Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1

2

3

4

5

6 II.8.b. Attacco all'incendio wn mandata a valle. IL8.c. Mandata con pompe poste in xrie o in collegamento. Capitolo Ill. La guida dell'automeezo antincendio boschivo. III.1. Cansrgh gene~ali per la guida dell'automeuo su snada. 1II.l.a. Gu~da nel centrl abitati. lil.l.b. Guida e manovre su strade a scorrimento velwe e autostrade. Ul.1.c Guida conpart~wlar~ conduloni del bndo stndale. 1ILl.d Gu~da in condizion~ meteomlog~che articolati 1II.l.e. La bra, le distanze di visibillta e l aream. ' Il1.l.f. Esercizi di guida e manovre con l'automaw antincendio. 1ILl.g. I1 train0 del rimorchio. 1U.l.h Ingombro della carreggiata. IU.2. La guida dell'automeuo di soccorso m condiz~oni di urgenza. IlI.3. Generalita sulla guida dell'aummearo In fuonstrada. IIL3.a. Alcune indicazioni e wnsidemion~ generali relative alla guida in fuoristrada con riferimenti all'atdvith antincendio boschivo b. Operazioni particokti L'esame del terreno e degli mtacoli da superare. I11.4a. Salite e d~scese. III.4.b. Pendenze laterali. IIL4.c. Terreni a scarsa aderenza. III.4.d. Ostacoli di varia natun. Capitolo IV. L'autornezzo antineendio boschivo. Descrizione ed utilizzo. IV.1. Descrizione e considerazioni di carattere generale. 1V.2, Caratteristiche del veiwlo portante. IV.2.a. Profdo inferime. 1V.2,b. D~ametro di sterzata ed angolo di ribaltamento laterale. N2.c Tela~o e cammeria. 1V.Z.d Motore. 1V.2.e. Sospensioni ed elementi elastici. IV2.f. La tmsmissione e la mione mtegrale. IV.2. Frenl, 1V2.k Ruote epneumatsl. IV.2.i. Prese di fona. IV2.1. Impianto elettriw. IV.3. Parti fondamentali dell'allestimento antrncendio e schema idriw. 1V.3.a. Sistemi di fissaggio dell'auestimento a1 telalo. 1V3.b. I sistemi atti a scaricare I'allestimento. IV.3.c. La pomp o mompompale. IV3.d. La cistema. IV.3.e. I1 wrredo di tubazioni. IV.3.f. I vani portatmi. IV.4. Parti accessorie.

7 IV.5. Generalith sul materiale in caricamento IV.6. Utiliwo operativo dell'autobotte antincendio boschivo. IV.6.a. Riempimento della cistema IV.6.b. Mandata su incendio. IV.6.c. Operazioni ausiliarie non idrauliche. IV.7. Classificazione dei veicoli antincendio boschivo. IV.7.a. Le classificazioni all'estero. IV.7.b. Proposte per la classificazione degli automeai antincendio bwchivo in Italia. IV.7.c. 1 diversi tipi di autobotte antincendio boschivo. Capitolo V. Controllo e manutenzione del veicolo antincendio boschivo. V.2. I1 controllo e I'ispezione del veiwlo antincendio. V.2.a. La pulizia e I'ordine del veicolo. V.2.b. I controlli periodici del veicolo. V.3. II controllo e la manutenzione dell'allestimento antincendio. Capitolo VI. I1 matede antincendio in caricamento e l'attrezzatura ausiliaria. VLl. Le tubazioni antincendio di mandata (o di pressione). VI.1.a. Tubi flessihili r bassa-med~a,alta pressione. VI.1.b. Tubi semirigid$er alta ed altissima pressione. V1.2. Tubi di aspirazione. VI.3. Raccordi di giunzione ed altri accessori delle condoue. V1.3.a. Raccordi di giunzione. V1.3.b. Filtri per aspirazione e valvole di fondo. V1.3.c. Accessori vari alle condotte. VI.4. Lance. VL4.a. Lance idriche per media pressione. V1.4.h. Lance idriche per alta ed altissima prwione. V1.4.c. Lance ed accessori per liquido schiumogeno. V1.4.d. Monitori. VI.5. Atttezzi manuali di squadra. V1.6. Amezzi meccanici di squadra. VI.7. Attrezzatura ausiliaria. VI.8. Pesi del materiale in caricamento. Capitdo VIL Generalith sulle tecniche di attacco a1 fuoco di vegetarione. V1l.l. Introduzione.

8 VI1.3. Fas~ e pr~nclpalt metodolng~e dt attacco al fuoco VIL3.a, 11 controllo del fronte dl fiainma. VIL3.h. I1 controllo del h lat secondar~ V11.3,~. La bon~fica. VI1.4. Particolarita dell'attacco tntestte ai diversi tipi di fuoco in relazione a1 combustibile interessato. V11.4.a. Fuoco sottemneo. V11.4.h Fuoco radente. V11.4.c. Fuoco di macchia. V11.4.d. Fuoco di chioma. V11.4.e. Focolai residui ed altri casi particoldn. Capitolo VllI. Condotta operativa e tecniche d'intecvento con autobotti-pornpa. VIIL1. Criteri generali operativi. V Opemioniprecedenti I'attacco al fuocn. V111.2.a. Avvistamento o cl~iamata. V111.2.b. Traskrimento sul Iuago dell'incendio. V Esanle prelin,inare della situazione e docisione della tattica da adottare. VIll.3.a. Valutazione degli elementi disponihili, VII13.b. Derisione del piano d'artacco al fuoco. VI11.3.c. La richiesta dei rinforzi. VII1.4 Operazioni di estinzione: V111.4.a. Generalits. VIII.4.h. Tipi di attacco con autobotte-pompa. VIII.4.c Cooperdzione ira i cornpollenti dell'equipaggio e le altre forze intervenute. VIII.4.d. Bonifica della zona incendiata. VIII.4.e. Rilevamento o sostituzione di persollale e mezzi. V111.4.f. Sorveglianza. VI11.5. Operazioni finali. V111.5.a. Raccolta e conttollo iniziale del matetiale utilizzato. V111.5.b. Rientro alla sede d'apparrenenza. V111.5.c. Conmllo finale dell'automezzo e dell'attreuatura utiliuata, Capitolo M. Criteri di sicurezza e comportamento in situazioni di emergenea. IX 1 I n ~hi ed I crtteri genera11 dl sicutrezza lx.l.a. Generalit% sui ptincipali pericoli e rischi dell'incendio boschh 1X.l.b. Cenni sui sistemi di protezione individuale e sui concetti di prevenzione degli infortuni. E.1.c. Crittri di sicurezza generali e situaioni a rischio. 1X.2. Crlten operat~r~ dl srcurezzd durante l'attacco a1 fuoco con attrazdnue e mezz~ terrebtrt

9 1X.2.a Rischi connessi con l'incendio e la sua evoluzione. IX.2.b Rischi connessi con altre situazioni. IX.3. Criteri operativi di sicureva durante le operazioni con macchine movimento tena. 1X.4. Criteri operativi di sicurezza durante la cooperazione wn i mezzi aerei. 513 IX.4.a. Rischi connessi alla cooperazione con elicotteri. 513 IX.4.b. Rischi connessi alla cooperazione con aerei ad ala fissa. 521 IX.5. Comprtamento e precattzioni in caso di situazione di emergema ad alto rischio. 525 IX.5.a. Sopravvivenza con veicolo disponibile X.S.b. Sopravvivenza senza alcun riparo nelle vicinanze. 532

Il parere di conformità nella prevenzione incendi

Il parere di conformità nella prevenzione incendi 92 2.2.5.1.1 Tipi di estintore Gli estintori di distinguono: in base all agente estinguente utilizzato in: polvere idrocarburi alogenati (halon) anidride carbonica (CO 2 ) schiuma acqua in base alle dimensioni

Dettagli

COMUNITA MONTANA ALBURNI AREA TECNICA - Ufficio Gare e Contratti -

COMUNITA MONTANA ALBURNI AREA TECNICA - Ufficio Gare e Contratti - COMUNITA MONTANA ALBURNI AREA TECNICA - Ufficio Gare e Contratti - P.S.R. 2007/2013 Misura 226 Azione d) (Acquisto di attrezzature e mezzi innovativi per il potenziamento degli interventi di prevenzione

Dettagli

Corso TEORICO di Guida in Sicurezza dei Mezzi Fuoristrada destinato ai Volontari

Corso TEORICO di Guida in Sicurezza dei Mezzi Fuoristrada destinato ai Volontari Questionario Note Le domande dei questionari sono di tipo differente. Nello specifico, questi sono i tipi di domande: SCELTA MULTIPLA (1 opzione): sono elencate alcune risposte possibili e va scelta quella

Dettagli

TECNICHE ANTINCENDIO LE POMPE ANTINCENDIO. Nozioni base ed indicazioni pratiche sulle POMPE AD USO ANTINCENDIO, TUBAZIONI E LORO UTILIZZO

TECNICHE ANTINCENDIO LE POMPE ANTINCENDIO. Nozioni base ed indicazioni pratiche sulle POMPE AD USO ANTINCENDIO, TUBAZIONI E LORO UTILIZZO TECNICHE ANTINCENDIO LE POMPE ANTINCENDIO Nozioni base ed indicazioni pratiche sulle POMPE AD USO ANTINCENDIO, TUBAZIONI E LORO UTILIZZO Vol AIB ProCiv Castelli Calepio Alcune considerazioni poco

Dettagli

Multipurpose All Terrain Vehicle

Multipurpose All Terrain Vehicle FRESIA F18 4X4 Multipurpose All Terrain Vehicle Mezzo Speciale per Trasporto Materiale Logistico in condizioni estreme su ogni tipo di terreno 4 Ruote Motrici 4 Ruote Sterzanti L F18 4x4 è un veicolo leggero

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

2- SCHEDA TECNICA LAVABIDONI INDICATIVA

2- SCHEDA TECNICA LAVABIDONI INDICATIVA Allegato A-2-a 2- SCHEDA TECNICA LAVABIDONI INDICATIVA SENZA MOTORE AUSILIARIO SU IVECO DAILY 65C18 CABINATO e/o EQUIVALENTE L è così composta: Sistema di alimentazione Impianto acqua Vasche acqua Impianto

Dettagli

29 Circuiti oleodinamici fondamentali

29 Circuiti oleodinamici fondamentali 29 Circuiti oleodinamici fondamentali Fig. 1. Circuito oleodinamico: (1) motore elettrico; (2) pompa; (3) serbatoio; (4) filtro; (5) tubazione di mandata; (6) distributore; (7) cilindro; (8) tubazione

Dettagli

firing SP rin KL er idr Anti Schiuma SCH iuma watermi St gas tubi e r ACCordi giunti StAffAggio 45

firing SP rin KL er idr Anti Schiuma SCH iuma watermi St gas tubi e r ACCordi giunti StAffAggio 45 Schiuma firing SPRINKLER IDRANTI SCHIUMA watermist GAS tubi e raccordi Giunti staffaggio 45 Impianti schiuma Una soluzione definitiva in applicazioni dove l acqua non basta. Per la progettazione degli

Dettagli

LUBRIFICAZIONE AUTOMATICA PER VEICOLI COMMERCIALI E INDUSTRIALI

LUBRIFICAZIONE AUTOMATICA PER VEICOLI COMMERCIALI E INDUSTRIALI LUBRIFICAZIONE AUTOMATICA PER VEICOLI COMMERCIALI E INDUSTRIALI un ausilio per la manutenzione e il miglioramento delle prestazioni dei veicoli mobili stradali 1 LUBRIFICAZIONE AUTOMATICA LA SCELTA GIUSTA

Dettagli

PRESE DI FORZA TOTALI IDROSTATICHE

PRESE DI FORZA TOTALI IDROSTATICHE PRESE DI FORZA TOTALI IDROSTATICHE La Interpump Hydraulics ha di recente introdotto un intera gamma di prese di forza totali a trazione idrostatica come evoluzione tecnica dei modelli tradizionali già

Dettagli

Descrizione serie: Wilo-DrainLift XXL

Descrizione serie: Wilo-DrainLift XXL Descrizione serie: Wilo-DrainLift XXL Tipo Stazione di sollevamento per acque cariche con 2 pompe installate in luogo asciutto Impiego Stazione di sollevamento acque reflue per il drenaggio di edifici

Dettagli

Manichette Il trasporto dell acqua, dal mezzo che la fornisce sotto pressione alle lance che la utilizzano sugli incendi, si ottiene a mezzo di tubi

Manichette Il trasporto dell acqua, dal mezzo che la fornisce sotto pressione alle lance che la utilizzano sugli incendi, si ottiene a mezzo di tubi IDRAULICA Manichette Il trasporto dell acqua, dal mezzo che la fornisce sotto pressione alle lance che la utilizzano sugli incendi, si ottiene a mezzo di tubi flessibili (manichette) che debbono rispondere

Dettagli

ALLESTIMENTI VEICOLI COMMERCIALI

ALLESTIMENTI VEICOLI COMMERCIALI ALLESTIMENTI VEICOLI COMMERCIALI Catalogo n. C CT ii SA030 00 HYDRO BLOCK BLOCCO IDRAULICO Dimensioni: 445x717x500 mm (LxPxH) - Peso: 82,00 Kg Il nuovo blocco idraulico HYDRO-BLOCK ha gli attacchi rapidi

Dettagli

TABELLE INTERVENTI DI MANUTENZIONE PERIODICI SU VENTOSE GRU - CARROPONTI

TABELLE INTERVENTI DI MANUTENZIONE PERIODICI SU VENTOSE GRU - CARROPONTI GARANZIA DAL 1974 - Produzione Ventose - Produzione Ventose - Via S. Piero, 94-56031 BIENTINA (PI) - Cod. Fisc. e Partita I.V.A. 01126720505 Tel.: 0587 756395 - Fa: 0587 756511 info@ataventose.it - www.ataventose.it

Dettagli

campo 1Persone Coordinamento AIB Parco Campo dei Fiori Persone Dotazioni Organizzazione

campo 1Persone Coordinamento AIB Parco Campo dei Fiori Persone Dotazioni Organizzazione COORDINAMENTO ANTINCENDIO BOSCHIVO PARCO CAMPO DEI FIORI PERSONE DOTAZIONI ORGANIZZAZIONE Persone Dotazioni Organizzazione Coordinamento AIB 1Persone Coordinamento AIB Persone Dotazioni Organizzazione

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

Meccanico montaggio / INTRODUZIONE / INDUSTRIALE o MOBILE

Meccanico montaggio / INTRODUZIONE / INDUSTRIALE o MOBILE Meccanico montaggio / INTRODUZIONE / INDUSTRIALE o MOBILE STAGE LIBERTY 1 : NOZIONI DI MONTAGGIO E DI REGOLAZIONE DI UN IMPIANTO OLEODINAMICO Regole di controllo di montaggio e precauzioni preliminari,

Dettagli

20 Contabilità: preventivi e consuntivi

20 Contabilità: preventivi e consuntivi 20 Contabilità: preventivi e consuntivi 1810-12, 1815-27 20/Ia 1810, n. 3 elenchi; 1811, cc. 9 (c. 3 Elenco dei funzionari e consiglieri comunali, impiegati ecc.; c. 6 Elenco del Consiglio Comunale) -

Dettagli

caricat carica ori f ori f estali

caricat carica ori f ori f estali caricatori forestali Caricatore Forestale CF 325 Z Caricatore Forestale CF 350 N Caricatore Forestale CF 400 Z Caricatore Forestale CF 450 Z 1 caricatori forestali La nostra azienza è presente da anni

Dettagli

IDRAULICA PER L A.I.B.:

IDRAULICA PER L A.I.B.: IDRAULICA PER L A.I.B.: IDRAULICA: Principi Fondamentali IDRAULICA: disciplina che studia il comportamento dei corpi allo stato liquido. In particolare per la lotta agli incendi boschivi ci si interessa

Dettagli

Prefazione...III. 2.2.6 Impianto idrico con o senza serbatoio di compenso...18 2.2.7 Macchine e attrezzature produttive di riserva...

Prefazione...III. 2.2.6 Impianto idrico con o senza serbatoio di compenso...18 2.2.7 Macchine e attrezzature produttive di riserva... Indice Prefazione...III CAPITOLO 1 GENERALITÀ SUGLI IMPIANTI MECCANICI DI SERVIZIO PER L INDUSTRIA 1.1 Contenuti e finalità...2 1.2 Definizione e classificazione degli impianti industriali...2 1.3 Definizione

Dettagli

IMPRESA SICURA s.r.l.

IMPRESA SICURA s.r.l. REGISTRO DEI CONTROLLI E DELLA MANUTENZIONE ANTINCENDIO ai sensi del D.P.R. 151/2011 IMPRESA SICURA s.r.l. Via N. Bixio n. 6 47042 - Cesenatico (FC) Tel. 0547.675661 - Fax. 0547.678877 e-mail: info@impresasicurasrl.it

Dettagli

Aggiornamento linee guida sulla sicurezza e abilitazione all uso delle macchine agricole

Aggiornamento linee guida sulla sicurezza e abilitazione all uso delle macchine agricole Aggiornamento linee guida sulla sicurezza e abilitazione all uso delle macchine agricole Vincenzo Laurendi INAIL Dipartimento Tecnologie di Sicurezza Viterbo 15 maggio 2014 Osservatorio INAIL sugli infortuni

Dettagli

Gruppi di lavaggio compatti

Gruppi di lavaggio compatti Gruppi di lavaggio compatti Gruppi di lavaggio compatti a conti fatti convengono! Gli scarichi domestici rappresentano una continua sfida per idraulici e spurghisti. Edifici vecchi e nuovi hanno gli stessi

Dettagli

Power Track. professionali

Power Track. professionali Power Track professionali 95 Power Track Professionali i dettagli MOTORI SPECIFICI CASSONI ESTENSIBILI CASSONI DUMPER potenti ed affidabili a valvole in testa, silenziosi, ecologici e facili da avviare.

Dettagli

La sicurezza antincendio in ambito aeroportuale: Piazzali ed aree di manovra

La sicurezza antincendio in ambito aeroportuale: Piazzali ed aree di manovra La sicurezza antincendio in ambito aeroportuale: Piazzali ed aree di manovra A cura di P.I. Gianmario Gnecchi Vice-Responsabile Distaccamento Aeroportuale Vigili del Fuoco di Orio al Serio - 1997 - sicurezza

Dettagli

Nuovo codice di prevenzione incendi. Capitolo S.9: Operatività antincendio

Nuovo codice di prevenzione incendi. Capitolo S.9: Operatività antincendio Nuovo codice di prevenzione incendi Capitolo S.9: Operatività antincendio Istituto Superiore Antincendi, Roma Cos è?? Perchè?? Cos è? E la strategia antincendio che ha come scopo rendere possibile l effettuazione

Dettagli

PROVINCIA DELL OGLIASTRA

PROVINCIA DELL OGLIASTRA PROVINCIA DELL OGLIASTRA APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO DI TRATTAMENTO RIFIUTI URBANI PER LA PRODUZIONE DI COMPOST DI QUALITA IN LOCALITA QUIRRA-OSINI MANUTENZIONE PROGRAMMATA MEZZI

Dettagli

FR - FC - FCO - FCR Ventilconvettori idronici a parete, soffitto ed incasso

FR - FC - FCO - FCR Ventilconvettori idronici a parete, soffitto ed incasso Versione base FR (parete e soffitto) Caratteristiche tecniche e costruttive La linea piacevolmente morbida ed elegante dei modelli FR, installabili sia a parete che a soffitto, si integra perfettamente

Dettagli

Corretto uso delle attrezzature TECNICHE DI ATTACCO

Corretto uso delle attrezzature TECNICHE DI ATTACCO LE TECNICHE DI ATTACCO E buona norma, prima di iniziare l intervento, dedicare due minuti alle comunicazioni con il DOS, descrivendo la situazione in atto. Per spegnere un incendio boschivo è indispensabile

Dettagli

COMUNE DI ROBASSOMERO Via Braccini, 7 CAP 10070 PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI ROBASSOMERO Via Braccini, 7 CAP 10070 PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI ROBASSOMERO Via Braccini, 7 CAP 10070 PROVINCIA DI TORINO 011/923.44.00 - Fax 011/923.44.22 comune@comune.robassomero.to.it www.comune.robassomero.to.it P.I.V.A. 01381880010 C.F. 83001550017

Dettagli

NEW ACTIVE AND PASSIVE FIRE PROTECTION SYSTEM INSTALLED INSIDE OF MONT BLANC TUNNEL

NEW ACTIVE AND PASSIVE FIRE PROTECTION SYSTEM INSTALLED INSIDE OF MONT BLANC TUNNEL 43 CORSO I.A. NEW ACTIVE AND PASSIVE FIRE PROTECTION SYSTEM INSTALLED INSIDE OF MONT BLANC TUNNEL 43 CORSO ISPETTORI ANTINCENDI INTERNATIONAL FIRE-FIGTHERS WORKSHOP FIRE SERVICE COLLEGE Moreton in Marsh-UK

Dettagli

Gruppo di pressurizzazione senza motopompa Rif. Normativi UNI10779 - UNI 12845

Gruppo di pressurizzazione senza motopompa Rif. Normativi UNI10779 - UNI 12845 Allegato A05 - Impianti idrici-antincendio Scheda n. 1 Gruppo di pressurizzazione senza motopompa Rif. Normativi UNI10779 - UNI 12845 02.01 Lettura manometri acqua, condotte principali. Ispezione visiva

Dettagli

M A C C H I N E P E R L A P U L I Z I A I N D U S T R I A L E E S T R A D A L E

M A C C H I N E P E R L A P U L I Z I A I N D U S T R I A L E E S T R A D A L E 7500 SKY Dulevo 7500 SKY Dulevo 7500 SKY è la spazzatrice ideale per la pulizia di strade parcheggi e ampie aree pubbliche e industriali. Il cassone rifiuti della capacità di 6 metri cubi e un serbatoio

Dettagli

IMPIANTO ANTINCENDIO

IMPIANTO ANTINCENDIO IMPIANTO ANTINCENDIO La scuola sarà dotata di impianto idrico antincendio per la protezione interna ossia la protezione contro l incendio che si ottiene mediante idranti a muro, installati in modo da consentire

Dettagli

CIRCUITI OLEODINAMICI ELEMENTARI

CIRCUITI OLEODINAMICI ELEMENTARI CIRCUITI OLEODINAMICI ELEMENTARI Un esame sistematico dei circuiti completi, anche se limitato a pochi tipi di macchine e di attrezzature, sarebbe estremamente complesso e vasto. Il raggiungimento del

Dettagli

Gruppi Antincendio.com

Gruppi Antincendio.com GRUPPI ANTINCENDIO EN12845 Base giunto I gruppi antincendio sono preassemblati su un robusto basamento zincato a caldo comprendente anche la struttura dei quadri elettrici. Mod. P1E Elettropompa principale

Dettagli

Giunto di riparazione

Giunto di riparazione Giunto di riparazione Corpo in ottone CW614N Attacchi intercambiabili per tubi rame, plastica e multistrato Doppio o-ring di tenuta in EPDM Possibile installazione sottotraccia Disponibile versione EUROKONUS

Dettagli

VASCHE E MOTOPOMPE. CATALOGO - Novembre 2014

VASCHE E MOTOPOMPE. CATALOGO - Novembre 2014 VASCHE E MOTOPOMPE CATALOGO - Novembre 2014 Ecosystem srl Via Gritti 11/ - 24 Bergamo [Italy] - tel 03 270837 fax 03 23882 - P.I. 00932910169 - www.ecosystem-bg.com - info@ecosystem-bg.com VASCHE MOBILI

Dettagli

VITODENS 100-W Caldaia murale a gas a condensazione da 9.0 a 35 kw

VITODENS 100-W Caldaia murale a gas a condensazione da 9.0 a 35 kw VITODENS 100-W Caldaia murale a gas a condensazione da 9.0 a 35 kw VITODENS 100-W Tipo WB1B Caldaia murale a gas a condensazione da 9.0 a 35.0 kw Per gas metano e gas liquido VTP 100-W WB1B 06/008 VTD

Dettagli

Lista di controllo Carico e scarico di container e cassoni

Lista di controllo Carico e scarico di container e cassoni Sicurezza realizzabile Lista di controllo Carico e scarico di container e cassoni Conoscete i pericoli collegati alle attività di carico e scarico di cassoni, container per rifiuti e press container? Questa

Dettagli

Compattezza semi-vio. Mini-escavatore. Caratteristiche principali. Vantaggi operativi

Compattezza semi-vio. Mini-escavatore. Caratteristiche principali. Vantaggi operativi Mini-escavatore Compattezza semi-vio Caratteristiche principali Dimensioni compatte : - larghezza della macchina ridotta a 980 mm ; - raggio di rotazione posteriore di soli 980 mm ; - raggio di rotazione

Dettagli

SOMMARIO PRESENTAZIONE V PARTE I INTRODUZIONE ALLA PROBLEMATICA ANTINCENDIO. 1.1 La prevenzione 1.2 Il controllo e l estensione

SOMMARIO PRESENTAZIONE V PARTE I INTRODUZIONE ALLA PROBLEMATICA ANTINCENDIO. 1.1 La prevenzione 1.2 Il controllo e l estensione SOMMARIO PRESENTAZIONE V PARTE I INTRODUZIONE ALLA PROBLEMATICA ANTINCENDIO CAPITOLO 1 - I criteri di difesa antincendio 3 1.1 La prevenzione 1.2 Il controllo e l estensione» 3» 3 CAPITOLO 2 - I sistemi

Dettagli

CORPO POMPIERI VOLONTARI DI MOGGIO UDINESE UNIONE CORPI POMPIERI VOLONTARI DEL FVG STAZIONE FORESTALE DI MOGGIO UDINESE

CORPO POMPIERI VOLONTARI DI MOGGIO UDINESE UNIONE CORPI POMPIERI VOLONTARI DEL FVG STAZIONE FORESTALE DI MOGGIO UDINESE CORPO POMPIERI VOLONTARI DI MOGGIO UDINESE UNIONE CORPI POMPIERI VOLONTARI DEL FVG STAZIONE FORESTALE DI MOGGIO UDINESE DOCUMENTO DI IMPIANTO PER ESERCITAZIONE- DIMOSTRAZIONE ANTINCENDIO BOSCHIVO DENOMINATA

Dettagli

SPRINGSON. POMPE MULTICELLULARI AUTOADESCANTI Gamma: Standard e Automatica (PAC) 2 poli - 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI

SPRINGSON. POMPE MULTICELLULARI AUTOADESCANTI Gamma: Standard e Automatica (PAC) 2 poli - 50 Hz CAMPO DI IMPIEGO APPLICAZIONI VANTAGGI CAMPO DI IMPIEGO Portata max: 8 m 3 /h Prevalenza max: 55 mc.a. Pressione d esercizio max: 8 bar Altezza d aspirazione max: 8 m Temperatura d esercizio: da + 5 a +35 C* Temperatura ambiente max: +4 C*

Dettagli

PTT di 3.500 Kg e pertanto conducibile con Patente B. Pagina 1

PTT di 3.500 Kg e pertanto conducibile con Patente B. Pagina 1 SPAZZATRICE ASPIRANTE VELOCE mod. MINOR m 3 2 La Spazzatrice Aspirante Scarab Minor è una delle più potenti spazzatrici compatte per aree urbane. E allestita con motore Diesel VM sovralimentato (conforme

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio Accessori Collegamento di tubi Logano G5 con Logalux LT300 Logano G5/GB5 con bruciatore e Logalux LT300 Per l installatore Leggere attentamente prima del montaggio. 6066600-0/00

Dettagli

IMPIANTO ANTINCENDIO Le prestazioni richieste sono: A- conduzione degli impianti; B- controlli e manutenzioni preventive; Serramenti REI

IMPIANTO ANTINCENDIO Le prestazioni richieste sono: A- conduzione degli impianti; B- controlli e manutenzioni preventive; Serramenti REI IMPIANTO ANTINCENDIO Le prestazioni richieste sono: A- conduzione degli impianti; B- controlli e manutenzioni preventive; Serramenti REI della rispondenza della posizione delle porte REI al progetto di

Dettagli

(D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni)

(D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni) Catalogo Corsi di Formazione in materia di Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs. 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni) Per ulteriori informazioni e per conoscere le date dei corsi pianificati scrivere

Dettagli

La pubblicazione è realizzata con particolare attenzione alla scelta del supporto cartaceo ed ai processi di stampa per ridurne l impatto ambientale. Quest opera è protetta dalla legge sul diritto d autore.

Dettagli

GREENOx BT A BASSA TEMPERATURA DUAL BT A BASSA TEMPERATURA CON MODULI AFFIANCATI. GREENOx BT COND A BASSA TEMPERATURA CON CONDENSATORE

GREENOx BT A BASSA TEMPERATURA DUAL BT A BASSA TEMPERATURA CON MODULI AFFIANCATI. GREENOx BT COND A BASSA TEMPERATURA CON CONDENSATORE MANUALE TECNICO GREENOx BT A BASSA TEMPERATURA DUAL BT A BASSA TEMPERATURA CON MODULI AFFIANCATI GREENOx BT COND A BASSA TEMPERATURA CON CONDENSATORE GREENOx/GREENOx.e/K A TRE GIRI DI FUMO DUAL GRX/DUAL

Dettagli

MACCHINE Lezione 7 Impianti di pompaggio

MACCHINE Lezione 7 Impianti di pompaggio MACCHINE Lezione 7 Impianti di pompaggio Dr. Paradiso Berardo Laboratorio Fluidodinamicadelle delle Macchine Dipartimento di Energia Politecnico di Milano Generalità Un impianto di pompaggio ha la funzione

Dettagli

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05)

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Sostituzione guarnizione della testa, rovinata a causa di una perdita dell acqua dal tubo inferiore del radiatore (la vettura ha circolato senza liquido

Dettagli

L attacco rapido intelligente per escavatori ESCAVATORI

L attacco rapido intelligente per escavatori ESCAVATORI L attacco rapido intelligente per escavatori ESCAVATORI Sostituisci il tuo attrezzo idraulico in 10 secondi Principio di funzionamento OilQuick è un sistema di attacco rapido per escavatori per collegare

Dettagli

Consigli per l officina sul sistema idraulico. dello sterzo: Lavaggio di sistemi sterzante. Il lavaggio del sistema sterzante!

Consigli per l officina sul sistema idraulico. dello sterzo: Lavaggio di sistemi sterzante. Il lavaggio del sistema sterzante! Consigli per l officina sul sistema idraulico dello sterzo: Lavaggio di sistemi sterzante Il lavaggio del sistema sterzante! Uno dei lavori più importanti durante la sostituzione di una pompa servosterzo

Dettagli

SCHEDA DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA 1 IS. Per

SCHEDA DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA 1 IS. Per SCHEDA DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA 1 IS Scheda di manutenzione 1/2 (S MANUTENZIONE PROGRAMMATA E VERIFICHE IMPIANTO IDRICO SANITARIO (periodicità mensile) Controllo mediante esame a vista, delle apparecchiature

Dettagli

CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO

CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO DATA ORARIO 8:00-8:00-8:00-8:00- CORSO FORMAZIONE VIGILI VOLONTARI PROGRAMMA DELLE LEZIONI TEORICHE (fine settimana) (N.B. per ogni modulo sono disponibili 2 e 30 minuti.) MATERIA ORGANIZZAZIONE Quadro

Dettagli

RELAZIONE SPECIALISTICA STAZIONE DI POMPAGGIO ANTINCENDIO

RELAZIONE SPECIALISTICA STAZIONE DI POMPAGGIO ANTINCENDIO PROGETTO GESTIONE ORDINARIA EDIFICI SCOLASTICI II Codice Edificio: 2008 RELAZIONE SPECIALISTICA STAZIONE DI POMPAGGIO ANTINCENDIO OGGETTO: L.S. BRUNO, TORINO - INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

AL1904 10ANNIAL SERVIZIO ELL AGRICOLTURA

AL1904 10ANNIAL SERVIZIO ELL AGRICOLTURA DAL 1904 110 ANNI AL SERVIZIO DELL AGRICOLTURA AL1904 10ANNIAL SERVIZIO ELL AGRICOLTURA CATALOGO AGRICOLTURA CARPI: PASSIONE, ESPERIENZA E RICERCA Officine Carpi opera nel settore agricoltura e giardinaggio

Dettagli

Art. 1072/E. STRINGO (montaferetri oleodinamico elettrico) PRESENTAZIONE:

Art. 1072/E. STRINGO (montaferetri oleodinamico elettrico) PRESENTAZIONE: Pag. 1 Art. 1072/E. STRINGO (montaferetri oleodinamico elettrico) PRESENTAZIONE: Alla semplicità strutturale si accompagnano soluzioni avanzate che fanno una macchina molto versatile utilizzabile in tutte

Dettagli

Sostituzione della testata (09)

Sostituzione della testata (09) Sostituzione della testata (09) Il motore prodotto dal gruppo PSA, oggetto della riparazione, è siglato WJY ed ha una cilindrata pari a 1868 cm 3. Oltre che sulla Fiat Scudo, è stato utilizzato anche su

Dettagli

Il 30 anno di fondazione del Corpo Pompieri Volontari di Moggio Udinese

Il 30 anno di fondazione del Corpo Pompieri Volontari di Moggio Udinese I Pompirs di Mueç - in friulano - il 20 e 21 settembre 2008 hanno festeggiato il trentesimo anniversario di fondazione e di attività con un esercitazione organizzata in collaborazione con l Amministrazione

Dettagli

SCHEDA II-1 Misure preventive e protettive in dotazione dell opera ed ausiliarie

SCHEDA II-1 Misure preventive e protettive in dotazione dell opera ed ausiliarie Tipologia dei lavori: INTERVENTI DI CONTROLLO E REVISIONE CODICE SCHEDA C 01 DISTRIBUZIONE ACQUA FREDDA E CALDA. VERIFICA FUNZIONAMENTO TERMINALI E RUBINETTI, VERIFICA DEGLI SCARICHI, VERIFICA DELLE TUBAZIONI

Dettagli

PIANO DELLE ATTIVITA DI MANUTENZIONE ORDINARIA E PROGRAMMATA DI MACCHINARI-MEZZI-ATTREZZATURE IN DOTAZIONE ALL IMPIANTO

PIANO DELLE ATTIVITA DI MANUTENZIONE ORDINARIA E PROGRAMMATA DI MACCHINARI-MEZZI-ATTREZZATURE IN DOTAZIONE ALL IMPIANTO PROVINCIA DELL OGLIASTRA APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO DI TRATTAMENTO RIFIUTI URBANI PER LA PRODUZIONE DI COMPOST DI QUALITA IN LOCALITA QUIRRA-OSINI PIANO DELLE ATTIVITA DI MANUTENZIONE

Dettagli

Dettaglio rubinetteria. Il maniglione è un accessorio acquistabile separatamente.

Dettaglio rubinetteria. Il maniglione è un accessorio acquistabile separatamente. Dettaglio rubinetteria. Il maniglione è un accessorio acquistabile separatamente. Immagine indicativa della bugnatura sul fondo. DESCRIZIONE Vasca a sedere ideale per anziani, installabile ad angolo o

Dettagli

COORDINAMENTO PROVINCIALE SQUADRA PROVINCIALE ANTINCENDIO BOSCHIVO (A.I.B.)

COORDINAMENTO PROVINCIALE SQUADRA PROVINCIALE ANTINCENDIO BOSCHIVO (A.I.B.) COORDINAMENTO PROVINCIALE SQUADRA PROVINCIALE ANTINCENDIO BOSCHIVO (A.I.B.) Provincia di Varese Atto costitutivo Sommario Art. 1. Premessa... 1 Art. 2. Costituzione, finalità e ambiti di competenza del

Dettagli

SCHEDE PREVENZIONE INCENDI

SCHEDE PREVENZIONE INCENDI Da consegnare ai collaboratori scolastici perché segnino l intervento delle ditte esterne che sarà poi riportato sul registro antincendio SCHEDE PREVENZIONE INCENDI Scuola ESTINTORI PORTATILI ESTINTORI

Dettagli

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Croce Rossa Italiana Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Antincendio e sostanze pericolose Rovereto, 24 maggio 2012 Istruttore PC Massimiliano (Max) Morari Sommario I Vigili del Fuoco Sicurezza

Dettagli

ESTINTORI CARRELLATI OMOLOGATI M.I. UNI 9492

ESTINTORI CARRELLATI OMOLOGATI M.I. UNI 9492 Estintori carrellati a pressione permanente, con manometro di controllo, serbatoio separato dalla struttura portante. Ogni serbatoio viene collaudato idraulicamente secondo la normativa europea PED 97/23.

Dettagli

Manutenzione delle attrezzature

Manutenzione delle attrezzature Manutenzione delle attrezzature Allegato 3 al Bando di gara per l'appalto dei servizi sei anni da Settembre 2012 ad Agosto 2018 Conforme alla norma UNI 11407:2011 Pagina 1 di 13 Indice 1. Premessa...3

Dettagli

soluzioni per il bagno assistito

soluzioni per il bagno assistito soluzioni per il bagno assistito 124 bagno assistito 125 Vasca sollevabile Serie 2004HM con idromassaggio Vasca sollevabile in altezza, in vtr rinforzato, a doppia scocca, colore bianco, sollevabile in

Dettagli

IMPIANTI DI PROTEZIONE ATTIVA IMPIANTI DI ESTINZIONE INCENDI

IMPIANTI DI PROTEZIONE ATTIVA IMPIANTI DI ESTINZIONE INCENDI IMPIANTI DI PROTEZIONE ATTIVA IMPIANTI DI ESTINZIONE INCENDI IMPIANTI DI PROTEZIONE ATTIVA IMPIANTI DI ESTINZIONE INCENDI NORMATIVA DI RIFERIMENTO: DM 20-12-2012 (GU n.3 del 4-1-2013) Regola tecnica di

Dettagli

MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP

MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP MODELLO: MONOBLOCK MINI BOX VTP Stazione di stoccaggio e pressurizzazione idrica per impianti antincendio IBRIDA composto da riserva idrica da interro vano tecnico con installato gruppo di pressurizzazione

Dettagli

CORSO per VOLONTARI di PROTEZIONE CIVILE Addetti Antincendio Boschivo

CORSO per VOLONTARI di PROTEZIONE CIVILE Addetti Antincendio Boschivo CORSO per VOLONTARI di PROTEZIONE CIVILE Addetti Antincendio Boschivo Relatore: Graziella Serven, Gruppo Il FALCO - Felino Coordinamento Il Volontario e il soccorso Durante le attività di soccorso è necessario

Dettagli

MICRO-ESCAVATORE SV05-B. 690 kg. Call for Yanmar solutions

MICRO-ESCAVATORE SV05-B. 690 kg. Call for Yanmar solutions MICRO-ESCAVATORE 690 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Yanmar, l unico costruttore a proporre una macchina tale in questa classe di peso. Ingombro minimo > Larghezza globale di soli 690 mm. > Raggio

Dettagli

304.5. Miniescavatore idraulico. Motore Cat 3024 diesel ad aspirazione naturale. Peso operativo

304.5. Miniescavatore idraulico. Motore Cat 3024 diesel ad aspirazione naturale. Peso operativo 304.5 Miniescavatore idraulico Motore Cat 3024 diesel ad aspirazione naturale Potenza netta al volano 28 kw/38 hp Peso operativo Con cabina 4595 kg Con tettuccio 4475 kg Miniescavatore idraulico 304.5

Dettagli

NELL AMBITO DELL OPERA DI

NELL AMBITO DELL OPERA DI f di Maurizio Livraghi, Tecnoprogen srl MEGASTORE A MILANO IMPIANTO SPRINKLER E IDRANTI NELL AMBITO DELL OPERA DI RISTRUTTURAZIONE DI UNA STORICA SALA CINEMATOGRAFICA, RICONVERTITA IN MEGASTORE NEL CENTRO

Dettagli

MHD Unità terminali di trattamento aria idroniche canalizzabili

MHD Unità terminali di trattamento aria idroniche canalizzabili Caratteristiche tecniche e costruttive Unità Base - Struttura portante realizzata in lamiera zincata di spessore mm. - Batteria di scambio termico in tubo di rame con alette in alluminio a pacco continuo

Dettagli

1. RETI ANTINCENDIO AD IDRANTI... pag. 2. 1.1 Riferimenti Normativi... pag. 2. 1.2 Generalità sull Impianto... pag. 3

1. RETI ANTINCENDIO AD IDRANTI... pag. 2. 1.1 Riferimenti Normativi... pag. 2. 1.2 Generalità sull Impianto... pag. 3 INDICE 1. RETI ANTINCENDIO AD IDRANTI.................................... pag. 2 1.1 Riferimenti Normativi........................................ pag. 2 1.2 Generalità sull Impianto.......................................

Dettagli

SEGNALETICA DI SICUREZZA E AZIENDALE

SEGNALETICA DI SICUREZZA E AZIENDALE E AZIENDALE CARTELLI DI PERICOLO: SIMBOLI CONFEZIONE DA 5 PEZZI FIG. 10000 CAVALLETTO PORTA CARTELLI CARATTERISTICHE: realizzato in materiale plastico per l inserimento di cartelli intercambiabili, bifacciale

Dettagli

CENTRO ASSISTENZA. San Lazzaro di Savena - Bologna - Italy RIPARAZIONE ED V.della Fisica 14/16/18/20/22/24 INSTALLAZIONE

CENTRO ASSISTENZA. San Lazzaro di Savena - Bologna - Italy RIPARAZIONE ED V.della Fisica 14/16/18/20/22/24 INSTALLAZIONE SETTORE PISTONI IDRAULICI MOVIMENTO 2 e 3 ASSI STERZANTI - PISTONI SERVOSTERZO E COMPLESSIVI DI STERZATURA IDRAULICA PER VEICOLI INDUSTRIALI + KIT MONTAGGIO IDROGUIDE E SERVOSTERZI E ATTREZZATURA PER RICARICA

Dettagli

ANTINCENDIO BOSCHIVO CORSO DI FORMAZIONE DI SECONDO LIVELLO TECNICHE DI SPEGNIMENTO

ANTINCENDIO BOSCHIVO CORSO DI FORMAZIONE DI SECONDO LIVELLO TECNICHE DI SPEGNIMENTO ANTINCENDIO BOSCHIVO CORSO DI FORMAZIONE DI SECONDO LIVELLO TECNICHE DI SPEGNIMENTO TECNICHE DI ESTINZIONE ATTACCO DIRETTO ATTACCO INDIRETTO Soffocare la fiamma intervenendo direttamente sul fuoco Isolare

Dettagli

IMPIANTI DI ESTINZIONE INCENDI

IMPIANTI DI ESTINZIONE INCENDI COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI VERCELLI Seminario di aggiornamento Ordine Ingegneri della Provincia di Vercelli 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO: DM 20-12-2012 (GU n.3 del 4-1-2013) Regola tecnica di

Dettagli

D e s c r i z i o n e i n t e r v e n t o N OPERAZ. ORE LAV. 28 SOSTITUZIONE MOTORINO AVVIAMENTO 29 S.R. MOTORINO AVVIAMENTO E REVISIONE

D e s c r i z i o n e i n t e r v e n t o N OPERAZ. ORE LAV. 28 SOSTITUZIONE MOTORINO AVVIAMENTO 29 S.R. MOTORINO AVVIAMENTO E REVISIONE ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA SERVIZIO TERRITORIALE DI NUORO VIA A. DEFFENU N 9 T e m p a r i o V e i c o l i I n d u s t r i a l i 2012 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 ESECUZIONE TAGLIANDO CON: SOST.NE FILTRO

Dettagli

NUOVI PRODOTTI LINEA RESIDENZIALE

NUOVI PRODOTTI LINEA RESIDENZIALE CALDAIA MODULARE A CONDENSAZIONE VANTAGGI ALTO CONTENUTO D ACQUA RISPETTO A CALDAIE MURALI E BASAMENTO A BASSO CONTENUTO Bassissimi carichi termici maggiore durata nel tempo Drastica riduzione cicli di

Dettagli

Dati tecnici Spandilegante serie TA SW 10 TA SW 16 TA

Dati tecnici Spandilegante serie TA SW 10 TA SW 16 TA Dati tecnici Spandilegante serie TA SW 10 TA SW 16 TA Dati tecnici Spandilegante SW 10 TA Spandilegante SW 16 TA Cassone Capacità del cassone 10 m 3 16 m 3 Diametro bocchettone / tubazione di riempimento

Dettagli

ANTINCENDIO BOSCHIVO CORSO DI FORMAZIONE DI SECONDO LIVELLO IL SISTEMA ANTINCENDIO BOSCHIVO DELLA REGIONE BASILICATA

ANTINCENDIO BOSCHIVO CORSO DI FORMAZIONE DI SECONDO LIVELLO IL SISTEMA ANTINCENDIO BOSCHIVO DELLA REGIONE BASILICATA ANTINCENDIO BOSCHIVO CORSO DI FORMAZIONE DI SECONDO LIVELLO IL SISTEMA ANTINCENDIO BOSCHIVO DELLA REGIONE BASILICATA INCENDI BOSCHIVI Legge n.353 del 21.11.2000 Definizione: un fuoco con suscettività ad

Dettagli

RETI IDRANTI UNI 10779-07. A cura di BM SISTEMI srl. Progettazione, Installazione ed Esercizio

RETI IDRANTI UNI 10779-07. A cura di BM SISTEMI srl. Progettazione, Installazione ed Esercizio RETI IDRANTI Progettazione, Installazione ed Esercizio UNI 10779-07 A cura di BM SISTEMI srl Introduzione La progettazione e l installazione delle reti idranti è regolata in Italia dalla norma UNI 10779.

Dettagli

LA TRATTRICE AGRICOLA

LA TRATTRICE AGRICOLA LA TRATTRICE AGRICOLA TIPOLOGIE DI TRATTRICI STRUTTURA DELLE TRATTRICI MODERNE PARTICOLARI TIPI DI TRATTRICE PRINCIPALI PARTI DELLA TRATTRICE TIPOLOGIE DI TRATTRICI La trattrice agricola viene definita

Dettagli

La manutenzione dei sistemi di pompaggio antincendio

La manutenzione dei sistemi di pompaggio antincendio La manutenzione dei sistemi di pompaggio antincendio La manutenzione viene definita come combinazione di tutte le azioni tecniche, amministrative e gestionali, durante il ciclo di vita di un'entità, volte

Dettagli

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Ente di formazione accreditato dalla Regione Siciliana Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Page1 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA

Dettagli

La soluzione innovativa per le applicazioni pesanti. OptiFant 8000

La soluzione innovativa per le applicazioni pesanti. OptiFant 8000 La soluzione innovativa per le applicazioni pesanti OptiFant 8000 Potente unità Power-Pack Il potente motore a basse emissioni ed il ventilatore ad azionamento idraulico creano un unità motrice compatta

Dettagli

Divisione A U20002120

Divisione A U20002120 U20002120 Data di messa allo studio 02-12-10 Data obiettivo 25-05-12 Acustica - Misurazione dei livelli sonori percentili La norma definisce i criteri per la strumentazione, i metodi e i criteri di valutazione

Dettagli

Composizione. Modalità d uso. Modalità d uso. Addetti

Composizione. Modalità d uso. Modalità d uso. Addetti idranti/naspi Idranti Rete dedicata Presa idricacon con raccordo unificato Uno opiù manichette flessibili Lancia. Composizione Modalità d uso Modalità d uso Srotolarelala manichetta evitando strozzature

Dettagli

Compressore tipo 1 x (Scroll), ermetico, 2 x (Scroll), ermetico Fluido frigorigeno R407c kg 4,0 4,2 6,0 6,1 9,0

Compressore tipo 1 x (Scroll), ermetico, 2 x (Scroll), ermetico Fluido frigorigeno R407c kg 4,0 4,2 6,0 6,1 9,0 Dati tecnici - Incluse le perdite di sbrinamento Hoval Belaria (8-33), Hoval Belaria twin (0-30) Belaria Belaria twin Tipo (8) (0) () (5) (0). stadio. stadio Potenzialità nominale con A/W35 secondo EN

Dettagli

KESSEL- Filtro per acqua piovana Sistema 400

KESSEL- Filtro per acqua piovana Sistema 400 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO, ESERCIZIO E MANUTENZIONE KESSEL- Filtro per acqua piovana Sistema 400 Filtro per acqua piovana Sistema 400 da installare in condotte di scolo all aperto Filtro per acqua piovana

Dettagli

Impianti di estinzione incendi Reti di idranti Progettazione, installazione ed esercizio

Impianti di estinzione incendi Reti di idranti Progettazione, installazione ed esercizio NORMA ITALIANA Impianti di estinzione incendi Reti di idranti Progettazione, installazione ed esercizio UNI 10779 Fire fighting equipment Hydrants systems - Design, installation and operation SETTEMBRE

Dettagli

HQ03. pompa singola a palette tipo. 20 a 23 gpm) a 1000 rpm e 7 bar.

HQ03. pompa singola a palette tipo. 20 a 23 gpm) a 1000 rpm e 7 bar. HQ3 Descrizione generale Pompa a palette a cilindrata fissa, idraulicamente bilanciata, con portata determinata dal tipo di cartuccia utilizzato e dalla velocità di rotazione. La pompa è disponibile in

Dettagli

e unità canalizzabili della serie recuperare il calore dall aria di espulsione La serie Energy prevede

e unità canalizzabili della serie recuperare il calore dall aria di espulsione La serie Energy prevede Energy Recuperatore L e unità canalizzabili della serie Energy sono state studiate per permettere un risparmio energetico negli impianti di ventilazione di locali pubblici e privati quali bar, ristoranti,

Dettagli