Valutazione Empirica di Sistemi ERP Open Source. Gerardo Canfora, Aniello Cimitile, Davide Vetrale, Corrado Aaron Visaggio.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Valutazione Empirica di Sistemi ERP Open Source. Gerardo Canfora, Aniello Cimitile, Davide Vetrale, Corrado Aaron Visaggio."

Transcript

1 Valutazione Empirica di Sistemi ERP Open Source. Gerardo Canfora, Aniello Cimitile, Davide Vetrale, Corrado Aaron Visaggio. Abstract. La crescente diffusione del software open source, sia in termini di acquisizione, che quale opportunità per lo sviluppo di nuovi modelli di business, richiede una comprensione più profonda delle dinamiche che sottendono la sua realizzazione ed evoluzione. Questo lavoro riporta i risultati preliminari di una ricerca empirica finalizzata a caratterizzare le strategie di progettazione ed evoluzione del software open source. 1. Introduzione Il software open source (oss) sta attraendo l interesse sia della comunità industriale, che lo considera una opportunità di business, che della pubblica amministrazione, che lo considera un opportunità per abbattere alcuni costi tipici dell acquisizione e dell esercizio di software proprietario. Il lavoro [15] raccoglie alcune delle iniziative di molti governi nazionali, i quali stanno organizzando programmi di adozione estensiva dell oss per l automazione dei propri uffici e processi. Se la pubblica amministrazione è interessata nell oss dalla prospettiva dell utente, l industria sta impiegando l oss per sviluppare nuove tipologie di servizi [14]. Per quanto concerne quest ultima prospettiva, Fuggetta [8] ha identificato cinque possibili modelli di business. La crescente diffusione dell oss, solleva, però un problema di interesse primario per la comunità dell Ingegneria del Software: gli attori coinvolti nel processo di acquisizione necessitano di strumenti metodologici e tecnologici per valutare la qualità di tali software. Purtroppo, non è stato ancora accertato come si caratterizzino il ciclo di vita del prodotto open source ed i corrispondenti processi (progettazione, codifica, collaudo, verifica, gestione della configurazione) che vengono realmente eseguiti; sebbene siano stati condotti diversi studi empirici, il corpus di conoscenza è ancora immaturo. Alcune ricerche, quali quelle riportate in [13], suggeriscono che le communità open source di successo rispettano processi rigorosi per la codifica,

2 l identificazione e la correzione di difetti, la documentazione di progetto, la validazione ed il rilascio di patch. Però, come atteso, una simile disciplina non è necessariamente assicurata da una qualunque comunità open source. Come ha osservato Meo [3], dal momento che le comunità open source hanno molti gradi di libertà, non vi è una forma comune a cui tutte le comunità open source aderiscono, ma ognuna è caratterizzata da pratiche, tecniche e processi propri. Di conseguenza, vi è ancora una notevole variabilità nella qualità degli oss. Sono dunque necessari studi empirici che possano consentire di definire le leggi che governano l architettura, la realizzazione e l evoluzione dei prodotti open source, onde poter avviare processi di acquisizione o pianificare strategie di business in modo appropriato. Un caso esemplare di prodotto OSS quale possibile prossimo candidato ad una massiccia diffusione è l Enterprise Resource Planning (ERP): sul portale SourceForge sono presenti 351 progetti Open Source (16.3.7), di cui 49% avviati negli ultimi 8 mesi. L adozione in un organizzazione di un nuovo sistema gestionale ERP comporta alcune criticità, soprattutto per le Piccole Medie Imprese (PMI) [7]. Questi sistemi sono complessi e supportano processi significativi per l organizzazione, per cui la loro introduzione richiede competenze specialistiche e risorse economiche che spesso le PMI non possiedono. Con le soluzioni gestionali ERP Open Source, molti di questi rischi sono mitigati, dal momento che vi è: disponibilità del codice sorgente; abbattimento dei costi di licenza; controllo sulla qualità del prodotto; riduzione del vendor lock-in. In accordo a quanto premesso, questo lavoro riporta i risultati di una indagine estensiva riguardo le caratteristiche strutturali di un campione di ERP Open Source. Tale lavoro è parte di un più ampio programma di ricerca orientato a caratterizzare la qualità e l evoluzione della stessa nei prodotti open source. Il lavoro è così organizzato: nel secondo paragrafo si discute la letteratura del settore, nel paragrafo 3 viene mostrato il metodo di analisi, nel paragrafo 4 viene discussa l analisi dei dati; infine, nel paragrafo 5, sono riportate le conclusioni.

3 2. Lavori Correlati In letteratura sono stati analizzati differenti aspetti dei prodotti e dei processi open source. Capiluppi [4] ha analizzato l evoluzione di 12 progetti, studiando attributi quali la modularità, la dimensione, ed il numero di sviluppatori partecipanti. L obiettivo della ricerca è stato quello di comprendere se possono essere identificati andamenti o differenze chiave con lo sviluppo di closed software. I risultati principali mostrano che alcuni progetti raccolgono una comunità significativa di sviluppatori, ma la maggior parte dei progetti include un numero limitato di membri e prosegue con un passo di evoluzione molto lento. Al crescere della dimensione, il numero di autori e di partecipanti aumenta. Le leggi dell evoluzione del software di Lehman s and Belady [2] sono confermate, dal momento che è stata osservata una crescita di dimensioni costante. La dimensione dei moduli tende a crescere fino ad un valore stabile; infine, i progetti open source evolvono con un numero maggiore di rilasci del software tradizionale. Godfrey and Tu [9] hanno esaminato 96 versioni del kernel Linux. Gli autori hanno, infatti, trovato che, anche se Linux era molto grande, la crescita ha rispettato un andamento superlineare per molti anni. Questi risultati indicano che la crescita dell oss è maggiore di quella del software closed. Dinh and Bieman [5] hanno analizzato alcuni aspetti dei processi open source; gli obiettivi del loro lavoro erano di identificare: i) le caratteristiche comuni nel processo di sviluppo di progetti open source di successo; ii) la qualità del software che è stato prodotto usando tali processi. Gli autori hanno replicato lo studio di Mockus et al. [1] su un differente progetto open source, il FreeBSD project, una versione open source del sistema operativo Unix. I risultati chiave sono che: i) la densità dei difetti è minore che nel codice commerciale; ii) gli sviluppatori sono anche utilizzatori del software e iii) il gruppo di sviluppatori core contribuiscono all 8 per cento del codice. Il lavoro [12] ha raffrontato la qualità del software realizzati nel closed source e nell open source. Gli autori hanno trovato che la qualità dell open source non è inferiore alla qualità del closed software:

4 non vi è una supremazia di uno dei due approcci, in termini di qualità. La qualità dell oss decresce< con i costi e gli sforzi dei programmatori; la qualità di entrambi descresce nei mercati competitivi. Paulson et al. [11] hanno confrontato closed ed open source software, ricavando evidenza che l oss ha generalmente meno difetti. Ferenc et al. [6] riportano che la fault-proneness del software Mozzilla diminusce nelle differenti versioni. 3. Metodo di Ricerca L obiettivo del lavoro di ricerca è formulato in accordo al paradigma Goal Question Metrics (GQM) [1]: Analizzare: il prodotto open source Con l obiettivo di : caratterizzare Rispetto a: architettura. Dal punto di vista: dello sviluppatore Nel contesto di: open source enterprise resource planning software (ERP). Il campione di analisi è costituito da dieci progetti open source, pubblicati in uno dei più noti portali web di oss, Sourceforge.org (ww.sourceforge.com). La scelta del campione è stata motivate da due ragioni: (i) il portale è tra quelli che riporta il maggior numero di accessi, (ii) mantiene traccia del ciclo di vita dei progetti tramite un ricco insieme di indicatori di progetto. E stato, inoltre, selezionato uno specifico tipo di software (ERP), al fine di avere omogeneità nelle osservazioni. Il 31 Luglio 26, 22 Progetti ERP sono stati pubblicati su Sourceforge. Affinché il campione potesse consentire un analisi significativa, un sottoinsieme di 25 progetti che mostrano un alto

5 livello di partecipazione sia della comunità degli sviluppatori che di quella degli utenti. I progetti selezionati, presentano, infatti le seguenti caratteristiche: la metrica di attività è maggiore del 97.%. dal momento che il numero di download potrebbe dipendere dall età del progetto, è stato preso in considerazione un valore normalizzato (downloads/età);questo valore è maggiore di 8; per la stessa ragione, anche la metrica project web hits è stata considerata, normalizzandola rispetto all età (project web hits/age),e questo valore è maggiore di 8. Per ogni progetto le metriche sono state raccolte da Gennaio 2 a Giugno 26, al fine di osservare l evoluzione dei progetti nel tempo. Le metriche rilevate sono state definite in un GQM [14] che, per motivi di spazio, non si riporta in questa sede. 4. Analisi dei Dati Di seguito viene fornita una specifica quantitativa (il livello di completezza) rispetto alla qualità di interesse, la Software Architecture, ottenuta valutando gli ERP in relazione al primo goal del modello GQM già citato [14](Analizzare: un ERP; Con il proposito di: caratterizzarlo; Rispetto alla: Software Architecture; Dal punto di vista: dell ingegnere del software). La figura 3.4 riporta un punteggio cumulativo che include tutte le metriche valutate nell analisi.

6 Somma degli Scores 1 5 Fig Valutazione complessiva del livello di completezza degli ERP. Come si può osservare, non vi è molta differenza tra gli ERP del campione, i quali riportano valori che non si discostano molto dal valore medio, eccezion fatta per i due massimi. L ERP che ha totalizzato il punteggio più alto numero di scores è stato (45) seguito immediatamente da (44). L ERP che ha ottenuto il punteggio più basso è stato, con un totale di 25 scores. Tuttavia per un analisi puntuale, si analizzano le singole metriche che esprimono i livelli di completezza.

7 Livello di Completezza atteso Livello di completezza 1 Fig Valutazione dei sistemi operativi supportati per host e server. Sistemi operativi per host e server: si osserva che il massimo è raggiunto solo da, ma che il livello medio oscilla intorno a uno score pari a 4 (supporto di Microsoft NT/2/XP e Unix). Il livello minimo viene riportato da ed. Tutti raggiungono il livello di completezza atteso (Microsoft Windows NT/2/XP). Il livello di completezza atteso per tutte le metriche viene ricavato sulla base dei valori forniti in letteratura.

8 Livello di completezza atteso Livello di completezza Fig Valutazione dei sistemi operativi supportati per il client. Sistemi operativi per client: si osserva che il valore massimo è raggiunto da quasi tutti gli ERP, anche in corrispondenza di che nella metrica precedente riporta il minimo (3). continua a presentare il valore minimo, questa volta affiancato da Project-Open che nella metrica precedente aveva ottenuto uno score medio. Il motivo per cui molti client supportano tutti i sistemi operativi è che alcuni di essi sono realizzati in java (,, ), perciò sono portabili su tutte le piattaforme java enabled. Tutti raggiungono il livello di completezza atteso (Microsoft Windows NT/2/XP).

9 Livello di completezza atteso Livello di completezza Fig Valutazione dei database e dei linguaggi di programmazione supportati. Database e linguaggi di programmazione supportati: si può notare molta variabilità nei livelli di completezza, con un livello medio prossimo a 6, ma nessun ERP raggiunge il massimo score (1). In accordo con la valutazione complessiva, presenta il massimo relativo affiancato da (presenta il massimo anche nella metrica precedente) ed nuovamente il minimo, appena sufficiente a rispettare il livello di completezza atteso.

10 Livello di completezza atteso Livello di completezza Fig Valutazione della capacità del sistema di gestire l'import/export dei dati. Formato dei dati importati ed esportati: Nessun ERP raggiunge il livello massimo (7), questo perchè il formato lotus non viene supportato da nessuno. Si osserva una forte variabilità, ma non riporta il valore massimo per questa metrica. In questo caso il massimo relativo viene raggiunto da e Project-Open, mentre il minimo da che col suo score (1) scende addirittura al di sotto del livello atteso (2). In questa metrica presenta ben 2 score in più del livello minimo.

11 Livello di completezza atteso Livello di completezza Fig Valutazione della capacità del sistema di gestire la scrittura di report. Report supportati dal sistema: si può notare che il livello medio oscilla attorno a uno score 7, con il massimo (11) raggiunto da Compire e il minimo ancora una volta da affiancato in questa metrica da FreeERP. come nel caso precedente non presenta il valore massimo, ma comunque un livello più alto delle restanti metriche.

12 6 5 4 Livello di completezza atteso Livello di completezza Fig Valutazione degli elementi di supporto al cliente nelle varie attività. Strumenti di supporto al cliente per lo svolgimento delle attività: si osserva una forte variabilità dei valori che vanno da uno score di 1 raggiunto da e, come nella metrica precedente, da e FreeERP, ad uno score di 6 per che, se pur non raggiunge il massimo (8), rappresenta il massimo relativo. continua a fornire uno score inferiore al valore massimo.

13 Livello di completezza atteso Livello di completezza 1 Fig Valutazione del livello di libertà che l utente ha riguardo la creazione di forms. Form disponibili per l utente: si osserva una leggere variazione (un solo score) dal valore 4, anche se nessun ERP raggiunge il valore massimo., e (per la prima volta) presentano il massimo relativo, il valore minimo, mentre si assesta sul valore medio. 5. Conclusioni Questo lavoro riporta i risultati preliminari di una indagine estensiva sulle strategie di progettazione ed evoluzione dei software open source. Nella fattispecie, è stata caratterizzata l architettura, in termini di strategie progettuali, di un campione di ERP open source. Il miglior ERP della valutazione è risultato con uno score di 45 seguito da con un punteggio di 44. Entrambi sono risultati i migliori in 4 metriche su 7 (57%). L ERP che ha totalizzato il livello più basso è stato con uno score pari a 25 seguito da che ha ottenuto solo 2 score in più (27). è risultato il peggior ERP in 4 metriche (57%), il migliore solo in una (14%). Nonostante abbia ottenuto un punteggio appena superiore ad, è risultato il peggior ERP in ben 5 metriche su 7 (71%) e mai il migliore. La ricerca ha consentito di suffragare l assunto che attualmente non si possono identificare linee comuni nelle strategie progettuali dei progetti

14 open source. Inoltre la maggiore diffusione di uno specifico oss non esalta connotati di polarizzazione in nessuna delle caratteristiche analizzate, ma, piuttosto rafforza le differenze e ne enfatizza le singolarità. Bibliografia [1] V.R. Basili, G. Caldiera, and H.D. Rombach, "Goal/Question/Metric Paradigm." In Marciniak J.J., editor, Encyclopedia of Software Engineering, vol. 1, pp John Wiley & Sons, [2] L.A. Belady, and M.M. Lehman, An introduction to Program Growth Dynamics, in Statistical computer Performance Evaluation, W. Freiburger (ed.), Academic Press, Ny, 1972, pp [3] M. Berra, and A.R. Meo, Informatica solidale. BollatiBoringhieri, Torino, Italy, 21. [4] A. Capiluppi, Models for the evolution of open source projects, proc. of the Int l Conference on Software Maintenance (ICSM 3), Amsterdam, The Netherlands, 23, IEEE CS, pp [5] T.T. Dinh-Trong, and J.M. Bieman, The FreeBSD Project: A Replication Case Study of Open Source Development, IEEE Trans. on Software Engineering, vol. 31, no. 6, June 25, pp [6] R. Ferenc, I. Siket, and T. Gyimothy, Extracting Facts from Open Source Software, proc. of the 2th IEEE Int l Conference on Software Maintenace (ICSM 4), Chicago, Illinois, USA, 24, IEEE CS, pp [7] A. Fuggetta, Open source software: an evaluation. Journal of Systems and Software, vol. 66, no. 1, Elsevier, 23, pp [8] A. Fuggetta, Open Source and Free Software: A New Model for The Software Development Process? Upgrade (The European Journal for the Informatics Professional), vol.v, no.5, October 24, pp (last access on the 5th Sept 26, at [9] M. Godfrey, and Q. Tu, Evolution in Open Source Software: A Case Study, proc. of Int l Conference on Software Maintenance (ICSM ), San Jose, CA, USA, 2, IEEE CS, pp [1] A. Mockus, T. Fielding, D. and Herbsleb, Two Case Studies of Open Source Development: Apache and Mozzilla, ACM Trans. Software Eng. And Methodology, vol. 11, no. 3, July 22, ACM, pp [11] J.W. Paulson, G. Succi, and A. Eberlein, An Empirical Study of Open-Source and Closed Source Software Products, IEEE Trans. On Software Engineering, vol.3, No.4, April 24, pp [12] S. Raghunathan, A. Prasad, K.M. Birendra, and H. Chang, Open Source versus Closed Source: Software Quality in Monopoly and Competitive Market, IEEE Trans. On Systems,Man, and Cybernetics- Part A: Systems and Humans, vol.35, no.6, 25, IEEE CS, pp [13] M.A. Rossi, Decoding the Free/Open soruce Software Puzzle, a survey of theoretical and empirical contributions, Quaderni - Università degli Studi di Siena, April 24, (http://opensource.mit.edu/papers/rossi.pdf#search=%22open%2source%2survey%2filetype%3apdf%22) [14] D. Vetrale, and C.A. Visaggio, Open Source Economics, RCOST- Technical Report TR-VV1-26, University of Sannio. [15] K. Wong, Free/Open Source Software and Governments: A Survey of FOSS Initiatives in Governments, International Open Source Network, August 23 (accessed on the 5th of September 26 at ey%2filetype%3apdf%22 ).

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

Laurea Specialistica in Informatica Struttura e Configurazione di Sistemi Liberi. [Presentazione del Corso]

Laurea Specialistica in Informatica Struttura e Configurazione di Sistemi Liberi. [Presentazione del Corso] Presentazione del Corso 1 Premessa Il software libero/open source si è diffuso oltre le comunità di sviluppo, coinvolgendo altri attori che hanno individuato modelli di sviluppo sostenibili che lo rendono

Dettagli

Introduzione al Calcolo Scientifico

Introduzione al Calcolo Scientifico Introduzione al Calcolo Scientifico Corso di Calcolo Numerico, a.a. 2010/2011 Francesca Mazzia Dipartimento di Matematica Università di Bari Francesca Mazzia (Univ. Bari) Introduzione al Calcolo Scientifico

Dettagli

Introduzione. Il software e l ingegneria del software. Marina Mongiello Ingegneria del software 1

Introduzione. Il software e l ingegneria del software. Marina Mongiello Ingegneria del software 1 Introduzione Il software e l ingegneria del software Marina Mongiello Ingegneria del software 1 Sommario Il software L ingegneria del software Fasi del ciclo di vita del software Pianificazione di sistema

Dettagli

WebRatio. L altra strada per il BPM. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8

WebRatio. L altra strada per il BPM. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 WebRatio L altra strada per il BPM Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 Il BPM Il BPM (Business Process Management) non è solo una tecnologia, ma più a grandi linee una disciplina

Dettagli

Introduzione al sistema operativo. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese

Introduzione al sistema operativo. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Introduzione al sistema operativo Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Che cos è un sistema operativo Alcuni anni fa un sistema operativo era definito come: Il software necessario a controllare

Dettagli

Introduzione al Calcolo Scientifico

Introduzione al Calcolo Scientifico Introduzione al Calcolo Scientifico Corso di Calcolo Numerico, a.a. 2008/2009 Francesca Mazzia Dipartimento di Matematica Università di Bari Francesca Mazzia (Univ. Bari) Introduzione al Calcolo Scientifico

Dettagli

RELAZIONE DI SINTESI DELL ATTIVITA SVOLTA Progetto OS4E Università Bocconi Customer & Service Science LAB

RELAZIONE DI SINTESI DELL ATTIVITA SVOLTA Progetto OS4E Università Bocconi Customer & Service Science LAB RELAZIONE DI SINTESI DELL ATTIVITA SVOLTA Progetto OS4E Università Bocconi Customer & Service Science LAB Obiettivi La sezione di ricerca realizzata da CSS-LAB Customer & Service Science LAB dell Università

Dettagli

Open Source per la Qualità

Open Source per la Qualità Open Source per la Qualità Davide Dalle Carbonare IT Solution Architect Engineering's Competence Center for Quality Economia dell'informazione Padova, 5 Maggio 2010 www.spago4q.it Agenda -Qualità & Open

Dettagli

25/11/14 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE. Tecnologie dell informazione e controllo

25/11/14 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE. Tecnologie dell informazione e controllo ORGANIZZAZIONE AZIENDALE 1 Tecnologie dell informazione e controllo 2 Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale IT e coordinamento esterno IT e

Dettagli

Gassino t.se, 16 dicembre 2014

Gassino t.se, 16 dicembre 2014 2014_12_mozione_open_sourceopensource - pagina 1 di 6 Gassino t.se, 16 dicembre 2014 Oggetto: Mozione Open Source a: Sindaco della Città di Gassino Torinese Sig. Paolo Cugini Assessore di competenza Il

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Cloud Computing e Mobility:

Cloud Computing e Mobility: S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cloud Computing e Mobility: Lo studio professionale agile e sicuro Davide Grassano Membro della Commissione Informatica 4 dicembre 2013 - Milano Agenda 1

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE

TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

UML e (R)UP (an overview)

UML e (R)UP (an overview) Lo sviluppo di sistemi OO UML e (R)UP (an overview) http://www.rational.com http://www.omg.org 1 Riassumento UML E un insieme di notazioni diagrammatiche che, utilizzate congiuntamente, consentono di descrivere/modellare

Dettagli

Sistema ERP Dynamics AX

Sistema ERP Dynamics AX Equitalia S.p.A. Servizi di implementazione e manutenzione del nuovo Sistema Informativo Corporate Sistema ERP Dynamics AX Allegato 6 Figure professionali Sommario 1. Caratteri generali... 3 2. Account

Dettagli

Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di elaborazione delle informazioni Biacco Sabrina ENTERPRISE RESOURCE PLANNING Gli ERP sono delle soluzioni applicative in grado di coordinare l'insieme delle attività aziendali automatizzando

Dettagli

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO METAMAG 1 IL PRODOTTO Metamag è un prodotto che permette l acquisizione, l importazione, l analisi e la catalogazione di oggetti digitali per materiale documentale (quali immagini oppure file di testo

Dettagli

Ciclo di vita dimensionale

Ciclo di vita dimensionale aprile 2012 1 Il ciclo di vita dimensionale Business Dimensional Lifecycle, chiamato anche Kimball Lifecycle descrive il framework complessivo che lega le diverse attività dello sviluppo di un sistema

Dettagli

Lista delle descrizioni dei Profili

Lista delle descrizioni dei Profili Lista delle descrizioni dei Profili La seguente lista dei Profili Professionali ICT è stata definita dal CEN Workshop on ICT Skills nell'ambito del Comitato Europeo di Standardizzazione. I profili fanno

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING)

LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) L IMPATTO SULLA GESTIONE LA MISURAZIONE DELL IMPATTO IL SUPPORTO ALLA CREAZIONE DEL VALORE L INTEGRAZIONE ESIGENZE DEL BUSINESS

Dettagli

figure professionali software

figure professionali software Responsabilità del Program Manager Valuta la fattibilità tecnica delle opportunità di mercato connesse al programma; organizza la realizzazione del software in forma di progetti ed accorpa più progetti

Dettagli

Gestione Unica Utenti End User Support and Application Management Services

Gestione Unica Utenti End User Support and Application Management Services A COSA SERVE Fornisce supporto a 360 agli Utenti Gestione ottimizzata dell intero «ciclo di vita» degli asset informatici dalla acquisizione alla dismissione, eliminando l impatto della complessità tecnologica

Dettagli

La localizzazione dei modelli di business basati su free/open source software nel contesto produttivo italiano

La localizzazione dei modelli di business basati su free/open source software nel contesto produttivo italiano Unione Industriale - Torino, 12 febbraio 2008 La localizzazione dei modelli di business basati su free/open source software nel contesto produttivo italiano Seminario Open Innovation. L Open Source come

Dettagli

Metodologie e strumenti per il collaudo di applicazioni Web

Metodologie e strumenti per il collaudo di applicazioni Web Università degli studi Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Metodologie e strumenti per il collaudo di applicazioni Web Candidato: Luca De Francesco Relatore Chiar.mo Prof. Salvatore Tucci Correlatore Ing.

Dettagli

Qualità del software. Tecniche di Programmazione 2009/10. Giovanni A. Cignoni - http://www.di.unipi.it/~giovanni/ 1. contenuti. definizione di qualità

Qualità del software. Tecniche di Programmazione 2009/10. Giovanni A. Cignoni - http://www.di.unipi.it/~giovanni/ 1. contenuti. definizione di qualità Qualità del software Tecniche di Programmazione Lez. 05 Università di Firenze a.a. 2009/10, I semestre 1/33 contenuti Qualità? Definizioni Il prodotto software Modelli della qualità per il sw: ISO/IEC

Dettagli

Metodologia Classica di Progettazione delle Basi di Dati

Metodologia Classica di Progettazione delle Basi di Dati Metodologia Classica di Progettazione delle Basi di Dati Metodologia DB 1 Due Situazioni Estreme Realtà Descritta da un documento testuale che rappresenta un insieme di requisiti del software La maggiore

Dettagli

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale 1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale della RGS, del CNIPA e di ingegneri dell Ordine di

Dettagli

OPEN SOURCE. Concetti chiave e implicazioni per le scelte aziendali (fornitori e utenti)

OPEN SOURCE. Concetti chiave e implicazioni per le scelte aziendali (fornitori e utenti) OPEN SOURCE Concetti chiave e implicazioni per le scelte aziendali (fornitori e utenti) OBIETTIVI Cosa sono i sw open source? Cosa li distingue dai sofware non open? Quali implicazioni per: I professionisti

Dettagli

Sistemi di Gestione dei Dati e dei Processi Aziendali. Sistemi ERP e controlli automatici

Sistemi di Gestione dei Dati e dei Processi Aziendali. Sistemi ERP e controlli automatici Sistemi di Gestione dei Dati e dei Processi Aziendali Sistemi ERP e controlli automatici Obiettivi della sessione Al termine di questa sessione sarete in grado di: Descrivere gli obiettivi di un sistema

Dettagli

Le prime esperienze in Imprese ed Enti Pubblici (Profili professionali EUCIP e Mercato del Lavoro nel settore ICT)

Le prime esperienze in Imprese ed Enti Pubblici (Profili professionali EUCIP e Mercato del Lavoro nel settore ICT) Programma Liguria - Competenze per l Innovazione Digitale Le prime esperienze in Imprese ed Enti Pubblici (Profili professionali EUCIP e Mercato del Lavoro nel settore ICT) Roberto Bellini - Presidente

Dettagli

Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1

Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1 Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1 Oltre il 12% delle aziende italiane usa soluzioni Open Source.(Istat 2007). Sarebbero molte di più se ci fosse una sufficiente diffusione della conoscenza

Dettagli

LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DA PARTE DELL UTENTE

LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DA PARTE DELL UTENTE LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DA PARTE DELL UTENTE COME SUPPORTO ALLE DECISIONI RIGUARDANTI LA PROGETTAZIONE DEI PORTALI WEB AZIENDALI A.Vituzzi CeRSI Centro di Ricerca sui Sistemi Informativi Aziendali

Dettagli

Il web server Apache Lezione n. 3. Introduzione

Il web server Apache Lezione n. 3. Introduzione Procurarsi ed installare il web server Apache Introduzione In questa lezione cominciamo a fare un po di pratica facendo una serie di operazioni preliminari, necessarie per iniziare a lavorare. In particolar

Dettagli

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U.

Università degli studi dell Aquila. Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U. Università degli studi dell Aquila Sistemi informativi aziendali 9 C.F.U. Ing. Gaetanino Paolone (gaetanino.paolone@univaq.it) Prof. Dr. Luciano Fratocchi (luciano.fratocchi@univaq.it) Contenuti (2 ore)

Dettagli

INNOVATION AND PATENT QUALITY MEASURES: ANALYSIS OF THE U.S. COMMUNICATION SERVICES SECTOR

INNOVATION AND PATENT QUALITY MEASURES: ANALYSIS OF THE U.S. COMMUNICATION SERVICES SECTOR U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I C A G L I A R I F A C O L T À D I S C I E N Z E E C O N O M I C H E, G I U R I D I C H E E P O L I T I C H E CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA MANAGERIALE INTERNATIONAL

Dettagli

12. Evoluzione del Software

12. Evoluzione del Software 12. Evoluzione del Software Andrea Polini Ingegneria del Software Corso di Laurea in Informatica (Ingegneria del Software) 12. Evoluzione del Software 1 / 21 Evoluzione del Software - generalità Cosa,

Dettagli

11. Evoluzione del Software

11. Evoluzione del Software 11. Evoluzione del Software Andrea Polini Ingegneria del Software Corso di Laurea in Informatica (Ingegneria del Software) 11. Evoluzione del Software 1 / 21 Evoluzione del Software - generalità Cosa,

Dettagli

.EVERYWHERE LOGIN. entra nel futuro. partnership signed

.EVERYWHERE LOGIN. entra nel futuro. partnership signed .EVERYWHERE LOGIN entra nel futuro. partnership signed Sinergia per l innovazione. Studio Ferroli e Acknow Per essere competitivi e vincenti in un mercato sempre più dinamico e globalizzato, che richiede

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT. Paolo Salvaneschi B1_1 V1.0. Strumenti software

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT. Paolo Salvaneschi B1_1 V1.0. Strumenti software Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi B1_1 V1.0 Strumenti software Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio personale

Dettagli

Fare software nel 2008: l Open Source e il ruolo delle imprese

Fare software nel 2008: l Open Source e il ruolo delle imprese Dipartimento di Elettronica e Informazione Fare software nel 2008: l Open Source e il ruolo delle imprese Eugenio Capra eugenio.capra@polimi.it IBM Softwareland, Monza, 18 settembre 2008 Cos è l Open Source?

Dettagli

PAWAS. Gestione sicurezza applicativa

PAWAS. Gestione sicurezza applicativa PAWAS Gestione sicurezza applicativa Sicurezza applicativa P.A. Portali web sicuri CON PAWAS GARANTISCI LA SICUREZZA APPLICATIVA DEI SERVIZI ONLINE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Sempre più frequenti

Dettagli

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. APQ in Materia di Ricerca Scientifica nella Regione Puglia

Tecnopolis CSATA s.c.r.l. APQ in Materia di Ricerca Scientifica nella Regione Puglia BANDO ACQUISIZIONI Prodotti Software ALLEGATO 6.3 Capitolato Tecnico Piattaforma per l Analisi e la Progettazione di alto livello del Software Allegato 6.3: capitolato tecnico Pag. 1 1 Ambiente di Analisi

Dettagli

IX Convention ABI. L affidabilità dei processi interni come fattore critico di riduzione del Rischio Operativo

IX Convention ABI. L affidabilità dei processi interni come fattore critico di riduzione del Rischio Operativo IX Convention ABI L affidabilità dei processi interni come fattore critico di riduzione del Rischio Operativo BPR e BCM: due linee di azione per uno stesso obiettivo Ing. Alessandro Pinzauti Direttore

Dettagli

Fattori critici di successo

Fattori critici di successo CSF e KPI Fattori critici di successo Critical Success Factor (CSF) Definiscono le azioni o gli elementi più importanti per controllare i processi IT Linee guida orientate alla gestione del processo Devono

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING)

LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) LA PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ AZIENDALI E.R.P. (ENTERPRISE RESOURCE PLANNING) EVOLUZIONE DEFINIZIONI SISTEMI INFORMATIVI E SISTEMI ERP I SISTEMI TRADIZIONALI I SISTEMI AD INTEGRAZIONE DI CICLO I SISTEMI

Dettagli

Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano!

Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano! 2013 Alcune persone guardano le cose accadere. Altre fanno in modo che accadano! Nel mondo economico dei nostri tempi, la maggior parte delle organizzazioni spende migliaia (se non milioni) di euro per

Dettagli

Six Sigma Handbook Gli strumenti sei sigma per raggiungere obiettivi, organizzativi e di qualità, ad alto impatto economico con l ausilio di Excel

Six Sigma Handbook Gli strumenti sei sigma per raggiungere obiettivi, organizzativi e di qualità, ad alto impatto economico con l ausilio di Excel Six Sigma Handbook Gli strumenti sei sigma per raggiungere obiettivi, organizzativi e di qualità, ad alto impatto economico con l ausilio di Excel di Rinaldo Tartari Consulente Qualità e Affidabilità Excel

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

Competenze, mercato del Lavoro e profili più richiesti nel Settore ICT (1 workshop)

Competenze, mercato del Lavoro e profili più richiesti nel Settore ICT (1 workshop) Costruisci il tuo futuro nell ICT Competenze, mercato del Lavoro e profili più richiesti nel Settore ICT (1 workshop) Università di Milano Bicocca 29 maggio 2013 I fattori di contesto a livello ambientale

Dettagli

Corso sul pacchetto R

Corso sul pacchetto R Corso sul pacchetto R Introduzione ad R http://www.r-project.org ! R è un ambiente di sviluppo specifico per elaborare dati, eseguire calcoli ed effettuare rappresentazioni grafiche, che utilizza un linguaggio

Dettagli

La gestione dei rischi nella pianificazione preliminare di un progetto, come vantaggio competitivo nella risposta ad una gara d appalto

La gestione dei rischi nella pianificazione preliminare di un progetto, come vantaggio competitivo nella risposta ad una gara d appalto La gestione dei rischi nella pianificazione preliminare di un progetto, come vantaggio competitivo nella risposta ad una gara d appalto Patricia Gamberini 1 Agenda Presentazione Engineering Business case

Dettagli

CMDBuild Significato di una soluzione open source per la gestione del CMDB

CMDBuild Significato di una soluzione open source per la gestione del CMDB ITIL e PMBOK Service management and project management a confronto CMDBuild Significato di una soluzione open source per la gestione del CMDB Firenze 1 luglio 2009 Il sistema CMDBuild è una applicazione

Dettagli

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 27/10/2014

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 27/10/2014 Corso: Informatica+ Andrea Cremonini Lezione del 27/10/2014 1 Software e simili... In generale sono le informazioni che vengono utilizzate da uno o più sistemi informatici e che sono memorizzate su diversi

Dettagli

GESTIONE E ORGANIZZAZIONE PER LA COMUNICAZIONE D IMPRESA

GESTIONE E ORGANIZZAZIONE PER LA COMUNICAZIONE D IMPRESA GESTIONE E ORGANIZZAZIONE PER LA COMUNICAZIONE D IMPRESA A.A. 2012-2013 Mercoledi 7 marzo 2012 La Business Intelligence verso il 2015: Il Collaborative Decision Making Cos è la Business Intelligence (1)

Dettagli

IS Governance in action: l esperienza di eni

IS Governance in action: l esperienza di eni IS Governance in action: l esperienza di eni eni.com Giancarlo Cimmino Resp. ICT Compliance & Risk Management Contenuti L ICT eni: mission e principali grandezze IS Governance: il modello organizzativo

Dettagli

idw INTELLIGENT DATA WAREHOUSE

idw INTELLIGENT DATA WAREHOUSE idw INTELLIGENT DATA WAREHOUSE NOTE CARATTERISTICHE Il modulo idw Amministrazione Finanza e Controllo si occupa di effettuare analisi sugli andamenti dell azienda. In questo caso sono reperite informazioni

Dettagli

Servizio di IT Asset Inventory e Management

Servizio di IT Asset Inventory e Management Servizio di IT Asset Inventory e Management Dexit S.r.l. Sede legale: via G. Gilli, 2-38121 Trento (TN) Tel. 0461/020500 Fax 0461/020599 Cap.Soc. Euro 700.000,00 - Codice Fiscale, P.IVA, Registro Imprese

Dettagli

Sistemi informativi secondo prospettive combinate

Sistemi informativi secondo prospettive combinate Sistemi informativi secondo prospettive combinate direz acquisti direz produz. direz vendite processo acquisti produzione vendite INTEGRAZIONE TRA PROSPETTIVE Informazioni e attività sono condivise da

Dettagli

A3_1 V2.2 Analisi dei Requisiti e Specifica Significato, motivazioni e processi

A3_1 V2.2 Analisi dei Requisiti e Specifica Significato, motivazioni e processi Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA DEL SOFTWARE Paolo Salvaneschi A3_1 V2.2 Analisi dei Requisiti e Specifica Significato, motivazioni e processi Il contenuto del documento è liberamente

Dettagli

Software. Algoritmo. Algoritmo INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042)

Software. Algoritmo. Algoritmo INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Gli elaboratori utilizzano memoria per Dati da elaborare Istruzioni eseguite dall elaboratore software differenti risoluzione problemi differenti Algoritmo

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Casale SA: l adozione di SAP riunisce le molteplici realtà gestionali aziendali in un unico software

Casale SA: l adozione di SAP riunisce le molteplici realtà gestionali aziendali in un unico software Casale SA.. Utilizzata con concessione dell autore. Casale SA: l adozione di SAP riunisce le molteplici realtà gestionali aziendali in un unico software Partner Nome dell azienda Casale SA Settore EPC

Dettagli

Scheda. Il CRM per la Gestione del Marketing. Accesso in tempo reale alle Informazioni di rilievo

Scheda. Il CRM per la Gestione del Marketing. Accesso in tempo reale alle Informazioni di rilievo Scheda Il CRM per la Gestione del Marketing Nelle aziende l attività di Marketing è considerata sempre più importante poiché il mercato diventa sempre più competitivo e le aziende necessitano di ottimizzare

Dettagli

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer

Architetture Informatiche. Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Informatiche Dal Mainframe al Personal Computer Architetture Le architetture informatiche definiscono le modalità secondo le quali sono collegati tra di loro i diversi sistemi ( livello fisico

Dettagli

Architetture IT nelle imprese della Puglia: stato di adozione e principali trend in atto. Giuliano Faini School of Management Politecnico di Milano

Architetture IT nelle imprese della Puglia: stato di adozione e principali trend in atto. Giuliano Faini School of Management Politecnico di Milano Architetture IT nelle imprese della Puglia: stato di adozione e principali trend in atto Giuliano Faini School of Management Politecnico di Milano 1 Gli obiettivi e la metodologia della Ricerca Gli obiettivi

Dettagli

Piattaforma Informatica di Knowledge Risk

Piattaforma Informatica di Knowledge Risk Piattaforma Informatica di Knowledge Risk La guida sicura per la certificazione e la conformità 2012 1 IL CONCETTO INNOVATIVO PI-KR E UNA SOLUZIONE INTEGRATA PER I SISTEMI DI GESTIONE E DI GOVERNO AZIENDALE

Dettagli

Giovanni Belluzzo. Riepilogo. Esperienza. Head of Project & Portfolio Management Office giovanni.belluzzo@infocert.it

Giovanni Belluzzo. Riepilogo. Esperienza. Head of Project & Portfolio Management Office giovanni.belluzzo@infocert.it Giovanni Belluzzo Head of Project & Portfolio Management Office giovanni.belluzzo@infocert.it Riepilogo Ingegnere Elettronico, da circa 25 anni opero nel mondo ICT. Nel corso della mia carriera ho condotto

Dettagli

La transizione al mondo cloud del licensing aziendale

La transizione al mondo cloud del licensing aziendale presenta La transizione al mondo cloud del licensing aziendale Davide Lo Surdo MS SAM Gold Partner www.wpc2015.it info@wpc2015.it - +39 02 365738.11 - #wpc15it 1 Agenda Perché questo workshop? Complessità

Dettagli

L'Open Source, le imprese, gli utenti e le community

L'Open Source, le imprese, gli utenti e le community L'Open Source, le imprese, gli utenti e le community competenze, esperienze, soluzioni ed iniziative Palazzotti - Scamuzzo - Viele Gruppo Engineering 06/11/10 Name of Presenter 1 Come ci eravamo lasciati...

Dettagli

SAP AG. Gabriele Monfardini Anno Accademico 2013-2014

SAP AG. Gabriele Monfardini Anno Accademico 2013-2014 Software ERP SAP AG Multinazionale tedesca Fatturato 2012: oltre 16 mld euro Numero dipendenti 2012: oltre 64000 Ha uffici in tutte le parti del mondo e un network di 115 aziende consociate Prodotti di

Dettagli

Informatica I per la. Fisica

Informatica I per la. Fisica Corso di Laurea in Fisica Informatica I per la Fisica Lezione: Software applicativo II Fogli elettronici e Data Base Software: software di sistema (BIOS) sistema operativo software applicativo ROM Dischi

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Paolo Salvaneschi A2_3 V2.0. Processi. Scelta dei processi adeguati

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Paolo Salvaneschi A2_3 V2.0. Processi. Scelta dei processi adeguati Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA DEL SOFTWARE Paolo Salvaneschi A2_3 V2.0 Processi Scelta dei processi adeguati Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

Software. Engineering

Software. Engineering Software Engineering Agenda Scenario nel quale matura la necessità di esternalizzare Modalità conrattuali, ambito, livelli di servizio Modalità di governo del contratto e di erogazione dei servizi Metodologia

Dettagli

1. Introduzione agli ERP e a SAP

1. Introduzione agli ERP e a SAP 1. Introduzione agli ERP e a SAP ERP (Enterprise Resource Planning) è un sistema informativo che integra tutti gli aspetti del business, inclusi la pianificazione, la realizzazione del prodotto (manufacturing),

Dettagli

INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Prof. Paolo Salvaneschi

INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Prof. Paolo Salvaneschi Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Paolo Salvaneschi 1 Obiettivi Scopi del corso: - Fornire gli elementi di base della disciplina,

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT TREND NELLE AZIENDE MANIFATTURIERE

PROJECT MANAGEMENT TREND NELLE AZIENDE MANIFATTURIERE Minimaster in PROJECT MANAGEMENT PROJECT MANAGEMENT TREND NELLE AZIENDE MANIFATTURIERE Giovanni Francesco Salamone 1 PROJECT MANAGEMENT TREND NELLE AZIENDE MANIFATTURIERE Giovanni Francesco Salamone Corso

Dettagli

Nicola Baraldi Responsabile Progetti Speciali STR S.p.A. nicolabaraldi@str.it

Nicola Baraldi Responsabile Progetti Speciali STR S.p.A. nicolabaraldi@str.it Nicola Baraldi Responsabile Progetti Speciali STR S.p.A nicolabaraldi@str.it Dal 1980 STR S.p.A offre soluzioni, servizi, metodi e conoscenze a più di 15.000 clienti aziende che operano su commessa quali

Dettagli

Punto della Situazione. Dipartimento di Informatica e Comunicazione Università degli Studi di Milano e-mail: cazzola@dico.unimi.it

Punto della Situazione. Dipartimento di Informatica e Comunicazione Università degli Studi di Milano e-mail: cazzola@dico.unimi.it Punto della Situazione Dipartimento di Informatica e Comunicazione Università degli Studi di e-mail: cazzola@dico.unimi.it Slide 1 of 8 EOS-DUE: Informazioni Generali. L (responsabile), Lorenzo Capra e

Dettagli

Java? Sì, grazie. Scopo del corso

Java? Sì, grazie. Scopo del corso Modulo di Java? Sì, grazie Il linguaggio di Internet? Portabilità su qualunque piattaforma (non solo calcolatori): It works everywhere Supporto e disponibilità di strumenti, librerie e documentazione garantiti

Dettagli

Agenda. Qualità e Misurazione: definizioni possibili. Modello QEST/LIME. Validazione degli indicatori di processo. Conclusioni

Agenda. Qualità e Misurazione: definizioni possibili. Modello QEST/LIME. Validazione degli indicatori di processo. Conclusioni Agenda Qualità e Misurazione: definizioni possibili Entità misurabili approccio IPO (Input-Processing-Output) approccio STAR (Software TAxonomy Revised) Analisi Multidimensionale Gestione dei progetti

Dettagli

La selezione e la formazione on-line come supporto alla gestione del capitale intellettuale

La selezione e la formazione on-line come supporto alla gestione del capitale intellettuale La selezione e la formazione on-line come supporto alla gestione del capitale intellettuale di Alberto Boletti INTRODUZIONE Lo studio dell organizzazione aziendale ha sempre suscitato in me una forte curiosità,

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Dr.ssa Marina Melissari

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Dr.ssa Marina Melissari Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Dr.ssa Marina Melissari SIGEI è una piattaforma ICT web based di interoperabilità tra

Dettagli

DISCIPLINA TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI

DISCIPLINA TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI DISCIPLINA TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI INDIRIZZO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ARTICOLAZIONE TELECOMUNICAZIONI Utilizzare consapevolmente gli strumenti

Dettagli

PROFILO AZIENDALE 2011

PROFILO AZIENDALE 2011 PROFILO AZIENDALE 2011 NET STUDIO Net Studio è un azienda che ha sede in Toscana ma opera in tutta Italia e in altri paesi Europei per realizzare attività di Consulenza, System Integration, Application

Dettagli

Requisiti sulla qualità del software secondo lo standard ISO/IEC 25010

Requisiti sulla qualità del software secondo lo standard ISO/IEC 25010 1. Premessa. Requisiti sulla qualità del software secondo lo standard ISO/IEC 25010 Domenico Natale AB Medica Versione 1 Riunione delle Commissione UNINFO Informatica Medica Milano, 30 settembre 2013 La

Dettagli

IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE

IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE CL. 5ATP - A.S. 2006/2007 L azienda e i suoi elementi PERSONE AZIENDA BENI ECONOMICI ORGANIZZAZIONE L azienda è un insieme di beni organizzati e coordinati dall imprenditore

Dettagli

ANNARITA: Il database Object Relational dell Anagrafe Nazionale delle Ricerche

ANNARITA: Il database Object Relational dell Anagrafe Nazionale delle Ricerche ANNARITA: Il database Object Relational dell Anagrafe Nazionale delle Ricerche Alex Manzo CILEA, Roma Abstract Nell ottica di un potenziamento e arricchimento dei dati dell Anagrafe Nazionale delle Ricerche

Dettagli

Informatica e Telecomunicazioni

Informatica e Telecomunicazioni Informatica e Telecomunicazioni IL PROFILO DEL DIPLOMATO Il Diplomato in Informatica e Telecomunicazioni : 1. Ha competenze specifiche nel campo dei sistemi informatici, dell elaborazione dell informazione,

Dettagli

Credit Passport Italia. by Credit Data Research, using RiskCalcTM from Moody s Analytics

Credit Passport Italia. by Credit Data Research, using RiskCalcTM from Moody s Analytics Credit Passport Italia by Credit Data Research, using RiskCalcTM from Moody s Analytics CREDIT PASSPORT Migliorare l accesso al credito della PMI tramite uno strumento innovativo. Nell attuale contesto

Dettagli

Università degli Studi "Roma Tre" Dipartimento di Informatica ed automazione. Facoltà di Ingegneria

Università degli Studi Roma Tre Dipartimento di Informatica ed automazione. Facoltà di Ingegneria Università degli Studi "Roma Tre" Dipartimento di Informatica ed automazione Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Tesi di Laurea AUTENTICAZIONE PER APPLICAZIONI WEB Relatore

Dettagli

DoQui Progetto gestione documentale

DoQui Progetto gestione documentale Migrazione a Sistemi Open Source: Problematiche e Soluzioni in PA e Aziende Lugano, 06/02/2009 DoQui Progetto gestione documentale Domenico Lucà Direzione Piattaforme CSI-Piemonte Il CSI-Piemonte (Consorzio

Dettagli

A A Design Tool to Develop Agent-Based Workflow Management Systems

A A Design Tool to Develop Agent-Based Workflow Management Systems Università degli Studi di Genova Facoltà di Ingegneria DIST - Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica A A Design Tool to Develop Agent-Based Workflow Management Systems Marco Repetto, Massimo

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE FACOLTÀ DI INGEGNERIA. Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale e Logistica Integrata

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE FACOLTÀ DI INGEGNERIA. Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale e Logistica Integrata UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE FACOLTÀ DI INGEGNERIA Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale e Logistica Integrata Insegnamento : TECNICHE di GESTIONE AZIENDALE Docente: dott.ing.giampaolo

Dettagli

catalogo corsi di formazione 2015/2016

catalogo corsi di formazione 2015/2016 L offerta formativa inserita in questo catalogo è stata suddivisa in quattro sezioni tematiche che raggruppano i corsi di formazione sulla base degli argomenti trattati. Organizzazione, progettazione e

Dettagli

JScout ERP modulare per la gestione, pianificazione e controllo dei processi aziendali

JScout ERP modulare per la gestione, pianificazione e controllo dei processi aziendali JScout ERP modulare per la gestione, pianificazione e controllo dei processi aziendali La progettazione di JScout è frutto della esperienza pluriennale di GLOBAL Informatica nell implementazione delle

Dettagli

Il software di rintracciabilità e produzione Traxal adottato dal gruppo Principe di S.Daniele e King S

Il software di rintracciabilità e produzione Traxal adottato dal gruppo Principe di S.Daniele e King S Il software di rintracciabilità e produzione Traxal adottato dal gruppo Principe di S.Daniele e King S Introduzione: Il gruppo Principe di San Daniele - King S è conosciuto a livello Italiano ed internazionale

Dettagli

Patente Europea e Software Libero

Patente Europea e Software Libero Patente Europea e Software Libero Nemici o alleati? Prof. Marcello Missiroli, ERLUG 1 Cos è la Patente Europea di Guida del Computer, in breve? È un attestato che certifica le conoscenze informatiche di

Dettagli

SOFTWARE OPEN SOURCE: MI DEVO FIDARE?

SOFTWARE OPEN SOURCE: MI DEVO FIDARE? SOFTWARE OPEN SOURCE: MI DEVO FIDARE? Del Bianco, Vieri, Università degli Studi dell'insubria, via Mazzini 5, 21100 Varese vieri.delbianco@uninsubria.it Lavazza, Luigi, Università degli Studi dell'insubria,

Dettagli

Scenario competivivo e previsioni di sviluppo del mercato italiano dei servizi di datacenter

Scenario competivivo e previsioni di sviluppo del mercato italiano dei servizi di datacenter Scenario competivivo e previsioni di sviluppo del mercato italiano dei servizi di datacenter Elena Vaciago Senior Associate Consultant IDC Italia ICT4Green Conference Nhow Hotel, Milano 17 Febbraio 2009

Dettagli