COMPANY PROFILE 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMPANY PROFILE 2015"

Transcript

1

2 COMPANY PROFILE 2015

3

4 Da oltre 40 anni Gami Impianti srl si occupa della vendita, della realizzazione e della manutenzione di sistemi antincendio

5 La storia del nostro gruppo comincia nel lontano 1971, quando forse neanche il fondatore delle nostre attività poteva immaginare che un giorno la sua tenacia e il suo silenzioso impegno avrebbero dato seguito ad uno sviluppo lavorativo che oggi ci vede presenti in gran parte del territorio italiano. Vincenzo Cuoco, in compagnia di sua moglie Rosalba, fonda la GAMI ESTINTORI, occupandosi, in maniera a dir poco pionieristica, della vendita e della manutenzione di materiale antincendio in un territorio, il sud Italia, in cui più di quarant anni fa non era sicuramente facile poter sensibilizzare l utenza alla sicurezza ed alla prevenzione incendi. La passione, la tenacia e il gusto per le sfide del mercato portano l azienda a rinnovarsi negli anni 90: con l avvento di Domenico Cuoco, figlio dei fondatori ed oggi amministratore unico, nasce la seconda gemma del gruppo, GAMI IMPIANTI. In seguito alla fusione delle attività del gruppo oggi la GAMI IMPIANTI srl rappresenta un punto di riferimento sul mercato nazionale. Determinazione, competitività, spirito vincente, innovazione, rispetto delle esigenze dell uomo e dell ambiente, cooperazione con i clienti e i fornitori, capacità di rinnovamento, rapporti continui di collaborazione e di assistenza al cliente sono i valori principali ai quali non intendiamo rinunciare, nella consapevolezza che solo attraverso questi percorsi, articolati e complessi, si può perseguire qualunque risultato.

6

7

8 CONSULENZA E PROGETTAZIONE Il nostro staff di ingegneri specializzati supporta i clienti ed i partner nello sviluppo dei progetti e nell iter burocratico delle pratiche e della documentazione presso i Comandi dei Vigili del Fuoco. La tutela della salute e della sicurezza sul lavoro viene espressa attraverso l applicazione del D.Lgs. 81/08. PRESIDI ANTINCENDIO Estintori, materiale pompieristico, porte tagliafuoco materiale di pronto soccorso, cartellonistica di sicurezza materiali di protezione passiva, vernici Intumescenti. IMPIANTI ANTINCENDIO La nostra strategia è quella di rendere la vostra azienda il luogo miglior e e più sicuro per lavorare, creando così un ambiente sereno e proficuo. Valutiamo i vostri rischi, proponiamo le adeguate contromisure e vi aggiorniamo costantemente sui nuovi obblighi normativi. ASSISTENZA E MANUTENZIONE Lo staff dei tecnici operatori della GAMI IMPIANTI SRL è un gruppo di professionisti selezionati e certificati secondo le linee guida U.M.A.N. (Associazione Nazionale Aziende Sicurezza e Antincendio) nel pieno rispetto delle norme UNI e dei decreti Ministeriali.

9 STAFF Domenico Cuoco CEO Antonio Salemme Anna D Ambrosio UFFICIO AMMINISTRATIVO Luigi Nardella DIREZIONE TECNICA Mirko Di Buduo DIREZIONE OPERATIVA Enzo Palma UFFICIO COMUNICAZIONE E MKTG Antonio Ianziti RESPONSABILE CANTIERI Marco Paparesta AREA COMMERCIALE Marco Prencipe LOGISTICA E MAGAZZINO Luciano Russi UFFICIO MANUTENZIONI

10 CLIENTI SEDE PAGE (FG) - ISTITUTO POLIGRAFICO SALARIO SEDE ROMA - STABILIMENTO VERONICO (ASCOLI SATRIANO) REGIONE PUGLIA SEDE I.R.I.F. (FOGGIA) - SCUOLA CAVEDONI (SASSUOLO) - PROVINCIA DI FOGGIA I.T.I.S. DI MAGGIO (S. GIOVANNI R.) - HOTEL CICOLELLA (FG) - HOTEL EUROPA (FG) - STABILIMENTO MDJ (MANFREDONIA) - CAMERA DI COMMERCIO (FG) - ASL CERIGNOLA SEDE EX INAM (CERIGNOLA) - SCUOLA CAVEDONI (SASSUOLO) - ISTITUTO POLIGRAFICO SEDE FOGGIA - REGIONE PUGLIA SEDE I.R.I.F. (FG) - ARENA (VASTO) - STABILIMENTO BMP (MANFREDONIA) - SIEM (FG) - STABILIMENTO MDJ (MANFREDONIA) - PROVINCIA DI FOGGIA I.T.I.S. DI MAGGIO (S. GIOVANNI ROT.) - COSEME (FG) - SCUOLA CAVEDONI (SASSUOLO) - SUORE PIE OPERAIE (FG) - CAMERA DI COMMERCIO ARCHIVIO (FG) CLINICA DE LUCA (CASTENUOVO DELLA DAUNIA) - MULTISALA (FG) - PROVINCIA DI FOGGIA SCUOLA CATALANO (FG) - PALACE HOTEL (LUCERA) - EUROCOSTRUZIONI AUTORIMESSA (ORTA NOVA) - QUESTURA (FG) - PROVINCIA DI FOGGIA I.T.I.S. DI MAGGIO (S. GIOVANNOI ROT.) - QUESTURA (FG) - AUTORIMESSA (ORTANOVA) - AMICA (FG) - DARC AUTORIMESSE (FG) - PROVINCIA DI FOGGIA SCUOLA CATALANO (FG) - CLINICA DE LUCA (CASTELNUOVO DELLA DAUNIA) - SANTACROCE (DELICETO) - WINKELMANN CECA ITAL. (FG) - QUESTURA ARCHIVIO (FG) - ALENIA (FG) - GIUDICE DI PACE ARCHIVIO (FG) POSTE ITALIANE (S. GIOVANNI ROT.) - TRE FIAMMELLE LAVIT (FG) - VILLA SERENA (FG) - FONDAZIONE TURATI (VIESTE) - ISTITUTO POLIGRAFICO SEDE FOGGIA - STABILIMENTO HOLZBAU SUD SPA (CALITRI) - STABILIMENTO LAVIT (FG) - ASL FG OO.RR. ARCHIVIO CARTELLE CLINICHE (FG) - REGIONE PUGLIA ARCHIVIO UMA (FG) - REGIONE PUGLIA ARCHIVIO PARCO TRATTURI (FG) - STABILIMENTO MDJ (MANFREDONIA) - SEDE EDIF (FG) - ITALTRANS (Z.I. MELFI) - STABILIMENTO HOLZBAU SUD (CALITRI) - ENTE FIERA (FG) - REGIONE PUGLIA PARCO TRATTURI (FG) - REGIONE PUGLIA ARCHIVIO UMA (FG) - ASL FG OO.RR. ARCHIVIO CARTELLE CLINICHE (FG) - EXARTA ARCHIVIO (MONTELEONE DI PUGLIA) HOTEL NETTUNO (RODI GARGANICO) - OMC TRENITALIA (ANCONA) - BIBLIOTECA NAZIONALE (POTENZA) - PARCO NAZIONALE DEL GARGANO (MONTE S. ANGELO) - EURO 2000 (CASTELLUCCIO DEI SAURI) - MULINO D ASCOLI (ASCOLI SATRIANO) - AUTORIMESSA (TARANTO ) - CODISAL (BOJANO) - BRICO (MOLFETTA) - PROVINCIA DI FOGGIA TEATRO DEL FUOCO (FG) - COMANDO PROV. CARABINIERI ARCHVIO (FG) - BANCA CREDITO COOPERATIVO ARCHIVIO (S. GIOVANNI ROT.) - ASL BA OSPEDALE ARCHIVIO (CANOSA DI PUGLIA) - MOTORIZZAZIONE ARCHIVIO (FG) - BIBLIOTECA NAZIONALE ARCHIVIO (POTENZA) - PARCO NAZIONALE DEL GARGANO CED (MONTE S. ANGELO) STABILIMENTO ECEPLAST (TROIA) - TENIMENTO SAN GIUSEPPE (FG) - STABILIMENTO ECEPLAST (TROIA) - SEDE NUOVOARREDO (FG) - STABILIMENTO GLS TICHE (FG) - FERSERVIZI (VERONA) - CENTRO TURISTICO BONASSISA (BORGO SEGEZIA) - STABILIMENTO GLS TICHE (FG) - STABILIMENTO ECEPLAST (TROIA) PROVINCIA DI FOGGIA IST. DI SANGRO (S. SEVERO) - CENTRO TURISTICO MARCEGAGLIA (PUGNOCHIUSO) - I.AC.P. (FG) - AUTORIMESSA REAL VENETO (FG) - AGECOS. DEPURATORE (MANFREDONIA) - I.A.C.P. ARCHIVIO (FG) STABILIMENTO ATI SALE (MARGHERITA DI SAVOIA) - HOTEL ROTARI (MONTE S. ANGELO) - REGIONE PUGLIA ARCHIVIO (BORGO SEGEZIA) - OSPEDALE CASA SOLLIEVO (SAN GIOVANNI ROT.) - OFFICINE TRENITALIA (VERONA) - REGIONE PUGLIA (BRINDISI) - ASL FG OO.RR. III LOTTO (FG) - REGIONE PUGLIA BORGO SEGEZIA - MINISTREO TESORO ZAMMARANO ARCHIVI (FG) - LA MOTOSPORT (FG) - HOTEL ROTARI (MONTE S. ANGELO) - COOP GEAS (ORSARA) - LA MOTOSPORT (FG) - DASTI VENDING (CERIGNOLA) - ASL FG OSPEDALE T.MASSELLI (S. SEVERO) - NUOVA SEDE CCIAA (FOGGIA) - AUTOCENTRO POLIZIA (FOGGIA) - MUSEO DELLE CARROZZE (FOGGIA) - REGIONE PUGLIA ARCHIVIO (BORGO SEGEZIA) - MINISTERO DEL TESORO ZAMMARANO ARCHIVIO (FG) ISTITUTO MARCELLINE (FOGGIA) - NUOVE SALE OPERATORIE OO.RR. (FOGGIA) - AGRISPES (MANFREDONIA) - LOGISTICA SPA (MELFI) - IKEA (BARI) STABILIMENTO ECEPLAST (TROIA) - OSPEDALE TATARELLA (CERIGNOLA) - ARCHIVI TRIBUNALE (FOGGIA) - CASTELLO DI TORREMAGGIORE - SEDI VARIE BANCA D ITALIA - ECOLAV (CERIGNOLA) - OLEARIA CLEMENTE (MANFREDONIA) - CASA SOLLIEVO DELLA SOFFERENZA (SAN GIOVANNI R.) - RAGIONERIA TERRITORIALE DELLO STATO (FOGGIA) - FERROVIE DEL GARGANO (FOGGIA) - TEATRO GIORDANO (FOGGIA)

11 CLINICA DE LUCA CASTELNUOVO DELLA DAUNIA (FG) ADEGUAMENTO COMPLETO ANTINCENDIO PER L OTTENIMENTO CERTIFICATO DI PREVENZIONE INCENDI Impianti di rilevazioni fumi; impianto reti idranti; compartimentazione antincendio; installazione porte tagliafuoco; filtri di sovrappresione; filtri con camini shunt.

12 IKEA BARI Adeguamento impianto antincendio sprinkler ai fini del rinnovo del certificato prevenzione incendi

13 OSPEDALI RIUNITI FOGGIA IMPIANTO RETE IDRANTE E SPRINKLER IMPIANTI RILEVAZIONI FUMI E SPEGNIMENTO A GAS Realizzazione tronchi rete idrica antincendio, sostituzione gruppo antincendio c/o sede ospedale d Avanzo, realizzazione n.2 impianti spegnimento a gas archivi cartelle cliniche, n.3 impianti rilevazione fumi, trasmissione allarmi. Manutenzione: porte rei, illuminazione d emergenza, gruppi antincendio, rete idranti e sprinkler, estintori, cartellonistica.

14 TRENITALIA VERONA ADEGUAMENTO COMPLETO ANTINCENDIO PER L OTTENIMENTO CERTIFICATO DI PREVENZIONE INCENDI Impianti di rilevazioni fumi; impianto reti idranti; compartimentazione antincendio; installazione porte tagliafuoco; rifacimento completo impianto elettrico.

15 IMPIANTO SPRINKLER E RETE IDRANTE IMPIANTO RILEVAZIONI FUMI E EFC Realizzazione rete idrante esterna ed interna, 4 impianti sprinkler a umido, n. 100 testine, 800 metri di tubazioni, gruppo antincendio en con motopompa, 9 idranti uni70, 10 idranti uni45, impianto rilevazione fumi, aperture elettriche efc, estintori, porte rei e vetrate rei. ECEPLAST TROIA (FG)

16 POSTE ITALIANE SAN GIOVANNI ROTONDO (FG) ADEGUAMENTO COMPLETO ANTINCENDIO PER L OTTENIMENTO CERTIFICATO DI PREVENZIONE INCENDI Impianto rilevazione antincendi; impianto idrico a rete idranti; compartimentazione antincendio.

17 HOLZBAU SUD CALITRI (AV) IMPIANTO SPRINKLER E RETE IDRANTE Realizzazione locale tecnico e riserva idrica con serbatoi esterni 140 mc, rete idrante esterna ed interna, 2 impianti sprinkler a secco, n. 388 testine, 1500 metri di tubazioni, gruppo antincendio en con motopompa, 9 idranti soprasuolo uni70, 30 idranti uni45, 2 impianti rilevazione fumi, 2 impianti rilevazione scintille, estintori.

18 ENTE FIERE DI FOGGIA FOGGIA IMPIANTO RETE IDRANTE Realizzazione locale tecnico c.a. e riserva idrica interrata 180 mc, rete idrante esterna ed interna, 7000 metri di tubazioni interrate, gruppo antincendio en con motopompa, 60 pozzetti con valvole elettriche, plc controllo valvole, 65 idranti soprasuolo uni70, 35 idranti uni45, pozzo artesiano per rincalzo riserva idrica, scavi e rinterri, bitumazione.

19 BRICO CENTER MOLFETTA (BA) IMPIANTO SPRINKLER E RETE IDRANTE Installazione gruppo antincendio en 12845, sistemazione locale tecnico ai sensi uni 11292, installazioni centrale allarmi e livelli vasca riserva idrica interrata.

20 LOGISTICA SPA MELFI (PZ) MANUTENZIONE IMPIANTO SPRINKLER, RETE IDRANTE, PORTE E PORTONI REI L impianto sprinkler e rete idrante non era stato mai collaudato dall impresa esecutrice in virtù di alcune perdite sull impianto, creando disservizi e mancata protezione dei beni. Il nostro intervento è stato quello di individuare le perdite con le nostre strumentazioni e tecnologie. Perdite individuate n. 6, con scavi, rinterri, sostituzione di tratti di tubazioni e valvole. Rettifica gruppo esistente e sostituzione attacchi VV.F., collaudo impianti.

21 Via Di Camarda, Foggia (It) Ph Fax CONFINDUSTRIA FOGGIA

22

DIREZIONE AZIENDALE DIRETTORE GENERALE DOTT. VITO PIAZZOLLA. Segreteria 0881 884609 0881 884619

DIREZIONE AZIENDALE DIRETTORE GENERALE DOTT. VITO PIAZZOLLA. Segreteria 0881 884609 0881 884619 AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (istituita con L.R. 28/12/2006 n.39) www.aslfg.it www.sanita.puglia.it URP COMUNICA urp@aslfg.it numero verde 800 014512 Contatti San Severo: Tel. 0882

Dettagli

PROVINCIA DI FOGGIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI

PROVINCIA DI FOGGIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI R.I. n. 64 del 03/05/2007 PROVINCIA DI FOGGIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI N. 1301 /24 Reg. Det. Data, 03/05/2007 OGGETTO: Approvazione del verbale delle operazioni

Dettagli

Comando Provinciale VV.F. Vicenza Corso L.818/84

Comando Provinciale VV.F. Vicenza Corso L.818/84 Comando Provinciale VV.F. Vicenza Corso L.818/84 Impianti di estinzione incendi RETI IDRANTI Progettazione, Installazione ed esercizio UNI 10779 - Luglio 2007 Vicenza: aprile 2008 relatore: Giuseppe Ing.

Dettagli

Nuovo codice di prevenzione incendi. Capitolo S.9: Operatività antincendio

Nuovo codice di prevenzione incendi. Capitolo S.9: Operatività antincendio Nuovo codice di prevenzione incendi Capitolo S.9: Operatività antincendio Istituto Superiore Antincendi, Roma Cos è?? Perchè?? Cos è? E la strategia antincendio che ha come scopo rendere possibile l effettuazione

Dettagli

PROVINCIA DI FOGGIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI. N. 1300/24 Reg. Det. Data, 03/05/2007

PROVINCIA DI FOGGIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI. N. 1300/24 Reg. Det. Data, 03/05/2007 R.I. n. 66 del 03/05/07 PROVINCIA DI FOGGIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI N. 1300/24 Reg. Det. Data, 03/05/2007 OGGETTO: Approvazione del verbale delle operazioni di

Dettagli

Impianti e dispositivi di protezione antincendio. Impianti e dispositivi di protezione antincendio

Impianti e dispositivi di protezione antincendio. Impianti e dispositivi di protezione antincendio Impianti Meccanici 1 Danni provocati dagli incendi negli stabilimenti : - diretti : distruzione di macchinari, impianti, merci. - indiretti : mancata produzione Mezzi di prevenzione e Provvedimenti di

Dettagli

La SERIM IMPIANTI è lieta di presentarsi e ringrazia per l opportunità concessale di comunicare ciò che rappresenta nel proprio settore.

La SERIM IMPIANTI è lieta di presentarsi e ringrazia per l opportunità concessale di comunicare ciò che rappresenta nel proprio settore. Oggetto: lettera di presentazione La SERIM IMPIANTI è lieta di presentarsi e ringrazia per l opportunità concessale di comunicare ciò che rappresenta nel proprio settore. Da 14 anni la SERIM IMPIANTI opera

Dettagli

PROVINCIA DI FOGGIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI IL DIRIGENTE DEL SETTORE

PROVINCIA DI FOGGIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI IL DIRIGENTE DEL SETTORE R.I. n. del PROVINCIA DI FOGGIA DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI N. /24 Reg. Det. Data, OGGETTO: Approvazione del verbale delle operazioni di gara e aggiudicazione definitiva

Dettagli

Quesiti di prevenzione incendi

Quesiti di prevenzione incendi Quesiti di prevenzione incendi Raccolta 2010/2011 183 domande e risposte a cura di Mario Abate Direttore Vice Dirigente Comando VVF Milano (Le risposte ai quesiti sono riferite alle norme vigenti al momento

Dettagli

IMPRESA SICURA s.r.l.

IMPRESA SICURA s.r.l. REGISTRO DEI CONTROLLI E DELLA MANUTENZIONE ANTINCENDIO ai sensi del D.P.R. 151/2011 IMPRESA SICURA s.r.l. Via N. Bixio n. 6 47042 - Cesenatico (FC) Tel. 0547.675661 - Fax. 0547.678877 e-mail: info@impresasicurasrl.it

Dettagli

L offerta formativa 2011/2012:

L offerta formativa 2011/2012: Foggia, 19 Gennaio 2011 Sala Giunta - Palazzo Dogana L offerta formativa 2011/2012: il nuovo assetto delle scuole secondarie superiori nella provincia di Foggia secondo il piano di dimensionamento della

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA COMUNE DI MILANO Settore Edilizia Scolastica GRUPPO 1 - ZONA 2 - SCUOLA N 1170 -------- RELAZIONE DESCRITTIVA DELLE OPERE DA REALIZZARE PER L ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI ANTINCENDIO E ADDUZIONE GAS NEL

Dettagli

Antincendio Sistemi Integrati

Antincendio Sistemi Integrati Antincendio Sistemi Integrati La società FARO è presente sul mercato italiano già dal 1916 con una produzione di estintori che ebbe largo successo sin dalla sua prima comparsa e poi nell ultimo dopoguerra,

Dettagli

NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE

NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE Decreto Ministero dell interno 16 maggio 1987, n. 246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione. (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 148 del 27 giugno 1987) Il testo del presente

Dettagli

Presentazione Aziendale

Presentazione Aziendale Presentazione Aziendale Il sottoscritto Dott. Ing. Ezio Combi, in qualità di responsabile della Co-Energy (Ingegneria degli Impianti e delle Energie Alternative), nato ad Anzio il 21-12-1980 con studio

Dettagli

I NOSTRI SERVIZI ED I NOSTRI PRODOTTI

I NOSTRI SERVIZI ED I NOSTRI PRODOTTI ANTINCENDIO I NOSTRI SERVIZI ED I NOSTRI PRODOTTI GESTIONE COMPUTERIZZATA ATTREZZATURA ANTINCENDIO Esclusivo software gestionale per l elaborazione dei dati analitici, riferimenti UNI e scadenze operative

Dettagli

Criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell emergenza nei luoghi di lavoro

Criteri generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell emergenza nei luoghi di lavoro 1/1 generali di sicurezza antincendio e per la gestione dell emergenza nei luoghi di lavoro 1/25 Contenuti DM 10/03/98 1/2 Valutazione dei rischi di incendio, protettive e precauzionali di esercizio Controllo

Dettagli

CHI SIAMO LP ENGINEERING

CHI SIAMO LP ENGINEERING CHI SIAMO La LP ENGINEERING, nasce nel 2001 in qualità di Laboratorio d Ingegneria Qualificato, al fine di affiancare tecnici, Enti e privati, realizzando numerosi e prestigiosi lavori, sia manufatti in

Dettagli

Il clima addomesticato è una conquista alla portata di tutti

Il clima addomesticato è una conquista alla portata di tutti CLIMA Il clima addomesticato è una conquista alla portata di tutti Acmei Sud S.p.A. innovazione nella distribuzione e commercializzazione di prodotti elettrici ed illuminotecnici. Presente da quaranta

Dettagli

Documentazione di supporto: Il piano di emergenza in uso, comprensivo di tutti i suoi allegati vedi B.2 - Note eventuali. sostituto.

Documentazione di supporto: Il piano di emergenza in uso, comprensivo di tutti i suoi allegati vedi B.2 - Note eventuali. sostituto. REGISTRO DEGLI ADEMPIMENTI ANTINCENDIO - (art. 5 d.p.r. n. 37 del 12-01-1998) _ A.S. 2014-2015 Denominazione della ditta, azienda, attività POLO PROFESSIONALE L. SCARAMBONE I.S.I.S.S. Ubicazione degli

Dettagli

Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia

Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia Parte Prima La mappa del NO PROFIT in provincia di Foggia 1.1 Universo di partenza dell indagine In questa prima parte del lavoro sono state analizzate le associazioni censite e classificate nell intera

Dettagli

Impianti fissi di estinzione incendi Sistemi automatici sprinkler

Impianti fissi di estinzione incendi Sistemi automatici sprinkler Impianti fissi di estinzione incendi Sistemi automatici sprinkler Impianti Sprinkler Caratteristiche Comprendono almeno una rete di tubazioni di distribuzione ad uso esclusivo antincendio, un insieme

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

Il D.M. 16 maggio 1987, n 246. Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione.

Il D.M. 16 maggio 1987, n 246. Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione. Il D.M. 16 maggio 1987, n 246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione. 1 1.0. Scopo Le presenti norme hanno per oggetto i criteri di sicurezza antincendi da applicare agli edifici

Dettagli

Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione arch. Antonio Esposito Comando Provinciale VV.F. Pisa

Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione arch. Antonio Esposito Comando Provinciale VV.F. Pisa «Scienza e Tecnica della Prevenzione Incendi» A.A. 2013-2014 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione arch. Antonio Esposito Comando Provinciale VV.F. Pisa DPR 151/2011 Regolamento

Dettagli

NELL AMBITO DELL OPERA DI

NELL AMBITO DELL OPERA DI f di Maurizio Livraghi, Tecnoprogen srl MEGASTORE A MILANO IMPIANTO SPRINKLER E IDRANTI NELL AMBITO DELL OPERA DI RISTRUTTURAZIONE DI UNA STORICA SALA CINEMATOGRAFICA, RICONVERTITA IN MEGASTORE NEL CENTRO

Dettagli

Elenco Sedi della provincia di Bari Puglia

Elenco Sedi della provincia di Bari Puglia 11 C.A.A.F. Confagricoltura Pensionati S.r.l. è stato costituito il 10 dicembre 1992, ai s... Page 1 of 1 Agricoltura Service Srl Altamura tel. 0803105055 - - fax 0803105055 Via Zara 4-70022 - Altamura

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5)

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

Inpdap ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIREZIONE COMPARTIMENTALE DELLA LOMBARDIA

Inpdap ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIREZIONE COMPARTIMENTALE DELLA LOMBARDIA Inpdap ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIREZIONE COMPARTIMENTALE DELLA LOMBARDIA EDIFICIO SITO IN VIA FORTEZZA N. 11 - MILANO SEDE TERRITORIALE INPDAP ATTIVITA

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO 2010 TIPO_1: INCONTRI INFORMATIVI

PROGETTO FORMATIVO 2010 TIPO_1: INCONTRI INFORMATIVI PROGETTO FORMATIVO 2010 TIPO_1: INCONTRI INFORMATIVI DESCRIZIONE SINTETICA ARGOMENTI INCONTRI: 1a 1b 1c 1d 1e reti idranti Componenti reti idranti: scelta, utilizzo e manutenzione UNI 10779 2007 estintori

Dettagli

La nuova regola tecnica sui centri commerciali (D.M. 27 luglio 2010)

La nuova regola tecnica sui centri commerciali (D.M. 27 luglio 2010) Corso scienza e tecnica della prevenzione incendi Pisa 11-12 Aprile 2014 La nuova regola tecnica sui centri commerciali (D.M. 27 luglio 2010) Dr. Ing. Fabio Bernardi C.N.VV.F. 1 2 Attività commerciali

Dettagli

Ministero dell'interno: Decreto ministeriale 16/05/1987 N. 246 Gazzetta Ufficiale N. 148 del 27/06/1987

Ministero dell'interno: Decreto ministeriale 16/05/1987 N. 246 Gazzetta Ufficiale N. 148 del 27/06/1987 Norme di sicurezza antincendio per gli edifici di civile abitazione. Preambolo Ministero dell'interno: Decreto ministeriale 16/05/1987 N. 246 Gazzetta Ufficiale N. 148 del 27/06/1987 Il Ministro dell'interno

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5)

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA FONDAZIONE COMUNITÀ DI ARCO A.P.S.P. Comune di Arco (Tn) DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N.

AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA FONDAZIONE COMUNITÀ DI ARCO A.P.S.P. Comune di Arco (Tn) DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N. AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA FONDAZIONE COMUNITÀ DI ARCO A.P.S.P. Comune di Arco (Tn) COPIA DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N. 126 Protocollo n. 3209 del 25.09.2015 OGGETTO: SERVIZIO DI ASSISTENZA,

Dettagli

Edifici e locali destinati ad uffici. Ing. Stefano Perri Funzionario Comando Regionale Vigili del Fuoco Aosta s.perri@regione.vda.

Edifici e locali destinati ad uffici. Ing. Stefano Perri Funzionario Comando Regionale Vigili del Fuoco Aosta s.perri@regione.vda. Edifici e locali destinati ad uffici Ing. Stefano Perri Funzionario Comando Regionale Vigili del Fuoco Aosta s.perri@regione.vda.it DPR 151/2011 N Attività Categoria A B C 71 Aziende ed uffici con oltre

Dettagli

COMUNE DI SANT'AGATA DI PUGLIA (PROVINCIA DI FOGGIA)

COMUNE DI SANT'AGATA DI PUGLIA (PROVINCIA DI FOGGIA) COMUNE DI SANT'AGATA DI PUGLIA (PROVINCIA DI FOGGIA) SETTORE TECNICO Piazza XX Settembre cap 71028 Tel 0881/984007 Fax 0881/984084 www.comune.santagatadipuglia.fg.it - e-mail: gab@santagatadip.it Castello

Dettagli

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE SEDE AMMINISTRATIVA VIALE GRAMSCI FIRENZE

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE SEDE AMMINISTRATIVA VIALE GRAMSCI FIRENZE Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE SEDE AMMINISTRATIVA VIALE GRAMSCI FIRENZE 1 STRUTTURA SEDE Sede Amministrativa Viale Gramsci,

Dettagli

ALLEGATO - Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione

ALLEGATO - Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione D.M.Interno del 16/05/87, n.246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione. Sono approvate le norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione contenute in allegato

Dettagli

D.M. n 246 del 16 maggio 1987

D.M. n 246 del 16 maggio 1987 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione. Sono approvate le norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione contenute in allegato al presente decreto. Sono

Dettagli

Ente Parco Nazionale del Gargano via S. Antonio Abate, 121 71037 Monte Sant'Angelo (Fg)

Ente Parco Nazionale del Gargano via S. Antonio Abate, 121 71037 Monte Sant'Angelo (Fg) C I T TÀ D I A P R I C E N A Provincia di Foggia C.so Generale Torelli n.59-71011 - telef. 0882/646724 - fax 0882/646758 Prot. 5870/2010 Raccomandata AR Regione Puglia Assessorato Assetto del Territorio

Dettagli

La scommessa della riduzione degli oneri regolatori Ing. Roberto EMMANUELE VVF

La scommessa della riduzione degli oneri regolatori Ing. Roberto EMMANUELE VVF La scommessa della riduzione degli oneri regolatori Ing. Roberto EMMANUELE VVF Roma, 18 giugno 2014 D.Ing.Roberto Emmanuele Funzionario direttivo Direzione Centrale Prevenzione e Sicurezza Tecnica-Area

Dettagli

ha notizia che un progetto analogo o pressoché uguale si ritiene opportuno che venga fatta questa segnalazione ai soli fini della trasparenza.

ha notizia che un progetto analogo o pressoché uguale si ritiene opportuno che venga fatta questa segnalazione ai soli fini della trasparenza. INDICE 1.0 Premessa progetto già presentato 2.0 Composizione della pratica di prevenzione incendi 3.0 Accesso da parte dei mezzi dei Vigili del Fuoco 4.0 Caratteristiche costruttive classificazione ai

Dettagli

Manutenzioni e verifiche. Listino Servizi

Manutenzioni e verifiche. Listino Servizi Manutenzioni e verifiche Listino Servizi CODICE DESCRIZIONE ARTICOLO A VISITA COSTO ANNUO 2 VISITE NORMA UNI 9994 5.1 E 5.2 per estintori portatili e carrellati CON da 1 a 5 estintori CON da 6 a 10 estintori

Dettagli

D.M. 16-05-1987, n. 246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione.

D.M. 16-05-1987, n. 246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione. D.M. 16-05-1987, n. 246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione. (G.U. 27-06-1987, n. 148, Serie Generale) Preambolo IL MINISTRO DELL'INTERNO Vista la legge 27 dicembre 1941,

Dettagli

La nuova regola tecnica verticale per le strutture ricettive turistico-alberghiere fino a 50 posti letto.

La nuova regola tecnica verticale per le strutture ricettive turistico-alberghiere fino a 50 posti letto. SEMINARIO TECNICO DI AGGIORNAMENTO NORME DI PREVENZIONE I N C E N D I GENERALI E SEMPLIFICATE La nuova regola tecnica verticale per le strutture ricettive turistico-alberghiere fino a 50 posti letto. Rimini

Dettagli

Decreto Ministeriale n 246 del 16/05/1987 Norme di sicurezza antincendio per gli edifici di civile abitazione.

Decreto Ministeriale n 246 del 16/05/1987 Norme di sicurezza antincendio per gli edifici di civile abitazione. Decreto Ministeriale n 246 del 16/05/1987 Norme di sicurezza antincendio per gli edifici di civile abitazione. Sono approvate le norme di sicurezza antincendio per gli edifici di civile abitazione contenute

Dettagli

MEZZI DI ESTINZIONE FISSI. norma UNI 11292/2008

MEZZI DI ESTINZIONE FISSI. norma UNI 11292/2008 MEZZI DI ESTINZIONE FISSI SISTEMI AUTOMATICI SPRINKLER norma UNI 12845/2009 Specifica i requisiti e fornisce i criteri per la progettazione l installazione e la manutenzione di impianti fissi antincendio

Dettagli

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE RESIDENZA UNIVERSITARIA BRUSCHI CARRARA

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE RESIDENZA UNIVERSITARIA BRUSCHI CARRARA Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE RESIDENZA UNIVERSITARIA BRUSCHI CARRARA 1 STRUTTURA SEDE RESIDENZA UNIVERSITARIA BRUSCHI VIA

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5)

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

ELAB. F01 - RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

ELAB. F01 - RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA Il presente documento riguarda il progetto esecutivo per la sostituzione della centrale termica a servizio della Villa Andrea facente parte del complesso Ville Ponti in Varese. E inoltre compresa l installazione

Dettagli

ATTIVITÀ DI TE.S.I. S.r.l.

ATTIVITÀ DI TE.S.I. S.r.l. Prove, collaudi e certificazioni nel campo antincendio; formazione; consulenze tecniche; verifiche ascensori. ATTIVITÀ DI Tecnologie Sviluppo Industriale S.r.l. (TE.S.I.) é un'azienda articolata in più

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA PUGLIA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : FOGGIA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA PUGLIA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : FOGGIA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Impianti e dispositivi antincendio

Impianti e dispositivi antincendio Gestione ambientale Impianti e dispositivi antincendio 1/2 Concetti base sugli incendi classificazione e cinetica degli incendi carico d incendio e REI 2 2005 Politecnico Torino 1 2/2 Interventi preventivi

Dettagli

CATALOGO PRODOTTI & SERVIZI

CATALOGO PRODOTTI & SERVIZI CATALOGO PRODOTTI & SERVIZI L'AZIENDA NASCE NEL 1990 SU INIZIATIVA DEI SOCI ARGIOLAS MARCO E DENACI ANTONIO ED È STATA LA PRIMA AZIENDA IN SARDEGNA AD OTTENERE LA CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ ISO 9001: 2000.

Dettagli

THE NEW FIRE PROTECTION SYSTEM IS

THE NEW FIRE PROTECTION SYSTEM IS THE NEW FIRE PROTECTION SYSTEM IS BY SISTEMA PROGETTATO IN RIFERIMENTO ALLA UNI 11292 Locali destinati ad ospitare gruppi di pompaggio per antincendio. Quest ultima specifica i requisiti costruttivi e

Dettagli

Relazione tecnica di prevenzione incendi 1

Relazione tecnica di prevenzione incendi 1 1. RELAZIONE TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI... 2 1.1. PREMESSA... 2 1.2 ACCESSIBILITÀ PER I DISABILI... 3 2. GENERALITA... 4 2.1. PRESIDI PASSIVI ANTINCENDIO... 4 2.2 SISTEMA DI RIVELAZIONE INCENDIO...

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 giugno 1995, n. 418.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 giugno 1995, n. 418. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 giugno 1995, n. 418. Regolamento concernente norme di sicurezza antincendio per gli edifici di interesse storico-artistico destinati a biblioteche ed archivi.

Dettagli

FORUM PREVENZIONE INCENDI Roma - 18 Giugno 2008

FORUM PREVENZIONE INCENDI Roma - 18 Giugno 2008 FORUM PREVENZIONE INCENDI Roma - 18 Giugno 2008 La corretta progettazione degli impianti antincendio. Dalla 46/90 al decreto 22 gennaio 2008 n. 37: come cambiano le procedure per il rilascio del CPI nel

Dettagli

Tecnologia di accesso. Fibra ottica: 0 xdsl: 1 Wireless: 3. Fibra ottica: 0 xdsl: 1 Wireless: 3. Fibra ottica: 0 xdsl: 1 Wireless: 1

Tecnologia di accesso. Fibra ottica: 0 xdsl: 1 Wireless: 3. Fibra ottica: 0 xdsl: 1 Wireless: 3. Fibra ottica: 0 xdsl: 1 Wireless: 1 STATO COPERTURA AL 31/12/2010 Numero Provincia Comune Denominazione Copertura in Fibra Ottica (backhaul) nel Tecnologia di accesso di accesso Banda di backhaul in Mbps disponibile per di backhaul 1 BA

Dettagli

IL MINISTRO DELL INTERNO

IL MINISTRO DELL INTERNO D.M. 16 maggio 1987, n. 246 (G.U. n. 148 del 27 giugno 1987) NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE IL MINISTRO DELL INTERNO Vista la legge 27 dicembre 1941, n. 1570: Vista

Dettagli

AUTOSILO PREVENZIONE INCENDI OGGETTO: DOCUMENTAZIONE RELATIVA AD ATTIVITA' REGOLATA DA SPECIFICHE DISPOSIZIONI ANTINCENDIO RELAZIONE TECNICA

AUTOSILO PREVENZIONE INCENDI OGGETTO: DOCUMENTAZIONE RELATIVA AD ATTIVITA' REGOLATA DA SPECIFICHE DISPOSIZIONI ANTINCENDIO RELAZIONE TECNICA Sanremo, 23 luglio 2012 Riferimento: Trasformazione ex convento ISTITUTO SUORE CAPPUCCINE DI MADRE RUBATTO In zona A1 A1 bis f30 del vigente P.R.G. Sanremo (IM) Proponente: RENATO Gaggino l.r., GEORGIA

Dettagli

IMPIANTI FISSI DI ESTINZIONE INCENDI AD ALIMENTAZIONE IDRICA E GRUPPI DI PRESSURIZZAZIONE

IMPIANTI FISSI DI ESTINZIONE INCENDI AD ALIMENTAZIONE IDRICA E GRUPPI DI PRESSURIZZAZIONE IMPIANTI FISSI DI ESTINZIONE INCENDI AD ALIMENTAZIONE IDRICA E GRUPPI DI PRESSURIZZAZIONE SEMINARIO TECNICO SCUOLA DI FORMAZIONE OIC CAESAR S HOTEL CAGLIARI 14 OTTOBRE 2014 SICUREZZA ANTINCENDIO DEFINIZIONI

Dettagli

D.M. 27 / 07 / 2010 3.5 ascensori

D.M. 27 / 07 / 2010 3.5 ascensori 3.5 ascensori se attraversano due compartimenti, vano corsa protetto EI come strutture (vale anche per le scale) H > 24 m almeno un ascensore antincendio 1 4.1 affollamento aree vendita dettaglio alimentari

Dettagli

Consigli pratici e raccomandazioni Tutte le informazioni utili da sapere per preparare il viaggio.

Consigli pratici e raccomandazioni Tutte le informazioni utili da sapere per preparare il viaggio. Puglia Lisa Molinari e Barbara Roveda Consigli pratici e raccomandazioni Tutte le informazioni utili da sapere per preparare il viaggio. Treni delle Ferrovie del Gargano. In bicicletta nel Parco Nazionale

Dettagli

1 PREMESSA... 2 2 OSSERVAZIONI E PARERI ACQUISITI... 3 3 DESCRIZIONE DEI LUOGHI... 8 4 ADEGUAMENTO ANTINCENDIO... 9 4.1 AUTORIMESSE...

1 PREMESSA... 2 2 OSSERVAZIONI E PARERI ACQUISITI... 3 3 DESCRIZIONE DEI LUOGHI... 8 4 ADEGUAMENTO ANTINCENDIO... 9 4.1 AUTORIMESSE... INDICE 1 PREMESSA... 2 2 OSSERVAZIONI E PARERI ACQUISITI... 3 3 DESCRIZIONE DEI LUOGHI... 8 4 ADEGUAMENTO ANTINCENDIO... 9 4.1 AUTORIMESSE... 9 4.2 ARCHIVI CARTACEI... 10 4.3 UFFICI... 12 5 RINGHIERA SCALE...

Dettagli

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo MAGGIO MARIO VIA MONTEGRAPPA N. 52 71121 FOGGIA ITALIA Telefono +39 0881 772328 +39 366 6133932 Fax +39 0881 772328 E-mail

Dettagli

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE DI PREVENZIONE INCENDI Analisi di rischio e individuazione delle misure di sicurezza equivalenti. Individuazione delle misure di prevenzione e/o di protezione che permettono

Dettagli

SEDE CENTRALE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE

SEDE CENTRALE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE Scuola Media Statale "PADRE PIO" Via P. Nenni, 13-15 - 71017 TORREMAGGIORE (FG) SEDE CENTRALE Designazione dell Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione (S.P.P.) nell ambito scolastico ; art. 2

Dettagli

firing SP rin KL er idr Anti SCH iuma watermi St gas tubi e r ACCordi Sprinkler giunti StAffAggio 25

firing SP rin KL er idr Anti SCH iuma watermi St gas tubi e r ACCordi Sprinkler giunti StAffAggio 25 Sprinkler firing IDRANTI SCHIUMA watermist GAS tubi e raccordi Giunti staffaggio 25 Valvola AD UMIDO I sistemi sprinkler ad umido sono progettati per essere utilizzati in applicazioni dove la temperatura

Dettagli

La sicurezza degli impianti condominiali richiesta dal D.L. 145/2013 in relazione alla prevenzione incendi

La sicurezza degli impianti condominiali richiesta dal D.L. 145/2013 in relazione alla prevenzione incendi La sicurezza degli impianti condominiali richiesta dal D.L. 145/2013 in relazione alla prevenzione incendi Relatore: dott. ing. Mauro Piazza Softability srl Genova, 20 febbraio 2014 ANACI Associazione

Dettagli

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE. Residenza Universitaria Varlungo FIRENZE

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE. Residenza Universitaria Varlungo FIRENZE Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE Residenza Universitaria Varlungo FIRENZE 1 STRUTTURA SEDE Residenza Universitaria Varlungo

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

PRESENTAZIONE CURRICULUM DELL AZIENDA

PRESENTAZIONE CURRICULUM DELL AZIENDA PRESENTAZIONE E CURRICULUM DELL AZIENDA INDICE: 1. Dati generali 2. Certificazioni 3. Servizi offerti 4. Politica aziendale per la qualità/ambiente/sicurezza 5. Sintesi storia aziendale 6. Principali clienti

Dettagli

L OSPEDALE IN EVOLUZIONE CONTINUA

L OSPEDALE IN EVOLUZIONE CONTINUA L OSPEDALE IN EVOLUZIONE CONTINUA le metodologie di elaborazione degli strumenti di espressione della domanda e di verifica del progetto Firenze 15 gennaio 2014 Requisiti a supporto di una corretta progettazione

Dettagli

Il sottoscritto. nato a Prov... il.. residente in... Prov... Via... n. Codice fiscale. nella sua qualità di,

Il sottoscritto. nato a Prov... il.. residente in... Prov... Via... n. Codice fiscale. nella sua qualità di, FAC-SIMILE DOMANDA COLLAUDO marca da bollo Spett.le COMUNE DI VERZUOLO Area di Vigilanza Ufficio Commercio Attività Produttive Tramite Sportello Unico per le Attività Produttive Associato Piazza G.Marconi

Dettagli

RETI IDRANTI UNI 10779-07. A cura di BM SISTEMI srl. Progettazione, Installazione ed Esercizio

RETI IDRANTI UNI 10779-07. A cura di BM SISTEMI srl. Progettazione, Installazione ed Esercizio RETI IDRANTI Progettazione, Installazione ed Esercizio UNI 10779-07 A cura di BM SISTEMI srl Introduzione La progettazione e l installazione delle reti idranti è regolata in Italia dalla norma UNI 10779.

Dettagli

1.0.0. PREMESSA 2.0.0. EDIFICI

1.0.0. PREMESSA 2.0.0. EDIFICI 1.0.0. PREMESSA L Azienda Ospedaliera Ospedale di Lecco intende procedere, presso il Presidio Ospedale S. Leopoldo Mandic di Merate, alla ristrutturazione di tre reparti (Pneumologia; Centro assistenza

Dettagli

COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO PORDENONE

COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO PORDENONE COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO PORDENONE Corsi di formazione e modalità di accertamento dell idoneità tecnica del personale incaricato a svolgere, nei luoghi di lavoro, mansioni di addetto alla prevenzione

Dettagli

REGGIO EMILIA. Autostazione

REGGIO EMILIA. Autostazione 9 7 8 17.05 1 1 17.50 18.10 1 18.45 20.05 20.20 20.40 7 8 9 CEGLIE MESSAPICA Stazione Ferroviaria MARTINA FRANCA viale Europa c/o Ospedale LOCOROTONDO via Mad. della Catena (c/o Chiesa) ALBEROBELLO via

Dettagli

Reti Idranti Antincendio

Reti Idranti Antincendio Reti Idranti Antincendio Progettazione (installazione) collaudo e verifica alla luce dell edizione 2014 Ing. Luciano Nigro Rete Idranti Principale e più elementare presidio antincendio fisso Richiesta

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA

CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA Informativa del 11/09/2012 CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA AMBITO SEGNALAZIONE PAG. Sicurezza Corso Addetti Antincendio 2 Sicurezza Corso Aggiornamento Addetti Antincendio 4 Bucciarelli Engineering S.r.l.

Dettagli

Elenco delle norme UNI Impianti di riscaldamento e climatizzazione relative alle civili abitazioni

Elenco delle norme UNI Impianti di riscaldamento e climatizzazione relative alle civili abitazioni Elenco delle norme UNI Impianti di riscaldamento e climatizzazione relative alle civili abitazioni UNI 5104 Impianti di condizionamento dell'aria - norme per l'ordinazione, l'offerta e il collaudo. UNI

Dettagli

Corso per addetti antincendio rischio elevato 2 Modulo

Corso per addetti antincendio rischio elevato 2 Modulo Corso per addetti antincendio rischio elevato 2 Modulo LA DECONTAMINAZIONE NBCR 30/03/2012 ing. V. Nocente- VVF 1 parleremo di: Misure di protezione contro gli incendi Vie di esodo Procedure da adottare

Dettagli

Bettati antincendio srl. Forum di prevenzione incendi

Bettati antincendio srl. Forum di prevenzione incendi SISTEMI WATERMIST: LE POTENZIALITA DELLA BASSA PRESSIONE Bettati antincendio srl Forum di prevenzione incendi Sala C - 02/10/2014 Ore 12.35 Agenda 1. INTRODUZIONE a) Le aziende del gruppo Bettati holding

Dettagli

FORUM DI PREVENZIONE INCENDI 2012

FORUM DI PREVENZIONE INCENDI 2012 FORUM DI PREVENZIONE INCENDI 2012 Milano 26 Settembre 2012 Misure di prevenzione incendi per gli interporti: la guida tecnica,in fase di emanazione, per la progettazione e la realizzazione degli interporti.

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA 00187 Roma Via di San Basilio, 72 Tel. +39 06.42.00.84 Fax +39 06.42.00.84.44/5 www.cnpi.it

Dettagli

Le guide degli alberghi. La prevenzione incendi Il registro dei controlli

Le guide degli alberghi. La prevenzione incendi Il registro dei controlli Le guide degli alberghi La prevenzione incendi Il registro dei controlli INTRODUZIONE L art. 5 del D.P.R. n. 37/98, disciplinando i principali adempimenti gestionali finalizzati a garantire il corretto

Dettagli

PREVENZIONE INCENDI norme e procedure

PREVENZIONE INCENDI norme e procedure PREVENZIONE INCENDI norme e procedure dott. ing. Gioacchino Giomi COMANDANTE VIGILI DEL FUOCO ROMA 1 abitazione 2 fabbrica 3 albergo 4 albergo 5 CHE COSA E LA PREVENZIONE INCENDI è una funzione di preminente

Dettagli

Lezione n. 2. La Protezione Antincendio. 1 A parte.

Lezione n. 2. La Protezione Antincendio. 1 A parte. Lezione n. 2 La Protezione Antincendio. 1 A parte. La Protezione Antincendio. Come già accennato la protezione antincendio consiste nell insieme delle misure finalizzate alla riduzione dei danni conseguenti

Dettagli

Appalto delle opere interne di manutenzione

Appalto delle opere interne di manutenzione ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali Coordinamento Generale Tecnico Edilizio 00142 Roma via Aldo Ballarin 42 telefono 06/59053962 Edificio D. G. INPS piano

Dettagli

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE SEDE AMMINISTRATIVA VIA MASCAGNI SIENA

PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE SEDE AMMINISTRATIVA VIA MASCAGNI SIENA Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana PIANO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE SEDE AMMINISTRATIVA VIA MASCAGNI SIENA 1 STRUTTURA SEDE SEDE AMMINISTRATIVA VIA MASCAGNI 53,

Dettagli

Decreto Ministero dell Interno 30 novembre 1983 TERMINI E DEFINIZIONI GENERALI DI

Decreto Ministero dell Interno 30 novembre 1983 TERMINI E DEFINIZIONI GENERALI DI Decreto Ministero dell Interno 30 novembre 1983 TERMINI E DEFINIZIONI GENERALI DI PREVENZIONE INCENDI D.M. 30/11/1983 1. Caratteristiche costruttive 2. Distanze 3. Affollamento - esodo 4. Mezzi antincendio

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5)

PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

PROCEDURA PER LA MANUTENZIONE DEI PRESIDI ANTINCENDIO

PROCEDURA PER LA MANUTENZIONE DEI PRESIDI ANTINCENDIO PROCEDURA PER LA MANUTENZIONE DEI PRESIDI ANTINCENDIO 1) Scopo La presente procedura descrive le modalità operative per eseguire gli interventi di manutenzione periodica dei presidi antincendio presenti

Dettagli

Impianto Antincendio. 1 di 5

Impianto Antincendio. 1 di 5 1 Impianto Antincendio 1. 01 Allestimento di cantiere comprensivo di apposizione di segnaletica di sicurezza, apposizione di cartello di cantiere indicante lavori da eseguire, committente, impresa e quant'altro,

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI RELATIVI ALLE STRUTTURE. (Allegato al DVR dell Azienda DSU Toscana) RESIDENZA NETTUNO PISA

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI RELATIVI ALLE STRUTTURE. (Allegato al DVR dell Azienda DSU Toscana) RESIDENZA NETTUNO PISA Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI RELATIVI ALLE STRUTTURE (Allegato al DVR dell Azienda DSU Toscana) RESIDENZA NETTUNO PISA 1

Dettagli

ANACI ROMA INCENDIO NEI CONDOMINI

ANACI ROMA INCENDIO NEI CONDOMINI INCENDIO NEI CONDOMINI FILMATO ANACI ROMA TRIANGOLO DEL FUOCO PRIMA DOMANDA... L incendio scoppia nei condomini moderni... o anche nei condomini antichi? L incendio non ha età! ANACI ROMA Dove può scoppiare

Dettagli

SETTORE IMPIANTI TERMOIDRAULICI [DM 37/08 art.1 co. 2 lettere c), d), e) e g)]

SETTORE IMPIANTI TERMOIDRAULICI [DM 37/08 art.1 co. 2 lettere c), d), e) e g)] SETTORE IMPIANTI TERMOIDRAULICI [DM 37/08 art.1 co. 2 lettere c), d), e) e g)] A seguito dell incontro del 20 marzo u.s. e degli accordi presi a maggioranza dei presenti, si trasmette la modifica del calendario

Dettagli

Corso base di specializzazione in Prevenzione Incendi

Corso base di specializzazione in Prevenzione Incendi Corso base di specializzazione in Prevenzione Incendi Modulo Argomento Ore Data Orario 1 Obiettivi, direttive, legislazione e regole tecniche di prevenzione incendi 1.1 Obiettivi e fondamenti di prevenzione

Dettagli