CARNI. RAP PAR CJARGNEL Dek ill Ceesa 2007 REDDARMY REC. & MUSICHE FURLANE FUARTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CARNI. RAP PAR CJARGNEL Dek ill Ceesa 2007 REDDARMY REC. & MUSICHE FURLANE FUARTE"

Transcript

1 /dekillceesa RAP PAR CJARGNEL Dek ill Ceesa 2007 REDDARMY REC. & MUSICHE FURLANE FUARTE DI SEGUITO TROVI TUTTI I TESTI IN LINGUA ITALIANA E FRIULANA DEL DISCO D ESORDIO DI DEK ILL CEESA, IL GIOVANE RAPPER DALLA CARNIA CHE HA DATO UNA NUOVA IMPRONTA ALLA MUSICA FRIULANA Produzione esecutiva di Musiche Furlane Fuarte e Reddarmy, contiene le produzioni di Reddka, Dee-J Deo, Kappah e le collaborazioni con Giordano, Mattia C, Doro & G.I.Joe. Un disco che ha ottenuto un notevole riscontro di critica e di pubblico e che ha portato Dek sui più importanti palchi delle manifestazioni della Regione, ottenendo in ordine il Premi Friul 2006, la vittoria di Carniacanta 2007 e il terzo posto al festival internazionale Liet Lavlut in Svezia con la canzone OZ Dream estratta sempre da questo disco. TRACKLIST 01. Il Biel (Intro) 02. K D Mont 03. Cavalot e Cisa 04. Une como jei 05. Scimia 06. Par la me int 07. Vilegjant 08. Pinsiirs 09. Sot la ploja ft. Giordano 10. Sarai lì ft. Doro Gjat & G.I.Joe 11. OZ Dream

2 01. IL BIEL (INTRO) - Il bello il bièl al è tacâ di abàs cussì i tachi di partiera i monti su pa scjala pas dopo pas il bièl al iessi come la ploia ma no como un scjas con chi rivi i duri un ora tu un minût scjars il bièl al'è iessi come i mas chei atris a son stuars ma sin nou chi no sin sans il bièl al'è no iessi fuars il bièl al'è golâ ma golâ simpri impîs come i gjas l'è bièl con ca ti spieghin cemût ca son lâs i fas no àn capît che la cusiensa no si lava come i plas il bièl l'è che il cervièl - l'è morbit come il das ma sal'è chel di un Cjargnèl prova rompilu cui clas il bièl al'è partî e no savei na chi tu vas e no paja la SAF par fasi un bièl viac il bièl l'è che soi vîf e la mê lenga no tas e se no tu lu savevis cumò tu ti ses 'nacuart il bello è cominciare dal basso cosi comincio da per terra e salgo sulla scala passo dopo passo il bello è essere come la pioggia non come un temporale quando scendo duro un'ora e tu un minuto scarso il bello è essere come i matti gli altri sono storti ma siamo noi a non essere sani il bello è non essere forti il bello è cadere ma cadere sempre in piedi come i gatti è bello quando ti spiegano come sono andati fatti non hanno capito che la coscienza non si lava come i piatti il bello è che il cervello è morbido come il das ma se è quello di un Carnico, prova a romperlo a sassate il bello è partire e non sapere dove vai e non pagare la SAF, per farsi un bel viaggio il bello è che sono vivo e la mia lingua non tace e se non lo sapevi adesso te ne sei accorto

3 02. K D Mont - Quelli dai monti Chei di mont rapresentin fin ca ven gnòt si tu vùs scoltami ben senò a no mi fòt cîr di stami daûr bocjia se i tu ses bòn ma io i soi sigûr che i tu scjiampis come un visòn Con cal riva Dek Ill Ceesa par te a è ora di sparì ma con chi tu mi jodis tu l'às già a misdì cumò ti conti la mê storia no sta dimi ca è inventada senò tu podis cjapati su e tornâ a cjasa dala sera a la matina i ài tal cjâf nomo sisila insiema ai miei amîs i fumi nomo roba buina l'è dibànt che tô mâri a ti disi di stâ atent se dopo al riva Ill Ceesa e ti puarta il funk l'è dibànt che to mâri a ti disi di lâ plan sa ti sorpassa encje Vasco cul Ape dal sò pan simpri via simpri a spàs simpri cul cavalòt bass i fasi simpri il mat cui miei amîs 4 gjàs simpri via simpri cjòk simpri atòr fin nera gnòt i tegni bòt cul prodòt come Tony cul Merlòt si tu mi jòdis atòr cula mê Vespa non'd'è dùbis no io i stòi lant a una fiesta si tu às voja di vegni cun me a bevi un taj miôr chi tu vegnis cumò o no sta vegni mai lassimi in pâs con chi soi cui miei amîs e no sta meti simpri il nâs chi i sin tal gno paîs con chi voi atòr i iodi fricia di ogni banda il gno mistîr al'è il gno hobby io soi plen di pelanda chest al'è il gnò regno e chi atòr son las mês mons cui miei amîs cuatri gjas i vulin lâ fin in fòns Quelli della montagna rappresentano fino alla notte se vuoi ascoltarmi, bene, altrimenti non me ne fotte cerca di starmi dietro, piccolo, se ne sei capace ma io sono sicuro che scappi come un visone quando arriva Dek ill Ceesa per te è ora di sparire ma quando tu mi vedi ce l'hai già dritto ti racconto la mia vita tu non dirmi che è inventata seno puoi girare i tacchi e tornartene a casa dalla sera alla mattina ho in testa solo la passera e insieme ai miei amici fumo solo cose buone è inutile che tua mamma ti dica di stare attento se dopo arriva ill Ceesa, e ti porta il funk è inutile che la mamma ti dica di andare piano se ti sorpassa anche vasco, con l'ape con cui porta il pane sempre via, sempre a spasso, sempre col cavallo basso io faccio sempre il matto coi miei amici quattro gatti sempre via sempre sbronzo sempre in giro fino a notte fonda tengo botta con l'alcool come Tony col Merlot se mi incontri, in giro con la mia Vespa non ci sono dubbi io sto andando a una festa se vuoi venire con me a bere un bicchiere meglio che ci vieni adesso, o non venirci mai lasciami in pace, quando sto coi miei amici e non mettere sempre il naso, qui siamo a casa mia quando vado in giro vedo fighe da ogni parte il mio lavoro è anche il mio hobby, sono pieno di gnocche questo è il mio regno, qui in giro ci sono le mie montagne insieme ai miei amici 4 gatti vogliamo andare fino in fondo

4 03. Cavalot e Cisa - Pantaloni e siepe Di con chi soi nassut i ài il cavalòt sbassât me nôna è spaventada pal bon nòn dal parintât me mâri à ben provât a fami resonâ ma nonostante ducj chescj agns no à incjmò rivât l'unica roba che i miei a àn legalizzât è la pucia di vinacia con ca nàsin il gnò flât e che unica volta chi mi soi vistit normâl ducj a mi àn domandât cemût chi mi eri malât il prin in tal paîs a metisi i bregons cussì al veva di iessi qualchidun ma parcè propit gnò fì sa è vera cal è scrit chi vin di iessi ducj compagns metinsi ducj il pangìt come i frus di quatri agns ducj a mi cognossin cula chila simpri a bas encje as superiors a mi clamavin brigonàs cula maja slavrada e i bregons come un zagagna ioi ce gioventût brusada, no brusada a è tò agna Cun chel cavalòt e cîsa dipo fantàt tira su chel cavalòt Cun chel cavalòt e cîsa senò i cjiapi la manaria e ti pesti dut sul ciòc Cun chel cavalòt e cîsa a ditilu dal dut cun chel cjâf i tu ses brut Cun chel cavalòt e cîsa lassa che i disi a tò pari ca ti tosi come un ròc Da quando sono nato ho i pantaloni bassi mia nonna è spaventata per il buon nome della famiglia mia madre ci ha provato, a farmi ragionare ma nonostante tutti questi anni non ci è ancora riuscita l'unica cosa che i miei hanno legalizzato è la puzza d'alcool quando annusano il mio alito e l'unica volta che mi sono vestito normale tutti mi hanno chiesto, se mi ero ammalato "il primo al mio paese a mettersi i pantaloni così doveva essere qualcuno, ma perchè proprio mio figlio??" se e vero che sta scritto che dobbiamo essere tutti uguali mettiamoci tutti i pannolino come i bambini di 4 anni tutti mi conoscono col cavallo sempre basso anche a scuola mi chiamavano "pantalonacci" con la maglia enorme e i pantaloni come uno zingaro che gioventù bruciata, no bruciata è tua zia Con quel cavallo basso e quei capelli ragazzo tira su i pantaloni Con quel cavallo basso e quei capelli altrimenti prendo l'ascia e te li faccio a pezzi Con quel cavallo basso e quei capelli a dirtela tutta con quei capelli sei brutto Con quel cavallo basso e quei capelli lascia che lo dica a tuo padre che cosi ti rasa a zero Belplan l'è succedût parcè che io l'ài vulût che la cîsa mi è cressuda a un livel mai iodût me mâri no si rassegna, gnò pâri ce pretêsa àn ducj la fuarfia in man vulin tosâmi la cîsa cjala chei cjavei, ti rivin fin sui voi una sera i vegni intant chi tu duarmis e ti iu taj na vatu cun chel cjâf, no eisa ora di tajâ tròs an d'eisa come te ca van atòr cussì parâs?? iot alì ce stèrp, vutu fami resta sec? i ti ài iodut e in prin, i ài pensât cal fos un schers me nôna duta grisa, mi cjala e pò mi vîsa io no ti doi un franc si no tu tajs che cîsa!! pa strada chês vecjutas son dùtas un compliment parfin a mi domandin si fasi la permanent mi encje capitât, ca mi vetin domandât ma chei lì sono ducj tiei, no un pus iu ai comprâs X2 Pian piano è accaduto, perchè io l'ho voluto che la siepe mi è cresciuta a un livello mai visto mia madre non si rassegna, mio padre figurarsi hanno tutti una forbice in mano vogliono tagliarmela "guarda quei capelli, ti scendono fino agli occhi quanta gente c'è come te che vanno in giro in quel modo??" "guarda li che siepe, vuoi farmi rimanere secco?? appena ti ho visto ho pensato fosse uno scherzo!!" mia nonna coi capelli tutti grigi, mi guarda e mi avverte "io no ti do piu un soldo se non tagli quella siepe" per la strada le vecchiette mi fanno mille complimenti perfino mi chiedono se faccio la permanente mi è pure capitato, che mi abbiano chiesto "ma quelli sono tutti tuoi??", no un pò li ho comprati!!! X2

5 04. Une como jei - Una come lei L'unica rôba che i sai è che una como iêi no la cjatarai plui, no sai diti cemût mai se iêi si môf dùt il mont si môf cun iêi X2 Dùt al taca la buinora prest il gnò cjâf a la pensa encje si soi pognèt i la pensi tal sò jet è lì cuièta ca duàr e si insumìa di me lì cidìna tal cuièt a sà di jessi la plui buina dal puèst però iêi no si la tira par chèst ma sà che ogni òm la vularès par sè X2 L'unica rôba che i ài l'è il sò pinsîr di con chi ièvi a con chi voi a durmî no la pierdarài sigûr iêi è la lûs con che il mònt l'è plui scûr se la cjatarài i fermarai il mònt ca i stà corìnt daûr iò la strengiarài se iêi a vai iò la consolarài X2 Via pal dì voi a cjasa sô cjaminant pa strada i sinti già il sò odôr mi empla il nâs il plui bon dal mont si cognòs di lontàn cui ca l'à d'intòr viergi la puarta cencia fâ rumôr iêi mi saluda iò i sinti la sô vôs la mê vita à cjapât colôr di vuèi iò lu sai no sarai besôl X2 L'unica cosa che so è che una come lei più non troverò non so dirti perchè se lei si muove tutto il mio mondo si muove con lei X2 Tutto inizia la mattina presto la mia testa la pensa quando sono ancora sdraiato io la penso nel suo letto è li calma mentre dorme e sogna di me li silenziosa nel silenzio sa di essere la più bella del posto però lei non se la tira per questo ma sa che ogni uomo la vorrebbe tutta per sè L'unica cosa che ho è il suo pensiero da quando mi alzo a quando mi addormento non la perderò di sicuro lei è la luce quando il mio mondo si fa più scuro se la troverò io fermerò questo che le sta correndo dietro io la stringerò se lei piange io la consolerò Durante il giorno vado a casa sua camminando sulla strada sento già il suo odore mi riempie il naso è il più buono al mondo si riconosce da lontano chi lo porta addosso apro la sua porta senza far rumore e lei mi saluta, io sento la sua voce la mia vita ha ripreso colore da oggi io lo so non sarò più solo X2

6 05. Scimia - Scimmia io o o oi i ài una scimia tal cjâf io o o oi no mi lassa mai in pâs io o o oi i ài na scimia tal cjâf io o o oi a no è mai contenta fin con chi no soi disfat io o o oi i ài una scimia tal cjâf io o o oi no mi lassa mai in pâs io o o oi i ài na scimia tal cjâf io o o oi e se no tu mi crodevis cumò tu mi crodaras Di con ca mi sucèit a mi sucèit cussì i essi di cjasa e i torni dongja la dì dopo as cinc è la serada ca partis cul gno telefono cal vibra e sigûr con ca finiss al è il gno cjaf cal gira i monti in machina e i soi già content parcè che la me int a mi saluda e po mi passa un suplemènt doi tîrs di che cjartina ca brûsa encje Fu al cambia beat tant che il petardo si consuma ormai achì l'è un apuntament di ogni dì se la sera soi in coma è nomo par colpa dai spritz con che i jessi di cjasa e i voi iu in placia cui amîs i fasin duta una sagra encje si sin nomo in sîs i cjali l'orloi ma no mi fot dal timp par podeimi divertî a coventa cjarta tal tacuin con che i soi ator al'è un casin ca nol esist fai la sera cun me a buinora no tu stas impîs Un taj dopo un atri imagjnaisi vuatris il cont l'è cussi lunc che par leilu tocja sbassasi a partis un altri gir mi vosin di laiù in fons DEK BLANC O NERI?? basta cal seti bon copâri mi par che chi ti ven la flacja buta iu chel tai che usgnot si mangja cula tacia di cena butiglias di momo ca plein la schena se tu no tu mi crodis domandigji a cui cal era i smonti da machina cui voi ros come cul cloro usgnòt i soi tornat a cjasa a gjat come il Doro no sai cui cal'à dita ma l'à dita ben sigûr mai vêri vueit simpri vêri plen Ormai al'è cussì che i mi la giui ogni sera i voi tal jèt cui voi ros e la mûsa blancja come una cjandela scota fai su e dopo brûsa la papela tu leiti las istrusions io i ài imparât a scuela fradi no sta sbagliâti chì la rôba è seria i ài na scimia ca è pesanda e si rimpina su par la mê schena tant ca si rimpina mi sbrèga encje la cjamêsa si picja su pa mê cîsa e mi vôsa ta la vorêla MANDI! io o o oi ho una scimmia in testa io o o oi non mi lascia mai in pace io o o oi ho una scimmia in testa io o o oi e non è mai contenta finchè non sono disfatto io o o oi ho una scimmia in testa io o o oi non mi lascia mai in pace io o o oi ho una scimmia in testa io o o oi e se ancora non mi credevi adesso mi crederai Da quando mi succede succede così esco di casa e ci ritorno il giorno dopo alle cinque è la serata che parte col mio telefono che vibra e sicuramente quando finisce la mia testa gira salgo in macchina e sono già contento perchè la mia gente mi saluta e poi mi passa una porra due tiri dalla cartina che brucia anche Fu cambia beat mentre la canna si consuma ormai qui è un appuntamento quotidiano se la sera vado in coma è solo per colpa degli spritz quando esco di casa e scendo in piazza con gli amici facciamo sagra anche se siamo solo in sei io guardo l'orologio ma me ne fotto del tempo per divertirmi serve solo carta nel portafoglio quando sono in giro c'è un casino incredibile vieni a fare serata con me e la mattina non stai in piedi Un bicchiere dopo un altro, provate a immaginare lo scontrino è così lungo che devi chinarti per leggerlo parte un altro giro e mi urlano dal fondo Dek, bianco o nero?? basta che sia buono compare mi pare che sei un po fiappo secca quel prodotto che stasera mangiamo dal bicchiere a cena bottiglie d'alcool che piegano la tua schiena se ancora non mi credi chiedilo a chi c'era smonto dalla macchina con gli occhi rossi come con il cloro stasera sono tornato a casa a gatto come il Doro non so chi me l'ha detto ma mi ha detto bene mai bottiglia vuota sempre bottiglia piena ormai è così che me la gioco ogni sera vado a letto con gli occhi rossi e la faccia bianca come la cera grema, falla su e poi brucia la papela tu leggiti le istruzioni io ho imparato a scuola fratello non sbagliarti qui la situazione è seria ho una scimmia che è pesante e si arrampica sulla mia schiena mentre si arrampica mi strappa anche la camicia si appende sulla mia siepe e mi urla in un orecchio MANDI!

7 06. Par la me int - Per la mia gente Scarpa grosa cerviel fin chei chi son i cjargnei ma chei cjargnei no son i miei domandi ai tiei nou sin chei cula chila tai genoi che sal ven il fûc no rivin a cori iu mandaran a cjoli nou sin chei c'àn un voli tal miec dal cernêli ma la int no nus vûl crodi a disin ca nol coventa, pasiensa fasèit cencia no sarà la prima pierdita nou sin chei ca no san cemût ca era con ca nd'era miseria, altro che atòr ogni sera disin la vera i vin un visi e no una moda i nin atòr di gnòt e tornin dongja a buinora chesta è la storia dala me int che ca à memoria che di rôbas a nd'à iodudas na vôra che ca è nervôsa ma ca no vôsa e a lavora ca poca su dal paltan par rivâ simpri di sôra Par duta la me int, par chei ca mi àn capît chi la storia va indevant nou i riscjin di restâ a pît Par duta la me int e par dut il gno paîs si contin su pai deis chei ca son restas impîs Par duta la me int, par chei ca mi àn capît chi la storia va indevant ma nou no restarin a pît Par duta la me int e par dut il gno paîs l'àrbul al va frait sa va fraida la radîs Cuièt e serio io no mi fasi ilusiòns dai miei mi fasi capî come i bês dai parons nou i sin furlans no vin aria tai bregons, con chi si movin nou si môf duta la region, setu pront?? altro che rivolusion, i sin nassûs par chê e par chel no stin insom, sin int di mont che con ca vul il mont lu sposta, si con c'à voia di vei plui soreli in rosta nou sin chei ca nus dan simpri reson, si girin sodisfàs e la cjapin tai comedons a vulin bês e qualchi racomandasiòn, chi l'ostîr a l'è rivât al dîs ca è ora di fa i cons daimi qualchi solusion no si po lâ indevant, o chi tu ses un gjaul o ca ti fasin sant la int a no à capît parcè che i nin cussi plan parcè che i vin di sfuarciâ e si sfuarcia nomo pocant Scarpa grossa cervello fino, questi sono i Carnici ma quei Carnici non sono i miei, chiedilo ai tuoi noi siamo quelli col cavallo alle ginocchia che se c'è un incendio non riescono a correre li manderanno a recuperare noi siamo quelli che hanno un occhio in mezzo alla fronte ma la gente non ci vuol credere dicono che non serve, pazienza fatene senza non sarà la prima perdita noi siamo quelli che non sanno com'era quando c'era la miseria, altro che in giro tutte le sere diciamo la verità abbiamo un vizio che non è una moda andiamo in giro la notte e ritorniamo la mattina questa è la storia della mia gente che ha memoria e che di cose ne ha viste un sacco la gente che è nervosa, ma che non urla e lavora che spinge su dal fango per arrivare piu in su Per tutta la mia gente, per quelli che mi capiscono qua la storia va avanti e noi rischiamo di rimanere a piedi Per tutta la mia gente. e per tutto il mio paese si contano sulle dita quelli che son rimasti in piedi Per tutta la mia gente, per quelli che mi capiscono qua la storia va avanti, noi non resteremo a piedi Per tutta la mia gente. e per tutto il mio paese l'albero marcisce se marciscono le radici Calmo e serio, io non mi faccio illusioni dai miei mi faccio capire come i soldi dai padroni noi siamo friulani, non c'è aria nei pantaloni quando ci muoviamo noi si muove tutta la regione, sei pronto?? altro che rivoluzione, siamo nati per quella e per quello non stiamo in cima siamo gente di montagna, che quando vuole il mondo lo sposta. si quando vuole piu sole sull'argine siamo quelli che si sentono sempre dare ragione se ne vanno soddisfatti e la prendono nel culo ci vogliono soldi e qualche raccomandazione qui l'oste dice che è ora di fare i conti datemi qualche soluzione perchè cosi non si puo andare avanti o ti considerano diavolo o ti fanno santo la tua gente non ha capito perchè andiamo così piano perchè dobbiamo forzare la situazione e si forza solo spingendo

