PROVINCIA DI BOLOGNA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL ISTITUTO PROFESSIONALE ALBERGHIERO E DELLA RISTORAZIONE B. SCAPPI PROGETTO ESECUTIVO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DI BOLOGNA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL ISTITUTO PROFESSIONALE ALBERGHIERO E DELLA RISTORAZIONE B. SCAPPI PROGETTO ESECUTIVO"

Transcript

1 PROVINCIA DI BOLOGNA SETTORE EDILIZIA E PATRIMONIO Servizio Edilizia Scolastica FABBRICATI DEL CIRCONDARIO DI IMOLA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL ISTITUTO PROFESSIONALE ALBERGHIERO E DELLA RISTORAZIONE B. SCAPPI Via Delle TERME n 1054 CASTEL S. PIETRO TERME (BO) PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE IMPIANTI IDROTERMOSANITARI E ANTINCENDIO Bologna 7 aggio 2009 IL PROGETTISTA Ing. Stefano Silvestri

2 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA IMPIANTI MECCANICI 1. DESCRIZIONE DELLE OPERE DA ESEGUIRE Gli ipianti oggetto della presente relazione, relativaente all apliaento dell IPSAR Scappi di Castel San Pietro Tere, copleti da fornire in opera e perfettaente funzionanti risultano essere: ipianto cliatizzazione invernale abienti; ipianto idrico sanitario; ipianto idrico antincendio (idranti e sprinkler). 2. NORME E LEGGI DI RIFERIMENTO Legge 10 del 9 Gennaio 1991 Nore per il conteniento del consuo di energia negli edifici D.P.R. 412 del 26 Agosto 1993 n. 412 D.Lgs. 19 agosto 2005, n. 192 Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendiento energetico nell edilizia coordinato con il Decreto Legislativo 29 dicebre 2006, n. 311; Delibera Regione Eilia Roagna n. 156 del 04/03/2008, Atto di indirizzo e coordinaento sui requisiti di rendiento energetico e sulle procedure di Certificazione Energetica degli edifici ; Legge 37/08 "Nore per la sicurezza degli ipianti" D.M. del 12 Aprile 1996 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, costruzione e l esercizio degli ipianti terici alientati da cobustibili gassosi. UNI 8852: /01/ Ipianti di cliatizzazione invernali per gli edifici adibiti ad attività industriale ed artigianale. Regole per l' ordinazione, l' offerta ed il collaudo. UNI 8854: /01/ Ipianti terici ad acqua calda e/o surriscaldata per il riscaldaento degli edifici adibiti ad attività industriale e artigianale. Regole per l' ordinazione, l' offerta e il collaudo. UNI : /09/ Terinologia per la regolazione autoatica degli ipianti di benessere. Ipianti di riscaldaento degli abienti.

3 UNI 8364: /02/ F.A. - Ipianti di riscaldaento. Controllo e anutenzione. UNI 8065: /06/ Trattaento dell' acqua negli ipianti terici ad uso civile. UNI 10389: /06/ Generatori di calore. Misurazione in opera del rendiento di cobustione. UNI EN : /10/ Riscaldaento a paviento - Ipianti e coponenti - Definizioni e siboli. UNI EN : /10/ Riscaldaento a paviento - Ipianti e coponenti - Deterinazione della potenza terica. prescrizioni di collaudo dell Istituto Italiano del Marchio di Qualità per i ateriali per i quali è previsto il controllo e il contrassegno IMQ; disposizioni particolari del DIPARTIMENTO I.S.P.E.S.L. di BOLOGNA; regolaenti, le prescrizioni e disposizioni ASL; regolaenti e le prescrizioni counali. legge n. 615 del 13 luglio 1966: provvedienti contro l inquinaento atosferico e successivi regolaenti di esecuzione ; DM del 1 dicebre 1975: nore di sicurezza per apparecchi contenenti liquidi caldi sotto pressione e successivi aggiornaenti; DM del 10 arzo 1977: deterinazione delle zone cliatiche e dei valori inii e assii dei relativi coefficienti voluici globali di dispersione terica ; DPR n del 28 giugno 1977: regolaento di esecuzione alla legge 30 aprile 1976 n. 373, relativa al consuo energetico per usi terici negli edifici ; DM del 30 luglio 1986: : aggiornaento dei coefficienti di dispersione terica degli edifici ; DM del 6 agosto 1994: recepiento delle nore UNI relative all applicazione del DPR n. 412 ; nora UNI 5364: ipianti di riscaldaento ad acqua calda. Regola per la presentazione dell offerta ed il collaudo ; nore UNI : ipianti a gas alientati da rete di distribuzione: progettazione, installazione e anutenzione.; nore UNI : ipianto di riscaldaento ad acqua calda, regole per il riscaldaento degli edifici ; nora UNI-CTI 8065: trattaento dell acqua negli ipianti terici ad uso civile;

4 nora UNI 8199: isura in opera e valutazione del ruore prodotto negli abienti dagli ipianti di riscaldaento, condizionaento e ventilazione ; nora UNI-CTI 8884: caratteristiche e trattaento delle acque dei circuiti di raffreddaento e uidificazione D.M del 12 aprile 1996: approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l esercizio degli ipianti terici alientati da cobustibili gassosi. nora UNI e circolari del Ministero della Sanità per il convogliaento dell acqua potabile 3. PARAMETRI UTILIZZATI NEL DIMENSIONAMENTO DEGLI IMPIANTI Condizioni invernali Condizioni esterne - Teperatura dell'aria Te = - 5 C - Uidità relativa esterna UR = 80 % Condizioni abienti interni - Aule: Ti = C - Servizi igienici Ti = C - Uidità relativa interna UR = 60 % Fluido terovettore - Teperatura acqua circuito priario C - Salto terico ax 10 C - Teperatura acqua circuito pannelli radianti C - Salto terico ax. dell'acqua nei pannelli radianti 5 C - Teperatura ax. paviento zona a pannelli radianti Ti = 28 C - Teperatura acqua circuito UTA C - Salto terico ax. dell'acqua UTA 10 C Funzionaento dell'ipianto Interittente in funzione dell orario di utilizzo del coplesso edilizio

5 Velocità ax dell'acqua nelle tubazioni idrico ed igienico sanitario - fino D 1/2" 1,1 /s - da D >1/2" a D1" 1,25 /s - D > 1" 1,75 /s Diaetro inio interno utilizzato nelle tubazioni dell'ipianto idrico igienico sanitario - D 1/2" 20 polipropilene Portata delle utilizzazioni dell'ipianto idrico igienico sanitario UNI cassetta W.C., lavabo, 0,10 l/s - lavabo 0,20 l/s Pressione residua alla utilizzazione 50 KPa Velocità ax dell'aria nelle canalizzazioni principali 7 /s Velocità ax nelle tubazioni dell'ipianto di riscaldaento - tubazioni principali 1,5 /s - tubazioni secondarie 0,9 /s Caratteristiche presa acquedotto in corrispondenza del contatore - pressione inia aessa per uso idrico 4,5 - pressione assia aessa 6 Teperatura acqua acquedotto: 8 C Teperatura distribuzione acqua calda: 48 C Livello assio di ruore in abiente: 40 dba 4. COLLEGAMENTO CENTRALE TERMICA L ipianto di riscaldaento sarà alientato da generatori installati nella centrale terica, che attualente alienta l ipianto del fabbricato esistente. La posizione della centrale terica è indicata nella docuentazione grafica allegata, all interno sono presenti due generatori di calore a gas etano di potenzialità al focolare totale pari a 933,0 kw, potenzialità utile 844,0 kw. Il sistea di espansione esistente è a vaso chiuso, con dotazione di tutti gli organi di sicurezza ISPESL coe da norativa. A carico della ditta installatrice è l aggiornaento della pratica ISPESL in essere e relativa alla parte di ipianto da realizzare, con calcolo da

6 parte di tecnico abilitato dei vasi d espansione necessari per il contenuto effettivo di acqua isurato nel nuovo ipianto. 5. IMPIANTO DI RISCALDAMENTO L ipianto di riscaldaento in oggetto sarà in tutte le aule e spazi couni ipianto terico a bassa teperatura con fluido terovettore costituito da fluido acqua alientato dai generatori di calore esistenti in centrale terica esistente (Teperature andata ritorno C). Le teperature di funzionaento saranno le seguenti: teperatura di andata : 50 C teperatura di ritorno : 40 C All interno dei servizi igienici è prevista l installazione di eleenti radianti ad alta teperatura, alientati da circuito dedicato con partenza dalla sottocentrale di progetto. Gli eleenti radianti, del tipo in acciaio a colonna, saranno collegati traite distribuzione a collettori di zona installati in prossiità dei servizi igienici. Ogni eleento radiante sarà dotato di testina terostatica per la regolazione abiente. La distribuzione a pettine, tipo "odul", sarà posata sottopaviento, con collegaento tra il collettore ed il punto terinale di utilizzo (radiatore) realizzata a ezzo di tubazioni in rae precoibentato. Ogni collettore sarà a sua volta collegato traite distribuzione a due tubi in acciaio alla sottocentrale terica. Gli ipianti a pannelli radianti a paviento saranno realizzati con tubo in polietilene reticolato ad alta pressione, con riera antiossigeno, da posare in odo da garantire il anteniento dei paraetri terici di progetto. La lunghezza di ciascun circuito non sarà superiore a 115, i circuiti faranno capo a più collettori di distribuzione; il nuero assio degli anelli (circuiti per collettore) non dovrà essere superiore a 9, per consentire la igliore distribuzione del fluido terovettore. I collettori saranno copleti di valvola di zona e valvole di intercettazione, di teroetro in andata e in ritorno e su ogni circuito saranno installate valvole di pre regolazione e di intercettazione.

7 Il controllo della teperatura abiente verrà realizzata ediante sonde abiente poste in locali tipo, collegate alla regolazione cliatica presente nella sotto centrale terica agente, a sua volta su valvola a tre vie odulante, regolata in funzione della teperatura di andata (ax 42 C), delle condizioni cliatiche esterne e delle teperature interne. 6. IMPIANTO IDRO-IGIENICO SANITARIO APPARECCHI SANITARI Gli apparecchi sanitari saranno dotati di rubinetteria a pulsante al fine di liitare gli sprechi di acqua, dovuti ad un consuo eccessivo. Gli apparecchi sanitari saranno di priaria arca nazionale in vitreus china e saranno dotati di iscelatori in acciaio croato. La produzione di acqua calda sanitaria, visto il liitato utilizzo previsto solo nei bagni disabili e nei servizi riservati al personale docente, è prevista localente traite scaldacqua elettrici. 7. IMPIANTO IDRICO ANTINCENDIO GRUPPO IDRICO DI SOLLEVAMENTO E prevista l installazione di gruppo di pressurizzazione antincendio preasseblato, da posizionare in locale tecnico interno all edificio esistente. Il gruppo di popaggio è da installare in quanto l'alientazione della rete idrica dell'acquedotto non garantisce la portata e pressione necessaria, ed è in cobinazione a due vasche interrate di riserva idrica, per una riserva totale di Il gruppo di pressurizzazione coprende: Popa di copensazione per anteniento pressione. n. 2 Elettropope di alientazione rete incendio. Motopopa diesel di scorta. Pressostati di avviaento ed arresto. Quadro elettrico di coando Batteria di avviaento costanteente controllata da un circuito di ricarica autoatico. IMPIANTO IDRICO ANTINCENDIO AD IDRANTI

8 L ipianto idrico antincendio da realizzare è costituito da n. 6 idranti UNI 45 collegati al gruppo di pressurizzazione e aventi riserva idrica nelle vasche indicate. La derivazione dall ipianto esistente dovrà essere realizzata traite tubazione principale interrata in PE HD, e tubazioni in acciaio zincato per le due colonne ontanti principali posate a vista a collegare gli idranti ai piani. In prossiità del gruppo di popaggio andrà inoltre posizionato attacco predisposto per collegaento alla otopopa VVF. La relazione di calcolo dell ipianto è riportata nell Allegato A alla presente relazione, ed è stato realizzato in odo confore alla nora UNI Ipianti di estinzione incendi Reti idranti Progettazione, installazione ed esercizio. IMPIANTO SPRINKLER Si installerà ipianto a sprinkler a secco, visto che l ipianto sprinkler dovrà essere installato nella autoriessa, quindi in esterno e pertanto nelle tubazioni di distribuzione vi sarà aria copressa anziché acqua evitando il pericolo di gelo nell ipianto. Tale ipianto è pertanto accessoriato di copressore d aria e di sistei di controllo e gestione di tipo elettrico. Gli erogatori sprinkler saranno coposti da struttura etallica resistente alla corrosione e da bulbo di vetro, contenente liquido opportunaente tarato, ed il tipo di ugello sarà del tipo sprinkler pendent (orizzontale verso il basso) L ipianto sarà dotato anche di valvola di allare, per il controllo dell ipianto sprinkler, e che in caso di attivazione dell ipianto fornirà acusticaente l allare incendio e intervento ipianto. Per il diensionaento dell ipianto, i criteri di progettazione utilizzati sono indicati nella nora UNI EN Sistei autoatici a sprinkler. Progettazione, installazione e anutenzione. IL PROGETTISTA U.O. IMPIANTI TECNOLOGICI E SICUREZZA Ing. Stefano Silvestri

9 ALLEGATO A DIMENSIONAMENTO DELLE RETI DI IDRANTI - UNI Progettista AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE - Sett. Oper. Edilizia Via Malvasia, BOLOGNA Denoinazione Apliaento Scappi C.S. Pietro Tere Riferiento al disegno nuero Nuero totale idranti 6 Perdite di carico aesse per le tubazioni 60 dapa/ Percentuale idranti in funzione 50 % Diaetro interno delle tubazioni (inio aesso) 35 Idrante più sfavorito 6 Pressione all attacco della rete () Pressione all idrante più sfavorito () Valori di pressione richiesti per erogare la portata di progetto 3,02 1,73 Valori di pressione richiesti per avere all idrante più sfavorito la pressione 3,29 2,00 di 2,00 Valori di pressione corrispondenti alla pressione disponibile dell alientazione 5,00 3,71 Portata assia effettiva 21,60 ³/h Tipo di alientazione [ ] da acquedotto [ x ] da gruppo di popaggio Pressione disponibile da acquedotto ---- Pressione disponibile da gruppo di popaggio 5,00 Pressione sufficiente SI' Durata inia della riserva idrica 60 in. Capacità inia della riserva idrica 0,0 ³ Portata di reintegro 25,00 ³/h Capacità effettiva della riserva idrica 25 ³ Durata effettiva della riserva idrica in Capacità riserva idrica sufficiente SI'

10 Dati geoetrici Ni Nf Lungh. Valv. sar. Valv. ritegno Curve Goiti Tee o X Lungh. equiv. Quota finale noin. interno Codice tubo Codice idrante , ,00 0,00 2.1/2" 69, , ,50 0,00 2.1/2" 69, , ,00 0,00 2.1/2" 69, , ,50 4,00 2.1/2" 69, , ,00 8,00 2" 53, , ,50 4,00 2.1/2" 69, , ,00 8,00 2" 53, Ni Nf Portata teorica l/h Portata effettiva l/h dp distrib. Portate e pressioni dp accid. dp quota dp tubazione dp deriv. + idrante Pressione nodo Pressione finale ,13 0,00 0,00 0,13 0,00 0,13 0, ,04 0,01 0,00 0,04 1,95 0,17 2, ,10 0,00 0,00 0,10 1,95 0,27 2, ,01 0,00 0,39 0,41 1,95 0,67 2, ,01 0,00 0,39 0,40 1,95 1,07 3, ,01 0,01 0,39 0,41 1,95 0,58 2, ,01 0,00 0,39 0,40 1,95 0,98 2,93 Tubazioni Ni Nf noinale Tipo tubo Vs Vr Cu Go Tee Lungh. dp lin dapa/ Velocità /s /2" PE HD ,00 50,1 1, /2" UNI Tubi di acciaio - Gas coerciali ,00 50,1 1, /2" UNI Tubi di acciaio - Gas coerciali ,00 50,1 1, /2" UNI Tubi di acciaio - Gas coerciali ,00 23,6 1, " UNI Tubi di acciaio - Gas coerciali ,00 23,0 0, /2" UNI Tubi di acciaio - Gas coerciali ,00 23,6 1, " UNI Tubi di acciaio - Gas coerciali ,00 23,0 0,88 Nf Denoinazione Portata idrante Lungh. anich. Idranti anich. bocch. l/h l/in Lungh. Derivazione L.eq. Codice tubo tubo Press. disp. boc. 2 3 UNI 45 a uro ,0 45,0 12,00 1,00 3, /2" 4,62 0,00 4 UNI 45 a uro ,0 45,0 12,00 1,00 3, /2" 4,51 0,00 5 UNI 45 a uro ,0 45,0 12,00 1,00 3, /2" 4,11 4,00 6 UNI 45 a uro ,0 45,0 12,00 1,00 3, /2" 3,71 8,00 7 UNI 45 a uro ,0 45,0 12,00 1,00 3, /2" 4,20 4,00 8 UNI 45 a uro ,0 45,0 12,00 1,00 3, /2" 3,80 8,00 Coputo tubazioni Tipo tubazione UNI Tubi di acciaio - Gas coerciali Codice tubo noinale interno esterno Lunghezza totale Massa kg Contenuto d acqua litri 8 1.1/2" ,0 19,5 8,5 9 2" ,0 36,6 18, /2" ,0 350,3 228,3 Totale 74,0 406,4 255,0 Quota

11 Coputo idranti Codic Denoinazione Portata Manichetta Pressione richiasta Quantità e bocchello l/h l/in Lungh. bocchello attacco 6 UNI 45 a uro ,0 45,0 12,00 1,73 1,92 6 Dati schea Ni Nf noinale Lungh. Descrizione tubo Descrizione idrante Portata l/in /2" 25,00 PE HD interrato /2" 7,00 PE HD interrato UNI 45 a uro /2" 20,00 PE HD interrato UNI 45 a uro /2" 4,00 UNI Tubi di acciaio - Gas coerciali UNI 45 a uro " 4,00 UNI Tubi di acciaio - Gas coerciali UNI 45 a uro /2" 4,00 UNI Tubi di acciaio - Gas coerciali UNI 45 a uro " 4,00 UNI Tubi di acciaio - Gas coerciali UNI 45 a uro 120

CALCOLO DI VERIFICA DELLA RETE ESISTENTE E CALCOLO DEL GRUPPO DI PRESSURIZZAZIONE

CALCOLO DI VERIFICA DELLA RETE ESISTENTE E CALCOLO DEL GRUPPO DI PRESSURIZZAZIONE PREMESSA OPERE DI COMPLETAMENTO DEL CENTRO SERVIZI IN ZONA INDUSTRIALE Tra le varie opere eseguite nei precedenti lotti di esecuzione è stato realizzato un ipianto idrico antincendio posizionato all'esterno

Dettagli

D.M. 16 maggio 1987, n. 246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione (Gazz. Uff. 27 giugno 1987, n. 148)

D.M. 16 maggio 1987, n. 246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione (Gazz. Uff. 27 giugno 1987, n. 148) D.M. 16 aggio 1987, n. 246 Nore di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione (Gazz. Uff. 27 giugno 1987, n. 148) Sono approvate le nore di sicurezza antincendi per gli edifici di civile

Dettagli

I. CONTROLLO E GESTIONE DEL SISTEMA

I. CONTROLLO E GESTIONE DEL SISTEMA - La presenza di cavi elettrici scaldanti interrati deve essere chiaraente segnalata (nora CEI 11-17) e una copia della geoetria di posa deve essere in possesso del responsabile della anutenzione dell

Dettagli

murali Meteo Caldaie murali combinate istantanee da esterno e da incasso

murali Meteo Caldaie murali combinate istantanee da esterno e da incasso Anche sulla gaa coe su tutte le caldaie Beretta è possibile ottenere il Servizio 5 anni Forula Kasko*. * Per aderire al servizio si rianda al depliant inforativo disponibile presso la Rete di Assistenza

Dettagli

EASY COMFORT Sistemi radianti in rame

EASY COMFORT Sistemi radianti in rame Caratteristiche tecniche e costruttive EASY COMFORT rappresenta una gaa di sistei radianti che utilizzano esclusivaente tubi in rae per il trasporto del fluido vettore all interno del corpo riscaldante.

Dettagli

Impianti Meccanici Calcoli Esecutivi e Relazione illustrativa Rete Gas Metano

Impianti Meccanici Calcoli Esecutivi e Relazione illustrativa Rete Gas Metano ZeroCento - Studio di Pianificazione Energetica Ing. Ing. Maria Cristina Sioli via Zezio 54 - Coo via El Alaein 11/b - Coo Progetto Edilizia Residenziale Pubblica da locare a Canone Sociale e Moderato

Dettagli

Ciao S. Ciao S. Disegni tecnici. Dati tecnici. Caldaie Murali Standard. Residenziale CIAO S 20-24 CSI CIAO S 20 RSI.

Ciao S. Ciao S. Disegni tecnici. Dati tecnici. Caldaie Murali Standard. Residenziale CIAO S 20-24 CSI CIAO S 20 RSI. Disegni tecnici Dati tecnici 0 4 CSI LEGENDA: Ipianto: Ritorno R/ Mandata M/ Gas G Acqua sanitaria: Entrata E/ Uscita U 0 RSI 40 405 Vista dall alto 7.5 acqua gas 75 75 67.5 40 65.5 60 48 55 4.5 G U E

Dettagli

IMPIANTI MECCANICI: RELAZIONE DI CALCOLO

IMPIANTI MECCANICI: RELAZIONE DI CALCOLO INDICE 1 GENERALITÀ...2 1.1 Oggetto della relazione...2 2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO...3 2.1 Impianto di riscaldamento...3 2.2 Impianto idrico-sanitario...5 2.3 Impianto antincendio...5 2.4 Impianto di scarico...6

Dettagli

SOLARCLIMA 2012 Il primo KIT completo per la trigenerazione a 360

SOLARCLIMA 2012 Il primo KIT completo per la trigenerazione a 360 SOLARCLIMA 2012 Il prio KIT copleto per la trigenerazione a 360 CSP SOLARWING EVOLUTION Freddo Condizionaento estivo Caldo Riscaldaento invernale A.C.S. Acqua Calda Sanitaria Elettricità CLIMATIZZATORE

Dettagli

LISTA LAVORAZIONI PER OFFERTA FAC SIMILE

LISTA LAVORAZIONI PER OFFERTA FAC SIMILE AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA 42124 Reggio Eilia Via Costituzione, 6 Tel. 0522 236611 Fax 0522 236699 COMUNE DI REGGIO EMILIA BANDO REGIONALE "PROGRAMMA INTEGRATO DI PROMOZIONE

Dettagli

LISTINO IMPIANTI MECCANICI 2014

LISTINO IMPIANTI MECCANICI 2014 IM IMPIANTI MECCANICI IM.010 - IMPIANTI E CIRCUITI TERMICI IM.10 IMPIANTI E CIRCUITI TERMICI IM.10.10 IMPIANTI E CIRCUITI TERMICI IM.10.10.10 IMPIANTO DI RISCALDAMENTO A RADIATORI CON CALDAIA AUTONOMA

Dettagli

Impianti di Condizionamento: Impianti a tutt'aria e misti

Impianti di Condizionamento: Impianti a tutt'aria e misti Facoltà di Ingegneria - Polo di Rieti Corso di " Ipianti Tecnici per l'edilizia" Ipianti di Condizionaento: Ipianti a tutt'aria e isti Prof. Ing. Marco Roagna INTRODUZIONE Una volta noti i carichi sensibili

Dettagli

AQUATWIN TOP GRUPPO DI PRESSURIZZAZIONE PER SITEMA RECUPERO ACQUE PIOVANE DATI TECNICI

AQUATWIN TOP GRUPPO DI PRESSURIZZAZIONE PER SITEMA RECUPERO ACQUE PIOVANE DATI TECNICI AUATWIN TO GRUO DI RESSURIZZAZIONE ER SITEMA RECUERO ACUE IOVANE DATI TECNICI Tensione di linea: 23V onofase Tensione elettropopa: 23V onofase Frequenza di alientazione: 5z Installazione: solo verticale

Dettagli

DESCRIZIONE GENERALE INTERVENTO

DESCRIZIONE GENERALE INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE INTERVENTO L intervento in oggetto consiste nel completamento di un porzione del Polo Scolastico di Trescore Balneario (BG) attraverso la creazione del terzo piano al corpo di fabbrica

Dettagli

LISTINO IM - IMPIANTI MECCANICI

LISTINO IM - IMPIANTI MECCANICI IM.010 IM - IMPIANTI MECCANICI IMPIANTI E CIRCUITI TERMICI IM.10.10.10 IM.10.10.10.a IMPIANTO DI RISCALDAMENTO A RADIATORI CON CALDAIA AUTONOMA A GAS. Ipianto di riscaldaento a radiatori per unità iobiliari

Dettagli

SOLARC.S.P. Concentrating Solar Power

SOLARC.S.P. Concentrating Solar Power SOLARC.S.P. Concentrating Solar Power NEW 2013 via I Maggio 23 27042 Bressana Pavia Italia tel. +39 03821855848 eail info@.co www..it Concentrating Solar Power il perché di una scelta... La nostra tecnologia

Dettagli

INDICE. 1- DESIGNAZIONE DELLE OPERE pag. 3 2- DESCRIZIONE DELLE OPERE. 2.1 centrale termica, frigorifera e sottocentrali pag. 4

INDICE. 1- DESIGNAZIONE DELLE OPERE pag. 3 2- DESCRIZIONE DELLE OPERE. 2.1 centrale termica, frigorifera e sottocentrali pag. 4 INDICE 1- DESIGNAZIONE DELLE OPERE pag. 3 2- DESCRIZIONE DELLE OPERE 2.1 centrale termica, frigorifera e sottocentrali pag. 4 2.2 - trattamento acqua di consumo e produzione acqua calda sanitaria pag.

Dettagli

SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA DELL UNITA IMMOBILIARE (art. 20, Legge Regionale Emilia Romagna 25.11.2002, n. 31)

SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA DELL UNITA IMMOBILIARE (art. 20, Legge Regionale Emilia Romagna 25.11.2002, n. 31) Allo SPORTELLO UNICO DELL EDILIZIA del Coune di ZIANO PIACENTINO Protocollo Generale SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA DELL UNITA IMMOBILIARE (art. 20, Legge Regionale Eilia Roagna 25.11.2002, n. 31) TITOLARE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE ECOLOGIA TUTELA DEL SUOLO E RIFIUTI

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE ECOLOGIA TUTELA DEL SUOLO E RIFIUTI REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE ECOLOGIA TUTELA DEL SUOLO E RIFIUTI Proposta nr. 42 del 12/02/2015 - Deterinazione nr. 306 del 13/02/2015 OGGETTO: DPR n. 59/2013 Autorizzazione Unica

Dettagli

AARIA S. Denominazione commerciale

AARIA S. Denominazione commerciale SISTEMI OME DI CAORE E VENTIAZIONE Condizionatore d'aria a parete AARIA S SOARE TERMICO E BOITORI ROFESSIONAE ROFESSIONAE COMEMENTI DI IMIANTO 202 Ionizzatore Monosplit Inverter a parete opa di calore

Dettagli

MXZ SERIE DA 2 A 6 PORTE DC INVERTER - MULTISPLIT. Elevata efficienza stagionale. DC Inverter. ErP

MXZ SERIE DA 2 A 6 PORTE DC INVERTER - MULTISPLIT. Elevata efficienza stagionale. DC Inverter. ErP SERIE MXZ D 6 PORTE +++ ++ + B C D ErP MXZ-D MXZ-C DC INVERTER - MULTISPLIT DC Inverter Elevata efficienza stagionale Il sistea Inverter è un dispositivo elettronico che consente di variare in odo efficiente

Dettagli

COMPLESSO SAN BENIGNO

COMPLESSO SAN BENIGNO COMPLESSO SAN BENIGNO Studio per una infrastruttura di condizionaento del coplesso attraverso l uso dell acqua di are Introduzione Lo studio riporta alcune idee di assia ed una valutazione costi benefici

Dettagli

GRUPPI POMPE ANTINCENDIO A NORMA UNI EN 12845

GRUPPI POMPE ANTINCENDIO A NORMA UNI EN 12845 GRUI OME ANTINCENDIO A NORMA UNI EN 5 DATI GENERALI Gruppi pope antincendio realizzati secondo le specifiche della nora europea UNI EN 5 Installazioni fisse antincendio - Sistei autoatici a sprinkler CENNI

Dettagli

improve your life CATALOGO CLIMATIZZAZIONE 2005 - BUSINESS

improve your life CATALOGO CLIMATIZZAZIONE 2005 - BUSINESS iprove your life CATALOGO CLIMATIZZAZIONE 2005 - BUSINESS iprove your life INTRODUZIONE Argoclia S.p.A. ha la sua sede in Italia ed è presente in Francia, Spagna e Grecia attraverso aziende del gruppo

Dettagli

RISERVATO ALLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA' PRODUTTIVE

RISERVATO ALLO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA' PRODUTTIVE DATA DI ARRIVO PROTOCOLLO CARPANETO P. - PODENZA SAN GIORGIO P. - VIGOLZONE SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA' PRODUTTIVE dell' UNIONE VALNURE e VALCHERO DOCUMENTO ESENTE DA MARCA DA BOLLO SCHEDA TECNICA

Dettagli

Provincia di Torino Area Edilizia- Servizio Impianti Tecnologici e Gestione Energia. Impianti meccanici

Provincia di Torino Area Edilizia- Servizio Impianti Tecnologici e Gestione Energia. Impianti meccanici Impianti meccanici La presente relazione tecnica accompagna il progetto definitivo-esecutivo relativo ad interventi di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza da realizzarsi presso l IIS Gobetti

Dettagli

DIMENSIONAMENTO DELLE RETI DI IDRANTI - UNI 10779

DIMENSIONAMENTO DELLE RETI DI IDRANTI - UNI 10779 Rif. 0444-3N.IDR DIMENSIONAMENTO DELLE RETI DI IDRANTI - UNI 10779 Edificio: ANI Via F.lli Garrone n.61/80 Denominazione: I Gabbiani Riferimento al disegno numero 0444-3 Numero totale idranti 5 Perdite

Dettagli

MXV-B MXV-B. Pompe multistadio verticali monoblocco in acciaio inossidabile. Esecuzione. Impieghi. Limiti d impiego. Motore. Materiali (parti bagnate)

MXV-B MXV-B. Pompe multistadio verticali monoblocco in acciaio inossidabile. Esecuzione. Impieghi. Limiti d impiego. Motore. Materiali (parti bagnate) MXVB Pope ultistadio verticali onoblocco Le elettropope serie MXVB.. rispettano il Regolaento Europeo N. /. Capo di applicazione n 9 /in Ip. g.p.. MXVB MXVB MXVB /h l/in MXVB.9 Esecuzione Pope ultistadio

Dettagli

IMPIANTI IDRICI NEGLI EDIFICI

IMPIANTI IDRICI NEGLI EDIFICI IMPIANTI IDRICI NEGLI EDIFICI Dimensionamento delle reti e progettazione Acqua di consumo, reti antincendio, piscine e sistemi di irrigazione EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Indice Prefazione Installazione

Dettagli

improve your life C l i m a t i z z a z i o n e 2 0 0 5 - C o n s u m e r

improve your life C l i m a t i z z a z i o n e 2 0 0 5 - C o n s u m e r iprove your life Cliatizzazione 2005 - Consuer agico Classico Argo, un archio leader per prodotti al top della tecnologia dei cliatizzatori iprove your life futuro? NOVITA 2005! Tecnologia DC Inverter

Dettagli

L intervento ha come oggetto la realizzazione degli impianti sotto elencati a servizio dell edificio comunale di Azzano San Paolo.

L intervento ha come oggetto la realizzazione degli impianti sotto elencati a servizio dell edificio comunale di Azzano San Paolo. Oggetto dell intervento L intervento ha come oggetto la realizzazione degli impianti sotto elencati a servizio dell edificio comunale di Azzano San Paolo. Il palazzo Municipale sarà dotato dei seguenti

Dettagli

Comune di Acqui Terme (AL) Centro Congressi Area Bagni PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA E DI CALCOLO - IMPIANTI FLUIDO-MECCANICI (IDROSANITARIO)

Comune di Acqui Terme (AL) Centro Congressi Area Bagni PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA E DI CALCOLO - IMPIANTI FLUIDO-MECCANICI (IDROSANITARIO) INDICE 1 Premessa...2 2 Caratteristiche del sistema edilizio...3 3 Impianti previsti...4 3.1 IMPIANTI FLUIDOMECCANICI ED AFFINI...4 3.1.1 IMPIANTI IDROSANITARI E PER SMALTIMENTO ACQUE...4 3.1.2 IMPIANTI

Dettagli

SOCIETA' AGRICOLA TREZZA UTC LAVORI PUBBLICI DEL COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA- DIREZIONE DIDATTICA NUOVA SCUOLA ELEMENTARE

SOCIETA' AGRICOLA TREZZA UTC LAVORI PUBBLICI DEL COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA- DIREZIONE DIDATTICA NUOVA SCUOLA ELEMENTARE _ SOCIETA' AGRICOLA TREZZA UTC LAVORI PUBBLICI DEL COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA- DIREZIONE DIDATTICA NUOVA SCUOLA ELEMENTARE RELAZIONE TECNICA IMPIANTI TERMO-MECCANICI INDICE 1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO...

Dettagli

Hydro Fire CK. Gruppi antincendio con elettro e/o motopompe orizzontali con funzionalità e controlli conformi alla norma UNI EN 12845 50 Hz

Hydro Fire CK. Gruppi antincendio con elettro e/o motopompe orizzontali con funzionalità e controlli conformi alla norma UNI EN 12845 50 Hz Grundfos Data booklet Gruppi antincendio con elettro e/o otopope orizzontali con funzionalità e controlli confori alla nora UNI EN 12845 Indice Applicazione Gaa delle prestazioni della popa di servizio

Dettagli

IMPIANTI RISCALDAMENTO Descrizione

IMPIANTI RISCALDAMENTO Descrizione Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIA IMPIANTI RISCALDAMENTO Descrizione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it Impianto termico : Impianto tecnologico

Dettagli

UNI EN 12215 Impianti di verniciatura

UNI EN 12215 Impianti di verniciatura Dipartiento di Sanità Pubblica U.O. Prevenzione e Sicurezza Abienti di Lavoro UNI EN 12215 Ipianti di verniciatura Cabine di verniciatura per l applicazione prodotti vernicianti liquidi Requisiti di sicurezza

Dettagli

Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla D.I.A ai sensi degli artt. 41 e 42 della Legge Regionale n. 12 del 11/03/2005

Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla D.I.A ai sensi degli artt. 41 e 42 della Legge Regionale n. 12 del 11/03/2005 APT-SGT-RTA/0 Servizio Gestione del Territorio Pagina 1 di 8 Spazio riservato all ufficio Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla D.I.A ai sensi degli artt. 41 e 4 della Legge Regionale n. 1 del

Dettagli

CATALOGO CLIMATIZZAZIONE

CATALOGO CLIMATIZZAZIONE CATALOGO CLIMATIZZAZIONE Gree nel ondo Gree Electrical Appliances Inc. di Zhuhai, fondata nel 1991, è la più grande azienda di condizionaento al ondo che integra Ricerca & Sviluppo, Produzione, Marketing

Dettagli

DESCRIZIONE DEGLI IMPIANTI IDROTERMOSANITARI ED IDRICO ANTINCENDIO

DESCRIZIONE DEGLI IMPIANTI IDROTERMOSANITARI ED IDRICO ANTINCENDIO DESCRIZIONE DEGLI IMPIANTI IDROTERMOSANITARI ED IDRICO ANTINCENDIO Verrà utilizzato il sistema di produzione di calore esistente costituito da due caldaie a gas a condensazione già a servizio dei plessi

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA COMUNE DI MILANO Settore Edilizia Scolastica GRUPPO 1 - ZONA 2 - SCUOLA N 1170 -------- RELAZIONE DESCRITTIVA DELLE OPERE DA REALIZZARE PER L ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI ANTINCENDIO E ADDUZIONE GAS NEL

Dettagli

PLUS Comune di Monterotondo (RM) Intervento n 3: Nuova sostenibilità del verde

PLUS Comune di Monterotondo (RM) Intervento n 3: Nuova sostenibilità del verde 0 Indice 0 Indice... 2 1 Premessa... 3 2 Impianto termico... 3 3 Impianto idrico sanitario... 4 3.1 Descrizione impianto acqua potabile... 4 3.2 Dati di progetto impianto distribuzione acqua potabile...

Dettagli

Il Tecnico Ing. Renato Borrini

Il Tecnico Ing. Renato Borrini COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA RELAZIONE TECNICA DELL IMPIANTO DI CONDIZIONAMENTO E DI RICAMBIO DELL ARIA E DELL IMPIANTO IDRICO- SANITARIO A SERVIZIO DELLA DISCOTECA SESTO SENSO SITA

Dettagli

Relazione specialistica impianti meccanici. 1. Dati generali e descrizione dell'opera... 2. 2. Descrizione degli interventi... 4

Relazione specialistica impianti meccanici. 1. Dati generali e descrizione dell'opera... 2. 2. Descrizione degli interventi... 4 Sommario 1. Dati generali e descrizione dell'opera... 2 2. Descrizione degli interventi... 4 2.1 Impianto protezione idrica antincendio... 4 2.1.1 Rete idranti... 4 2.1.2 Sostituzione del gruppo di pressurizzazione

Dettagli

RELAZIONE DESCRITTIVA IMPIANTI. Nuovo complesso edilizio Via Selva Residence Quinzano Verona IMMOBILIARE EUREKA SRL

RELAZIONE DESCRITTIVA IMPIANTI. Nuovo complesso edilizio Via Selva Residence Quinzano Verona IMMOBILIARE EUREKA SRL RELAZIONE DESCRITTIVA IMPIANTI Nuovo complesso edilizio Via Selva Residence Quinzano Verona IMMOBILIARE EUREKA SRL Il tecnico: Ing. Riccardo Tisato Marzo 2012 Descrizione impianti - Quinzano Eureka Immobiliare

Dettagli

TUBO MULTISTRATO PER IMPIANTI IDROTERMICI

TUBO MULTISTRATO PER IMPIANTI IDROTERMICI TUBO MULTISTRATO PER IMPIANTI IDROTERMICI I L T U O S I S T E M A I D R O T E R M I C O Caratteristiche Carattereistiche tubo tubo WELCO-Flex - WELCO-Teck *Quando, nelle descrizioni che seguono, il tubo

Dettagli

SETTORE IMPIANTI TERMOIDRAULICI [DM 37/08 art.1 co. 2 lettere c), d), e) e g)]

SETTORE IMPIANTI TERMOIDRAULICI [DM 37/08 art.1 co. 2 lettere c), d), e) e g)] SETTORE IMPIANTI TERMOIDRAULICI [DM 37/08 art.1 co. 2 lettere c), d), e) e g)] A seguito dell incontro del 20 marzo u.s. e degli accordi presi a maggioranza dei presenti, si trasmette la modifica del calendario

Dettagli

RELAZIONE IMPIANTO IDRICO SANITARIO

RELAZIONE IMPIANTO IDRICO SANITARIO INDICE 1- GENERALITA...2 2- RETI DI ADDUZIONE DELL ACQUA...3 3- RETI DI SCARICO SERVIZI IGIENICI...5 4- IMPIANO IDRICO ANTINCENDIO...6 5- RETI DI IDRANTI...6 6- IMPIANTI FISSI DI RILEVAZIONE INCENDI...7

Dettagli

Sommario. Relazione impianto idrico - fognario

Sommario. Relazione impianto idrico - fognario Relazione impianto idrico - fognario Sommario 1. DESCRIZIONE DELL INTERVENTO... 2 2. RETE ADDUZIONE ACQUA... 2 3. SISTEMA PER IL RECUPERO DELL ACQUA PIOVANA PER USI INDOOR... 3 4. PRODUZIONE DI ACQUA CALDA

Dettagli

Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla Procedura Abilitativa Semplificata

Relazione tecnica di asseverazione Allegata alla Procedura Abilitativa Semplificata Modello B104ASS (febb 2013) Allo Sportello Unico per l Edilizia Pagina 1 di 12 COMUNE DI BOVINO (Provincia di Foggia) SETTORE TECNICO - URBANISTICO AMBIENTE - PATRIMONIO Protocollo Esente da bollo Cod.

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI RELAZIONE TECNICA IMPIANTI GENERALITA Scopo della presente Relazione tecnica, è quello di descrivere le proposte tecniche necessarie per la realizzazione dell impianto di riscaldamento, idrico sanitario

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI IDRICO FOGNANTI

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI IDRICO FOGNANTI RELAZIONE TECNICA IMPIANTI IDRICO FOGNANTI E' previsto il rifacimento di tutti i corpi bagni. Gli apparecchi sanitari previsti nella progettazione edile, sono delle seguenti tipologie: vaso del tipo a

Dettagli

INDICE 1. DESCRIZIONE GENERALI DELLE COMPONENTI DELL IMPIANTO MECCANICO...

INDICE 1. DESCRIZIONE GENERALI DELLE COMPONENTI DELL IMPIANTO MECCANICO... INDICE 1. DESCRIZIONE GENERALI DELLE COMPONENTI DELL IMPIANTO MECCANICO... 2 1.1 IMPIANTO DI SCARICO... 2 1.1.1 Calcolo delle Unità di scarico... 3 1.2 IMPIANTO IDROSANITARIO... 5 1.2.1 Alimentazione...

Dettagli

IMPIANTO ANTINCENDIO

IMPIANTO ANTINCENDIO IMPIANTO ANTINCENDIO La scuola sarà dotata di impianto idrico antincendio per la protezione interna ossia la protezione contro l incendio che si ottiene mediante idranti a muro, installati in modo da consentire

Dettagli

INDICE. A.S.M. S.p.A. Sede legale: Via Paronese, 110 PRATO (PO) Sede impianto: località Pozzino VAIANO (PO)

INDICE. A.S.M. S.p.A. Sede legale: Via Paronese, 110 PRATO (PO) Sede impianto: località Pozzino VAIANO (PO) INDICE 1. OGGETTO DEI LAVORI... 3 1.1 Premessa... 3 2. DATI TECNICI DI PROGETTO... 3 2.1 Portate d acqua... 3 2.2 Riserva idrica a servizio della bagnatura dei cumuli... 3 3. METODI DI CALCOLO... 4 3.1

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI IMPIANTI MECCANICI (OPERE NON PREVISTE IN PROGETTO)

ELENCO PREZZI UNITARI IMPIANTI MECCANICI (OPERE NON PREVISTE IN PROGETTO) 001 001.01 001.01.001 001.01.001.002 Operaio specializzato (secondo il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per l'edilizia ed ai contratti integrativi provinciali; si intendono per operai specializzati

Dettagli

CATALOGO CLIMATIZZAZIONE

CATALOGO CLIMATIZZAZIONE CATALOGO CLIMATIZZAZIONE Gree nel ondo Gree Electrical Appliances Inc. di Zhuhai, fondata nel 1991, è la più grande azienda di condizionaento al ondo che integra Ricerca & Sviluppo, Produzione, Marketing

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI

RIFERIMENTI NORMATIVI RELAZIONE TECNICA IMPIANTO TERMICO RIFERIMENTI NORMATIVI Tutti gli impianti dovranno essere forniti completi in ogni loro singola parte e perfettamente funzionanti, con tutte le apparecchiature ed accessori

Dettagli

PREZZO UNITARIO RIF. P.U. PREZZO TOTALE Q.TÀ POS. DESCRIZIONE 1. CENTRALE TERMICA ED IDRICA

PREZZO UNITARIO RIF. P.U. PREZZO TOTALE Q.TÀ POS. DESCRIZIONE 1. CENTRALE TERMICA ED IDRICA 1. CENTRALE TERMICA ED IDRICA 1.01 MO.17.02 Gruppo termico a condensazione: potenzialità al focolare 75 kw potenzialità utile (80-60 C) 74 kw potenzialità utile (50-30 C) 81,5 kw 1.02 MO.18 Sistema di

Dettagli

Capitolato Prestazionale Impianti Meccanici Brisighella

Capitolato Prestazionale Impianti Meccanici Brisighella SOMMARIO 1. PREMESSA... 2 2. NORMATIVE DI RIFERIMENTO... 3 3. SCELTE PROGETTUALI... 6 4. CALDAIA... Errore. Il segnalibro non è definito. 5. SOLARE TERMICO... Errore. Il segnalibro non è definito. 6. RADIATORI...

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI

ELENCO PREZZI UNITARI Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. Viale Maresciallo Pilsudski, 92 (Roa) LAVORI DI RIFACIMENTO DELL' IMPIANTO ELETTRICO DI TRASFORMAZIONE MT/BT E DEL GRUPPO STATICO DI CONTINUITA' ASSERVITI ALL'

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA COMUNE DI MILANO Settore Edilizia Scolastica GRUPPO 2 - ZONA 9 - SCUOLA N 1277 -------- RELAZIONE DESCRITTIVA DELLE OPERE DA REALIZZARE PER L ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI ANTINCENDIO E CENTRALE TERMICA NELLA

Dettagli

SPECIFICHE TECNICA RELATIVE AGLI IMPIANTI A FLUIDO DEL CENTRO ILMA (Ricerche e servizi oncologici nel Salento) NEL COMUNE DI GALLIPOLI (LE)

SPECIFICHE TECNICA RELATIVE AGLI IMPIANTI A FLUIDO DEL CENTRO ILMA (Ricerche e servizi oncologici nel Salento) NEL COMUNE DI GALLIPOLI (LE) SPECIFICHE TECNICA RELATIVE AGLI IMPIANTI A FLUIDO DEL CENTRO ILMA (Ricerche e servizi oncologici nel Salento) NEL COMUNE DI GALLIPOLI (LE) In particolare vengono di seguito citate le principali norme

Dettagli

Impianti tecnici. Distribuzione acqua per uso sanitario

Impianti tecnici. Distribuzione acqua per uso sanitario Impianti tecnici Distribuzione acqua per uso sanitario Impianti idrici Requisiti - Coibentazione: riferimento ai requisiti di legge per le tubazioni di acqua calda; - Protezione dalla condensa; - Protezione

Dettagli

INDICE. 1 PREMESSA 2 DESCRIZIONE IMPIANTO 2.1 Dimensionamento della rete... 3 IMPIANTO SMALTIMENTO ACQEU 4 VERIFICHE, COLLAUDO E CERTIFICAZIONI...

INDICE. 1 PREMESSA 2 DESCRIZIONE IMPIANTO 2.1 Dimensionamento della rete... 3 IMPIANTO SMALTIMENTO ACQEU 4 VERIFICHE, COLLAUDO E CERTIFICAZIONI... INDICE 1 PREMESSA 2 DESCRIZIONE IMPIANTO 2.1 Dimensionamento della rete... 3 IMPIANTO SMALTIMENTO ACQEU 4 VERIFICHE, COLLAUDO E CERTIFICAZIONI... Pagina 1 di 6 1. PREMESSA La presente relazione intende

Dettagli

REGIONE PUGLIA Comune di Modugno (Ba) Riqualificazione urbana di aree degradate presso il Quartiere S. Cecilia INDICE

REGIONE PUGLIA Comune di Modugno (Ba) Riqualificazione urbana di aree degradate presso il Quartiere S. Cecilia INDICE INDICE 1. OGGETTO... 2 2. SCOPO... 3 3. IMPIANTO IDRICO... 4 4.1 TUBAZIONI IMPIANTO ADDUZIONE ACQUA... 4 4. MATERIALI E PEZZI SPECIALI... 6 5. LEGGI E NORMATIVE DI RIFERIMENTO... 7 1 1. OGGETTO Il presente

Dettagli

Impianto di ventilazione meccanica controllata

Impianto di ventilazione meccanica controllata Impianto di ventilazione meccanica controllata Per favorire un corretto ricambio dell aria e l estrazione dall ambiente di aria carica di vapore acqueo e di agenti inquinanti prodotti dalle normali funzioni

Dettagli

TIP Aerotermi TIP. Aerotermi come apparecchi a parete e soffitto Catalogo tecnico

TIP Aerotermi TIP. Aerotermi come apparecchi a parete e soffitto Catalogo tecnico TIP Aeroteri TIP Aeroteri coe apparecchi a parete e soffitto Catalogo tecnico Indice 01 Inforazioni sul prodotto 6 Panoraica 7 Dati sul prodotto 8 Guida alla scelta: Panoraica delle versioni 9 TIP in un

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL RESPONSABILE DELL IMPIANTO, PER L INSTALLATORE E PER IL SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA

ISTRUZIONI PER IL RESPONSABILE DELL IMPIANTO, PER L INSTALLATORE E PER IL SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA GRUPPI TERMICI MURALI A CONDENSAZIONE q ISTRUZIONI PER IL RESPONSABILE DELL IMPIANTO, PER L INSTALLATORE E PER IL SERVIZIO TECNICO DI ASSISTENZA IL CLIMA PER OGNI TEMPO CONFORMITà I gruppi terici q r sono

Dettagli

Prestazioni termiche e acustiche di soluzioni di involucro in laterizio faccia a vista

Prestazioni termiche e acustiche di soluzioni di involucro in laterizio faccia a vista 2 Prestazioni teriche e acustiche di soluzioni di involucro in laterizio faccia a vista Indice Preessa pag. 3 Le soluzioni tecniche d involucro con attoni faccia a vista pag. 5 La valutazione delle prestazioni

Dettagli

Comuni di Sirolo e Numana

Comuni di Sirolo e Numana Progettista: Arch. Giorgio Pagnoni LUGLIO 2012 RELAZIONE TECNICA IMPIANTO IDRAULICO I STRALCIO FUNZIONALE Service & Consulting Immobiliare s.r.l. - Via Trieste n. 21-60124 Ancona - tel 071 3580027 PROGETTO

Dettagli

Nuovo Centro Civico e Stazione Tramvia Veloce - Scandicci

Nuovo Centro Civico e Stazione Tramvia Veloce - Scandicci Nuovo Centro Civico e Stazione Tramvia Veloce - Scandicci POLITECNICA SOC. COOP. ING. M. GUSSO GENNAIO 2007 Relazione tecnica descrittiva impianti meccanici - gennaio/07 (ai sensi dell art. 20 D.P.R. 554/99)

Dettagli

Caratteristiche tecniche e costruttive

Caratteristiche tecniche e costruttive Caratteristice tecnice e costruttive A C HUB RADIATOR FULL è un sistea integrato di riscadaento a vaso aperto, coposto da un unità Moto-evaporante esterna o ad incasso (Booster) a PdC ce provvede ad assicurare

Dettagli

LG Air Conditioning Professional 2011 GUIDA PRODOTTI LINEA MULTISPLIT

LG Air Conditioning Professional 2011 GUIDA PRODOTTI LINEA MULTISPLIT LG Air Conditioning Professional 11 GUIDA PRODOTTI LINEA MULTISPLIT CLIMATIZZATORI LG EFFICIENZA E DESIGN LG è tra le aziende più iportanti al ondo per la produzione di condizionatori d aria. La gaa dei

Dettagli

Cassetta 1 via slim. Cassetta 4 vie mini TH026EAV1 TH035EAV1 TH052EAV1 TH060EAV1. Cassetta 4 vie CH070EAV1 CH090EAV CH105EAV CH140EAV

Cassetta 1 via slim. Cassetta 4 vie mini TH026EAV1 TH035EAV1 TH052EAV1 TH060EAV1. Cassetta 4 vie CH070EAV1 CH090EAV CH105EAV CH140EAV Copatti, leggeri ed eleganti, i cliatizzatori della linea coerciale sono facili da installare e si inseriscono aroniosaente in ogni abiente. La serie dei cliatizzatori coerciali offre un apia gaa di odelli

Dettagli

Climatizzatori Linea Residenziale

Climatizzatori Linea Residenziale www.airwell.it 08 Cliatizzatori Linea Residenziale AN ELCO HOLDING COMPANY Indice Gaa DC Inverter Pag 12 Gaa ON/OFF Pag 38 Gaa Professional PNX/FLO DC INVERTER onosplit a parete 14 NEW WDI DC INVERTER

Dettagli

PREMESSA... 2 IMPIANTI TERMICI DI RISCALDAMENTO... 2 DESCRIZIONE DELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO - RICAMBIO ARIA LOCALI CIECHI... 4

PREMESSA... 2 IMPIANTI TERMICI DI RISCALDAMENTO... 2 DESCRIZIONE DELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO - RICAMBIO ARIA LOCALI CIECHI... 4 Sommario PREMESSA... 2 IMPIANTI TERMICI DI RISCALDAMENTO... 2 DESCRIZIONE DELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO - RICAMBIO ARIA LOCALI CIECHI... 4 Tipologie d impianto... 4 1 - Impianto riscaldamento a pannelli

Dettagli

INDICE PREMESSA... 2 DOCUMENTAZIONE DI PROGETTO... 2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 2 FINALITÀ... 2 AREE DA PROTEGGERE... 2

INDICE PREMESSA... 2 DOCUMENTAZIONE DI PROGETTO... 2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 2 FINALITÀ... 2 AREE DA PROTEGGERE... 2 INDICE PREMESSA... 2 DOCUMENTAZIONE DI PROGETTO... 2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 2 FINALITÀ... 2 AREE DA PROTEGGERE... 2 COMPOSIZIONE DEGLI IMPIANTI... 2 ALIMENTAZIONE IDRICA... 3 COMPONENTI DEGLI IMPIANTI...

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN LOCALE BAR-RISTORO Via Monte Generoso n. 71 - VARESE

REALIZZAZIONE DI UN LOCALE BAR-RISTORO Via Monte Generoso n. 71 - VARESE UFFICIO SPECIALE PER L EDILIZIA COMUNE DI VARESE UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA VARESE COMO REALIZZAZIONE DI UN LOCALE BAR-RISTORO Via Monte Generoso n. 71 - VARESE PROGETTO ESECUTIVO DESCRIZIONE

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI IMPIANTI ELETTRICI (OPERE NON PREVISTE IN PROGETTO)

ELENCO PREZZI UNITARI IMPIANTI ELETTRICI (OPERE NON PREVISTE IN PROGETTO) B03 - OPERE COMPIUTE PER MANUTENZIONI STRAORDINARIE E NUOVE REALIZZAZIONI B03 OPERE COMPIUTE PER MANUTENZIONI STRAORDINARIE E NUOVE REALIZZAZIONI B03.01 - SMONTAGGI E ALLACCIAMENTI B03.01 SMONTAGGI E ALLACCIAMENTISMONTAGGI

Dettagli

LIBRETTO DI IMPIANTO DI FACSIMILE CLIMATIZZAZIONE NAZIONALE. Predisposto per impianti domestici

LIBRETTO DI IMPIANTO DI FACSIMILE CLIMATIZZAZIONE NAZIONALE. Predisposto per impianti domestici NAZIONALE LIBRETTO DI IPIANTO DI CLIATIZZAZIONE Predisposto per impianti domestici ELENCO DELLE SCHEDE PREDISPOSTE NEL PRESENTE LIBRETTO SCHEDA 1 SCHEDA 2 IDENTIFICATIVA DELL IPIANTO TRATTAENTO ACQUA SCHEDA

Dettagli

RELAZIONE DI CALCOLO RETE GAS

RELAZIONE DI CALCOLO RETE GAS Via della Madonna n 105, 51100 Pistoia Tel/fax 0573.977477 0573.25014 RELAZIONE DI CALCOLO RETE GAS S. Domenico ASP Via Colle dei Fabbri n 8 51017 Pescia (PT) Premessa di carattere generale La presente

Dettagli

CATALOGO CLIMATIZZAZIONE

CATALOGO CLIMATIZZAZIONE CATALOGO CLIMATIZZAZIONE Gree nel ondo Gree Electrical Appliances Inc. di Zhuhai, fondata nel 1991, è la più grande azienda di condizionaento al ondo che integra Ricerca & Sviluppo, Produzione, Marketing

Dettagli

ELAB. F01 - RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

ELAB. F01 - RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA Il presente documento riguarda il progetto esecutivo per la sostituzione della centrale termica a servizio della Villa Andrea facente parte del complesso Ville Ponti in Varese. E inoltre compresa l installazione

Dettagli

AZIENDA POLICLINICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

AZIENDA POLICLINICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA AZIENDA POLICLINICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA APPALTO DI SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE DI PRONTO SOCCORSO, ACCETTAZIONE, EMERGENZA MEDICO CHIRURGICA E POLIAMBULATORI

Dettagli

Documentazione relativa alle pratiche: ISPESL Prevenzione Incendi. Disposizioni relative all uso razionale dell energia degli impianti termici.

Documentazione relativa alle pratiche: ISPESL Prevenzione Incendi. Disposizioni relative all uso razionale dell energia degli impianti termici. TERMOIDRAULICA: PROGRAMMA FORMAZIONE 2010 Con l obiettivo di fornire costante informazione alle imprese termoidrauliche che operano nel settore degli impianti tecnologici, il programma di aggiornamento

Dettagli

MP7 UNI Strumento per la misurazione della portata H 2 O delle reti idrauliche antincendio in funzione della pressione dinamica e residua.

MP7 UNI Strumento per la misurazione della portata H 2 O delle reti idrauliche antincendio in funzione della pressione dinamica e residua. MP7 UNI Strumento per la misurazione della portata H 2 O delle reti idrauliche antincendio in funzione della pressione dinamica e residua. 9 4 6 5 7 3 8 1 2 1. Strumento base MP7 UNI 2. Attacco UNI 45

Dettagli

COMPLESSO E 13 RETE IDRANTI

COMPLESSO E 13 RETE IDRANTI COMPLESSO E 13 RETE IDRANTI Con la costituzione dei nuovi filtri in adiacenza ai vani scala a prova di fumo, si prevede lo spostamento degli idranti attualmente esistenti all'interno dei vani filtro sopra

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO IDRICO FOGNANTE

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO IDRICO FOGNANTE RELAZIONE TECNICA IMPIANTO IDRICO FOGNANTE Il dimensionamento dei diametri delle tubazioni costituenti la rete è determinato tenendo conto del coefficiente di contemporaneità, dei diametri minimi delle

Dettagli

IMPIANTO IDRICO-SANITARIO. Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì

IMPIANTO IDRICO-SANITARIO. Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì IMPIANTO IDRICO-SANITARIO I AGGIORNAMENTO 14/12/2013 GENERALITÀ L impianto idrico-sanitario comprende:

Dettagli

Catalogo TEC Formazione Tecnologica

Catalogo TEC Formazione Tecnologica TEC Bosch Training Esperienze Copetenze Robert Bosch S.p.A. Via M.A. Colonna, 35 20149 Milano tel +39 02 3696 2830 fax +39 02 3696 2397 tec@it.bosch.co www.bosch-tec.it Catalogo TEC Forazione Tecnologica

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 215-1:1990 31/03/90 Valvole termostatiche per radiatori. Requisiti e metodi di prova. UNI EN 255-1:1998 31/10/98 Condizionatori, refrigeratori di liquido e pompe di calore con compressore elettrico

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 215-1:1990 31/03/1990 Valvole termostatiche per radiatori. Requisiti e metodi di prova. UNI EN 255-1:1998 31/10/1998 Condizionatori, refrigeratori di liquido e pompe di calore con compressore elettrico

Dettagli

BATIMENTS FSA EQUIPMENT HYDRIQUE SANITAIRE RAPPORT TECHNIQUE FABBRICATI FSA IMPIANTO IDRICO SANITARIO RELAZIONE TECNICA SOMMAIRE / INDICE

BATIMENTS FSA EQUIPMENT HYDRIQUE SANITAIRE RAPPORT TECHNIQUE FABBRICATI FSA IMPIANTO IDRICO SANITARIO RELAZIONE TECNICA SOMMAIRE / INDICE SOMMAIRE / INDICE RESUME/RIASSUNTO... 3 1. NORMATIVE DELLA SOUMISSION 44 RELATIVE AL PRESENTE PROGETTO... 4 1.1 Norme funzionali... 4 1.2 Norme su Materiali e Apparecchiature... 4 2. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO...

Dettagli

CDP - Studio Tecnico Casetta & Del Piano Ingegneri Associati

CDP - Studio Tecnico Casetta & Del Piano Ingegneri Associati IMPIANTO TERMICO 1. Impianto termico La presente relazione riguarda il dimensionamento dell impianto termico a servizio dell edificio in progetto da adibire struttura a servizio del Comune di Orbassano

Dettagli

livello progettazione: Relazione Impianto Idrico Fognante ing. Antonello DE STASIO Geom. Angelo CASOLI ing. Renato Mario PAVIA

livello progettazione: Relazione Impianto Idrico Fognante ing. Antonello DE STASIO Geom. Angelo CASOLI ing. Renato Mario PAVIA COMUNE DI TROIA (Provincia di Foggia) denominazione progetto: Fondo Per lo Sviluppo e Coesione 2007-2013 Accordo di programma quadro "Settore Aree Urbane - Città" Realizzazione di n. 18 alloggi di edilizia

Dettagli

Auchan Bussolengo Ampliamento Progetto di ampliamento dell Auchan di Bussolengo (VR) RELAZIONE TECNICA IMPIANTI TECNOLOGICI

Auchan Bussolengo Ampliamento Progetto di ampliamento dell Auchan di Bussolengo (VR) RELAZIONE TECNICA IMPIANTI TECNOLOGICI INDICE 1 OGGETTO 3 2 NORME TECNICHE DI RIFERIMENTO PER GLI IMPIANTI E I COMPONENTI 4 3 RIEPILOGO DEGLI IMPIANTI PREVISTI 8 4 DATI GENERALI 8 4.1 DESCRIZIONE DELL EDIFICIO OGGETTO DELL INTERVENTO...8 5

Dettagli

REALIZZAZIONE TORRE CIVICA IMPIANTI MECCANICI E IDRICO-SANITARIO

REALIZZAZIONE TORRE CIVICA IMPIANTI MECCANICI E IDRICO-SANITARIO REALIZZAZIONE TORRE CIVICA IMPIANTI MECCANICI E IDRICO-SANITARIO INDICE 1 PREMESSA 3 2 IMPIANTI TERMICI, DI CONDIZ±IONAMENTO DELL ARIA, DI RISCALDAMENTO E DI VENTILAZIONE 3 2.1 DATI DI PROGETTO 3 2.2 TIPOLOGIE

Dettagli

PAG. 3 PAG. 5 PAG. 7 PAG. 9 PAG. 11 PAG. 57 PAG. 59 PAG. 61 PAG. 63 PAG. 66

PAG. 3 PAG. 5 PAG. 7 PAG. 9 PAG. 11 PAG. 57 PAG. 59 PAG. 61 PAG. 63 PAG. 66 GRUI DI CERTIFICAZIONI INDICE GRUI DI ELETTRONICI 2 JET AD 1/2/3 KV AD 3-6-1 AG. 3 AG. 15 2 JETINOX AD 2-3 NKV AD 1-15 AG. 5 AG. 25 2 EURO AD 2/3/4 NKVE 1-15-2-32-45 MCE/ AG. 7 AG. 3 2 EUROINOX AD 2 NKVE

Dettagli

OGGETTO... 2. Requisiti... 2. Descrizione del sistema di climatizzazione... 3

OGGETTO... 2. Requisiti... 2. Descrizione del sistema di climatizzazione... 3 SOMMARIO OGGETTO... 2 1. IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE... 2 Requisiti.... 2 Descrizione del sistema di climatizzazione.... 3 PARAMETRI DI CALCOLO... 7 2. IMPIANTI IDRICO-SANITARI... 10 3. IMPIANTI DI ESTINZIONE

Dettagli