L anno duemilaquattordici addì trenta del mese di dicembre in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 10:45

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L anno duemilaquattordici addì trenta del mese di dicembre in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 10:45"

Transcript

1 PAG. 1 1 OGGETTO: Approvazione schemi di convenzione per l affidamento all Ente Regionale per l Abitazione Pubblica delle Marche - Presidio Provinciale di Macerata - della gestione di alloggi di proprieta comunale ERP e non ERP. L anno duemilaquattordici addì trenta del mese di dicembre in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 10:45 Convocata nelle forme prescritte, si è riunita la Giunta Municipale nelle seguenti persone: Presente Assente Carancini Romano Sindaco X Curzi Federica Vice Sindaco X Blunno Marco Assessore X Canesin Alferio Assessore X Monteverde Stefania Assessore X Pantanetti Luciano Assessore X Ricotta Narciso Assessore X Urbani Ubaldo Assessore X Valentini Enzo Assessore X Partecipa alla seduta il Segretario Generale Dott. Giovanni Montaccini Assume la presidenza il Sindaco Carancini Romano che, riconosciuto legale il numero degli intervenuti, dichiara aperta la seduta.

2 PAG. 2 2 OGGETTO: Approvazione schemi di convenzione per l affidamento all Ente Regionale per l Abitazione Pubblica delle Marche - Presidio Provinciale di Macerata - della gestione di alloggi di proprietà comunale ERP e non ERP. LA GIUNTA Rilevato che il Presidio di Macerata dell ERAP Marche, a norma della L.R. n. 36/2005 e successive integrazioni e modifiche, gestisce il patrimonio di Edilizia Residenziale Pubblica ubicato nel territorio della Provincia di Macerata; Visto l art. 21,comma 5, lett. a), della L.R. n. 36/2005 s.m.i., il quale dispone che Gli ERAP possono svolgere a favore di Enti pubblici e privati le seguenti funzioni: a) la gestione del patrimonio immobiliare non di ERP e le attività di manutenzione ad essa connesse Visto che il Comune di MACERATA è titolare dei seguenti immobili realizzati con fondi non riconducibili ai finanziamenti di ERP e destinati a sopperire alle esigenze abitative di nuclei familiari soggetti a provvedimenti di sfratto (cd. alloggi parcheggio ), per un totale di n. 39 alloggi: n. 1 alloggio in Via Lauro Rossi 55; n. 4 alloggi in Via Metauro 73; n. 1 alloggio in via Indipendenza 31; n. 28 alloggi in via Roma 395; n. 1 alloggio in via Costa 14; n. 3 alloggi in via Volturno 20; n. 1 alloggio in C.da Valle Ventura 89 Considerato che i due Enti intendono riattivare in toto la gestione in parola, stabilendo nello spirito di collaborazione che da sempre impronta i loro rapporti, che le situazioni debitorie e creditorie sussistenti tra le parti relative al periodo 01/01/ /12/2014 vengano estinte per compensazione; Visto a tal proposito lo schema di convenzione relativo agli alloggi di proprietà comunale non ERP allegato in parte integrante e sostanziale al presente atto (allegato 1); Ritenuto che l affidamento della gestione del patrimonio immobiliare sopra individuato all ERAP MARCHE Presidio di Macerata, in conformità al disposto della legge 36/2005 s.m.i., sia rispondente ai principi di efficienza, efficacia ed economicità dell azione amministrativa; Considerato che: - che per lo svolgimento di tutti gli adempimenti derivanti dalla convenzione, il Comune corrisponderà all Ente un corrispettivo annuo di 4,00 vano/mese relativo agli alloggi oggetto della presente convenzione, oltre IVA.

3 PAG per vano convenzionale si intende il locale avente una superficie di mq. 14, determinata calcolando la superficie utile dell alloggio, al netto dei muri perimetrali e dei muri interni. - avendo gli immobili oggetto della presente convenzione una superficie complessiva di mq ,30, pari a vani convenzionali 159,59, il corrispettivo annuo della gestione ammonta a complessivi 7.660,32 oltre IVA; Dato atto che il Presidio Provinciale di Macerata dell ERAP Marche, attualmente gestisce i seguenti alloggi ERP di proprietà del Comune di MACERATA: - n. 8 alloggi in Via Costa nc. 8; - n. 11 alloggi in Via P. Matteo Ricci 24/26/28/30/32/34; Visto a tal riguardo lo schema di convenzione per la gestione degli alloggi di proprietà comunale ERP allegato in parte integrante e sostanziale al presente atto (allegato2); Dato atto che in relazione al presente provvedimento il responsabile del procedimento e il Dirigente del Servizio hanno attestato, mediante la sottoscrizione della proposta e il rilascio del parere, l'assenza di ipotesi di conflitto d'interessi, ai sensi dell'art. 6 bis L. 241/1990, dell'art. 6 D.P.R. 62/2013 e del Codice di comportamento comunale; Visto il parere favorevole relativo alla regolarità tecnica del provvedimento rilasciato dal Dirigente del Servizio Servizi alla Persona, ai sensi e per gli effetti degli artt. 49 comma 1 e 147 bis comma 1 del D. Lgs. n. 267/2000; Visto, altresì, il parere favorevole di regolarità contabile rilasciato dal Dirigente del Servizio Servizi Finanziari e del Personale, ai sensi degli artt. 49 comma 1 e 147 bis comma 1 del D. Lgs. n. 267/2000; Preso atto del visto del Segretario Generale in ordine alla conformità dell azione amministrativa alle norme legislative, statutarie e regolamentari, ai sensi dell art. 97 c.2 del D.Lgs. n. 267/2000; Ritenuto per il carattere d urgenza che riveste il presente provvedimento di doversi avvalere della facoltà prevista dall art. 134, comma 4 del D. Lgs. 267/2000; Con votazione favorevole ed unanime, espressa ed accertata nei modi e nelle forme di legge D E L I B E R A 1. Di approvare lo schema di Convenzione per l affidamento all ENTE REGIONALE PER L ABITAZIONE PUBBLICA DELLE MARCHE - Presidio Provinciale di Macerata - della gestione di alloggi di proprietà comunale non ERP, allegato al presente atto in parte integrante e sostanziale (allegato 1). 2. Di approvare lo schema di Convenzione per l affidamento all ENTE REGIONALE PER L ABITAZIONE PUBBLICA DELLE MARCHE - Presidio Provinciale di Macerata - della

4 PAG. 4 4 gestione di alloggi di proprietà comunale ERP, allegato al presente atto in parte integrante e sostanziale (allegato 2). 3. Di corrispondere all ENTE REGIONALE PER L ABITAZIONE PUBBLICA DELLE MARCHE - Presidio Provinciale di Macerata la somma di 7.660,32 oltre IVA quale corrispettivo annuo della gestione degli alloggi di proprietà comunale. 4. Di imputare la somma di cui sopra pari a totali 9.345,59 al Bilancio Di dare mandato al Dirigente del Servizio Servizi alla Persona di procedere alla stipula delle convenzioni allegate al presente atto, nonché di adottare tutti gli atti necessari all attuazione degli obblighi in essa previsti. 6. Di demandare a successivi atti Dirigenziali l assunzione degli impegni contabili necessari a sostenere la spesa derivante dall adozione del presente atto. 7. Di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile, per motivi di urgenza, previa ulteriore votazione unanime e palese. Il Responsabile del procedimento f.to Dott. Gianluca Puliti Il Dirigente Del Servizio Servizi alla Persona per il parere favorevole di regolarità tecnica f.to Dott. Gianluca Puliti Il Dirigente del Servizio Servizi Finanziari e del Personale per il parere favorevole di regolarità contabile f.to Dott. Simone Ciattaglia Il Segretario Generale per il visto di conformità dell azione amministrativa f.to Dott. Giovanni Montaccini

5 PAG. 5 5 CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO ALL ENTE REGIONALE PER L ABITAZIONE PUBBLICA DELLE MARCHE - PRESIDIO PROVINCIALE DI MACERATA, DELL INCARICO DI GESTIONE DI ALLOGGI DI PROPRIETA COMUNALE NON ERP. Con la presente scrittura privata, redatta in duplice originale tra: il Comune di MACERATA, Codice Fiscale , rappresentato dal Dirigente del Servizio Servizi alla Persona Dott. Gianluca Puliti, nato a Siena il 24/03/1959, il quale agisce in esecuzione della delibera di Giunta Municipale n. del, e l Ente Regionale per l Abitazione Pubblica delle Marche - Presidio Provinciale di Macerata, Codice Fiscale , in persona del Responsabile del Servizio Amministrativo Dott. Daniele Staffolani, nato a Macerata il , il quale interviene in esecuzione del Decreto del Direttore n del, PREMESSO - che il Presidio di Macerata dell ERAP Marche, a norma della L.R. n. 36/2005 e succ. mod. ed int., gestisce il patrimonio di Edilizia Residenziale Pubblica ubicato nel territorio della Provincia di Macerata; - che il Comune di MACERATA è titolare dei seguenti immobili realizzati con fondi non riconducibili ai finanziamenti di ERP e destinati a sopperire alle esigenze abitative di nuclei familiari soggetti a provvedimenti di sfratto (cd. alloggi parcheggio ), per un totale di n. 39 alloggi: n. 1 alloggio in Via Lauro Rossi 55; n. 4 alloggi in Via Metauro 73; n. 1 alloggio in via Indipendenza 31; n. 28 alloggi in via Roma 395; n. 1 alloggio in via Costa 14; n. 3 alloggi in via Volturno 20; n. 1 alloggio in C.da Valle Ventura che il Comune di MACERATA, con atto di Giunta Comunale n. del, tenuto conto dell esperienza e delle specifiche competenze maturate nel settore dall ERAP MARCHE Presidio di Macerata, ha deliberato di affidare in gestione al medesimo anche detti immobili, approvando il relativo schema di convenzione; - che il Presidio di Macerata dell ERAP Marche, con Decreto del Direttore n. del ha deliberato di accettare detto incarico, approvando anch esso il relativo schema di convenzione; Visto l art. 21, 5 comma, lett.a), della L.R. n. 36/2005 e successive integrazioni e modifiche, il quale stabilisce che Gli ERAP possono svolgere a favore di Enti pubblici e privati le seguenti funzioni: (lett. a) la gestione del patrimonio immobiliare non di ERP e le attività di manutenzione ad essa connesse ; - si conviene e si stipula quanto segue, dando atto di voler ritenere le premesse parte integrante e sostanziale del presente atto:

6 PAG. 6 6 ARTICOLO 1 OGGETTO Il Comune di MACERATA, d ora in poi indicato con il termine Comune, in persona come sopra, affida all Ente Regionale per l Abitazione Pubblica delle Marche - Presidio Provinciale di Macerata, d ora in poi indicato con il termine Ente che, come sopra rappresentato accetta, l incarico di gestire gli alloggi elencati in premessa, con l osservanza di tutte le norme e condizioni stabilite dalla presente convenzione; ARTICOLO 2 OBBLIGHI DEL COMUNE Il Comune si impegna : a. a partecipare agli attuali occupanti degli immobili, i contenuti della presente convenzione; b. a far pervenire quanto prima all Ente, copia dei provvedimenti di assegnazione, nonché copia di ogni documento avente rilevanza amministrativa, necessario alla gestione degli alloggi; c. a curare che gli assegnatari degli alloggi propongano istanza di assegnazione di alloggio di ERP sovvenzionata ogni qual volta venga emanato il relativo Bando; d. a sostenere le spese occorrenti alla manutenzione straordinaria degli immobili, restando la manutenzione ordinaria a carico degli inquilini; e. a dare atto nell atto di assegnazione dell alloggio che le spese di ripristino della funzionalità dell alloggio medesimo (tinteggiatura e revisione infissi, certificazione di conformità degli impianti) sono a carico dell inquilino; f. al pagamento delle quote condominiali relative agli alloggi sfitti di sua proprietà, a decorrere dalla comunicazione di avvenuto ripristino dell alloggio dal parte dell ERAP; g. a sostenere le spese inerenti e conseguenti all esperimento di azioni giudiziarie volte alla tutela dei suoi diritti ed interessi; nel caso in cui tali azioni concernano il recupero della morosità o lo sfratto, non sarà necessaria alcuna comunicazione da parte dell Ente gestore, fatto salvo quanto previsto dal successivo art. 9; in ogni altro caso le azioni dovranno essere autorizzate dal Comune proprietario ai sensi del successivo art. 3; in mancanza i relativi oneri faranno capo all Ente gestore; L affidamento e l esecuzione dei poteri gestionali dovranno ritenersi estesi anche a quegli immobili che venissero affidati in gestione all Ente dopo la sottoscrizione del presente atto; In tal caso il Comune resta obbligato ad effettuare: l accatastamento immobili; gli allacciamenti dei vari servizi ( energia elettrica, acqua potabile, fognature ecc..); l adeguamento a norma di legge degli impianti tecnologici a servizio degli alloggi. ART. 3 OBBLIGHI DELL ENTE In dipendenza dell incarico conferitogli l Ente dovrà provvedere: a. in nome proprio e per conto del Comune proprietario, alla stipula dei contratti di locazione relativi alle nuove assegnazioni, in conformità al contratto di locazione di cui all art. 5 della presente convenzione, ovvero di concessione-contratto, come per costante dottrina e prassi, in caso di contratti aventi ad oggetto immobili dichiarati d interesse storico-culturale o presunti tali, in caso di immobili con più di 70 anni; b. alla riscossione dei canoni di locazione;

7 PAG. 7 7 c. alla manutenzione degli immobili ai sensi del successivo art. 4 della presente convenzione; d. all assicurazione degli immobili, per il loro totale valore (aggiornato periodicamente), contro i danni dell incendio e rischi accessori, nonché contro la responsabilità civile verso terzi, anche mediante subentro, in quanto possibile, nelle polizze che il Comune avesse in corso; e. all esercizio delle azioni giudiziarie occorrenti per la risoluzione dei contratti di locazione nei casi di morosità e di sfratto (secondo quanto stabilito al precedente art. 2, lettera g); f. Le azioni diverse da quelle necessarie alla risoluzione dei contratti di locazione per morosità del conduttore saranno previamente concordate con il Comune proprietario ed instaurate solo previo formale assenso del Comune, restando in caso contrario le relative spese a carico dell ERAP; Resta di esclusiva pertinenza del Comune proprietario l esercizio di ogni azione legale intesa a tutelare il suo diritto di proprietà in caso di atti lesivi da parte di utenti o di terzi, fatte salve le azioni possessorie che sono di competenza dell Ente; g. al servizio di vigilanza amministrativa e tecnica degli immobili affidati in gestione, anche per quanto attiene alla tutela della proprietà; h. all esecuzione di ogni operazione presso i competenti uffici allo scopo di curare l accertamento e l eventuale aggiornamento al NCEU di ogni unità immobiliare affidata in gestione, con oneri a carico del Comune proprietario; i. alla predisposizione, all atto della stipula del contratto dell attestato di prestazione energetica (APE) con oneri a carico del Comune proprietario; j. al compimento, più in generale, di ogni atto comunque connesso con la gestione del rapporto contrattuale e con l utenza, ivi compresa la partecipazione alle assemblee condominiali. In caso di alloggi ubicati in fabbricati comprendenti anche unità immobiliari di proprietà di terzi, l ERAP provvederà a compiere le necessarie azioni per tutelare i diritti del Comune proprietario nell ambito del condominio, salvo vi siano particolari obbligazioni da assumere o cause da instaurare, nel qual caso l Ente si atterrà alle direttive del Comune. ARTICOLO 4 MANUTENZIONE DEGLI IMMOBILI All atto dell assegnazione saranno a carico dell assegnatario la tinteggiatura dell alloggio assegnato e la revisione degli infissi, nonché gli oneri per la certificazione di conformità degli impianti alla vigente normativa; La manutenzione ordinaria degli immobili, farà carico agli assegnatari, salvo casi di particolare indigenza degli stessi, in cui il Comune assumerà su di sé il relativo onere, previa valutazione delle singole situazioni di concerto con il Servizio Sociale. La manutenzione straordinaria degli immobili, a carico del Comune proprietario, è affidata all Ente, che vi provvederà senza specifica autorizzazione del Comune. Entro il 31 marzo dell anno l Ente presenterà al Comune il rendiconto delle spese sostenute; i necessari fondi saranno prelevati dalle somme riscosse dall Ente a titolo di canoni di locazione; eventuali disavanzi saranno coperti dal Comune dietro presentazione di fattura. Sarà cura dell Ente concordare con il Comune gli interventi di manutenzione straordinaria potenzialmente in disavanzo ai sensi del precedente comma. Eventuali interventi di risanamento e di ristrutturazione degli immobili, gestiti in forza della presente convenzione, dovranno essere definiti dalle parti, nell ambito di appositi programmi da concordare, con la fissazione dei criteri di intervento e delle modalità di copertura dei conseguenti oneri finanziari, a totale carico dell Ente proprietario.

8 PAG. 8 8 ARTICOLO 5 CONTRATTO DI LOCAZIONE Le parti danno atto che l Ente stipulerà con i nuovi assegnatari degli alloggi oggetto della presente convenzione, entro e non oltre 60 gg., dall invio dell assegnazione da parte del Comune, un contratto di locazione di natura provvisoria della durata di anni uno (1), prorogabile su indicazione del Comune, purché il conduttore sia in regola con il pagamento del canone di locazione ed in possesso dei requisiti per la permanenza nell assegnazione dell alloggio di cui alla l L.R. 36/2005 e s.m.i. Entro tale periodo le spese condominiali sono poste a carico dell ERAP. La disdetta del rapporto di locazione verrà inviata dall Ente gestore su specifica indicazione del Comune. Il corrispettivo della locazione sarà calcolato in base alla vigente normativa in materia di ERP, applicata in via analogica. Similmente, l Ente subentrerà nella gestione dei rapporti contrattuali in corso all atto dell entrata in vigore della presente convenzione; a tal fine provvederà al rinnovo dei contratti in essere giunti a scadenza. ARTICOLO 6 CORRISPETTIVO DEL SERVIZIO Per lo svolgimento di tutti gli adempimenti derivanti dalla presente convenzione, il Comune corrisponderà all Ente un corrispettivo annuo di 4,00 vano/mese relativo agli alloggi oggetto della presente convenzione, oltre IVA. Per vano convenzionale si intende il locale avente una superficie di mq. 14, determinata calcolando la superficie utile dell alloggio, al netto dei muri perimetrali e dei muri interni. Pertanto, avendo gli immobili oggetto della presente convenzione una superficie complessiva di mq ,30, pari a vani convenzionali 159,59, il corrispettivo annuo della gestione ammonta a complessivi 7.660,32 oltre IVA. Il corrispettivo per i servizi in convenzione, senza preventiva comunicazione, sarà oggetto di automatico aggiornamento annuale con applicazione dell indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI) del mese di dicembre, a far data dal 1 gennaio del secondo anno successivo a quello di stipula della presente convenzione. Il corrispettivo di cui sopra è comprensivo dei rimborsi per spese generali amministrative. ART. 7 TRASFERIMENTO E RENDICONTAZIONE DEI CANONI I canoni di locazione effettivamente riscossi verranno rendicontati con cadenza semestrale al Comune, ed accreditati, rispettivamente entro il mese di settembre, per i canoni incassati nel corso del primo semestre, e del mese di marzo dell anno successivo, per i canoni incassati nel secondo semestre. L accredito avverrà al netto di imposte e tasse dovute per legge ed anticipate dall Ente ma non corrisposte dagli utenti, dei corrispettivi dovuti per l incarico, oltre alle eventuali spese sostenute per il pagamento delle imposte e tasse relative alla registrazione dei contratti di locazione, nonché per la manutenzione degli immobili a carico del Comune ai sensi del precedente articolo 4 commi 3 e 4. Contestualmente l Ente emetterà a carico del Comune le necessarie fatture. ART. 8 IMPOSTE, TASSE E TARIFFE

9 PAG. 9 9 Restano a carico del Comune eventuali imposte dovute ai sensi di legge per la proprietà e la locazione degli immobili, ed a carico degli inquilini la quota del 50%dell imposta relativa alla registrazione del contratto di locazione, l imposta di bollo, la TOSAP, i passi carrabili, i servizi di pulizia, riscaldamento, ascensore e gli altri eventuali servizi derivanti da usi e consuetudini locali, nonché per consumi di acqua ed energia elettrica relativi alle parti comuni, per contributi di fognatura ed altri eventuali oneri condominiali. ARTICOLO 9 MOROSITA L Ente provvederà ad esperire le necessarie azioni in caso di inadempimento e recupero della morosità relativa al pagamento dei canoni di locazione ovvero delle quote accessorie. All assegnatario che si renda moroso o comunque inadempiente al contratto, si applicheranno le disposizioni vigenti, come da disposto degli articoli 1218 e ss., e 1453 del Codice Civile. L effettiva esecuzione dello sfratto a carico degli inadempienti dovrà comunque essere autorizzata dal Comune proprietario come pure eventuali rinvii da accordare. Il Comune si impegna a procurare idonei locali ove sistemare i beni e le suppellettili dell esecutato, nonché a fornire personale e mezzi per l esecuzione dello sfratto stesso, salva la possibilità di delegare all Ente tali incombenze, dietro rimborso degli oneri relativi. Le spese legali sostenute dall Ente per il recupero della morosità saranno a carico dell assegnatario moroso; nel caso in cui le azioni di recupero si rivelassero infruttuose, le spese legali sostenute dall Ente saranno integralmente rimborsate dal Comune proprietario. Ugualmente saranno a carico del Comune proprietario le spese inerenti e conseguenti all instaurazione ed esecuzione dei procedimenti di sfratto. Qualora le azioni intraprese dall Ente gestore per il recupero della morosità si rivelassero infruttuose, il Comune proprietario assumerà a proprio carico la corrispondente morosità. Il recupero della morosità eventualmente esistente alla data di decorrenza della presente convenzione, sarà a carico del Comune proprietario, correlativamente saranno di competenza dell Ente gestore, gli atti necessari al recupero di eventuali crediti risultanti alla data di risoluzione della presente convenzione. ARTICOLO 10 ADEMPIMENTI FISCALI Eventuali imposte relative agli stabili affidati in gestione, se ed in quanto dovute, sono a carico del Comune proprietario. ARTICOLO 11 DURATA La presente convenzione ha durata quadriennale, a decorrere dal 01/01/2015, e si rinnoverà automaticamente di quadriennio in quadriennio, salvo disdetta, da comunicarsi con un preavviso di almeno tre mesi. In caso di disdetta o di mancata proroga l Ente procederà al versamento di quanto dovuto nel rispetto dei termini di cui all art. 7 della presente convenzione, salvo diverso accordo tra le parti. Le parti si danno reciprocamente atto che con la stipula della presente convenzione i rapporti di dare avere tra i due Enti, relativi al periodo 01/01/ /12/2014 si intendono interamente compensati e che le parti non hanno al riguardo più nulla da pretendere reciprocamente.

10 PAG ARTICOLO 12 FORO COMPETENTE Per qualsiasi controversia in ordine alla presente convenzione è competente il Foro di Macerata. A tal fine le parti eleggono domicilio: il Comune di MACERATA presso la sede Municipale l ERAP MARCHE Presidio Provinciale di Macerata, nella propria sede in Macerata, Via Lorenzoni n e ARTICOLO 13 TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Il trattamento dei dati personali degli utenti è limitato allo svolgimento delle funzioni indicate nel presene atto nei limiti stabiliti dalla legge e dai regolamenti. I dati verranno trattati con modalità cartacee e informatizzate ad opera di soggetti di ciò appositamente incaricati per l espletamento degli obblighi di legge o di regolamento. L eventuale comunicazione e diffusione ad altri soggetti dei dati trattati, avverrà esclusivamente qualora siano previste da norme di legge o di regolamento, o risultino comunque necessarie in dipendenza dell incarico conferito. Il Comune indicherà all Ente il referente cui trasmettere la corrispondenza relativa all oggetto della presente convenzione. ARTICOLO 14 NORME FINALI La presente convenzione sarà sottoposta a registrazione solo in caso di uso. La stessa revoca automaticamente eventuali precedenti convenzioni sottoscritte tra le parti, aventi il medesimo oggetto. Essa previa lettura ed approvazione, viene sottoscritta dalle parti in segno di accettazione e conferma come appresso. Macerata, li... COMUNE DI MACERATA Il Dirigente Servizio Servizi alla Persona (Dott. Gianluca Puliti) E.R.A.P. DELLE MARCHE PRESIDIO PROVINCIALE DI MACERATA Il Responsabile del Servizio Amministrazione (Dott. Daniele Staffolani)

11 PAG Allegato 2 CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO ALL ENTE REGIONALE PER L ABITAZIONE PUBBLICA DELLE MARCHE PRESIDIO PROVINCIALE DI MACERATA, DELL INCARICO DI GESTIONE DI ALLOGGI DI PROPRIETA COMUNALE. Con la presente scrittura privata tra: - il Comune di MACERATA, Codice Fiscale , rappresentato dal Dirigente dei Servizi alla Persona Dott. Gianluca Puliti, nato a Siena il 24/03/1959 il quale agisce in esecuzione della delibera di Giunta Municipale n. del, e - l Ente Regionale per l Abitazione Pubblica delle Marche Presidio provinciale di Macerata, Codice Fiscale , (già ERAP di Macerata), rappresentato dal Responsabile del Servizio Amministrazione Dott. Daniele Staffolani, nato a Macerata il , il quale interviene in esecuzione della delibera del Consiglio di Amministrazione n. 50 del 01/07/2008, PREMESSO - che l art. 20 della Legge Regionale n. 36 del , introdotto dall art. 1 della L.R. n. 22 del , prevede la unificazione della gestione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica; - che lo stesso articolo stabilisce che i Comuni e gli altri Enti locali si avvalgano, per la gestione e la manutenzione del patrimonio pubblico di loro proprietà, dei Presidi Provinciali dell Ente Regionale per l Abitazione Pubblica delle Marche, secondo le rispettive competenze territoriali; - che il Presidio Provinciale di Macerata dell ERAP Marche, attualmente gestisce i seguenti alloggi ERP di proprietà del Comune di MACERATA: - n. 8 alloggi in Via Costa nc. 8; - n. 11 alloggi in Via P. Matteo Ricci 24/26/28/30/32/34. - che l ERAP, con delibera del Consiglio di Amministrazione n. 50 in data 01/07/2008, ha approvato il testo della presente convenzione, destinata a sostituire quella già stipulata ai sensi della L.R. 44/1997; -- che il Comune di MACERATA con Delibera n. del, esecutiva ai sensi di legge, ha approvato il medesimo testo, formalizzando il rinnovo dell affidamento in gestione degli alloggi sopra indicati all Ente Regionale per l Abitazione Pubblica della Provincia di Macerata; Tutto ciò premesso, con il presente atto si conviene e si stipula quanto segue: Articolo 1 ( Oggetto ) Il Comune di MACERATA, d ora in poi indicato con il termine Comune, in persona come sopra, affida all ERAP che, come sopra rappresentato accetta, l incarico di gestire gli alloggi di Edilizia

12 PAG Residenziale Pubblica, così come definiti dalla L.R. 36/2005 e succ. mod. e int., di proprietà comunale indicati in premessa, con l osservanza di tutte le norme e condizioni stabilite dalla presente convenzione: ARTICOLO 2 ( Obblighi del Comune ) Il Comune si impegna a far pervenire quanto prima all ERAP, copia dei provvedimenti di assegnazione, nonché copia di ogni documento avente rilevanza amministrativa, necessario alla gestione degli alloggi. Il Comune si impegna inoltre, con la sottoscrizione della presente convenzione, a partecipare agli assegnatari i contenuti della medesima. Fa carico al Comune, qualora all atto della consegna non vi si fosse ancora provveduto in tutto o in parte, l espletamento di tutte le incombenze derivanti da: - accatastamento degli immobili; - allacciamenti dei vari servizi ( energia elettrica, acqua potabile, fognature ecc...); - adeguamento a norma di legge degli impianti tecnologici a servizio degli alloggi. L affidamento e l esecuzione dei poteri gestionali dovranno ritenersi estesi anche nei riguardi di quegli immobili che venissero consegnati e presi in gestione, con le modalità di cui sopra, dopo la sottoscrizione del presente atto. Sono a carico del Comune le quote condominiali relative agli alloggi sfitti di sua proprietà, a decorrere dalla comunicazione di avvenuto ripristino dell alloggio dal parte dell ERAP. Il Comune si obbliga inoltre a sostenere le spese inerenti e conseguenti all esperimento di azioni giudiziarie volte alla tutela dei Suoi diritti ed interessi. Articolo 3 (Competenze dell ERAP) In dipendenza dell incarico conferitogli l ERAP dovrà provvedere: a) in nome proprio e per conto del Comune proprietario, alla stipula dei contratti di locazione relativi alle nuove assegnazioni; b) alla riscossione dei canoni di locazione; c) alla manutenzione ordinaria degli immobili, con esclusione di tutte quelle riparazioni che, ai sensi del vigente Regolamento per l Uso, manutenzione e miglioramento del patrimonio abitativo in gestione all ERAP, sono a carico dell inquilino, nonché alla loro manutenzione straordinaria periodica o non periodica, nell ambito dei programmi di intervento da concordare con il Comune proprietario, con esclusione di quella relativa ad interventi strutturali di tipo organico;

13 PAG d) all assicurazione degli immobili, per il loro totale valore (aggiornato periodicamente), contro i danni dell incendio e rischi accessori, nonché contro la responsabilità civile verso terzi, anche mediante subentro, in quanto possibile, nelle polizze che il Comune avesse in corso; e) all esercizio delle azioni giudiziarie occorrenti per la risoluzione dei contratti di locazione nei casi di morosità o, comunque, di inadempienza dei locatari a clausole contrattuali o regolamentari, nonché alla costituzione nei giudizi che avessero ad insorgere innanzi all Autorità Giudiziaria o Amministrativa in dipendenza dell attività svolta per l esecuzione dell incarico con il presente atto conferitogli, senza particolare preventiva autorizzazione da parte del Comune proprietario; le spese legali per il promuovimento di azioni giudiziarie diverse da quelle per il recupero della morosità, saranno a carico del Comune proprietario ed allo stesso addebitate da parte dell ERAP. Resta di esclusiva pertinenza del Comune proprietario l esercizio di ogni azione legale intesa a tutelare il suo diritto di proprietà in caso di atti lesivi da parte di utenti o di terzi, fatte salve le azioni possessorie che sono di competenza dell ERAP; f) al servizio di vigilanza amministrativa e tecnica degli immobili affidati in gestione, anche per quanto attiene alla tutela della proprietà; g) all esecuzione di ogni operazione presso i competenti uffici allo scopo di curare l accertamento e l eventuale aggiornamento al NCEU di ogni unità immobiliare affidata in gestione; h) al compimento, più in generale, di ogni atto comunque connesso con la gestione del rapporto contrattuale e con l utenza. In caso di alloggi ubicati in fabbricati comprendenti anche unità immobiliari di proprietà di terzi, l ERAP provvederà a compiere le necessarie azioni per tutelare i diritti del Comune proprietario nell ambito del condominio. Articolo 4 (Interventi di risanamento e ristrutturazione) Eventuali interventi di risanamento o di ristrutturazione degli immobili gestiti in forza della presente convenzione dovranno essere definiti dalle parti, nell ambito di appositi programmi da concordare, con la fissazione dei criteri di intervento e delle modalità di copertura dei conseguenti oneri finanziari. Articolo 5 ( Rinvio ) Le parti si danno atto che l ERAP stipulerà con i nuovi assegnatari degli alloggi il contratto di locazione secondo uno schema tipo, mentre con i conduttori dei locali eventualmente esistenti negli immobili gestiti si farà riferimento alle vigenti disposizioni di legge in materia, nonché alle condizioni di cui alla presente convenzione. Articolo 6 ( Decorrenza. Canoni locativi e rendicontazioni )

14 PAG La presente convenzione entra in vigore dalla data di stipula. Per l affidamento in gestione all ERAP di ulteriori alloggi ERP, le parti convengono che verrà stipulata una nuova convenzione, che sostituirà la presente, relativa alla totalità degli alloggi di proprietà del Comune in gestione all ERAP. La consistenza degli ulteriori alloggi affidati dovrà risultare da apposito verbale redatto in contraddittorio tra le parti, che dovrà evidenziare anche lo stato dei medesimi sotto il profilo della manutenzione e della conservazione. I canoni di locazione degli alloggi saranno determinati nel rispetto della vigente legislazione regionale in materia. La quota destinata al fondo per l Edilizia Residenziale Pubblica di cui all art. 6 L.R. n. 36/2005 e succ. mod. e int., viene rendicontata e versata alla Regione Marche. L ERAP trattiene dai proventi dei canoni locativi dell intero patrimonio ERP gestito, calcolati al netto della quota destinata al fondo per l Edilizia Residenziale Pubblica, le somme relative ai costi di amministrazione e manutenzione degli alloggi, nella misura annualmente stabilita dall Ente stesso. Eventuali somme residue relative al patrimonio gestito in forza della presente convenzione, al netto delle quote di ammortamento mutui da versare direttamente al Comune, vengono rendicontate alla Regione e al Comune proprietario ai sensi dell art. 20 sexiesdecies della L.R. n. 36/2005 e succ. mod. e int., per le finalità di competenza. In caso di insufficienza dei fondi versati al Comune per il pagamento delle rate di ammortamento mutui, il Comune provvede con risorse proprie su segnalazione dell ERAP. Ai fini del precedente comma: - il Comune si impegna a presentare in tempi brevi apposita situazione per consentire la tempestiva contabilizzazione dell ERAP; - l ERAP comunica al Comune le schede per il calcolo della quota proventi destinata al pagamento delle rate di ammortamento. Articolo 7 ( Morosità ) L ERAP provvederà ad esperire le necessarie azioni per il recupero della morosità relativa al pagamento dei canoni di locazione ovvero delle quote accessorie. Ove la morosità fosse determinata da accertato disagio economico dell utente, il Comune proprietario dovrà prestare la propria collaborazione per la promozione e/o ricerca di interventi di carattere assistenziale intesi a sanare la posizione debitoria degli interessati. All assegnatario che si renda moroso o comunque inadempiente al contratto o alla normativa regolante la gestione del patrimonio abitativo pubblico, si applicano le disposizioni vigenti in materia di Edilizia Residenziale Pubblica.

15 PAG Il recupero della morosità eventualmente esistente alla data di decorrenza della presente convenzione, resterà a carico del Comune proprietario; correlativamente resteranno di competenza dell ERAP gli atti necessari al recupero di eventuali crediti risultanti alla data di risoluzione della presente convenzione. Le spese legali sostenute dall ERAP per il recupero della morosità saranno a carico dell assegnatario moroso; nel caso in cui le azioni di recupero si rivelassero infruttuose, le spese legali sostenute dall ERAP saranno integralmente rimborsate dal Comune proprietario. Nel caso si renda necessario conferire ad un legale esterno l incarico di esperire opportune procedure non direttamente attivabili dall Ente, il Comune proprietario sarà chiamato ad esprimere il proprio parere in merito. Ugualmente saranno a carico del Comune proprietario le spese inerenti e conseguenti all instaurazione ed esecuzione dei procedimenti di sfratto. Qualora le azioni intraprese dall ERAP per il recupero della morosità si rivelassero infruttuose, e non fosse possibile fare ricorso ad interventi assistenziali, il Comune proprietario assumerà a proprio carico la corrispondente morosità. Articolo 8 (Adempimenti fiscali ) Eventuali imposte relative agli stabili affidati in gestione, se ed in quanto dovute, sono a carico del Comune proprietario. Articolo 9 ( Autogestione ) Per quanto riguarda la gestione dei servizi e delle parti comuni, l ERAP provvederà ad organizzare l autogestione ai sensi della vigente legislazione in materia. Articolo 10 ( Durata ) In applicazione della Legge Regionale n. 36 citata, che all art. 20 bis prevede l unificazione della gestione del patrimonio di Edilizia Residenziale Pubblica in capo agli EE.RR.AA.PP., la presente convenzione resterà in vigore a tempo indeterminato, fino all eventuale introduzione di un nuovo sistema legislativo. Articolo 11 ( Delega ) Il Comune, come sopra rappresentato, conferisce all ERAP delega ad intervenire in nome e per conto dello stesso Comune nelle riunioni di condominio degli stabili ove sono compresi gli alloggi affidati in gestione, con tutti i poteri conseguenti.

