CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P COD. FISC.: VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE"

Transcript

1 CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P COD. FISC.: COPIA Verbale letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to ALEXANDRE GALIOTTO IL SEGRETARIO GENERALE f.to STEFANIA DI CINDIO In pubblicazione all Albo Pretorio per quindici giorni consecutivi 14/11/2012. dal f.to IL SEGRETARIO GENERALE Copia conforme all originale ad uso amministrativo. Lì, N. 68 del Reg. Delib. VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: ADOZIONE VARIANTE 3 AL PIANO DEGLI INTERVENTI, AI SENSI DELL ART. 18 DELLA L.R. N. 11/2004 E RECEPIMENTO ACCORDI EX ART. 6 L.R. 11/2004 L anno 2012, il giorno 25 del mese di Ottobre alle ore 20:00, nella Sala delle Adunanze si è riunito, in seconda convocazione, il Consiglio Comunale. Risultano presenti i seguenti consiglieri comunali: Consigliere Presente Consigliere Presente GIORGIO GENTILIN SI FRIGHETTO STEFANO AG ALEXANDRE GALIOTTO SI GENTILIN ENRICO SI ANZOLIN STEFANO AG MODINI EDOARDO AG BALDISSEROTTO MAURIZIO SI PELLIZZARI ANDREA SI COLASANTO MICHELE AG PERETTI LORELLA AG CONSOLARO CLAUDIO AG POZZER GIORGIO AG DAL CEREDO GUGLIELMO SI POZZER ROMINA AG DAL LAGO VALERIA SI REPELE ERIKA SI DAL MASO ATTILIO SI RONCOLATO GIORGIO A DE SANCTIS ANTONIO AG ZORZIN MADDALENA SI FRACASSO STEFANO AG Risultano inoltre presenti i seguenti assessori: Assessore Presente BEVILACQUA ALESSIA N BRUTTOMESSO MICHELE N FRIGO ANGELO N MARCHEZZOLO BEATRICE S MARCIGAGLIA ENRICO N PIEROPAN MATTIA N ZANELLA UMBERTO S Assiste alla seduta il Segretario Generale Dr. STEFANIA DI CINDIO. Il Presidente ALEXANDRE GALIOTTO, riconosciuta legale l adunanza, invita il Consiglio a deliberare sull oggetto sopraindicato. IL SEGRETARIO GENERALE

2 Il Presidente cede la parola all Assessore Zanella perché illustri l argomento. Entra l Assessore Pieropan. L Assessore Zanella espone quanto segue: La delibera che viene proposta oggi per l adozione da parte del Consiglio Comunale, costituisce il terzo passo di adeguamento della strumentazione urbanistica al documento del Sindaco presentato nella seduta di Consiglio Comunale del 9 settembre 2010 ed è articolata in particolare sui seguenti argomenti: - ambiti di edificazione diffusa: il giorno 20 febbraio è scaduto il termine per la presentazione delle domande volte ad ottenere il permesso di costruire da parte dei cittadini che non avendo usufruito del primo avviso pubblico scaduto l 8 marzo 2011 avevano sollecitato l attivazione di un nuovo avviso. Le domande presentate sono state 24 e di queste 15 sono state accettate perché rispondenti ai requisiti richiesti. Il PRESIDENTE espone quanto segue: Assessore, un attimo solo, Cons. Zorzin vuole conferire con la Presidenza? Il Cons. ZORZIN espone quanto segue: Volevo chiedere di darla per letta visto che ne abbiamo anche ampiamente discusso, se era possibile, se tutti sono d accordo. Esce l Assessore Pieropan. Il PRESIDENTE espone quanto segue: Prendo atto, Cons. Dal Ceredo? Il Cons. DAL CEREDO espone quanto segue: Abbiamo un emendamento. Il PRESIDENTE espone quanto segue: Cons. Dal Ceredo, un attimo, Ass. Zanella prendiamo atto che il Consiglio Comunale vuole dare per letto il dispositivo, La invito a concludere per poi aprire la discussione in merito all argomento. L Assessore ZANELLA espone quanto segue: Concludo dicendo che ritengo che con l adozione di questa variante 3 al Piano degli Interventi si dia una risposta puntuale ed esaustiva alle richieste avanzate dai cittadini di Arzignano e dagli imprenditori che operano nel nostro territorio, che nonostante le restrizioni imposte dall attuale situazione socio-economica, dimostrano ancora una notevole volontà di ripresa e di fiducia nel futuro. Il Presidente dichiara aperta la discussione. Il Cons. DAL CEREDO espone quanto segue: Abbiamo un emendamento. Il PRESIDENTE espone quanto segue: Lei propone quindi un emendamento? Ne dia lettura Il Cons. DAL CEREDO dà lettura parziale dell emendamento presentato, agli atti con ns. prot. n del 24/10/2012: Si richiede che venga modificata la disciplina del Contributo di sostenibilità per la realizzazione di opere pubbliche di rango urbano nelle Norme Tecniche di Attuazione Operativo all articolo n. 46 Bis Edifici non più funzionali alla conduzione dei fondi agricoli, come evidenziato in rosso nell articolato che segue, per ribadire l onerosità del cambio d uso di annessi agricoli vincolati nel territorio del Comune di Arzignano. ART. 46 BIS secondo comma: il contributo di sostenibilità da corrispondere deve essere calcolato con l applicazione del valore di 200 /mq moltiplicato per la superficie lorda di pavimento SLP oggetto della trasformazione. Nel caso in cui per il richiedente il PdC il cambio di destinazione d uso costituisca la prima casa di abitazione, al contributo di sostenibilità può 2

3 essere applicata una riduzione pari ad /mq. 50 per gli edifici autorizzati e/o regolarizzati prima dell entrata in vigore della legge regionale del Veneto 5 marzo 1985 n. 24. La superficie lorda di pavimento SLP destinata all insediamento delle attività dovrà essere quantificata nel rispetto delle modalità definite dal precedente art. 15 delle presenti norme NTA-Op. La riduzione di /mq. 50 è concessa nel caso l immobile interessato al cambio di destinazione d uso costituisca la prima casa di abitazione per il soggetto richiedente il Permesso di Costruire per gli edifici autorizzati e/o regolarizzati prima del 23 marzo L Assessore ZANELLA espone quanto segue: Vorrei solamente un commento tecnico da parte del nostro Dirigente dell Ufficio Urbanistica, se possibile. Il Dirigente del Settore Gestione del Territorio, Arch. MASCARELLO, espone quanto segue: Innanzitutto questa modifica rispetto al testo della normativa che avevate agli atti della deliberazione non fa che togliere il contributo, la riduzione di 50, cioè invece di prevedere 150 per la prima abitazione e i fabbricati costruiti dopo l entrata in vigore della legge regionale 24 del 1985, si andrà ad applicare 200 euro, è in linea con la perequazione prevista al 40% dal PAT, quindi dal punto di vista tecnico posso solo dare parere favorevole. Il Presidente dichiara aperta la discussione sull emendamento presentato. Nessun Consigliere avendo chiesto la parola, il Presidente pone ai voti l emendamento presentato dal Cons. Dal Ceredo, prot. n del 24/10/2012 (allegato 1) che viene approvato, per alzata di mano, con il seguente risultato: PRESENTI N. 10 VOTANTI N. 10 FAVOREVOLI N. 10 Entra l Assessore Bevilacqua. Il Presidente dichiara aperta la discussione sull argomento generale, presentato dall Assessore Zanella. Il Cons. PELLIZZARI espone quanto segue: Credo che con oggi si chiuda un brutto capitolo che ieri è stato scritto da chi con una certa irresponsabilità ha preferito la palcata di carattere politico rispetto all interesse dei cittadini, questa è una variante molto importante con delle attese significative da parte di molti cittadini che la stanno attendendo da tempo, che hanno lavorato in stretto contatto con i nostri uffici, con la parte amministrativa per poter avere una risposta in un momento di grande difficoltà e per dare anche un riordino al nostro assetto del territorio. E brutto vedere che non si sa fare minoranza e che si approfitta di queste occasioni in cui i numeri della maggioranza, per ragioni ovvie legate alle norme di legge relative alle incompatibilità, ha bisogno, talvolta, della collaborazione della minoranza. A parti invertite, in oltre quindici anni di opposizione non ci siamo mai sognati una volta di anteporre l interesse politico a quello dei cittadini e quella pagina che ieri hanno scritto, vergognandosi probabilmente di dichiararlo, perché se ne sono andati senza proferir verbo, è un qualche cosa che è avvilente. Mi congratulo quindi con la maggioranza per aver saputo cogliere la prima occasione utile per dare risposta ai cittadini che in queste ore hanno telefonato preoccupati agli uffici, all Assessore, al Sindaco, perché il rischio era che si sarebbe dovuto procrastinare per settimane o addirittura per mesi l approvazione di questa delibera. Questo non è un modo di compiere il proprio ruolo, credo che se qualcuno debba andare dal Prefetto per parlare dovrebbe anche rappresentare questo, deve ricordare gli impegni che si è assunto di fronte ai cittadini. Contemporaneamente ho ripensato alle parole che sono state ieri rivolte agli uffici, definendo sciocchezze quello che è il frutto del loro lavoro, mi scuso come Consigliere comunale a nome di tutto il gruppo, perché un collega si è espresso in questa maniera nei confronti del lavoro di lavoratori, che fanno il loro dovere, ritengo che se aveva delle rimostranze lo doveva fare nei tempi e nei modi opportuni avendone avuto l occasione, non l hanno fatto e questo, a mio avviso, è sminuente e avvilente per chi si rende responsabile di questi comportamenti che mi ricordano più Roma rispetto ad Arzignano e credo che questo sia un qualcosa che ci dovremo sempre ricordare in futuro. Contemporaneamente ritengo che una delle motivazioni che poi sono state ieri travolte dalla polemica politica, sia che i tempi sono, ahinoi, cambiati, bisogna rivedere gli interventi da repubblica socialista che erano stati in alcuni casi previsti un tempo, interventi quali quelli della ex Poletto, ammirabili sulla carta ma che lasciano anche oggi le loro tristi vestigia ricoperte dalla polvere e dalle erbacce, devono essere riviste con le mutate condizioni socio-economiche e che quindi questa sia una delle principali motivazioni politiche che hanno indotto l Amministrazione a rimettere mano su interventi del passato. Questo è un pensiero che esprimo a nome del gruppo, ritengo anche a nome della maggioranza, vedo i cenni di assenso da parte dei colleghi, nel fare questa dichiarazione preannuncio quindi che il voto sarà favorevole. 3

4 Entra l Assessore Bevilacqua. Il SINDACO espone quanto segue: Colgo l occasione per esternare ovviamente il mio ringraziamento innanzitutto all Assessore all Urbanistica e al suo dirigente, Arch. Mascarello, con gli uffici, che hanno portato avanti in questi mesi anche sotto stimolo del Sindaco per andare incontro alle esigenze delle persone, questo lavoro che non è giustamente premiato anche dalla presenza della minoranza, perché la minoranza evidentemente interpreta malamente il suo dovere di amministratori nei confronti della città. Ringrazio pertanto anche i Consiglieri di maggioranza, che con la loro presenza questa sera hanno voluto testimoniare che noi crediamo in questa operatività, che è fatta di risposte il più possibile pronte verso i cittadini perché è già stato detto e ricordato che in tempo di crisi chi vuole investire avrà sempre un percorso, nel rispetto delle regole, privilegiato da parte di questa Amministrazione. Questa Amministrazione, come è stato ricordato dal Cons. Pellizzari, non fa sciocchezze, non per niente siamo un Comune virtuoso, pertanto vogliamo esserlo continuamente e dare l esempio anche a tanti altri Comuni che non vogliono essere assolutamente virtuosi, salvaguardando il futuro economico-sociale e imprenditoriale di questa città, pertanto nuovamente grazie e avanti, perché ci aspetta nei prossimi mesi il quarto intervento del Sindaco, siamo il primo Comune che in tutta la provincia di Vicenza, non so nel Veneto, è così avanti nel dare le risposte ai cittadini con gli interventi di modifica dei piani urbanistici per favorire la città e i cittadini nostri. Il Cons. ZORZIN espone quanto segue: Volevo sottolineare che anche per me il comportamento della minoranza mi ha lasciato male, nel senso che per me questa esperienza politica è la prima e vedere che mi si viene accusata di fare politica a me che invece, penso come tutti quanti che sono qui con me, è la prima volta che fanno questa esperienza e tentano proprio di dare le risposte ai cittadini, penso che proprio non mi sento di ascoltare e che mi sia fatta scuola proprio da queste persone che portano avanti certi discorsi solo politicamente, perché se ci fosse stato un vero interesse per i cittadini sarebbero rimasti qua, sarebbero qua stasera primo, e sarebbero rimasti qua ieri sera perché questi cittadini che andiamo ad ascoltare oggi sono cittadini che hanno diritto di essere ascoltati e che aspettavano da tanto tempo. Volevo dire un altra cosa: io sono una persona che sono profana nella materia però mi sento di fare i complimenti agli uffici, al dirigente e a tutti quanti per il grande lavoro che hanno fatto in poco tempo e per la loro professionalità, la puntualità e la competenza. Ricordo che in questa variante ci sono oltre 500 schede che sono state elaborate con diligenza e competenza e quindi non posso che sottolineare che hanno fatto un ottimo lavoro, hanno portato a termine con professionalità, ripeto, puntualità e competenza tutto questo lavoro, quindi ringrazio a nome di tutta la Lega Nord. Il Presidente dichiara aperte le dichiarazioni di voto da parte dei capigruppo o loro delegati. Il Cons. PELLIZZARI espone quanto segue: Ovviamente la dichiarazione di voto è positiva, volevo approfittare per sapere se i signori colleghi della minoranza hanno giustificato il loro comportamento, la loro assenza, quindi risultano assenti ingiustificati a tutti gli effetti oggi va bene. Nessun altro Consigliere avendo chiesto la parola, il Presidente pone ai voti il dispositivo, così come emendato, che viene approvato, per alzata di mano, con il seguente risultato: PRESENTI N. 10 VOTANTI N. 10 FAVOREVOLI N. 10 Pertanto, IL CONSIGLIO COMUNALE UDITA e fatta propria la relazione introduttiva esposta dall Assessore all Urbanistica, Umberto Zanella; CONSIDERATO che la L.R. 11/2004 suddivide il Piano Regolatore Comunale nel Piano di Assetto (PAT/PATI) e nel Piano degli Interventi (PI), attribuendo al primo la funzione strategica di individuazione delle invarianti strutturali ed al secondo la funzione operativa; RICHIAMATI: 4

5 - il Piano di Assetto del Territorio, approvato in sede di Conferenza di servizi in data , successivamente ratificato con Deliberazione di Giunta Regionale n del 16/12/2008, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto n. 2 del 6 Gennaio 2009 ed in vigore il 21 Gennaio 2009; - il Primo Piano degli Interventi approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 45 del ; - la Variante 1 al Piano degli Interventi approvata con delibera di Consiglio Comunale n. 4 del ; - la Variante 2 al Piano degli Interventi approvata con delibera di Consiglio Comunale n. 44 del ; PRESO ATTO che conformemente a quanto previsto dall art. 18 della L.R. n. 11/2004, il Sindaco nella seduta di Consiglio Comunale del 09/09/2010, integrata nella seduta del 24 febbraio 2011 ha illustrato il Documento del Sindaco, in cui sono evidenziati i contenuti e le previsioni programmatiche per il P.I. Inteso che tale documento è il punto di partenza per la redazione delle varianti al Piano degli Interventi poiché per la formazione degli strumenti di pianificazione territoriale e urbanistica, ai sensi dell art. 5 della L.R. n. 11/2004, è necessaria la concertazione e la partecipazione con le associazioni economiche e sociali portatrici di rilevanti interessi sul territorio e di interessi diffusi, nonché con i gestori di servizi pubblici e di uso; CONSIDERATO che sulla base di tale presupposto il Comune ha indetto quattro riunioni di concertazione con istituzioni ed enti pubblici, associazioni professionali, associazioni di categoria e associazioni culturali, sociali e ambientali, tenutesi in data 23 marzo 2011, durante le quali si è illustrato il percorso di formazione ed i contenuti del Piano degli Interventi e le proposte identificate nel Documento del Sindaco. CONFERMATO quindi che è stato dato avvio al procedimento di consultazione, partecipazione e concertazione relativamente allo strumento urbanistico in formazione, effettuata con enti pubblici e associazioni economiche e sociali interessate, ai sensi dell art. 18 comma 2 della L.R. n. 11/2004 ed è stata data adeguata pubblicità al percorso di formazione del PI, sia nei modi e termini previsti dalla legge regionale, sia nel sito web del Comune di Arzignano, nel link dedicato al PAT/PI, all uopo integrato ed ampliato; RICHIAMATA le seguenti deliberazioni di Giunta Comunale: - n. 161 del di approvazione del Piano Esecutivo di Gestione esercizio finanziario 2012 comprendente il piano delle performance 2012/piano dettagliato degli obiettivi; - n. 168 del con l atto di indirizzo per futuro recepimento accordi ex art. 6 LRV n. 11/2004 nella variante 3 al PI; CONSIDERATA la necessità di aggiornare come proposto, con la Variante 3 al Piano degli Interventi, la pianificazione comunale in alcune aree del territorio per acconsentire ad interventi di trasformazione urbanistica rivolti a promuovere la costante innovazione tecnologica di attività produttive a supporto della salvaguarda del tessuto economico- produttivo esistente e ad incentivare gli investimenti nel territorio della Città di Arzignano nel tentativo di rispondere alle esigenze dei cittadini; VISTO l esito dell avviso pubblico per la formulazione di proposte di accordo pubblico - privato ex art.6 l.r. 11/2004, pubblicato il , finalizzato alla selezione degli ambiti territoriali nei quali attuare interventi di nuova urbanizzazione e/o riqualificazione, per la formazione di varianti al Piano degli Interventi (PI) ai sensi degli artt. 17 e 18 della l.r. 11/2004 e s.m.i. ed in conformità al Piano di Assetto del Territorio (PAT), scaduto il 10 aprile 2012, per: 1. aree di urbanizzazione consolidata; 2. aree idonee per interventi diretti al miglioramento della qualità urbana e territoriale; 3. aree di riqualificazione e conversione; 4. opere incongrue; 5. aree all interno dei limiti fisici alla nuova edificazione; 6. aree per servizi di interesse comune di maggior rilevanza. 5

6 VISTA la relazione di valutazione in ambito estimativo, con riferimento al vantaggio economico ottenibile dalle varianti urbanistiche identificate nella variante 3 al PI con ID numeri 51, 52, 62, 63 e 69, redatta dal Prof. Arch. Stefano Stanghellini, agli atti con nota ns. prot. n del ; VISTA la Legge Urbanistica Regionale 11/2004 che fissa i contenuti propri del piano degli interventi all'articolo 17, comma 2, e nello specifico per la Variante 3 al Piano degli Interventi, in adozione, riguardano il recepimento di alcuni indirizzi contenuti all interno del Documento del Sindaco che, coerentemente alle disposizioni del PAT, ha assunto come interventi prioritari: 1. Ambiti di edificazione diffusa AdED: per il recupero e la rivitalizzazione delle contrade con rafforzamento dell'identità veneta delle famiglie nelle aree a edificazione diffusa anche mediante la realizzabilità di nuove abitazioni. Nel merito è stato pubblicato un Avviso pubblico scaduto il 20 febbraio 2012 con n. 24 richieste pervenute delle quali n. 15 sono accolte e/o parzialmente accolte con la presente variante al PI: A seguito della Variante 1 avendo riscontrato alcune criticità sono state revisionate le Schede degli ambiti AdED anche individuando i fabbricati catalogati nelle Schede B e nelle Schede C ; 2. Formazione delle nuove "Schede B" del Piano degli Interventi per il censimento degli edifici di interesse storico, architettonico, ambientale sparsi sul territorio del Comune di Arzignano esterni ai Centri Storici, sottoposti alla disciplina della rinnovata Parte Nona delle NTA- Op con l'attribuzione del Grado di Tutela e la disciplina degli interventi ammessi, per un totale di n. 450 Schede B di cui: - n. 207 Schede B rimodulate per edifici già individuati con la variante 14 al P.R.G. e succ. varianti; - n. 63 Schede B scorpate per edifici già individuati con la variante 14 al P.R.G. e succ. varianti; - n. 180 Schede B di edifici di nuova individuazione con la presente variante 3 al PI (di cui n. 157 in AdED); sono state declassificati n. 111 edifici individuati di interesse storico, architettonico, ambientale con la variante 14 al P.R.G. e succ. varianti, non riclassificandoli nelle Schede B.; 3. Formazione delle nuove Schede C del Piano degli Interventi per il censimento e la disciplina degli annessi agricoli non più funzionali alla conduzione del fondo, propedeutica alla formazione di una variante tematica al piano degli interventi ai sensi degli artt. 17 e 18 l.r. 23/04/2004 n. 11 e s.m.i. ; considerato che non è consentito l'automatico cambio di destinazione d'uso degli annessi agricoli non più funzionali alla conduzione del fondo, ricadenti in zona territoriale omogenea di PAT/PI a destinazione agricola; Nel merito è stato pubblicato un primo Avviso pubblico scaduto il 30 settembre 2011 che ha raccolto n. 37 richieste e un secondo Avviso pubblico scaduto il 20 febbraio 2012 con n. 14 richieste pervenute, quindi con la presente Variante 3 sono stati individuati ulteriori n. 49 fabbricati di annessi agricoli non più funzionali alla conduzione dei fondi, che sommati ai n. 117 edifici già in precedenza individuati portando ad un totale di n. 166 gli edifici censiti con Schede C su tutto il territorio comunale; 4. Recepimento di proposte di accordo pubblico - privato ex art.6 L.R. 11/2004: per assumere nella pianificazione proposte di progetti ed iniziative di rilevante interesse pubblico, in particolare per le modifiche individuate con codice identificativo ID numeri 51, 52, 53, 54, 55, 56, 58, 61, 62, 63, 64, 65, 66, 67, 68 e 69 nella presente variante 3 al PI. Le n. 16 nuove proposte inserite nella presente Variante 3 sono state selezionate anche tra le n. 29 richieste pervenute a seguito di un Avviso pubblico scaduto 10 aprile 2012, opportunamente aggiornate, in cui portatori di interessi locali e/o diffusi ricadenti in zone suscettibili di trasformazioni urbane, sulla base del soddisfacimento dei seguenti criteri - indicatori : - Dimostrazione del rilevante interesse pubblico; - qualità dell'intervento proposto dal punto di vista urbanistico, architettonico, della sostenibilità energetica e ambientale; - convenienza pubblica in termini di quota percentuale di vantaggio economico a favore del Comune. 6

7 Vista la nota inviata dai Sig. Pieropan francesco e Pieropan Maria agli atti con ns. prot. n del Richiamate le seguenti proposte di accordo con relativi allegati, presentato ai sensi dell art. 6 della L.R.V. n 11/2004, che si intende recepire con la presente variante 3 al PI: 1. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID51, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig. Facchin Enzo, in qualità di Amministratore Unico della società Immobiliare LUMEN srl e legale rappresentante della Impresa Edile Facchin Geom.Enzo srl, agli atti con ns protocollo del ; 2. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID52, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e i sig.ri Fongaro Claudio, Peroni Silvio Vany e Repele Maria Luisa, agli atti con ns protocollo del ; 3. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID53, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig. Soprana Giuseppe, in qualità di Legale Rappresentante della ditta Soprana Giuseppe & C. sas, agli atti con ns protocollo del ; 4. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID54, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e i sig.ri Vergolani Francesco, Vergolani Lidia, Vergolani Lucia, Vergolani Pietro, Nardi Daniela, Nardi Giorgio e Nardi Roberta, agli atti con ns protocollo del ; 5. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID55, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig.re Zampiva Antonio, agli atti con ns protocollo del ; 6. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID56, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e i sig.ri Nardi Mirco, Nardi Carlo e Nardi Annamaria, per ampliamento ditta Athena srl scheda SIAP, agli atti con ns protocollo del ; 7. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID58, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e i sig.ri Tibaldo Flavio e Tibaldo Massimo, titolari dell impresa Tibaldo Claudio e Figlio snc agli atti con ns protocollo del ; 8. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID61, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig. Zanconato Enio Aldo, agli atti con ns protocollo del ; 9. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID62, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig. Marcigaglia Renzo, in qualità di Amministratore Unico dell impresa DELPHI Costruzioni srl agli atti con ns protocollo del ; 10. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID63, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig. Zanovello Lorenzo, in qualità di Amministratore Unico della società S.T.A. srl agli atti con ns protocollo del ; 11. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID64, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e i sig.ri Sartori Massimo e Sartori Stefano, agli atti con ns protocollo del ; 12. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID65, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig. Sartori Giorgio, in qualità di Amministratore Unico della ditta Sartori G. & Figli spa, agli atti con ns protocollo del ; 7

8 13. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID66, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig. Maffei Adolfo, in qualità di Amministratore Unico della ditta VALMAR srl, agli atti con ns protocollo del ; 14. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID67, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig.re Tamiozzo Virgilio, in qualità di Amministratore Unico della ditta VERL srl Società unipersonale, agli atti con ns protocollo del ; 15. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID68, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e i sig.ri Carlotto Maria, Carlotto Marilena e Carlotto Giovanni Battista, agli atti con ns protocollo del ; 16. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID69, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il Consorzio P.d.L. Mure in liquidazione, rappresentato dal liquidatore Brandolese Alberto, agli atti con ns protocollo del ; 5. Individuazione di una attività produttiva esistente da confermare in zona impropria con possibilità di ampliamento nel rispetto degli atti di indirizzo ai sensi dell art. 46 della LR 11/2004, ed in particolare della Deliberazione della Giunta regionale del Veneto n. 832 del 15 marzo 2010 con la formazione della Scheda per lo Sviluppo e l Innovazione delle Attività Produttive Schede SIAP ; 6. Verifica e revisione dimensionamento sul fabbisogno PEEP ERP ERS, nell apposito fascicolo della Schedatura delle aree per edilizia residenziale pubblica, a seguito delle modifiche introdotte con la presente variante al PI, per accertare che il volume residuo rappresenti una percentuale compresa all interno del range definito dalla normativa regionale, rispetto al dimensionamento residenziale messo in gioco con la Variante 3 al Piano degli Interventi ; 7. Modifica del Prontuario per la qualità architettonica e la mitigazione ambientale AdED nei criteri per gli interventi di ampliamento e nuova edificazione al punto interventi di ampliamento dell esistente nelle Direttive(D) da: 3. Sono vietate le recinzioni sulle aree scoperte, anche di proprietà esclusiva, se prospicienti le corti comuni. Sono ammesse, solo per gli orti, le recinzioni provvisorie e stagionali a protezione delle colture in 3. Sono vietate le recinzioni sulle corti comuni, anche se su aree di proprietà esclusiva. Sono comunque ammesse, per gli orti, le recinzioni provvisorie e stagionali a protezione delle colture. 8. Modifica e l integrazione delle Norme Tecniche di Attuazione Operative NTA-Op del Piano degli Interventi relativamente all articolato ed in particolare: - per la parte prima aggiornamento delle modalità di attuazione del PI, degli elaborati che compongono il PI e dei criteri per la predisposizione dei bandi; - per la parte seconda nessuna modifica; - per la parte terza solo aggiornamento; - per la parte quarta aggiornamento, integrazione e modifica artt. 14 QUATER, 15 e 16; - per la parte quinta aggiornamento, integrazione e modifica artt. 19, 20, 22, 23, 24, 25, 26, 27, 33; - per le parti sesta e settima, nessuna modifica; - per la parte ottava aggiornamento, integrazione e modifica sostanziale dell art. 46 con introduzione nuovo art. 46 BIS per la disciplina degli interventi di trasformazione e recupero dei manufatti non più funzionali alla conduzione dei fondi agricoli e modifica art 53 BIS; - per la parti nona avviene una rimodulazione dell articolato con aggiornamento, integrazione e modifica artt. 56 TER, 57.6, 57.7, 60, 61, 63, 65, 67, 70, 71, 72, 75, 76, 77, 78, 79 e 80, con introduzione nuovo art. 66; - per la parte decima, nessuna modifica; 8

9 il tutto come meglio evidenziato nel fascicolo della comparazione sinottica delle NTA-Op. 9. Revisione e aggiornamento degli elaborati che compongono il Piano degli Interventi; Interventi: VISTI i seguenti elaborati, agli atti con ns. prot. n del , che compongono la variante 3 al Piano degli a. Relazione di progetto; b. Accordi ai sensi art. 6 L.R. 11/2004; c. Schedatura Aree per Edilizia Residenziale Pubblica; d. Schede B Edifici di Interesse storico, architettonico, ambientale esterni ai Centri Storici; e. Schede C Parte Prima ATO Edifici non più funzionali alla conduzione dei fondi agricoli; f. Schede C Parte Seconda ATO Edifici non più funzionali alla conduzione dei fondi agricoli; g. Schede normative sulle Zone Territoriali Omogenee Variante 3 al Piano degli Interventi; h. Schedatura edifici con variante 1 al PI Aggiornata a seguito della Var. 3 al PI; i. Norme Tecniche di Attuazione Operative (NTA-Operative); j. Comparazione sinottica - Norme Tecniche di Attuazione Operative; k. Ambiti di Edificazione Diffusa - Schede degli ambiti AdED; l. AdED Prontuario per la qualità architettonica e la mitigazione ambientale; m. Schede SIAP - Attività produttive da confermare in zona impropria; n. Elaborati in scala 1: Centri Storici: - Tav a - Centro Storico di Arzignano scala 1:1000 o. Elaborati in scala 1: Intero territorio comunale: - Tav A - Intero territorio comunale - scala 1: Tav B - Intero territorio comunale - scala 1: Tav C - Intero territorio comunale - scala 1: Tav D - Intero territorio comunale - scala 1:5000 p. Elaborati in scala 1: Centri abitati: - Tav A - TEZZE NORD - Tav B - LA MINIERA - Tav C - QUARTIERE MANTOVANO - Tav D - CALPEDA - Tav E - TEZZE SUD - Tav F - SAN ZENO - Tav G - ARZIGNANO CENTRO - Tav H - CASTELLO V.GIARDINO - Tav I - COSTO - Tav L - SAN BORTOLO - Tav M - ZONA INDUSTRIALE - Tav N - ZONA INDUSTRIALE - Tav O - ZONA INDUSTRIALE - Tav P - ZONA INDUSTRIALE 9

