Il Gallettino Dicembre 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Gallettino Dicembre 2014"

Transcript

1 Il Gallettino Dicembre 2014 Il 4 novembre abbiamo ricordato l anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale, avvenuta il 4 novembre Noi studenti dell Istituto Comprensivo di Gallicano nel Lazio, abbiamo fatto una parata che è partita dal piazzale Caduti di tutte le Guerre fino in piazza della Rocca. Una volta arrivati è stata fatta l alza bandiera e cantato l inno nazionale, poi è stata deposta una corona d alloro, offerta dall Università Agraria di Gallicano, alla lapide che ricorda i caduti del nostro piccolo paese al fronte. A seguire, alcuni ragazzi della classe 3 H hanno letto delle lettere dal fronte di un ufficiale gallicanese, Ermanno Tancredi attraverso le quali abbiamo avuto una conoscenza più diretta e straziante della vita nelle trincee; questi ricordi ci hanno fatto riflettere su quanto hanno sofferto i soldati italiani per la nostra patria, ma ci hanno fatto capire che anche Gallicano ha dato il suo piccolo contributo per l unità nazionale. La giornata uggiosa ha reso l atmosfera ancora più triste e toccante. I ragazzi della 3 G hanno realizzato uno striscione con i colori della nostra bandiera recante lo slogan: Il verde la speme tant anni pasciuta, il rosso la gioia d averla compiuta, il bianco la fede fraterna d amor - Claudio Chitarrini 3 G

2 ESPERIENZA DI VENDEMMIA Ottobre 2014 sezioni B C

3 I bambini di tutte le sezioni di Gallicano: Facciamo le ciambelle con il vino per addobbare il nostro albero di Natale e costruiamo il mondo per il nostro presepe Struttura con due cerchi uniti a croce, filo di ferro e scotch. Copertura fatta dai bambini con acqua, colla vinilica e scottex. Pittura a tempera SEZIONI A-B di POLI Alberelli fatti con giornali piegati Fili dorati a pezzettini e neve di polistirolo. Sez. b-c albero di natale su cartone pitturato e decorato con semi di zucca, ceci, favino nero, mais, arance e fagioli. Progetto carta da riciclare Creazione di fogli di carta riciclata. Alberelli realizzati con carta riciclata e decorati con collage polimaterico: bottoni, merletti ecc. Sezioni F D Alberello realizzato con tappi, bottoni, stuzzicadenti, tempera e perline. Sezione G Sezione E Sezione A

4 PER NATALE ABBIAMO ABBELLITO LA NOSTRA CLASSE I C

5

6 REALIZZATO DA LUCREZIA RITA- ROSSI CLASSE I C

7

8 Fame,sete,stanchezza Sensazioni che Kailash non ha mai provato. Lui, indiano di stirpe nobile, è stato amato e coccolato. Perplessità, si!! Un giorno, mentre stava andando a scuola, qualcosa stuzzicò la sua curiosità. Una domanda gli frullava in testa e moriva dalla voglia di sapere. Tutto era cominciato quando aveva incontrato un bambino lungo la strada. Non si dirigeva verso la sua scuola, ma puntava verso la fabbrica di mattoni, insieme al padre. -Perché i bambini sono sottoposti allo sfruttamento? -chiese a diverse persone. Nessuno gli dava una spiegazione valida. La povertà costringeva i piccoli a lavorare. Per molti anni questa problematica lo accompagnò e lo fece riflettere. Con coraggio e determinazione riuscì a liberare tantissimi bambini dalla schiavitù, rinunciando ai suoi privilegi e alla sua carriera di ingegnere elettronico. Il 10 dicembre 2014 gli è stato assegnato il premio Nobel per la Pace. Grazie Kailash. Questo Nobel lo meriti davvero!! A Kailash Satyarith,(colui che cerca la verità) Valentina Caratelli 5A

9 Maibe Another Time (forse un altra volta) Tra i corti che hanno proiettato al Cinema Principe di Palestrina, ce n era uno che trattava il tema dello sfruttamento minorile. Il bambino si chiamava Lakan ed era sfruttato da un gruppo di criminali nella raccolta di rifiuti;li raccoglieva dai cassonetti e li portava in discarica dove lo pagavano,ma i soldi li prendevano i suoi aguzzini. Lakan si sentiva diverso dagli altri bambini e il suo sogno era quello di correre,giocare e sognare come loro,avere la stessa spensieratezza. Era un suo diritto,o no? Classe 5A Riflessioni sul film Iqbal Questo film drammatico,racconta la storia di una famiglia molto povera e della sua disperazione; è costretta, per poter sopravvivere, a vendere il figlio più piccolo ad un ricco mercante di tappeti. Iqbal, nonostante la tenera età, é un bambino coraggioso, testardo e ribelle, una minaccia per gli sfruttatori. Nella parte finale, è stato bello veder correre Iqbal sulla spiaggia, con in mano il suo aquilone, simbolo della lotta contro la schiavitù. Che tristezza però, vederlo accasciarsi, con uno sparo gli avevano tolto la vita, ma non quello per cui aveva lottato tanto: liberare tutti i bambini dalla schiavitù. Rabbia,tristezza e delusione sono le emozioni che questo fil ha suscitato in noi Classe 5A

10 INCIPIT FUTURO E TECNOLOGIA Loredana, detta la molesta, navigava in internet e sgranocchiava, chattava con gli amici e si ingozzava di patatine, senza un pensiero al mondo. Che schifo! Sei veramente disgustosa!- Disse una voce. Molesta alzò la testa dallo schermo: Chi aveva parlato? Era sola nella sua stanza. Si leccò le dita guardandosi intorno perplessa. Bleah!!! Non osare toccarmi adesso! Tieni la tua saliva lontana dal mio schermo! Molesta fissò lo smartphone che stava vibrando tutto, era apparsa una specie di faccia schiacciata contro il vetro dall interno. Ma sei un video? Come fai a vedermi? Sei su Whatsapp?- chiese lei. Macché su Whatsapp! Sono l upgrade del software e ho tre desideri inclusi- rispose la faccia.- Ma non so se te li meriti. Quelle dita unte insomma, questo è un touch, potresti anche evitare! Quindi sei una specie di genio sul telefonino?- chiese ancora Molesta, interessata. Mi piace che mi chiami genio- rispose il telefonino, vibrando d orgoglio-ho anche una fantastica App per imparare l inglese oppure i tre desideri: cosa scegli? Di sicuro i tre desideri- esclamò Molesta, già pensando a cosa ordinare. Te lo dico da amico: i tre desideri vanno sempre a finire male, invece con l inglese ti garantisci un futuro.- Sei sicura della tua scelta? Sondò il genio con un sospiro. Sicurissima! Voglio esprimere i tre desideri subito!- Come vuoi, sappi però che non posso far apparire oggetti, tipo una friggitrice nuova e non posso resuscitare i morti. Ora vai a lavarti le mai e sgrassami lo schermo per favore. Molesta torna dal bagno con le mani pulitissime. Aveva contato tre volte tanti auguri a te come diceva la sua maestra. A scuola avevano spiegato che il tempo necessario per lavare le mani da tutti i batteri durava un tanti auguri a te quindi per non sbagliare, Molesta lo aveva contato tre volte e si era portata dietro lo sgrassatore e la pezzetta per pulire lo schermo. Dopo aver pulito per bene lo smartphone felice disse:- Allora, hai pensato i tre desideri?- Molesta urla a gran voce: - Siii!!!!!-. Lo smartphone disse:- Sei sicura che non vuoi l app per imparare l inglese? Confermi?-. E Molesta rispose:- Nel mio futuro voglio diventare famosa, mangiare patatine e vivere come voglio!!!!- Il telefono concluse:- Ok fatto-. La bambina rimase perplessa e con voce irritata chiese:- Si, ma come faccio a sapere se hai fatto qualcosa? Io lo voglio sapere ora!!!!-. Benedisse lo smartphone:- Sei una bambina furba e non ti fidi, allora sai che ti faccio vedere un tratto della tua vita futura, ma solo qualche minuto!!!!-. Il telefono carica un video sul suo schermo e chiese alla bambina di caricarlo. Dopo l avvio comparve un video dove c è Molesta da grande che nuota in una piscina di patatine fritte e un giornalista che raccontava che era la donna più famosa del mondo perché era la proprietaria della fabbrica più grande al mondo di patatine fritte. Il video terminò e Molesta si spaventò di ciò che aveva visto riprovò a far ripartire il video, ma questo sparì dallo schermo. E lo smartphone non parlava più zitto e muto!! Rimase spaventata sul video che aveva visto e si sdraiò sul letto a guardare il soffitto. Aveva nella mente tutte le immagini e questa cosa cominciò a tormentarla. Allora si alzò di colpo e guardando il telefono disse:- Oggi creo il mio destino, le mie scelte- Lo guardò ma silenzio totale, poi la sua attenzione fu presa dall icona dell App per imparare l inglese. Scaricò l App e cominciò ad esercitarsi e il giorno dopo chiese ai suoi genitori di frequentare un corso d inglese dopo la scuola. Le patatine furono bandite dalla sua dieta. Alla fine era vero che mangiare tutte queste patatine non era salutare. La pancia era sempre gonfia lo stomaco le bruciava e le mani unte che sapevano di olio e formaggio anche dopo averle lavate. L estate successiva i suoi genitori per premiare il suo impegno nello studio le regalarono una vacanza-studio a Londra per imparare meglio l inglese. Durante questi mesi Molesta aveva perso qualche chilo non mangiando più schifezze e andando in palestra con le sue nuove amiche. Quell estate fu la svolta della sua vita. Imparò l inglese e la ragazza si trasferì a Londra per finire gli studi trovò tanti amici, l amore e si creò una famiglia. Certo non era famosa, non poteva fare quello che voleva e non mangiava più schifezze, ma quella state Loredana creò il suo destino. IV C

11 L amicizia con il cuore e non con le orecchie Io penso che un amicizia vera si basa sul cuore e non sulla mente e non conta l aspetto fisico o la bellezza ma dire: Ti voglio bene E pensarlo veramente. Racconto della mia amica Giada,ci siamo conosciute così per caso,beh lei mi sa capire,mi sa ascoltare,mi da consigli e io faccio le stesse cose con lei. Giada è quel genere di amica vera che sa volerti bene,sa volere bene anche con una semplice battutina. Nonostante lei viva a Venezia ed io a Gallicano,nonostante non ci sentiamo spesso perché lei fa la terza media e si prepara per gli esami,le poche volte che ci telefoniamo ci sentiamo molto vicine. Spesso ci raccontiamo le cose che ci sono accadute,voti brutti,voti belli;ci diciamo tutto,e questo è l aspetto più bello di un amicizia. Azzurra Petrucci II G IL BULLISMO: BULLISMO: CHE COS É Il bullismo è un modo per emergere, per emergere bisogna proteggere, non distruggere! I bulli si sentono superiori e, i più deboli vogliono far fuori I bulli sono prepotenti, e vogliono essere seguiti da tanti quindi, proviamo più a non seguirli, son certa che la smetteranno di esserlo. Se vediamo un bullo in azione, gridiamogli Basta! Non hai nessuna motivazione!! ASIA CRISTINI 2G Il bullismo è una forma di comportamento violento, attuato tramite di falsi metodi di opposizione e intimidazione nei confronti di sé stessi o nei confronti dei pari. I primi studi sul bullismo si svolsero nei paesi scandinavi a partire agli inizi degli anni Settanta e poco dopo, anche nei paesi anglosassoni, in particolare Gran Bretagna e Australia: uno degli studi pionieristici, in particolare, si deve alle indagini di Don Ohwes, a seguito di una forte reazione dell opinione pubblica norvegese dopo il suicidio di due studenti non più in grado di tollerare le ripetute offese inflitte da alcuni loro compagni. Letteralmente il termine bullo che significherebbe prepotente, tuttavia la prepotenza, come alcuni autori hanno avuto modo di rilevare, è solo componente del bullismo, che è da intendersi come un fenomeno multidimensionale. In Inghilterra non esiste una definizione univoca, mentre in Italia con il termine bullismo si indica generalmente << il fenomeno delle prepotenze perpetrate da bambini e ragazzi nei confronti dei loro coetanei; in Danimarca, si usa il termine (mobbing) così come in Svezia e Finlandia derivante dalla radice inglese mol stonte e sta a significare << un gruppo di persone implicato in atti di molestia>> che è appunto, il calco dell inglese ( bulling). ANDRADA GIUSVELAZ 2G

12 UNIONE E CORAGGIO SCOFFIGGONO IL MALVAGIO Certo tutto era meravigliosamente piacevole, ma non ci crederete, anche un po preoccupante per l animaletto : tutto nuovo, tutto colorato e soprattutto tanta vita intorno. Il piccolo coniglio se ne era stato per tanto, troppo, tempo rinchiuso nella cinquantesima gabbia sin dal giorno in cui degli uomini malvagi, lo avevano catturato e messo in gabbia, pronti a spedirlo insieme agli altri cinquanta conigli ad un laboratorio scientifico. A dire il vero, solo solo poi non si era mai sentito. Ogni giorno la sua mamma e il suo papà passando di lì gli portavano cibo e acqua, aveva potuto scambiare qualche piccola battuta ed anche qualche sguardo, di tanto in tanto, con gli altri cinquanta sfortunati, figli di altrettanti genitori pieni di premure per i loro cuccioli. I malvagi, non avevano molti mezzi, non possedevano ricchezze particolari ed è per questo motivo che misero i malcapitati in gabbie di vimini. Una di esse era più esposta alle intemperie delle altre. E fu proprio questo motivo, per cui la gabbia di Bandy per prima si consumo tanto che il coniglietto si ritrovò senza più un tetto sulla testa. Che fare ora? Solo, incredulo e impaurito, mille emozioni gli attraversarono il suo morbido e folto pelo fino a farlo diventare crespo. Titubante, pensò che quella fosse la giusta occasione per sfuggire al suo destino non proprio bello. Mi allontano un po? Faccio un giro nei dintorni per vedere che altro c è? Continuava a tormentarsi. Tanto curioso quanto impaurito decise di addentrarsi nel bosco. Camminava svelto svelto, si guardava intorno con timore, il suo passo aumentava sempre di più, quando di botto si arrestò versi strani udirono le sue orecchie e cose sconvolgenti videro i suoi occhi, animali più grandi che si nutrivano di animaletti più piccoli i quali si dimenavano per sfuggire ai denti aguzzi dei predatori. E che cosa era mai questo? Perché cibarsi di altri simili? Anche lui avrebbe dovuto fare la stessa cosa, ora che la fame stava iniziando a farsi sentire? Giammai!!! Iniziarono a tornargli in mente quelle carotine e quella fresca insalatina offertagli dalla mamma. Decise di continuare il percorso, sempre più spaventato. Udì dei colpi e vide in lontananza un omone con pantaloni maculati e gilet in tinta che si aggirava con uno strano arnese di metallo in mano. Non sapeva bene cosa fosse, ma quando l arnese venne azionato uscì fuori un proiettile che raggiunse e fece strapazzare al suolo un cerbiatto (povero!!!) fu proprio allora che se la diede a gambe! Per cercare riparo, come un fulmine, riprese la stradina dalla quale era venuto. Tornò indietro sperando di potersi rintanare nella sua gabbia, vicino a quelle dei suoi amici nella quale sarebbe stato di nuovo al sicuro. Strada facendo già progettava come potersela ricostruire (la sua dimora ormai non esisteva più, ricordate? Era stata consumata dal tempo. Arrivò trafelato e noooooooooooooo non ci crederete non esisteva più nessuna gabbia, non c erano più gli altri cinquanta conigli, non c era più neanche il maestoso albero che gli offriva ombra e riparo. Si interrogò perplesso su cosa potesse essere accaduto, non riuscì però a trovare alcuna spiegazione, fu allora che decise di armarsi di coraggio.

13 Doveva assolutamente trovare almeno un alleato. Bandy, come nessun altro, non poteva sopportare l idea di continuare la sua esistenza da solo. Si appoggiò con la schiena curva ad un masso, le sue zampette incrociate ancora tremavano, quando all improvviso scorse, in lontananza, una sagoma che incedeva a passo lento. Doveva ancora spaventarsi? Esisteva un nuovo pericolo? Era necessario fuggire ancora? Decise di provare ad avere coraggio!!! Si rizzò, appuntì le sue orecchie, l immagine si faceva sempre più nitida. Chi era quello strano animale che non gli somigliava per nulla? Senza denti, muso lungo e sottile a forma di tubo, bocca minuscola, abbondante pelliccia, occhi e orecchi piccolini? Cosa voleva da lui? Tranquilli scampato pericolo! Lo strano animaletto voleva solo far amicizia. Si trattava di un innocuo formichiere. Anche esso era sopravvissuto alla catastrofe che aveva colpito e sterminato i suoi simili. Anch esso si sentiva solo e impaurito, anch esso andava alla ricerca di qualcuno con cui trascorrere le sue giornate. Appena i due si incontrarono iniziarono a scrutarsi : Bandy doveva capire se si poteva fidare e il formichiere doveva decidere se fare amicizia con Bandy o se tirare dritto alla ricerca di qualcun altro, magari più simpatico!!! Mentre i due animali riflettevano sulla possibilità di fare amicizia o meno, in lontananza, si iniziava ad udire uno strano rumore, forse passi che andavano veloci su un terreno ricco di foglie secche e che producevano uno strano fruscio. Ad un tratto videro, spuntare da un verde e folto cespuglio, quell arnese che Bandy già aveva visto poco prima nel bosco. Subito dopo comparve un enorme ombra che venne subito riconosciuta da Bandy. Si trattava proprio di quell omone del fucile. In quel momento i due si guardarono fissi negli occhi e subito scattò l intesa : le loro mani si unirono, le loro zampe iniziarono ad andare veloci ma, non trovando un valido riparo decisero insieme di scavare una buca dove sarebbero stati al sicuro. Scavarono così velocemente che in pochi attimi il rifugio f pronto e i due animali rapidamente vi entrarono. Sorpresa!!! Indovinate chi trovarono in quella tana? Voi starete pensando agli altri cinquanta coniglietti si proprio loro ma. anche tutte le verdi e fresche insalatine e carotine, quindi anche tutti i genitori. Il cacciatore non vedendoli più cominciò, in modo agitato, a guardarsi intorno e urtando contro un albero gli cadde il fucile nella buca. Senza la sua arma non si sentiva più forte e quindi decise di ritornarsene da dove era venuto. Rimasero con un palmo di naso anche gli uomini malvagi che non trovarono più le gabbie. I due animali, ancora più spaventati, si abbracciarono forte forte e nacque, in quel momento, la loro amicizia. Potevano fidarsi l uno dell altro. Da quel momento in poi non si separarono più e per Bandy la gabbia cinquanta rimase solo un lontano ricordo. Gli alunni della IV D

14

NOTIFICA! GENIO NELLO SMARTPHONE

NOTIFICA! GENIO NELLO SMARTPHONE NOTIFICA! GENIO NELLO SMARTPHONE Loredana detta La Molesta navigava in internet e sgranocchiava, chattava con gli amici e si ingozzava di patatine fritte, senza un pensiero al mondo. - Che schifo. Sei

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo.

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Pensieri.. In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Simone Per me non è giusto che alcune persone non abbiano il pane e il cibo che ci spettano di diritto. E pensare che molte

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

Loredana detta La Molesta navigava in internet e sgranocchiava, chattava con gli amici e si ingozzava di patatine fritte, senza un pensiero al mondo.

Loredana detta La Molesta navigava in internet e sgranocchiava, chattava con gli amici e si ingozzava di patatine fritte, senza un pensiero al mondo. Loredana detta La Molesta navigava in internet e sgranocchiava, chattava con gli amici e si ingozzava di patatine fritte, senza un pensiero al mondo. - Che schifo. Sei veramente disgustosa - disse una

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Unità III Gli animali

Unità III Gli animali Unità III Gli animali Contenuti - Fattoria - Zoo - Numeri Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Roberto racconta L Orsoroberto si presenta e racconta ai bambini un poco di sé. L Orsoroberto ama mangiare il miele,

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

La principessa dal dente smarrito

La principessa dal dente smarrito La principessa dal dente smarrito LA VALLE DELLE MILLE MELE - FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER DISEGNO DA FARE IL SOGGETTO POTREBBE ESSERE LAMPURIO COL MAL DI DENTI Come mai quel visino così

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Questa non è una lezione

Questa non è una lezione Questa non è una lezione Sono appunti, idee su Internet tra rischi e opportunità. Che vuol dire non dobbiamo stare a guardare? È il Web 2.0... i cui attori siete voi Chi vi ha insegnato ad attraversare

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Ottavia Ferrannini Supervisione di Chiara

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi

Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi LABORATORI PER L APPRENDIMENTO DELLA LINGUA ITAIANA E INTEGRAZIONE SOCIALE PER RAGAZZI STRANIERI (PROG.

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

SHY-SR Ultimo Mese VERSIONE 25 LUGLIO, 2001. Studio Iniziali/codice pz Data Medico _ / _/ / Istruzioni

SHY-SR Ultimo Mese VERSIONE 25 LUGLIO, 2001. Studio Iniziali/codice pz Data Medico _ / _/ / Istruzioni SHY-SR Ultimo Mese VERSIONE 25 LUGLIO, 2001 Studio Iniziali/codice pz Data Medico _ / _/ / Istruzioni Le domande che seguono si riferiscono a situazioni che possono essersi verificate nel corso dell ultimo

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

I miti e le leggende inventati dai bambini. A tutti i bambini piace inventare storie...

I miti e le leggende inventati dai bambini. A tutti i bambini piace inventare storie... I miti e le leggende inventati dai bambini A tutti i bambini piace inventare storie... Con i miei bambini della classe terza ho voluto stimolare il lavoro di gruppo facendo loro scrivere un mito o una

Dettagli

john boyne il bambino con il pigiama a righe

john boyne il bambino con il pigiama a righe john boyne il bambino con il pigiama a righe 3 Proprietà letteraria riservata 2006 by John Boyne 2007 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07962-4 Titolo originale dell opera: The Boy in the Striped

Dettagli

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Il piccolo Arco Baleno viveva tutto solo sopra una nuvola. La sua nuvoletta aveva tutte le comodità: un letto con una grande coperta colorata, tantissimi

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

LA STORIA SIAMO NOI. Il tempo passa e le cose cambiano.

LA STORIA SIAMO NOI. Il tempo passa e le cose cambiano. SCHEDE infanzia - 2 3-10-2007 16:33 Pagina 1 1 Il tempo passa e le cose cambiano. Quali cambiamenti notiamo in noi e nel mondo che ci circonda? Ad esempio, riusciamo ancora a mettere gli abiti e le scarpine

Dettagli

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore 2013 ad est dell equatore vico orto, 2 80040 pollena trocchia (na) www.adestdellequatore.com info@adestdellequatore.com [uno] Milano. Un ufficio

Dettagli

La maestra Stefania G.

La maestra Stefania G. A 90 anni dalla fine della 1 guerra mondiale, mi è sembrato particolarmente importante ricordare con i miei alunni di classe 3 della Scuola Primaria di Liedolo i fatti senza retorica, ma in modo chiaro

Dettagli

CONCORSO : REGOLIAMOCI

CONCORSO : REGOLIAMOCI CONCORSO : REGOLIAMOCI Per studenti tra gli 8 e i 13 anni. Sceneggiatura film : IL SOLE I.C. Marino S. Rosa Napoli Classe II E IL SOLE Nella reception di una clinica molto famosa Christian che ha subito

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Il viaggio di Stella

Il viaggio di Stella Il viaggio di Stella Laboratorio di narrazione collettiva Classi II C e IV B Anno scolastico 2011/2012 Primo Circolo Didattico di Poggibonsi, Scuola Primaria"Vittorio Veneto" Nota dell insegnante Chiunque

Dettagli

Cari bambini, Mi chiamo x02 e arrivo da Ecopolis, un pianeta lontano anni luce. A causa di un guasto alla mia astronave sono atterrato sulla terra.

Cari bambini, Mi chiamo x02 e arrivo da Ecopolis, un pianeta lontano anni luce. A causa di un guasto alla mia astronave sono atterrato sulla terra. Cari bambini, Mi chiamo x02 e arrivo da Ecopolis, un pianeta lontano anni luce. A causa di un guasto alla mia astronave sono atterrato sulla terra. Che puzza extragalattica c è qui!. Il mio mondo è bello,

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

AIUTIAMO PIUMETTO A SALVARE L AMBIENTE

AIUTIAMO PIUMETTO A SALVARE L AMBIENTE SCUOLA DELL INFANZIA STATALE G.B. GUARINI Sezioni A B C Progetto di educazione ambientale AIUTIAMO PIUMETTO A SALVARE L AMBIENTE Anno scolastico 20011/2012 Le insegnanti hanno deciso di predisporre questo

Dettagli

LEGGI QUESTE PAGINE, POTRANNO ESSERTI UTILI A CAPIRE E RICONOSCERE IL BULLISMO... Cosa fa un bullo? Sai cos è il BULLISMO?

LEGGI QUESTE PAGINE, POTRANNO ESSERTI UTILI A CAPIRE E RICONOSCERE IL BULLISMO... Cosa fa un bullo? Sai cos è il BULLISMO? LEGGI QUESTE PAGINE, POTRANNO ESSERTI UTILI A CAPIRE E RICONOSCERE IL BULLISMO... Ehi, ti è mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza? Cosa fa un bullo? Prende a calci e

Dettagli

Trovare il lavorochepiace

Trovare il lavorochepiace Trovare il lavorochepiace Perché a molti sembra così difficile? Perché solo pochi ci riescono? Quali sono i pezzi che perdiamo per strada, gli elementi mancanti che ci impediscono di trovare il lavorochepiace?

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo

Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Briciola e la pulce: recensioni V B scuola Quasimodo Apro gli occhi e mi accorgo si essere sdraiata su un letto. [ ] La prima cosa che mi viene in mente di chiedere è come mi chiamo e quanti anni ho. È

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

C'era una volta un falegname di nome Geppetto. La sua casa era la gioia di tutti i

C'era una volta un falegname di nome Geppetto. La sua casa era la gioia di tutti i LE FAVOLE DISNEY C'era una volta un falegname di nome Geppetto. La sua casa era la gioia di tutti i bambini del villaggio, perché era piena di orologi e giocattoli di ogni tipo, e un bel fuoco ardeva sempre

Dettagli

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III ANNO SCOLASTICO II QUADRIMESTRE ALUNNO/A PROVE DI VERIFICA PERIODO: SECONDO

Dettagli

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007

PORCHIPINO. Periodo attuazione: ottobre/dicembre 2007 PORCHIPINO Temi: L incontro, lo stare e il partire. La narrazione della storia di Porchipino, un piccolo riccio rimasto solo nel bosco, introduce i bambini al tema dell incontro, dell accoglienza del diverso

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

Questionario sulle abilità comunicativo relazionali

Questionario sulle abilità comunicativo relazionali Questionario sulle abilità comunicativo relazionali a cura di Fabio Navanteri per il tutor: da leggere ai corsisti Il questionario che vi proponiamo vi permetterà di individuare alcuni tratti del vostro

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

IL PROTAGONISMO DEI GIOVANI ED IL FUTURO DELLE NUOVE GENERAZIONI

IL PROTAGONISMO DEI GIOVANI ED IL FUTURO DELLE NUOVE GENERAZIONI RICERCA INTERVENTO: IL PROTAGONISMO DEI GIOVANI ED IL FUTURO DELLE NUOVE GENERAZIONI Paese di provenienza Età Sesso Scuola Classe Il coordinamento della Scuola dei Genitori, in collaborazione con la parrocchia,

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi

Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi Il popolo Taooiy Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi esploratori abbiamo perlustrato la

Dettagli

I compiti vanno in vacanza

I compiti vanno in vacanza Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Camillo Bortolato I compiti vanno in vacanza 2 Il disfa-libro per la primaria CLSS

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

UNA GRANDE EMOZIONE TANTE POESIE

UNA GRANDE EMOZIONE TANTE POESIE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A.COSTA Scuola dell infanzia G.B.Guarini Scuole primarie A.Costa G.B.Guarini A.Manzoni Scuola secondaria di 1 grado M.M.Boiardo Sezione Ospedaliera Sede: Via Previati, 31 44121

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

14 consigli per essere un perfetto gentleman cattolico

14 consigli per essere un perfetto gentleman cattolico Riprendiamo sul nostro sito il testo pubblicato il 4 novembre 2015 dal sito www.aleteia.org Restiamo a disposizione per l immediata rimozione se la presenza sul nostro sito non fosse gradita a qualcuno

Dettagli

Non sapevo veramente cosa aspettarmi Pensavo sarebbe stato qualcosa di simile a quello che avevo fatto a casa mia a Briarwood. Pensavo di trovare famiglie senza casa, gente povera, e senso di isolamento.

Dettagli

SCHIACCIARE DEI NUMERI

SCHIACCIARE DEI NUMERI Scuola dell'infanzia Barchetta Sezione 4 anni Ins.: Rosa Aggazio PROVIAMO AD ANDARE INDIETRO NEL TEMPO: ESTATE, MACCHINA FOTOGRAFICA E VIA ALLA RICERCA DI NUMERI! LE FOTO SONO UN OTTIMO AIUTO PER PORTARCI

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA

Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Poi venne l aurora Ernesto Riggi POI VENNE L AURORA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Ernesto Riggi Tutti i diritti riservati A tutti i giovani coraggiosi, capaci di lottare pur di realizzare

Dettagli

Sc. Infanzia San Piero sez. A 5 anni UNITA DI APPRENDIMENTO ANNUALE VOGLIA DI PAROLE

Sc. Infanzia San Piero sez. A 5 anni UNITA DI APPRENDIMENTO ANNUALE VOGLIA DI PAROLE Sc. Infanzia San Piero sez. A 5 anni UNITA DI APPRENDIMENTO ANNUALE VOGLIA DI PAROLE L Unità di Apprendimento annuale offre ai bambini la possibilità di consolidare, potenziare ed ampliare le conoscenze

Dettagli

Le 6 regole D Oro per perdere peso per sempre usando il solo potenziale della tua mente

Le 6 regole D Oro per perdere peso per sempre usando il solo potenziale della tua mente L ALTRO MODO di DIMAGRIRE: Presenta: Le 6 regole D Oro per perdere peso per sempre usando il solo potenziale della tua mente 3 regola: BEVI UN BICCHIERE D ACQUA 4 regola FAI ESERCIZIO FISICO Istruzioni

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

La mediazione genitoriale nell uso di internet e dello smartphone

La mediazione genitoriale nell uso di internet e dello smartphone La mediazione genitoriale nell uso di internet e dello smartphone Ricerca a cura di Giovanna Mascheroni e Barbara Scifo OssCom per Vodafone Università Cattolica di Milano, 2 febbraio 2012 Metodologia Ricerca

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

Racconto Le bellissime figlie di Mufaro

Racconto Le bellissime figlie di Mufaro www.gentletude.com Impara la Gentilezza 3 COMUNICARE CON EMPATIA (attvità per le scuole primarie) Guida Rapida Obiettivi: Gli allievi saranno in grado di identifica re modalità per comunicare con gentilezza

Dettagli

un tubicino che gli entrava nell'ombelico.

un tubicino che gli entrava nell'ombelico. Un altro Miracolo Quel bimbo non aveva un nome né sapeva se era un maschietto o una femminuccia. Inoltre non riusciva a vedere, non poteva parlare, non poteva camminare né giocare. Riusciva a muoversi

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

GAIA: sono andata sotto nel mare e ho visto i pesciolini: sono stata molto sott acqua

GAIA: sono andata sotto nel mare e ho visto i pesciolini: sono stata molto sott acqua Questo progetto è rivolto al gruppo di bambini di cinque anni ed è finalizzato a creare un filo conduttore tra il tempo dell estate che si è conclusa e il ritorno a scuola. Un tempo quindi unico, non frammentato,

Dettagli

Vento e batticuore. Prof. Silvia Facchetti. Il vento ispira poesie e pensieri

Vento e batticuore. Prof. Silvia Facchetti. Il vento ispira poesie e pensieri Vento e batticuore In primavera mi comporto da pantera prendo la corriera e torno a casa la sera Entro in un bar, apro la porta e mi vedo arrivare una cameriera con la gonna corta! Dalla finestra sento

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: Ciao, Flavia. Mi sono divertito moltissimo sabato

Dettagli

Laura, 26 anni, di Martinsicuro (TE) è un aspirante sceneggiatrice.

Laura, 26 anni, di Martinsicuro (TE) è un aspirante sceneggiatrice. Laura, 26 anni, di Martinsicuro (TE) è un aspirante sceneggiatrice. Ha una Laurea in Arti visive dello spettacolo. Il cortometraggio da lei scritto Maria Cristina per un soffio non ha fatto parte della

Dettagli