16 PAG Articolo 12 ( Foro competente ) A tutti gli effetti della presente convenzione, le parti convengono che il foro competente sia quello di Macerata e per la notifica degli atti eleggono domicilio come segue: il Comune proprietario nella propria sede Municipale di Macerata, e l ERAP nella sede del Presidio di Macerata, in Macerata Via Lorenzoni n Articolo 13 ( Norme finali ) La presente convenzione sarà sottoposta a registrazione solo in caso d uso e le relative spese saranno, in tale ipotesi, ad esclusivo carico della parte inadempiente. La presente convenzione sostituisce quella precedentemente stipulata ai sensi dell art. 76 della L.R. n. 44/1997. Letto, approvato e sottoscritto. Macerata, li Ai sensi e per gli effetti degli artt e 1342 del Codice Civile, le parti dichiarano di aver preso visione dell art. 12 della presente convenzione (Foro competente) e di approvarlo specificatamente. COMUNE DI MACERATA IL DIRIGENTE DEI SERVIZI ALLA PERSONA (Dott. Gianluca Puliti) ERAP DELLE MARCHE PRESIDIO PROVINCIALE DI MACERATA Il Responsabile del Servizio Amministrazione (Dott. Daniele Staffolani)

17 Letto, approvato e sottoscritto. Il Sindaco F.to Carancini Romano Il Segretario Generale F.to Dott. Giovanni Montaccini CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE Si certifica che il presente atto è affisso all Albo Pretorio di questo Comune in data odierna per quindici giorni consecutivi. Macerata, 13/02/2015 IL SEGRETARIO GENERALE F.to Dott. Giovanni Montaccini Il presente atto è esecutivo: CERTIFICATO DI ESECUTIVITA [] Dopo il decimo giorno dalla data di pubblicazione sopra indicata. [X] Lo stesso giorno in cui l atto è adottato. Macerata, 13/02/2015 IL SEGRETARIO GENERALE F.to Dott. Giovanni Montaccini La presente copia, in carta libera per uso amministrativo e d ufficio è conforme all originale. Macerata, 13/02/2015 IL SEGRETARIO GENERALE Dott. Giovanni Montaccini INVIO ATTI Servizio del Segretario Generale Servizio Servizi al cittadino e all impresa Servizio Servizi Finanziari e del Personale Servizio Servizi Tecnici Servizio Cultura e rapporti con Istituzione Macerata Cultura Biblioteca e Musei Servizio Servizi alla Persona Servizio Polizia Municipale Istituzione Macerata Cultura Biblioteca e Musei Ambito Territoriale Sociale n. 15

COMUNE DI CATTOLICA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA DELLA PROVINCIA DI RIMINI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI IMMOBILI AD USO

COMUNE DI CATTOLICA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA DELLA PROVINCIA DI RIMINI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI IMMOBILI AD USO COMUNE DI CATTOLICA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA DELLA PROVINCIA DI RIMINI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI IMMOBILI AD USO ABITATIVO NON COMPRESI NELL E.R.P. Il giorno. del mese di dell anno 2013 TRA Il

Dettagli

L anno duemilaquindici addì venticinque del mese di marzo in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 11:25

L anno duemilaquindici addì venticinque del mese di marzo in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 11:25 PAG. 1 1 OGGETTO: Adesione al progetto biennale di formazione e progettazione partecipata finalizzato alla realizzazione di interventi di valorizzazione degli spazi verdi dei Nidi d Infanzia del Comune

Dettagli

OGGETTO: Nuove modalità riscossione buoni pasto servizio mense scolastiche. Linee di indirizzo.

OGGETTO: Nuove modalità riscossione buoni pasto servizio mense scolastiche. Linee di indirizzo. PAG. 1 1 OGGETTO: Nuove modalità riscossione buoni pasto servizio mense scolastiche. Linee di indirizzo. L anno duemilaquindici addì venticinque del mese di febbraio in Macerata e nella sede Municipale,

Dettagli

OGGETTO: Fabbricato via Roma, 395. Proposta per pagamento quote condominiali spese di pulizia e lavori autorimesse.

OGGETTO: Fabbricato via Roma, 395. Proposta per pagamento quote condominiali spese di pulizia e lavori autorimesse. PAG. 1 1 OGGETTO: Fabbricato via Roma, 395. Proposta per pagamento quote condominiali spese di pulizia e lavori autorimesse. L anno duemilaquattordici addì quindici del mese di gennaio in Macerata e nella

Dettagli

L anno duemilatredici addì undici del mese di dicembre in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 10:00

L anno duemilatredici addì undici del mese di dicembre in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 10:00 PAG. 1 1 OGGETTO: Atto di citazione in appello innanzi alla Corte di Appello di Ancona promosso dal Ministero dell Istruzione e Ricerca - Circolo Didattico via Panfilo di Macerata. Costituzione in giudizio

Dettagli

L anno duemilaquindici addì ventinove del mese di aprile in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 13:35

L anno duemilaquindici addì ventinove del mese di aprile in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 13:35 PAG. 1 1 OGGETTO: Approvazione di una convenzione quadro con l Università di Macerata finalizzata alla promozione e allo sviluppo di attività culturali e formative legate al master AFAT. L anno duemilaquindici

Dettagli

L anno duemiladodici, addì quindici del mese di febbraio in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 11,00

L anno duemiladodici, addì quindici del mese di febbraio in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 11,00 PAG. 1 OGGETTO: Prospettata vendita a terzi delle unità immobiliari realizzate in regime di edilizia convenzionata nell area sita in Via Falcone n 32 - Lottizzazione LE VERGINI Lotto n 21 - Attuale proprietario

Dettagli

OGGETTO: Piano per l innovazione e l informatizzazione. Provvedimenti anno 2013.

OGGETTO: Piano per l innovazione e l informatizzazione. Provvedimenti anno 2013. PAG. 1 1 OGGETTO: Piano per l innovazione e l informatizzazione. Provvedimenti anno 2013. L anno duemilatredici addì tre del mese di ottobre in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 10:20 Convocata

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI IN REGISTRO SCRITTURE PRIVATE N REP. N. L anno duemila, il giorno del mese di, in Novate Milanese presso e

Dettagli

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 41

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 41 Estratto web C O M U N E D I C A V A G N O L O P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 41 OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Dipartimento dell organizzazione Giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione Generale delle risorse materiali, dei beni e dei servizi Schema di contratto di locazione dell

Dettagli

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese

L Istituto di Credito con sede in Via iscritto al Registro delle Imprese ALLEGATO 1 CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO DI CASSA tra L Associazione Pistoia Futura Laboratorio per la Programmazione Strategica della Provincia di Pistoia, con sede in Pistoia Piazza San

Dettagli

O P E R A R O M A N I

O P E R A R O M A N I O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 4

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 A) LOCATORE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 COGNOME E NOME, nato a Luogo (CO) in data data e residente in Luogo(CO), Indirizzo e n. civico, C.F. Se società:

Dettagli

L anno duemilaquindici addì ventisette del mese di maggio in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 11:00

L anno duemilaquindici addì ventisette del mese di maggio in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 11:00 PAG. 1 1 OGGETTO: Adesione al Polo di Conservazione Marche DigiP. Approvazione convenzione tra la Regione Marche ed il Comune di Macerata per i servizi di conservazione dei documenti informatici. L anno

Dettagli

CONVENZIONE. per la disciplina delle operazioni di delegazione di pagamento di cui al D.P.R. 180/1950 Il giorno del mese di dell anno 2015 in Firenze

CONVENZIONE. per la disciplina delle operazioni di delegazione di pagamento di cui al D.P.R. 180/1950 Il giorno del mese di dell anno 2015 in Firenze CONVENZIONE per la disciplina delle operazioni di delegazione di pagamento di cui al D.P.R. 180/1950 Il giorno del mese di dell anno 2015 in Firenze TRA - L Azienda Regionale per il Diritto allo Studio

Dettagli

OGGETTO: Partecipazione in qualità di partner al progetto Switch2cloud. Programma Quadro Competitività ed innovazione

OGGETTO: Partecipazione in qualità di partner al progetto Switch2cloud. Programma Quadro Competitività ed innovazione PAG. 1 OGGETTO: Partecipazione in qualità di partner al progetto Switch2cloud. Programma Quadro Competitività ed innovazione L anno duemilatredici addì otto del mese di maggio in Macerata e nella sede

Dettagli

95 00146 1.750,00 07456230585 620609 R.E.A. C.F.

95 00146 1.750,00 07456230585 620609 R.E.A. C.F. REGOLAMENTO INTERNO della FUTURHAUS Società Cooperativa Edilizia a r.l. Sede in Roma Lungotevere di Pietra Papa, 95 00146 Capitale Sociale versato e sottoscritto Euro 1.750,00 Iscritta al n. 07456230585

Dettagli

COMUNE DI SAN SALVO. Provincia di Chieti VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

COMUNE DI SAN SALVO. Provincia di Chieti VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE COMUNE DI SAN SALVO Provincia di Chieti UNO DEI 100 COMUNI DELLA PICCOLA GRANDE ITALIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE Data 13/01/2014 N. 2 OGGETTO: INCENTIVI PER LA RISTRUTTURAZIONE DELLE

Dettagli

Schema di CONVENZIONE

Schema di CONVENZIONE Schema di CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI NEMBRO E LA SOCIETA SERIO SERVIZI AMBIENTALI S.R.L. PER LA REALIZZAZIONE DEI SEGUENTI IMPIANTI FOTOVOLTAICI: - IMPIANTO FOTOVOLTAICO SULLA SCUOLA PRIMARIA DEL CENTRO;

Dettagli

DELLA GIUNTA COMUNALE

DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE COMUNE DI FAUGLIA Provincia di Pisa VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.144 10.11.2012 OGGETTO: FUNZIONI AMMINISTRATIVE IN MATERIA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGI. CONVENZIONE CON APES SCPA

Dettagli

REGOLAMENTO TIPO PER L AUTOGESTIONE DEI SERVIZI ACCESSORI E DEGLI SPAZI COMUNI RELATIVI AGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ART.

REGOLAMENTO TIPO PER L AUTOGESTIONE DEI SERVIZI ACCESSORI E DEGLI SPAZI COMUNI RELATIVI AGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ART. REGOLAMENTO TIPO PER L AUTOGESTIONE DEI SERVIZI ACCESSORI E DEGLI SPAZI COMUNI RELATIVI AGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA ART.1 ( Oggetto dell autogestione ) Gli assegnatari in locazione semplice

Dettagli

COMUNE DI CASALNOCETO Provincia di Alessandria DELIBERAZIONE N. 21 *********** COPIA

COMUNE DI CASALNOCETO Provincia di Alessandria DELIBERAZIONE N. 21 *********** COPIA COMUNE DI CASALNOCETO Provincia di Alessandria DELIBERAZIONE N. 21 *********** COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE del giorno 27 Agosto 2014 OGGETTO: INCARICO LEGALE PER RECUPERO CREDITI

Dettagli

Regolamento per l autogestione dei servizi accessori da parte degli utenti di alloggi di E.R.P.

Regolamento per l autogestione dei servizi accessori da parte degli utenti di alloggi di E.R.P. Regolamento per l autogestione dei servizi accessori da parte degli utenti di alloggi di E.R.P. Le norme contenute nel presente regolamento disciplinano le autogestioni dei servizi accessori, degli spazi

Dettagli

L anno duemilaquindici addì sei del mese di maggio in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 17:00

L anno duemilaquindici addì sei del mese di maggio in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 17:00 PAG. 1 1 OGGETTO: Concessione patrocinio comunale e uso gratuito del Teatro Lauro Rossi all ASD RAINBOW, all ASD El Duende Centro Danza, all Associazione Centro Danza Carillon. Concessione patrocinio comunale

Dettagli

Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007.

Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007. ALLEGATO 1 Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007. L anno il giorno del mese di in Roma, con la presente

Dettagli

COMUNE DI TRESCORE CREMASCO PROVINCIA DI CREMONA

COMUNE DI TRESCORE CREMASCO PROVINCIA DI CREMONA COPIA COMUNE DI TRESCORE CREMASCO PROVINCIA DI CREMONA DELIBERAZIONE N. 5 Adunanza del 30.01.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: CONVENZIONE PER LO SVOLIMENTO DI ATTIVITA' DI VOLONTARIATO.

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA AREA PROGRAMMAZIONE E GESTIONE TERRITORIO COPIA DETERMINAZIONE N. 289 del 31/12/2009 OGGETTO APPROVAZIONE DISCIPLINARE D'INCARICO PER LA REDAZIONE DI

Dettagli

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 106

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 106 O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 106

Dettagli

COMUNE DI SASSARI. Settore Politiche della Casa REGOLAMENTO

COMUNE DI SASSARI. Settore Politiche della Casa REGOLAMENTO COMUNE DI SASSARI Settore Politiche della Casa REGOLAMENTO SULLA GESTIONE DELLA PERDITA E DELLA MANCANZA DI REQUISITI PER LA CONDUZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (E.R.P.) DI PROPRIETA

Dettagli

COMUNE DI SAN BONIFACIO Provincia di Verona

COMUNE DI SAN BONIFACIO Provincia di Verona DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 107 DEL 15/12/2008 OGGETTO: APPROVAZIONE SCHEMA CONTRATTO DI LOCAZIONE CON ATER VERONA DI PARTE DELL IMMOBILE SITO IN SAN BONIFACIO CORSO ITALIA 12. LA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

L anno duemiladodici, addì ventuno del mese di novembre in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 10,00

L anno duemiladodici, addì ventuno del mese di novembre in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 10,00 PAG. 1 OGGETTO: Attuazione degli interventi, da parte della S.S. MACERATESE srl, rispettivamente, di istallazione di impianto fotovoltaico sopra le pensiline a copertura del parcheggio nonché di rifacimento

Dettagli

COMUNE DI PALERMO Settore Risorse Immobiliari Servizio Fitti

COMUNE DI PALERMO Settore Risorse Immobiliari Servizio Fitti COMUNE DI PALERMO Settore Risorse Immobiliari Servizio Fitti Regolamento per l autogestione degli alloggi E.R.P. e dei relativi servizi accessori e degli impianti e degli spazi comuni condominiali in edifici

Dettagli

COMUNE di RIPARBELLA

COMUNE di RIPARBELLA COMUNE di RIPARBELLA Provincia di Pisa VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Seduta del 13 Dicembre 2013 Verbale n. 43 COPIA OGGETTO: Progetto Vigilanza scolastica anno 2014. Approvazione progetto-

Dettagli

REGOLAMENTO AUTOGESTIONE DEGLI ALLOGGI E DEI SERVIZI

REGOLAMENTO AUTOGESTIONE DEGLI ALLOGGI E DEI SERVIZI REGOLAMENTO AUTOGESTIONE DEGLI ALLOGGI E DEI SERVIZI Regolamento per la gestione autonoma dei servizi in applicazione della Legge regionale n. 22/2001 art. 22, 23 e 24 e della Delibera del Consiglio A.T.C.

Dettagli

COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) SERVIZIO LAVORI PUBBLICI. DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO n. 251 del 05/10/2013

COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) SERVIZIO LAVORI PUBBLICI. DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO n. 251 del 05/10/2013 COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) ORIGINALE SERVIZIO LAVORI PUBBLICI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO n. 251 del 05/10/2013 OGGETTO Servizio tecnico di supporto nelle attività

Dettagli

RAPPRESENTANZA LEGALE IN GIUDIZIO DEL COMUNE DI. CALCIANO DINANZI AL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA II Sez.

RAPPRESENTANZA LEGALE IN GIUDIZIO DEL COMUNE DI. CALCIANO DINANZI AL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA II Sez. CONVENZIONE OGGETTO: DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE PER IL PATROCINIO E LA RAPPRESENTANZA LEGALE IN GIUDIZIO DEL COMUNE DI CALCIANO DINANZI AL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA II Sez.

Dettagli

CONVENZIONE. premesso che

CONVENZIONE. premesso che Schema di convenzione- tipo per contratti di finanziamento CONVENZIONE L Università degli Studi di Roma La Sapienza (codice fiscale 80209930587) di seguito Amministrazione, nella persona di., nato il...

Dettagli

COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce

COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce Piazza Terra 73040 0833.902711 www.comune.alliste.le.it DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 1 DEL 19/01/2015 OGGETTO: CONFERIMENTO INCARICO LEGALE PER RECUPERO CREDITI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AUTOGESTIONE DEI SERVIZI ACCESSORI E DEGLI SPAZI COMUNI DA PARTE DEGLI ASSEGNATARI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

REGOLAMENTO PER L AUTOGESTIONE DEI SERVIZI ACCESSORI E DEGLI SPAZI COMUNI DA PARTE DEGLI ASSEGNATARI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA REGOLAMENTO PER L AUTOGESTIONE DEI SERVIZI ACCESSORI E DEGLI SPAZI COMUNI DA PARTE DEGLI ASSEGNATARI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Sede centrale: Vicolo Grossardi, 16/A - 43100 Parma tel. 0521-215111

Dettagli

COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA. Ufficio Segreteria. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Dichiarata immediatamente eseguibile COPIA

COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA. Ufficio Segreteria. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Dichiarata immediatamente eseguibile COPIA COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA Ufficio Segreteria Codice Ente 10332 ANNO 2012 DELIBERAZIONE N.41 del 30/06/2012 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Dichiarata immediatamente eseguibile

Dettagli

Schema di CONVENZIONE

Schema di CONVENZIONE Schema di CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI NEMBRO E LA SOCIETA SERIO SERVIZI AMBIENTALI S.R.L. PER LA REALIZZAZIONE DEI SEGUENTI IMPIANTI FOTOVOLTAICI: - IMPIANTO FOTOVOLTAICO SULLA SCUOLA DELL INFANZIA; L

Dettagli

COMUNE DI MESE Provincia di Sondrio

COMUNE DI MESE Provincia di Sondrio COPIA COMUNE DI MESE Provincia di Sondrio N 38 registro delibere DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Oggetto: Servizio di segreteria comunale. Approvazione del nuovo schema di Convenzione fra i Comuni

Dettagli

COMUNE DI OCCHIOBELLO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Deliberazione n. 120 del 26/06/2015

COMUNE DI OCCHIOBELLO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Deliberazione n. 120 del 26/06/2015 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione n. 120 del 26/06/2015 OGGETTO: ASSEGNAZIONE ALLOGGIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA IN EMERGENZA ABITATIVA L anno duemilaquindici addì ventisei

Dettagli

COMUNE DI TAIBON AGORDINO Provincia di Belluno

COMUNE DI TAIBON AGORDINO Provincia di Belluno COMUNE DI TAIBON AGORDINO Provincia di Belluno COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 58 del 16.07.2015 OGGETTO: Contratto di locazione commerciale di un immobile di proprietà del Comune

Dettagli

N. 6 23.01. LA GIUNTA COMUNALE

N. 6 23.01. LA GIUNTA COMUNALE N. 6 del 23.01.2006 OGGETTO: AFFIDAMENTO SERVIZI DI ASSISTENZA ESPLETAMENTO PRATICHE E RELATIVE CERTIFICAZIONI PER L OTTENIMENTO DI PROVVIDENZE ASSISTENZIALI. LA GIUNTA COMUNALE VISTO il D. Lgs. 31 marzo

Dettagli

OGGETTO: Partecipazione all iniziativa ZERO EMISSION DAY nell ambito del progetto City_SEC.

OGGETTO: Partecipazione all iniziativa ZERO EMISSION DAY nell ambito del progetto City_SEC. PAG. 1 OGGETTO: Partecipazione all iniziativa ZERO EMISSION DAY nell ambito del progetto City_SEC. L anno duemilaundici, addì due del mese di marzo in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 9,00 Convocata

Dettagli

SCHEMA DISCIPLINARE INCARICO

SCHEMA DISCIPLINARE INCARICO 1 SCHEMA DISCIPLINARE INCARICO Allegato B) COMUNE DI TRIESTE N. Cod. Fisc. e Part. IVA 00210240321 Area Cultura e Sport Civici Musei di Storia ed Arte Rep./Racc. n Prot. n OGGETTO: Contratto di collaborazione

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE Con la presente scrittura privata: il locatore Comune di Cairate con sede in Cairate (Va), Piazza Libertà n 7,codice fiscale 00309270122, nella persona di., nato a il

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO AGENZIA PER L AFFITTO. Art. 1 Soggetto attuatore

REGOLAMENTO ATTUATIVO AGENZIA PER L AFFITTO. Art. 1 Soggetto attuatore REGOLAMENTO ATTUATIVO AGENZIA PER L AFFITTO Art. 1 Soggetto attuatore Soggetto attuatore del progetto, è Casa e Provincia Spa, che metterà a disposizione le proprie competenze acquisite nello svolgimento

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA AREA PROGRAMMAZIONE E GESTIONE TERRITORIO COPIA DETERMINAZIONE N. 101 del 17/09/2012 OGGETTO AFFIDAMENTO INCARICO PER LA REDAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE

Dettagli

OGGETTO: Appalto servizi assicurativi. Presa d atto esiti procedure di gara. Provvedimenti.

OGGETTO: Appalto servizi assicurativi. Presa d atto esiti procedure di gara. Provvedimenti. PAG. 1 OGGETTO: Appalto servizi assicurativi. Presa d atto esiti procedure di gara. Provvedimenti. L anno duemilanove, addì sette del mese di ottobre in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 10,00

Dettagli

Ufficio competente:servizio AUTOGESTIONI E CONDOMINI

Ufficio competente:servizio AUTOGESTIONI E CONDOMINI AUTOGESTIONE COSTITUZIONE E FUNZIONAMENTO Ufficio competente:servizio AUTOGESTIONI E CONDOMINI Definizione: L AUTOGESTIONE, regolarmente costituita dagli assegnatari ATER, è un soggetto giuridico autonomo

Dettagli

C O M U N E D I M A N T O V A LA GIUNTA COMUNALE

C O M U N E D I M A N T O V A LA GIUNTA COMUNALE COPIA C O M U N E D I M A N T O V A SEGRETERIA GENERALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 2 Reg. Deliberazioni N. 23232/2014 di Prot. G. OGGETTO: Definizione dei servizi affidati ad ASTER

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA AREA PROGRAMMAZIONE E GESTIONE TERRITORIO COPIA DETERMINAZIONE N. 102 del 17/09/2012 OGGETTO INCARICO PROFESSIONALE PER LA REDAZIONE DI RELAZIONI TECNICHE

Dettagli

OGGETTO: Adesione al progetto regionale La donazione organi come tratto identitario.

OGGETTO: Adesione al progetto regionale La donazione organi come tratto identitario. PAG. 1 1 OGGETTO: Adesione al progetto regionale La donazione organi come tratto identitario. L anno duemilaquindici addì ventitre del mese di settembre in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 12:10

Dettagli

OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal.

OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal. SCHEMA DI CONTRATTO allegato sub E) OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal. IMPRESA: (denominazione e codice

Dettagli

Contratto di locazione ad uso non abitativo. L anno duemilasette il giorno 03 del mese di maggio a Borgio Verezzi presso

Contratto di locazione ad uso non abitativo. L anno duemilasette il giorno 03 del mese di maggio a Borgio Verezzi presso Contratto di locazione ad uso non abitativo L anno duemilasette il giorno 03 del mese di maggio a Borgio Verezzi presso la Sede Comunale tra Per un parte il sig. Terragno Roberto nato il 19.11.1958 a Finale

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE. N. 20 del 31/01/2015. Oggetto: Assunzione impegno di spesa per emissione bollettazione TARI anno 2014. CIG.

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE. N. 20 del 31/01/2015. Oggetto: Assunzione impegno di spesa per emissione bollettazione TARI anno 2014. CIG. Repubblica Italiana CITTÀ DI MAZARA DEL VALLO Settore : 2 Gestione delle Risorse Servizio : Entrate e Tributi Ufficio : Tari DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE INDIVIDUATO CON DETERMINAZIONE DEL SINDACO N. 177

Dettagli

CITTA' DI PIAZZA ARMERINA PROVINCIA DI ENNA

CITTA' DI PIAZZA ARMERINA PROVINCIA DI ENNA CITTA' DI PIAZZA ARMERINA PROVINCIA DI ENNA 1 Settore - Segreteria ed Affari Generali Determina n. 10052 del 12.02.2009 Oggetto: Affidamento del servizio di BROKERAGGIO ASSICURATIVO. Vista la deliberazione

Dettagli

CONVENZIONE. premesso che

CONVENZIONE. premesso che Allegato A CONVENZIONE....... (codice fiscale.. ), di seguito Amministrazione, nella persona di., nato il... a., in qualità di.. e.... con sede legale in..... (codice fiscale.... e iscrizione all albo

Dettagli

COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce

COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce Piazza Terra 73040 0833.902711 www.comune.alliste.le.it DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 64 DEL 18/06/2015 OGGETTO: ATTIVITA' LEGALE NELLA PROCEDURA DI RECUPERO

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE Premessa Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via pervenuto al Comune di Palermo giusta confisca ex L. 575/65 e succ. mod. ed integr. in pregiudizio

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 151 del 03.12.2015 Oggetto: ACCESSO AL FONDO DI LIQUIDITA PER ASSICURARE IL PAGAMENTO DEI DEBITI DEGLI ENTI LOCALI

Dettagli

TRA PREMESSO, a formare parte integrante e sostanziale del presente atto,

TRA PREMESSO, a formare parte integrante e sostanziale del presente atto, ACCORDO DI PROGRAMMA TRA IL COMUNE DI AOSTA, LA REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA E L AZIENDA REGIONALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA VALLE D AOSTA (A.R.E.R.) PER L AFFIDAMENTO ALL A.R.E.R DELLA GESTIONE

Dettagli

Città di Portogruaro

Città di Portogruaro Città di Portogruaro Provincia di Venezia ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Seduta N 16 Delibera N 47 del 03/04/2013 OGGETTO: Presa d atto del mancato pagamento della rata del mutuo

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER. IMMOBILE AD USO COMMERCIALE (art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978)

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER. IMMOBILE AD USO COMMERCIALE (art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978) CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILE AD USO COMMERCIALE (art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978) L anno duemiladodici (2012), il giorno ( ) del mese di.., in Santa Fiora (GR), tra: Maurizio ONOFRI,

Dettagli

CONVENZIONE PER L'UTILIZZO DI IMMOBILI PER INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ALL'INTERNO DEL NUOVO CENTRO NATATORIO

CONVENZIONE PER L'UTILIZZO DI IMMOBILI PER INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ALL'INTERNO DEL NUOVO CENTRO NATATORIO CONVENZIONE PER L'UTILIZZO DI IMMOBILI PER INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ALL'INTERNO DEL NUOVO CENTRO NATATORIO Tra le sottoscritte parti: CASALE SPORTIVA SRL, con sede in Mirandola (MO), Via

Dettagli

Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (l.r. 8/2014)

Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (l.r. 8/2014) Provincia Regionale di Caltanissetta ora Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta (l.r. 8/2014) DELIBERA COMMISSARIALE ORIGINALE Seduta del 04/06/ 2014 n. 96 del Registro deliberazioni OGGETTO: Concessione,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 118 del 19/05/2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE IN USO DELL ALLOGGIO E DEL GARAGE SITI IN VIA CORRIDONI

Dettagli

TRA. - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede

TRA. - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede CONTRATTO DI LOCAZIONE L anno duemila e questo dì del mese di in Firenze CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA FATTA IN TRE ORIGINALI TRA - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice

Dettagli

COMUNE DI GALLARATE PROVINCIA DI VARESE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 24 DEL 03/03/2014

COMUNE DI GALLARATE PROVINCIA DI VARESE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 24 DEL 03/03/2014 COMUNE DI GALLARATE PROVINCIA DI VARESE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 24 DEL 03/03/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ED AFFIDAMENTO AI DIRIGENTI DEL PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014-2016. L anno duemilaquattordici,

Dettagli

C I T T A di S A R Z A N A

C I T T A di S A R Z A N A C I T T A di S A R Z A N A Provincia della Spezia A R E A 1 S E R V I Z I I N T E R N I Servizio Economato Provveditorato Patrimonio e Gare D E T E R M I N A Z I O N E N. 331 DEL 27.11.2013 Oggetto: Affidamento

Dettagli

COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce

COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce Piazza Terra 73040 0833.902711 www.comune.alliste.le.it DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 112 DEL 21/10/2013 OGGETTO: ART. 14 LEGGE REGIONALE N. 54/84 RISERVA

Dettagli

Città di Ugento Provincia di Lecce

Città di Ugento Provincia di Lecce Copia Città di Ugento Provincia di Lecce DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE Settore 1 - Affari Generali e Istituzionali N. 1665 Registro Generale DEL 05/12/2013 N. 885 Registro del Settore DEL 03/12/2013

Dettagli

L anno il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste.

L anno il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste. COMUNE DI TRIESTE N. Cod. Fisc. e Part. IVA 00210240321 Rep. n Area Risorse Economiche-Finanziarie e di Sviluppo Economico Prot. n OGGETTO: Affidamento servizio di assistenza tecnica in relazione alla

Dettagli

TRA la Regione Lazio (d ora in poi denominata Regione), con sede in Roma Via Cristoforo Colombo 212,C.F. 80143490581, rappresentata dal E

TRA la Regione Lazio (d ora in poi denominata Regione), con sede in Roma Via Cristoforo Colombo 212,C.F. 80143490581, rappresentata dal E ALLEGATO A Schema di Convenzione per la gestione del Fondo di rotazione per la realizzazione di programmi pluriennali di edilizia residenziale agevolata di cui all art. 82 della Lr n. 8/2002 e successive

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 15 del 19/02/2015

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 15 del 19/02/2015 CODICE ENTE 012022 COPIA ALBO ON LINE COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA PROVINCIA DI VARESE Via Bernardino Luini n. 6; C.A.P. 21030; TEL.: 0332 575103 -FAX: 0332576443 E-MAIL: combrissago@comune.brissago-valtravaglia.va.it

Dettagli

DISCIPLINARE DI INCARICO

DISCIPLINARE DI INCARICO Regione Autonoma Friuli - Venezia Giulia ENTE PARCO NATURALE DELLE PREALPI GIULIE DISCIPLINARE DI INCARICO PER IL C OORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN F ASE DI ESECUZI ONE, PER I LAVORI DI REALIZZAZI ONE

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER INCARICO LEGALE TRA. - Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale Pubblica della Provincia di

SCHEMA DI CONVENZIONE PER INCARICO LEGALE TRA. - Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale Pubblica della Provincia di AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DELLA PROVINCIA DI LATINA *** SCHEMA DI CONVENZIONE PER INCARICO LEGALE TRA - Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale Pubblica della Provincia

Dettagli

COMUNE DI OTTOBIANO PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE DI OTTOBIANO PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI OTTOBIANO PROVINCIA DI PAVIA COPIA DELIBERAZIONE N. 3 in data: 04.02.2015 Soggetta invio capigruppo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE TRA I COMUNI

Dettagli

N. 18/14 del 30 giugno 2014

N. 18/14 del 30 giugno 2014 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE N. 18/14 del 30 giugno 2014 OGGETTO: INCARICO DI RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE R S P

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO COPIA Reg. Pubbl. N. Data Deliberazione N. 43 Del 28-02-2012 CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: Individuazione criteri per l'accesso agli

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

L anno duemiladieci, addì diciannove del mese di maggio in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 18,00

L anno duemiladieci, addì diciannove del mese di maggio in Macerata e nella sede Municipale, alle ore 18,00 PAG. 1 OGGETTO: Piano di ricostruzione del Comune di Macerata. Intervento 3-Galleria passante Fontescodella. Tribunale di Macerata procedimento penale R.G. N.R. 1094/07. Costituzione parte civile e incarico

Dettagli

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE DELIBERAZIONE del 30 novembre 2006 COVIP COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Regolamento recante le procedure relative agli adeguamenti delle forme pensionistiche complementari al decreto legislativo

Dettagli

COMUNE DI VILLAREGGIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI VILLAREGGIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA ALBO COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 24 OGGETTO : PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DEL FABBISOGNO DI PERSONALE PER IL TRIENNIO 2014-2016 L anno

Dettagli

Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA

Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA CONVENZIONE CON ISTITUTI DI CREDITO Tra: Sviluppo Lazio S.p.A. (di seguito Sviluppo

Dettagli

COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani

COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani Oggetto: convenzione disciplinante modalità per la concessione di finanziamenti ai dipendenti da parte di banche ed intermediari finanziari con delegazione convenzionale.

Dettagli

CONVENZIONE. Visti. Premesso

CONVENZIONE. Visti. Premesso CONVENZIONE L anno il giorno del mese di, in Palermo, nella sede di Via ; tra RAP spa Risorse Ambiente Palermo- (cod. fiscale 06232420825), di seguito Azienda, con sede in Piazzetta Cairoli Palermo, rappresentata

Dettagli

OGGETTO: Disposizioni per la frequenza Centri Diurni per disabili e per l attivazione borse lavoro socio-assistenziali.

OGGETTO: Disposizioni per la frequenza Centri Diurni per disabili e per l attivazione borse lavoro socio-assistenziali. PAG. 1 OGGETTO: Disposizioni per la frequenza Centri Diurni per disabili e per l attivazione borse lavoro socio-assistenziali. L anno duemiladieci, addì quattordici del mese di luglio in Macerata e nella

Dettagli

ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA. Casa di Riposo Comm. A. Michelazzo di Sossano Provincia di Vicenza

ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA. Casa di Riposo Comm. A. Michelazzo di Sossano Provincia di Vicenza COPIA Reg. Pubb. n. Letto approvato e sottoscritto IL PRESIDENTE Fto FAEDO ANTONIO ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA I MEMBRI IL SEGRETARIO DIRETTORE F.to BOSCARO FEDERICA Fto Consigliere

Dettagli

COMUNE DI OTTOBIANO PROVINCIA DI PAVIA

COMUNE DI OTTOBIANO PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI OTTOBIANO PROVINCIA DI PAVIA COPIA DELIBERAZIONE N. 3 in data: 14.01.2014 Soggetta invio capigruppo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: RINNOVO INCARICO DI BROCHERAGGIO ASSICURATIVO

Dettagli

SETTORE TECNICO SERVIZIO LL.PP.

SETTORE TECNICO SERVIZIO LL.PP. ORIGINALE COPIA COMUNE DI ROTA D IMAGNA P R O V I N C I A D I B E R G A M O SETTORE TECNICO SERVIZIO LL.PP. DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N. 15 DEL 30.03.2015 OGGETTO: PRESTAZIONI ATTINENTI

Dettagli

COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce

COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce COMUNE DI ALLISTE Provincia di Lecce Piazza Terra 73040 0833.902711 www.comune.alliste.le.it DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 94 DEL 31/07/2015 OGGETTO: ATTIVITA' LEGALE NELLA PROCEDURA DI RECUPERO

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL UNITA IMMOBILIARE DI

CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL UNITA IMMOBILIARE DI ALLEGATO A Schema contratto di locazione Rep. n. COMUNE DI SARONNO PROVINCIA DI VARESE CONTRATTO DI LOCAZIONE DELL UNITA IMMOBILIARE DI PROPRIETA COMUNALE SITA IN VIA VERDI N. 7 TRA Il Comune di Saronno

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 185 del 28.09.2012 Oggetto: Bando per la concessione in locazione dei locali commerciali n. 10 e 11, 12,13 e 14, nonché

Dettagli

AZIENDA U.L.SS "Alto Vicentino"

AZIENDA U.L.SS Alto Vicentino AZIENDA U.L.SS SS. n. 4 "Alto Vicentino" Via Rasa, 9-36016 Thiene (VI) N. 898/2013 di reg. DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Con l'assistenza dei signori: In data: 31/10/2013 Direttore Amministrativo

Dettagli

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011 Filiale Emilia Romagna ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO Rep. n /Atti Privati del 2011 L anno 2011 addì del mese di, presso la sede dell Agenzia del Demanio Filiale Emilia Romagna

Dettagli