A modo nostro. ...tra curiosità, notizie e altro. Potete inviare i vostri articoli per l anno prossimo all indirizzo mail:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A modo nostro. ...tra curiosità, notizie e altro. Potete inviare i vostri articoli per l anno prossimo all indirizzo mail: bianca.traversa@gmail."

Transcript

1 Scuola Seconda ria Massa ri-ga lilei BARI A modo nostro...tra curiosità, notizie e altro Numero 2 REDAZIONALE Eccoci alla fine dell anno scolastico e con ulteriore voglia di essere con voi anche durante le vacanze pubblichiamo il secondo numero del nostro giornalino d istituto 2013/2014. Numerosi problemi ci hanno impedito a volte di riunire per intero la redazione tutta, ma la buona volontà di alcuni redattori ha fatto sì che anche quest ultimo numero dell anno potesse essere pubblicato. Gli affanni degli ultimi tempi tra concorsi, compiti, chiusure per le votazioni, scadenze e interrogazioni non hanno consentito, e lo perdonerete, di curare, molto la forma che rispecchia però la nostra spontaneità, perché, è così, gli articoli sono scritti proprio da noi e filtrano le nostre letture, le esperienze e i nostri vissuti proprio A modo nostro.! Arrivederci al prossimo anno e BUONE VACANZE a tutti! AVVI- CINARCI AL MONDO CULINARIO INTERNAZIONALE: UN ESPERIENZA FORMATIVA PER NOI RAGAZZI! Dai primi di Novembre fino agli inizi di Maggio, noi della classe 2 A, abbiamo preparato la nostra partecipazione ad un concorso scolastico, nel quale era a nostra disposizione una piattaforma impostata dallo staff del Politecnico di Milano e che ci permetteva di lavorare al nostro progetto. I temi erano vari e molto interessanti e, uno di questi, era in parallelo all evento dell EXPO 2015, che si terrà a Milano. L argomento in questione trattava della gastronomia e delle tradizioni; noi abbiamo deciso di lavorare su questi contenuti. In base ai componenti della nostra classe, abbiamo scelto di parlare di sei piatti principali provenienti dalla Cina, dalle Isole Mauritius, dal Salento e dalla nostra amatissima Bari. A rappresentare la Cina c erano gli Jiaozi, per le Isole Mauritius il Biryani, per il Salento la saporita Puccia e per Bari i gustosissimi Panzerotti, le Orecchiette con il Sugo di Braciole e Patate, Riso e Cozze. Per ogni portata, abbiamo analizzato il lato scientifico, tecnologico, la sua preparazione, la tradizione e, solo per alcuni gruppi, anche la variante. Il risultato è stato davvero meraviglioso. Ognuno di noi, chi più e chi meno; ha dato il suo contributo, abbiamo sviluppato nuove competenze imparando cose nuove, ma in modo diverso: attraverso gite, visite e lezioni interattive. Ma non dimentichiamoci che ci siamo divertiti davvero molto. Per noi è stata un esperienza indimenticabile che oltre ad unirci maggiormente come gruppo, ci ha avvicinato al mondo della cucina, insegnandoci particolarmente a collaborare e a condividere tutto ciò che questo bellissimo progetto ci ha insegnato. VULPIS NICOLA, GIANGREGORIO GAIA 2A The flavours of the food Rainbow Concorso internazionale indetto dal Politecnico di Milano Giugno 2014!!!Abbiamo vinto!!! Potete inviare i vostri articoli per l anno prossimo all indirizzo mail:

2 Sdraiati su un divano, guardando la TV o leggendo un libro. Il termine ozio (derivato dal latino otium) indica un'occupazione principalmente votata alla ricerca intellettuale. Nella vita di oggi siamo tutti indaffarati tra servizi e lavoro e non troviamo mai tempo per rilassarsi. Pensiamo che quel piccolo momento che ci rimane per riposarci sia una perdita di tempo, al contrario è utilissimo perchè ricaricala nostra batteria. Analizziamo un aforisma che ci è piaciuto particolarmente, scritto da Ambrose Bierce (Famoso scrittore del 1900): -Ozio. Intervalli di lucidità nei disordini della vita. Questo aforisma fa capire che molte volte, nella vita movimentata di oggi, è utile prendersi una pausa,che ci possa aiutare nelle diverse attività giornaliere. Però è importante non confonderlo come qualcosa che ci possa distogliere o sostituire dagli impegni e dai doveri quotidiani. Come viviamo, noi ragazze, i nostri momenti di ozio? Noi ragazze,quando troviamo dei momenti di tranquillità, amiamo trascorrerli parlando al telefono con le nostre amiche, parlando di argomenti a noi particolarmente vicini, per confrontare le diverse opinioni. Se dobbiamo dirla tutta, parte del nostro tempo lo trascorriamo curando la nostra estetica, che per noi in questa fascia di età e particolarmente importante perché abbiamo paura di essere giudicate. Noi spesso vorremmo oziare nel senso puro del termine, anzi dovremmo farlo per prendere meglio le nostre decisioni e affrontare la nostra vita di adolescenti. Alice Iaquinta & Gaia Giangregorio2A La vita di un ragazzo di città è molto frenetica. La scuola, le attività pomeridiane e molto altro occupano intere giornate, ma, in molte parti del mondo, le città non hanno la possibilità di ospitare attrezzature adatte per praticare attività extrascolastiche. La mia città è molto bello,ma non sempre riesce a soddisfare i miei bisogni e quelli dei miei compagni! Noi siamo le persone del futuro e abbiamo bisogno di essere stimolati anche, e soprattutto, nella nostra quotidianità! A Bari cinema, bar, teatri e ristoranti di certo non mancano ma un pizzico di modernità e fantasia farebbero in modo che la nostra città diventi maggiormente una meta turistica,tale da che non stanchare le persone che ci vivono e che ci vivono. Il mare è una delle cose più belle della mia città e so con certezza che senza di lui non potrei mai viverci; mi da ispirazione, mi rilassa e mi rende una delle persone più felici del mondo. Tutto sommato non so se lascerei mai la mia città,ma preferirei viverci per sempre e magari costruirci una famiglia in questo posto perché è qui che affondano le mie origini. ANCHE SE QUESTA CITTA NON E PERFETTA SONO FIERO DELLA MIA VITA IN CITTA!!! VULPIS NICOLA 2 A Pagina 2 Come tutti i miei coetanei anche io ho un papà e siamo fortunati, perché ci sono bambini che non lo hanno e sono tristi. E bello avere un papà perché è la persona di cui ti puoi fidare; a lui puoi dire tutti i tuoi segreti. Leggendo qui e là ho appreso che invece in Germania hanno pensato di dare in affitto uomini per 7 euro all ora alle donne che sono senza un padre per i propri figli. Voi trovate che sia una buona idea? Per me no! I bambini, è vero, si possono svagare con questi uomini, ma non possono confidare i segreti personali proprio perché non è il vero padre. Questi uomini ti possono portare al parco, a giocare a calcio, a guardare partite e poi basta! In un quotidiano tedesco ci sono foto di uomini che portano in giro figli di madre single o impegnate al lavoro, oltre agli uomini giovani ci sono anche anziani che accudiscono i figli. Essere padre è il lavoro più bello che esista e per farlo gli uomini hanno bisogno di alcune regole: iniziare a fare il papà fin dalla gravidanza, perché si deve già avere un rapporto con il proprio figlio che riconosce la voce nel pancione si può anche incominciare a imparare a far addormentare i propri figli nel cuore della notte Passare il maggior tempo possibile anche se si ha un lavoro continuo, oppure fare vacanze nel week-end e anche la mamma si deve ritagliare un po di tempo per stare con i propri figli abbracciare e prendere in braccio il proprio bambino e guardarsi Manifestare gioia quando il figlio fa un progresso fisico e mentale, i figli hanno bisogno di genitori perché così trovano giochi da fare insieme Non va tralasciato il lavoro sporco del bagnetto e del cambio pannetti, bisogna accompagnarli a scuola, al pediatra e condividere con lui tante altre attività. Secondo me non ci si può permettere fare il papà solo nel tempo libero e lasciare l altro tempo alla mamma, invece un padre deve sorvegliare il proprio figlio sia nei lavori di scuola che di casa e tutto questo non si può fare a pagamento per poche ore ogni tanto PASQUALE MANGIATORDI

3 Pagina 3 IMPARARE DIVERTENDOSI Il 26 Marzo 2014 gli alunni di tutte le prime della Massari e noi della 2D siamo andati in auditorium per vedere lo spettacolo teatrale La carica dei 101. La storia parla di due cani, Pongo e Perdita, che si incontrano e si innamorano contemporaneamente ai loro padroni, e per tutto lo spettacolo saranno impegnati a salvare i numerosi cuccioli rapiti da Crudelia, una dona vanitosa e senza scrupoli.questa è stata la prima volta che noi abbiamo visto un spettacolo teatrale in inglese e nonostante ciò abbiamo capito tutto perchè erano le parole che già conoscevamo grazie alla prof.ssa Lippolis, che ci aveva fatto leggere la sceneggiature dello spettacolo. PASQUALE MANGIATORDI / DI LORENZO ANTONIO Il gatto non ha un palato sviluppato per i cibi dolci e quindi non riesce a sentirne il sapore e la diversità rispetto ai cibi salati, che mangia giornalmente. Tutti i carnivori e in particolare il gatto, hanno dei geni che producono proteineche li rendono non sensibili al dolce. Ecco perché la loro dieta non comprende dolci, bensì croccantini adatti al loro metabolismo l unico dolce concesso è il latte che contiene anche grassi che piacciono e fanno bene ai carnivori. Perciò attenti ragazzi a non dare dolci ai vostri gattini, gli farete solo del male! Michelle Crocetti I GATTI DA BAR! L amore per i gatti e gli animali in generale, soprattutto in noi ragazzi, è molto frequente. Però quando l animale è in casa a volte non viene curato bene, perché non si hanno sempre i tempi per farlo. Ho scoperto che basterebbero poche ore per avere e coccolare un gatto, senza avere un impegno costante e giornaliero. A Torino esiste un bar, dove è concesso mangiare mentre coccoli un gatto. Secondo i calcoli si dice che i gatti trasmettono relax e combattono ansia ed insonnia. Però le persone non devono pensare di arrivare in questo bar scegliere un gatto e coccolarlo, perchè, molte volte, il gatto può sembrare infastidito, quindi è lui che decide se farsi coccolare o meno. Nel bar c è addirittura una zona veterinaria. Nelle vicinanze dei due locali ci saranno sportelli per le adozioni collegati ai gattili di zona. Vicino ad ogni tavolo c è una dispensa piena di disinfettanti per scegliere quello più giusto per disinfettarsi le mani, prima di coccolare il gatto e dopo. Per me è sbagliato mangiare vicino al pelo del gatto; chissà quali allergie! Però sarebbe bello condividere emozioni con altri esseri diversi da noi. Almeno il gatto resta lì appoggiato al tuo braccio ad ascoltarti, senza parlare o giudicare. Vorrei che anche a Bari ci fosse un locale del genere, magari anche con altri animali, però le mie curiosità vanno oltre, nel senso che, se una persona è allergica al pelo del gatto o di qualsiasi animale, preferirei che il locale fosse diviso in due: un area solo servizio bar, ed dall altra parte, servizio bar con animali da coccolare. Piccolella Martina

4 DIFFERENZE TRA CALCIO A CNQUE E CALCIO A UNDICI In realtà dal calcio a cinque al calcio a undici non cambia molto la tecnica, ma ci sono differenze evidenti per alcuni particolari, ad esempio la grandezza del campo, e delle porte, la durata della partita e poi il tipo di allenamento perché il gioco a cinque richiede maggiore velocità e migliore forma fisica dei giocatori. Giocare a calcio è molto divertente ma richiede un allenamento adeguato sia per dare il massimo in campo e sia per non stancarsi subito. Nel calcio a undici i giocatori seguono una dieta e un allenamento adeguato al loro mestiere e così riescono a percorrere moltissimi metri senza stancarsi presto, inoltre per essere sicuri che non abbiano malattie o problemi fisici eseguono delle visite mediche accurate per verificare che sia tutto apposto. Spero che sia così anche per Il calcio a cinque, che solitamente viene praticato tra amici per passare il tempo o per distrarsi un po. Barletta 2A LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DEI NOSTRI OCCHI Tifosi al centro dell azione è lo slogan che sarà comune con tutti gli stadi che ospiteranno le manifestazioni nei prossimi anni. L idea dei designer è riuscire a far vedere in prima persona la partita sul campo di farla diventare un esperienza unica, migliore di quella vista solitamente in tv a casa. I designer hanno a disposizione una nuova arma: ad esempio dei bracci robotici che possano trasformare lo stadio in base all evento sportivo ospitatovi e di cambiare la visuale degli spettatori inclinando gli spalti. Verranno aggiunti collegamenti wireless che consentiranno al pubblico di condividere foto e commenti in rete senza congestionarla, la sostituzione di campo dove diverse tribune motorizzate scorrono su un sistema di binari, martinetti idraulici che permettono di modificare l inclinazione delle gradinate, i campi saranno dotati di meccanismi adatti a cambiare la superficie del campo (erba, parquet ), il tetto servirà non solo per riparare ma anche per riciclare l acqua piovana e, attraverso pannelli solari, a produrre energia elettrica. Massimiliano Cassano.1D Pagina 4

5 LE REGOLE Pagina 5 Ogni persona al mondo deve rispettare le regole, perché se nessuno le rispetta ci sarebbe il caos, come ad esempio a scuola ci sono alcuni ragazzi che urlano, giocano, chiacchierano, poi passano i guai con sospensioni, bocciature o espulsioni; ma non è solo per questo, bisogna rispettare le regole per vivere meglio e non solo a scuola; dappertutto, per strada, per casa per esempio ci sono ladri, matti, pirati della strada che finiscono in prigione per questo. Dobbiamo cercare di cambiare questo mondo, perchè secondo me sarebbe brutto se ognuno facesse come gli pare, perché agli altri sarebbe impedito farlo. Dario Lacarpia ID. State tranquilli, non è una parolaccia, ma è un sinonimo di pettegolezzo. Voi lo sapevate che il pettegolezzo era già in uso nell antica Roma? Secondo Primo Levi chi dice un pettegolezzo accompagna il soddisfacimento di un bisogno primario. Al giorno d oggi molte persone dello spettacolo come Belén Rodrìguez, o anche reali, come Lady D, sono vittime di pettegolezzo vero e proprio con tanto di fotografi di fama e giornalisti che hanno bisogno di uno Scoop. E secondo alcuni studiosi il pettegolezzo fa bene ed è un simbolo di fiducia. Però dobbiamo sapere che i pettegolezzi possono rovinare la reputazione, addirittura la carriera di una persona, può rovinare un rapporto di amicizia; se il pettegolezzo si diffonde, la persona in questione potrà essere schernita da tutti. Ricordiamo allora che un pettegolezzo può si far bene (chi lo dice o è in cerca di notorietà) ma anche far male per chi ne è vittima. Domenico Chiaromonte 2A Alla maggior parte delle persone e dei ragazzi piace molto ridere, ma quando ciò succede si sente dire che il riso abbonda sulla bocca degli stupidi. Ridere fa bene alla salute, ma quando si ride bisogna capire di cosa e perchè lo si fa, ad esempio: non si ride in classe durante una spiegazione, oppure quando si è in chiesa. Si può ridere invece quando stiamo in compagnia di amici o familiari oppure quando si fa qualcosa di divertente. Negli ospedali i pazienti malati di tumore o altre malattie molto dolorose riescono a ridere grazie a volontari clown ben accettati dagli ospedali proprio per far ridere chi soffre. Uno scienziato americano reputa che un sorriso o una risata siano una forma di ginnastica che allena il cervello ad essere più forti e capaci di affrontare situazioni difficili e stressanti. Io ogni mattina vedo sempre per- sone tristi che non affrontano la propria vita con entusiasmo mentre io sono un ragazzo molto sorridente. Giuseppe Ladisa 1ªB

6 SOLO ACQUA E ZUCCHERO PER UN MONDO PIÙ PULITO Sono state scoperte delle pile ricaricabili ad acqua e a zucchero che sostituiranno le pile attualmente in uso. Le pile oggi sono i rifiuti più inquinanti, quando vengono buttate. Le batterie allo zucchero sono una invenzione in sviluppo all università della Virginia, negli Stati Uniti, invece le pile ad acqua sono già in com- mercio e per l utilizzo comune. Le batterie allo zucchero producono un energia senza confronto rispetto alle batterie convenzionali ed inoltre sono più convenienti, perché ricaricabili e biodegradabili e funzionano più a lungo prima di essere ricaricate. Lo zucchero è un composto naturale perfetto per l accumulo di energia, quindi cerchiamo di sfruttare questa energia naturale in modo ecologico per produrre una batteria. La nuova pila servirà anche per ricaricare la batteria di telefoni, cellulari, tablet, videogiochi e molti altri appa- recchi elettronici, che in fase di evoluzione richiedono sempre più energia. Le nuove pile serviranno anche ad evitare inquinamenti nelle discariche, sono quindi più sicure per l ambiente che ci circonda in quanto la soluzione zuccherina non si infiamma né è esplosiva. Le pile ad acqua sono dette anche acquacell e per ricaricarle basta immergerle nell acqua per qualche minuto. Le materie utilizzate per costruire le pile provengono da fonti sostenibili e a differenza delle batterie odierne che sono avvolte da un involucro di acciaio, le acquacell utilizzano plastica riciclata. Quindi le nuove pile sostituiranno quelle odierne e aiuteranno anche l ambiente. Massimiliano Cassano. L AUTO DEI NOSTRI SOGNI Stiamo nel 2014, l evoluzione della tecnologia aumenta sempre di più in ogni strumento cellulare i-pad è arrivata anche una nuova macchina tecnologica. In questi anni sono accaduti migliaia di incidenti stradali, a causa delle distrazioni che richiamano l attenzione degli autisti. Nel 2020 uscirà una nuova macchina il sistema Obstacle Avoidance, un auto che si attiva soltanto quando l autista non reagisce in tempo. Esso funziona grazie a tre radar, tra cui a una telecamera che tiene sotto controllo la strada fino a 200 metri; quando rileva la presenza di un pedone o di emergenza avvisa il guidatore. Necessariamente controlla che la strada sia libera, tramite il servosterzo che evita l impatto effettuando una manovra di emergenza. I primi test sono stati avviati ad una velocità di 600 chilometri orari,sono stati positivi. Insomma, ora si tratta soltanto di metterlo in commercio, sicuramente andrà immediatamente a ruba. Secondo me questa nuova invenzione e molto utile per automobilisti che si distraggono facilmente oppure con problemi gravi come sensa vista. Pagina 6 Shaven Nuyandoa 1A

7 OBESITÀ INFANTILE IN AUMENTO!! Quando guardo in giro vedo che molti miei compagni hanno problemi con il loro fisico e infatti ho letto che l obesità infantile è in aumento in tutto il mondo e molti bambini sono in sovrappeso o addirittura sono obesi. Specialmente in Italia è stato notato che un bambino su tre, tra i 6 e gli 11anni, supera il peso previsto. Alcuni studi hanno accertato che la maggior parte dei bambini, circa il 75 %, poi nella età adulta rimane in sovrappeso o diventa obeso. Inoltre questa indagine ha fatto venir fuori che la maggior parte dei genitori non si rende conto del reale peso del proprio figlio. Tutti noi, di qualsiasi età dobbiamo stare attenti alla nostra alimentazione, nel contempo dobbiamo svolgere attività fisica. Io penso che però periodicamente si dovrebbero effettuare dei controlli da parte dei medici di famiglia o dagli specialistici e verificare il peso, anche perché dai problemi di peso possono nascere delle malattie come il tanto temuto diabete. Perciò state sempre attenti a quello che mangiate e vi consiglio anche un po di attività fisica. Natasha Avella 2D Piccole persone, grandi diritti Oggi i bambini vengono rispettati? Pagina 7 L infanzia dei bambini deve essere protetta per creare le migliori condizioni di sviluppo di ogni bambino, senza distinzione di razza, di lingua, di colore della pelle o di opinione. La Convenzione U- niversale esalta anche l importanza della vita affettiva, familiare; tutti i bambini hanno anche il diritto di avere una vita privata e un contesto familiare. Giocare, godere del tempo libero, è ciò che deve fare ogni bambino, anziché lavorare, soprattutto se la mansione è pesante e pericolosa. Quindi lo sfruttamento minorile non ci deve essere in nessun Paese e ogni bambino deve poter godere dei propri diritti, perché l infanzia è il futuro dell umanità: proteggerla è un dovere, amarla un piacere. Nicole Fanelli 1B UN TRUCCO PER AVERE DELLE PORZIONI DI CIBO GIUSTE Attualmente si presta molta attenzione al proprio fisico e alle propria salute. Sicuramente molte persone seguono una dieta o semplicemente stanno attenti alle quantità di cibo, ma per pigrizia non prendono mai la bilancia per misurare il cibo. Alcuni studiosi hanno accertato che la maggior parte delle persone sbagliano la quantità di cibo da mangiare. Questo problema pare si fossa risolvere semplicemente in maniera veloce e economica. Aiutando le persone che non hanno senso della misura. -Per la quantità giusta di formaggio basta misurare con il proprio indice!! -per pollo, pollame e pesce basta usare il palmo di una mano femminile o la misura di un mazzo di carte, - Due calzini arrotolati insieme sono le quantità per i cereali della prima colazione. Mentre un pugno della mano ci può aiutare per la grandezza del frutto da gustare -per pasta, riso e fagioli usate una palla da tennis e -per le patate utilizzate la grandezza di un mouse del computer, -per noci e frutta secca a guscio basta ciò che viene contenuto nella mano e per il condimento dell insalata usate un pollice!! Questi sono dei veloci suggerimenti che vi potranno aiutare, comunque anche se userete questi consigli state sempre attenti all alimentazione. Natasha Avella2D

8 I SUONI DELLA FORESTA EQUATORIA- LE REGISTRATI PRIMA DELL ESTINZIONE DEGLI ANIMALI Fino a poco tempo fa i suoni della natura per noi erano solo immaginabili, invece oggi con l evoluzione della scienza acustica, è possibile ascoltare i suoni della natura delle aree della foresta equatoriale; proprio come se abitassimo laggiù. Un contributo particolare è dovuto a David Monacchi, che da molto tempo studia l acustica della natura in A- mazzonia, Africa e Borneo. Le sue visite in questi posti richiedono molto tempo di ricerca e di preparazione. Con l aiuto del campo base e accompagnato da guide locali può andare nelle aree più inaccessibili di questi luoghi; quando individua il posto dove è possibile registrare posiziona microfoni e apparecchi per la registrazione. Quando il ricercatore termina il suo dovere si concentra su come tradurre la sua esperienza per esporla al pubblico. Quando termina il lavoro espone i video in alta definizione che ha realizzato. Grazie a lui anche i nostri figli potranno vedere e a- scoltare i suoni e gli animali, le piante e i paesaggi che si stanno estinguendo per colpa dell ingordigia umana. Massimiliano Cassano. LO SPETTACOLO Il giorno 3 Aprile del 2014 tutte le classi prime hanno assistito ad uno spettacolo teatrale in barese tratto dal libro intitolato Come eravamo e l attrice recitava dei brani scritti dal signor Maurogiovanni. Lo spettacolo è iniziato alle ore 9:30 ed è durato circa un ora. Sono stati interpretati anche degli skach, ideati sempre da Maurogiovanni. Sicuramente le classi saranno state molto contente dato che si sono anche recitate delle poesie in dialetto barese e poi abbiamo scoperto qualcosa in più del nostro passato di baresi. Massimiliano Cassano. Pagina 8

9 IL CERVELLO DEL CANE FELICE E COME UMANO Noi bambini che viviamo con i cani sappiamo che la gamma di emozioni che animano le nostre giornate sono tante. Un nuovo studio fatto DALLO SCIENZIATO GREGORY BERNS conferma che il cane vive emozioni, proprio come accade a noi. In particolare i sentimenti che prova quotidianamente sono divertimento, rabbia, curiosità e semplicità ma si differenzia per la scelta del modo. Non ci sono test che valutano il comportamento ma che valutano risonanze magnetiche per l attività cerebrale. Si scopre cosi che davanti a un evento il nucleo celebrale del cane si attiva. La stessa cosa succede a noi umani quando siamo felici. NATASHA MARVULLI 1B L autolesionismo è una moda che si sta diffondendo in questi periodo e solitamente interessa i teen agers di anni. Alcuni ragazzi si tagliano i polsi con quella famosa amichetta che ci si porta assieme:una LAMETTA,un oggetto molto tagliente,tanto che basta passarla sulla pelle e facilmente si creano solchi profondi. Certe volte da quei tagli esce molto sangue e si può finire in ospedale. Certi pensano che l autolesionismo sia solamente un gioco, ma chi soffre di autolesionismo incomincia a tagliarsi perché è un po robusto o ha le gambe storte, e viene preso da chi neanche conosce e non sa nulla della sua vita. Gli AUTOLESIONISTI sono molti nel mondo e tutti piangono,soffrono, fanno del male a se stessi, perché per loro è l unico modo di reagire. Se vi capita di incontrarne uno, siategli vicino, fatelo sentire non solo e vedrete che non avrà più bisogno di farsi del male e voi avrete guadagnato un amico LA MODA IERI E OGGI Ogni anno gli adolescenti creano un nuovo modo di vestire e di percorrere la strada della MODA. La moda è stata sempre cambiata con nuovi outfit (abiti e accessori), stilisti, e in particolare mi vorrei soffermare su quella del A quell epoca essa prevedeva abiti ampi e voluminosi per le donne, mentre sobri, ma allo stesso tempo affascinanti, per gli uomini. Questi abiti potevano essere acquistati soltanto dai nobili e da coloro che aveva maggior potere. Nella seconda metà del XIX in Italia gli stilisti ebbero molto successo per questo fornirono anche i primi cataloghi di moda dove si poteva dare un occhiata agli abiti. Dopo tanti anni arrivano gli anni 50. In quel periodo la moda era veramente di un gusto bon ton. Negli anni 50 era di moda mettersi: t-shirt, pantaloni blue jeans, pois e i bikini e- rano veramente glam (graziosi) con quel tocco di classe; era anche di moda essere una pin up (ragazze formose, sorridenti spesso in costume da bagno). Per ricreare l outfit di una signora degli anni 50 bisogna avere tanta propensione verso il bon ton: Indossare per il giorno una gonna a ruota, mettendo in evidenza il punto vita e indossare t -shirt sempre dentro pantaloni o gonne, come scarpe utilizzare le ballerine. Nel prossimo articolo vi continuerò a presentare la moda nei periodi degli anni 70 SHAVEN NUYANDOA Pagina 9 Antonella Altobello 1B

10 Vi siete mai chiesti chi è il nostro antenato? Io sì e ho subito pensato che tutte le nostre caratteristiche fisiche, da testa a piedi, derivano degli australopitechi. Sulla Terra la prima faccia è stata quella di un pesce e da questa si sono evolute tutte le altre. Il ricercatore esaminando i fossili di pesci preistorici e ne hanno ricostruito l aspetto in tre dimensioni. A pochi mesi dalla scoperta di un fossile di un pesce dotato di mascella e di mandibola in Cina, hanno trovato in Canada un fossile ancora più antico. In questo si trova la trasformazione della mandibola: si tratta dello spostamento in avanti di una parte del cervello e si formano gli embrioni. Negli embrioni dei senza mandibola i tessuti del cervello si incontrano con gli occhi formano una sola narice. Negli embrioni dei vertebrati con mandibola questi tessuti si ripiegano sulla narice che poi, divisa in due, diventa il muso. Quindi gli antenati della mandibola non sono mammiferi ma pesci, una scoperta molto interessante. Paola D Agostino GLI ANIMALI IN FATTORIA Per gli animali la fattoria è come un posto sicuro, dove c è pace e amore. Io ho la possibilità di coccolarli e di curarli perché un amico di famiglia ha una fattoria dove io posso giocare coccolare e prendermi cura degli animali. C è altra gente che la pensa diversamente da me perché proprio questa gente tiene cani gatti criceti conigli e galline rinchiusi in gabbie molto strette e non gli danno ne da bere ne da mangiare per parecchi giorni. Mio padre non è come gli altri perché il suo cane invece lo ha lasciato in fattoria dove se ne sta in pace e qualche volta lo andiamo a trovare insieme. Per me gli animali sono importanti perché ho avuto molte esperienze negative perché ho avuto molti animali di cui sono tutti morti e per questo quando parlo parlano di animali me ne vado. Gli animali della "Fattoria padronale" nel romanzo La fattoria degli animali di Orwell erano maltrattati e sfruttati dal loro padrone, il signor Jones, vengono a conoscenza del sogno di un vecchio e saggio animale chiamato Vecchio Maggiore, rispettato da tutti. In questo sogno, gli animali diventano liberi dal giogo dell'uomo della fattoria. MARVULLI NATASHA Pesce d Aprile Le origini del pesce d'aprile non sono note, anche se sono state proposte diverse teorie. Si conside- ra che sia collegato all'equinozio di primavera, che cade il 21 marzo. Ma dato che l usanza è un po' comune a tutta l'europa, alcuni stu- Pagina 10 Al mito di Proserpina ed all'ira di sua madre Cerere per il rapimento di sua figliasi fa risalire l'alternanza delle stagioni. diosi sono andati più indietro nel tempo e hanno ipotizzato come origine del pesce d'aprile l'età classica, ed in particolare hanno intravisto una traccia nel mito di Proserpina,che dopo essere stata rapita da Plutone, viene vanamente cercata dalla madre, ingannata da una ninfa, ma anche alcuni ricercatori individuano nella festa pagana di Venere, Verticordia, alcune possibili comunanze Francesca Toritto 1B

11 CELLULARI, DIVIETO PER I MINORI DI 12 ANNI? Pagina 11 Ormai in Italia ci siamo a- bituati e vedere uno smartphone in mano ad un bambino di 6-7 anni ci sembra normale, ma non lo è assolutamente; perciò infatti potrebbe essere vietato l uso dei telefoni cellulari per i minori di 12 anni. Sembra infatti che i cellulari, se utilizzati per troppo tempo, possano portare al tumore al cervello, in particolare nei ragazzi. Infatti negli ultimi 10 anni è aumentato di molto il numero di tumori e la causa viene attribuita principalmente all uso eccessivo dei nostri beneamati cellulari. Negli ultimi anni sono sorte molte associazioni con un obbiettivo comune: convincere il governo a dare il via a campagne informative sui danni e sui rischi delle onde elettromagnetiche e convincere la gente ad usare gli auricolari o a non tenere i cellulari vicino all orecchio. Ecco alcune sempllici regole per non correre rischi utilizzando i cellulari: Non farli utilizzare ai bambini più piccoli o limitarne l uso. Utilizzate sempre l auricolare o il vivavoce. Restate lontani da chi parla al telefono. Non tenete il cellulare sul corpo anche se non state telefonando. Utilizzate il cellulare per telefonate brevi: per chiamate lunghe utilizzare il fisso. Non mettete il telefono vicino all orecchio prima dell inizio della conversazione. Preferite la comunicazione tramite sms a quella tradizionale. Quando acquistate un cellulare, sceglietene uno con la potenza di assorbimento più bassa. La legge in Italia e in Europa non arriverà prima di qualche anno per fortuna dei ragazzi più piccoli, anche se in diversi altri Paesi è già in corso. Giorgia Quintavalle 1D La danza Vorrei parlare delle attività fisiche ed in particolare della DANZA. Conosco una ragazzina dell Istituto Massari Galilei che pratica quest attività e molto spesso, quando ci vediamo, mi racconta di ciò che fa. L altra volta mi ha detto che lei si diverte tantissimo e che ci tiene molto; spesso fa danza classica e danza moderna, solo qualche volta hip hop. Da quello che ho capito a lei entusiasma di più quest ultimo. Il corso è quasi alla fine e devono fare presto perché a Maggio c è il saggio, a lei dispiace che finiscano le lezioni, ma la cosa bella è stata la passione e la voglia di praticarla. Una volta mi fece vedere cosa aveva imparato e io rimasi a bocca aperta, fu bravissima tanto è vero che le dissi, per me, di poter partecipare ad Amici, quel famoso programma televisivo, dove ci sono persone che cantano e ballano. Dovreste vederla quando ballò, le punte dei piedi, erano perfette, tipo delfino, in un modo elegante. A mio parere la DANZA va praticata perché fa bene al fisico, al corpo e praticata nel tempo libero ci farebbe bene anche all umore.w la danza Veneziani Rosy 1 B

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Va bene diventare cameriere però, mangiare tutto quel cibo e bere prima, durante e dopo il pasto è esagerato! Per fortuna che

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

- 1 reference coded [1,60% Coverage]

<Documents\bo_min_13_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,60% Coverage] - 1 reference coded [1,60% Coverage] Reference 1-1,60% Coverage Certamente. Che musica ascolti? eh, io, ascolto più musica di qualche anno fa, sul rock anni 70, o sono

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Ad Armando Sanna Cover Mapei

Ad Armando Sanna Cover Mapei Introduzione: Ci sentiamo verso le 22 non so bene come iniziare, in fondo è un ragazzo. Un ragazzo dal viso pulito. - Pronto ciao sono Armando- - Ciao mi chiamo Gilberto, lo sai che domenica, mentre trionfavi,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 Evento Flashmob Pensieri raccolti nel gruppo: Sabato ci siamo trovati al Centro e dopo aver indossato le magliette siamo andati tutti

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Finalità. Sensibilizzare al rispetto di genere per prevenire forme di discriminazione.

Finalità. Sensibilizzare al rispetto di genere per prevenire forme di discriminazione. Finalità. Sensibilizzare al rispetto di genere per prevenire forme di discriminazione. Obiettivi. Suscitare curiosità verso l altro. Indagare sulle diversità e i ruoli. Riconoscere e valorizzare le differenze.

Dettagli

IO: LA MIA STORIA, LA MIA SCUOLA, IL MIO PAESE

IO: LA MIA STORIA, LA MIA SCUOLA, IL MIO PAESE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 IO: LA MIA STORIA, LA MIA SCUOLA, IL MIO PAESE ISTITUTO COMPRENSIVO «N.TOMMASEO» SCUOLA DELL INFANZIA «F.GARBIN» Arre UNITA DI APPRENDIMENTO : 1. IO : LA MIA STORIA 2. IO : LA

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

- 1 reference coded [3,04% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,04% Coverage] - 1 reference coded [3,04% Coverage] Reference 1-3,04% Coverage ok, quindi qua, secondo te, è solo il vestito che identifica beh l amicizia e il modo di vestire. Voi,

Dettagli

Mauro. Simone. Mamy Jara

Mauro. Simone. Mamy Jara Trebisonda è un programma per ragazzi su RAI 3, dove si fanno dei giochi educativi a cui partecipano ragazzi di una scuola. Stavolta è toccato alla mia classe, la 2^A, e a una di Coldirodi. Noleggiato

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

TECNICHE DI DISTRAZIONE

TECNICHE DI DISTRAZIONE TECNICHE DI DISTRAZIONE Dobbiamo renderci conto che l ansia, la paura, la preoccupazione, sono sempre associati ad alcuni Pensieri Particolari per ogni persona, ed ognuno di noi Pensa, ha Immagini Particolari

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

la vela che fa crescere

la vela che fa crescere I CORSI PER UNDER 18 la vela che fa crescere Settimane veliche Skiffsailing per bambini e adolescenti SKIFFSAILING scuola di vela sali a bordo del divertimento! In barca a vela. Perché non si vive di soli

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente.

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Le piace molto stare in compagnia,le piace giocare con me con papà e con Alessandro anche

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Bambini di strada. (Matteo Ticani)

Bambini di strada. (Matteo Ticani) Il progetto Con gli occhi di chi? Campagna di educazione allo Sviluppo contro lo sfruttamento del lavoro minorile a Nord e al Sud del mondo ha visto fra le sue attività principali, la realizzazione di

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

NESSUNO EDUCA NESSUNO, NESSUNO SI EDUCA DA SOLO. CI EDUCHIAMO GLI UNI CON GLI ALTRI MEDIATI DAL MONDO. Paulo Freire AVVENNE DOMANI

NESSUNO EDUCA NESSUNO, NESSUNO SI EDUCA DA SOLO. CI EDUCHIAMO GLI UNI CON GLI ALTRI MEDIATI DAL MONDO. Paulo Freire AVVENNE DOMANI NESSUNO EDUCA NESSUNO, NESSUNO SI EDUCA DA SOLO. CI EDUCHIAMO GLI UNI CON GLI ALTRI MEDIATI DAL MONDO. Paulo Freire AVVENNE DOMANI IO E L AUTONOMIA Mi presento Ho scelto questa immagine perché Lettura/ascolto

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un a me del cellulare piace a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un incidente è molto utile a me il cellulare piace ma me lo prendono solo a 12 anni. La cosa più bella è

Dettagli

IL PRONOME. Che cos è il pronome. 1. Che cos è il pronome 2. I pronomi personali 3. I pronomi determinativi 4. I pronomi relativi

IL PRONOME. Che cos è il pronome. 1. Che cos è il pronome 2. I pronomi personali 3. I pronomi determinativi 4. I pronomi relativi IL PRONOME 1. Che cos è il pronome 2. I pronomi personali 3. I pronomi determinativi 4. I pronomi relativi 1. Che cos è il pronome Ha telefonato Biagio e gli ho detto che lo richiamerai. Gli e lo sono

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

L ambiente in cui vivi

L ambiente in cui vivi L ambiente in cui vivi 1. Cosa vorresti fare da grande? (indica per esteso il lavoro che ti piacerebbe fare) 2. Potendo scegliere, cosa ti piacerebbe diventare? (1 sola risposta) Un divo televisivo o del

Dettagli

Narrativa Aracne 140

Narrativa Aracne 140 Narrativa Aracne 140 Monica Blesi Un imprevedibile estate Si consiglia ai teenager e ai loro genitori Copyright MMX ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo,

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

I RICORDI CHE MI PERMISERO DI FANTASTICARE

I RICORDI CHE MI PERMISERO DI FANTASTICARE 6 CAPITOLO I RICORDI CHE MI PERMISERO DI FANTASTICARE Quando sento narrare la mia infanzia mi sembra di ascoltare un racconto di fantasia con un personaggio, che poi sarei io, al centro di tante attenzioni

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE )

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE ) PER LA PREGHIERA Ho bisogno, ragazzi, della vostra amicizia, come voi avete bisogno della nostra. Ma non ho bisogno che uno dopo l altro mi diciate: ti amo, perché quando verrà il mio Amore, che aspetto,

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

IL MINIDIZIONARIO. Tutti i diritti sono riservati.

IL MINIDIZIONARIO. Tutti i diritti sono riservati. IL MINIDIZIONARIO Tutti i diritti sono riservati. CIAO A TUTTI, IL MIO NOME È MARCO E PER LAVORO STO TUTTO IL GIORNO SU INTERNET. TEMPO FA HO AIUTATO MIA NONNA A CONNETTERSI CON SUO FIGLIO IN CANADA E

Dettagli

Scuola Primaria Pisani Dossi. Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam ALBAIRATE

Scuola Primaria Pisani Dossi. Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam ALBAIRATE Scuola Primaria Pisani Dossi Istituto Comprensivo Erasmo da Rotterdam ALBAIRATE Autori: alunni 3^B Anno scolastico 2012-2013 Il 10 maggio abbiamo incominciato questa esperienza. Ci sono 4 materie: italiano,

Dettagli

Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti

Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti www.e-imd.org Che cosa sono i difetti del ciclo dell urea/le acidurie organiche? Gli alimenti che mangiamo vengono scissi

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

La Felicità con gli occhi di

La Felicità con gli occhi di La Felicità con gli occhi di Di Paolo Sichel, Giorgia Zanierato e Sidney Fontana Classe 4 BSU Indice Felicità: Con la spensieratezza di un bambino Con la grinta dell adolescente Con la serenità di un adulto

Dettagli

COMMEDIA POLIZIESCO DI FANTASCIENZA THRILLER D AVVENTURA D AMORE. 1. Io l ho visto con mia sorella. a. Perché no?

COMMEDIA POLIZIESCO DI FANTASCIENZA THRILLER D AVVENTURA D AMORE. 1. Io l ho visto con mia sorella. a. Perché no? QUADERNO DEGLI ESERCIZI 3 Unità 1 1 Scrivete, per ogni genere, il titolo di due film che avete visto di recente o che vi sono piaciuti particolarmente. COMMEDIA POLIZIESCO DI FANTASCIENZA THRILLER D AVVENTURA

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

C eraunavoltaunpaiodicalzini

C eraunavoltaunpaiodicalzini C eraunavoltaunpaiodicalzini C era una volta un paio di calzini. Marta e Paolo erano i nomi di questi due calzini. Si erano conosciuti, innamorati e litigati per anni. Ora abitavano in via Cassetto n.

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli