COMPLESSO SCOLASTICO INTERNAZIONALE PARITARIO D.M. 29/12/2000 D.S. XXI PREMESSA 3

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMPLESSO SCOLASTICO INTERNAZIONALE PARITARIO D.M. 29/12/2000 D.S. XXI PREMESSA 3"

Transcript

1 PREMESSA 3 I PRINCIPI FONDAMENTALI 3 1. UGUAGLIANZA 3 2. IMPARZIALITÀ E REGOLARITÀ 3 3. ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE 3 4. ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI CON DISABILITA' SPECIFICHE DI APPRENDIMENTO (DSA) 4 5.DIRITTO DI SCELTA E FREQUENZA 6 6. PARTECIPAZIONE, EFFICIENZA E TRASPARENZA 7 7. LIBERTÀ DI INSEGNAMENTO 7 AREA DIDATTICA 7 PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 8 SERVIZI AMMINISTRATIVI 11 1

2 CONDIZIONI AMBIENTALI DELLA SCUOLA 12 2

3 Premessa La Carta dei Servizi Sclastici dell Istitut Internazinale di Istruzine Givanni Pal II è redatta ai sensi del Decret presidenziale del Cnsigli dei Ministri del 1995 e del D.P.R. n 275/99 (Reglament autnmia delle Istituzini) rappresenta un quadr prgrammatic unitari di quant essa ffre. I principi fndamentali La Carta dei servizi dell Istitut Internazinale di Istruzine Givanni Pal II ha cme fnte di ispirazine fndamentale gli art e 34 della Cstituzine Italiana. 1. Uguaglianza Tutti gli allievi hann diritt di usufruire di un stess trattament sclastic, a prescindere dalle prprie caratteristiche di sess, razza, etnia, religine, lingua, pinine plitica, cndizini psiclgiche e sci-ecnmiche. L'uguaglianza a tutti gli effetti è impegn che quest Istitut si assume per inter, avvertendne la prtata e ricnscendne la primarietà. 2. Imparzialità e reglarità Quest Istitut, per ergare un servizi sclastic (l'istruzine), agisce secnd criteri di biettività ed equità, senza dunque lasciarsi influenzare da impressini, prevenzini cndizinamenti emtivi. Per il dcente l'biettività deve essere l strument qutidian di lavr, che l cncretizzerà in equità di trattament e di valutazine Nel rispett dei principi e delle nrme sanciti dalla legge, quest Istitut, nei limiti del pssibile ed attuand il massim sfrz, garantisce la reglarità e la cntinuità del servizi. 3. Accglienza e integrazine Quest Istitut va intes cme cmunità perante a favre dei sui fruitri, genitri ed alunni, che pertant hann diritt ad un'accglienza che li renda cnsapevli della prpria imprtanza e del prpri rul. L'inseriment degli allievi delle classi iniziali e l'integrazine nel grupp di quanti presentan situazini prblematiche, sn tra le attività d Istitut quelle più delicate e più vicine all spirit familiare che l caratterizza Nell svlgiment della prpria attività, gni peratre ha pien rispett dei diritti e degli interessi dell studente. 3

4 4. Accglienza e integrazine degli alunni cn Disabilità Specifiche di Apprendiment (DSA) La legge n ttbre 2010 Nuve nrme in materia di disturbi specifici apprendiment ricnsce: la dislessia, la disgrafia,la disrtgrafia e la discalculia quali disturbi specifici dell apprendiment (DSA) che si manifestan in presenza di capacità cgnitive adeguate, in assenza di patlgie neurlgiche e di deficit sensriali, ma pssn cstituire una limitazine imprtante per alcune attività della vita qutidiana La stessa legge garantisce agli studenti cn DSA: l us di una didattica individualizzata e persnalizzata cn frme efficaci e flessibili di lavr sclastic ( ). L intrduzine di strumenti cmpensativi, cmpresi i mezzi di apprendiment alternativi e le tecnlgie infrmatiche, nnché misure dispensative da alcune prestazini nn essenziali ai fini della qualità dei cncetti da apprendere; per l insegnament delle lingue straniere, l us di strumenti cmpensativi che favriscan la cmunicazine verbale e che assicurin ritmi graduali di apprendiment, prevedend anche, ve risulti utile, la pssibilità dell esner. Il nstr Istitut ha mess da temp in att una serie di azini per intervenire efficacemente nei casi di Disturbi Specifici dell Apprendiment, individuand e applicand strategie didattiche, metdlgiche e valutative idnee che rispndan ai bisgni educativi degli alunni cn DSA definisce i cmpiti e i ruli delle figure peranti all intern dell Istituzine Sclastica Cmpiti degli peratri dell accglienza e integrazine sclastica IL DIRIGENTE E LA SEGRETERIA prvvedn a: acquisire la diagnsi (redatta da psiclgi e neurpsichiatri ASL da specialisti privati cme da nta ministeriale 26/A 74 del 5/01/2005), prtcllarla e inserirla nel fascicl persnale dell alunn cnsegnandne cpia al referente d istitut; nminare un referente d istitut e indicare tra i cmpiti del crdinatre di classe quell di farsi da intermediari tra il referente e il cnsigli di classe, per i casi di DSA presenti; tenere presente i casi di DSA. per la frmazine delle classi garantire le risrse umane e strumentali per la realizzazine degli interventi educativi. IL REFERENTE D ISTITUTO PER I DS. si ccupa: dell accglienza studenti; 4

5 di prendere visine delle certificazini diagnstiche rilasciate dagli rgani cmpetenti di curare i rapprti cn le famiglie, di realizzare incntri di cntinuità cn i clleghi del precedente rdine di scula al fine di cndividere il percrs educativ- didattic e nn disperdere il lavr precedentemente svlt di frnire infrmazini e cnsulenza ai clleghi, riguard gli strumenti cmpensativi e le misure dispensative per realizzare un intervent didattic il più pssibile adeguat e persnalizzat di individuare cn il Dirigente la classe più idnea per l'integrazine dell'alunn DSA di tenere i cntatti cn gli specialisti ASL; di rganizzare e/ divulgare iniziative di frmazine per i dcenti, vlte all infrmazine generale circa la natura del DSA, all attuale assett nrmativ di riferiment e sprattutt finalizzate a frnire agli insegnanti strumenti perativi cncreti per scelte efficaci. IL COORDINATORE DI CLASSE prvvede, insieme al referente d istitut, a: crdinare il cnsigli di classe nella stesura del Pian Didattic Persnalizzat che debitamente aggirnat sarà inserit nel fascicl persnale dell alunn tenere i cntatti cn la famiglia e prendere eventuali cntatti cn la scula precedente; crdinare le attività pianificate nel P.D.P. e frnire infrmazini ai clleghi; segnalare al referente di istitut eventuali casi a rischi ; cncrdare cn la famiglia le mdalità di svlgiment dei cmpiti a casa; persnalizzare la didattica e le mdalità di verifica; predisprre - insieme al cnsigli di classe- l us degli strumenti cmpensativi e dispensativi, valutare le prestazini sclastiche dell alunn secnd la nrmativa di riferiment prmuvere - insieme al cnsigli di classe - la creazine di un clima relazinale, sstenend l autstima, la mtivazine lavrand sulla cnsapevlezza Il Pian Didattic Persnalizzat Il Pian Didattic Persnalizzat (PDP) è indirizzat esclusivamente agli alunni cn DSA. Il referente DSA e il crdinatre di classe, previ incntr cn i genitri dell alunn e, quand presente, cn l specialista, infrman il Cnsigli di classe frnend adeguate infrmazini sui Disturbi Specifici di Apprendiment e riferimenti per reperire materiale didattic frmativ adeguat: 5

6 presentan e discutn cn il cnsigli strategie didattiche alternative cmpensative ed eventuali misure dispensative da adttare. In ccasine del prim C.d.C. (settembre-ttbre), il crdinatre raccglie le sservazini di tutti i cmpnenti al fine di stabilire (eventualmente cn l aiut del referente DSA) il PDP che verrà apprvat nella seduta successiva (nvembre) e cstituirà un allegat riservat della prgrammazine e del fascicl persnale dell alunn Nel PDP gni dcente specificherà le misure adttate nella prpria disciplina avend cura di specificare eventuali apprfndimenti e/ integrazini in merit a biettivi, misure dispensative e strumenti cmpensativi necessari. Una vlta redatt, il P.D,P. viene presentat al crdinatre di classe, alla famiglia (e all alunn, se ritenut pprtun) per la cndivisine e accettazine. In tale sede ptrann essere apprtate eventuali mdifiche. Il crdinatre di classe l farà pi cntrfirmare da tutti i cmpnenti del C.d.C. e dal Dirigente Sclastic, rendendl csì esecutiv. Nel cas di acquisizine della diagnsi ad ann sclastic avviat il crdinatre cnvcherà un C.d.C. strardinaria e seguirà la prcedura spra illustrata. Nel crs dell ann il P.D.P. sarà ggett di verifiche intermedie e finali cme prevede la legge e gni difficltà manifestata dall alunn/a sarà tempestivamente cmunicata alla famiglia e valutata dal Cnsigli di Classe al fine di predisprre eventuali interventi di recuper, sstegn di mdifica adttate dal PDP 5. Diritt di scelta e frequenza L'alliev e la famiglia hann facltà di scegliere fra le istituzini dell stess tip che ergan il servizi sclastic La reglarità della frequenza é assicurata cn interventi anche telefnici alle famiglie degli allievi. 6

7 6. Partecipazine, efficienza e trasparenza Cap d'istitut, persnale, genitri e alunni, sn prtagnisti e respnsabili dell'attuazine di questa Carta, attravers una gestine partecipata della scula. Al fine di creare una psitiva interazine fra tutte le cmpnenti d'istitut e di cnseguire elevati livelli qualitativi di servizi, mediante la suddivisine delle mansini e la dispnibilità del persnale andrà cstantemente prmssa la più ampia cllabrazine nell'ambit degli rgani e delle prcedure vigenti L'istituzine sclastica si impegna a favrire le attività extrasclastiche che realizzin la funzine di quest Istitut cme centr di prmzine culturale, sciale e civile La segreteria, al fine di prmuvere gni frma di partecipazine, garantisce la massima semplificazine delle prcedure ed un'infrmazine cmpleta e trasparente L'attività sclastica, ed in particlare l'rari di servizi di tutte le cmpnenti, si unifrma a criteri di efficienza, di efficacia, flessibilità nell'rganizzazine dell'attività didattica e dell'fferta frmativa integrata Per le stesse finalità, quest Istitut favrisce le mdalità di aggirnament del persnale in cllabrazine cn istituzini ed enti culturali, nell'ambit delle linee di indirizz e delle strategie di intervent definite dall'amministrazine. 7. Libertà di insegnament La prgrammazine assicura il rispett della libertà di insegnament dei dcenti e garantisce la frmazine dell'alunn, pure mediante interventi persnali, facilitandne le ptenzialità evlutive e cntribuend all svilupp armnic della persnalità, nel rispett degli biettivi frmativi nazinali e cmunitari (Unine Eurpea), generali e specifici, recepiti nei piani di studi prpri di quest Istitut L aggirnament e la frmazine cstituiscn un impegn per tutt il persnale sclastic, all scp di perseguire e prdurre prestazini prfessinali capaci di far frnte ai nuvi bisgni frmativi dei givani. Area didattica La scula, cn l apprt delle cmpetenze prfessinali del persnale e cn la cllabrazine ed il cncrs delle famiglie, delle istituzini e della scietà civile, si impegna ad adeguare le attività educative alle esigenze culturali e frmative degli alunni nel rispett delle finalità istituzinali. 7

8 Al fine di assicurare la cntinuità educativa l Istitut individua ed elabra un pian di attività realizzabile, sia per cntinuità rizzntale che verticale sia nei tre rdini del prim cicl di istruzine sia tra la scula secndaria di prim e secnd grad. A tale scp sn previsti: Incntri cn i dcenti degli alunni di passaggi. Incntri degli alunni delle classi iniziali e terminali per attività cmuni. Acquisizine ed integrazine del fascicl persnale dell alunn nuv iscritt. Crdinament dei curricli e delle prgrammazini didattiche. Cstruzine cmune di criteri e strumenti di verifica e di valutazine. Nella scelta dei libri di test e delle strumentazini didattiche, la scula assume cme criteri di riferiment la validità culturale e la funzinalità educativa cn particlare riguard agli biettivi frmativi e la rispndenza alle esigenze dell utenza. La scula garantisce per ciascun degli istituti l elabrazine, l adzine e la pubblicizzazine dei seguenti dcumenti: 1. Pian dell'fferta Frmativa cntenente il Reglament d'istitut e il Reglament di disciplina. 2. Prgrammazine Educativa e Didattica 3. Cntratt frmativ Pian dell Offerta Frmativa Il P.O.F. cntiene dati strutturali della scula, la prgettazine curriclare ed extracurriclare educativa ed rganizzativa, le attività di frmazine ed azine, le finalità e gli biettivi, la sicurezza nei lughi di lavr, i prcessi di verifica e valutazine, i prgetti. Integrat dal Reglament d istitut e dal Reglament di disciplina, definisce il pian rganizzativ in funzine delle prpste culturali, delle scelte educative e degli biettivi elabrati dai cmpetenti rgani della scula. In particlare regla l us delle risrse d istitut e pianifica le attività di ptenziament, di recuper, di rientament e di frmazine integrata. Prgettazine educativa e didattica La prgettazine educativa e didattica, elabrata dal cllegi dei dcenti prpne: i percrsi frmativi crrelati agli biettivi e alle finalità delineati nei prgrammi ministeriali; 8

9 individua strumenti unitari per la rilevazine della situazine iniziale e finale e per la verifica e la valutazine dei percrsi didattici; elabra le attività riguardanti il recuper individualizzat degli alunni cn ritard nei prcessi di apprendiment e stabilisce gli interventi individualizzati; utilizza il cntribut delle varie aree disciplinari per il raggiungiment degli biettivi e delle finalità didattic-educative indicati dal cnsigli di intersezine, di interclasse di classe e dal cllegi dei dcenti, individua mmenti di verifica e di valutazine per adeguare l azine didattica alle esigenze emergenti in itinere. Pian di attuazine dell bblig sclastic e frmativ Secnd le linee guida espste nel Reglament Recante nrme in materia di adempiment dell bblig sclastic (decret 22 agst 2007 n.139) l bblig di istruzine si caratterizza per la cngruenza dei saperi e delle cmpetenze acquisite che assicuran l equivalenza frmativa di tutti i percrsi nel rispett dell identità di ciascuna Offerta Frmativa e degli Obiettivi che caratterizzan i curricli dei diversi rdini, tipi, indirizzi di studi. Pertant, al fine di ptenziare la crescita culturale e prfessinale dei givani, ferm restand l bblig sclastic fin al 16 ann di età a partire dall ann sclastic , l Istitut Givanni Pal II si impegna a far acquisire le tt cmpetenze chiave di base che sn ricndtte in quattr assi culturali: asse dei linguaggi che prevede cme prim biettiv la padrnanza della lingua italiana cme capacità di gestire la cmunicazine rale, di leggere, cmprendere e interpretare testi di vari tip e di prdurre lavri scritti cn mlteplici finalità. asse matematic che riguarda la capacità di utilizzare le tecniche e le prcedure del calcl aritmetic ed algebric, di cnfrntare e analizzare figure gemetriche, di individuare e rislvere prblemi e di analizzare dati e interpretali, sviluppand deduzini e raginamenti asse scientific-tecnlgic cn particlare attenzine a metdi, cncetti e atteggiamenti indispensabili per prsi dmande, sservare e cmprendere il md naturale e quell delle 9

10 attività umane e cntribuire al lr svilupp nel rispett dell ambiente e della persna. In quest camp nell svlgiment della didattica curriculare assumerann particlare riliev l apprendiment incentrat sull esperienza e l attività di labratri : asse stric-sciale riguarda la capacità di percepire gli eventi strici a livell lcale, nazinale, eurpe e mndiale, cgliendne le cnnessini cn i fenmeni sciali ed ecnmici; l esercizi della partecipazine respnsabile alla vita sciale nel rispett dei valri dell inclusine e dell integrazine. In relazine all bblig sclastic, al fine di cntrastare la dispersine sclastica e garantire il diritt all istruzine, la scula rganizza interventi mirati a tale scp, che sarann di vlta in vlta adattati alle specifiche esigenze riscntrate. Al riguard, i Cnsigli di interclasse e di classe riferendsi a quant cntenut nel succitat Reglament, adatterann alla tiplgia della scula e del crs le cmpetenze di base da raggiungere al termine dell bblig sclastic definend cntestualmente la crrispndenza tra cnscenze e abilità in ciascun dei quattr assi. In particlare le tt cmpetenze, chiave di cittadinanza che tutti gli studenti devn acquisire a 16 anni sn necessarie per la cstruzine e il pien svilupp della lr persna, di crrette e significative relazini cn gli altri e di una psitiva interazine cn la realtà naturale e sciale : Imparare ad imparare: gni givane deve acquisire un prpri metd di studi e di lavr. Prgettare: gni givane deve essere capace di utilizzare le cnscenze apprese per darsi biettivi significativi e realistici. È indispensabile a quest scp la capacità di individuare prirità, valutare i vincli e le pssibilità esistenti, definire strategie di azine, fare prgetti e verificarne i risultati. Cmunicare: gni givane deve pter cmprendere messaggi di genere e cmplessità diversi nelle varie frme cmunicative e deve pter cmunicare in md efficace utilizzand i diversi linguaggi. Cllabrare e partecipare: gni givane deve saper interagire cn gli altri cmprendendne i diversi punti di vista. 10

11 Agire in md autnm e respnsabile: gni givane deve saper ricnscere il valre delle regle e delle respnsabilità persnale. Rislvere prblemi: gni givane deve saper affrntare situazini prblematiche e saper cntribuire a rislverle. Individuare cllegamenti e relazini: gni givane deve pssedere strumenti che gli permettan di affrntare la cmplessità del vivere nella scietà glbale del nstr temp. Acquisire ed interpretare l infrmazine: gni givane deve pter acquisire ed interpretare criticamente l infrmazine ricevuta valutandne l attendibilità e l utilità, distinguend fatti e pinini. L Istitut attribuisce inltre un rul fndamentale: alla cnscenza di almen una lingua straniera fin dalle prime classi della scula dell bblig, alla capacità di fruire del patrimni artistic e letterari, all utilizz delle tecnlgie della cmunicazine e dell infrmazine. L istitut Givanni Pal II è cnsapevle del fatt che la cstruzine di una buna scula capace di educare dipende sprattutt dal lavr degli insegnanti e nn da prpste calate dall alt. L rientament dei givani e delle lr famiglie, la frmazine dei dcenti il mnitraggi e la valutazine dei risultati prgressivamente cnseguiti, anche per la diffusine delle pratiche migliri appain essere strumenti essenziali. Servizi Amministrativi 1. Quest Istitut individua, fissandne e pubblicandne gli standard e garantendne altresì l'sservanza ed il rispett, i seguenti fattri di qualità dei servizi amministrativi: celerità delle prcedure; 11

12 trasparenza; infrmatizzazine dei servizi di segreteria; flessibilità degli rari degli uffici a cntatt cn il pubblic. In particlare, l'uffici di Presidenza è a dispsizine dell'utenza anche telefnicamente in tutti i girni feriali dalle re 9,00 alle re 13,30. L'uffici di segreteria é apert al pubblic tutti i girni nn festivi dalle re 8,30 alle re 14,00 e tutti i pmeriggi, esclus il sabat, dalle 15,00 alle 18, La segreteria garantisce l'immediat svlgiment della prcedura di iscrizine alle classi e prvvede a rilasciare la dcumentazine richiesta in temp reale nel più breve temp pssibile. 3. Gli attestati e i dcumenti sstitutivi del diplma sn cnsegnati, "a vista", a partire dal terz girn lavrativ successiv alla pubblicazine dei risultati finali. 4. I dcumenti di valutazine degli alunni sn cnsegnati direttamente dal Direttre Sclastic dai dcenti incaricati entr cinque girni dal termine delle perazini generali di scrutini. 5. L'Istitut assicura all'utente la tempestività del cntatt telefnic, frnend all'utente indicazini precise circa la denminazine dell'istitut, il nme e la qualifica dell'addett alla rispsta, la persna in grad di frnire le infrmazini richieste, il cllegament dirett cn la presidenza. Cndizini ambientali della scula Il cmpless sclastic internazinale Givanni Pal II, sit in una delle strade principali di Ostia Lid (Crs Duca di Genva, 157), è frmat da due edifici circscritti in un ampi crtile. L stabile, pur essend relativamente recente, ha già subit diversi interventi di ristrutturazine e di adattament delle strutture, per spitare in rdine di temp: 12

13 la scula Primaria la scula Secndaria di I grad gli Istituti di Istruzine Secndaria di II grad: il Lice Classic, il Lice Scientific, il Lice Scientific sez. Scienze Applicate, il Lice scientific Sprtiv, il Lice Linguistic, il Lice delle Scienze Umane, il Lice Creutic, l Istitut Tecnic Infrmatica e Telecmunicazini, l Istitut Tecnic Amministrazine Finanza e Marketing. Entrambi gli edifici pssiedn spazi destinati ad spitare: la mensa sclastica la bibliteca gli archivi gli uffici amministrativi il labratri di scienze i 4 labratri infrmatici in rete lcale i labratri linguistici il labratri teatrale (teatr) il labratri ftgrafic il labratri elettrnic sala audivisivi il bar il crtile Nn essend presente all intern del cmpless una palestra, le attività sprtive vengn svlte press il Nuv Centr Sprtiv Parc dell Stagn. La scula è servita in maniera ttimale dalla rete di servizi del trasprt pubblic, cn stazine della metrplitana e caplinea di linee extraurbane in prssimità della prpria sede e numerse linee 13

14 urbane di cllegament. L istitut frnisce inltre per gli alunni che risiedn in psizine disagevle rispett ai mezzi pubblici un servizi pulmin. Oltre che per il nrmale svlgiment delle attività curriclari antimeridiane, la scula è aperta il pmeriggi per le altre attività, cmpresi i servizi di segreteria. L'ambiente sclastic è pulit, accgliente, sicur. Le aule sn ampie, accglienti, luminse, nn inquinate da rumri, cmplete di suppellettili e cn psti adatti alle varie età, cnfrtevli e senza rischi per il sistema sse. Le cndizini di igiene e sicurezza dei lcali e dei servizi garantiscn una permanenza a scula cnfrtevle per gli alunni e per il persnale. I servizi igienici degli alunni sn capienti, garantiti igienicamente e l'ergazine dell'acqua è assicurata cntinuamente. Nei lcali dell'istitut, adeguati alle nrmative di sicurezza vigenti, nn vi sn barriere architettniche né stacli che impediscan l'evacuazine immediata in cas di necessità. Il teatr viene utilizzat per le messe in scena di spettacli, cmmedie e di mmenti ricreativi. La bibliteca si è arricchita del repart multimediale in cui sn cnservati DVD e CD ad us didattic. L'utenza sarà infrmata sulle attuali dtazini di libri e riviste, sull'rari settimanale di apertura della bibliteca sclastica e sulle mdalità per la cnsultazine e il prestit dei libri. 14

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Università degli Studi di Messina Ann Accademic 2014/2015 Dipartiment di Scienze Ecnmiche, Aziendali, Ambientali e Metdlgie Quantitative I MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati PROPOSTA DI LEGGE N. 4091 D iniziativa dei deputati SANTULLI, ARACU, BIANCHI CLERICI, CARLUCCI, GALVAGNO, GARAGNANI, LICASTRO SCARDINO, ORSINI, PACINI, PALMIERI, RANIERI Statut dei diritti degli insegnanti

Dettagli

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI MARTINA ZIPOLI Sess Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazinalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Archelga press cantieri di scav prgrammat ed emergenza, cn ruli di respnsabile

Dettagli

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015 Dati dai questinari Reprt preliminare Maggi 2015 Dati Scule Regine Abruzz 3,9% 16 Basilicata 0,5% 2 Calabria 2,4% 10 Campania 3,9% 16 Emilia Rmagna 4,6% 19 Friuli Venezia Giulia 3,4% 14 Lazi 4,1% 17 Liguria

Dettagli

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation.

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation. Cllabratin, cntent, peple, innvatin. The Need fr an Enterprise Cntent Management System In un mercat knwledge riented, estremamente cmpetitiv e dinamic, le Imprese di success sn quelle che gestiscn in

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI Md. 1 - Privati D.P.G.R n in data Eventi eccezinali del/dal..al (gg/mese/ann). MODULO PER PRIVATI Cn il presente mdul pssn essere segnalate anche vci di dann nn ricmprese nella LR 4/97 Da cnsegnare al

Dettagli

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE La direttiva Servizi mira a ffrire ai cnsumatri più scelta, più qualità e un access più facile ai servizi in tutt il territri dell UE PERCHÉ LE NUOVE NORME

Dettagli

Allegato all'articolo Taglialeggi

Allegato all'articolo Taglialeggi Allegat all'articl Taglialeggi Tip att Titl dispsizi ni da abrgare 1 R.D. 773 18/06/1931 Apprvazine del test unic delle leggi di Le persne che hann l'bblig di prvvedere all'istruzine art. 12, elementare

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN Frmatre Multimediale METODOLOGIA METACOGNITIVA DEI SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL APPRENDIMENTO E DELLA

Dettagli

Scheda di sintesi Armenia

Scheda di sintesi Armenia VI. Prgramma prmzinale 2006: ARMENIA SCHEDA DI SINTESI ATTIVITA ne altri 1. EVENTI DI PROMOZIONE TURISTICA 1.1 Manifestazini fieristiche diffusine di ntizie tramite e-mail e Sit Internet dell Ambasciata

Dettagli

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14 Sigeim Energia srl Ftvltaic Veicli elettrici Batterie slari Scnti e agevlazini speciali in CONVENZIONE em.01 14 Negli ultimi 6 anni la Sigeim Energia si è dedicata alla prgettazine e installazine di impianti

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015.

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015. REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denminat Scpri l'azerbaijan e vinci un bigliett per Exp2015. 1. SOCIETA PROMOTRICE Simmetric SRL Via V. Frcella 13, 20144 Milan P.IVA 05682780969 (di seguit la Prmtrice

Dettagli

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti.

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti. COME SCRIVERE LA RELAZIONE DEL PROGETTO La tua relazine finale deve includere le seguenti sezini: Titl Abstract: una versine sintetica della tua relazine. Indice. Dmanda, variabili e iptesi. Il lavr di

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DATALOG ITALIA SRL LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Finanziaria 2008 ha stabilit che la fatturazine nei cnfrnti delle amministrazini dell stat debba avvenire esclusivamente

Dettagli

Alto Apprendistato 2011-2013

Alto Apprendistato 2011-2013 Alt Apprendistat 2011-2013 Dcente: 2010 - CEFRIEL The present riginal dcument was prduced by CEFRIEL fr the benefit and

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Eurpass Infrmazini persnali Cgnme(i/)/Nme(i) Gentili Marc Cittadinanza italiana Sess Occupazine desiderata/settre prfessinale Maschile Espert Senir Esperienza prfessinale Date Lavr psizine

Dettagli

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010 Nta tecnica riferita alla nta M.I.U.R. prt. n. 8409 del 30 lugli 2010 Oggett: Istruzini amministrativ-cntabili per le istituzini ggett di dimensinament. Le Istituzini sclastiche, per quant attiene all

Dettagli

Aggiornamento remoto della chiave hardware

Aggiornamento remoto della chiave hardware AMV S.r.l. Via San Lrenz, 106 34077 Rnchi dei Leginari (Grizia) Italy Ph. +39 0481.779.903 r.a. Fax +39 0481.777.125 E-mail: inf@amv.it www.amv.it Cap. Sc. 10.920,00 i.v. P.Iva: IT00382470318 C.F. e Iscriz.

Dettagli

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014 Annual General Meeting AGM 36 Aprile 2014 Erasmus Student Netwrk Annual General Meeting 2014 Milan Italia COS'E' ESN? Erasmus Student Netwrk (ESN) è una delle più grandi assciazini studentesche in Eurpa.

Dettagli

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione Dtt. Pal Mnella Labratri di Infrmatica Specialistica per Lettere Mderne 2 semestre, A.A. 2009-2010 Dispensa n. 3: Presentazini Indice Dispensa n. 3: Presentazini...1 1. Micrsft Pwer Pint: cstruire una

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 L ann duemilaundici il girn 11 del mese di Aprile alle re 10:00, press la sede della

Dettagli

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA?

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Analysis N. 284, Aprile 2015 EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Stefan M. Trelli La tragedia avvenuta nel Canale di Sicilia, cn circa 700 persne che si teme abbian pers

Dettagli

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO RELATIVA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE INDICE 1. Elenc mduli richiamati... 4 2. Riferimenti... 4 3. Scp e generalità... 5 4. Camp di applicazine... 5 5. Standard specifici...

Dettagli

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008 Manuale Amministratre Edizine Ottbre 2008 Manuale Amministratre PaschiInTesreria - Ottbre 2008 INDICE 1. Intrduzine 3 2. Access Amministratre 4 3. Funzini Amministrative 6 3.1. Gestine Azienda 6 3.2. Gestine

Dettagli

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq Rma, 29-30-31 ttbre 2003, EUR, Palazz dei Cngressi DOMANDA DI AMMISSIONE A BIBLIOCOM BIBLIOTEXPO 2003 cmpilare in gni sua parte Dati aziendali DATI DELL AZIENDA TITOLARE DELLO STAND DATI PER LA FATTURAZIONE

Dettagli

IL TESTO ARGOMENTATIVO

IL TESTO ARGOMENTATIVO IL TESTO ARGOMENTATIVO 1. LA STRUTTURA DI UN TESTO ARGOMENTATIVO La struttura base del test argmentativ può essere csì schematizzata: PROBLEMA TEMATICA CONFUTAZIONE DELLE SIN CONCLUSIONE Questa struttura,

Dettagli

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800 TARIFFARIO 2015 Valid dal 01.02.2015 Sci Categria Sci Tassa base Us barche Us natante Us tutt Psteggi barche/cana Sci attiv 150 350 550 800 Sci attiv famiglia 160 400 600 800 Sci attiv Junir 50 *1) 100

Dettagli

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner Engineering Prcess Owner ING. FABIO GIANOLA Dati Anagrafici Nat a Milan il 25/11/1968. Nazinalità: Italiana Residenza: Milan Prfessine: Da Nvembre 2013 Amministratre Unic di I.Q.S. Ingegneria Qualità e

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ringraziamenti Diverse persne hann cntribuit a quest lavr. Tra queste ringrazi l Avv. Rsari Salnia, che nel nstr ambiente, è cnsiderat il miglir giuslavrista di Rma ed il su

Dettagli

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it Cndizini Generali sit SOSartigiani.it 1. Premesse 1.1 Il presente accrd è stipulat in Italia tra il Dtt. Lrenz Caprini, via Garibaldi 2, Trezzan Rsa 20060 Milan, ideatre di SOSartigiani.it di seguit denminat

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI II REPARTO- COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 2 Uffici- Trattamenti ecnmici del persnale all'ester All.8 Indirizz Pstale: Via XX

Dettagli

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA La nuva Strategia Energetica Nazinale per un energia più cmpetitiva e sstenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA Settembre 2012 La Nuva Strategia Energetica Nazinale Premessa Il cntest nazinale e

Dettagli

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5.

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5. 1. Lessiclgia vs terminlgia... 4 2. Lessic cmune e lessic specialistic... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni strici... 6 5. La nrmazine terminlgica... 7 6. Dalla lessicgrafia alla termingrafia, dai

Dettagli

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto?

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto? Mdalità di access alla cnvenzine (13) Csa si intende per servizi di scambi sul pst? L scambi sul pst [Deliberazine ARG/elt 74/08, Allegat A Test integrat dell scambi sul pst (TISP)], è un meccanism che

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazinale: per un energia più cmpetitiva e sstenibile Marz 2013 Premessa Il cntest nazinale e internazinale di questi anni è difficile ed incert. La crisi ecnmica ha investit tutte

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO Avvis pubblic per la cncessine di cntributi ecnmici a sstegn di prgetti da attuare nelle Scule del Lazi - Presentazine n demand delle prpste prgettuali ALLEGATO A - Prgetti Esclusi - Scadenza 27 febbrai

Dettagli

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione ) CERTIFICATI BIANCHI (TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TEE) (Fnte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmi energetic, le rinnvabili termiche e la cgenerazine ) 1) MECCANISMO

Dettagli

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE,

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, CHIAVE PER LA CRESCITA BLU COM & CAP MARINA-MED #5 SEMINARIO DI CAPITALIZZAZIONE 12 &13 Maggi, 2015 Firenze (Regines Tscana- Italia) Luca Girdan Hall, Palazz Medici

Dettagli

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE)

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) "per la nzine di "industria" ai fini del trattament di cig ccrre fare riferiment alla legge 9 marz 1989 n. 88

Dettagli

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x)

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) Understanding VMware HA Le meccaniche di ridndanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) 1 «Chi sn?» Rcc Sicilia, IT Manager e Virtualizatin Architect. Attualmente sn respnsabile del team di Design di un System

Dettagli

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto.

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto. CONTENUTO INTRODUZIONE Descrizine della piattafrma Servizi di ricezine di dati Servizi di trading Materiale di supprt INIZIARE A LAVORARE CON VISUAL CHART V Requisiti del sistema Cme ttenere i dati di

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato RELAZIONE PROGETTO Irene Maria Girnacci Fndamenti di prgrammazine I ann laurea triennale Breve descrizine del prblema trattat Il prblema assegnat cnsiste nell svilupp di una agenda elettrnica, cmpsta da

Dettagli

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE PREMESSA PREMESSA I Servizi via internet, cellulare e telefn le permettn di perare in md semplice e dirett cn la Banca, dvunque lei sia, a qualsiasi ra del girn, scegliend di vlta in vlta il canale che

Dettagli

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi...

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi... Idee per nn far fatica Nn vui disegnare a man libera? Preferisci usare il cmputer? Nessun prblema! Pui... Utilizzare gli emticn In quest blg ci sn numersi emticn a tua dispsizine. Clicca semplicemente

Dettagli

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi Via Renat Cesarini, 58/60 00144 Rma Via Scrate 26-20128 - Milan P. IVA: 01508940663 CCIAA: 11380/00/AQ Cisc, Juniper and Micrsft authrized Trainers Esame 70 291: (Btcamp Crs MS-2276 e crs MS-2277 ) Crs

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014 Deliberazine G.C. nr. 14 dd. 23.01.2014 Pubblicata all'alb cmunale il 31.01.2014 OGGETTO: Adzine pian triennale di prevenzine della crruzine (p.t.p.c.) ai sensi della legge n. 190 del 06.11.2012. Deliberazin

Dettagli

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5 TELEFONIA MOBILE 5 Realizzat da azienda cn sistema di gestine per la qualità certificat ISO 9001:2008 Smmari 1. PREMESSA... 4 1.1 CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SIM IN CONVENZIONE AI DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI...

Dettagli

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti Ver.1.0.20101105 Cntenuti SOAP QWERTY 1. Per la Vstra Sicurezza... 4 2. Prfil del telefn... 7 3. Prim utilizz... 9 Installare la SIM Card... 9 Installare la Memry card... 11 Installare la Batteria... 12

Dettagli

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Prgett di un intervent sit in Pulsan, lc. La Fntana, viale dei Micenei n.70 inserit nei prgrammi integrati di rigenerazine urbana vlti a prmuvere la riqualificazine di città

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI Una spina elettrica è un cnnettre elettric che può essere inserit in una presa di crrente cmplementare. Per mtivi di sicurezza, il lat cstantemente stt tensine è sempre

Dettagli

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO PREVENZIONE EL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGIO ALLETTATO 1. Intrduzine ed biettivi 3 2 Sinssi delle raccmandazini 4 3. Ictus cerebri ischemic acut 10 3.1 Prfilassi meccanica 10 3.2 Prfilassi

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192)

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) Gazzetta Ufficiale N. 244 del 18 Ottobre 2010 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) La Camera dei deputati ed il Senato

Dettagli

Becomingossola.com. Politica della riservatezza

Becomingossola.com. Politica della riservatezza Becmingssla.cm Plitica della riservatezza Infrmativa per prentazini Aurive scietà cperatva sciale, sede legale Crs Cavallt 26/B Nvara, P.IVA 02101050033 Numer REA: NO 215498, e-mail inf@becmingssla.cm,

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

1. CORRENTE CONTINUA

1. CORRENTE CONTINUA . ONT ONTNUA.. arica elettrica e crrente elettrica e e e e P N NP e e arica elementare carica dell elettrne,6 0-9 Massa dell elettrne m 9, 0 - Kg L atm è neutr. Le cariche che pssn essere spstate nei slidi

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO 3) MECCANSM D RLASSAMENTO nuclei eccitati tendn a cedere l'energia acquisita ed a ritrnare nella "psizine" di equilibri. meccanismi del rilassament sn mlt cmplessi (sprattutt nei slidi) e pssn essere classificati

Dettagli

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione referente e-mail PEC referente identificatre titl descrizi Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre Affari Gerali Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre

Dettagli

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione RETTE Definizine intuitiva La retta linea retta è un dei tre enti gemetrici fndamentali della gemetria euclidea. Viene definita da Euclide nei sui Elementi cme un cncett primitiv. Un fil di ctne di spag

Dettagli

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H Manuale d us Manuale d us EPIC 10 cdice articl 5400321-03 Rev. H INDICE Indice... 1 Intrduzine... 4 1. Cnfezine... 5 1.1 Elenc dei cmpnenti del sistema... 5 1.2 Dati Tecnici... 5 2. Descrizine dell apparecchiatura...

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI?

QUALE SIGNIFICATO HA LA FIRMA DEL PDP DA PARTE DELLO STUDENTE / GENITORE E DEI DOCENTI? FAQ: AREA DELLA PROGRAMMAZIONE (PDP) QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO SUI DSA NELLA SCUOLA? Al momento è in vigore la Legge 170 che regola in modo generale i diritti delle persone con DSA non soltanto

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili Mercati energetici e metdi quantitativi: un pnte tra Università e Aziende 22-23 Maggi, Padva Apprcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestine rischi asset rinnvabili Manuele Mnti, Ph.D.

Dettagli

anno scolastico/school YEAR 2015/2016

anno scolastico/school YEAR 2015/2016 MODULO D ISCRIZIONESERVIZIO TRASPORTO ALUNNI PER LE FAMIGLIE DELLA CANADIAN SCHOOL OF MILAN SCHOOL BUS APPLICATION FORM FOR THE STUDENTS OF CANADIAN SCHOOL OF MILAN ann sclastic/school YEAR 2015/2016 SCRIVERE

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI: LA PROSPETTIVA IN BASE AL MODELLO ICF LA NORMATIVA SULL INCLUSIONE SCOLASTICA: LA RISPOSTA DELLA SCUOLA AI BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Ins. Stefania Pisano CTS I.C. Aristide

Dettagli

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Indicazioni ai fini della stesura del PDP 1. Informazioni

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

Nota Metodologica Applicazione Regolamento sul RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E CONFERIMENTO DI INCARICHI (D.L. 112/08, Art. 18)

Nota Metodologica Applicazione Regolamento sul RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E CONFERIMENTO DI INCARICHI (D.L. 112/08, Art. 18) STAFF RISRSE UMANE Nota Metodologica Applicazione Regolamento sul RECLUTAMENT DEL PERSNALE E CNFERIMENT DI INCARICHI (D.L. 112/08, Art. 18) NTA METDLGICA SCREENING Servizio Gestione Risorse 1 PREMESSA

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini eurpei REQUISITI GENERALI Per pter sstenere un'iniziativa dei cittadini eurpei ccrre essere cittadini dell'ue (cittadini di un Stat membr) e aver raggiunt

Dettagli

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE ER IMIEGHI SECIALI FINO A 1000 VOL ROGRAMMA Giraviti VDE inze VDE Cricchetti VDE Assrtimenti VDE 1 2 UENSILI GEDORE VDE utti gli utensili i sicurezza GEDORE mlgati VDE in plastica mrbia sn tati i islament

Dettagli

DALL INTEGRAZIONE ALL INCLUSIONE

DALL INTEGRAZIONE ALL INCLUSIONE DALL INTEGRAZIONE ALL INCLUSIONE IL PASSAGGIO da INTEGRAZIONE a INCLUSIONE NON si basa sulla misurazione della distanza da normalità/standard ma sul processo di piena partecipazione e sul concetto di EQUITA.

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa Allegato 1. Carta dei servizi scolastici Patto educativo di corresponsabilita Premessa Il patto educativo di corresponsabilità ribadisce i contenuti presenti nella Carta dei Servizi dei P.O.F. precedenti.

Dettagli

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. COSSAR -da VINCI GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani Esso pertanto, anche per gli alunni con disabilità deve costituire l occasione per un oggettivo

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c.

ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE. Regolamento. del gruppo di lavoro sull handicap. Regolamento GLHI. Ai sensi dell art. 15 c. ISTITUTO COMPRENSIVO P. CARMINE Regolamento Regolamento GLHI del gruppo di lavoro sull handicap Ai sensi dell art. 15 c. L 104/92 Approvato dal Consiglio di stituto in data 08/07/2013 1 Gruppo di Lavoro

Dettagli

Regolamento G.L.I. L'azione del G.L.I. può essere riassunta in competenze di tipo organizzativo, progettuale, valutativo e consultivo.

Regolamento G.L.I. L'azione del G.L.I. può essere riassunta in competenze di tipo organizzativo, progettuale, valutativo e consultivo. Regolamento G.L.I. Art. 1 Costituzione del G.L.I. (Gruppo di Lavoro per l Inclusione) Ai sensi della Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 (Strumenti d intervento per alunni con bisogni educativi

Dettagli

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012.

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012. Circolare interna n. 25 Ai docenti Al DSGA Alla segreteria alunni Alla segreteria docenti E, p.c. ai collaboratori scolastici Ve Mestre, 15 settembre 2011 Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento

Dettagli

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Bologna, 24 febbraio 2014 I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Il P.O.F. La DIAGNOSI Il PDP Il GIUDIZIO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N.1

ISTITUTO COMPRENSIVO N.1 PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2013-2013 Sommario PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE... 1 Bisogni educativi speciali... 2 Sezione 1. Definizioni condivise... 3 I B.E.S. non sono una categoria...

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Rapporto di autovalutazione

Rapporto di autovalutazione Rapporto di autovalutazione Sommario 1. Codice meccanografico istituto principale...3 2. Griglie di autovalutazione...3 1.1 Esiti...3 1.2 Contesto e risorse...4 1.3 Processi...5 3. Individuazione obiettivi

Dettagli