GLOSSARIO. i principali termini utilizzati dagli intermediari bancari e finanziari

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GLOSSARIO. i principali termini utilizzati dagli intermediari bancari e finanziari"

Transcript

1 GLOSSARIO i principali termini utilizzati dagli intermediari bancari e finanziari Genercom Merchant Bank S.p.a. Sede Legale e Presidenza San Nicola Palazzo De Gemmis Via Venezia n Bari P.IVA - C.F. - R.I REA BA Cap. Soc N.ro iscriz. Elenco Generale degli Intermediari Finanziari della Banca d Italia ABI Tel Fax web: pec: - pagina 1 -

2 Abort fee Onorari per consulenze pagate con riferimento a operazioni che, per qualsiasi motivo, non vengano perfezionate, qualora il pagamento risulti a carico dell investitore istituzionale. ADR (Alternative Dispute Resolution) In italiano, "risoluzione alternativa delle controversie". La sigla indica l'insieme di metodi, strumenti, tecniche stragiudiziali di risoluzione delle controversie: una o entrambe le parti si affidano a un terzo imparziale per porre fine a una lite, senza rivolgersi all'autorità giudiziaria. Le procedure più diffuse sono la conciliazione e l'arbitrato. Arbitrato Procedura stragiudiziale per la risoluzione delle controversie in cui le parti affidano a uno o più soggetti terzi e imparziali, detti arbitri, l'incarico di decidere sulla controversia. La decisione è detta "lodo" e ha un'efficacia simile a quella della sentenza del giudice. Arm s length Si dice di una transazione o di una valutazione a valori di mercato, il cui prezzo cioè risulti determinato da un terzo senza che l acquirente o il venditore abbiano alcuna influenza. ASA Area strategica d affari, cioé una combinazione tra un mercato di sbocco, una tecnologia di riferimento ed un sistema di prodotto dove un impresa può competere. Assegno bancario L'assegno bancario è un titolo di credito pagabile a vista contenente l'ordine impartito da un correntista alla propria banca di pagare a terzi (o a se stesso) una somma di denaro. In termini tecnici si parla del traente che ordina al trattario di pagare un beneficiario. L'assegno è trasferibile a un altro beneficiario mediante girata salvo che non vi sia apposta la clausola "non trasferibile", nel qual caso il titolo può essere pagato solo al beneficiario che non può girare l'assegno ma solo procedere al suo incasso presso una banca. Gli assegni di importo superiore a 999,99 euro devono obbligatoriamente contenere la clausola "non trasferibile". L'assegno bancario deve essere presentato al pagamento nel termine di 8 o 15 giorni dall'emissione a seconda che sia pagabile nello stesso comune di emissione ovvero in altro comune dello Stato. Assegno circolare L'assegno circolare è un titolo di credito emesso da una banca autorizzata per somme che siano presso di essa disponibili al momento dell'emissione. Esso é pagabile a vista e non può essere emesso senza il nome del beneficiario. L'assegno circolare deve essere presentato al pagamento entro 30 giorni dalla data di emissione. Per richiedere un assegno circolare non è necessario che il richiedente abbia un rapporto di conto corrente con la banca emittente. Asset deal Acquisto di ramo d azienda ovvero di una sommatoria di componenti dell attivo e del passivo patrimoniale aventi natura economica indipendente. Si contrappone allo share deal (acquisto di azioni). ATM (Automated teller machine) Apparecchiatura automatica che consente alla clientela di effettuare operazioni quali: prelievo di contante, versamento di contante o assegni, richiesta di informazioni sul conto, bonifici, - pagina 2 -

3 pagamento di utenze, ricariche telefoniche, ecc. Il cliente attiva il terminale introducendo una carta e digitando il codice personale di identificazione. In Italia ad esempio i circuiti Postamat e Bancomat si servono di ATM. Azione Ogni quota in cui è diviso il capitale di una società per azioni e il documento che rappresenta tale quota. Bad Company La costituzione di una Bad Company, nell ambito della azioni promosse da GMBank, ha come obiettivo principale quello di assegnare una gestione separata delle criticità che possono compromettere il regolare andamento delle attività programmate nel nuovo piano di sviluppo (il Market Plan) ovvero determinare un eventuale stato di default dell Impresa principale. Con tali orientamenti, la Bad Company (laddove applicabile, costituita direttamente da GMBank) acquisirà direttamente dette criticità attraverso la cessione in suo favore dei crediti problematici e/o l accollo dei relativi debiti rispetto all Impresa principale. La cessione dei crediti problematici, disciplinata dall articolo 1260 e 1263 del codice civile, assegnerà alla Bad Company la titolarità del relativo credito. In tale caso, l obiettivo principale sarà rappresentato dalla possibilità di assegnare maggior appeal a ciascun credito sia in termini di rinegoziazione con il rispettivo debitore che di recuperabilità, laddove applicabile, anche ai sensi dell articolo 495 c.p.c., ovvero mediante conversione dello stesso con i crediti o i beni esecutati. In quest ultimo caso la Bad Company elaborerà apposito piano di valorizzazione dei beni convertiti al fine di poter attribuire maggior appeal nella fase di cessione degli stessi rispetto a potenziali investitori del settore (mercato di riferimento). Viceversa, l operazione di accollo del debito da parte della Bad Company (disciplinata dall articolo 1273 del codice civile) avrà come obiettivo quello di liberare il debitore principale (accollo liberatorio) attraverso l estinzione e/o la rinegoziazione degli stessi con i rispettivi creditori. In tale contesto, il corrispettivo di accollo dovuto dall Impresa principale alla Bad Company - così come i flussi finanziari rivenienti dalle attività di valorizzazione dei crediti problematici determineranno l ammontare delle risorse disponibili per il pagamento / estinzione di ciascun debito. Tali flussi, nella maggior parte dei casi con proiezione quinquennale, possono essere assistiti da apposite garanzie di performance a tale scopo emesse da GMBank nell ambito della propria partecipazione al capitale di rischio della Bad Company (i Performance Bond). Tale garanzia, emessa non nei confronti del pubblico ma solo all interno del gruppo delle società controllate o collegate ex art del codice civile, assicura l esatta esecuzione (la performance) del progetto elaborato nell ambito del piano di sviluppo aziendale (Market Plan) e pertanto il regolare corso dei sottostanti flussi finanziari. A seconda delle peculiarità del piano di sviluppo (Impresa principale) e dell entità dei crediti valorizzati (futuri flussi finanziari / mercato di riferimento / indici di gradimento) possono essere attivate - con l ausilio di apposite piattaforme finanziarie gestite da GMBank specifici programmi di cartolarizzazione e/o di emissione di strumenti finanziari a servizio del debito. Bancomat Il termine si riferisce sia al sistema di sportelli automatici (ATM), diffuso a livello nazionale e regolato da un accordo fra banche e gestito dall'abi, sia alla carta con la quale è possibile prelevare contante o effettuare pagamenti presso apparecchiature automatiche (ATM e POS); qualora la carta Bancomat contenga anche il marchio rappresentativo dei circuiti internazionali - pagina 3 -

4 (ad esempio: VISA, Maestro ecc.), le operazioni possono essere effettuate anche presso sportelli automatici abilitati all'estero. Bad leaver Manager che lascia una società o è licenziato per giusta causa, e perde pertanto i benefici di profit-sharing o stock option. Questo caso si contrappone a quello del good leaver, in cui il manager si allontana per un motivo diverso dalla giusta causa o per cause di forza maggiore (quali, per esempio, l invalidità permanente). Beauty contest Meccanismo attraverso il quale una società di investimento seleziona un fornitore di servizi professionali da una lista ristretta di potenziali concorrenti. BIMBO - Buy-In Management Buy-Out operazione di acquisto di un impresa realizzata in parte dal management esistente e in parte da manager esterni. Blind note Documentazione di presentazione che non fornisce il nome o i dati del progetto o dell impresa, detta anche «profilo cieco». Bonifico Operazione con la quale si trasferiscono le somme tra conti aperti anche presso banche diverse. Chi riceve la somma si chiama "beneficiario" e chi la invia si chiama "ordinante". Quando il trasferimento avviene tra conti accesi presso la stessa banca si può parlare di "giroconto". Bridge financing Finanziamento temporaneo concesso da istituzioni a supporto di operazioni di finanza straordinaria utilizzando la liquidità che questa ha reso disponibile (ad esempio, come ricavato di un collocamento di azioni in Borsa o del finanziamento di un acquisizione) rimborsato all atto della conclusione dell operazione. Capital gain Plusvalenza che viene realizzata tutte le volte che un bene viene venduto a un prezzo superiore a quello a cui era stato acquistato. Capital under management Ammontare complessivo di fondi disponibili a una società di investimento per future operazioni, sommato ai fondi già investiti (considerati al costo) e non ancora disinvestiti. Carried interest Remunerazione variabile distribuita ai professionisti, gestori di fondi chiusi, quando, alla fine del periodo di investimento e in sede di disinvestimento delle partecipazioni, vengono superati dei rendimenti minimi per gli azionisti dei fondi, detti hurdle rate. Cartolarizzazione La cartolarizzazione è la cessione di attività o beni di una società definita tecnicamente originator, attraverso l'emissione ed il collocamento di titoli obbligazionari. - pagina 4 -

5 Il credito viene ceduto a terzi, e il rimborso dovrebbe garantire la restituzione del capitale e delle cedole di interessi indicate nell'obbligazione. Se il credito diviene inesigibile, chi compra titoli cartolarizzati perde sia gli interessi che il capitale versato. Per lo più i beni ceduti sono costituiti da crediti, tuttavia possono essere immobili, strumenti derivati o altro. I beni vengono ceduti a società-veicolo (SPV, società cessionaria abilitata ad emettere i titoli in cui sono incorporati i crediti ceduti) che ne versano al cedente il corrispettivo economico ottenuto attraverso l'emissione ed il collocamento di titoli obbligazionari. Le obbligazioni emesse sono divise in classi a seconda del rating (AAA,AA,BBB,BB etc.. fino alla partecipazione azionaria), con un merito creditizio che è minore quanto più è alto il livello di subordinazione nella restituzione del debito obbligazionario Cash-in/Cash-out Flussi di cassa in entrata o in uscita inerenti un particolare investimento. Closing Insieme di operazioni per mezzo delle quali si perfeziona l operazione di investimento; in particolare: girata delle azioni della società acquisita e versamento del prezzo di acquisto. Collateral Asset dato in garanzia a una banca finanziatrice fino a quando il debito per un finanziamento ricevuto non sia stato integralmente rimborsato. Qualora l affidato non ripagasse il suo debito, la banca finanziatrice avrebbe il diritto di vendere il bene e ripagare con l incasso il debito residuo. Commercial paper La commercial paper è uno strumento negoziato sui mercato internazionali funzionalmente equivalente alla cambiale finanziaria che circola sul mercato italiano. Questi strumenti vengono in genere utilizzati dalle società ad elevato standing che riescono così a raccogliere fondi per finanziare il fabbisogno di capitale circolante, a breve termine, ad un tasso di interesse inferiore rispetto al credito bancario. Molto spesso, soprattutto nel mercato statunitense, la commercial paper viene acquistata dai fondi comuni di investimento monetari poichè è considerata uno strumento praticamente privo di rischio ed anche a causa del fatto che l'elevato valore nominale la rende quasi inaccessibile ai piccoli investitori retail. Sul mercato internazionale la commercial paper può essere venduta direttamente dall'emittente al sottoscrittore, oppure ad una finanziaria o una banca che la rivenderà sul mercato. La seconda soluzione è la più diffusa, invece, la vendita diretta è utilizzata da società finanziarie che preferiscono finanziare il loro elevato fabbisogno direttamente, senza l'interposizione di un intermediario. La durata delle commercial paper può arrivare sino a 270 giorni (9 mesi), ma nella maggior parte dei casi gli emittenti preferiscono strumenti a 30 o 50 giorni. In Italia le commercial paper vengono denominate cambiali finanziarie e sono soggette ad una regolamentazione specifica (legge 43/94) che sancisce le caratteristiche morfologiche dello strumento al fine di aumentarne il grado di standardizzazione e per facilitarne la negoziazione; essa deve avere una durata compresa tra 3 e 12 mesi ed ogni certificato deve avere un taglio minimo non inferiore a ,69. Se l'emissione supera i 50 milioni di deve essere preventivamente comunicata alla Banca d'italia. Inoltre l'importo complessivo delle cambiali finanziarie, dei certificati di investimento e delle obbligazioni emesso da ciascuna impresa non può eccedere il capitale versato e le riserve. - pagina 5 -

