bus (*) White M. Pora

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015

INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015 INFORMAZIONI e REGISTRAZIONE al TrailTrophy Plan de Corones 2015 PROGRAMMA/INFORMAZIONI La prima del TrailTrophy a Plan de Corones: alla fine di luglio la comunità del TrailTrophy si ritrova una seconda

Dettagli

Questa lettera informativa è quindi dedicata a tutti gli imprenditori che vogliono aumentare le vendite della loro azienda.

Questa lettera informativa è quindi dedicata a tutti gli imprenditori che vogliono aumentare le vendite della loro azienda. [D q Una delle domande più frequenti è: Cosa può fare la mia azienda per generare più richieste, avere più clienti e aumentare le vendite? Quasi tutte le aziende, anche le più piccole, oggi investono in

Dettagli

Attravers Arna e Sentieri Aperti

Attravers Arna e Sentieri Aperti La XII^ Circoscrizione ARNA del Comune di Perugia, con le Associazioni del territorio, presenta: Attravers Arna e Sentieri Aperti Edizione 2009 Cinque camminate mattutine tra sapori, colori e suoni nella

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante : il regno del dragone tuonante di Paolo Castellani 12 Il Memorial Chorten a Thimphu Lo Dzong di Paro? Ma dov è? Questa è la risposta che ti puoi aspettare quando dici che andrai in Bhutan. Questo remoto

Dettagli

OGGETTO Proposta Spettacoli

OGGETTO Proposta Spettacoli O n a r t s d i Soc.Coop.Artemente Via Ronchi 12, Ca tania Fax 095.2935784 Mobile 320 0752460 www.onarts.net - info@onarts.net OGGETTO Proposta Spettacoli Con la presente siamo lieti di presentarvi le

Dettagli

Bollettini valanghe e altri prodotti

Bollettini valanghe e altri prodotti WSL Istituto per lo studio della neve e delle valanghe SLF WSL-Institut für Schnee- und Lawinenforschung SLF WSL Institut pour l'étude de la neige et des avalanches SLF WSL Institute for Snow and Avalanche

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

Maggior comfort e sicurezza in movimento. Sistemi di riscaldamento e di condizionamento per veicoli speciali, mini e midibus

Maggior comfort e sicurezza in movimento. Sistemi di riscaldamento e di condizionamento per veicoli speciali, mini e midibus Maggior comfort e sicurezza in movimento Sistemi di riscaldamento e di condizionamento per veicoli speciali, mini e midibus Comfort e sicurezza ti accompagnano in ogni situazione. Ecco cosa significa Feel

Dettagli

pasquale natuzzi Presidente e stilista Gruppo Natuzzi

pasquale natuzzi Presidente e stilista Gruppo Natuzzi DOLCE FAR NIENTE IN NATUZZI SOGNIAMO UN MONDO PIÙ CONFORTEVOLE. CHIAMATELA PASSIONE, MA È IL NOSTRO IMPEGNO PER DONARVI BENESSERE. PER NOI, UNA POLTRONA NON È UN SEMPLICE OGGETTO, ESSA HA UNA PRESENZA

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli