ARTROPROTESI TOTALE DELL ANCA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ARTROPROTESI TOTALE DELL ANCA"

Transcript

1 1 ARTROPROTESI TOTALE DELL ANCA Le informazioni contenute in questo opuscolo rappresentano un aiuto per il corretto avvicinamento all intervento ed una guida alla riabilitazione post operatoria. Rappresentano uno schema generale che potrebbe essere corretto su misura per voi dal vostro chirurgo. Non si deve intraprendere questo percorso riabilitativo senza esser stati autorizzato. Dr. Nicola Santori Dr. Domenico Potestio Dr. Antonio Bertino

2 2 Gli esercizi prescritti, la loro frequenza e la progressione sono rivolti ai pazienti sottoposti ad artroprotesi unilaterale dell anca attraverso una via chirurgica posteriore mini invasiva. Questi esercizi potrebbero andare bene anche per pazienti operati con altri accessi chirurgici o bilateralmente, ma la progressione e la frequenza degli esercizi potrebbero variare. Si raccomanda di non eseguire gli esercizi senza il consenso del vostro chirurgo. I pazienti che si preparano in maniera corretta all intervento di protesi dell anca sono in grado di recuperare più rapidamente e con meno dolore. Questa guida contiene informazioni di carattere generale per prepararsi ad affrontare l intervento e indicazioni sugli esercizi da eseguire prima e dopo l operazione. Questa guida è studiata per aiutare il paziente nella sua guarigione. In alcuni casi il vostro chirurgo potrebbe modificare alcuni esercizi. Prima di iniziare a seguire questa guida è fondamentale aver ricevuto l autorizzazione dal proprio chirurgo. Attenzione: se alcuni esercizi dovessero causare dolore dell anca, interrompeteli e contattate il vostro terapista o il vostro medico curante; se la vostra gamba dovesse diventare calda e gonfia contattate immediatamente il vostro medico curante.

3 3 Indicazioni generali prima dell intervento Eseguire esercizi prima dell intervento aiuta ad avere un recupero più rapido. Gli esercizi aiutano a: mantenere l articolarità del ginocchio mantenere il tono muscolare ridurre il dolore imparare ad eseguire esercizi che andranno svolti dopo l intervento ridurre il peso migliorare la qualità del sonno E importante eseguire attività che non sollecitino fortemente l anca quali: camminare cyclette nuoto, camminare in acqua, ginnastica in acqua esercizi di rinforzo e stretching (prima di eseguire questi esercizi effettuare 5 minuti di riscaldamento con la cyclette) Per mantenere sotto controllo il dolore ed il gonfiore: riposare l articolazione (vedi pag. ) applicare il ghiaccio per 20 minuti evitare sforzi eccessivi utilizzare ausili per la deambulazione utilizzare antidolorifici o anti infiammatori ( gli anti infiammatori vanno sospesi almeno 7 giorni prima dell intervento)

4 4 ESERCIZI PRIMA DELL INTERVETNO 1) Sollevamento dalla sedia con braccioli Per utilizzare il deambulatore e i bastoni canadesi è importante avere un buon tono muscolare dei tricipiti. ( i tricipiti sono i muscoli della regione posteriore delle braccia). sedete su una sedia con braccioli appoggiare mani e gomiti sui braccioli far forza sulle mani estendendo i gomiti per sollevare il vostro corpo aiutandovi anche con le gambe Tenere la posizione per 5 / 10 secondi 10 ripetizioni per 3 volte al giorno 2) Esercizi di stabilità della pelvi Core Stability Questi esercizi possono aiutare a ridurre i dolori lombari dopo l intervento sdraiati su un letto o seduti su una sedia con la schiena poggiata allo schienale piegare le ginocchia e tenere i piedi poggiati contrarre i muscoli dell addome petto in fuori e pancia in dentro contemporaneamente contrarre i muscoli che permettono di interrompere la minzione. Tenere la posizione per 5 / 10 secondi 10 ripetizioni per 3 volte al giorno 3)Esercizi per il recupero dell articolarità abduzioni vedi esercizio 8 (pag. 10 ) stretching vedi esercizio 9 (pag. 10) Si consiglia di studiare ed imparare tutti gli esercizi che andranno eseguiti dopo l intervento

5 5 Indicazioni generali dopo l intervento Gli esercizi nel post operatorio aiutano a recuperare il movimento e la forza; aiutano inoltre a: ridurre il gonfiore prevenire fenomeni trombo embolici controllare il dolore prevenire la stipsi migliorare l equilibrio migliorare la qualità del sonno. Precauzioni per i pazienti sottoposti a protesi totale dell anca per i primi 3 mesi e in ogni caso fino a indicazione del vostro chirurgo dovrete evitare di effettuare movimenti ritenuti a rischio per la lussazione della protesi totale dell anca. Si ricorda che la flessione dell anca associata ad rotazione interna del ginocchio ed adduzione può comportare un aumentato rischio di lussazione Si rimanda all opuscolo informativo sulla protesi dell anca per ulteriori indicazioni Consigli per mantenere il dolore ed il gonfiore sotto controllo Riposare l articolazione Cambiare posizione ogni 15/20 minuti ( seduti, in piedi e camminare) Tenere uno stile di vita tranquillo Sdraiarsi sul letto o sul divano 3 volte al giorno per 30 minuti. Tenere la gamba operata in alto, appoggiandola su dei cuscini. Il ginocchio deve essere mantenuto in estensione, caviglia e piede devono essere più in alto rispetto al cuore.

6 6 Attivare la pompa venosa Da sdraiati effettuare movimenti lenti di flesso estensione della caviglia Da seduti portare l appoggio sulle punte e quindi sui talloni. Ripetere 40 volte per 6 volte al giorno Questo esercizio deve essere ripetuto per 6 volte al giorno fino al 3 mese dopo l intervento Anti dolorifici Utilizzare i farmaci secondo la prescrizione del medico Ausili per la deambulazione utilizzare il tipo di ausilio che è stato prescritto / consigliato dal vostro chirurgo (deambulatore, canadesi etc.) Non modificare l utilizzo degli appoggi senza precisa indicazione del vostro chirurgo Gli ausili sono fondamentali per: ridurre il carico ridurre il dolore migliorare la deambulazione migliorare l equilibrio e ridurre il rischio di cadute. Consigli per la deambulazione: utilizzare sempre scarpe chiuse con suola di gomma che non permetta di scivolare iniziare camminando su superfici lisce ed in piano flettere il ginocchio ad ogni fase del passo. Il passo segue lo schema tacco punta NO

7 7 Il sonno Un corretto riposo aiuta a migliorare la guarigione, tuttavia può essere normale passare delle notti insonni fino alla dodicesima settimana post operatoria. Applicare ghiaccio prima di andare a dormire Porre un cuscino tra le gambe quando si dorme su un fianco (non dormire sul fianco prima di 30 giorni dopo l intervento) Dopo l intervento si consiglia di applicare un asciugamano arrotolato dietro la parte lombare della colonna, questo aiuta a prevenire un possibile mal di schiena Cosa aspettarsi dopo l intervento: Settimana da 0 a 3 Durante le prime 3 settimane è importante tenere il dolore sotto controllo. Assicurarsi di dormire a sufficienza e di avere un attività intestinale regolare. Gli esercizi sono focalizzati nel migliorare l articolarità e la deambulazione. Obiettivi: Alzarsi da letto, sedia, wc autonomamente Deambulare autonomamente con l ausilio di deambulatore o canadesi Fare le scale con sicurezza con l ausilio di canadesi Cosa aspettarsi dopo l intervento: Settimana da 3 a 6 Dopo 3 settimane dall intervento l anca dovrebbe permettere di intensificare gli esercizi. Obiettivi: flettere l anca almeno a 90, abdurla 25, estenderla completamente deambulare con un solo appoggio controlaterale utilizzare una cyclette senza problemi

8 8 ATTENZIONE!!! Il seguente è un esercizio che non deve assolutamente essere eseguito durante la riabilitazione di una protesi d anca. Se il vostro terapista vi indicherà di eseguirlo riferite che vi è stato proibito dal vostro chirurgo NO

9 9 Esercizi: Settimana da 0 a 3 Ripetere gli esercizi 1 e 2, ripetere sempre gli esercizi perla pompa venosa 3) Respirazione Sedere tenendo le spalle rilassate Attivare i muscoli del pavimento pelvico Inspirare lentamente Espirare lentamente 6 volte ogni ora 4) Attivazione del pavimento pelvico e scivolamento dei piedi Sdraiati sul letto supini, ginocchia flesse, piedi allineati con le spalle Attivare i muscoli del pavimento pelvico Far scivolare la gamba fino ad estendere il ginocchio, quindi tornare alla posizione di partenza 5) Contrazione dei glutei da sdraiato Distesi supini sul letto Contrarre i glutei Tenere la posizione per 6 secondi 6 ripetizioni, 3 volte al giorno

10 10 6) Scivolamenti dell arto in abduzione Distesi a letto con il ginocchio dell arto controlaterale flesso Attivare i muscoli del pavimento pelvico Far scivolare l arto operato in abduzione ( verso l esterno) Rilasciare i muscoli del pavimento pelvico e tornare alla posizione di partenza 6 ripetizioni, 3 volte al giorno eseguire l esercizio con entrambi gli arti 7) Stretching dell anca Distesi sul letto Attivare i muscoli del pavimento pelvico Aiutarsi con un asciugamano per flettere l anca (non superare i 60 ) Far scivolare la gamba controlaterale sul lettino fino ad estendere il ginocchio, non inarcare la schiena. Riportare la gamba distesa alla posizione di partenza facendola scivolare sul letto. Tenere la posizione per 30 secondi 34 ripetizioni 1 volta al giorno 8)Estensioni dell anca Appoggiarsi ad un tavolino Piegarsi leggermente in avanti Attivare i muscoli del pavimento pelvico Mettere tutto il peso sulla gamba sana e sollevare la gamba operata verso l alto e posteriormente senza ruotare la pelvi 810 ripetizioni 3 volte a settimana

11 11 9) Flessioni del ginocchio In piedi appoggiati ad un tavolo Mettere tutto il perso sulla gamba sana Attivare i muscoli del pavimento pelvico e contrarre i glutei Flettere il ginocchio tenendo l anca estesa 10 ripetizioni 3 volte a settimana 10) Spostamenti laterali In piedi davanti ad un tavolo Arti inferiori abdotti (piedi distanziati di 20 cm) Contrarre i muscoli del pavimento pelvico e i glutei Passare il peso da una gamba all altra senza staccare i piedi da terra 8 ripetizioni 3 volte al giorno 11) Abduzioni spalle al muro In piedi con la schiena appoggiata al muro Appoggiarsi su una sedia dal lato sano Attivare i muscoli del pavimento pelvico Tenere il ginocchio esteso e lentamente far scivolare la gamba operata in fuori lungo l muro Tenere la posizione per 6 secondi 10 ripetizioni 3 volte a settimana

12 12 Cosa aspettarsi dalla settimana 3 a 6 Dopo 3 settimane i movimenti iniziano ad essere più semplici, mentre i dolori tendono a scomparire Obiettivi entro la 6 settimana Estensione completa Flessione almeno a 90 ( Si ricorda che oltre i 90 alla flessione va associata abduzione e extra rotazione del ginocchio, ossia il ginocchio va portato in fuori) Abduzione oltre i 25 Camminare con 1 appoggio o senza appoggi Utilizzare una cyclette con sella alta portando l anca fino a 90 Esercizi dalla settimana 3 a 6 Ripetere gli esercizi delle prime 3 settimane Ripetere sempre gli esercizi di attivazione della pompa venosa 12) Cyclette cyclette con sellino alto, schiena dritta non flettere l anca oltre i 90 pedalare in avanti ed in dietro velovità lenta, resistenza leggera 13) Attivazione del pavimento pelvico ed abduzione Sdraiati sul letto con le anche flesse a 60 Attivare i muscoli del pavimento pelvico Abdurre la gamba (portare il ginocchio in fuori allontanandolo 15 cm dalla posizione di partenza), riportarlo alla posizione di partenza 6 ripetizioni, 3 volte al giorno, entrambi i lati

13 13 14) Mezzo ponte Sdraiati sul lettino, una gamba estesa ed una flessa a 60 Attivare i muscoli del pavimento pelvico e contrarre i glutei Sollevare entrambi i glutei dal letto tenendo i talloni poggiati sul letto 10 ripetizioni 3 volte a settimana 15) Stretching della coscia QUESTO ESERCIZIO NON VA ESEGUITO SE E STATO EFFETTUATO UN ACCESSO ANTERIORE Sdraiati, proni con un cuscino sotto la pancia Attivare i muscoli del pavimento pelvico e contrarre i glutei Flettere un ginocchio finché non si sente tirare sulla parte anteriore della coscia Tenere la posizione per 30 secondi 3 ripetizioni, 1 volta al giorno su entrambi i lati 16) Sollevamenti della coscia Sdraiati sul letto proni con un cuscino sotto la pancia Posizionare la caviglia su un asciugamano arrotolato Attivare i muscoli del pavimento pelvico e contrarre i glutei Sollevare la coscia dal letto ed estendere il ginocchio senza muovere la caviglia Tenere la posizione per 6 secondi 10 ripetizioni 3 volte a settimana 17) Flessioni dell anca In piedi di fianco ad un muro Appoggiarsi su una sedia Attivare i muscoli del pavimento pelvico Far scivolare la gamba operata su e giù lungo il muro sino a raggiungere i 90 di flessione 10 ripetizioni 3 volte a settimana

14 14 18) Spalle al muro In piedi con la schiena appoggiata al muro Appoggiarsi su una sedia dal lato operato Attivare i muscoli del pavimento pelvico Sollevare la gamba operata flettendo l anca e abbassarla lentamente Non arcuare la schiena 10 ripetizioni 3 volte a settimana 19) Sollevamento sulle punte In piedi davanti a un supporto stabile Attivare i muscoli del pavimento pelvico e contrarre i glutei Sollevarsi sulle punte rimanendo dritti, non piegarsi in avanti 10 ripetizioni 3 volte a settimana Progressione: eseguire l esercizio su una gamba 20) Abduzioni da sdraiato con ginocchio flesso Sdraiati sul letto sul fianco sano, cuscino tra le gambe Anche estese e ginocchia flesse (inizialmente eseguire con il ginocchio esteso) Contraendo i glutei sollevare la gamba Mantenere la posizione per 6 secondi 10 ripetizioni, 3 volte a settimana

15 15 Cosa aspettarsi dalla settimana 6 a 12 Riprendere gradualmente le normali attività di vita quotidiana Obiettivi entro la 12 settimana Camminare distanze più lunghe senza appoggi o con 1 appoggio senza zoppia Alzarsi e sedersi su una sedia senza doversi aiutare con le mani Avere un buon equilibrio Salire le scale normalmente con l aiuto del corrimano Tornare a lavoro ( chiedere conferma al proprio chirurgo) Guidare ( chiedere conferma al proprio chirurgo) Alzarsi e sedersi dal wc normale senza doversi aiutare con le mani Esercizi dalla settimana 6 a 12 21) Abduzioni con anca flessa Sdraiati sul letto con le ginocchia flesse, anche flesse a 60, distanziare piedi e ginocchia di 20 cm Applicare un elastico per esercizi a metà coscia divaricare entrambe le cosce tenendo la pelvi ferma, 10 ripetizioni 3 volte a settimana divaricare una sola coscia alla volta tenendo l altra ferma, 10 ripetizioni 3 volte a settimana, entrambi i lati

16 16 22) Scivolamenti sul muro In piedi, schiena appoggiata al muro, piedi distanziati dal muro di 20 cm Attivare i muscoli del pavimento pelvico e contrarre i glutei Tenere le ginocchia divaricate Scivolare in basso ed in alto tenendo la schiena appoggiata al muro Arrivare fino a 90 di flessione dell anca 23) Abduzioni in flessione contro resistenza In piedi di fianco al muro, carico sulla gamba non operata Flettere la gamba operata a 60 e spingere contro il muro ( abduzione) Si deve avvertire che i muscoli glutei si contraggono Mantenere la posizione per 6 secondi 10 ripetizioni 3 volte a settimana 24) Equilibrio su una gamba In piedi vicino ad un supporto, posizionare un libro davanti al piede Attivare i muscoli del pavimento pelvico e contrarre i glutei Mettere il peso su una gamba Sollevare l altra gamba e posizionarla sul libro Mantenere la pelvi e la colonna dritte Si può progredire sollevando la gamba e tenendola sollevata per 30 sec senza appoggiarla sul libro

17 17 25) Seduti in piedi sedere sul bordo della sedia Flettere il tronco in avanti sino a raggiungere i 90 quindi alzarsi in piedi Alzarsi in piedi senza utilizzare le mani Sedersi nuovamente 10 ripetizioni per 3 volte al giorno Progressione: eseguire l esercizio da una sedia senza rialzo 26) Affondi Appoggiarsi ad un supporto ( tavolino, sbarra ) Fare un passo in avanti con la gamba operata tenendo il busto eretto Flettere lentamente il ginocchio mantenendolo tra il tallone e le dita del piede Tornare alla posizione di partenza Tenere la posizione per 5 / 10 secondi 10 ripetizioni per 3 volte al giorno 27) Spostamenti in avanti e in dietro In piedi dietro ad un supporto stabile Un piede davanti all altro Attivare i muscoli della pelvi e contrarre i glutei Spostare il peso dalla gamba anteriore a quella posteriore 7 ripetizioni, 3 volte al giorno Ripetere con entrambi gli arti

18 18 28) Step Utilizzare il corrimano per salire le scale Attivare i muscoli del pavimento pelvico Salire con il piede sul gradino Salire lo scalino utilizzando i muscoli glutei Tenere la pelvi in equilibrio Non sollevarsi facendo forza con le braccia 10 ripetizioni, 3 volte a settimana 29) Step laterale in piedi di fronte al corrimano Posizionare un piede sul gradino Sollevarsi lateralmente utilizzando i muscoli glutei Non piegarsi in avanti 10 ripetizioni, 3 volte a settimana

19 19 Guida agli esercizi: dai 3 mesi a 1 anno post intervento Un livello di attività corretto migliora il risultato della vostra articolazione protesizzata Gli esercizi aiutano a: migliorare il tono muscolare ridurre il rischio di caduta migliorare la qualità ossea tenere il peso sotto controllo Si consiglia di eseguire gli esercizi anche al termine del periodo di riabilitazione In seguito ad un intervento di protesi dell anca sono consentite attività sportive a basso impatto. (vedi schema). E sconsigliato iniziare attività nuove. Tabella esplicativa sui carichi a cui è sottoposto l anca protesizzata Attività Bicicletta Sci discesa Camminata veloce (5 km/h) Jogging (12 Km/h) Carico sull anca ( n. volte il peso corporeo)

20 20 TABELLA SUGLI SPORT CONSENTITI E NON CONSENTITI CONSENTITI CONSENTITI SE DIBATTUTI NON ESPERTI CONSENTITI CYCLETTE YOGA PATTINAGGIO JOGGING BICICLETTA PATTINAGGIO SU GHIACCIO BASKET DA STRADA SU GHIACCIO PESISTICA CALCIO GOLF SCI DI FONDO CAMMINATA PALLAVOLO NUOTO SCI DISCESA VELOCE FOOTBALL CAMMINATA TENNIS PATTINAGGIO BASEBALL CAMMINATA DOPPIO SU ROTELLE AEROBICA IN EQUITAZIONE SOLLEVAMEN ARTI MONTAGNA CANOTTAGGIO TO PESI MARZIALI CANOA PILATES TENNIS BALLI DI SALA SINGOLO BOWLING SQUASH VELA GINNASTICA DOLCE GINNASTICA IN ACQUA

21 21 Casa di Cura QUISISANA Via G.G. Porro 5, Roma 06/ Casa di Cura Villa Valeria Piazza Carnaro 18, Roma 06/ / Studio Fisioterapico Pinciano Largo N.Spinelli 5, Roma 06/ Studio Medico Potestio Via G.Cerasa 8, Tuscania(VT) 0761/ Rx Sonic Via dei Glicini 119/B, Roma 06/ / Casa di Cura Città di Roma Via Francesco Maidalchini Roma

ARTROPROTESI TOTALE DEL GINOCCHIO

ARTROPROTESI TOTALE DEL GINOCCHIO 1 www.ortopediaweb.net ARTROPROTESI TOTALE DEL GINOCCHIO Le informazioni contenute in questo opuscolo rappresentano un aiuto per il corretto avvicinamento all intervento ed una guida alla riabilitazione

Dettagli

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate APPENDICE ESERCIZI POST-OPERATORI CONSIGLIATI 1 Scendere dal letto Da supino a letto sollevare il tronco sostenendosi sui gomiti, portare il dorso del piede sano sotto la caviglia dell arto operato, per

Dettagli

Guida al paziente con frattura di femore trattato con

Guida al paziente con frattura di femore trattato con UNITA' OPERATIVA SERVIZI DI ASSISTENZA RIABILITATIVA AI SOGGETTI DISABILI DISTRETTO GHILARZA - BOSA Responsabile Dr.ssa Luisella Congiu 0785/562535 Guida al paziente con frattura di femore trattato con

Dettagli

Dalla. PROTESI d ANCA. al ritorno alla vita quotidiana

Dalla. PROTESI d ANCA. al ritorno alla vita quotidiana Dalla PROTESI d ANCA al ritorno alla vita quotidiana Opuscolo a cura di: RSA di Antey - Saint-André: Servizio di Riabilitazione Area Territoriale Fisioterapisti: Nicole Torresan e Nicoletta La Torre Tel.

Dettagli

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate Vedi l'articolo completo sui consigli per la protesi d'anca su www.chirurgiarticolare.it Link diretto cliccando qui... APPENDICE ESERCIZI POST-OPERATORI CONSIGLIATI 1 Scendere dal letto Da supino a letto

Dettagli

ESERCIZI DOPO ARTROSCOPIA DEL GINOCCHIO Prof. Valerio Sansone Clinica Ortopedica dell Università di Milano Istituto Ortopedico Galeazzi

ESERCIZI DOPO ARTROSCOPIA DEL GINOCCHIO Prof. Valerio Sansone Clinica Ortopedica dell Università di Milano Istituto Ortopedico Galeazzi ESERCIZI DOPO ARTROSCOPIA DEL GINOCCHIO Prof. Valerio Sansone Clinica Ortopedica dell Università di Milano Istituto Ortopedico Galeazzi Esercizi iniziali Contrazioni dei muscoli flessori del ginocchio

Dettagli

Guida per i pazienti operati di endoprotesi o artroprotesi d anca

Guida per i pazienti operati di endoprotesi o artroprotesi d anca Dipartimento Neuro Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Claudio Tedeschi - Direttore Guida per i pazienti operati di endoprotesi o artroprotesi d anca A cura di: Dott.ssa Procicchiani Donatella

Dettagli

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico La al ESERCIZI PRATICI ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico L attività fisica è fondamentale per sentirsi bene e per mantenersi in forma. Eseguire degli esercizi di ginnastica dolce, nel postintervento,

Dettagli

MESOCICLO ARBITRI PERIODO AGONISTICO

MESOCICLO ARBITRI PERIODO AGONISTICO MESOCICLO ARBITRI PERIODO AGONISTICO (Modulo) 10' Corsa (Borg 2-3) Inserendo anche corsa laterale 5' Stretching Dinamico 5' Andature (Skip, Corsa, Calciata, Scivolamenti laterali ecc. 3x10m) 3x Allungo

Dettagli

RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli

RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli 1 a Fase - Istruzioni generali Tutti gli esercizi devono essere effettuati lentamente e sotto controllo del movimento.

Dettagli

ESERCIZI PER TUTTI I GIORNI PER CONTINUARE A PRENDERSI CURA DELLA PROPRIA SCHIENA. Per le foto ringraziamo Nicoletta VERGARO

ESERCIZI PER TUTTI I GIORNI PER CONTINUARE A PRENDERSI CURA DELLA PROPRIA SCHIENA. Per le foto ringraziamo Nicoletta VERGARO ASL 4 CHIAVARESE DIPARTIMENTO della RIABILITAZIONE e della DISABILITA Direttore: Dott.ssa Valeria LEONI S.C. MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA A cura di: Mirella DEFILIPPI - Sonia CERETTO CASTIGLIANO - Alice

Dettagli

Manuale di riabilitazione cardiologica

Manuale di riabilitazione cardiologica CARDIOLOGIA Manuale di riabilitazione cardiologica Divisione di Riabilitazione Cardiologica SAN RAFFAELE S.p.A. Divisione di Riabilitazione Cardiologica Manuale di Riabilitazione Cardiologica SAN RAFFAELE

Dettagli

Esercizio 8) Posizione supina. Braccia distese lungo i fianchi e gambe semiflesse. Sollevare il bacino e mantenere alcuni secondi.

Esercizio 8) Posizione supina. Braccia distese lungo i fianchi e gambe semiflesse. Sollevare il bacino e mantenere alcuni secondi. Dr.Italo Paolini, Medico di medicina generale, Z.T.13 AP, ASUR Marche, Via Salaria 15-63043 Arquata del tronto (AP) Tel.0736809408E-mail: italopaolini@gmail.com TERAPIA DEL DOLORE Ti propongo una serie

Dettagli

Esercizi per la Prevenzione degli Infortuni

Esercizi per la Prevenzione degli Infortuni Associazione Italiana Arbitri - AIA Settore Tecnico: Modulo Preparazione Atletica Esercizi per la Prevenzione degli Infortuni AIA CAN-D Stagione Agonistica 2010-2011 Prevenzione Infortuni Introduzione

Dettagli

Le principali cause del mal di schiena: 1. Postura scorretta quando si è seduti, al lavoro, in casa o in automobile.

Le principali cause del mal di schiena: 1. Postura scorretta quando si è seduti, al lavoro, in casa o in automobile. ESERCIZI PER LA SCHIENA La maggior parte delle persone che viene nel nostro centro soffre di dolori alla schiena. Vi consigliamo di leggere attentamente questo opuscolo e di attenervi il più possibile

Dettagli

CENTRO STUDI ATTIVITA MOTORIE VIA SAN MARCO 99 VIA BELLAVITIS 11 TEL 049.893.48

CENTRO STUDI ATTIVITA MOTORIE VIA SAN MARCO 99 VIA BELLAVITIS 11 TEL 049.893.48 CENTRO STUDI ATTIVITA MOTORIE VIA SAN MARCO 99 VIA BELLAVITIS 11 TEL 049.893.48.02 -------------------------------------------------------------------- LA PROTESI DI GINOCCHIO DOPO L INTERVENTO La prima

Dettagli

PROTOCOLLO DI ESERCIZI PER LA COLONNA

PROTOCOLLO DI ESERCIZI PER LA COLONNA Azienda USL 6 Livorno UO Riabilitazione Funzionale PROTOCOLLO DI ESERCIZI PER LA COLONNA Anni 2008 2009 A cura delle UUOO RIABILITAZIONE FUNZIONALE AZIENDALI in collaborazione con le palestre 1 PROGRAMMA

Dettagli

RIABILITAZIONE CARDIOVASCOLARE ESERCIZI DI FISIOTERAPIA

RIABILITAZIONE CARDIOVASCOLARE ESERCIZI DI FISIOTERAPIA RIABILITAZIONE CARDIOVASCOLARE ESERCIZI DI FISIOTERAPIA Esercizi di fisioterapia Una corretta attività fisica svolge un azione molto favorevole sull apparato cardiovascolare, riduce tutti i principali

Dettagli

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching Consigli generali Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching muscolare. Quando l hai eseguito quanto più comodamente possibile, rimani così per 5-10 secondi e poi

Dettagli

ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE

ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE ARTICOLAZIONI DELLA CAVIGLIA Flessioni del piede da stazione eretta con la punta su un rialzo o contro una parete

Dettagli

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro Introduzione Che si lavori seduti o in piedi, la mancanza di movimento legata a una postura statica prolungata può a lungo andare

Dettagli

Il metodo McKenzie Alessandro Aina e sull esecuzione di esercizi appropriati diagnosi e trattamento Che cos è il metodo McKenzie

Il metodo McKenzie Alessandro Aina  e sull esecuzione di esercizi appropriati diagnosi e trattamento Che cos è il metodo McKenzie Il metodo McKenzie Alessandro Aina fisioterapista, dip MDT, docente McKenzie Studio v. Spontini 3, Milano, via Ripalta 6A San Donato Mil.se, tel 02 29527326 Si basa essenzialmente sul mantenimento di posizioni

Dettagli

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce 4. Esercizi raccomandati La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce una indicazione ed un invito ad adottare un vero e proprio stile di vita sano, per tutelare l integrità e conservare

Dettagli

Esercizi per la fatigue

Esercizi per la fatigue Esercizi per la fatigue È stato dimostrato che, praticando una costante e adeguata attività fisica, la sensazione di fatigue provata dal paziente si riduce notevolmente e che di conseguenza si ottiene

Dettagli

GLI ESERCIZI UTILI PER IL MAL DI SCHIENA

GLI ESERCIZI UTILI PER IL MAL DI SCHIENA Il benessere della colonna vertebrale dipende strettamente dalla tonicità dei muscoli della schiena. Se i muscoli sono forti ed elastici grazie allo svolgimento regolare dell attività fisica, la colonna

Dettagli

EMILIA-ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Rimini

EMILIA-ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Rimini 2007 SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Rimini 101 SERVIZIO DI RECUPERO E RIABILITAZIONE FUNZIONALE Ospedale Ceccarini Riccione Direttore U.O. Dott. Riccardo

Dettagli

PROTOCOLLO DI RIABILITAZIONE DOPO RICOSTRUZIONE DEL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE CON TENDINE ROTULEO.

PROTOCOLLO DI RIABILITAZIONE DOPO RICOSTRUZIONE DEL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE CON TENDINE ROTULEO. PROTOCOLLO DI RIABILITAZIONE DOPO RICOSTRUZIONE DEL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE CON TENDINE ROTULEO. FASE PREOPERATORIA conoscenza del lavoro conoscenza dell'ambiente adattamento strutturale alle nuove

Dettagli

SERVIZIO DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE Ospedale Ceccarini Riccione. Direttore U.O. Dott. Riccardo Galassi Dott. Gian Andrea Magagni

SERVIZIO DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE Ospedale Ceccarini Riccione. Direttore U.O. Dott. Riccardo Galassi Dott. Gian Andrea Magagni SERVIZIO DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE Ospedale Ceccarini Riccione Direttore U.O. Dott. Riccardo Galassi Dott. Gian Andrea Magagni Percorso riabilitativo per pazienti operati di protesi di ginocchio

Dettagli

CAPSULITE ADESIVA ESERCIZI PER LA RIABILITAZIONE

CAPSULITE ADESIVA ESERCIZI PER LA RIABILITAZIONE CAPSULITE ADESIVA ESERCIZI PER LA RIABILITAZIONE Esercizio nr. 1) Piegate il busto in avanti in modo che sia parallelo al pavimento ed appoggiatevi con il braccio sano ad uno sgabello o ad un tavolino.

Dettagli

Curare il mal di schiena. Nicola Magnavita

Curare il mal di schiena. Nicola Magnavita Curare il mal di schiena Nicola Magnavita Lombalgia acuta Vivo dolore alla schiena, che insorge all improvviso dopo un movimento particolare o uno sforzo ( colpo della strega ) Colpisce il 10-15% della

Dettagli

GINNASTICA PER IL MAL DI SCHIENA

GINNASTICA PER IL MAL DI SCHIENA GINNASTICA PER IL MAL DI SCHIENA Introduzione: Per limitare i danni provocati alla colonna vertebrale durante l'attività sportiva e garantire una postura corretta nello sviluppo della stessa, è necessario

Dettagli

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE Struttura Semplice Dipartimentale Rieducazione Funzionale Ospedale Albenga/Territorio Albenganese Responsabile Dssa. Anna Maria Amato 2

Dettagli

PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA

PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA FIPCF FEDERAZIONE ITALIANA PESISTICA E CULTURA FISICA PROGRAMMA BASE PER ALLENAMENTO SALA ISOTONICA PETTORALI PANCA PIANA APERTURE PANCA 30 SPALLE LENTO AVANTI ALZATE LATERALI ALZATE 90 GAMBE SQUAT AFFONDI

Dettagli

Consigli utili per il paziente operato di protesi d'anca

Consigli utili per il paziente operato di protesi d'anca Consigli utili per il paziente operato di protesi d'anca Da seguire per le prime 6-10 settimane (due mesi circa) dopo l'intervento di protesi d'anca I seguenti consigli servono a evitare la lussazione

Dettagli

PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA

PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA N esercizio Descrizione esercizio obbligatorio 1 Camminata sul posto o in circolo o movimento analogo per la bassa funzione 2 Camminata sul posto o

Dettagli

EFFICACIA DI STRATEGIE DI INTERVENTO BASATE SULL ATTIVITA MOTORIA IN SOGGETTI AFFETTI DA MAL DI SCHIENA

EFFICACIA DI STRATEGIE DI INTERVENTO BASATE SULL ATTIVITA MOTORIA IN SOGGETTI AFFETTI DA MAL DI SCHIENA EFFICACIA DI STRATEGIE DI INTERVENTO BASATE SULL ATTIVITA MOTORIA IN SOGGETTI AFFETTI DA MAL DI SCHIENA PROGRAMMA DI ATTIVITA FISICA ADATTATA PER LA PALESTRA N esercizio Descrizione esercizio obbligatorio

Dettagli

RUNNING. il re degli allenamenti

RUNNING. il re degli allenamenti Naturale, dimagrante, ottima per tonificare il cuore e il sistema circolatorio. E soprattutto a costo zero. La corsa è un training senza eguali e le giornate di questo periodo, tiepide e gradevoli, invitano

Dettagli

Chirurgia - Protesi di Anca:

Chirurgia - Protesi di Anca: Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi (FI) Agenzia Recupero e Riabilitazione* Direttore Dr. Pietro Pasquetti * P. Pasquetti, I. Gelli, G. Mangone, T. Bassarelli Chirurgia - Protesi di Anca: RIABILITAZIONE

Dettagli

INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE

INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE Francesco Albanese, 67 anni Ex titolare di una impresa edile Operato 5 anni fa di protesi alle ginocchia Sul sito web www.storiedivitainmovimento.it

Dettagli

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti In questa unità didattica si impara come si può aiutare una persona a muoversi, quando questa persona non può farlo in modo autonomo. Quindi, è necessario

Dettagli

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali ESERCIZI FISICI Sono utili da eseguire prima o dopo la pratica sul pianoforte, per sciogliere, allungare e rinforzare le parti coinvolte nell azione pianistica. Devono essere affrontati con ritmo cadenzato

Dettagli

Tutte le misure ed i consigli di comportamento servono per tutelare la salute e prevenire danni fisici.

Tutte le misure ed i consigli di comportamento servono per tutelare la salute e prevenire danni fisici. Riassunto delle misure di prevenzione dell opuscolo sulla movimentazione manuale dei carichi della AUVA ( Heben und tragen ) Le immagini di questo documento provengono dall opuscolo in lingua tedesca Tutte

Dettagli

SINDROME DI SJӦGREN IL RUOLO DI UNA CORRETTARESPIRAZIONE

SINDROME DI SJӦGREN IL RUOLO DI UNA CORRETTARESPIRAZIONE SINDROME DI SJӦGREN La riabilitazione nella sindrome di Sjӧgren svolge un ruolo fondamentale. Essa agisce direttamente sui distretti interessati dalla malattia e parallelamente sui danni secondari, risposte

Dettagli

R.E.A.Dy Rinforzo con Elastici per Atleti Dyversamente abili

R.E.A.Dy Rinforzo con Elastici per Atleti Dyversamente abili SERVIZIO DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE R.E.A.Dy Rinforzo con Elastici per Atleti Dyversamente abili Gli atleti che praticano sport in carrozzina sono ormai destinati a raggiungere carichi di allenamento

Dettagli

Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Gian Battista Camurri - Direttore IN... FORMA. Esercizi per la scoliosi

Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Gian Battista Camurri - Direttore IN... FORMA. Esercizi per la scoliosi Dipartimento Neuro-Motorio Medicina Fisica e Riabilitativa Dott. Gian Battista Camurri - Direttore IN... FORMA Esercizi per la scoliosi Medicina Fisica e Riabilitativa 2 Esercizi per la scoliosi 1) Supini;

Dettagli

Esercizi per il rachide e per la stabilità posturale

Esercizi per il rachide e per la stabilità posturale Esercizi per il rachide e per la stabilità posturale A cura di: Laboratorio Larin Casa di Cura Domus Salutis - Brescia ESERCIZI DA SUPINO 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. ESERCIZI IN POSIZIONE PRONA 1. 2. 3. ESERCIZI

Dettagli

PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE PERINEALE PER PAZIENTI SOTTOPOSTI A PROSTATECTOMIA RADICALE

PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE PERINEALE PER PAZIENTI SOTTOPOSTI A PROSTATECTOMIA RADICALE PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE PERINEALE PER PAZIENTI SOTTOPOSTI A PROSTATECTOMIA RADICALE o CISTECTOMIA RADICALE CON CONFEZIONAMENTO DI NEOVESCICA ORTOTOPICA La vescica consente l accumulo di urina e il

Dettagli

Tel: 02-7610310 Fax: 02-70124931 Tel: 02-76009310 Fax: 02-76009152 PROGRAMMA RIABILITATIVO DOPO RICOSTRUZIONE DEL LEGAMENTO CROCIATO POSTERIORE

Tel: 02-7610310 Fax: 02-70124931 Tel: 02-76009310 Fax: 02-76009152 PROGRAMMA RIABILITATIVO DOPO RICOSTRUZIONE DEL LEGAMENTO CROCIATO POSTERIORE Via Amadeo 24, 20133 Milano Via Vivaio 22, 20122 Milano Tel: 02-7610310 Fax: 02-70124931 Tel: 02-76009310 Fax: 02-76009152 E-mail: info@oasiortopedia.it E-mail: l.boldrini@isokinetic.com Pagina web: www.oasiortopedia.it

Dettagli

Il Paziente Ortopedico

Il Paziente Ortopedico Il Paziente Ortopedico Fratturato - Fratture vertebrali - Fratture di femore - Fratture di spalla In elezione - Protesi d anca - Protesi di ginocchio - Protesi di spalla Le fratture CAUSE Le fratture vertebrali

Dettagli

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer

servizio di Emidia Melideo, con la consulenza di Matteo Maniero, personal trainer Più tonica e soda Hai sempre guardato con sospetto i classici pesini, pensando che non facessero per te? Dai un occhiata a queste foto e scoprirai tanti esercizi semplici in grado di scolpirti dalla testa

Dettagli

Test per gli arti superiori

Test per gli arti superiori Test per gli arti superiori TF 1 Lancio della palla medica È uno dei più classici e semplici test per la forza, che si fa lanciando palle di vario peso. Chi è più alto è favorito perché ha leve più lunghe

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

VADEMECUM PER L ATTIVITA FISICA A CASA ( tra faccende domestiche e attrezzi di fortuna)

VADEMECUM PER L ATTIVITA FISICA A CASA ( tra faccende domestiche e attrezzi di fortuna) NON SOLO PALESTRA... VADEMECUM PER L ATTIVITA FISICA A CASA ( tra faccende domestiche e attrezzi di fortuna) L attività vuole rendere consapevoli i ragazzi che l attività motoria può essere svolta anche

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA POSTURA ED AL MOVIMENTO NEL POST INTERVENTO SULLA COLONNA

EDUCAZIONE ALLA POSTURA ED AL MOVIMENTO NEL POST INTERVENTO SULLA COLONNA EDUCAZIONE ALLA POSTURA ED AL MOVIMENTO NEL POST INTERVENTO SULLA COLONNA Ft GABRIELLA PISU Dipartimento Recupero e Riabilitazione Funzionale A.S.O. CTO-M.Adelaide Direttore: Dott.ssa M.V. Actis 2 Corso

Dettagli

L'ARTROPROTESI D'ANCA

L'ARTROPROTESI D'ANCA L'ARTROPROTESI D'ANCA ISTRUZIONI PER IL PAZIENTE Dott. Alessandro Masini Casa di Cura Paideia Via Vincenzo Tiberio 46 00191 Roma Tel.: 06330941 06330945100 DOPO L'INTERVENTO Nelle ore che seguono all intervento

Dettagli

Programma di riscaldamento, stretching e potenziamento della cuffia dei rotatori

Programma di riscaldamento, stretching e potenziamento della cuffia dei rotatori Programma di riscaldamento, stretching e potenziamento della cuffia dei rotatori a cura di Peppe Mele PREMESSE: Gli esercizi contenuti in questa dispensa, sono particolarmente indicati per gli atleti che

Dettagli

Otago di Esercizi per Forza ed Equilibrio

Otago di Esercizi per Forza ed Equilibrio Inizio Programma delle Esercitazioni Otago di Esercizi per Forza ed Equilibrio Testo di Sheena Gawler Research Associate, Research Department of Primary Care and Population Health, University College London

Dettagli

Proposta di esercizi settimanali per persone con Spondilite Anchilosante

Proposta di esercizi settimanali per persone con Spondilite Anchilosante Proposta di esercizi settimanali per persone con Spondilite Anchilosante INFORMAZIONI GENERALI Gli esercizi riabilitativi eseguiti tutti i giorni, al proprio domicilio, sono un indicazione utile e consigliata

Dettagli

RIABILITAZIONE CAVIGLIA DOPO DISTORSIONE

RIABILITAZIONE CAVIGLIA DOPO DISTORSIONE RIABILITAZIONE CAVIGLIA DOPO DISTORSIONE Per una corretta riabilitazione della caviglia, è molto importante conoscere il grado di distorsione da parte dell ortopedico sapendo che esiste un grado I, II

Dettagli

PER PAZIENTI OPERATI ALLA SPALLA

PER PAZIENTI OPERATI ALLA SPALLA H H H Settore di Medicina Riabilitativa DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE/RIABILITAZIONE - San Giorgio - Direttore: Prof. Nino Basaglia MODULO DIPARTIMENTALE ATTIVITÀ AMBULATORIALE Responsabile: Dott. Efisio

Dettagli

Linee Guida per una Ginnastica utile per le Mani.

Linee Guida per una Ginnastica utile per le Mani. Dottor Giuseppe Internullo Specialista in Ortopedia e Traumatologia Specialista in Chirurgia della Mano e Microchirurgia Ortopedica Università di Modena. Linee Guida per una Ginnastica utile per le Mani.

Dettagli

Riabilitazione motoria dopo intervento di dissezione latero-cervicale

Riabilitazione motoria dopo intervento di dissezione latero-cervicale Riabilitazione motoria dopo intervento di dissezione latero-cervicale Lo IEO pubblica una collana di Booklets al fine di aiutare il paziente a gestire eventuali problematiche (quali ad esempio le terapie

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

Movimento e fisioterapia

Movimento e fisioterapia Movimento e fisioterapia Spesso il primo sintomo della Malattia di Pompe è la debolezza dei muscoli utilizzati per camminare. È possibile che i bambini nel primo anno di età appaiano ipotonici o non siano

Dettagli

Valutazione delle condizioni mediche. Valutazione delle condizioni mediche

Valutazione delle condizioni mediche. Valutazione delle condizioni mediche Pagina 1 / 2 andare alla pagina: 1 6 Posizione del M/L Posizione del A/P Peso corporeo Determinare il peso corporeo. Prendere già in considerazione eventuali variazioni prevedibili (ad es. oscillazioni

Dettagli

AL PAZIENTE LARINGECTOMIZZATO

AL PAZIENTE LARINGECTOMIZZATO APPROCCIO FISIOTERAPICO AL PAZIENTE LARINGECTOMIZZATO RIEDUCAZIONE MOTORIA RIEDUCAZIONE RESPIRATORIA Il trattamento riabilitativo motorio e respiratorio va iniziato precocemente a distanza di pochi giorni

Dettagli

Manuale di. Anatomia. per lo stretching. A cura di Ken Ashwell

Manuale di. Anatomia. per lo stretching. A cura di Ken Ashwell Manuale di Anatomia per lo stretching A cura di Ken Ashwell 6 7 Sommario Prefazione 8 Come è organizzato questo libro 10 Anatomia generale 12 Regioni del corpo umano 14 Sistema muscolare 16 Sistema scheletrico

Dettagli

CONOSCERE LA PROPRIA SCHIENA

CONOSCERE LA PROPRIA SCHIENA Servizio di Recupero e Rieducazione Funzionale Tel. 030 3709750-Fax 030 3709403 COSCERE LA PROPRIA SCHIENA Come è fatta? È costituita da 24 ossa chiamate vertebre. La colonna vertebrale è suddivisa in

Dettagli

Centro Yoga Matsyendra

Centro Yoga Matsyendra SEMINARIO 13 MARZO 2011 YOGA PER LA SALUTE DELLA SCHIENA A cura di Margherita Buniva PREMESSA La salute della schiena dipende in buona parte dalla salute della colonna vertebrale. In assenza di patologie

Dettagli

ESERCIZI PER I GLUTEI

ESERCIZI PER I GLUTEI ESERCIZI PER I GLUTEI BREVE ANATOMIA DEI GLUTEI La regione glutea è rappresentata dal grande gluteo, dal medio gluteo e dal piccolo gluteo, con funzione di abdurre il femore. Il grande gluteo, assieme

Dettagli

esercizi per vivere meglio con la spondilite

esercizi per vivere meglio con la spondilite esercizi per vivere meglio con la spondilite e s e r c i z i per vivere meglio con la spondilite CONSIGLI GENERALI Gli esercizi di ginnastica che vi presentiamo in questo opuscolo hanno lo scopo di aiutarvi

Dettagli

ARTROPROTESI DI ANCA: trattamento riabilitativo norme igienico-comportamentali

ARTROPROTESI DI ANCA: trattamento riabilitativo norme igienico-comportamentali ARTROPROTESI DI ANCA: trattamento riabilitativo norme igienico-comportamentali Presentazione Gentile Signore/a, con questo opuscolo desideriamo fornirle alcune indicazioni riguardo i comportamenti più

Dettagli

ANATOMIA DELL ANCA ~ 1 ~

ANATOMIA DELL ANCA ~ 1 ~ L intervento di artroprotesi totale d anca rappresenta uno dei maggiori successi della moderna ortopedia in grado di garantire il ripristino della funzionalità articolare, abolendo la sintomatologia dolorosa

Dettagli

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 SCHEDE di valutazione 22 Classe prima 22 Classe seconda 25 Classe terza 28 Prove di abilità motorie e sportive

Dettagli

Artroprotesi di Ginocchio. VenetoSportsMed

Artroprotesi di Ginocchio. VenetoSportsMed Artroprotesi di Ginocchio VenetoSportsMed Se il vostro ginocchio è severamente danneggiato dall artrosi potrebbe risultarvi difficile svolgere le semplici attività quotidiane come il camminare; il dolore

Dettagli

Ergonomia in ufficio e nella vita quotidiana. Per il bene della vostra salute

Ergonomia in ufficio e nella vita quotidiana. Per il bene della vostra salute Ergonomia in ufficio e nella vita quotidiana Per il bene della vostra salute Quante ore al giorno state seduti? Ogni quanto fate una pausa di movimento o di rilassamento? Avete una postazione di lavoro

Dettagli

www.casadicura-villabianca.it

www.casadicura-villabianca.it Rev. 0 del 01.10.2010 Casa di Cura Medico- Riabilitativa Villa Bianca (Accreditata con il SSN - Det. Dir. n. 587/2005 - Det. Dir. n. 195/2007) Medicina Fisica e Riabilitazione: per pazienti operati di

Dettagli

I vizi del portamento e le posture corrette

I vizi del portamento e le posture corrette I vizi del portamento e le posture corrette Scienze Motorie Prof.ssa Marta Pippo I vizi del portamento 3 gradi di gravita : ATTEGGIAMENTO VIZIATO (nessuna alterazione osteo muscolare) PARAMORFISMO (alterazione

Dettagli

ARTROPROTESI DI GINOCCHIO: trattamento riabilitativo norme igienico-comportamentali

ARTROPROTESI DI GINOCCHIO: trattamento riabilitativo norme igienico-comportamentali ARTROPROTESI DI GINOCCHIO: trattamento riabilitativo norme igienico-comportamentali Presentazione Gentile Signore/a, con questo opuscolo desideriamo fornirle alcune indicazioni sui comportamenti più idonei

Dettagli

I CICLO ALLENAMENTO PRECAMPIONATO

I CICLO ALLENAMENTO PRECAMPIONATO I CICLO ALLENAMENTO PRECAMPIONATO Il programma che i sarà proposto rappresenta il giusto continuum di quello propedeutico post-campionato. Fermo restando il problema di sapere dove ognuno svolgerà la sua

Dettagli

Rafforzamento su misura

Rafforzamento su misura 05 2012 Tema del mese Sommario Metodi di allenamento della forza 2 Raccolta di esercizi: Addome 4 Schiena 6 Tronco 7 Braccia/spalle 9 Gambe 11 Glutei/anche 13 Allenamenti 16 Informazioni 23 Categorie Adulti

Dettagli

8) Coscia e anca: a) flessione; b) estensione; c) abduzione; d) adduzione; e) rotazione interna; f) rotazione esterna.

8) Coscia e anca: a) flessione; b) estensione; c) abduzione; d) adduzione; e) rotazione interna; f) rotazione esterna. Glossario dei movimenti ginnastici e sportivi Terminologia riferita alle posizioni e ai movimenti del corpo 1) Capo: a) flessione in avanti; b) inclinazione indietro con iperestensione del rachide cervicale;

Dettagli

RETRAZIONE CATENA MUSCOLARE POSTERIORE

RETRAZIONE CATENA MUSCOLARE POSTERIORE RETRAZIONE CATENA MUSCOLARE POSTERIORE È il test iniziale della batteria di prove a carattere funzionale : da posizione seduta, con arti inferiori distesi e piedi a martello, distendere gli arti superiori

Dettagli

Esercizi respiratori raccomandati ai pazienti BPCO

Esercizi respiratori raccomandati ai pazienti BPCO raccomandati ai pazienti BPCO Broncopnemopatia Cronica Ostruttiva per continuare il percorso riabilitativo a domicilio A.C.O. San Filippo Neri Presidio Ospedaliero Salus Infirmorum U.O.S.D. Riabilitazione

Dettagli

COXARTROSI: L'APPROCCIO CHINESIOLOGICO COME PARTE INTEGRANTE DELLA RIABILITAZIONE a cura di Dino Caprara

COXARTROSI: L'APPROCCIO CHINESIOLOGICO COME PARTE INTEGRANTE DELLA RIABILITAZIONE a cura di Dino Caprara COXARTROSI: L'APPROCCIO CHINESIOLOGICO COME PARTE INTEGRANTE DELLA RIABILITAZIONE a cura di Dino Caprara INTRODUZIONE Nel seguente protocollo sono descritte le linee guida di esercizi specifici adatti

Dettagli

Corso Istruttori Attività Natatorie

Corso Istruttori Attività Natatorie Corso Istruttori Attività Natatorie Preganziol (Treviso), 02-10 Febbraio 2013 Tecnica e didattica del Nuoto Pinnato 2^ parte La Didattica Fabio Paon Staff Tecnico Nazionale La storia del Nuoto Pinnato

Dettagli

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE ESERCIZI PER COSCE E ANCHE Testo e disegni di Stelvio Beraldo ANDATURA DA SEMIACCOSCIATA Varianti: andatura frontale (a) e andatura laterale (b) (a carico naturale, con manubri o cintura zavorrata) - Con

Dettagli

RIABILITAZIONE DONNE OPERATE AL SENO Informazioni utili

RIABILITAZIONE DONNE OPERATE AL SENO Informazioni utili RIABILITAZIONE DONNE OPERATE AL SENO Informazioni utili 2 Ad oggi il carcinoma alla mammella è il tumore più frequente nelle donne. Il trattamento si avvale di varie strategie, chirurgiche e mediche e

Dettagli

Jian Shen fa. del Maestro YUAN ZUMOU INTRODUZIONE

Jian Shen fa. del Maestro YUAN ZUMOU INTRODUZIONE METODO PER LA SALUTE ED IL BENESSERE Jian Shen fa del Maestro YUAN ZUMOU INTRODUZIONE Questo metodo, ispirato da An Chiao (auto-massaggio), da Tu Na (respirazione profonda) e dal Dao Yin (consapevolezza

Dettagli

IL DOLORE VERTEBRALE

IL DOLORE VERTEBRALE IL DOLORE VERTEBRALE CAUSE DEL DOLORE VERTEBRALE Le cause che maggiormente incidono sull'origine delle algie vertebrali (80%) sono le posture e i movimenti scorretti. posizioni viziate e movimenti scorretti

Dettagli

Preparazione atletica per squadre giovanili (Under 13 Under 15)

Preparazione atletica per squadre giovanili (Under 13 Under 15) Silvio Brovarone - Preparazione Atletica Giovanile 1 Preparazione atletica per squadre giovanili (Under 13 Under 15) Introduzione L obiettivo specifico di un programma di preparazione atletica nel settore

Dettagli

POSTURE E MOVIMENTI DEL CORPO CHE CAUSANO DOLORI MUSCOLARI E ARTICOLARI Testo e disegni di Stelvio Beraldo

POSTURE E MOVIMENTI DEL CORPO CHE CAUSANO DOLORI MUSCOLARI E ARTICOLARI Testo e disegni di Stelvio Beraldo POSTURE E MOVIMENTI DEL CORPO CHE CAUSANO DOLORI MUSCOLARI E ARTICOLARI Testo e disegni di Stelvio Beraldo La colonna vertebrale presenta delle curvature fisiologiche a livello cervicale, dorsale e lombare

Dettagli

A cura di Patrizia Raimondo Pietro Saba. Associazione Italiana Diabetici 1

A cura di Patrizia Raimondo Pietro Saba. Associazione Italiana Diabetici 1 A cura di Patrizia Raimondo Pietro Saba Associazione Italiana Diabetici 1 La ginnastica, la nuova medicina Svolgere una moderata attività fisica in modo regolare serve a mantenersi in buona salute, e in

Dettagli

U.O. di MEDICINA RIABILITATIVA Direttore: Dott. P. Pace

U.O. di MEDICINA RIABILITATIVA Direttore: Dott. P. Pace I.N.R.C.A. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico - IRCCS www.inrca.it U.O. di MEDICINA RIABILITATIVA Direttore: Dott. P. Pace Rita Traversetti A cura di: Pasquale Pace @ I.N.R.C.A. 2008 www.giobbe.net

Dettagli

L ARTROPROTESI DI GINOCCHIO

L ARTROPROTESI DI GINOCCHIO L ARTROPROTESI DI GINOCCHIO ISTRUZIONI PER IL PAZIENTE Dott. Alessandro Masini Casa di Cura Paideia Via Vincenzo Tiberio 46 00191 Roma Tel.: 06330941 06330945100 1 1 INTRODUZIONE Questa guida è stata ideata

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

I.N.R.C.A. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Anziani - IRCCS in Forma

I.N.R.C.A. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Anziani - IRCCS in Forma Il movimento è fondamentale per il soggetto anziano per mantenere o riacquistare l indipendenza e l autosufficienza. Spesso l atteggiamento della persona di una certa età è di sfiducia e rassegnazione:

Dettagli

Il Mal di Schiena Imparare a Prevenirlo

Il Mal di Schiena Imparare a Prevenirlo Dr. Umberto Donati Specialista in Ortopedia e Traumatologia Specialista in Chirurgia della Mano Specialista in Medicina Legale e Assicurazioni Medico Esperto in Omotossicologia www.ortopedicoabologna.it

Dettagli

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ MANUALE UN PROGRAMMA DI RISCALDAMENTO COMPLETO PER RIDURRE GLI INFORTUNI NEL CALCIO INDICE PREFAZIONE 4 INTRODUZIONE

Dettagli

TEST per ragazzi/e di Scuola Elementare (6-10 anni)

TEST per ragazzi/e di Scuola Elementare (6-10 anni) I test motori: come si effettuano e come utilizzare i dati Belluno, 18 Settembre 2012 Relatore: Prof. Modesto BONAN TEST per ragazzi/e di Scuola Elementare (6-10 anni) Il rapporto tra i test e le capacità

Dettagli