6 Commitment In modo generale, «l impegno a investire e/o a gestire» di una parte rispetto a un iniziativa o a un progetto. Conciliazione Procedura stragiudiziale per la risoluzione delle controversie in cui un soggetto terzo, detto conciliatore, assiste le parti aiutandole a trovare una soluzione di comune accordo ma non ha il potere di prendere alcuna decisione sulla controversia. Conditions precedent Tutte le condizioni che un investitore richiede vengano soddisfatte prima che un investimento sia completato. Conto corrente bancario (contratto di) Il conto corrente bancario semplifica la gestione del denaro: il cliente deposita in banca i suoi risparmi, la banca li custodisce e offre una serie di servizi, quali accredito dello stipendio o della pensione, pagamenti, incassi, bonifici, domiciliazione delle bollette, bancomat, assegni. Il cliente può versare e prelevare denaro dal conto corrente in qualsiasi momento. Il conto corrente si differenzia dal deposito bancario, che è invece destinato ad accogliere il risparmio accumulato progressivamente nel tempo, che di solito viene prelevato solo a fronte di particolari esigenze. Contratto di rete Il contratto di rete viene definito come il contratto mediante il quale più imprenditori perseguono lo scopo di accrescere, individualmente e collettivamente, la propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato e a tal fine si obbligano, sulla base di un programma comune di rete, a collaborare in forme e in ambiti predeterminati attinenti all esercizio delle proprie imprese ovvero a scambiarsi informazioni o prestazioni di natura industriale, commerciale, tecnica o tecnologica ovvero ancora ad esercitare in comune una o più attività rientranti nell oggetto della propria impresa. Controdeduzioni Documentazione fornita dall'intermediario per spiegare la propria posizione sulla controversia. Controversia o lite Contrasto tra due o più persone che sono in disaccordo su una questione. Crowdsourcing Il crowdsourcing (da crowd, folla, e outsourcing, esternalizzare una parte delle proprie attività [1] ) è un modello di business nel quale un azienda o un istituzione affida la progettazione, la realizzazione o lo sviluppo di un progetto, oggetto o idea ad un insieme indefinito di persone non organizzate in una comunità preesistenti. Questo processo viene favorito dagli strumenti che mette a disposizione il web e viene reso disponibile, in open call, attraverso dei portali presenti sulla rete internet. Ad esempio, al pubblico può essere richiesto di sviluppare nuove tecnologie, portare avanti un attività di progettazione, definire o sviluppare un algoritmo, o aiutare a registrare, sistematizzare o analizzare grandi quantità di dati. Il crowdsourcing inizialmente si basava sul lavoro di volontari ed appassionati che dedicavano il loro tempo libero a creare contenuti e risolvere problemi. La community open source è stata la - pagina 6 -

7 prima a trovarne beneficio. L'enciclopedia Wikipedia viene considerata da molti un esempio di crowdsourcing volontario. Oggi il crowdsourcing rappresenta per le aziende un nuovo modello di open enterprise, per i freelance la possibilità di offrire i propri servizi su un mercato globale. Data room Termine anglosassone con il quale si identifica il luogo in cui è raccolta tutta la documentazione a cui un potenziale acquirente ha accesso (in giorni prestabiliti) per definire un offerta d acquisto. Viene normalmente utilizzato nei meccanismi cosiddetti «ad asta competitiva», per canalizzare le domande degli acquirenti e limitare il confronto diretto con il management della società in vendita. Deal Letteralmente, «affare»; nel linguaggio corrente, un opportunità di investimento. Deal flow Flusso di opportunità di investimento proposte a un investitore istituzionale. Permette di misurare la sua efficacia commerciale (soprattutto in termini di presenza sul mercato) in rapporto ai suoi concorrenti. Debt service In un dato periodo, la cassa necessaria per ripagare sia gli interessi maturati sia la rata di capitale, con riferimento al debito finanziario esistente. Default Caso di esigibilità anticipata dei prestiti. Interviene quando un covenant non risulta rispettato o una rata non risulta pagata. Delisting Processo inverso rispetto alla quotazione e comporta la cancellazione di una società quotata dal listino della borsa. Viene anche definito public to private; o una rata non risulta pagata. Deposito bancario Affidamento a una banca di denaro o di titoli in amministrazione. Discounted Cash Flow (DCF) Metodo di valutazione basato sull attualizzazione dei flussi di cassa attesi di un investimento. Si basa sulla regola matematica secondo la quale un euro domani varrà meno dello stesso euro oggi. Downside/upside Letteralmente, «inferiore/superiore». Nel private equity identifica generalmente gli scenari alternativi (rispettivamente peggiore e migliore del caso base) che possono presentarsi rispetto alla realizzazione di un piano aziendale. Drag-along right Letteralmente diritto di trascinamento. Nel momento in cui decide di vendere la sua partecipazione, esercitando il diritto di trascinamento, l investitore professionale può richiedere che tutti gli altri azionisti seguano alle medesime condizioni. In questo modo viene garantita la - pagina 7 -

8 possibilità di vendere il 100 per cento di una società ovvero, in caso di dismissione parziale, di mantenere il medesimo rapporto tra azionisti storici (anti-diluition clause). Due diligence Insieme di attività di analisi e di controllo, svolte dall investitore (ovvero da consulenti indipendenti da questo indicati) per analizzare e approfondire vari aspetti dell azienda oggetto di un possibile investimento, al fine di valutare in modo completo lo stato attuale dell azienda medesima e i suoi rischi potenziali. Earn out Parte variabile del prezzo definitivo di acquisto di un azienda, da riconoscere al venditore subordinatamente al verificarsi di determinate condizioni economiche/finanziarie/patrimoniali future. Permette spesso di mediare tra le aspettative di prezzo di un venditore che ritenga la propria società sottovalutata (tenuto conto del suo potenziale) e quelle di un compratore che ragionevolmente si basi sulla performance storica. EBIT Earning Before Interest and Tax. Rappresenta il risultato operativo netto di una società ed è spesso utilizzato come fattore per la sua valutazione. EBITDA Earning Before Interest, Tax, Depreciation and Amortisation. Rappresenta il margine operativo lordo (MOL) e, al pari dell EBIT, è spesso utilizzato come fattore per valutare una società. Equity Lo stesso di mezzi propri. L equity è una delle tre componenti di una struttura finanziaria (assieme al debito e al mezzanino). Rappresenta il valore delle azioni di una società in contrapposizione al valore dell impresa (enterprise value), che è uguale al valore dell equity più quello dei debiti finanziari e del mezzanino. Equity kicker Insieme di tecniche che permettano a taluni finanziatori di avere accesso al capitale sociale, immediatamente prima del disinvestimento. Utilizzato in particolare dai finanziatori di debito non garantito (mezzanino), sotto forma di warrants, opzioni di acquisto o conversione di obbligazioni convertibili in azioni. Euribor (Euro Interbank Offered Rate) Tasso interbancario definito a livello europeo, che può essere utilizzato come riferimento per i mutui a tasso variabile. Eurirs (Euro Interest Rate Swap) Tasso interbancario definito a livello europeo che può essere utilizzato come riferimento per i mutui a tasso fisso. Exit route Termine generico con il quale si identifichi il disinvestimento che può avvenire con la vendita a un operatore industriale (trade sale), la vendita a un altro investitore finanziario (secondary buyout)otramiteipo (quotazione della società in un mercato regolamentato). - pagina 8 -

