usserese dibattito 150 Anni dell Unità d Italia Giornata FAI di primavera 19 EDIZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "usserese dibattito 150 Anni dell Unità d Italia Giornata FAI di primavera 19 EDIZIONE"

Transcript

1 dibattito usserese Periodico di informazione e dibattito dell Amministrazione Comunale di Bussero, aperto al contributo di tutti i Cittadini APPROFONDIMENTI 150 Anni dell Unità d Italia CULTURA&SOCIALE Giornata FAI di primavera 19 EDIZIONE COMUNICAZIONE DAGLI UFFICI DOTE COMUNE: Un progetto per dare ai giovani di Bussero un opportunità in più nel mondo del lavoro

2 Notizie flash dal servizio Istruzione E stato finalmente rinnovato parte dell arredo scolastico dell Istituto Comprensivo. Sono stati acquistati circa 110 banchi, 150 sedie, 5 cattedre, armadi, arredi per aule di laboratorio e alcuni giochi per la scuola dell infanzia per un totale di ,00 circa. la parola del Sindaco Mai affermazione fu così appropriata! Con rinnovato vigore ed entusiasmo, ci avviamo verso la metà del mandato. Prima di guardare il futuro, permettetemi di salutare e ringraziare chi si è attivato per migliorare la vita in paese, in particolare mi rivolgo alle Associazioni che hanno operato con il tipico entusiasmo e, se possibile, con sempre maggiore generosità. L elenco non potrà essere esaustivo perché non ho tenuto una registrazione degli eventi ma, Boccioni Umberto " Quelli che restano seguendo il ricordo, commetterò sicuramente qualche grave dimenticanza di cui mi scuso in anticipo. Anno nuovo vita nuova Mi piace ricordare Legambiente con l iniziativa estiva nel Parco di Villa Casnati, sottolineando la necessità di un recupero che oggi è più che mai attuale; Umberto Boccioni, Quelli che vanno così come ringrazio l Associazione Artigiani e Commercianti per le luminarie, di Natale, nel centro storico: momenti di letizia per tutti noi. Tutte le Associazioni storiche hanno continuato la loro attività offrendo servizi e cultura a disposizione di ognuno. In particolare, mi Umberto Boccioni, Stati d animo piace sottolineare una iniziativa per ricordarle tutte: L Albero del Sabato, progetto dell Associazione Le Ali, che sta promuovendo un integrazione tra i ragazzi, fortunati e meno fortunati, con pomeriggi di gioco e attività, gestita in completa autonomia economica ed organizzativa, segnando un Umberto Boccioni, Gli Addii salto di qualità ed un esempio per tutti. Permettetemi di essere assolutamente orgoglioso che questa iniziativa si sia sviluppata durante il mio mandato amministrativo. Un grazie, un pò divertito anche all Associazione Anziani che, oltre a tutte le attività svolte da anni (assieme alla Caritas sono forse le Associazioni che operano più in profondità, anche se in forma diversa, nel tessuto del paese) ci ha offerto gli auguri di Natale, valorizzando con le foto il patrimonio artistico culturale della nostra Regione, dimostrando una precisa continuità ed omogeneità con la cultura e l arte dell intero Paese, avvallando così il concetto medesimo di Nazione di cui ricorre proprio quest anno il 150 anniversario dell UNITA d ITALIA. Cosa ci aspetta quest anno? Sicuramente riusciremo a vendere il capannone e realizzare così qualche manutenzione assolutamente necessaria. Abbiamo avuto la concessione di alcuni finanziamenti della FONDAZIONE CARIPLO, coi quali inizieremo attività di arredo urbano. Devono partire le pratiche, prima fase del progetto, della Vasca di Esondazione del Molgora, che ci permetterà di realizzare anche i collegamenti ciclabili con gli altri paesi, questi però a partire dall anno prossimo. Stiamo mettendo a punto il meccanismo finanziario per salvare i fondi che incasseremo dalla valorizzazione delle aree di 167 e, appena tale soluzione sarà attuabile, partirà la vendita del diritto di superficie. Sta ripartendo anche il PGT, col quale dovremo trovare anche le risorse per ultimare le strutture dello Sport e della Cultura, oggi in costruzione. Allo scopo sarà indetto un ulteriore bando per il completamento e la gestione relativa. Ci sono stati annunciati tagli nei trasferimenti di denaro dallo Stato a Bussero. Per coprire questi buchi economici abbiamo già iniziato un controllo dell elusione fiscale, nella fattispecie, per la parte di ICI rimasta ancora in carico ai Comuni, abbiamo appaltato una verifica per gli anni dal 2005 ad oggi; stiamo rivalutando la soglia dell analisi basandoci sui valori immobiliari proposti dalla Camera di Commercio, al posto di un valore più basso, fermo dal Parallelamente, stiamo predisponendo nel bilancio l utilizzo dell avanzo di amministrazione, avanzo in parte dovuto al patto di stabilità, per la chiusura di alcuni mutui in essere. Questo è l unica modalità consentita per spendere tali somme e non farle confluire a fine anno nel capitale bloccato al Tesoro. Un anno importante Il Sindaco F.G. Colombo

3 Lavori in corso Notizie dalla Giunta Comunale Lavori pubblici lavori in corso Assessore ai Lavori Pubblici Edilizia Pubblica Manutenzioni: Lorenzo Scipione ICI. Operazione Mettiamo le carte a posto Assessore alla Programmazione Finanziaria Attività economiche: Santolo Castellano Nello scorso autunno è partita l operazione di controllo dei versamenti e delle dichiarazioni ICI, con affidamento dell incarico alla società T&T spa. Curiosita Storiche Il fondatore di Bussero e l origine del suo nome Era costume nel Medioevo, creare qualche ospizio in cui ogni momento potesse trovare asilo il pellegrino sorpreso dalla notte, prima di giungere dove aveva prefisso di trovare dimora. Nel 1192 regnava a Milano l Imperatrice Costanza e pare Sostituire in corsa ed entrare a pieno regime in un assessorato così importante e delicato come i Lavori Pubblici, non è un operazione immediata. Ma d altra parte non c è nulla di semplice e scontato nella vita ed il grado di rischio di qualunque avventura umana evidenzia sempre l importanza delle cose da affrontare. E si può ben affermare che i temi dello sviluppo infrastrutturale e la relativa manutenzione e conservazione nel tempo sono ambiti foto Giovanni Villa decisamente prioritari nell agenda della nostra comunità. Con entusiasmo e responsabilità mi accingo a raccogliere questa sfida, assieme ai colleghi del gruppo politico con cui da oramai dieci anni ci occupiamo della cosa pubblica locale. Colgo l occasione di questo primo numero di Dibattito Busserese per una breve presentazione. Sono consigliere comunale già al secondo mandato amministrativo, eletto in entrambe le occasioni nella lista civica Progetto Bussero, e sono stato nominato assessore ai Lavori Pubblici dal sindaco poche settimane fa. Ingegnere del Politecnico di Milano, sono un imprenditore che però opera lontano dai confini comunali. Non secondario è il mio impegno nel portare avanti e sostenere la numerosa famiglia. Fatta questa succinta e doverosa presentazione, è più opportuno tornare a presentare il lavoro che ci attende nei prossimi mesi. Purtroppo lo stallo politico dei mesi scorsi e l assenza forzata del mio predecessore, Rossella Crespi, ha di fatto rallentato la spinta propulsiva, nel bene e nel male, dell azione amministrativa del settore riguardante il mio assessorato. Da queste prime settimane di attività in comune, mi rendo conto della necessità di ripristinare percorsi pianificatori e decisionali efficaci e tempestivi. In altri termini si è perso troppo, troppo tempo. Un po come tutto il Paese, anche Bussero ha bisogno di una scossa, di un balzo in avanti, di creatività, di fiducia, per lasciarsi alle spalle perlomeno il tritume dell immobilismo e del burocratismo asfissiante. Ci si presenta un importante appuntamento nelle prossime settimane ed è l approvazione del bilancio di previsione per il In questi giorni il nostro impegno sta proprio nel tradurre nel bilancio di quest anno e quindi, valutando le priorità, nei bilanci dei prossimi esercizi, le azioni piccole e grandi da intraprendere. Certamente non si potrà trascurare il tema delle manutenzioni ordinarie del nostro patrimonio, strade, scuole, ville, uffici pubblici. Così come c è la necessità di dotare la comunità di quelle infrastrutture, prime tra tutte le piste ciclabili, che hanno un alto impatto in rapporto all entità della spesa. Il tema del contenimento della spesa energetica rimane di estrema attualità anche ai fine del contenimento dell emissione di Co2 nell ambiente. La bolletta energetica può e deve essere contenuta, sia a livello delle singole famiglie, sia a livello comunale e possono essere attivate sia piccole che grandi azioni. Ad esempio nelle scuole ed uffici pubblici si può razionalizzare l uso del riscaldamento, mentre su vasta scala si possono implementare sistemi di produzione e distribuzione energetica con elevata efficienza. L argomento principale rimane in ogni caso il reperimento delle risorse finanziarie. Certamente la collaborazione pubblico-privato può rappresentare un momento di sintesi e di opportunità per accrescere il valore generale. Altra opportunità può essere il riscatto delle abitazioni costruite con la famosa legge 167. Una menzione speciale riguarda il progetto palazzettoauditorium. Il gruppo politico a cui appartengo, Progetto Bussero, ed io personalmente non abbiamo mai condiviso la realizzazione di quest opera così come è stata progettata. Ovviamente in questo momento l opera non solo è stata appaltata ma i lavori sono già avanti e quindi non è possibile apportare alcuna modifica. L impegno che invece ci siamo assunti nell ambito della nuova maggioranza è quella di ricercare soluzioni perché il progetto sfoci in una gestione operativa della struttura che sia in equilibrio finanziario, senza pesare sul bilancio comunale. Come previsto dal crono-programma dei lavori, entro la fine dell anno sono stati notificati gli avvisi di pagamento relativi all annualità 2005 e parte dell annualità Complessivamente, sono stati emessi n 155 avvisi per un importo complessivo di I contribuenti che ritenevano errato, o inesatto, l avviso hanno richiesto le rettifiche, contattando direttamente il call center di T&T (al numero verde ) ovvero tramite l Ufficio Tributi del Comune. Alla data del 31 gennaio sono state rettificate n 51 posizioni, per un importo di circa L attività di controllo ICI continuerà anche nel 2011, dopo che sarà stato adeguato il valore minimo delle aree fabbricabili (fissato nel 2003, a circa 120/mc, con delibera CC n 75/2003) e con grosso danno per le casse comunali. Al riguardo occorre precisare che il Comune di Bussero, ogni anno, incassa circa per l ICI sulle aree fabbricabili (sulla base del predetto valore di riferimento). Considerato che tale valore è circa la metà di quello di mercato (base imponibile prevista dalla legge istitutiva dell ICI), l Amministrazione sta valutando l opportunità di aggiornarlo, tenendo conto dei dati elaborati dall Osservatorio Immobiliare presso la CCIAA di Milano. E vero che in periodi di crisi appare oltremodo inopportuno azionare la leva fiscale, ma in taluni casi tali interventi appaiono indifferibili proprio a causa della crisi stessa. In ogni caso, le azioni tese al raggiungimento di una maggiore equità fiscale (nel caso specifico: adeguamento delle aree fabbricabili ai valori di mercato, come previsto da normativa vigente) costituiscono elemento distintivo e obiettivo irrinunciabile dell Amministrazione di Bussero. D altro canto, si impongono anche scelte contingenti per far fronte al taglio dei trasferimenti statali previsti per il corrente esercizio (pari a circa ): l Amministrazione dovrà agire sia con razionalizzazioni di spesa, sia con maggiori entrate proprie. A maggior ragione, quando notevole è la differenza tra parametro adottato ( 120/mc) e quello reale ( 230/250 mc). Se il taglio dei trasferimenti statali non potrà essere altrimenti compensato occorrerà verificare come agire sulle entrate, prima di tagliare servizi importanti, prevalentemente utilizzati dalla fasce più deboli. Come sosteneva Tommaso Padoa Schioppa, le tasse sono l unica medicina per rispondere alle necessità della società e alla diminuzione delle disuguaglianze. Le prime abitazioni della piccola borgata avesse alla Corte un Gottifredo. Ella, per esternargli la sua gratitudine per i servigi ricevuti, gli fece assumere la signoria del Borgo che prese il nome di «Bussero». Correvano allora tempi di persecuzioni, di eresie e di scismi; è facile pertanto dedurne che non era prudente scrivere, registrare e tramandare ai posteri nomi. Questa famiglia diede poi personaggi illustri, tanto nelle armi che nelle lettere e fra questi, il nome certamente più prestigioso di un Sacerdote «Gottifredo da Bussero». In seguito, le alterne vicende guerresche, il mutare delle cose e degli eventi, il progresso e la mano dell uomo, cambiarono volto al nostro Borgo. È solo verso il decimo secolo che le carte ci danno i nomi completi delle illustri famiglie lombarde. Bussero ebbe rinomanza dopo il Mille per diversi suoi personaggi, dei quali, sono lodevolmente ricordati i nomi nella «Storia di Lombardia». Dal libro Bussero di Pietro Marchesi...e voi cosa ne pensate? pag. 2 pag. 3

4 Lavori in corso Notizie dalla Giunta Comunale Martesana Presentato a Vimodrone un progetto che coinvolge 7 comuni e prevede iniziative per valorizzare il patrimonio artistico, storico e ambientale dell area Martesana. Si chiama Martesana, terra d acqua e di delizie ed è il progetto presentato lo scorso 3 febbraio a Vimodrone. A promuoverlo è lo stesso Comune di Vimodrone in partnership con altre amministrazioni comunali: Bellinzago Lombardo, Bussero, Cassina de Pecchi, Cernusco sul Naviglio, Gorgonzola e Inzago. Il progetto è co-finanziato dalla Fondazione Cariplo. Gli obiettivi sono quelli di valorizzare l identità territoriale, creare il Distretto Culturale Martesana, rafforzare le progettazioni e le programmazioni sovracomunali volte alla valorizzazione culturale e turistica. Con questa logica si svolgeranno nei prossimi due anni iniziative e interventi comuni per valorizzare il patrimonio storico e artistico e ambientale dei 7 comuni, prevedendo una spesa di oltre due milioni di euro. Di questi 700mila arriveranno dalla Fondazione Cariplo. Bussero 31 gennaio 2011 Dichiarazione per il 3 Febbraio Quando la dimensione dell Istituzione è inferiore alla dimensione del problema difficilmente si può essere propositivi, efficaci ed efficienti. Varie iniziative sono già state intraprese tra i vari comuni a livello di Area, di Distretto Martesana per rispondere all esigenza primaria di affrontare concretamente il problema. Oggi, con questo progetto, si cerca di investire, anche culturalmente, sul concetto medesimo di distretto, mostrando una precisa volontà e non solo un bisogno. Sono convinto che questo aspetto, presente, ma non esplicitamente dichiarato,in tutti gli obiettivi concreti ed importantissimi che ci prefiggiamo col presente progetto, sia la vera innovazione del rapporto tra i nostri paesi, una piccola grande spinta alla modernizzazione culturale di tutta la Martesana, dedicata prevalentemente alle giovani generazioni. E questa prospettiva che mi spinge ad esprimere il mio entusiasmo di cui vorrei farvi tutti partecipi. Il Sindaco di BusseroFranco Colombo il n... terra d acqua e di delizie A seguito del protocollo d intesa siglato il 23 febbraio 2010 tra i comuni di Vimodrone, Bellinzago Lombardo, Bussero, Cassina de Pecchi, Cernusco sul Naviglio, Gorgonzola e Inzago... Le iniziative sono state divise in quattro categorie: territorio e benessere sostenibile, cioè progettazione partecipata e tavoli di lavoro intercomunali; cultura, che consiste in interventi di ristrutturazione e restauro conservativo presso Villa Torri di Vimodrone, Palazzo Pirola, la ruota del Mulino di Gorgonzola, installazioni di arte urbana lungo il Naviglio; turismo, creazione di un sistema di bici-noleggio (bike-sharing) con bici-stazioni e punti di informazione; azioni di sistema, materiali, loghi, percorsi turistici segnaletica. Nel progetto acquistano un ruolo strategico fondamentale interlocutori come l agenzia di sviluppo Milano Metropoli e i Navigli Lombardi Scarl. Quando la dimensione dell Istituzione è inferiore alla dimensione del problema difficilmente si può essere propositivi, efficaci ed efficienti. Lo ha dichiarato il Sindaco di Bussero Franco Colombo, che ha anche aggiunto: Varie iniziative sono già state intraprese tra i vari comuni a livello di Area, di Distretto Martesana per rispondere all esigenza primaria di affrontare concretamente il problema. Oggi, con questo progetto, si cerca di investire, anche culturalmente, sul concetto medesimo di distretto, mostrando una precisa volontà e non solo un bisogno. Sono convinto che questo aspetto, presente, ma non esplicitamente dichiarato, in tutti gli obiettivi concreti ed importantissimi che ci prefiggiamo col presente progetto, sia la vera innovazione del rapporto tra i nostri paesi, una piccola grande spinta alla modernizzazione culturale di tutta la Martesana, dedicata prevalentemente alle giovani generazioni. E questa prospettiva che mi spinge ad esprimere il mio entusiasmo di cui vorrei farvi tutti partecipi. comune di Vimodrone Comune di Bellinzago Lombardo Comune di Bussero Comune di Cassina de Pecchi Comune di Cernusco sul Naviglio Comune di Gorgonzola Comune di Inzago Una esperienza... Assessore all Urbanistica Edilizia Privata Ambiente Mobilità: Enzo Zambianchi Da pochi giorni si è concluso il mio primo anno di mandato all interno dell Amministrazione Comunale e ritengo prematuro parlare di bilanci, ma voglio condividere con voi alcune considerazioni. A volte la vita offre circostanze inaspettate, infatti la mia esperienza parte da una delle tante sere qualsiasi, di parecchio tempo fa, dove un amico mi invita ad una riunione politica del Partito Democratico. Sulle ali dell entusiasmo che il PD aveva trasmesso a tutti coloro che la politica l avevano solo subita, con imbarazzo, alla soglia dei miei 47 anni, mi avviavo per la prima volta ad una riunione politica; iniziando un percorso fatto di riunioni dibattiti e confronti, entusiasmandomi per il programma amministrativo che stavamo promuovendo per la città di Bussero. Fu così che mi ritrovai, io cittadino emigrato a Bussero dall Oltre Po pavese, a partecipare per la prima volta ad una lista politica, avendo la possibilità di dare un contributo al paese dove avevo deciso di vivere con la mia famiglia da ormai 10 anni. Così, dopo qualche mese, mi ritrovai a rivestire l incarico di Assessore all Urbanistica e Ambiente. L incarico mi lusinga, ma nello stesso tempo la responsabilità e l inesperienza, mi porta ad entrare a piccoli passi in un mondo fatto di giunte, delibere, bilanci, consigli comunali e di tempi burocratici che noi cittadini non conosciamo e che qualche volta ancora digerisco con difficoltà. Con il passare dei mesi cresce l impegno e l entusiasmo per la partecipazione a tutti i problemi discussi in Giunta, apprezzando l ottimo lavoro svolto da tutti i componenti dell ufficio tecnico, trovando in tutti loro la massima collaborazione. Nel trascorrere dei mesi ho avuto momenti dove sono prevalsi sentimenti di disagio, sconforto e incomprensione dovuti alle posizioni ed alle polemiche generate da una parte politica che hanno portato alla conclusione che tutti conoscete, in quanto, oltre al programma, dovevamo, responsabilmente, salvaguardare la maggioranza dei voti che ci avevano sostenuti. Queste esperienze, mi hanno insegnato che con modestia, buon senso, impegno, buona volontà, onestà e fermezza alla fine si possono raggiungere tutti gli obbiettivi. Questo percorso, che mi ha messo a dura prova, alla fine mi fortifica nel mio percorso di cittadino-assessore, in questo ritrovato equilibrio politico, che consentirà di riprendere l importante lavoro di stesura del PGT e di concretizzare i tanti progetti che sono in cantiere. A presto! Un saluto dal vostro assessore-concittadino. pag. 4 pag. 5

5 Comunicazioni dagli Uffici Comunali LAvoro... Dote comune In un momento in cui i giovani faticano ad entrare nel mondo del lavoro poiché viene richiesta loro esperienza anche se giovanissimi, il comune di Bussero ha deciso di aiutare i propri cittadini di età compresa fra i 18 ed i 30 anni attivando percorsi formativi certificati e sostenendo anche economicamente la partecipazione a tali percorsi. Infatti il comune ha aderito al progetto Regionale DoteComune, un progetto ambizioso promosso dalla Regione Lombardia e dall ANCI (associazione nazionale dei comuni italiani) che si pone come obiettivo quello si sostenere i giovani nei processi formativi e nell acquisizione di competenze certificate e spendibili concretamente. DOTEComune è una proposta formativa rivolta ai giovani fino a 30 anni per l acquisizione di competenze, è un momento di crescita della persona attraverso il confronto con un attività professionale e l interazione con l altro in situazioni di apprendimento intenzionali e naturali. In sostanza la regione Lombardia certificherà quanto imparato dai ragazzi che svolgeranno delle attività per il comune. I ragazzi svolgeranno un attività di formazione specifica e seguita da un tutor qualificato svolgeranno un tirocinio pratico in relazione alla formazione effettuata. I giovani impegnati in tale tirocinio, oltre ad imparare e a vedersi certificate le loro competenze da un importante Istituzione come la Regione Lombardia, avranno un rimborso spese di 300 euro mensili. ANCI Lombardia e Regione Lombardia promuovono questo nuovo strumento con una prima focalizzazione sul target giovani dai 18 ai 30 anni con un piano di tirocinio extra-curricolare all interno dei Comuni e degli Enti Locali. I ragazzi infatti, oltre alla formazione, con DoteComune potranno fare un esperienza unica nel suo genere progettata dall origine come momento di educazione alla cittadinanza attiva e di utilità reale per il proprio territorio. Il comune di Bussero farà per questo motivo un bando, raccogliendo le candidature dei ragazzi per le diverse attività che verranno evidenziate dagli Uffici comunali, il progetto formativo ed il tirocinio potranno avere una durata complessiva di 3, 6, 9 o 12 mesi in relazione alle caratteristiche del Progetto. Insomma, DoteComune rappresenta una grande occasione per i giovani busseresi per imparare facendo, confrontarsi con l Ente Pubblico, essere al servizio della propria comunità e soprattutto per avere più chance da spendere nel mondo del lavoro. e perché no per potere avere una piccola somma a disposizione. Approfondimenti Perché il tirocinio è il cuore dell esperienza: crea le situazioni che consentono di mettere in pratica i comportamenti appresi. permette di verificare e di mettere in pratica le proprie conoscenze direttamente all interno di un organizzazione, offre la possibilità di ampliare e arricchire le proprie conoscenze attraverso una vera e propria esperienza professionale. La Formazione Il carattere formativo dell esperienza DoteComune è garantito dalla formulazione dei progetti di DOTE che necessariamente indicano le modalità, la durata, le tematiche e soprattutto le finalità della formazione. DOTEComune si colloca nell offerta regionale della dote formazione, fa riferimento all offerta di formazione continua, per manente e di specializzazione e ai relativi standard di riferimento (DGR n6274/2007). La certificazione delle competenze acquisite: E prevista per tutti i progetti di DoteComune. Le competenze sono un insieme strutturato di conoscenze e abilità, che nel corso dell esperienza di DOTE vengono ampliate, sviluppate, generate, perfezionate. Il riconoscimento delle competenze acquisite è importante per la persona, per il lavoratore, in quanto in grado di accrescere lepossibilità occupazionali e facilitare l accesso a qualifiche e titoli di studio più elevati. L attività di monitoraggio dell acquisizione delle competenze è avviata all inizio del progetto di DOTE e prosegue in occasione degli incontri di verifica. Responsabile Settore Servizi Alla Persona Michelangelo Riva VIVI E FAI VIVERE IL TUO PAESE Con le Giornate di Primavera proponiamo una partecipazione attiva dei cittadini che vogliono valorizzare il proprio paese e le iniziative che si svolgono. ALLOGGI... Bando alloggi ERP (Edilizia Residenziale Pubblica) Bando per la formazione della graduatoria valevole ai fini dell assegnazione in locazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica. Nel mese di marzo verrà indetto il bando per l assegnazione in locazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica che si renderanno disponibili nel Comune di Bussero. Possono partecipare al bando i cittadini che sono residenti a Bussero o svolgano attività lavorativa nel Comune di Bussero. Per quanto riguarda i cittadini stranieri o emigrati la loro richiesta è subordinata anche alla residenza o allo svolgimento di attività lavorativa nella regione Lombardia da almeno cinque anni. Alla chiusura del bando il comune forma la graduatoria sulla base dei punteggi calcolati con i criteri stabiliti dal regolamento Regionale n. 1/2004 e dalla Legge Regionale 7/05. La domanda di partecipazione al bando dovrà essere presentata all ufficio servizi sociali del Comune nel periodo di apertura del bando. I moduli per la richiesta potranno essere ritirati presso l ufficio servizi sociali tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 8.45 alle ore La comunicazione della data di apertura del bando verrà pubblicizzata negli spazi comunali, sul tabellone luminoso, all albo pretorio dell ente. Responsabile Settore Servizi Alla Persona Michelangelo Riva Saranno predisposti degli inviti che potranno essere recuperati in comune da distribuire ai compagni di scuola, ai colleghi di lavoro e a tutti gli amici. Lettiere per gatti? Meglio quelle vegetali! Come comunicatoci da CEM Ambiente si segnala che presso i negozi della grande distribuzione sono in vendita le lettiere vegetali per i gatti. A differenza di alcune lettiere minerali, quelle vegetali tutelano maggiormente la salute dei nostri amici animali, perché costituite da materiali naturali atossici, anallergici che, tra l altro, non solo non producono polveri sottili, ma svolgono anche una funzione di antiparassitario naturale. Inoltre le lettiere vegetali contribuiscono anche alla conservazione dell ambiente e, in particolare: riducono le emissioni di CO2, perché l 80% delle lettiere minerali sono prodotte lontano dal nostro territorio (Spagna); eliminano gli sprechi perché il loro ciclo di produzione è più sostenibile riducendo l utilizzo di materie prime (minerali) in quanto utilizzano scarti vegetali e, per la loro dismissione, non sono più inutilmente conferite alle nostre discariche. incidono meno sull uso delle discariche, perché non rimangono residui dopo il processo di termovalorizzazione; Inoltre è attualmente oggetto di uno studio avanzato avviato da CEM Ambiente la possibilità di avviare a recupero i residui delle lettiere vegetali raccogliendoli con la frazione organica. Per ulteriori informazioni e dettagli è anche disponibile il numero di CEM Ambiente. Responsabile Settore Servizi al Territorio Fabio Di Grandi Il Settore Amministrativo comunica INDAGINE SUI CONSUMI DELLE FAMIGLIE L Istituto Nazionale di Statistica sta conducendo la rilevazione: Indagine sui consumi delle famiglie. Tale rilevazione ha lo scopo di comprendere i comportamenti di consumo degli italiani fornendo alla collettività informazioni utili alla produzione delle stime dei conti economici del Paese. A questo proposito il Comune di Bussero è stato sorteggiato per la rilevazione dell indagine su un campione di 48 famiglie che si svolgerà in quattro fasi (marzo giugno settembre e dicembre 2011), per ogni fase verranno intervistate 12 famiglie. Saranno inviate, alcuni giorni prima alle famiglie sorteggiate, le lettere dell ISTAT e del Sindaco contenenti: nome del rilevatore; le date in cui lo stesso si presenterà per la consegna del materiale (concorderanno poi con lui la data per l intervista finale) il nome del responsabile ed i riferimenti telefonici il numero verde gratuito messo a disposizione dall ISTAT per ogni ulteriore informazione che ritengono necessaria. Ringraziamo fin d ora per la collaborazione che vorrete fornire a questa indagine. 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE: Colgo l occasione per ricordarvi, sempre in tema di ISTAT, che nel mese di ottobre partirà la rilevazione relativa al 15 Censimento generale della popolazione.nei prossimi numeri vi fornirò via via tutte le informazioni in merito. Responsabile Settore amministrativo : Clara Omati pag. 6 pag. 7

6 Io dico che... dialogo fra Cittadini e Amministrazione PROPOSTA A RICORDO DI UNA NOSTRA CONCITTADINA Egregio Sig. Sindaco, nel nostro cimitero di Bussero c è una tomba molto cara ai busseresi. Vi riposano da 32 anni le spoglie della Piera Rizzi. Un semplice nome che evoca, in chi l ha conosciuta, rispetto, affetto e un ricordo continuo. La Piera per Bussero è stata un pilastro fondamentale, un esempio unico e irripetibile. Sempre attenta e presente nelle difficoltà di tanti cittadini bisognosi (che allora erano tanti) ai quali forniva con amore le sue varie competenze, riuscendo, in tanti casi, a risolvere problemi complicati e difficili. Non si è mai risparmiata fisicamente, anche quando la malattia la stava consumando lentamente. Il suo pensiero fisso era quello di testimoniare il Vangelo ovunque e in modo particolare presso i poveri e gli ultimi che in quegli anni si potevano trovare presso la Cascina Gogna: persone disoccupate, ammalate, senza prospettive o speranze. La Gogna è stata la sua terra, dove poteva operare nel silenzio e nell umiltà. Con la sua consueta semplicità incontrava alcuni carcerati senza preclusioni mentali. Sapeva confortare i mutilatini di don Gnocchi all Istituto di Pessano. Di lei, qui, ricordiamo solo una piccola parte della sua intensa e proficua opera a favore dei più emarginati della società, cercando,con ogni sforzo, di elevarne la dignità umana. Al termine della sua vita avvenuta nel 1979 a soli 49 anni, Piera è rimasta fedele agli ideali cristiani di fratellanza e solidarietà e come san Paolo potrebbe dire: Ho combattuto una buona battaglia / ho terminato la corsa/ ho conservato la fede! Siamo convinti che i meriti morali, civili e spirituali che la Piera ha trasmesso nella coscienza di tanti giovani busseresi, ancora oggi impegnati nel volontariato, non siano da meno di quelli degli illustri personaggi storici ai quali sono state intitolate delle vie e piazze. Per ricordarla in modo tangibile ci rivolgiamo a Lei signor Sindaco e all Amministrazione che presiede, perché appoggi la richiesta di un gruppo di cittadini che chiedono che sia intitolata alla - Piera Rizzi - Volontaria una strada o parco. Fiduciosi nell accoglimento della presente richiesta Le porgiamo cordiali saluti. Maria Rusnati La proposta è senz altro condivisibile, ci piacerebbe individuare un angolo particolarmente vivo e significativo del paese da dedicare al ricordo. Invitiamo quindi i cittadini ad inviare proposte qualora il gruppo sostenitore volesse formare un comitato con l amministrazione per la scelta della proposta che ci perverranno. inviate anche voi il vostro contributo Buongiorno Sig. Sindaco, Il mio nome è Antonio Pujia e sono residente a Bussero da circa 2 anni. Ho scoperto casualmente questo piccolo paesino e, con mia moglie, abbiamo deciso di stabilire la nostra residenza qui principalmente per la presenza del verde pubblico e per la presenza della fermata metropolitana (entrambi lavoriamo a Milano). Tuttavia ritengo che, uno dei possibili vantaggi dei paesini è anche quello di avere un rapporto diretto con le istituzioni locali, ovvero il cittadino può facilmente essere ascoltato dai suoi amministratori su tematiche che riguardano la città in cui abita. Tematiche che, molto spesso, consistono in lamentele ma che possono anche sostanziarsi in suggerimenti propositivi per migliorare la qualità della vita del posto in cui si vive. Lo scopo di questa mail è proprio questo: esternare i miei piccoli suggerimenti nella consapevolezza che non ho mai fatto politica, che non è semplice fare tutto ciò che si vuole a causa di costi, impedimenti burocratici etc. Pertanto cercherò di essere il più concreto possibile sulla base di quello che vedo e vivo tutti i giorni a Bussero (diciamo che ci foto Giovanni Villa dormo solo), e cercando di non proporre ciò che è stato già discusso all interno della giunta ( sul sito del comune sono pubblicati periodicamente gli ordini del giorno) 1- Presumo sia necessario considerare un accesso pedonale alla metro nel tratto finale di Via Achille Grandi. Nello spazio compreso fra il ponte che porta al naviglio e il palazzo di fronte, c è un pezzo di terreno che potrebbe permettere di condurre direttamente alla metro se ci fosse una sorta di pista pedonale, necessaria soprattutto nelle giornate piovose. Pensiamo ad esempio ai futuri abitanti dei nuovi appartamenti di Via Grandi. Potrebbero direttamente accedere alla metropolitana a piedi, anziché fare un giro più lungo, magari prendendo l auto. 2- Proporre al comune di Pessano uno scambio. Bussero non ha un centro sportivo. Gli abitanti di Pessano non hanno la fermata metropolitana. L idea è quella di estendere la convenzione del parcheggio della metro di Bussero ai Pessanesi in cambio dell accesso alla piscina di Pessano, ai campi di calcio e di tennis agli abitatni di Bussero a prezzo convenzionato. Linea diretta assessore Lavori pubblici Linea diretta con l assessore Spessa capita, non senza ragione, di ricordarsi dell amministrazione comunale quando ad esempio la strada sotto casa presenta una buca o quando il parchetto ha le panchine rotte. Sia in questi casi, ma anche per dare idee, contributi o soluzioni, richieste di chiarimenti, potete scrivere all assessore ai Lavori Pubblici, Lorenzo Scipione, un messaggio di posta elettronica all indirizzo mail: ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI Tutti gli operatori commerciali sono invitati ad aderire all Associazione Commercianti di Bussero. Per informazioni Luigi Chirico tel.02/ Un semplice cittadino di busssero Credo che queste siano 2 proposte che possono essere facilmte realizzabili. Ovviamente penso a progetti più ambiziosi come avere un sistema di piste ciclabili che colleghi Bussero con i paesi confinanti, e che consenta in particolare di andare al centro commerciale di Carugate in bici (a Copenaghen utilizzano appositi carrelli con ruote agganciate alla bici, fungono persino da passeggini!!!), oppure abbattere definitivamente le barriere architettonice presso la metro, etc Credo che questi siano progetti più ardui e sul quale suppongo abbiate già avuto i vostri dibattiti. Saluti Antonio Pujia Un semplice cittadino di Bussero Volete essere informati sugli eventi? e sarai inserito nella mailing list oppure consulta il tabellone luminoso di viale Europa pag. 8 pag. 9

7 Cultura & Sociale news da Scuola, Associazioni e Centri di Aggregazione L albero del sabato Dal mese di settembre, è partita sul nostro territorio l iniziativa L Albero del Sabato promossa dall Associazione Le Ali, mirante al creare uno spazio di gioco per i bambini, disabili e non, dai 6 ai 10 anni, che li coinvolgesse in attività di condivisione e divertimento. Gli obiettivi del progetto sono stati, sin da subito, essenziali e molto semplici: l integrazione e la creazione di uno spazio dei e per i bambini. Il progetto si è avviato grazie al 5 per mille devoluto all Associazione Le Ali e alla vincita di due bandi di concorso: uno della Regione Lombardia e l altro della Fondazione Cariplo. Grazie anche all aiuto offertoci dai Servizi Sociali, dal Comune e dall Istituto Comprensivo di Bussero, l Albero del Sabato ha trovato un luogo fisico: la nostra sede presso il Centro prelievi in via Di Vittorio e la palestra nera della Scuola Secondaria. Tali luoghi sono diventati un punto di riferimento per grandi e piccoli: bambini e genitori adesso sanno che il sabato pomeriggio hanno un appuntamento con L albero e sanno dove trovarlo. Tra poco verrà anche disegnato il nostro simbolo sulle pareti della struttura nella quale alloggiamo. Il primo passo, affinché un servizio possa essere a uso reale dell utente, è che questi sappia cos è e come fare per accedervi. Le attività sono molteplici, accuratamente programmate dai volontari e dagli operatori, coordinate e visionate dalla Psicologa Dott.ssa Tramacere Francesca. Si organizzano giochi di movimento e psicomotori, laboratori creativi, danzaterapia, gite, iniziative per le varie ricorrenze, allegre merende e feste di compleanno. Da ottobre a dicembre le attività si sono svolte tutti i sabati. In gennaio abbiamo, per motivi organizzativi, tagliato un paio di date, offrendo così una frequenza quindicinale. Dopo poco abbiamo subito cambiato idea, poiché i genitori continuavano a chiederci spiegazioni da poter dare ai loro figli, che si aspettavano di venire. Nella difficoltà, questo è stato per noi un forte segnale che ci ha incoraggiato a continuare con l energia con la quale abbiamo iniziato. In questo senso, riteniamo un grande successo il numero stesso delle richieste e la natura eterogenea dell utenza. Adesso, contiamo una frequenza media di venti bambini a sabato, mentre gli iscritti risultano una trentina. Le famiglie di bambini con disabilità, si sono sentite accolte e non hanno temuto che i loro figli potessero non essere conosciuti e compresi. Le famiglie di bambini senza disabilità si sono sentite accolte e libere di poter condividere preoccupazioni e dubbi, che nella crescita di un figlio quotidianamente si vivono. I bambini vengono all Albero perché vi possono incontrare i loro amici di scuola e non. I genitori, all Albero del Sabato, incontrano altri genitori e scambiano con loro e con le maestre, chiacchiere informali, lasciando da parte le incombenze scolastiche. L entusiasmo coinvolgente dei bambini e dei loro genitori è stata la nostra prova ultima e definitiva che il progetto aveva superato la parte iniziale di sperimentazione e che il sevizio si poteva avviare con stabilità, per tutto l anno scolastico. Anche volontari e operatori, conoscendosi e lavorando insieme hanno avviato importanti processi di integrazione. Le maestre si sono messe in discussione, pronte non più ad insegnare ma a giocare e divertirsi con i bambini. Gli operatori tutti, ciascuno con età e competenze diverse (operatori Crea, danza terapeuta e ragazzi volontari di Bussero), hanno contribuito con le loro variegate peculiarità, alla realizzazione ed all arricchimento del progetto. Durante questi mesi di lavoro, il divertimento e la voglia di farlo in compagnia è stato il cappello magico che ha permesso ai bambini, ai loro genitori ed agli operatori, di stare insieme, senza che le diversità potessero limitare la libertà di movimento e la qualità del tempo trascorso. Riteniamo quindi di aver intercettato un bisogno molto forte e per questo di aver incontrato entusiasmo, collaborazione e sostegno da parte di tutti. Tutto questo ci permette di occuparci dell Albero per farlo crescere sempre di più. Per maggiori informazioni o per chi volesse condividere questa bella iniziativa e diventare volontario può venire presso il Centro Prelievi il sabato pomeriggio (dalle alle 17.00) o contattare via mail, visitando il sito dell Associazione Le Ali. Volontari e operatori dell Albero del Sabato Programma culturale Grandi Mostre 150 A N N I V E R S A R I O DELL UNITA D ITALIA Ricorre quest anno il 150 anniversario dell Unità d Italia. Il 18 febbraio 1861 a Torino, avvenne la prima seduta del Parlamento Italiano. Il 17 marzo dello stesso anno, fu proclamata l Unità del Regno d Italia. Due date simboliche, due date fondamentali della storia del nostro Paese. E solo quest anno, un secolo e mezzo dopo, il 17 marzo sarà festa nazionale. Riguardo, ci sembra cosa gradita ricordare le GRANDI MOSTRE programmate con il patrocinio del Presidente della Repubblica di cui riportiamo quelle previste vicino a Noi, da Milano a Novara e Bergamo, chiamata pure la Città dei Mille, per il più alto contributo di partecipanti alla spedizione Garibaldina. Per il piacere di conoscere, segnaliamo che le camicie rosse dei garibaldini vennero tinte dalla Tintoria Scarlatti di Gandino in val Seriana, famosa per il rosso di Gandino tratto dalle cocciniglie. SIETE TUTTI INVITATI Sabato 22 gennaio ore 8,30 Napoleone III e l Italia La nascita di una nazione Perchè Novara non fu l 8 settembre Le cinque giornate di Milano e Carlo Cattaneo Cristina la Pasionaria. La principessa di Belgioioso, intellettuale e patriota Storie di Donne Immagine femminile e identità nazionale Ritratti fotografici a Milano Bergamo e i Mille Partenza dalla Stazione metropolitana di un gruppo di persone, destinazione Milano Museo del 900. Ringraziamo il Sig. Barlassina Stefano per la sua valente ed appassionata opera di Guida nella visita del Museo. Con la approfondita conoscenza ha saputo farci vedere prospettive e significati altrimenti non visti e sentire sensazioni ed emozioni non immaginabili. La mostra presenterà la figura di Napoleone III e il suo fondamentale ruolo politico nella vicenda risorgimentale italiana. Sarà realizzata con il sostegno del Musée de l Armée et des invalides ed esposta a Milano e Parigi La battaglia sfortunata del 23 marzo 1849, la tenuta dello Stato e dell esercito raccontate e illustrate con l ausilio di riproduzioni, stampe e dipinti. In occasione della presentazione del III volume degli scritti di Carlo Cattaneo, una giornata di studi e una mostra con una mappa inerattiva della città, il plastico, acquarelli inediti e dipinti, ricordano le gloriose Cinque Giornate di Milano e il ruolo avuto da Carlo Cattaneo La vita e l attività politica e letteraria di Cristina Trivulzio di Belgiojoso, una delle più audaci e anticonformiste figure del nostro Risorgimento, attraverso i carteggi, le riviste da lei fondate, i libri, i disegni di sua mano e i ritratti Storie e documenti fanno rivivere le vicende personali e politiche di alcune tra le protagoniste di cento anni di storia e cultura lombarde: Clara Maffei, Giulia Somojloff, Ada Negri, Ersilia Maino La partecipazione di Bergamo alla Sedizione dei Mille e alla cultura risorgimentale, attraverso i bozzetti degli importanti monumenti eretti dalla città ai Padri della Patria e ai principali protagonisti della spedizione Visita al museo del 900 a Milano 7 febbraio - aprile marzo marzo maggio 2011 Maggio 2011 Settembre ottobre dicembre 2011 Sede da definire 11 novembre gennaio 2012 Milano, Museo del Risorgimento Parigi, Musée de l Armée et des invalides Novara Complesso del Broletto Milano Museo del Risorgimento Milano, Museo del Risorgimento Milano, Museo del Risorgimento Parigi, Istituto Italiano di Cultura Bergamo Istituto di Scienze Lettere ed Arti In collaborazione con il Musèè de l Armée et des invalides e il gruppo Alinari 24ore A cura di Paolo Peluffo A cura di Maria Canella Paolo Peluffo, Antonio Scurati, Paola Zatti A cura di Anna Villari e Paola Zatti A cura di Maria Canella, Marina Messina, Paola Zatti A cura di Cristina Beltrami e Giovanni Villa Ha partecipato un giovanotto di anni 8 (Damiano) che alla fine era ancora attento e divertito, anche per questo Grazie Stefano. pag. 10 pag. 11

8 Cultura & Sociale news da Scuola, Associazioni e Centri di Aggregazione Il FAI Fondo Ambiente Italiano presenta 19ª EDIZIONE GIORNATA FAI DI PRIMAVERA Sabato 26 e Domenica 27 marzo 2011 Apertura straordinaria di 660 monumenti in tutte le Regioni Italiane Sotto l Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana Visite a contributo libero GLI AMICI DEL PARCO DI VILLA CASNATI In occasione delle Giornate di Primavera FAI, si è costituito il gruppo Amici del Parco di Villa Casnati. Il Gruppo si propone di sistemare e di recuperare il Parco all uso pubblico. Chi fosse interessato all iniziativa può lasciare il nominativo all ufficio protocollo/comunicazione e informazione Clara Omati Parco villa Casnati autore Giovanni Villa Un grande spettacolo di arte e bellezza dedicato a tutti coloro che hanno a cuore il patrimonio artistico e naturalistico italiano. E ambientato in centinaia di siti particolari, spesso inaccessibili ed eccezionalmente a disposizione del pubblico: 660 in tutte le Regioni. Sabato 26 e domenica 27 marzo 2011 avrà luogo la diciannovesima edizione della Giornata FAI di Primavera, sostenuta anche quest anno da Wind, una grande festa popolare che dalla sua prima edizione a oggi ha coinvolto oltre di italiani. Quest anno ai molti prestigiosi beni aperti dal FAI si aggiungerà anche Bussero, con lo scopo di promuovere e valorizzare il patrimonio culturale, architettonico, rurale e paesaggistico di una porzione di Martesana. Un territorio che nonostante la sua vicinanza alla città, a cui è collegato dalla Linea 2 della Metropolitana Milanese e dalla pista ciclabile che corre lungo il Naviglio, ha mantenuto quelle caratteristiche rurali ed ambientali che oggi costituiscono un attrattiva, e lo candidano a diventare un luogo di loisir per gli abitanti della vicina città. La lontananza dalle grandi arterie di traffico, la mancanza di grandi aree industriali e la persistenza di una attiva economia agricola fino ad alcuni anni fa avevano per Bussero una valenza negativa, oggi queste caratteristiche rappresentano una risorsa ed una opportunità di sviluppo alternativo, legato al turismo consapevole ed alla produzione e vendita di prodotti di alta qualità a chilometro zero. La manifestazione avrà come filo conduttore il rapporto tra Bussero ed il suo territorio, si cercherà di analizzare le componenti culturali, sociali, ambientali ed economiche che hanno caratterizzato la sua evoluzione fino ai nostri giorni. La visita inizierà nella settecentesca Villa Radaelli che ospiterà un percorso museale per documentare, attraverso la testimonianza di oggetti e fotografie la memoria contadina del luogo. L itinerario proseguirà in Villa Casnati, dove nel parco saranno ospitati alcuni imprenditori agricoli della zona che presenteranno le loro aziende ed i loro prodotti per dimostrare come la loro millenaria attività venga ancora praticata con nuove colture e nuove tecniche in queste campagne. La terza tappa del percorso ha come protagonista un gioiello di Bussero: la Secentesca Villa Sioli Legnani che accoglierà i visitatori nella corte d onore, per poi proseguire attraverso il grande salone centrale nel parco romantico progettato a metà del XIX secolo dal celebre architetto Giuseppe Balzaretto. I visitatori potranno avvalersi di guide d eccezione: i giovani di Bussero, che si uniranno agli oltre Apprendisti Ciceroni del FAI, giovani studenti che illustreranno gli aspetti storico-artistici dei monumenti. Inoltre, visto il successo delle visite guidate per cittadini stranieri sperimentate nelle passate edizioni, anche quest anno il progetto Arte: un ponte tra culture offrirà visite guidate in diverse lingue per i cittadini stranieri presenti. L organizzazione della Giornata di Primavera si basa esclusivamente sul contributo di volontari, che con orgoglio e passione si impegnano per il successo di questa iniziativa e per far sbocciare una nuova primavera a Bussero e in Martesana. Per collaborare con noi: Da marzo informazioni ed elenco completo dei monumenti aperti: tel. 02/ oppure L edizione 2011 della Giornata FAI di Primavera è realizzata, per il tredicesimo anno di seguito, con il contributo di Wind e Infostrada: dal 1999 la società di telecomunicazioni ha, infatti, scelto di accompagnare l iniziativa del FAI per far scoprire i piccoli e grandi tesori d Italia. E in collaborazione con il Gruppo Editoriale L Espresso, sotto l Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e con la collaborazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile, con il concorso di numerose Regioni Italiane e il contributo di Bartolini Corriere Espresso. Con il Patrocinio di RAI Segretariato Sociale. La Giornata FAI di Primavera 2011 è inserita all interno delle celebrazioni ufficiali della Presidenza del Consiglio dei Ministri per il 150 anniversario dell Unità d Italia. Il FAI ringrazia Province, Comuni, Soprintendenze, Università, Enti Religiosi, FIAB Federazione Italiana Amici della Bicicletta, CAI Club Alpino Italiano, ANGT Associazione Nazionale Guide Turistiche, le Istituzioni Pubbliche e Private, i privati cittadini e tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione, oltre alle 109 Delegazioni (e 7 Gruppi FAI) e ai volontari che con il loro lavoro capillare e la loro collaborazione rendono possibile l evento. Stefano Barlassina Dal 15 marzo distribuisci anche tu gli inviti per le Giornate di Primavera FAI INIZIATIVE CULTURALI Ho il piacere di sollecitare la vostra attenzione sulle numerose iniziative che come ogni anno l Amministrazione comunale in collaborazione con le Associazioni si appresta a sostenere. In particolare ci tengo a sottolineare un iniziativa che nel 2010 l assessore Poma propose a questa amministrazione: un ciclo di conferenze sull Antroposofia, una visione globale della realtà, mantenendo una relazione costante con la natura, ovvero far conoscere come il percorso filosofico di Rudolf Steiner si concretizza in agricoltura, in pedagogia, in architettura, in economia, in medicina, nell arte. L iniziativa ha riscontrato un notevole apprezzamento, viene riproposta anche quest anno su sollecito dei partecipanti. Gli incontri inizieranno il 25 febbraio e proseguiranno ogni venerdì, sino al 18 marzo presso l auditorium della biblioteca. Temi degli incontri saranno la costituzione del corpo, la costruzione della casa e della città, la crescita, la formazione e la cura dell uomo. Non perdetevi inoltre: Il corso di danze portoghesi del Gruppo Sandegoga che si terrà per 5 giovedì a partire dal 24 febbraio presso l auditorium della biblioteca. Il Luna Park dell Albero del Sabato il giorno 6 marzo in piazza Diritti dei bambini (in occasione della fermata della sfilata di carnevale dell Oratorio. Un saluto Assessore all Istruzione Cultura Sport: Valentino Zullo pag. 12 pag. 13

9 Cultura & Sociale news da Scuola, Associazioni e Centri di Aggregazione Attività e iniziative ATTIVITA E INIZIATIVE Il Centro di Aggregazione Giovanile Geko è un servizio di promozione al protagonismo giovanile dell Amministrazione Comunale, rivolto ai giovani dai 14 ai 21 anni di età. Per il mese di Febbraio gli operatori del centro, Alessandro e Serena, hanno organizzato con i ragazzi del cag appuntamenti importanti. Si comincia sabato 4 febbraio con la visita al carcere di Opera per assistere ad uno spettacolo teatrale realizzato dai detenuti, un occasione per riflettere anche sulla libertà e sull istituzione carceraria. E in programma la visita alla mostra del 900 per guardare da vicino i capolavori del secolo appena trascorso. Per il prossimo mese, invece, i ragazzi stanno organizzando il viaggio della Memoria al campo di concentramento di Mauthausen, un esperienza che verrà realizzata nel più ampio ambito delle iniziative dello Spazio Giovani Martesana. E in cantiere, inoltre, un corso di preparazione con un esperto per permettere ai giovani di fare da guida durante le giornate del FAI che per la prima volta arriveranno anche a Bussero. Oltre a queste iniziative, in calendario al Cag è sempre attiva la postazione radioweb per registrare le trasmissioni radiofoniche che vanno in onda sulla radio del progetto dove i ragazzi del geko programmano settimanalmente scalette musicali per tutti i gusti. Queste e tante altre le iniziative che, sulla base delle idee dei giovani busseresi, vengono realizzate al Cag Geko. Per qualsiasi informazione è possibile andare direttamente al Cag dal martedì al sabato, dalle 15:30 alle 19:00 in piazzetta del Mulino, oppure telefonare ai numeri: PALAZZO DANDOLO Giornata della Memoria, 27 gennaio e giorno del Ricordo, 10 Febbraio Giornata della Memoria e Giorno del Ricordo ci fanno meditare su atti scellerati, comportamenti disumani di cui possiamo disperarci, pensare che si sia raggiunto un limite insuperabile. Oltre certi livelli non è possibile fare classifiche, possiamo solamente usare questi momenti di grande commozione per sostenere la memoria pubblica dei fatti e delle vicende tragiche del Novecento, nella certezza che questo investimento è produttivo da un punto di vista culturale, ma, ancora di più, che la diffusione delle conoscenze è un elemento decisivo per la partecipazione alla vita pubblica e la crescita della democrazia. Una convinzione tanto più alta se pensiamo alle giovani generazioni, cui devono essere forniti gli strumenti critici per decifrare l universo che le circonda. Ogni luce gettata sui meccanismi di questi processi è utile per interpretarne lo sviluppo, evitando amnesie e reticenze e collocando i fatti nella loro dimensione specifica. È davvero meraviglioso che io non abbia lasciato perdere tutti i miei ideali perché sembrano assurdi e impossibili da realizzare. Me li tengo stretti perché, malgrado tutto, credo ancora che la gente sia veramente buona di cuore. Semplicemente non posso fondare le mie speranze sulla confusione, sulla miseria...e sulla morte. Vedo il mondo che si trasforma gradualmente in una terra inospitale; sento avvicinarsi il tuono che distruggerà anche noi; posso percepire le sofferenze di milioni di persone; ma, se guardo il cielo lassù, penso che tutto tornerà al suo posto, che anche questa crudeltà avrà fine e che ritorneranno la pace e la tranquillità. (dal Diario di Anna Frank) La Shoah è uno spartiacque dopo il quale il mondo non è più come prima. La Shoah non è solo ebraica ma universale: l abiezione dell odio e del disprezzo per gli ebrei mostra l infamia e l imbecillità di odiare e disprezzare qualunque comunità. Claudio Magris, discorso al Quirinale, 27 gennaio 2009 Esiste un contagio del male: chi è non-uomo disumanizza gli altri, ogni delitto si irradia, si trapianta intorno a sé, corrompe le coscienze e si circonda di complici sottratti con la paura o la seduzione al campo avverso. Primo Levi L'ANPI e il Circolo A. Barzago, con il patrocinio dell'amministrazione comunale, hanno organizzato la proiezione del film La rosa bianca con il commento del nostro concittadino Aldo Luzzato, che ha portato la propria testimonianza anche all'istituto Comprensivo Montegrappa, Scuole Medie, col signor Ernesto Nobili di Binario 21, il famigerato binario da cui partivano dalla Stazione Centrale di Milano i convogli per i campi di sterminio. L'Istituto Comprensivo ha organizzato anche delle letture con i ragazzi delle terze medie ed una partecipazione alla rappresentazione teatrale dell'attore Massimo Greco presso il cineteatro Don Bosco di Carugate. Sicurezza Assessore ai Servizi Istituzionali Organizzazione Sicurezza - Francesco Poma Iniziamo un nuovo anno di amministrazione consapevoli che i problemi da risolvere sono stati aumentati dalla crisi e dalla riduzione dei trasferimenti finanziari ai comuni e agli altri enti territoriali da parte dello Stato. Noi comunque continuiamo nell opera di innovazione dell ente e nella realizzazione degli obiettivi di programma. Con il 1 gennaio abbiamo rinnovato il mandato del Comandante della Polizia Locale, dott. Claudio Castellano. Con la collaborazione di tutti i comuni interessati, auspichiamo che in tempi ragionevoli si possa anche definire una soluzione positiva che consenta di stipulare una convenzione unica tra i comuni di Bussero, Pessano con Bornago e Gorgonzola. Ciò dovrebbe migliorare il rapporto costi-benefici del servizio, la qualità del lavoro degli operatori, il miglioramento del servizio sul territorio, più sicurezza per i cittadini. Da questo numero sul giornalino comunale troverete una rubrica sulla sicurezza in paese, tenuta dal dott. Castellano. Vorremmo così avere un aiuto dai cittadini a collaborare con le istituzioni preposte alla sicurezza, cioè polizia locale e carabinieri, affinché possano operare con maggiore efficacia. Riteniamo che in materia di sicurezza, coesione sociale e collaborazione con le istituzioni aiutino le forze dell ordine a lavorare meglio e il cittadino a sentirsi più protetto. Ringrazio gli operatori del settore e il dott. Castellano per la professionalità e la dedizione con cui operano tutti i giorni per la nostra città. La sicurezza parte dai cittadini Il senso di sicurezza nasce anche da cittadini responsabili. E basta poco perché ciascuno di noi possa sentirsi più sicuro. Fondamentale è avere buoni rapporti di vicinato. Chi ha buone relazioni sociali o conosce le persone della porta accanto, si sente indubbiamente più tranquillo. Ma i cittadini possono anche collaborare tra di loro per autogarantirsi maggiormente e avere una percezione maggiore di sicurezza. La prima buona pratica viene dal sistema di controllo di vicinato, cioè una vigilanza di quartiere messa in atto dagli stessi abitanti. Nulla a che vedere con le famose ronde di cui tanto si è parlato. Il sistema prevede di far sapere tramite l apposizione di cartelli a chiunque passi nel quartiere che la sua presenza potrebbe non passare inosservata e che il vicinato è attento e consapevole di ciò che avviene introno. Un insieme di piccole attenzioni fa sì che i molti occhi di chi abita il quartiere rappresentino un effettivo deterrente per chi volesse compiere furti o altro genere di atti illeciti (graffiti, scippi, vandalismi etc). La collaborazione di tutti diventa quindi fondamentale perché si instauri un clima di sicurezza che verrà immediatamente percepito dalle fasce più deboli che rimangono spesso a casa durante il giorno, come anziani, donne e bambini. In questo modo si instaura un dialogo più continuo e sensibile tra i cittadini la comunità - e le forze dell ordine alle quali un eventuale coordinatore dell area di controllo del vicinato riporterà gli episodi o le segnalazioni più significative (tentativi di furto, auto sospette, altro). La seconda buona pratica è invece l iniziativa tra cittadini per valorizzare alcune aree nella loro zona e spostare fenomeni di degrado o di devianza sociale. Un esempio è avvenuto in un paese della Finlandia. Qui, i cittadini si sono rimboccati le maniche e hanno sistemato l arredo urbano, naturalmente in contatto con le autorità, ripulendo una piccola area verde degradata. La zona, ora frequentata e luogo di incontro, è stata abbandonata da microcriminali. I cittadini, così, possono affidare a se stessi la propria sicurezza, rafforzando il loro senso di appartenenza alla comunità e aiutando le forze di polizia a svolgere meglio il proprio lavoro. Claudio Castellano Comandante del Servizio Associato di Polizia Locale pag. 14 pag. 15

10 Dai Gruppi consiliari Dai Gruppi consiliari Come le foglie morte Proporre, Realizzare e Risolvere Una nuova politica al servizio dei cittadini Ora che i titoli dei giornali e dei manifesti sui tabelloni e sui muri stanno sbiadendo o staccandosi come foglie morte, credo che si possa finalmente scrivere con la necessaria serenità intorno al mutamento della situazione politica che si è determinata a Bussero della quale i consiglieri di Vivibussero che fanno riferimento al Partito Democratico e all Italia dei Valori sono stati protagonisti. Mi riferisco alla fine del rapporto di maggioranza con SpB (Sinistra per Bussero) e al conseguente allargamento della maggioranza a Progetto Bussero. E necessario percorrere brevemente le fasi politiche che hanno determinato questo evento. La composizione della lista Vivibussero fu il risultato di un accordo politico sulla base di un elaborazione programmatica e metodologica tra il Partito Democratico, Italia dei Valori e Sinistra per Bussero. Essenzialmente una lista quindi di alleanza tra partiti anche se SpB non è un partito ma piuttosto un associazione di carattere politico. Una lista quindi con caratteristiche radicalmente diverse dalle formazioni che hanno amministrato Bussero negli ultimi quindici anni e che erano strutturate come liste civiche di uomini e donne. Nei confronti di tali liste i partiti e in particolare il più importante partito della sinistra busserese PDS prima, DS poi ed infine dal 2007 il PD, avevano un ruolo non fondamentale nell organizzazione e nel potere decisionale. Infatti il potere decisionale era demandato ad un ambito assembleare sufficientemente determinato per quanto riguardava gli indirizzi di politica amministrativa. Questa impostazione politica, nata a Bussero nel 1995 anche sull onda delle gravi difficoltà di tutti i partiti di allora e dalla necessità di un rinnovamento dell assetto politico che aveva gestito l Amministrazione di Bussero dal 1975 al 1995, ha concluso nel 2009 la sua stagione storica che pur aveva determinato una continuità nel governo di Bussero dell area della sinistra busserese. Sarebbe interessante descrivere i risvolti e le motivazioni che sono parte di un percorso di 34 anni importanti per la storia di Bussero, ma non è questa la sede. La nascita del Partito Democratico nel 2007, nuovo soggetto politico nell area di centrosinistra ha rappresentato un elemento di rottura con l impostazione politica che dal 1995 esprimevano le liste di governo di Bussero. Elementi che facevano baluginare difficoltà sono stati presenti già nella scorsa legislatura, sia per le nuove esigenze politiche sollevate dal neonato PD,sia per l atteggiamento critico generato da parte di Rifobussero : segnali questi significativi del tramonto di un idea nata nel 1995 e che si concludeva nel L impostazione di Vivibussero che si presentava alle elezioni amministrative del 2009, voleva essere espressione del centrosinistra busserese ma non poteva che nascere su basi nuove. I presupposti di tali nuove basi erano: un accordo politico tra partiti, un ambito decisionale fondato essenzialmente sull esecutivo per la gestione, sul rapporto tra i partiti della coalizione per gli indirizzi programmatici e non più quindi su quell ambito assembleare di cui ho fatto riferimento sopra. Il riconoscimento del valore elettorale del partito di maggioranza della coalizione rappresentava un ulteriore nuovo presupposto. Era evidente la discontinuità politica, programmatica e di metodo che si è realizzata con la costruzione di Vivibussero ed è altrettanto evidente che veniva sicuramente richiesto a tutti coloro che sarebbero diventati, con la vittoria elettorale, i protagonisti di questa trasformazione, non solo un adesione formale, ma un adesione consapevole di questo passaggio e di questa discontinuità rispetto al passato. Pur mantenendo saldo il governo del paese nell area del centrosinistra, si venivano a creare i presupposti della nuova stagione dell amministrazione. Sui giornali e sui manifesti ora sbiaditi o penzolanti dai muri come foglie morte, sono stati invocati anatemi e scomuniche da parte di SpB e Bussero Domani. Per quanto ci riguarda ci riferiamo alla distanza ed incomunicabilità che si è venuta a creare con SpB. Una distanza che ha una profonda causa : l incapacità di accettare la discontinuità che in Vivibussero si concretizzava rispetto al passato e la convinzione di aver cambiato tutto per poi non dover cambiare niente. In questi 18 mesi non abbiamo registrato nessun collante all interno della maggioranza; al contrario ci sono stati sinistri scricchiolii dovuti all atteggiamento critico di SpB nei confronti del sindaco e dell esecutivo e alla mancanza di considerazione per il lavoro di gruppo e per quello del capogruppo. Non è restituendo le deleghe, né uscendo dall aula, né teorizzando di valutare il proprio voto di volta in volta che si regge una maggioranza: così si intende demolirla e ci si pone fuori di essa. Mancano 42 mesi alla fine del mandato. Abbiamo avuto di fronte due scenari: quello di un sindaco che senza l allargamento della maggioranza si sarebbe trovato nell impossibilità di continuare la legislatura e sarebbe stato costretto ad abbandonare il lavoro costruito finora. Quello dell accordo con Progetto Bussero per evitare il commissariamento, rilanciare il programma del 2009, rispettarlo nell interesse di Bussero e del suo sviluppo futuro. Un interesse certamente superiore a quello dei partiti e della visibilità politica. Per questo abbiamo scelto di continuare a governare di lasciar cadere dai tabelloni e dai muri le foglie morte. Capogruppo di ViviBussero Carlo Guido Zerbini A novembre il Sindaco ci ha chiesto se eravamo disponibili ad un accordo per amministrare il Comune di Bussero senza Sinistra per Bussero. La maggioranza del nostro gruppo ha deciso di rispondergli che, se avesse accolto le richieste da noi presentate fin da febbraio per il bilancio 2010 (da Lui all epoca respinte), più altri importanti punti del nostro programma e se ci fosse stata la chiara volontà di recuperare il rapporto tra pubblica amministrazione e cittadinanza, ne avremmo potuto parlare. Queste le richieste sottoposte dal nostro gruppo al Sindaco: -REALIZZAZIONE DELLA PISCINA -MESSA IN SICUREZZA DELLA SCUOLA MEDIA -REALIZZAZIONE DELLE PISTE CICLABILI -COSTRUZIONE DEL CENTRO DIURNO PER DIVERSAMENTE ABILI -ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHI- TETTONICHE ALLA METROPOLITANA -TRASFORMAZIONE DEL DIRITTO DI SU- PERFICIE IN PROPRIETA PER LE AREE 167 -APPLICAZIONE DEL CRITERIO DI SUSSI- DIARIETA NELLA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI Le nostre richieste sono state accolte. Per questo abbiamo deciso di lavorare insieme nell interesse del paese. Abbiamo quindi firmato e presentato, durante il consiglio comunale del 11 gennaio, un documento di sostegno e rilancio dell azione amministrativa nel quale Progetto Bussero e ViviBussero si impegnano a realizzare quanto sopra elencato. Elemento imprescindibile al nostro lavoro insieme sarà quindi rispettare tale programma amministrativo condiviso. Questa nostra decisione ha suscitato, soprattutto da parte di Pdl e Lega, attacchi ingiusti- ficati e poco rispettosi della dignità dei nostri rappresentanti. D altra parte, chi non ha argomenti di contenuto da portare, non può che attaccare le persone riportandone il curriculum e la vita privata su tutti gli spazi pubblici del paese! Oppure disegnare simpatiche vignette che fanno bene allo spirito ma a null altro. Sinistra per Bussero ci ha invece attaccato parlando di noi come di una Lista Civica di Destra che si è alleata con la Sinistra! Ricordiamo che, alle ultime elezioni, la nostra lista civica si è presentata autonomamente non condividendo i valori e la modalità di lavoro della destra busserese né quelli del gruppo Sinistra per Bussero, rappresentante la vecchia politica busserese che tanti danni ha lasciato al nostro paese. Riportiamo con precisione i risultati delle ultime elezioni 2009 e le forze in gioco: ViviBussero 38% (rappresentato da Partito Democratico, Sinistra per Bussero e Italia dei Valori) Bussero Domani 30% (rappresentato da Popolo della Libertà e Lega Nord) Civicamente 7% (rappresentato da Rifondazione Comunista) Progetto Bussero 25% (Lista Civica) In quanto vera Lista Civica, è evidente che non rispondiamo al volere di un partito e non abbiamo i limiti ideologici che ha un partito. Siamo un gruppo numeroso e i nostri due attuali consiglieri, Lorenzo Scipione e Danilo Usvardi, sono una minima parte delle persone che compongono Progetto Bussero, ognuna con una propria ideologia a livello nazionale (di destra, di centro o di sinistra). A Bussero, come Lista Civica, vogliamo solo ciò che chiede la società civile: il bene del paese e dei Busseresi. Con ViviBussero insisteremo per realizzare una nuova politica dell agire, che superi le ideologie e lavori per realizzare obiettivi concreti. Non ci interessa aver ottenuto delle poltrone in maggioranza, ma avere la possibilità concreta di attuare il nostro programma amministrativo secondo la logica del servizio al cittadino. Per tutti questi motivi abbiamo ritenuto giusto e doveroso sperimentare questa nuova soluzione, una vera novità politica per il nostro paese e una rottura con il passato. Promettiamo ai nostri elettori e a tutti i cittadini che ci impegneremo per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati e che l attuale Sindaco ha, ad oggi, accolto e condiviso. Se insieme al Partito Democratico riusciremo a risolvere i problemi del paese potremo essere solo fieri di questa alleanza! Capogrruppo Lorenzo Scipione pag. 16 pag. 17

11 Dai Gruppi consiliari Dai Gruppi consiliari Costituito il gruppo consiliare Sinistra per Bussero A seguito dell ormai inqualificabile accordo fra PD, I.D.V. e Progetto Bussero, che ha dato vita ad una nuova maggioranza comprendente parte della destra busserese estromettendo Sinistra per Bussero, dichiarandola, d imperio, fuori dalla coalizione di Vivi Bussero, Sinistra per Bussero ritiene esaurita l esperienza di Vivi Bussero così come era nata ed ha formalizzato la costituzione del proprio Gruppo consiliare che godrà, ovviamente, delle prerogative (spazi, strumenti, ecc.) che gli sono proprie. Fanno parte del neonato Gruppo consiliare Michele Sala, Roberto Beretta, Maria Passsamonti e Ornella Ponzellini. Sinistra per Bussero è naturalmente contitolare, assieme al PD, del logo Vivi Bussero e ritiene improprio e politicamente scorretto l uso che ne viene fatto dagli attuali utilizzatori, Partito Democratico e Italia dei Valori. Infatti, l adesione di Progetto Bussero al programma di Vivi Bussero - dopo averlo pesantemente criticato ed avversato nella campagna elettorale del costituisce una beffarda contaminazione per il tradimento subìto dagli elettori di entrambi gli schieramenti. Evidentemente la coerenza è davvero estranea alla nuova coalizione. Sinistra per Bussero, comunque: -eserciterà con serietà, competenze e responsabilità la propria opposizione ed azione politica in Consiglio comunale con trasparenza, chiarezza e determinazione; -contrasterà le scelte della nuova maggioranza che sono in contrasto con l originario programma di Vivi Bussero, alla cui stesura aveva fattivamente contribuito; -avverserà gli atti amministrativi che allontanano il cittadino dal suo più naturale e vicino interlocutore, quale è il Comune, come sta avvenendo con la gestione esterna - da noi avversata, ma inascoltata - della cosiddetta sistemazione di molte situazioni tributarie imprecise, parziali o inesistenti che si sta dimostrando un vero e proprio boomerang per il malcontento generato; -incalzerà la nuova maggioranza sugli imminenti appuntamenti, quali il bilancio di previsione 2011 ed il PGT (Piano di Governo del Territorio), elaborando sue autonome proposte, concrete e realizzabili, orientandole agli interessi ed ai bisogni della persona, coinvolgendo laddove è possibile il cittadino quale soggetto partecipe e protagonista del miglioramento e dello sviluppo della comunità in cui vive; -avverserà il concetto di sussidiarietà diverso da quello tracciato dal solco dell attuale Statuto comunale, secondo il quale la responsabilità pubblica compete all autorità territorialmente e funzionalmente più vicina ai cittadini e, quindi, non può essere intesa come delega dell erogazione di servizi ad altri soggetti estranei all Ente; -valuterà di volta in volta in Consiglio comunale l atteggiamento e le decisioni da assumere sulle delibere che saranno sottoposte all approvazione, contrastando le scelte non condivise e non rispondenti al mandato elettorale; -invita le elettrici e gli elettori di Vivi Bussero - non contenti di quanto orchestrato dal Sindaco - a non sostenere l indecorosa operazione, facendo valere la loro voce per ricreare un Centro sinistra coerente, forte e coeso; -coinvolgerà, a partire dai prossimi mesi, la cittadinanza su iniziative politiche di pubblico interesse affinché le cose da fare del programma di Vivi Bussero - che abbiamo concorso a realizzare e per il quale gli elettori ci hanno votato - siano fatte e non relegate nel cassetto. Michele Sala (Capogruppo) Il ribaltone ed il tentativo patetico di giustificarlo! Ormai tutti i busseresi sono a conoscenza dell antidemocratico ribaltone verificatosi nel nostro comune dove abbiamo assistito alla spaccatura della lista di sinistra che governava Bussero e contestualmente all alleanza della sua componente legata al Partito Democratico e all Idv con la lista civica di Progetto Bussero (la listarella personale dell attuale assessore ai lavori pubblici, Scipione, uscita sconfitta dalle urne e bocciata dagli elettori busseresi, che ne hanno dimezzato i propri rappresentanti in Consiglio Comunale). Vi sono tuttavia due aspetti che vanno evidenziati e sottolineati con fermezza: Il primo aspetto è il tentativo ridicolo da parte degli autori del ribaltone di spiegare come il loro comportamento sia giustificato dalla necessità di mantenere la governabilità di Bussero ed evitare il commissariamento per il bene del nostro comune. Ebbene, non esiste balla più colossale! Se le dimissioni del Sindaco fossero state confermate (invece che essere ritirate per cercare disperatamente altrove la colla necessaria per restare attaccato alla propria poltrona), avremmo avuto per pochissimi mesi un commissario, che sicuramente avrebbe lavorato molto più sodo dell attuale Maggioranza, ed entro aprile/maggio saremmo andati a nuove elezioni dove avremmo eletto un nuovo Sindaco nel pieno dei suoi poteri e con una Maggioranza finalmente legittimata dagli elettori. Certamente peggio dell immobilismo che Bussero ha subito in questi ultimi 20 mesi, non ci sarebbe potuto essere nulla! Il secondo aspetto è quello di far credere (da parte dei cacciatori di poltrone di Progetto Bussero) che finalmente la sinistra non governa più Bussero. Niente di più falso: semplicemente la sinistra busserese si è spaccata in due (anzi in tre perché una parte non era riuscita ad entrare in Consiglio Comunale già in precedenza) ed una fazione ha effettuato un colpo di mano sull altra! Le decisioni dell attuale precaria Maggioranza uscita dal ribaltone sono ancora prese in via Gotifredo (dove è presente la storica sede del Partito Democratico ex PCI, ex Pds, ex Ds). Tanto è vero che l attuale gruppo di ViviBussero autore del ribaltone, annovera al suo interno un capogruppo che è uno dei militanti storici busseresi del vecchio Pci (di cui è stato anche segretario), un ex Sindaco che ha governato per cinque anni con il sostegno pieno e determinante di quel partito e l attuale Sindaco che da sempre gravita in quell area politica. Ad oggi, ritenere che, grazie al tradimento elettorale di alcuni consiglieri provenienti da un altra lista, la sinistra non governi più Bussero, è una falsità ed è una chiara prova di malafede. Che altro dire? Nulla, se non che l attuale Maggioranza, che al momento ha dalla sua parte i numeri per governare, sicuramente è da considerarsi moralmente illeggittima in quanto mai passata al vaglio degli elettori, soprattutto quelli che nelle urne avevano ingenuamente dato il loro voto ad una lista civica con il preciso scopo di mandare la sinistra all opposizione e che invece sono stati traditi e colpiti alle spalle! Signor Sindaco e signori di Progetto Bussero, vi facciamo una bella proposta (o provocazione?): in occasione delle prossime elezioni comunali, prima di convocare gli elettori nelle urne (prima cioè di mettere in atto l azione più naturale e democratica che il popolo possa svolgere), facciamo un bel incontro tra le liste in lizza, estraiamo a sorte chi dovrà governare il paese e chi dovrà fare l opposizione (naturalmente, in base ai vostri perversi ragionamenti, per cui il voto degli elettori è inutile, mentre qualsiasi altro metodo è valido in nome del bene del nostro comune ), risparmieremo così tempo e denaro! Infine una precisazione tecnica: il nostro gruppo consiliare ha deciso di modificare la denominazione del proprio nome da Bussero Domani a Popolo dalla Liberà Lega Nord Padania. Questa scelta è un atto dovuto e di chiarezza nei confronti dei nostri elettori e nei confronti di quel 55% di votanti che sicuramente non volevano più le sinistre busseresi al governo! Gruppo Consiliare Popolo della Libertà Lega Nord Padania Luigi Guzzi Samuele Colombo Dario Landolfi pag. 18 pag. 19

12 Numeri telefonici utili Comune Centralino Comune Fax Com. certificata SETTORE AMMINISTRATIVO Ufficio protocollo Servizi Demografici/Anagrafe /30/31 Reperibilità stato civile per defunti (solo sabato) Segreteria - Contratti Difensore civico Sportello Giuridico Apertura al pubbico : il lunedì dalle 8:45 alle 12:30, dal martedì al venerdì dalle 8:45 alle 11:30, il giovedì anche dalle 17 alle 19 SETTORE SERVIZIO ALLA PERSONA Segreteria Sociale Asilo Nido comunale Ufficio Istruzione Ufficio Sport Ufficio cultura Apertuta al pubbico : dal lunedì al venerdì dalle 8:45 alle 10:30, il giovedì anche dalle 17 alle 19 Biblioteca Biblioteca fax SETTORE RISORSE UMANE Ufficio personale Ufficio Commercio /56 Apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle 8:45 alle 10:30, il giovedì anche dalle 17 alle 19 SETTORE FINANZIARIO Ufficio Ragioneria Ufficio Tributi /48/49 Apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle 8:45 alle 10:30, il giovedì anche dalle 17 alle 19 SETTORE SERVIZI AL TERRITORIO Ufficio Ecologia Centro raccolta differenziata Ufficio Edilizia privata Ufficio Edilizia pubblica /51 Apertura al pubblico: il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8:45 alle 10:30, il giovedì dalle 17 alle 19. Chiuso il martedì. SETTORE SICUREZZA Uffici Polizia Locale /60 Apertura al pubblico: il lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 9,30 alle 10:30, il martedì e il giovedì dalle 18:30 alle 19:30 Pronto intervento Polizia Locale Protezione Civile ALTRI NUMERI Istituto Comprensivo Monte Grappa Segreteria scuole materna, elementare e media Scuola materna Scuola elementare Scuola media Rsa Casa Famiglia per anziani Ascanio Barbolini AIPA servizio delle pubbliche affissioni /62 VIGILI DEL FUOCO 115 AMBULANZA 118 CARABINIERI 112 POLIZIA DI STATO 113 dibattito usserese Periodico di informazione e dibattito dell Amministrazione Comunale di Bussero, aperto al contributo di tutti i Cittadini Autorizzazione Tribunale di Milano n. 78 del 12/12/1980. Direttore Responsabile: Franco Giacomo Colombo Progetto Grafico Alessandro De Angeli, Supporto redazionale e impaginazione Odr communication società cooperativa, Stampa: Real Arti Lego/Il Guado, comunicazione, grafica e stampa Via Picasso 21/ Corbetta (Mi)Tel pag. 20

13

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Poco tempo dopo la sua costituzione, promossa dalle Generali nel 1890, l Anonima

Poco tempo dopo la sua costituzione, promossa dalle Generali nel 1890, l Anonima Boccasile e altri 110 L ANONImA GrANDINE NEGLI ANNI trenta Nella pagina a fronte, dall alto in senso orario: manifesto con disegno di Ballerio (1935); calendario murale e manifesto con illustrazione di

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli