TADDEO BENEDETTO SCENDI DAL LETTO. Commedia brillante in due atti, in dialetto bresciano. di Velise Bonfante TRADUZIONE LETTERALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TADDEO BENEDETTO SCENDI DAL LETTO. Commedia brillante in due atti, in dialetto bresciano. di Velise Bonfante TRADUZIONE LETTERALE"

Transcript

1 TADDEO BENEDETTO SCENDI DAL LETTO Commedia brillante in due atti, in dialetto bresciano di Velise Bonfante TRADUZIONE LETTERALE Nella traduzione, la scelta è stata quella di non attenersi ad un italiano corretto ma di rispettare le forme dialettali. Esempio: vo zo per le scale = vado giù per le scale (anziché scendo le scale). I proverbi e le parole intraducibili sono scritti in maiuscoletto. ATTO PRIMO Scena 1- In attesa di Celestino (Osvaldo è addormentato su una sedia e russa leggermente. Agnese entra in ciabatte e vestaglia, bigodini in testa, sbadiglia, si avvicina e osserva il marito, sospira, si stiracchia, si dirige alla finestra e guarda fuori facendo alcune considerazioni.) Agnese) Anche oggi sarà un giorno come un altro, oggi sarà preciso ad ieri e identico a domani. (Enfatizzando) Sempre quello, tutti i giorni la stessa storia, non capita mai nulla di nuovo in questa casa. Mi pare di diventare vecchia prima del tempo. (Si tocca i bigodini, si gratta la testa e prende fra le dita una ciocca di capelli osservandola ) Dovrò fare ancora la tinta a questi capelli. (Spia ancora fuori dalla finestra) Celestino non è ancora ritornato. Quando arriva non vorrei essere al suo posto. Ne sentirà quattro di quelle giuste da suo padre. Il mio Osvaldo è rimasto in piedi (lo guarda scotendo il capo) se fa per dire in piedi apposta ad aspettarlo. (Guarda l orologio) Beh, niente, andiamo a metter su (preparare) la colazione. (Agnese esce stiracchiandosi, dopo qualche attimo, la chiave gira nella toppa della porta d ingresso. Celestino entra con le scarpe in mano per non far rumore, passa davanti al padre e si dirige nelle camere. Prima di uscire si rivolge al pubblico.) Celestino) Non vedo l ora di toccare il letto. Che notte! Che notte! Mi hanno tirato dentro in una bisca. Ho giocato a poker e ho perso un mucchio di soldi. Che pollastro sono stato, pensare che mi credevo così furbo da voler essere io a spennarli, Come farò a pagarli non lo so, mi hanno minacciato di darmene un fracco se non do loro i soldi. E così, soprapensiero, passa col rosso infila un senso unico dalla parte sbagliata e come un sorcio che cade un bocca ad un gatto: casca in bocca alla polizia. Ed io a scappare e loro a corrermi dietro (imita la sirena). Per fortuna sono arrivato a seminarli. Ho gli occhi fuori dalla testa. A mio padre non dico nulla per non preoccuparlo. Neppure a mia madre dirò niente. Lo sapete che faccio: dico niente a nessuno, vado a letto e basta. Meno sanno e meglio è (sbadiglia) ah, se sono stanco. Il mio letto finalmente. (Esce. Nell uscire inavvertitamente sbatte la porta. Al rumore Osvaldo si riscuote, si guarda attorno spaesato, controlla assonnato l orologio. Entra Agnese.) Agnese) Guarda a che ore ritorna il nostro Celestino. Hai urlato almeno dietro a tuo figlio? Osvaldo) (Svegliandosi) Al Celestino? Agnese) Si, al Celestino. Glielo hai detto che non sono queste le ore per tornare a casa? E ti ha detto dove è stato fino a quest ora? Dov è andato? Che cosa ha fatto tutta notte in giro? Che ti ha detto?

2 Osvaldo) Il Celestino! È tornato?!... niente mi ha detto Agnese) Niente ti ha detto! Altro che dirgliene quattro di quelle giuste, come al tuo solito non sarai stato capace di dirgli niente. Dai, andiamo di là, ti ho preparato la colazione. Per una volta mangerai con calmi prima di andare a lavorare. Osvaldo) La colazione? (Mezzo addormentato) E se chiudono le strade? Agnese) Le strade le chiudono più tardi prima che parta la corsa delle biciclette, su andiamo. (Osvaldo e Agnese escono stirandosi e sbadigliando) Scena 2 - Dolores e GR (Dolores entra tutta elegante, borsetta a tracolla e valigetta 24ore (o un fascicolo di carte), le appoggia. Dalla borsetta prende un porta cipria e s incipria il naso. Agnese fuori scena, grida infuriata: Taddeo benedetto vieni giù da quel letto! Dolores sente bussare, quando si rende conto che bussano alla finestra la apre. Con fare circospetto entra Taddeo Gi-Erre, figlio del suo datore di lavoro con una valigetta 24ore che tiene molto stretta.) Dolores) (Sorpresa lo aiuta ad oltrepassare la finestra) Signor Taddeo Gi-Erre! Che fa da queste parti! È venuto a trovarmi? (Romantica, cinguettando) È venuto per me? È questo il modo di venire dentro? (Al pubblico) Che bello! Come nei film! GR) Parli a bassa voce signorina Dolores, per carità che non mi scoprano. Non deve saperlo nessuno che sono qui. Sono riuscito a scappare, mi sono confuso in mezzo alla gente, fuori c è pieno di gente. Dolores) Certo. È perché stamattina c è la gara ciclistica amatoriale. Sono venuti anche quelli della televisione. Forse lo diranno anche al telegiornale. Ci sarà il sindaco, la mis. I corridori devono fare il giro del lago in bicicletta. È per quello che c è pieno di gente. GR) Di gente e di spie (guardingo) i nostri concorrenti stanno spiandomi signorina Dolores, (stringendo stretta la valigetta) vogliono rubarmi la formula della ranalite, son dietro tutti a cercarmi. Dolores) A cercare lei!? Non capisco signor Taddeo. GR) Stavo tornando da Torino con la formula della Ranalite e me sono accorto che mi pedinavano. Dolores) La pedinavano? Come fanno nei film di 007? GR) Certo, come nei film, ho avuto per un pezzo una macchina attaccata dietro alla mia. Io giravo e lei girava, io frenavo e lei frenava, andavo dritto e lei andava dritto. Dolores) Chissà che bello che era. Come sarà stato emozionante! GR) Emozionante? Avevo una paura! Quella gente lì, non scherza. Dolores) E cosa ha fatto dopo? (Elettrizzata) Mi racconti, so, mi racconti. (Al pubblico) Proprio come nei film! GR) Ho fatto finta di niente ed appena ho potuto ho sterzato a destra e sono scappato, ho piantato un accelerata e sono riuscito a seminarli. Mi sono ricordato che lei abitava da queste parti, Per non farmi vedere da nessuno sono arrampicato sulla pianta fin qui al secondo piano, ecco: e ora sono qui.

3 Dolores) Qui?! (A Taddeo) Ed io che dovrei fare? GR) Nascondermi signorina Dolores, (sempre circospetto) nascondermi, devo far perdere le me mie tracce. Dolores) Vuole nascondersi qui qui?! GR) Certo. Mio padre le sarà riconoscente signorina Dolores. La ricompenserà di tutto. Dolores) Non è questa la questione. Guardi che i nostri concorrenti lo sanno che io sono la segretaria personale di suo padre. Lo sanno tutti che lavoro per la ditta Taddeo e figlio manufatti in plastica GR) ( Interrompendola) Si, Taddeo (indicandosi) e figlio - specializzati in RANALITE. Proprio per quello, perché lo sanno tutti, mai nessuno penserà che sono venuto proprio a nascondermi dalla segretaria personale di mio padre. Dolores) Come nei film (a GR) ora dovrei partire, suo padre mi ha raccomandato molto di andare a Brescia a far firmare delle carte. (Al pubblico) Se rimango perdo il treno e se parto non saprò mai come andrà a finire! Che faccio? (a GR) Che dovrei fare? GR) Lei, signorina Dolores, faccia come al solito, nessuno deve sospettare. Ah, prima di partire telefoni a mio padre per favore e gli dica che ora sono qui al sicuro. Gli dica che può stare tranquillo. Dolores) Sì, ha ragione (si avvicina al telefono, compone il numero) Occupato. GR) Gli telefoneremo fra poco, nel frattempo, dov è che posso nascondermi? Dolores) Lo domando a mia cognata Agnese. GR) No per carità, neanche una parola con nessuno, meno gli altri sanno, meglio è per tutto. Nessuno deve sapere che io sono nascosto qui! È pericoloso! (Drammatico) Quella lì, è gente sensa scrupoli, violenta. Dolores) Come nei film? GR) Peggio ancora che nei film signorina Dolores, quella è fantasia e questa è realtà nuda e cruda. Dolores) (Impressionata) Oh, allora (si guarda attorno) nella mia stanza è al sicuro. La chiudiamo a chiave e non vi entra più nessuno, venga dietro a me (mi segua). (Fanno per avviarsi, aprono la porta ma Dolores vede Agnese e torna sui suoi passi.) Agnese) (Fuori scena, grida infuriata) Taddeo benedetto vieni giù da quel letto! Dolores) Non si può passare, c è mia cognata Agnese nel corridoio che sta facendo le faccende (agitandosi) e sta arrivando anche mio fratello Osvaldo. Che facciamo? Sarà meglio andare sul solaio, no, sul solaio va sempre la Rosy a stendere la biancheria, e alcune volte anche la Clara va a stendere meglio andare in cantina, su, andiamo, venga, mi segua. (Dolores lascia la sua borsetta ed escono precipitosamente. Scena 3 Osvaldo e Bigio Osvaldo) (Entra, beve il caffè bollente e soffia nella tazzina) È caldissimo e scotta la lingua questo caffè. S è fatto tardi. È meglio che mi spicci che non mi chiudano le strade, Vorrei dire, non so se mi spiego, guarda se devono organizzate le corse in bicicletta in un giorno feriale (predicando alla porta) fatele alla festa le corse in bici, non bloccare tutto un paese per quattro pisquani che corrono su due ruote.

4 Bigio) (Entra dalla porta d ingresso, tutto tremolante con un bel bastone) Io ho visto tutto caro Osvaldo, tutto e posso testimoniare. Osvaldo) Buongiorno nonno Bigio. Vi siete alzato presto questa mattina, come mai? Bigio) (Si guarda attorno) Per forza mi sono alzato presto, devo controllare. Ci sono spie ovunque caro Osvaldo. Ci sono spie in tutti gli angoli. (Guardingo.) Però io, nel controllare, ho visto tutto ed ora ti racconto Osvaldo) Non ho tempo ora nonno Bigio per le vostre storie. Me lo racconterete questa sera quando torno. Bigio) Questa sera può essere tardi Osvaldo, senti: ho visto uno arrampicarsi sulla pianta e scavalcare la tua finestre per entrare in casa tua. Non ho capito se era russo o americano ma di sicuro era una spia. L ho visto io, con i miei occhi: ho ancora la vista buna. Clara) (Entra senza bussare) Guardalo qui dov è. (Al nonno) Nonno, non andare per le case a stufare la gente ancora la mattina presto. Dai (Lo afferra per un braccio e lo trascina fuori) torniamo a casa nostra. (Ad Osvaldo) Scusa Osvaldo, ho girato un attimo l occhio e mi è scappato. Osvaldo) Non fa niente Clara, non ci sono problemi col nonno Bigio. Clara) I problemi lui li crea a me, vede spie ovunque. (Escono.) Scena 4 Osvaldo e Agnese Agnese) (Entra ciabattando con scopa e paletta, guanti di gomma, bigodini in testa, calzine di lana, grembiule: classica casalinga trasandata, si guarda attorno) è già andata a prendere il treno tua sorella Dolores? Osvaldo) Non lo so, non l ho vista la Dolores (appoggia la tazzina, mette l orologio, infila il cappotto, preparandosi ad uscire). Agnese) (Vede la valigetta) Si vede che non è ancora partita, c è ancora qui la valigetta! Pensare che aveva così fretta, aveva paura di perdere il treno. (Ad Osvaldo) Se ti faccio due polpette per mezzogiorno va bene? (Si ferma in mezzo alla stanza, chiude gli occhi e porge la guancia per ricevere il bacio di saluto) O preferisci una bistecca impanata? E le polpette le faccio al Celestino o altrimenti al mio Taddeo. Osvaldo) Fa quello che vuoi, mi va sempre bene tutto, ciao Agnese (prende il giornale e fa per uscire). Agnese) (Apre gli occhi e lo richiama) Osvaldo fermati! E allora? Dove stai andando?! Osvaldo) (Agitando il giornale) Dove vuoi che vada a quest ora. Dove può andare uno come me a quest ora? A lavorare! Non farmi perdere tempo che non chiudano le strade. Agnese) (Lo trattiene per una manica) Per te questo è perdere tempo. Lo chiami perdere tempo. Non era così una volta caro il mio Osvaldo fra me e te. Osvaldo) Una volta non avevi quegli aggeggi sulla testa e quegli arnesi alle mani! Agnese) Questi? (Toccandosi i bigodini) Io lo faccio per te, per essere più bella! Osvaldo) (Squadrandola da cima a fondo) Infatti, in tutti questi anni c è stato un miglioramento

5 enorme. Vorrei dire, non so se mi spiego: si vede proprio la differenza. Agnese) (Polemica) Cosa vorresti dire? Che la tua segretaria non va in giro coi bigodini? Che ha le mani più belle delle mie? (Accarezzandosi i guanti di gomma) Col smalto rosso, le unghie lunghe. Osvaldo) Sei gelosa anche di questa ora? Non iniziare con le tue solite polemiche Agnese. Vorrei dire, non so se mi spiego, una che scrive a macchina tutto il giorno come fa ad avere le unghie lunghe! Agnese) Allora avrà (si tocca le ciglia) le ciglia finte che sfarfallano! (Secca) Qualcosa ha più di me! Per forza caro il mio Osvaldo. Osvaldo) A parte il fatto che basterebbe poco per avere qualcosa più di te (ironico) cara la mia Agnese. Comunque non dirmi che sei gelosa anche della mia nuova segretaria! Agnese) E allora fammela conoscere questa nuova segretaria. Osvaldo) Per fartela conoscere serve l occasione giusta. Agnese) Occasione che non è mai capitata. Possibile! Le occasioni a volte bisogna crearle. E come mai da quando hai questa nuova segretaria sono aumentati i tuoi straordinari la sera e inoltre vai a lavorare anche il sabato mattina? Osvaldo) Non dire sciocchezze, le ore che faccio sono sempre quelle. Ed ho lavorato ancora di sabato mattina, non è la prima volta se è per quello, inoltre, ricorda che la mia segretaria nuova è sposata. Agnese) Questo non vuol dire niente.al giorno d oggi non vuol proprio dire niente caro il mio Osvaldo! Osvaldo) (Guarda l orologio per l ennesima volta) Guarda, lasciami andare a lavorare che non ho voglia di ascoltare stupidaggini ancora la mattina presto, per di più ho passato la notte sveglio ad aspettare il Celestino (esce, torna sui suoi passi). Tieni chiuso il Taddeo, mi raccomando, che non succeda qualcosa di brutto con tutta quella gente che c è in giro. Non ha tanto buon senso quel cane, inoltre lo sai come gli piacciono le biciclette (riesce). Agnese) Lo so, lo so che Taddeo è un birichino e gli piacciono le biciclette. (Rimasta sola si tocca i bigodini) Li ho portati per tutta notte. E che fatica a non muovere mai la testa sul cuscino. Bel ringraziamento per i miei sacrifici non pensiamoci, non facciamoci il sangue amaro. Scena 5 Agnese e Bigio Bigio) (Entra dall ingresso) Agnese, menomale che ti ho trovato senti, è importante senti Agnese) Buongiorno nono Bigio. Bigio) Ho visto tutto cara Agnese, tutto e posso testimoniare. (Si guarda attorno) Tu hai un uomo in casa, è entrato dalla finestra. Sta attenta Agnese, c è pieno di spie, ci sono spie in tutti gli angoli. Agnese) (Assecondandolo) Lo so, lo so nonno Bigio che è pieno di spie. Bigio) Nel controllare ho visto tutto ed ora ti racconto senti

6 Agnese) (Lo prende sotto braccio per riaccompagnarlo a casa) Me lo racconterete intanto che torniamo di là a casa vostra, andiamo prima che la Clara si preoccupi. Bigio) Agnese senti, ho visto uno arrampicarsi sulla pianta, scavalcare la finestra ed entrare in casa tua. Credimi. Agnese) Certo che vi credo. Di sicuro una spia! Russa o americana? Bigio) Non ho ben capito se era russo o americano, ma ha scavalcato la tua finestra ti dico ed ora (Escono.) Scena 6 Dolores e Gi Erre Taddeo (La scena resta vuota alcuni attimi poi ricompaiono Gi-Erre e Dolores con fare circospetto.) GR) Mi rincresce di darle tutto questo disturbo Dolores. Dolores) Nessun disturbo signor Taddeo, solo che mi fa meraviglia tutti quei topi, non pensavo che in cantina ci fossero tutti quei topi. Nei film di solito non ci sono topi! GR) Più che topi mi parevano pantegane. E che pantegane! Perché non tenete un bel gatto? Dolores) Non possiamo tenere un gatto perché mia cognata ha uno stupido di cagnetto bianco e nero che non può vedere né i gatti e né le biciclette. (Spiegando) Le rincorre sempre a rischio di farle cadere per terra. (Guarda fuori dalla porta, controllando la cognata) Mio fratello è andato al lavoro e mia cognata è di là che chiacchiera con la sua amica Clara. (Tornando sui suoi passi.) Speriamo di fare in tempo a prendere il treno per Brescia. GR) Non stia a preoccuparsi signorina Dolores. Mio padre capirà. Dolores) Sono documenti importanti e se i non saranno firmati si blocca tutta l esportazione bacalite. GR) E se i nostri concorrenti mi acchiappano, si blocca tutta la fabbrica. Dolores) (Al pubblico) Che bello! Mi pare de vivere un avventura in un film (a GR) Ora signor Taddeo venga che lo nascondo nella mia camera. GR) Prima telefoni a mio padre e gli racconti la situazione per favore. Dolores) Certo (va al telefono) e gli chiediamo consiglio. (Soppesando la cornetta) Ci saranno per caso le microspie qui dentro? Ci sarà il telefono sotto controllo come nei film di 007? Dovrò parlare in codice GR) Giusto: parli in codice. (Al pubblico) Mio padre ha una segretaria che è perla. Efficiente al massimo. (Idea, a Dolores) Signorina, dica a mio padre che Ranabòtol (girino) è al sicuro. Dolores) (Perplessa) Ranabòtol? (Dopo aver composto il numero) Occupato GR) Aspettiamo un momento. Dolores) Come mai Ranabòtol? Mentre aspettiamo mi tolga questa curiosità signor Taddeo. GR) Non chiamarmi più signor Taddeo. È ora che mi chiami Gi Erre Dolores e che mi dai del tu.

7 Dolores) (Timida) Del tu signor Taddeo? GR) Ancora con questo signor Taddeo, chiamami Gi Erre Dolores. Tutti i miei amici mi chiamano Gi Erre Dolores) E va bene: Gi Erre, ma che tipo di nome è Gi Erre? GR) Ora ti spiego: ti ricordi Dallas quello della Televisione? Dolores) Certo, non ho perso nemmeno una puntata di Dallas. GR) In Dallas c era il Gej-ar invece io sono Gi Erre che sta per Girolamo Rinaldo, i nomi dei miei due nonni. Dolores) Girolamo Rinaldo? (Ricompone il numero che dà ancora segno di occupato.) GR) Mi hanno battezzato con due nomi per non perdere l eredità e non far torno a nessuno dei due. Però, siccome i due nomi accorciati facevano Gino Rino e accorciati ancora facevano Gi-rino, quando ero piccolino di soprannome mi chiamavano tutti Ranabòtol. Dolores) Ora capisco il nome in codice (al pubblico) proprio come nei film (Guardandolo sorridendo) Ranabòtol! GR) (Offeso) Non c è niente da ridere. Dolores) Mi scusi Ranabòtol, cioè, volevo dire signor Taddeo (ricompone il numero al telefono). GR) Dolores, chiamami Gi Erre e che sia finita. Dolores) Va bene va bene (al telefono) Pronto. Dovrei parlare col signor Taddeo padre, grazie sì sì. GR) Ti raccomando, parla in codice che non ci sia il telefono sotto controllo. Dolores) (A GR) Lascia fare a me (nella cornetta) Buongiorno signor Taddeo, sì Ranabotól è al sicuro, mi prendo io cura di lui Trovato stagno ma perso treno appena le acque si saranno calmate parto per Brescia... va bene... Stia tranquillo, d accordo arrivederla, (al pubblico)che emozione! GR) Allora? Dolores) Tutto a posto. Venga di là nella mia camera che le spiego il piano di suo padre e la chiudo dentro a chiave. GR) (Correggendola) Ti chiudo dentro a chiave Dolores) (Sorridendo) Ti chiudo dentro a chiave Scena 7 - Dolores e Agnese (Escono, la scena resta vuota alcuni attimi, rientra Agnese, si toglie il grembiule) Agnese) Le faccende le farò dopo, mi preparo e vado a vedere la partenza delle corse con la Clara. Dolores) (Rientra e riprende la valigetta e la borsetta) Ciao Agnese, ci vediamo. Agnese) Con tutta la tua fretta non sei ancora partita? (Le versa il caffè) hi già fatto colazione?

8 Dolores) La farò sul treno, ora non ho tempo.. È meglio che mi spicci prima che chiudano le strade. Mancava solo la gara delle biciclette questa mattina. Agnese) fai ancora in tempo a bere un goccio di caffè. È ancora presto, le strade non sono ancora state chiuse. (Le porge la tazzina.) Lo sai che andrò a vedere la partenza delle biciclette con la Clara? Pensa che saranno più di cento quelli che corrono in bici. Faranno addirittura il giro del lago e ci sono anche quelli della televisione, il sindaco, la miss a proposito, fammi controllare il Taddeo che non mi scappi, piacciono troppo le biciclette a quello lì. (Agnese va in camera a controllare il cane.) (Dolores beve il caffè e con indifferenza la controlla a sua volta.) Dolores) (Al pubblico) Non c è pericolo, ho chiuso la porta della mia camera a chiave. Però non si sa mai, mia cognata è una curiosona. Agnese) (Dopo alcuni attimi si sente fuori scena) Taddeo benedetto vieni giù da quel letto! Scena 8 Dolores e Bigio Bigio) (Entra dalla porta d ingresso) Oh! La signorina Dolores. Senti Dolores senti Dolores) Buongiorno nonno Bigio. Bigio) Ho visto tutto Dolores, tutto e posso testimoniare. (Si guarda attorno) Sta attenta, ci sono spie in tutti gli angoli, senti, ho visto uno scavalcare la finestra per entrare in casa tua. Dolores) (Allarmata) Avete visto uno entrare dalla finestra? Bigio) Certo, dal vestito non ho capito bene se era Agnese) Oh, (rientra e lo prende sotto braccio per riaccompagnarlo a casa) è qui ancora, attraversa il corridoio ed è sempre qui con le sue storie di spie. Torniamo di là a casa vostra, su andiamo nonno Bigio che la Clara non si preoccupi per niente. Bigio) Agnese ascolta, ho visto uno scavalcare la tua finestra ed entrare dentro la tua casa. L ho visto io con i miei occhi ed ho una vista buona. Agnese) Lo so, lo so nonno Bigio, ed era una spia, giusto?! Russo o americano? (Nonno Bigio esce accompagnato da Agnese. Dolores rimasta sola) Scena 9 Dolores e GR Dolores) Che spavento. Devo avvisare il signor Taddeo, cioè il mio Gi Erre, delle manie del nonno Bigio (avviandosi) era ora che si decidesse a passare al tu passetto passetto, un passetto alla volta, proprio come nei film. Chissà! Se son rose fioriranno. (Nell andare verso le camere quasi si scontra con GR che rientra sospettoso.) GR) Ho sentito la tua voce Dolores e mi sono fidato a venir fuori. Questo non è un posto sicuro. Dolores) Perché? GR) Mi hanno già scoperto. Dolores) Chi ti ha scoperto? È impossibile, sta tranquillo, il nonno Bigio non è pericoloso. Non gli crede nessuno quando parla.

9 GR) Non è un uomo che mi fa paura, è la voce di una donna che continua: Taddeo benedetto vieni giù da quel letto! e mi fa fare certi salti. Prima, per lo spavento sono caduto dal letto, guarda che bernoccolo (indicandole un punto sul capo). Dolores) (Lo osserva e lo accarezza in quel punto) Mi rincresce, ma sta tranquillo, non diceva a te. GR) No! E a chi? Ti garantisco che continua a dire (imitandola) Taddeo benedetto vieni giù da quel letto! Dolores) È perché via via, torna de là che sta venendo mia cognata Agnese. (Dolores lo spinge nelle camere. Escono tutti e due.) Scena 10 Dolores e Agnese Agnese) (Rientra) Che solfa le spie del nonno Bigio. Bisogna aver pazienza con gli anziani, una volta o l altra, se il Signore ci mantiene la salute, diverremo vecchi anche noi, (si guarda attorno) dov è la Dolores? Dolores) (Rientra) Sono qui Agnese (guarda l orologio) Agnese fammi un piacere. Bisogna che cambi nome al Taddeo. Agnese) Che ti viene in mente? Perché dovrei cambiare nome al mio cagnolino? Dolores) Perché si chiama come il mio principale. Lo sai che non vorrei fare brutte figure. Ci tengo a non fare brutte figure. Cosa ti costa cambiare nome al cane? Agnese) Non posso. Dopo non mi ascolta più. Già fa fatica ora inoltre, è dal tempo dei miei nonni che i nostri cagnolini si chiamano Taddeo. C è stato un Taddeo Primo, un Taddeo Secondo e questo è Taddeo nono. Dolores) Sì, fa anche tu come la dinastia dei Papi: Pio Uno Pio due Pio tre Agnese) Pio nono Pio decimo non vi avevo pensato. Dolores) Che figura facciamo se per caso dovesse venire qua il mio principale. Me lo dici? Agnese) Non è colma né mia né del mio cagnolino se lui di cognome fa Taddeo. Non preoccuparti Dolores. Quando mai verrà qua il tuo principale. Qui a fare?! In tutti questi anni non è mai venuto. Inoltre, perché non lo cambia lui il nome. Dolores) Non è così semplice cambiare nome. C è tutta la carta intestata: Ditta Taddeo e figlio - Manufatti in plastica - specializzati in RANALITE - esportatori in tutto il mondo (Apre la borsetta, prende il portafoglio e sfila alcune banconote) Ecco Agnese, sono per i prossimi sei mesi, però mi raccomando, che nella mia camera non entri nessuno. Agnese) Va bene, va bene (prende i soldi e li mette in tasca). Quand è che ti farai una casa tua Dolores? Dolores) Ti dà fastidio tenermi libera una stanza? Ti ho sempre pagato una specie di affitto. Agnese) Non pensavo ai soldi. È casa tua questa; ma non hai voglia di farti una casa tua? Dolores) Verrà anche quel momento cara Agnese, e forse presto. (Raccogliendo la sua roba) Lasciami andare prima che chiudano le strade. Speriamo di fare in tempo a passare e riuscire a prendere il treno. Mancavano solo i ciclisti stamattina. Ciao Agnese (esce).

10 Agnese) Ciao Dolores. (Si avvicina alla finestra) Che bella vita che fa mia cognata Dolores, segretaria personale di un uomo così importante toh, (sorpresa) guarda là il mio Taddeo è scappato. È riuscito a scappare quel porcello di un cane! (Apre la finestra e chiama) Taddeo, Taddeo quando si mette in testa di scappare non ci sono santi che tengono. Taddeo Taddeo (al pubblico) non mi ascolta quel brutto scimmiotto (chiama ancora) Taddeo Taddeo se va là Clara) (Entrando) Sei pronta Agnese? Scena 11 Clara e Agnese Agnese) (Si sistema un poco) Sì, pronta o no, bisogna andare. È scappato il mio Taddeo. Disperato di un cane (lo chiama ancora) Taddeo Taddeo Clara) Come ha fatto a scappare? Abitiamo al secondo piano di un condominio?! Agnese) È molto furbo il cagnolino! Riesce a passare tra le stecche della ringhiera del balcone, salta sulle tegole del garage, poi fa un altro salto sulla basculante, si vede che qualcuno l ha lasciata aperta, vicino c è quel grosso vaso di fiori della Cecilia e via che va glielo avrò detto cento volte alla Cecilia di togliere quel vaso! Clara) Però, com è intelligente il tuo cagnolino! Agnese) I bastardini sono più intelligenti di quelli di razza, cara mia. Clara) Intelligente e furbo. Agnese) A volte è perfino più furbo di me. Andiamo a rincorrerlo, speriamo di prenderlo. (Chiama ancora dalla finestra) Taddeo, Taddeo fermati! Taddeo sì ciao. Va velocissimo quel disgraziato di un cane. Clara) (Guardando anche lei dalla finestra) Non si vede già più! Agnese) Con tutte le biciclette in giro, speriamo che non capiti nulla di brutto. A lui piace moltissimo rincorrere le biciclette. Su dai, andiamo a cercarlo. Clara) Sì, andiamo, vengo anch io così ti aiuto. Agnese) E il nonno Bigio? Clara) Tutto a posto, gli ho dato in mano il cannocchiale così controlla le spie. Agnese) Gli hai nascosto il telefono. Clara) Per forza, altrimenti continua a telefonare negli uffici, al 112, al 113, al Agnese) Avrà il suo bel d affare con tutte quelle spie. Pensa che ne ha vista una scavalcare la mia finestra. Clara) Porta pazienza Agnese, poveretto, non ha nient altro da fare. Così gli passa il tempo (escono). Scena 12 GR GR) (Entra) Menomale che non c è nessuno. Ho spiato dalla finestra. Fuori c è una confusione incredibile, non sono affatto tranquillo. (Al pubblico) Mi piacerebbe sapere cosa ha quella

11 donna di continuare a chiamarmi (imitandola) Taddeo Taddeo. (Preoccupato) Bisogna che cerchi subito un altro posto ove nascondermi. Per di più lei non vuole che stia sul letto! Chissà come mai? (Compone un numero al telefono) Pronto sì Ranabòtol, bisogna che cambi aria no, come no! Devo restare nel mio stagno! Va bene va bene come non detto. (Depone la cornetta) Mio padre mi ha detto di non muovermi e per ora di restare qui. (Al pubblico) Tornerò nella camera della Dolores (esce). Scena 13 Osvaldo Osvaldo) (Dopo qualche attimo di scena vuota Osvaldo rientra)tutto bloccato e non posso più andare al lavoro. Tutto bloccato. Menomale che ho raccomandato a mia moglie di tenere ben chiuso il nostro Taddeo. (Pensando) Chissà se lo faranno vedere al telegiornale stasera (Va al telefono e compone un numero) Pronto Signora sì, faccia lei al mio posto non posso venire in ufficio per ora, ci sono tutte le strade bloccate ah, l ha già sentito anche lei quello che è successo va bene grazie.(depone la cornetta e spiega mimando) Cose dell altro mondo. I corridori erano quasi pronti per partire quando uno stupido di cagnetto ha attraversato la strada. Un corridore ha perso l equilibrio, è caduto in terra ed altri 15 che stavano arrivando patapùnf gli sono andati addosso. Uno, per non cadere, si è attaccato ad una moto della scorta, e così giù anche quello addosso ad un gruppo do persone. E giù a rotoli anche quelli. Una bici è andata addosso ad un tipo grande e grosso. Questo tale per non cadere si è attaccato al palco e siccome il palco era stato fatto alla belle e meglio, cioè costruiti in quattro e quattr otto, casca anche il palco.sopra vi ci trovava il sindaco con i giornalisti e la mis: tutti a gambe levate. Un quarantotto. E tutto per colpa di uno stupido cagnetto bianco e nero! Non vorrei essere nel proprietario di quel cagnolino. Ora chissà chi pagherà tutti i danni. E quelli della televisione che filmavano, chissà se lo faranno vedere al telegiornale stasera. Bigio) (Entra) Osvaldo, Osvaldo. Osvaldo) Oh! Cosa c è ancora nonno Bigio. Scena 14 Osvaldo e nonno Bigio Bigio) Un ombra. Col cannocchiale ho visto un ombra qui, in questa stanza. Osvaldo) Un'ombra? (Perplesso) Sarà stata la mia ombra. Bigio) No, la conosco la tua ombra, era un ombra (Indicando con la mano l altezza e la corporatura di GR) pressappoco così. Osvaldo) (Assecondandolo) Allora sarà stata una spia di sicuro. Bigio) Certo, una spia. Ha fatto finta di niente ed ha telefonato a Osvaldo) (Interrompendolo) Ero io che telefonato nonno Bigio. Bigio) Tu, ti conosco. No, era una spia che telefonava, avrà telefonato al suo quartiere generale? Osvaldo) Al suo quartiere generale? Russo o americano? Bigio) Quello è voler conoscere troppo da me! Col cannocchiale non si vedono i numeri del telefono. Però sono sicuro di quello che dico: ho visto un ombra e ti garantisco che era qui, vicino al telefono ed ha anche telefonato. Ho fatto bene a venire a dirtelo? Osvaldo) Certo, avete fatto benissimo a venire a dirmelo nonno Bigio. Bigio) Cerca di stare attento Osvaldo, che non abbia la pistola e che non ti spari. Osvaldo) Certo certo, starò attento. Andiamo di là nonno Bigio, andiamo che vi accompagno a casa. Bigio) (Impuntandosi) Mi credi o non mi credi?! Ti dico Osvaldo che qui c era un ombra che telefonava, proprio qui, credimi.

12 Osvaldo) Vi credo, vi credo. Andiamo di là ora nonno Bigio. (Lo spinge fuori ed escono tutti e due. Dopo qualche attimo rientrano Clara e Agnese con un grosso scatolone.) Scena 15 Agnese e Clara Agnese) Piano, piano. Fai piano Clara, poverino che pedata! Clara) Più piano di così Agnese. Agnese) Poverino il mio Taddeo (guarda nello scatolone) che pedata che gli ha piantato quello là con quei brutti scarponi. Poverino il mio cagnolino! Che botta! Clara) Il tuo Taddeo avrà preso una botta, ma gli altri, altro che botta: sono caduti tutti come tanti birilli. Hai visto come filmavano quelli della televisione? Magari stasera lo faranno vedere al telegiornale. Agnese) Più che al telegiornale dovrebbero farlo vedere a Paperissima. Clara) Brrrrummm e quelli del palco, tutti a gambe all aria. E le biciclette tutte ingarbugliate, ruote di qui, ruote di là. E la mis con le gambe all aria, il sindaco che urlava arrabbiato (imitandolo) ve la farò pagare, ve la farò pagare. Carte, fogli, macchine fotografiche e giornalisti e fotografi tutti ammucchiati. Un quarant otto. Non ti viene da ridere a pensarci? Agnese) Ridere? Guarda il mio Taddeo poverino (indicando lo scatolone inizia a piangere) Mi viene da piangere solo a guardarlo (lo chiama) Taddeo Taddeo. Clara) E ora che fai? Cioè, che facciamo? Agnese) (Ricomponendosi) Lo nascondiamo. Nessuno dovrà pensare a noi. Non abbiamo nemmeno l assicurazione. Clara) Guarda che il tuo Taddeo è conosciuto in giro. Lo sanno tutti che hai un cagnetto bianco e nero. Agnese) Ce ne sono di asini che si assomigliano. Servono le prove per dire che è mio. La sua parola contro quella del mio Taddeo. Clara) Avrà tante virtù, ma a me, non risulta che sia capace di parlare il tuo Taddeo. Agnese) Di parlare no, ma è capace di farsi capire. E hai visto com è stato intelligente e furbo il mio Taddeo? Come mia ha visto è corso subito a nascondersi dietro a me. Clara) Menomale che eravamo rimaste indietro per via del tuo foulard sopra i bigodini e nessuno ci ha visto mentre mettevamo il tuo Taddeo nello scatolone. Agnese) E menomale che c era questo scatolone ha portata di mano ed ho potuto nascondervelo dentro. (Guardando nello scatolone) Poverino, chissà che spavento che ha preso il mio Taddeo! Clara) Lo spavento non è nulla in confronto alla pedata- Agnese) Poverino, che pedata che si è preso! (Lo chiama) Taddeo Taddeo. Pare quasi morto. Lo sai che faremo in tanto che si calmano le cose. Lo nasconderemo e non diremo nulla a nessuno. Clara) Come fai a nasconderlo? Lui è un cane. E se abbaia? Agnese) Cosa vuoi che abbai! Non abbaierà più per un bel pezzo poveretto. Guarda in che condizioni me lo hanno conciato! Se vengono a cercarlo dirò loro che è tre giorni che è ammalato e che non si è mai mosso da questo scatolone. Non ci sarà solo il mio di cagnolino bianco e nero. Anche la Giustina ha un cane bianco e nero. Clara) Anche la Mariuccia ha un cagnolino bianco e nero se è per quello. Agnese) Visto (pensando) e anche la Monica se è per quello. Lei e suo marito lo portano sempre a

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Ti voglio bene, mamma

Ti voglio bene, mamma F E S T A della... Ti voglio bene, mamma! Dettato Ti voglio bene mamma, quando mi sveglio e vedo il tuo viso che mi sorride. Ti voglio bene mamma, quando pranziamo insieme e poi mi aiuti a fare i compiti.

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

WWW.COPIONI.CORRIERESPETTACOLO.IT

WWW.COPIONI.CORRIERESPETTACOLO.IT Aldo, Giovanni e Giacomo Sketch del controllore (da 'Tel chi el telun) Aldo: Non c è bisogno che tira perché non è che scappo. Giovanni: Intanto ha allungato il passo. Aldo: Ho allungato il passo perché

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO di Giovannella Massari Sopra un prato verde chiaro l alberello se ne stava e guardandosi un po in giro, tristemente sospirava. Nessun albero lì intorno, su quel

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE - sipario chiuso - ENTRA ALICE VOCE FUORI CAMPO: ALICE ALICE DOVE TI SEI NASCOSTA? DOBBIAMO FINIRE LA LEZIONE DI STORIA! ALICE: Ma come si fa ad interessarsi a un libro

Dettagli

Destinazione 13. Buongiorno Maria!

Destinazione 13. Buongiorno Maria! Destinazione 13 Buongiorno Maria! Mmmm... Oh Mari! Ohi! Tutto bene? Ciao Leonardo! Come va la vita? Mio piccolo amico! Mio piccolo amico? No eh? No! No, no! Giochi con i pupazzetti, sei troppo gentile

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

I Classici facili raccontati da Carlo Scataglini. Pinocchio

I Classici facili raccontati da Carlo Scataglini. Pinocchio I Classici facili raccontati da Carlo Scataglini Pinocchio Indice illustrato CAPITOLO 1 Tutto comincia con un pezzo di legno............. 7 CAPITOLO 2 Quando un burattino ha fame.... 17 CAPITOLO 3 Il Gran

Dettagli

HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI

HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI Elisa Riedo conversa con Maria, 8 febbraio 2007. Il nome della paziente e ogni altro dato che possa permetterne l identificazione è stato alterato per rispettarne la

Dettagli

IL REGALO di Velise Bonfante

IL REGALO di Velise Bonfante IL REGALO di Velise Bonfante Scena: l interno di due abitazioni, tavolino, sedie. Necessaria una bella scatola con dentro un libro. Personaggi: FAMIGLIA BIANCHI CORTILE FAMIGLIA ROSSI Armando - amico di

Dettagli

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo.

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo. ATTENTO ALLA TRUFFA! Sei appena stata in Banca a ritirare denaro o in Posta per prendere la pensione. All uscita ti si avvicinano una o più persone sconosciute che ti mostrano un tesserino e ti dicono:

Dettagli

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore 2013 ad est dell equatore vico orto, 2 80040 pollena trocchia (na) www.adestdellequatore.com info@adestdellequatore.com [uno] Milano. Un ufficio

Dettagli

INTRODUZIONE. La ragazza

INTRODUZIONE. La ragazza 5 INTRODUZIONE La ragazza Il braccio era vicino al telefono. Forse la ragazza aveva cercato di chiamare qualcuno, ma poi non aveva avuto il tempo di farlo. I lunghi capelli neri scendevano sul viso e coprivano

Dettagli

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE FEBBRAIO 2014 ANNO III N. 7 SCUOLA PRIMARIA STATALE DI GRANTORTO AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE Questo numero parla di un argomento un po scottante : IL BULLISMO! I PROTAGONISTI LA VITTIMA Nel mese

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Ciao a tutti! Volevo come scritto sul gruppo con questo file spiegarvi cosa è successo perché se non ho scelto la cucciola senza pedigree e controlli (e come sto per spiegare non solo) è anche grazie ai

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

Incredibile Romantica. Dimentichiamoci Questa Città

Incredibile Romantica. Dimentichiamoci Questa Città Siamo Solo Noi Siamo solo noi che andiamo a letto la mattina presto e ci svegliamo con il mal di testa che non abbiamo vita regolare che non ci sappiamo limitare che non abbiamo più rispetto per niente

Dettagli

Il maestro nuovo è tornato

Il maestro nuovo è tornato rob buyea Il maestro nuovo è tornato Traduzione di Beatrice Masini Rizzoli Titolo originale: Mr. Terupt Falls Again 2012 Rob Buyea Pubblicato per la prima volta negli Stati Uniti nel 2012 da Delacorte

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: Ciao, Flavia. Mi sono divertito moltissimo sabato

Dettagli

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione.

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione. Prologo Cardinale Lorenzo detto u tuzz cioè «la testata» era un rapinatore, specializzato in banche e uffici postali. Lui e i suoi complici avevano una tecnica semplice e molto efficace: rubavano un auto

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE

ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE CATERINA ROMANO 27/01/2012 Nonna, posso sedermi vicino a te? Ho paura. In televisione ci sono dei brutti film. Fanno vedere tante persone malate e dicono

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SC. 2007-08 IL BARATTO GRUPPO ANNI 4 INS: AIOLFI ANNA L ACQUISTO

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SC. 2007-08 IL BARATTO GRUPPO ANNI 4 INS: AIOLFI ANNA L ACQUISTO SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN 1 CIRCOLO SPINEA ANNO SC. 2007-08 IL BARATTO GRUPPO ANNI 4 INS: AIOLFI ANNA L ACQUISTO DIVISI IN TRE PICCOLI GRUPPI I BAMBINI OSSERVANO E COMMENTANO L IMMAGINE A.Ajello -A.S.

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

Ejercicios de traducción

Ejercicios de traducción Ejercicios de traducción POR LAURA SANFELICI TRADUCE: 1. -Sei mai stato a Cuba? -Sì, ci sono stato l estate scorsa con la mia fidanzata. 2. Suo marito è francese ma vive in Spagna da vent anni. 3. Studio

Dettagli

Lei e Lui. preparare la colazione. piangere disperatamente. pettinare i bambini. arrabbiarsi. dare l acqua alle piante. scrivere la lista della spesa

Lei e Lui. preparare la colazione. piangere disperatamente. pettinare i bambini. arrabbiarsi. dare l acqua alle piante. scrivere la lista della spesa 5 Lei e Lui 1 Chi fa cosa? Lavora con un compagno. Insieme guardate questa famiglia: lei, lui, un bambino e una bambina. È mattina, tutti si sono appena svegliati e si preparano per uscire. Secondo voi

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Va bene diventare cameriere però, mangiare tutto quel cibo e bere prima, durante e dopo il pasto è esagerato! Per fortuna che

Dettagli

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 Il cantoniere di Cisterna, Roberto Massocco, ci ha portato un bel bidone

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding)

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) 2010 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text [Ring, ring] SIGNORA ROSSI: Pronto casa Rossi. CARLO: Buonasera signora

Dettagli

Questionario sulle abilità comunicativo relazionali

Questionario sulle abilità comunicativo relazionali Questionario sulle abilità comunicativo relazionali a cura di Fabio Navanteri per il tutor: da leggere ai corsisti Il questionario che vi proponiamo vi permetterà di individuare alcuni tratti del vostro

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

Aggettivi possessivi

Aggettivi possessivi mio, mia, miei, mie tuo, tua, tuoi, tue suo, sua, suoi, sue nostro, nostra, nostri, nostre vostro, vostra, vostri, vostre loro, loro, loro, loro Aggettivi possessivi L'aggettivo possessivo è sempre preceduto

Dettagli

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai?

Venite tutti a casa mia. Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Quanti CD hai? TEMPO LIBERO Venite tutti a casa mia Ragazzi, perché non ascoltiamo un po di musica? Ho molti CD di musica ska; tanti di musica punk-rock, pochi invece di altri generi. Per me la musica ska è la più divertente

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro LEZIONE 1 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso volevo arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. Ci siamo conosciuti venti

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere?

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere? CANOVACCIO 6 Estratto da: L azienda senza peccati scagli la prima pietra! I sette peccati capitali dalla vita personale alla vita professionale. Il teatro chiavi in mano. In pausa pranzo nel parco Come

Dettagli

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati Le storie di Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati 1 Un messaggio scontato FIRENZE, IN UN POMERIGGIO D INVERNO. MATILDE È NELLA SUA CAMERA. Uffa! Ma quando finiscono questi compiti? Sono quasi le

Dettagli

Impiccata per il collo l han trovata, solo sedici anni aveva. Tutti accorsero a vegliar la bambina, tutti pronti a donar cordoglio, tutti indossavan

Impiccata per il collo l han trovata, solo sedici anni aveva. Tutti accorsero a vegliar la bambina, tutti pronti a donar cordoglio, tutti indossavan Le FIABE di LYN Le FIABE di LYN C era una volta una scrofa, molto allegra, intelligente, le avevano dato anche un nome: Rosa. Tutte le volte che la chiamavano lei accorreva, trotterellando, con la sua

Dettagli

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con LEZIONE 1 ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. (conoscersi) venti giorni fa a

Dettagli

festa per la famiglia o famiglia per la festa?

festa per la famiglia o famiglia per la festa? Natale: festa per la famiglia o famiglia per la festa? Inserto N. 4 2010 Bè provo un po a spiegarmi: ogni anno mi viene un certo nervosino perchè mi sembra che tutti: la tv, internet, gli amici, le pubblicità

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli