Brochure informativa. Sistemi antincendio secondo UNI-EN 12845/2009 e UNI Pompe e sistemi per il segmento Building Service.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Brochure informativa. Sistemi antincendio secondo UNI-EN 12845/2009 e UNI 10779. Pompe e sistemi per il segmento Building Service."

Transcript

1 Brochure informativa Sistemi antincendio secondo UNI-EN 12845/2009 e UNI Pompe e sistemi per il segmento Building Service.

2 Qualità. Questo è ciò che conta. High Efficiency 0,0007 Da 70 micrometri a 100 metri cubi ora: grande o piccola che sia, la qualità costituisce la base per tutte le innovazioni tecnologiche.

3 Tolleranze di 70 micrometri - la larghezza di un capello - sono visibili ad occhio nudo. Vi è ancora troppa tolleranza perché si parli di vera qualità, per questo il nostro controllo qualità combina i metodi più recenti di misurazione con lunghe procedure di test. Solo i prodotti che superano i nostri test a pieni voti verranno utilizzati nella vostra azienda. La qualità significa interrogarsi su ogni aspetto dei nostri prodotti e delle nostre azioni in modo tale che voi possiate stare tranquilli.

4 Sistemi antincendio UNI-EN 12845/2009 e UNI Quando la sicurezza non viene lasciata al caso. High Efficiency Ecco come garantiamo in maniera efficiente la vostra sicurezza. Con il rispetto delle normativa UNI-EN 12845, fin nei minimi dettagli.

5 Wilo è in tutto il mondo sinonimo di ingegneria di alta qualità secondo la tradizione tedesca. Le nostre pompe e i nostri sistemi di pompaggio per il riscaldamento, condizionamento, refrigerazione, alimentazione idrica e drenaggio di acque reflue trovano applicazione in tutti i segmenti di mercato: negli edifici commerciali, nei servizi comunali, nell industria e naturalmente negli edifici privati. In stretta collaborazione con i nostri clienti, negli ultimi decenni abbiamo ampliato e sviluppato il nostro know-how. In qualità di fornitore globale di soluzioni per ogni esigenza e per ogni genere di applicazione, anche in materia di antincendio Wilo è da sempre all avanguardia con prodotti innovativi e conformi alle normative vigenti in ogni loro prescrizione, anche le più restrittive.

6

7 Sistemi antincendio UNI-EN 12845/2009. Informazioni sulla tipologia di pompe utilizzabili. Estratto dalla norma EN Pompe end suction back pull-out: la pompa deve avere una curva stabile H(Q), cioè una curva in cui la prevalenza massima e la prevalenza minima a mandata chiusa sono coincidenti e la prevalenza totale diminuisce in maniera continua con l aumento della portata (vedere EN 12723). Le pompe devono essere azionate da motori elettrici o motori diesel, capaci di fornire almeno la potenza richiesta in conformità a quanto segue: a) per le pompe con curve caratteristiche di potenza senza sovraccarico, la massima potenza richiesta al picco della curva di potenza; b) per le pompe con curve caratteristiche di potenza crescenti, la potenza massima per qualsiasi condizione di carico della pompa, dalla portata nulla alla portata corrispondente a NPSH richiesto della pompa uguale a 16 m o alla massima pressione di aspirazione più 11 m, quale che sia la maggiore. Il giunto tra il motore e la pompa dei gruppi di pompaggio ad asse orizzontale deve essere tale da assicurare che entrambi possano essere rimossi indipendentemente ed in modo tale che le parti interne della pompa possano essere ispezionate o sostituite senza coinvolgere le tubazioni di aspirazione o di mandata. Le pompe con aspirazione assiale (end-suction) devono essere del tipo con parte rotante estraibile lato motore (back pull-out). Le tubazioni di mandata devono essere sostenute indipendentemente dalla pompa. Limiti di fornitura - sistemi precalcolati HHP e HHS senza sprinkler all interno degli scaffali: la pompa deve essere in grado di fornire il 140% della portata di progetto ad una pressione non minore del 70% della pressione alla portata di progetto della pompa. (vedi fig. 1) Sistemi calcolati integralmente: La prestazione nominale della pompa deve essere in funzione della curva dell area più sfavorevole. Quando viene misurata nella sala prova del fornitore, la pompa deve fornire una pressione di almeno 0.5 bar superiore a quella richiesta per l area più sfavorevole. La pompa deve anche essere in grado di fornire la portata e la pressione alla portata di progetto della pompa. Ogni gruppo antincendio Wilo è progettato con precisi limiti di fornitura. Sono previsti infatti su ogni modello i limiti di portata HHP e HHS (per sistemi sprinkler all interno degli scaffali) e il limite di portata integrale (per sistemi calcolati integralmente). Questo affinché nella selezione del prodotto si abbia la garanzia di rispettare la normativa anche sotto il profilo dei severi criteri imposti sulla curva caratteristica dell impianto. 1 = Area più sfavorevole 2 = Portata di progetto della pompa 3 = Massima portata richiesta 4 = Area più sfavorevole x = Portata y = Pressione Wilo CronoNorm Wilo CronoNorm: pompa su basamento end suction back pull-out: pompa normalizzata ad aspirazione assiale e mandata radiale. Collettore di mandata autoportante Collettore di mandata: è sostenuto da supporti verticali collegati al basamento ed è così del tutto indipendente dalle pompe che costituiscono il sistema. Rapidità e sicurezza d intervento Giunto spaziatore: la parte idraulica è completamente indipendente dalla parte motore e può essere sostituita senza intervenire sulle tubazioni in maniera rapida e sicura.

8

9 Sistemi antincendio UNI-EN 12845/2009. Restrizioni e regolamentazione sulla parte idraulica. Parti idrauliche: coni eccentrici in aspirazione. Installazioni sotto battente: il diametro della tubazione di aspirazione non deve essere minore di 65 mm. Inoltre il diametro deve essere tale che la velocità non sia maggiore di 1.8 m/s quando la pompa sta funzionando alla massima portata richiesta. Installazioni soprabattente: il diametro della tubazione di aspirazione non deve essere minore di 80 mm. Inoltre il diametro deve essere tale che la velocità non sia maggiore di 1.5 m/s quando la pompa sta funzionando alla portata massima richiesta. Dove è installata più di una pompa, le tubazioni di aspirazione non devono essere interconnesse. Al fine di ridurre le velocità di flusso come da prescrizioni della norma si ricorre ad accessori idraulici. In aspirazione si utiliz-zano coni eccentrici, in conformità alla normativa UNI 10779, tali coni eccentrici oltre DN 100 devono essere provvisti di valvola con riduttore manuale a volante. Coni concentrici sulla mandata. Qualsiasi tubazione conica posta sulla mandata della pompa deve allargarsi nella direzione di flusso con un angolo che non sia maggiore di 20. Le valvole sulla mandata devono essere posizionate dopo una qualsiasi tubazione conica. Attacco per serbatoio di adescamento sulla mandata. Ogni pompa deve essere collegata ad un dispositivo automatico di adescamento separato. Il dispositivo deve comprendere un serbatoio posizionato ad un livello più alto rispetto alla pompa e con una tubazione di collegamento discendente dal serbatoio alla mandata della pompa. Deve essere presente una valvola di non ritorno su questo collegamento. Circuito pressostatico sulla mandata: si devono prevedere 2 pressostati per far funzionare ciascuna pompa. Devono essere collegati in serie, con contatti normalmente chiusi, in modo tale che l apertura dei contatti di uno dei pressostati azioni la pompa. La tubazione di collegamento ai pressostati deve essere almeno di 15 mm di diametro e di materiale resistente. Se una qualsiasi valvola d intercettazione è installata sul collegamento tra la condotta principale e i pressostati di avviamento della pompa, una valvola di non ritorno deve essere installata in parallelo con la valvola d intercettazione in modo tale che una diminuzione di pressione nella condotta sia trasmessa al pressostato anche quando la valvola d intercettazione è chiusa. Circuito di prova Doppio circuito di prova sulla colonna di mandata con doppio pressostato. Coni eccentrici in mandata Coni eccentrici di adeguato diametro sull aspirazione per ridurre la velocità di flusso. Coni eccentrici in aspirazione Coni concentrici sulla colonna di mandata e attacco per serbatoio di adescamento da 2.

10

11 Sistemi antincendio UNI-EN 12845/2009. Particolarità costruttive dei gruppi antincendio Wilo. Gruppo preassemblato su unico basamento, od in versione modulare a seconda del modello, in robusti profilati di acciaio saldati e verniciati, con piedini di supporto atti a facilitare la movimentazione, composto, a seconda del tipo di costruzione, da pompa centrifuga ad asse orizzontale monogirante normalizzata base e giunto con aspirazione assiale e mandata radiale end suction e back pull out, accoppiata a motore elettrico o endotermico di potenza superiore alla potenza richiesta dalla pompa in qualsiasi condizione di carico, da portata nulla a portata corrispondente ad NPSHr pari a 16 mca. Pompa jockey centrifuga multistadio ad asse verticale con prestazione idonea al mantenimento della pressione nell impianto. Quadri di comando, uno per ogni pompa, alloggiati su appositi sostegni. N 1 circuito composto da doppio pressostato a doppia scala, manometro, portamanometro, valvola di ritegno, rubinetto, sia per la pompa principale che per la pompa di emergenza, per l avviamento automatico. N 1 pressostato per l avviamento e spegnimento automatico della pompa Jockey. Coni di allargamento sulla colonna di mandata ove necessario per limitare la velocità entro i parametri richiesti dalla norma. Valvole a farfalla o saracinesche di intercettazione, lucchettabili, con indicatore di posizione e demoltiplicatore ove necessario, sulla colonna di mandata. Valvole di ritegno ispezionabili sulla colonna di mandata. Giunti antivibranti sulla colonna di mandata dove previsto. Tronchetti per attacco misuratore di portata. Attacchi per circuito a flusso continuo di acqua per prevenire surriscaldamento con pompa funzionante con mandata chiusa, completi di diaframma tarato. Attacchi per serbatoio di adescamento DN 2. Attacco per sprinkler a protezione locale di pompaggio, posizionato sul collettore di mandata. Collettore di mandata biflangiato. Sostegni tubazioni di mandata indipendenti dalla pompa (ove previsti). Vaso di espansione da 20 l PN16. Serbatoio carburante, solo per versioni con motore diesel, di adeguata capacità, per consentire 6 ore di autonomia di funzionamento; fornito su apposito sostegno a bordo gruppo corredato degli accessori previsti dalla norma, completo vaschetta di raccolta (optional). Pompa principale / riserva tipo: orizzontale base e giunto EN733 UNI EN Corpo: ghisa EN GJL 250. Girante chiusa radiale: ghisa EN GJL 250. Albero: acciaio inox AISI 431. Tenuta meccanica: ceramica-grafite. Accoppiamento: giunto elastico spaziatore con coprigiunto. Motore elettrico: tipo asincrono trifase di tipo chiuso autoventilato esternamente con rotore a gabbia di scoiattolo Normalizzato secondo I.E.C. e DIN/VDE Grado di protezione: IP55. Velocità di rotazione: 2900 giri/min. Tensione alimentazione: 400/660 V 50 Hz. Classe di isolamento: F. Motore diesel: iniezione diretta o sovralimentato. Lubrificazione forzata con pompa ad ingranaggi filtro olio a passaggio totale. Pre-riscaldatore olio per partenza a freddo alla massima potenza. Raffreddamento (in funzione della potenza): ad aria con doppia cinghia di trasmissione ad acqua glicolata mediante radiatore in circuito chiuso (con scambiatore acqua reflua a richiamo). Avviamento elettrico mediante doppia batteria ed in grado di essere completamente operativo entro 15 sec. da ogni sequenza ad una temperatura minima di 5 C nel locale di pompaggio. Pompa jockey Pompa jockey ad avviamento ed arresto automatico per mezzo di pressostato dimensionata come richiesto dal punto della normativa. Serbatoio carburante Serbatoio carburante, solo per versioni con motore diesel, di adeguata capacità per consentire 6 ore di autonomia di funzionamento. Modularità di montaggio Oltre 55 kw il gruppo viene fornito su moduli separati per facilitarne la movimentazione e l installazione.

12

13 Sistemi antincendio UNI-EN 12845/2009. Particolarità costruttive dei gruppi antincendio Wilo. Quadro elettrico elettropompa: costruito in cassa in lamiera verniciata con grado di protezione IP54, costruito secondo le norme CEI in vigore e EN composto da: interruttore generale blocco porta con manopola giallo rossa idonea come fermo macchina e centralina elettronica di controllo e gestione elettropompa secondo le norme UNI EN dotata di batteria tampone per l alimentazione delle segnalazioni di allarme: spia di arresto spia mancato avviamento spia pompa in marcia spia alimentazione spia sequenza/mancanza fase spia di richiesta avviamento pulsante prova lampade pulsante marcia manuale pulsante arresto pompa amperometro trasformatore per circuiti ausiliari in bassa tensione. contattore avviamento, diretto fino a 22 kw, stella triangolo per potenze superiori. fusibili di protezione ad alto potenziale di rottura che consentono passaggio corrente di spunto entro 20 sec. sistema di rilevamento per mancanza fase o inversione delle fasi. contatti puliti per segnalazione remota: pompa in marcia, mancanza fase, richiesta di avviamento, mancato avviamento, presenza alimentazione elettrica. Quadro elettrico pompa jockey: costruito in cassa in lamiera verniciata in accordo alle normative CEI in vigore con grado di protezione IP 54 composto da: selettore Auto Man con ritorno automatico sulla posizione Aut. spia rossa blocco termico spia verde pompa in marcia interruttore generale blocco porta con manopola Giallo Rossa idonea come fermo macchina trasformatore contattore avviamento diretto relè termico fusibili di protezione Quadro elettrico motopompa: costruito in cassa in lamiera verniciata con grado di protezione IP54, costruito secondo le norme CEI in vigore e EN composto da: interruttore generale blocco porta con manopola giallo rossa idonea come fermo macchina e centralina elettronica di controllo e gestione motopompa secondo le norme EN 12845: spia alimentazione spia consenso marcia manuale pulsante marcia manuale indipendente (pulsante unico di avviamento di emergenza associato a un diodo di potenza per evitare l influenza di una batteria di avviamento sull altra) pulsante arresto motore Diesel trasformatore per circuiti ausiliari in bassa tensione fusibili di protezione contatti puliti per segnalazione remota: pompa in marcia allarme generale motopompa richiesta di avviamento mancato avviamento. Accessori a richiesta: serbatoio d adescamento da 500 l. orizzontale, con valvola a galleggiante e pressostato d allarme di minimo livello. misuratore di portata a lettura rinviata. kit cono eccentrico in aspirazione con inclinazione max 20 completo di valvola a farfalla con leva o volantino. manovuotometro e rubinetto. valvole con contatti segregati. kit giunto antivibrante per collegamento collettori dove necessario quadro remoto per segnalazione allarmi A+B. densimetro. kit ricambi per motori diesel. marmitta silenziata (attenuazione rumore 30 dba). Centraline di comando Centralina elettronica di controllo e gestione elettropompa secondo le norme UNI EN dotata di batteria tampone per l alimentazione delle segnalazioni di allarme. Accessori Ampia gamma di accessori disponibili a richiesta. Collaudo Tutti i sistemi antincendio Wilo sono collaudati e tarati in fabbrica, per la motopompa è previsto un collaudo in fabbrica di 1,5 h come previsto dalla norma EN

14

15 Locale tecnico prefabbricato ad uso antincendio secondo normativa UNI 11292/2008. La soluzione per tutti i tipi di impianti. Descrizione Il locale tecnico è progettato e costruito per l ubicazione del gruppo antincendio in locale isolato rispetto al fabbricato da proteggere. Risponde ai requisiti della norma EN e della UNI che riguarda le caratteristiche costruttive e funzionali dei locali tecnici destinati ad ospitare gruppi di pompaggio per impianti antincendio. Principali vantaggi Struttura prefabbricata isolata rispetto al fabbricato (EN ) con pareti resistenti al fuoco 60 minuti (REI 60). Dimensionamento compatto ed elevata disponibilità di spazi interni. Accesso diretto dall esterno. Luminosità dell interno. Facilità di esecuzione delle operazioni di manutenzione ordinaria e straordinaria sui principali componenti del gruppo pompe antincendio. Gruppo antincendio installato secondo tutte le prescrizioni della EN12845 e della UNI (Nella versione soprabattente sono forniti ed installati anche i serbatoi di addescamento delle pompe). Facilità di trasporto e installazione in cantiere. La struttura Il locale pompe antincendio è costituito da pareti prefabbricate realizzate con pannelli spessore 80 mm caratterizzati da un anima in fibra minerale alta densità 100 kg/m 3 che garantisce la incombustibilità del prodotto (classe 0 secondo D.M. 26/06/1984) UNI e da supporti esterni/interni in acciaio zincato preverniciati sul lato in vista con 5 microns di primer e 20 microns di vernice. La verniciatura interna è di colore chiaro per migliorare la luminosità interna del locale. Dimensioni caratteristiche In conformità alla norma UNI il locale tecnico ha le seguenti dimensioni caratteristiche: altezza del locale da soffitto a piano calpestio; 2400 mm porta di accesso; 900 x 2050 (H) mm spazio di lavoro e 800 mm su tre lati delle pompe principali. Accessibilità L accesso al locale avviene (UNI ) diretto dall esterno (EN ) con porta dotata di maniglione antipanico. Il pavimento antiscivolo è realizzato in lamiera mandorlata zincata dello spessore minimo di 2.5 mm con pendenza verso una griglia di drenaggio con scolo diretto all esterno del locale. Movimentazione e posizionamento La dimensione massima di ingombro in larghezza è di 2450 mm per consentire il trasporto su camion senza ricorrere a trasporti speciali. Aereazione Il locale tecnico per sole elettropompe è dotato di aperture permanenti di aerazione naturale aventi superficie minima pari a 1/100 della superficie del locale con un minimo di 150 cm 2 (UNI ). Per i locali in cui sono installati gruppi con motopompe l aerazione è forzata attraverso elettroventole in grado di funzionare in continuo per tutta la durata di funzionamento della motopompa anche in assenza di alimentazione elettrica di rete. Accessori di serie a completamento Impianto elettrico e di illuminazione in conformità alle legislazioni vigenti. Sistema di riscaldamento in conformità con la norma UNI-EN12845 e UNI Estintori in numero adeguato in conformità con la norma Misuratore di portata completo di valvole di intercettazione e regolazione per la misurazione. Locale tecnico prefabbricato Ottimo isolamento termico del locale tecnico e resistenza al fuoco delle pareti per almeno 60 minuti secondo la circolare 91 del 14/9/1961, così come richiesto dalla norma EN e dalla norma UNI Movimentazione La movimentazione può avvenire attraverso il tiro dall alto attraverso golfari. Vano tecnico Grazie all ampio corridoio centrale (larghezza minima 80 cm) è consentito un agevole inserimento / estrazione dei componenti fondamentali del gruppo pompe.

16

17 Wilo-GPA EN m H Q 450 m 3 /h Gruppi di pressurizzazione idrica a più pompe Chiave di lettura: Gruppo di alimentazione idrica per sistemi antincendio costruito secondo la norma EN e UNI Esempio: GPA EN EMP nn/xxx-yyy-a/b/c o di altro materiale abrasivo in sospensione. Campo di impiego GPA Gruppo di pressurizzazione per Temperatura fluido ( C) 50 servizio antincendio Temperatura ambiente ( C) max/min 40/5 EN Conforme alla norma Pressione max di esercizio (bar) 16 EN e alla UNI 10779:2007 Pressione max in ingresso (bar) 12 E Elettropompa principale M Motopompa diesel di riserva Motore elettrico pompa principale/riserva P Pompa jockey Asicrono trifase di tipo chiuso autoventilato esternamente con rotore nn/ DN bocca di mandata pompa a gabbia di scoiattolo Normalizzato secondo I.E.C. e DIN/VDE 0530 principale (mm)/riserva Numero giri (rpm) 2900 >Gruppo di pressurizzazione idrica a velocità variabile con pompe centrifughe multistadio verticali (normalmente xxx Grandezza nominale pompa Grado di protezione aspiranti) IP 54 yyy Diametro girante (mm) a Potenza nominale motore della Composto da da doppio convertitore Classe di isolamento frequenza e 2 pompe centrifughe F elettropompa principale (kw) verticali normalmente aspiranti, Alimentazione esecuzione a rete motore (V) ventilato, ad alta pre-400/66valenza collegate in parallelo. Tensione (Hz) 50 b Potenza nominale motore della motopompa/elettropompa di riserva >Impiego: (kw) Motore endotermico diesel c Potenza nominale motore pompa jockey Alimentazione (kw) e pressurizzazione Iniezione idrica domestica diretta o sovralimentato, acqua fredda, refrigerata oppure altri liquidi simili all acqua Lubrificazione forzata con pompa ad ingranaggi Versioni standard filtro olio a passaggio totale EP Elettropompa principale + pompa jockey EEP Elettropompa principale + Elettropompa riserva + pompa jockey EMP Elettropompa principale + Motopompa di riserva + pompa jockey MP Motopompa principale + pompa jockey Altre esecuzioni disponibili a richiesta es. MMP-EMMP Descrizione: Gruppo di alimentazione idrica per sistemi antincendio costruito secondo la norma EN composto, in funzione del modello, da 1 a 3 pompe del tipo orizzontale base e giunto EN 733 UNI EN accoppiate mediante giunto elastico spaziatore con relativo coprigiunto a motori elettrici/endotermici e pompa jockey multistadio verticale. Applicazione: Alimentazione idrica e pressurizzazione in impianti automatici sprinkler, idranti o naspi per estinzione e/o controllo incendi. Dati tenici principali Fluidi consentiti Acqua pulita non aggressiva priva di sostanze fibrose Pre-riscaldatore olio per partenza a freddo alla massima potenza, posizionato sotto il carter Raffreddamento (in funzione della potenza): ad aria con doppia cinghia di trasmissione ad acqua glicolata mediante radiatore in circuito chiuso; a richiesta con scambiatore acqua/acqua Avviamento elettrico mediante doppia batteria in grado di essere completamente operativo entro 15 sec. da ogni sequenza ad una temperatura minima di 5 C nel locale di pompaggio Motore elettrico pompa jokey Asincrono trifase di tipo chiuso autoventilato esternamente Supplemento Catalogo Wilo B4 - Gruppi di pressurizzazione con rotore a gabbia idricadi scoiattolo normalizzato Numero di giri (rpm) 2900 Grado di protezione IP 55 Classe di isolamento Alimentazione rete (V) 230/400 Tensione (Hz) 50 F >Ulterior Dotazion Descrizio Dati tecn Curve ca Collegam Dimensi

18 Informazioni generali Materiali principali pompa principale/riserva Tipo orizzontale base e giunto - EN UNI EN Corpo pompa ghisa EN GJL 250 Girante chiusa radiale ghisa EN GJL 250 Albero acciao inox AISI 431 Tenuta meccanica ceramica - grafite Accoppiamento giunto elastico spaziatore con coprigiunto Materiali principali pompa jockey Giranti Acciaio inox (AISI 304) Camera stadio Acciaio inox (AISI 304) Corpo pompa E N - G J L (con strato KTL) Albero acciao inox AISI Materiali principali carpenteria Basamento Profilati in acciao trattati e verniciati Collettori In acciaio, trattati e verniciati Valvole di intercettazione Del tipo a farfalla in ghisa EN GJL 250 trattate e verniciate Valvole di ritegno Del tipo a clapet ispezionabile in ghisa EN GJL 250 trattata e verniciata Impiego: Alimentazione e pressurizzazione idrica in edifici residenziali, commerciali e pubblici, alberghi, ospedali, supermercati, applicazioni industriali e di processo. Con acqua ad uso antincendio non aggressiva chimicamente o meccanicamente verso i materiali utilizzati e priva di sostanze abrasive o fibrose in sospensione. Funzionamento Attraverso la pompa Jockey ad avviamento ed arresto automatico tramite pressostato, dimensionata in modo da non risultare in grado di fornire pressione e portata sufficienti ad alimentare un singolo erogatore sprinkler aperto (punto ) evitando l avviamento della pompa principale, il sistema viene mantenuto in pressione; in caso di abbassamento della pressione per richiesta d acqua, non compensato dalla pompa jockey, si avviano in sequenza la pompa principale e la pompa di emergenza se presente, ciascuna ad avviamento automatico e spegnimento manuale tramite interruttore posto sul quadro di comando. Costruzione Gruppo preassemblato su unico basamento fino a 55 kw od in versione modulare oltre i 55 kw, in robusti profilati di acciaio saldati e verniciati, con piedini di supporto atti a facilitare la movimentazione, composto a seconda del tipo di costruzione, da: Pompa principale/riserva Del tipo centrifugo ad asse orizzontale monogirante normalizzata base e giunto con aspirazione assiale e mandata radiale end suction e back pull out, accoppiata a motore elettrico o endotermico di potenza superiore alla potenza richiesta dalla pompa in qualsiasi condizione di carico, da portata nulla a portata corrispondente ad NPSHr pari a 16 mca, secondo norma EN (punto 10.1 b) Pompa jockey Del tipo centrifuga multistadio ad asse verticale con prestazione idonea al mantenimento della pressione nell impianto, della serie WILO MVIL 1.. Quadri di comando: Costruiti secondo la norma CEI in vigore ed EN per le pompe principali/ riserva, in cassa in lamiera verniciata, grado di protezione IP 54. Ogni pompa è dotata di un quadro di comando alloggiato su apposita spalliera di sostegno (a richiesta separati per installazioni a parete) Quadro elettrico elettropompa In portella: interruttore generale blocco porta con manopola giallo rossa idonea come fermo macchina ; centralina elettronica di controllo e gestione elettropompa secondo norma EN dotata di batteria tampone per l alimentazione delle segnalazioni di allarme: N 1 spia di arresto N 1 spia mancato avviamento N 1 spia pompa in marcia N 1 spia alimentazione N 1 spia sequenza/mancanza fase N 1 spia di richiesta avviamento N 1 pulsante prova lampade N 1 pulsante marcia manuale N 1 pulsante arresto pompa N 1 amperometro

19 Informazioni generali All interno: trasformatore per circuiti ausiliari in bassa tensione. contattore avviamento, diretto fino a 22 kw, stella triangolo per potenze superiori. fusibili di protezione ad alto potenziale di rottura che consentono passaggio corrente di spunto entro 20 sec. sistema di rilevamento per mancanza fase o inversione delle fasi. contatti puliti per segnalazione remota: pompa in marcia, mancanza fase, richiesta di avviamento, mancato avviamento, presenza alimentazione elettrica. Quadro elettrico motopompa In portella: interruttore generale blocco porta con manopola giallo rossa idonea come fermo macchina ; centralina elettronica di controllo e gestione motopompa secondo norma EN 12845: N 1 spia alimentazione N 1 spia consenso marcia manuale N 1 pulsante marcia manuale indipendente (pulsante unico di avviamento di emergenza associato a un diodo di potenza per evitare l influenza di una batteria di avviamento sull altra) N 1 pulsante arresto motore Diesel all interno: Trasformatore per circuiti ausiliari in bassa tensione Fusibili di protezione Contatti puliti per segnalazione remota: Pompa in marcia Allarme generale motopompa Richiesta di avviamento Mancato avviamento Quadro elettrico pompa jockey In portella: selettore Auto - 0 Man con ritorno automatico sulla posizione Aut. spia rossa blocco termico (e presenza tensione a seconda del modello) spia verde pompa in marcia (oppure gialla a seconda del modello) interruttore generale blocco porta con manopola Giallo Rossa idonea come fermo macchina all interno: trasformatore contattore avviamento diretto relè termico fusibili di protezione Circuiti pressostatici N 2 circuiti composti da pressostato a doppia scala, manometro, portamanometro, valvola di ritegno, rubinetto, sia per la pompa principale che per la pompa di emergenza, per l avviamento automatico. N 1 pressostato per l avviamento e spegnimento automatico della pompa Jockey. Coni di allargamento Del tipo concentrico inseriti sulla colonna di mandata per limitare la velocità entro i parametri richiesti dalla norma (punto ). Valvole a farfalla o saracinesche Lucchettabili, con indicatore di posizione e demoltiplicatore ove necessario, sulla colonna di mandata, o in abbinamento al cono eccentrico. Valvole di ritegno Del tipo a clapet, ispezionabili, inserite sulla colonna di mandata. Giunti antivibranti Sulla colonna di mandata dove previsto, in presenza di motore diesel. Tronchetti per attacco misuratore di portata Sulla colonna di mandata dove previsto, di adeguato DN. Circuito diaframmatico Attacchi per circuito a flusso continuo di acqua per prevenire surriscaldamento con pompa funzionante con mandata chiusa, completi di diaframma tarato inseriti sul corpo pompa. Attacchi per serbatoio di adescamento Secondo norma EN diametro DN 2, inseriti sulla colonna di mandata (punto ) prospetto 15. Accessori Descrizione Kit cono eccentrico in aspirazione con inclinazione max 20 singolo oppure completo di valvola a farfalla con leva o volantino. Misuratore di portata a lettura rinviata. Manovuotometro e rubinetto Serbatoio d adescamento orizzontale da 500 litri, con valvola a galleggiante meccanico e galleggiante elettrico di segnalazione basso livello Valvole con contatti segregati Kit giunto antivibrante per collegamento collettori Quadro remoto per segnalazione allarmi tipo A - B Marmitta silenziata Densimetro Kit ricambi per motori diesel Kit scambiatore acqua/acqua

20 Rete Vendita_02-12:Bros_Wilo_RZ_40s_5c_5.0.qxd 22/02/12 12:19 Pagina 33 Rete di vendita: Rete di di vendita: Abruzzo Abruzzo Campobasso, Chieti, L Aquila, Campobasso, Campobasso, Isernia, Pescara Chieti, Chieti, L Aquila, L Aquila, Isernia, Isernia, ENERCLIMA Pescara Pescara SRL ENERCLIMA ENERCLIMA Via Tiburtina SRL SRL Valeria, 106 Via Via Tiburtina Tiburtina Pescara Valeria, Valeria, (PE) T 085 Pescara Pescara (PE) (PE) T T F F F Teramo Teramo DE LUCA MAURO DE DE LUCA Via Adriatica, MAURO44 Via Via Adriatica, Alba 44 44Adriatica (TE) T 0861 Alba Adriatica (TE) T T 0861 F F F Basilicata Basilicata Matera Matera vedi MIMMO MAZZARAGO SAS vedi (Puglia) MIMMO MAZZARAGO SAS (Puglia) Potenza Potenza *GIANLUCA ROCCHI *GIANLUCA T ROCCHI T Calabria Calabria Catanzaro, Cosenza, Crotone, Catanzaro, Reggio Calabria, Cosenza, Vibo Crotone, Valentia Reggio *GIANLUCA Calabria, ROCCHI Vibo Valentia *GIANLUCA T ROCCHI T Campania Campania Avellino, Benevento, Avellino, Salerno Benevento, Salerno ZICCARDO ANGELO RAPPR. ZICCARDO Via Wenner, ANGELO 41 RAPPR. Via Wenner, Salerno 41 (SA) T 089 Salerno (SA) T 089 F F F Caserta, Napoli Caserta, GEMA Napoli BROKERS S.a.s. GEMA Via BROKERS Casarea, 65 S.a.s. Via Via Casarea, Casalnuovo di Napoli (NA) T 081 Casalnuovo di di Napoli (NA) T 081 F F F Emilia Romagna Emilia Bologna, Romagna Ferrara Bologna, CORIIS Ferrara CORIIS Via Magistrini, 3/34 Via Via Magistrini, Castelmaggiore 3/34 (BO) T 051 Castelmaggiore (BO) T T F F F Forlì Cesena, Ravenna, Rimini, Forlì Forlì Repubblica Cesena, Cesena, Ravenna, di San Marino Rimini, Rimini, Repubblica Repubblica CLIMA di di San San Marino Marino CLIMA CLIMA Via Archimede, 677 Via Via Archimede, Archimede, Zona Art. Case Castagnoli Zona Zona Art. Art. Case Case Cesena Castagnoli Castagnoli (FC) T 0547 Cesena Cesena (FC) (FC) T T F F F Modena, Reggio Emilia Modena, Modena, BULGARELLI Reggio Reggio Emilia Emilia BULGARELLI BULGARELLI Via C. Marx, 74 Via Via C. C Marx, Marx, Carpi (MO) T 059 Carpi (MO) Carpi (MO) T 059 F T F F Piacenza, Cremona Piacenza, Piacenza, TECNOCALOR2 Cremona Cremona TECNOCALOR2 TECNOCALOR2 Via Boselli, 114 Via Via Boselli, Boselli, Piacenza T 0523 Piacenza Piacenza T F F Parma Parma ABITARIA ABITARIA Via E. Pini, 6/B Via Via E. E Pini, Parma 6/B (PR) T 0521 Parma (PR) T 0521 F F Friuli Venezia Giulia Friuli Gorizia, Venezia Trieste Giulia Gorizia, ANTONIO Trieste VOLPE RAPPRESENTANZE ANTONIO Via Bartoletti, VOLPE RAPPRESENTANZE 1B Via Bartoletti, Trieste 1B T 040 Trieste T 040 F F Pordenone, Udine Pordenone, *CRISTIAN Udine FOLLENI *CRISTIAN T FOLLENI T Lazio LazioFrosinone, Latina Frosinone, CLIMATICA Latina CLIMATICA Via Colle Antico, 5/A Via Colle Antico, Ceccano 5/A(FR) T 0775 Ceccano (FR) T 0775 F F Roma (Installatori) Roma 3P (Installatori) SNC 3P SNC Via del Casale Lumbroso, 73 Via del Casale Roma Lumbroso, (RM) T 06 Roma (RM) T 06 F F Roma (Grossisti), Viterbo, Rieti Roma ANDREA (Grossisti), CORRADINI Viterbo, Rieti ANDREA Largo CORRADINI Campofiera, 8 Largo Campofiera, Penna San 8 Giovanni (MC) C 347 Penna San Giovanni (MC) C 347 F F Roma Roma *MARCO BOCCIA *MARCO T 366 BOCCIA T Liguria Liguria Genova, Savona, Alessandria, Genova, Imperia, Savona, La Spezia Alessandria, Imperia, OTRAL La La SRL Spezia OTRAL GIANNI SRL SRL E MICHELE PROLA GIANNI Lungo E MICHELE Bisagno Istria, PROLA 33 Lungo Lungo Bisagno Genova Istria, (GE) T 010 Genova Genova (GE) (GE) T F F La Spezia La La Spezia Spezia *ALESSANDRO PALAZZINI *ALESSANDRO *ALESSANDRO T PALAZZINI PALAZZINI T Lombardia Lombardia Lombardia Bergamo, Como, Lecco, Sondrio Bergamo, *ANTONIO Como, MASTROPIETRO Lecco, Sondrio Bergamo, Como, Lecco, Sondrio *ANTONIO T MASTROPIETRO *ANTONIO MASTROPIETRO T WILO WILO Italia Italia Srl Srl WILO Via Via Italia G. G. Di Di Srl Vittorio, Vittorio, Via G. Di Vittorio, Peschiera Peschiera 24 Borromeo Borromeo Peschiera Borromeo (MI) (MI) (MI) Italy Italy Italy T T F F Società soggetta a direzione Società Società e coordinamento soggetta soggetta a direzione direzione WILO SE e coordinamento coordinamento di di WILO WILO SE SE Ufficio tecnico offerte Ufficio Ufficio tecnico tecnico offerte assistenza Ufficio tecnico assistenza Ufficio gestione ordini Ufficio gestione ordini Ufficio marketing Ufficio marketing Ufficio amministrazione Ufficio amministrazione Brescia Puglia Brescia Brescia AGENZIA CIGOLINI SAS Puglia Bari, Foggia, Matera AGENZIA AGENZIA Via Trento, CIGOLINI CIGOLINI 19-BSAS Bari, Bari, MIMMO Foggia, Foggia, MAZZARAGO Matera Matera SAS Via Via Trento, Brescia 19-B MIMMO MIMMO VIa Enrico MAZZARAGO MAZZARAGO Toti, 82 SAS SAS T 030 Brescia VIa VIa Enrico Enrico Toti, Bari Toti, T 030 F T 080 Bari Bari F T F F Milano provincia, Milano Monza provincia, Brianza e provincia Brindisi, Taranto Monza *ALESSANDRO Brianza e provincia ASTUNI Brindisi, CATAPANO Taranto MICHELE *ALESSANDRO T ASTUNI CATAPANO Viale Regina MICHELE Elena, 1 T Viale Regina Taranto Elena, T 099 Taranto Milano città, Lodi, Pavia T 099 F Milano *ALESSANDRO città, Lodi, Pavia MARI F *ALESSANDRO T MARI T Lecce Lecce MACRI ANTONIO Varese MACRI Via Monsignor ANTONIO G. Fagiani Varese *MARCO PALAZZOLO Via Monsignor Parabita G. Fagiani (LE) *MARCO T 335 PALAZZOLO T 0833 Parabita T 335 (LE) T 0833 F F 0833 Cremona Cremona vedi TECNOCALOR2 Sardegna vedi(emilia TECNOCALOR2 Romagna) Sardegna Cagliari, Carbonia Iglesias, (Emilia Romagna) Cagliari, Oristano, Carbonia Medio Iglesias, Campidano, Mantova Oristano, PIERPAOLO Medio PASINI Mantova vedi MARANGONI SRL Campidano, PIERPAOLO Via degli PASINI Artigiani, 18/A vedi (Veneto) MARANGONI SRL Via degli Artigiani, Decimoputzu 18/A (CA) (Veneto) Marche C Decimoputzu (CA) Marche Ancona, Ascoli Piceno, C F Ancona, Macerata, Ascoli Pesaro Piceno, F Macerata, MESSI Pesaro MESSI Via Spadoni, 8 Olbia Tempio, Nuoro, Sassari, Via Spadoni, Ancona 8 Olbia Ogliastra Tempio, Nuoro, Sassari, T 071 Ancona Ogliastra *GIANLUCA ROCCHI T 071 F *GIANLUCA T ROCCHI F T Molise Sicilia Molise Campobasso, Isernia Sicilia Agrigento, Caltanissetta, Campobasso, vedi Isernia Agrigento, Palermo, Caltanissetta, Trapani vedienerclima RAPPRESENTANZE SRL Palermo, PIRRONE Trapani RAPPRESENTANZE sas ENERCLIMA (Abruzzo) RAPPRESENTANZE SRL PIRRONE Via Tommaso RAPPRESENTANZE Natale, 6/A sas (Abruzzo) Via Tommaso Palermo Natale, 6/A Piemonte T 091 Palermo Piemonte Asti, Cuneo T 091 F Asti, CARLO Cuneo PAPA F CARLO Via Medaglie PAPA d Oro, 1 Via Medaglie Borgo d Oro, San 1 Dalmazzo (CN) Catania, Enna, Messina, T 0171 Borgo San Dalmazzo (CN) Catania, Ragusa, Enna, Siracusa Messina, T 0171 F Ragusa, (sede Siracusa di Catania) F (sede MAELI di Catania) Srl MAELI Viale Srl Vittorio Veneto, 149 Biella, Novara, Verbania, Vercelli, Varese Viale Vittorio Catania Veneto, 149 Biella, *MARCO Novara, PALAZZOLO Verbania, Vercelli, Varese T 095 Catania *MARCO T 335 PALAZZOLO T 095 F T F Torino Toscana Torino CONDSYSTEM SAS Toscana Arezzo, Grosseto, Lucca, Siena, CONDSYSTEM Via Tartini, SAS 64 Arezzo, Massa Grosseto, Carrara Lucca, Siena, Via Tartini, Torino 64 Massa *ALESSANDRO Carrara PALAZZINI T 011 Torino *ALESSANDRO T PALAZZINI T 011 F T F Firenze, Livorno, Pisa, Pistoia, Prato Torino (area Canavese), Aosta Firenze, ROBERTI Firenze, Livorno, ROBERTO Livorno, Pisa, Pisa, Pistoia, Pistoia, Prato Prato Torino Torino THERMOTECH (area (area Canavese), Canavese), Aosta Aosta ROBERTI Via Santa ROBERTI ROBERTO Gonda, 73/C ROBERTO THERMOTECH THERMOTECH Via Grande, snc Via Via Santa Santa Gonda, Prato Gonda, 73/C 73/C Via Via Grande, Grande, Ivrea snc (TO) snc T Prato Prato T 0125 Ivrea Ivrea (TO) (TO) T 0574 F T F F F Alessandria Alessandria Vedi OTRAL Alessandria Vedi (Liguria) OTRAL Vedi OTRAL (Liguria) (Liguria) Trentino Alto Adige Trentino Bolzano, Alto Alto Trento Adige Adige Bolzano, Bolzano, DELSANTE Trento Trento RAPPRESENTANZE SNC DELSANTE DELSANTE Via Kravogl, RAPPRESENTANZE RAPPRESENTANZE 14 SNC SNC Via Via Kravogl, Kravogl, Bolzano T 0471 Bolzano Bolzano T F F Umbria Umbria Perugia, Terni Perugia, BRUNORI Terni TerniGIORGIO BRUNORI Via P. Soriano, GIORGIO 5 Via Via P P. Soriano, Perugia 5 - S. Andrea Delle Fratte T 075 Perugia S. S. Andrea Delle Delle Fratte T 075 F F Valle D aosta Valle Aosta D aosta Aosta vedi THERMOTECH vedi (Piemonte) THERMOTECH (Piemonte) Veneto Veneto Padova, Rovigo, Venezia Padova, FANTON Rovigo, ALBERTO Venezia FANTON Piazza ALBERTO De Gasperi, 5 Piazza De Gasperi, Cadoneghe 5 (PD) T 049 Cadoneghe (PD) T 049 C C 348 F F Treviso Treviso CLIMA DUE SRL CLIMA Via DUE Beccaruzzi, SRL 10 Via Beccaruzzi, Treviso T 0422 Treviso T 0422 F F Verona, Mantova Verona, MARANGONI Mantova SRL MARANGONI Via F. Gioia, SRL 6A Via F F. Gioia, Verona 6A T 045 Verona T 045 F F Vicenza Vicenza RINALDO ARLES RINALDO Via Marosticana, ARLES 81 Via Marosticana, Povolaro Dueville (VI) T 0444 Povolaro Dueville (VI) (VI) T 0444 F F Belluno Belluno *CRISTIAN FOLLENI *CRISTIAN T FOLLENI T * Funzionari diretti * Funzionari Funzionari diretti diretti REV.02/12 REV.02/12 REV.02/12

Pressurizzazione idrica

Pressurizzazione idrica Pioneering for for You You Brochure informativa Informazioni per per progettisti di di impianti termotecnici Una Una garanzia per per il il futuro. Stratos GIGA, Stratos e e Yonos Yonos MAXO. Pressurizzazione

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

Pressurizzazione idrica Sistemi antincendio. Gruppi di pressurizzazione antincendio secondo norme EN 12845 e UNI 10779

Pressurizzazione idrica Sistemi antincendio. Gruppi di pressurizzazione antincendio secondo norme EN 12845 e UNI 10779 Pressurizzazione idrica Sistemi antincendio Gruppi di pressurizzazione antincendio secondo norme EN 12845 e UNI 10779 Indice generale Pressurizzazione idrica Sistemi antincendio Wilo GPA EN Descrizione

Dettagli

Numero di Banche in Italia

Numero di Banche in Italia TIDONA COMUNICAZIONE Analisi statistica Anni di riferimento: 2000-2012 Tidona Comunicazione Srl - Via Cesare Battisti, 1-20122 Milano Tel.: 02.7628.0502 - Fax: 02.700.525.125 - Tidonacomunicazione.com

Dettagli

Elenco distretti relativi all'anagrafe delle scuole 2009-2010

Elenco distretti relativi all'anagrafe delle scuole 2009-2010 Abruzzo Chieti DISTRETTO 009 Abruzzo Chieti DISTRETTO 010 Abruzzo Chieti DISTRETTO 011 Abruzzo Chieti DISTRETTO 015 Chieti Conteggio 4 Abruzzo L'Aquila DISTRETTO 001 Abruzzo L'Aquila DISTRETTO 002 Abruzzo

Dettagli

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013)

Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA. MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Mailing List FEDERAZIONE NAZIONALE DEI MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA MAILING LIST (Agenda Indirizzi di Posta Elettronica aggiornata al 1 giugno 2013) Consolati Regionali Consolati Provinciali Indirizzo Posta

Dettagli

UFFICI DIREZIONE GENERALE

UFFICI DIREZIONE GENERALE OPERAZIONE TRASPARENZA (LEGGE 18 GIUGNO 2009, N. 69) DATI RELATIVI AI TASSI DI ASSENZA E PRESENZA DEL PERSONALE Maggio 2011 Assenze (Ore) 37.475,60 Area Assenze (Ore) ABRUZZO CASA SOGGIORNO PESCARA 252,10

Dettagli

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO -

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO Previnet è in grado di mettere a disposizione dei propri clienti un network

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso Chieti L'Aquila Pescara Teramo Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone 3 7 3 5 6 4 5 7 6 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI E TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI 3 A09 DISCIPLINE

Dettagli

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata Mobilità professionale personale ATA profilo professionale DSGA Destinatari dei corsi di di cui all'art. 7 CCNI 3.12.29 - art. 1, comma 2, sequenza contrattuale 25.7.28 - (ex art. 48 CCNL/27) DSGA Personale

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

Numero eventi di malattia per classe di durata dell'evento in giorni e settore - Anni 2012 e 2013

Numero eventi di malattia per classe di durata dell'evento in giorni e settore - Anni 2012 e 2013 Numero certificati di malattia per settore - Anni 2012 e 2013 2012 2013 Var. % 2012/2013 Settore privato 11.738.081 11.869.521 +1,1 Settore pubblico 5.476.865 5.983.404 +9,2 Totale 17.214.946 17.807.925

Dettagli

CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA

CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA CASE DI LUSSO AL TOP A FIRENZE E GENOVA Degli oltre 74.400 immobili di lusso presenti in Italia che garantiscono alle casse dei Comuni poco più di 91 milioni di euro all anno di Imu, Firenze e Genova sono

Dettagli

Foglio1. Totale Alberghiere 384570 Agrigento

Foglio1. Totale Alberghiere 384570 Agrigento Totale Alberghiere 384570 Agrigento Totale Complementari 51828 Agrigento/Caltanissetta Totale Alberghiere 286547 Agrigento/Caltanissetta/Enna Totale Complementari 13157 Totale Alberghiere 339585 Alessandria

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI ABRUZZO - MOLISE UFFICIO ISPETTIVO DI PESCARA Pescara, Chieti, L'Aquila, Teramo, Campobasso, Isernia Via Latina n.7 -. 65121 Pescara Telefono 06 5793.3110

Dettagli

Regione Retribuzioni Curricula Presenze/Assenze Evidenza sull'home page Abruzzo SI SI NO SI

Regione Retribuzioni Curricula Presenze/Assenze Evidenza sull'home page Abruzzo SI SI NO SI REGIONE ABRUZZO Abruzzo SI SI NO SI L'Aquila NO NO NO NO Chieti SI SI DATI MARZO SI Pescara SI SI NO SI Teramo SI SI DATI MARZO SI L'Aquila NO NO NO NO Chieti SI SI DATI MARZO SI Pescara SI PARZIALI NO

Dettagli

Elettori e sezioni elettorali

Elettori e sezioni elettorali Cod. ISTAT INT 00003 AREA: Popolazione e società Settore di interesse: Struttura e dinamica della popolazione Elettori e sezioni elettorali Titolare: Dipartimento per gli Affari Interni e territoriali

Dettagli

AGRIGENTO Ass. Amministrativo 584 561 23 2 ALESSANDRIA Ass. Amministrativo 332 307 25 2 ANCONA Ass. Amministrativo 451 380 71 5 AREZZO Ass. Amministrativo 337 270 67 5 ASCOLI PICENO Ass. Amministrativo

Dettagli

Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00024 AREA: Mercato del lavoro Settore di interesse: Mercato del lavoro Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico

Dettagli

La classifica finale. classifica finale ecosistema Urbano XXi edizione

La classifica finale. classifica finale ecosistema Urbano XXi edizione La classifica finale classifica finale ecosistema Urbano XXi edizione 1 Verbania 85,61% 36 Aosta 54,42% 71 Grosseto 45,88% 2 Belluno 74,49% 37 Bergamo 54,07% 72 Prato 45,51% 3 Bolzano 70,65% 38 Modena

Dettagli

Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero

Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero Cod. ISTAT INT 00066 Settore di interesse: Industria, costruzioni e servizi: statistiche settoriali Persone alloggiate presso strutture ricettive di tipo alberghiero ed extra-alberghiero Titolare: Dipartimento

Dettagli

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE Direzione Generale per la Motorizzazione Centro Elaborazione Dati Ufficio Statistiche ESITI

Dettagli

COMPARTO AZIENDE MONOPOLI DI STATO RILEVAZIONE DELEGHE 31 DICEMBRE 2002

COMPARTO AZIENDE MONOPOLI DI STATO RILEVAZIONE DELEGHE 31 DICEMBRE 2002 COMPARTO AZIENDE MONOPOLI DI STATO RILEVAZIONE DELEGHE 31 DICEMBRE 2002 SCHEDA N. 1 - MONOPOLI DI STATO Amministrazione Comune Provincia n. dipendenti al 31.12.2002 n. deleghe al 31.12.2002 schede da compilare

Dettagli

I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE

I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE I PARCHI D ITALIA REGIONE PER REGIONE Piemonte Parchi in totale 87 Provincia di Torino 30 Provincia di Alessandria 5 Provincia di Asti 6 Provincia di Biella 6 Provincia di Cuneo Provincia di Novara Provincia

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA

PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA PROTOCOLLO D INTESA IN MATERIA DI SEDI ELETTORALI RSU DELL AUTOMOBILE CLUB d ITALIA Le Delegazioni dell Amministrazione e delle sottoscritte Organizzazioni Sindacali, riunitesi il giorno 19 settembre 2007

Dettagli

Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del contingente di 35.000 nomine per l'a.s. 2005/06. Personale docente ed educativo

Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del contingente di 35.000 nomine per l'a.s. 2005/06. Personale docente ed educativo Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del di 35.000 nomine per l'a.s. 2005/06. Personale doce ed educativo Provincia Scuola infanzia Scuola primaria Scuola secondari a di I grado Scuola

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

-5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano.

-5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano. -5,2% di lavoratori domestici stranieri dal 2010 al 2011. L 80% dei lavoratori in questo settore rimane comunque non italiano., 43 anni, 27 ore di lavoro a settimana per un totale di 35 dichiarate con

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) Il monitoraggio di Unioncamere sui Contratti di rete, su dati Infocamere, mette in luce che al 31 dicembre

Dettagli

PRESENZE/ASSENZE DEL PERSONALE NEL MESE DI SETTEMBRE 2013

PRESENZE/ASSENZE DEL PERSONALE NEL MESE DI SETTEMBRE 2013 D.C. OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE E SERVIZI ESTIMATIVI AREA OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE UFFICIO GESTIONE BANCA DATI QUOTAZIONI OMI 80,00% 20,00% D.C. OSSERVATORIO MERCATO IMMOBILIARE E SERVIZI

Dettagli

ALLEGATO 1 Ripartizione delle sale «Bingo» per provincia

ALLEGATO 1 Ripartizione delle sale «Bingo» per provincia Decreto Direttoriale 16 novembre 2000 Approvazione del piano di distribuzione territoriale delle sale destinate al gioco del Bingo. (G.U. 29 novembre 2000, n. 279, S.O.) Art. 1-1. È approvato l'allegato

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane;

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane; Prot. n. 29228 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle

Dettagli

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco http://www.agimeg.it/?p=2768 AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco Giochi 2012, Milano la provincia dove si è giocato di più. In sole 4 province finisce il 25% delle giocate Sul podio anche

Dettagli

UNIVERSITÀ G. d ANNUNZIO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali - Laboratorio di Geografia

UNIVERSITÀ G. d ANNUNZIO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali - Laboratorio di Geografia 1 UNIVERSITÀ G. d ANNUNZIO FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Dipartimento di Studi Filosofici, Storici e Sociali - Laboratorio di Geografia Gerardo Massimi Le attività d interesse per il turismo

Dettagli

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale EDIZIONE SETTEMBRE 2010 INDICE 1 CARATTERISTICHE DELLA SPERIMENTAZIONE... 3 2 CONDIZIONI DI ACCESSO ALLA

Dettagli

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano A cura dell Area Professionale Statistica L Automobile Club d Italia produce ormai da molti anni la pubblicazione Localizzazione degli Incidenti

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO

SINTESI DELLO STUDIO SINTESI DELLO STUDIO CARO AFFITTI E COSTO PER LA CASA: DIFFICOLTA DA RISOLVERE Maggio 2009 Nel II semestre 2008 le famiglie italiane per pagare l affitto della casa in cui vivono hanno impiegato il 26,4%

Dettagli

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza 2 Rapporto Famiglia-reddito-casa A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 2008 1 INDICE Nota introduttiva pag. 3 Dati demografici pag. 4 Tabella

Dettagli

A cura del Servizio politiche Territoriali della UIL TARIFFA RIFIUTI (TARI): IN 4 ANNI AUMENTI MEDI DEL 32,4% (3,3% TRA IL 2014 E 2015)

A cura del Servizio politiche Territoriali della UIL TARIFFA RIFIUTI (TARI): IN 4 ANNI AUMENTI MEDI DEL 32,4% (3,3% TRA IL 2014 E 2015) A cura del Servizio politiche Territoriali della UIL TARIFFA RIFIUTI (TARI): IN 4 ANNI AUMENTI MEDI DEL 32,4% (3,3% TRA IL 2014 E ) NEL IL COSTO MEDIO DELLA TARI E DI 296 EURO, CON UN AUMENTO DI 10 EURO

Dettagli

Indagine dell Osservatorio periodico sulla fiscalità locale IMU: IL 17 SETTEMBRE LA 2 RATA DELLA PRIMA CASA

Indagine dell Osservatorio periodico sulla fiscalità locale IMU: IL 17 SETTEMBRE LA 2 RATA DELLA PRIMA CASA Indaginedell Osservatorioperiodicosullafiscalitàlocale dellauilserviziopoliticheterritoriali IMU:IL17SETTEMBRELA2 RATADELLAPRIMACASA STANGATINAAUTUNNALEDA44EUROMEDICONPUNTEDI154EURO ADOGGI34CITTA CAPOLUOGOHANNOAUMENTATOL

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado PIEMONTE ALESSANDRIA A028 EDUCAZIONE ARTISTICA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A032 EDUCAZIONE MUSICALE NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A033 EDUCAZIONE TECNICA NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA

Dettagli

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44

Consumo carburanti (litri procapite) % autovetture cilindrata > 2.000 cc 20.511,2 2.725 1.134 519,1 7,33 61,71 5,89 0,41 0,44 LA CLASSIFICA REGIONALE Il confronto tra reddito disponibile e i sette indicatori di consumo nel 2008 Posizione REGIONI Reddito disponibile (euro procapite) Consumi alimentari (euro) Consumo energia elettrica

Dettagli

PROGETTO A CURA DELLA FIGC - SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO. 2013 Tutti i diritti riservati.

PROGETTO A CURA DELLA FIGC - SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO. 2013 Tutti i diritti riservati. PROGETTO A CURA DELLA FIGC - SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO 2013 Tutti i diritti riservati. i valori scendono in campo È un percorso formativo che unisce e valorizza tante e differenziate attività. Un

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. Prospetto Informativo on line MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Prospetto Informativo on line Ricevuta del prospetto Soggetto che effettua la comunicazione 011 - Consorzi e Gruppi di imprese (art. 31, d.lgs. 276/2003)

Dettagli

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 il prezzo medio ora è di 8,4 euro al metro quadro cali generalizzati nei principali centri: bene padova (1,6), tengono meglio roma (0,1%)

Dettagli

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011 GRAFICI STATISTICI Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 211 RAMI VITA - Premi lordi contabilizzati per ramo di attività e per tipologia di premio: 73.869 milioni di euro Malattia,

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE DICEMBRE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quarta annualità un indagine

Dettagli

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena SMART CITY INDEX La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena Lo Smart City Index Al fine di misurare il livello di smartness di una città, Between ha creato lo Smart City Index, un ranking delle

Dettagli

Competenza territoriale per le province di Ancona, Ascoli Piceno, Pesaro e Urbino, Macerata,

Competenza territoriale per le province di Ancona, Ascoli Piceno, Pesaro e Urbino, Macerata, ALESSANDRIA Competenza territoriale per le province di Alessandria, Asti Via A. Gramsci, 2 15121 Alessandria Tel. 0131/316265 e-mail: alessandria.r.dipartimento@inail.it-posta certificata: alessandriaricerca@postacert.inail.it

Dettagli

Fermo Potenza Firenze Prato Fonte: UIL Servizio Politiche Territoriali

Fermo Potenza Firenze Prato Fonte: UIL Servizio Politiche Territoriali LA MAPPA DELLE CITTA DOVE IL 16 OTTOBRE SI PAGHERA L ACCONTO TASI CITTA CITTA CITTA Agrigento Foggia Ragusa Alessandria Gorizia Ravenna Ascoli Piceno Grosseto Reggio Calabria Asti Imperia Rieti Avellino

Dettagli

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI Roma 27 giugno 2012 Prot. n. All.ti n. 07-12-000181 12 Alle Imprese di assicurazione autorizzate all esercizio del ramo R.C. auto con sede legale in Italia LORO

Dettagli

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese 17 giugno 2013 Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese I dati desk sul credito alle imprese Dall avvento della crisi (dal 2008 in poi) l andamento dei prestiti alle imprese italiane

Dettagli

Breve sintesi - 2012

Breve sintesi - 2012 Breve sintesi - 2012 L Italia e l Europa nel 2012 Nel 2010 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato un nuovo decennio di iniziative per la Sicurezza Stradale 2011-2020 al fine di ridurre

Dettagli

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Dopo un ulteriore incremento dell 1% il prezzo medio in Italia si attesta a 8,5 euro al mese Forti oscillazioni nei centri minori, pressoché

Dettagli

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO ABRUZZO DR ABRUZZO AREA DI STAFF AL DIRETTORE REGIONALE ABRUZZO DR ABRUZZO CENTRO DI ASSISTENZA MULTICANALE DI PESCARA ABRUZZO DR ABRUZZO DIRETTORE REGIONALE AGGIUNTO 1 ABRUZZO DR ABRUZZO UFFICIO ACCERTAMENTO

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

Giacomo Sacco CARICHI E SOVRACCARICHI

Giacomo Sacco CARICHI E SOVRACCARICHI Giacomo Sacco CARICHI E SOVRACCARICHI 1 Se g 1 è il peso proprio (carico permanente strutturale) e g 2 il carico permanente non strutturale e q il carico variabile, il carico sulla struttura si calcola:

Dettagli

La produzione di rifiuti urbani in Italia

La produzione di rifiuti urbani in Italia La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER 1 RIFIUTI OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE APRILE 2010 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la terza annualità un indagine

Dettagli

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI Analisi della UIL sui siti internet dei Comuni Capoluogo di Provincia e delle Regioni Roma Agosto 2008 UIL- Servizio Politiche Territoriali TRASPARENZA

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica PRESSO LE SOCIO-RIABILITATIVE ALLE DATE DEL 31 MARZO E 30 GIUGNO 2002

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali Direzione Generale per gli Studi, la Statistica

Dettagli

ELENCO DELLE SEDI INPS DI RINNOVO DELLE RSU

ELENCO DELLE SEDI INPS DI RINNOVO DELLE RSU ELENCO DELLE SEDI INPS DI RINNOVO DELLE RSU DIREZIONE GENERALE DIREZIONE REGIONALE ABRUZZO CHIETI ABRUZZO L AQUILA PESCARA TERAMO AVEZZANO SULMONA DIREZIONE REGIONALE BASILICATA BASILICATA MATERA POTENZA

Dettagli

Po Città. Fonte: Legambiente, Ecosistema Urbano (Comuni, dati 2013) Elaborazione: Ambiente Italia

Po Città. Fonte: Legambiente, Ecosistema Urbano (Comuni, dati 2013) Elaborazione: Ambiente Italia CLASSIFICA CAPOLUOGHI ECOSISTEMA URBANO XXI edizione Dei 26 parametri Ecosistema da quest anno ne prende in considerazione 18. Il set di indicatori è composto ora da tre indici sulla qualità dell aria

Dettagli

CARICHI NEVE E VENTO

CARICHI NEVE E VENTO Sussidi didattici per il corso di COSTRUZIONI EDILI Prof. Ing. Francesco Zanghì CARICHI NEVE E VENTO AGGIORNAMENTO 25/10/2011 CARICO NEVE (NTC2008-3.4) Il carico neve si considera agente in direzione verticale

Dettagli

1,5% Infrastrutture di base Indice di infrastrutture economiche

1,5% Infrastrutture di base Indice di infrastrutture economiche PRATO Valori medi 21-25 della media 1999-23 e 2-24. (Italia = 1) Umano e le politiche per migliorare il (Siemens-Ambrosetti, 23) Lucca, Siena, PratoArezzo, Livorno Massa Carrara, Pistoia Pisa Grosseto

Dettagli

Le comunità straniere residenti in Italia 2002-2008

Le comunità straniere residenti in Italia 2002-2008 Università degli Studi G. d Annunzio Facoltà di Lingue e Letterature Straniere - Laboratorio di Geografia Gerardo Massimi Le comunità straniere residenti in Italia 2002-2008 Elaborazioni su dati di fonte

Dettagli

Ing. S. Bettinelli Fiminox Spa. www.fiminox.it

Ing. S. Bettinelli Fiminox Spa. www.fiminox.it Ing. S. Bettinelli Fiminox Spa www.fiminox.it Solar by Fiminox Incentivi Definizione e scopo di struttura di supporto Definizione e scopo di sistema di fissaggio Compatibilità dei materiali di supporto

Dettagli

Cooperative: 70mila quelle attive, quasi la metà al Sud A guidarle 360mila amministratori: il 20% sono donne

Cooperative: 70mila quelle attive, quasi la metà al Sud A guidarle 360mila amministratori: il 20% sono donne Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura c o m u n i c a t o s t a m p a Cooperative: 70mila quelle, quasi la metà al Sud A guidarle 360mila amministratori: il 20%

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA FEBBRAIO 2012 A.G. ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA Area di Agrigento (Sicilia) AG CDL CATANIA Alessandria (Piemonte) AL CDL MILANO Ancona (Marche) AN CDL PADOVA Aosta (Valle d'aosta) AO CDL MILANO Arezzo (Toscana) AR CDL ROMA

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LE CAMERE DI COMMERCIO ANNO Imprese, nel la torna ai livelli del 2007 (+0,75%) 45mila le imprese

Dettagli

Ciascun Ufficio Provinciale riceverà copia degli esiti della citata indagine, che sarà utile ai fini della scelta del progetto da realizzare.

Ciascun Ufficio Provinciale riceverà copia degli esiti della citata indagine, che sarà utile ai fini della scelta del progetto da realizzare. In data 18 maggio 2009 l Amministrazione e le Organizzazioni Sindacali Nazionali Rappresentative, al termine di una apposita sessione negoziale convengono su quanto segue: Al fine di potenziare e di incrementare

Dettagli

ADDIZIONALI COMUNALI: POSSIBILI AUMENTI DI 52 EURO ANNUI PRO CAPITE.

ADDIZIONALI COMUNALI: POSSIBILI AUMENTI DI 52 EURO ANNUI PRO CAPITE. ADDIZIONALI COMUNALI: POSSIBILI AUMENTI DI 52 EURO ANNUI PRO CAPITE. TAGLIANDO DEL 30% I COSTI DELLA POLITICA DEI COMUNI SI TROVEREBBERO RISORSE PER 900 MILIONI PER ATTENUARE IL CARICO FISCALE PER LAVORATORI

Dettagli

Appendici al Conto generale del patrimonio

Appendici al Conto generale del patrimonio Appendici al Conto generale del patrimonio Appendice 1 Beni mobili ATTIVITA' (Mobili) - Consistenze e variazioni di beni mobili divisi per > e > Tabella MINISTERI CATEGORIA

Dettagli

IMU: PENALIZZATI I PENSIONATI E I LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, SALVAGUARDATI I SOLITI IGNOTI

IMU: PENALIZZATI I PENSIONATI E I LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, SALVAGUARDATI I SOLITI IGNOTI : PENALIZZATI I PENSIONATI E I LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI, SALVAGUARDATI I SOLITI IGNOTI. ABITAZIONE PRINCIPALE DA 33 A 133 MEDI EURO L ANNO. SECONDE CASE SCONTI IN 59 CITTA PER I REDDITI MEDIO

Dettagli

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006 DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel A cura della Camera di commercio di Milano Imprese attive nel settore

Dettagli

Component IRAP Centro di costo e netta (8,50% di I) IRPEF

Component IRAP Centro di costo e netta (8,50% di I) IRPEF IRPEF Component IRAP Centro di costo e netta (8,50% di I) Soprintendenza al Museo Nazionale Preistorico Etnografico "L. Pigorini" 9.875,58 26.700,63 3.422,10 Museo Nazionale d'arte Orientale 10.523,16

Dettagli

ABRUZZO. Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per l'abruzzo, con sede a L Aquila

ABRUZZO. Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per l'abruzzo, con sede a L Aquila ABRUZZO Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per l'abruzzo, con sede a L Aquila 2 Soprintendenza unica Archeologia, belle arti e paesaggio per la città

Dettagli

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno NOTA PER LA STAMPA Roma, 17 aprile 2009 CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno Le imprese italiane pagano un prezzo sempre più alto per la crisi del credito:

Dettagli

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012

DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 La produzione di rifiuti urbani in Italia DOSSIER RIFIUTI 1 OSSERVATORIO PREZZI E TARIFFE FEBBRAIO 2012 L Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, ha svolto per la quinta annualità un indagine

Dettagli

PREVENZIONE E SOCCORSO

PREVENZIONE E SOCCORSO ANNUARIO DELLE STATISTICHE UFFICIALI DEL MINISTERO DELL INTERNO - ed. 215 a cura dell Ufficio Centrale di Statistica Cod. ISTAT INT 12 Settore di interesse: AMBIENTE E TERRITORIO Titolare ATTIVITÀ DI SOCCORSO

Dettagli

idealista, crescono i rendimenti nel settore immobiliare

idealista, crescono i rendimenti nel settore immobiliare idealista, crescono i rendimenti nel settore immobiliare Nello scenario peggiore tutti i prodotti immobiliari fruttano il doppio dei Btp a 10 anni (2%) In Italia l investimento in immobili è sempre più

Dettagli

MODULO LOCALE. Quotidiani e periodici con diffusione locale

MODULO LOCALE. Quotidiani e periodici con diffusione locale MODULO LOCALE Quotidiani e periodici con diffusione locale ABRUZZO Chieti Centro (il) - ed. Chieti Lanciano-Vasto L Aquila Centro (il) - ed. l'aquila Avezzano Sulmona Pescara Centro (il) Pescara Centro

Dettagli

Rapporto UIL su IMU e TASI 2016 a cura del Servizio Politiche Territoriali della UIL

Rapporto UIL su IMU e TASI 2016 a cura del Servizio Politiche Territoriali della UIL Rapporto UIL su IMU e TASI 2016 a cura del Servizio Politiche Territoriali della UIL IL 16 GIUGNO SI VERSA L ACCONTO DELL IMU E DELLA TASI PER GLI IMMOBILI DIVERSI DALL ABITAZIONE PRINCIPALE: QUASI 25

Dettagli

Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva. Roma, Giugno 2014

Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva. Roma, Giugno 2014 Asili nido comunali Dossier a cura dell Osservatorio prezzi & tariffe di Cittadinanzattiva Premessa Roma, Giugno 2014 Gli asili nido comunali rappresentano un servizio rivolto alla prima infanzia (0-3

Dettagli

Totale posti Comuni 600.823 577.441 6.240 29.622 21.880

Totale posti Comuni 600.823 577.441 6.240 29.622 21.880 Copia di contingenti nomine docenti 2015 - tabella aliquot GRADO ISTRUZIONE contingenti per nomine sui posti vacanti e disponibili in O.D. 2015/16 titolari esubero vacanze su 2015/16 al 16 provinciale

Dettagli

6 mesi dall'entrata in vigore del presente regolamento

6 mesi dall'entrata in vigore del presente regolamento Allegato 1 Data limite entro cui la Provincia, in assenza del Comune capoluogo di provincia, convoca i Comuni dell ambito per la scelta della stazione appaltante e da cui decorre il tempo per un eventuale

Dettagli

Per i residenti di Torino: Potete portare l'oggetto Toshiba da riparare presso il nostro laborat orio, enza l'appuntamento nei orari di apertura.

Per i residenti di Torino: Potete portare l'oggetto Toshiba da riparare presso il nostro laborat orio, enza l'appuntamento nei orari di apertura. Riparazioni in garanzia: Per poter usufruire dell'assistenza tecnica in garanzia, il cliente deve contattare la sede Toshiba Italy Srl tramite il numero a pagamento messo a disposizione. 199... Gestione

Dettagli

3) Contributi integrativi volontari di cui all art.4 del D.P.R. N.1432/1971. a) Operai agricoli a tempo determinato;

3) Contributi integrativi volontari di cui all art.4 del D.P.R. N.1432/1971. a) Operai agricoli a tempo determinato; Versamenti volontari del settore agricolo - Anno 2005 (Inps, Circolare 29 luglio 2005 n. 98) Si illustrano di seguito le modalità di calcolo, per l anno in corso, dei contributi volontari relative alle

Dettagli

Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati LORO SEDI

Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati LORO SEDI CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Roma, 28 febbraio 2014 prot. n. 1479 Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati

Dettagli

Alta efficienza: il nuovo standard. La nuova Wilo-Yonos PICO.

Alta efficienza: il nuovo standard. La nuova Wilo-Yonos PICO. Alta efficienza: il nuovo standard. La nuova Wilo-Yonos PICO. Opuscolo informativo sul prodotto. APPLIES TO EUROPEAN DIRECTIVE FOR ENERGY RELATED PRODUCTS La direttiva ErP entrerà in vigore nel 2013. Wilo

Dettagli

I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza

I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza 8 giugno 2015 I primi effetti delle misure sul credito: dopo TLTRO e QE una prima inversione di tendenza Premessa: quadro dei dati desk e andamento del credit crunch Dall avvento della crisi economica

Dettagli

I sistemi a norma UNI EN 12845. Curva caratteristica Pompa principale per sistemi di pressurizzazione idrica antincendio a norme UNI EN 12845

I sistemi a norma UNI EN 12845. Curva caratteristica Pompa principale per sistemi di pressurizzazione idrica antincendio a norme UNI EN 12845 Curva caratteristica Pompa principale per sistemi di pressurizzazione idrica antincendio a norme UNI EN 12845 Tipologie di pompe ammesse: 1. Pompe base-giunto di tipo back Pull-out 2. Pompe base-giunto

Dettagli

OGGETTO: Domanda di ammissione al piano straordinario di assunzioni a tempo. Il/la sottoscritto/a. nato/a a, Prov, il / /, residente in, C.F.

OGGETTO: Domanda di ammissione al piano straordinario di assunzioni a tempo. Il/la sottoscritto/a. nato/a a, Prov, il / /, residente in, C.F. RACCOMANDATA A/R Spett. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA in persona del ministro pro tempore Viale Trastevere 76/A 00153 - ROMA Ufficio Scolastico Regionale di OGGETTO: Domanda

Dettagli

RISTORANTI ETNICI. Quanti sono e dove sono?

RISTORANTI ETNICI. Quanti sono e dove sono? L INFLUSSO DELLA CUCINA ETNICA SULLE ABITUDINI ALIMENTARI DEGLI ITALIANI L integrazione alimentare coinvolge di più i giovani e i residenti al Nord e al Centro A Milano, Prato e Trieste la maggiore presenza

Dettagli

Scheda tecnica n.1 - Sostituzione di lampade ad incandescenza con lampade fluorescenti compatte con alimentatore incorporato

Scheda tecnica n.1 - Sostituzione di lampade ad incandescenza con lampade fluorescenti compatte con alimentatore incorporato Scheda tecnica n.1 - Sostituzione di lampade ad incandescenza con lampade fluorescenti compatte con alimentatore incorporato 1. ELEMENTI PRINCIPALI 1.1 Descrizione dell intervento Tipologia di intervento:

Dettagli