Stefano Valera. Poesie di una vita

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Stefano Valera. Poesie di una vita"

Transcript

1 Stefano Valera Poesie di una vita

2 Prime Poesie

3 Periferia (Ecologicamente in-sostenibile) Il vento gelido lambisce le pareti di enormi grattacieli in questo giorno viscide di pioggia. Qui, ai margini ignorati della grande città, i prati devastati, senza arbusti, mostrano recenti le ferite, contaminate dai malsani fusti, delle acacie ormai sfiorite. Sete nere d ombrella stracciate, lucide parti cromate di biciclette in rovina, contenitori sporchi di benzina, scarpe da tennis sfondate, cose buttate e dimenticate, stanno sui prati già poveri d erba. La pioggia deterge le cose, il vento trasporta lontano l olezzo di gas e petrolio rappreso nel cielo malsano.

4 Due stanze Il vecchio sacerdote si leva ogni mattino, anzi l alba, nella casa di fronte Le perpetue, due sorelle, lo rivestono accanto al letto disfatto, sotto la croce. La luce della stanza si perde nella strada, riflessa dalle piastrelline verdi. Ogni giorno mi alzo nella stanza della casa di fronte La luce mostra un letto disfatto, sotto la croce che manca. Due vite nel buio della giornata grigia, tra i muri delle case alte, si muovono nella stanza di fronte, per sedersi ogni volta sulla poltrona a leggere, come morti, per ore.

5 Poesie Militari

6 A mia madre Chiudere fuori la notte, la morte e continuare. La stanza buia nella casa ha l odore dei vivi di qualche anno fa. Non ha perso l odore dei morti di oggi. Puoi ritrovarti coi vivi a parlare dei morti, anche senza parlarne, e domandare cosa chiedi alla loro assenza. Vuoi solo giocare con le parole, o cerchi qualcosa che non possono dirti? Sondare per te l abisso silenzioso del loro rifiuto. Pregare per te e per il loro vuoto: ascoltando il rumore dell assenza, senza piangere

7 Casale M.to 6 dicembre 1979 Stanco e sempre più raffreddato Mi siedo in questo ufficio: Caserma Nino Bixio, Casale Monferrato, come tanti prima di me. Sole che nasce all orizzonte, gradi tre, fanti presenti nell ufficio tre: le solite mattine casalesi, e sono ormai due mesi che sono lontano da te.

8 Casale, 30 agosto 1980 Un momento di tregua. Fuori la natura impazza per l ennesima primavera. Ma nessuno s imbarca più per le Crociate Tutto questo spreco di sole, di aria, di luce per i vivi. E niente per i morti Un reato continuo ai danni dei morti, alla faccia loro. I vivi sono irriverenti come i bambini, in queste cose. Non fingono, non hanno mezzi termini: accettano le profferte dell ora, sbattendosene dei morti. Con i morti mi fermo un momento nella stanza chiusa, a interrogarmi sul mistero occasionale della Resurrezione.

9 Casale M.to, Ancora gli odori e i colori di questa primavera e i brusii degli uccelli mi richiamano alla vita Il mio corpo infantile è in balìa di altre muffe, piogge, asfalti bituminosi. Sulla collina eocenica o tra le stoppie del Monte Crocione, scivola verso il basso, per raggiungere chi dorme per sempre nel buco di Erbonne, nella bella e nella brutta stagione, sotto l erba o la neve, oltre il muro bianco illuminato per l ultima volta dall Enel. La sorgente nell incavo delle cascine diroccate è ancora una certezza per i vivi di Erbonne: una meta irraggiungibile per me, che ascolto il rumore di un altra primavera dalla caserma lontana oltre il Po, aspettando la pioggia. La mia giornata si guarda di continuo l ombelico, chiedendosi: Che tte frega?, mentre l uniforme grigioverde mummifica il mio corpo. Sono qui e a Erbonne, nella fortezza diroccata sul Po, e nell incavo delle cascine a raccogliere acqua con la coppa delle mani, per portarne un po a morti.

10 Casale M.to, Qui a Casale si sta come in ospedale: pochi e radi nei festivi, ammucchiati nei feriali come fossimo animali Alle sette c è la sveglia alle otto l adunata: poi la solita giornata senza tempo e senza data. La nostra voglia di ricominciare a contare i giorni di una vita normale ci porta a credere che morte è questa e vita l altra, appena sfiorata da una licenza o una scappata a casa Nei momenti di tranquillità si sta come all oratorio di paese, con il pallone, il cielo azzurro e l occhio vigile del prete maresciallo che fa attenzione che tu non freghi un ostia. Credere che fuori tutto è più bello e ricomincerà, è solo un malinteso senso della realtà.

11 Milano, Unicum (A Reza Palhavi) Sono solo come un re di Persia, che ha perso la mamma e il trono nella terra dov è nato e si chiede: Che cazzo faccio adesso? I consiglieri pagati sono fuggiti e il Paese in rivolta non lo riconosce più nel ruolo di Padre. Allora, mio caro, non ti rimangono che i denti finti e i capelli tinti, con i lumini dei colombai nelle notti senza luna Il mio ruolo non si è esaurito ancora, perché dichiarare forfait ora? Impetrare uno sguardo pietoso o una lacrima al passante frettoloso, spiegando che tutto è finito per una storia d amore. Con che coraggio guardare in faccia il Creatore, e dirgli: non farmi morire tra le braccia di un televisore in bianco e nero, senza un briciolo di colore, aspettando la telefonata che non arriva dalla banca svizzera dove ho depositato tutti i miei risparmi, il liquido, la grana nera del deserto. Perché continuare a fingere quando la solitudine mi stringe l imbocco dello stomaco e blocca la digestione come un cancro, mentre tutti imitano il mio way of life, girando dal Messico a Parigi, tra Saint Moritz e Il Cairo? Da piccolo era bello, perché la stupidità del mondo e il suo egoismo non mi apparivano così chiari,

12 attraverso il velo indistinto della pietà amorosa dei genitori. Credevo allora che l uomo è buono per un difetto d immagine. Ma cosa torno a fare oggi nel mio Paese, dove nessuno mi cerca o ha bisogno di me? Con questa mia facciona grande Egli occhi chiari azzurri, dietro agli occhiali scuri, le spalle larghe, il corpo pesante, la testa sempre meno pensante, scomodo se incontrato spesso - tenuto il più possibile a distanza da chi lo conosce bene, da chi non lo conosce più - non so proprio cosa fare, come muovermi e dove andare, senza aiuto nelle mie difficoltose operazioni di spostamento sulla faccia della terra. A cosa assomiglia questo letargo nella stanza chiusa con le persiane abbassate? Per anni le stesse carte: l Eremita, l Impiccato, la Torre, il Bagatto A una banca che non telefona, al silenzio di una donna, alla televisione accesa con qualcuno davanti, al letargo di chi aspetta la morte e non s aspetta più niente dalla vita.

13 Casale M.to, Il Boom Per un momento il vento della sera ha restituito ai palazzi la lucidità del Boom. Ci ho visto chiaro nel sistema: il Bar Lory, la gabbia dei canarini, le luci accese nei salotti buoni, abitati ancora da genitori giovani e sicuri, lasciano sul pavimento un bambino solo, con le sue biglie di vetro. Sorride nello specchio un po curioso e sa che non ripeterà l errore del genitore. Nelle risaie al chiaro della Luna aspetta una risposta al mondo che lo incula. Dio mio, che brutta fine, finire in ospedale per amore!. Eppure nella luce del mattino le risaie a specchio raccolgono insieme al riflesso del cielo e delle nubi il vuoto di un passato coi genitori buoni. Che fai lassù, con quel bambino in mano? Buttalo, buttalo, non ci pensare Un altra mamma saprà figliare!. Mi fanno una rabbia le robinie della caserma: non posso accelerare il loro verde, non posso comandargli: Più verde! Sveltitevi col verde!. Posso solo stare lì a guardare la loro stitichezza e la mia, nonostante l età giovane e i ripetuti innesti facciano sperare ancora in un miglioramento. Queste caserme basse e il rumore della campagna che assedia il paese uccidono l uccello nel suo nido, gazza, merlo o fringuello, povero anello di una catena alimentare che va dall uno all altro circolo polare. Siamo ancora noi, i rondoni, striduli nel cielo che s imbruna, liberi di flirtare con la Luna, soltanto dopo l ammainabandiera. Non troppo forte il pio pio, schivando i pioppi potenziali tra una picchiata e un pianto lungo, sui fili del telefono, nell aria buia e umida di sera.

14 Casale M.to, Quinto turno di PAO Ci guarderemo in silenzio dormire nei nostri loculi, sotto il cielo stellato, correndo veloci sulle risaie, sfiorando un ultima volta il muro della caserma, dopo il silenzio, al quinto turno di PAO. Il fucile bracciarm e un soldato vicino per fermare la Morte che avanza sotto il porticato col passo del lombrico.

15 Casale M.to, I miei genitori Tra i responsabili di questo pezzo di storia c è anche mio padre. Posso giudicarlo adesso, dall astinenza coatta della caserma, senza spargimento di sangue Con il suo lavoro ha costruito le autostrade, le fabbriche, e i palazzi del Boom. E invecchiato con loro, cercando sempre per sé di accontentarsi. Sua moglie cucinava e lavava, puliva il bambino che si sporcava, e lavorava anche lei, in silenzio, per il Boom. La loro storia è dentro una storia nazionale che gli storici chiamano senza sbagliare borghese occidentale. I dati provano - è naturale che il benessere è cresciuto, anche se loro si sono fatti annientare, fino a scomparire. Di mia madre è rimasto ben poco nel cimitero di Brunello Di mio padre resteranno le arnie in giardino, e un milione di latte in cantina per chiuderci dentro le sue ceneri.

16 Milano, A militare ho imparato il significato delle parole. Se uno ti dice: Morire, spina!, vuol dire che per te ci sono ancora tante guardie e PAO da fare dentro la caserma Se uno ti dice: Borghese!, vuol dire che la donna, il letto, l odore del paese dove sei nato riconquisterai tra poco, come un insperata libertà. La Morte resterà in caserma, tra quelli che rimangono a ricordare le facce di quelli che se ne vanno a casa. E sembrerà un ricambio troppo rapido, finché la Cittadella di Alessandria non fermerà - come in una stampa ingiallita - la giornata afosa, con il cielo fermo e le rondini bloccate sopra i muri. L orto incolto e silenzioso dentro griderà la tua vita devastata dal tempo, coi pochi frutti ormai inselvatichiti e gli attrezzi abbandonati tra le ortiche.

17 Casale M.to, Canto degli uccelli alla luce Abbiano cantato un infinità di albe in questo posto, senza ricordarlo, sopra i rami del noce e dell ippocastano, aspettando che il sole tornasse a ridarci la vita. Spesso i crepuscoli ci hanno ingannato con la loro imitazione del mattino, e molte rinascite abbiamo preso per tramonti: ma l importante era cantare. Anche se i nostri figli non capiranno i motivi di una scelta rinunciataria, continueremo a credere le nostre voci all aria, senza disperare.

18 Milano, Congedo provvisorio Sono stato bambino a Milano, nel mattino della mia vita; a Luino pescatore di persici ragazzino, nell acqua melmosa del lago Maggiore. Liceale diligente a Milano tornato nel Sessantanove, giusto un anno dopo la Rivoluzione,- tanto da non capire la lezione dei katanga e delle molotov. Turista povero in Scozia nei campi di lavoro, in Francia e in Catalogna ai tempi del dittatore Franco, senza soffrire per la mancata libertà. Studente modello all Università, consulente fantasma e mal pagato, di una casa editrice scolastica. Soldato posteggiato per un anno a Casale Monferrato, caporale canarino appena congedato: la mia storia finora non vi può interessare. Datemi del matto, se la vengo a raccontare.

19 La Ricerca delle Radici

20 Genitori I Cosa avrai mai pensato, madre, nel 35 quando comprasti alla fiera di Milano il finto caminetto dei Valtorta, che ti costò tutti i tuoi risparmi? E il nonno cosa disse, Taddi Angelo, di professione ferroviere, dopo aver speso tutto, povera orfanella deamicisiana, in un Italia ormai fascista? E cosa fu per te, quale revenge, dopo secoli di pecore e abbandono della nonna mai vista, Aspergius Santina, che visse di persona la storia paleoindustriale descritta dal suo Gramsci? Ancora quante domande e risposte senza voce, progenitori miei, per voi, per me, per queste terre? Le roride cascine dei Valera, distese sul piano umido e procace dai tempi della Spagna e della peste sepolta sotto cumuli di calce, vivono oggi una lenta corruzione, disfatte dalla pioggia e dalla neve, dal sole e dalle ombre, disertate dagli eredi inurbatisi col tempo. Le vostre rogge sono ancora gracchiate dalle rane, sporcate dal sapone nei sabati del Boom, quando il papà tornava alla terra dell infanzia, lavando l A 40 Innocenti e costringendo me, suo figlio, a far da porta acqua, come lui nel Trenta, per i braccianti della Cascinazza. Roridi campi di Lombardia, scena di lavoro da più generazioni legate al loro suolo, libere solo nella prigionia coatta della caserma, nei sabati e domeniche dei mesi Come potrei cantarvi meglio e più spedito?

21 Madre I E come potrei cantarti meglio, madre, morta nel Settantotto, covata nel ricordo laico, senza parole di speme o di abbandono? Per sempre giovane e forte ti sentirò stendere le mani sui prati di Vetan, e sollevarmi in volo, farmi girare vorticosamente sui monti valdostani, lontani nel tempo e nello spazio: un altro mondo. Il viottolo saliva dietro il mare ad Albissola, carico di fiori profumati: una cascata di serenelle, il tuo mistero sottratto via con te, per sempre, al nostro senno.

22 Padre I Un altra dimensione la tua, padre, quando rincasavi dopo il giorno di lavoro in banca: la mamma prima, per anni io dopo la sua morte a farti da mangiare. Adesso rincaso in via Canonica, e saluto il portinaio come tu un tempo, e vivo gli anni che hai vissuto tu, capofamiglia: più debole però, meno deciso, e tanto più ignorante del pratico maneggio delle cose. Il mio sogno infantile di schivarle, ruzzolato nella polvere a furia di stringere le boe, costretto a fare, decidere e disfare: quando poi sappiamo ch è tutto un bluff la vita, e un piccolo capillare che non tiene nel cervello basta a svanirla. E là il lumino spento della mamma, sul colle di Brunello Chi lo sorveglierà dopo di te, dopo di me, dal nulla dell oblio? Come non fossero mai esistiti Novara, il Duce, Taddi Angelo, la cupola pietosa di san Gaudenzio e il nostro amore, compreso nel Boom. Quando l automobilina di plastica gialla della Rinascente bastava a rendermi felice, e brillava come il neon di un lucido da scarpe sui palazzi di piazza Duomo.

23 La Bottatrice E ancora non basta a farmi realizzare l abisso melmoso della chiusa sul Naviglio nei pressi del Ticino L entità tenace che affonda il galleggiante e il pescatore che tira per riemergerla, quando il pesce del ricordo strappa giù nel profondo. Con tutte le sue forze, recupera allora il pondo desiato e si trastulla nelle ipotesi: persico, luccio o cavedano, storione, temolo o vairone No! Troppo forte lo strattone! Poi a pelo d acqua appare la sua forma, sagoma indistinta tirata fino a riva: l orrida bottatrice, amalgama di fango e putrefazioni, figura sfatta del mantrugiamento, pestata nel mortaio del passato Mostro genetico che scoraggia tutti i recuperi, che non siano d acque limpide e tranquille Solo pesci puliti: trota, temolo, salmone Sporchi i ricordi vivono male e danno vita a torbidi composti.

24 Genitori 2 Salgono leggere le farfalle sulle siepi dei rovi ai bordi del Ticino, gialle, bianche, azzurre velluto e polvere impalpabile d argento. Il posto era oltre la Pineta, sullo sperone della roccia di Saint Nicolas. La nostra caccia, padre, nel sole abbagliante di mezzogiorno, mentre la mamma cucinava nella casa d affitto del paese, vantava prede preziose: vanesse soprattutto, io e macaone, e intramontabili le cavolaie. L odore forte di naftalina, etere e insetticida sigillava per sempre quella casa, teatro di corse ciclistiche a palline e lanci debosciati di coltelli. Sotto il tuo sguardo sollecito e sicuro, dentro il nido che hai costruito per me, padre, e per gli uccelli del bosco, inchiodato su un acero, sulla strada per Vetan. Pascoli chiari e luminosi della mia infanzia, frequentati solo da mucche valdostane placide e rapidi cani da pastore, tra i volteggi di farfalle delle nevi.

25 Geode E poi nelle cave ricche di cristalli i giri innumerevoli sui monti della Svizzera italiana, intorno a Luino, per cercare l oro rovistando nelle discariche, il regno delle bisce. E per sempre, padre, ti ricorderò sospeso al sasso di Bisuschio, col sangue che ti usciva copioso dal naso per una scalpellata. Ma la geode era nostra, l avevi tolta al suo scrigno di roccia calcare: i cristalli di calcite perfetti e intatti vedevano la luce dopo un eternità di buio.

26 Versi Intanto lucono questi poveri versi, opachi cristalli di calcite, stillati dalle rocce lombarde del Triassico, che non conoscono ametiste: solo rari quarzi torbidi e piccoli granati, pesti nel mortaio della memoria senza arte di lima o di cesello. Cosa potrà mai del resto produrre un liceale sviato? Nel mondo rifiutato dei manager, dei falsi artisti in cerca d emozioni, con tanti soldi per viver da leoni, io recito la parte del coglione, anche se ho studiato a lungo come Amleto, e passeggiato a volte scuro in viso, fischiando con la testa reclinata da un lato, per essere più amato dalle donne Ma non va più di moda il tipo triste.

27 Altre poesie

28 Morte a Bollate Sento le voci che salgono nei luoghi della sofferenza, cumuli di disperazione sconosciuta e familiare, dentro gli ospedali e nelle chiese: sempre la stessa scena immobile del nulla, che spazza la vista una sera a Bollate, dalle vetrate sbarrate nella notte. Quando il corso naturale della vita si snatura nel paracadute di cemento e la morte silenziosa si confonde al lume di candela, nel dormiveglia dei presenti. E richiamarti indietro non serve, madre, come gridare contro il temporale, che ci devasta, lasciandoci nel buio.

29 Mamma Nel vuoto delle risaie a specchio ho aspettato a lungo di vedere il riflesso del tuo volto, tra i fusti verticali dei pioppi e i becchi lunghi e aguzzi degli aironi. Nell acqua che è la stessa del Terdoppio, dove il nonno pescava col quadrato limpidi pesci, eri un minuscolo vairone e la superficie cristallina poteva prevederti come la bolla delle fattucchiere. Ma l immagine stravolta si è dissolta, al soffio della brezza sottile che increspa le specchiere del cielo, per la gioia delle rane.

30 Saint Nicolas Nel piccolo cimitero di montagna sul nido alto di Saint Nicolas ho ritrovato anche la tua tomba, Tusserand Souvenir. E con questo nome erano davvero poche le possibilità di dimenticarti: nelle mattine d estate i baffi nerofumo e lo sputo sull asfalto segnavano un cammino immutabile verso il Vertosan, insieme al tuo Febis, cane lupo pastore, con te nei pascoli del cielo.

31 Milano, 16 gennaio 2004 Eucaristia Hai celebrato con me, padre, migliaia di eucaristie Senza saperlo, condividendo il tuo corpo fino al limite ultimo della morte. Non so quanto durerà la nostra comunione, ma sarai vivo ogni volta che il prete mi porgerà l ostia consacrata dal tuo amore. Così non avrò più fame. E un sorso del tuo sangue spegnerà per sempre la mia sete.

32 Febbraio 2007 A Francesca Rasmo Francesca Rasmo, io quando Passo di qui, nel cuore di Milano, in via Manin, mi piace evocare il tuo fantasma Tu sei diverso da loro - mi dicevi in un sussurro, sul marciapiede del bar Asso di Cuori -. Tu sei normale. E non sapevo se esserne felice, oppure se quello fosse il motivo vero del mio conflitto irrisolto, tra una vita borghese e l altra artisticamente incompiuta.

33 A Rossana Mi piacerebbe avere nel cassetto altre poesie che parlano di te, del nostro amore, del mio dolore. E delle infinite discussioni per definire i confini comuni del nostro futuro. Aprendo il cuore a una ricerca senza vinti e senza vincitori, fino alla fine della nostra vita: una ricerca che continuerà in quella dei nostri due bambini e unirà per sempre i nostri destini.

34 Milano 13 luglio 2007 Il vero Calicanthus Il vero Calicanthus, non quello profumato, che impropriamente chiamano così, è cresciuto a dismisura dopo la tua scomparsa, padre, trapiantato qui dalla pianura di Gudo Gambaredo, con i suoi fiori rosso scuro di sangue rappreso. Oggi non ho più il coraggio di entrare nel terreno che per anni hai coltivato a Caidate, la tua terra per sempre: Caidate e poi più niente dicevi Per paura forse di sovrapporre, calpestandole, i miei passi alle tue impronte cancellate dal mutare delle stagioni: non voglio profanare il tuo lavoro, traccia ancora visibile che si perderà, con la cessione della proprietà. Cordone ombelicale da tagliare perché il legame con la tua tomba s interrompa finalmente, e io possa guardare con gli occhi del cuore solo alla famiglia cara dei viventi.

35 E ancora proseguiamo E ancora proseguiamo tra i piccioni spiaccicati sull asfalto, in queste vie bollenti d agosto nella città deserta. E crediamo di trovare il senso della vita in una mostra d arte, o nell esse emme esse appena cancellato

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.)

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.) Attorno alla Rupe Attorno alla rupe orsù lupi andiam d'akela e Baloo or le voci ascoltiam del branco la forza in ciascun lupo sta del lupo la forza del branco sarà. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

MA LE STELLE QUANTE SONO

MA LE STELLE QUANTE SONO LIBRO IN ASSAGGIO MA LE STELLE QUANTE SONO DI GIULIA CARCASI Alice Una vecchia canzone diceva: Tu sai tutto sulla realtà del mercato e qui io ammetto di essere negato. Ma a inventare quel che non c è io

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Alice e la zuppa di quark e gluoni

Alice e la zuppa di quark e gluoni Alice e la zuppa di quark e gluoni Disegnatore: Jordi Boixader Storia e testo: Federico Antinori, Hans de Groot, Catherine Decosse, Yiota Foka, Yves Schutz e Christine Vanoli Produzione: Christine Vanoli

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

Giovedì 13/11/2014. Un ora con Dio. Dov'è tuo fratello?

Giovedì 13/11/2014. Un ora con Dio. Dov'è tuo fratello? Giovedì 13/11/2014 Un ora con Dio Dov'è tuo fratello? Canto d inizio: Invochiamo la tua presenza Invochiamo la tua presenza, vieni Signor Invochiamo la tua presenza, scendi su di noi. Vieni luce dei cuori,

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio.

Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. 1 È BELLO LODARTI 2 CANTERÒ IN ETERNO 5 NOI VENIAMO A TE 6 POPOLI TUTTI È bello cantare il tuo amore, è bello lodare il tuo amore, è bello cantare il tuo amore, e bello lodarti Signore, è bello cantare

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Nel ventre pigro della notte audio-ebook

Nel ventre pigro della notte audio-ebook Silvano Agosti Nel ventre pigro della notte audio-ebook Dedicato a quel po di amore che c è nel mondo Silvano Agosti Canti Nel ventre pigro della notte Edizioni l Immagine Nel ventre pigro della notte

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli