- quelle. O Mayy, e invece da tutto questo ne risulta un << poema in prosa > o un

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "- quelle. O Mayy, e invece da tutto questo ne risulta un << poema in prosa > o un"

Transcript

1 Boston, ll gennaio 1921 O Mayy, ecco siamo giunti su un'alta cima e ci appaiono davanti pianure, boschi e valli: su, sediamoci a chiacchierare per un'oretta. Non possiamo fermarci a lungo qui perchè io scorgo dietro a questa una cima più alta e noi dobbiamo raggiungerla prima del tramonto. Tuttavia non ce ne andremo da questo posto se non quando 1o vorrai tu e non daremo un passo prima che tu ti sia riposata. Abbiamo petcorso una salita impervia, I'abbiamo petcorsa con una certa difficoltà ma bisogna riconoscere che io sono stato perseverante e tenace benchè la mia perseveranza sia da attribuire ad un che di più forte di quello che noi definiamo volontà. Ammetto davanti a te di non essere stato saggio in alcune circostanze, ma non esiste forse nella vita qualcosa che le dita della saggezza non possono toccare? E non c'è forse in noi qualcosa davanti alla quale si pietrifìca la nostra saggezza? Se le mie esperienze, Mayy, fossero state, anche minimamente, simili alle mie esperienze passate, io non te le avrei rivelate, ma esse mi sono giunte del tutto nuove, straordinarie e impreviste. Se io mi fossi trovato lì al Cairo e te le avessi esposte personalmente con immagini semplici e del tutto spoglie da ogni interesse individuale, noi ci saremmo capiti senz'altro. Ma io non mi trovavo al Cairo e non aveyo alfto mezzo che la corrispondenza, ma Ia corrispondenza, in questi << argomenti >>, riveste le cose più semplici con un manto di complicazioni e ricopre il volto della schiettezza con un velo spesso e scuro. Quarite volte vogliamo esporre un pensiero semplicissimo, rendendolo attraverso espressioní che ci sembrano chiare - quelle espressioni che la nostra penna è abituata a riversare sul foglio - e invece da tutto questo ne risulta un << poema in prosa > o un 81

2 << pezzo letterario >. I1 motivo di ciò è che noi sentiamo e'pensiamo in un linguaggio più genuino ed esatto del linguaggio che usiamo per scrivere. Naturalmente, noi apprezziamo molto sia i poemi in prosa che in versi come apprezziamo brani fantasiosi e non fantasiosi, però il sentimento vivo e libero è una cosa, mentre 1o stile epistolare è tutt'altra. Fin da quando, tagazzino, andavo a scuola, evitavo per quanto possibile le espressioni antiquate e convenzionali, perchè sentivo e sento che esse nascondono il pensiero ed il sentimento più di quanto 1o palesino. Eppure mi sembra adesso di non esselmi ancora liberato di ciò che in esse mi dà fastidio; mi sembra da un anno e mezzo a questa patte, di essere ancora 1à dov'ero quando avevo quindici anni e la prova ne è l'incomprensione che è nata tra noi in seguito alle mie lettere. In secondo luogo sostengo che, se mi fossi trovato al Cairo, ci saremmo soffermati davanti alle nostre esperienze personali come davanti al mare o alle stelle o davanti ad un melo fiorito. E, per quanto strane potessero essere le nostre esperienze, non sarebbero risultate certamente più straordinarie del mare, delle stelle o dell'albero fiorito. Però è strano che noi accettiamo e ci sottomettiamo ai miracoli della terra e dell'universo mentre troviamo difficile credere ai miracoli della nostra anima. Io ho sempre creduto e ctedo, Muyy, che alcune esperienze si verificano solo quando vi partecipano due persone simultaneamente. Forse è stata proprio questa mia convinzione la causa prima di quelle lettere che ti hanno spinta a dire: < Dobbiamo fermarci qui >. Ma, grazie al cielo, non ci siamo fermati lì. La vita, Mayy, non si ferma mai e questo corteo terribilmente bello npn può che scorrere all'infinito. Noi, noi che santifichiamo la vita e, con tutte le nostre forze, tendiamo a ciò che in essa vi è di buono, di dolce, di bello e di nobile; noi che abbiamo fame e sete di certezze durature non vogliamo dire o fare ciò che incute paura o < riempie l'animo di spine e di amarezza >. Noi non vo- 82

3 gliamo e non possiamo toccare!'altate se non con dita purificate dal fuoco. Noi, Mayy, quando amiamo qualcosa, consideriamo l'oggetto del nostro amore una meta, non un mezza per raggiungere qualcos,altro e quando chiniamo il capo umilmente dinanzi a un che di sublime, consideriamo la nostra sottomissione come un innal' zamento e la nostra umiltà come un onofe. Noi, quando desideriamo qualcosa, riteniamo il desiderio stesso un dono e una gioia' Noi sappiamo che proprio le cose più lontane sono le più degne e le più meritevoli della nostra ambizione e del nostro amofe' e noi, tu ed io, non possiamo assolutaflente fermarci nella luce del sole dicendo: < Dobbiamo risparmiarci il tormento, noi ne possiamo f.arc a meno >. No, Mayy, noi non possiamo fare a meno di ciò che infonde nella nostra anima il lievito sacro; non possiamo fare a meno della carovana che marcia con noi verso la città di Dio' come non possiamo fare a meno di ciò che ci accosta alla nostra essenza più sublimeecirivelainparte aî.orza,irnisterielemeravigliedel nostroa.nimo.inoltre,possiamottawesoddisfazioneintellettuale dalla più piccola manifestazione dell'animo' come in un singolo fiorescorgiamotutta abe ezzaelavaghezzade aprimavera enegliocchidiunlattantecogliamotuttelesperanzeelafede dell'umanità. Perciònonvogliamoservircidellecosepiùvicinecomemez. zo o promessa per raggiungere quelle più lontane' così come non vogliamo e non possiamo arrestarci davanti alla vita e dettarle questa condizione: << Dacci quello che vogliamo o niente: o questo o niente rr. No, Mayy, noi non lo facciamo perchè siamo consci. che Bontà, Bellezza e cefiezza nella vita non procedono come noi vogliamo ma, a\ contrario, ci fanno andarc dove esse vogliono' Standoasettemilamigliadidistanza,qualealtrointeresse potremmo avere nel rivelare il più grande segreto del nostro cuore se non la gioia di rivelare questo segreto? Qual è lo scopo di arrivare fino alla porta del tempio se non 85

4 la soddisfazione di averlo raggiunto? Cosa mai desiderano I'uccello quando canta e f incenso quando brucia? Non c'è forse in queste anime solitarie se non una ambizione fine a se stessa? Niente è più dolce e gradito dei tuoi auguri per il mio compleanno. Però ascolta, Mayy, questo aneddoto e ridi un po' sul mio conto! Prima della guerra Nasib 'Aridah volle raccogliere in un volume Una lacríma e un sorriso e inserire tra questi piccoli lavori il brano II gíorno del compleanno. Ebbe bisogno di mettere la data con il titolo e, poichè non ero a New York, si mise affannosamente alla icerca, finchè non trovò la data di quel lontano giorno, scritta in inglese, e tradusse: << 6th january > in << 6 dicembre >>! E così detrasse alla mia vita un anno e posticipò di un mese il giorno effettivo del mio compleanno. Così, dall'apparizione del libro Una lacrima e un sorríso fino ad oggi io beneficio ogni anno di due compleanni: il primo me lo ha procacciato un errore di traduzione, il secondo non so quale errore dell'etere! Eppure quell'anno che mi fu rubato, 1o sa Iddio, e tu pure 1o sai, che l'ho comprato a caro ptezzo,l'ho comprato con i battiti del mio cuore, I'ho comprato con quintali di muto dolore e di nostalgia delf ignoto: come potrei perdonare I'errore di stampa che me lo ha strappato? Io sono lontano dalla mia << valle n, Mayy. Sono venuto qui a Boston per un lavoro e, se non mi avessero inviato il pacchetto della posta indirizzata a New York, avrei vissuto altri dieci giorni senza la tua lettera: questa lettera che ha sciolto mille nodi nella corda del mio animo e ha trasformato i deserti dell'attesa in giardini e frutteti. L'attesa, o Mayy, è 1o zoccolo del tempo ed io sono sempre in attesa. Mi vedo in alcuni momenti spendere la vita aspettando eventi che non si sono ancora attuati: chi più di me somiglia a quei ciechi e paralitici, che giacevano accanto alla vasca di < Beth Hesda a Gerusalemme, perchè ogni tanto un angelo scendeva in essa e smuoveva l'acqua, e chi si immergeva per primo, dopo che 84

5 l'acqua si era mossa, guariva da qualunque male fosse afflitto > (50)? Per oggi, il mio angelo ha già mosso l'acqua della mia vasca ed io ho trovato chi mi immerge nell'acqua e avanzo in questo luogo terribile e incantato con occhio luminoso e piede fermo. Avanzo accanto al più bello dei miraggi, quello che appare chiaro alia mia vista più di tutte le altre realtà cotporee; ío ayanzo e sento nella mia una mano dal tocco di seta, però forte e volitiva, dalle dita flessuose ma capaci di sollevare pesi e spezzaîe catene. Di tanto in tanto mi volto e scorgo due occhi radiosi e due labbra dove gioca un sorriso che colpisce con la sua dolcezza. Una volta ti confessai che la mia vita si divideva in due vite e che io dedicavo la prima di esse al lavoro e alla gente, e trascorrevo la seconda nella nebbia. Ma ciò era ieri; oggi invece la mia vita si è unifìcata ed ho preso a lavorare nella nebb'.a, ad incontrare la gente nella nebbia: dormo, sogno, mi sveglio e sono sempre nella nebbia. Essa è una îragranza avviluppata da un fruscio di ali, in essa la solitudine non è più solitudine e la nostalgia dolorosa delf ignoto è più bella di tutto ciò che conosco. E' un'estasi divina, Muyy, un'estasi divina che awicina le cose lontane, rende visibili quelle occulte e tutto sommerge di luce. Io so adesso che la vita senza questa attrazione spirituale non è che una scotza senza nocciolo. Confesso che tutto quello che diciamo, facciamo e pensiamo non vatre un solo momento trascorso nella nebbia. Tu vorresti che la parola << inno musicale > mi trapassasse il cuore! Vorresti vendicarti di questa silenziosa esistenza che mi trascina e che io trascino. Su, invitiamola a scavare, a scavare, a scavare; anzi invochiamo tutti gli inni musicali assopiti nell'etere e ordiniamo loro di,difiondersi in questo vasto << paese >) e di scavare canali, spianare strade, costruire palazzi, torri e tempii e trasformare il deserto in giardini e vigneti perchè un popolo di giganti 1o ha (50) Cfr. Vangelo dí San Gíovannì, c.y,v.2. 85

6 scelto e adottato corne sua dimora' Tu, Mayy, rappresenti f im" menso popolo di giganti conquistatori e nello stesso tempo sei una baàbinella di sette anni che ride nella luce del sole e coffe dietro le farfalle e raccoglie i fiori e salta sulle mie ginocchia' Nella mia vita non c'è niente di più bello e dolce che cor' rere dietro la mia piccola dolcezza, afferrarla e portarla sulle mie spalle e tornare poi con lei a casa per raccontarle fiabe meravigliose finchè non si anneriranno le sue palpebre per la son' nolenza ed essa si addormenterà di un sonno tranquillo e beato. Gibràn 86

7 New York, 6 aprile l92l*...si è forse spento il compiacimento degli Orientali per i loro sentimenti? E' forse indice di f.ermezza che una donna elevata veli il suo cuore e il suo animo alla vista e alla comprensione della gente? Iddio ti ha inviata a noi in < spirito e intelligenza> e noi abbiamo un immenso bisogno della luce del tuo spirito e della fiamma della tua intelligenza: perchè mai non ce li elar' gisci nello stesso tempo? Adesso che <abbiamo messo fine> al nostro sanguinoso combattimento vengono davanti a te il padre, il fratello, il compagno e I'amico e tutta la famiglia al completo e ti supplicano di e{londere in poesia e in prosa il tuo spirito e il tuo cuore in qaside (3t) e poesia a doppia rima e di ergerti come una sacerdotessa davanti all'altare almeno una volta ogni due mesi e di parlare di quel mondo incantato che esiste dietro il mondo del pensiero, del sapere, della ricerca e della logica. Novità! Ho acquistato un telescopio di ottima qualità ed ogni notte ttascorro un'ora o due scrutando I'infinito più remoto, pieno di rispetto per f immenso universo. Ed ecco a mezzanotte apparire nel punto stabilito dei firmamento Orione e tu sai, Mari, che la <<nebuloba> vicina alla cintura di Orione è 1o spettacolo più bello e terribile della volta ce' leste. A.llora, àlzati, amica mia, àlzati: saliamo in tercazza a contemplare tutta la bellezza dello stupore, del sentire e del sapere che vi è negli occhi degli angeli. * Di questa lettera manca la prima parte, (31) Tradizionali componimenti poetici arabi, da1la rigida e complessa struttura metrica. 87

8 Io afiermo, o mia signora, che la vita dell'uomo è sempre come un deserto dove non vi è che sabbia, finchè Iddio non gli invia una figlia come la mia piccola principessa. E sostengo, o mia signora, che chi non ha una figlia deve adottarla, perchè le gioie dei giorni ed il loro senso sono nascosti nei cuori dei piccoli. Io chiamo la mia figliuola <<principessa> perchè i suoi movimenti, la sua immobilità, la melodia della sua voce, i suoi sorrisi, i suoi giochi e le sue trovate, anzi, ttttto in lei è indice di <nobiltà>; essa è dispotica e le sue opinioni sono molto personali e nessun essere umano può cambiarle" o modificarle, e però quanto son dolci e belli il suo dispotismo e il suo arbitrio assoluto! Questa lettera è breve, molto bîeve, ma è la prima lettera che ti scrivo da cinque settimane e non ví hai letto quel che si trova tra le righe? Ti scriverò nuovamente quando mi sarò alzato dal letto. Certo la primavera prenderà il mio braccio e mi solleverà da queste lenzuola ermi condurrà verso i verdi campi dove la vita infonde nuove energie ai suoi figli e lasforma i lorp sospiri ed il loro ansimate in canzoni e grida di gioia. Ti prego, amica mia Mayy, di non prendertela con me' Ti supplico di non prendertela con me. Benedicimi un poco: io ti benedico sempre Gibràn 88

9 New York, sera del sabato 2I maggio I92l M"yy, amica mia, <<molto e con afietto._ molto e con afietto>>, non appena mi si è rivelata questa semplice verità, si sono aperti innanzi a me nuovi orizzonti e quando ne ho preso piena coscienza sono rimasto come stupito di fronte ad uno spettacolo di cui non suppo' nevo neppure l'esistenza a qqesto mondo. <<Molto e con afietto molto e con affetto>> e da questo - <<molto>> e da questo <<afietto>> io ho appreso a pregare con gioia, a desiderare con fiducia e a cedere senza disfatta. Io ho appreso che l'uomo solitario può inondare la sua solitudine con la luce del <molto>> e può lenire le sue fatiche con la dolcezza dell'<af' fetto>>. Ho appreso che 1o straniero solitario può diventarc pa' dre, fratello, compagno, amico e soprattutto un bimbo felice di vivere. <Molto e con afietto>: in questo (molto>) e in questo <affetto> vi è un'ala che protegge le mani che benedicono. La mia salute oggi è migliorata rispetto allo scorso mese, però sono ancora sofferente e questo mio corpo infermo è semptg seîza ordine, metro e rima. Vuoi che ti dica di cosa soffro? Ecco in breve cosa hanno diagnosticato i medici: <<Nervous prostration caused by over lvork and lack of nourishment. General disorder of the system. Palpitation was inevitable result. Pulse beats 115 per minute - the normal is about 80>. Sì, Mayy, in questi due ultimi anni, ho spinto il mio corpo oltre le sue capacità: dipingevo finchè c'era luce e scrivevo fino al mattino; tenevo conferenze e frequentavo ogni tipo di gente - e quest'ultiino è í1 più difficile compito che esista al mondo - e mentre sedevo a tavola non facevo altro che discutere, finchè, arrivati al caffè, ne prendevo moltissimo, sostituendo con esso il 89

10 mangiare e il bere. Quante volte sono tornato a casa dopo mezza' notte e, invece di ottemperare alle norme imposte da Dio al nostro corpo, mi tenevo sveglio con i bagni freddi e con forti cafiè e passavo il resto della notte a scrivele o a dipingere o in cfoce. Se io fossi stato un giovine aitante del nord del Libano, la malattia non mi avrebbe preso con questa velocità. Essi infatti sono corpulenti e robusti di costituzione; io invece non ho eredi' tato da quei giganti nessuna di queste qualità fisiche' Mi sono troppo dilungato a parlare della malattia, mentre sarebbe stato meglio per me non farlo. Ma che fare? Io non potevo non rispondere a tutte le tue domande, poste con la dolcezza dell'interessamento, <<il desiderio e l'augurio>. Dov'è la lunga lettera interrotta, scritta a matita su un foglio corrente quadrettato, nel bel giardino di fronte alla fila delle dhahabiyye (32)? Dov'è la mia lettera, Mayy? Perchè non me l'hai spedita? Vorrei riceverla. La voglio nella sua interezza. Tu sai quanto io desideri ricevere quella lettera dopo averne letto uri frammento: quel frammento santo che giunse come l'alba di un giorno nuovo. Tu sai che se non fosse per paura della parola <<pazzol>>, ti avrei spedito ier sefa un telegramma, pregandoti di consegnare la lettera alla posta. Vedi in me la bontà, Mayy? Hai bisogno di bontà? Questo discorso ferisce con la s:ula dolcezza e come potrei rispondervi? Se ciò di cui hai bisogno dipendesse da me, amica mia, ebbene 1o avresti per intero! La bontà non è di per se stessa una virtù, ma il suo opposto è stohtezza, Può esservi stoltezza dove c'è <<molto affettot>? Se la bontà consistesse nell'amore del bello, nel rispetto per la nobiltà e nell'anelito alle cose remote e occulte, se la bontà consisiesse sono [e caratteristiche imbarcazioni nilotiche. 'In nota Gibràn aggiunse: -(32) <Le rícordo bene, poichè le vídí nel periodo che vissí al Cairo>, 90

11 in tutte queste cose, allora io sarei buono' Però' se consistesse in altro, allora io non saprei nè che cosa sono nè chi sono' Penso, Mayy, che la donna elevata esigerebbe la bontà nell'animo dell'uomo anche se fosse stolto' Magari potessi trovarmi per un'ora in Egitto! Magari potessi essere nel mio paese vicino a coloro che amo! Tu sai, Mayy, che io ogni giorno immagino di essere in una casa in un quartiere di una città orientale e vedo la mia amica seduta accanto a me che legge un altro suo articolo non ancora pubblicato, sul quale discutiamo a lìrngo, finchi. non conveniamo entrambicheessoèilmigliorediquantineabbiascrittofinora. Edopoesftaggodasottoilguancialedelmiolettoalcunifogli e leggo Íî pezzo che ho scritto durante la notte precedente: la mia-amica non 1o applova e dice dentro di sè: <<Non deve scrivere quando è in questo stato' I'a composizione di questo pezzo denota stanchezza,'debolezza e indisposizione' Non deve ripren' dere il lavoro intellettuale prima che guarisca del tutto>' Dice la mia amica a se stessa queste cose ed io le ascolto dentro di me e sono in parte d'accordo' poi non tardo a dire a vo., ultu, < Concedimi un piccolo rinvio'; concedimi una o due settimane e ti darò un bel pezzo, anzi bellissimo>' Etumirispondifrancamente:<<Deviastenertidalloscrive. re, dal dipingere e da ogni altro lavoro per un anno o due e' se non 1o farai, io sarò in collera con te!>>' La mia amica pronunzia la parola <collera>i con tono di assoluto <dispotismo>, poi sorride come un angelo ed io rimango perplesso per un attimo fta Ia sua rabbia ecl ii suo sorfiso, poi mi.,.nio felice per la sua collera ed il suo sorriso e felice per la mia perplessità. Per quel che concerne 1o scrivere, ti rendi conto di quanto io mi rallegri e vada fiero degli articoli e dei racconti da te pubblicati negli ultimi mesi? Non ho letto un so10 tuo brano seriza che sentissi í1 mio cuore dilatarsi. Non l'ho riletto senza che il suo carattere gene- 91

12 rale si trasformasse per me in qualcosa di personale e non intravedessi nei pensieri e nella forma ciò che non fu intravisto da nessuno fuorchè da me e leggessi tra le righe ciò che non fu scritto che per me. Tu, Mayy, sei il tesoro dei tesori della vita, anzi sei molto di più. Tu sei tu ed io ringrazio Iddio perchè sei della mia stessa tena e vivi nella mia stessa epoca. Tutte le volte che ti immagino vivente nel secolo scorso o futuro, alzo la mano e la agito in aria come chi vuole dissipare una nube di fumo davanti al suo viso. Fra due o tre settimane andrò in campagna ad abitare una casetta situata, come in un sogno, tra mare e bosco; cosa c'è di più bello di quel bosco e dove mai si possono trovare più uccelli, fiori e ruscelli? Negli anni scorsi io camminavo solitario in quel bosco. Al cader della notte, andavo al mare e mi sedevo triste sugli scogli o mi tuffavo nelle onde come chi vuole sfuggire alla terra ed ai suoi fantasmi. Quest'estate, invece, camminerò nel bosco e mi siederò davanti al mare e nel mio animo qualcosa mi farà dimenticarc la solitudine e nel mio cuore qualcosa mi distrarrà dalla tristezza. Dimmi, o Mayy, che cosa farai quest'estate? Andrai alla spiaggia di Alessandria oppure in Libano? Andrai sola nel nostro Li bano? Quando mai ritornerò nel Libano? Puoi dirmi, o Mayy, se mi libererò mai da questo paese e dalle catene d'oro che le preoccupazioni mi hanno intrecciato intorno al collo? Ricordi, o Mayy, di avermi detto una volta che un giornalista di Buenos Aires ti aveva inviato una lettera chiedendoti una foto e un articolo? Ho pensato molte volte alla richiesta di quel giornalista e a ciò che chiedono tutti i giornalisti e ogni volta mi sono detto con rimpianto: <<Non sono un giornalista! Non sono un giornalista! Pertanto, scusami se ti chiedo ciò che chiedono i giornalisti. Se fossi proprietario o redattore di giornale, avrei chie- 92

13 sto la tua fotografia, liberamente, senza imbatazzo, senza timore e senza preamboli intessuti di espressioni impacciate>. L'ho detto e continuo a ripetermelo in cuor mio: hanno udito coloro che adottarono il mio cuore come loro patria? Già si è fatta mezzanotte ed ancora non ho scritto nessuna delle parole che le mie labbra hanno pronunziato oîa sussurrandole, ora a voce alta. Ripongo le mie parole nel cuore del silenzio ed esso custodirà tutto ciò che noi diciamo con afietto, ardore e fede' E il si lenzio, o Mayy, porterà le nostre preghiere laddove vogliamo o le innalzerà fino a Dio. - Io vado a letto e dormirò a lungo e ti dirò in sogno ciò che non ho scritto in questo foglio. Buona notte, Mayy. Dio ti protegga. Gíbràn 93

14 New York, mattina del lunedì 30 maggio 1921 O Mayy, o Mari, amica mia, mi sono svegliato adesso da uno strano sogno. Sentivo,. nel sonno che mi sussurravi parole dolci ma con tono mesto. La cosa che più mi ha turbato e mi turba in questo sogno è che io ho visto sulla tua fronte una piccola ferita che gocciolava sangue' Nella nostra vita niente più dei sogni ci induce alla riflessione e alla meditazione. Io sono di quelli che sognano molto, però dimentico subito i miei sogni, a meno che non abbiano qualche rapporto con coloro che amo. Io non ho mai fatto in passato un sogno più esplicito di questo e perciò stamane mi sento turbato, inquieto e pfeoccupato. Cosa vorrà dire quest'eco di dolore nelle tue belle parole? Qual è il significato della ferita sulla tua fronte? E chi può spiegarmi il perchè della mia angoscia e del mio turbamento? Trascorrerò la mia giornata pregando nel mio cuore. Pregherò per te neila pace del mio cuore. Pregherò per noi. Iddio ti benedica, Mayy, e ti protegga. Gibràn 94

15 New York, 9 maggio, 1922 Mia stimatissima amica, tu mi domandi, mia signora, se nel pensiero, nel cuore e nell'animo sono un solitario: cosa potrei risponderti? Sono sicuro che la mia solitudine non è più violenta e più profonda di quella di altri. Noi tutti siamo soli e isolati. Ognuno di noi è un mistero nascosto. Ognuno di noi è awiluppato da mille e un velo e qual è la diflerenza tra un uomo solo ed un altro se non che l'uno parla della sua solitudine mentre tr'altro continua a tacerc? Netr parlare c'è un po' di ristoro, nel silenzio un po' di virtù. Non so, mia signora, se la mia solitudine con la sua tristezza è sintomo di <una certa tendenza della mia personalità>r, oppure è la prova dell'assenza totale di personalità in questo essere che io chiamo <<io>>, no, non lo so. Ma se la solitudine è indice di debolezza, io certamente sono il più debole degli uomini. Circa la frase: <<La mia anima è appesantita dai suoi frutti>>, essa non fu <il lamento di un poeta in un'ora passeggera di sconforto>> Íra <<sn'sso di antichi, difiusi e accertati sentimenti quali la maggior parte di noi abbiamo provato e proviamo>. Sappí, mia signora, che la nostra tendenza a versare quanto vi è nei nostri animi nei bicchieri degli altri è incomparabilmente più forte del desiderio di dissetarci con quanto gli altri versano nei nostri bicchieri. Questo atteggiamento talvolta non è esente da vanit-à, però è naturale. Com'è bella questa tua considerazione: <<La tristezza e Ia infelicità della solitudine divengono più acute quando si è in mezzo alla gente>>. E' proprio una verità fondamentale. Quante volte uno di noi siede tra i suoi compagni e discepoli, conversa, discute, partecipa ai loro discorsi e aile loro azioni, fa tutto ciò 95

16 con sincero entusiasmo, però non oltrepassa i limiti fissati dalle convenienze! L'altro <<io>> invece, quello nascosto, rimane taciturno e solo nel suo mondo spirituale. La gente, ed io con essa, ama il fumo e la cenere ma ha paura del fuoco, perchè acceca la vista e brucia le dita. La gente, ed io con essa, passa il suo tempo a studiare la scorza degli altri, invece ne trascura il cuore e i sentimenti, perchè non cadono sotto i suoi sensi. Ma come può 1o spirito palesarsi se non rompendo la scorza? Ma non è facile per un uomo sqùarciarsi il cuore per mostrare alla gente quello'che vi cela dentro e questa, mia signora, è la solitudine, questa è f infelicità. Mi espressi male e un po', a sproposito quando l'estate scorsa ti dissi: <<Da sei settimane tento di scríverti>. Avrei invece dovuto dire: <<Da sei settimane ho assunto alcune persone perchè sbrighino la mia corrispondenza, poichè i tendini della mia mano destra non sono in grado di scrivere>>' Ma non mi sarei mai sognato che l'espressione: <<io tento> si sarebbe tradformata in una spada nelle mani della mia amica. Io credevo.che 1o spirito alato non sarebbe mai rimasto imbrigliato in una gabbia di espressioni. credevo che la nebbia non si sarebbe mai pietrificata' L'ho creduto, l,ho creduto a lungo e ho trovato ristoro e serenità nel crederlo finchè non spuntò l',alba e mi svegliò, ed io mi ritrovai seduto su un mucchio di cenere, con in mano una canna spezzata e sul capo una corona di spine..' Non importa, Mayy, la colpa è mia, la colpa è mia, MaYY. Mi auguro che col tempo si realizzi il tuo desiderio di visitare l,europa. Tu troverai, specialmente in Italia e in Francia, espressioni artistiche e artigianali che ti piaceranno ed entusiasmeranno. Là ci sono musei ed istituti culturali, là ci sono antiche chiese gotiche, 1à ci sono le testimonianze della rinascita dei seccili XIV e xv, 1à c,è il meglio di quanto hanno lasciato i popoli vinti e i popoli dimenticati. 96

17 L'Europa, mia signora, è come la grotta di un brigante ( amatore >> e competente, che conosce il valore delle cose preziose e sa come procurarsele. Era mia intenzione ritornare, nell'autunno prossimo, in Oriente, ma dopo aver un po' riflettuto ho concluso che l'esilio tra gli stranieri è meno gravoso dell'esilio tra i compatrioti. Io non sono uno di quelli che amano le cose facili, ma la disperazione, come la follia, ha diverse gradazioni. Accetta i miei cordiali saluti, con i miei migliori auguri. Iddio ti protegga. Tuo affezionatissimo. Gibràn KhaIìI Gibràn 97

18 New York, 5 ottobre 1923 No, Mayy, non c'è tensione nei nostri incontri nella nebbia ma negli incontri verbali. Tutte le volte che ti ho incontrata in quei òampi lontani e pacifici, mi sei apparsa come una giovane dai sentimenti delicati che sente e sa tutto e guarda alla vita oon la luce di Dio e colma la vita con la luce della sua anima. Invece, tutte le volte che ci siamo incontrati tra il nero dell'inchiostro ed il bianco della carta, mi sei apparsa e ti sono apparso come la persona più polemica e amante di dispute e duelli, quei duelli intellettuali pieni di norme limitative e di risultati lirnitati. che Iddio ti perdoni! Tu mi hai rubato la pace dello spirito e se non fosse stato per la mia persevetaflza e per a rnia testardaggine mi avresti rubato anche la fede. i E' strano che le persone che più amiamo siano quelle che più riescono a turbare la nostra vita. E' necessario smettere di recriminare; è necessario compren' derci e non possiamo comprenderci se non discutendo con la semplicità dei bambini, Tu ed io tendiamo alla <<redazione>> con tutto ciò che questa cornporta di abilità, ingegnosità, stile ed ordine. Ormai sappiamo bene tu ed io che I'amicizia e Ia <<tedazione>> non vanno d'accordo facilmente. I1 cuore, Mayy, è una cosa semplice e le sue manifestazioni Sono altrettanto semplici; invece la <<redazione>> è un veicolo sociale. Che ne diresti di trasformare la <<redazione>> in un discorso semplice? 98 Tu vivi in me ed io vívo in te: tu Io sai ed io lo so.

19 Queste brevi parole non sono incomparabilmente migliori di tutte quelle che ci siamo dette in passato? Cosa mai ci impediva di esprimerci così già l'anno passato? Forse la vergogna, o l'orgoglio o le convenienze sociali o cos'altro? Fin dalf inizio conoscevamo questa verità fondamentale; perchè dunque non confessarla apertarnente come credenti sinceri e imparuiali? Se lo avessimo fatto, ci saremmo salvati dal dubbio, dal dolore, dal pentimento, dalla collera e dai contrasfí: i contrasti che trasformano in fiele il miele del cuore e in polvere il suo pane. Che Iddio ti perdoni e mi peidoni. Dobbiamo capirci, ma come possiamo farlo se uno di noi non accetta la ftanchezza del' l'altro con autentica sincerità? Ti giuro, Mari, ti giuro davanti al cielo e alla terra, e a ciò che c,è tra essi, che io non sono uno di quelli che scrivono < inni musicali > e li spediscono a oriente e ad occidente come fossero lettere personali. Non sono'di quelli che ctri giorno pallano di se stessi e dei propri turgidi frutti per poi di notte dimenticare se stessi, i loro frutti e il loro turgore. Non sono di quelli che toccano le cose sacre prima di essersi purificati le dita col fuoco. Non sono di quelli che trovano, notte e giorno, mornenti di ozio e li occupano trastullandosi con la galanteria. Non sono di quelli che minimizzano i segreti del loro spirito e i misteri del loro cuore, pubblicizzandoli ai quattro venti. Io sono un uomo molto occupato: io aspiro alle cose grandi, nobili, belle, pure come altri uomini; io sono, come altri uomini, uno straniero solitario, selvaggio, nonostante abbia milioni di amici. Io, come alcuni uomini, non ho inclinazione per quelle acroba-. zie sessuali cui la gente dà bei nomi ed epiteti ancofa più belli: io, come il tuo e il mio vicino, amo Iddio, la vita e il prossimo e finora I'esistenza non mi ha mai chiesto di partecipare ad un girotondo che non si addica al tuo ed al mio vicino. Quando, all'inizio, ti scrissi la mia letteta, fu un segno di fiducia nei tuoi confronti, ma quando mi rispondesti, la tua lettera fu un 99

20 segno di dubbio. Io ti ho scritto spinto dal bisogno e tu mi hai risposto guardinga. Io ti ho parlato di una meravigliosa verità e tu mi hai risposto amabilmente dicendo: << Bravo, mi compiaccio, quanto è bello il tuo inno musicale! >> Io so bene che allora non ho seguito la prassi corrente; non l'ho seguita e non la seguirò mai. So che i tuoi sospetti erano prevedibili e questo, questo è ciò che mi fa più male, perchè io non mi aspetto le cose prevedibili. Se avessi scritto ad un'altra Muyy, avrei dovuto aspettarmi il prevedibile, ma avrei forse potuto manifestare questa verità ad una altra Mayy? Lo strano è che io non mi sono affatto pentito di ciò. No, non mi sono pentito, anziho continuato ad abbarbicarmi alla mia verità, desideroso di comunicartela. Ti ho scritto varie volte ed ogni volta ho avuto una risposta gentile sì ma di una Mayy diversa da quella che conoscevo. Io ricevevo una risposta gentile dalla < segretaria > di Mayy, una giovane intelligente 'che vive al Cairo in Egitto. Poi chiamai ancora, mi confidai ed ho ottenuto risposta; sì, ho ottenuto risposta ma non da colei nella quale io vivo e che in me vive, ma da una donna sospettosa, pessimista, che si comporta con me come se fosse un pubblico accusatore ed io f incriminato. Sono forse ofieso con te? Niente afiatto. Però sono offeso con la tua segretaria. FIo forse espresso su di te un giudizio giusto o sbagliato che sia? Niente affatto, io non ho mai giudicato. I1 mio cuore mai e poi mai si permetterebbe di chiamarti al banco degli imputati, il mio cuore mai e poi mai mi permetterebbe di assumere contro di te la parte del giudice. Ciò che esiste tra noi, Mayy, non ha niente a che fare con i tribunali! Io ho una rqia teoria riguardo alla tua segretaria ed è questa: tutte le volte che ci sediamo a conversare, lei interviene e si siede davanti a noi come se si apprestasse a redigere i verbali di seduta di un congresso politico. i00

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

La rivelazione della Parola di Dio

La rivelazione della Parola di Dio Domenica, 26 settembre 2010 La rivelazione della Parola di Dio Salmo 119:130- La rivelazione delle tue parole illumina; rende intelligenti i semplici. Apro la bocca e sospiro, per il desiderio dei tuoi

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO La mia mamma La mia mamma con la giacca in mano, sempre pronta a portarmi ovunque sia, con gli occhioni color terra. Io la guardo e penso a tante

Dettagli

Donato Panza LA VOCE DELLA LUNA

Donato Panza LA VOCE DELLA LUNA La voce della luna Donato Panza LA VOCE DELLA LUNA Poesie Con questo libro ci sarebbero tanti da ringraziare, ma mi limito solo a ringraziare tutti coloro che mi vogliono bene, e un ringraziamento speciale

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

2 lectio di quaresima

2 lectio di quaresima 2 lectio di quaresima 2014 GESU E LA SAMARITANA Sono qui, conosco il tuo cuore, con acqua viva ti disseterò. sono io, oggi cerco te, cuore a cuore ti parlerò. Nessun male più ti colpirà il tuo Dio non

Dettagli

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^ FRASI DI NATALE - BELLE FRASI DI AUGURI DI NATALE Scegli le migliori Frasi di Natale per fare tanti Auguri di Buon Natale Prepara il tuo sorriso migliore, a Natale tutti vogliono essere felici. Regala

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Introduzione. Ancora una volta... Grazie Poesia!

Introduzione. Ancora una volta... Grazie Poesia! Introduzione Le rime dell anima, è il titolo di questa raccolta di poesie; tre libri in uno, un universo di emozioni autentiche, scatenate dal cuore, rime suggerite dall anima. Io... voi... e poesia...

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo.

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. Preghiere a Maria - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. - Santa Maria intercedi per noi, tu sai grazie! Cuore immacolato di Maria rifugio delle anime. - Cara Mamma aiutami

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

MADONNA DELLA SALUTE

MADONNA DELLA SALUTE 1 MADONNA DELLA SALUTE SI FESTEGGIA IL 21 NOVEMBRE 1- Vergine santissima, che sei venerata con il dolce titolo di Madonna della salute, perché in ogni tempo hai lenito le umane infermità: ti prego di ottenere

Dettagli

BEATO L UOMO. Camminiamo sulla strada. me l'hai detto, son sicuro, non potrai scordarti di me.

BEATO L UOMO. Camminiamo sulla strada. me l'hai detto, son sicuro, non potrai scordarti di me. BEATO L UOMO Beato l'uomo che retto procede e non entra a consiglio con gli empi e non va per la via dei peccatori, nel convegno dei tristi non siede. Nella legge del Signore ha risposto la sua gioia;

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

WÉÅxÇ vt ED ÅtÜéÉ ECDC

WÉÅxÇ vt ED ÅtÜéÉ ECDC ctüüévv{ t w fa TÇwÜxt Parrocchia di S. Andrea Sommacampagna féååtvtåñtzçt Domenica 21 marzo 2010 WÉÅxÇ vt ED ÅtÜéÉ ECDC 12 BRUCIAMO I BIGLIETTINI Bruciamo i nostri peccati, con il perdono non ci sono

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

FRAS I e CAN ZON I da scegliere per dedicare al tuo Am ore il 14 Febbraio, S AN VALEN TIN O, alla Locanda dei M assim i

FRAS I e CAN ZON I da scegliere per dedicare al tuo Am ore il 14 Febbraio, S AN VALEN TIN O, alla Locanda dei M assim i FRAS I e CAN ZON I da scegliere per dedicare al tuo Am ore il 14 Febbraio, S AN VALEN TIN O, alla Locanda dei M assim i Chiam a ai num eri 066550684 e 0665499074 o invia una m ail a even t i@locan dadeim

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

3. Rito della benedizione senza la Messa

3. Rito della benedizione senza la Messa 3. Rito della benedizione senza la Messa INIZIO 500. Quando la comunità è già riunita, si può cantare il Salmo 33 (34) o eseguire un altro canto adatto. Terminato il canto, tutti si fanno il segno della

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore I. B 3 Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore 1 2 Preghiera per un bimbo appena nato Signore, ci hai dato la gioia di un figlio:

Dettagli

UN FIORE APPENA SBOCCIATO

UN FIORE APPENA SBOCCIATO UN FIORE APPENA SBOCCIATO "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16). uesto verso racchiude tutto

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS Marco Marcuzzi Pensieri IL SAMARITAN ONLUS PREFAZIONE Questi pensieri sono il frutto dell esperienza di vita e dell intuizione di un amico che ancora oggi coltiva con cura, pazienza e amore la sua anima.

Dettagli

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la preghiere Associazione Ragazzi del Cielo Ragazzi della Terra 1 guardando di la Madre di tutte le madri Vergine Maria, madre di tutti i figli, madre di tutte le madri e di tutti i padri. Noi, famiglie dei

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO INSEGNAMENTO IL MIO CUORE CANTA LE TUE LODI a cura di Carlo Arditi, Responsabile del Servizio Musica e Canto Nel preparare questa condivisione mi sono accorto che, pur non avendolo fatto apposta, anche

Dettagli

Ringraziamo per i 60 anni di matrimonio di

Ringraziamo per i 60 anni di matrimonio di 1 Ringraziamo per i 60 anni di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio.

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio. I - RICHIESTA A DIO La preghiera è la relazione fondamentale dell anima che riconosce, ascolta e dialoga con Dio. Preghiera è superamento dell angoscia della propria solitudine; è liberarsi dal terrore

Dettagli

L AZIONE DI DIFFUSIONE

L AZIONE DI DIFFUSIONE L AZIONE DI DIFFUSIONE 28 Messaggio, 4 marzo 1951 La volontà del Figlio Vedo una luce intensa e odo: Eccomi di nuovo. Attraverso la luce vedo la Signora. Dice: Guarda bene e ascolta quello che ho da dirti.

Dettagli

Chiamati all Amore Chiamati alla Gioia

Chiamati all Amore Chiamati alla Gioia Veglia di preghiera Chiamati all Amore Chiamati alla Gioia Canto iniziale Celebrante: Nel nome di Dio che ci è Padre, del Figlio suo nostro salvatore e dello Spirito Santo d amore. Tutti: Amen Guida: Tutti

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO PREGHIERA PER LA CANONIZZAZIONE Signore Gesù, che per riscattarci hai voluto incarnarti a Nàzaret, nascere a Betlemme e morire a Gerusalemme, degnati di ricordarti che la

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

3. Prendimi nella tua scuola, mio amatissimo maestro, perché voglio imparare tutto da te: dona grazia e forza a tal fine.

3. Prendimi nella tua scuola, mio amatissimo maestro, perché voglio imparare tutto da te: dona grazia e forza a tal fine. 1. Mio Dio, imprimi in me la tua immagine, formala in me! Se è valsa la pena per te scendere dal cielo e vivere per 33 anni tra noi per darmi un esempio di un amore così pazzo e di tanta fatica, dovrebbe

Dettagli

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI 1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI Gesù disse ai suoi discepoli: Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè,

Dettagli

SPETTACOLO DI NATALE 2014

SPETTACOLO DI NATALE 2014 Sabato 20 Dicembre 2014 SPETTACOLO DI NATALE 2014 TUTTO IL MONDO FESTEGGIA IL NATALE Carissime famiglie, mamme, papà, fratelli, sorelle, nonni, zii Benvenuti a tutti! Eccoci anche quest anno alle porte

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

La perdita di un caro amico Pinuccio 6 gennaio 2009

La perdita di un caro amico Pinuccio 6 gennaio 2009 La perdita di un caro amico Pinuccio 6 gennaio 2009 INTERPRETARE L EVENTO Carissimi A., R. e C., carissimi parenti e amici di Pinuccio qui convenuti, la nostra fede cristiana mi assegna il compito di aiutare

Dettagli

Copyright 2010 Tiziana Cazziero

Copyright 2010 Tiziana Cazziero Voltare Pagina Copyright 2010 Tiziana Cazziero Tiziana Cazziero VOLTARE PAGINA Romanzo Al mio compagno, la persona che mi sopporta nei miei momenti bui. PRIMA PARTE Buongiorno mamma. Buongiorno a te

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

PAPA FRANCESCO E LA SARDEGNA PELLEGRINI A BONARIA. Cagliari 22 settembre 2013 IN PREGHIERA VERSO L INCONTRO CON PAPA FRANCESCO

PAPA FRANCESCO E LA SARDEGNA PELLEGRINI A BONARIA. Cagliari 22 settembre 2013 IN PREGHIERA VERSO L INCONTRO CON PAPA FRANCESCO IN PREGHIERA VERSO L INCONTRO CON in famiglia e nelle comunità Liturgia Penitenziale Destinatari del sussidio: Giovani e Adulti La grazia del perdono Piccola riflessione di Papa Francesco sulla confessione:

Dettagli

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI

IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Corso Scegli Gesù SG01 Lezione 1 IL LIBRO PER L UOMO D OGGI Troppo difficile? Antiquato? Solo per persone molto religiose? No! Ti dimostreremo che sono solo pregiudizi. LA NOSTRA GENERAZIONE È INSICURA

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

Alla signora Saville, Inghilterra Pietroburgo, 11 dicembre 17

Alla signora Saville, Inghilterra Pietroburgo, 11 dicembre 17 Lettere di Robert Walton alla sorella Alla signora Saville, Inghilterra Pietroburgo, 11 dicembre 17 Cara sorella, sarai felice di sapere che la mia impresa è iniziata senza incidenti. Sono arrivato qui

Dettagli

MONASTERO INVISIBILE. CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo

MONASTERO INVISIBILE. CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo MONASTERO INVISIBILE Diocesi di Treviso Centro Diocesano Vocazioni Aprile 2015 CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo Introduzione

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

XXI Ciclo di incontri 2007-2008

XXI Ciclo di incontri 2007-2008 XXI Ciclo di incontri 2007-2008 LA PERSONA UMANA CUORE DELLA PACE X INCONTRO - DOMENICA 9-3-2008 ORE 15,00 Educazione: rispondere al bisogno di crescere.educare è possibile e si deve Relatore: Prof. Don

Dettagli

PREGHIERE DELLO SPORTIVO

PREGHIERE DELLO SPORTIVO PREGHIERE DELLO SPORTIVO Presentiamo qui una selezione di alcune preghiere nate in e per il mondo sportivo. Esse testimoniano della profonda vita interiore di chi vive quotidianamente la sfida di superare

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

Rudi e Gabriella. 21 giugno 2008. Chiesa SS Pietro e Paolo Biasca. Amor ogni cosa vince. Leonardo da Vinci

Rudi e Gabriella. 21 giugno 2008. Chiesa SS Pietro e Paolo Biasca. Amor ogni cosa vince. Leonardo da Vinci Rudi e Gabriella Chiesa SS Pietro e Paolo Biasca 21 giugno 2008 Amor ogni cosa vince. Leonardo da Vinci Rudi e Gabriella Belotti Via Ginnasio 2 6710 Biasca PRIMA LETTURA Cantico dei Cantici 2, 8 10.14.16a;

Dettagli

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO CENACOLO DELLE MADRI 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO Dicembre è il mese del compleanno di Gesù: sembra che anche molti cristiani se lo

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

IN CARCERE MA LIBERI!

IN CARCERE MA LIBERI! PATRIZIO ASTORRI GENNARO CAROTENUTO TULLIO MENGON SILVANO SPAGNUOLO LORENZO ZOCCA IN CARCERE MA LIBERI! Terza edizione Chirico INDICE Presentazione del Cardinale Michele Giordano XI Lettera del cappellano

Dettagli

Maria Ponticello MA VIE

Maria Ponticello MA VIE Ma vie Maria Ponticello MA VIE racconti odierni www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Maria Ponticello Tutti i diritti riservati Dedicato a Romano Battaglia, che con i suoi libri ha intrattenuto la

Dettagli

Atto di fede, Luciano Ligabue

Atto di fede, Luciano Ligabue Atto di fede, Luciano Ligabue Ho visto belle donne spesso da lontano ognuno ha il proprio modo di tirarsele vicino e ho visto da vicino chi c'era da vedere e ho visto che l'amore cambia il modo di guardare

Dettagli

Veglia di preghiera per bambini e ragazzi UNA SANTA PER AMICA. In preghiera con Suor Giuseppina Nicoli per imparare a diventare santi come lei.

Veglia di preghiera per bambini e ragazzi UNA SANTA PER AMICA. In preghiera con Suor Giuseppina Nicoli per imparare a diventare santi come lei. Veglia di preghiera per bambini e ragazzi UNA SANTA PER AMICA In preghiera con Suor Giuseppina Nicoli per imparare a diventare santi come lei. Guida: Carissimi bambini e ragazzi, siamo qui riuniti davanti

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre!

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre! 1 Oleggio, 11/5/2014 IV DOMENICA DI PASQUA - ANNO A Letture: Atti 2, 14.36-41 Salmo 23 (22) 1 Pietro 2, 20-25 Vangelo: Giovanni 10, 1-10 Il Pastore Bello NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO

Dettagli