8 07. Vilegjant - Turista Vilegjànt io no l'ài cun te nomo parcè chi tu mi stàs sui cojons o parcè chi tu ses forèst io l'ài cun te parcè chi tu vegnis tu dopris tu sporcjs e tu ti lamentis di ce ca non d'è no ài voia di fa di duta l'erba un fas ma chi sigûr la situazion à alc ca no va chi al ven privilegiat cui cal riva e al sta nomo par trei cuatri o cinc dis in t'un an ti va ben di vei il lat fresc a buinora ma tu clamis i caramba se una vacja a ròna ti va ben di vei i ûs fresc a matina ma ti da fastidi il casin da las gjalìnas alora scrîf una letara al sindic e una al giornâl parcè che chi no si pò stâ l'è plui casin che in citât las vacjas no podaràn plui ronâ las gjalìnas no podaran clociâ se tu prin no tu ses rivât e cun calma no tu às pausât i ucei no podaran plui cjantâa i cristians no podaran respirâ se tu prin no tu ses rivât e cun calma no tu às parchegjât Turista, non ce l'ho con te solo perchè mi stai sulle palle o perchè vieni da fuori ce l'ho con te perchè tu vieni tu usi tu sporchi e ti lamenti di quel che non c'è non voglio fare di tutta l'erba un fascio ma sicuramente qui la situazione ha qualcosa che non va viene privilegiato chi arriva e sta qui solo per tre quattro o cinque giorni in un anno ti va bene avere il latte fresco al mattino ma poi chiami i carabinieri se una mucca muggisce ti va bene avere le uova fresche al mattino ma ti da fastidio il casino delle galline e allora scrivi una lettera al sindaco ed una al giornale perchè così non va bene c'è più casino che giù in città le mucche non potranno più muggire le galline non potranno più chiocciare prima che tu sia arrivato e con calma non ti sia rilassato e gli uccelli non potranno più cantare e gli uomini non potranno più respirare prima che tu sia arrivato e con calma tu non abbia parcheggiato

9 08. Sot la ploja - Sotto la pioggia Ti hai becada besòla su pa mê strada iàr sera a ploveva, ma si sa cencia ploja no è primavera i ti hai cjalada no tu mi parèvis vera prin di vuei no vevi mai iodût 'na rôba cusì biela scarpa cùl tac disegn infòns da schena un cûl cussì perfèt cal deviava las procesiòns di glèsia tu cjaminavis di corsa sòt la tô ombrena tant di corsa che la borsa ti è scjampada e ti colada partièra la buèra ca ti plèa l'ombrena la me man ca ti ten su tant che il tò pît a s'inciovèda io ti cjali ma cencia fâ scena tu tu ridis rossa in mûsa ma dopo tu tornis seria la portiera da tô machina si vierç io tal mieç ti domandi di impiami un sigarèt prima bocjada ---- perfèt setu sigùra dùt a puèst? plasei il gnò nòn l'è Dek (Giordano Gondolo) No questa pioggia non la scorderò perduto nei tuoi occhi io lo so questa pioggia non la scorderò mai mai mai Presentanti tu mi disis che il tò nòn a l'è Sara il nòn plui bièl dal mont se compagnât di una busada tant chi ti strengi i noti chi tu ses bagnada cussì ti domandi si tu às frèit, o voja di lâ a cjasa tu mi rispuindis che no, tu has voja di scjaldàti nin a bèvisi una roba i ti la offrisi iò l'è cussì chi sin ientrâs ta chel locâl si sin sentâs, e i vin fat buinora nomo par tabajâ il prin soreli al ieva t'un cîl net nus impensa ca sares ora par lâ tal jet è la sô lûs ca nùs scjalda fin dentri il pèt sum non d'è las cjampànas bàtin las sièt e la tô man che su par me si poja encje se il mont al gola basta che iò ti vèti dongjia vuèi par me è tacada duta un'atra storia cussì ti ài cognossùda una sera lì sot la ploja Ti ho incontrata da sola sulla mia strada ieri sera pioveva ma si sa senza pioggia non è primavera ti ho guardata non mi sembravi vera prima d'oggi non avevo mai visto una cosa così bella scarpa col tacco, tatuaggio sul fondoschiena un culo così perfetto che deviava le processioni in chiesa tu camminavi di corsa sotto il tuo ombrello così di corsa che la borsa ti è scappata è ti è caduta in terra il vento che ti piega l'ombrello la mia mano ti sostiene mentre il tuo piede inciampa io ti guardo senza scene e tu ridi arrossendo ma dopo torni seria la portiera della tua macchina si apre io in mezzo ti chiedo se hai da accendere primo tiro ---- perfetto sei sicura che va tutto bene? piacere il mio nome è Dek (Giordano Gondolo) No questa pioggia non la scorderò perduto nei tuoi occhi io lo so questa pioggia non la scorderò mai mai mai Presentandoti mi dici che il tuo nome è Sara il nome più bello al mondo se accompagnato da un bacio mentre ti stringo noto che sei tutta bagnata così ti chiedo se hai freddo o voglia di andartene a casa tu mi rispondi che no, hai voglia di scaldarti andiamo a berci una cosa te la offro io è così che siamo entrati nel locale ci siamo seduti e abbiamo fatto mattina solo parlando il primo sole sorge in un cielo limpido e ci ricorda che sarebbe ora di andarcene a letto e la sua luce che mi scalda il petto non ho sonno le campane battono le sette e la tua mano che si appoggia su di me anche se il mondo va in rovina mi basta averti accanto oggi per me è l'inizio di una nuova storia così ti ho conosciuta una sera sotto la pioggia

10 09. Pinsiirs - Pensieri La vita chi s'inflama come un furminànt e i miei pinsîrs son la rôba ca va plui plan chi dut al cjapa fûc e dopo al brûsa il fûc al art ma la lùsigna si studa io stoi cuiet tal gnò cjantòn la int a si barufa cirint di capî cemut cal gira il mont masa domandas ogniun al dîs la sô ma in fons nissun l'ha il libri culas soluzions i ai las cuffias tas vorêlas la musica mi ientra dentri e a gira libara ta las mês venas è la sera ca mi ispira, atòr pai marcjapis tant che la citât è cidina no impuarta qual cal'è il clima quaderno e pena i tachi un'altra strofa cun t'un'altra rima la gnòt a si cunsuma tra mons e cîl atu voia di sta cun me ti puarti tai miei pinsîrs Anin anin anin anin anin tai miei pinsîrs Dai ven cun me tai miei pinsîrs dai - ven cun me tai miei pinsîrs La vita si accende veloce come un fiammifero e i miei pensieri sono la cosa che va più piano qui tutto prende fuoco e poi brucia il fuoco arde ma le faville si spengono io sto calmo per i fatti miei mentre le persone litigano cercando di capire come gira sto mondo troppe domande ognuno ha la sua risposta ma in fondo nessuno ha un libro con le soluzioni ho le cuffie nelle orecchie e la musica mi entra dentro e gira libera nelle mie vene è la sera che mi ispira, in giro per i marciapiedi mentre la città tace non importa qual'è il clima fuori quaderno e penna inizio un'altra strofa con un altra rima la notte si consuma tra i monti e il cielo vuoi stare insieme a me ti porto dentro i miei pensieri andiamo andiamo andiamo andiamo andiamo dentro nei miei pensieri vieni con me nei miei pensieri dai - vieni con me nei miei pensieri Il soreli al jeva e dopo mi svèa daûr dal gnò barcon è la sô lûs ca mi incea un'altra biro si cunsuma la mê musica mi da di bevi par scombati la mê arsura Kappah cumò ti spiega la nestra pièl a è blancja ma l'anima è nera un altra suèla si cunsuma, atòr par chest asfalt cassa e rullant a son l'unica cura chi dut l'è stret ma iò i cambi misura a ches rôbas che senò si strèngin e a vadin in nuja no sta crodi a dut ce ca ti disin la cjarta à una so anima no si lassa scrivi son peraulas ca svualin tal gnò cjâf io las cjapi par las svuàlas, las stampi tal to cjâf son clâs par viergi ducj i tiei clostris prin a son pinsîrs e dopo scrìtas cul ingjostri BRIDGE Un pît dopo che l'altri la musica mi compagna pinsîrs pinsîrs pinsîrs pinsîrs Il sole nasce e mi sveglia da dietro la mia finestra la sua luce mi abbaglia un'altra biro si consuma e la mia musica mi disseta combattendo la mia arsura Kappah adesso te lo spiega la nostra pelle è bianca ma l'anima è nera un'altra suola si consuma, girovago su questo asfalto cassa e rullante sono la mia unica cura qui tutto stringe ma io cambio la taglia a quelle cose che senò si stringono e scompaiono non credere a tutto ciò che dicono la carta ha una sua anima, non si lascia scrivere sono parole che volano nella mia mente io le prendo per le ali, le stampo nella tua mente sono chiavi che aprono i tuoi lucchetti prima sono pensieri e dopo sono scritte con l'inchiostro BRIDGE un piede segue l'altro e la musica mi accompagna pensieri pensieri pensieri pensieri è la mê vita ca si sposta di una strada in che atra pinsîrs pinsîrs pinsîrs pinsîrs è la mia vita che si sposta da una strada all'altra pensieri pensieri pensieri pensieri

11 10. Sarai lì - Sarò lì Crodimi copâri la me famea è granda e si slargjia oltre il pâri e la mâri ti tabai dai miei fràdis io i sarai simpri cun lôr encje con che il mont al girarà al contrari son lor ca vegnin a salvâmi se la tiera a trima iò i ài lor par pojâmi i sarai lì se àn bisugna di mè se il gnò non lu ài sul brac il lôr lu ài dentri tal gnò pet Dee-J Deo cul campionatôr e il schermo iò G.jo e Doro cuffia lapis e quaderno par vuatris il cûr al ven fur dal gnò sterno e al bat in quatri quars come las cassas dal gnò stereo no smentei la mê int tai trei cjanai il gnò cûr si ferma se un di vualtris al vai par chest il gnò cûr al continua a bati ogni di chesta rima è par ducj vuatris mi cjatareis alì Sarai lì Se las tos gjambas no tegnin sarai li con che la ploia a tapona il soreli sarai li se ducj chei atris si pierdin si pierdin sarai li ehi ehi io i sarai li X2 Credimi fratello la mia famiglia è grande e si allarga oltre il padre e la madre ti parlo dei miei fratelli sarò sempre con loro anche se il mondo girerà al contrario sono loro che vengono a salvarmi se la terra trema io ho loro per appoggiarmi io sarò lì se hanno bisogno di me se il mio nome è scritto sul braccio il loro è dentro nel mio petto Dee-J Deo col campionatore e lo schermo io G.Jo e Doro cuffia lapis e quaderno per voi il cuore esce dallo sterno e batte in quattro quarti come le casse del mio stereo non dimentico la mia gente nelle 3 valli il mio cuore si ferma quando uno di voi piange per questo il mio cuore continua a battere ogni giorno questa rima va a tutti voi: mi troverete lì Sarò lì se le tue gambe cedono Sarò lì quando la pioggia oscura i sole Sarò lì se tutti gli altri si perdono si perdono Sarò lì X2

12 11. OZ Dream - Sogno d Australia In aeropuart, in viac come simpri un puest cal và e un âtri ca mi ven in scuìntri cumò stoi lant plui lontan che mai na che me mâri è nasùda e la me lenga no la tàbain valîs in man, financiòs cui cjans la tiera si slontana l'inclinazion dal'aereoplan cumò i ài timp par restâ sentât genoi strès -- cuintra il sedîl devant chi la lûs a samea di un atri colôr la roba che i mangj ha dut un âtri savôr encje il soreli al gira al contrari mi sinti ribaltât i provi a disilu a gnò fradi lui si gira ma no mi scolta l'è come se plan plan al stess cjapant un'âtra forma sin tal desert i ài peraulas cussì secjas ca no iessin dal gnò cuel i ài tal cjâaf un puest dunà chi soi stât ma no sai sa è veretât o si mi lu soi sumiât - sumiât OZ DREAM i ài tal cjâf un puest dunà chi soi stât ma no sai sa è veretât o si mi lu soi sumiât - a è veretat OZ DREAM Dut un colp il cernêli ca mi suda la tiera a scota l'àrbul dongja di me al brûsa tor di un fûc al'è qualchidun cal suna notas dutas insiema ca cjantin al tont di luna il savalòn, il color das mons, chi l'è dut ros come sal fos simpri il tramont i soi tal gnòt ma no soi besôl tal desert and'è una lus par ognun di lôr un vôli si vierc, chel atri ai cor daûr bel plan a si usin a duta chesta lûs mi soi sveat, cjmò pal aria italia - australia, tredis oras son pasadas me mâri ca mi cjala io chi cjali la glacia ca è tacada su par las svualas in viac, come simpri soi rivât cumò i ài capit, a è veretât in aeroporto, in viaggio come sempre un posto se ne va, un altro mi si avvicina sto andando piu lontano di sempre dove mia madre è nata e la mia lingua non la parlano valigie in mano, finanzieri coi cani la terra si allontana, l'inclinazione dell'aeroplano adesso c'è tempo per rimanere seduti ginocchia strette -- contro il sedili davanti qui la luce sembra avere un altro colore le cose che mangio hanno tutto un altro sapore anche il sole gira al contrario mi sento sottosopra e provo a dirlo a mio fratello lui si gira, ma non mi ascolta è come se pian piano lui prendesse un'altra forma siamo nel deserto e ho parole cosi secche che non riescono a uscire dalla mia gola ho in mente un posto dove sono stato ma non so se è la verità, o se l'ho solo sognato - sognato OZ DREAM ho in mente un posto dove sono stato ma non so se è la verità, o se l'ho solo sognato - è la verità OZ DREAM Tutto d un tratto, la mia fronte è sudata la terra scotta, l'albero vicino a me brucia attorno al fuoco c'è qualcuno che suona, note tutte insieme che cantano alla luna piena la sabbia, il colore delle montagne qui è tutto rosso come se fosse sempre il tramonto sono al buio ma non sono solo nel deserto c'è una luce per ognuno di loro un occhio si apre, l'altro lo rincorre pian piano si abituano a tutta questa luce mi sono svegliato, ancora in volo italia - australia, tredici ore sono passate mia madre che mi guarda io che guardo il ghiaccio che si è attaccato sulle ali in viaggio, come sempre sono arrivato finalmente ho capito, è la verità

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

A Sant Denêl a son tantis bielis robis di viodi, ancje se no lu si crodarès. un grum di robe storiche

A Sant Denêl a son tantis bielis robis di viodi, ancje se no lu si crodarès. un grum di robe storiche A Sant Denêl a son tantis bielis robis di viodi, ancje se no lu si crodarès un grum di robe storiche che a ti fâs meti lis mans tai cjavei di tant biele che e je e non tu sâs di ce bande scomençâ a cjalâ!

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.)

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.) Attorno alla Rupe Attorno alla rupe orsù lupi andiam d'akela e Baloo or le voci ascoltiam del branco la forza in ciascun lupo sta del lupo la forza del branco sarà. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

MA LE STELLE QUANTE SONO

MA LE STELLE QUANTE SONO LIBRO IN ASSAGGIO MA LE STELLE QUANTE SONO DI GIULIA CARCASI Alice Una vecchia canzone diceva: Tu sai tutto sulla realtà del mercato e qui io ammetto di essere negato. Ma a inventare quel che non c è io

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

N o s i s à N e r i c j a r b o n

N o s i s à N e r i c j a r b o n N o s i s à N e r i c j a r b o n NERI CJARBON SOTVÔS Blancje la cjarte, blancje veline biele pipine nuje di bon Flôr di farine, simpri pui fine doman matine neri cjarbon Rosse la muse, rosse legrìe pocje

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

AZIENDE PE ASSISTENCE SANITARIE N. 3 "FRIÛL DE ALTE-CULINÂR-DI MIEÇ"

AZIENDE PE ASSISTENCE SANITARIE N. 3 FRIÛL DE ALTE-CULINÂR-DI MIEÇ SERVIZI SANITARI NAZIONÂL - REGJON AUTONOME FRIÛL-VIGNESIE JULIE AZIENDE PE ASSISTENCE SANITARIE N. 3 "FRIÛL DE ALTE-CULINÂR-DI MIEÇ" Cul prin di Zenâr dal 2015 e je stade dade dongje la AZIENDE PE ASSISTENCE

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi The IMPERFECT is used to express an action that took place in the past but whose duration cannot be specified. Its endings are identical in all three conjugations. io tu lui/lei noi voi loro -vo -vi -va

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Le Valli Oscure di Enzo De Fano Pagina 1 di 6

Le Valli Oscure di Enzo De Fano Pagina 1 di 6 Le Valli Oscure di Enzo De Fano Pagina 1 di 6 "Quand'anche camminassi nella valle dell'ombra della morte, io non temerei alcun male, perché tu sei con me; il tuo bastone la tua verga mi danno sicurezza".

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

Canzoni popolari. Melissa Jacobacci. 3 scuola elementare. Chiara Caverzasio e Renata Verzaroli. 4 a scuola elementare

Canzoni popolari. Melissa Jacobacci. 3 scuola elementare. Chiara Caverzasio e Renata Verzaroli. 4 a scuola elementare Canzoni popolari Melissa Jacobacci Chiara Caverzasio e Renata Verzaroli 3 scuola elementare 4 a scuola elementare ALLA MATTINA C È IL CAFFE Alla mattina c è il caffè, ma senza zucchero, ma senza zucchero;

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Opuscolo per i bambini

Opuscolo per i bambini I bambini hanno dei diritti. E tu, conosci i tuoi diritti? Opuscolo per i bambini Ref. N. Just/2010/DAP3/AG/1059-30-CE-0396518/00-42. Con approvazione e supporto finanziario del Programma della Unione

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita.

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita. Perché non ballate? In cucina si riversò da bere e guardò la camera da letto sistemata sul prato davanti a casa. Il materasso era scoperto e le lenzuola a righe bicolore erano piegate sul comò, accanto

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

L Angolo del Buonumore

L Angolo del Buonumore T L Angolo del Buonumore T- Sapete qual è il colmo per un insegnante di diritto? Abitare in Via della Costituzione. T- Sai qual è il colmo per un libro di aritmetica? Non avere problemi. T- Lo sapete qual

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli