Il Gallettino Dicembre 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Gallettino Dicembre 2014"

Transcript

1 Il Gallettino Dicembre 2014 Il 4 novembre abbiamo ricordato l anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale, avvenuta il 4 novembre Noi studenti dell Istituto Comprensivo di Gallicano nel Lazio, abbiamo fatto una parata che è partita dal piazzale Caduti di tutte le Guerre fino in piazza della Rocca. Una volta arrivati è stata fatta l alza bandiera e cantato l inno nazionale, poi è stata deposta una corona d alloro, offerta dall Università Agraria di Gallicano, alla lapide che ricorda i caduti del nostro piccolo paese al fronte. A seguire, alcuni ragazzi della classe 3 H hanno letto delle lettere dal fronte di un ufficiale gallicanese, Ermanno Tancredi attraverso le quali abbiamo avuto una conoscenza più diretta e straziante della vita nelle trincee; questi ricordi ci hanno fatto riflettere su quanto hanno sofferto i soldati italiani per la nostra patria, ma ci hanno fatto capire che anche Gallicano ha dato il suo piccolo contributo per l unità nazionale. La giornata uggiosa ha reso l atmosfera ancora più triste e toccante. I ragazzi della 3 G hanno realizzato uno striscione con i colori della nostra bandiera recante lo slogan: Il verde la speme tant anni pasciuta, il rosso la gioia d averla compiuta, il bianco la fede fraterna d amor - Claudio Chitarrini 3 G

2 ESPERIENZA DI VENDEMMIA Ottobre 2014 sezioni B C

3 I bambini di tutte le sezioni di Gallicano: Facciamo le ciambelle con il vino per addobbare il nostro albero di Natale e costruiamo il mondo per il nostro presepe Struttura con due cerchi uniti a croce, filo di ferro e scotch. Copertura fatta dai bambini con acqua, colla vinilica e scottex. Pittura a tempera SEZIONI A-B di POLI Alberelli fatti con giornali piegati Fili dorati a pezzettini e neve di polistirolo. Sez. b-c albero di natale su cartone pitturato e decorato con semi di zucca, ceci, favino nero, mais, arance e fagioli. Progetto carta da riciclare Creazione di fogli di carta riciclata. Alberelli realizzati con carta riciclata e decorati con collage polimaterico: bottoni, merletti ecc. Sezioni F D Alberello realizzato con tappi, bottoni, stuzzicadenti, tempera e perline. Sezione G Sezione E Sezione A

4 PER NATALE ABBIAMO ABBELLITO LA NOSTRA CLASSE I C

5

6 REALIZZATO DA LUCREZIA RITA- ROSSI CLASSE I C

7

8 Fame,sete,stanchezza Sensazioni che Kailash non ha mai provato. Lui, indiano di stirpe nobile, è stato amato e coccolato. Perplessità, si!! Un giorno, mentre stava andando a scuola, qualcosa stuzzicò la sua curiosità. Una domanda gli frullava in testa e moriva dalla voglia di sapere. Tutto era cominciato quando aveva incontrato un bambino lungo la strada. Non si dirigeva verso la sua scuola, ma puntava verso la fabbrica di mattoni, insieme al padre. -Perché i bambini sono sottoposti allo sfruttamento? -chiese a diverse persone. Nessuno gli dava una spiegazione valida. La povertà costringeva i piccoli a lavorare. Per molti anni questa problematica lo accompagnò e lo fece riflettere. Con coraggio e determinazione riuscì a liberare tantissimi bambini dalla schiavitù, rinunciando ai suoi privilegi e alla sua carriera di ingegnere elettronico. Il 10 dicembre 2014 gli è stato assegnato il premio Nobel per la Pace. Grazie Kailash. Questo Nobel lo meriti davvero!! A Kailash Satyarith,(colui che cerca la verità) Valentina Caratelli 5A

9 Maibe Another Time (forse un altra volta) Tra i corti che hanno proiettato al Cinema Principe di Palestrina, ce n era uno che trattava il tema dello sfruttamento minorile. Il bambino si chiamava Lakan ed era sfruttato da un gruppo di criminali nella raccolta di rifiuti;li raccoglieva dai cassonetti e li portava in discarica dove lo pagavano,ma i soldi li prendevano i suoi aguzzini. Lakan si sentiva diverso dagli altri bambini e il suo sogno era quello di correre,giocare e sognare come loro,avere la stessa spensieratezza. Era un suo diritto,o no? Classe 5A Riflessioni sul film Iqbal Questo film drammatico,racconta la storia di una famiglia molto povera e della sua disperazione; è costretta, per poter sopravvivere, a vendere il figlio più piccolo ad un ricco mercante di tappeti. Iqbal, nonostante la tenera età, é un bambino coraggioso, testardo e ribelle, una minaccia per gli sfruttatori. Nella parte finale, è stato bello veder correre Iqbal sulla spiaggia, con in mano il suo aquilone, simbolo della lotta contro la schiavitù. Che tristezza però, vederlo accasciarsi, con uno sparo gli avevano tolto la vita, ma non quello per cui aveva lottato tanto: liberare tutti i bambini dalla schiavitù. Rabbia,tristezza e delusione sono le emozioni che questo fil ha suscitato in noi Classe 5A

10 INCIPIT FUTURO E TECNOLOGIA Loredana, detta la molesta, navigava in internet e sgranocchiava, chattava con gli amici e si ingozzava di patatine, senza un pensiero al mondo. Che schifo! Sei veramente disgustosa!- Disse una voce. Molesta alzò la testa dallo schermo: Chi aveva parlato? Era sola nella sua stanza. Si leccò le dita guardandosi intorno perplessa. Bleah!!! Non osare toccarmi adesso! Tieni la tua saliva lontana dal mio schermo! Molesta fissò lo smartphone che stava vibrando tutto, era apparsa una specie di faccia schiacciata contro il vetro dall interno. Ma sei un video? Come fai a vedermi? Sei su Whatsapp?- chiese lei. Macché su Whatsapp! Sono l upgrade del software e ho tre desideri inclusi- rispose la faccia.- Ma non so se te li meriti. Quelle dita unte insomma, questo è un touch, potresti anche evitare! Quindi sei una specie di genio sul telefonino?- chiese ancora Molesta, interessata. Mi piace che mi chiami genio- rispose il telefonino, vibrando d orgoglio-ho anche una fantastica App per imparare l inglese oppure i tre desideri: cosa scegli? Di sicuro i tre desideri- esclamò Molesta, già pensando a cosa ordinare. Te lo dico da amico: i tre desideri vanno sempre a finire male, invece con l inglese ti garantisci un futuro.- Sei sicura della tua scelta? Sondò il genio con un sospiro. Sicurissima! Voglio esprimere i tre desideri subito!- Come vuoi, sappi però che non posso far apparire oggetti, tipo una friggitrice nuova e non posso resuscitare i morti. Ora vai a lavarti le mai e sgrassami lo schermo per favore. Molesta torna dal bagno con le mani pulitissime. Aveva contato tre volte tanti auguri a te come diceva la sua maestra. A scuola avevano spiegato che il tempo necessario per lavare le mani da tutti i batteri durava un tanti auguri a te quindi per non sbagliare, Molesta lo aveva contato tre volte e si era portata dietro lo sgrassatore e la pezzetta per pulire lo schermo. Dopo aver pulito per bene lo smartphone felice disse:- Allora, hai pensato i tre desideri?- Molesta urla a gran voce: - Siii!!!!!-. Lo smartphone disse:- Sei sicura che non vuoi l app per imparare l inglese? Confermi?-. E Molesta rispose:- Nel mio futuro voglio diventare famosa, mangiare patatine e vivere come voglio!!!!- Il telefono concluse:- Ok fatto-. La bambina rimase perplessa e con voce irritata chiese:- Si, ma come faccio a sapere se hai fatto qualcosa? Io lo voglio sapere ora!!!!-. Benedisse lo smartphone:- Sei una bambina furba e non ti fidi, allora sai che ti faccio vedere un tratto della tua vita futura, ma solo qualche minuto!!!!-. Il telefono carica un video sul suo schermo e chiese alla bambina di caricarlo. Dopo l avvio comparve un video dove c è Molesta da grande che nuota in una piscina di patatine fritte e un giornalista che raccontava che era la donna più famosa del mondo perché era la proprietaria della fabbrica più grande al mondo di patatine fritte. Il video terminò e Molesta si spaventò di ciò che aveva visto riprovò a far ripartire il video, ma questo sparì dallo schermo. E lo smartphone non parlava più zitto e muto!! Rimase spaventata sul video che aveva visto e si sdraiò sul letto a guardare il soffitto. Aveva nella mente tutte le immagini e questa cosa cominciò a tormentarla. Allora si alzò di colpo e guardando il telefono disse:- Oggi creo il mio destino, le mie scelte- Lo guardò ma silenzio totale, poi la sua attenzione fu presa dall icona dell App per imparare l inglese. Scaricò l App e cominciò ad esercitarsi e il giorno dopo chiese ai suoi genitori di frequentare un corso d inglese dopo la scuola. Le patatine furono bandite dalla sua dieta. Alla fine era vero che mangiare tutte queste patatine non era salutare. La pancia era sempre gonfia lo stomaco le bruciava e le mani unte che sapevano di olio e formaggio anche dopo averle lavate. L estate successiva i suoi genitori per premiare il suo impegno nello studio le regalarono una vacanza-studio a Londra per imparare meglio l inglese. Durante questi mesi Molesta aveva perso qualche chilo non mangiando più schifezze e andando in palestra con le sue nuove amiche. Quell estate fu la svolta della sua vita. Imparò l inglese e la ragazza si trasferì a Londra per finire gli studi trovò tanti amici, l amore e si creò una famiglia. Certo non era famosa, non poteva fare quello che voleva e non mangiava più schifezze, ma quella state Loredana creò il suo destino. IV C

11 L amicizia con il cuore e non con le orecchie Io penso che un amicizia vera si basa sul cuore e non sulla mente e non conta l aspetto fisico o la bellezza ma dire: Ti voglio bene E pensarlo veramente. Racconto della mia amica Giada,ci siamo conosciute così per caso,beh lei mi sa capire,mi sa ascoltare,mi da consigli e io faccio le stesse cose con lei. Giada è quel genere di amica vera che sa volerti bene,sa volere bene anche con una semplice battutina. Nonostante lei viva a Venezia ed io a Gallicano,nonostante non ci sentiamo spesso perché lei fa la terza media e si prepara per gli esami,le poche volte che ci telefoniamo ci sentiamo molto vicine. Spesso ci raccontiamo le cose che ci sono accadute,voti brutti,voti belli;ci diciamo tutto,e questo è l aspetto più bello di un amicizia. Azzurra Petrucci II G IL BULLISMO: BULLISMO: CHE COS É Il bullismo è un modo per emergere, per emergere bisogna proteggere, non distruggere! I bulli si sentono superiori e, i più deboli vogliono far fuori I bulli sono prepotenti, e vogliono essere seguiti da tanti quindi, proviamo più a non seguirli, son certa che la smetteranno di esserlo. Se vediamo un bullo in azione, gridiamogli Basta! Non hai nessuna motivazione!! ASIA CRISTINI 2G Il bullismo è una forma di comportamento violento, attuato tramite di falsi metodi di opposizione e intimidazione nei confronti di sé stessi o nei confronti dei pari. I primi studi sul bullismo si svolsero nei paesi scandinavi a partire agli inizi degli anni Settanta e poco dopo, anche nei paesi anglosassoni, in particolare Gran Bretagna e Australia: uno degli studi pionieristici, in particolare, si deve alle indagini di Don Ohwes, a seguito di una forte reazione dell opinione pubblica norvegese dopo il suicidio di due studenti non più in grado di tollerare le ripetute offese inflitte da alcuni loro compagni. Letteralmente il termine bullo che significherebbe prepotente, tuttavia la prepotenza, come alcuni autori hanno avuto modo di rilevare, è solo componente del bullismo, che è da intendersi come un fenomeno multidimensionale. In Inghilterra non esiste una definizione univoca, mentre in Italia con il termine bullismo si indica generalmente << il fenomeno delle prepotenze perpetrate da bambini e ragazzi nei confronti dei loro coetanei; in Danimarca, si usa il termine (mobbing) così come in Svezia e Finlandia derivante dalla radice inglese mol stonte e sta a significare << un gruppo di persone implicato in atti di molestia>> che è appunto, il calco dell inglese ( bulling). ANDRADA GIUSVELAZ 2G

12 UNIONE E CORAGGIO SCOFFIGGONO IL MALVAGIO Certo tutto era meravigliosamente piacevole, ma non ci crederete, anche un po preoccupante per l animaletto : tutto nuovo, tutto colorato e soprattutto tanta vita intorno. Il piccolo coniglio se ne era stato per tanto, troppo, tempo rinchiuso nella cinquantesima gabbia sin dal giorno in cui degli uomini malvagi, lo avevano catturato e messo in gabbia, pronti a spedirlo insieme agli altri cinquanta conigli ad un laboratorio scientifico. A dire il vero, solo solo poi non si era mai sentito. Ogni giorno la sua mamma e il suo papà passando di lì gli portavano cibo e acqua, aveva potuto scambiare qualche piccola battuta ed anche qualche sguardo, di tanto in tanto, con gli altri cinquanta sfortunati, figli di altrettanti genitori pieni di premure per i loro cuccioli. I malvagi, non avevano molti mezzi, non possedevano ricchezze particolari ed è per questo motivo che misero i malcapitati in gabbie di vimini. Una di esse era più esposta alle intemperie delle altre. E fu proprio questo motivo, per cui la gabbia di Bandy per prima si consumo tanto che il coniglietto si ritrovò senza più un tetto sulla testa. Che fare ora? Solo, incredulo e impaurito, mille emozioni gli attraversarono il suo morbido e folto pelo fino a farlo diventare crespo. Titubante, pensò che quella fosse la giusta occasione per sfuggire al suo destino non proprio bello. Mi allontano un po? Faccio un giro nei dintorni per vedere che altro c è? Continuava a tormentarsi. Tanto curioso quanto impaurito decise di addentrarsi nel bosco. Camminava svelto svelto, si guardava intorno con timore, il suo passo aumentava sempre di più, quando di botto si arrestò versi strani udirono le sue orecchie e cose sconvolgenti videro i suoi occhi, animali più grandi che si nutrivano di animaletti più piccoli i quali si dimenavano per sfuggire ai denti aguzzi dei predatori. E che cosa era mai questo? Perché cibarsi di altri simili? Anche lui avrebbe dovuto fare la stessa cosa, ora che la fame stava iniziando a farsi sentire? Giammai!!! Iniziarono a tornargli in mente quelle carotine e quella fresca insalatina offertagli dalla mamma. Decise di continuare il percorso, sempre più spaventato. Udì dei colpi e vide in lontananza un omone con pantaloni maculati e gilet in tinta che si aggirava con uno strano arnese di metallo in mano. Non sapeva bene cosa fosse, ma quando l arnese venne azionato uscì fuori un proiettile che raggiunse e fece strapazzare al suolo un cerbiatto (povero!!!) fu proprio allora che se la diede a gambe! Per cercare riparo, come un fulmine, riprese la stradina dalla quale era venuto. Tornò indietro sperando di potersi rintanare nella sua gabbia, vicino a quelle dei suoi amici nella quale sarebbe stato di nuovo al sicuro. Strada facendo già progettava come potersela ricostruire (la sua dimora ormai non esisteva più, ricordate? Era stata consumata dal tempo. Arrivò trafelato e noooooooooooooo non ci crederete non esisteva più nessuna gabbia, non c erano più gli altri cinquanta conigli, non c era più neanche il maestoso albero che gli offriva ombra e riparo. Si interrogò perplesso su cosa potesse essere accaduto, non riuscì però a trovare alcuna spiegazione, fu allora che decise di armarsi di coraggio.

13 Doveva assolutamente trovare almeno un alleato. Bandy, come nessun altro, non poteva sopportare l idea di continuare la sua esistenza da solo. Si appoggiò con la schiena curva ad un masso, le sue zampette incrociate ancora tremavano, quando all improvviso scorse, in lontananza, una sagoma che incedeva a passo lento. Doveva ancora spaventarsi? Esisteva un nuovo pericolo? Era necessario fuggire ancora? Decise di provare ad avere coraggio!!! Si rizzò, appuntì le sue orecchie, l immagine si faceva sempre più nitida. Chi era quello strano animale che non gli somigliava per nulla? Senza denti, muso lungo e sottile a forma di tubo, bocca minuscola, abbondante pelliccia, occhi e orecchi piccolini? Cosa voleva da lui? Tranquilli scampato pericolo! Lo strano animaletto voleva solo far amicizia. Si trattava di un innocuo formichiere. Anche esso era sopravvissuto alla catastrofe che aveva colpito e sterminato i suoi simili. Anch esso si sentiva solo e impaurito, anch esso andava alla ricerca di qualcuno con cui trascorrere le sue giornate. Appena i due si incontrarono iniziarono a scrutarsi : Bandy doveva capire se si poteva fidare e il formichiere doveva decidere se fare amicizia con Bandy o se tirare dritto alla ricerca di qualcun altro, magari più simpatico!!! Mentre i due animali riflettevano sulla possibilità di fare amicizia o meno, in lontananza, si iniziava ad udire uno strano rumore, forse passi che andavano veloci su un terreno ricco di foglie secche e che producevano uno strano fruscio. Ad un tratto videro, spuntare da un verde e folto cespuglio, quell arnese che Bandy già aveva visto poco prima nel bosco. Subito dopo comparve un enorme ombra che venne subito riconosciuta da Bandy. Si trattava proprio di quell omone del fucile. In quel momento i due si guardarono fissi negli occhi e subito scattò l intesa : le loro mani si unirono, le loro zampe iniziarono ad andare veloci ma, non trovando un valido riparo decisero insieme di scavare una buca dove sarebbero stati al sicuro. Scavarono così velocemente che in pochi attimi il rifugio f pronto e i due animali rapidamente vi entrarono. Sorpresa!!! Indovinate chi trovarono in quella tana? Voi starete pensando agli altri cinquanta coniglietti si proprio loro ma. anche tutte le verdi e fresche insalatine e carotine, quindi anche tutti i genitori. Il cacciatore non vedendoli più cominciò, in modo agitato, a guardarsi intorno e urtando contro un albero gli cadde il fucile nella buca. Senza la sua arma non si sentiva più forte e quindi decise di ritornarsene da dove era venuto. Rimasero con un palmo di naso anche gli uomini malvagi che non trovarono più le gabbie. I due animali, ancora più spaventati, si abbracciarono forte forte e nacque, in quel momento, la loro amicizia. Potevano fidarsi l uno dell altro. Da quel momento in poi non si separarono più e per Bandy la gabbia cinquanta rimase solo un lontano ricordo. Gli alunni della IV D

14

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo.

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Pensieri.. In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Simone Per me non è giusto che alcune persone non abbiano il pane e il cibo che ci spettano di diritto. E pensare che molte

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

Auguri mamma! Festa della mamma 2014

Auguri mamma! Festa della mamma 2014 Festa della mamma 2014 Quest anno dedichiamo alla mamma un intero libro. Si tratta de L abbraccio di David Grossman, splendido nell edizione Mondadori illustrata da Michal Rovner. Il nostro libro si presenterà

Dettagli

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo.

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Gli sembrava di scalare il mondo e di salire in alto nel cielo, oltre le nuvole, per vedere la terra dallo spazio.

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

NOTIFICA! GENIO NELLO SMARTPHONE

NOTIFICA! GENIO NELLO SMARTPHONE NOTIFICA! GENIO NELLO SMARTPHONE Loredana detta La Molesta navigava in internet e sgranocchiava, chattava con gli amici e si ingozzava di patatine fritte, senza un pensiero al mondo. - Che schifo. Sei

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

Ti racconto attraverso i colori

Ti racconto attraverso i colori Ti racconto attraverso i colori Report del viaggio a Valcea Ocnele Mari Copacelu INVERNO 2013 "Reale beatitudine Libero vuol dire vivere desiderando casa protetta Libertà è tenere persone accanto libere

Dettagli

C era una volta. la Coniglietta Carotina

C era una volta. la Coniglietta Carotina C era una volta la Coniglietta Carotina Storia elaborata dalle Classi Seconde delle scuole: B. Gigli Le Grazie e San Vito La Coniglietta Carotina è bella, simpatica; sorride sempre. E tutta celestina sul

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Concorso CESAR Cibo sano, cibo per tutti

Concorso CESAR Cibo sano, cibo per tutti Classi terze A e B Scuola Primaria Statale Teresio Olivelli - Sale di Gussago (BS) ISTITUTO COMPRENSIVO DI GUSSAGO Concorso CESAR Cibo sano, cibo per tutti A.S. 2013/2014 Ho sentito che il 20 novembre

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

un tubicino che gli entrava nell'ombelico.

un tubicino che gli entrava nell'ombelico. Un altro Miracolo Quel bimbo non aveva un nome né sapeva se era un maschietto o una femminuccia. Inoltre non riusciva a vedere, non poteva parlare, non poteva camminare né giocare. Riusciva a muoversi

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 ATTORI: 3B RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 CANTANTI: 4B Narratrice Valentina Massimo Re sì Re no Orsetto Farfalla Uccellino Cerbiatto Lepre Popolo del paese sì Popolo del paese no Sophie Dana

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Neretta e Bertola suonarono

Neretta e Bertola suonarono Neretta e Bertola suonarono il campanello di via dei Mirtilli n 15, alle ore 17. Era il primo venerdì del mese e loro erano puntualissime, come sempre. Aprì loro una vecchina piccola, piccola che con un

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2008 2009. Spazio per l etichetta autoadesiva

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2008 2009. Spazio per l etichetta autoadesiva Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2008 2009 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva La

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

Questionario sulle abilità comunicativo relazionali

Questionario sulle abilità comunicativo relazionali Questionario sulle abilità comunicativo relazionali a cura di Fabio Navanteri per il tutor: da leggere ai corsisti Il questionario che vi proponiamo vi permetterà di individuare alcuni tratti del vostro

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

L albero di cachi padre e figli

L albero di cachi padre e figli L albero di cachi padre e figli 1 Da qualche parte a Nagasaki vi era un bell albero di cachi che faceva frutti buonissimi. Per quest albero il maggior piacere era vedere i bambini felici. Era il 9 agosto

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

Collana: Libri per bambini

Collana: Libri per bambini La Madonna a Medjugorje appare SHALOM Collana: Libri per bambini Testi e illustrazioni: Editrice Shalom Editrice Shalom 25.06.2014 33 o Anniversario delle apparizioni a Medjugorje ISBN 9788884043498 Per

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

I miti e le leggende inventati dai bambini. A tutti i bambini piace inventare storie...

I miti e le leggende inventati dai bambini. A tutti i bambini piace inventare storie... I miti e le leggende inventati dai bambini A tutti i bambini piace inventare storie... Con i miei bambini della classe terza ho voluto stimolare il lavoro di gruppo facendo loro scrivere un mito o una

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Cari bambini, Mi chiamo x02 e arrivo da Ecopolis, un pianeta lontano anni luce. A causa di un guasto alla mia astronave sono atterrato sulla terra.

Cari bambini, Mi chiamo x02 e arrivo da Ecopolis, un pianeta lontano anni luce. A causa di un guasto alla mia astronave sono atterrato sulla terra. Cari bambini, Mi chiamo x02 e arrivo da Ecopolis, un pianeta lontano anni luce. A causa di un guasto alla mia astronave sono atterrato sulla terra. Che puzza extragalattica c è qui!. Il mio mondo è bello,

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente.

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Le piace molto stare in compagnia,le piace giocare con me con papà e con Alessandro anche

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Parco naturale La Mandria

Parco naturale La Mandria Parco naturale La Mandria La favola di Rosa Ciao bambini io sono Turcet, il topolino che vive qui al Castello! Quando ero piccolo mio Nonno Topone mi raccontò la storia del Re Vittorio Emanuele e della

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

A.S. 2007/08 INS. Martinis Margherita Mazza Giuseppina SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI

A.S. 2007/08 INS. Martinis Margherita Mazza Giuseppina SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI A.S. 2007/08 INS. Martinis Margherita Mazza Giuseppina SCUOLA DELL INFANZIA COLLODI Proseguire il lavoro svolto lo scorso anno scolastico sulle funzioni dei numeri proponendo ai bambini storie-problema

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

I bambini vengono costretti a lavorare

I bambini vengono costretti a lavorare Un continente segnato dalle violenze, dai soprusi e dalle ingiustizie. Il destino di schiavitù che nei secoli scorsi ha colpito l'africa non si è esaurito nemmeno nel Terzo millennio. Nell'Ottocento, uomini

Dettagli

AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso

AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso Anna Contardi e Monica Berarducci Aipd Associazione italiana persone down AmiciziA, Amore, sesso: parliamone Adesso imparare A conoscere se stessi, Gli AlTri, le proprie emozioni collana Laboratori per

Dettagli

DIRE FARE E PENSARE SCUOLA SCUOLA DELL INFANZIA DI AGUGLIARO GRUPPI: BAMBINI MEDI E GRANDI CLASSE LABORATORIO/PROGETTO GOCCIOLINE COLORATE

DIRE FARE E PENSARE SCUOLA SCUOLA DELL INFANZIA DI AGUGLIARO GRUPPI: BAMBINI MEDI E GRANDI CLASSE LABORATORIO/PROGETTO GOCCIOLINE COLORATE DIRE FARE E PENSARE IL DIARIO DI LABORATORIO DELLA MIA CLASSE SCUOLA CLASSE SCUOLA DELL INFANZIA DI AGUGLIARO GRUPPI: BAMBINI MEDI E GRANDI LABORATORIO/PROGETTO GOCCIOLINE COLORATE Anno Scolastico 2014-2015

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi

Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi Il popolo Taooiy Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi esploratori abbiamo perlustrato la

Dettagli

Traduzione di Maria Pia Secciani

Traduzione di Maria Pia Secciani Julie Sternberg si è specializzata in letteratura per l infanzia alla scuola di scrittura di New York. Per questo suo primo romanzo ha ricevuto recensioni entusiastiche per la scrittura fresca e immediata.

Dettagli

Progetto Pilota Valutazione della scuola italiana. Anno Scolastico 2003 2004 PROVA DI ITALIANO. Scuola Elementare. Classe Seconda. Codici.

Progetto Pilota Valutazione della scuola italiana. Anno Scolastico 2003 2004 PROVA DI ITALIANO. Scuola Elementare. Classe Seconda. Codici. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Gruppo di lavoro per la predisposizione degli indirizzi per l attuazione delle disposizioni concernenti la valutazione del servizio scolastico

Dettagli

Unità IX Il corpo. Contenuti - Parti del corpo - Sentimenti - Sensi. Attività AREA ANTROPOLOGICA

Unità IX Il corpo. Contenuti - Parti del corpo - Sentimenti - Sensi. Attività AREA ANTROPOLOGICA Unità IX Contenuti Il corpo - Parti del corpo - Sentimenti - Sensi Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. L Orsoroberto introduce L Orsoroberto si tocca il naso e chiede ai bambini di fare lo stesso. Poi si tocca

Dettagli