IMPIANTI IDRAULICI ED ANTINCENDIO PROGETTO ESECUTIVO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IMPIANTI IDRAULICI ED ANTINCENDIO PROGETTO ESECUTIVO"

Transcript

1 SETTORE LAVORII PUBBLIICII E MANUTENZIIONE DEL PATRIIMONIIO REALIZZAZIONE DEL NUOVO MAGAZZINO COMUNALE IN REGIONE DENTE RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA E CALCOLI ESECUTIVI (articolo 37 e 39 del Decreto del Presidente della Repubblica 21 dicembre 1999, n. 554) IMPIANTI IDRAULICI ED ANTINCENDIO PROGETTO ESECUTIVO Canelli, I PROGETTISTI Geom. Enrico Zandrino Geom. Carluccio Bottero

2 CENTRALE TERMICA La centrale per la produzione di calore esistente risulta posizionata in apposito locale posto al piano seminterrato dello stabile Palazzina, ove è installata una caldaia in ghisa per la produzione di acqua calda alimentata a gasolio. Tale centrale risulta non solo obsoleta, anche a causa del mancato utilizzo da oltre anni, ma più in generale sovradimensionata in rapporto all utilizzo che si intende fare dello stabile. Si è pertanto previsto di smantellare la centrale esistente sostituendola con due caldaie murali a gas con scambiatore istantaneo ad alto rendimento da installare presso gli appartamenti esistenti nella palazzina, dotate delle seguenti caratteristiche: Sistema a camera stagna; Scambiatore principale con tubi e alette in rame protetto da verniciatura siliconica; Scambiatore di calore sanitario di tipo a piastre saldobrasate in acciaio inox; Gruppo idraulico completo di valvola a 3 vie, pressostato circuito primario, by-pass automatico riscaldamento, filtro acqua, rubinetto di carico impianto, valvola di sicurezza, pompa di circolazione, vaso di espansione; Elettrovalvola modulante e bruciatore multigas; Controllo elettronico a microprocessore con accensione elettronica; Potenza termica utile kw 29 ca; Produzione di acqua calda sanitaria con t 30 C 13 l/minuto ca. Ogni caldaia sarà dotata di cronotermostato programmabile settimanale. L analisi delle tubazioni di mandata e di adduzione, ha rivelato la fattibilità di massima della conversione ipotizzata sia sotto il profilo puramente impiantistico che sotto l aspetto della tenuta delle tubazioni che, allo stato attuale, non lascia ipotizzare possibili problematiche di futuro tra filamento. Tali considerazioni sono supportate anche da indagini storiche svolte nei confronti dei responsabili della manutenzione del vecchio impianto, all epoca del suo utilizzo. Le suddette considerazioni sono peraltro ipotetiche in quanto l impianto è realizzato sotto traccia e non è pertanto stato possibile effettuare che ispezioni visive limitate a quanto accessibile dall esterno. Sarà comunque possibile, in sede esecutiva, testare a pressione le tubazioni in oggetto provvedendo, qualora del caso, alle eventuali riparazioni puntuali. Per quanto riguarda i servizi del locale magazzino, in considerazione dell uso alquanto sporadico degli stessi, si è optato per l adozione di uno scaldacqua elettrico murale sopra lavello ad accumulo di dimensioni compatte, della capacità di ca. 30 l, potenza 1,5 kw.

3 Per gli stessi motivi ma anche tenendo conto della necessità di garantire la sicurezza contro il gelo all impianto idrico sanitario, si prevede all interno dei servizi del magazzino di installare un radiatore elettrico a circolazione naturale con termostato elettronico e funzione antigelo. IMPIANTO IDRICO SANITARIO E SCARICHI Nel servizio igienico del magazzino e nei servizi della palazzina sarà realizzata una distribuzione orizzontale sotto traccia in multistrato con raccorderia in metallo, dalla quale saranno derivate le diramazioni, sempre in multistrato, per l'alimentazione dei singoli servizi igienici. In ogni servizio igienico verranno installati due rubinetti a parete a cappuccio cromato, atti ad intercettare l'acqua in caso di manutenzione degli apparecchi sanitari. Dai rubinetti a cappuccio si deriverà la distribuzione ai singoli apparecchi, la quale sarà eseguita mediante tubazioni in multistrato coibentato con guaina in polietilene. Gli apparecchi sanitari saranno di dimensioni correnti, i lavabo saranno tutti dotati di miscelatore monocomando adatto per installazione sopra lavabo e i WC saranno con cassetta di cacciata a zaino. Le tubazioni di scarico saranno in polietilene ad alta densità e saranno posate in appositi cavedii realizzati nei servizi igienici o sulle pareti perimetrali, e saranno collegate alla rete fognaria esterna. Le colonne verticali si attesteranno sulla copertura in esterno e costituiranno la ventilazione primaria.

4 PRODUZIONE ACQUA CALDA AD USO SANITARIO Una rete di distribuzione dell'acqua calda, costituita da tubazione in multistrato, partirà dallo scaldabagno per alimentare i lavabi e i lavelli interessati. La tubazione correrà sotto pavimento ed incassata a parete, essa sarà coibentata termicamente con guaina di polietilene. IMPIANTO ANTINCENDIO L'attività in esame non è soggetta al controllo dei Vigili del fuoco, ai sensi del D.M. 16 febbraio 1982, in quando il punto 88 della norma citata prevede l assoggettamento solo nel caso di "Locali adibiti a depositi di merci e materiali vari con superficie lorda superiore a 1000 metri quadrati". Si è peraltro ugualmente prevista la realizzazione di un impianto antincendio di tipo fisso e di un impianto di rilevazione, segnalazione e allarme a zone conforme alla norma UNI 9795 con combinatore telefonico, dotato di quattro rilevatori. L impianto sarà servito dall adiacente vasca dell impianto di potabilizzazione cittadino, della capacità di oltre mc che assicura pertanto eccellenti garanzie dal punto di vista della portata e della pressione. La captazione dall impianto di potabilizzazione si configura pertanto come un sistema di alimentazione ad alta affidabilità in quanto virtualmente inesauribile e nel quale gli impianti dell acquedotto assicurano le caratteristiche di portata e di ridondanza richieste ai sistemi di pompaggio. L alimentazione avverrà pertanto indipendentemente da quella della rete sanitaria, mediante un pozzetto collegato, all esterno, ad un gruppo attacco motopompa con due idranti UNI 70, saracinesca e valvola di ritegno a Clapet in ottone, valvola di sicurezza per scarico sovrapressione pretarata a 6 bar del diametro nominale di 2,5 pollici posto nelle adiacenze del portone ad est. Il predetto gruppo avrà essenzialmente la funzione di consentire il carico dei mezzi dei VVF al verificarsi di incendi nella zona, dato il carattere pubblico dell edificio in questione. All interno verrà realizzata una rete di distribuzione ad anello in acciaio zincato verniciato nel colore rosso RAL 3000 con 4 discese in corrispondenza all incirca degli angoli del fabbricato alle quali saranno collegati quattro idranti: 2 idranti antincendio a parete UNI 70 con manichetta appiattibile UNI 9487 certificata dal Ministero dell'interno della lunghezza di m 30, pressione di esercizio 12 bar, pressione di scoppio 42 bar, cassetta in acciaio verniciato con aperture di alimentazione laterali

5 preincise nella lamiera verniciata rosso RAL 3000, lastra frangibile trasparente a rottura di sicurezza Safe Crash, rubinetto idrante filettato 2" - UNI 70, lancia in rame a getto pieno 16 mm; 2 idranti antincendio UNI 25 su naspo, con tubo semirigido UNI 9488 rivestito in resina poliuretanica antiabrasione e antimuffa colore rosso della lunghezza di m 30, pressione di esercizio 25 bar, pressione di scoppio 80 bar, cassetta da incasso o a parete e naspo in acciaio verniciato rosso RAL 3000, erogatore in ottone con lancia frazionatrice, portello portavetro in alluminio, lastra frangibile trasparente a rottura di sicurezza Safe Crash, dimensioni mm 650x700x270; conforme alla norma UNI EN 671/1; I quattro idranti verranno posizionati incrociati tra loro al fine di ottenere la massima flessibilità di utilizzo delle diverse lance. Le tubazioni saranno ubicate alla quota di imposta del tetto con discese in corrispondenza dei pilastri o comunque a quota tale da risultare protette dagli urti. L impianto sarà infine completato da n 6 estintori portatili da incendio, di tipo approvato dal Ministero dell interno, distribuiti in modo uniforme allo scopo di consentirne il rapido utilizzo in caso di incendio. Nel caso in esame si è optato per il tipo 34 A 144 B. SUPERFICIE PROTETTA DA UN ESTINTORE TIPO DI ESTINTORE RISCHIO DI INCENDIO BASSO MEDIO ALTO 13 A 89 B 100 mq A -113 B 150 mq 100 mq - 34 A 144 B 200 mq 150 mq 100 mq 55 A 233 B 250 mq 200 mq 200 mq Gli estintori portatili sono stato ubicati presso le vie di uscita ed in corrispondenza degli idranti al fine di consentire una rapida individuazione dei mezzi antincendio. L installazione sarà evidenziata mediante la segnaletica prevista dal D.Lgs. 493/96. Canelli, I PROGETTISTI Geom. Enrico Zandrino Geom. Carluccio Bottero

Impianto Antincendio. 1 di 5

Impianto Antincendio. 1 di 5 1 Impianto Antincendio 1. 01 Allestimento di cantiere comprensivo di apposizione di segnaletica di sicurezza, apposizione di cartello di cantiere indicante lavori da eseguire, committente, impresa e quant'altro,

Dettagli

SOMMARIO. 44-EIDRT004 VVF.doc 1/9

SOMMARIO. 44-EIDRT004 VVF.doc 1/9 SOMMARIO... 2 1.1 Premessa... 2 1.2 Riferimenti normativi... 2 1.3 Caratteristiche generali dell impianto e prestazioni garantite... 2 1.4 Caratteristiche generali della rete.... 5 1.5 Progettazione ed

Dettagli

PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014

PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014 PROGRAMMI INTEGRATI DI RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014 PROGETTO ESECUTIVO PER LAVORI DI COSTRUZIONE DI UN FABBRICATI DI E.R.P. COMPOSTO DA N. 8 ALLOGGI SITO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA COMUNE DI MILANO Settore Edilizia Scolastica GRUPPO 1 - ZONA 2 - SCUOLA N 1170 -------- RELAZIONE DESCRITTIVA DELLE OPERE DA REALIZZARE PER L ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI ANTINCENDIO E ADDUZIONE GAS NEL

Dettagli

Elenco dei Corpi d'opera. Corpo d'opera 03OPERE IMPIANTISTICHE. Unità tecnologiche 03 OPERE IMPIANTISTICHE

Elenco dei Corpi d'opera. Corpo d'opera 03OPERE IMPIANTISTICHE. Unità tecnologiche 03 OPERE IMPIANTISTICHE Elenco dei Corpi d'opera 03 OPERE IMPIANTISTICHE Corpo d'opera 03OPERE IMPIANTISTICHE Unità tecnologiche 01 Impianto riscaldamento 02 Impianto smaltimento acque usate e meteoriche 03 Impianto antincendio

Dettagli

Comando Rieti, maggio 2010

Comando Rieti, maggio 2010 Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO IMPIANTI DI SPEGNIMENTO AD IDRANTI Comando Rieti, maggio 2010

Dettagli

Il D.M. 16 maggio 1987, n 246. Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione.

Il D.M. 16 maggio 1987, n 246. Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione. Il D.M. 16 maggio 1987, n 246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione. 1 1.0. Scopo Le presenti norme hanno per oggetto i criteri di sicurezza antincendi da applicare agli edifici

Dettagli

IMPIANTO IDRICO-SANITARIO. Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì

IMPIANTO IDRICO-SANITARIO. Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì IMPIANTO IDRICO-SANITARIO I AGGIORNAMENTO 14/12/2013 GENERALITÀ L impianto idrico-sanitario comprende:

Dettagli

www.buildingthefuture.it

www.buildingthefuture.it Oggetto via Orly, n. 327 Campi Bisenzio Impianti di riscaldamento, condizionamento, idrico sanitario, adduzione EDIFICIO INDUSTRIALE Zona Lavori L'offerta comprende la fornitura e posa in opera di : A

Dettagli

INDICE 1. DESCRIZIONE GENERALI DELLE COMPONENTI DELL IMPIANTO MECCANICO...

INDICE 1. DESCRIZIONE GENERALI DELLE COMPONENTI DELL IMPIANTO MECCANICO... INDICE 1. DESCRIZIONE GENERALI DELLE COMPONENTI DELL IMPIANTO MECCANICO... 2 1.1 IMPIANTO DI SCARICO... 2 1.1.1 Calcolo delle Unità di scarico... 3 1.2 IMPIANTO IDROSANITARIO... 5 1.2.1 Alimentazione...

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI IDRICO FOGNANTI

RELAZIONE TECNICA IMPIANTI IDRICO FOGNANTI RELAZIONE TECNICA IMPIANTI IDRICO FOGNANTI E' previsto il rifacimento di tutti i corpi bagni. Gli apparecchi sanitari previsti nella progettazione edile, sono delle seguenti tipologie: vaso del tipo a

Dettagli

ALLEGATO 1 (al Capitolato Speciale d Appalto)

ALLEGATO 1 (al Capitolato Speciale d Appalto) ALLEGATO 1 (al Capitolato Speciale d Appalto) PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ANTINCENDIO NEGLI IMMOBILI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE ELENCO PREZZI UNITARI

Dettagli

Relazione specialistica impianti meccanici. 1. Dati generali e descrizione dell'opera... 2. 2. Descrizione degli interventi... 4

Relazione specialistica impianti meccanici. 1. Dati generali e descrizione dell'opera... 2. 2. Descrizione degli interventi... 4 Sommario 1. Dati generali e descrizione dell'opera... 2 2. Descrizione degli interventi... 4 2.1 Impianto protezione idrica antincendio... 4 2.1.1 Rete idranti... 4 2.1.2 Sostituzione del gruppo di pressurizzazione

Dettagli

Luna3 Comfort Max. Caldaie murali a gas con mini accumulo. Controllo remoto programmabile con termoregolazione. (secondo DL 311/06)

Luna3 Comfort Max. Caldaie murali a gas con mini accumulo. Controllo remoto programmabile con termoregolazione. (secondo DL 311/06) Luna3 Comfort Max Controllo remoto programmabile con termoregolazione m o d u l a n t e (secondo DL 311/6) D I S E R I E Caldaie murali a gas con mini accumulo Massime prestazioni in sanitario 15. lt d

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO IMPIANTO ANTINCENDIO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO IMPIANTO ANTINCENDIO Comune di Offida Lavori di: Legge 27 dicembre 2002 n. 289, art. 21 comma 80 PIANO STRAORDINARIO PER LA MESSA IN SICUREZZA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI Delibera CIPE n. 143/2006 di approvazione del II programma

Dettagli

Nuovo Centro Civico e Stazione Tramvia Veloce - Scandicci

Nuovo Centro Civico e Stazione Tramvia Veloce - Scandicci Nuovo Centro Civico e Stazione Tramvia Veloce - Scandicci POLITECNICA SOC. COOP. ING. M. GUSSO GENNAIO 2007 Relazione tecnica descrittiva impianti meccanici - gennaio/07 (ai sensi dell art. 20 D.P.R. 554/99)

Dettagli

ELAB. F01 - RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

ELAB. F01 - RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA Il presente documento riguarda il progetto esecutivo per la sostituzione della centrale termica a servizio della Villa Andrea facente parte del complesso Ville Ponti in Varese. E inoltre compresa l installazione

Dettagli

COMPLESSO E 13 RETE IDRANTI

COMPLESSO E 13 RETE IDRANTI COMPLESSO E 13 RETE IDRANTI Con la costituzione dei nuovi filtri in adiacenza ai vani scala a prova di fumo, si prevede lo spostamento degli idranti attualmente esistenti all'interno dei vani filtro sopra

Dettagli

RELAZIONE IMPIANTO IDRICO ANTINCENDIO

RELAZIONE IMPIANTO IDRICO ANTINCENDIO 1. TERMINOLOGIA RELAZIONE IMPIANTO IDRICO ANTINCENDIO Idrante antincendio: apparecchiatura antincendio dotata di un attacco unificato, di valvola di intercettazione ad apertura manuale e collegato ad una

Dettagli

Regione Marche Prezzario ufficiale in materia di lavori pubblici

Regione Marche Prezzario ufficiale in materia di lavori pubblici Regione Marche Prezzario ufficiale in materia di lavori pubblici Codice Sub Descrizione UNM Prezzo Sicurezza 13 IMPIANTI DI RISCALDAMENTO, DI CONDIZIONAMENTO, DI VENTILAZIONE 13.01 Prezzi a corpo di impianti

Dettagli

Decreto Ministeriale n 246 del 16/05/1987 Norme di sicurezza antincendio per gli edifici di civile abitazione.

Decreto Ministeriale n 246 del 16/05/1987 Norme di sicurezza antincendio per gli edifici di civile abitazione. Decreto Ministeriale n 246 del 16/05/1987 Norme di sicurezza antincendio per gli edifici di civile abitazione. Sono approvate le norme di sicurezza antincendio per gli edifici di civile abitazione contenute

Dettagli

RETI IDRANTI UNI 10779-07. A cura di BM SISTEMI srl. Progettazione, Installazione ed Esercizio

RETI IDRANTI UNI 10779-07. A cura di BM SISTEMI srl. Progettazione, Installazione ed Esercizio RETI IDRANTI Progettazione, Installazione ed Esercizio UNI 10779-07 A cura di BM SISTEMI srl Introduzione La progettazione e l installazione delle reti idranti è regolata in Italia dalla norma UNI 10779.

Dettagli

TECHNOLOGIES 2000 S.r.l. via Baldinucci, 14/a - 59100 Prato pag. 2

TECHNOLOGIES 2000 S.r.l. via Baldinucci, 14/a - 59100 Prato pag. 2 via Baldinucci, 14/a - 59100 Prato pag. 2 D E S C R I Z I O N E D E L L' A R T I C O L O di misura P R E Z Z O UNITARIO Nr. 1 Fornitura e posa in opera di nr. 1 GRUPPO PRESSURIZZAZIONE ANTINCENDIO a norma

Dettagli

Comune di Acqui Terme (AL) Centro Congressi Area Bagni PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA E DI CALCOLO - IMPIANTI FLUIDO-MECCANICI (IDROSANITARIO)

Comune di Acqui Terme (AL) Centro Congressi Area Bagni PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA E DI CALCOLO - IMPIANTI FLUIDO-MECCANICI (IDROSANITARIO) INDICE 1 Premessa...2 2 Caratteristiche del sistema edilizio...3 3 Impianti previsti...4 3.1 IMPIANTI FLUIDOMECCANICI ED AFFINI...4 3.1.1 IMPIANTI IDROSANITARI E PER SMALTIMENTO ACQUE...4 3.1.2 IMPIANTI

Dettagli

PREMESSA... 2 IMPIANTI TERMICI DI RISCALDAMENTO... 2 DESCRIZIONE DELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO - RICAMBIO ARIA LOCALI CIECHI... 4

PREMESSA... 2 IMPIANTI TERMICI DI RISCALDAMENTO... 2 DESCRIZIONE DELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO - RICAMBIO ARIA LOCALI CIECHI... 4 Sommario PREMESSA... 2 IMPIANTI TERMICI DI RISCALDAMENTO... 2 DESCRIZIONE DELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO - RICAMBIO ARIA LOCALI CIECHI... 4 Tipologie d impianto... 4 1 - Impianto riscaldamento a pannelli

Dettagli

NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE

NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE Decreto Ministero dell interno 16 maggio 1987, n. 246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione. (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 148 del 27 giugno 1987) Il testo del presente

Dettagli

Comuni di Sirolo e Numana

Comuni di Sirolo e Numana Progettista: Arch Giorgio Pagnoni LUGLIO 2012 RELAZIONE TECNICA IMPIANTO RISCALDAMENTO I STRALCIO FUNZIONALE Service & Consulting Immobiliare srl - Via Trieste n 21-60124 Ancona - tel 071 3580027 PROGETTO

Dettagli

NELL AMBITO DELL OPERA DI

NELL AMBITO DELL OPERA DI f di Maurizio Livraghi, Tecnoprogen srl MEGASTORE A MILANO IMPIANTO SPRINKLER E IDRANTI NELL AMBITO DELL OPERA DI RISTRUTTURAZIONE DI UNA STORICA SALA CINEMATOGRAFICA, RICONVERTITA IN MEGASTORE NEL CENTRO

Dettagli

OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELL UNITA IMMOBILIARE SITA IN OLGINATE, VIA RONCO PRADERIGO 12_ FG, 3 MAPP.174, SUB 40

OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELL UNITA IMMOBILIARE SITA IN OLGINATE, VIA RONCO PRADERIGO 12_ FG, 3 MAPP.174, SUB 40 COMMITTENTE: ASSOCIAZIONE ONLUS L ALTRA META DEL CIELO TELEFONO DONNA DI MERATE Via S. Ambrogio, 17 23807 MERATE C.F.94027160137 Comune di Olginate Provincia di Lecco OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

DESCRIZIONE DEI PREZZI UNITARI

DESCRIZIONE DEI PREZZI UNITARI ELENCO PREZZI DESCRIZIONE DEI PREZZI UNITARI Tutti i materiali, le apparecchiature, di seguito elencati, si intendono dati in opera con ogni lavorazione, con la sola esclusione delle opere in muratura

Dettagli

Sommario. Guida al capitolato 2 Dati tecnici 3 Descrizione e dimensioni 6 Aspirazione aria e scarico fumi 8 Accessori 12

Sommario. Guida al capitolato 2 Dati tecnici 3 Descrizione e dimensioni 6 Aspirazione aria e scarico fumi 8 Accessori 12 Murali Standard Residenziale Sommario Guida al capitolato 2 Dati tecnici 3 Descrizione e dimensioni 6 Aspirazione aria e scarico fumi 8 Accessori 12 1 Mynute Special Guida al capitolato Mynute Special

Dettagli

M A T E R I A L E POMPIERISTICO

M A T E R I A L E POMPIERISTICO L A N C E U NI 25 / 4 5 A N O R M A U NI 671/1-2 NOTE GENERALI: Portata minima per idranti a muro con tubazioni flessibili fino a DN52 secondo UNI EN 671-2. I valori di portata sia nella posizione a getto

Dettagli

Ministero dell'interno: Decreto ministeriale 16/05/1987 N. 246 Gazzetta Ufficiale N. 148 del 27/06/1987

Ministero dell'interno: Decreto ministeriale 16/05/1987 N. 246 Gazzetta Ufficiale N. 148 del 27/06/1987 Norme di sicurezza antincendio per gli edifici di civile abitazione. Preambolo Ministero dell'interno: Decreto ministeriale 16/05/1987 N. 246 Gazzetta Ufficiale N. 148 del 27/06/1987 Il Ministro dell'interno

Dettagli

D.M. 16-05-1987, n. 246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione.

D.M. 16-05-1987, n. 246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione. D.M. 16-05-1987, n. 246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione. (G.U. 27-06-1987, n. 148, Serie Generale) Preambolo IL MINISTRO DELL'INTERNO Vista la legge 27 dicembre 1941,

Dettagli

Oggetto: DENUNCIA DI IMPIANTO TERMICO AD ACQUA CALDA AI SENSI DELL ART. 18 D.M. 01/12/1975 UTENTE INDIRIZZO COMUNE (PROV. )

Oggetto: DENUNCIA DI IMPIANTO TERMICO AD ACQUA CALDA AI SENSI DELL ART. 18 D.M. 01/12/1975 UTENTE INDIRIZZO COMUNE (PROV. ) MARCA DA BOLLO Spett.le I.S.P.E.S.L. DIPARTIMENTO DI. via via cap. città Oggetto: DENUNCIA DI IMPIANTO TERMICO AD ACQUA CALDA AI SENSI DELL ART. 18 D.M. 01/12/1975 UTENTE INDIRIZZO COMUNE (PROV. ) Il sottoscritto

Dettagli

Gamma Caldaie Murali

Gamma Caldaie Murali Gamma Caldaie Murali Caldaia a condensazione Ultra compatta Rapporto di modulazione 1:9 Interfaccia utente con LCD Regolazione della temperatura ambiente da caldaia con sonda esterna Relè supplementare

Dettagli

Sommario. Guida al capitolato 2 Dati tecnici 4 Descrizione e installazione 6 Aspirazione aria e scarico fumi 9 Accessori 11

Sommario. Guida al capitolato 2 Dati tecnici 4 Descrizione e installazione 6 Aspirazione aria e scarico fumi 9 Accessori 11 Murali Standard Residenziale Sommario Guida al capitolato 2 Dati tecnici 4 Descrizione e installazione 6 Aspirazione aria e scarico fumi 9 Accessori 11 1 Meteo BOX Guida al capitolato Meteo MIX C.S.I.

Dettagli

Codice Codice Fornitore Descrizione u.m Prezzo

Codice Codice Fornitore Descrizione u.m Prezzo VALVOLA DI SICUREZZA QUALIFICATA E TARATA (527) CALE0001 527430 VALVOLA DI SICUREZZA 3 BAR 1/2 F. x 3/4 F. PZ 53,550 CALE0120 527460 VALVOLA DI SICUREZZA 6 BAR 1/2 F. x 3/4 F. PZ 53,550 CALE0002 527530

Dettagli

Sommario. Guida al capitolato 2 Dati tecnici 4 Descrizione e dimensioni 7 Aspirazione aria e scarico fumi 10 Accessori 13

Sommario. Guida al capitolato 2 Dati tecnici 4 Descrizione e dimensioni 7 Aspirazione aria e scarico fumi 10 Accessori 13 Murali Standard Residenziale Sommario Guida al capitolato 2 Dati tecnici 4 Descrizione e dimensioni 7 Aspirazione aria e scarico fumi 10 Accessori 13 1 Paros HM Guida al capitolato Paros HM C.S.I. caldaia

Dettagli

RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DI PORZIONE DI EDIFICIO STORICO DENOMINATO Cà BERIZZI IN LOCALITA REGORDA NEL COMUNE DI CORNA IMAGNA

RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DI PORZIONE DI EDIFICIO STORICO DENOMINATO Cà BERIZZI IN LOCALITA REGORDA NEL COMUNE DI CORNA IMAGNA COMUNE DI CORNA IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DI PORZIONE DI EDIFICIO STORICO DENOMINATO Cà BERIZZI IN LOCALITA REGORDA NEL COMUNE DI CORNA IMAGNA PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTO

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEI LAVORI DI RIFACIMENTO IMPIANTO DI RISCALDAMENTO DELLA PALAZZINA SPOGLIATOI BAR TENNIS MODULO DELL OFFERTA

PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEI LAVORI DI RIFACIMENTO IMPIANTO DI RISCALDAMENTO DELLA PALAZZINA SPOGLIATOI BAR TENNIS MODULO DELL OFFERTA COMUNE DI BARZIO PROVINCIA DI LECCO VIA A. MANZONI,12-23816 BARZIO Tel. 0341996125 - Fax 0341999161 E-mail: ufficiotecnico@comune.barzio.lc.it amministrativoufficiotecnico@comune.barzio.lc.it ALLEGATO

Dettagli

livello progettazione: Relazione Impianto Idrico Fognante ing. Antonello DE STASIO Geom. Angelo CASOLI ing. Renato Mario PAVIA

livello progettazione: Relazione Impianto Idrico Fognante ing. Antonello DE STASIO Geom. Angelo CASOLI ing. Renato Mario PAVIA COMUNE DI TROIA (Provincia di Foggia) denominazione progetto: Fondo Per lo Sviluppo e Coesione 2007-2013 Accordo di programma quadro "Settore Aree Urbane - Città" Realizzazione di n. 18 alloggi di edilizia

Dettagli

Luna3 Comfort Air - Silver Space

Luna3 Comfort Air - Silver Space Luna3 Comfort Air - Silver Space Controllo remoto programmabile con termoregolazione m o d u l a n t e (secondo DL 311/06) D I S E R I E Caldaie murali a gas per esterni Le soluzioni da esterno di BAXI

Dettagli

CATALOGO GENERALE RISCALDAMENTO AR-THERM

CATALOGO GENERALE RISCALDAMENTO AR-THERM CATALOGO GENERALE RISCALDAMENTO AR-THERM 46 CALDAIE MURALI A FASCIO TUBIERO CALDAIA MURALE AR-THERM scambiatore in rame Il cuore Il cuore del corpo caldaia è interamente in rame, prodotto secondo norme

Dettagli

MISURE D INGOMBRO - COLLEGAMENTI IDRAULICI

MISURE D INGOMBRO - COLLEGAMENTI IDRAULICI La combustione che avviene nelle caldaie tradizionali é in grado di sfruttare, trasformandola in calore, solo una parte dell energia contenuta nel combustibile, mentre il resto viene disperso dal camino.

Dettagli

Gruppo di pressurizzazione senza motopompa Rif. Normativi UNI10779 - UNI 12845

Gruppo di pressurizzazione senza motopompa Rif. Normativi UNI10779 - UNI 12845 Allegato A05 - Impianti idrici-antincendio Scheda n. 1 Gruppo di pressurizzazione senza motopompa Rif. Normativi UNI10779 - UNI 12845 02.01 Lettura manometri acqua, condotte principali. Ispezione visiva

Dettagli

Luna3 Comfort IN HT / IN

Luna3 Comfort IN HT / IN Luna3 Comfort IN HT / IN Controllo remoto programmabile con termoregolazione m o d u l a n t e (secondo DL 311/06) D I S E R I E Caldaie murali a gas ad incasso a condensazione e convenzionali Il comfort

Dettagli

ALLEGATO - Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione

ALLEGATO - Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione D.M.Interno del 16/05/87, n.246 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione. Sono approvate le norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione contenute in allegato

Dettagli

ixincondens 25T/IT (M) (cod. 00916350)

ixincondens 25T/IT (M) (cod. 00916350) ixincondens 25T/IT (M) (cod. 00916350) Caldaie a condensazione, a camera stagna ad altissimo rendimento adatte per il riscaldamento (mod. T - C) e la produzione di acqua calda sanitaria (mod. C). Funzionamento

Dettagli

Caldaie murali a gas. Serie. gioia

Caldaie murali a gas. Serie. gioia Caldaie murali a gas Serie gioia Serie gioia GRUPPI TERMICI MURALI A gas Speciale scambiatore di calore che permette di ottenere rendimenti nominali che oscillano dal 90,4% al 94,5% a seconda dei modelli.

Dettagli

Contabilizzazione, riscaldamento alta e bassa temperatura e produzione acqua calda sanitaria per impianti a condensazione

Contabilizzazione, riscaldamento alta e bassa temperatura e produzione acqua calda sanitaria per impianti a condensazione Contabilizzazione, riscaldamento alta e bassa temperatura e produzione acqua calda sanitaria per impianti a condensazione Dima con tubi di lavaggio Idraulica Modulo completo di portella DESCRIZIONE ESEMPIO

Dettagli

IMPIANTI IDROSANITARI ED ANTINCENDIO

IMPIANTI IDROSANITARI ED ANTINCENDIO CAPITOLO 17 IMPIANTI IDROSANITARI ED ANTINCENDIO CODICE DESCRIZIONE DELL ARTICOLO UNITA DI MISURA PREZZO IN EURO 17.1 17.1.1 17.1.2 17.1.3 17.1.4 17.1.5 17.1.6 Fornitura di vasca da bagno sul luogo di

Dettagli

IMPIANTI TERMICI E DI CONDIZIONAMENTO DEL COMUNE DI TORINO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ALLEGATO B ELENCO PREZZI AGGIUNTIVI

IMPIANTI TERMICI E DI CONDIZIONAMENTO DEL COMUNE DI TORINO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ALLEGATO B ELENCO PREZZI AGGIUNTIVI IMPIANTI TERMICI E DI CONDIZIONAMENTO DEL COMUNE DI TORINO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ALLEGATO B ELENCO PREZZI AGGIUNTIVI MANUTENZIONE STRAORDINARIA, RINNOVI ED ADEGUAMENTI DEGLI IMPIANTI TERMICI E

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI

ELENCO PREZZI UNITARI GRANDI STAZIONI S.p.A. Via Giolitti, 34 00185 - Roma LAVORI- - Impianti Meccanici - Edificio 5 - Piano Terra - Opere Propedeutiche per riallocazione di terzi utilizzatori in sedi provvisorie o definitive.

Dettagli

SETTORE IMPIANTI TERMOIDRAULICI [DM 37/08 art.1 co. 2 lettere c), d), e) e g)]

SETTORE IMPIANTI TERMOIDRAULICI [DM 37/08 art.1 co. 2 lettere c), d), e) e g)] SETTORE IMPIANTI TERMOIDRAULICI [DM 37/08 art.1 co. 2 lettere c), d), e) e g)] A seguito dell incontro del 20 marzo u.s. e degli accordi presi a maggioranza dei presenti, si trasmette la modifica del calendario

Dettagli

LISTINO DEI PREZZI DELLE OPERE IMPIANTISTICHE IN PROVINCIA DI BIELLA

LISTINO DEI PREZZI DELLE OPERE IMPIANTISTICHE IN PROVINCIA DI BIELLA Supplemento al Listino dei prezzi all ingrosso dei materiali da costruzione LISTINO DEI DELLE OPERE IMPIANTISTICHE IN PROVINCIA DI BIELLA N 1/2002 1 semestre AVVERTENZE I prezzi riportati nel presente

Dettagli

Una gamma completa. di serie fino a -15 C (modelli AG).

Una gamma completa. di serie fino a -15 C (modelli AG). Meteo Meteo è una gamma completa di caldaie specifiche per esterni. Gli elevati contenuti tecnologici ne esaltano al massimo le caratteristiche specifiche: dimensioni, pannello comandi remoto di serie,

Dettagli

Impianti tecnici. Distribuzione acqua per uso sanitario

Impianti tecnici. Distribuzione acqua per uso sanitario Impianti tecnici Distribuzione acqua per uso sanitario Impianti idrici Requisiti - Coibentazione: riferimento ai requisiti di legge per le tubazioni di acqua calda; - Protezione dalla condensa; - Protezione

Dettagli

D.M. n 246 del 16 maggio 1987

D.M. n 246 del 16 maggio 1987 Norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione. Sono approvate le norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione contenute in allegato al presente decreto. Sono

Dettagli

Voci di capitolato. Generatore termofrigorifero EcoPower Accorroni mod. HPE/C 22

Voci di capitolato. Generatore termofrigorifero EcoPower Accorroni mod. HPE/C 22 Generatore termofrigorifero EcoPower Accorroni mod. HPE/C 22 Classificazione apparecchio: Pompa di calore monoblocco aria/acqua per installazione da esterno con integrato generatore termico a gas metano.

Dettagli

I&Q STUDIO TECNICO ASSOCIATO COMUNE DI SEGRATE PROVINCIA DI MILANO

I&Q STUDIO TECNICO ASSOCIATO COMUNE DI SEGRATE PROVINCIA DI MILANO I&Q STUDIO TECNICO ASSOCIATO COMUNE DI SEGRATE PROVINCIA DI MILANO AL COMANDO PROVINCIALE DEI VV.F. DI MILANO Ufficio Prevenzione Incendi Relazione tecnica concernente l installazione di cucina per ristorante

Dettagli

MICHELE BATTEZZATI MICHELE BATTEZZATI. Forniture generali per acquedotti e fognature ANTINCENDIO

MICHELE BATTEZZATI MICHELE BATTEZZATI. Forniture generali per acquedotti e fognature ANTINCENDIO MICHELE ATTEZZATI ANTINCENDIO ANTINCENDIO CASSETTE COMPLETE Art. 55A - 55-55C CASSETTA ANTINCENDIO PER ESTERNI IN LAMIERA Il sistema è composto da: Cassetta da esterni in lamiera verniciata rossa. Lastra

Dettagli

COMUNE DI LIZZANO. (Provincia di Taranto) Progetto di ristrutturazione edilizia per la realizzazione di una casa alloggio PROGETTO ETNICAMENTE A.

COMUNE DI LIZZANO. (Provincia di Taranto) Progetto di ristrutturazione edilizia per la realizzazione di una casa alloggio PROGETTO ETNICAMENTE A. COMUNE DI LIZZANO (Provincia di Taranto) Progetto di ristrutturazione edilizia per la realizzazione di una casa alloggio PROGETTO ETNICAMENTE PROGETTO ARCHITETTONICO: ARCH. Vincenzo La Gioia PROGETTO IMPIANTI:

Dettagli

53 - IMPIANTI ED APPARECCHIATURE ANTINCENDIO

53 - IMPIANTI ED APPARECCHIATURE ANTINCENDIO pag. 124 53 - IMPIANTI ED APPARECCHIATURE ANTINCENDIO Nr. 780 S53.A10.001 Nr. 781 S53.A10.002 Nr. 782 S53.A10.004 Nr. 783 S53.A10.006 Nr. 784 S53.A10.009 Estintore portatile a polvere polivalente - Kg

Dettagli

Comfort sanitario Pr EN 13203 Rendimento Dir. CEE 92/42 Conica 20-24 ie 20-24 ie FF Conica Comfort 20 ie 20-24 ie FF

Comfort sanitario Pr EN 13203 Rendimento Dir. CEE 92/42 Conica 20-24 ie 20-24 ie FF Conica Comfort 20 ie 20-24 ie FF Caldaie standard Murali doppio scambiatore - Murali con microaccumolo Comfort sanitario Pr EN 13203 (versioni Comfort) Rendimento Dir. CEE 92/42 (caldaie versioni ie FF) 20-24 ie 20-24 ie FF Comfort 20

Dettagli

La nuova dimensione del calore. Caldaie murali

La nuova dimensione del calore. Caldaie murali La nuova dimensione del calore Caldaie murali Le soluzioni tecnologiche estremamente innovative adottate da STEP per le nuove caldaie 2, offrono all utente prestazioni ai massimi livelli del mercato, sia

Dettagli

FUTURIA SOLAR 180/25 (M) (cod. 00918170)

FUTURIA SOLAR 180/25 (M) (cod. 00918170) FUTURIA SOLAR 180/25 (M) (cod. 00918170) Caldaia a condensazione, a camera stagna ad altissimo rendimento adatta per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria in abbinamento ad un sistema

Dettagli

accessori acquedotti accessori acquedotti idranti saracinesche saracinescheantincendio saracinesche

accessori acquedotti accessori acquedotti idranti saracinesche saracinescheantincendio saracinesche NASTRO SEGNALATORE collari collari /cad 14,00 RETE DI SEGNALAZIONE ACCESSORI ACQUEDOTTI ED ANTINCENDIO,,, collari SCRIZIONE /cad RETE GIALLA TUBO GAS DIM h.250x250 mt. CON FILO RILEVATORE IN 168,90 RETE

Dettagli

Impianti di riscaldamento convenzionali

Impianti di riscaldamento convenzionali Impianti di riscaldamento convenzionali convenzionale Impianti di riscaldamento Schema di un impianto con caldaia Combustibile Generazione regolazione emissione Carichi termici Distribuzione Impianti di

Dettagli

Relazione impianto idrico - fognario

Relazione impianto idrico - fognario COMUNE DI LEVERANO PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA INTEGRATO PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE FSC - FONDO PER LO SVILUPPO E COESIONE 2007-2014 INTERVENTI PER LA REALIZZAZIONE DI CELLULE ABITATIVE DI

Dettagli

Luna3. Caldaie murali a gas. Controllo remoto programmabile con termoregolazione. (secondo DL 311/06)

Luna3. Caldaie murali a gas. Controllo remoto programmabile con termoregolazione. (secondo DL 311/06) Luna3 Controllo remoto programmabile con termoregolazione m o d u l a n t e (secondo DL 311/06) D I S E R I E Caldaie murali a gas Tecnologia di terza generazione: mai stato così facile! 2 Il comfort remotabile

Dettagli

Caldaia a condensazione a gasolio Potenza da 25 a 34 Kw

Caldaia a condensazione a gasolio Potenza da 25 a 34 Kw optima condens PACK Caldaia a condensazione a gasolio Potenza da 5 a 34 Kw 1 3 4 5 6 7 8 9 10 11 1 131 13 14 15 16 17 18 19 0 1 3 4 5 1 Quadro comando Bollitore 3 Tubo ingresso AFS 4 Posiz. della sonda

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI CALCOLO IMPIANTO IDRICO ANTINCENDIO

RELAZIONE TECNICA DI CALCOLO IMPIANTO IDRICO ANTINCENDIO RELAZIONE TECNICA DI CALCOLO IMPIANTO IDRICO ANTINCENDIO Premessa Attualmente all interno della struttura è già presente un impianto di estinzione incendi costituito da idranti UNI45; si provvederà ad

Dettagli

EOLO Mini kw. 1 CARATTERISTICHE EOLO Mini kw. Pensili istantanee

EOLO Mini kw. 1 CARATTERISTICHE EOLO Mini kw. Pensili istantanee Pensili istantanee EOLO Mini kw è la soluzione Immergas ideale per la nuova edilizia e per tutte quelle situazioni in cui lo spazio disponibile risulta esiguo. Semplicità di utilizzo e facilità di installazione,

Dettagli

http://www.vigilfuoconole.it/normativa/1983-dm-30-11-83-simboli.htm

http://www.vigilfuoconole.it/normativa/1983-dm-30-11-83-simboli.htm Pagina 1 Decreto Ministeriale 30 novembre 1983 Termini, definizioni generali e simboli grafici di prevenzione incendi (Gazzetta Ufficiale n. 339 del 12 dicembre 1983) IL MINISTRO DELL'INTERNO Vista la

Dettagli

MP7 UNI Strumento per la misurazione della portata H 2 O delle reti idrauliche antincendio in funzione della pressione dinamica e residua.

MP7 UNI Strumento per la misurazione della portata H 2 O delle reti idrauliche antincendio in funzione della pressione dinamica e residua. MP7 UNI Strumento per la misurazione della portata H 2 O delle reti idrauliche antincendio in funzione della pressione dinamica e residua. 9 4 6 5 7 3 8 1 2 1. Strumento base MP7 UNI 2. Attacco UNI 45

Dettagli

Caldaie murali a gas a condensazione premiscelate per solo riscaldamento o con produzione sanitaria ECONCEPT 15-25 - 35

Caldaie murali a gas a condensazione premiscelate per solo riscaldamento o con produzione sanitaria ECONCEPT 15-25 - 35 Caldaie murali a gas a condensazione premiscelate per solo riscaldamento o con produzione sanitaria ECONCEPT 15-25 - 35 Generalità Per installazioni interne ed esterne in luoghi parzialmente protetti.

Dettagli

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie Gruppo termico murale a gas a premiscelazione Serie GENIO Tecnic Serie GENIO TECNIC Caratteristiche principali Quali evoluzione subirà il riscaldamento per rispondere alle esigenze di case e utenti sempre

Dettagli

Mantello unico di colore bianco. Cruscotto con pulsanti a vista e idrometro analogico.

Mantello unico di colore bianco. Cruscotto con pulsanti a vista e idrometro analogico. Segmento Medio Segmento Top Mantello unico di colore bianco. Cruscotto con pulsanti a vista e idrometro analogico. Mantello unico di colore bianco. Cruscotto con pulsanti a vista e idrometro digitale.

Dettagli

Raya. Caldaie murali a gas a condensazione e tradizionali. P R O L i n e

Raya. Caldaie murali a gas a condensazione e tradizionali. P R O L i n e Raya Caldaie murali a gas a condensazione e tradizionali Raya Caldaie murali a gas a condensazione e tradizionali condensazione tradizionali installabile in interno Combinate solo riscaldamento integrazione

Dettagli

Caldaie a condensazione murali IDRA CONDENS 4100

Caldaie a condensazione murali IDRA CONDENS 4100 Caldaie a condensazione murali IDRA CONDENS 4100 Caldaie a condensazione a gas **** CE Scambiatore in acciaio inox 316 a dissipazione radiale forzata Bruciatore a premiscelazione totale Potenza da 20 a

Dettagli

MURELLE HE 25-30/55 PLANET DEWY 60-100 BFR. CONDENSAZIONE - Con accumulo. CONDENSAZIONE - Alta potenza

MURELLE HE 25-30/55 PLANET DEWY 60-100 BFR. CONDENSAZIONE - Con accumulo. CONDENSAZIONE - Alta potenza MURELLE HE CONDENSAZIONE Caldaia murale premiscelata a condensazione per solo riscaldamento e per riscaldamento e produzione istantanea di acqua calda sanitaria. Murelle HE è la caldaia premiscelata a

Dettagli

VOCI DI CAPITOLATO Sunerg Solar S.r.l.

VOCI DI CAPITOLATO Sunerg Solar S.r.l. Codice Tipologia Voce PUMP ACCESSORI POMPETTA manuale per carica del liquido antigelo RB38CS ACCESSORI RUBINETTO D' INTERCETTAZIONE per valvole sfogo aria per impianti a pannelli solari. Attacchi filettati

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

LISTINO DEI PREZZI DELLE OPERE IMPIANTISTICHE IN PROVINCIA DI BIELLA

LISTINO DEI PREZZI DELLE OPERE IMPIANTISTICHE IN PROVINCIA DI BIELLA Supplemento al Listino dei prezzi all ingrosso dei materiali da costruzione LISTINO DEI DELLE OPERE IMPIANTISTICHE IN PROVINCIA DI BIELLA N 2/2011 2 semestre AVVERTENZE I prezzi riportati nel presente

Dettagli

Impianti di riscaldamento. Prof. Ing. P. Romagnoni Università IUAV di Venezia Dorsoduro 2206 Venezia

Impianti di riscaldamento. Prof. Ing. P. Romagnoni Università IUAV di Venezia Dorsoduro 2206 Venezia Impianti di riscaldamento Prof. Ing. P. Romagnoni Università IUAV di Venezia Dorsoduro 2206 Venezia Sono i sistemi più utilizzati nell edilizia residenziale dove spesso sono di solo riscaldamento, ma possono

Dettagli

RELAZIONE TECNICA_IMPIANTO GAS METANO

RELAZIONE TECNICA_IMPIANTO GAS METANO RELAZIONE TECNICA_IMPIANTO GAS METANO Il gas metano sarà addotto, per ogni piano, con tubazione come le tavole allegate mostrano esterne al fabbricato e ad esso ancorate a vista. La rete principale sarà

Dettagli

CONVENZIONALI GAMMA MAIOR. Caldaie murali istantanee e per solo riscaldamento

CONVENZIONALI GAMMA MAIOR. Caldaie murali istantanee e per solo riscaldamento CONVENZIONLI GMM MIOR Caldaie murali istantanee e per solo riscaldamento COMFORT & TECNOLOGI MIOR NIKE/EOLO Caldaie murali istantanee a camera aperta, a camera stagna e per solo riscaldamento L SOLUZIONE

Dettagli

INDICE. 1. Premessa pag. 2. 2. Riferimenti Legislativi e normativi pag. 2. 3. Tipologia dell impianto pag. 3

INDICE. 1. Premessa pag. 2. 2. Riferimenti Legislativi e normativi pag. 2. 3. Tipologia dell impianto pag. 3 INDICE 1. Premessa pag. 2 2. Riferimenti Legislativi e normativi pag. 2 3. Tipologia dell impianto pag. 3 3.1 Descrizione generale dell impianto di un appartamento tipo pag. 4 3.2 Caratteristiche tecniche

Dettagli

Caldaie Faci MOD. ECO QUANDO LA TECNOLOGIA INCONTRA LA QUALITA

Caldaie Faci MOD. ECO QUANDO LA TECNOLOGIA INCONTRA LA QUALITA Caldaie Faci QUANDO LA TECNOLOGIA INCONTRA LA QUALITA Tutte le caldaie sono realizzate con i migliori acciai, studiate e realizzate per utilizzare come combustibili materiali solidi allo stato granulare

Dettagli

Curriculum Aziendale

Curriculum Aziendale Curriculum Aziendale La ditta SANGINETO TERMOIDRAULICA di Sangineto Carmine costituita a Rende (CS) il 01/12/2009 dall attuale titolare Sangineto Carmine svolge con massima serietà ed efficienza l attività

Dettagli

C 104-02. Pictor Dual. esterna. Caldaia murale combinata istantanea per esterni

C 104-02. Pictor Dual. esterna. Caldaia murale combinata istantanea per esterni C 104-02 Pictor Dual Caldaia murale combinata istantanea per esterni made in Italy esterna Caldaia murale combinata istantanea per esterni Pictor Dual esterna Pictor Dual CTFS 24 - CTFS 28 esterna PICTOR

Dettagli

CATALOGO GENERALE RISCALDAMENTO MULTIBLUE

CATALOGO GENERALE RISCALDAMENTO MULTIBLUE CATALOGO GENERALE RISCALDAMENTO MULTIBLUE 15 SISTEMI DI CALDAIE IN CASCATA MODULI MULTIBLUE La semplicità della modularità 1 2 14 11 10 3 14 17 6 9 15 4 13 8 5 16 12 7 COMPONENTI PRINCIPALI 1. Kit collettore

Dettagli

I sistemi a norma UNI EN 12845. Curva caratteristica Pompa principale per sistemi di pressurizzazione idrica antincendio a norme UNI EN 12845

I sistemi a norma UNI EN 12845. Curva caratteristica Pompa principale per sistemi di pressurizzazione idrica antincendio a norme UNI EN 12845 Curva caratteristica Pompa principale per sistemi di pressurizzazione idrica antincendio a norme UNI EN 12845 Tipologie di pompe ammesse: 1. Pompe base-giunto di tipo back Pull-out 2. Pompe base-giunto

Dettagli

ARES Condensing 32 Caldaia a basamento, a condensazione, per solo riscaldamento

ARES Condensing 32 Caldaia a basamento, a condensazione, per solo riscaldamento 66 ARES Condensing 32 Caldaia a basamento, a condensazione, per solo riscaldamento VANTAGGI E CARATTERISTICHE GENERALI PREDISPOSTA PER FUNZIONAMENTO INDIPENDENTE O IN CASCATA ARES Condensing 32 può essere

Dettagli

Luna3 Comfort HT. Caldaie murali a condensazione. Controllo remoto programmabile con termoregolazione. (secondo DL 311/06)

Luna3 Comfort HT. Caldaie murali a condensazione. Controllo remoto programmabile con termoregolazione. (secondo DL 311/06) Luna3 Comfort HT Controllo remoto programmabile con termoregolazione m o d u l a n t e (secondo DL 311/06) D I S E R I E Caldaie murali a condensazione La condensazione secondo Baxi: il comfort sostenibile

Dettagli

MEC MIX F ASSIALI E CENTRIFUGHI Generatori d aria calda pensili assiali e centrifughi con bruciatore a gas premiscelato

MEC MIX F ASSIALI E CENTRIFUGHI Generatori d aria calda pensili assiali e centrifughi con bruciatore a gas premiscelato Caratteristiche tecniche e costruttive Il mantello di copertura è realizzato in lamiera di acciaio verniciata a polveri epossidiche, a garanzia di lunga durata nel tempo. Nella parte laterale destra, all

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

Capitolato Prestazionale Impianti Meccanici Brisighella

Capitolato Prestazionale Impianti Meccanici Brisighella SOMMARIO 1. PREMESSA... 2 2. NORMATIVE DI RIFERIMENTO... 3 3. SCELTE PROGETTUALI... 6 4. CALDAIA... Errore. Il segnalibro non è definito. 5. SOLARE TERMICO... Errore. Il segnalibro non è definito. 6. RADIATORI...

Dettagli

Mynute Rain Green. Condensazione. Murali ecologiche a condensazione da esterno. Residenziale

Mynute Rain Green. Condensazione. Murali ecologiche a condensazione da esterno. Residenziale Mynute Rain Green Murali ecologiche a condensazione da esterno Condensazione Residenziale Mynute Rain Green Mynute Rain Green: la tradizione si evolve La gamma Mynute Rain Green da esterno offre sia versioni

Dettagli