9 Exiting climates Condizioni di mercato che possono condizionare l attrattività o la percorribilità di varie strategie di uscita. Factoring Attività finanziaria attraverso la quale vengono ceduti crediti commerciali a una banca o a un intermediario finanziario per la gestione e l'incasso degli stessi. Esistono due tipologie di contratti di cessione: pro soluto (ossia con il trasferimento del rischio di credito a carico del cessionario, cioè l'acquirente il credito) o pro solvendo (ossia con il mantenimento del rischio di credito a carico del soggetto che lo cede). In alcuni casi al contratto di cessione può essere associato un finanziamento in favore del cedente. Flat pricing In un flat pricing deal, l imprenditore/manager e l investitore istituzionale pagano il medesimo prezzo per le azioni ordinarie. Fin-Net (Financial Dispute Resolution Network) La rete europea di cooperazione tra gli organismi nazionali di risoluzione stragiudiziale delle controversie in materia di servizi finanziari. Vi aderiscono tutti i paesi dell'unione europea, più l'islanda, il Liechtenstein e la Norvegia. Follow-on investment Investimento successivo in una partecipazione già in portafoglio. Particolarmente utilizzato nei diversi round di investimento di uno start-up o di una strategia di build-up (vale a dire, costruzione di un gruppo di aziende operanti nel medesimo settore). FRANCHISING Il franchising, o affiliazione commerciale, è una formula di collaborazione tra imprenditori per la distribuzione di servizi e/o beni, indicata per chi vuole avviare una nuova impresa ma non vuole partire da zero, e preferisce affiliare la propria impresa ad un marchio già affermato. Il franchising è infatti un accordo di collaborazione che vede da una parte un'azienda con una formula commerciale consolidata (affiliante, o franchisor) e dall'altra una società o una persona fisica (affiliato, o franchisee) che aderisce a questa formula. L'azienda madre, che può essere un produttore o un distributore di prodotti o servizi di una determinata marca od insegna, concede all'affiliato, in genere rivenditore indipendente, il diritto di commercializzare i propri prodotti e/o servizi utilizzando l'insegna dell'affiliante oltre ad assistenza tecnica e consulenza sui metodi di lavoro. In cambio l'affiliato si impegna a rispettare standard e modelli di gestione e produzione stabiliti dal franchisor. In genere, tutto questo viene offerto dall'affiliante all'affiliato tramite il pagamento di una percentuale sul fatturato (royalty) e/o una commissione di ingresso (fee) insieme al rispetto delle norme contrattuali che regolano il rapporto Fund of funds Fondo che investe in altri fondi. In questo modo, scegliendo fondi differenti e in paesi differenti, si ha la possibilità di ridurre il rischio di portafoglio. Future Capital Back Il Future Capital Back è un finanziamento di scopo brevettato il 04/09/2006 N.ro SIAE Sez. OLAF Roma Numero Attestato del registrato presso la C.C.I.A.A. di Bari - Ufficio Brevetti Roma in data 05/09/2006 con numero BA06 C promosso in esclusiva da GMBANK - pagina 9 -

10 Il Future Capital Back è un finanziamento appositamente studiato per le Piccole e Medie Imprese con lo scopo di favorirne il rilancio e/o lo sviluppo attraverso la ricostituzione del cash flow aziendale. A fronte di un piano di rimborso di dieci anni, il Future Capital Back finanzia - mediante dieci erogazioni semestrali - cinque anni di futuri costi di gestione oltre all eventuale indebitamento aziendale in essere alla data della richiesta. L effetto di una operazione di Future Capital Back - nei rispettivi flussi cassa del cliente - è quello di ridurre notevolmente (quasi al 50%) le partite contabili registrate in uscita agevolando, di conseguenza, l incremento della liquidità (il cash flow) utilizzata dal cliente per la realizzazione degli ampliamenti produttivi e/o per il risanamento e la ristrutturazione della sua azienda. Good leaver Si veda bad leaver. Goodwill Comunemente detto avviamento, rappresenta quella parte di valore di una società che eccede il valore dei suoi assets tangibili. Hands-on/Hands-off Comportamento assunto da un investitore finanziario nella gestione di una partecipazione. L approccio hands-on identifica una presenza più attiva nella gestione e nella definizione delle strategie di un impresa partecipata. Viceversa, un approccio hands-off connota il comportamento di un investitore passivo (detto anche sleeping partner). Home Banking Servizio bancario che permette di effettuare, mediante il collegamento telematico tra utente e intermediario, un insieme di operazioni sul proprio conto corrente senza recarsi presso i locali dell'intermediario stesso. Hurdle rate Tasso di interesse al di sopra del quale scattano i meccanismi di incentivazione per i professionisti che gestiscano fondi chiusi, a valere sui rendimenti realizzati in fase di disinvestimento totale o parziale. Independent fund Fondo in cui la maggior parte delle fonti deriva da terzi. Si contrappone ai fondi captive. Interesse Compenso che spetta a chi presta (intermediario) o deposita (cliente) una somma di denaro per un certo periodo di tempo. Interest cover Covenant utilizzato dalle banche per calcolare l ammontare massimo di finanziamento erogabile in favore di una società (debt cei-ling). Può essere calcolato come rapporto degli oneri finanziari sull EBIT o sull EBITDA ed è una misura sintetica della capacità di rimborso. IPO - Initial Public Offering Processo che si conclude con la quotazione di una società presso un mercato regolamentato. - pagina 10 -

11 IRR - Internal rate of return Tasso interno annuo composto di rendimento che annulla il valore attuale dei flussi monetari futuri di un investimento. È un parametro utilizzato per valutare la performance di un investitore istituzionale e come tale riveste un importanza cruciale per ogni tipologia di operazione. Istituti di moneta elettronica (IMEL) Imprese, diverse dalle banche, che svolgono in via esclusiva l'attività di emissione di moneta elettronica. Possono anche svolgere attività connesse e strumentali a quella esercitata in esclusiva e offrire servizi di pagamento. E' preclusa loro l'attività di concessione di crediti in qualunque forma. Key man insurance Assicurazione sulla vita dei manager più importanti, sottoscritta dall impresa a beneficio dell investitore o della società. LBO/LBI Leveraged Buy-Out/Leveraged Buy-In. Acquisizione di una società effettuata ricorrendo al debito finanziario, e quindi contando sui flussi di cassa futuri generati dalla società medesima per provvedere al servizio e al ripagamento del debito. Si veda anche la definizione di MBO/MBI. Lead investor Investitore istituzionale che assume il ruolo di leadership in operazioni complesse e con altri investitori che seguono a ruota, detti follower. Leasing Contratto con il quale il locatore (società di leasing) concede al locatario il godimento di un bene per un tempo determinato. Il locatario, al termine della locazione, ha facoltà di acquistare la proprietà del bene a condizioni prefissate. Il bene viene preventivamente acquistato o fatto costruire dal locatore su scelte e indicazioni del locatario. Leverage Sinonimo di leva finanziaria. È una tecnica di acquisizione di una società (per l appunto mediante ricorso al debito) tipica dei LBO/LBI. Listing requirements Serie di condizioni che devono essere rispettate affinché un titolo possa essere quotato su di un mercato regolamentato. Lock-up agreement Accordo tra gli azionisti «storici» di una società e il mercato, in sede di IPO, che richiede ai primi di non vendere le proprie azioni per un certo tempo, definito di lock-up. La ragione sottostante questo accordo è che una vendita in blocco potrebbe dare segnali negativi al mercato e deprimere, di conseguenza, il corso del titolo neo quotato. Junior/Senior loan Nelle operazioni di leverage, finanziamento subordinato o privo di garanzie collaterali (junior) oppure finanziamento assistito da garanzie (senior). - pagina 11 -

12 Management fee Commissione che spetta ai gestori di fondi chiusi per i servizi di consulenza e gestione delle partecipazioni realizzati a favore di tali investitori istituzionali. Si colloca tra il 2 e il 2,5 per cento annuo sull ammontare dei fondi gestiti. Market capitalisation Numero di azioni in circolazione moltiplicato per il prezzo a cui vengono scambiate sul mercato. La capitalizzazione di mercato è uno standard comunemente utilizzato per sintetizzare il valore di una società quotata. Market Plan Il Market Plan rappresenta il piano di mercato sottostante il Progetto, ovvero le attività economiche che saranno attivate a sostegno delle azioni di risanamento e/o di sviluppo dell Impresa principale. L obiettivo principale sarà quello di determinare il nuovo percorso di crescita sulla base delle effettive potenzialità di crescita dell Impresa principale (capacità produttiva / conoscenze / knowhow dell impresa principale) rispetto al proprio mercato. A seconda delle peculiarità del mercato e delle indicazioni rilevate nel check-up economicofinanziario (con particolare riferimento alle caratteristiche temporali dei flussi finanziari) il Piano di Mercato può essere contraddistinto da diverse tipologie di intervento, dall ampliamento della rete produttiva all internazionalizzazione di impresa. In ogni caso, il primo fattore sarà quello di assegnare un giusto equilibrio finanziario alle attività esistenti al fine di consentire la serena programmazione delle attività di espansione. A seconda degli indici finanziari preesistenti (tensione finanziaria / cash-flow) tali orientamenti possono quindi determinare - anche in questo caso - l attivazione di particolari strategie come ad esempio la costituzione di apposita società di scopo (la Trading Company) per l approvvigionamento di materie prime e/o la distribuzione in determinate filiere delle produzioni programmate. MBI/MBO Il Management Buy-In è un operazione di acquisizione di una società effettuata da un investitore finanziario con il supporto di manager esterni alla società target. Il Management Buy-Out è invece la modalità di acquisizione di una società effettuata da parte di un investitore finanziario insieme con uno o più manager già inseriti nella società target. MBU Management Build-Up Operazione di management buy-out o buy-in seguita da successive acquisizioni di altre società operative indipendenti (in qualche modo integrabili, per tipo di prodotto, tecnologia, mercato di sbocco ecc.), che vengano così a far parte dello stesso gruppo condotto unitariamente dallo stesso management alla ricerca di ogni possibile sinergia. Merchant Bank Nei diversi paesi e nei diversi periodi storici si sono usate espressioni diverse per indicare i diversi aspetti. Banca di affari indica in prevalenza il ruolo di intermediario finanziario Banca di investimento prevale il ruolo di investimento a medio o lungo termine, spesso con assunzione di capitale di rischio (azioni) Private bank quando prevale la raccolta di danaro da una clientela altamente selezionata. - pagina 12 -

13 Merchant Bank nell'accezione antica era la banca specializzata sul credito su merci, passata poi agli investimenti mobiliari. Mediocredito banca specializzata nel credito mobiliare a medio termine. In molti paesi il termine comprende tutte le Banche di investimento, che viene percepito come un sinonimo. In altre invece le banche di investimento non sono separate rigidamente dalle banche d'affari in un sistema di banca mista tipica della Germania dell'inizio del '900. I campi d'azione sono: a) consulenze per imprenditori, aziende e governi; b) gestione di acquisizioni, fusioni e ristrutturazioni di aziende; c) investimenti su materie prime, derivati e azioni a rischio; d) amministrazione di fondi d'investimento e fondi pensione. Le istituzioni finanziarie ora denominate "Banche d'affari" o Merchant Bank sono, in effetti, le banche originali. Queste vennero create nel Medioevo dai mercanti di grano italiani. A mano a mano che i mercanti lombardi e i banchieri crescevano di importanza sulla base del mercato cerealicolo della pianura lombarda, molti ebrei, in fuga dalle persecuzioni del regime spagnolo, vi si rifugiarono attratti dal fiorente commercio. Essi portarono con sé antiche pratiche commerciali utilizzate in oriente, sulla rotte della seta. Originariamente destinati al finanziamento di lunghi viaggi commerciali, queste pratiche sono state utilizzate per finanziare la produzione di grano. Nell Italia medioevale gli ebrei non potevano essere proprietari terrieri, perciò essi intrapresero il commercio, a fianco dei mercanti locali. Gli ebrei avevano un grande vantaggio rispetto alla gente del posto: ai cristiani era severamente vietato prestare denaro a tasso di interesse per non peccare di usura, agli ebrei no. Pertanto essi concedevano agli agricoltori un prestito ad alto rischio avendo quale garanzia le colture in campo. In questo modo si garantivano inizialmente i diritti di vendita del grano al momento dell eventuale raccolto. Successivamente garantirono anche la consegna del grano direttamente in porti lontani. In entrambi i casi il loro profitto derivò dal fatto di acquistare anticipatamente a sconto il grano a fronte di una speranza di aumento futuro dei prezzi. Questa tipologia di commercio permise nel tempo la nascita di una nuova classe di mercanti che anziché commerciare in grano, commerciavano il relativo debito commerciale. Il passaggio dal finanziamento del commercio per proprio conto al finanziamento a favore di altri è stato alquanto breve. Di conseguenza vi fu la necessità di erigere delle ricevitorie, denominate banco, per la regolamentazione delle compravendite di grano che venivano effettuate attraverso dei biglietti ovvero delle note scritte dalle persone che compravendevano il grano. E così i banchi dei commercianti nei grandi mercati di sementi divennero dei luoghi presso i quali depositare del denaro a fronte di biglietti, (ricevute, note scritte, lettere di cambio, successivamente cambiali, in seguito assegni). Questi fondi, depositati e detenuti per il pagamento dei corrispettivi derivanti dai contratti di compravendita di grano, vennero talvolta utilizzati nel frattempo dal proprietario del banco. Il termine bancarotta deriva appunto da banco e rotto, che era in effetti ciò che accadeva quando qualcuno perdeva i depositi dei propri clienti-commercianti. Crebbe velocemente l abitudine di remunerare i depositanti attraverso sconti di interesse rapportati a fronte di ciò che avrebbero potuto guadagnare impiegando il proprio denaro nei commerci effettuati dal banco ; in breve, si vendeva loro un interesse in un determinato affare, superando così il rischio di usura. Ancora una volta non si è fatto altro che sviluppare semplicemente quello che era un antico metodo di finanziamento del trasporto delle merci a lunga distanza. I mercati italiani del periodo medioevale furono sconvolti da guerre e limitati dalla frammentazione degli stati italiani. E così la generazione successiva di banchieri nacque da mercanti ebrei emigrati in Germania e in Polonia, importanti zone di coltivazione dei cereali. Molti di questi commercianti erano membri della stessa famiglia che aveva contribuito allo sviluppo del processo bancario in Italia, ed erano discendenti delle famiglie che secoli prima erano fuggiti dalla Spagna verso Inghilterra e Italia. - pagina 13 -

14 Questi furono gli eventi che resero possibile l avvento di famiglie di banchieri i cui nomi sono tuttora noti quali i Schroders, i Warburgs, i Rothschild e i Barings. Pertanto la banca d affari può essere definito come "un istituto che copre una vasta gamma di attività, quali la gestione dei servizi alla clientela, la gestione del portafoglio, la predisposizione di prestiti sindacati, l'accettazione di credito, di consulenza e di assicurazione, ecc. Nel Regno Unito le banche d affati sono anche note come società di emissione di titoli di credito e accettazione. Negli Stati Uniti sono altresì conosciute come banche di investimento. Le moderne banche d affari tendono a consigliare le imprese e gli imprenditori su come usare i loro soldi. Mezzanine Modalità di finanziamento con caratteristiche in parte simili a quelle del debito e in parte simili a quelle di una partecipazione al capitale. Prende generalmente la forma di obbligazioni convertibili o di warrants. La sua remunerazione è in genere superiore al senior loan per effetto del maggior rischio legato alla postergazione rispetto al debito classico (da 1 a 3 per cento in più) e dispone di una possibilità di partecipazione al capitale (equity kicker). Ci sono anche bonds cosiddetti ad alto rendimento (high yield) che non danno accesso al capitale, ma beneficiano di tassi di interesse nettamente superiori ai tassi senior, tant è che nell attuale momento di mercato si vedono high yield con tassi del per cento. Mutuo (contratto di) Il mutuo bancario è la principale forma di prestito che le banche concedono nel medio-lungo termine e, per le sue caratteristiche, è funzionale all'acquisto di immobili, in particolare della casa di abitazione. La restituzione del prestito avviene attraverso la corresponsione di rate nell'arco di un periodo predefinito secondo un piano, detto di "ammortamento". Ogni rata è composta di una quota capitale, a titolo di restituzione del prestito, e di una quota interessi. A seconda del tipo di tasso di interesse applicato si distingue fra mutuo a tasso fisso (che cioè non si modifica durante la vita del contratto) e a tasso variabile (che si può modificare nel tempo in relazione all'andamento del costo del denaro). Il mutuo è ipotecario nel caso in cui il rimborso nei confronti della banca è garantito da un'ipoteca sul bene acquistato. NewCo Letteralmente New company. È una società veicolo utilizzata per acquistare un ramo d azienda (asset deal) ovvero le azioni di una società target (share deal). Open bid Vendita di un impresa organizzata da un intermediario, attraverso il meccanismo dell asta privata, durante la quale i compratori sono selezionati con cura nel corso di una procedura dettagliatamente definita. Obbligazione L'obbligazione è un titolo di credito che conferisce all'investitore (obbligazionista) il diritto a ricevere, alle scadenze predefinite, il rimborso del capitale sottoscritto e una remunerazione a titolo di interesse (chiamata "cedola"); per il soggetto emittente il titolo - che può essere uno Stato o un altro ente pubblico, un organismo sovranazionale, una banca o una società di altro genere - l'obbligazione rappresenta un debito. Esistono obbligazioni che attribuiscono al possessore il diritto di convertirle, nei termini e con le modalità prefissate, in azioni della società emittente o di altre società. Per molte obbligazioni esiste un mercato secondario sul quale sono negoziate. - pagina 14 -

15 Payment in Kind (PiK) Caratteristica di un titolo che permette all emittente di pagare dividendi (azioni) o interessi (titolo di debito) nella forma di altri titoli della medesima classe. Parti Il cliente e l'intermediario tra i quali è insorta la controversia. Poison pill Il più famoso strumento anti-scalata (take over). Generalmente assume la forma di un opzione garantita ad alcuni azionisti esistenti di comprare azioni a un prezzo molto più favorevole di quello di mercato, diluendo in questo modo la posizione di chi sta tentando la scalata. Post-money valuation Valutazione di una società effettuata immediatamente dopo il più recente round di finanziamento. Si contrappone alla valutazione definita pre-money. Posta elettronica certificata (PEC) La PEC è un servizio, offerto da operatori inseriti in uno specifico elenco pubblico tenuto dal Centro Nazionale per l'informatica nella Pubblica Amministrazione (CNIPA), che consente la trasmissione elettronica dei messaggi con valore equiparabile a quello della raccomandata A/R. Al momento dell'inoltro, il gestore del servizio PEC invia al mittente una ricevuta dell'avvenuta (o mancata) trasmissione del messaggio. Le normali , anche se provviste di forme di ricevute di avvenuta consegna o lettura, non hanno valore di posta elettronica certificata. Pre-emption right Sinonimo di prelazione. In caso di vendita delle azioni di una società, garantisce agli azionisti esistenti la facoltà di essere preferiti rispetto a qualunque terzo, a parità di termini e condizioni. Price earning ratio Rapporto tra il valore della capitalizzazione di borsa e il risultato netto di un impresa. Prodotti composti Prodotti composti da due o più contratti tra loro collegati (non necessariamente aventi ad oggetto prodotti bancari ma anche strumenti finanziari o prodotti assicurativi) che realizzano un'unica operazione economica. La disciplina di trasparenza bancaria prevede che per i prodotti composti le banche devono predisporre un unico foglio informativo, relativo a tutte le componenti del prodotto offerto. Se alcune componenti del prodotto sottostanno anche a disciplina diversa da quella bancaria (ad esempio, perché aventi natura assicurativa o di servizio d'investimento), i fogli informativi fanno riferimento all'esistenza di tali componenti e rinviano agli eventuali strumenti di trasparenza per esse stabiliti dalle normative di settore. In ogni caso, il foglio informativo riporta tutti i costi che il cliente deve sostenere, a qualsiasi titolo, in relazione al prodotto composto. Put option Diritto di vendere un determinato bene a un prezzo predefinito, a una certa data ovvero entro una certa data. Ratchet Meccanismo di incentivazione per l imprenditore/manager che permette a quest ultimo, in sede di disinvestimento, di ottenere più di quanto gli spetterebbe in considerazione della sua - pagina 15 -

16 partecipazione. Generalmente questo incentivo si concretizza in una retrocessione in denaro che l investitore di private equity è disposto a riconoscere tutte le volte che si superano determinate soglie di rendimento. Reclamo L'atto con cui il cliente, identificandosi chiaramente, contesta all'intermediario in forma scritta (ad esempio, lettera, fax, ) un comportamento di cui è rimasto insoddisfatto. Reference checking Processo di verifica delle referenze personali e professionali dei manager candidati per un MBO/MBI. Reporting Insieme di informazioni richieste da un investitore istituzionale e prodotte da un azienda partecipata per permettere un monitoraggio continuo dell impresa. È una modalità di condivisione delle informazioni e di controllo sull andamento del valore della partecipazione. Restructuring Plan L attività connessa al processo di risanamento e ristrutturazione di impresa ha come obiettivo quello di assegnare un esatto equilibrio finanziario ai principali indici di bilancio attraverso la riqualificazione e la ristrutturazione del passivo (asset improduttivi / debiti). Nell ambito di tale attività possono essere attivati determinati interventi strategici - anche di natura straordinaria - come la scissione e/o la cessione / vendita di specifici rami di azienda di indipendenza economica (Asset Deal) o la cessione del debito all interno di specifiche attività di scopo appositamente costituite per la gestione / ristrutturazione / rinegoziazione del debito stesso (la Bad Company). Retainer fee E una commissione riconosciuta per l attività preliminare al Progetto indipendentemente dal buon esito dell operazione ed è solitamente rapportata in misura proporzionale all ammontare delle attività e passività analizzate. Ricorso irricevibile Ricorso incompleto, irregolare o presentato oltre i termini previsti. Ad esempio: ricorso che palesemente non rientri nella competenza dell'arbitro; ricorso proposto oltre la scadenza del termine di 12 mesi dalla presentazione del reclamo all'intermediario; ricorso in cui sia indeterminato il cliente o l'intermediario oppure proposto nei confronti di soggetti che non sono intermediari; ricorso in cui manchi la contestazione di un comportamento dell'intermediario; ricorso per il quale non sia attestato il versamento del contributo spese di 20 euro; ricorso presentato senza utilizzare l'apposita modulistica oppure privo di firma; ricorso relativo a operazioni o comportamenti dell'intermediario anteriori al 1 gennaio Roadshow Processo durante un offerta pubblica nel quale il management della società emittente e il capofila per il collocamento incontrano gruppi di potenziali investitori in città e paesi diversi, con l obiettivo di stimolare il loro interesse mediante la descrizione accurata del business e le prospettive di crescita di valore. - pagina 16 -

17 First, second, third... round Primo, secondo, terzo ecc. aumento di capitale, che costituiscono altrettante tappe del finanziamento del progetto o della società. Si applica più in particolare agli start-up. Seed money Finanziamento di un progetto nella fase iniziale e di sperimentazione, per poter valutare la valenza economica e la sostenibilità di una nuova tecnologia o applicazione. Servizi bancari L'insieme dei prodotti offerti dalle aziende di credito e collaterali alle operazioni bancarie di raccolta e di impiego: ad esempio bonifici, deposito e negoziazione di titoli, gestione di patrimoni. Sleeping partner Investitore passivo. Si contrappone a hands-on in-vestor. Somministrazione (contratto di) Il contratto di somministrazione è il contratto con cui una parte (somministrante) si obbliga, verso corrispettivo di un prezzo, a eseguire, a favore dell'altra (somministrato), prestazioni periodiche o continuative di cose (art 1559 c.c.) Non si deve confondere con l'istituto regolato dal D. lgs. n. 276/2003, ossia il contratto di somministrazione di lavoro. Il contratto di somministrazione è disciplinato dal codice civile italiano agli artt La somministrazione è un contratto: Consensuale, poiché si perfeziona con il (solo) consenso delle parti; Oneroso, poiché presuppone il corrispettivo di un prezzo; A prestazioni corrispettive, in quanto una parte si obbliga a pagare il prezzo e l'altra a fornire la prestazione; Di durata, dato che l'esecuzione delle prestazioni non è istantanea (prestazioni periodiche o continuative). Tale caratteristica è fondamentale per capire la natura contrattuale che differisce notevolmente dalla vendita a consegne ripartite. Nello specifico, la vendita a consegne ripartite risulta essere una prestazione unitaria frammentata per esigenze di attuazione mentre la somministrazione soddisfa il duraturo bisogno del somministrato di disporre della materia prima indispensabile per lo svolgimento della sua attività e quindi non è esauribile uno actu. L'ordinamento giuridico italiano non circoscrive l'ambito di applicazione della somministrazione, per cui si possono trovare forme di somministrazione caratterizzate dal passaggio di proprietà delle cose fornite (s. di consumo) e forme in cui è soddisfatta solo l'esigenza temporanea di godimento (s. d'uso). Esempi di contratti di somministrazione: fornitura di acqua, gas, energia elettrica, giornali, riviste, ecc. Il codice civile disciplina anche l'entità della prestazione, infatti all'art cc stabilisce che in assenza di un precedente accordo la quantità si presume sulla base del normale fabbisogno del creditore e come periodo di riferimento si prende quello del perfezionamento del contratto. In caso contrario è il somministrato a stabilire il quantitativo dovuto oppure può limitarsi a definire un limito minimo e massimo entro il quale il somministrante può impegnarsi. Anche in riferimento al prezzo sono previste due modalità; nello specifico: a) A forfait; b) Sulla base dell'effettiva quantità fornita. - pagina 17 -

18 Inoltre il prezzo può essere definito per tutta la durata del contratto o sottoposto a revisioni periodiche. Nell'ipotesi, piuttosto inverosimile, che le parti non si siano accordate su tale aspetto si seguono le disposizioni in materia di compravendita e quindi il prezzo è quello normalmente applicato dal venditore ed eventuali spese accessorie sono a carico dell'acquirente. Spin-off Separazione di una divisione di un gruppo e creazione di una società indipendente e autonoma dal punto di vista operativo, oltre che finanziario. SPV - Special Purpose Vehicle società veicolo, costituita appositamente per operazioni di cartolarizzazione (securitisation). Standing Qualità del profilo societario percepito dall esterno (fornitori, clienti, banche ecc.), ovvero, in altro contesto, qualità delle operazioni di investimento realizzate da un investitore istituzionale; in altre parole, la sua reputazione nella business community. Stock option Opzione che permette al management di partecipare al capitale a condizioni vantaggiose. Il suo status giuridico e fiscale è oggetto di modificazioni e adattamenti specifici, paese per paese. Strumenti finanziari Il Testo Unico della Finanza (d.lgs. n. 58/1998) definisce strumenti finanziari le azioni e i titoli rappresentativi di capitale di rischio, le obbligazioni, i titoli di Stato, i titoli negoziabili sul mercato dei capitali, le quote di fondi comuni di investimento, gli strumenti finanziari derivati. Strumenti finanziari derivati Attività finanziarie il cui valore è determinato da quello di altri titoli scambiati sul mercato. Tra gli strumenti negoziati sui mercati regolamentati si ricordano i futures e le opzioni; tra quelli scambiati sui mercati over-the-counter si ricordano gli swap e i contratti forward. Success fee Commissione di consulenza pagata unicamente in caso di successo dell operazione Syndication Operazione il cui finanziamento è assicurato da diversi operatori finanziari tra cui può esistere un leader, nel qual caso gli altri operatori vengono detti followers. TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) Indica il costo totale del credito, espresso in percentuale su base annua sull'ammontare del finanziamento concesso, calcolato in conformità alla disciplina prevista dalla legge. Il TAEG rappresenta un termine di confronto molto utile, soprattutto per i mutui a tasso fisso, e deve essere sempre indicato nella documentazione contrattuale. Tag-along right Diritto di co-vendita. Se un azionista di maggioranza vende parte della sua quota a un terzo, l investitore di private equity che abbia questo diritto può chiedere di vendere le sue azioni (pro quota) allo stesso prezzo e alle medesime condizioni. - pagina 18 -

19 Tasso di interesse La misura percentuale dell'interesse che il debitore deve riconoscere al creditore. Può essere fisso, ossia definito inizialmente e non soggetto a cambiamenti per tutta la durata del rimborso del prestito, oppure variabile o 'indicizzato', che può variare periodicamente perché ancorato ad alcune grandezze soggette a variazione e oggettivamente valutabili. TEGM (Tasso Effettivo Globale Medio) Tasso di interesse pubblicato ogni tre mesi dal Ministero dell'economia e delle finanze come previsto dalla legge sull'usura. Per verificare se un tasso di interesse è usurario e, quindi, vietato, bisogna individuare, tra tutti quelli pubblicati, il TEGM dei mutui, aumentarlo di un quarto cui si aggiunge un margine di ulteriori quattro punti percentuali. La differenza tra il limite e il tasso medio non può essere superiore a otto punti percentuali e accertare che quanto richiesto dalla banca non sia superiore. Track record Risultati finanziari di un investitore istituzionale ottenuti nel corso delle sue operazioni passate e già concluse, e tesi ad avvalorarne la professionalità e lo standing in sede di nuovi investimenti. Trading Company a seconda delle indicazioni / finalità progettuali, può essere costituita in partecipazione o direttamente da GMBank con il supporto di apposite piattaforme finanziarie. In tale caso il valore aggiunto della Trading Company sarà rappresentato dalla possibilità di operare su mercato internazionale con l ausilio di specifici strumenti di pagamento (commercial papers / promissory notes) prevedendo il pagamento dilazionato fino ad un massimo di sessanta mesi sia per l approvvigionamento di materie prime che per la vendita di prodotti finiti. Il Market Plan, inoltre, può prevedere la costituzione di specifiche reti di vendita e/o di distribuzione come ad esempio l affiliazione commerciale disciplinata dalla Legge 129/2004 (franchsing) o l attivazione di nuove formule di distribuzione in somministrazione ai sensi dell articolo 1559 del codice civile. In entrambi i casi, il valore aggiunto di tali orientamenti, sarà rappresentato dalla possibilità di assegnare - alle medesime programmazioni - particolari linee di credito alla rispettiva clientela (affiliati commerciali / somministrati). Attraverso un programma di condivisione del rischio tra GMBank e l Impresa principale, ovvero la costituzione da parte di quest ultima di apposita garanzia, potrà infatti essere assegnato un plafond di sovvenzioni all intero programma per il finanziamento - in favore della clientela - dei primi cinque anni di affiliazione commerciale e/o di somministrazione. Nell ambito di tali attività, inoltre, il supporto fornito da GMBank con l ausilio di specifici strumenti finanziari ricadenti nell attività di merchant banking (ovvero di Banca d Affari) consente di poter assegnare maggiore sostenibilità sia alle programmazioni effettuate dall Impresa principale sia a quelle promosse in esecuzione del medesimo programma rispetto alla relativa clientela. Su determinati programmi di espansione ed internazionalizzazione possono essere infatti costituite, direttamente da GMBank, molteplici società di scopo (le Start-Up) al fine di consolidarne l avviamento / finanziamento per poi cederle (con maggior appeal) a potenziali investitori del settore. Trade sale Vendita di una società a un investitore industriale. - pagina 19 -

20 Turnaround Operazione con la quale un operatore finanziario acquisisce una società in dissesto con l obiettivo di renderla nuovamente sana e profittevole. Valuta Moneta circolante in un paese. Way-out Sinonimo di exit route. Weighted Average Cost of Capital (WACC) Tasso utilizzato nei modelli di valutazione per scontare i flussi di cassa futuri attesi. Riflette l opportunità di far leva sull indebitamento finanziario e considera la deducibilità fiscale degli oneri finanziari per l identificazione della struttura patrimoniale ottimale. Write-off Svalutazione di una partecipazione in portafoglio fino al valore zero. Il valore di un investimento viene eliminato e il rendimento per gli investitori è nullo o addirittura negativo. Si contrappone al write-up. - pagina 20 -

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO BANCA DEGLI ERNICI di Credito Cooperativo SCpA VIA ROMANA SELVA, SNC - 03039 - SORA (FR) Tel. : 07768520 - Fax: 0776852030 Email:info@bancadegliernici.it

Dettagli

Il Project Financing. Introduzione

Il Project Financing. Introduzione Il Project Financing Introduzione Il Project Financing nasce nei paesi anglosassoni come tecnica finanziaria innovativa volta a rendere possibile il finanziamento di iniziative economiche sulla base della

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma PRODOTTO BASE UTENTE INFORMAZIONI SULL EMITTENTE ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo Sede legale e amministrativa Numero telefonico: 800.991.341 Numero fax: 06.87.41.74.25 E-mail

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI PESCIA-CREDITO COOPERATIVO SOC.COOP. Via Alberghi n. 26-51012 - PESCIA (PT) Tel. : 0572-45941 - Fax: 0572-451621 Email:

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import)

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. Sede Legale e Direzione generale: Via Matteotti 8/B - 44042 CENTO (FE) Tel. 051 6833111 - Fax 051 6833237 CODICE FISCALE, PARTITA IVA e Numero

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia Normativa sulla Trasparenza Bancaria Foglio informativo sulle operazioni e servizi offerti alla clientela 5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Valconca

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo Agrobresciano Soc. Coop. Piazza Roma, 17-25016 - GHEDI (BS) Tel. : 03090441 - Fax: 0309058501 Email:

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

GUIDA PRATICA AL CAPITALE DI RISCHIO

GUIDA PRATICA AL CAPITALE DI RISCHIO GUIDA PRATICA AL CAPITALE DI RISCHIO Avviare e sviluppare un impresa con il venture capital e il private equity GUIDA PRATICA AL CAPITALE DI RISCHIO Indice 1. Perché una guida...4 2. L investimento nel

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario 13 maggio 2009 Agenda Criteri di classificazione dei mercati Efficienza dei mercati finanziari Assetto dei mercati mobiliari

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi Si è ritenuto di precisare che nel caso di un prestito obbligazionario che prevede un unico rimborso alla scadenza o di obbligazioni senza cedola (zero

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATIVI

DOCUMENTI INFORMATIVI Sede sociale: Cortona, Via Guelfa, 4 Iscritta all albo delle Banche al n. matr. 506.6.0 Capitale sociale e riserve al 31/12/2013 32.044.372,37 i.v. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di AREZZO

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli