ARTROPROTESI TOTALE DELL ANCA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ARTROPROTESI TOTALE DELL ANCA"

Transcript

1 1 ARTROPROTESI TOTALE DELL ANCA Le informazioni contenute in questo opuscolo rappresentano un aiuto per il corretto avvicinamento all intervento ed una guida alla riabilitazione post operatoria. Rappresentano uno schema generale che potrebbe essere corretto su misura per voi dal vostro chirurgo. Non si deve intraprendere questo percorso riabilitativo senza esser stati autorizzato. Dr. Nicola Santori Dr. Domenico Potestio Dr. Antonio Bertino

2 2 Gli esercizi prescritti, la loro frequenza e la progressione sono rivolti ai pazienti sottoposti ad artroprotesi unilaterale dell anca attraverso una via chirurgica posteriore mini invasiva. Questi esercizi potrebbero andare bene anche per pazienti operati con altri accessi chirurgici o bilateralmente, ma la progressione e la frequenza degli esercizi potrebbero variare. Si raccomanda di non eseguire gli esercizi senza il consenso del vostro chirurgo. I pazienti che si preparano in maniera corretta all intervento di protesi dell anca sono in grado di recuperare più rapidamente e con meno dolore. Questa guida contiene informazioni di carattere generale per prepararsi ad affrontare l intervento e indicazioni sugli esercizi da eseguire prima e dopo l operazione. Questa guida è studiata per aiutare il paziente nella sua guarigione. In alcuni casi il vostro chirurgo potrebbe modificare alcuni esercizi. Prima di iniziare a seguire questa guida è fondamentale aver ricevuto l autorizzazione dal proprio chirurgo. Attenzione: se alcuni esercizi dovessero causare dolore dell anca, interrompeteli e contattate il vostro terapista o il vostro medico curante; se la vostra gamba dovesse diventare calda e gonfia contattate immediatamente il vostro medico curante.

3 3 Indicazioni generali prima dell intervento Eseguire esercizi prima dell intervento aiuta ad avere un recupero più rapido. Gli esercizi aiutano a: mantenere l articolarità del ginocchio mantenere il tono muscolare ridurre il dolore imparare ad eseguire esercizi che andranno svolti dopo l intervento ridurre il peso migliorare la qualità del sonno E importante eseguire attività che non sollecitino fortemente l anca quali: camminare cyclette nuoto, camminare in acqua, ginnastica in acqua esercizi di rinforzo e stretching (prima di eseguire questi esercizi effettuare 5 minuti di riscaldamento con la cyclette) Per mantenere sotto controllo il dolore ed il gonfiore: riposare l articolazione (vedi pag. ) applicare il ghiaccio per 20 minuti evitare sforzi eccessivi utilizzare ausili per la deambulazione utilizzare antidolorifici o anti infiammatori ( gli anti infiammatori vanno sospesi almeno 7 giorni prima dell intervento)

4 4 ESERCIZI PRIMA DELL INTERVETNO 1) Sollevamento dalla sedia con braccioli Per utilizzare il deambulatore e i bastoni canadesi è importante avere un buon tono muscolare dei tricipiti. ( i tricipiti sono i muscoli della regione posteriore delle braccia). sedete su una sedia con braccioli appoggiare mani e gomiti sui braccioli far forza sulle mani estendendo i gomiti per sollevare il vostro corpo aiutandovi anche con le gambe Tenere la posizione per 5 / 10 secondi 10 ripetizioni per 3 volte al giorno 2) Esercizi di stabilità della pelvi Core Stability Questi esercizi possono aiutare a ridurre i dolori lombari dopo l intervento sdraiati su un letto o seduti su una sedia con la schiena poggiata allo schienale piegare le ginocchia e tenere i piedi poggiati contrarre i muscoli dell addome petto in fuori e pancia in dentro contemporaneamente contrarre i muscoli che permettono di interrompere la minzione. Tenere la posizione per 5 / 10 secondi 10 ripetizioni per 3 volte al giorno 3)Esercizi per il recupero dell articolarità abduzioni vedi esercizio 8 (pag. 10 ) stretching vedi esercizio 9 (pag. 10) Si consiglia di studiare ed imparare tutti gli esercizi che andranno eseguiti dopo l intervento

5 5 Indicazioni generali dopo l intervento Gli esercizi nel post operatorio aiutano a recuperare il movimento e la forza; aiutano inoltre a: ridurre il gonfiore prevenire fenomeni trombo embolici controllare il dolore prevenire la stipsi migliorare l equilibrio migliorare la qualità del sonno. Precauzioni per i pazienti sottoposti a protesi totale dell anca per i primi 3 mesi e in ogni caso fino a indicazione del vostro chirurgo dovrete evitare di effettuare movimenti ritenuti a rischio per la lussazione della protesi totale dell anca. Si ricorda che la flessione dell anca associata ad rotazione interna del ginocchio ed adduzione può comportare un aumentato rischio di lussazione Si rimanda all opuscolo informativo sulla protesi dell anca per ulteriori indicazioni Consigli per mantenere il dolore ed il gonfiore sotto controllo Riposare l articolazione Cambiare posizione ogni 15/20 minuti ( seduti, in piedi e camminare) Tenere uno stile di vita tranquillo Sdraiarsi sul letto o sul divano 3 volte al giorno per 30 minuti. Tenere la gamba operata in alto, appoggiandola su dei cuscini. Il ginocchio deve essere mantenuto in estensione, caviglia e piede devono essere più in alto rispetto al cuore.

6 6 Attivare la pompa venosa Da sdraiati effettuare movimenti lenti di flesso estensione della caviglia Da seduti portare l appoggio sulle punte e quindi sui talloni. Ripetere 40 volte per 6 volte al giorno Questo esercizio deve essere ripetuto per 6 volte al giorno fino al 3 mese dopo l intervento Anti dolorifici Utilizzare i farmaci secondo la prescrizione del medico Ausili per la deambulazione utilizzare il tipo di ausilio che è stato prescritto / consigliato dal vostro chirurgo (deambulatore, canadesi etc.) Non modificare l utilizzo degli appoggi senza precisa indicazione del vostro chirurgo Gli ausili sono fondamentali per: ridurre il carico ridurre il dolore migliorare la deambulazione migliorare l equilibrio e ridurre il rischio di cadute. Consigli per la deambulazione: utilizzare sempre scarpe chiuse con suola di gomma che non permetta di scivolare iniziare camminando su superfici lisce ed in piano flettere il ginocchio ad ogni fase del passo. Il passo segue lo schema tacco punta NO

7 7 Il sonno Un corretto riposo aiuta a migliorare la guarigione, tuttavia può essere normale passare delle notti insonni fino alla dodicesima settimana post operatoria. Applicare ghiaccio prima di andare a dormire Porre un cuscino tra le gambe quando si dorme su un fianco (non dormire sul fianco prima di 30 giorni dopo l intervento) Dopo l intervento si consiglia di applicare un asciugamano arrotolato dietro la parte lombare della colonna, questo aiuta a prevenire un possibile mal di schiena Cosa aspettarsi dopo l intervento: Settimana da 0 a 3 Durante le prime 3 settimane è importante tenere il dolore sotto controllo. Assicurarsi di dormire a sufficienza e di avere un attività intestinale regolare. Gli esercizi sono focalizzati nel migliorare l articolarità e la deambulazione. Obiettivi: Alzarsi da letto, sedia, wc autonomamente Deambulare autonomamente con l ausilio di deambulatore o canadesi Fare le scale con sicurezza con l ausilio di canadesi Cosa aspettarsi dopo l intervento: Settimana da 3 a 6 Dopo 3 settimane dall intervento l anca dovrebbe permettere di intensificare gli esercizi. Obiettivi: flettere l anca almeno a 90, abdurla 25, estenderla completamente deambulare con un solo appoggio controlaterale utilizzare una cyclette senza problemi

8 8 ATTENZIONE!!! Il seguente è un esercizio che non deve assolutamente essere eseguito durante la riabilitazione di una protesi d anca. Se il vostro terapista vi indicherà di eseguirlo riferite che vi è stato proibito dal vostro chirurgo NO

9 9 Esercizi: Settimana da 0 a 3 Ripetere gli esercizi 1 e 2, ripetere sempre gli esercizi perla pompa venosa 3) Respirazione Sedere tenendo le spalle rilassate Attivare i muscoli del pavimento pelvico Inspirare lentamente Espirare lentamente 6 volte ogni ora 4) Attivazione del pavimento pelvico e scivolamento dei piedi Sdraiati sul letto supini, ginocchia flesse, piedi allineati con le spalle Attivare i muscoli del pavimento pelvico Far scivolare la gamba fino ad estendere il ginocchio, quindi tornare alla posizione di partenza 5) Contrazione dei glutei da sdraiato Distesi supini sul letto Contrarre i glutei Tenere la posizione per 6 secondi 6 ripetizioni, 3 volte al giorno

10 10 6) Scivolamenti dell arto in abduzione Distesi a letto con il ginocchio dell arto controlaterale flesso Attivare i muscoli del pavimento pelvico Far scivolare l arto operato in abduzione ( verso l esterno) Rilasciare i muscoli del pavimento pelvico e tornare alla posizione di partenza 6 ripetizioni, 3 volte al giorno eseguire l esercizio con entrambi gli arti 7) Stretching dell anca Distesi sul letto Attivare i muscoli del pavimento pelvico Aiutarsi con un asciugamano per flettere l anca (non superare i 60 ) Far scivolare la gamba controlaterale sul lettino fino ad estendere il ginocchio, non inarcare la schiena. Riportare la gamba distesa alla posizione di partenza facendola scivolare sul letto. Tenere la posizione per 30 secondi 34 ripetizioni 1 volta al giorno 8)Estensioni dell anca Appoggiarsi ad un tavolino Piegarsi leggermente in avanti Attivare i muscoli del pavimento pelvico Mettere tutto il peso sulla gamba sana e sollevare la gamba operata verso l alto e posteriormente senza ruotare la pelvi 810 ripetizioni 3 volte a settimana

11 11 9) Flessioni del ginocchio In piedi appoggiati ad un tavolo Mettere tutto il perso sulla gamba sana Attivare i muscoli del pavimento pelvico e contrarre i glutei Flettere il ginocchio tenendo l anca estesa 10 ripetizioni 3 volte a settimana 10) Spostamenti laterali In piedi davanti ad un tavolo Arti inferiori abdotti (piedi distanziati di 20 cm) Contrarre i muscoli del pavimento pelvico e i glutei Passare il peso da una gamba all altra senza staccare i piedi da terra 8 ripetizioni 3 volte al giorno 11) Abduzioni spalle al muro In piedi con la schiena appoggiata al muro Appoggiarsi su una sedia dal lato sano Attivare i muscoli del pavimento pelvico Tenere il ginocchio esteso e lentamente far scivolare la gamba operata in fuori lungo l muro Tenere la posizione per 6 secondi 10 ripetizioni 3 volte a settimana

12 12 Cosa aspettarsi dalla settimana 3 a 6 Dopo 3 settimane i movimenti iniziano ad essere più semplici, mentre i dolori tendono a scomparire Obiettivi entro la 6 settimana Estensione completa Flessione almeno a 90 ( Si ricorda che oltre i 90 alla flessione va associata abduzione e extra rotazione del ginocchio, ossia il ginocchio va portato in fuori) Abduzione oltre i 25 Camminare con 1 appoggio o senza appoggi Utilizzare una cyclette con sella alta portando l anca fino a 90 Esercizi dalla settimana 3 a 6 Ripetere gli esercizi delle prime 3 settimane Ripetere sempre gli esercizi di attivazione della pompa venosa 12) Cyclette cyclette con sellino alto, schiena dritta non flettere l anca oltre i 90 pedalare in avanti ed in dietro velovità lenta, resistenza leggera 13) Attivazione del pavimento pelvico ed abduzione Sdraiati sul letto con le anche flesse a 60 Attivare i muscoli del pavimento pelvico Abdurre la gamba (portare il ginocchio in fuori allontanandolo 15 cm dalla posizione di partenza), riportarlo alla posizione di partenza 6 ripetizioni, 3 volte al giorno, entrambi i lati

13 13 14) Mezzo ponte Sdraiati sul lettino, una gamba estesa ed una flessa a 60 Attivare i muscoli del pavimento pelvico e contrarre i glutei Sollevare entrambi i glutei dal letto tenendo i talloni poggiati sul letto 10 ripetizioni 3 volte a settimana 15) Stretching della coscia QUESTO ESERCIZIO NON VA ESEGUITO SE E STATO EFFETTUATO UN ACCESSO ANTERIORE Sdraiati, proni con un cuscino sotto la pancia Attivare i muscoli del pavimento pelvico e contrarre i glutei Flettere un ginocchio finché non si sente tirare sulla parte anteriore della coscia Tenere la posizione per 30 secondi 3 ripetizioni, 1 volta al giorno su entrambi i lati 16) Sollevamenti della coscia Sdraiati sul letto proni con un cuscino sotto la pancia Posizionare la caviglia su un asciugamano arrotolato Attivare i muscoli del pavimento pelvico e contrarre i glutei Sollevare la coscia dal letto ed estendere il ginocchio senza muovere la caviglia Tenere la posizione per 6 secondi 10 ripetizioni 3 volte a settimana 17) Flessioni dell anca In piedi di fianco ad un muro Appoggiarsi su una sedia Attivare i muscoli del pavimento pelvico Far scivolare la gamba operata su e giù lungo il muro sino a raggiungere i 90 di flessione 10 ripetizioni 3 volte a settimana

14 14 18) Spalle al muro In piedi con la schiena appoggiata al muro Appoggiarsi su una sedia dal lato operato Attivare i muscoli del pavimento pelvico Sollevare la gamba operata flettendo l anca e abbassarla lentamente Non arcuare la schiena 10 ripetizioni 3 volte a settimana 19) Sollevamento sulle punte In piedi davanti a un supporto stabile Attivare i muscoli del pavimento pelvico e contrarre i glutei Sollevarsi sulle punte rimanendo dritti, non piegarsi in avanti 10 ripetizioni 3 volte a settimana Progressione: eseguire l esercizio su una gamba 20) Abduzioni da sdraiato con ginocchio flesso Sdraiati sul letto sul fianco sano, cuscino tra le gambe Anche estese e ginocchia flesse (inizialmente eseguire con il ginocchio esteso) Contraendo i glutei sollevare la gamba Mantenere la posizione per 6 secondi 10 ripetizioni, 3 volte a settimana

15 15 Cosa aspettarsi dalla settimana 6 a 12 Riprendere gradualmente le normali attività di vita quotidiana Obiettivi entro la 12 settimana Camminare distanze più lunghe senza appoggi o con 1 appoggio senza zoppia Alzarsi e sedersi su una sedia senza doversi aiutare con le mani Avere un buon equilibrio Salire le scale normalmente con l aiuto del corrimano Tornare a lavoro ( chiedere conferma al proprio chirurgo) Guidare ( chiedere conferma al proprio chirurgo) Alzarsi e sedersi dal wc normale senza doversi aiutare con le mani Esercizi dalla settimana 6 a 12 21) Abduzioni con anca flessa Sdraiati sul letto con le ginocchia flesse, anche flesse a 60, distanziare piedi e ginocchia di 20 cm Applicare un elastico per esercizi a metà coscia divaricare entrambe le cosce tenendo la pelvi ferma, 10 ripetizioni 3 volte a settimana divaricare una sola coscia alla volta tenendo l altra ferma, 10 ripetizioni 3 volte a settimana, entrambi i lati

16 16 22) Scivolamenti sul muro In piedi, schiena appoggiata al muro, piedi distanziati dal muro di 20 cm Attivare i muscoli del pavimento pelvico e contrarre i glutei Tenere le ginocchia divaricate Scivolare in basso ed in alto tenendo la schiena appoggiata al muro Arrivare fino a 90 di flessione dell anca 23) Abduzioni in flessione contro resistenza In piedi di fianco al muro, carico sulla gamba non operata Flettere la gamba operata a 60 e spingere contro il muro ( abduzione) Si deve avvertire che i muscoli glutei si contraggono Mantenere la posizione per 6 secondi 10 ripetizioni 3 volte a settimana 24) Equilibrio su una gamba In piedi vicino ad un supporto, posizionare un libro davanti al piede Attivare i muscoli del pavimento pelvico e contrarre i glutei Mettere il peso su una gamba Sollevare l altra gamba e posizionarla sul libro Mantenere la pelvi e la colonna dritte Si può progredire sollevando la gamba e tenendola sollevata per 30 sec senza appoggiarla sul libro

17 17 25) Seduti in piedi sedere sul bordo della sedia Flettere il tronco in avanti sino a raggiungere i 90 quindi alzarsi in piedi Alzarsi in piedi senza utilizzare le mani Sedersi nuovamente 10 ripetizioni per 3 volte al giorno Progressione: eseguire l esercizio da una sedia senza rialzo 26) Affondi Appoggiarsi ad un supporto ( tavolino, sbarra ) Fare un passo in avanti con la gamba operata tenendo il busto eretto Flettere lentamente il ginocchio mantenendolo tra il tallone e le dita del piede Tornare alla posizione di partenza Tenere la posizione per 5 / 10 secondi 10 ripetizioni per 3 volte al giorno 27) Spostamenti in avanti e in dietro In piedi dietro ad un supporto stabile Un piede davanti all altro Attivare i muscoli della pelvi e contrarre i glutei Spostare il peso dalla gamba anteriore a quella posteriore 7 ripetizioni, 3 volte al giorno Ripetere con entrambi gli arti

18 18 28) Step Utilizzare il corrimano per salire le scale Attivare i muscoli del pavimento pelvico Salire con il piede sul gradino Salire lo scalino utilizzando i muscoli glutei Tenere la pelvi in equilibrio Non sollevarsi facendo forza con le braccia 10 ripetizioni, 3 volte a settimana 29) Step laterale in piedi di fronte al corrimano Posizionare un piede sul gradino Sollevarsi lateralmente utilizzando i muscoli glutei Non piegarsi in avanti 10 ripetizioni, 3 volte a settimana

19 19 Guida agli esercizi: dai 3 mesi a 1 anno post intervento Un livello di attività corretto migliora il risultato della vostra articolazione protesizzata Gli esercizi aiutano a: migliorare il tono muscolare ridurre il rischio di caduta migliorare la qualità ossea tenere il peso sotto controllo Si consiglia di eseguire gli esercizi anche al termine del periodo di riabilitazione In seguito ad un intervento di protesi dell anca sono consentite attività sportive a basso impatto. (vedi schema). E sconsigliato iniziare attività nuove. Tabella esplicativa sui carichi a cui è sottoposto l anca protesizzata Attività Bicicletta Sci discesa Camminata veloce (5 km/h) Jogging (12 Km/h) Carico sull anca ( n. volte il peso corporeo)

20 20 TABELLA SUGLI SPORT CONSENTITI E NON CONSENTITI CONSENTITI CONSENTITI SE DIBATTUTI NON ESPERTI CONSENTITI CYCLETTE YOGA PATTINAGGIO JOGGING BICICLETTA PATTINAGGIO SU GHIACCIO BASKET DA STRADA SU GHIACCIO PESISTICA CALCIO GOLF SCI DI FONDO CAMMINATA PALLAVOLO NUOTO SCI DISCESA VELOCE FOOTBALL CAMMINATA TENNIS PATTINAGGIO BASEBALL CAMMINATA DOPPIO SU ROTELLE AEROBICA IN EQUITAZIONE SOLLEVAMEN ARTI MONTAGNA CANOTTAGGIO TO PESI MARZIALI CANOA PILATES TENNIS BALLI DI SALA SINGOLO BOWLING SQUASH VELA GINNASTICA DOLCE GINNASTICA IN ACQUA

21 21 Casa di Cura QUISISANA Via G.G. Porro 5, Roma 06/ Casa di Cura Villa Valeria Piazza Carnaro 18, Roma 06/ / Studio Fisioterapico Pinciano Largo N.Spinelli 5, Roma 06/ Studio Medico Potestio Via G.Cerasa 8, Tuscania(VT) 0761/ Rx Sonic Via dei Glicini 119/B, Roma 06/ / Casa di Cura Città di Roma Via Francesco Maidalchini Roma

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE

ESERCIZI PER COSCE E ANCHE ESERCIZI PER COSCE E ANCHE Testo e disegni di Stelvio Beraldo ANDATURA DA SEMIACCOSCIATA Varianti: andatura frontale (a) e andatura laterale (b) (a carico naturale, con manubri o cintura zavorrata) - Con

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE

11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ Un programma di riscaldamento completo per ridurre gli infortuni nel calcio MANUALE 11+ MANUALE UN PROGRAMMA DI RISCALDAMENTO COMPLETO PER RIDURRE GLI INFORTUNI NEL CALCIO INDICE PREFAZIONE 4 INTRODUZIONE

Dettagli

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Il lavoro sedentario può essere all origine di vari disturbi, soprattutto se il posto di lavoro è concepito secondo criteri non

Dettagli

In forma con la FASCIA ELASTICA

In forma con la FASCIA ELASTICA RICHIEDETE In forma con la FASCIA ELASTICA L O R I G L E I N A www.thera-band.de Istruzioni professionali per il Vostro allenamento quotidiano Astrid Buscher Charlotta Cumming Gesine Ratajczyk Indice

Dettagli

Ambientamento Galleggiamento Scivolamento Propulsioni Partenze e tuffi. Br = braccio/a R.R. = Ritmo Respiratorio

Ambientamento Galleggiamento Scivolamento Propulsioni Partenze e tuffi. Br = braccio/a R.R. = Ritmo Respiratorio Brevetto N. 1 Seduti sul bordo con gambe in acqua (valutare emotività) Discesa dalla scaletta (valutare emotività) Studio equilibrio verticale Andature con Remate, movimenti braccia SL e Do (M.I.) Valutazione

Dettagli

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori L ergonomia al microscopio 10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori 1 Regolare correttamente l altezza della sedia. Per lavorare in maniera confortevole è importante adattare gli

Dettagli

Informazioni per i portatori di C Leg

Informazioni per i portatori di C Leg Informazioni per i portatori di C Leg C-Leg : il ginocchio elettronico Otto Bock comandato da microprocessore per una nuova dimensione del passo. Gentile Utente, nella Sua protesi è implementato un sofisticato

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO SETTORE SINCRO SISTEMA DELLE STELLE

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO SETTORE SINCRO SISTEMA DELLE STELLE FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO SETTORE SINCRO SISTEMA DELLE STELLE 1 SISTEMA DELLE STELLE Tutte le atlete di nuoto sincronizzato tesserate per la Federazione Italia Nuoto dovranno partecipare all attività

Dettagli

1. LA RISPOSTA DELL'ORGANISMO ALLA MOVIMENTAZIONE

1. LA RISPOSTA DELL'ORGANISMO ALLA MOVIMENTAZIONE REGIONE SICILIANA AZIENDA OSPEDALIERA CANNIZZARO DI RIFERIMENTO REGIONALE DI 3 LIVELLO PER L EMERGENZA Via Messina 829 95126 Catania SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE LINEE GUIDA PER LA PREVENZIONE

Dettagli

ALLENARE GLI ADDOMINALI

ALLENARE GLI ADDOMINALI ALLENARE GLI ADDOMINALI La teoria di allenamento degli addominali spesso non è ben compresa; molte persone si limitano ad eseguire centinaia di crunch senza però capire come funzionano i muscoli addominali

Dettagli

L ESAME RADIOLOGICO DEL BACINO E DELLE ANCHE

L ESAME RADIOLOGICO DEL BACINO E DELLE ANCHE L ESAME RADIOLOGICO DEL BACINO E DELLE ANCHE PROIEZIONE STANDARD ANTERO- POSTERIORE Indicazioni: traumatologia, neoplasie, alterazioni flogistiche e degenerative delle articolazioni. Posizione del paziente:

Dettagli

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute Ergonomia in uffi cio Per il bene della vostra salute Ogni persona è unica, anche per quanto riguarda la struttura corporea. Una postazione di lavoro organizzata in modo ergonomico si adatta a questa individualità.

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Che cos è l ergonomia

Che cos è l ergonomia norme ergonomiche per le attrezzature di lavoro, il posto di lavoro e l ambiente di lavoro. Che cos è l ergonomia La parola ergonomia deriva dal greco ergo, che significa lavoro, e nomos che significa

Dettagli

ALLEGATO I MODALITA DI APPLICAZIONE Ginocchio a comando elettronico C-LEG

ALLEGATO I MODALITA DI APPLICAZIONE Ginocchio a comando elettronico C-LEG ALLEGATO I MODALITA DI APPLICAZIONE Ginocchio a comando elettronico C-LEG PRESENTAZIONE AZIENDA La Ns. Azienda Ortopedia Meridionale di Zungri S. & C. S.a.S., presente sul mercato dal 1981, opera nel settore

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

I tiri principali nel badminton

I tiri principali nel badminton I tiri principali nel badminton 4 2 3 5 6 1 Drop a rete 2 Pallonetto (lob) 3 Drive 4 Clear 5 Drop 6 Smash (schiacciata) 1 Traiettoria Definizione Impugnatura 1 Drop a rete Rovescio Sequenza fotografica

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Le artroprotesi d anca: informazione e consenso

Le artroprotesi d anca: informazione e consenso U.O. DI ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA OSPEDALE CIVILE MAGGIORE BORGO TRENTO AZIENDA OSPEDALIERA DI VERONA Direttore: Dott. Massimo Marcer Le artroprotesi d anca: informazione e consenso Andrea Scalvi QUANDO

Dettagli

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA ISTITUTO ORTOPEDICO GALEAZZI - MILANO Responsabili: M. DENTI - H. SCHÖNHUBER - P. VOLPI Responsabile:

Dettagli

pasquale natuzzi Presidente e stilista Gruppo Natuzzi

pasquale natuzzi Presidente e stilista Gruppo Natuzzi DOLCE FAR NIENTE IN NATUZZI SOGNIAMO UN MONDO PIÙ CONFORTEVOLE. CHIAMATELA PASSIONE, MA È IL NOSTRO IMPEGNO PER DONARVI BENESSERE. PER NOI, UNA POLTRONA NON È UN SEMPLICE OGGETTO, ESSA HA UNA PRESENZA

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA CORSO DI LAUREA IN SCIENZE MOTORIE Educazione motoria preventiva ed adattata DISPENSA PER IL CORSO: GINNASTICA DI BASE COORDINAZIONE ESERCIZI A CORPO LIBERO STRETCHING A

Dettagli

Metodiche di allenamento delle tecniche di gamba

Metodiche di allenamento delle tecniche di gamba - 1 - Metodiche di allenamento delle tecniche di gamba Mentore Siesto Le tecniche di gamba costituiscono un bagaglio molto importante nella preparazione di un karateka. In campo agonistico, le tecniche

Dettagli

INFORMAZIONE AGLI ALUNNI SULLA SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO (art.36 del DLgs 81/08)

INFORMAZIONE AGLI ALUNNI SULLA SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO (art.36 del DLgs 81/08) INFORMAZIONE AGLI ALUNNI SULLA SALUTE E SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO (art.36 del DLgs 81/08) 1. DEFINIZIONI PRINCIPALI Datore di lavoro Il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o,

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

Consigli per muoverti bene con la persona che assisti

Consigli per muoverti bene con la persona che assisti 8. Strumenti per qualificare il lavoro di cura a domicilio Consigli per muoverti bene con la persona che assisti Assessorato alla Promozione delle politiche sociali e di quelle educative per l infanzia

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Opuscolo per i lavoratori. Il lavoro al videoterminale

Opuscolo per i lavoratori. Il lavoro al videoterminale Opuscolo per i lavoratori Il lavoro al videoterminale Edizione 2002 Collana per la Prevenzione sicurezza sul lavoro Questa pubblicazione è stata realizzata dall INAIL attraverso la rielaborazione, autorizzata,

Dettagli

MEZZI E METODI PER LO SVILUPPO DELLA FORZA (link PAGINA La Forza e PAGINA AREA SPORTIVA)

MEZZI E METODI PER LO SVILUPPO DELLA FORZA (link PAGINA La Forza e PAGINA AREA SPORTIVA) MEZZI E METODI PER LO SVILUPPO DELLA FORZA (link PAGINA La Forza e PAGINA AREA SPORTIVA) L allenamento della Forza come capacità condizionale, è oggi di rigore anche nelle discipline sportive in cui era

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

Piccoli giochi con la palla

Piccoli giochi con la palla 04 2011 Tema del mese Sommario Indicazioni per la sicurezza 2 Lista di controllo 3 Raccolta di esercizi 4 Lezioni 11 Test 17 Categorie 11-15 anni Scuola media Principianti e avanzati Livello di insegnamento:

Dettagli

4.03 Stato al 1 gennaio 2013

4.03 Stato al 1 gennaio 2013 4.03 Stato al 1 gennaio 2013 Mezzi ausiliari dell AI Professione e vita quotidiana 1 Gli assicurati dell AI hanno diritto, nei limiti fissati in un elenco allestito dal Consiglio federale, ai mezzi ausiliari

Dettagli

Il lavoro al videoterminale

Il lavoro al videoterminale Il lavoro al videoterminale Edizione 2010 Realizzato dall INAIL. Rielaborazione editoriale autorizzata di una pubblicazione di SUVA, l Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni

Dettagli

Il lavoro al videoterminale

Il lavoro al videoterminale Il lavoro al videoterminale RISCHI E PREVENZIONE Edizione 2010 Il lavoro al videoterminale Edizione 2010 Realizzato dall INAIL. Rielaborazione editoriale autorizzata di una pubblicazione di SUVA, l Istituto

Dettagli

LAVORO AI VIDEOTERMINALI LA SICUREZZA NELL UTILIZZO DEI VIDEOTERMINALI

LAVORO AI VIDEOTERMINALI LA SICUREZZA NELL UTILIZZO DEI VIDEOTERMINALI LA SICUREZZA NELL UTILIZZO DEI VIDEOTERMINALI DEFINIZIONI LAVORO AI VIDEOTERMINALI VIDEOTERMINALE (VDT): uno schermo alfanumerico o grafico a prescindere dal tipo di procedimento di visualizzazione utilizzato.

Dettagli

LA MOBILITÀ ARTICOLARE

LA MOBILITÀ ARTICOLARE LA MOBILITÀ ARTICOLARE DEFINIZIONE La mobilità articolare (detta anche flessibilità o scioltezza articolare) è la capacità di eseguire, nel rispetto dei limiti fisiologicamente imposti dalle articolazioni,

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

Attività con la fune

Attività con la fune lo sport a scuola Attività con la fune percorso n. 1 Attrezzatura: - uno spazio adatto (palestra, cortile) - una fune Scansione delle attività: 1. Fase motoria 2. Fase espressivo-analogica 3. Fase ludica

Dettagli

Progetto di Educazione Motoria e Sportiva nella Scuola Primaria. Classi in movimento

Progetto di Educazione Motoria e Sportiva nella Scuola Primaria. Classi in movimento Progetto di Educazione Motoria e Sportiva nella Scuola Primaria Classi in movimento Il progetto "Classi...in movimento è un progetto di Educazione Motoria e Sportiva nella Scuola Primaria" che mira a:

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia PICC e Midline Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa sono i cateteri PICC e Midline Pag. 3 Per quale terapia sono indicati Pag. 4 Quando posizionare un catetere PICC o Midline

Dettagli

Come preparare la Maratona con Orlando- Pizzolato

Come preparare la Maratona con Orlando- Pizzolato Come preparare la Maratona con Orlando- Pizzolato Edizione 2012 Testo di Orlando Pizzolato,, due volte vincitore della maratona di new york immagini e realizzazione terramia.com INDICE: Pag. 1 - CONSIGLI

Dettagli

C.A.S. Teoria dell allenamento PARTE II: IL MOVIMENTO UMANO. Le funzioni Le componenti

C.A.S. Teoria dell allenamento PARTE II: IL MOVIMENTO UMANO. Le funzioni Le componenti Di Marco Mozzi PARTE II: IL MOVIMENTO UMANO Le funzioni Le componenti Avendo riportato, all interno del paragrafo dedicato agli obiettivi, alcuni concetti che possono risultare di difficile comprensione

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C.

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C. Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI T.A.C o meglio T.C. Gentili Pazienti in modo molto semplice vogliamo fornirvi alcune informazioni utili per

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

-MIGLIORAMENTO DELLE RISPOSTE EMOTIVE E MIGLIORAMENTO DELLA BRACCIATA E DEL RITMO DI NUOTO

-MIGLIORAMENTO DELLE RISPOSTE EMOTIVE E MIGLIORAMENTO DELLA BRACCIATA E DEL RITMO DI NUOTO Il Nuoto Può sembrar facile pensare che nuotare sia una attività motoria come tutte le altre. Può essere suggestivo accostare la vita fetale all adattamento all acqua. Apprendere poco a poco tutti gli

Dettagli

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA

CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA CAMPIONATO REGIONALE AICS 2013 TOSCANA GINNASTICA RITMICA 1 CONCORSI Concorso individuale LIVELLO A Categorie: ALLIEVE: un attrezzo a scelta e Corpo libero obbligatorio JUNIOR: 2 attrezzi a scelta SENIOR:

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

CADUTE. In sicurezza ad ogni passo. upi Ufficio prevenzione infortuni

CADUTE. In sicurezza ad ogni passo. upi Ufficio prevenzione infortuni CADUTE In sicurezza ad ogni passo upi Ufficio prevenzione infortuni Andare a fare la spesa, montare una lampadina stando su una scala portatile, fare le scale: sono attività che svolgiamo comunemente ogni

Dettagli

PROGRAMMA GINNASTICA RITMICA 2008-2015

PROGRAMMA GINNASTICA RITMICA 2008-2015 Aggiornamento Novembre 2012 PROGRAMMA GINNASTICA RITMICA 2008-2015 Il Regolamento Sportivo Ufficiale Special Olympics deve essere applicato In tutte le competizioni di Ginnastica Special Olympics. Quale

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

1 - PERDITE DI COSCIENZA (SVENIMENTI)

1 - PERDITE DI COSCIENZA (SVENIMENTI) Il PRIMO PRONTO SOCCORSO Chi pratica attività sportiva molte volte si trova nelle condizioni di dover prestare interventi urgenti di assistenza ad altri. Verranno fornite in maniera sintetica alcune nozioni

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA.

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI /MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. Switzerland PNEUMATICI SU MISURA. Lo sviluppo di uno pneumatico originale /MINI ha inizio già

Dettagli

La normativa vigente stabilisce l obbligatorietà di visite e/o esami strumentali per ogni disciplina sportiva agonistica.

La normativa vigente stabilisce l obbligatorietà di visite e/o esami strumentali per ogni disciplina sportiva agonistica. La ASL RM A è partcolarmente attenta a sviluppare strategie di prevenzione individuale e collettiva, ritenendo l educazione a corretti stili di vita e la relativa informazione, strumenti fondamentali che

Dettagli

Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato

Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato Modificazioni morfologiche della colonna vertebrale in calciatori professionisti in preparazione precampionato Dott.ssa Elisa Parri*, Prof. Mario Marella*, Dott.ssa Elena Castellini*, Dott. Matteo Levi

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

MANUALE D USO MB3195-IT-B

MANUALE D USO MB3195-IT-B MANUALE D USO IT -B Introduzione Ci congratuliamo con voi per aver acquistato questa nuova sedia a rotelle. La qualità e la funzionalità sono le caratteristiche fondamentali di tutte le sedie a rotelle

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Gentili Pazienti, desideriamo fornirvi alcune informazioni utili per affrontare in modo

Dettagli

Imparare ad andare in Monociclo

Imparare ad andare in Monociclo Imparare ad andare in Monociclo di Andrew Carter e Klaas Bil Traduzione italiana a cura di Aldo Varotto pagina 1 di 11 Riepilogo 1. Posizionarsi accanto ad un sostegno su nua superficie piana. 2. Salire

Dettagli

Indice INDICE. Introduzione... 3. Metodologia. Unità didattiche

Indice INDICE. Introduzione... 3. Metodologia. Unità didattiche INDICE Introduzione... 3 Dall educazione motoria al Minivolley 10 Unità didattiche: momenti di un percorso... 4 Metodologia...7 Elementi base del Gioco Minivolley....8 Metodologia Progressione didattica

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Questionario per l arto superiore DASH

Questionario per l arto superiore DASH Questionario per l arto superiore DASH (Disability of the Arm, Shoulder and Hand) Italian Version Istruzioni: Il presente questionario riguarda i Suoi sintomi e la Sua capacità di compiere alcune azioni.

Dettagli

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d

Dettagli

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine INDICE 1. Premessa 2. Scopo della procedura e campo di applicazione 3. Definizioni 4. indicazioni

Dettagli

La radiochirurgia tramite Gamma Knife Informazioni per i pazienti

La radiochirurgia tramite Gamma Knife Informazioni per i pazienti La radiochirurgia tramite Gamma Knife Informazioni per i pazienti La radiochirurgia tramite Gamma Knife è un metodo ampiamente diffuso per il trattamento di un area selezionata del cervello, detta bersaglio.

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

PRESENTAZIONE MATERASSI BOX SISTEM

PRESENTAZIONE MATERASSI BOX SISTEM PRESENTAZIONE MATERASSI BOX SISTEM PORTANTE: La loro principale caratteristica è quella di costituire un materasso rigido pur conservando la tipica risposta elastica della molla sollecitata dal peso del

Dettagli

Facoltà di Scienze Motorie

Facoltà di Scienze Motorie UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO Facoltà di Scienze Motorie Corso di Laurea in Scienze Motorie, Sport e Salute Organizzazione e gestione del settore giovanile (dai 6 ai 15 anni) nell atletica leggera Relatore:

Dettagli

Sistemi e attrezzature per la sicurezza

Sistemi e attrezzature per la sicurezza SISTEMI E ATTREZZATURE PER LA SICUREZZA Cavalletti di segnalazione...85 Segnalatore di sicurezza fisso...85 Over-The-Spill System...85 Coni di sicurezza e accessori...86 Barriere mobili...87 Segnalatore

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

- SALTUARIASALTUARIA-OCCASIONALE

- SALTUARIASALTUARIA-OCCASIONALE LA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI IN EDILIZIA LA VALUTAZIONE DEI RISCHI L art. 168 definisce per il DDL una sequenza di azioni PARTENDO DAL POSTO DI LAVORO: 1) Individuazione e valutazione ATTIVA ai

Dettagli

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org Lo scopo di questa scheda informativa è illustrare alle persone affette da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e ai loro amici e familiari il modo migliore per poter vivere una vita normale con

Dettagli

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3 Compito Categoria Numero di partenza Posizione Tempo: 10 minuti Leggere attentamente il questionario allegato. Rispondere alle domande sul tema. Nel contempo si tratta di risolvere un caso pratico. Per

Dettagli

Tutto ciò porta a migliore coordinazione motoria e miglioramento delle prestazioni.

Tutto ciò porta a migliore coordinazione motoria e miglioramento delle prestazioni. Cipryen Fondriest Vialli Il vantaggio per lo sportivo è quello di ottimizzare il funzionamento dell apparato muscoloscheletrico di tutto il corpo col risultato di aumentare il rilassamento muscolare e

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

La prevenzione delle cadute nell anziano

La prevenzione delle cadute nell anziano Ospedale San Lorenzo Valdagno Dipartimento Medicina Interna Unità Operativa di Lungodegenza Responsabile dr. Marcello Mari La prevenzione delle cadute nell anziano Consigli utili Indice II problema delle

Dettagli

QUESTIONARIO SULLA COORDINAZIONE MOTORIA (The DCDQ 07 B.N. Wilson) Traduzione e adattamento a cura di Barbara Caravale e Silvia Baldi

QUESTIONARIO SULLA COORDINAZIONE MOTORIA (The DCDQ 07 B.N. Wilson) Traduzione e adattamento a cura di Barbara Caravale e Silvia Baldi QUESTIONARIO SULLA COORDINAZIONE MOTORIA (The DCDQ 07 B.N. Wilson) Traduzione e adattamento a cura di Barbara Caravale e Silvia Baldi Nome e Cognome del/la bambino/a Nome e Cognome della persona che compila

Dettagli

Adipo metria. Le stratigrafie. Oltre la stima della percentuale di massa grassa

Adipo metria. Le stratigrafie. Oltre la stima della percentuale di massa grassa Plico-metria, bioimpedenzio-metria, assorbimetria (a doppio raggio X) sono misure di altro dal grasso, ricondotte tramite formule alla stima della percentuale di massa grassa. Ora è finalmente disponibile

Dettagli

IL METODO OCRA Per la valutazione dei rischi da movimenti ripetitivi per gli arti superiori

IL METODO OCRA Per la valutazione dei rischi da movimenti ripetitivi per gli arti superiori 2008 IL METODO OCRA Per la valutazione dei rischi da movimenti ripetitivi per gli arti superiori Manuale teorico pratico professionale sul più diffuso metodo di analisi per la valutazione del rischio CTD

Dettagli

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni)

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) Premessa: Sportivissimo a.s.d. è un associazione affiliata all ACSI e al CONI che intende promuovere

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli