CHRISTIAN SALERNO Pag. 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CHRISTIAN SALERNO Pag. 2"

Transcript

1 Pag. 1

2 CHRISTIAN SALERNO Pag. 2

3 Pag. 3

4 Impaginazione di Christian Salerno Copertina: Christian Salerno Fotomanipolazione: Christian Salerno Prima edizione Agosto 2013 Sito web: ChristianSalerno.com La presente opera è rilasciata secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License Vuoi ricevere per anche gli altri fascicoli? Lascia la tua qui: Seguimi su: Facebook.com/Christian Salerno Youtube.com/Christian Salerno Il Racconto è verosimile. 6. Scusa Pag. 4

5 [ ] Dopo poche battute vedo accendersi la luce in quella stanza, mentre attorno a me sempre più persone incuriosite si fermano a guardare e ad ascoltare. La maggior parte di loro capiscono che si tratta di una serenata e sono curiosi sull esito di questa. La gente che passeggia inizia a fermarsi, e attorno a me si crea un semicerchio. Guardano tutti in alto assieme a me, senza sapere chi ci fosse in quella camera. Vediamo tutti scorgere un ombra dietro le tende delle finestre. L ombra apre la maniglia, le finestre si spalancano lentamente e la nostra curiosità sale sempre di più, attimo dopo attimo. Riesco a sentire il mio cuore in gola che batte forte. Anna è dietro di me che mi appoggia una mano sulla spalla, e le mie mani tremano sulla tastiera in attesa di conoscere la reazione di Natalie. Le finestre sono totalmente spalancate, e appoggiata c è proprio Natalie, con le braccia posate sul davanzale che osserva la scena in attonito silenzio. Mentre continuo a suonare il mio sguardo è sempre fisso su di lei, sulla sua chioma foltissima e su quei suoi occhi verdi che fanno luce al sopraggiungere della sera. Il suo sguardo è un po imbronciato ed ha gli occhi lucidi. Non riesco a capire se lo sono perché ha da poco finito di piangere o se si sta emozionando. Intanto sento qualcuno che grida: «Sposalo!» Gli altri sorridono, e vedo accendere un sorriso anche sul viso di Natalie, e questa scena mi riscalda completamente il cuore. Così le rispondo con un altrettanto sorriso, e con la testa le faccio cenno di scendere giù. Lei sorride ancora di più, alza le spalle, e poi con la mano mi dice di aspettare 5 minuti. Intanto io continuo a suonare ininterrottamente e continuerò finché non finirà il pezzo. Vedo aprire il portone di casa, dal quale esce Natalie. Per la prima volta la vedo in tuta. Niente abiti eleganti, niente tacchi ma ciabatte che Pag. 5

6 mostrano i calzini rosa, niente look da pantera ma solo la sua semplicità a nudo, che la rende ancora più bella. Si guarda attorno prima di attraversare la strada, ignara del fatto che non passerà nessuno perché sono tutti fermi a guardare la scena. Si avvicina al pianoforte lentamente e smetto di suonare. Attorno a noi c è un silenzio teatrale, al punto da credere che il mio tom tom del mio cuore, si possa avvertire anche all esterno. Natalie si ferma sulla punta della coda del Pianoforte. La vedo per metà tra la specchiera e il telaio di ghisa. Ha l aria di una che vuole essere arrabbiata ma che non ci riesce, e adoro guardarla in volto quando fa così. Mi alzo dallo sgabello e mi avvicino a lei. Le afferro una mano con entrambe le mie, le accarezzo il dorso della mano coi pollici, alzo lo sguardo e la fisso diritto negli occhi. Lei mi tiene lo sguardo. Penso al discorso che ho preparato tutto il pomeriggio ma non riesco a ricordare come cominciava. Decido di improvvisare e le dico: «Nella mia vita ho fatto diverse scelte. Ho scelto di essere un musicista. Ho scelto di essere me stesso e di ragionare sempre con la mia testa. Ho scelto di non fermarmi mai davanti alle difficoltà. Ho scelto di vivere la mia vita intensamente, vivendo ogni singolo attimo al meglio delle mie capacità e mi sono accorto che senza di te tutte le mie scelte vanno a rotoli, senza di te non ho più certezze e non ho più la forza nel credere in ciò che ho sempre creduto. Tu sei la mia forza, e ho bisogno di te» I suoi occhi iniziano a brillare sempre di più, fin quando non vedo una lacrima che le scende sul viso, passa sul suo zigomo rosso e si poggia sul labbro superiore. La folla inizia ad intonare timidamente «Bacio, bacio!» e pian piano questo urlo si fa sempre più imponente, fin quando lei si avvicina correndo, mi stringe e mi dà un bacio che per me sta a significare tutto ciò che di più bello mi sia mai accaduto. Nel bacio sentiamo un grande applauso, dopodiché ci stacchiamo e ci voltiamo sorridendo alla folla che ormai tifava per noi. Anna era in lacrime, e come lei altre signore, compreso anche un ragazzo che applaudiva e fischiava fortissimo. Come nei migliori film c è stato il lieto fine, ed ora che è Pag. 6

7 ritornata, so che voglio tenermela stretta, qualsiasi cosa accada. La folla si sgretola lentamente, qualcuno ci fa i complimenti e altri rivedono il filmato che hanno fatto con l iphone. Anna intanto mi prega di aiutarla a riportare il pianoforte nel salone dell organo, altrimenti se la cosa si fosse ingrandita ancora di più e la voce si sarebbe sparsa, lei sarebbe stata licenziata in tronco. Così io, Natalie e Anna, portiamo dentro il bestione nero che ci ha regalato moltissime emozioni. Natalie esce dal portone dandomi la mano, e ci segue anche Anna che chiude definitivamente il portone, all alba delle «Allora ci vediamo domani, Salerno?» domanda Anna. «Certo, a domani!» strizzandole un occhio. Guardo Anna che si allontana per andare a prendere il treno, quando mi volto e vedo Natalie che mi fissa teneramente. Nei suoi occhi riesco a leggere la delusione ma anche la felicità di avermi ancora al suo fianco, ed io ho in me la felicità di un bambino. «Beh, che si fa?» domando. «Quello che vuoi tu» risponde. «Ok, ti porto io in un posto, però non facciamo tardi che domani devo studiare per l esame di Venerdì, ok?» «Sì, signore!» Esclama Natalie. Non so perché ma ogni volta che mi dice quella frase, il modo in cui lo dice, mi fa innamorare sempre più di lei. Va un attimo in camera, si cambia e poi ci dirigiamo alla mia Hyundai, e una volta sopra, mi sposto in direzione Caronno. Lei non ha la più pallida idea di dove la sto portando ma sono sicuro che le piacerà. Pag. 7

8 Dopo 35 minuti di strada, arriviamo in Via Dolomiti, parcheggio l auto e davanti a noi c è un grande edificio con delle tende abbassate. «Mi vuoi dire ora dove siamo?» mi domanda tutta incuriosita. «No no, ora arriva il bello!» esclamo. Poi prendo un pezzo di stoffa dal cruscotto dell auto e glielo avvolgo attorno alla testa coprendole gli occhi «Con questo dovresti non vedere.» «Ma sei matto? Così non vedo nulla! Posso togliermelo?» «Dai, resisti solo 5 minuti.» La tranquillizzo. Prendo le chiavi dal mio borsellino grigio, e mentre tengo con una mano Natalie, con l altra apro la porta dell edificio. «Ok, ci siamo. Attenta al gradino.» «Che odore strano.» mormora. Eheh so bene io di che cos è quest odore «Ah sì? Ti piace?» domando. «Non saprei, sembra di essere in in un bosco!» mi dice. «Fuochino.» «Come fuochino? Siamo in un luogo chiuso o no?» «Sì sì lo siamo ma c è del legno, molto legno.» poi aggiungo «qui c è una sedia, siediti e non toglierti il panno per nessuna ragione al mondo, ok?» Mi allontano delicatamente da lei senza fare rumore sul pavimento in parquet. Sono all interno di un negozio di Pianoforti, il proprietario è un mio carissimo amico e mi ha duplicato le chiavi per farmi venire a studiare sui suoi fantastici pianoforti a coda tutte le volte che voglio. Pag. 8

9 Scoperchio lo Yamaha C7. Lo conosco a memoria. Tutte le volte che vengo qui, suono solo lui. Tastiera regolata alla perfezione, i tasti sembrano panna, e il suono è così cristallino. Mi siedo sullo sgabello del C7, e poso le mani sulla tastiera. Dentro al negozio è buio pesto, c è solo una luce di emergenza al Neon in fondo alla sala che illumina un piccolo angolo. Attacco River Flows in You. Ricordo che un giorno mi disse che le piaceva, e in più all oggi non conosco ragazza alla quale non piaccia questo brano. La vedo in lontananza che con velocità si scopre gli occhi, posa delicatamente il panno sulla sedia dov era seduta, e lentamente si avvicina a me senza far rumore. Suono la strofa 4 volte prima di arrivare al ritornello e ogni strofa ha delle modifiche fatte da me al suo interno. In questo modo quando arriverà il ritornello sarà un momento molto atteso. Lei si mette dietro di me, poi affiancandosi si siede sul mio sgabello ed appoggia la sua testa sulla mia spalla. Suono ancora qualche battuta poi mi interrompo. Decido di fare una cosa che amo moltissimo. La prendo, la faccio sedere a cavalcioni in braccio a me, in modo da stare l uno di fronte all altro. Avvicino lo sgabello al pianoforte e riprendo a suonare. Improvviso. Natalie inizia a sfiorarmi le labbra, e sento l odore irresistibile del suo lucidalabbra alla fragola che mi fa perdere i sensi. Mentre il suo bacio e il suo respiro si fa intenso, la melodia prende voce da sola sotto le mie dita che in quel momento sono comandate solo ed esclusivamente dalla mia anima. Questa ragazza ha un potere incredibile di farmi perdere la cognizione del tempo, così quel bacio sembra durare un eternità. Ogni volta che devo alzare il piede per rinnovare il pedale di risonanza, lei fa un piccolo saltellino su di me, un movimento che mi fa impazzire, così inizio a farlo anche quando l armonia rimane la stessa. Pag. 9

10 Mentre il bacio si prolunga, mi chiedo come io abbia fatto a tradire una ragazza così. E mi riprometto ancora una volta che non capiterà mai più, lei è tutto ciò che voglio. All improvviso sento un rumore provenire dalla porta d entrata, un rumore di chiavi che tentano di entrare. «Merda!» Esclamo senza alzare la voce. «Sarà il proprietario.» Prendo Natalie per mano e ci accovacciamo ai piedi del pianoforte. Intanto la chiave fa fatica ad entrare all interno della serratura e ci impiega più del previsto. Ancora un tentativo, poi un altro e un altro ancora. Inizio a pensare che non si tratti del proprietario, e neanche di un suo familiare. Una voce dice qualcosa di incomprensibile per le mie orecchie, anche perché c è una vetrata enorme con doppio vetro che insonorizza l interno. Il vetro della porta d entrata si infrange, e la porta viene spalancata completamente. Sento il rumore di un furgone acceso, e odo i passi di due tizi che entrano velocemente e si affrettano a portare via quanta più roba possibile. Prendono un pianoforte verticale con silent e lo caricano nel furgone. Nel momento in cui i due uomini sono fuori per mettere il pianoforte al sicuro, io prendo Natalie per mano e velocemente mi dirigo al piano di sotto per paura che lì ci avrebbero visti non appena si sarebbero avvicinati ai coda. «Chi c è?!» grida uno degli uomini fuori. «Ci hanno visti!» sussurra Natalie. «Non ti preoccupare, fidati di me.» Rispondo. Ho il cuore in gola. Ci sono dei ladri e da quel che ho capito sono almeno 2. Ci nascondiamo nel ripostiglio degli attrezzi e ci chiudiamo a chiave da dentro. Pag. 10

11 «Non parlare.» sussurro. Sentiamo scendere dalle scale dei passi lenti. È uno di loro che sta venendo a cercarci. In quegli attimi speri di poter diventare invisibile, speri di essere da tutt altra parte, invece ti trovi proprio lì, al posto sbagliato al momento sbagliato. Fortunatamente i passi vanno nella direzione sbagliata. Sposta i pianoforti, controlla gli anfratti, ma non trova nulla. Forse non viene qui. Driiiiin Driiiiiin È il cellulare di Natalie che suona. L unica cosa che mi viene da pensare è siamo fregati! Lei lo prende velocemente dalla tasca e fa per spegnerlo ma la blocco e lo lascio suonare. Se la suoneria si fosse interrotta avrebbe dato più sospetto, così lascio che il telefono faccia i suoi squilli, mentre i passi di quell uomo si avvicinano a noi fino a ritrovarsi al di là della porta. La maniglia si muove ma la porta non si apre. Insiste ancora una volta poi sento altri passi che scendono velocemente le scale. «Allora, trovato nessuno?» domanda il tizio appena sceso dalle scale. Il nostro cuore batte velocissimo, sono tutte e due qui vicino e non so come poter uscire da questa situazione. Natalie intanto prende il telefono che oramai ha smesso di squillare e chiama suo padre. Quando il padre risponde, noi non possiamo dire nulla altrimenti daremmo a loro due solo la conferma del fatto che siamo qui. Natalie avvicina il microfono del cellulare alle labbra e sussurra con un filo di voce: «Aiuto. Aiuto.» Intanto il tizio al di là della porta dice a quello sulle scale: «No no, c era un telefono che squillava qui, ma la porta non si apre. E se è l allarme?» «Appunto! Dai portiamo via quello lungo sopra e poi filiamo via!» Pag. 11

12 Così i due salgono al piano di sopra velocemente, caricano un coda, salgono sul furgone e vanno via. Sono stati grandi attimi di tensione. Natalie è rannicchiata di fianco a me e non riesce a smettere di tremare, e sono sotto Shock anche io. Mi guardo per un attimo intorno, attonito, poi prendo per mano Natalie e insieme ci dirigiamo al piano di sopra, pronti ad uscire dal negozio. All uscita troviamo il maresciallo Lorenzi, il papà di Natalie, che dopo la chiamata si è catapultato qui sul posto. Ma come ha fatto a sapere che eravamo qui? Mentre gli altri carabinieri perlustrano il negozio e avvertono il proprietario, il papà ci racconta che tramite le celle è possibile risalire in che zona del territorio italiano è stata effettuata la chiamata. Pian piano accorre sempre più gente sul posto e il maresciallo stringe le spalle di Natalie da dietro, scaldandola dall arietta fredda della notte e le sussurra di andare a casa a riposare. Così, premurosamente, la faccio salire in auto e la accompagno a Milano. Il viaggio in auto è silenziosissimo. A nessuno dei due viene da parlare o commentare. Siamo rimasti entrambi sbigottiti. Così per colmare quel silenzio, accendo la radio ed inserisco nel lettore Cd il disco con le sinfonie di Beethoven. Che cosa c è di meglio? L autostrada è buia e solitaria. Si ode solo il rumore della mia auto che sfreccia a 120 Km/h, e la vettura è infestata dal magnifico profumo che emana Natalie. Mi godo questo viaggio in silenzio, pensando contemporaneamente a tante altre cose, tra cui all esame di pianoforte che avrò dopodomani. Sono le 1.35, e Natalie scende dalla mia auto con la sua solita eleganza: «Allora ci sentiamo domani Tesoro. Scusami per stasera» mi dice. Pag. 12

13 «Ma scusami tu che ti ho portato in quel posto ed è accaduto tutto questo!» rispondo. Chiude la portiera e ritorno verso casa. Ho lo stereo a tutto volume, forse per evitare di pensare. Beethoven pervade la mia anima, me la calma, poi me la smuove, poi avvolge il mio cuore e infine mi riscalda. In un battito di ciglio mi trovo ad entrare nella via di casa mia, Via Mozart, che paradosso per chi ama Beethoven! Come sempre, i lampioni della mia via si spengono dopo le 1.00, così percorro la via nel buio più totale. Parcheggio la macchina nel solito posto auto, mi tolgo gli occhiali, prendo i documenti, metto il cellulare in tasca, chiudo i fari, vado per aprire la portiera e trovo una ragazza appiccicata al vetro del finestrino. «Ma che diavolo!!» La ragazza mi apre la portiera. La riconosco, è Ela. «Dove sei stato questa sera?» mi domanda. «Tu non stai bene. Ti ho già detto diverse volte che io e te non abbiamo nulla da spartire.» replico. «Io credo di sì invece. Quella volta che mi hai detto ti amo?» «Quando mai io ti ho mai detto una cosa del genere?!» «Ti sei già dimenticato? Quella sera alla festa io ti chiesi di dirmelo. Tu mi risposi che non lo pensavi ma io insistetti. Ti chiesi di dirmelo anche se non lo pensavi, e me l hai detto» Ora ricordo. Ho dei vaghi ricordi di quel momento ma, non è un ti amo che conta quello! Come può non capirlo?? «Senti, ho sbagliato a dirtelo, non lo pensavo prima e non lo penso ora. E adesso per cortesia, puoi andare che inizi seriamente a farmi paura?» Pag. 13

14 «Devi averla, soprattutto quando glielo racconterò alla rossa.» Si dirige verso l auto facendomi un sorriso, mentre nella notte riecheggiano i suoi passi che si allontanano da me. È reale quello che mi sta succedendo? È possibile che questa ragazza sia così ossessionata da me? Ma che cosa ci trova in me? Ci sono centinaia di ragazzi migliori di me in giro, perché ha quest attaccamento morboso nei miei confronti? Prendo le chiavi del cancelletto, lo apro, salgo le scale ed entro in casa. Mi vibra il cellulare: Da: ***** Ora: 02:02 Ricordati le scale di doppie terze e doppie seste all esame di domani. Santi Wow! Il mio maestro che mi scrive a quest ora per avvisarmi? Immagino che non stia dormendo per il mio esame. Il suo atteggiamento è solitamente ostile, ma quello è il suo modo per dimostrare quanto ci tiene agli allievi. Ormai ho imparato a conoscerlo piano piano. Da: **** Ora: 02:04 Le sto ripassando proprio ora sul digitale. Grazie mille Maestro. Pag. 14

15 Christian Cercando di non far rumore, monto il pianoforte digitale, mi metto le cuffie e ripasso le scale di doppie note, una vera tragedia per noi pianisti. La notte passa velocemente, e arriva finalmente l ultimo giorno prima dell esame [ ] *** Per ricevere i capitoli seguenti allora lasciami la tua a questo indirizzo: Pag. 15

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Perché non ho provato

Perché non ho provato Elena Colella Perché non ho provato Sin dai primi giorni, l arrivo di Esther mise sottosopra l intero quartiere. Esther, 30 anni circa. Jeans aderenti e stivali neri in pelle. Maglie scure aderenti. Carnagione

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

Sean e le na Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose

Sean e le na Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose Sean e le Una Storia per la Buona Notte Scarpe Luccicose da Drynites Sean e le Scarpe Luccicose Sean era così timido che quando arrivava il postino a consegnargli una lettera, era troppo timido per salutare.

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Un pasto di Pietro Un episodio di vita al Nido: due punti di vista

Un pasto di Pietro Un episodio di vita al Nido: due punti di vista Un pasto di Pietro Un episodio di vita al Nido: due punti di vista Il punto di vista dell educatrice Pietro ha 20 mesi, già da 6 frequenta il Nido e il momento del pasto è vissuto con molta tensione: l

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

Promo - I ragazzi geisha

Promo - I ragazzi geisha 1 Promo - I ragazzi geisha Valerio la Martire Davide Sono a Testaccio, questo è certo. Devo prendere un mezzo per rientrare e non ho tempo. Dietro gli occhiali che si appannano vedo facce sfocate e indistinte.

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati *Dopo il primo incontro con la monaca buddista Doyu Freire, i bambini sono stati invitati a raccontare liberamente l esperienza, appena fatta,

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2004 2005 PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Codici. Scuola:... Classe:..

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2004 2005 PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Codici. Scuola:... Classe:.. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto Nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2004

Dettagli

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto.

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. 1) studente abita a Firenze. 3) Io conosco città italiane.

Dettagli

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini:

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 1 1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 2 Adesso guarda il video della canzone e verifica le tue risposte. 2. Prova a rispondere alle domande adesso: Dove si sono incontrati? Perché

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

Le fondamenta del successo

Le fondamenta del successo 13 October 2014 Le fondamenta del successo Articolo a cura di Nicola Doro - Responsabile Commerciale Ad Hoc Le fondamenta del successo? Responsabilità al 100%! Le persone di successo si assumono il 100%

Dettagli

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un

DOMANDA APERTA: COSA TI PIACE DEL CELLULARE a me del cellulare piace tutto a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un a me del cellulare piace a me il cellulare non piace ma in alcune occasioni, per esempio se fai un incidente è molto utile a me il cellulare piace ma me lo prendono solo a 12 anni. La cosa più bella è

Dettagli

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO di Giovannella Massari Sopra un prato verde chiaro l alberello se ne stava e guardandosi un po in giro, tristemente sospirava. Nessun albero lì intorno, su quel

Dettagli

Ti voglio bene, mamma

Ti voglio bene, mamma F E S T A della... Ti voglio bene, mamma! Dettato Ti voglio bene mamma, quando mi sveglio e vedo il tuo viso che mi sorride. Ti voglio bene mamma, quando pranziamo insieme e poi mi aiuti a fare i compiti.

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

Bartolomea e il basilisco del Duomo C'era una volta, intorno al 1600, dentro le mura di Modena, una bambina di nome Bartolomea, a cui era morto il

Bartolomea e il basilisco del Duomo C'era una volta, intorno al 1600, dentro le mura di Modena, una bambina di nome Bartolomea, a cui era morto il Bartolomea e il basilisco del Duomo C'era una volta, intorno al 1600, dentro le mura di Modena, una bambina di nome Bartolomea, a cui era morto il padre. La bambina viveva con sua madre, Maria, in via

Dettagli

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale Discorso indiretto - o n 1 Trasformare il discorso diretto in indiretto 1. "Che cosa fai?". Mi chiese che cosa. 2. "Sono venuto a saperlo per caso". Disse a saperlo per caso. 3. "Per favore, telefoni a

Dettagli

Scale Musicali Perchè si studiano, e come studiarle. Pianosolo.it. Scale Musicali. Perchè si studiano, E Come Studiarle. a cura di Christian Salerno

Scale Musicali Perchè si studiano, e come studiarle. Pianosolo.it. Scale Musicali. Perchè si studiano, E Come Studiarle. a cura di Christian Salerno Scale Musicali Perchè si studiano, E Come Studiarle a cura di Christian Salerno 1 Chi sono Credo che una presentazione, per chi non mi conosce, sia d'obbligo. Mi chiamo Christian Salerno, sono un ragazzo

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Storie di gatti Episodio 1 Sceneggiatura di Cristina Berta

Storie di gatti Episodio 1 Sceneggiatura di Cristina Berta Storie di gatti Episodio 1 Sceneggiatura di Cristina Berta Scena 1 Titolo del film. Animazione di Tino, il gatto protagonista. Scena 2 [Esterno giorno Gabbione] Primo Piano di un gatto che si riposa e

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro PRESEPE Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro Buongiorno, io sono il fiume Giordano, un fiume molto importante perché nelle mie acque è stato battezzato Gesù. Vi racconterò

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

IO NON RESTO ALLA FINESTRA Le note son finite, sollevo le mani dai tasti bianchi e neri e poi rimango così. Fermo. Con la schiena curvata in avanti e

IO NON RESTO ALLA FINESTRA Le note son finite, sollevo le mani dai tasti bianchi e neri e poi rimango così. Fermo. Con la schiena curvata in avanti e IO NON RESTO ALLA FINESTRA Le note son finite, sollevo le mani dai tasti bianchi e neri e poi rimango così. Fermo. Con la schiena curvata in avanti e i capelli che sfiorano la tastiera, guardo ad occhi

Dettagli

WWW.COPIONI.CORRIERESPETTACOLO.IT

WWW.COPIONI.CORRIERESPETTACOLO.IT Aldo, Giovanni e Giacomo Sketch del controllore (da 'Tel chi el telun) Aldo: Non c è bisogno che tira perché non è che scappo. Giovanni: Intanto ha allungato il passo. Aldo: Ho allungato il passo perché

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

L'orologio. di Nello Filippetti

L'orologio. di Nello Filippetti L'orologio di Nello Filippetti E il bimbo sognava l orologio che camminava giorno e notte, il cuore di smalto fiorito che nel fiore della vita la mamma dette al babbo in segno di lei, perché traducesse

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

Nonno Toni! esclamò Tino. Sono pronto. Che

Nonno Toni! esclamò Tino. Sono pronto. Che Nonno Toni! esclamò Tino. Sono pronto. Che storia leggiamo stasera? Lo scalpiccìo dei piedini sulla scala echeggiò per tutta la casa. Tino entrò di corsa, già in pigiama, ansioso di ascoltare una storia.

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Cerchi d acqua e policromie cristalline

Cerchi d acqua e policromie cristalline Cerchi d acqua e policromie cristalline Entriamo nella casa del lago. Vanni scruta l ambiente da esperto. Apre le grandi finestre, lasciando entrare l aria fresca e pulita. Un odore d antico c investe.

Dettagli

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA.

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. TEST LIVELLO B1 QCE NOME COGNOME. CLASSE.. DATA.. COMPRENSIONE ORALE DETTATO. ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. 1.. Fabio e Barbara si incontrano A) alla stazione di Pisa. B) all aeroporto di

Dettagli

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la preghiere Associazione Ragazzi del Cielo Ragazzi della Terra 1 guardando di la Madre di tutte le madri Vergine Maria, madre di tutti i figli, madre di tutte le madri e di tutti i padri. Noi, famiglie dei

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

FRAS I e CAN ZON I da scegliere per dedicare al tuo Am ore il 14 Febbraio, S AN VALEN TIN O, alla Locanda dei M assim i

FRAS I e CAN ZON I da scegliere per dedicare al tuo Am ore il 14 Febbraio, S AN VALEN TIN O, alla Locanda dei M assim i FRAS I e CAN ZON I da scegliere per dedicare al tuo Am ore il 14 Febbraio, S AN VALEN TIN O, alla Locanda dei M assim i Chiam a ai num eri 066550684 e 0665499074 o invia una m ail a even t i@locan dadeim

Dettagli

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati Le storie di Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati 1 Un messaggio scontato FIRENZE, IN UN POMERIGGIO D INVERNO. MATILDE È NELLA SUA CAMERA. Uffa! Ma quando finiscono questi compiti? Sono quasi le

Dettagli

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C. Scuola primaria E. Fermi di Bogliasco anno scolastico 2014/2015 1 MORENDO Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.) 2 IL

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Ciao a tutti! Volevo come scritto sul gruppo con questo file spiegarvi cosa è successo perché se non ho scelto la cucciola senza pedigree e controlli (e come sto per spiegare non solo) è anche grazie ai

Dettagli

Luigi De Simone POESIE

Luigi De Simone POESIE Poesie Luigi De Simone POESIE Culla la mia anima' Entra nel mio cuore e diffonditi,,,, trema il mio sangue e scalpita.. al desiderio di essere sfiorato,,, baciami e culla la mia anima,,,nutrila di piacere

Dettagli

sa donare ciò che ha ricevuto e il suo talento non diviene proprietà, ma regalo per gli altri.

sa donare ciò che ha ricevuto e il suo talento non diviene proprietà, ma regalo per gli altri. Presentazione Questa estate ci siamo regalati un corso di Esercizi spirituali al Mericianum di Desenzano tenuti dall Autore che ha l età di uno dei nostri figli. Ora ci arriva un suo libro. È un libro

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

- 1 reference coded [1,60% Coverage]

<Documents\bo_min_13_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,60% Coverage] - 1 reference coded [1,60% Coverage] Reference 1-1,60% Coverage Certamente. Che musica ascolti? eh, io, ascolto più musica di qualche anno fa, sul rock anni 70, o sono

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

Impiccata per il collo l han trovata, solo sedici anni aveva. Tutti accorsero a vegliar la bambina, tutti pronti a donar cordoglio, tutti indossavan

Impiccata per il collo l han trovata, solo sedici anni aveva. Tutti accorsero a vegliar la bambina, tutti pronti a donar cordoglio, tutti indossavan Le FIABE di LYN Le FIABE di LYN C era una volta una scrofa, molto allegra, intelligente, le avevano dato anche un nome: Rosa. Tutte le volte che la chiamavano lei accorreva, trotterellando, con la sua

Dettagli

L OCCHIO RIVELATORE. Scritto e diretto da MARCO CASSINI. Con EUGENIA ROFI MATTIA BELLA PIERGIUSEPPE DI TANNO VALENTINA COZZI JULIA ESPOSITO

L OCCHIO RIVELATORE. Scritto e diretto da MARCO CASSINI. Con EUGENIA ROFI MATTIA BELLA PIERGIUSEPPE DI TANNO VALENTINA COZZI JULIA ESPOSITO L OCCHIO RIVELATORE Scritto e diretto da MARCO CASSINI Con EUGENIA ROFI MATTIA BELLA PIERGIUSEPPE DI TANNO VALENTINA COZZI JULIA ESPOSITO Assistente alla regia MATTIA BELLA Cast SPAZIO TRE TEATRO Hanno

Dettagli

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais)

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) Quando la notte scende giu devo mi fidare Mi fidare su sta luce se ci sei E se ci sei tu in

Dettagli

Il prossimo progetto

Il prossimo progetto Il prossimo progetto Probabilmente avrei dovuto usare una pietra più chiara per il pavimento. Avrebbe sottolineato la dimensione naturale della hall di ingresso, o forse è sbagliato il legno, anche se

Dettagli

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia?

La nostra biografia. Chi era Arturo Varaia? La nostra biografia Ecco la rielaborazione degli alunni di 5^ dell anno scolastico 2006/2007 delle notizie acquisite dalla lettura della sua biografia e dall incontro con il prof. Paolo Storti, ex allievo

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Seconda parte Trovami

Seconda parte Trovami Seconda parte Trovami Dal diario di Mose Astori, pagina 1 Dovrei iniziare questo diario inserendo la data in cui sto scrivendo, e poi fare lo stesso per ogni capitolo successivo, in modo da annotare il

Dettagli

Atto di fede, Luciano Ligabue

Atto di fede, Luciano Ligabue Atto di fede, Luciano Ligabue Ho visto belle donne spesso da lontano ognuno ha il proprio modo di tirarsele vicino e ho visto da vicino chi c'era da vedere e ho visto che l'amore cambia il modo di guardare

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

Auguri mamma! Festa della mamma 2014

Auguri mamma! Festa della mamma 2014 Festa della mamma 2014 Quest anno dedichiamo alla mamma un intero libro. Si tratta de L abbraccio di David Grossman, splendido nell edizione Mondadori illustrata da Michal Rovner. Il nostro libro si presenterà

Dettagli

festa per la famiglia o famiglia per la festa?

festa per la famiglia o famiglia per la festa? Natale: festa per la famiglia o famiglia per la festa? Inserto N. 4 2010 Bè provo un po a spiegarmi: ogni anno mi viene un certo nervosino perchè mi sembra che tutti: la tv, internet, gli amici, le pubblicità

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Andrea Bajani La mosca e il funerale

Andrea Bajani La mosca e il funerale nottetempo Andrea Bajani La mosca e il funerale nottetempo Con la gente che piange io non so mai come fare. Non so come si fa a farla smettere. Certa gente è capace. Dice una parola, una sola, e gli altri

Dettagli