CIO View. Politiche delle banche centrali. Ognuno per la sua strada. Deutsche Asset & Wealth Management

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CIO View. Politiche delle banche centrali. Ognuno per la sua strada. Deutsche Asset & Wealth Management"

Transcript

1 Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre 2014 CIO View Politiche delle banche centrali Ognuno per la sua strada

2 Nove posizioni Le nostre previsioni Nel 2015 la crescita economica globale manterrà la rotta. L anno prossimo la crescita economica statunitense guadagnerà velocità. Probabile un lieve aumento dei tassi di interesse della Fed nel terzo trimestre ,7% Mondo 3,2% Stati Uniti * * 0,25-0,50%* Stati Uniti * Stime Deutsche AWM al 18/9/14 * Stime Deutsche AWM al 18/9/14 * Stime Deutsche AWM Dati a fine ottobre 2014 Politiche monetarie ancora espansive nell Eurozona e in Giappone. L atteso intervento della BCE dovrebbe accrescere le divergenze di politica monetaria. Le aspettative di un rialzo dei tassi della Fed nel 2015 sosterranno il dollaro USA. L assenza di pressioni inflazionistiche limita il rialzo dei rendimenti obbligazionari. I tassi di interesse reali negativi continuano a sostenere i mercati azionari. Strategia di allocazione degli asset del nostro portafoglio modello bilanciato: Materie prime 1,0% 10,0% Strumenti alternativi Mercato azionario 48,0% 41,0% Reddito fisso I termini rilevanti sono definiti nel glossario in calce a questo numero. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento il capitale originariamente investito. Fonte: Deutsche Asset & Wealth Management Investment GmbH, dati a fine ottobre CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre 2014

3 Lettera agli investitori Opportunità di acquisto Dopo una lunga corsa al rialzo, il mercato è entrato in una fase di consolidamento. L outlook dei titoli azionari rimane decisamente positivo, ma la volatilità è aumentata. In occasione della riunione del Fondo Monetario Internazionale (FMI) svoltasi a Georgetown lo scorso ottobre, il direttore dell Istituto Christine Lagarde ha annunciato l outlook dell FMI per il prossimo anno*, concludendo il suo intervento con un esortazione: è necessario creare un "nuovo momentum. A cinque anni dalla fine della crisi finanziaria, l economia globale si sta riprendendo molto lentamente. Nel suo discorso, Lagarde ha attribuito questa situazione alla mancata interazione tra politiche monetarie e fiscali. Le politiche monetarie hanno fatto la loro parte, ha sottolineato il direttore dell FMI, ma per generare tassi di crescita più elevati i leader politici devono ora affrontare le politiche fiscali, la riforma strutturale del mercato del lavoro e di altri mercati e gli investimenti pubblici nelle infrastrutture. Dopo le parole di Christine Lagarde, l FMI ha tagliato le proprie stime di crescita per il 2014 e Il discorso di Georgetown, associato ai dati sul calo della produzione industriale in Germania e al letargo dell economia giapponese, ha gettato un'ombra sullo scenario degli investimenti. Le continue tensioni in Medio Oriente e il diffondersi del virus Ebola in Africa occidentale hanno esacerbato i timori degli investitori, e per tutta risposta i mercati azionari hanno subito un crollo da metà settembre a metà ottobre. Il basso tasso di crescita rende sempre più accidentato il percorso della ripresa * Discorso tenuto da Christine Lagarde il 2 ottobre 2014 presso l università di Georgetown; Fonte: FMI economica, e tutti questi scossoni alimentano la volatilità dei mercati. Gli Stati Uniti crescono a velocità sostenuta, ma nell Eurozona la ripresa prosegue molto lentamente. Per questo motivo la situazione dell area euro è stata al centro del meeting annuale dell FMI, che ha raccomandato ai responsabili politici dell Eurozona di avviare l acquisto di titoli societari e sovrani, ovvero, in sostanza, di dare inizio all allentamento quantitativo (QE). Il governo tedesco è Nonostante l aumento della volatilità, continuiamo a ravvisare opportunità di investimento sui mercati azionari stato incoraggiato ad aumentare la spesa per rivitalizzare l economia. Secondo la mia opinione, attualmente le probabilità che l'eurozona dia avvio al programma di allentamento quantitativo sono superiori al 50%. Per contro, negli Stati Uniti il Federal Reserve Board (Fed) probabilmente aumenterà il tasso di riferimento nel secondo semestre del 2015, attuando il primo rialzo dei tassi dal Questo significa che il dollaro si rafforzerà e l euro continuerà a indebolirsi. In mezzo a tutte queste notizie economiche negative, è facile lasciarsi sfuggire uno sviluppo in particolare: l economia globale continua a espandersi, sia pure a ritmi contenuti. I titoli azionari che traggono vantaggio da questa crescita costante, e distribuiscono un buon dividendo, dovrebbero continuare a riscuotere il favore degli investitori. In particolare, saranno le azioni delle società cicliche maggiormente favorite dall espansione della crescita a offrire il massimo potenziale di rialzo. Il recente calo delle quotazioni potrebbe rivelarsi un buon punto di ingresso. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e analisi o modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento il capitale originariamente investito. Asoka Wöhrmann, Chief Investment Officer CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre

4 La BCE punta all allentamento quantitativo L aumento dei tassi di interesse statunitensi inciderà sul mercato obbligazionario dell Eurozona, accentuando le pressioni sulla Banca Centrale Europea (BCE) affinché lanci un piano di allentamento quantitativo sui titoli di Stato. Erano gli inizi del 1971 quando l allora Segretario di Stato americano John Bowden Connally lanciò un messaggio ai ministri delle finanze europei: Il dollaro è la nostra moneta, ma è il vostro problema. Quest affermazione è valida oggi come allora. A quell epoca, il governo statunitense stava abbandonando il gold standard che definiva il valore del dollaro USA, una decisione che indebolì la valuta. Di conseguenza, molti Paesi che avevano accumulato ingenti quantità di dollari videro crollare il valore delle loro riserve valutarie. Questa volta il dollaro si sta rafforzando, ma la causa ultima di questo trend potrebbe comunque avere ripercussioni negative, sebbene di diversa natura. A ottobre la Fed ha chiuso il QE, e adesso il focus dei mercati si è spostato sul futuro andamento dei tassi di interesse USA. L economia statunitense cresce a ritmi sostenuti e il tasso di disoccupazione è in calo, pertanto ci aspettiamo che la Fed attuerà il primo rialzo dei tassi di interesse nel secondo semestre del Negli Stati Uniti come altrove, i mutuatari che negli ultimi anni hanno approfittato dei tassi bassi dovranno quindi fare i conti con un onere per interessi più elevato. Inizialmente l impatto dell aumento dei tassi potrebbe non essere poi così negativo, in quanto il tasso nominale dei Fed Funds è molto basso e il tasso reale è negativo. Ma se la Fed continuerà ad alzare i tassi anche negli anni successivi il rischio di default del credito aumenterà, e con esso i rischi di credito in generale. L aumento dei tassi di interesse di riferimento e la fine del QE potrebbero inoltre spingere al rialzo i tassi USA a breve e lungo termine il prossimo anno. Per contro, la BCE dovrebbe mantenere bassi i tassi di interesse dell Eurozona. Questo crescente divario tra le due maggiori regioni economiche potrebbe innescare un deflusso di capitali dall Eurozona verso gli Stati Uniti. Il rialzo dei tassi di interesse USA dovrebbe inoltre favorire il rafforzamento del dollaro. L aumento dei rendimenti USA avrà ripercussioni anche in Europa: poiché i tassi di interesse a breve termine rimarranno probabilmente bassi, la curva dei rendimenti tenderà a irripidirsi. Una curva dei rendimenti ripida solitamente è indice di una forte crescita economica futura. Questa interpretazione, con le opportune riserve, dovrebbe valere anche per l Eurozona. Nell area euro l accelerazione della crescita rimane molto debole, pertanto la BCE e i singoli governi degli stati membri non guarderanno con favore a un aumento dei rendimenti obbligazionari, e probabilmente i leader politici valuteranno l opportunità di un QE pubblico (ossia l acquisto di titoli sovrani) per tenere bassi i rendimenti obbligazionari. L allentamento quantitativo richiede un confronto ragionato Il dibattito è solo agli inizi: recentemente l FMI ha invitato la BCE a prendere in considerazione un vasto piano di acquisto di obbligazioni, ma il governo tedesco ha obiettato a questa idea, affermando che si verrebbe a creare eccessiva liquidità. Se i rendimenti obbligazionari dovessero salire, probabilmente questa mossa raccoglierebbe molti più consensi tra i leader politici: a quel punto la BCE sarebbe costretta a estrarre dal cilindro un piano di QE sui titoli di Stato, e l euro potrebbe continuare a indebolirsi rispetto al dollaro Usa. Nell'assumere le proprie decisioni d'investimento, gli investitori dovrebbero prendere in considerazione questo possibile scenario. L aumento dei tassi di interesse statunitensi depone a sfavore dei Treasury USA, d altro canto le obbligazione dell Eurozona potrebbero diventare assai volatili. Ma c è una notizia positiva per gli investitori: spesso accade che all inizio di un ciclo di rialzi dei tassi di interesse i mercati azionari continuino a salire. Timori per l aumento dei tassi di interesse I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. 4 CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre 2014

5 Tassi di riferimento nominali e reali negli Stati Uniti in % Crisi giapponese Crisi Tequila Crisi del rublo Crisi asiatica Crisi argentina Crisi economico -finanziaria Tassi di interesse e crisi: In passato le crisi sono spesso scoppiate quando il tasso di interesse di riferimento USA raggiungeva o superava il 3%. Nei periodi in cui i tassi di interesse statunitensi sono bassi, le crisi economiche e i ribassi dei mercati azionari sono meno probabili. Al momento il tasso di riferimento reale è negativo: questo è uno dei motivi per continuare ad investire in azioni. -2 Crisi Dotcom Tasso nominale sui Fed Funds Tasso reale sui Fed Funds -4 Gen 85 Gen 90 Gen 95 Gen 00 Gen 05 Gen 10 Fonte: Dati Fed, ottobre 2014 Calcolo effettuato sulla base al tasso di inflazione inerziale Rendimenti dei titoli governativi decennali in % Eurozona (crescita del PIL in %) A causa del lento incedere delle riforme in alcuni Paesi periferici e di altri fattori concomitanti abbiamo abbassato di 20 punti base le nostre stime di crescita per il ,3% (2015 F) Stime Deutsche AWM al 18/9/2014 La lettera F indica una stima (Forecast) Gen 89 Gen 94 Gen 99 Gen 04 Gen 09 Gen 14 Stati Uniti Eurozona, benchmark: Bund tedeschi Se l'inflazione dovesse rimanere ostinatamente bassa, di certo speriamo che la BCE valuti misure di allentamento quantitativo attraverso l'acquisto di titoli sovrani. Da un intervista rilasciata dal direttore dell FMI Christine Lagarde alla CNBC il 19 giugno 2014 Fonte: Bloomberg Finance LP; dati a settembre 2014 Tassi di interesse statunitensi e tedeschi Nel corso degli ultimi 25 anni i tassi di interesse statunitensi e tedeschi si sono mossi pressoché all unisono. Questo lascia presupporre che un aumento dei rendimenti obbligazionari negli Stati Uniti farebbe salire anche i rendimenti dell Eurozona. Probabilmente la BCE contrasterebbe un simile sviluppo per mitigare le minacce relative alla crescita dell Eurozona. Eurozona (Inflazione su base annua in percentuale) L inflazione dovrebbe rimanere bassa nel 2015 a causa della crescita economica moderata e della modesta crescita salariale 1,1% (2015 F) Stime Deutsche AWM al 18/9/2014 La lettera F indica una stima (Forecast) I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e analisi o modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre

6 Intervista L euro sta scendendo e i titoli azionari si confermano l investimento d elezione, afferma Asoka Wöhrmann. Più che scavare solchi profondi, nell Eurozona i tassi di interesse sono bloccati a fondovalle e rimarranno bassi per un periodo assai lungo. L FMI ha abbassato di 0,4 punti percentuali le proprie stime di crescita dell economia globale per il 2014, portandole al 3,3%. State valutando la possibilità di adeguare anche le vostre proiezioni di crescita? In realtà abbiamo già abbassato le nostre stime sulla crescita economica globale lo scorso giugno, dopo che un inverno estremamente rigido ha bloccato sul nascere la crescita statunitense. La revisione al ribasso delle stime si è rivelata corretta, quindi per quest anno e per il prossimo confermiamo il nostro outlook economico che prevede una crescita globale del 3,7% nel 2015*, ovvero 0,1 punti percentuali in meno rispetto alle attuali proiezioni dell FMI. In agosto la produzione industriale della Germania è precipitata del 4%, alimentando i timori che l economia tedesca possa subire un pesante rallentamento o addirittura scivolare in recessione. Condivide queste preoccupazioni? No, perché il dato complessivo fornisce una rappresentazione distorta della realtà: la flessione è stata provocata sostanzialmente da fattori straordinari. In particolare, la concomitanza delle vacanze scolastiche di agosto in molti stati tedeschi ha inciso pesantemente sul calo della produzione industriale. Personalmente continuo a considerare la Germania il motore economico dell Eurozona, ma il Paese deve riuscire ad accelerare. La politica fiscale potrebbe offrire un ottimo supporto: in Germania un taglio delle tasse del 3% farebbe aumentare di 75 miliardi di euro il potere di spesa, contribuendo a stimolare la fiducia dei consumatori che rappresenta un fattore essenziale per alimentare la crescita. La crescita dell Eurozona appare molto più debole rispetto a quella statunitense. Questo come inciderà sulle politiche monetarie delle banche centrali? Secondo le nostre attese, negli Stati Uniti i tassi di interesse di riferimento saliranno nel secondo semestre del prossimo anno. Con la fine del tapering, la Fed compirà un ulteriore passo verso la normalizzazione della politica monetaria, mentre la BCE continuerà a perseguire una politica monetaria non convenzionale. Il momentum dell economia è infatti troppo debole, e l inflazione non vuole assolutamente aumentare. Con i tassi di crescita così bassi, qualsiasi irregolarità del terreno si fa sentire e il viaggio diventa piuttosto disagevole. Pertanto si intensificano le pressioni sulla BCE affinché mantenga bassi i tassi di interesse e lanci un programma di acquisto di titoli. Più che scavare solchi profondi, nell Eurozona i tassi di interesse sono bloccati a fondovalle, e rimarranno bassi per un periodo assai prolungato. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e analisi o modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento il capitale originariamente investito. * Stime Deutsche AWM al 18/9/14 6 CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre 2014

7 Questo lascia presupporre un indebolimento dell euro e un rafforzamento del dollaro, è corretto? Esatto. L euro diventerà una moneta di finanziamento: gli investitori prenderanno in prestito euro per investire in titoli internazionali a più alto rendimento nell area del dollaro USA. Questo significa che l euro è destinato a seguire un percorso in discesa. Il dollaro continuerà ad aumentare rispetto all euro perché il differenziale tra i tassi di interesse di Stati Uniti ed Eurozona si allargherà. Il deflusso di capitali dall Eurozona verso gli Stati Uniti potrebbe essere considerato un fattore negativo. Come reagirà la BCE? Inizialmente l aumento dei tassi di interesse farà diminuire i prezzi delle obbligazioni statunitensi, pertanto i flussi di capitale provenienti dall Europa saranno limitati. Con il progressivo ampliarsi dello spread tra i tassi di interesse di Eurozona e Stati Uniti, diventerà più interessante ricollocare i capitali negli USA. Questo determinerà un aumento dei tassi di interesse nell Eurozona, un fattore che la BCE e i leader politici europei ritengono negativo per la crescita, soprattutto se si considera la debolezza dei dati economici. Occorre tenere presente che la crescita è già frenata dalla maggiore regolamentazione del settore bancario, che ostacolerà l espansione del credito. La somma di questi due fattori farà aumentare le pressioni politiche sulla BCE affinché lanci un programma di QE, ovvero inizi ad acquistare obbligazioni sovrane. Direi che le probabilità di un programma di allentamento quantitativo sui titoli di Stato sono superiori al 50%. Che cosa dovrebbero fare gli investitori per evitare le ripercussioni di un potenziale ribasso dei prezzi dei Treasury USA? Suggerirei di indirizzarsi verso le obbligazioni USA a breve termine, per limitare il rischio legato alle variazioni dei tassi di interesse preservando al contempo la possibilità di trarre vantaggio dai trend valutari, ovvero il potenziale rafforzamento del dollaro rispetto all euro. Che cosa significherebbe questo per le azioni, l asset class che da tempo spicca tra le sue raccomandazioni di investimento? Confermo l importanza di evitare posizioni sottopesate. Attualmente i prezzi delle azioni europee appaiono interessanti, mentre sul fronte degli utili le società europee hanno accumulato un ritardo rispetto ai colleghi statunitensi, e per tale motivo rappresentano una valida opportunità di investimento. Questo vale in particolare per i ciclici, che potrebbero essere maggiormente favoriti da un graduale rimbalzo dell economia. Le azioni statunitensi hanno raggiunto prezzi che forse non risultano più favorevoli rispetto agli standard storici, ma questo non significa che si debbano escludere, se non altro perché offrono accesso ad alcuni settori chiave a livello globale. Per esempio, gli Stati Uniti dominano il settore delle tecnologie, che dovrebbe risultare particolarmente avvantaggiato dalla ripresa economica. Il divario di politica monetaria La Fed sta lentamente abbandonando le politiche monetarie non convenzionali, e secondo le nostre attese il tasso di riferimento statunitense aumenterà nel secondo semestre del Per contro, la Banca centrale europea continuerà a perseguire politiche monetarie non convenzionali. Molto probabilmente la BCE inizierà ad acquistare titoli societari e governativi il prossimo anno, di conseguenza la discesa dell euro rispetto al dollaro USA è inevitabile. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e analisi o modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento il capitale originariamente investito. CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre

8 1-3 mesi "F" fino a settembre 2015 Il semaforo degli investimenti La nostra view tattica e strategica La view tattica (1-3 mesi) Indici azionari: view positiva view neutrale view negativa Reddito fisso e tassi di cambio: Si prevedono buone performance per il comparto del reddito fisso o i tassi di cambio Si prevede un trend laterale Si prevede una flessione dei prezzi nel comparto del reddito fisso o nei tassi di cambio I semafori precedenti sono riportati nei piccoli grafici di destra, oltre che alla pagina successiva. Un semaforo cerchiato indica la presenza di un commento sull argomento. View strategica fino a settembre 2015 Indici azionari, tassi di cambio e investimenti alternativi: Le frecce indicano se ci aspettiamo un trend rialzista ( ), un trend laterale ( ) o un trend ribassista ( ) per l indice azionario, il tasso di cambio o l asset class alternativa indicati. Reddito fisso: Per i titoli sovrani, indica un aumento dei rendimenti, rendimenti invariati e una diminuzione dei rendimenti. Per le obbligazioni societarie, i titoli cartolarizzati/speciali e le obbligazioni dei mercati emergenti le frecce indicano, rispettivamente, lo spread rettificato per le opzioni (option-adjusted) rispetto ai titoli sovrani per ciascuna regione. indica un atteso ampliamento dello spread, a un trend laterale dello spread e una contrazione dello spread. I colori delle frecce segnalano le opportunità di rendimento a disposizione degli investitori potenziale di rendimento positivo per gli investitori limitate opportunità di rendimento e rischio di ribasso elevato rischio di ribasso per gli investitori Per ulteriori informazioni si rimanda al glossario. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento il capitale originariamente investito. 8 CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre 2014 Equity Aree geografiche Stati Uniti Europa Eurozona Germania Giappone Asia ex Giappone Mercati emergenti Settori Beni di prima necessita Salute Telecomunicazioni Utility Beni voluttuari Energia Finanziari Industriali Informatica Materiali Capitalizzazione Small/Mid Cap Fonte: Deutsche Asset & Wealth Management. Dati a fine ottobre 2014 La lettera "F" indica una stima (Forecast) Stati Uniti (azioni) Dopo gli scossoni provocati dai timori sull andamento dell economia, Wall Street attraversa ora una fase di assestamento. Positiva la stagione di pubblicazione dei risultati trimestrali: quasi tre quarti delle società statunitensi hanno sorpreso i mercati con utili superiori alle aspettative. Questo trend positivo probabilmente continuerà, pertanto abbiamo incrementato la nostra esposizione passando a una posizione sovrappesata. Germania (azioni) Il DAX è dominato dalle società orientate alle esportazioni, di conseguenza i timori sulla crescita economica globale hanno fatto scendere il benchmark tedesco più di altri indici. Attualmente i titoli azionari tedeschi presentano livelli di prezzo interessanti, e l indebolimento dell euro potrebbe dare ulteriore slancio al DAX. Abbiamo aumentato l esposizione passando a una posizione sovrappesata. Giappone (azioni) Dopo una correzione tecnica, abbiamo rivisto al rialzo la nostra raccomandazione sui titoli azionari giapponesi portandola a sovrappeso. I motivi di questo miglioramento sono le valutazioni interessanti, i buoni risultati delle società e le revisioni positive degli utili. Il nostro focus attualmente riguarda le società esportatrici e selezionate imprese domestiche che realizzano buone performance.

9 1-3 mesi "F" fino a settembre 2015 Nove posizioni Fixed income Tassi U.S. Treasuries (2 anni) U.S. Treasuries (10 anni) U.S. Treasuries (30 anni) UK gilts (10 anni) Periferia Eurozona Bund tedeschi (2 anni) Bund tedeschi (10 anni) Japanese government bonds (2 anni) Japanese government bonds (10 anni) Titoli corporate Investment grade USA High yield USA Investment grade Eurozona High yield Eurozona Asia credit Emerging market credit Titoli cartolarizzati/speciali Covered bonds U.S. municipal bonds U.S. mortgage-backed securities Valute EUR vs USD USD vs JPY EUR vs GBP EUR vs JPY GBP vs USD Mercati emergenti Titoli sovrani dei mercati emergenti Investimenti alternativi Infrastrutture Materie prime Real estate (titoli quotati) Real estate (titoli non quotati) Fonte: Deutsche Asset & Wealth Management. Dati a fine ottobre 2014 La lettera "F" indica una stima (Forecast) Salute (azioni) A seguito del rialzo dei multipli prezzo/utili (P/E) delle società farmaceutiche, il settore salute è diventato costoso rispetto all Indice MSCI World. Questo ha fatto nettamente aumentare il rischio di una correzione, sebbene i titoli del segmento biotech e dei fornitori di servizi ospedalieri statunitensi rimangano interessanti. Ridotta a sottopeso la nostra raccomandazione sul settore. Telecomunicazioni (azioni) Finanziari (azioni) I discreti risultati trimestrali pubblicati dalle banche statunitensi hanno ravvivato l interesse degli investitori per questo settore. Anche nell Eurozona le banche hanno riportato utili più elevati, inoltre presentano valutazioni interessanti e si confermano tra le nostre opzioni di scelta. Rimaniamo positivi su questo settore. U.S. Treasuries (10 anni) I timori di una battuta d arresto dell economia hanno innescato un aumento dei rendimenti dei Treasury USA. Tali preoccupazioni potrebbero rivelarsi eccessive, ma alla luce del calo dei prezzi energetici e dei bassi tassi di inflazione qualsiasi contromisura sarà probabilmente moderata. Bund tedeschi (10 anni) I flussi di cassa delle società di telecomunicazioni rimangono stabili grazie al costante aumento del numero di utenti di smartphone. Le azioni del settore offrono dividend yield interessanti, ma la concorrenza sempre più agguerrita mette sotto pressione i margini. Abbiamo rivisto al rialzo il settore portandolo a neutrale. Paesi periferici dell Eurozona Le notizie economiche negative hanno innescato una fase di rapida vendita delle obbligazioni sovrane emesse dai Paesi periferici. Di conseguenza, i titoli periferici offrono ancora una volta un ampio vantaggio di rendimento rispetto ai Bund tedeschi. Ci aspettiamo una contrazione degli spread. La nostra view tattica: posizione sovrappesata. I timori di deflazione hanno innescato una fuga verso i Bund, tuttavia sono improbabili ulteriori aumenti dei prezzi rispetto ai livelli attuali. La debole accelerazione della crescita e le speculazioni circa un possibile QE sui titoli pubblici sono ulteriori indicatori di rendimenti ancora bassi. Possibile trend laterale dei Bund. EUR vs USD Le speculazioni sul possibile rinvio del rialzo del tasso di interesse di riferimento della Fed oltre la prevista scadenza del secondo semestre 2015 hanno determinato un balzo del cambio euro/ dollaro. Secondo le nostre attese l aumento del tasso di riferimento non sarà posticipato. Inoltre la BCE potrebbe dimostrarsi più propensa ad avviare il QE sui titoli pubblici, pertanto il cambio euro/dollaro subirà nuove pressioni. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento il capitale originariamente investito. CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre

10 Europa, Medio Oriente e Africa La nostra strategia di allocazione degli asset in un portafoglio bilanciato 1 Asset class tradizionali Il segmento core del nostro portafoglio bilanciato include asset liquidi tradizionali quali azioni, titoli a reddito fisso e materie prime. Il grafico illustra la nostra attuale strategia di allocazione degli asset per un portafoglio bilanciato, comprese le asset class alternative. 2 Materie prime 1,0% 10,0% 3,5% Strumenti alternativi 48,0% Mercati azionari Reddito fisso: previsto un aumento dei rendimenti I timori relativi alla crescita globale hanno contribuito a mantenere i rendimenti dei Treasury USA e dei Bund tedeschi a livelli estremamente bassi. Ma le divergenze di politica monetaria inizieranno ben presto a incidere sulla situazione. I rendimenti statunitensi probabilmente saranno i primi ad aumentare, in quanto la Fed sta portando a conclusione l'allentamento quantitativo e i mercati contemplano un futuro rialzo dei tassi, molto probabilmente nel secondo semestre Per contro, la BCE cercherà di tenere bassi i tassi mentre esplora diverse possibilità per rilanciare la crescita europea. A fronte di questo scenario, i crediti investment grade potrebbero risultare interessanti, inoltre sono possibili alcune opportunità nel segmento high yield. Nei mercati emergenti la selezione dei singoli titoli si conferma essenziale. Mercati azionari: due mondi differenti Ultimamente i timori relativi alla crescita hanno spinto al ribasso anche i titoli azionari, tuttavia riteniamo vi siano ancora buoni motivi per favorire questa asset class. Negli Stati Uniti la crescita degli utili è destinata probabilmente a proseguire, contribuendo a una nuova, lieve risalita del mercato. In Europa l espansione degli utili è stata meno evidente, in un contesto economico complessivamente sottotono. Ma un indebolimento dell euro sosterrà le società dell Eurozona, pertanto su un orizzonte di 12 mesi ci aspettiamo un rialzo dei prezzi. Analogamente, le società giapponesi saranno avvantaggiate dall indebolimento dello yen, sebbene permangono i timori relativi all impatto della diminuzione dei salari reali. Sui mercati emergenti manteniamo un approccio selettivo, con una preferenza per l Asia ex Giappone. Nel complesso, continuiamo a favorire i ciclici rispetto ai difensivi. Materie prime: situazione ancora difficile I fattori strutturali e valutari ci inducono alla cautela sul fronte delle materie prime. La rinascita energetica degli Stati Uniti alimenta l offerta di petrolio, mentre la debole crescita economica globale pone un freno alla domanda totale. La ridefinizione del modello economico cinese, non più improntato sull industria pesante, limiterà inoltre la crescita della domanda di numerose materie prime. La forza del dollaro USA alimenterà le pressioni al ribasso sui prezzi delle materie prime denominati in dollari. 1 Questo portafoglio potrebbe non essere idoneo a tutti gli investitori. 10 CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre 2014 Reddito fisso Mercati azionari Mercati sviluppati 40,0% Mercati emergenti 8,0% Reddito fisso Titoli di credito 12,5% Titoli sovrani 16,5% Mercati emergenti 8,5% Titoli monetari 3,5% Materie prime Materie prime 1,0% Strumenti alternativi Strumenti alternativi 10,0% Fonte: Regional Investment Committee (RIC), Deutsche Asset & Wealth Management Investment GmbH, Deutsche Bank (Suisse) SA, dati al 23 ottobre Allocazione suggerita agli investitori in dollari. Investimenti denominati in valuta estera sono soggetti a variazioni del tasso di cambio, le quali potranno determinare diminuzioni del valore, prezzo o rendimento dello strumento finanziario. Tale allocazione potrebbe non essere idonea a tutti gli investitori. 2 Gli investimenti alternativi sono trattati separatamente a pagina 12. 8,5% 16,5% 41,0% 40,0% 12,5% 8,0% Ponderazione I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento il capitale originariamente investito.

11 Stéphane Junod, Wealth Management Chief Investment Officer per la regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) Nove posizioni Long o short, Stéphane Junod? Sei view di mercato secondo il nostro Chief Investment Officer regionale CIO View: Ripresa economica statunitense - siamo ancora sul binario giusto? LONG Sebbene ultimamente le azioni statunitensi (e globali) abbiano risentito dei timori per l andamento economico globale, non vi sono evidenti segnali di un rallentamento dell economia statunitense. Le revisioni al rialzo della crescita del PIL del secondo trimestre indicano una forte espansione sottostante. ll netto aumento dei livelli di occupazione registrato a settembre sembra indicare, insieme ad altri fattori, che anche nel terzo trimestre la crescita è stata moderatamente lenta. Ciò non implica ovviamente che le azioni statunitensi continueranno a salire di pari passo con la crescita statunitense. I rendimenti dei titoli di Stato possono scendere ancora? SHORT Per quanto riguarda i titoli di Stato dei Paesi principali, i rendimenti sono rimasti eccezionalmente bassi a causa della generale avversione al rischio che è andata ad aggiungersi alle pressioni ribassiste. Tuttavia i ridotti rendimenti dei Treasury USA sembrano non tenere il passo con la solida crescita statunitense, pertanto riteniamo che siano destinati a salire. Naturalmente, i rendimenti dei Bund tedeschi devono essere contestualizzati in un quadro alquanto differente, che risente dei crescenti timori sulla crescita della Germania e dell Eurozona. Ma anche in questo caso i rendimenti sembrano destinati ad aumentare, seppur più lentamente rispetto ai titoli statunitensi. I titoli azionari dell Eurozona saranno in grado di superare la stagnazione dell economia europea? LONG Ai dati soggettivi (in quanto basati sui sondaggi) sottotono sull'andamento dell economia europea ha fatto seguito un peggioramento dei dati oggettivi, soprattutto in Germania. Ne consegue che un eventuale ripresa economica europea è destinata probabilmente a essere lenta e incerta, anche se diverse ragioni inducono a guardare con cauto ottimismo alle azioni europee. Una di queste è il manifesto impegno della BCE a far ripartire la crescita dell economia europea, soprattutto tramite l aumento dei prestiti bancari. Un altra ragione è l'attuale ripresa economica degli USA, con le sue ripercussioni positive su molti dei principali mercati d'esportazione europei, in Asia e altrove. Azioni dei mercati emergenti - ci possiamo aspettare ulteriori rialzi? LONG Le azioni dei mercati emergenti (EM) hanno registrato buone performance per gran parte del 2014, prima di entrare in una fase di stallo che si è estesa da settembre fino agli inizi di ottobre. Restano ancora dubbi sulla solidità della ripresa di molti mercati azionari emergenti (soprattutto in Europa), ma continuiamo a ritenere che selezionati mercati emergenti d esportazione offriranno opportunità interessanti, sostenute da fattori quali la solidità della crescita domestica, le riforme strutturali o la presenza di valutazioni allettanti. L Asia si conferma la nostra regione preferita nell universo EM, ma il segreto è essere selettivi. L euro subirà un rimbalzo? SHORT Nonostante il temporaneo rimbalzo dell euro nei confronti del dollaro USA a inizio ottobre, non crediamo che questa tendenza possa continuare. I fondamentali economici e le divergenze in termini di politica monetaria continueranno a giocare a favore del dollaro USA. L economia statunitense sta crescendo a un ritmo molto più sostenuto rispetto all'eurozona; al contempo, la Fed affronterà il rialzo dei tassi di interesse nel 2015, mentre la BCE è determinata a mantenere bassi i tassi di interesse dell Eurozona per un periodo di tempo prolungato. Sempre sul fronte della politica monetaria, ulteriori iniziative della BCE ad esempio un quantitative easing pubblico sono destinate probabilmente a incrementare le pressioni al ribasso sull euro. È arrivato il momento di essere positivi sull oro? SHORT Le correzioni del mercato azionario o gli eventi geopolitici potrebbero fare aumentare temporaneamente il prezzo dell oro, come già accaduto lo scorso ottobre. Tuttavia diversi fattori giocano a sfavore di un rafforzamento del prezzo dell oro. Storicamente, l'aumento dei tassi di interesse statunitensi e il rafforzamento del dollaro USA entrambi nelle nostre previsioni tendono ad avere un forte impatto negativo sul prezzo dell oro. Pertanto adottiamo un approccio cauto verso l oro in un orizzonte previsionale di breve e lungo periodo, nonostante l attuale clima di forte incertezza sul fronte geopolitico. LONG Indica una risposta affermativa SHORT Indica una risposta negativa I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento il capitale originariamente investito. CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre

12 La nostra view sulle asset class non tradizionali Portafogli di strumenti alternativi 1 Considerate le caratteristiche peculiari degli investimenti alternativi liquidi e illiquidi, operiamo una distinzione tra le due categorie. Investimenti alternativi liquidi Equity long/short In un quadro di forte crescita economica negli Stati Uniti e di politiche monetarie accomodanti in Europa e in Giappone, i mercati azionari dovrebbero realizzare rendimenti di poco inferiori alla doppia cifra. I gestori stanno individuando un set di opportunità bilanciato negli Stati Uniti, e opportunità per aggiungere alpha in Europa. Macro/CTA Nel 2014 i gestori macro hanno individuato opportunità nel reddito fisso e sui mercati valutari. La recente ripresa delle strategie CTA (Commodity Trading Advisor) è stata trainata dai trend dei tassi a lungo termine e dei mercati valutari. Titoli di credito Le strategie di credito long/short continuano a beneficiare del miglioramento dei fondamentali, anche se probabilmente gli spread rimarranno invariati. Il vantaggio rispetto al rischio di rimborso anticipato è limitato, pertanto è essenziale essere selettivi. Strategie macro-direzionali/valore comparato L aumento degli utili, l integrazione verticale o la diversificazione a livello geografico si confermano tra gli obiettivi principali delle strategie societarie. L aumento delle operazioni di fusione e acquisizione (M&A) è stato determinato, tra i vari fattori, dai bilanci sani delle imprese e dalle condizioni di credito favorevoli. Investimenti alternativi liquidi Strategie macrodirezionali / valore comparato Credito 35,0% 12,5% 30,0% 22,5% Equity long/short Macro/CTA 12 CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre 2014 Investimenti alternativi illiquidi Hedge fund illiquidi Infrastrutture 20,0% 20,0% 30,0% 30,0% Investimenti alternativi illiquidi 2 Private equity Real estate Private equity Da inizio anno il private equity continua a generare solidi rendimenti, evidenziando un apprezzamento degli utili non realizzati e interessanti flussi di liquidità sostenuti dall elevato numero di nuove quotazioni e di operazioni di fusione e acquisizione. Finché i tassi rimarranno bassi e i realizzi sulle società partecipate saranno ancora elevati, le condizioni di solidità dovrebbero essere confermate. Real estate I rendimenti iniziali sui beni immobiliari rimangono interessanti a livello globale rispetto ai rendimenti sovrani. Per contrastare il rischio di un aumento dei tassi, consigliamo di assumere una posizione di sottopeso sugli asset in locazione con duration lunga e di sovrappeso sui settori immobiliari prociclici. Infrastrutture La vivace domanda degli investitori è sostenuta dagli stabili flussi di cassa e dalle prospettive di crescita percepite. Il potenziale aumento dei tassi di interesse rappresenta una sfida per le società di servizi di pubblica utilità a crescita più lenta. In una prospettiva più ampia, si osserva un maggiore accesso agli investimenti di qualità perché i budget pubblici sono limitati. Hedge fund illiquidi Si tratta di opportunità interessanti per le strategie a più lungo termine, soprattutto per quanto riguarda l attivismo degli investitori, alcuni elementi del credito strutturato, gli asset collegati ad assicurazioni, i titoli secondari, l arbitraggio sui requisiti patrimoniali e gli impieghi diretti. Fonte: Deutsche Asset Wealth Management Investment GmbH, Deutsche Bank (Suisse) SA, Deutsche Bank Trust Company Americas, dati al 23 ottobre Tale allocazione potrebbe non essere idonea a tutti gli investitori. Nel nostro portafoglio modello bilanciato, gli investimenti alternativi si attestano attualmente al 10% (cfr. Nove posizioni a pagina 10). 1 Questi portafogli potrebbero non essere idonei a tutti gli investitori. 2 Gli investimenti illiquidi possono essere difficilmente acquistabili o alienabili. Tali prodotti sono caratterizzati da elevata volatilità e non può essere assicurato che gli obiettivi di investimento siano conseguiti. La capacità del prodotto di rispondere alle condizioni di mercato può risultare ridotta e gli investitori potrebbero sperimentare oscillazioni di prezzo avverse al momento della liquidazione. Gli investimenti illiquidi non garantiscono la restituzione del capitale a scadenza. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati.

13 Long o short, Mark G. Roberts? Il responsabile strategie e ricerca real estate ci guida in un tour dei mercati immobiliari CIO View: I rinnovati timori sull andamento dell economia globale incidono sugli investimenti nei titoli immobiliari? SHORT No, i temi principali restano gli stessi. I rendimenti iniziali hanno tenuto bene sia in Europa che negli Stati Uniti, pertanto i titoli immobiliari risultano ancora interessanti in termini relativi. Ad esempio, ci aspettiamo che il prossimo anno i rendimenti degli investimenti immobiliari diretti negli USA si attestino all 8-9%. La domanda di affitti è stabile grazie alla sostenuta crescita registrata dall occupazione negli ultimi sei mesi, mentre lo sviluppo di nuovi cantieri è limitato. Gli investitori dovrebbero allinearsi con la ripresa statunitense? LONG Sì, in particolare ci stiamo focalizzando sugli immobili industriali e sugli uffici. Anche il settore degli hotel è in ripresa. Guardando al versante residenziale, questo è in assoluto il momento migliore per acquistare una casa: i tassi sui mutui sono bassi, le quotazioni sono ancora inferiori ai massimi e i nuovi cantieri sono pochi. Dovremmo assistere a un aumento piuttosto soddisfacente dei prezzi delle abitazioni. Un area a cui guardiamo con una certa prudenza è invece il mercato degli immobili multifamiliari. Come si posiziona l Europa in termini di rendimenti potenziali? SHORT Per l Europa prevediamo rendimenti nell ordine del 6-7%, leggermente inferiori rispetto a quelli statunitensi. Nel breve periodo, i mercati più remunerativi includeranno probabilmente le economie più solide di Regno Unito, Germania e Svezia. Ma nei prossimi anni l Europa meridionale potrebbe iniziare a sovraperformare dopo un lungo periodo di assestamento, sia a livello economico sia di mercati immobiliari. I Paesi dell Europa centrale e orientale dovrebbero generare stabili rendimenti nel breve periodo, mentre in una prospettiva di medio termine ci aspettiamo sovraperformance superiori. E in Asia? LONG Durante l estate abbiamo abbassato leggermente le nostre previsioni sull Asia, anche se per il prossimo anno stimiamo ancora rendimenti nell ordine dell'8,5%-9,5% per i mercati immobiliari diretti dei principali Paesi della regione. Performance e potenziale di rendimento variano sensibilmente all interno della regione. I mercati commerciali di Tokyo, Seoul, Melbourne e Sydney sono fra quelli che preferiamo. Su alcuni segmenti dei mercati di Londra e Hong Kong è d obbligo la prudenza? LONG Stiamo prestando particolare attenzione ai prezzi e ai nuovi cantieri nel settore londinese degli uffici. L economia della city è florida, ma i rendimenti iniziali risultano ridotti. Se consideriamo anche la ripresa dell attività edilizia, la prudenza non è affatto ingiustificata. Consigliamo cautela anche sul mercato di Hong Kong, in quanto i rendimenti immobiliari rientrano nel range di rendimento dei titoli di Stato, un livello inopportuno in presenza di un aumento dei tassi di interesse. LONG Indica una risposta affermativa SHORT Indica una risposta negativa I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. Non ci sono garanzie che le stime, gli obiettivi di investimento e/o i rendimenti attesi vengano raggiunti. La strategia di allocazione degli asset è soggetta a variazioni senza preavviso. Le stime si basano su valutazioni, ipotesi, opinioni e modelli ipotetici che potrebbero non essere confermati. Agli investimenti è associato un certo grado di rischio. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni in aumento o in diminuzione e anche il capitale potrebbe essere a rischio. Gli investitori potrebbero non riuscire a recuperare in qualsiasi momento il capitale originariamente investito. Le offerte e le vendite di investimenti alternativi sono soggette a requisiti normativi, e tali investimenti potrebbero essere riservati esclusivamente ad investitori qualificati. I programmi di investimento alternativi potrebbero non essere adatti a talune tipologie di investitori. CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre

14 Glossario Definizioni dei principali termini utilizzati nel CIO View. Allentamento quantitativo è l immissione di nuova moneta nel sistema da parte di una banca centrale. Alpha è il rendimento in eccesso, rispetto al rendimento di un benchmark, attribuibile alla selezione dei titoli piuttosto che al rischio sistematico. Asset Allocation letteralmente, "allocazione di attività (finanziarie)". È l'attività di gestione che si occupa di selezionare, sfruttando il principio della diversificazione, la migliore combinazione di diversi strumenti finanziari, relativamente ai vari mercati ed alle diverse tipologie di titoli, per realizzare un portafoglio d'investimento. Gli strumenti finanziari utilizzati sono: la liquidità, gli strumenti di mercato monetario, gli strumenti obbligazionari, gli strumenti azionari; siano essi singoli titoli o fondi comuni d'investimento. Il modello più noto si basa sul concetto di costruire un portafoglio che fornisca il più alto rendimento a parità di livello di rischio dato, chiamato "portafoglio efficiente", una volta incorporate le preferenze degli investitori anche in termini di orizzonte temporale. Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN) è un organizzazione politica ed economica costituita da 10 Paesi situati nel sud-est dell Asia. Banca centrale europea (BCE) è la banca centrale dell Unione europea. Gestisce la politica monetaria dell Eurozona, composta dai 18 Stati membri dell Unione europea. Banca dei Regolamenti Internazionali (BRI): la Banca dei regolamenti internazionali (BRI), con sede a Basilea, ha come azionisti 56 banche centrali, tra cui la Banca d Italia. La BRI promuove la cooperazione monetaria e finanziaria tra le banche centrali, fornisce servizi di gestione delle riserve in valuta a numerose banche centrali e svolge attività di ricerca economica emonetaria,producendo altresi statistiche bancario e finanziario internazionale. Benchmark costituisce il parametro oggettivo di riferimento del fondo e/o SICAV. Il benchmark è espresso da un indice, o da una combinazione di indici, relativi ai mercati finanziari nazionali ed internazionali che qualificano la tipologia degli investimenti che sono effettuati dal fondo. Tali indici sono elaborati da terze parti indipendenti rispetto alle società di gestione e di promozione e, sono valutati, sulla base di criteri oggettivi e controllabili. Ciascuno rappresenta le caratteristiche tipiche del mercato di riferimento, soprattutto in relazione alla sua volatilità. Il benchmark consente quindi di evidenziare in forma sintetica anche le caratteristiche di rischiosità del fondo in ragione di quelle dei mercati nei quali investe. Qualora il benchmark sia composto da più indici, combinazioni diverse dei medesimi indici possono presentare differenti gradi di rischiosità. Il benchmark permette quindi un'identificazione trasparente della natura dei diversi fondi e ne consente la classificazione attraverso parametri oggettivi di volatilità. Bond termine inglese per indicare strumenti di natura obbligazionaria. Bottom Up strategia di investimento che privilegia l'analisi basata sullo studio delle situazioni economiche, patrimoniali e finanziarie, presenti e prospettiche, degli emittenti e sull'esame dei rispettivi settori di attività di appartenenza. Capitalizzazione con riferimento ad una società, rappresenta il prodotto tra il numero di azioni in circolazione e il loro prezzo unitario; con riferimento ad un mercato rappresenta il valore complessivo - ai prezzi di mercato - di tutti i titoli quotati. Commodity insieme di beni e merci, quali attività dell'agricoltura o dell'allevamento oppure minerali e metalli e altre sostanze fisiche, sulle quali gli investitori possono operare mediante strumenti derivati Commodity trading advisor (CTA) è un soggetto individuale o un organizzazione che fornisce consulenza e servizi relativi alla negoziazione di contratti future, opzioni su materie prime e/o swap. Correlazione è una misura del grado di relazione lineare tra due variabili nel tempo; può variare tra +1 (perfetta correlazione diretta) e -1,0 (perfetta correlazione inversa). Country Allocation suddivisione del portafoglio del fondo comune d'investimento e/o SICAV in base alle aree geografiche di riferimento degli investimenti operati Differenziale (spread) indica il rendimento in eccesso offerto da vari settori obbligazionari rispetto a strumenti finanziari con scadenze simili. Quando lo spread si allarga, la differenza di rendimento tra le obbligazioni dei due settori oggetto di comparazione aumenta, mentre quando lo spread si restringe avviene il contrario. Duration rappresenta la durata finanziaria di un'obbligazione o di un titolo di Stato, ed è calcolabile con un algoritmo di matematica finanziaria. È espressione della sensibilità del prezzo rispetto al rendimento ed è funzione del valore e della frequenza della cedola, della vita residua di un titolo, del suo rendimento. In sintesi, la duration è tanto più alta quanto più lontana è la cadenza del titolo e tanto più lontani sono i flussi cedolari. Equity termine inglese per indicare strumenti di natura azionaria. Equity Market Neutral strategia di investimento che è insensibile al rendimento del mercato e si basa sull'acquisto (la vendita allo scoperto) di titoli destinati sottovalutati (sopravvalutati). Eurozona è l unione economica e monetaria di 18 stati membri dell Unione europea che hanno adottato l euro come moneta comune e unica valuta in corso legale. 14 CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre 2014

15 Fed Funds tasso di interesse di riferimento per il mercato statunitense. Tecnicamente può essere definito come il tasso d'interesse a breve termine sul mercato statunitense dei fondi federali, in cui si scambiano le riserve in eccesso detenute dagli istituti bancari presso la banca centrale. La Fed, attraverso il Fomc (comitato di politica monetaria), interviene fissando un tasso-obiettivo per questo tipo di operazioni. Federal Reserve Board statunitense (Fed) è il consiglio dei governatori della Federal Reserve, incaricato di attuare la politica monetaria degli Stati Uniti. Fixed Income espressione utilizzata in ambito finanziario per identificare quella classe di titoli che offrono un tasso d interesse costante nel tempo fino alla relativa scadenza. Fracking tecnica attraverso la quale gli Stati Uniti estraggono gas non convenzionale (metano) e il petrolio, ricavabili da scisti bituminosi e rocce formatesi per sedimentazione in seguito alla decomposizione di materiale organico, largamente presenti nel sottosuolo di molti stati americani ed europei. Fund picking politica di gestione (attiva) che prevede di far ottenere al fondo risultati megliori rispetto al suo benchmark di riferimento. Government Bond termine inglese per indicare i Titoli di Stato. Questi ultimi sono titoli obbligazionari emessi dallo Stato in seguito all'assunzione di prestiti mediante pubblica sottoscrizione allo scopo di far fronte alle proprie necessità di spesa. Greater China termine utilizzato in volte a definire paesi di lingua cinese combinati, tra cui la Cina continentale, Hong Kong, Macao e Taiwan e talvolta Singapore. Growth stile di gestione specializzato nella selezione di titoli di aziende in forte espansione ed orientato a valutare: le potenzialità di crescita delle variabili reddituali dei titoli (fatturato, utili, ecc.), la differenza fra le proprie aspettative e quelle di mercato e la sostenibilità di questa crescita nel medio lungo termine. Hard Currency i titoli Hard Currency sono quei titoli che si ritiene avranno delle quotazioni stabili oppure tenderanno a rafforzarsi nei confronti di altre valute Hedge Fund fondo d'investimento aperto altamente speculativo, caratterizzato da un elevato profilo di rischio/rendimento. È detto anche alternative fund ed ha una struttura giuridica molto specifica. La notorietà di questi fondi è legata all'impiego di strumenti derivati di copertura dai rischi (hedging in inglese significa copertura). High Yield strumento caratterizzato da un rendimento elevato, ma a fronte di livelli di rischio altrettanto alti. Ciò si riflette di conseguenza nei livelli più bassi assegnati dalle agenzie di rating. I titoli High Yield hanno rating inferiore a Baa3 (Moody s), BBB- (S&P) oppure rating equivalente assegnato da altra agenzia indipendente. Indice Barclays U.S. Convertibles misura la performance delle obbligazioni convertibili statunitensi. Indice Bloomberg JP Morgan Asia Dollar misura la performance delle coppie di valute più attive sui mercati asiatici, con valutazione rispetto al dollaro Usa. Indice DAX misura la performance dei 30 titoli tedeschi a maggiore capitalizzazione quotati alla Borsa di Francoforte. Indice FTSE 100 indice azionario che segue l andamento di un paniere delle 100 società più capitalizzate quotate al London Stock Exchange. Indice MSCI Indonesia misura la performance dei titoli indonesiani. Indice MSCI Malaysia misura la performance dei titoli malesi. Indice MSCI Philippines misura la performance dei titoli filippini. Indice MSCI Thailand misura la performance dei titoli tailandesi. Indice MSCI World misura la performance dei titoli di selezionati mercati sviluppati del mondo, compresi gli Stati Uniti. Indice S&P 500 indice realizzato da Standard & Poor's nel 1957 che segue l andamento di un paniere azionario formato dalle 500 aziende statunitensi a maggiore capitalizzazione. Indice S&P 500 Consumer Discretionary misura la performance delle società incluse nell indice S&P 500 classificate come appartenenti al settore dei beni voluttuari GICS. Indice S&P 500 Consumer Staples misura la performance delle società che producono beni di consumo primari incluse nell indice S&P 500. Indice S&P North American Cyclical misura la performance dei titoli negoziati negli Stati Uniti nell ambito del settore industriale GICS, che include produttori di automobili e componenti, beni durevoli per la casa e prodotti chimici, e il sottosettore dell'acciaio. Indice STOXX Europe 600 misura la performance di 600 società di 18 paesi della regione Europa. Investimenti alternativi liquidi sono strumenti che offrono esposizione a strategie di hedge fund attraverso veicoli di investimento liquidi accessibili a un ampia gamma di tipologie di clienti. Investment Grade indica strumenti di investimento ritenuti affidabili dagli operatori istituzionali. Si tratta di titoli emessi da società con bilanci in ordine e con favorevoli prospettive di business. Tutto questo viene solitamente riflesso nel rating di agenzie specializzate. CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre

16 Large Cap titoli a grande capitalizzazione di mercato. Liquidità facilità con cui uno strumento finanziario si trasforma prontamente in moneta senza perdita di valore. Load termine inglese per indicare un fondo che prevede commissioni di sottoscrizione/entrata. Meccanismo unico di risoluzione (SRM) attua la direttiva dell Unione europea sul risanamento e la risoluzione delle banche negli Stati membri. Tale direttiva rappresenta il quadro normativo per il risanamento e la risoluzione degli istituti di credito e delle società di investimento che rischiano di fallire. Meccanismo unico di supervisione (SSM) assegna alla Banca centrale europea (BCE) un ruolo di vigilanza per monitorare la stabilità finanziaria delle banche con sede negli Stati membri dell UE. Mercati emergenti (EM) sono quei Paesi le cui economie non hanno ancora raggiunto il pieno sviluppo in termini di efficienza di mercato, liquidità e altri fattori. Mid Cap titoli a media capitalizzazione di mercato. Operazioni di rifinanziamento a lungo termine mirate (TLTRO), operazioni attraverso la quale la BCE concede finanziamenti alle banche dell Eurozona. Organismi di investimento collettivo in valori mobiliari (OICVM) sono il risultato di una serie di direttive UE finalizzate a consentire ai piani di investimento collettivo di operare liberamente in tutta l Unione europea facendo riferimento a un un'unica autorizzazione rilasciata da uno Stato membro. Paesi periferici (talvolta definiti semplicemente periferia) sono quegli Stati che risultano meno sviluppati rispetto ai principali Paesi di una specifica regione. Patrimonio (Netto) rappresenta il totale delle attività mobiliari (valorizzate al prezzo di mercato) nelle quali ha investito il fondo, comprensivo di ratei, cedole/dividendi, e liquidità, al netto delle passività. Performance termine inglese che indica il risultato di un fondo, vale a dire il rendimento offerto, in un determinato arco di tempo. La performance si ottiene calcolando la variazione percentuale della quotazione del fondo in un certo periodo, tenuto conto degli eventuali dividendi distribuiti. Le performance sono generalmente espresse al netto della commissione di gestione, ma al lordo delle spese di sottoscrizione o di quelle richieste al momento del riscatto. Politica d'investimento indicazione degli obiettivi di investimento (tipologia di attività mobiliari, settore, area geografica, livello di rischiosità, orizzonte temporale considerato) del fondo comune d'investimento e SICAV ai quali il gestore del fondo si attiene. Prodotto interno lordo (PIL) è il valore di tutti i beni e servizi prodotti dall economia di un Paese. Prodotto nazionale lordo (PNL) è una statistica economica che misura quanto è stato prodotto dai cittadini di un Paese. Si ottiene aggiungendo al prodotto interno lordo (PIL) il reddito. Percepito da soggetti residenti nel Paese per investimenti all estero, mentre sono esclusi i redditi percepiti nel Paese da soggetti residenti all estero. Profilo di rischio indica il profilo dell'investitore in base a quale livello di oscillazione del rendimento, in positivo come in negativo, è disposto a tollerare. Assieme all'orizzonte temporale ed al rendimento atteso, è una variabile fondamentale per determinare il prodotto corretto e/o la giusta asset allocation per l'investitore. Punto base equivale a 1/100 di un punto percentuale. Rapporto, o multiplo, prezzo/patrimonio netto (P/B) è il rapporto tra il valore di mercato di un titolo e il relativo valore di libro. Rapporto, o multiplo, prezzo/utili (P/E) è il rapporto tra il prezzo corrente di un titolo e il relativo utile per azione. Sector Allocation suddivisione del portafoglio del fondo comune d'investimento e SICAV azionari in base ai settori finanziari di riferimento dei titoli azionari in cui investono. Small Cap titoli a bassa capitalizzazione, generalmente appartenenti a piccole e medie imprese. Sovrappeso indica che l investimento ha una ponderazione superiore, rispetto al benchmark, in un determinato settore o titolo. Sottopeso indica che l investimento ha una ponderazione inferiore. Stock Picking attività di un gestore di un fondo volta ad analizzare e valutare un paniere di titoli sulla base della loro prospettivà di crescita. Strategie di investimento Equity Long/Short assumono posizioni azionarie lunghe e corte a seconda delle percezioni dei gestori circa la possibilità che il mercato sia rialzista o ribassista. Strategie di investimento Event-driven si prefiggono di sfruttare le inefficienze di prezzo che possono verificarsi prima o dopo eventi societari quali fusioni, conference call sui risultati, fallimenti, fusioni, acquisizioni o spin-off. Strategie di investimento Macro mirano a prevedere i trend economici più rilevanti a livello mondiale, basandosi su tali stime per investire in un ampia gamma di mercati. 16 CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre 2014

17 Strategie di investimento Relative-value cercano di trarre vantaggio dalle differenze di prezzo tra gli strumenti finanziari attraverso operazioni simultanee di acquisto e vendita di diversi titoli, consentendo quindi agli investitori di trarre un potenziale vantaggio dal valore relativo. Strategie Marco-Direzionali strategia che mira ad investire il portafoglio in strumenti e categorie d investimento che sono in grado di generare i rendimenti desiderati in relazione allo specifico contesto macroeconomico e di mercato. Attraverso tale strategia pesi ed esposizioni alle diverse asset class possono cambiare notevolmente nelle diverse fasi del ciclo economico. Tapering la graduale riduzione, da parte della Fed, del proprio programma di acquisto di titoli di Stato e titoli garantiti da ipoteca Tasso di inflazione inerziale con questo termine si definisce la tendenza di fondo dei prezzi ad un lieve aumento costante nel tempo. Tasso di interesse call overnight: tasso di interesse medio al quale una selezione di banche si concede reciprocamente prestiti per un periodo di 1 giorno. (pagine 8-9): commento sulla nostra view tattica e strategica View Tattica: Il focus della nostra view tattica sul reddito fisso riguarda i trend dei prezzi obbligazionari, non i rendimenti. View Strategica: Il focus della nostra view strategica sulle obbligazioni societarie riguarda i rendimenti, non i trend dei prezzi obbligazionari. Per le obbligazioni societarie e i titoli cartolarizzati/speciali, le frecce indicano il rispettivo spread rettificato per le opzioni (option-adjusted). Per le obbligazioni non denominate in euro la figura mostra lo spread rispetto ai Treasury USA, mentre per le obbligazioni denominate in euro indica lo spread rispetto ai Bund tedeschi. Per i titoli sovrani dei mercati emergenti, la figura mostra lo spread rispetto ai Treasury USA. L'andamento dello spread e del rendimento influenza il valore dell obbligazione. Gli investitori che mirano a trarre vantaggio solo dall'andamento dello spread devono effettuare una copertura contro le variazioni dei tassi di interesse Tasso repo: tasso di interesse a cui la Banca Centrale Europea remunera i prestiti ricevuti delle banche commerciali. Tasso sui Fed Funds è il tasso di interesse, stabilito dalla Fed, al quale le banche si prestano denaro tra loro, solitamente su base overnight. Titoli ciclici /pro ciclici titoli la cui domanda è influenzata dal ciclo economico. Titoli Fondamentali titoli la cui analisi è volta ad attribuire ad ogni titolo il suo giusto valore sulla base di criteri economici legati alle caratteristiche e all'attività dell'impresa. Titoli non ciclici o titoli difensivi titoli la cui domanda precinde dall andamento economico. Trend: termine che identifica la tendenza di un bene di investimento. Ad esempio in un grafico è la linea che rappresenta l'andamento di un prezzo di un'attività finanziaria. Questa linea può essere ascendente o discendente a seconda dell'andamento del bene di investimento considerato. Value stile di gestione specializzato nella selezione di azioni sottovalutate rispetto al potenziale, in particolare di quei titoli quei titoli che esprimono i multipli di borsa (price earning, ecc.) più convenienti. CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre

18 Disclaimer Avvertenze legali Messaggio pubblicitario con finalità promozionali. Il presente documento è stato redatto da Deutsche Asset & Wealth Management esclusivamente a scopo informativo e non costituisce in alcun modo consulenza in materia di investimenti o ricerca in materia di investimenti e non è collegato con, e non costituisce la base di, qualunque contratto o impegno; lo stesso è stato predisposto senza considerare gli obiettivi di investimento, la situazione finanziaria o le competenze di specifici investitori. Le informazioni contenute in questo documento non costituiscono consulenza in materia di investimenti, né produzione o diffusione di ricerca, ma costituiscono una mera descrizione dei mercati e si basano su dichiarazioni derivanti da fonti della società di gestione appartenente a Deutsche Asset & Wealth Management o pubblicamente disponibili, ritenute affidabili. Non è possibile garantire l accuratezza, la correttezza o la completezza di tali dichiarazioni per le quali la società di gestione appartenente a Deutsche Asset & Wealth Management non è da ritenersi responsabile. Tutte le opinioni date e qui rappresentate riflettono le valutazioni della società di gestione appartenente a Deutsche Asset & Wealth Management aggiornate alla data di produzione presente documento. Le opinioni espresse in queste valutazioni possono essere soggette a cambiamenti senza preavviso. Tutte le dichiarazioni derivano dalla valutazione della società di gestione appartenente a Deutsche Asset & Wealth Management sull attuale situazione legale e fiscale. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri. I rendimenti sono esposti al lordo degli oneri fiscali. I costi individuali quali le commissioni e le altre spese non sono state incluse e inciderebbero negativamente se lo fossero. Prima dell'adesione leggere attentamente il prospetto e il documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (Key Investor Information Document - cd. KIID) e/o la documentazione d offerta vigente disponibile presso Deutsche Bank AG, Deutsche Asset & Wealth Management Investment GmbH (Mainzer Landstrasse , Francoforte sul Meno, Germania), presso DWS Investment S.A. (2, Boulevard Konrad Adenauer, 1115 Luxembourg), presso Deutsche Bank AG - Milan Branch (Via Filippo Turati 25/27, Milano), presso i Soggetti incaricati del collocamento e i Soggetti Incaricati dei Pagamenti, nonché sul sito Deutsche Bank AG - Milan Branch, Agosto 2014 Deutsche Asset and Wealth Management é la divisione che racchiude in sè tutte le attività di asset management e wealth management di Deutsche Bank AG e delle società controllate. In Italia Deutsche Asset & Wealth Management fornisce prodotti e servizi alla propria clientela tramite le diverse società secondo quanto di volta in volta rappresentato nella specifica documentazione informativa e contrattuale. Maggiori informazioni sui prodotti e servizi offerti sono disponibili sul sito Questo documento non costituisce sollecitazione, né può essere consegnato o impiegato per finalità di sollecitazione. Responsabile del contenuto: Deutsche Asset & Wealth Management Investment GmbH, Francoforte CIO View Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Novembre

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10 Alternative Spot Dic 2013 L outlook di Hedge Invest per il 2014 Scenario macroeconomico: la visione per il 2014 EUROZONA Prevediamo ancora pressioni al ribasso sulla crescita a breve termine, a causa di

Dettagli

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 2009/65/CE INDICE Considerazioni Generali - Commento Macroeconomico...

Dettagli

Schroder ISF EURO Short Term Bond

Schroder ISF EURO Short Term Bond Pagina 1 Indice Review su mercato e fondo pag. 2 Il mercato Il fondo Cosa ci aspettiamo dal mercato e dal fondo pag. 3 Uno sguardo al mercato Le scelte strategiche I risultati di pag. 4 Descrizione del

Dettagli

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente Cosa ci dobbiamo aspettare dai mercati obbligazionari nel 2015? Intervista a Paul Read (Co-Head di Invesco Fixed Interest Henley Gestore di Invesco Euro Corporate Bond, Invesco Pan European High Income

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

Outlook dei mercati. I Trimestre 2015 ARCA FOCUS

Outlook dei mercati. I Trimestre 2015 ARCA FOCUS ARCA FOCUS Outlook dei mercati I Trimestre 2015 Ad uso esclusivo dei Soggetti Collocatori, vietata la diffusione alla clientela. Il presente documento ha semplice scopo informativo. 1 Indice Outlook di

Dettagli

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo No. 5 - Settembre 2013 2 I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo Con il mercato obbligazionario

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 6 giugno A cura dell

Dettagli

Outlook dei mercati. III Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo.

Outlook dei mercati. III Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo. ARCA FOCUS Outlook dei mercati III Trimestre 2015 1 Indice Outlook di lungo periodo Mercati Azionari 3 Outlook di lungo periodo Mercati Obbligazionari 4 Outlook di medio periodo Opportunità e rischi 5

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 7 luglio A cura dell

Dettagli

CIO View. Deflazione nell Eurozona. Perché la caduta dei prezzi sarà un fenomeno temporaneo. Deutsche Asset & Wealth Management

CIO View. Deflazione nell Eurozona. Perché la caduta dei prezzi sarà un fenomeno temporaneo. Deutsche Asset & Wealth Management Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Marzo 205 CIO View Deflazione nell Eurozona Perché la caduta dei prezzi sarà un fenomeno temporaneo Nove posizioni Nove posizioni

Dettagli

ILR con. Posizione. attuale.

ILR con. Posizione. attuale. ILR con il gestore G. Spinola del 16/04/15 Trend vs. Msci World Dal lancio ( 15/02/93 ) al 16/04/15. Posizione attuale. 63% %* in Azioni (profilo di rischio teoricoo del portafoglio mediamente in lineaa

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

Fonditalia Core MERCATO CARATTERISTICHE. Azionario. Obbligazionario. Valute. Strategia del prodotto

Fonditalia Core MERCATO CARATTERISTICHE. Azionario. Obbligazionario. Valute. Strategia del prodotto 29 Settembre 2015 Fonditalia Core MERCATO Azionario Da metà aprile gli indici azionari hanno corretto al ribasso dopo il rialzo di inizio anno (prima a causa dell acuirsi della crisi greca, poi per via

Dettagli

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati Analisi mensile dei principali eventi e previsioni sui mercati globali 22 ottobre 2014 Analisi dei Mercati Crediamo che i mercati stiano reagendo in modo esagerato considerato lo stato di salute dei fondamentali.

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 31/03/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

L OPINIONE DEI COMPETITOR

L OPINIONE DEI COMPETITOR L OPINIONE DEI COMPETITOR 11 A cura della Direzione Studi. L Opinione dei Competitor Sintesi e Indicazioni Tattiche SINTESI MACRO E ASSET ALLOCATION Pictet - AGGIORNATO A SETTEMBRE QUADRO MACRO: Timori

Dettagli

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog Asset allocation: settembre 2015 /blog Come sono andati i mercati? Il rallentamento della Cina, la crisi in Grecia, il crollo delle materie prime e la moderata crescita dell economia americana hanno sollevato

Dettagli

ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie. Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds

ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie. Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds 1 Sintesi Gli attuali squilibri Le prospettive Le strategie nelle varie asset class 2 Gli

Dettagli

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo.

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo. ARCA FOCUS Outlook dei mercati IV Trimestre 2015 1 Indice Outlook di lungo periodo Mercati Azionari 3 Outlook di lungo periodo Mercati Obbligazionari 4 Outlook di medio periodo Opportunità e rischi 5 Outlook

Dettagli

L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015

L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015 COMUNICATO STAMPA L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015 Le azioni mantengono la fiducia degli investitori

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti:

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: MARKET OUTLOOK 2016 Cosa ci lascia in eredità il 2015 L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: - La fine della politica dei tassi zero in USA - L avvio del QE in Europa

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 5 maggio 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 5 maggio 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. maggio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono unicamente

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 8 agosto A cura dell

Dettagli

Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema

Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema Proiezioni macroeconomiche per l area dell euro formulate dagli esperti dell Eurosistema Sulla base delle informazioni disponibili al 20 novembre 2004, gli esperti dell Eurosistema hanno elaborato le proiezioni

Dettagli

Focus Market Strategy

Focus Market Strategy Valute emergenti: rand, lira e real 30 luglio 2015 Atteso un recupero verso fine anno Contesto di mercato Il comparto delle valute emergenti è tornato nuovamente sotto pressione negli ultimi mesi complice

Dettagli

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 98 MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 80 MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti,

Dettagli

maggio 2015 ( i mercati azionari e in generale, trasversalmente, le asset class più rischiose - comprese quindi le 1/5

maggio 2015 ( i mercati azionari e in generale, trasversalmente, le asset class più rischiose - comprese quindi le 1/5 maggio 2015 Mantenere la rotta in mezzo alla volatilità Nonostante il paracadute della Bce nelle ultime settimane sui mercati è tornato il nervosismo. A medio termine lo scenario resta favorevole alle

Dettagli

Global Asset Allocation

Global Asset Allocation Global Asset Allocation L impatto dell incremento dei rendimenti obbligazionari sul ciclo economico e sulla nostra view Aprile 0 Punti chiave PROSPETTIVE Giordano Lombardo Group CIO, Pioneer Investments

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 30/04/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

Investire in bond: quando il gioco si fa duro

Investire in bond: quando il gioco si fa duro Investire in bond: quando il gioco si fa duro No. 3 - Maggio 2013 Investire in bond: quando il gioco si fa duro Dopo la corsa agli elevati rendimenti generalizzati degli ultimi anni, il mercato obbligazionario

Dettagli

Investment Insight. Il segmento High Yield in Europa nel 2016. Dal team European High Yield di AXA IM Dicembre 2015

Investment Insight. Il segmento High Yield in Europa nel 2016. Dal team European High Yield di AXA IM Dicembre 2015 Investment Insight Dal team European High Yield di AXA IM Dicembre 2015 Il segmento High Yield in Europa nel 2016 I mercati continuano ad essere nervosi a fine 2015, a causa di una serie di eventi risk-off.

Dettagli

View. Fideuram Investimenti. 12 ottobre 2015

View. Fideuram Investimenti. 12 ottobre 2015 12 ottobre 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 Scenario macroeconomico Confermiamo di non aver apportato revisioni significative

Dettagli

Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi

Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi No. 8 - Luglio 2014 N. 86 Luglio Dicembre 2014 2013 2 Come negli scorsi anni, anche nel 2014 le politiche monetarie delle principali

Dettagli

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI 60 Victoria Embankment London EC4Y 0JP ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI Economie divergenti

Dettagli

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap Small Cap Piccole imprese grandi opportunità. A sei anni dall inizio della crisi finanziaria internazionale, l economia mondiale sembra recuperare, pur in presenza di previsioni di crescita moderata. In

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA MERCATO MONETARIO E MERCATO OBBLIGAZIONARIO La scorsa settimana ha visto un andamento differenziato dei tassi tra area euro ed area dollaro: se infatti quelli

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 8 agosto 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità

Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità Logo azienda Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità Nicola Carcano, Chief Investment Officer, MVC & Partners e Docente presso l Università

Dettagli

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Piano Economico Finanziario 2008 e previsioni anni 2009 e 2010 Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Indice Scenario & Previsioni PIANO ANNUALE 2008 1Fonti di finanziamento 2Impieghi 3Ricavi 4Costi

Dettagli

AGORA VALORE PROTETTO

AGORA VALORE PROTETTO Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Largo della Fontanella di Borghese, 19-00186 Roma Iscritta al n. 99 dell Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia AGORA VALORE PROTETTO FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 4 aprile 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 4 aprile 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 4 aprile A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono unicamente

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica Veloce e Fragile Le dinamiche dell economia britannica 2 maggio, 2011 Rimbalzo nel primo trimestre per il Regno Unito? Come è già stato precedentemente sottolineato, l economia britannica è un economia

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 12 maggio 2016 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 Scenario macroeconomico Dopo la revisione al ribasso apportata alle stime

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 5 - Maggio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A.

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. Relazione Semestrale al 30.06.2015 FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO Kairos Income Kairos Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via San Prospero 2, 20121 Milano Tel 02.777181

Dettagli

Previsioni di Mercato Raiffeisen

Previsioni di Mercato Raiffeisen Previsioni di Mercato Raiffeisen di Raiffeisen Capital Management per Cassa Raiffeisen di Brunico Aprile 2015 Quo vadis, FED? Ancora una volta un trimestre è stato fortemente influenzato dalle banche centrali.

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 4 settembre 2015 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

View. Fideuram Investimenti. 9 giugno 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari

View. Fideuram Investimenti. 9 giugno 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari 9 giugno 2015 View Fideuram Investimenti Scenario macroeconomico Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 I dati diffusi nelle ultime settimane mostrano che

Dettagli

IL CONTESTO Dove Siamo

IL CONTESTO Dove Siamo IL CONTESTO Dove Siamo INFLAZIONE MEDIA IN ITALIA NEGLI ULTIMI 60 ANNI Inflazione ai minimi storici oggi non è più un problema. Tassi reali a: breve termine (1-3 anni) vicini allo 0 tassi reali a medio

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

Vendere titoli o fondi o cambiare semplicemente fondi significa pagare subito questa nuova tassa sugli interessi maturati.

Vendere titoli o fondi o cambiare semplicemente fondi significa pagare subito questa nuova tassa sugli interessi maturati. FEBBRAIO 2016 Vediamo di riassumere sinteticamente in questa mail le cause che hanno portato allo storno delle borse e grazie all ausilio delle informazioni ricevute da alcuni dei principali gestori mondiali,

Dettagli

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale No. 4 - Giugno 2013 Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Nelle ultime settimane si sono verificati importanti

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 1 Gennaio 214 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

Portafogli Modello Giugno 2014

Portafogli Modello Giugno 2014 Portafogli Modello Giugno 2014 Investment Advisory 10 Giugno 2014 Milano Indice Commento Generale (p. 3) Portafoglio Obbligazionario (p. 4) Portafoglio Bilanciato (p. 6) Portafoglio Azionario (p. 8) Ranking

Dettagli

FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE

FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE ZENIT MC BREVE TERMINE ZENIT MC OBBLIGAZIONARIO ZENIT MC PIANETA ITALIA ZENIT MC EVOLUZIONE ZENIT MC PARSEC ZENIT MC MEGATREND RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014

Dettagli

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI Silvano Carletti * Nei suoi primi cinque appuntamenti (l ultimo a fine settembre 2015) il Targeted Longer-Term Refinancing Operations (TLTRO)

Dettagli

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015)

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) STOXX600 Europe Lo STOXX600 ha superato l importante resistenza toccata nel 2007 a quota 400, confermando le nostre previsioni di un mese fa. Il trend di medio-lungo periodo

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 2 LUGLIO 2015 Il momento del commercio mondiale segna un miglioramento ad aprile 2015, ma i volumi delle importazioni e delle esportazioni sembrano muoversi in direzioni

Dettagli

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato No. 10 giugno 2015 N. 10 giugno 2015 2 Le principali Banche Centrali hanno aumentato complessivamente di oltre 6.000 miliardi

Dettagli

Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION

Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION Zurich Investments Life S.p.A. Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE (Dati aggiornati al 31.12.2009) Alla gestione delle risorse provvede la Zurich Investments

Dettagli

CIO View. Scenario economico globale. L instabilità dei mercati emergenti. Deutsche Asset & Wealth Management

CIO View. Scenario economico globale. L instabilità dei mercati emergenti. Deutsche Asset & Wealth Management Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Ottobre 2015 CIO View Scenario economico globale L instabilità dei mercati emergenti Nove posizioni Le nostre previsioni Probabile

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 10 febbraio 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Il programma di Quantitative Easing finalmente

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 11 novembre A cura

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 86 MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il 29 giugno

Dettagli

TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE

TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE DOCUMENTO PUBBLICITARIO TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE CON BGF FIXED INCOME GLOBAL OPPORTUNITIES FUND (FIGO) È un nuovo mondo per i mercati obbligazionari. È quindi giunto il momento di considerare un approccio

Dettagli

Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico"

Portafoglio Invesco a cedola Profilo dinamico Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico" Questo documento è riservato per i Clienti Professionali/Investitori Qualificati e/o Soggetti Collocatori in Italia e non per i clienti finali. È vietata

Dettagli

Le imprese in questo nuovo scenario.

Le imprese in questo nuovo scenario. Banche credito tassi - imprese: un nuovo scenario Le imprese in questo nuovo scenario. 1 Mercoledì 26 ottobre 2011, ore 16.00 Palazzo Bonin - Corso Palladio 13 Vicenza Aspetti fondamentali del nuovo scenario:

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 3 marzo A cura dell

Dettagli

Il Mercato del reddito fisso

Il Mercato del reddito fisso S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il Mercato del reddito fisso Angelo Drusiani Banca Albertini Syz & C. SpA Sala Convegni Corso Europa, 11 Milano S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 13 Gennaio 2014 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 Marzo 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Alla ricerca di reddito: guardare oltre l evidenza

Alla ricerca di reddito: guardare oltre l evidenza Alla ricerca di reddito: guardare oltre l evidenza Intervista con Francesco Sandrini INTERVISTA Gli investitori focalizzati solo sul rischio di mercato ignorano i nuovi pericoli in cui potrebbero incorrere

Dettagli

Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile

Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Sviluppo Rete Arca Fund Manager Webinar Fondi Obbligazionari

Dettagli

ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE ZURICH CONTRIBUTION RENDICONTO 2013 RELAZIONE SULLA GESTIONE Il Fondo Pensione aperto Zurich Contribution è stato, come noto, istituito dal Consiglio di Amministrazione di Minerva Vita S.p.A. (oggi Zurich

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Aprile 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. Abbandonato l impegno ad essere pazienti, nell attendere i tempi e le condizioni

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 2 Aprile 2014 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico La politica monetaria nelle economie avanzate sta

Dettagli

3. Il mercato internazionale dei titoli di debito

3. Il mercato internazionale dei titoli di debito Gregory D. Sutton (+41 61) 280 8421 greg.sutton@bis.org 3. Il mercato internazionale dei titoli di debito La decelerazione dell economia mondiale sembra aver frenato la domanda di nuovi finanziamenti internazionali,

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 CASSA DI PREVIDENZA - FONDO PENSIONE PER I DIPENDENTI DELLA RAI E DELLE ALTRE SOCIETÀ DEL GRUPPO RAI - CRAIPI Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 SETTEMBRE 2012 Studio Olivieri

Dettagli

Dopo aver ritardato per diverso

Dopo aver ritardato per diverso Fondi obbligazionari absolute return per generare performance positive anche con tassi al rialzo L'analisi dei fondi Fixed income alternativi ha messo in evidenza l'elevata allocazione nei bond americani,

Dettagli

8a+ Investimenti Sgr. Latemar

8a+ Investimenti Sgr. Latemar 8a+ Investimenti Sgr Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Latemar RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 Sede Legale: Varese, Piazza Monte Grappa 4 Tel 0332-251411 Telefax 0332-251400 Capitale

Dettagli

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti - Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR; Luca Mezzomo - Responsabile

Dettagli

Il debito dei mercati emergenti Quali opportunità per gli investitori

Il debito dei mercati emergenti Quali opportunità per gli investitori Il debito dei mercati emergenti Quali opportunità per gli investitori La maggior parte dei rischi macro che si sono presentati negli ultimi tempi sono esogeni ai mercati emergenti. In particolare nelle

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO DI DIRITTO ITALIANO CATEGORIA:

FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO DI DIRITTO ITALIANO CATEGORIA: Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Largo della Fontanella di Borghese, 19-00186 Roma Iscritta al n. 99 dell Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia AGORA INCOME FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE

Dettagli

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Euro/dollaro Le dinamiche divergenti delle politiche monetarie di FED e BCE hanno portato nei primi

Dettagli

10 MOTIVI PER INVESTIRE IN EUROPA

10 MOTIVI PER INVESTIRE IN EUROPA 10 MOTIVI PER INVESTIRE IN EUROPA Agosto 2012 In questo momento l'europa va tutt'altro che evitata e riteniamo che l'attenzione che gravita intorno ai problemi fiscali abbia creato un'opportunità d'investimento,

Dettagli

2014/2015: Retrospettiva e prospettive future. Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio

2014/2015: Retrospettiva e prospettive future. Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio 2014/2015: Retrospettiva e prospettive future Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio Retrospettiva 2014 La comunicazione relativa a una riduzione solo graduale degli acquisti di

Dettagli

CIO View. Vivere sotto zero. Quando i tassi di interesse sono negativi. Deutsche Asset & Wealth Management

CIO View. Vivere sotto zero. Quando i tassi di interesse sono negativi. Deutsche Asset & Wealth Management Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Aprile 2015 CIO View Vivere sotto zero Quando i tassi di interesse sono negativi Nove posizioni I principali fattori economici

Dettagli