10 - Tav Q - RESTENA - Tav R - PUGNELLO CONSIDERATO il parere favorevole con prescrizioni espresso dal Consorzio di Bonifica Alta Pianura Veneta per la compatibilità idraulica in data con prot. n , nel rispetto del disposto di cui alla Deliberazione della Giunta Regionale del Veneto n del 06/10/2009, sulla base dello studio di compatibilità idraulica redatto dallo Studio Dolomiti di Recoaro Terme (VI); CONSIDERATO che spetta al Consiglio Comunale, l adozione della variante 3 al Piano degli Interventi, secondo la procedura definita dall art. 18 della L.R. n. 11/2004 e s.m.i., la quale prevede che entro otto giorni dall adozione il Piano sia depositato e messo a disposizione del pubblico per trenta giorni presso la sede del Comune, decorsi i quali chiunque può formulare osservazioni entro i successivi trenta giorni e che dell avvenuto deposito venga data notizia mediante avviso pubblicato nell albo pretorio del Comune e su almeno due quotidiani a diffusione locale; SENTITO il parere espresso dalla Commissione Edilizia Comunale nella seduta del 22/10/2012; SENTITO il parere della competente Commissione Consiliare permanente Terza in data 23/10/2012; RITENUTO di adottare la Variante 3 al Piano degli interventi; RITENUTO di procedere all acquisizione gratuita al patrimonio comunale delle aree e gli immobili catastalmente censiti nel Comune di Arzignano al Fog. n. 2 Mappale n. 336 Sub. n. 2, 3, 4, 5 e 6 e al Fog. n. 2 Mappale n Sub. n. 73 e 74, a seguito del recepimento dell accordo proposto dal Sig. Facchin Enzo, in qualità di Amministratore Unico della società Immobiliare LUMEN srl e legale rappresentante della Impresa Edile Facchin Geom.Enzo srl, agli atti con ns protocollo del , con la presente deliberazione di adozione della Variante 3 al Piano degli interventi; RITENUTO di procedere all acquisizione gratuita al patrimonio comunale delle aree e gli immobili ricompresi nell ambito del PUA conl isolato C ERP ERS, catastalmente censiti nel Comune di Arzignano al Fog. n. 24 su parte del Mappale n. 1205, a seguito del recepimento dell accordo proposto dai Sig.ri Vergolani Francesco, Vergolani Lidia, Vergolani Lucia, Vergolani Pietro, Nardi Daniela, Nardi Giorgio e Nardi Roberta, agli atti con ns. protocollo n del con la presente deliberazione di adozione della Variante 3 al Piano degli interventi; RITENUTO di procedere all acquisizione gratuita al patrimonio comunale delle aree e gli immobili ricompresi nell ambito del PUA con l isolato C ERP ERS di circa mq. 3843, catastalmente censiti nel Comune di Arzignano al Fog. n. 1 su parte del Mappale n. 23, a seguito del recepimento dell accordo proposto dai il Sig. Zampiva Antonio, agli atti con ns. protocollo n del con la presente deliberazione di adozione della Variante 3 al Piano degli interventi; RITENUTO di procedere all acquisizione gratuita al patrimonio comunale delle aree lungo il Rio Val del Perseo per una fascia di ml 5,00, catastalmente censite nel Comune di Arzignano al Fog. n. 5 su parte dei Mappali n e 320, a seguito del recepimento dell accordo proposto dai Sig.ri Sartori Massimo e Sartori Stefano, agli atti con ns protocollo del , con la presente deliberazione di adozione della Variante 3 al Piano degli interventi; RITENUTO di procedere all acquisizione gratuita al patrimonio comunale delle aree e gli immobili a Tezze di Arzignano ricompresi nell ambito del PUA con l isolato C ERP ERS di circa mq. 1791, catastalmente censiti nel Comune di Arzignano al Fog. n.29 su parte del Mappale n. 231, a seguito del recepimento dell accordo proposto dai Sig.ri Carlotto Maria, Carlotto Marilena e Carlotto Giovanni Battista, agli atti con ns. protocollo del , con la presente deliberazione di adozione della Variante 3 al Piano degli interventi; 10

11 RITENUTO di procedere all acquisizione gratuita al patrimonio comunale del lotto n. 10 ERP- ERS nell isolato C con superficie catastale di mq catastalmente censito al Fog. n. 31 mappali n. 662, 663 e 665 e del lotto n. 16 ERP ERS nell isolato C con superficie catastale di mq catastalmente censito al Fog. n. 31 mappali n. 490, 516, 523, 538, 523 e 660 a Tezze di Arzignano, a seguito del recepimento dell accordo proposto dal Consorzio P.d.L. Mure in liquidazione rappresentato dal liquidatore Brandolese Alberto, agli atti con ns. protocollo n del , con la presente deliberazione di adozione della Variante 3 al Piano degli interventi; VISTA la Legge Regionale 23 aprile 2004 n.11 e successive modifiche ed integrazioni; VISTO il Piano di Assetto del Territorio PAT vigente della Città di Arzignano; VISTE la Variante 1 e la Variante 2 al Piano degli Interventi PI vigente della Città di Arzignano; VISTI gli allegati pareri previsti dall art. 49 del D.Lgs , n 267; VISTO l'esito delle votazioni sopra riportate; D E L I B E R A 1 - di adottare la variante 3 al Piano degli Interventi secondo la procedura definita all art. 18 della Legge Regionale 23 aprile 2004, n. 11 Norme per il Governo del Territorio, formata dagli elaborati di seguito elencati, come modificati a seguito del recepimento dell emendamento approvato: a. Relazione di progetto; b. Accordi ai sensi art. 6 L.R. 11/2004; c. Schedatura Aree per Edilizia Residenziale Pubblica; d. Schede B Edifici di Interesse storico, architettonico, ambientale esterni ai Centri Storici; e. Schede C Parte Prima ATO Edifici non più funzionali alla conduzione dei fondi agricoli; f. Schede C Parte Seconda ATO Edifici non più funzionali alla conduzione dei fondi agricoli; g. Schede normative sulle Zone Territoriali Omogenee Variante 3 al Piano degli Interventi; h. Schedatura edifici con variante 1 al PI Aggiornata a seguito della Var. 3 al PI; i. Norme Tecniche di Attuazione Operative (NTA-Operative); j. Comparazione sinottica - Norme Tecniche di Attuazione Operative; k. Ambiti di Edificazione Diffusa - Schede degli ambiti AdED; l. AdED Prontuario per la qualità architettonica e la mitigazione ambientale; m. Schede SIAP - Attività produttive da confermare in zona impropria; n. Elaborati in scala 1: Centri Storici: - Tav a - Centro Storico di Arzignano scala 1:1000 o. Elaborati in scala 1: Intero territorio comunale: - Tav A - Intero territorio comunale - scala 1: Tav B - Intero territorio comunale - scala 1: Tav C - Intero territorio comunale - scala 1: Tav D - Intero territorio comunale - scala 1:5000 p. Elaborati in scala 1: Centri abitati: - Tav A - TEZZE NORD 11

12 - Tav B - LA MINIERA - Tav C - QUARTIERE MANTOVANO - Tav D CALPEDA - Tav E - TEZZE SUD - Tav F - SAN ZENO - Tav G - ARZIGNANO CENTRO - Tav H - CASTELLO V.GIARDINO - Tav I - COSTO - Tav L - SAN BORTOLO - Tav M - ZONA INDUSTRIALE - Tav N - ZONA INDUSTRIALE - Tav O - ZONA INDUSTRIALE - Tav P - ZONA INDUSTRIALE - Tav Q RESTENA - Tav R - PUGNELLO 2 - di recepire all interno della Variante 3 al Piano degli Interventi del Comune di Arzignano le seguenti proposte di accordo con relativi allegati, presentate ai sensi dell art. 6 della Legge Regionale 23 aprile 2004 n.11 e s.m.i.: a. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID51, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig. Facchin Enzo, in qualità di Amministratore Unico della società Immobiliare LUMEN srl e legale rappresentante della Impresa Edile Facchin Geom.Enzo srl, agli atti con ns protocollo del ; b. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID52, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e i sig.ri Fongaro Claudio, Peroni Silvio Vany e Repele Maria Luisa, agli atti con ns protocollo del ; c. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID53, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig. Soprana Giuseppe, in qualità di Legale Rappresentante della ditta Soprana Giuseppe & C. sas, agli atti con ns protocollo del ; d. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID54, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e i sig.ri Vergolani Francesco, Vergolani Lidia, Vergolani Lucia, Vergolani Pietro, Nardi Daniela, Nardi Giorgio e Nardi Roberta, agli atti con ns protocollo del ; e. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID55, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig.re Zampiva Antonio, agli atti con ns protocollo del ; f. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID56, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e i sig.ri Nardi Mirco, Nardi Carlo e Nardi Annamaria, per ampliamento ditta Athena srl scheda SIAP, agli atti con ns protocollo del ; g. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID58, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e i sig.ri Tibaldo Flavio e Tibaldo Massimo, titolari dell impresa Tibaldo Claudio e Figlio snc agli atti con ns protocollo del ; h. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID61, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig. Zanconato Enio Aldo, agli atti con ns protocollo del ; 12

13 i. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID62, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig. Marcigaglia Renzo, in qualità di Amministratore Unico dell impresa DELPHI Costruzioni srl agli atti con ns protocollo del ; j. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID63, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig. Zanovello Lorenzo, in qualità di Amministratore Unico della società S.T.A. srl agli atti con ns protocollo del ; k. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID64, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e i sig.ri Sartori Massimo e Sartori Stefano, agli atti con ns protocollo del ; l. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID65, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig. Sartori Giorgio, in qualità di Amministratore Unico della ditta Sartori G. & Figli spa, agli atti con ns protocollo del ; m. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID66, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig. Maffei Adolfo, in qualità di Amministratore Unico della ditta VALMAR srl, agli atti con ns protocollo del ; n. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID67, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il sig.re Tamiozzo Virgilio, in qualità di Amministratore Unico della ditta VERL srl Società unipersonale, agli atti con ns protocollo del ; o. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID68, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e i sig.ri Carlotto Maria, Carlotto Marilena e Carlotto Giovanni Battista, agli atti con ns protocollo del ; p. Accordo con Codice identificativo nella variante 3 al Piano degli Interventi ID69, ai sensi dell art. 6 della L.R.V. 11/2004 tra il Comune di Arzignano e il Consorzio P.d.L. Mure in liquidazione, rappresentato dal liquidatore Brandolese Alberto, agli atti con ns protocollo del ; 3 - di dare atto che, ai sensi dell art. 29 della L.R. n. 11/2004, dalla data di adozione dello strumento di pianificazione in oggetto e fino alla sua entrata in vigore si applicano le misure di salvaguardia, secondo le modalità della Legge , n Misure di salvaguardia in pendenza dell approvazione del piano regolatore e successive modificazioni; 4 - di depositare il progetto ed i relativi elaborati entro 8 giorni dall adozione della presente deliberazione presso la Segreteria del Comune, per la durata di trenta giorni, decorsi i quali chiunque può formulare osservazioni entro i successivi trenta; 5 - di stabilire che dell avvenuto deposito sia data notizia nei modi seguenti: a. avviso pubblicato nell Albo Pretorio on-line del Comune di Arzignano; b. diffusione telematica a mezzo sito web del Comune di Arzignano; c. affissione di manifesti nelle bacheche comunali; d. avviso pubblicato sui quotidiani Il Giornale di Vicenza e L Arena di Verona ; 6 - di dare atto altresì che il piano sarà approvato con le modalità di cui all art. 18 della L.R. n. 11/2004; 7 - di incaricare il Dirigente del Settore Gestione del Territorio di provvedere agli adempimenti conseguenti previsti dalla L.R. n. 11/

14 8 - di autorizzare il Dirigente del Settore Gestione del Territorio ad intervenire per conto del Comune di Arzignano alla sottoscrizione dell atto di acquisizione gratuita al patrimonio comunale delle aree e degli immobili catastalmente censiti nel Comune di Arzignano al Fog. n. 2 Mappale n. 336 Sub. n. 2, 3, 4, 5 e 6 e al Fog. n. 2 Mappale n Sub. n. 73 e 74, a seguito del recepimento dell accordo proposto dal Sig. Facchin Enzo, in qualità di Amministratore Unico della società Immobiliare LUMEN srl e legale rappresentante della Impresa Edile Facchin Geom.Enzo srl, agli atti con ns protocollo del , con la presente deliberazione di adozione della Variante 3 al Piano degli interventi; 9 - di autorizzare il Dirigente del Settore Gestione del Territorio ad intervenire per conto del Comune di Arzignano alla sottoscrizione dell atto di acquisizione gratuita al patrimonio comunale delle aree e degli immobili ricompresi nell ambito del PUA conl isolato C ERP ERS, catastalmente censiti nel Comune di Arzignano al Fog. n. 24 su parte del Mappale n. 1205, a seguito del recepimento dell accordo proposto dai Sig.ri Vergolani Francesco, Vergolani Lidia, Vergolani Lucia, Vergolani Pietro, Nardi Daniela, Nardi Giorgio e Nardi Roberta, agli atti con ns. protocollo n del con la presente deliberazione di adozione della Variante 3 al Piano degli interventi; 10 - di autorizzare il Dirigente del Settore Gestione del Territorio ad intervenire per conto del Comune di Arzignano alla sottoscrizione dell atto di acquisizione gratuita al patrimonio comunale delle aree e degli immobili ricompresi nell ambito del PUA con l isolato C ERP ERS di circa mq. 3843, catastalmente censiti nel Comune di Arzignano al Fog. n. 1 su parte del Mappale n. 23, a seguito del recepimento dell accordo proposto dai il Sig. Zampiva Antonio, agli atti con ns. protocollo n del con la presente deliberazione di adozione della Variante 3 al Piano degli interventi; 11 - di autorizzare il Dirigente del Settore Gestione del Territorio ad intervenire per conto del Comune di Arzignano alla sottoscrizione dell atto di acquisizione gratuita al patrimonio comunale delle aree lungo il Rio Val del Perseo per una fascia di ml 5,00, catastalmente censite nel Comune di Arzignano al Fog. n. 5 su parte dei Mappali n e 320, a seguito del recepimento dell accordo proposto dai Sig.ri Sartori Massimo e Sartori Stefano, agli atti con ns protocollo del , con la presente deliberazione di adozione della Variante 3 al Piano degli interventi; 12 - di autorizzare il Dirigente del Settore Gestione del Territorio ad intervenire per conto del Comune di Arzignano alla sottoscrizione dell atto di acquisizione gratuita al patrimonio comunale delle aree e degli immobili a Tezze di Arzignano ricompresi nell ambito del PUA con l isolato C ERP ERS di circa mq. 1791, catastalmente censiti nel Comune di Arzignano al Fog. n.29 su parte del Mappale n. 231, a seguito del recepimento dell accordo proposto dai Sig.ri Carlotto Maria, Carlotto Marilena e Carlotto Giovanni Battista, agli atti con ns. protocollo del , con la presente deliberazione di adozione della Variante 3 al Piano degli interventi; 13 - di autorizzare il Dirigente del Settore Gestione del Territorio ad intervenire per conto del Comune di Arzignano alla sottoscrizione dell atto di acquisizione gratuita al patrimonio comunale del lotto n. 10 ERP- ERS nell isolato C con superficie catastale di mq catastalmente censito al Fog. n. 31 mappali n. 662, 663 e 665 e del lotto n. 16 ERP ERS nell isolato C con superficie catastale di mq catastalmente censito al Fog. n. 31 mappali n. 490, 516, 523, 538, 523 e 660 a Tezze di Arzignano, a seguito del recepimento dell accordo proposto dal Consorzio P.d.L. Mure in liquidazione rappresentato dal liquidatore Brandolese Alberto, agli atti con ns. protocollo n del , con la presente deliberazione di adozione della Variante 3 al Piano degli interventi. Il Presidente comunica che i successivi punti n. 8 Interrogazione presentata in data 16/10/2012, ns. prot. n , dai Consiglieri: Peretti, Frighetto, Modini e Colasanto, ad oggetto: Cimitero di Arzignano e n. 9 Interrogazione presentata in data 16/10/2012, ns. prot. n , dal Consigliere Colasanto, non essendo presente nessuno dei firmatari, vengono rinviati, ai sensi di quanto previsto dall art. 64 comma 3 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale. Il Presidente dichiara chiusa la seduta alle ore 20:20. 14

15 1

16 2

17 3

18 4

19 Allegato alla deliberazione di C.C. n. 68 del 25/10/2012. IL SEGRETARIO GENERALE F.to Stefania Di Cindio COMUNE DI ARZIGNANO C.C. n. 68 del 25/10/2012 OGGETTO ADOZIONE VARIANTE 3 AL PIANO DEGLI INTERVENTI, AI SENSI DELL ART. 18 DELLA L.R. N. 11/2004 E RECEPIMENTO ACCORDI EX ART. 6 L.R. 11/2004 Parere tecnico del Responsabile del Servizio: FAVOREVOLE lì, 19/10/2012 Il Dirigente del Settore Gestione del Territorio F.to Alessandro Mascarello Parere contabile del Responsabile di Ragioneria: NON DOVUTO lì, 24/10/2012 Il Dirigente del Settore Economico Finanziario F.to Alessandra Maule 1

COMUNE DI ROSSANO VENETO

COMUNE DI ROSSANO VENETO COPIA WEB Deliberazione N. 07 In data 13.01.2015 Prot. N. 866 OGGETTO: COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Sessione ordinaria

Dettagli

CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE

CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 COPIA Verbale letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to ENRICO MARCIGAGLIA

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO (PROVINCIA DI VICENZA)

COMUNE DI ALTISSIMO (PROVINCIA DI VICENZA) COPIA COMUNE DI ALTISSIMO (PROVINCIA DI VICENZA) N. 3 del Reg. Delib. N. 3009 di Prot. Verbale letto, approvato e sottoscritto IL PRESIDENTE f.to Liliana Monchelato IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Livio Bertoia

Dettagli

Comune di Verona. Deliberazione della Giunta Comunale. N. Progr. 145 Seduta del giorno 20 Maggio 2015

Comune di Verona. Deliberazione della Giunta Comunale. N. Progr. 145 Seduta del giorno 20 Maggio 2015 Rep. 2015/145 Oggetto n 84 Ufficio: 007 Comune di Verona Deliberazione della Giunta Comunale N. Progr. 145 Seduta del giorno 20 Maggio 2015 PRESENTI TOSI SIG. FLAVIO CASALI AVV. STEFANO CORSI P. I. ENRICO

Dettagli

COMUNE DI MARCON PROVINCIA DI VENEZIA

COMUNE DI MARCON PROVINCIA DI VENEZIA COMUNE DI MARCON PROVINCIA DI VENEZIA O R I G I N A L E Deliberazione Nr. 67 Data di spedizione 15-09-2014 data 01-09-2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE VARIANTE

Dettagli

CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 318/2010 del 29/12/2010

CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 318/2010 del 29/12/2010 CITTA DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 318/2010 del 29/12/2010 Oggetto: Procedimento di sportello unico attività produttive - trasferimento due punti vendita

Dettagli

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO C O P I A DELIBERAZIONE N. 46 DEL 10/07/2014 Deliberazione del Consiglio Comunale OGGETTO: MODIFICA GRADO DI PROTEZIONE PER APPLICAZIONE "PIANO CASA" AD EDIFICIO COMPRESO NEL CENTRO STORICO DEL CAPOLUOGO.

Dettagli

CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 VERBALE DELLA GIUNTA COMUNALE

CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 VERBALE DELLA GIUNTA COMUNALE CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 COPIA Verbale letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to GIORGIO GENTILIN

Dettagli

N. 1/2011 Seduta del 26.01.2011

N. 1/2011 Seduta del 26.01.2011 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 1/2011 Seduta del 26.01.2011 OGGETTO REALIZZAZIONE DI IMPIANTO SOLLEVAMENTO ACQUE REFLUE NELL AMBITO DELL ESTENSIONE RETE DI RACCOLTA IN VIA ROMA (S.P. 34): VARIANTE

Dettagli

CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 VERBALE DELLA GIUNTA COMUNALE

CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 VERBALE DELLA GIUNTA COMUNALE CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 COPIA Verbale letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to STEFANO FRACASSO

Dettagli

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO C O P I A DELIBERAZIONE N. 86 DEL 28/11/2011 Deliberazione del Consiglio Comunale OGGETTO: VARIANTE ALLE NORME DELLA ZONA "F - SPECIALE" DESTINATA A CAMPO VOLO PRESSO LOC. PALAZZINA. ADOZIONE AI SENSI

Dettagli

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO DELIBERAZIONE N. 73 DEL 22/11/2013 Deliberazione del Consiglio Comunale OGGETTO: VARIANTE URBANISTICA E APPLICAZIONE L.R.V. 13/2011 "PIANO CASA" AD EDIFICIO RICOMPRESO IN CENTRO STORICO, IN VIA BASTIA.

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI ARCUGNANO Provincia di Vicenza N. DG / 87 / 2012 di registro VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE In data 18 Aprile - 2012 OGGETTO: APPROVAZIONE CONTENUTI ATTO D OBBLIGO CESSIONE AREE

Dettagli

Numero 24 Del 27-02-2006

Numero 24 Del 27-02-2006 C O I A DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 24 Del 27-02-2006 Oggetto: IANO DI LOTTIZZAZIONE ZONA C.1 LOC. IL CASINO A DESTINAZIONE RESIDENZIALE - AROVAZIONE L'anno duemilasei il giorno ventisette

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE (PAES ) - APPROVAZIONE.

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE (PAES ) - APPROVAZIONE. .. CITTA DI GIAVENO Provincia di Torino COPIA PER PUBBLICAZIONE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N CC / 76 / 2014 PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE (PAES ) - APPROVAZIONE. Data 16-12-

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA. Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE "VECCHIE FONTANE" A CESUNA AI SENSI DELL'ARTICOLO 20 DELLA L.R. N. 11/2004.

PROVINCIA DI VICENZA. Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE VECCHIE FONTANE A CESUNA AI SENSI DELL'ARTICOLO 20 DELLA L.R. N. 11/2004. Comune di Roana PROVINCIA DI VICENZA COPIA Deliberazione n. 72 Data 15-04-2014 Soggetta a ratifica Immediatamente eseguibile N N VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO

Dettagli

COMUNE DI CASALSERUGO

COMUNE DI CASALSERUGO Elaborato1.2 COMUNE DI CASALSERUGO Documento del sindaco Piano Regolatore Comunale LR 11/2004 Piano degli Interventi n. 02 PI 2013 Gruppo di lavoro PROGETTISTI Urbanista Raffaele Gerometta CONTRIBUTI SPECIALISTICI

Dettagli

COMUNE DI RIETI PROVINCIA DI RIETI

COMUNE DI RIETI PROVINCIA DI RIETI il presente verbale viene letto e sottoscritto come segue: IL SINDACO IL SEGRETARIO GENERALE f.to Avv. Simone Petrangeli f.to dott.ssa Rosa Iovinella COMUNE DI RIETI PROVINCIA DI RIETI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO

COMUNE DI ROSSANO VENETO COPIA WEB Deliberazione N. 35 In data 17.07.2014 Prot. N. 10861 OGGETTO: COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Sessione ordinaria

Dettagli

COMUNE DI SOLFERINO Provincia di Mantova

COMUNE DI SOLFERINO Provincia di Mantova COMUNE DI SOLFERINO Provincia di Mantova N. 11 R.D. N. 1196 P.G. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: ADOZIONE, AI SENSI DELL ART.13 DELLA L.R. 11.03.2005 N.12 E S.M.I., DELLA VARIANTE

Dettagli

COMUNE DI POZZONOVO Provincia di Padova --==ooooo==--

COMUNE DI POZZONOVO Provincia di Padova --==ooooo==-- COMUNE DI POZZONOVO Provincia di Padova --==ooooo==-- ORIGINALE N. 8 Del 09.03.2010 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE SESSIONE ORDINARIA SEDUTA PUBBLICA DI I^ CONVOCAZIONE OGGETTO: Piano

Dettagli

COMUNE DI CASTELLETTO STURA Provincia di Cuneo

COMUNE DI CASTELLETTO STURA Provincia di Cuneo COMUNE DI CASTELLETTO STURA Provincia di Cuneo VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 2 del 14/03/2014 Oggetto : Variante parziale n. 14 al P.R.G.C. vigente. - Approvazione definitiva. ORIGINALE

Dettagli

COMUNE DI NUVOLENTO. VERBALE DI DELIBERAZIONE del CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI NUVOLENTO. VERBALE DI DELIBERAZIONE del CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI NUVOLENTO ORIGINALE COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE del CONSIGLIO COMUNALE N. 50 DEL 30.12.2010 OGGETTO: Adozione classificazione acustica del territorio comunale ai sensi dell art. 3 della L.R.

Dettagli

COPIA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. 49 DEL 15/09/2004 OGGETTO: APPROVAZIONE DEFINITIVA VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO- L anno duemilaquattro, il

Dettagli

Comune di Verona. Deliberazione della Giunta Comunale. N. Progr. 124 Seduta del giorno 30 Aprile 2014

Comune di Verona. Deliberazione della Giunta Comunale. N. Progr. 124 Seduta del giorno 30 Aprile 2014 Rep. 2014/124 Oggetto n 58 Ufficio: 007 Comune di Verona Deliberazione della Giunta Comunale N. Progr. 124 Seduta del giorno 30 Aprile 2014 PRESENTI TOSI SIG. FLAVIO CASALI AVV. STEFANO CORSI P. I. ENRICO

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO PROVINCIA DI TARANTO

COMUNE DI MARUGGIO PROVINCIA DI TARANTO COMUNE DI MARUGGIO PROVINCIA DI TARANTO N. 36 REGISTRO DELIBERE REGISTRO COPIA DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Realizzazione impianto fotovoltaico loc. Salete della Società Puglia Solar 2

Dettagli

Deliberazione originale della Giunta Comunale

Deliberazione originale della Giunta Comunale N. prot. Ai capigruppo consiliari N. 37 Reg. Al Collegio Interno C O M U N E D I C A S S O L A P R O V I N C I A D I V I C E N Z A Deliberazione originale della Giunta Comunale OGGETTO: Esame ed adozione

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 42 del 24.03.2014 OGGETTO:Variante al PRG ai sensi dell art. 6 della L.R. 4/2011 (piano casa) e riperimetrazione area boscata Località Belvedere pratiche

Dettagli

COMUNE DI RIMINI. - Segreteria Generale - ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DI CONSIGLIO COMUNALE. DELIBERAZIONE N. : 47 del 11/06/2015

COMUNE DI RIMINI. - Segreteria Generale - ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DI CONSIGLIO COMUNALE. DELIBERAZIONE N. : 47 del 11/06/2015 COMUNE DI RIMINI - Segreteria Generale - ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DI CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N. : 47 del 11/06/2015 Oggetto : NUOVA ZONIZZAZIONE ACUSTICA COMUNALE (ZAC). ADOZIONE.

Dettagli

Comune di Roana PROVINCIA DI VICENZA COPIA. Deliberazione n. 194 Data 27-12-2011. Soggetta a ratifica Immediatamente eseguibile

Comune di Roana PROVINCIA DI VICENZA COPIA. Deliberazione n. 194 Data 27-12-2011. Soggetta a ratifica Immediatamente eseguibile Comune di Roana PROVINCIA DI VICENZA COPIA Deliberazione n. 194 Data 27-12-2011 Soggetta a ratifica Immediatamente eseguibile N N VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: ADOZIONE VARIANTE

Dettagli

CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 VERBALE DELLA GIUNTA COMUNALE

CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 VERBALE DELLA GIUNTA COMUNALE CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 COPIA Verbale letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to STEFANO FRACASSO

Dettagli

COMUNE DI TEZZE SUL BRENTA Provincia di Vicenza

COMUNE DI TEZZE SUL BRENTA Provincia di Vicenza COPIA Deliberazione N. 8 COMUNE DI TEZZE SUL BRENTA Provincia di Vicenza Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale Oggetto: APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA PER L ASSEGNAZIONE DI INCENTIVI

Dettagli

Comune di Miasino. Provincia di Novara Via Sperati, 6-28010 Miasino VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.23

Comune di Miasino. Provincia di Novara Via Sperati, 6-28010 Miasino VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.23 Comune di Miasino Provincia di Novara Via Sperati, 6-28010 Miasino Copia VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.23 OGGETTO: NUOVA ADOZIONE PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNALE DI MIASINO (PRGC)

Dettagli

C o m u n e d i S a l c e d o Provincia di Vicenza

C o m u n e d i S a l c e d o Provincia di Vicenza DELIBERAZIONE n. 33 in data 15.11.2011 prot. C o m u n e d i S a l c e d o Provincia di Vicenza VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: REDAZIONE DEL P.I.C.I.L. (PIANO DELL ILLUMINAZIONE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI TORRI DEL BENACO Provincia di Verona Viale F.lli Lavanda, 3 - Cap. 37010 0456205888 - fax 0456205800 P.IVA 00661030239 sito internet: www.comune.torridelbenaco.vr.it e-mail: comune@torridelbenaco.vr.it

Dettagli

COMUNE DI CALVIGNASCO Provincia di Milano

COMUNE DI CALVIGNASCO Provincia di Milano COMUNE DI CALVIGNASCO Provincia di Milano DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CODICE ENTE 10930 Adunanza ordinaria - prima convocazione - seduta pubblica Delibera N. 2 del 07/ 03 / 2011 OGGETTO: APPROVAZIONE

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO PROVINCIA DI PALERMO

COMUNE DI COLLESANO PROVINCIA DI PALERMO COMUNE DI COLLESANO PROVINCIA DI PALERMO COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 08 DEL 16.01.2014 IMMEDIATAMENTE ESECUTIVA OGGETTO: Adozione Programma Triennale dei LL.PP. relativo al triennio

Dettagli

C O M U N E D I P O L I S T E N A (PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA)

C O M U N E D I P O L I S T E N A (PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA) DELIBERAZIONE N 184 C O M U N E D I P O L I S T E N A (PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE del 17-06-2011 Oggetto: Proposta documento preliminare alla redazione

Dettagli

UNIONE MONTANA COMUNI OLIMPICI VIA LATTEA. Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale n. 21 in data 30.09.2014

UNIONE MONTANA COMUNI OLIMPICI VIA LATTEA. Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale n. 21 in data 30.09.2014 COPIA Comune di Pragelato UNIONE MONTANA COMUNI OLIMPICI VIA LATTEA Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale n. 21 in data 30.09.2014 OGGETTO: Adozione proposta tecnica di progetto preliminare della

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA. Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE "MASIERE 2010" A ROANA AI SENSI DELL'ARTICOLO 20 DELLA L.R. 11/2004.

PROVINCIA DI VICENZA. Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE MASIERE 2010 A ROANA AI SENSI DELL'ARTICOLO 20 DELLA L.R. 11/2004. Comune di Roana PROVINCIA DI VICENZA COPIA Deliberazione n. 114 Data 20-05-2014 Soggetta a ratifica Immediatamente eseguibile N N VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA. Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO DI RECUPERO DENOMINATO "SCULAZZON" A TRESCHE' CONCA

PROVINCIA DI VICENZA. Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO DI RECUPERO DENOMINATO SCULAZZON A TRESCHE' CONCA Comune di Roana PROVINCIA DI VICENZA COPIA Deliberazione n. 52 Data 10-04-2012 Soggetta a ratifica Immediatamente eseguibile N N VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO

Dettagli

COMUNE DI ORTONA. Medaglia d Oro al Valore Civile PROVINCIA DI CHIETI. La presente pubblicazione non ha carattere di ufficialità

COMUNE DI ORTONA. Medaglia d Oro al Valore Civile PROVINCIA DI CHIETI. La presente pubblicazione non ha carattere di ufficialità COMUNE DI ORTONA Medaglia d Oro al Valore Civile PROVINCIA DI CHIETI La presente pubblicazione non ha carattere di ufficialità Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale SEDUTA DEL 30 APRILE 2008

Dettagli

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO)

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 21 OGGETTO: VARIANTE P.R.G.C. PER ADEGUAMENTO P.A.I. - APPROVAZIONE DOCUMENTO PROGRAMMATICO - CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia COMUNE DI VANZAGHELLO C.C. 25 01/08/2008 oggetto: Adozione di Programma Integrato d'intervento "immobiliare Monica" ai sensi dell'art. 87 e segg. L.R. 12/2005 in variante al Piano di Governo del

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE. Con voti favorevoli 5 e contrari 13 resi dai 18 Consiglieri presenti e votanti, DELIBERA

IL CONSIGLIO COMUNALE. Con voti favorevoli 5 e contrari 13 resi dai 18 Consiglieri presenti e votanti, DELIBERA Dopo che il Presidente ha dato lettura dell oggetto della proposta di deliberazione, da porsi in trattazione, il Consigliere M. Parola (Gruppo Pedona Libera) pone, sulla proposta, la questione sospensiva

Dettagli

CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE

CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza ede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FIC.: 00244950242 COPIA Verbale letto, approvato e sottoscritto. IL PREDENTE f.to ENRICO MARCIGAGLIA IL

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE n. 37/2011 del 19.07.2011 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO (PEC) RELATIVO AD EDILIZIA RESIDENZIALE IN VIA PRELIO. APPROVAZIONE. L a n

Dettagli

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO

C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Città Termale C O M U N E D I M O N T E V A G O PROVINCIA DI AGRIGENTO Originale di Deliberazione del Consiglio Comunale N 79 del Registro Delibere Data 06.11.2009 OGGETTO: Parco Eolico ed energie alternative.

Dettagli

COMUNE DI MONTEFALCONE NEL SANNIO Provincia di Campobasso DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MONTEFALCONE NEL SANNIO Provincia di Campobasso DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MONTEFALCONE NEL SANNIO Provincia di Campobasso COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 26 Del 24-04-15 Oggetto: ADESIONE AL PROGETTO "FABBRICA DEL CITTADINO" E L'APERTURA DI UNA PAGINA

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE DELIBERA

LA GIUNTA COMUNALE DELIBERA INSERIRE QUI IL LOGO DEL COMUNE COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 284 Del 08-04-10 COPIA Oggetto: PROPOSTA PROGRAMMA INTEGRATO IN LOCALITA' S. SIL= VESTRO - SOGGETTO PROPONENTE FIDIA

Dettagli

COMUNE DI CASTELLO-MOLINA DI FIEMME

COMUNE DI CASTELLO-MOLINA DI FIEMME Originale/Copia COMUNE DI CASTELLO-MOLINA DI FIEMME PROVINCIA DI TRENTO VERBALE DI DELIBERAZIONE n. 22 del Consiglio comunale OGGETTO: L.P. 04.03.2008, n. 1 e ss.mm. Art. 33 e 148 c.4. Adozione Variante

Dettagli

COMUNE DI BARDELLO Provincia di Varese

COMUNE DI BARDELLO Provincia di Varese COMUNE DI BARDELLO Provincia di Varese VERBALE DI DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE COPIA Numero 37 del 29-09-2009 Oggetto: L.R. 16 LUGLIO 2009 N. 13 - RIDUZIONE DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE E REPERIMENTO

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 73 O G G E T T O LOCAZIONE A FAVORE DI TELECOM ITALIA S.P.A. DI UNA PORZIONE DI TERRENO SITA IN VIA CADUTI

Dettagli

DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N 42 DEL 5/11/2014

DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N 42 DEL 5/11/2014 DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N 42 DEL 5/11/2014 OGGETTO: FORMAZIONE COPERTURA TECNOLOGICA A TUNNEL PER PROTEZIONE AUTOVETTURE ANNESSA A EDIFICIO COMUNALE ADIBITO A CASA FAMIGLIA E RESIDENZA SITO

Dettagli

COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese

COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese COMUNE DI MALNATE Provincia di Varese DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE C O P I A N. 21 Reg. Deliberazioni OGGETTO: AUTORIZZAZIONE AL RESPONSABILE DELL'AREA PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO PER IL RILASCIO

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA GUALTIERI STEFANO GOTTARDI PIERLUIGI BERNARDELLE GIORGIO PALIN GIANCARLO PROSDOCIMI GIUSEPPE BASSO FRANCESCO

PROVINCIA DI VICENZA GUALTIERI STEFANO GOTTARDI PIERLUIGI BERNARDELLE GIORGIO PALIN GIANCARLO PROSDOCIMI GIUSEPPE BASSO FRANCESCO Presenti 16 Assenti = i VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI LONGARE Sessione straordinaria prima convocazione seduta pubblica N 6 del Registro ORIGINALE Convocato

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 36 del 16.12.2013 OGGETTO: Accordo di programma tra Ministero ambiente e Regione Lazio. intervento n. 48 consolidamento del versante occidentale della rupe.

Dettagli

L anno 2006, il giorno 8 del mese di Febbraio alle ore 18:00, nella Sala delle Adunanze si è riunita la Giunta Comunale con la presenza di:

L anno 2006, il giorno 8 del mese di Febbraio alle ore 18:00, nella Sala delle Adunanze si è riunita la Giunta Comunale con la presenza di: CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 COPIA Verbale letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to STEFANO FRACASSO

Dettagli

Città di Campodarsego Provincia di Padova

Città di Campodarsego Provincia di Padova Città di Campodarsego Provincia di Padova VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 87 O G G E T T O DETERMINAZIONE DEL VALORE VENALE IN COMUNE COMMERCIO AL 1 GENNAIO DELL ANNO DI IMPOSIZIONE DELLE

Dettagli

Comune di Capannoli. Provincia di Pisa REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N.34 DEL 24/04/2002

Comune di Capannoli. Provincia di Pisa REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N.34 DEL 24/04/2002 Comune di Capannoli Provincia di Pisa Prot.n. del REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N.34 DEL 24/04/2002 OGGETTO: URBANISTICA ED ASSETTO DEL TERRITORIO.P.d.R. DI INIZIATIVA

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SETTORE ECONOMICO-FINANZIARIO

IL RESPONSABILE DEL SETTORE ECONOMICO-FINANZIARIO COMUNE DI CAPUA PROVINCIA DI CASERTA Medaglia d Oro al Valor Civile di deliberazione del Numero Data O g g e t t o 58 19.11.2010 Programma di rinegoziazione dei prestiti concessi dalla Cassa Depositi e

Dettagli

COMUNE DI CARTIGLIANO Provincia di Vicenza ------- NON SOGGETTA A CONTROLLO SOGGETTA A CONTROLLO DI IMMEDIATA ESEGUIBILITA

COMUNE DI CARTIGLIANO Provincia di Vicenza ------- NON SOGGETTA A CONTROLLO SOGGETTA A CONTROLLO DI IMMEDIATA ESEGUIBILITA N.7 reg COPIA COMUNE DI CARTIGLIANO Provincia di Vicenza ------- NON SOGGETTA A CONTROLLO SOGGETTA A CONTROLLO DI IMMEDIATA ESEGUIBILITA Oggetto: VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Seduta

Dettagli

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 68 del 25/05/2012 Oggetto: ADOZIONE VARIANTE AL PN 11. L anno duemiladodici il giorno venticinque del mese di maggio

Dettagli

COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA ORIGINALE COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Codice ente 35006 DELIBERAZIONE N. 64 DEL 28.12.2004 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: VARIANTE PRG.:APPROVAZIONE DEFINITIVA

Dettagli

COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia

COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia COMUNE DI GRADO Provincia di Gorizia Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Registro delibere di Consiglio ORIGINALE N. 19 OGGETTO :APPROVAZIONE VARIANTE N.10 AL VIGENTE PRGC MODIFICA ARTT. 11.7-18

Dettagli

CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE

CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE CITTA DI ARZIGNANO Provincia di Vicenza Sede: Piazza Libertà n. 12 Arzignano (VI) C.A.P. 36071 COD. FISC.: 00244950242 COPIA Verbale letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to ALEXANDRE GALIOTTO

Dettagli

CITTA DI COSSATO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

CITTA DI COSSATO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CITTA DI COSSATO COPIA OGGETTO: APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PUNTUALE CORRISPETTIVA PER LA COPERTURA DEI COSTI DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI VERBALE DI

Dettagli

COMUNE DI NOGAROLE VICENTINO

COMUNE DI NOGAROLE VICENTINO COMUNE DI NOGAROLE VICENTINO PROVINCIA DI VICENZA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione ordinaria - Seduta pubblica di 1^ convocazione Numero del Registro Data Numero Protocollo 02/2014 28.04.2014

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI LUCIGNANO Provincia di Arezzo DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Atto n. 17 Seduta del 12 maggio 2008 Oggetto: Variante n. 9/R.U. per il Piano di Recupero in loc. Tozzo ai sensi dell art. 73,

Dettagli

COMUNE DI CASTELLO DI GODEGO (Provincia di Treviso)

COMUNE DI CASTELLO DI GODEGO (Provincia di Treviso) COMUNE DI CASTELLO DI GODEGO (Provincia di Treviso) Gemellato con la Città di Boves (CN) - Medaglia d oro al valore civile e militare Gemellato con Labastide St. Pierre (F) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI CALOLZIOCORTE Provincia di Lecco Codice Ente 10046 N.65 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Registro Deliberazioni OGGETTO: CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI

Dettagli

COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA

COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA Tel. 06-9015601 Fax. 06-9041991 Piazza C. Leonelli n 15 C.A.P. 00063 www.comunecampagnano.it DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 46 del Reg.

Dettagli

COMUNE DI PADOVA QUARTIERE N. 3 EST DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO CIRCOSCRIZIONALE N. 3

COMUNE DI PADOVA QUARTIERE N. 3 EST DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO CIRCOSCRIZIONALE N. 3 COMUNE DI PADOVA QUARTIERE N. 3 EST DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO CIRCOSCRIZIONALE N. 3 N. 1 Seduta del 3.03.2011 N. Reg.Speciale OGGETTO PUA di via Croce Rossa: parere L anno 2011, il giorno 3 del mese

Dettagli

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O P I A Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: REALIZZAZIONE DI UNA RECINZIONE PRESSO LA BAITA DEGLI ALPINI. ACCOGLIMENTO DELLA RICHIESTA E PRESA D'ATTO DEL PROGETTO. Oggi tredici del

Dettagli

COMUNE DI MAROSTICA Provincia di Vicenza

COMUNE DI MAROSTICA Provincia di Vicenza Reg. Delib. N. 24 Prot. N. Seduta del 17/05/2011 COMUNE DI MAROSTICA Provincia di Vicenza VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Originale OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO DI RECUPERO "DAL PRA'" IN

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. N. 41 del 30-07-2015

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. N. 41 del 30-07-2015 COMUNE DI MOGORO Provincia di Oristano COMUNU DE MÒGURU Provincia de Aristanis DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 41 del 30-07-2015 Oggetto: Criteri per la concessione di benefici economici per famiglie

Dettagli

Comune di Tione di Trento

Comune di Tione di Trento \ Comune di Tione di Trento Provincia di Trento Adunanza di PRIMA convocazione DELIBERAZIONE N. 20/2016 del Consiglio Comunale Seduta Pubblica OGGETTO: Approvazione del Piano di Lottizzazione relativo

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale N. ****Reg. Delib. in data ******** Oggetto: D.P.R.160/2010 e L.R. 55/2012. Parere per ampliamento in deroga al P.R.G. vigente di attività sita in zona urbanistica

Dettagli

Delibera di Consiglio Comunale n. 12 del 30/03/2010. Approvazione Variante Urbanistica ai sensi del DPR 447/98 art 5 ditta PIVATO INFISSI.

Delibera di Consiglio Comunale n. 12 del 30/03/2010. Approvazione Variante Urbanistica ai sensi del DPR 447/98 art 5 ditta PIVATO INFISSI. Delibera di Consiglio Comunale n. 12 del 30/03/2010 Oggetto: Approvazione Variante Urbanistica ai sensi del DPR 447/98 art 5 ditta PIVATO INFISSI. Relaziona l'argomento l'assessore Rossetto Alberto dando

Dettagli

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 L anno 2013 addì 20 del mese di novembre alle ore 20.10 nella Residenza Municipale, previa convocazione con avvisi scritti, tempestivamente

Dettagli

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Comunicazione Prefettura ex art. 135 D.Lgs. 267/2000 COPIA WEB Deliberazione N. 204 in data 30/12/2014 Prot. N. 18116 COMUNE DI ROSSANO VENETO PROVINCIA DI VICENZA -------------------- Verbale di Deliberazione

Dettagli

COMUNE DI ALTAVILLA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI ALTAVILLA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI ALTAVILLA VICENTINA PROVINCIA DI VICENZA Nr. 70 del 26/11/2009 COPIA Prop. n. 19478 Impegno n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Oggetto: L.R. 20/08/1987 N. 44.DESTINAZIONE DELL'8%

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO PROVINCIA DI TARANTO

COMUNE DI MARUGGIO PROVINCIA DI TARANTO N. 41 REGISTRO DELIBERE COMUNE DI MARUGGIO PROVINCIA DI TARANTO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Contributo Ministero dell Interno PON Sicurezza Sistema di videosorveglianza nel Comune di

Dettagli

Comune di Caldogno (VI) Piano degli Interventi L.R. 23 aprile 2004 n 11, art.18

Comune di Caldogno (VI) Piano degli Interventi L.R. 23 aprile 2004 n 11, art.18 Comune di Caldogno (VI) Piano degli Interventi L.R. 23 aprile 2004 n 11, art.18 Bando di raccolta delle proposte di Accordi Pubblico-Privato COMUNE DI CALDOGNO (VI) REDAZIONE DEL PIANO DEGLI INTERVENTI

Dettagli

N. 9/2011 Seduta del 14.02.2011

N. 9/2011 Seduta del 14.02.2011 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 9/2011 Seduta del 14.02.2011 OGGETTO RIPARTIZIONE, PER L ANNO 2011, DELLA QUOTA DEI PROVENTI DERIVANTI DAGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE SECONDARIA PER GLI INTERVENTI

Dettagli

COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO

COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO ORIGINALE COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 19 del CONSIGLIO del COMUNE DI LEDRO OGGETTO: Nuova variante urbanistica riguardante l unificazione delle vigenti Norme di Attuazione

Dettagli

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona ORIGINALE Delibera nº Data Protocollo 55 27/09/96 18309 Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale adunanza straordinaria di prima convocazione

Dettagli

COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE *****

COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE ***** COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE ***** ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 285 del Reg. del 21/12/2005 OGGETTO: Assegnazione del lotto n. 68 in Zona P.I.P. alla Ditta D'ATTIS

Dettagli

COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro-Urbino

COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro-Urbino COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro-Urbino COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Atto N. 3 Del 10-03-2010 Oggetto: APPROVAZIONE CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI E APPROVAZIONE DEFINITIVA DEL

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COPIA Provincia di Verona VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 30 O G G E T T O ASSESTAMENTO GENERALE DEL BILANCIO DI PREVISIONE E.F. 2012. ART. 175, COMMA 8, D.

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Piano di Recupero ambientale e di ristrutturazione urbanistica dell'area ex Eni Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 30 del 28/2/2005 e successiva variante approvata dal Consiglio

Dettagli

COMUNE DI FIESSE (PROVINCIA DI BRESCIA)

COMUNE DI FIESSE (PROVINCIA DI BRESCIA) COMUNE DI FIESSE (PROVINCIA DI BRESCIA) COPIA Codice ente Protocollo n. 10321 0 DELIBERAZIONE 49 Soggetta invio capigruppo Trasmessa al C.R.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO:ADOZIONE

Dettagli

COMUNE DI PASSIRANO. Provincia di Brescia DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 18 del 12-06-2013

COMUNE DI PASSIRANO. Provincia di Brescia DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 18 del 12-06-2013 COMUNE DI PASSIRANO Provincia di Brescia C OPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 18 del 12-06-2013 ADOZIONE DELLA VARIANTE AL DOCUMENTO DI PIANO DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE

Dettagli

Nr. 08 del 13 Gennaio 2015

Nr. 08 del 13 Gennaio 2015 COMUNE di PIGNATARO INTERAMNA PROVINCIA DI FROSINONE MEDAGLIA DI BRONZO AL VALOR CIVILE Tel. 0776 949012 Fax 0776 949306 E-mail: france.neri@tiscali.it C.A.P. 03040 c.c.p. 13035035 Cod. Fisc. 8100305 060

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

Comune di San Michele Salentino Provincia di Brindisi

Comune di San Michele Salentino Provincia di Brindisi Comune di San Michele Salentino Provincia di Brindisi VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 53 del 09/05/2014 OGGETTO: Deliberazione di Giunta Regionale n. 2419/2013. Determinazione del Dirigente

Dettagli

Città di Imola DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE N. 104 DEL 22/07/2014

Città di Imola DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE N. 104 DEL 22/07/2014 Città di Imola DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE N. 104 DEL 22/07/2014 OGGETTO : ATTO DI COORDINAMENTO TECNICO REGIONALE, APPROVATO CON DGR N. 76DEL 2014, AI SENSI DELL`ART. 12 L.R. 15/2013 SUI CRITERI DI

Dettagli

Consiglio di Bacino dell Ambito BACCHIGLIONE

Consiglio di Bacino dell Ambito BACCHIGLIONE Consiglio di Bacino dell Ambito BACCHIGLIONE Proposta di Deliberazione dell Assemblea SEDUTA del 8.04.2014 N. di Reg. N. di Prot. Odg 3 Immediatamente eseguibile Oggetto: APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI BILANCIO

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE VISTO

IL CONSIGLIO COMUNALE VISTO In prosieguo di seduta il Presidente passa alla trattazione del punto 1 dell ordine del giorno aggiuntivo, avente ad oggetto: Approvazione definitiva regolamento urbanistico ai sensi dell art. 36 della

Dettagli