IL BELLO IN ME E INTORNO A ME

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL BELLO IN ME E INTORNO A ME"

Transcript

1 Casa Circondariale di Montorio VR - Sezione Maschile CORSO INTERCULTURA FEBBRAIO APRILE 2013 IL BELLO IN ME E INTORNO A ME Associazione LA FRATERNITÀ Via A. Provolo, Verona casella postale 62 VR Tel/Fax

2 I PARTECIPANTI: Aziz A. (Marocco) Samson Ayobami A. (Nigeria) Nenad A. (Bosnia) Venetu A. (Bosnia) Artan B. (Kosovo) Caio Cesar C. (Italia) Teo D.A. (Rep. Dominicana) Artur L. (Russia) Arnaldo L. (Italia) Nelu R. (Romania) Anatoly S. (Russia) Benhedi Lotfi B. (Tunisia) Matia B. (Albania) Massimo C. (Italia) Erekle K. (Georgia) Hardeep S. (India) I VOLONTARI: Giuseppe GALIFI Emanuela LUGLI Paola POZZETTI 5 febbraio aprile

3 1 INCONTRO 5 febbraio 2013 Ci siamo incontrati e ciascuno ha presentato se stesso e ha raccontato qualcosa della sua storia Abbiamo illustrato il corso, gli argomenti che svilupperemo in ogni incontro, secondo questo calendario: 05 feb 2013 Chi sono io. 12 feb 2013 Che cosa è il bello per me? 19 feb 2013 Il bello delle mie radici, la mia famiglia e la mia infanzia. 26 feb 2013 Il bello della natura 05 mar 2013 Un uomo bello una donna bella 12 mar 2013 I luoghi belli della mia vita 19 mar 2013 Il bello dello sport 26 mar 2013 Il bello della musica 02 apr 2013 La bellezza in versi. Il bello della festa 2

4 2 INCONTRO 12 febbraio 2013 UNA FAMIGLIA LA VITA UNA CASA AMORE DEMOCRAZIA LIBERTÀ STARE CON I MIEI BAMBINI FELICITÀ LIBERTÀ PACE SALUTE PACE LIBERTÀ LIBERTÀ FAMIGLIA LAVORO BELLO AMORE STAR BENE STARE VICINO ALLA FAMIGLIA LA MIA RAGAZZA L ITALIA MIA FIGLIA STARE INSIEME CON I MIEI BAMBINI LIBERTÀ, FUORI DI QUA NON AVERE PROLEMI 3

5 1. dal brain storming Mettiamo insieme alcune parole (quelle che troviamo simili alle nostre): famiglia, i miei bimbi, la casa, la mia ragazza, amore Pace, democrazia, libertà C è bellezza quando ci sono belle relazioni in famiglia, quando si vive una relazione d amore C è bellezza quando ci sono belle relazioni con gli altri nella società Serenità, salute, stare bene, non avere problemi C è bellezza quando stiamo bene dentro di noi Riflessione: non c è vita senza bellezza Mettiamo insieme le parole che troviamo nelle schede degli altri ma non nelle nostre (gli altri ci dicono parole che noi non pensiamo, ma che ci arricchiscono e ci fanno scoprire altri aspetti della bellezza) Riflettiamo sulle parole che restano: il lavoro: è bello perché consente di mantenere i figli, la famiglia è bello perché ci dà speranza di vivere serenamente, ci apre la speranza del domani è bello perché ci fa sperare di non entrare più in carcere Riflessione: se non vedo niente di bello intorno a me posso vivere la bellezza dentro di me, almeno come speranza La speranza è l ultima a morire, c è ancora speranza (Nenad) La speranza è una marcia nascosta (Caio Cesar) Una professoressa mi ha detto che nella vita deve esserci una meta, e io sono d accordo: voglio andare nella Svizzera italiana per fare il pizzaiolo e iniziare una nuova vita (Teo) Io in Italia ho perso la speranza, spero di poter imparare l inglese per cambiare paese (Erekle) allora una piccola speranza ce l hai! (Benhedì) 4

6 2. Scegliamo un immagine che ci piace e che ci sembra bella Matia: marito moglie e bambino guardano la montagna; la natura è bellezza Benhedì: ho scelto una foto con i papaveri; c è la natura, la montagna. Sento libertà amore verso di me e verso gli altri Artur: ho scelto una chitarra la musica mi piace, la musica rock Erekle: ho scelto un immagine che mi ricorda la mia campagna; mi piace andare là, mi piace camminare e sentire il profumo della natura Venetu: ho scelto l immagine di due sposi perché mi dà la speranza di realizzarlo anch io Teo: ho scelto il mare al tramonto, mi ricorda il mio paese Nenad: ho scelto un bambino appena nato: mi ricorda mio figlio Costantino e mi dà la speranza di fare un altro bel bambino Brando: ho scelto una moschea, ce ne sono così anche in Turchia; mi ricorda la mia religione Caio Cesar: ho scelto una casa con il mare di sfondo, con l orizzonte che mi fa pensare alla vita che continua bene Associamo una parola all immagine che abbiamo scelto Artur: musica e pace Erekle: vita Venetu: amore e speranza Teo: speranza Nenad: vita nuova Brando: famiglia Cesar: famiglia e vita Riflessioni: abbiamo fatto sempre un collegamento fra ciò che è bello fuori di me e un bel sentimento dentro di me c è sempre una relazione fra il fuori e dentro solo uno non basta 5

7 3 INCONTRO 19 febbraio 2013 Che cosa hai pensato scegliendo questa immagine? (riflessioni personali) La libertà: come un fiore che comincia a crescere vivere libero e lasciare il malessere come un uomo che prende una strada verso un cammino democratico libero e reale per vivere una vita piena di amore dentro di me e fuori di me. Amore per la famiglia e far crescere i figli come i fiori e le rose di primavera. Guardare il cielo azzurro che fa sentire di vivere una vita sana e vivace in cui la natura deve essere la base. è una vista sana e vivace, in movimento, come quando comincia la primavera, un cammino verso la libertà e la moralità.(ben Hedi) La moschea è un luogo sacro, è la casa di Dio; nella religione musulmana è una speranza che dà pace all umanità e alla gente che crede in Dio. È bello credere. Pace. La moschea mi ricorda il mio paese. È bello credere che esiste uno sopra di noi che rompe le lotte fra fratelli, che dà pace e libertà. (Brando) Sto pensando che è una chitarra bellissima che secondo me suona in modo troppo bello. E penso anche che questa chitarra magari appartiene a un famoso musicista che suona con lei a dei bei grandi concerti dove c è tanta gente. (Artur) Ho pensato di sposarmi con la mia ragazza. Tanto per dirvi la verità non è la prima volta che sono in carcere: in tutta la mia vita ho avuto dei problemi con la giustizia e non ho mai avuto il tempo di mettere su una famiglia mia. Per questo mi sono pentito: ho trentatré anni e ho pensato che giorno dopo giorno il tempo passa; ho dei progetti, appena uscirò da qui la prima cosa sarà sposarmi (ecco perché ho scelto quella foto del matrimonio) e farmi una vita con la mia futura moglie che fin d ora mi sta aspettando. (Venetu) Questa immagine mi fa pensare alla culla della vita, dove uno trova: amore, famiglia, gioia e dolore. È un orizzonte dove alimentare la speranza di nuove cose e di avventure da affrontare. La bellezza nella vita di ognuno di noi è come una lente con cui guardare la vita: spesso non è uguale e può prendere forma e colori diversi. È come se uno di noi avesse un paio di occhiali diverso dagli altri che ci permettono di vedere il mondo a modo nostro. Paesaggi, oggetti, persone, momenti e ricordi che stuzzicano la nostra immaginazione a nostro piacere. Molto spesso stuzzicano emozioni uniche e piacevoli come amore, vita, libertà, famiglia, gioia, dolore, ecc. La casa non è oggettiva, ma appartiene ad ognuno di noi. Quando per un anno ho abitato in un furgone, per me era una casa: dentro mi sentivo tranquillo. (Caio Cesar) 6

8 SIAMO DINANZI A DELLE FOTO. TUTTE CI PROPONGONO IMMAGINI DI RELAZIONI FAMILIARI DI ESPERIENZE DA BAMBINI. SUL TAVOLO C È UN CIUCCIO Guardando le foto e il ciuccio ciascuno si esprime: Io vedo una famiglia felice. (Aziz) Il ciuccio è la bellezza di un ricordo d infanzia, di quando eravamo bambini. (Caio Cesar) Magari potessimo tornare indietro di quindici anni. (Brando) Tutte le foto hanno un significato: la vita. (Massimo) Penso a quando andavo a scuola con mio fratello, eravamo quasi gemelli perché avevamo solo undici mesi di differenza. Mi piaceva proprio andare a scuola. Poi ancora da minorenne ho avuto una brutta storia. La scuola era bella e ci stavo bene: ho finito la terza media e poi mi sono iscritto alla scuola di lingue. Poi ho fatto la guerra. Era bello quando ero piccolo, avevo tanti bei tempi liberi. (Brando) Quando sono arrivato in Italia avevo dodici anni. Quando mi sono iscritto alla scuola superiore mi sono iscritto anche ad una scuola di calcio segnavo tanti gol in attacco. Andavo al centro aperto. A scuola a volte facevo qualche cavolata ; il mio papà si arrabbiava e per punizione non mi faceva andare a calcio. Ho un bel ricordo di quando mi ha regalato una bicicletta perché ero stato bravo: quando me l ha data sono rimasto a bocca aperta. (Aziz) Dall età di due anni ho vissuto con mia nonna. A casa dei nonni c era la mia libertà. Quando finiva la scuola andavo subito a casa loro. Mio nonno è morto a 115 anni nel 1984 (Benhedi) Anch io ho un bel ricordo della nonna. Lei mi diceva: La vita è dura, ma se tu vivi con impegno e con la massima serietà, prima o poi arrivi dove vuoi. (Aziz) 7

9 Ho pochi ricordi dell infanzia. Ho fatto due incidenti gravi: uno in bicicletta tornando a casa (sono stato in coma, mi hanno messo una placca nella testa) e l altro con mio fratello sono stato investito da un camion. Quando avevo 15 anni ho avuto tanti problemi in casa io avevo la testa bacata Mi ricordo la puntualità con cui arrivavo a scuola, mi faceva sorridere, mi sembrava di essere in un film, immaginavo mia madre come un generale (Caio Cesar) Ho avuto brutte esperienze, quando ero piccolo in Nigeria c era la guerra. Sono scappato in Sudan (mio padre era del Sudan). Non ho ricordi belli di quando ero bambino camminavo sempre a piedi.. (Samson) Ricordo poco della mia infanzia. Stavo con i miei genitori coi quattro fratelli e le quattro sorelle. Stavo bene con loro avevo una casa grande (Venetu) Da piccolo vivevo a Bovolone. Mi ricordo che non mi piaceva tanto andare a scuola; mi piaceva invece giocare a calcio. Ho fatto parte anche del Milan come portiere. All inizio ero andato all Audace a S. Michele Extra, poi nei settori giovanili del Milan (mi ha scelto Rivera!); giocavo a Milanello, avevo la mia stanza e andavo a scuola. Poi mi son fatto male al braccio: in un uscita rasoterra ho strisciato contro i tacchetti e sono rimasto ferito. Così è finita la mia carriera (Massimo) Mi piaceva andare a pesca nel fiume e nel lago Ho cominciato a sette anni Anche adesso mi piace pescare Andavo con gli amici; quando abitavo a Milano andavo a Genova: stavamo in tenda, vicino al mare, anche per dieci giorni Mangiavamo il pesce che pescavamo. Giocavo anche a ping pong e sciavo. A quindici anni praticavo il biathlon (Tiro a segno + sci di fondo) Sulla pista c era tanta neve! (Artur) Ricordo tutto della mia infanzia Andavo in bicicletta, praticavo la scherma, la ginnastica, la corsa ad ostacoli, il salto in lungo, lo hockey sul ghiaccio nella mia città (Anatoly) Quando ero piccolo giocavo a cricket (Hardeep) Riflessioni: molti ricordi sono legati agli affetti familiari. ritorna il legame fra bello e famiglia che era emerso nel primo incontro abbiamo ricordato tanti sport nel gioco c è libertà e c è sorriso, c è scuola, c è speranza, c è impegno 8

10 4 INCONTRO 26 febbraio 2013 Quando eri bambino hai avuto qualcosa di bello? Ti ha aiutato dopo, quando sei cresciuto? Come speri che ti aiuterà ancora nel futuro? Quando ero bambino la cosa più bella che ho avuto era l unica cosa che un bambino desidera: una bicicletta. Io avevo la fortuna di averla e di guidarla. È bello avere tanta fortuna e avere le cose che ti piacciono, ma non è tutto così facile come sembra. Infatti crescendo volevo tutto e, volendo tutto, adesso mi ritrovo senza nulla e, come si vede, sono qua. Per avere una cosa tua devi guadagnartela, solo così non avrai mai problemi; questo l ho capito e un giorno, uscito da qua, mi guadagnerò il mio futuro e mi metterò a posto. (Venetu) Quando ero piccolo non ho avuto molte cose belle, a parte il dono di ricevere un padre e una madre, che, anche se a modo loro, mi hanno cresciuto. Quando sono cresciuto, a causa della mia testardaggine, ho sempre imparato a spese mie. In futuro credo che mi aiuterà ricordare di essere stato piccolo, riprovare per dieci minuti almeno a chiudere gli occhi e immaginare di vedere il mondo in un altra prospettiva, dal basso verso l alto e di avere di nuovo l ingenuità delle mille domande, di non conoscere nulla, lasciandomi alle spalle tutti i problemi che fanno da tappo alla vita, e ripoter un giorno rivedere il mondo attraverso gli occhi di un bambino con la loro trasparenza, nel vedere oltre le mura di casa, oltre ai vestiti, la pelle di una persona. (Caio Cesar) Quando ero bambino avevo una canna da pesca bella per pescare. Questa mi ha aiutato anche quando sono cresciuto perché ho pescato con lei e pescare mi piace. Sì anche nel futuro mi aiuterà perché andrò a pescare sempre quando avrò il tempo ibero. (Artur) La cosa più bella che mi è capitata nella vita è mia nonna con il suo caloroso affetto e il suo amore. Dopo mi ha iutato tanto. Mi ha cresciuto nel migliore dei modi. Ero piccolo, andavo alle elementari lei, poverina, si svegliava tutte le mattine per farmi la colazione; mi preparava la merenda e mi metteva i vestiti più belli che avevo e poi mi accompagnava fino all entrata della scuola. Poi lei tornava a fare i lavori in casa, anche perché siamo una famiglia molto numerosa. Quando sono cresciuto mio papà mi ha portato in Italia per finire i miei studi ed è stato un grande dolore, è stata una grande fatica allontanarmi da mia nonna. Una volta arrivati in Italia ho continuato a studiare, mi hanno messo in prima media. Nel frattempo mi sentivo spesso con mia nonna; lei, poverina, al telefono mi diceva di fare il bravo, di non piangere e studia bene, mi raccomando!. Poi ho convinto mio papà a farla venire in Italia e comunque sono passati tre anni senza vedere la mia cara nonna. Mi aiuterà sempre nel futuro perché solo lei mi è rimasta vicina nei momenti più duri della mia vita. Lei mi ha cresciuto, lei per me è la mia vita. Le voglio bene e spero di sposarmi presto così mia nonna vede i miei figli e li prende in braccio come ha fatto con me. (Aziz) 9

11 Quando ero bambino mi piaceva andare a scuola. Ero bravo quando sono cresciuto la scuola mi ha aiutato, poi sono andato via da casa per evitare il servizio militare (non volevo farlo perché era pericoloso). Poi sono andato a Sarajevo, ma non voglio raccontarlo spero che nel futuro potrò tornare con mia moglie e i miei bambini spero di essere un buon padre come tanti altri (Artan) Se penso a me bambino, mi viene addosso la mia bambina con il suo amore. Mi viene in mente quando la tenevo in braccio, l ho vista solo per sei mesi, adesso vive con mio padre e mia madre in Romania. Ho fatto il più grande sbaglio della mia vita, ma questo sbaglio è una grande lezione di vita perché mi ha fatto vedere tante cose. Questo sbaglio lo pago e ha fatto male e dolore a mia moglie. Non so se basta tutta la vita per pagare il male che le ho fatto. È una lezione che Dio mi ha dato per capire ho un rapporto speciale con Dio. Quando ero piccolo, sotto Ceausescu, i miei genitori lavoravano sempre e non ho avuto maestro che mi abbia insegnato la via giusta. Ho cominciato a pregare a anni Ero andato in chiesa e quando sono uscito mi sono sentito leggero; allora ho pensato che è meglio pregare. Oggi leggo libri spirituali. Andare in Chiesa non è un obbligo. Devi sentire dentro la vicinanza con Dio. Credo che Dio mi ami e che mi ha perdonato. Meglio che abbia punito me piuttosto che farmi vivere un altro genere di male, colpendo la mia bambina o la mia famiglia Qualche volta mi sveglio la mattina e vedo come un angelo (Nelu) Riflessioni: guarda l essenziale, guarda solo ciò che conta (Caio Cesar) guadagnati la tua vita e il futuro (Venetu) sono importanti la scuola e l unione della famiglia (Artan) ciò che conta sono fede e amore (Nelu) una canna da pesca può essere una compagna della tua vita (Artur) 10

12 Ho scelto un fiore una rosa rossa pensando alla mia futura sposa (Venetu) un garofano pensando alla mia mamma e alla mia ragazza (Teo) un bocciolo giallo un bocciolo deve aprirsi il giallo, mi fa pensare alla luce, al calore (Anatoly) una rosa gialla, a caso, perché ogni fiore fa riferimento alla vita (Caio Cesar) per la mia bambina di 9 anni vorrei andare in Olanda per dargliela (Samson) una rossa rossa, il fiore dell amore, perché quando c è l amore c è tutto, puoi passare tutti i ponti (Rada) rosso come una bella donna (Hardeep) un fiore blu come piace a mia figlia glielo regalo (Artur) rosso pensando alla mia sposa (Aziz) 11

13 Questo bel fiore che hai scelto a chi lo regaleresti? Perché? Ho scelto una rosa gialla, ma avrei voluto che fosse bianca. L ho regalata a mia madre in segno di pace e di un nuovo inizio dopo anni di conflitto. (Caio Cesar) Questo bel fiore rosso che significa l amore lo regalerò a mia moglie accompagnato da un abbraccio e da un bacio. È un modo per dirle quanto la amo e nello stesso tempo per farmi perdonare per il dolore che ho provocato sbagliando. (Nelu) Questo bel fiore lo regalerei a mia mamma perché ogni volta che vedevo un bel fiore pensavo a lei, perché mi sono abituato a portarle dei fiori e questo la rendeva felice e contenta. A lei i fiori piacciono da morire, ma questo le faceva capire che in quel momento la stavo pensando. Ti voglio bene mamma forever! (Teo) Questo bel fiore è un regalo per mia figlia che adesso vive in Olanda. Lo regalo a lei perché lei è la mia unica figlia, non c è altro perché. (Samson) Ho scelto questo bel fiore perché mi piaceva. L ho scelto per mia madre perché si merita tutti i fiori di questo mondo con tutto il bene che mi sta dando. Per me è l unica donna del mondo, e poi, come si dice, di mamma ce n è una sola e non ti abbandona mai. Sia nel bene sia nel male ti starà sempre vicino. Per questo quel fiore lo regalo a mia madre, perché è l unica donna di cui ti puoi fidare e perché ti starà sempre accanto. (Venetu) Questo fiore bianco che ho scelto è il fiore più bello. Sarà il mio fiore per la mia bambina, che sarà sempre il mio angelo, come gli altri miei bambini. La mia bambina piccola con gli occhi azzurri, bionda, bella come un fiore. Ti amo mia piccola, ti regalo questo fiore, Sumeja. (Artan) Questo bel fiore lo voglio regalare ad una bella ragazza perché voglio farle sapere che sento un sentimento forte per lei e che mi piace tantissimo un bel fiore per una bella ragazza (Artur) Regalerei una rosa rossa a mia sorella Gabriella che ha perso un figlio e il marito (Arnaldo) Riflessione: abbiamo ritrovato il legame forte fra la bellezza e la relazione profonda con una persona (la mamma, la moglie, i figli, ) come era emerso nel secondo incontro! 12

14 IL BELLO NELLA NATURA Abbiamo visto una serie di immagini che riproducevano paesaggi, animali, fiori. Ciascuno ha scelto l immagine che gli piaceva di più, ne ha spiegato la ragione e le ha associato un nome. PACE (Caio Cesar) SOGNO (Anatoly) CURIOSITÀ (Samson) LIBERTÀ (Venetu) IL MIO PAESE (Hardeep) RICORDO DEL MIO PAESE (Brando) LAGO CON BARCA (Artur) L ISOLA CHE NON C È (Aziz) A CACCIA NELLA FORESTA (Teo) PERFEZIONE (Rada) 13

15 5 INCONTRO 5 marzo 2013 LE PERSONE PIÙ BELLE CHE HO INCONTRATO NELLA MIA VITA Chi ci ama La mia ragazza Mia moglie Artur: Artan: Mia madre, una grande donna La mia ex moglie Tatiana, una grande amica Mia figlia Giulia, la mia principessa. Ha 24 anni e i capelli castani. La mia ex ragazza con cui ho vissuto 10 anni. Quando avevo più bisogno era sempre con me; anche lei era senza genitori come me. Abbiamo vissuto insieme una bella vita. Peccato che è finita, ma mi è rimasto un bel ricordo. Il nome era Annabella, castana, bellissima, un angelo, che ho incontrato a Sarajevo Venetu: Elena, una ragazza che ho incontrato al mio paese, in Bosnia. Era molto bella. Mia madre, bella, scura, gli occhi come i cinesi, capelli neri e lunghi. 14

16 Nenad: La cosa più bella è vivere con la persona che ami: mia moglie, Romina, una donna molto speciale. Castana, con le guance rosa, capelli lunghi, 28 anni, con lei ho avuto tre bambine Teo: Jenny, che mi dà appoggio e comprensione. Nei momenti difficili mi ha sempre ascoltato Moise, bravo ad ascoltare; con lui ti puoi sempre sfogare liberamente. Un amico d infanzia. Saviel, mio cugino, compagno in tutti i momenti del bisogno; non mi ha mai lasciato nei momenti di difficoltà Caio Cesar: Mio nonno Gaetano. Soprannominato Gabibbo. Quando ero fuori di casa parlavo sempre con lui Mia madre e mio padre. Mi hanno ridato la vita (sono stato adottato) Mio zio Giancarlo. Mi tirava un po su e mi dava forza Una ragazza, Giulia, con le sue figlie Martina e Sofia. Con lei ho capito che cosa significa essere genitori; mi ha aiutato a cambiare carattere. Sono tutte persone che mi hanno lasciato un segno. Aziz: Mia nonna Fatima, mamma del papà. Quando i miei hanno divorziato, mi ha curato lei, mi vestiva e mi accompagnava a scuola. Una bella donna di settant anni, Mio zio Said, che ho perso, qui in Italia, nel 2001: lui è il mio passato: viveva con noi, era lo zio più giovane; mi ha lasciato qualcosa di bello, un segno che è rimasto nel cuore; porto sempre la sua foto nel portafoglio Mia zia Mina La mia ex ragazza Tatiana, bella, bionda, con gli occhi azzurri, faceva la parrucchiera. Mi ha lasciato un segno indelebile Un amico caro Edmondo C. T. Patrick, detto Pedro, di mamma italiana e papà messicano, morto nel 2004 in un incidente in motorino; eravamo sempre insieme, abbiamo fatto la scuola media insieme, andavamo insieme in bicicletta, giocavamo insieme a calcio. Con lui ho condiviso tutto. Ricordo il giorno quando tornando vidi tanta gente per strada e mi dissero della sua morte. 15

17 Arnaldo: Annalisa, mia figlia adottiva, sempre affettuosa, bisognosa d amore e bisognosa anche di donarlo. Una bellezza tutta interiore. Zezigna, brasiliana, la persona più bella a livello interiore che io abbia conosciuto, sempre sorridente, disponibile, generosa e capace di una sensibilità verso gli altri unica Silvia, mia carissima amica, altruista all inverosimile Anna, grande amica mia, che non mi ha mai abbandonato, una vera sorella Maria Pia, un altra mia carissima amica, che mi ha insegnato l umiltà Roberto, unico, sempre disponibile, profondo, con un grande senso della vera amicizia, capace sempre di ascoltare. Samson: Mercy, mia figlia Shina Peters, musicista, incontrato all Università Jesus Christ, il primo. Grazie a lui non sono stato preso dalla polizia e mi ha sempre aiutato. Come si legge nella Lettera ai Filippesi Dio l'ha esaltato e gli ha dato il nome che è al di sopra di ogni altro nome (2, 10) Mio padre Samuel Nabo Ajani, ex fidanzata Olalonde Saseyi, mia grande madre, morta nel 2001 Abass Akande Obesere, musicista incontrato in Nigeria Anatoly: La mia mamma Alcuni amici Mia moglie Antonina. Ha 26 anni Ludmila, un amica Alexsei Saha, mio amico Maria, la mamma di mia moglie, dal grande cuore Rada: Mia mamma e mio papà, che mi hanno dato amore Mia moglie, Andra, e mia figlia, Bianca Voi tutti, le persone che cercano di aiutarci. Don Maurizio, con cui posso parlare come faccio qua con voi (per me significa tanto). I professori di scuola che ci aiutano tanto (è importante il calore delle persone). Sono persone che vengono da fuori e per te, che ti senti un carcerato, sono importanti perché ti capiscono, come il prof. Andrea di storia e geografia, il mio esempio. 16

18 Due poesie Con il cuore impaurito mi dicesti ci dobbiamo lasciare, tu che mi ritenevi un fratello, per quello mi hai lasciato... amore non provi più, solo tu sei quella che non voglio perdere, sei più sincera quando mi dici una bugia e sei più leale se una lacrima dagli occhi ti sfugge via, una rosa senza petali sei diventata, un mare senza onde, un cielo senza stelle. cosa è più caro il tuo amore o il mio respiro che ti dice addio... Cieli senza attimo di luce vivendo la vita ho compreso che la vita va vissuta fino infondo; perché non esiste attimo in cui ci chiediamo cosa sia giusto o ritenuto sbagliato. Ma determinate situazioni ci fanno vivere attimi indimenticabili, come la nascita di un figlio, lo svelto fluire dell'acqua, il vedere sbocciare una rosa. Ma oggi quella rosa si è appassita, perché? l'uomo non vede cosa ha intorno, o cosa sta per perdere, l'uomo oggi vede solo: la macchina lussuosa, il vestito di classe, o altro... io invece vorrei poter fare qualcosa di diverso, già ma come? vivendo la vita; la vivo fino all'ultimo minuto come fosse l'ultimo, perché si fa presto a perdere ciò che abbiamo creato, costruito, e se per ogni sbaglio avessi un euro sai che vecchiaia passerei... Oggi e solo oggi ho un dolore forte al cuore che non se ne va, ma ciò non toglie che ho voglia di vivere la vita al meglio che posso, perché quello che ho io do, e fin che potrò lo farò, anche se più respiro non avrò. Nenad Ahmetovic San Gimignano (Siena)

19 6 INCONTRO 12 marzo 2013 Festival di Sanremo, quali differenze? ? Ha fatto successo perché ha un bel corpo È sexi La farfalla l ha sul corpo, per farla vedere deve esibire il corpo Si dà arie È alta e bella È scollata Ha il rossetto È mora Si è fatta valere per la sua cultura Non è sexi La farfalla è grande per mostrarla non deve esibire il corpo Spontanea, simpatica È bassa e non è bella, ma fa colpo lo stesso È accollata, con una maglia nera Senza rossetto È bionda 18

20 Un uomo bello è Fa specchio del proprio animo, fa vedere quello che ha dentro. L uomo più forte è il più umile Deve essere come la pietra su cui si basa la vita, deve essere un esempio per chi ha davanti e per chi ha dietro Un uomo felice, quando sa stare insieme con la sua seconda bellezza, che è una donna che vuole stargli accanto. La bellezza non è tutto Sincero Coerente Sa dare il meglio di sé Sta con la famiglia Sa relazionarsi con gli altri in modo civile e con sensibilità, soprattutto verso i bambini e con le donne Non ostenta tracotanza e arroganza Sa emozionarsi un uomo che non si emoziona è un uomo di pietra Un uomo che piange è un uomo bello dentro, capace di provare sentimenti non è debole vede la vita e non resta indifferente Ama Dio e ama il prossimo Se uno ama Dio, la sua vita diventa bella Bello fisicamente, occhi azzurri, biondo, ma deve essere anche bello dentro perché solo la bellezza fisica non basta: la bellezza fisica dura tre giorni, la bellezza interiore rimane Un discreto successo con le donne, essendo bello fisicamente. Maggiori possibilità ha l uomo capace di conquistare le persone con atti di galanteria, con il tatto, la simpatia, la disponibilità e l amore verso l altro Un uomo bello ha Tutte le donne che vuole, se ci sa fare con la sua bellezza. Ma conta molto anche il carattere non è oro tutto quello che luccica! Sa stare con la persona che ama 19

21 Una donna bella è Colei che non approfitta della propria bellezza fisica per fini di lucro o peggio E non strumentalizza il proprio essere donna con vittimismo per nascondere altri propositi meno nobili Sincera Sa stare sempre vicino alla sua famiglia e volere bene ai suoi figli Si costruisce il suo futuro con la persona che le sta accanto Sa vivere una vita bella e romantica Solare Sincera Diretta Trasparente Alta Capelli lunghi biondi Occhi scuri Magra Simpatica Alta (il giusto) Capelli lunghi neri Occhi verdi Fisico normale Abbronzata Simpatica, dolce e carina Una donna bella ha Un cuore buono e ti sa capire Il potere di conquistare solo con un sorriso. La possibilità di rendersi tale quando si atteggia in modo semplice, non provocatorio Solo una donna ti può dare la felicità di questo mondo senza le donne non c è vita Sa essere femminile senza sfociare nella volgarità 20

22 Mi regalano un Week end!... scelgo di andare a Abbiamo visto una serie di immagini che riproducevano paesaggi dei nostri paesi di origine. REP. DOMINICANA Isola di Cayo Levantado (Nelu) Ciascuno ha scelto il luogo che gli piaceva di più e ha spiegato il perché. BRASILE - Foresta Amazzonica (Venetu) BOSNIA - Cascate di Kravica (Samson) BOSNIA - Vrelo Bosne (Teo) ROMANIA - Spiaggia sul Mar Nero (Artan, Artur, Hardeep) RUSSIA - Lago nella taiga (Arnaldo) KOSOVO - Monte Deravica (Caio Cesar) REP. DOMINICANA - Isola Saona (Nelu) 21

23 7 INCONTRO 19 marzo 2013 Fra i luoghi che hai visto dove ti piacerebbe abitare? Perché? Sceglierei la Bosnia, il luogo con la foresta naturale, con la cascata. La foresta è vita, perché quando c è silenzio, quando non c è confusione, quando non c è malavita è come un paradiso. Dove c è silenzio ci sono le condizioni per pregare, per meditare. (Samson) A me piacerebbe abitare al mare perché lì mi piace tutto. Mi piace di più l acqua perché sono un pescatore e al mare posso pescare quando voglio io. (Artur) In Bosnia, perché è il mio paese (Venetu) Mi piacerebbe abitare in un paese tranquillo, senza guerra, dove si vive in pace. Mi piacerebbe abitarvi con i miei bambini ed essere un papà stupendo. (Artan) Ho scelto le Dolomiti perché la montagna è sempre stato un posto che mi piace, che mi rilassa e mi fa dimenticare il caos quotidiano. (Caio Cesar) Ho scelto l isola Saona perché mi piace vivere in tranquillità lontano dal rumore delle grandi città. Mi piace la calma, mi piace vivere solo con la persona che amo. Penso che per un innamorato sarebbe un luogo opportuno, un paradiso, un luogo pieno di romanticismo. (Nelu) Tra i luoghi che ho visto mi piacerebbe abitare sulle colline toscane, in particolare nella zona del senese. In passato ho visitato abbastanza a lungo quelle terre. Le colline intorno a Siena sono bellissime. Il cielo sembra più grande e più azzurro rispetto al cielo del Nord. La terra è diversa, di un color ocra. Le strade interne non sono asfaltate e i sentieri si inerpicano per i casali costeggiati da lunghissimi filari di viti di Chianti. La maggioranza delle case non sono intonacate, sono con i mattoni faccia a vista come si usava costruirle nei secoli scorsi. Camminando per quei sentieri è un vero piacere; oltre a respirare aria pulita si prova un profondo senso di pace per la totale mancanza di rumori, a parte quelli dei numerosi volatili. Inoltre in quella località la cucina è ottima, dalla carne alle verdure, al famoso pane toscano e al pregiato Chianti. Gli abitanti locali poi sono molto accoglienti, disponibili e socievoli, quindi ottimi vicini di casa. In particolare nel senese poi esistono luoghi nascosti da alberi e cespugli, dove scorrono piccoli torrenti che formano dei laghetti con tanto di rocce e cascatelle, ove l acqua è pulitissima: lì si può fare il bagno e non manca lo spazio per prendere il sole. Benché legato alle province di Verona, dove sono nato, e a quelle di Mantova e Milano, dove ho vissuto per molti anni, il mio sogno è quello di avere la possibilità economica di acquistare, un bel giorno, una casetta anche piccola in mezzo a quelle bellissime colline. (Arnaldo) 22

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it MESSAGGI DI LUCE Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it Tengo a precisare che Messaggi di Luce e un progetto che nasce su Facebook a oggi e visitato da piu' di 9000 persone E un

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto.

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto. IN CITTÀ Paula è brasiliana ed è in Italia da poco tempo. Vive in una città del Nord. La città non è molto grande ma è molto tranquilla, perché ci sono pochi abitanti. In centro ci sono molti negozi, molti

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse Unità 3 41 Il Vesuvio Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse affresco - Pompei Capri Il golfo di Napoli Pompei Napoli Pompei Capri 42 L imperfetto indicativo L alternanza passato prossimo e imperfetto

Dettagli

Una libera pensatrice.

Una libera pensatrice. Passato prossimo/imperfetto 1 Leggi il testo e scegli il verbo corretto. Una libera pensatrice. In primavera, quando l aria si riscaldava/si è riscaldata e è diventata/diventava piacevole, noi bambini

Dettagli

L ALFABETO DELLA LEGALITA

L ALFABETO DELLA LEGALITA L alfabeto, che sta alla base dell acquisizione di ogni lingua, diventa, in questo nostro giornalino, il punto di partenza per la conoscenza di quei valori fondamentali che è indispensabile interiorizzare

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli