TADDEO BENEDETTO SCENDI DAL LETTO. Commedia brillante in due atti, in dialetto bresciano. di Velise Bonfante TRADUZIONE LETTERALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TADDEO BENEDETTO SCENDI DAL LETTO. Commedia brillante in due atti, in dialetto bresciano. di Velise Bonfante TRADUZIONE LETTERALE"

Transcript

1 TADDEO BENEDETTO SCENDI DAL LETTO Commedia brillante in due atti, in dialetto bresciano di Velise Bonfante TRADUZIONE LETTERALE Nella traduzione, la scelta è stata quella di non attenersi ad un italiano corretto ma di rispettare le forme dialettali. Esempio: vo zo per le scale = vado giù per le scale (anziché scendo le scale). I proverbi e le parole intraducibili sono scritti in maiuscoletto. ATTO PRIMO Scena 1- In attesa di Celestino (Osvaldo è addormentato su una sedia e russa leggermente. Agnese entra in ciabatte e vestaglia, bigodini in testa, sbadiglia, si avvicina e osserva il marito, sospira, si stiracchia, si dirige alla finestra e guarda fuori facendo alcune considerazioni.) Agnese) Anche oggi sarà un giorno come un altro, oggi sarà preciso ad ieri e identico a domani. (Enfatizzando) Sempre quello, tutti i giorni la stessa storia, non capita mai nulla di nuovo in questa casa. Mi pare di diventare vecchia prima del tempo. (Si tocca i bigodini, si gratta la testa e prende fra le dita una ciocca di capelli osservandola ) Dovrò fare ancora la tinta a questi capelli. (Spia ancora fuori dalla finestra) Celestino non è ancora ritornato. Quando arriva non vorrei essere al suo posto. Ne sentirà quattro di quelle giuste da suo padre. Il mio Osvaldo è rimasto in piedi (lo guarda scotendo il capo) se fa per dire in piedi apposta ad aspettarlo. (Guarda l orologio) Beh, niente, andiamo a metter su (preparare) la colazione. (Agnese esce stiracchiandosi, dopo qualche attimo, la chiave gira nella toppa della porta d ingresso. Celestino entra con le scarpe in mano per non far rumore, passa davanti al padre e si dirige nelle camere. Prima di uscire si rivolge al pubblico.) Celestino) Non vedo l ora di toccare il letto. Che notte! Che notte! Mi hanno tirato dentro in una bisca. Ho giocato a poker e ho perso un mucchio di soldi. Che pollastro sono stato, pensare che mi credevo così furbo da voler essere io a spennarli, Come farò a pagarli non lo so, mi hanno minacciato di darmene un fracco se non do loro i soldi. E così, soprapensiero, passa col rosso infila un senso unico dalla parte sbagliata e come un sorcio che cade un bocca ad un gatto: casca in bocca alla polizia. Ed io a scappare e loro a corrermi dietro (imita la sirena). Per fortuna sono arrivato a seminarli. Ho gli occhi fuori dalla testa. A mio padre non dico nulla per non preoccuparlo. Neppure a mia madre dirò niente. Lo sapete che faccio: dico niente a nessuno, vado a letto e basta. Meno sanno e meglio è (sbadiglia) ah, se sono stanco. Il mio letto finalmente. (Esce. Nell uscire inavvertitamente sbatte la porta. Al rumore Osvaldo si riscuote, si guarda attorno spaesato, controlla assonnato l orologio. Entra Agnese.) Agnese) Guarda a che ore ritorna il nostro Celestino. Hai urlato almeno dietro a tuo figlio? Osvaldo) (Svegliandosi) Al Celestino? Agnese) Si, al Celestino. Glielo hai detto che non sono queste le ore per tornare a casa? E ti ha detto dove è stato fino a quest ora? Dov è andato? Che cosa ha fatto tutta notte in giro? Che ti ha detto?

2 Osvaldo) Il Celestino! È tornato?!... niente mi ha detto Agnese) Niente ti ha detto! Altro che dirgliene quattro di quelle giuste, come al tuo solito non sarai stato capace di dirgli niente. Dai, andiamo di là, ti ho preparato la colazione. Per una volta mangerai con calmi prima di andare a lavorare. Osvaldo) La colazione? (Mezzo addormentato) E se chiudono le strade? Agnese) Le strade le chiudono più tardi prima che parta la corsa delle biciclette, su andiamo. (Osvaldo e Agnese escono stirandosi e sbadigliando) Scena 2 - Dolores e GR (Dolores entra tutta elegante, borsetta a tracolla e valigetta 24ore (o un fascicolo di carte), le appoggia. Dalla borsetta prende un porta cipria e s incipria il naso. Agnese fuori scena, grida infuriata: Taddeo benedetto vieni giù da quel letto! Dolores sente bussare, quando si rende conto che bussano alla finestra la apre. Con fare circospetto entra Taddeo Gi-Erre, figlio del suo datore di lavoro con una valigetta 24ore che tiene molto stretta.) Dolores) (Sorpresa lo aiuta ad oltrepassare la finestra) Signor Taddeo Gi-Erre! Che fa da queste parti! È venuto a trovarmi? (Romantica, cinguettando) È venuto per me? È questo il modo di venire dentro? (Al pubblico) Che bello! Come nei film! GR) Parli a bassa voce signorina Dolores, per carità che non mi scoprano. Non deve saperlo nessuno che sono qui. Sono riuscito a scappare, mi sono confuso in mezzo alla gente, fuori c è pieno di gente. Dolores) Certo. È perché stamattina c è la gara ciclistica amatoriale. Sono venuti anche quelli della televisione. Forse lo diranno anche al telegiornale. Ci sarà il sindaco, la mis. I corridori devono fare il giro del lago in bicicletta. È per quello che c è pieno di gente. GR) Di gente e di spie (guardingo) i nostri concorrenti stanno spiandomi signorina Dolores, (stringendo stretta la valigetta) vogliono rubarmi la formula della ranalite, son dietro tutti a cercarmi. Dolores) A cercare lei!? Non capisco signor Taddeo. GR) Stavo tornando da Torino con la formula della Ranalite e me sono accorto che mi pedinavano. Dolores) La pedinavano? Come fanno nei film di 007? GR) Certo, come nei film, ho avuto per un pezzo una macchina attaccata dietro alla mia. Io giravo e lei girava, io frenavo e lei frenava, andavo dritto e lei andava dritto. Dolores) Chissà che bello che era. Come sarà stato emozionante! GR) Emozionante? Avevo una paura! Quella gente lì, non scherza. Dolores) E cosa ha fatto dopo? (Elettrizzata) Mi racconti, so, mi racconti. (Al pubblico) Proprio come nei film! GR) Ho fatto finta di niente ed appena ho potuto ho sterzato a destra e sono scappato, ho piantato un accelerata e sono riuscito a seminarli. Mi sono ricordato che lei abitava da queste parti, Per non farmi vedere da nessuno sono arrampicato sulla pianta fin qui al secondo piano, ecco: e ora sono qui.

3 Dolores) Qui?! (A Taddeo) Ed io che dovrei fare? GR) Nascondermi signorina Dolores, (sempre circospetto) nascondermi, devo far perdere le me mie tracce. Dolores) Vuole nascondersi qui qui?! GR) Certo. Mio padre le sarà riconoscente signorina Dolores. La ricompenserà di tutto. Dolores) Non è questa la questione. Guardi che i nostri concorrenti lo sanno che io sono la segretaria personale di suo padre. Lo sanno tutti che lavoro per la ditta Taddeo e figlio manufatti in plastica GR) ( Interrompendola) Si, Taddeo (indicandosi) e figlio - specializzati in RANALITE. Proprio per quello, perché lo sanno tutti, mai nessuno penserà che sono venuto proprio a nascondermi dalla segretaria personale di mio padre. Dolores) Come nei film (a GR) ora dovrei partire, suo padre mi ha raccomandato molto di andare a Brescia a far firmare delle carte. (Al pubblico) Se rimango perdo il treno e se parto non saprò mai come andrà a finire! Che faccio? (a GR) Che dovrei fare? GR) Lei, signorina Dolores, faccia come al solito, nessuno deve sospettare. Ah, prima di partire telefoni a mio padre per favore e gli dica che ora sono qui al sicuro. Gli dica che può stare tranquillo. Dolores) Sì, ha ragione (si avvicina al telefono, compone il numero) Occupato. GR) Gli telefoneremo fra poco, nel frattempo, dov è che posso nascondermi? Dolores) Lo domando a mia cognata Agnese. GR) No per carità, neanche una parola con nessuno, meno gli altri sanno, meglio è per tutto. Nessuno deve sapere che io sono nascosto qui! È pericoloso! (Drammatico) Quella lì, è gente sensa scrupoli, violenta. Dolores) Come nei film? GR) Peggio ancora che nei film signorina Dolores, quella è fantasia e questa è realtà nuda e cruda. Dolores) (Impressionata) Oh, allora (si guarda attorno) nella mia stanza è al sicuro. La chiudiamo a chiave e non vi entra più nessuno, venga dietro a me (mi segua). (Fanno per avviarsi, aprono la porta ma Dolores vede Agnese e torna sui suoi passi.) Agnese) (Fuori scena, grida infuriata) Taddeo benedetto vieni giù da quel letto! Dolores) Non si può passare, c è mia cognata Agnese nel corridoio che sta facendo le faccende (agitandosi) e sta arrivando anche mio fratello Osvaldo. Che facciamo? Sarà meglio andare sul solaio, no, sul solaio va sempre la Rosy a stendere la biancheria, e alcune volte anche la Clara va a stendere meglio andare in cantina, su, andiamo, venga, mi segua. (Dolores lascia la sua borsetta ed escono precipitosamente. Scena 3 Osvaldo e Bigio Osvaldo) (Entra, beve il caffè bollente e soffia nella tazzina) È caldissimo e scotta la lingua questo caffè. S è fatto tardi. È meglio che mi spicci che non mi chiudano le strade, Vorrei dire, non so se mi spiego, guarda se devono organizzate le corse in bicicletta in un giorno feriale (predicando alla porta) fatele alla festa le corse in bici, non bloccare tutto un paese per quattro pisquani che corrono su due ruote.

4 Bigio) (Entra dalla porta d ingresso, tutto tremolante con un bel bastone) Io ho visto tutto caro Osvaldo, tutto e posso testimoniare. Osvaldo) Buongiorno nonno Bigio. Vi siete alzato presto questa mattina, come mai? Bigio) (Si guarda attorno) Per forza mi sono alzato presto, devo controllare. Ci sono spie ovunque caro Osvaldo. Ci sono spie in tutti gli angoli. (Guardingo.) Però io, nel controllare, ho visto tutto ed ora ti racconto Osvaldo) Non ho tempo ora nonno Bigio per le vostre storie. Me lo racconterete questa sera quando torno. Bigio) Questa sera può essere tardi Osvaldo, senti: ho visto uno arrampicarsi sulla pianta e scavalcare la tua finestre per entrare in casa tua. Non ho capito se era russo o americano ma di sicuro era una spia. L ho visto io, con i miei occhi: ho ancora la vista buna. Clara) (Entra senza bussare) Guardalo qui dov è. (Al nonno) Nonno, non andare per le case a stufare la gente ancora la mattina presto. Dai (Lo afferra per un braccio e lo trascina fuori) torniamo a casa nostra. (Ad Osvaldo) Scusa Osvaldo, ho girato un attimo l occhio e mi è scappato. Osvaldo) Non fa niente Clara, non ci sono problemi col nonno Bigio. Clara) I problemi lui li crea a me, vede spie ovunque. (Escono.) Scena 4 Osvaldo e Agnese Agnese) (Entra ciabattando con scopa e paletta, guanti di gomma, bigodini in testa, calzine di lana, grembiule: classica casalinga trasandata, si guarda attorno) è già andata a prendere il treno tua sorella Dolores? Osvaldo) Non lo so, non l ho vista la Dolores (appoggia la tazzina, mette l orologio, infila il cappotto, preparandosi ad uscire). Agnese) (Vede la valigetta) Si vede che non è ancora partita, c è ancora qui la valigetta! Pensare che aveva così fretta, aveva paura di perdere il treno. (Ad Osvaldo) Se ti faccio due polpette per mezzogiorno va bene? (Si ferma in mezzo alla stanza, chiude gli occhi e porge la guancia per ricevere il bacio di saluto) O preferisci una bistecca impanata? E le polpette le faccio al Celestino o altrimenti al mio Taddeo. Osvaldo) Fa quello che vuoi, mi va sempre bene tutto, ciao Agnese (prende il giornale e fa per uscire). Agnese) (Apre gli occhi e lo richiama) Osvaldo fermati! E allora? Dove stai andando?! Osvaldo) (Agitando il giornale) Dove vuoi che vada a quest ora. Dove può andare uno come me a quest ora? A lavorare! Non farmi perdere tempo che non chiudano le strade. Agnese) (Lo trattiene per una manica) Per te questo è perdere tempo. Lo chiami perdere tempo. Non era così una volta caro il mio Osvaldo fra me e te. Osvaldo) Una volta non avevi quegli aggeggi sulla testa e quegli arnesi alle mani! Agnese) Questi? (Toccandosi i bigodini) Io lo faccio per te, per essere più bella! Osvaldo) (Squadrandola da cima a fondo) Infatti, in tutti questi anni c è stato un miglioramento

5 enorme. Vorrei dire, non so se mi spiego: si vede proprio la differenza. Agnese) (Polemica) Cosa vorresti dire? Che la tua segretaria non va in giro coi bigodini? Che ha le mani più belle delle mie? (Accarezzandosi i guanti di gomma) Col smalto rosso, le unghie lunghe. Osvaldo) Sei gelosa anche di questa ora? Non iniziare con le tue solite polemiche Agnese. Vorrei dire, non so se mi spiego, una che scrive a macchina tutto il giorno come fa ad avere le unghie lunghe! Agnese) Allora avrà (si tocca le ciglia) le ciglia finte che sfarfallano! (Secca) Qualcosa ha più di me! Per forza caro il mio Osvaldo. Osvaldo) A parte il fatto che basterebbe poco per avere qualcosa più di te (ironico) cara la mia Agnese. Comunque non dirmi che sei gelosa anche della mia nuova segretaria! Agnese) E allora fammela conoscere questa nuova segretaria. Osvaldo) Per fartela conoscere serve l occasione giusta. Agnese) Occasione che non è mai capitata. Possibile! Le occasioni a volte bisogna crearle. E come mai da quando hai questa nuova segretaria sono aumentati i tuoi straordinari la sera e inoltre vai a lavorare anche il sabato mattina? Osvaldo) Non dire sciocchezze, le ore che faccio sono sempre quelle. Ed ho lavorato ancora di sabato mattina, non è la prima volta se è per quello, inoltre, ricorda che la mia segretaria nuova è sposata. Agnese) Questo non vuol dire niente.al giorno d oggi non vuol proprio dire niente caro il mio Osvaldo! Osvaldo) (Guarda l orologio per l ennesima volta) Guarda, lasciami andare a lavorare che non ho voglia di ascoltare stupidaggini ancora la mattina presto, per di più ho passato la notte sveglio ad aspettare il Celestino (esce, torna sui suoi passi). Tieni chiuso il Taddeo, mi raccomando, che non succeda qualcosa di brutto con tutta quella gente che c è in giro. Non ha tanto buon senso quel cane, inoltre lo sai come gli piacciono le biciclette (riesce). Agnese) Lo so, lo so che Taddeo è un birichino e gli piacciono le biciclette. (Rimasta sola si tocca i bigodini) Li ho portati per tutta notte. E che fatica a non muovere mai la testa sul cuscino. Bel ringraziamento per i miei sacrifici non pensiamoci, non facciamoci il sangue amaro. Scena 5 Agnese e Bigio Bigio) (Entra dall ingresso) Agnese, menomale che ti ho trovato senti, è importante senti Agnese) Buongiorno nono Bigio. Bigio) Ho visto tutto cara Agnese, tutto e posso testimoniare. (Si guarda attorno) Tu hai un uomo in casa, è entrato dalla finestra. Sta attenta Agnese, c è pieno di spie, ci sono spie in tutti gli angoli. Agnese) (Assecondandolo) Lo so, lo so nonno Bigio che è pieno di spie. Bigio) Nel controllare ho visto tutto ed ora ti racconto senti

6 Agnese) (Lo prende sotto braccio per riaccompagnarlo a casa) Me lo racconterete intanto che torniamo di là a casa vostra, andiamo prima che la Clara si preoccupi. Bigio) Agnese senti, ho visto uno arrampicarsi sulla pianta, scavalcare la finestra ed entrare in casa tua. Credimi. Agnese) Certo che vi credo. Di sicuro una spia! Russa o americana? Bigio) Non ho ben capito se era russo o americano, ma ha scavalcato la tua finestra ti dico ed ora (Escono.) Scena 6 Dolores e Gi Erre Taddeo (La scena resta vuota alcuni attimi poi ricompaiono Gi-Erre e Dolores con fare circospetto.) GR) Mi rincresce di darle tutto questo disturbo Dolores. Dolores) Nessun disturbo signor Taddeo, solo che mi fa meraviglia tutti quei topi, non pensavo che in cantina ci fossero tutti quei topi. Nei film di solito non ci sono topi! GR) Più che topi mi parevano pantegane. E che pantegane! Perché non tenete un bel gatto? Dolores) Non possiamo tenere un gatto perché mia cognata ha uno stupido di cagnetto bianco e nero che non può vedere né i gatti e né le biciclette. (Spiegando) Le rincorre sempre a rischio di farle cadere per terra. (Guarda fuori dalla porta, controllando la cognata) Mio fratello è andato al lavoro e mia cognata è di là che chiacchiera con la sua amica Clara. (Tornando sui suoi passi.) Speriamo di fare in tempo a prendere il treno per Brescia. GR) Non stia a preoccuparsi signorina Dolores. Mio padre capirà. Dolores) Sono documenti importanti e se i non saranno firmati si blocca tutta l esportazione bacalite. GR) E se i nostri concorrenti mi acchiappano, si blocca tutta la fabbrica. Dolores) (Al pubblico) Che bello! Mi pare de vivere un avventura in un film (a GR) Ora signor Taddeo venga che lo nascondo nella mia camera. GR) Prima telefoni a mio padre e gli racconti la situazione per favore. Dolores) Certo (va al telefono) e gli chiediamo consiglio. (Soppesando la cornetta) Ci saranno per caso le microspie qui dentro? Ci sarà il telefono sotto controllo come nei film di 007? Dovrò parlare in codice GR) Giusto: parli in codice. (Al pubblico) Mio padre ha una segretaria che è perla. Efficiente al massimo. (Idea, a Dolores) Signorina, dica a mio padre che Ranabòtol (girino) è al sicuro. Dolores) (Perplessa) Ranabòtol? (Dopo aver composto il numero) Occupato GR) Aspettiamo un momento. Dolores) Come mai Ranabòtol? Mentre aspettiamo mi tolga questa curiosità signor Taddeo. GR) Non chiamarmi più signor Taddeo. È ora che mi chiami Gi Erre Dolores e che mi dai del tu.

7 Dolores) (Timida) Del tu signor Taddeo? GR) Ancora con questo signor Taddeo, chiamami Gi Erre Dolores. Tutti i miei amici mi chiamano Gi Erre Dolores) E va bene: Gi Erre, ma che tipo di nome è Gi Erre? GR) Ora ti spiego: ti ricordi Dallas quello della Televisione? Dolores) Certo, non ho perso nemmeno una puntata di Dallas. GR) In Dallas c era il Gej-ar invece io sono Gi Erre che sta per Girolamo Rinaldo, i nomi dei miei due nonni. Dolores) Girolamo Rinaldo? (Ricompone il numero che dà ancora segno di occupato.) GR) Mi hanno battezzato con due nomi per non perdere l eredità e non far torno a nessuno dei due. Però, siccome i due nomi accorciati facevano Gino Rino e accorciati ancora facevano Gi-rino, quando ero piccolino di soprannome mi chiamavano tutti Ranabòtol. Dolores) Ora capisco il nome in codice (al pubblico) proprio come nei film (Guardandolo sorridendo) Ranabòtol! GR) (Offeso) Non c è niente da ridere. Dolores) Mi scusi Ranabòtol, cioè, volevo dire signor Taddeo (ricompone il numero al telefono). GR) Dolores, chiamami Gi Erre e che sia finita. Dolores) Va bene va bene (al telefono) Pronto. Dovrei parlare col signor Taddeo padre, grazie sì sì. GR) Ti raccomando, parla in codice che non ci sia il telefono sotto controllo. Dolores) (A GR) Lascia fare a me (nella cornetta) Buongiorno signor Taddeo, sì Ranabotól è al sicuro, mi prendo io cura di lui Trovato stagno ma perso treno appena le acque si saranno calmate parto per Brescia... va bene... Stia tranquillo, d accordo arrivederla, (al pubblico)che emozione! GR) Allora? Dolores) Tutto a posto. Venga di là nella mia camera che le spiego il piano di suo padre e la chiudo dentro a chiave. GR) (Correggendola) Ti chiudo dentro a chiave Dolores) (Sorridendo) Ti chiudo dentro a chiave Scena 7 - Dolores e Agnese (Escono, la scena resta vuota alcuni attimi, rientra Agnese, si toglie il grembiule) Agnese) Le faccende le farò dopo, mi preparo e vado a vedere la partenza delle corse con la Clara. Dolores) (Rientra e riprende la valigetta e la borsetta) Ciao Agnese, ci vediamo. Agnese) Con tutta la tua fretta non sei ancora partita? (Le versa il caffè) hi già fatto colazione?

8 Dolores) La farò sul treno, ora non ho tempo.. È meglio che mi spicci prima che chiudano le strade. Mancava solo la gara delle biciclette questa mattina. Agnese) fai ancora in tempo a bere un goccio di caffè. È ancora presto, le strade non sono ancora state chiuse. (Le porge la tazzina.) Lo sai che andrò a vedere la partenza delle biciclette con la Clara? Pensa che saranno più di cento quelli che corrono in bici. Faranno addirittura il giro del lago e ci sono anche quelli della televisione, il sindaco, la miss a proposito, fammi controllare il Taddeo che non mi scappi, piacciono troppo le biciclette a quello lì. (Agnese va in camera a controllare il cane.) (Dolores beve il caffè e con indifferenza la controlla a sua volta.) Dolores) (Al pubblico) Non c è pericolo, ho chiuso la porta della mia camera a chiave. Però non si sa mai, mia cognata è una curiosona. Agnese) (Dopo alcuni attimi si sente fuori scena) Taddeo benedetto vieni giù da quel letto! Scena 8 Dolores e Bigio Bigio) (Entra dalla porta d ingresso) Oh! La signorina Dolores. Senti Dolores senti Dolores) Buongiorno nonno Bigio. Bigio) Ho visto tutto Dolores, tutto e posso testimoniare. (Si guarda attorno) Sta attenta, ci sono spie in tutti gli angoli, senti, ho visto uno scavalcare la finestra per entrare in casa tua. Dolores) (Allarmata) Avete visto uno entrare dalla finestra? Bigio) Certo, dal vestito non ho capito bene se era Agnese) Oh, (rientra e lo prende sotto braccio per riaccompagnarlo a casa) è qui ancora, attraversa il corridoio ed è sempre qui con le sue storie di spie. Torniamo di là a casa vostra, su andiamo nonno Bigio che la Clara non si preoccupi per niente. Bigio) Agnese ascolta, ho visto uno scavalcare la tua finestra ed entrare dentro la tua casa. L ho visto io con i miei occhi ed ho una vista buona. Agnese) Lo so, lo so nonno Bigio, ed era una spia, giusto?! Russo o americano? (Nonno Bigio esce accompagnato da Agnese. Dolores rimasta sola) Scena 9 Dolores e GR Dolores) Che spavento. Devo avvisare il signor Taddeo, cioè il mio Gi Erre, delle manie del nonno Bigio (avviandosi) era ora che si decidesse a passare al tu passetto passetto, un passetto alla volta, proprio come nei film. Chissà! Se son rose fioriranno. (Nell andare verso le camere quasi si scontra con GR che rientra sospettoso.) GR) Ho sentito la tua voce Dolores e mi sono fidato a venir fuori. Questo non è un posto sicuro. Dolores) Perché? GR) Mi hanno già scoperto. Dolores) Chi ti ha scoperto? È impossibile, sta tranquillo, il nonno Bigio non è pericoloso. Non gli crede nessuno quando parla.

9 GR) Non è un uomo che mi fa paura, è la voce di una donna che continua: Taddeo benedetto vieni giù da quel letto! e mi fa fare certi salti. Prima, per lo spavento sono caduto dal letto, guarda che bernoccolo (indicandole un punto sul capo). Dolores) (Lo osserva e lo accarezza in quel punto) Mi rincresce, ma sta tranquillo, non diceva a te. GR) No! E a chi? Ti garantisco che continua a dire (imitandola) Taddeo benedetto vieni giù da quel letto! Dolores) È perché via via, torna de là che sta venendo mia cognata Agnese. (Dolores lo spinge nelle camere. Escono tutti e due.) Scena 10 Dolores e Agnese Agnese) (Rientra) Che solfa le spie del nonno Bigio. Bisogna aver pazienza con gli anziani, una volta o l altra, se il Signore ci mantiene la salute, diverremo vecchi anche noi, (si guarda attorno) dov è la Dolores? Dolores) (Rientra) Sono qui Agnese (guarda l orologio) Agnese fammi un piacere. Bisogna che cambi nome al Taddeo. Agnese) Che ti viene in mente? Perché dovrei cambiare nome al mio cagnolino? Dolores) Perché si chiama come il mio principale. Lo sai che non vorrei fare brutte figure. Ci tengo a non fare brutte figure. Cosa ti costa cambiare nome al cane? Agnese) Non posso. Dopo non mi ascolta più. Già fa fatica ora inoltre, è dal tempo dei miei nonni che i nostri cagnolini si chiamano Taddeo. C è stato un Taddeo Primo, un Taddeo Secondo e questo è Taddeo nono. Dolores) Sì, fa anche tu come la dinastia dei Papi: Pio Uno Pio due Pio tre Agnese) Pio nono Pio decimo non vi avevo pensato. Dolores) Che figura facciamo se per caso dovesse venire qua il mio principale. Me lo dici? Agnese) Non è colma né mia né del mio cagnolino se lui di cognome fa Taddeo. Non preoccuparti Dolores. Quando mai verrà qua il tuo principale. Qui a fare?! In tutti questi anni non è mai venuto. Inoltre, perché non lo cambia lui il nome. Dolores) Non è così semplice cambiare nome. C è tutta la carta intestata: Ditta Taddeo e figlio - Manufatti in plastica - specializzati in RANALITE - esportatori in tutto il mondo (Apre la borsetta, prende il portafoglio e sfila alcune banconote) Ecco Agnese, sono per i prossimi sei mesi, però mi raccomando, che nella mia camera non entri nessuno. Agnese) Va bene, va bene (prende i soldi e li mette in tasca). Quand è che ti farai una casa tua Dolores? Dolores) Ti dà fastidio tenermi libera una stanza? Ti ho sempre pagato una specie di affitto. Agnese) Non pensavo ai soldi. È casa tua questa; ma non hai voglia di farti una casa tua? Dolores) Verrà anche quel momento cara Agnese, e forse presto. (Raccogliendo la sua roba) Lasciami andare prima che chiudano le strade. Speriamo di fare in tempo a passare e riuscire a prendere il treno. Mancavano solo i ciclisti stamattina. Ciao Agnese (esce).

10 Agnese) Ciao Dolores. (Si avvicina alla finestra) Che bella vita che fa mia cognata Dolores, segretaria personale di un uomo così importante toh, (sorpresa) guarda là il mio Taddeo è scappato. È riuscito a scappare quel porcello di un cane! (Apre la finestra e chiama) Taddeo, Taddeo quando si mette in testa di scappare non ci sono santi che tengono. Taddeo Taddeo (al pubblico) non mi ascolta quel brutto scimmiotto (chiama ancora) Taddeo Taddeo se va là Clara) (Entrando) Sei pronta Agnese? Scena 11 Clara e Agnese Agnese) (Si sistema un poco) Sì, pronta o no, bisogna andare. È scappato il mio Taddeo. Disperato di un cane (lo chiama ancora) Taddeo Taddeo Clara) Come ha fatto a scappare? Abitiamo al secondo piano di un condominio?! Agnese) È molto furbo il cagnolino! Riesce a passare tra le stecche della ringhiera del balcone, salta sulle tegole del garage, poi fa un altro salto sulla basculante, si vede che qualcuno l ha lasciata aperta, vicino c è quel grosso vaso di fiori della Cecilia e via che va glielo avrò detto cento volte alla Cecilia di togliere quel vaso! Clara) Però, com è intelligente il tuo cagnolino! Agnese) I bastardini sono più intelligenti di quelli di razza, cara mia. Clara) Intelligente e furbo. Agnese) A volte è perfino più furbo di me. Andiamo a rincorrerlo, speriamo di prenderlo. (Chiama ancora dalla finestra) Taddeo, Taddeo fermati! Taddeo sì ciao. Va velocissimo quel disgraziato di un cane. Clara) (Guardando anche lei dalla finestra) Non si vede già più! Agnese) Con tutte le biciclette in giro, speriamo che non capiti nulla di brutto. A lui piace moltissimo rincorrere le biciclette. Su dai, andiamo a cercarlo. Clara) Sì, andiamo, vengo anch io così ti aiuto. Agnese) E il nonno Bigio? Clara) Tutto a posto, gli ho dato in mano il cannocchiale così controlla le spie. Agnese) Gli hai nascosto il telefono. Clara) Per forza, altrimenti continua a telefonare negli uffici, al 112, al 113, al Agnese) Avrà il suo bel d affare con tutte quelle spie. Pensa che ne ha vista una scavalcare la mia finestra. Clara) Porta pazienza Agnese, poveretto, non ha nient altro da fare. Così gli passa il tempo (escono). Scena 12 GR GR) (Entra) Menomale che non c è nessuno. Ho spiato dalla finestra. Fuori c è una confusione incredibile, non sono affatto tranquillo. (Al pubblico) Mi piacerebbe sapere cosa ha quella

11 donna di continuare a chiamarmi (imitandola) Taddeo Taddeo. (Preoccupato) Bisogna che cerchi subito un altro posto ove nascondermi. Per di più lei non vuole che stia sul letto! Chissà come mai? (Compone un numero al telefono) Pronto sì Ranabòtol, bisogna che cambi aria no, come no! Devo restare nel mio stagno! Va bene va bene come non detto. (Depone la cornetta) Mio padre mi ha detto di non muovermi e per ora di restare qui. (Al pubblico) Tornerò nella camera della Dolores (esce). Scena 13 Osvaldo Osvaldo) (Dopo qualche attimo di scena vuota Osvaldo rientra)tutto bloccato e non posso più andare al lavoro. Tutto bloccato. Menomale che ho raccomandato a mia moglie di tenere ben chiuso il nostro Taddeo. (Pensando) Chissà se lo faranno vedere al telegiornale stasera (Va al telefono e compone un numero) Pronto Signora sì, faccia lei al mio posto non posso venire in ufficio per ora, ci sono tutte le strade bloccate ah, l ha già sentito anche lei quello che è successo va bene grazie.(depone la cornetta e spiega mimando) Cose dell altro mondo. I corridori erano quasi pronti per partire quando uno stupido di cagnetto ha attraversato la strada. Un corridore ha perso l equilibrio, è caduto in terra ed altri 15 che stavano arrivando patapùnf gli sono andati addosso. Uno, per non cadere, si è attaccato ad una moto della scorta, e così giù anche quello addosso ad un gruppo do persone. E giù a rotoli anche quelli. Una bici è andata addosso ad un tipo grande e grosso. Questo tale per non cadere si è attaccato al palco e siccome il palco era stato fatto alla belle e meglio, cioè costruiti in quattro e quattr otto, casca anche il palco.sopra vi ci trovava il sindaco con i giornalisti e la mis: tutti a gambe levate. Un quarantotto. E tutto per colpa di uno stupido cagnetto bianco e nero! Non vorrei essere nel proprietario di quel cagnolino. Ora chissà chi pagherà tutti i danni. E quelli della televisione che filmavano, chissà se lo faranno vedere al telegiornale stasera. Bigio) (Entra) Osvaldo, Osvaldo. Osvaldo) Oh! Cosa c è ancora nonno Bigio. Scena 14 Osvaldo e nonno Bigio Bigio) Un ombra. Col cannocchiale ho visto un ombra qui, in questa stanza. Osvaldo) Un'ombra? (Perplesso) Sarà stata la mia ombra. Bigio) No, la conosco la tua ombra, era un ombra (Indicando con la mano l altezza e la corporatura di GR) pressappoco così. Osvaldo) (Assecondandolo) Allora sarà stata una spia di sicuro. Bigio) Certo, una spia. Ha fatto finta di niente ed ha telefonato a Osvaldo) (Interrompendolo) Ero io che telefonato nonno Bigio. Bigio) Tu, ti conosco. No, era una spia che telefonava, avrà telefonato al suo quartiere generale? Osvaldo) Al suo quartiere generale? Russo o americano? Bigio) Quello è voler conoscere troppo da me! Col cannocchiale non si vedono i numeri del telefono. Però sono sicuro di quello che dico: ho visto un ombra e ti garantisco che era qui, vicino al telefono ed ha anche telefonato. Ho fatto bene a venire a dirtelo? Osvaldo) Certo, avete fatto benissimo a venire a dirmelo nonno Bigio. Bigio) Cerca di stare attento Osvaldo, che non abbia la pistola e che non ti spari. Osvaldo) Certo certo, starò attento. Andiamo di là nonno Bigio, andiamo che vi accompagno a casa. Bigio) (Impuntandosi) Mi credi o non mi credi?! Ti dico Osvaldo che qui c era un ombra che telefonava, proprio qui, credimi.

12 Osvaldo) Vi credo, vi credo. Andiamo di là ora nonno Bigio. (Lo spinge fuori ed escono tutti e due. Dopo qualche attimo rientrano Clara e Agnese con un grosso scatolone.) Scena 15 Agnese e Clara Agnese) Piano, piano. Fai piano Clara, poverino che pedata! Clara) Più piano di così Agnese. Agnese) Poverino il mio Taddeo (guarda nello scatolone) che pedata che gli ha piantato quello là con quei brutti scarponi. Poverino il mio cagnolino! Che botta! Clara) Il tuo Taddeo avrà preso una botta, ma gli altri, altro che botta: sono caduti tutti come tanti birilli. Hai visto come filmavano quelli della televisione? Magari stasera lo faranno vedere al telegiornale. Agnese) Più che al telegiornale dovrebbero farlo vedere a Paperissima. Clara) Brrrrummm e quelli del palco, tutti a gambe all aria. E le biciclette tutte ingarbugliate, ruote di qui, ruote di là. E la mis con le gambe all aria, il sindaco che urlava arrabbiato (imitandolo) ve la farò pagare, ve la farò pagare. Carte, fogli, macchine fotografiche e giornalisti e fotografi tutti ammucchiati. Un quarant otto. Non ti viene da ridere a pensarci? Agnese) Ridere? Guarda il mio Taddeo poverino (indicando lo scatolone inizia a piangere) Mi viene da piangere solo a guardarlo (lo chiama) Taddeo Taddeo. Clara) E ora che fai? Cioè, che facciamo? Agnese) (Ricomponendosi) Lo nascondiamo. Nessuno dovrà pensare a noi. Non abbiamo nemmeno l assicurazione. Clara) Guarda che il tuo Taddeo è conosciuto in giro. Lo sanno tutti che hai un cagnetto bianco e nero. Agnese) Ce ne sono di asini che si assomigliano. Servono le prove per dire che è mio. La sua parola contro quella del mio Taddeo. Clara) Avrà tante virtù, ma a me, non risulta che sia capace di parlare il tuo Taddeo. Agnese) Di parlare no, ma è capace di farsi capire. E hai visto com è stato intelligente e furbo il mio Taddeo? Come mia ha visto è corso subito a nascondersi dietro a me. Clara) Menomale che eravamo rimaste indietro per via del tuo foulard sopra i bigodini e nessuno ci ha visto mentre mettevamo il tuo Taddeo nello scatolone. Agnese) E menomale che c era questo scatolone ha portata di mano ed ho potuto nascondervelo dentro. (Guardando nello scatolone) Poverino, chissà che spavento che ha preso il mio Taddeo! Clara) Lo spavento non è nulla in confronto alla pedata- Agnese) Poverino, che pedata che si è preso! (Lo chiama) Taddeo Taddeo. Pare quasi morto. Lo sai che faremo in tanto che si calmano le cose. Lo nasconderemo e non diremo nulla a nessuno. Clara) Come fai a nasconderlo? Lui è un cane. E se abbaia? Agnese) Cosa vuoi che abbai! Non abbaierà più per un bel pezzo poveretto. Guarda in che condizioni me lo hanno conciato! Se vengono a cercarlo dirò loro che è tre giorni che è ammalato e che non si è mai mosso da questo scatolone. Non ci sarà solo il mio di cagnolino bianco e nero. Anche la Giustina ha un cane bianco e nero. Clara) Anche la Mariuccia ha un cagnolino bianco e nero se è per quello. Agnese) Visto (pensando) e anche la Monica se è per quello. Lei e suo marito lo portano sempre a

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI

HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI Elisa Riedo conversa con Maria, 8 febbraio 2007. Il nome della paziente e ogni altro dato che possa permetterne l identificazione è stato alterato per rispettarne la

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore 2013 ad est dell equatore vico orto, 2 80040 pollena trocchia (na) www.adestdellequatore.com info@adestdellequatore.com [uno] Milano. Un ufficio

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

INTRODUZIONE. La ragazza

INTRODUZIONE. La ragazza 5 INTRODUZIONE La ragazza Il braccio era vicino al telefono. Forse la ragazza aveva cercato di chiamare qualcuno, ma poi non aveva avuto il tempo di farlo. I lunghi capelli neri scendevano sul viso e coprivano

Dettagli

Il maestro nuovo è tornato

Il maestro nuovo è tornato rob buyea Il maestro nuovo è tornato Traduzione di Beatrice Masini Rizzoli Titolo originale: Mr. Terupt Falls Again 2012 Rob Buyea Pubblicato per la prima volta negli Stati Uniti nel 2012 da Delacorte

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: Ciao, Flavia. Mi sono divertito moltissimo sabato

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

PAZIENTE: Le ho mai parlato della mania delle foto? CLINICO: No. PAZIENTE: Adesso era un periodo che non ci pensavo più, ma ho passato dei mesi con

PAZIENTE: Le ho mai parlato della mania delle foto? CLINICO: No. PAZIENTE: Adesso era un periodo che non ci pensavo più, ma ho passato dei mesi con PAZIENTE: Le ho mai parlato della mania delle foto? CLINICO: No. PAZIENTE: Adesso era un periodo che non ci pensavo più, ma ho passato dei mesi con questa mania di fare sempre fotografie ai bambini: e

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Questionario sulle abilità comunicativo relazionali

Questionario sulle abilità comunicativo relazionali Questionario sulle abilità comunicativo relazionali a cura di Fabio Navanteri per il tutor: da leggere ai corsisti Il questionario che vi proponiamo vi permetterà di individuare alcuni tratti del vostro

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Cosa non farei per te

Cosa non farei per te Cosa non farei per te Un fotoromanzo per pensare a cura delle Peerleaders Il gruppo di amici... Paolo - 17 anni Gloria - 16 anni Andrea - 18 anni Sara - 18 anni Roberta - 16 anni Elena - 18 anni Martina

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

TEST GRATUITO (NON VINCOLANTE PER ISCRIZIONE) LIVELLO CONOSCENZA INGLESE

TEST GRATUITO (NON VINCOLANTE PER ISCRIZIONE) LIVELLO CONOSCENZA INGLESE TEST GRATUITO (NON VINCOLANTE PER ISCRIZIONE) LIVELLO CONOSCENZA INGLESE Ciao Mario come stai? Abbastanza bene, grazie. Ti presento il mio amico John. Da dove viene John? John è Canadese ed è in Italia

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT N E W S O U T H W A L E S HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION 1998 ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT 2 ITEM 1 PAOLO PAOLO Ieri ho avuto una bella sorpresa; ho ricevuto una lettera da Paolo.

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

Federico Platania Il primo sangue Copyright 2008 Via Col di Lana, 23 Ravenna Tel. 0544 401290 - fax 0544 1390153 www.fernandel.it fernandel@fernandel.it ISBN: 978-88-87433-89-0 Copertina di Riccardo Grandi

Dettagli

C eraunavoltaunpaiodicalzini

C eraunavoltaunpaiodicalzini C eraunavoltaunpaiodicalzini C era una volta un paio di calzini. Marta e Paolo erano i nomi di questi due calzini. Si erano conosciuti, innamorati e litigati per anni. Ora abitavano in via Cassetto n.

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati Le storie di Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati 1 Un messaggio scontato FIRENZE, IN UN POMERIGGIO D INVERNO. MATILDE È NELLA SUA CAMERA. Uffa! Ma quando finiscono questi compiti? Sono quasi le

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010

MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 MA COSA SARA QUELLO STRANO BIDONE? VIAGGIO AVVENTUROSO NEL MONDO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A CISTERNA D ASTI 1 19 NOVEMBRE 2010 Il cantoniere di Cisterna, Roberto Massocco, ci ha portato un bel bidone

Dettagli

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione

I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione I 47 Errori Più Comuni Della Seduzione "Il Primo Ebook In Italia Che Ti Svela Gratuitamente Tutti Gli Errori Che Commetti Durante La Seduzione" Istruzioni passo per passo... Parte 1 Dal 1 al 10 1 I 47

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Test d Italiano T-1 Italian Introductory test T-1

Test d Italiano T-1 Italian Introductory test T-1 Inserisci il tuo nome- Your Name: E-Mail: Data : Puoi dare questa pagina al tuo insegnante per la valutazione del livello raggiunto Select correct answer and give these pages to your teacher. Adesso scegli

Dettagli

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini:

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 1 1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 2 Adesso guarda il video della canzone e verifica le tue risposte. 2. Prova a rispondere alle domande adesso: Dove si sono incontrati? Perché

Dettagli

"UN NATALE MAGICO" Farsa in Musica per Bambini di Oreste De Santis

UN NATALE MAGICO Farsa in Musica per Bambini di Oreste De Santis "UN NATALE MAGICO" Farsa in Musica per Bambini di Oreste De Santis *** Attenzione è possibile acquistare il cd musicale ( 20 ) con le canzoni con voce e le basi musicali direttamente dall autore scrivi

Dettagli

Perché non ho provato

Perché non ho provato Elena Colella Perché non ho provato Sin dai primi giorni, l arrivo di Esther mise sottosopra l intero quartiere. Esther, 30 anni circa. Jeans aderenti e stivali neri in pelle. Maglie scure aderenti. Carnagione

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

UNA SERA, AGNESE SENTÌ UN CARRO FERMARSI DAVANTI ALLA PORTA. ERA LA MATTINA SEGUENTE CAPITÒ LÌ RENZO E SI TROVÒ DAVANTI LUCIA, CHE LO

UNA SERA, AGNESE SENTÌ UN CARRO FERMARSI DAVANTI ALLA PORTA. ERA LA MATTINA SEGUENTE CAPITÒ LÌ RENZO E SI TROVÒ DAVANTI LUCIA, CHE LO CAPITOLO XXXVIII UNA SERA, AGNESE SENTÌ UN CARRO FERMARSI DAVANTI ALLA PORTA. ERA LUCIA CON LA VEDOVA. LA MATTINA SEGUENTE CAPITÒ LÌ RENZO E SI TROVÒ DAVANTI LUCIA, CHE LO SALUTÒ SENZA SCOMPORSI, MA IL

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ.

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ. Μάθημα: ΙΣΑΛΙΚΑ ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012 Ημεπομηνία και ώπα εξέτασηρ : Δεςτέπα, 21 Μαϊος 2012 11:00π.μ. 14:15π.μ. ΣΟ

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana Testi delle prove di ascolto delle prove Ascoltare dei livelli A1, A2, B1. Ascoltare A1 Prima parte M: Signora

Dettagli

Progetto italiano Junior 1- Test di progresso

Progetto italiano Junior 1- Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità introduttiva) 1) Trasforma al plurale i seguenti sostantivi: a) pizza b) spaghetto c) chiave d) cane e) casa 2) Completa il mini dialogo correttamente. Buongiorno Laura, (1)...

Dettagli

Il prossimo progetto

Il prossimo progetto Il prossimo progetto Probabilmente avrei dovuto usare una pietra più chiara per il pavimento. Avrebbe sottolineato la dimensione naturale della hall di ingresso, o forse è sbagliato il legno, anche se

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

Il Potere delle Affermazioni

Il Potere delle Affermazioni Louise L. Hay Il Potere delle Affermazioni Ebook Traduzione: Katia Prando Copertina e Impaginazione: Matteo Venturi 2 È così bello essere qui. Sono venuta in Italia, a Roma, tante volte, ma ogni volta

Dettagli

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo.

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo. Sponsorizzazione Magica www.sponsorizzazionemagica.com Bonus Speciale Obiezioni: Come Gestire FACILMENTE le obiezioni dei Tuoi Contatti Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

CONCORSO : REGOLIAMOCI

CONCORSO : REGOLIAMOCI CONCORSO : REGOLIAMOCI Per studenti tra gli 8 e i 13 anni. Sceneggiatura film : IL SOLE I.C. Marino S. Rosa Napoli Classe II E IL SOLE Nella reception di una clinica molto famosa Christian che ha subito

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 IN GIRO PER ACQUISTI Signora Rossi: Voglio vedere una camicia per mio figlio. Commessa : Di che colore? Signora Rossi: Non so.. Commessa : Le consiglio il colore rosa. Se Suo figlio segue la moda, gli

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

Antonella Bomboi UN AMORE NASCOSTO

Antonella Bomboi UN AMORE NASCOSTO Un amore nascosto Antonella Bomboi UN AMORE NASCOSTO racconto A Mario, per ringraziarlo di avermi fatto scoprire cos'è l'amore. s ei e trenta in punto: lo squillo della sveglia non poteva essere che

Dettagli

SCHIACCIARE DEI NUMERI

SCHIACCIARE DEI NUMERI Scuola dell'infanzia Barchetta Sezione 4 anni Ins.: Rosa Aggazio PROVIAMO AD ANDARE INDIETRO NEL TEMPO: ESTATE, MACCHINA FOTOGRAFICA E VIA ALLA RICERCA DI NUMERI! LE FOTO SONO UN OTTIMO AIUTO PER PORTARCI

Dettagli

L AZIENDUCCIA. Personaggi: Cav. Persichetti, Agente 008, Cav. Berluscotti, Assunto.

L AZIENDUCCIA. Personaggi: Cav. Persichetti, Agente 008, Cav. Berluscotti, Assunto. L AZIENDUCCIA Analisi: Sketch con molte battute dove per una buona riuscita devono essere ben caratterizzati i personaggi. Il Cavalier Persichetti e il cavalier Berluscotti devono essere 2 industriali

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

PALSO ESAMI DI LINGUA ITALIANA LIVELLO A2 MAGGIO 2006. Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI. Nome:... Cognome:...

PALSO ESAMI DI LINGUA ITALIANA LIVELLO A2 MAGGIO 2006. Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI. Nome:... Cognome:... Nome:... Cognome:... ESAMI DI LINGUA ITALIANA PALSO LIVELLO A2 Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI MAGGIO 2006 Scrivi il tuo nome e cognome (in questa pagina, in alto). Non aprire questo fascicolo

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 3

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 3 24 CHE invariabile senza preposizioni PRONOMI RELATIVI CHE = Il quale - i quali masch. La quale -le quali femm. Es. Le persone, che vedi, sono i miei amici = Le persone, le quali vedi, sono i miei amici

Dettagli

Conversazione semi-libera

Conversazione semi-libera Titolo del file: ML05_080212.doc Pseudonimo: DAVID Partecipanti: ML05 DAVID, ML Laurence Data di registrazione: Attività svolte: conversazioni semi-libera; storia per immagini sul pesce; storia per immagini

Dettagli

Avevamo tutti un contratto a tempo indeterminato, eravamo in regola. Io lavoravo con l azienda madre ma l operaio che ha subito l infortunio lavorava

Avevamo tutti un contratto a tempo indeterminato, eravamo in regola. Io lavoravo con l azienda madre ma l operaio che ha subito l infortunio lavorava Il lavoro offeso Avevamo tutti un contratto a tempo indeterminato, eravamo in regola. Io lavoravo con l azienda madre ma l operaio che ha subito l infortunio lavorava in subappalto. Noi ditta madre cercavamo

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

la vita non è un film

la vita non è un film Premessa Avete presente quella vostra amica, quella che sembra aver capito tutto della vita? Quella che ha il lavoro dei sogni, il fidanzato dei sogni, la vita dei sogni? Be, quella ragazza non sono io.

Dettagli

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Classi 3-5 II Livello SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Motivazione: una buona capacità comunicativa interpersonale trova il suo punto di partenza nel semplice parlare e ascoltare

Dettagli

Andrea Bajani La mosca e il funerale

Andrea Bajani La mosca e il funerale nottetempo Andrea Bajani La mosca e il funerale nottetempo Con la gente che piange io non so mai come fare. Non so come si fa a farla smettere. Certa gente è capace. Dice una parola, una sola, e gli altri

Dettagli

Lo sapete che... Alcuni dati sul mio paese

Lo sapete che... Alcuni dati sul mio paese Brasile Lo sapete che... Povertà e disuguaglianza provocano fame e malnutrizione. Il cibo ed altri beni e servizi essenziali da cui dipendono la sicurezza alimentare, la salute e la nutrizione - acqua

Dettagli

john boyne il bambino con il pigiama a righe

john boyne il bambino con il pigiama a righe john boyne il bambino con il pigiama a righe 3 Proprietà letteraria riservata 2006 by John Boyne 2007 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07962-4 Titolo originale dell opera: The Boy in the Striped

Dettagli

Trovare il lavorochepiace

Trovare il lavorochepiace Trovare il lavorochepiace Perché a molti sembra così difficile? Perché solo pochi ci riescono? Quali sono i pezzi che perdiamo per strada, gli elementi mancanti che ci impediscono di trovare il lavorochepiace?

Dettagli

L arte del caffè. un caffè con gli amici per rilassarci e passare il tempo a chiacchierare e con il rituale del caffè il tempo (dilatarsi)

L arte del caffè. un caffè con gli amici per rilassarci e passare il tempo a chiacchierare e con il rituale del caffè il tempo (dilatarsi) Test di controllo (Unità 6-10) Hai fatto progressi? Controlla. Ogni esercizio ripete uno o più argomenti grammaticali, se raggiungi più della metà del totale: BRAVO! In caso contrario ripeti l'argomento

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront La famiglia La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. b. a. c. d. f. e. Nonni a scuola dai nipoti oggi lezione di Internet Nove scuole, 900 anziani, 900 ragazzi Obiettivo: creare

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 2 SPEDIRE UNA LETTERA A.: Con queste telefonate internazionali spendo un sacco di soldi. B.: A.: B.: A.: B.: A.: B.: Perché non scrivi una lettera? Così hai la possibilità di dire tutto quello che vuoi.

Dettagli