Il 13 settembre una tavola rotonda sul tema inaugurerà i lavori convegnistici di Metalriciclo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il 13 settembre una tavola rotonda sul tema inaugurerà i lavori convegnistici di Metalriciclo"

Transcript

1 Pubblicazione ufficiale del SALONE internazionale DElle tecnologie per il recupero e il riciclo dei metalli ferrosi e non ferrosi news I.R. 10 l u g l i o a g o s t o Alluminio, sostenibilità e normativa ambientale Il 13 settembre una tavola rotonda sul tema inaugurerà i lavori convegnistici di Metalriciclo La tavola rotonda Alluminio per le Generazioni Future - AFFG che si è svolta durante Metalriciclo 2006 Aprirà i convegni di Metalriciclo 2007 una importante tavola rotonda dal titolo Orientamento nella revisione della normativa ambientale, organizzata in collaborazione e con il supporto di Alluminio per le Generazioni Future-AF- FG e moderata da Sebastiano Barisoni, giornalista di Radio24. L'evento, che si svolgerà a partire dalle del 13 settembre prossimo, farà il punto sulla situazione, a tale data, del processo di revisione del D.Lgs. 152/06, più noto come Codice Ambientale. Gabriele Cirieco, rappresentante di AFFG Italia, terrà una nota introduttiva sul Programma Alluminio per le generazioni future in Italia e coordinamento con AFFG Europa. Saranno presenti un rappresentante del Ministero dell Ambiente, un rappresentante della Commissione Ambiente della Camera o del Senato ed esponenti delle principali associazioni del settore italiane ed europee. I temi che coinvolgono direttamente il settore metallurgico sono diversi e di estrema importanza per il futuro di un comparto che si è sempre sviluppato in un ottica di sostenibilità ambientale e che vede, nell eccessivo appesantimento delle procedure burocratiche, una minaccia anziché un sostegno alla propria competitività. La tavola rotonda sarà l'occasione per un confronto tra l'industria e le istituzioni, che saranno presenti attraverso alcuni importanti esponenti governativi, riprendendo la tavola rotonda che si è svolta lo scorso 25 luglio su Alluminio: sostenibilità e normativa ambientale, appuntamento annuale di Centroal, nell'ambito del suo programma Alluminio per le Generazioni Future-AFFG. All'incontro, che si è svolto presso l'hotel Nazionale di Montecitorio ed è stato moderato da Ga- briele Cirieco di AFFG, erano presenti gli onorevoli Adriano Paroli, Raffaella Mariani, Camillo Piazza, Mauro Chianale, Donato Piglionica, Guido Pollice, presidente della associazione ambientalista VAS, e, per l'industria, Giuseppe Toia, presidente di Centroal, Amedeo Alti di Assiral, Orazio Zoccolan e Mario Conserva di Centroal/Assomet, Gino Schiona di Cial, Alessandro Profili e Giovanni Tula di Alcoa e Hendrik Scheffer di Hydro. In un bel confronto tra industria ed istituzioni, sul contenuto dello Schema di decreto legislativo concernente le Ulteriori modifiche al decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, è emersa la soddisfazione da parte dei rappresentanti del Governo per un lavoro che si è rivelato ben fatto e necessario, al fine di riparare alle storture contenute nella normativa ambientale precedente ormai superata e realizzare qualcosa che fosse più aderente alle esigenze attuali del sistema. Nella stessa sede, è stato ribadito l'impegno a mantenere in vita l'osservatorio Nazionale dei Rifiuti e, in tale ambito, è stata confermata la massima sensibilità e disponibilità nei confronti dell'industria dell'alluminio a raccogliere dalle associazioni ogni indicazione in tema di normativa ambientale e a tenerne conto nella emissione dei propri pareri. E' disponibile sul sito il programma definitivo delle sessioni convegnistiche che seguiranno la tavola rotonda e affiancheranno l'esposizione il 13 e il 14 settembre Iscriviti gratuitamente e con l'occasione scarica il biglietto d'ingresso gratutito alla fiera Allargare l evento al tema dell energia e incrementarne l internazionalità: queste le due grosse novità previste per l edizione 2007 di Metalriciclo, che si svolgerà dal 13 al 15 settembre sempre presso il Centro Fiera del Garda di Montichiari, Brescia. Innanzitutto, quindi, un allargamento ad una questione delicata e di grande attualità per i nostri operatori quale è quella energetica, che coinvolgerà la

2 3 appuntamento 2007 per F.A.R.O. Da Metalriciclo a Metalriciclo: un anno di intensa attività Il 14 Settembre, nel contesto di Metalriciclo si terrà il terzo degli incontri F.A.R.O. 2007, con nuovi contenuti (si parlerà anche di acciai) e l opportunità unica per conoscere valutazioni e punto di vista di analisti di elevato livello e indipendenti (caratteristica che accomuna tutti i relatori dell Osservatorio). L apertura dei lavori sarà affidata a Paolo Kauffmann - Analista e Trader, Amministratore Unico Kauffmann&Sons, che delineerà le migliori strategie di acquisto e copertura per i principali metalli industriali (alluminio primario e secondario, rame, acciaio, nichel, etc.) in relazione alla situazione di mercato del momento. Seguirà una relazione dedicati ai prodotti lunghi d acciaio e il rapporto con la domanda di rottami a cura di Alistair Ramsay analista di CRU Strategies (l autorevole società inglese di analisi e consulenza per l industria mineraria e dei metalli). Questo momento rappresenta un ulteriore ampliamento dell Osservatorio, che completa il quadro sulle Commodity anche in vista del lancio di nuovi contratti sull acciaio annunciati dal London Metal Exchange per aprile Successivamente il punto di vista dell analisi tecnica su mercati Materie Prime, Finanziari e Azionari con Andrea Guarneri di Kommodities Parteners Sa. A chiudere l intenso programma, direttamente da Washington, l esclusivo intervento di Arrigo Sadun, Direttore per l Italia del Fondo Monetario Internazionale, che come di consueto illustrerà in modo dettagliato il quadro della congiuntura internazionale. Dopo lo scoppio della bolla immobiliare negli Usa - che lo stesso Sadun, a F.A.R.O. di giugno 2007, definì la peggiore crisi degli ultimi 30/40 anni - molto atteso l aggiornamento con informazioni 'di prima mano' sui possibili sviluppi della situazione e le ulteriori ripercussioni sul resto dell economia mondiale. La sede scelta per l occasione permette di unire i lavori del convegno alla visita della Fiera Metalriciclo e di seguire - sempre nella mattinata del 14 - la sessione plenaria sui ferrosi, con un ulteriore intervento degli analisti CRU (sul panorama globale del mercato) e la partecipazione di Federacciai, Assofermet e Metal Courier. Come sempre la partecipazione è riservata agli iscritti e per ogni informazione o per richiedere il modulo di adesione è possibile contattare la Segreteria Formazione di Kauffmann&Sons. Redazione: Roberta Bordiga Federica Zaccaria Impaginazione: Elia Campagnari Consulenza fieristica: Maurizio Valentini Commerciale Italia: Carolina Holzhaker Leda Ariceto Enrico Di Amario Commerciale Estero: Nancy Ghandour Matteo Bellini Ufficio Abbonamenti: Elena Massetti Due battute a caldo da chi nel mondo del riciclo si muove da 50 anni, e che sta dietro l organizzazione della manifestazione sin da quando è nata l idea di una fiera a Brescia riservata al recupero dei rottami ferrosi e non ferrosi. Ettore Bianchi fa per noi il punto sui 12 mesi che dalla prima edizione della fiera, lo scorso anno, ci hanno portato a questa edizione La complessa e ben organizzata struttura dell affollato mondo degli adepti delle 5erre (raccolta, ri-uso, rottamazione, riciclo, risparmio) - spiega Ettore Bianchi - ha vissuto un intenso anno di molteplici attività dopo il nostro primo evento di Montichiari dello scorso settembre Evento che aveva avuto apprezzamenti e successi tanto da convincerci a continuare su questa strada ripetendo la manifestazione anche quest anno, non solo, ma anche nel prossimo La macchina non si è mai fermata e ha colto tutte le occasioni offerte da mesi di intensa attività convegnistica e fieristica a livello internazionale, per verificare la validità del progetto, rafforzarlo e al contempo raccogliere informazioni, intrattenere contatti, allacciare rapporti con i vecchi e nuovi/nuovissimi operatori del settore. Rispetto ad un anno fa sicuramente ne sappiamo di più e qualche dato raccolto ci convince a continuare nel nostro cammino. Siamo convinti che dal 'riciclo di quanto riciclabile' dipende molto del nostro avvenire di operatori industriali. Aver pensato, Iniziativa de il Sole 24 Ore voluto e realizzato che da questa enorme massa di materiali disomogenei l isolare i 'metalli' di qualsiasi tipo, origine e forma fisica sia stato saggio ci rende sempre più convinti che Metalriciclo si inserisce in modo esemplare nel contesto della informazione su dei dati di fatto. D altra parte, approfittando di una massa di sigle ed abbreviazioni ormai entrate nel gergo corrente tanto da convincerci a raccoglierle nell appendice del nostro 'Piccolo Glossario dei riciclatori', abbiamo fatto ricorso anche noi, notisti di penna, alle vecchie regole che governano il giornalismo anglosassone. E una forma di esame di coscienza basato sulla teoria delle 5W. Martedì 11 settembre il quotidiano il Sole 24 Ore dedica un inserto speciale al recupero e al riciclo dei metalli ferrosi e non ferrosi. Lo speciale è supportato anche da Metalriciclo 2007, che nell'inserto ha grande visibilità. Si tratta di una iniziativa analoga a quella già sperimentata con successo lo scorso anno, quando, in occasione della prima edizione della fiera dedicata alle tecnologie per il recupero e il riciclo dei metalli, venne pubblicato un interessante speciale che fece il punto sull'industria del riciclo in Italia. Copie del quotidiano saranno distribuite anche nel corso della conferenza stampa di presentazione di Metalriciclo che si svolgerà nella stessa giornata alle ore presso la sala del Broletto di Brescia. WHO (chi lo ha fatto): Edimet, gli operatori del settore metalli molti volonterosi. WHAT (cosa ha fatto): è stato creato, dal nulla, un evento espositivo e convegnistico che ha raccolto molte energie, umane e professionali, che agivano solitariamente. WHEN (quando è stato fatto): per il momento, un evento tardo-estivo. WHERE (dove è stato fatto): non poteva che collocarsi in Lombardia, anzi, in quella Brescia che è culla della lavorazione di tutti i metalli. WHY (perché è stato fatto): perché si è intuito che isolare i metalli (di qualsiasi natura) dai vari contesti dei materiali riciclabili può essere utile a comprendere meglio problemi specifici e tentare di risolverli. 2

3 La vena artistica del rottame i CONVEGNi di METALRICICLO 2007 Tra gli eventi collaterali di Metalriciclo 2007 c è anche MetalArt, una mostra di oggetti d arte - sculture e dipinti - realizzati utilizzando metallo recuperato. Tanti gli artisti che hanno deciso di esporre le loro opere. Maurizio Benassi Lo scultore, che la scorsa edizione di Metalriciclo espose Sorgente, quest anno presenta una scultura alta 7 metri realizzata con lastre tipografiche in alluminio recuperate. Liliana Borzio La pittrice, che lavora con bave e trucioli in alluminio, utilizza perlopiù tele da 100x100; la tecnica di base è ad olio, le applicazioni sono fusioni in alluminio e rilievi in sabbia. Iris Tiberio L artista, ingegnere esperto di alluminio, ha ideato Mosal, un mosaico in alluminio riposizionabile, che permette la composizione di qualsiasi texture e immagine. Mario Zanardini Dopo un lungo periodo come paesaggista, si è dedicato allo studio di elementi scenografici innovativi, lavorando con materiali e forme diverse. A Metalriciclo presenta alcuni bracieri realizzati in lega di rame. Rientra poi tra le iniziative a firma Alluminio per le Generazioni Future-AF- FG la mostra fotografica Aluminium for Life, costituita da 29 fotografie, formato 57 cm x 115 cm dedicate all alluminio e ai suoi impieghi. GIOVEDI 13 Settembre Ore Sala Aida Tavola Rotonda Orientamento nella revisione della normativa ambientale con la collaborazione e il supporto di Alluminio per le generazioni future - AFFG Moderatore: Sebastiano Barisoni, radio24 Ore Inaugurazione e taglio del nastro (nel foyer) Ore Sala Aida Rischi di mercato e disponibilità di metallo nel recupero dei rottami non ferrosi Coordinatore: Amedeo Alti, Assiral Problematiche del recupero dell alluminio a livello europeo, Günter Kirchner (Oea) Riciclo dell alluminio: criticità in Italia, Giuseppe Toia (presidente CentroAl) Outlook del mercato della raccolta, recupero, riciclo e commercio dei rottami non ferrosi, Carmelo Paolucci (Presidente Sindacato Rottami Non Ferrosi Assofermet) Criticità nel mercato del rame, Luciano Parolai (KME) Cosa sta succedendo nel mercato del nichel e quali i riflessi sul mercato dell'acciaio inossidabile, Fulvio Orselli (Nichel-leghe, Gruppo Cronimet) e Fausto Capelli (Centro Inox) VENERDI 14 Settembre Ore Sala Aida Rottame ferroso: elementi per migliorare la qualità del mercato Coordinatore: Costante Guerrini 9.30 Nuove esigenze nella domanda del mercato, Cesare Pasini (Presidente Nuovo Campsider-Federacciai) Le caratteristiche dell offerta di rottame, Romano Pezzotti (Presidente Divisione Rottami ASSOFERMET) La certificazione ambientale, Dario Agalbato (Direttore IGQ) Pausa Il panorama internazionale Il panorama globale del mercato dei rottami ferrosi e metallici, Calum Baker (CRU with Kauffmann&Sons) Il rottame e la situazione dell industria turca dell acciaio, Veysel Yayan (segretario generale Turkish Iron and Steel Producers' Association) L influsso della Csi sul mercato europeo dei rottami, Tat'yana Man'ko (Metal Courier) Ore Sala Aida Criticità nel recupero dei prodotti a fine vita (RAEE - ELV) Coordinatore: Roberto Barucco Il caso dei RAEE Ecodom: una gestione dei RAEE eccellente dal punto di vista ambientale ed efficiente dal punto di vista eco- nomico, Lorenzo Tardini (Ecodom) Intervento a cura di Renato Boz (Gruppo RAEE Assofermet) Pausa Il caso dell ELV ELV: riciclo delle auto a fine vita, Salvatore Di Carlo (responsabile attività ELV & Car Recycling Fiat Group Automobiles) ELV: criticità del sistema - i trattamenti post-frantumazione (fluff), Giorgio Manunta (Presidente AIRA) intervento a cura di Simona Rizzon (Responsabile ELV Assofermet) Il car-fluff: ultimo anello del percorso di smaltimento degli autoveicoli a fine vita. Il caso della discarica controllata Faeco, Francesco Cinquegrana (Consigliere Delegato Faeco) Il programma completo è disponibile anche su: Cara 500! Per gentile concessione del Gruppo Fiore i visitatori di Metalriciclo potranno ammirare una riproduzione in scala 1/1 del vecchio modello della Fiat 500, realizzata con metallo recuperato. 3

4 ELV: impianti di bonifica Seda GmbH I caricatori della Officine Minelli Espone a Metalriciclo 2007 la Seda GmbH, costruttore austriaco di sistemi di bonifica per i veicoli a fine vita che nel 2007, con oltre installazioni eseguite, ha raggiunto i 40 anni di attività. Seltek ed Armac, importatori e distributori per il mercato italiano (con sede a Udine e Napoli), esporranno le ultime novità proposte da Seda, tra cui il nuovo perforatore aspiratore per sospensioni Drill Matic, oltre alle famose cesoie Weber/ Seda RS100 ed RS130. Presso lo stand (E48-E49, pad.5.) sarà visibile anche l ultima evoluzione della pressa per la compattazione realizzata da un altra azienda rappresentata da Seltek e Armac, Presse Bull Srl. Caratterizzata da dimensioni interne della cassa molto capienti (4.800 x x 1.600h), risulta estremamente efficiente sia per gli operatori del settore della raccolta rottami che per il comparto dell autodemolizione. L elevata velocità di produzione del pacco, grazie all assenza di tempi morti, oltre alla rapidità nell estrazione dello stesso dall interno della vasca, in ragione della posizione centrale in cui si dispone a fine ciclo, rende l operazione di pressatura breve e conveniente. Seltek ed Armac presenteranno anche ATM 100, l impianto compatto per il trattamento dei cavi elettrici provenienti dalla bonifica delle autovetture a fine vita. ATM 100 è in grado di macinare l intero cablaggio e di separare, con un sistema ad aria abbinato ad una tavola vibrante, il rame granulato dal restante materiale plastico. Due le caratteristiche principali di ATM 100: la compattezza e il basso assorbimento energetico, mantenendo inalterata la qualità del materiale separato. Ultimo, ma non meno importante, lo spazio riservato a Interscambio Srl (i cui prodotti sono distribuiti da Seltek-Armac), che presenterà il sistema semiautomatico di recupero e bonifica dei serbatoi GPL e metano Vacuumgas. Le Officine Minelli di Cazzago San Martino (Bs), offrono una gamma completa di caricatori che va dalle 16 alle 44 t. Ogni anno escono dalle Officine Minelli un centinaio di caricatori realizzati con efficienza e standard industriali, ma con cura artigianale. Gli sforzi sono concentrati sullo sviluppo tecnologico del prodotto e sul miglioramento del comfort per l operatore: se prima la qualità si rispecchiava quasi unicamente nell affidabilità, ora la sfida sta anche nell avere macchinari più potenti e veloci, con bracci sempre più lunghi e capacità di carico maggiori. Impianti idraulici ben dimensionati e motori diesel generosi muovono una macchina rapida e sicura. Ma l elemento di forte differenziazione è la notevole stabilità anche con macchinario non staffato: i caricatori Minelli sono da sempre conosciuti e apprezzati come macchine con baricentri studiati perché l operatore possa portare sulle ruote il carico per tutto il magazzino. Uno dei punti forti delle Officine Minelli è l'attenzione alla tecnologia, come dimostra la fattiva e proficua collaborazione con la Facoltà di Ingegneria di Brescia, ma anche con i tecnici delle ditte fornitrici. Basti citare la collaborazione di Iveco e Linde per mezzo delle Officine Minelli da cui è nato il software di colloquio fra il motore e l idraulica via CAN-BUS. Passando alla gamma produttiva, citiamo a solo titolo d esempio il CM 330 SL, macchina dal motore diesel con tecnologia common rail studiato per soddisfare i limiti di legge europei vigenti e futuri sulle emissioni sia acustiche che gassose, con potenza massima di 175 kw ed una coppia di 1020 Nm a 1500 giri/min. Con una stazza di 33/34 Ton e con un raggio d azione di 12,7 m è la macchina da rottamaio per eccellenza: l ottima capacità di carico si combina con la grande stabilità su gomme conferita dalla larghezza della carreggiata da 3,00 m con ponti dalla portata statica di 50 t. A queste caratteristiche si aggiungono velocità, dolcezza nei controlli dei movimenti e di contemporaneità di azione. Un altro aspetto interessante è la cabina con elevazione a pantografo, frutto del migliore design italiano e fiore all occhiello dei nuovi modelli. Il Glossario del riciclo E' una nuova iniziativa Edimet il Glossario Metalriciclo - Terminologia, abbreviazioni e Filiere di Processo nel Riciclo di Metalli", uno strumento indispensabile per i tanti operatori del riciclo, così come per i non addetti ai lavori interessati a conoscere meglio questa realtà. La pratica guida, realizzata in un comodo formato tascabile, sarà presentata a Metalriciclo 2007, dove sarà possibile acquistarne una copia ad un costo molto contenuto. Il manuale raccoglie un centinaio di termini tecnici di uso corrente e altrettante sigle, spesso acronimi di definizioni complicate, cercando di fare chiarezza su concetti base del riciclo dei metalli. Gli stessi termini sono inoltre riproposti nella terminologia anglosassone che in questo campo è la più conosciuta ed usata. La seconda metà del Glossario è dedicata ad alcune tematiche chiave del recupero dei metalli: - le fonti da cui si ricavano i rottami; - E.L.V. = End of Life Vehicle; - WEEE e RAEE: Riciclo di apparecchiature elettriche, elettroniche e vecchi elettrodomestici; - Vari tipi di materiale ricavato dalla frantumazione + ottimizzazione. Per informazioni: 030/

5 Triturazione (e non solo) firmata CMI Val-Ferro: commercio e servizio containers CMI-Costruzioni Macchine Industriali nasce nel 1990 per la produzione di cesoie per i rottami ferrosi e di frantumatori per la demolizione di inerti. Nel corso degli anni successivi l azienda di Ponte S. Marco (Bs) si è sviluppata cercando nuove soluzioni che potessero, in particolare, abbattere i tempi del processo e garantire una maggiore sicurezza degli operatori evitando l uso di fiamme ossidriche, causa sovente di esplosioni. Nasce proprio da questa esigenza la serie di trituratori Iron Scrap, che è andata a sostituire le cesoie orizzontali con un grande vantaggio: permette infatti di ridurre con un rapporto da 10 a 1 i tempi di frantumazione. Un prodotto che ha riscosso un notevole successo, per il fatto che ogni risparmio in termini di tempo si traduce per il cliente in un risparmio economico. La capacità di produzione del trituratore è di ton/h, contro le ton/h della cesoia orizzontale. Studiata appositamente per il settore del riciclaggio, questa macchina è in grado di processare e frantumare i rifiuti provenienti, per esempio, dalle isole ecologiche e in particolare tutti i materiali e i prodotti ferrosi: lavatrici, automobili, lamiere, biciclette, elettrodomestici La forza della CMI sta poi nell abbinamento fatto tra trituratori e separatori, che permette di avere un prodotto finale pulito, libero da fluff e plastiche, con grande soddisfazione delle acciaierie. Non solo, gli ultimi impianti installati dall azienda, tra cui Rag-Metal di Ragosta a Napoli o la Valferro di Prevalle, la quale ha funzionato da cavia nell arco degli anni acquistando le innovazioni e i prototipi di volta in volta proposti dalla CMI, abbinano al trituratore il mulino a martelli (HM); il primo prepara il materiale per il mulino, che in questo modo può addirittura raddoppiare la velocità di lavoro consentendo anche di prevenire alcuni rischi quali quello di esplosione nel caso di presenza di bombole che, inserite nel mulino, possono scoppiare (il trituratore invece, lavorando in modo più lento, le taglia e le buca). Dal mulino a martelli fuoriesce un prodotto di elevata qualità, sotto forma di proler, che Giuliano Vistali, titolare della CMI, definisce con orgoglio il prosciutto crudo delle acciaierie. Fra le novità è poi da segnalare anche il nuovo modello di cesoia orizzontale Rocket 1000 sviluppata quest anno, la cui caratteristica principale è quella di essere trasportabile. Può in tal modo raggiungere ogni zona del magazzino con grandi vantaggi di movimento. Attualmente l azienda sta sviluppando alcuni nuovi prodotti per la lavorazione di alluminio, batterie esauste, plastica, legname. la stampa di settore supporta metalriciclo La grande valenza a livello internazionale della manifestazione Metalriciclo è dimostrata dall appoggio venuto dalle principali testate italiane ed estere del settore, che con grande slancio hanno aderito all iniziativa, assicurando all evento una visibilità unica A&L Ha sede a Prevalle (Bs) e opera dal 1974 nel campo dei rottami ferrosi e non ferrosi, sviluppando diversi settori di attività cooperanti fra loro. Stiamo parlando di Val- Ferro, azienda attiva in svariati settori: recupero materiali ferrosi e non presso aziende di piccole, medie e grandi dimensioni; recupero materiali ferrosi derivanti da raccolta differenziata presso piattaforme ecologiche di oltre 100 comuni della provincia di Brescia; recupero imballaggi metallici da raccolta differenziata e industriali; fornitura di containers in comodato o a nolo; recupero di apparecchiature elettriche ed elettroniche, in ottemperanza alla nuova legge 151; demolizioni industriali con cesoie, cannelli, plasma e attrezzature di sollevamento; smantellamento e pulizia completa di aziende in cessata attività; triturazione di rottami in genere; triturazione di rifiuti ingombranti derivanti da raccolta differenziata; cesoiatura rottami; trasporto rifiuti per conto terzi; cernita e commercio di metalli in genere. Convenzionata con il Consorzio Nazionale Ac- ciai, l azienda è diventata piattaforma ufficiale per il recupero di barattoli, lattine, bombolette, fusti, reggette, filo, etc. In occasione di Metalriciclo 2007, Val-Ferro si presenterà proponendo due nuove realtà aziendali: Effedue Srl (frantumazione e separazione metalli) e NF Nastri Val-Ferro (commercio e lavorazione nastri e prodotti siderurgici). Il trading secondo la Canestrini Bros La Canestrini Bros è una società di brocheraggio da oltre 40 anni al servizio delle aziende italiane e internazionali che operano nel campo dei metalli ferrosi e non. Con un organico di personale professionalmente preparato e con la supervisione del pesidente e fondatore Rolando Canestrini e di sua moglie Cornelia Canestrini, l azienda fornisce assistenza specializzata a tutti gli operatori interessati ad avviare e consolidare le proprie relazioni commerciali con il mercato estero, sia per quanto riguarda l acquisto che la vendita. La Canestrini Bros è organizzata in differenti divisioni, appositamente strutturate per agevolare le transazioni qualitative dei materiali, sia che si tratti di rottami che di prodotti semifiniti quali coils, lamiere, travi, vergella, fogli e molti altri della categoria merceologica. Il tutto nel più breve tempo possibile. Oltre a questo, lo staff è pienamente a conoscenza di tutte le operazioni relative all'otte- nimento di licenze, ai trasporti, lo sdoganamento e l'eventuale deposito di materiale, servendosi di una consolidata rete di relazioni con professionisti all'avanguardia. Tra le attività possiamo annoverare il costante monitaraggio e sondaggio relativo ai nuovi operatori di mercato internazionali, cosi come l'avvio di nuove relazioni con aziende di esperienza pluriennale in nuovi mercati allo scopo di aumentare il volume di affari per ciascun nostro partner. 5

6 USA, A gonfie vele il riciclo di UBS Il riciclo a Brescia Secondo i dati diffusi dalla Aluminum Association, il Can Manufacturers Institute (CMI), e l'institute of Scrap Recycling Industries (ISRI), nel 2006 gli americani e l'industria dell'alluminio hanno riciclato 51,9 miliardi di lattine in alluminio, mezzo miliardo in più rispetto al Con il 51,6%, le lattine di alluminio registrano il più alto tasso di riciclo fra i contenitori per bibite, confermandosi il prodotto di consumo per bibite più riciclato negli Stati Uniti negli ultimi 20 anni. Nel 2006 gli Usa hanno prodotto 100,6 miliardi di lattine e ne hanno riciclato circa 690 t. L'industria delle lattine di alluminio continua a promuovere attivamente il riciclo attraverso la Curbside Value Partnership (CVP), un programma nazionale di riciclo che promuove la partecipazione a programmi di riciclaggio lungo le strade residenziali verificandone l'efficacia. Fondato dalla Aluminum Association, dal Can Manufacturers Institute e dai suoi membri, il CVP è impegnato in più di 40 comunità. Le comunità aderenti hanno visto un aumento medio del 22% del volume di riciclo e del 20% della partecipazione. L'industria delle lattine di alluminio sostiene il mercato nazionale di questo prodotto attraverso il marketing, la ricerca e le iniziative di riciclo. Altri programmi includono il partenariato per il riciclo Cans for Habitat for Humanity, il programma scolastico di smaltimento Recycle Challenge, promozioni pubblicitarie sulle lattine e sul loro riciclo, programmi di educazione ambientale per studenti, programmi di raccolta promossi dalle scuole e dalle organizzazioni civiche, e altri progetti. Ricordare alcuni vantaggi del riciclo dell'alluminio è sempre una buona pratica. - Riciclare conserva energia, risparmia risorse preziose e minimizza i rifiuti dei consumatori e della produzione. Una lattina riciclata può tornare in vendita in soli 60 giorni, e necessita del 95% in meno di energia generando il 95% in meno di emissioni. - Il riciclo riduce le emissioni di carbonio e aiuta a combatte i cambiamenti del clima; perciò è sempre più importante sostenere il riciclo nelle comunità. - Le lattine di alluminio sono il solo materiale da imballaggio che copre abbondantemente i costi di raccolta e di rilavorazione. Riciclare 40 lattine di alluminio per bibite è pari al risparmio di un gallone di benzina. Nel 2006, gli americani hanno riciclato abbastanza lattine di alluminio da conservare l'energia equivalente a 15 milioni di barili di petrolio. La scarsità di materie prime è una delle questioni che, accanto al problema energetico, assilla l industria metallurgica italiana ed europea. In tale contesto il rottame si rivela una risorsa preziosa. Bastano alcuni dati a far comprendere la peculiarità del contesto italiano e di quello bresciano in particolare, da sempre polo metallurgico d'eccellenza. Delle 31,600 milioni di t di acciaio prodotte nel 2006, 19,8 milioni di t provengono da forno elettrico, cioè dalla rifusione di rottame. Una percentuale impressionante, in buona parte concentrata nell area bresciana, dove nel 2006 sono state prodotte 7,250 milioni di t di acciaio da forno elettrico. Ne deriva un consumo molto elevato di rottame, che per il 2006 è stimato a livello nazionale in 21,5 milioni di t, 7,850 milioni di t assorbite dalle acciaierie bresciane. Per quanto riguarda l alluminio, nel 2006 l Italia ha prodotto t di leghe da fonderia realizzate da rottame. Circa la metà di tale produzione si concentra a Brescia, dove sono dislocati due tra i maggiori raffinatori italiani ed europei: la Raffmetal di Casto (capacità produttiva annua di t) e la Raffineria Metalli Capra, (capacità t). Nel 2006 su una produzione italiana di metallo leggero di 1,9 milioni di t, l alluminio da rottame ha superato il 50% del fabbisogno globale, arrivando ad un milione di t. Per tale produzione il sistema nazionale ha assorbito 1,2 milioni di t di rottame di alluminio. 6

7 I RAEE domestici: il rapporto 2006 di Apat Come anticipato sul precedente numero di Metalriciclo News, pubblichiamo l appendice I relativa alla gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) domestici, contenuta nel IX Rapporto Rifiuti preparato dall Agenzia per la protezione dell ambiente e per i servizi tecnici (Apat). L articolo 9 del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 151, recante attuazione delle direttive 2002/95/CE, 2002/96/ CE e 2003/108/CE relative alla riduzione dell uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche, nonché allo smaltimento dei rifiuti, fissa, in conformità alle disposizioni comunitarie, gli obiettivi minimi di reimpiego, riciclaggio e recupero che i produttori dovranno raggiungere entro il 31 dicembre Gli obiettivi da raggiungere sono differenziati a seconda della categoria di apparecchiatura elettrica ed elettronica: per i grandi elettrodomestici (cat. 1) l obiettivo di recupero è pari ad almeno l 80% in peso medio per apparecchio, mentre il riempiego ed il riciclaggio di componenti, materiali e sostanze deve raggiungere il 75%. Come per altri flussi di rifiuti, per i RAEE si prevede che quelli esportati fuori dalla Comunità in conformità alla legislazione vigente in materia, siano presi in considerazione ai fini dell adempimento degli obblighi e del conseguimento degli obiettivi di riciclaggio e recupero, purché si pos- sa dimostrare che l operazione di recupero, di reimpiego o di riciclaggio sia stata effettuata in condizioni equivalenti a quelle stabilite dal D.Lgs. 151/2005, che individua una serie di strumenti per garantire il monitoraggio del raggiungimento degli obiettivi. Come per i veicoli fuori uso, i responsabili degli impianti che effettuano le operazioni di trattamento e di recupero dei RAEE dovranno comunicare annualmente, attraverso il Modello Unico di Dichiarazione (MUD), i dati relativi ai RAEE trattati e ai materiali derivanti da essi e avviati al recupero. Per questo scopo il MUD dovrà essere modificato. Sono tenuti alla comunicazione anche gli esportatori di RAEE che dovranno fornire informazioni sulla specifica categoria di RAEE esportati nonché il peso o, se non rilevabile, il numero di pezzi. L organismo preposto ad assicurare il monitoraggio è l APAT che dovrà trasmettere annualmente al Ministero dell ambiente e della tutela del territorio una relazione contenente i dati comunicati dagli operatori della filiera. Per la prima volta, in una norma viene previsto che i costi necessari ad assicurare il monitoraggio siano a carico dei produttori. Ad oggi il Modello di dichiarazione ambientale non è stato integrato con la Sezione RAEE per cui l APAT non è ancora in grado di fornire un quadro complessivo del sistema di gestione RAEE, né di dare informazioni sulle percentuali di recupero e riciclaggio delle diverse categorie di apparecchiature. I dati seguenti vogliono rappresentare una base di partenza per le ulteriori e necessarie indagini. Analisi dei dati La quantità di RAEE gestita in Italia nell anno 2004 è pari a circa t, comprensive dei quantitativi stoccati. Tale dato appare coerente con i valori della raccolta differenziata dei RAEE domestici attivata dai singoli comuni. Gli impianti di gestione che nel 2004 hanno trattato esclusivamente RAEE, ha rilevato la presenza di 64 impianti. La quantità totale gestita in questi impianti è pari a t, delle quali l 86% è costituito dai rifiuti pericolosi ed il 14% da rifiuti non pericolosi. Le regioni che gestiscono le maggiori quantità di RAEE sono: il Veneto ( t/a), la Lombardia ( t/a) e la Toscana (8.326 t/a). Per quanto riguarda le quantità complessive di RAEE gestite in ciascuna regione, distinte per tipologia (rifiuti pericolosi e non pericolosi), il quantitativo totale di rifiuti pericolosi ammonta a t/anno, mentre per i rifiuti non pericolosi è pari a t. La regione Veneto gestisce i maggiori quantitativi di RAEE pericolosi ( t), la Toscana quelli non pericolosi (2.415 t). L operazione di recupero R4 (riciclo/recupero dei metalli o dei composti metallici) risulta la forma di gestione più diffusa. L analisi in dettaglio della localizzazione degli impianti che gestiscono esclusivamente i RAEE domestici e la relativa tipologia mostra come la maggior parte degli impianti sia localizzata nella regione Toscana (23 impianti), seguita dalla Lombardia e dal Veneto con 7 impianti, quindi dall Emilia Romagna e dal Piemonte rispettivamente con 6 e 5 impianti. Per quanto concerne gli impianti di gestione di rifiuti speciali che trattano anche i RAEE domestici, si tratta, per lo più, di impianti che recuperano metalli o che effettuano operazioni di selezione e c e r n i t a. Il quant i t a t i v o di RAEE g e s t i t o nel 2004 da questi impianti ammonta a t; la sola operazione di recupero R4 interessa circa t che rappresentano il 70% del totale gestito. La quantità totale di RAEE stoccata presso impianti di stoccaggio o proveniente da altre attività di gestione o da attività produttive ammonta a t, di cui sottoposte a operazione di messa in riserva (R13). Infine, consideriamo le percentuali di quantità totali di RAEE gestite dalle diverse tipologie di impianti e trattamenti censiti nel presente studio: impianti dedicati al trattamento dei RAEE ( t); impianti di gestione per rifiuti speciali ( t), impianti di stoccaggio, piattaforme ed altre attività di gestione e attività produttive ( t). Il testo completo del documento è disponibile su: 7

8 ELENCO ESPOSITORI METALRICICLO C Srl 3F Elettronica Snc A.I.M. Associazione Italiana di Metallurgia Acciai Mella Srl Adamoli Truck Srl Albre Alluminio Bresciano Srl Alpexport Srl Aluminium International Today aluplanet.com - Periodico online dei metalli Ametek Srl - Spectro Division ARPAL ASM Energia e Ambiente Srl ASSIRAL Associazione Italiana Raffinatori Alluminio ASSOFERMET Associazione Nazionale dei Commercianti in Ferro e Acciao, Metalli non Ferrosi, Rottami Ferrosi, Ferramenta e Affini ASSOFOND Federazione Nazionale Fonderie ASSOMET Associazione Nazionale Industrie Metalli non Ferrosi Bano Recycling Srl Bedimetalli Srl BIR Bureau of International Recycling Bottaro Sistemi di Pesatura Industriali Sas C.M.I. Srl CAM - Centro Autoveicoli Industriali Srl Camoter Commerciale Srl Canestrini Bros Srl Castolin Eutectic Cavedaghi Bruno & Figlio Snc Cell-Data International Srl Centro Studi l'uomo e l'ambiente Cesaro Mac Import Srl CiAl Consorzio Imballaggi Alluminio CIPA Editore Srl CO.PAR.M. Srl COBAT Consorzio Obbligatorio Batterie Esauste Contessi Sas Demolición & Reciclaje (Fueyo Editores) Deral Spa Doppstadt Cable GmbH Duesmann & Hensel Recycling GmbH Ecomag Srl Edil Impianti Snc di Campidelli P. & C. Edimet Spa Edizioni Fiera Milano Spa Effedue Srl El.Se. Srl Eldan Recycling AS Euromec Srl F.A.I.P. Srl F.lli Gervasi Spa Faeco Spa Fermet Srl Fonderie Riva Spa Garwer Srl - borsarifiuti.com Gauss Magneti Srl Geva Srl GIO.VE Scope Industriali Guidetti Srl Gusella Equipment Srl Hamos GmbH Hydro Aluminium Metal Products Srl IBR Industrie Bilance Riunite Spa Il Sole 24 Ore Spa Industrial Gomme Srl Ing. Bonfiglioli Spa Innov-X Systems Europe B.V. Insertec (Ingenieria y Servicios Tecnicos, S.A.) Institute of Scrap Recycling Industries, Inc. Invemet Srl KME Group Spa Les Editions Montmartre MAN Nutzfahrzeuge Vetrieb Sud A.G. Mantovanibenne Srl MB Automotive Metal on Market Srl Metales & Metalurgia Metaullics Systems Europe B.V. Metso Lindemann Mg di Blo Guido & C. Snc Milano Lame Srl Minelli Srl MTB Recycling Nastri Val-Ferro Srl Nica Srl - Informatica Aziendale Niton LLC Ocma Spa Officine Minelli Srl Oxford Instruments Analytical - Industrial Palazzani Industrie Spa Papa Sergio Autotrasporti Parfer Siti Spa Perin Srl Generating Set Protec Srl - Tecnologie di Processo R.F.E. di Romeo Federigi R.M.B. Spa RadComm Europe Raffmetal Spa Recupero Scarti Industriali Srl Recycling - Demolizioni e Riciclaggio Recycling International Magazine Regione Lombardia - Assessorato alle Reti, Servizi di Pubblica Utilità e Sviluppo Sostenibile Regioni & Ambiente - Autodemolitori Riab Srl RIS - Rivista Italiana del Sollevamento Riva di Vacchini Paolo e C. Snc Rivista L'Ambiente - Ranieri Editore Rozzi Spa Ruf GmbH & Co. K.G. Salteco Spa San Marco Metal Trading Srl Servizi Ecologici Sar Recycling S.A. SCS Srl Seda GmbH - Presse Bull - Seltek Sennebogen Maschinenfabrik GmbH Service Metal Company Srl SGM Gantry Spa SIAT Ambiente e Sicurezza Srl Simar Srl Sirio Analitix Srl Socaf Brescia Srl Solmec Spa Spectro Analytical Instruments GmbH & Co. KG Spring Machine Control di Sacconaghi & C. Snc Stain Srl Steinert Elektromagnetbau GmbH Studio Amb Srl Tam Srl Tassinari Bilance Srl Tecno 4 Srl Tecno System Srl Tecnoecology Srl Tema Sinergie Srl Terex-Atlas GmbH Titech Visionsort A.S. TNE Srl - Technology Nuclear Electronics Toolservice Fluid Srl TPA Trituratori Spa TQ Technologies for Quality Srl Trevi Benne Spa Tribiano Tre Srl Val-Ferro Srl Vazzoler Srl Virem di Viviani Pierangelo WAS Worldwide Analytical Systems A.G. Wolframcarb Spa Zato Srl Zendrini Metaltecnica Srl

Riciclo e recupero dell alluminio

Riciclo e recupero dell alluminio Capitolo 13 Riciclo e recupero dell alluminio 13.1. Alluminio e sviluppo sostenibile È sviluppo sostenibile quello in grado di soddisfare i bisogni delle generazioni attuali senza compromettere la capacità

Dettagli

VALORIZZIAMO IL RECUPERO DI MATERIALI DALLA FILIERA DEL FINE VITA AUTO. Ing. Franco Macor Gruppo Fiori

VALORIZZIAMO IL RECUPERO DI MATERIALI DALLA FILIERA DEL FINE VITA AUTO. Ing. Franco Macor Gruppo Fiori VALORIZZIAMO IL RECUPERO DI MATERIALI DALLA FILIERA DEL FINE VITA AUTO 2013 Ing. Franco Macor Gruppo Fiori Il Gruppo Fiori: impianti di recupero Italmetalli (Bologna) Italferro (Roma) INPUT >360.000 t

Dettagli

La giusta direzione per dare forza alla tua impresa.

La giusta direzione per dare forza alla tua impresa. La giusta direzione per dare forza alla tua impresa. CHI SIAMO Assofermet è l Associazione Nazionale delle imprese del commercio, della distribuzione e della prelavorazione di prodotti siderurgici, dei

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UD30U ATTIVITÀ 38.31.10 DEMOLIZIONE DI CARCASSE ATTIVITÀ 38.32.10 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL

STUDIO DI SETTORE UD30U ATTIVITÀ 38.31.10 DEMOLIZIONE DI CARCASSE ATTIVITÀ 38.32.10 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL STUDIO DI SETTORE UD30U ATTIVITÀ 38.31.10 DEMOLIZIONE DI CARCASSE ATTIVITÀ 38.32.10 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL RICICLAGGIO DI CASCAMI E ROTTAMI METALLICI ATTIVITÀ 38.32.20 RECUPERO E PREPARAZIONE PER

Dettagli

THYSSEN SONNENBERG RECYCLING LEADER NEL RICICLO DEI ROTTAMI FERROSI

THYSSEN SONNENBERG RECYCLING LEADER NEL RICICLO DEI ROTTAMI FERROSI THYSSEN SONNENBERG RECYCLING LEADER NEL RICICLO DEI ROTTAMI FERROSI 1 TSR GROUP La TSR Recycling GmbH & Co. KG, più semplicemente conosciuta come TSR, ha sede in Germania ed è una delle società europee

Dettagli

Al servizio dell ambiente, al vostro servizio.

Al servizio dell ambiente, al vostro servizio. Al servizio dell ambiente, al vostro servizio. Tutte le risposte che cercate, in un unico Partner Da 50 anni operiamo al fianco di Aziende, Enti e Comuni, fornendo servizi di recupero e trattamento di

Dettagli

Una forza al servizio dell Uomo e dell ambiente

Una forza al servizio dell Uomo e dell ambiente CRS s.r.l. Via Piave, 21 10040 LEINI (TO) Tel. 011 9910270 - Fax : 011 9910992 P.IVA. - C.F. 07357640015 www.derichebourg.com Documento non vincolante - 10/2008 - www.epicea.com - Photo GettyImages - Corbis

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SD30U ATTIVITÀ 37.10.0 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL ATTIVITÀ 37.20.1 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL

STUDIO DI SETTORE SD30U ATTIVITÀ 37.10.0 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL ATTIVITÀ 37.20.1 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL STUDIO DI SETTORE SD30U ATTIVITÀ 37.10.0 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL RICICLAGGIO DI CASCAMI E ROTTAMI METALLICI ATTIVITÀ 37.20.1 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL RICICLAGGIO DI MATERIALE PLASTICO PER

Dettagli

Scheda prodotto. La Piattaforma Informativa Professionale per gli operatori del Mercato dei Metalli ferrosi, non ferrosi e della plastica

Scheda prodotto. La Piattaforma Informativa Professionale per gli operatori del Mercato dei Metalli ferrosi, non ferrosi e della plastica La Piattaforma Informativa Professionale per gli operatori del Mercato dei Metalli ferrosi, non ferrosi e della plastica Scheda prodotto Caratteristiche del Prodotto Metalli24 è la piattaforma informativa

Dettagli

20-22 Ottobre 2011 Fiera di Brescia. www.teknomotive.com. expo materiali tecnologie subfornitura PER L INDUSTRIA DEI TRASPORTI I.P.

20-22 Ottobre 2011 Fiera di Brescia. www.teknomotive.com. expo materiali tecnologie subfornitura PER L INDUSTRIA DEI TRASPORTI I.P. I.P. expo materiali tecnologie subfornitura PER L INDUSTRIA DEI TRASPORTI 20-22 Ottobre 2011 Fiera di Brescia www.teknomotive.com E un evento organizzato da In partnership con E importante esporre a Teknomotive

Dettagli

Agruzzo. Zuegg. Keplero. www.lamafer.com. Tre impianti per un servizio completo. I grandi interventi Lamafer. Nuovi prodotti.

Agruzzo. Zuegg. Keplero. www.lamafer.com. Tre impianti per un servizio completo. I grandi interventi Lamafer. Nuovi prodotti. Dicembre 2014 - edizione straordinaria - Tre impianti per un servizio completo Agruzzo Zuegg pag.2-3-4 Keplero I grandi interventi Lamafer pag.5 Nuovi prodotti pag.6 Squadra vincente pag.7 www.lamafer.com

Dettagli

Il car-fluff:ultimo anello del percorso di smaltimento degli autoveicoli a fine vita. Il caso della discarica controllata Faeco

Il car-fluff:ultimo anello del percorso di smaltimento degli autoveicoli a fine vita. Il caso della discarica controllata Faeco Montichiari, 14 Settembre 2007 Il car-fluff:ultimo anello del percorso di smaltimento degli autoveicoli a fine vita. Il caso della discarica controllata Faeco Ing., Amministratore Delegato Il Car-Fluff

Dettagli

La Piattaforma Informativa Professionale per gli operatori del Mercato dei Metalli ferrosi e non ferrosi. Scheda prodotto

La Piattaforma Informativa Professionale per gli operatori del Mercato dei Metalli ferrosi e non ferrosi. Scheda prodotto La Piattaforma Informativa Professionale per gli operatori del Mercato dei Metalli ferrosi e non ferrosi Scheda prodotto Caratteristiche del Prodotto Metalli24 è la piattaforma informativa di ultima generazione

Dettagli

FARO GLOBAL PLATFORM

FARO GLOBAL PLATFORM PREMESSA FARO The International Commodities Club è stato fondato da Paolo Kauffmann, amministratore unico di Kauffmann&Sons (www.kes.it) nel 2003. FARO organizza meeting main annuali della durata di due

Dettagli

MATERIALI FERROSI E IMBALLAGGI DI ACCIAIO

MATERIALI FERROSI E IMBALLAGGI DI ACCIAIO .1 Valutazione del contesto di mercato internazionale.1.1 L immesso al consumo Nel 212, la produzione mondiale di acciaio è stata pari a 1,55 Mld ton, in aumento del 4% sull anno precedente, crescita marcatamente

Dettagli

TRATTAMENTO FILTRI OLIO: DA RIFIUTI PERICOLOSI A PREZIOSE MATERIE PRIME

TRATTAMENTO FILTRI OLIO: DA RIFIUTI PERICOLOSI A PREZIOSE MATERIE PRIME TRATTAMENTO FILTRI OLIO: DA RIFIUTI PERICOLOSI A PREZIOSE MATERIE PRIME 1 Storia del Gruppo Il Gruppo Riccoboni ha origini nel 1964 in Valmozzola in provincia di Parma, come azienda artigianale ma, già

Dettagli

ECO. LAN. S.p.a. è una società pubblica costituita da 53 Comuni per un complessivo di circa 160.000 abitanti.

ECO. LAN. S.p.a. è una società pubblica costituita da 53 Comuni per un complessivo di circa 160.000 abitanti. ECO. LAN. S.p.a. è una società pubblica costituita da 53 Comuni per un complessivo di circa 160.000 abitanti. 2 LA ECO. LAN. S. P.A. SI OCCUPA DI SMALTIMENTO, RACCOLTA E TRASPORTO DEI RIFIUTI (SERVIZI

Dettagli

Il nuovo Pacchetto di Direttive sull economia circolare

Il nuovo Pacchetto di Direttive sull economia circolare Il nuovo Pacchetto di Direttive sull economia circolare Edo Ronchi Fondazione per lo sviluppo sostenibile Sponsor Le modifiche alle Direttive sui rifiuti del pacchetto sull economia circolare La Direttiva

Dettagli

La gestione integrata dei rifiuti di imballaggio: una opportunità per i comuni di risparmio e miglioramento dell ambiente

La gestione integrata dei rifiuti di imballaggio: una opportunità per i comuni di risparmio e miglioramento dell ambiente La gestione integrata dei rifiuti di imballaggio: una opportunità per i comuni di risparmio e miglioramento dell ambiente Eugenio Bora Milano, 15 febbraio 2006 Rifiuti e legislazione I rifiuti sono un

Dettagli

Quanti sono, come sono, cosa ne dovremmo fare... Contiene anche dati specifici sul Progetto Cartesio.

Quanti sono, come sono, cosa ne dovremmo fare... Contiene anche dati specifici sul Progetto Cartesio. Un pò di dati sui rifiuti in Italia: Quanti sono, come sono, cosa ne dovremmo fare... Contiene anche dati specifici sul Progetto Cartesio. A cura di Giacomo Giargia (Ufficio Tecnico) TEMPI DI BIODEGRADAZIONE

Dettagli

La Carta fra Luoghi Comuni e Realtà

La Carta fra Luoghi Comuni e Realtà COpertina Esempio:Layout 1 30-04-2009 13:04 Pagina 1 La Carta fra Luoghi Comuni e Realtà Bastioni di Porta Volta, 7 20121 Milano Tel.: 02/29003018 Fax: 02/29003396 Viale Pasteur, 10 00144 Roma Tel.: 06/5919131

Dettagli

Helios srl Processing and Recycling waste

Helios srl Processing and Recycling waste Helios srl Processing and Recycling waste Attività dell impianto Le attività di recupero e trattamento dei rifiuti previste presso l impianto possono essere essenzialmente ricondotte alle seguenti tipologie:

Dettagli

OGGETTO DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE DLGS 3 APRILE 2006, N. 152 - DLGS 29 GIUGNO 2010, N. 128 - DLGS 4 MARZO 2014, N.

OGGETTO DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE DLGS 3 APRILE 2006, N. 152 - DLGS 29 GIUGNO 2010, N. 128 - DLGS 4 MARZO 2014, N. COMMITTENTE SEDE LEGALE: VIA CONFORTINO,31 40053 VALSAMOGGIA- LOC. CRESPELLANO (BO) SEDE OPERATIVA: VIA PIAN SAVELLI, 24-28 00134 ROMA (RM) IL RAPPRESENTANTE LEGALE (TIMBRO E FIRMA) OGGETTO DOMANDA DI

Dettagli

impianto mobile di frantumazione secondaria e terziaria

impianto mobile di frantumazione secondaria e terziaria I M F 1 3 2 impianto mobile di frantumazione secondaria e terziaria il cuore: mulino master frantuma tutti gli inerti di tipo alluvionale e calcareo, ghiaie, ciottoli e pietrischi naturali o prefrantumati

Dettagli

LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEI PROCESI INDUSTRIALI

LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEI PROCESI INDUSTRIALI UN AZIENDA CON MENO INFORTUNI, MENO INQUINAMENTO, PIU RISPARMIO ENERGETICO SOSTENIBILITA' E BUSINESS LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEI PROCESI INDUSTRIALI Prof. Ing. Cesare Saccani DIEM - Università degli

Dettagli

RICICLO ECO EFFICIENTE

RICICLO ECO EFFICIENTE RICICLO ECO EFFICIENTE L industria italiana del riciclo tra globalizzazione e sfide della crisi Duccio Bianchi Istituto di ricerche Ambiente Italia I temi del rapporto L industria del riciclo e la green

Dettagli

Il sistema di gestione dei RAEE in Italia Fabrizio D Amico, Direttore Generale

Il sistema di gestione dei RAEE in Italia Fabrizio D Amico, Direttore Generale Il sistema di gestione dei RAEE in Italia e Fabrizio D Amico, Direttore Generale Federchimica, Milano 19 ottobre 2010 Una complessa normativa di riferimento... La normativa RAEE La normativa sui rifiuti

Dettagli

Il riciclaggio da Selecta. Ogni gesto conta. Vetro PET. Bicchieri. Alu

Il riciclaggio da Selecta. Ogni gesto conta. Vetro PET. Bicchieri. Alu Il riciclaggio da Selecta. Ogni gesto conta. Vetro PET Bicchieri Alu Il nostro impegno per proteggere le risorse naturali Thomas Nussbaumer, CEO Region Central L immagine che abbiamo di un ambiente intatto

Dettagli

RAPPORTO SOSTENIBILITÀ 2014 SINTESI

RAPPORTO SOSTENIBILITÀ 2014 SINTESI RAPPORTO SOSTENIBILITÀ 2014 SINTESI ci prendiamo cura dell ambiente in cui viviamo e abbiamo i numeri per farlo GLI OBIETTIVI DI ECODOM Eccellenza ambientale, efficienza operativa ed economica sono i

Dettagli

ROSIGNANO ENERGIA AMBIENTE spa

ROSIGNANO ENERGIA AMBIENTE spa ROSIGNANO ENERGIA AMBIENTE spa REA IMPIANTI srl Relatore: Dott. Massimiliano Monti GESTIONE DEI RIFIUTI: ASPETTI TECNICI ECONOMICI E FINANZIARI SISTEMI DI RACCOLTA Con mezzo automatizzato-monoperatore

Dettagli

LE DIRETTIVE R.A.E.E. E V.F.U. E LORO MODALITA DI ATTUAZIONE

LE DIRETTIVE R.A.E.E. E V.F.U. E LORO MODALITA DI ATTUAZIONE Tecnologie di Recupero e Riciclo dei Materiali Alberto Simboli - a.a. 2013/14 7. LE DIRETTIVE R.A.E.E. E V.F.U. E LORO MODALITA DI ATTUAZIONE I VEICOLI FUORI USO 2 LA DIRETTIVA E.O.L- VEHICLES E LA SUA

Dettagli

La nuova Normativa sul riciclo dei RAEE.

La nuova Normativa sul riciclo dei RAEE. 2 I RAEE, Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. Frigoriferi e climatizzatori, piccoli e grandi elettrodomestici, televisori e computer, apparecchiature audio/foto/video e lampade a risparmio

Dettagli

II APPUNTAMENTO ALL INTERNO di

II APPUNTAMENTO ALL INTERNO di II APPUNTAMENTO ALL INTERNO di Il CANTIERE SOSTENIBILE è il nuovo modo di concepire l edilizia low impact, un reale modello volano di sviluppo, i cui vantaggi si concilierebbero con le esigenze dell uomo

Dettagli

Mulino a martelli. Serie HP

Mulino a martelli. Serie HP Mulino a martelli Serie HP Mulino a martelli Zato: i PLUS I mulini a martelli Blue Shark serie HP sono la soluzione ideale per la trasformazione di rottami metallici medio pesanti in proler di elevata

Dettagli

Intervento ipotizzato per i quantitativi stimati in circa 80.125 ton delle Province di NUORO, ORISTANO e OGLIASTRA

Intervento ipotizzato per i quantitativi stimati in circa 80.125 ton delle Province di NUORO, ORISTANO e OGLIASTRA PROPOSTA PER LA GESTIONE INTEGRATA DELLE FRAZIONI SECCHE DEI RIFIUTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA costituite da IMBALLAGGI e FRAZIONE SECCA RESIDUA FINALIZZATO ALLA PRODUZIONE DI MATERIE PRIME SECONDE Intervento

Dettagli

17 VEICOLI FUORI USO. 17.1 Valutazione del contesto di mercato internazionale

17 VEICOLI FUORI USO. 17.1 Valutazione del contesto di mercato internazionale 17.1 Valutazione del contesto di mercato internazionale L analisi delle quantità dei materiali ottenuti dalla bonifica e dalla demolizione dei veicoli giunti a fine vita (ton/anno) avviate a reimpiego,

Dettagli

I trattamenti post-frantumazione

I trattamenti post-frantumazione I trattamenti post-frantumazione Forum ELV - Ecomondo, 8 Novembre 2007 Ing. Feralpi Siderurgica S.p.A. Il Tavolo Tecnico FIAT-AIRA AIRA Obiettivi Collaborazione di filiera - Selezione soluzioni tecnologiche

Dettagli

Raccolta e riciclo dell Alluminio Allegato Tecnico CiAl

Raccolta e riciclo dell Alluminio Allegato Tecnico CiAl CiAl Consorzio Imballaggi Alluminio N. Registro I-000492 Raccolta e riciclo dell Alluminio Allegato Tecnico CiAl Giuseppina Carnimeo Consorzio Imballaggi Alluminio Bergamo, 31 maggio 2012 Il Consorzio

Dettagli

Consorzio CiAl. Gennaro Galdo Ufficio Comunicazione. Asti, 26 giugno 2014

Consorzio CiAl. Gennaro Galdo Ufficio Comunicazione. Asti, 26 giugno 2014 Consorzio CiAl Gennaro Galdo Ufficio Comunicazione Asti, 26 giugno 2014 Responsabilità dei Produttori I produttori costituiscono i consorzi di materiale per il recupero e il riciclaggio Vetro Alluminio

Dettagli

facoltà di architettura di genova_docente_andrea giachetta corso di progettazione bioclimatica - modulo: tecnologie bioclimatiche

facoltà di architettura di genova_docente_andrea giachetta corso di progettazione bioclimatica - modulo: tecnologie bioclimatiche materiali riciclati 1 affinché un architettura possa considerarsi sostenibile a tutti gli effetti è necessaria una progettazione responsabile dell intero ciclo di vita dell edificio...... che consideri

Dettagli

Guadagnare, lavorare e innovare: il ruolo del riciclo nella green economy

Guadagnare, lavorare e innovare: il ruolo del riciclo nella green economy n. 022 - Martedì 31 Gennaio 2012 Guadagnare, lavorare e innovare: il ruolo del riciclo nella green economy Questo breve report dell Agenzia Europea per l'ambiente prende in esame il ruolo del riciclo nella

Dettagli

Smaltimento dei rifiuti solidi urbani ed industriali

Smaltimento dei rifiuti solidi urbani ed industriali dei ed industriali Impianti Meccanici 1 industriali Premesse Con il termine rifiuto solido si intende qualsiasi materiale od oggetto, normalmente allo stato solido, derivante da attività umane o naturali

Dettagli

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA: ASPETTI ORGANIZZATIVI E TECNOLOGICI. Lezione del 11/10/2005

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA: ASPETTI ORGANIZZATIVI E TECNOLOGICI. Lezione del 11/10/2005 LA RACCOLTA DIFFERENZIATA: ASPETTI ORGANIZZATIVI E TECNOLOGICI Lezione del 11/10/2005 Obiettivi della raccolta differenziata: riduzione rifiuti da smaltire; ottimizzazione raccolta ai fini del recupero;

Dettagli

Manuale di compilazione del formulario di identificazione dei rifiuti

Manuale di compilazione del formulario di identificazione dei rifiuti Manuale di compilazione del formulario di identificazione dei rifiuti Manuale di compilazione del formulario di identificazione dei rifiuti Il formulario svolge la funzione di anello di congiunzione rispetto

Dettagli

Comune di Canazei TELERISCALDAMENTO

Comune di Canazei TELERISCALDAMENTO Comune di Canazei TELERISCALDAMENTO C A N A Z E I Perché il teleriscaldamento a Canazei? Il progetto ha una notevole valenza per la comunità e gli utenti che la compongono, sia in termini economici che

Dettagli

Oggetto: La situazione congiunturale del mercato dei rottami di metalli non ferrosi

Oggetto: La situazione congiunturale del mercato dei rottami di metalli non ferrosi Convegno autunnale Assofermet Capri 12 ottobre 2002 Intervento del Presidente di Eurometrec, Fernando Duranti Oggetto: La situazione congiunturale del mercato dei rottami di metalli non ferrosi La congiuntura

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

Nuovo Daily. Iveco Italy Market Marketing. Iveco Italy Market - Marketing. italypress@iveco.com. Press Iveco Office Italy Market Marketing

Nuovo Daily. Iveco Italy Market Marketing. Iveco Italy Market - Marketing. italypress@iveco.com. Press Iveco Office Italy Market Marketing Nuovo Daily Press Lungo Office Stura Lazio,49 - Aprile 2007 Iveco Italy Market - Marketing Nuovo Daily CNG - Aprile 2007 SEP 2007: IVECO PRESENTA IL DAILY CNG Il Nuovo Daily con motore a metano sarà tra

Dettagli

Flavio Balestri. Le imprese e la gestione dei rifiuti. Servizio Ambiente Cna Bologna. Cosa cambia con la nuova direttiva europea

Flavio Balestri. Le imprese e la gestione dei rifiuti. Servizio Ambiente Cna Bologna. Cosa cambia con la nuova direttiva europea Le imprese e la gestione dei rifiuti Cosa cambia con la nuova direttiva europea giovedì 9 luglio 2009 Sala Conferenze CNA Bologna Flavio Balestri Servizio Ambiente Cna Bologna Con il contributo 1 Lo stato

Dettagli

Area Comunicazione ALLUMINIO COS' E ' COME SI RACCOGLIE. COSA DIvENTA

Area Comunicazione ALLUMINIO COS' E ' COME SI RACCOGLIE. COSA DIvENTA Area Comunicazione ALLUMINIO COS' E ' COME SI RACCOGLIE COSA DIvENTA L' ALLUMINIO Vi siete mai chiesti da dove vengono i metalli? Ce ne sono di tanti tipi e vengono tutti dalle miniere. Le miniere sono

Dettagli

Serate Digitali, le nuove frontiere di e-commerce e social media

Serate Digitali, le nuove frontiere di e-commerce e social media COMUNICATO STAMPA Serate Digitali, le nuove frontiere di e-commerce e social media Riprendono gli appuntamenti organizzati dal Comune di Biella e dal Gruppo Banca Sella dedicati all economia digitale.

Dettagli

MATERIALI NON FERROSI E IMBALLAGGI DI ALLUMINIO

MATERIALI NON FERROSI E IMBALLAGGI DI ALLUMINIO .1 Andamento del settore a livello nazionale.1.1 L immesso al consumo Nel 2012 si è registrata una sostanziale stabilità dell immesso al consumo rispetto al 2011 (-0,1%), infatti si è passati da 6,6 e

Dettagli

Area Comunicazione R.A.E.E. cosa SONO. come SI RAccOLgONO. cosa diventano

Area Comunicazione R.A.E.E. cosa SONO. come SI RAccOLgONO. cosa diventano Area Comunicazione R.A.E.E cosa SONO come SI RAccOLgONO cosa diventano I R.A.E.E. QUALI SONO? I R.A.E.E. sono apparecchiature non funzionanti o di cui ci si vuole disfare, alimentate elettricamente o con

Dettagli

HAMMEL -progettazione e costruzione di impianti

HAMMEL -progettazione e costruzione di impianti Anlagenbau_ital 10.07.2007 11:14 Uhr Seite 1 HAMMEL -progettazione e costruzione di impianti La soluzione completa Messa in funzione Assemblaggio Realizzazione Progettazione Consulenza Ideazione Anlagenbau_ital

Dettagli

SONO APERTE LE ISCRIZIONI ALL EDIZIONE 2016 MEC SPE DAL 17 AL 19 MARZO A PARMA

SONO APERTE LE ISCRIZIONI ALL EDIZIONE 2016 MEC SPE DAL 17 AL 19 MARZO A PARMA Prot. n 15 FG/mb Bologna, 3 Luglio 2015 - Ai componenti il Consiglio Regionale CNA Produzione - Alla Presidenza Regionale CNA Produzione - Ai Responsabili Provinciali CNA Produzione - Alle Imprese in indirizzo

Dettagli

COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE

COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 7 del 27/04/2012. INDICE Art. 1 Riferimenti Normativi Art. 2 Principi e finalità Art. 3 Campi di applicazione

Dettagli

LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI IN AGENZIA. Risparmi ambientali e sensibilizzazione dei dipendenti

LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI IN AGENZIA. Risparmi ambientali e sensibilizzazione dei dipendenti LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI IN AGENZIA Risparmi ambientali e sensibilizzazione dei dipendenti SOSTENIBILITA AMBIENTALE ED ACQUISTI VERDI L Agenzia nello svolgimento delle proprie attività istituzionali concorre

Dettagli

REPORT SU METALLI E ROTTAMI NON FERROSI

REPORT SU METALLI E ROTTAMI NON FERROSI REPORT SU METALLI E ROTTAMI NON FERROSI Pag.1 Rottami di: Rame Ottone Alluminio Piombo Acciaio inox Questo report è redatto autonomamente da FT SUPPORT-WIN CONSULTING in base alla convenzione con COMMENTO

Dettagli

TRATTAMENTO E RECUPERO DEI METALLI CONTENUTI NELLE BATTERIE Milano 11 settembre 2012

TRATTAMENTO E RECUPERO DEI METALLI CONTENUTI NELLE BATTERIE Milano 11 settembre 2012 TRATTAMENTO E RECUPERO DEI METALLI CONTENUTI NELLE BATTERIE Milano 11 settembre 2012 Pile e batterie obsolete: dal riciclo miniere di nicchia di metalli non ferrosi. A cura: Catya Alba FORTOM CHIMICA SRL

Dettagli

PRINCIPALI OTTIMIZZAZIONI RILEVATE DA LOW IMPACT:

PRINCIPALI OTTIMIZZAZIONI RILEVATE DA LOW IMPACT: La carta utilizzata per stampare elenchi proviene tra il 30% ed il 40% di fibre riciclate e la restante parte è carta ecologica certificata FSC; La materia prima è acquistata presso Cartiere che adottano

Dettagli

torino bologna venezia www.fabbricafuturo.it 19 marzo 2015 10 giugno 2015 8 ottobre 2015 Presentano gli eventi 2015 di

torino bologna venezia www.fabbricafuturo.it 19 marzo 2015 10 giugno 2015 8 ottobre 2015 Presentano gli eventi 2015 di Presentano gli eventi 2015 di Idee e strumenti per l impresa manifatturiera del domani bologna 19 marzo 2015 torino 10 giugno 2015 Novità venezia 8 ottobre 2015 www.fabbricafuturo.it Il Progetto e i contenuti

Dettagli

SISTEMI DI PARCHEGGIO

SISTEMI DI PARCHEGGIO SISTEMI DI PARCHEGGIO Programma generale 2013/2014 Made in Germany. Il gruppo NUSSBAUM Direttori generali Hans-Georg Nußbaum and Steffen Nußbaum Aree di business Attrezzatura per l officina Sistemi di

Dettagli

PROGRAMMA PROVINCIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI

PROGRAMMA PROVINCIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI PROGRAMMA PROVINCIALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI SEZIONE 5 Sistema di gestione dei veicoli a motore e simili fuori uso e loro parti destinate alla demolizione ed alla rottamazione Luglio 1998 2 SOMMARIO 1.

Dettagli

Di fianco ad una montagna di macerie incontriamo Aldo Zaniboni,

Di fianco ad una montagna di macerie incontriamo Aldo Zaniboni, incontri e aziende I professionisti della frantumazione e riciclaggio Meno rumore, meno polvere, meno consumo e ora anche la progettazione e la realizzazione ad hoc di impianti di aspirazione: ecco il

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Rifiuti Aggiornamento Problematica Normativa

Rifiuti Aggiornamento Problematica Normativa Rifiuti Aggiornamento Problematica Normativa Campionamento ed analisi del Fluff Giorgio Croce Dip. ARPAT di Firenze tel. 0553206259 fax 0553206218 1 2 Rifiuti di Rottamazione in Italia 2.000.000 di automobili

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE ANNA TERESA FORMISANO, RUGGERI, FRONER, LULLI, VICO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE ANNA TERESA FORMISANO, RUGGERI, FRONER, LULLI, VICO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4370 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI ANNA TERESA FORMISANO, RUGGERI, FRONER, LULLI, VICO Modifiche al decreto legislativo 3 aprile

Dettagli

RIFIUTI OBIETTIVI INDICATORI. Analizzare l andamento della produzione di rifiuti e verificarne il disaccoppiamento con la crescita economica

RIFIUTI OBIETTIVI INDICATORI. Analizzare l andamento della produzione di rifiuti e verificarne il disaccoppiamento con la crescita economica OBIETTIVI Analizzare l andamento della produzione di rifiuti e verificarne il disaccoppiamento con la crescita economica Fornire un indicazione sull efficacia delle politiche di gestione dei rifiuti Misurare

Dettagli

1. PRESENTAZIONE 2. I PROGETTI DELL IPSIA SULLE ENERGIE RINNOVABILI

1. PRESENTAZIONE 2. I PROGETTI DELL IPSIA SULLE ENERGIE RINNOVABILI 1. PRESENTAZIONE Mi chiamo Donato ANNICHIARICO, frequento il quinto anno del corso TIEL (Tecnici delle Industrie Elettriche) presso l IPSIA Ferraris di Fasano (BR) e quest anno per la prima volta ho approfondito

Dettagli

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI 1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI L analisi dettagliata del rapporto tra importazione ed esportazione di rifiuti speciali in Veneto è utile per comprendere quali tipologie di rifiuti non

Dettagli

COMUNICAZIONE ANNUALE MUD 2013 con riferimento all anno 2012 GUIDA ALLA COMPILAZIONE

COMUNICAZIONE ANNUALE MUD 2013 con riferimento all anno 2012 GUIDA ALLA COMPILAZIONE COMUNICAZIONE ANNUALE MUD 2013 con riferimento all anno 2012 GUIDA ALLA COMPILAZIONE Il MUD rifiuti speciali semplificato Qualora il produttore decida di avvalersi della facoltà di effettuare la comunicazione

Dettagli

GENNAIO 2009. Come scegliere e valutare un Sistema Collettivo. Quaderni ReMedia 1

GENNAIO 2009. Come scegliere e valutare un Sistema Collettivo. Quaderni ReMedia 1 GENNAIO 2009 Come scegliere e valutare un Sistema Collettivo per la gestione dei RAEE Quaderni ReMedia 1 Come scegliere e valutare un Sistema Collettivo per la gestione dei RAEE Quaderni ReMedia 1 Come

Dettagli

I materiali riciclati driver dell edilizia sostenibile

I materiali riciclati driver dell edilizia sostenibile I materiali riciclati driver dell edilizia sostenibile Alessandra Bonoli DICAM, Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e Materiali, Università degli Studi di Bologna Per contrastare il

Dettagli

Sezione Prodotti innovativi SLOT MACHINE ECOLOGICA ENVIRONMENTAL SLOT MACHINE. Righi Technical Team - I.T.I.S. A. Righi - CHIOGGIA (VE)

Sezione Prodotti innovativi SLOT MACHINE ECOLOGICA ENVIRONMENTAL SLOT MACHINE. Righi Technical Team - I.T.I.S. A. Righi - CHIOGGIA (VE) Sezione Prodotti innovativi SLOT MACHINE ECOLOGICA ENVIRONMENTAL SLOT MACHINE Righi Technical Team - I.T.I.S. A. Righi - CHIOGGIA (VE) Introduzione Da tempo nel nostro istituto, alcuni docenti affrontano

Dettagli

1 2 3 4 5 AMBIENTE Vetro, la filiera che resiste alla crisi di Monica Rubino Cresce al 68,1% il tasso di riciclo del vetro e aumenta del 6% la raccolta differenziata degli imballaggiin aumento dell 1,77%

Dettagli

La sempre maggior diffusione nelle nostre

La sempre maggior diffusione nelle nostre Il Decreto Legislativo 151 del 2005 sui RAEE: vincoli normativi, obiettivi e impegni futuri per la raccolta e il riciclo 58 RACCOLTA E TRATTAMENTO DELLE APPARECCHIATURE DI ILLUMINAZIONE di Luca Bernardi

Dettagli

Riciclare con ecosteps: semplice, sicuro, sostenibile!

Riciclare con ecosteps: semplice, sicuro, sostenibile! Riciclare con ecosteps: semplice, sicuro, sostenibile! L iniziativa ecosteps sostiene il WWF ecosteps Aderendo all iniziativa ecosteps rispetterete tutte le disposizioni di legge in materia. Usufruite

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE WD20U ATTIVITÀ 01.62.01 ATTIVITÀ DEI MANISCALCHI ATTIVITÀ 24.33.01 FABBRICAZIONE DI PANNELLI STRATIFICATI IN ACCIAIO ATTIVITÀ 25.11.00 FABBRICAZIONE DI STRUTTURE METALLICHE E PARTI ASSEMBLATE

Dettagli

Il caso Alluminio. Seminario ISWA Italia La volatilità del mercato per i materiali di riciclo: i rischi e le opportunità

Il caso Alluminio. Seminario ISWA Italia La volatilità del mercato per i materiali di riciclo: i rischi e le opportunità CiAl Consorzio Imballaggi Alluminio N. Registro I-000492 Il caso Alluminio Gino Schiona Direttore Generale Consorzio Imballaggi Alluminio Seminario ISWA Italia La volatilità del mercato per i materiali

Dettagli

MOBILE FLESSIBILE POTENTE BLUE SHARK. Mulino a Martelli mobile. www.zato.it

MOBILE FLESSIBILE POTENTE BLUE SHARK. Mulino a Martelli mobile. www.zato.it Mulino a Martelli mobile BLUE SHARK MOBILE RECYCLING FLESSIBILE POTENTE www.zato.it LA SOLUZIONE IDEALE PER LA TRASFORMAZIONE DI ROTTAMI METALLICI MEDIO PESANTI IN PROLER DI ELEVATA QUALITÀ, IN VERSIONE

Dettagli

Dal 2011 EUREKA SYSTEM è rivenditore ufficiale PUNTO VISIONE dei prodotti commercializzati da MEGA ITALIA MEDIA s.r.l.

Dal 2011 EUREKA SYSTEM è rivenditore ufficiale PUNTO VISIONE dei prodotti commercializzati da MEGA ITALIA MEDIA s.r.l. CHI SIAMO EUREKA SYSTEM nasce a Gubbio (PG) nel 2008 per volontà del Per. Ind. Daniele Cavaleiro. Nell arco di pochi anni è diventa un punto di riferimento per le soluzione e lo studio di problematiche

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA RACCOLTA DEI RIUFIUTI 2013-2016. Ufficio tecnico Comunale CH-6723 Prugiasco. Tel. 091 871 14 34 utc@acquarossa.ch www.acquarossa.

INFORMAZIONI SULLA RACCOLTA DEI RIUFIUTI 2013-2016. Ufficio tecnico Comunale CH-6723 Prugiasco. Tel. 091 871 14 34 utc@acquarossa.ch www.acquarossa. INFORMAZIONI SULLA RACCOLTA DEI RIUFIUTI 2013-2016 Ufficio tecnico Comunale CH-6723 Prugiasco Tel. 091 871 14 34 utc@acquarossa.ch www.acquarossa.ch 1 RIFIUTI SOLIDI E URBANI Rifiuti misti che non possono

Dettagli

ALLEGATO 2. Relazione sull andamento del servizio rifiuti nel corso del 2011 e previsioni per il 2012.

ALLEGATO 2. Relazione sull andamento del servizio rifiuti nel corso del 2011 e previsioni per il 2012. ALLEGATO 2 Relazione sull andamento del servizio rifiuti nel corso del 2011 e previsioni per il 2012. Rinnovo convenzione con ATO 5 per la parte economica per l anno 2012 La assemblea di ATO5 del 22/12/2011

Dettagli

Comunicazione rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione

Comunicazione rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione Comunicazione rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione Codice Fiscale 00350520177 Anno 2011 SEZIONE ANAGRAFICA Scheda SA - Anagrafica Nome o rag. sociale COMUNE DI Concesio SEDE a cui si riferisce

Dettagli

Raccolta dei rifiuti solidi urbani

Raccolta dei rifiuti solidi urbani Raccolta dei rifiuti solidi urbani Raccolta differenziata aggiuntiva Si basa su una presenza abbastanza rarefatta di manufatti distribuiti sul territorio di competenza (di norma campane o cassonetti, in

Dettagli

24ª RASSEGNA DELLE MACCHINE E TECNOLOGIE PER L EDILIZIA ARCHITETTURA E RISPARMIO ENERGETICO IN COLLABORAZIONE CON: CON IL PATROCINIO DI:

24ª RASSEGNA DELLE MACCHINE E TECNOLOGIE PER L EDILIZIA ARCHITETTURA E RISPARMIO ENERGETICO IN COLLABORAZIONE CON: CON IL PATROCINIO DI: Edil 2010 - Tech 24 Rassegna Delle Macchine E Tecnologie Per L edilizia - Architettura E Risparmio Energetico Fiera Di Bergamo Da Giovedì 8 a Domenica 11 Aprile 2010 e Pro Domo legno - 1 Congresso Nazionale

Dettagli

I primi veicoli Ford ibridi e ibridi elettrici ricaricabili per l Europa si baseranno sulla nuova Ford C-MAX e verranno lanciati nel 2013

I primi veicoli Ford ibridi e ibridi elettrici ricaricabili per l Europa si baseranno sulla nuova Ford C-MAX e verranno lanciati nel 2013 Il piano Ford per i veicoli elettrici procede come previsto: per la nuova C-MAX ibrida ricaricabile sarà utilizzato il sistema di alimentazione separata Ford si appresta a produrre cinque nuovi veicoli

Dettagli

Rapporto sulla produzione di RIFIUTI SOLIDI URBANI e sull andamento delle RACCOLTE DIFFERENZIATE

Rapporto sulla produzione di RIFIUTI SOLIDI URBANI e sull andamento delle RACCOLTE DIFFERENZIATE Provincia di Bergamo SERVIZIO AMBIENTE - OSSERVATORIO PROVINCIALE RIFIUTI Rapporto sulla produzione di RIFIUTI SOLIDI URBANI e sull andamento delle RACCOLTE DIFFERENZIATE anno 2004 Produzione Rifiuti e

Dettagli

Centro studi MatER. Il Caso di Studio del Legno

Centro studi MatER. Il Caso di Studio del Legno Centro studi MatER Materia & Energia da Rifiuti Il Caso di Studio del Legno Riciclaggio e Ciclo di Recupero 10 Dicembre 2013 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. IL RICICLAGGIO DEL LEGNO...3 3. IL RUOLO DI RILEGNO...5

Dettagli

LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro.

LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro. LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro. Poste Italiane - tassa pagata - invii senza indirizzo auto./dc/er/bo/isi/3627/2003 del 20/06/2003. Alla

Dettagli

Nuvole n. 32, giugno 2008. Fiat e dintorni. di Aldo Enrietti *

Nuvole n. 32, giugno 2008. Fiat e dintorni. di Aldo Enrietti * Fiat e dintorni di Aldo Enrietti * Collocare il Piemonte e Torino nell ambito dell industria autoveicolistica, e quindi del rapporto con Fiat, richiede una preventiva valutazione delle recenti fasi del

Dettagli

Riciclo TECNICO D IMPIANTI. Figure professionali «La gestione integrata dei rifiuti» DI CONFERIMENTO TRATTAMENTO E RECUPERO

Riciclo TECNICO D IMPIANTI. Figure professionali «La gestione integrata dei rifiuti» DI CONFERIMENTO TRATTAMENTO E RECUPERO Figure professionali «La gestione integrata dei rifiuti» Riciclo TECNICO D IMPIANTI DI CONFERIMENTO GREEN JOBS Formazione e Orientamento TECNICO D IMPIANTI DI CONFERIMENTO, Descrizione attività Un impianto

Dettagli

Sostenibilità e profitto, in una parola: Garby.

Sostenibilità e profitto, in una parola: Garby. Il riciclo che vale Sostenibilità e profitto, in una parola: Garby. chi è GARBY L obiettivo: evolvere la raccolta testata e certificata di qualità. Garby organizza, attraverso tecnologie innovative e automatiche,

Dettagli

Articolo specialistico n 2: METEC 2015 (economia) Prospettive promettenti per i metalli: Oltre 3.500 diversi tipi di acciaio in tutto il mondo

Articolo specialistico n 2: METEC 2015 (economia) Prospettive promettenti per i metalli: Oltre 3.500 diversi tipi di acciaio in tutto il mondo Articolo specialistico n 2: METEC 2015 (economia) Prospettive promettenti per i metalli: Oltre 3.500 diversi tipi di acciaio in tutto il mondo Il rame è richiesto nel settore automobilistico e dell ingegneria

Dettagli

Comune di Spilimbergo ANNO 2008

Comune di Spilimbergo ANNO 2008 Comune di Spilimbergo ANNO 2008 RICICLABILE 39,1% NON RICICLABILE 60,9% SITUAZIONE ATTUALE! "# INDUSTRIALI 13% CARTA 9% PLASTICA 6% VETRO 8% INGOMBRANTI 7% VERDE 11% UMIDO 9% INERTI 10% SECCO 26% OBIETTIVI

Dettagli

PROVINCIA DI VERONA SETTORE ECOLOGIA Servizio Gestione Rifiuti U.O. Rifiuti Speciali

PROVINCIA DI VERONA SETTORE ECOLOGIA Servizio Gestione Rifiuti U.O. Rifiuti Speciali Oggetto: Rinnovo dell autorizzazione all esercizio dell impianto di recupero di proprietà della Ditta Benassuti Rottami S.a.s., sito in Località Pigno del Comune di Sommacampagna (Vr) e contestuale presa

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Garante per la sorveglianza dei prezzi Con il supporto del Dipartimento per la Regolazione del Mercato Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori UfficioV

Dettagli

30 ANNI DI INNOVAZIONE A SERVIZIO DELL AMBIENTE

30 ANNI DI INNOVAZIONE A SERVIZIO DELL AMBIENTE L ECOLOGIA NEL DNA 30 ANNI DI INNOVAZIONE A SERVIZIO DELL AMBIENTE 1981. Viene fondata la Giantin Giovanni, una piccola realtà familiare pioniera nel settore della raccolta e recupero di imballaggi. 1991.

Dettagli

Programma Di Fornitura

Programma Di Fornitura Programma Di Fornitura Granulatori SM Pezzi di avvio di grossa dimensione e componenti con pareti ad elevato spessore, fibre, film in pacchi, rimanenze di cavi La serie è versatile e particolarmente adatta

Dettagli