COMUNE DI BRINDISI REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI BRINDISI E DELLO I.A.C.P. ADIBITI A CASE PARCHEGGIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI BRINDISI REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI BRINDISI E DELLO I.A.C.P. ADIBITI A CASE PARCHEGGIO"

Transcript

1 COMUNE DI BRINDISI REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI BRINDISI E DELLO I.A.C.P. ADIBITI A CASE PARCHEGGIO ART. 1 Per l'assegnazione degli alloggi di proprietà comunale e dello I.A.C.P. destinati a case parcheggio, si provvederà mediante bando di concorso pubblico. ART. 2 Ha diritto alla assegnazione di un alloggio parcheggio, purché in possesso alla data del bando, di tutti i sottoelencati requisiti: a) chi ha la cittadinanza italiana. a1) chi è cittadino di uno Stato aderente all Unione Europea o di altro Stato non aderente all Unione Europea, sempre che, in tale ultimo caso, il cittadino straniero sia titolare di carta di soggiorno o regolarmente soggiornante ed iscritto nelle liste di collocamento od esercitante una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo; b) chi ha la residenza anagrafica nel Comune di Brindisi; c) chi non sia titolare, esso o i componenti il proprio nucleo familiare, nel territorio della Provincia, del diritto di proprietà, di usufrutto, di uso e di abitazione di un alloggio anche abusivo ovvero, in qualsiasi località, di uno o più alloggi, anche abusivi, il cui valore locativo complessivo determinato ai sensi della legislazione vigente in materia sia almeno pari al valore locativo di alloggio adeguato con condizioni abitative medie nell ambito territoriale cui si riferisce il bando di concorso. Potrà richiedersi all interessato copia del contratto di locazione registrato ai fini della suddetta valutazione per rapportarlo ai canoni medi della Città di Brindisi; d) chi, esso o i componenti il proprio nucleo familiare, non abbia mai ottenuto l'assegnazione, in locazione semplice, in proprietà, promessa di futura vendita o 1 pag. di 9

2 locazione con patto di futura vendita, di un alloggio di edilizia economica e popolare e di E.R.P.; d1) chi non abbia abbandonato e/o ceduto, in tutto od in parte, fuori dai casi previsti dalla legge, l alloggio di edilizia economica e popolare e di E.R.P. del quale era assegnatario in precedenza in locazione semplice; e) chi fruisca di un reddito annuo complessivo per nucleo familiare non superiore al limite vigente al momento della scadenza del bando di concorso, determinato ai sensi dell'art. 21 della Legge 05/08/1978 n 457 e successive modifiche ed integrazioni; f) chi occupi stabilmente, nel territorio comunale, un alloggio che debba essere lasciato subito libero e sgombero da persone e cose, senza possibilità di ottenere proroghe, in seguito a verbale di conciliazione in sede giudiziaria o sentenza o ordinanza esecutiva di sfratto, con esclusione degli sfratti causati da motivi di morosità, tranne nei casi in cui lo sfratto per morosità sia determinato dalle seguenti condizioni: 1) nucleo familiare numeroso (oltre n. 4 figli); 2) situazione familiare in cui esistono handicap con invalidità certificata dagli organi medici competenti con un grado di invalidità di almeno il 75%; 3) nucleo disgregato con presenza di minori; 4) stato di detenzione di uno dei componenti il nucleo familiare, il quale rappresenti fonte di sostegno per la famiglia; f bis) chi abbia lasciato l'alloggio per i motivi di cui al comma f) e si trova in situazione di disagio abitativo determinato da coabitazione o da ricovero in strutture impropriamente adibite ad abitazione o inagibili per motivi di ordine tecnico e/o igienico sanitario; g) chi occupa stabilmente, nel territorio comunale strutture di proprietà pubbliche o private mancanti dei requisiti della agibilità e/o abitabilità. A tal fine, saranno presi in considerazione esclusivamente i nuclei familiari già censiti e/o individuati da questo Comune alla data di approvazione del presente Regolamento; 1) chi, pur non essendo in possesso di una ordinanza esecutiva o di una situazione descritta nei commi precedenti, abbia una situazione familiare di grave disagio economico ed a rischio e che l'assegnazione di una casa a canone sociale può contribuire a risolvere. Le situazioni di cui al presente comma vanno accertate dai servizi sociali comunali che rilasceranno specifica documentazione. ART. 3 Per nucleo familiare si intende la famiglia costituita da una persona sola ovvero da coniugi, da figli legittimi, naturali, riconosciuti, adottivi, da affiliati con loro conviventi nonché da affidati per il periodo dell effettivo affidamento. 2 pag. di10

3 Fanno, altresì, parte del nucleo familiare il convivente more uxorio, gli ascendenti, i discendenti, i collaterali fino al 3 grado, gli affini fino al 2 grado purché la stabile convivenza con il concorrente duri da almeno due anni prima della data di pubblicazione del bando di concorso e sia finalizzata alla reciproca assistenza morale e materiale e purché i componenti siano inseriti nello stato di famiglia. ART. 3/BIS I richiedenti che beneficiano o hanno beneficiato del contributo sul canone di locazione ai sensi del vigente Regolamento comunale Servizi Sociali per le motivazioni previste dal succitato Regolamento ivi comprese quelle di cui al comma F art. 2 del Regolamento punto 4. ART. 4 Le domande di partecipazione al bando di concorso devono, a pena di inammissibilità, essere redatte su apposito modello fornito dal Comune di Brindisi. Le domande, redatte in carta semplice con allegata fotocopia del documento di identità del richiedente, dovranno indicare il possesso dei requisiti di cui all'art. 2, ed essere inviate al Comune di Brindisi - Ufficio Casa - entro 30 giorni dalla data dell'avviso pubblico, esclusivamente a mezzo raccomandata postale con busta e cartolina avviso di ricevimento. Sulla busta può essere scritta in modo leggibile esclusivamente la frase Bando case parcheggio. Il timbro apposto dall Ufficio Postale fa fede del rispetto del termine per la presentazione della domanda. Pena l inammissibilità, non sono ammesse forme diverse di spedizione né domande redatte su modelli diversi da quelli forniti dall Amministrazione Comunale o su fotocopie del modello stesso. Non può essere presentata più di una domanda per ciascun nucleo familiare. L'Amministrazione Comunale aprirà specifico sportello di distribuzione, consulenza e approntamento delle domande avvalendosi del contributo delle Associazioni di volontariato. I1 Dirigente del Settore Patrimonio-Casa ed il Capo Sezione Amministrativo coordineranno tale attività. Le domande di adesione delle Associazioni dei volontari, a titolo del tutto gratuito, vanno indirizzate entro 5 giorni dalla data dell'avviso pubblico al Dirigente di cui sopra. L organo competente procederà all'esame delle istanze a partire dai 30 gg. successivi alla scadenza dei termini di spedizione delle domande. Di tutte le domande regolarmente presentate viene formata una graduatoria nella quale ciascuna domanda viene collocata secondo il punteggio attribuito in base alle dichiarazioni in essa contenute. Delle altre domande viene formato l elenco degli 3 pag. di10

4 esclusi nel quale sono indicati i motivi della esclusione. Avverso l attribuzione provvisoria del punteggio, il richiedente potrà presentare ricorso avverso la predetta graduatoria a mezzo raccomandata a.r. da indirizzarsi al Dirigente del Settore Patrimonio-Casa entro il termine perentorio di 30 gg. dalla data di pubblicazione della graduatoria stessa. I concorrenti che risulteranno utilmente collocati in graduatoria dovranno provare il possesso, sin dalla data di pubblicazione del bando di concorso pubblico e la permanenza, anche al momento della consegna dell alloggio, dei requisiti e delle condizioni oggettive in base alle quali è stato loro attribuito il punteggio. ART. 5 I1 punteggio sarà attribuito secondo i seguenti criteri: A) CONDIZIONI SOGGETTIVE a1) per il reddito familiare complessivo annuo al netto degli oneri fiscali e contributivi: -inferiore ad una pensione sociale.. punti 4 -inferiore ad una pensione minima INPS:.. punti 3 -inferiore ad una pensione minima INPS più una pensione sociale: punti 2 I1 reddito del nucleo familiare sarà determinato ai sensi dell'art. 21 della Legge 457/78 e successive modifiche ed integrazioni; a2) il nucleo familiare composto: - da 3 a 4 unità punti 1 - da 5 a 6 unità....punti 2 - da 7 ed oltre......punti 3 a3) richiedenti che abbiano superato il sessantesimo anno di età alla data di presentazione della domanda, a condizione che vivano da soli o in coppia, anche con eventuali minori a carico: punti 1 a4) famiglie con anzianità di formazione non superiore a due anni alla data della domanda: punti 1 Il punteggio è attribuibile: - a condizione che nessuno dei due componenti la coppia abbia superato il trentacinquesimo anno di età: - soltanto quando la famiglia richiedente viva in coabitazione, occupi locali a titolo precario o, comunque, dimostri di non disporre di alcuna sistemazione abitativa adeguata. Lo stesso punteggio è attribuito a famiglie la cui costituzione è prevista entro 1 anno e comunque avvenga prima dell'assegnazione dell'alloggio. a5) presenza di portatori di handicap del nucleo familiare, da certificare da parte delle autorità competenti (ai fini dell'attribuzione del punteggio, si considera portatore di handicap il cittadino affetto da menomazioni di qualsiasi genere che comportino una 4 pag. di10

5 diminuzione permanente della capacità lavorativa superiore a 2/3):....punti 1; a6) nuclei familiari che rientrino in Italia o che siano rientrati da non più di 12 mesi dalla data del bando, per stabilirvi la loro residenza (emigrati, profughi): punti 1; B) CONDIZIONI OGGETTIVE b1) richiedenti che abitino con il proprio nucleo familiare da almeno 1 anno dalla data del bando in locali adibiti impropriamente ad alloggio: - da oltre 5 anni punti 5; - da meno di 5 anni..punti 4; b2) richiedenti che abitino con il proprio nucleo familiare da almeno 1 anno dalla data del bando, in alloggio antigienico, così come definito dall'art. 6, comma 1, lett. b2, della L.R n 54:... punti 2; b3) chi occupa stabilmente, nel territorio comunale, un alloggio che debba essere lasciato subito libero e sgombero da persone e cose, senza possibilità di ottenere proroghe, in seguito a verbale di conciliazione in sede giudiziaria o sentenza o ordinanza esecutiva di sfratto, con esclusione degli sfratti causati da morosità, tranne in caso di sfratto per morosità determinato dalle seguenti condizioni: 1) nucleo familiare numeroso (oltre n. 4 figli); 2) situazione familiare in cui esistono handicap con invalidità certificata dagli organi medici competenti con un grado di invalidità di almeno il 75%; 3) nucleo disgregato con presenza di minori; 4) stato di detenzione di uno dei componenti il nucleo familiare, il quale rappresenti fonte di sostegno per la famiglia:.punti 4; b4) richiedenti che abitino alla data del bando di concorso, in condizioni di sovraffollamento rispetto allo standard abitativo regionale, così come stabilito dall'art. 2, lett. b), della L.R n 54: - oltre 2 persone punti 1; - oltre 3 persone punti 2; b4-bis) richiedenti che abitino con il proprio nucleo familiare, da almeno due anni dalla data del Bando, in uno stesso alloggio con altro o più nuclei familiari, ciascuno composto almeno da due unità: punti 2; b4-ter) richiedenti che abitino in un alloggio il cui canone incida in misura non inferiore al 25% sul reddito annuo complessivo del nucleo familiare, determinato ai sensi dell art. 21 Legge n. 457/78 e successive integrazioni:... punti 1; 5 pag. di10

6 b5) non sono cumulabili i punteggi tra le lettere b1, b2, b3, b3/bis, b4; il punteggio di cui al comma b3 non è cumulabile altresì con b4; ART. 6 Le operazioni per la formazione della graduatoria degli aspiranti all assegnazione, saranno espletate da una Commissione composta da n. 3 Dirigenti comunali dei Settori interessati in materia e n. 2 rappresentanti delle OO.SS. degli inquilini ed, in particolare: - Dirigente del Settore Patrimonio-Casa Presidente - Dirigente del Settore Politiche Sociali Componente - Dirigente del Settore Affari Legali Componente - N 2 rappresentanti delle OO.SS degli inquilini Componente I n. 2 rappresentanti sindacali saranno designati in base ad una turnazione predeterminata con formale sorteggio effettuato, preliminarmente l inizio dei lavori della Commissione, dai suddetti Dirigenti comunali nello ambito dei nominativi indicati dalle maggiori OO.SS. che hanno sottoscritto l accordo nazionale di cui all art. 2 della Legge 431/98, a rotazione, per un periodo di dieci sedute cadauno; ART. 7 La Commissione, nel corso dell'esame delle domande, potrà compiere ulteriori accertamenti, sulle condizioni soggettive ed oggettive dichiarate dal richiedente. L'assegnazione dell'alloggio sarà fatta mediante provvedimento del Dirigente del Settore Patrimonio e Casa, in esecuzione della graduatoria così formata. Le funzioni di segretario della Commissione, saranno svolte da un dipendente comunale, con qualifica non inferiore a quella di impiegato di concetto. ART. 7 Bis La Giunta Comunale può riservare una aliquota non superiore al 50% degli alloggi parcheggio da assegnare, per far fronte a specifiche e documentate situazioni di emergenza abitativa quali: 1) Sgombero di immobili di proprietà pubblica da sottoporre a lavori di recupero edilizio, per i quali venga riconosciuta dall organo competente la necessità di sgombero; 2) Sgombero di immobili di proprietà privata occupati da nuclei familiari già censiti e/o individuati dal Comune alla data di approvazione del presente Regolamento, aventi minori, le cui condizioni abitative hanno determinato o potrebbero determinare la adozione di un provvedimento da parte della Autorità Giudiziaria competente, comportante il ricovero dei minori stessi 6 pag. di10

7 presso strutture assistenziali, con oneri a carico del Comune. A tale scopo sarà richiesta apposita relazione al competente Assessorato ai SS.SS.; 3) Nuclei familiari beneficiari di contributo sul canone di fitto ovvero di ricovero in alberghi e/o comunità con spesa a carico del Comune, alla data di approvazione del presente Regolamento, con priorità per coloro che beneficiano di contributi in scadenza non rinnovabili, per coloro che dimostrino la sussistenza di gravi problemi di salute ovvero per altri comprovati gravi motivi da valutarsi da parte della Giunta Comunale sulla base di apposite relazioni congiunte dei Settori Comunali Patrimonio-Casa e Servizi Sociali; 4) Nuclei familiari che dimostrino di trovarsi in condizioni di estremo disagio abitativo per gravi sopravvenuti motivi, previamente da individuarsi da parte della Giunta Comunale. Anche per le dette assegnazioni i soggetti interessati devono essere in possesso dei requisiti previsti dall art. 2 del presente Regolamento, da accertarsi da parte del Dirigente del Settore Patrimonio-Casa. ART. 7 Ter E riservata una aliquota non superiore al 5% degli alloggi da assegnare, a favore dei soggetti collocati in graduatoria che, al momento della presentazione della domanda, abbiano superato il sessantesimo anno di età e/o presentino nel proprio nucleo familiare portatori di handicap, con invalidità certificata dagli organi medici competenti, così come previsto dall art. 5, punto a5), del presente Regolamento. ART. 8 L'assegnazione è a titolo temporaneo e precario. L'alloggio occupato dovrà essere lasciato libero e sgombro da persone e cose, subito dopo l'assegnazione e la consegna di alloggi di E.R.P. o di altro alloggio assegnato a titolo precario o definitivo. In caso di inottemperanza sarà emesso provvedimento di sgombero da parte del Dirigente del Settore Patrimonio Casa. Il Comune dichiara la decadenza dall assegnazione della casa parcheggio nelle forme di cui al successivo art. 9, quando vengono meno i requisiti di cui all art. 2 del presente Regolamento ed in caso di rinuncia non adeguatamente motivata dell assegnazione di alloggi di E.R.P. o di altri alloggi assegnati a titolo precario o definitivo. Il Dirigente del Settore Patrimonio - Casa dichiara la decadenza dall assegnazione dell alloggio parcheggio, secondo le forme e con le modalità stabilite dalla Legge Regionale 20 dicembre 1984, n. 54 e successive modificazioni ed integrazioni. La decadenza dall assegnazione comporta la risoluzione di diritto del contratto di locazione ed il rilascio immediato dell alloggio parcheggio. ART. 9 7 pag. di10

8 E' vietata la cessione del contratto, la locazione e sublocazione dell'alloggio assegnato, nonché qualsiasi atto di disposizione a titolo oneroso o gratuito dell'immobile, pena la decadenza dall'assegnazione. La decadenza dall assegnazione viene dichiarata dal Dirigente del Settore Patrimonio - Casa, sentito il parere obbligatorio e vincolante della Commissione di cui al precedente art. 6, quando vengono meno i requisiti di cui al precedente art. 2, in caso di rinuncia non adeguatamente motivata dell assegnazione di alloggi di E.R.P. o altri alloggi assegnati a titolo precario o definitivo e negli altri casi previsti dal presente Regolamento. ART. 9 Bis Il Dirigente del Settore Patrimonio Casa diffida con Raccomandata A.R., gli occupanti senza titolo di alloggi di proprietà Comunale che non possono beneficiare della regolarizzazione del rapporto locativo, a rilasciare l immobile occupato. Qualora l occupante, entro quindici giorni dalla diffida, non fornisca prove certe circa il possesso dei requisiti per l assegnazione in sanatoria, il medesimo Dirigente emette apposita Ordinanza di Rilascio, contenente un termine per la spontanea esecuzione, non eccedente giorni trenta. In caso di mancato rilascio dell alloggio nel termine suindicato, si procederà coattivamente nei confronti dell occupante senza titolo, al quale saranno precluse future assegnazioni di alloggi comunali. ART. 9 Ter Qualora l occupante senza titolo, sia in possesso dei prescritti requisiti per la assegnazione di cui all Art.2 del presente Regolamento ed abbia effettivamente occupato l alloggio da data non successiva al 31 dicembre 1998, potrà beneficiare della assegnazione, a condizione che versi tutti i canoni di locazione, i canoni ed i consumi idrici, gli oneri condominiali, nonché ogni altro onere derivante dai contratti di somministrazione, a decorrere dal momento iniziale della occupazione, sempre che l occupazione non ha sottratto il godimento dell alloggio ad assegnatario già individuato in graduatoria definitiva pubblicata. ART. 10 La graduatoria così formata, conserverà la sua efficacia, sino alla approvazione di successiva graduatoria, a seguito di apposito bando di concorso pubblico. ART. 11 L'assegnatario è obbligato a partecipare ai bandi di concorso che verranno pubblicati per l'assegnazione di alloggi di E.R.P.. La mancata presentazione della domanda, 8 pag. di10

9 comporterà la decadenza dell'assegnatario dal diritto di detenere l'alloggio parcheggio, con obbligo di rilascio immediato dell'immobile stesso in favore dell'ente proprietario. ART. 12 E' vietata, pena la decadenza dell'assegnazione dell'alloggio, qualsiasi forma di coabitazione con singoli o altri nuclei familiari. E ammessa, previa autorizzazione del Comune, l ospitalità temporanea di terze persone per un periodo non superiore ad un anno, qualora l istanza dell assegnatario scaturisca da obiettive esigenze di assistenza a tempo determinato o da altro giustificato motivo da valutarsi da parte del Comune medesimo. Tale ospitalità a titolo precario non ingenera nessun diritto al subentro e non comporta nessuna variazione di carattere gestionale. ART. 13 Il rapporto contrattuale con l'assegnatario sarà disciplinato con apposito contratto di locazione. ART. 14 Il canone mensile di locazione dei predetti alloggi, sarà determinato con gli stessi criteri fissati dalla L.R , n. 54 e successive modifiche. ART. 14 Bis Allo scopo di eliminare le condizioni di sovraffollamento, negli alloggi parcheggio di proprietà Comunale e IACP, il comune indice apposito Bando di Mobilità, cui possono partecipare tutti gli assegnatari di alloggi il cui standard abitativo, non sia adeguato rispetto alla composizione del nucleo familiare. E adeguato l alloggio la cui superficie utile, determinata ai sensi dell art.13, 3 comma, della legge n 392,. sia non inferiore ai 40 mq. per un nucleo familiare composto da 1 o 2 persone, non inferiore ai 60 mq. per 3 o 4 persone, non inferiore ai 75 mq. per 5 persone, non inferiore a 95 mq. per 6 persone ed oltre. I punteggi per la collocazione in graduatoria, che sarà formata dalla competente Commissione Comunale Casa, saranno così attribuiti: a) 1 o 2 persone in più rispetto allo standard abitativo - PUNTI 3; b) 3 persone ed oltre rispetto allo standard abitativo - PUNTI 5; 9 pag. di10

10 c) assegnazione dell alloggio da almeno tre anni - PUNTI 1; d) assegnazione dell alloggio da oltre tre anni sino a cinque - PUNTI 2; e) assegnazione dell alloggio oltre cinque anni, sarà attribuito, oltre a PUNTI 2, ulteriori PUNTI 1 per ogni anno successivo al quinto. Sono, comunque, consentiti gli scambi consensuali tra assegnatari, previa autorizzazione da parte del Comune. Alla mobilità è riservato il 10% degli alloggi di risulta o di nuova assegnazione. ART. 15 Per tutto quanto non espressamente disciplinato dal presente Regolamento, si applicano le norme previste dalle Leggi nazionali vigenti e successive modificazioni ed integrazioni. 10 pag. di10

COMUNE DI ALEZIO (Le)

COMUNE DI ALEZIO (Le) COMUNE DI ALEZIO (Le) Via S. Pancrazio - Tel. 0833/ 281020 - Fax 0833/ 282340 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA CHE SI RENDERANNO DISPONIBILI

Dettagli

C I T T A D I TORREMAGGIORE PROVINCIA DI FOGGIA IL DIRIGENTE SETTORE IV RENDE NOTO

C I T T A D I TORREMAGGIORE PROVINCIA DI FOGGIA IL DIRIGENTE SETTORE IV RENDE NOTO C I T T A D I TORREMAGGIORE PROVINCIA DI FOGGIA BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (ERP) COMPRESI QUELLI CHE SI RENDERANNO DISPONIBILI

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. (Legge Regionale 8 agosto 2001, n.24)

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. (Legge Regionale 8 agosto 2001, n.24) C.S.C.S. 85/2001 TRIS AGG. 04/11/2002 Codice ISTAT: 35040 RISERVATO ALL UFFICIO Prot n... Data.. Nucleo familiare n COMUNE DI SCANDIANO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Marca da bollo 14,62 DOMANDA DI ASSEGNAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CAMPOFIORITO

COMUNE DI CAMPOFIORITO COMUNE DI CAMPOFIORITO PROVINCIA DI PALERMO ****************** BANDO GENERALE DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI POPOLARI COSTRUITI NEL COMUNE DI CAMPOFIORITO In esecuzione della deliberazione di

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI SALERNO

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI SALERNO ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI SALERNO BANDO DI CONCORSO PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA IL DIRIGENTE DEL SETTORE GESTIONE

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO

COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA E DEGLI ALLOGGI AD ESSI ASSIMILATI AI SENSI DELLA L.R.N.24/2001

Dettagli

COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO

COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO Prot. N. 34464 COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO BANDO DI CONCORSO SPECIALE PER L ASSEGNAZIONE DI N. 17 ALLOGGI IN AFFITTO PER GLI ANZIANI DEGLI ANNI 2000 REALIZZATI NEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO BORGO

Dettagli

C O M U N E D I C A M P O B A S S O AREA N. 6 Settore Servizi Sociali

C O M U N E D I C A M P O B A S S O AREA N. 6 Settore Servizi Sociali C O M U N E D I C A M P O B A S S O AREA N. 6 Settore Servizi Sociali Bando di concorso speciale per la formazione della graduatoria per l assegnazione in locazione semplice di n. 0 alloggi di Edilizia

Dettagli

PER CONTO DEL COMUNE DI ROLO AVVISO PUBBLICO

PER CONTO DEL COMUNE DI ROLO AVVISO PUBBLICO PER CONTO DEL COMUNE DI ROLO AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA E DEGLI ALLOGGI AD ESSI ASSIMILATI AI SENSI DELLA L.R.N.24/2001

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO. l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n.

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO. l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n. Marca da da bollo bollo 14,62 DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n. CHIEDE l assegnazione di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica adeguato al proprio

Dettagli

Regione Veneto DOMANDA DI ALLOGGIO

Regione Veneto DOMANDA DI ALLOGGIO marca da bollo 6,00 Provincia di Venezia Regione Veneto DOMANDA DI ALLOGGIO parte riservata PER LA PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA -

Dettagli

Comune di Atzara Provincia di Nuoro servizi.sociali@comune.atzara.nu.it Via Vittorio Emanuele 37-08030 0784/65205 - fax 0784/65380 - P.I.

Comune di Atzara Provincia di Nuoro servizi.sociali@comune.atzara.nu.it Via Vittorio Emanuele 37-08030 0784/65205 - fax 0784/65380 - P.I. Comune di Atzara Provincia di Nuoro servizi.sociali@comune.atzara.nu.it Via Vittorio Emanuele 37-08030 0784/65205 - fax 0784/65380 - P.I.00162890917 UFFICIO SERVIZI SOCIALI Prot. 3084 ATZARA, lì 15.06.2015

Dettagli

AREA TECNICA E TECNICO MANUTENTIVA - Settore LL.PP. tel / fax: 0761 873844 e-mail: ufficiollpp@comune.marta.vt.it BANDO DI CONCORSO

AREA TECNICA E TECNICO MANUTENTIVA - Settore LL.PP. tel / fax: 0761 873844 e-mail: ufficiollpp@comune.marta.vt.it BANDO DI CONCORSO COMUNE DI MARTA Provincia di Viterbo Piazza Umberto I, 1 01010 Marta Partita IVA: 00215230566 tel: 0761 87381 fax: 0761 873828 www.comune.marta.vt.it pec: comunemartavt@pec.it AREA TECNICA E TECNICO MANUTENTIVA

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. ANNO 2014.

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. ANNO 2014. ALLEGATO C COMUNE DI MONTEGROTTO TERME Servizio PATRIMONIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. ANNO 2014. COSA SONO GLI ALLOGGI ERP: Gli alloggi di edilizia residenziale

Dettagli

AREA TECNICA E TECNICO MANUTENTIVA - Settore LL.PP. tel / fax: 0761 873844 e-mail: ufficiollpp@comune.marta.vt.it

AREA TECNICA E TECNICO MANUTENTIVA - Settore LL.PP. tel / fax: 0761 873844 e-mail: ufficiollpp@comune.marta.vt.it COMUNE DI MARTA Provincia di Viterbo Piazza Umberto I, 1 01010 Marta Partita IVA: 00215230566 tel: 0761 87381 fax: 0761 873828 www.comune.marta.vt.it pec: comunemartavt@pec.it AREA TECNICA E TECNICO MANUTENTIVA

Dettagli

COMUNE DI LANCIANO Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Servizio Politiche della Casa Tel. 0872/707635 fax 0872/43461

COMUNE DI LANCIANO Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Servizio Politiche della Casa Tel. 0872/707635 fax 0872/43461 COMUNE DI LANCIANO Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Servizio Politiche della Casa Tel. 0872/707635 fax 0872/43461 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI COMUNALI - ANNO 2011 IL

Dettagli

COMUNE DI RUBIERA (Provincia di Reggio Emilia)

COMUNE DI RUBIERA (Provincia di Reggio Emilia) Timbro arrivo Timbro protocollo Marca da bollo Apporre marca da bollo da 14,62 DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. (Bando di concorso generale 2009) Scadenza per la consegna il 19 dicembre 2009 ore

Dettagli

DOMANDA ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. BANDO 2014 (scadenza 29 dicembre 2014) COMUNE O STATO ESTERO DI NASCITA PROV. DATA DI NASCITA CHIEDE

DOMANDA ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. BANDO 2014 (scadenza 29 dicembre 2014) COMUNE O STATO ESTERO DI NASCITA PROV. DATA DI NASCITA CHIEDE COMUNE DI CORBETTA Provincia di Milano SETTORE SERVIZI SOCIALI Via Roma, 17 C.F. / P.I. 03122360153 Tel. 029772339 029771448 Fax 0297485110 e.mail mailto:settore.servsoc@comune.corbetta.mi.it Spazio per

Dettagli

PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO

PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 0026 Imola Tel. 052-602111-Fax 602289. REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO Approvato con delibera C.C. n. 160 del 18.07.2005,

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. Scadenza per la consegna il 30 settembre 2015 ore 13.00

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. Scadenza per la consegna il 30 settembre 2015 ore 13.00 Timbro arrivo Timbro protocollo Marca da bollo Apporre marca da bollo da 16,00 DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. Scadenza per la consegna il 30 settembre 2015 ore 13.00 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

Dettagli

PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN EMERGENZA ABITATIVA E L OSPITALITÀ TEMPORANEA

PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN EMERGENZA ABITATIVA E L OSPITALITÀ TEMPORANEA COMUNE DI DOLO PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN EMERGENZA ABITATIVA E L OSPITALITÀ TEMPORANEA Approvato con delibera C.C. n. 77 del 22.11.2012 Modificato con

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE (BOLLO) PROT. Al Comune di COMACCHIO DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) La/Il sottoscritta/o CHIEDE DI PARTECIPARE AL CONCORSO

Dettagli

UFFICIO CASA. DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO INTEGRATIVO ERP ANNO 2013 (da presentarsi improrogabilmente entro il 19/12/2013)

UFFICIO CASA. DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO INTEGRATIVO ERP ANNO 2013 (da presentarsi improrogabilmente entro il 19/12/2013) Domanda n del UFFICIO CASA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO INTEGRATIVO ERP ANNO 2013 (da presentarsi improrogabilmente entro il 19/12/2013) ALL UFFICIO CASA DEL COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO

Dettagli

C O M U N E D I T A R Q U I N I A Provincia di Viterbo ---------------

C O M U N E D I T A R Q U I N I A Provincia di Viterbo --------------- C O M U N E D I T A R Q U I N I A Provincia di Viterbo --------------- REGOLAMENTO IN MATERIA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DESTINATI ALL ASSISTENZA ABITATIVA CAPO I ASSEGNAZIONE

Dettagli

PER L ALIENAZIONE LOTTI P.U.A. COMUNALE RESIDENZIALE DI VIA SORIO IN FRAZIONE CADEGLIOPPI

PER L ALIENAZIONE LOTTI P.U.A. COMUNALE RESIDENZIALE DI VIA SORIO IN FRAZIONE CADEGLIOPPI Comune di Oppeano Provincia di Verona REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE LOTTI P.U.A. COMUNALE RESIDENZIALE DI VIA SORIO IN FRAZIONE CADEGLIOPPI ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina

Dettagli

COMUNE DI RONCADE (Provincia di Treviso) NUOVO REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DELLE AREE DESTINATE AD EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE (P.E.E.P.

COMUNE DI RONCADE (Provincia di Treviso) NUOVO REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DELLE AREE DESTINATE AD EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE (P.E.E.P. COMUNE DI RONCADE (Provincia di Treviso) NUOVO REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DELLE AREE DESTINATE AD EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE (P.E.E.P.) Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n 3 del

Dettagli

Il Sottoscritto nato il a (Prov. ) abitante in Via Comune di (Prov ) Documento di identità numero

Il Sottoscritto nato il a (Prov. ) abitante in Via Comune di (Prov ) Documento di identità numero Al Sindaco del Comune di Cormano All attenzione del Servizio Case P.zza Scurati n. 1 20032 C O R M A N O Oggetto : Alloggi ERP anno 2015 Il Sottoscritto nato il a (Prov. ) abitante in Via Comune di (Prov

Dettagli

COMUNE DI SCANDIANO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA. Regolamento per l assegnazione degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica

COMUNE DI SCANDIANO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA. Regolamento per l assegnazione degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica COMUNE DI SCANDIANO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Regolamento per l assegnazione degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica Il presente Regolamento: 1) E' stato adottato con delibera di Consiglio Comunale

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA COMUNE DI ALSENO PROVINCIA DI PIACENZA REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE 8 Agosto 2001 n. 24 e successive modifiche

Dettagli

REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO

REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO Allegato A PER CONTO DEL COMUNE DI FABBRICO AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA GENERALE APERTA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA E DEGLI ALLOGGI AD ESSI ASSIMILATI

Dettagli

COMUNE DI CARPINETI REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

COMUNE DI CARPINETI REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA COMUNE DI CARPINETI Provincia di REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 5 del 18/02/2013 INDICE ART. 1 OGGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER SUBENTRO, OSPITALITA TEMPORANEA, COABITAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

REGOLAMENTO PER SUBENTRO, OSPITALITA TEMPORANEA, COABITAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO PER SUBENTRO, OSPITALITA TEMPORANEA, COABITAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI LANCIANO SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA

COMUNE DI LANCIANO SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA COMUNE DI LANCIANO SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Servizio Azioni Amministrative nel campo dell Edilizia Residenziale Pubblica BANDO DI CONCORSO GENERALE PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DI ALLOGGI

Dettagli

Bando per l assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione Anno 2015

Bando per l assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione Anno 2015 C O M U N E D I A R E Z Z O Bando per l assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione Anno 2015 Fondo Nazionale per l accesso alle abitazioni in locazione costituito ai sensi dell

Dettagli

COMUNE DI GAGGIO MONTANO (Provincia di Bologna) Piazza Arnaldo Brasa, n. 1 40041 GAGGIO MONTANO

COMUNE DI GAGGIO MONTANO (Provincia di Bologna) Piazza Arnaldo Brasa, n. 1 40041 GAGGIO MONTANO COMUNE DI GAGGIO MONTANO (Provincia di Bologna) Piazza Arnaldo Brasa, n. 1 40041 GAGGIO MONTANO BANDO DI CONCORSO GENERALE PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE

Dettagli

DOMANDA ASSEGNAZIONE ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

DOMANDA ASSEGNAZIONE ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DOMANDA ASSEGNAZIONE ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA BOLLO 14,62 Al Sindaco del Comune di Monte Colombo Il sottoscritto/a (C o g n o m e e N o m e ) nato/a a il residente in via n. codice fiscale

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SOSTEGNO DEI CITTADINI IN EMERGENZA ABITATIVA

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SOSTEGNO DEI CITTADINI IN EMERGENZA ABITATIVA REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SOSTEGNO DEI CITTADINI IN EMERGENZA ABITATIVA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 4/42585/13 del 24 giugno 2013 ART. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente regolamento

Dettagli

C O M U N E D I S A L U D E C I O

C O M U N E D I S A L U D E C I O Commento: C O M U N E D I S A L U D E C I O PROVINCIA DI RIMINI Regolamento Comunale per la disciplina d accesso all Edilizia Residenziale Pubblica e permanenza negli alloggi (Approvato con delibera C.C.

Dettagli

RICHIESTA DI AGGIORNAMENTO DELLA DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO ERP N. La/Il sottoscritta/o.. nato a. Il.. Residente in in via n..

RICHIESTA DI AGGIORNAMENTO DELLA DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO ERP N. La/Il sottoscritta/o.. nato a. Il.. Residente in in via n.. bollo RICHIESTA DI AGGIORNAMENTO DELLA DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO ERP N La/Il sottoscritta/o.. nato a. Il.. Residente in in via n.. In qualità di rappresentante/componente del nucleo familiare..

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE IN EMERGENZA ABITATIVA E PER L ACCESSO A LOCARE

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE IN EMERGENZA ABITATIVA E PER L ACCESSO A LOCARE REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE IN EMERGENZA ABITATIVA E PER L ACCESSO A LOCARE TITOLO I COMMISSIONE EMERGENZA ABITATIVA (C.E.A.) ART. 1 COMPOSIZIONE DURATA 1. La Commissione

Dettagli

Servizio Casa e Politiche Abitative

Servizio Casa e Politiche Abitative Servizio Casa e Politiche Abitative C.so Garibaldi, 62 48022 Lugo Tel. 0545 38509/459/338 Fax. 0545-38344 E-mail: casa@unione.labassaromagna.it BANDO DI CONCORSO 2014 AD INTEGRAZIONE DEL BANDO GENERALE

Dettagli

COMUNE DI SASSARI. Settore Politiche della Casa

COMUNE DI SASSARI. Settore Politiche della Casa COMUNE DI SASSARI Settore Politiche della Casa BANDO DI CONCORSO per l assegnazione del contributo comunale integrativo per il pagamento dei canoni di locazione a favore di cittadini con particolare disagio

Dettagli

Al Comune di Ceccano Piazza Municipio, 1 03023 CECCANO (FR)

Al Comune di Ceccano Piazza Municipio, 1 03023 CECCANO (FR) RACCOMANDATA R/R Bollo di 16,00 Al Comune di Ceccano Piazza Municipio, 1 03023 CECCANO (FR) DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DESTINATA ALL ASSISTENZA ABITATIVA (Legge

Dettagli

REGIONE TOSCANA COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca

REGIONE TOSCANA COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca D.D. N. 079 DEL_6..03 REGIONE TOSCANA COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca BANDO DI CONCORSO GENERALE ANNO 03 PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA. indetto ai sensi dell'art.

Dettagli

COMUNE DI PAGLIETA ( Prov. di Chieti) REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI

COMUNE DI PAGLIETA ( Prov. di Chieti) REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI COMUNE DI PAGLIETA ( Prov. di Chieti) REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 20 del 09/05/2011 Capo I Disposizioni

Dettagli

UNIONE di COMUNI FIESOLE VAGLIA Provincia di Firenze

UNIONE di COMUNI FIESOLE VAGLIA Provincia di Firenze UNIONE di COMUNI FIESOLE VAGLIA Provincia di Firenze BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE indetto ai sensi dell art. 11 della 9 dicembre 1998, n. 431, che istituisce

Dettagli

Comune di Monte San Vito Provincia di Ancona

Comune di Monte San Vito Provincia di Ancona Applicare Marca da bollo DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO DI E.R.P. ( EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA) (L.R. 36/2005 e succ. Integr. Modif. Regolamento Comunale d Ambito approvato con C.C n. 30 del

Dettagli

CHIEDE. Che gli sia assegnato, in locazione semplice, un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica sito nel Comune di Monteroni d Arbia DICHIARA

CHIEDE. Che gli sia assegnato, in locazione semplice, un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica sito nel Comune di Monteroni d Arbia DICHIARA Al Comune di Monteroni d Arbia Via Roma 87 53014 MONTERONI D ARBIA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO GENERALE ANNO 2013 INDETTO AI SENSI DELL ART.3 DELLA LEGGE REGIONALE 20/12/1996 N.96 E

Dettagli

INDICE ART. 1 OGGETTO E FINALITA DELL INIZIATIVA ART. 2 MODALITA E CRITERI PER IL REPERIMENTO DEGLI ALLOGGI

INDICE ART. 1 OGGETTO E FINALITA DELL INIZIATIVA ART. 2 MODALITA E CRITERI PER IL REPERIMENTO DEGLI ALLOGGI REGOLAMENTO DELLE LOCAZIONI STIPULATE DAL COMUNE CON I PRIVATI PER LA SUBLOCAZIONE TEMPORANEA A FAVORE DI CITTADINI IN STATO DI EMERGENZA ABITATIVA, DI BISOGNO O DI EMARGINAZIONE SOCIALE INDICE ART. 1

Dettagli

Città di Minerbio Provincia di Bologna

Città di Minerbio Provincia di Bologna Città di Minerbio Provincia di Bologna Prot. 580/01 GRADUATORIA APERTA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (ERP) AVVISO PUBBLICO (L.R. 8/8/001 n. Regolamento Comunale ERP approvato

Dettagli

CITTA DI SAVIGLIANO Provincia di Cuneo

CITTA DI SAVIGLIANO Provincia di Cuneo CITTA DI SAVIGLIANO Provincia di Cuneo BANDO DI CONCORSO N. 1, AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE N. 3 DEL 17 FEBBRAIO 2010 E DEI REGOLAMENTI ATTUATIVI PUBBLICATI SUL B.U.R.P. N. 40 DEL 6 OTTOBRE 2011 PER

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN USO TEMPORANEO DI ALLOGGI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI SIENA

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN USO TEMPORANEO DI ALLOGGI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI SIENA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN USO TEMPORANEO DI ALLOGGI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI SIENA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 195 del 19.06.2014 REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN USO

Dettagli

- ALLEGATO- DISCIPLINA DEI CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE DI RISERVA PER LE EMERGENZE ABITATIVE

- ALLEGATO- DISCIPLINA DEI CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE DI RISERVA PER LE EMERGENZE ABITATIVE - ALLEGATO- DISCIPLINA DEI CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE DI RISERVA PER LE EMERGENZE ABITATIVE INDICE Premessa Titolo I - Requisiti generali per l'assegnazione di alloggi

Dettagli

COMUNE di VERUCCHIO PROVINCIA DI RIMINI REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI SOCIALI NON E.R.P.

COMUNE di VERUCCHIO PROVINCIA DI RIMINI REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI SOCIALI NON E.R.P. REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI SOCIALI NON E.R.P. Approvato con delibera C.C. n. 73 del 04/11/2011 Esecutivo dal 01/01/2012 Pagina 1 di 7 REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI SOCIALI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN USO TEMPORANEO DI ALLOGGI DI PROPRIETA DEL COMUNE Di PISTOIA Approvato con Deliberazione CC n 120 del 19/7/2011

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN USO TEMPORANEO DI ALLOGGI DI PROPRIETA DEL COMUNE Di PISTOIA Approvato con Deliberazione CC n 120 del 19/7/2011 REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN USO TEMPORANEO DI ALLOGGI DI PROPRIETA DEL COMUNE Di PISTOIA Approvato con Deliberazione CC n 120 del 19/7/2011 ARTICOLO 1 OGGETTO E FINALITA 1. Il presente Regolamento

Dettagli

CITTA DI CASTENASO Provincia di Bologna

CITTA DI CASTENASO Provincia di Bologna CITTA DI CASTENASO Provincia di Bologna Area Servizi alla Persona Servizi Sociali Informativa ai sensi dell art. del D.Lgs. 0 giugno 00, n. 96 Codice in materia di protezione dei dati personali. Il Codice

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEGLI ALLOGGI PER EMERGENZA ABITATIVA (deliberazione C.C. n.41 del 12.7.2011) ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEGLI ALLOGGI PER EMERGENZA ABITATIVA (deliberazione C.C. n.41 del 12.7.2011) ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEGLI ALLOGGI PER EMERGENZA ABITATIVA (deliberazione C.C. n.41 del 12.7.2011) ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina le modalità di concessione

Dettagli

L.R. 26 Giugno 1987, n. 33 Disciplina per l' assegnazione e la determinazione dei canoni di locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica.

L.R. 26 Giugno 1987, n. 33 Disciplina per l' assegnazione e la determinazione dei canoni di locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. L.R. 26 Giugno 1987, n. 33 Disciplina per l' assegnazione e la determinazione dei canoni di locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. (Pubblicata nel B.U. 20 luglio 1987, n. 20, S.O. n.

Dettagli

SCOPO E OBIETTIVO SOGGETTI DESTINATARI

SCOPO E OBIETTIVO SOGGETTI DESTINATARI SCHEDA SINTETICA Legge regionale n. 12 del 6.08.1999 Disciplina delle funzioni amministrative regionali e locali in materia di edilizia residenziale pubblica SCOPO E OBIETTIVO La legge regionale in esame,

Dettagli

REGOLAMENTO MISURE PER L EMERGENZA ABITATIVA. Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE

REGOLAMENTO MISURE PER L EMERGENZA ABITATIVA. Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE REGOLAMENTO MISURE PER L EMERGENZA ABITATIVA Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento intende: - riordinare in modo organico i criteri per individuare i soggetti aventi titolo a fruire dei

Dettagli

COMUNE DI TORRE PELLICE -------------- PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI TORRE PELLICE -------------- PROVINCIA DI TORINO APPROVATO CON C.C. 77 DEL 22.12.2010 COMUNE DI TORRE PELLICE -------------- PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA IN EMERGENZA ABITATIVA E PER

Dettagli

NUOVA DISCIPLINA DELL AGENZIA CASA DEL COMUNE DI PISA (MODIFICATA E INTEGRATA )

NUOVA DISCIPLINA DELL AGENZIA CASA DEL COMUNE DI PISA (MODIFICATA E INTEGRATA ) NUOVA DISCIPLINA DELL AGENZIA CASA DEL COMUNE DI PISA (MODIFICATA E INTEGRATA ) Art. 1 Costituzione dell Agenzia Casa e soggetti destinatari La struttura denominata Agenzia Casa è una delle risposte offerte

Dettagli

COMUNE DI GRUMENTO NOVA

COMUNE DI GRUMENTO NOVA COMUNE DI GRUMENTO NOVA ( Prov. Potenza ) UFFICIO TECNICO COMUNALE Prot. 3875 del 23/06/2015 IL RESPONSABILE DELL AREA TECNICA In esecuzione della delibera della Giunta Comunale n 63 del 17/06/2015 Rende

Dettagli

Il Responsabile del servizio

Il Responsabile del servizio BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE - ANNO 2015 L. 431/98, art.11 Disciplina delle locazioni e del rilascio degli immobili adibiti ad uso abitativo Il presente

Dettagli

COMUNE DI GAGGIANO Ufficio CASE - Edilizia Residenziale Pubblica 6 bando E.R.P. - 2 semestre 2013- (anno di reddito 2012) TELEFONO 02-90899234

COMUNE DI GAGGIANO Ufficio CASE - Edilizia Residenziale Pubblica 6 bando E.R.P. - 2 semestre 2013- (anno di reddito 2012) TELEFONO 02-90899234 COMUNE DI GAGGIANO Ufficio CASE - Edilizia Residenziale Pubblica 6 bando E.R.P. - 2 semestre 2013- (anno di reddito 2012) TELEFONO 02-90899234 UFFICIO CASE - SERVIZI SOCIALI - VIA ROMA 36 PIANO TERRENO

Dettagli

REGIONALE N. 91 DEL 5-12-1983 REGIONE LOMBARDIA. Disciplina dell' assegnazione e della gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica.

REGIONALE N. 91 DEL 5-12-1983 REGIONE LOMBARDIA. Disciplina dell' assegnazione e della gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. REGIONALE N. 91 DEL 5-12-1983 REGIONE LOMBARDIA Disciplina dell' assegnazione e della gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LOMBARDIA N. 49

Dettagli

PARTE PRIMA. Art. 2 Ambito di applicazione

PARTE PRIMA. Art. 2 Ambito di applicazione 11976 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali LEGGE REGIONALE 7 aprile 2014, n. 10 Nuova disciplina per l assegnazione e la determinazione dei canoni di locazione degli alloggi di edilizia residenziale

Dettagli

COMUNE DI PERUGIA. 25 - Settore Servizi Sociali, Culturali e Sportivi alla persona

COMUNE DI PERUGIA. 25 - Settore Servizi Sociali, Culturali e Sportivi alla persona COMUNE DI PERUGIA 25 - Settore Servizi Sociali, Culturali e Sportivi alla persona REGOLAMENTO COMUNALE ATTUATIVO DELLA LEGGE REGIONALE 28/11/2003 N. 23 PROCEDURE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA

Dettagli

C O M U N E D I C A V R I G L I A (Provincia di Arezzo)

C O M U N E D I C A V R I G L I A (Provincia di Arezzo) C O M U N E D I C A V R I G L I A (Provincia di Arezzo) Bando unico per l assegnazione di CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEL CANONE DI LOCAZIONE - anno 2015 - (Fondo nazionale per l accesso alle abitazioni

Dettagli

COMUNE DI MONTE ARGENTARIO Provincia di Grosseto Piazzale dei Rioni, 8 58019 Porto S. Stefano Tel. 0564-811908 Fax 0564-810650 C.F.

COMUNE DI MONTE ARGENTARIO Provincia di Grosseto Piazzale dei Rioni, 8 58019 Porto S. Stefano Tel. 0564-811908 Fax 0564-810650 C.F. COMUNE DI MONTE ARGENTARIO Provincia di Grosseto Piazzale dei Rioni, 8 58019 Porto S. Stefano Tel. 0564-811908 Fax 0564-810650 C.F. 00124360538 Bando per l assegnazione di contributi ad integrazione dei

Dettagli

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno REGOLAMENTO DI MOBILITA INTERNA AL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI ASSOGGETTATI ALLA LEGGE REGIONALE N. 96/1996 e s.m.i. Approvato con deliberazione consiliare

Dettagli

COMUNE DI REGGIO EMILIA ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA REGOLAMENTO PER LA MOBILITÀ

COMUNE DI REGGIO EMILIA ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA REGOLAMENTO PER LA MOBILITÀ COMUNE DI REGGIO EMILIA ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA REGOLAMENTO PER LA MOBILITÀ Art. 1 - Finalità e ambito della mobilità La mobilità degli assegnatari negli alloggi di edilizia residenziale

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (ERP)

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (ERP) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (ERP) 1 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1- OGGETTO DEL REGOLAMENTO, DEFINIZIONI E PRINCIPI GENERALI ART. 2 -COMPETENZE

Dettagli

Al Settore Servizi alla Persona del Comune di Baricella

Al Settore Servizi alla Persona del Comune di Baricella Al Settore Servizi alla Persona del Comune di Baricella Protocollo Generale Data DOMANDA DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA APERTA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN LOCAZIONE A CANONE CALMIERATO /CONCORDATO. Delibera

Dettagli

C O M U N E D I MASSAROSA

C O M U N E D I MASSAROSA Regolamento comunale per interventi (sistemazioni abitative e contributi) a famiglie in condizioni di emergenza abitativa (approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 32 del 10.06.2013) Art. 1 Generalità

Dettagli

Comune di Bardi - Prov. di Parma P.zza Vittoria 1-43032 Bardi

Comune di Bardi - Prov. di Parma P.zza Vittoria 1-43032 Bardi Comune di Bardi - Prov. di Parma P.zza Vittoria 1-43032 Bardi Codice fiscale/part.iva: 00486500341 -e-mail: bardi@comune.bardi.pr.it Tel. 0525-71321 Fax 0525-71044 DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO DI

Dettagli

AL RESPONSABILE DELL UFFICIO CASA DEL COMUNE DI SALA CONSILINA RACCOMANDATA A.R.

AL RESPONSABILE DELL UFFICIO CASA DEL COMUNE DI SALA CONSILINA RACCOMANDATA A.R. AL RESPONSABILE DELL UFFICIO CASA DEL COMUNE DI SALA CONSILINA RACCOMANDATA A.R. Oggetto: domanda di partecipazione al bando di concorso del per l assegnazione di n.. alloggi di proprietà IACP Salerno

Dettagli

C I T T A D I C A M O G L I P R O V I N C I A D I G E N O V A

C I T T A D I C A M O G L I P R O V I N C I A D I G E N O V A C I T T A D I C A M O G L I P R O V I N C I A D I G E N O V A BANDO DI CONCORSO PER L'ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA CHE SI RENDANO DISPONIBILI NEL COMUNE DI CAMOGLI. In attuazione

Dettagli

COMUNE DI TALAMELLO Provincia di Pesaro e Urbino CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L ACQUISTO DI ALLOGGI RESIDENZIALI IN AREA PEEP

COMUNE DI TALAMELLO Provincia di Pesaro e Urbino CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L ACQUISTO DI ALLOGGI RESIDENZIALI IN AREA PEEP COMUNE DI TALAMELLO Provincia di Pesaro e Urbino ALLEGATO A CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L ACQUISTO DI ALLOGGI RESIDENZIALI IN AREA PEEP AVVISO PUBBLICO IL S I N D A C O RENDE NOTO :

Dettagli

REGIONE TOSCANA UNIONE DI COMUNI FIESOLE - VAGLIA

REGIONE TOSCANA UNIONE DI COMUNI FIESOLE - VAGLIA marca da bollo 14,62 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA, ANNO 2012-11-26 ai sensi della L.R.T. 96/96. Determinazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA IN VIGORE PER I COMUNI DI: BENTIVOGLIO, CASTELLO D ARGILE, CASTEL MAGGIORE, GALLIERA, PIEVE DI CENTO, SAN PIETRO IN CASALE Approvato

Dettagli

Allegato A) alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 132 del 19/07/2012 REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE

Allegato A) alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 132 del 19/07/2012 REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE Allegato A) alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 132 del 19/07/2012 REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE A NUCLEI FAMILIARI IN EMERGENZA ABITATIVA composto da n. 19 articoli

Dettagli

DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO NON ERP IN LOCAZIONE A CANONE CALMIERATO NEL COMUNE DI CATTOLICA

DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO NON ERP IN LOCAZIONE A CANONE CALMIERATO NEL COMUNE DI CATTOLICA DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO NON ERP IN LOCAZIONE A CANONE CALMIERATO NEL COMUNE DI CATTOLICA da consegnarsi entro il 25 novembre, ore 13,00 Il/la sottoscritto/a (cognome/nome) residente a (provincia/nazione

Dettagli

Art. 1 Oggetto e finalità

Art. 1 Oggetto e finalità COMUNE DI POVIGLIO Regolamento per l assegnazione e la permanenza negli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica in attuazione dell art. 25 della LR. 08/08/2001, n. 24 Approvato con deliberazione consiliare

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (ERP) APPROVATO CON DEL. C.C. N.

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (ERP) APPROVATO CON DEL. C.C. N. REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (ERP) APPROVATO CON DEL. C.C. N. 70 DEL 22/12/2011 1 TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO E DEFINIZIONI

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 33 DEL 23-12-1996 REGIONE UMBRIA

LEGGE REGIONALE N. 33 DEL 23-12-1996 REGIONE UMBRIA Legge 1996033 Pagina 1 di 23 LEGGE REGIONALE N. 33 DEL 23-12-1996 REGIONE UMBRIA Disciplina per l' assegnazione, la gestine e la determinazione dei canoni di locazione degli alloggi di edilizia residenziale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L EMERGENZA CASA

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L EMERGENZA CASA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L EMERGENZA CASA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 42 del 27/02/1997. SOMMARIO: TITOLO I: Fondo Sociale Art. 1 - Istituzione fondo sociale...pag.3

Dettagli

CITTA DI MESSINA. REGOLAMENTO COMUNALE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 31/C del 19.04.2012 (dichiarata immediatamente esecutiva)

CITTA DI MESSINA. REGOLAMENTO COMUNALE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 31/C del 19.04.2012 (dichiarata immediatamente esecutiva) CITTA DI MESSINA REGOLAMENTO COMUNALE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 31/C del 19.04.2012 (dichiarata immediatamente esecutiva) Criteri per l assegnazione e la gestione degli alloggi

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE DI BENEFICIARI PER ALLOGGI DA ASSEGNARE IN LOCAZIONE

AVVISO DI SELEZIONE DI BENEFICIARI PER ALLOGGI DA ASSEGNARE IN LOCAZIONE AVVISO DI SELEZIONE DI BENEFICIARI PER ALLOGGI DA ASSEGNARE IN LOCAZIONE BENI STABILI GESTIONI S.P.A. S.G.R. FONDO VENETO CASA - SOCIETÀ PROPRIETARIA - ENERGIE SOCIALI ONLUS COOPERATIVA SOCIALE - GESTORE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACCESSO ALLA PRIMA CASA IN PROPRIETA ANNO 2006

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACCESSO ALLA PRIMA CASA IN PROPRIETA ANNO 2006 ALLEGATO A COMUNE DI LUGO (Provincia di Ravenna) Servizio Assistenza e Politiche Sociali REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACCESSO ALLA PRIMA CASA IN PROPRIETA ANNO 2006 Giugno 2006 COMUNE

Dettagli

COMUNE DI SARMATO (Provincia di Piacenza) REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

COMUNE DI SARMATO (Provincia di Piacenza) REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA COMUNE DI SARMATO (Provincia di Piacenza) REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA APPROVATO CON DELIBERA CONSILIARE N. 59 DEL 30.09.2009 MODIFICATO CON DELIBERA DI

Dettagli

Comune di Gemmano (RN

Comune di Gemmano (RN REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E LA GESTIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Indice Titolo I - Principi generali Art. 1 - Oggetto del regolamento Titolo II - Graduatoria e modalità di accesso

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. 3189 del 28/10/2008 pag. 1/10

ALLEGATO A Dgr n. 3189 del 28/10/2008 pag. 1/10 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. 3189 del 28/10/2008 pag. 1/10 BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI O DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLA POLITICA DELLA CASA. LEGGE REGIONALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E LA GESTIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E LA GESTIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E LA GESTIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Indice Titolo I - Principi generali Art. 1 - Oggetto del regolamento Titolo II - Graduatoria e modalità di accesso

Dettagli

REGOLAMENTO CONTRIBUTI ED INTERVENTI PER EMERGENZA ABITATIVA

REGOLAMENTO CONTRIBUTI ED INTERVENTI PER EMERGENZA ABITATIVA REGOLAMENTO CONTRIBUTI ED INTERVENTI PER EMERGENZA ABITATIVA Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 34 del 22/04/2013 REGOLAMENTO CONTRIBUTI ED INTERVENTI PER EMERGENZA ABITATIVA Art. 1 AMBITO

Dettagli

B) (compilare) di essere residente nel Comune di ;

B) (compilare) di essere residente nel Comune di ; RACCOMANDATA A/R Comune di Sant Agata de Goti (BN) Piazza Municipio, 1 Settore Servizi Sociali Oggetto: Domanda di partecipazione al bando di concorso Prot. N.14703 del 03.12.2014 per l assegnazione di

Dettagli

COMUNE DI ROCCARAINOLA

COMUNE DI ROCCARAINOLA COMUNE DI ROCCARAINOLA BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE CONTRIBUTI INTEGRATIVI PER IL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA 2014 ART. 11 LEGGE 431/1998 Questa Amministrazione, in esecuzione della

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (ERP)

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (ERP) Comune di Ozzano Emilia REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (ERP) (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 21 del 29/04/2013) INDICE TITOLO

Dettagli

Comune di Frontone Provincia di Pesaro e Urbino

Comune di Frontone Provincia di Pesaro e Urbino Comune di Frontone Provincia di Pesaro e Urbino Al Sig. Sindaco del Comune di FRONTONE Piazza Del Municipio n. 19 61040 FRONTONE (PU) Domanda per l assegnazione di un alloggio di Edilizia Residenziale

Dettagli

Ripartizione Patrimonio

Ripartizione Patrimonio Ripartizione Patrimonio AVVISO PUBBLICO PER L'INDIVIDUAZIONE DI FAMIGLIE INTERESSATE ALLA LOCAZIONE, PER UN PERIODO DI ANNI SEI PIU ULTERIORI DUE ANNI, A CANONE AGEVOLATO DETERMINATO AI SENSI DELLA LEGGE

Dettagli