Le partecipate di Sesto Fiorentino

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le partecipate di Sesto Fiorentino"

Transcript

1 Le partecipate di Sesto Fiorentino Edizione 2013 Comune di Sesto Fiorentino 1 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE 2013

2 Comune di Sesto Fiorentino piazza Vittorio Veneto tel Si ringraziano per la preziosa collaborazione: Agenzia Fiorentina per l Energia Ataf s.p.a. Azienda Farmacie e Servizi s.p.a. Casa s.p.a. Consiag s.p.a. Consiag Servizi s.r.l. Doccia Service s.r.l. Fidi Toscana s.p.a. L Isola dei Renai s.p.a. Linea Comune s.p.a. Publiacqua s.p.a. Publies s.r.l. Quadrifoglio s.p.a. Qualità & Servizi s.p.a. SestoIdee - Istituzione per i servizi educativi, culturali e sportivi Ufficio di Staff del Sindaco tel fax Progetto grafico: Alfio Tondelli La prima edizione di questa pubblicazione è del I dati riportati in questo lavoro sono aggiornati al 15 novembre 2013, mentre i dati contabili di bilancio si riferiscono all esercizio Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE Comune di Sesto Fiorentino

3 Indice Premessa 5 Il «Gruppo» del Comune di Sesto Fiorentino 7 Le partecipazioni nel contesto normativo attuale 9 Le partecipazioni a rilevanza economica 15 Azienda Farmacie e Servizi s.p.a. 17 Casa s.p.a. 25 Consiag s.p.a. 33 Consiag Servizi s.r.l. 41 Doccia Service s.r.l. 47 Linea Comune s.p.a. 53 Publiacqua s.p.a. 59 Publies s.r.l. 67 Quadrifoglio s.p.a. 73 Qualità & Servizi s.p.a. 81 Le partecipazioni in fase di vendita 87 Agenzia Fiorentina per l Energia s.r.l. 89 Ataf s.p.a. 95 Fidi Toscana s.p.a. 103 L Isola dei Renai s.p.a. 111 Altri enti 117 A.T.O. Toscana Centro 119 Autorità Idrica Toscana 121 Consorzio di Bonifica Area Fiorentina 123 Società della Salute 127 SestoIdee - Istituzione per i Servizi Educativi, Culturali e Sportivi 129 Comune di Sesto Fiorentino 3 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE 2013

4 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE Comune di Sesto Fiorentino

5 Premessa L ormai consueto appuntamento con il nostro lavoro sul sistema della partecipate del Comune di Sesto Fiorentino giunge, con l edizione relativa al 2012, al suo ottavo anno. Si tratta di un sistema di monitoraggio che ha preso il suo avvio con gli esercizi di bilancio relativi all anno Questa edizione, come già le precedenti, riporta le risultanze economico-patrimoniali dell ultimo esercizio chiuso, nonché i fatti salienti della gestione di ciascuna società, riferiti agli ultimi dati disponibili (usualmente, relativi ai mesi di aprile-maggio dell anno in corso). L impianto descrittivo originario (classificazione della partecipazione, presentazione della società, descrizione dell oggetto sociale, governo societario, dati sintetici di bilancio) rimane sostanzialmente immutato. I costanti ed importanti interventi normativi nel campo delle aziende partecipate ci hanno spinto, peraltro, ad introdurre un apposito capitolo introduttivo che inquadra la situazione della galassia del Comune di Sesto Fiorentino nel panorama del contesto legislativo vigente, soffermandoci anche sui percorsi di dismissione. Anche per questa ottava edizione, che esce in concomitanza con la terza edizione del Bilancio consolidato del Comune di Sesto Fiorentino, abbiamo ritenuto opportuno fornire, su di un unico supporto digitale, tanto i risultati del consolidato quanto i dati salienti relativi al sistema delle partecipazioni, raggruppando così questi due importanti lavori di rendicontazione del nostro Comune, in modo fa consentire al lettore, con maggior agilità ed immediatezza di lettura, comparazioni, raffronti e approfondimenti su tematiche profondamente integrate. Tali lavori saranno poi, come ogni anno, scaricabili dal sito web del Comune di Sesto Fiorentino, su cui sono reperibili anche le edizioni degli anni precedenti. Saremo come sempre grati, ovviamente, a quanti vorranno suggerirci ulteriori miglioramenti per un lavoro che siamo costantemente impegnati ad aggiornare e modificare e che di necessità, per sua stessa missione originaria, nasce anche per seguire e misurarsi con il variare dell assetto del mondo, sempre più complesso, delle società di servizi e dei loro rapporti con l ente locale. Ringrazio come di consueto quanti hanno collaborato alla realizzazione di questo lavoro, i dirigenti delle aziende partecipate e quanti, dall interno delle loro strutture, ci hanno aiutato, con spirito di collaborazione e con cortesia, a reperire le informazioni richieste e, ne siamo certi, a rendere ogni anno più puntuale nei risultati di questo lavoro. Sesto Fiorentino, novembre 2013 Gianni Gianassi Sindaco di Sesto Fiorentino Comune di Sesto Fiorentino 5 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE 2013

6 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE Comune di Sesto Fiorentino

7 Il Gruppo del Comune di Sesto Fiorentino Nello schema sottostante vengono presentate le società attraverso le quali il Comune di Sesto Fiorentino provvede alla gestione ed erogazione dei servizi pubblici di sua competenza. COMUNE DI SESTO FIORENTINO Società di capitali Società partecipata Quota Capitale sociale Agenzia Fiorentina per l Energia s.r.l. 0,728% Ataf s.p.a. 4,33% Azienda Farmacie e Servizi s.p.a. 100% Casa s.p.a. 5% Consiag s.p.a. 9,55% Consiag Servizi s.r.l. 1% Doccia Service s.r.l. 100% Fidi Toscana s.p.a. 0,00134% L Isola dei Renai s.p.a. 1% Linea Comune s.p.a. 2% Publiacqua s.p.a. 0,061% Publies s.r.l. 1,00% Quadrifoglio s.p.a. 2,772% Qualità & Servizi s.p.a. 48% Comune di Sesto Fiorentino 7 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE 2013

8 COMUNE DI SESTO FIORENTINO PARTECIPAZIONI DIRETTE ED INDIRETTE 1,00% COMUNE DI SESTO FIORENTINO CONSIAG S.P.A. 9,55% 97,00% CONSIAG SERVIZI S.R.L. 0,061% COMUNE DI SESTO FIORENTINO CONSIAG S.P.A. 9,55% 24,92% PUBLIACQUA S.P.A. 1,00% COMUNE DI SESTO FIORENTINO 9,55% CONSIAG S.P.A. 67,00% PUBLIES S.R.L. 2,772% COMUNE DI SESTO FIORENTINO CONSIAG S.P.A. 9,55% 4,5% QUADRIFOGLIO S.P.A. Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE Comune di Sesto Fiorentino

9 Le partecipazioni nel contesto normativo attuale Il quadro normativo di riferimento Il Comune di Sesto Fiorentino ha una popolazione di abitanti al e possiede, alla data del 15 novembre 2013, partecipazioni in 14 società che svolgono attività in varie settori. Pertanto, in materia di società partecipate, è soggetto alla normativa che riguarda i comuni tra 30 e 50 mila abitanti. In questo settore gli interventi normativi sono stati molteplici e non sempre lineari, tali da rendere necessaria una complessa interpretazione, specie in relazione alle eterogeneità dei servizi coperti dalle aziende partecipate. Quella che segue è una elencazione sintetica. La legge n. 244/2007 ( Finanziaria 2008 ), all art. 3 comma 27 e seguenti, stabilisce che, al fine di tutelare la concorrenza ed il mercato, le amministrazioni pubbliche (e fra queste i Comuni), non possono costituire d iniziativa o assumere e mantenere direttamente partecipazioni, anche di minoranza, in società, a meno che le stesse: a) abbiano ad oggetto attività di produzione di beni o servizi strettamente necessari al perseguimento delle proprie finalità istituzionali; b) producano servizi di interesse generale nell ambito dei rispettivi livelli di competenza. La normativa prevedeva che le amministrazioni pubbliche procedessero ad autorizzare il mantenimento delle partecipazioni azionarie possedute con atto motivato, in ordine alla sussistenza dei suddetti presupposti (art. 3 comma 28) entro il Tali partecipazioni sono state oggetto della prevista ricognizione di legge, ed il loro numero, oltreché il loro rilievo per la gestione dei servizi dell Amministrazione Comunale di Sesto Fiorentino, è stato confermato con la delibera del Consiglio Comunale n. 88/2010. L intervento normativo più rilevante è certamente costituto dal D.L. n. 78/2010, il quale ha sostanzialmente avviato una stagione del tutto nuova per il settore delle società partecipate, prevedendo un percorso di progressiva dismissione delle partecipazioni in essere e un generale divieto di costituzione di nuove società. In particolare l art. 14, comma 32, ha stabilito i tempi e le modalità di dismissione delle partecipazioni per i Comuni compresi tra e abitanti, con specifico riferimento alla previsione che i medesimi possano detenere la partecipazione di una sola società. Dopo numerosi interventi legislativi, ed a seguito anche del rilevante parere espresso dalla Corte dei Conti, Sezione Regionale di Controllo della Lombardia, il 15 novembre 2011, con atto n. 602/2011/PAR., il termine per le dismissioni è stato individuato nel Va ricordato, infine, che la giurisprudenza costante della Corte dei Conti ha affermato con chiarezza che il processo di dismissione prevede l onere, per gli Enti di avviare la procedura e non quella di Comune di Sesto Fiorentino 9 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE 2013

10 completarla nei tempi previsti. Pertanto, nel caso del Comune di Sesto Fiorentino, l obbligo è quello di avviare, per le società che non sono soggette ad una normativa di settore che le escluda dal regime di dismissione, la procedura di messa in vendita delle quote di partecipazione detenute nelle società; resta inoltre sempre la possibilità di mantenere una partecipazione. Più di recente, sempre in merito alla questione del termine ultimo per le dismissioni, va segnalato l intervento ancora della Corte dei Conti della Lombardia, che con il Parere n. 66/2013, emesso il 27 febbraio 2013, ha ritenuto precisare che la prorogatio introdotta dal D.L. 29 dicembre 2011, n. 216 (convertito nella legge 24 febbraio 2012, n. 14), di ulteriori 9 mesi, si applica anche al regime di dismissione per i Comuni tra 30 e 50 mila abitanti. A giudizio della Corte lombarda, quindi, i termini così ricalcolati corrispondo al 30 settembre 2013 per i Comuni sotto i 30 mila abitanti, e al 30 settembre 2014 per i Comuni tra 30 mila e 50 mila abitanti. Rilevante poi l intervento del D.L. n. 95/2012, all articolo 4, in merito alla liquidazione e privatizzazione società pubbliche (poi modificato con il D.L. n. 69/2013). Nei confronti delle società controllate il cui fatturato sia costituito per oltre il 90% dalla prestazione di servizi alla P.A., si dovrà procedere, alternativamente: a) allo scioglimento della società entro il ; b) all alienazione, con procedure ad evidenza pubblica, delle partecipazioni detenute entro il In questo caso il servizio è assegnato alla società privatizzata per 5 anni a decorrere dall Nel caso in cui l amministrazione non proceda allo scioglimento o alla alienazione, le società suddette non potranno ricevere ulteriori affidamenti diretti di servizi, né rinnovi di quelli in corso. Il comma 3 aggiunge che le suddette disposizioni non si applicano alle società che erogano servizi di interesse generale anche aventi rilevanza economica. Occorre anche ricordare la sentenza della Corte Costituzionale n. 199 del 20 luglio 2012, che, accogliendo i ricorsi di alcune Regioni, ha sancito l illegittimità dell articolo 4 del D.L. 13 agosto 2011, n. 138, convertito con modificazioni dalla legge 14 settembre 2011, n sia nel testo originario che in quello risultante dalle successive modificazioni - in materia di servizi pubblici locali di rilevanza economica. In sostanza la Consulta ha ritenuto che la succitata norma viola il divieto di ripristino della normativa abrogata dalla volontà popolare, riproponendo le disposizioni già previste nell ex art. 23 bis, in taluni casi accentuandone la portata restrittiva. Con tale sentenza, tra le altre cose, si sancisce la piena legittimità del sistema di gestione dei servizi in house e la vigenza della normativa comunitaria in materia. Resta invece vigente la dispozione del D.L. n. 138/2011 relativa all esclusione dal regime di dismissione delle partecipazioni di alcuni settori, quali in particolare la distribuzione del gas, dell energia elettrica ed alla gestione delle farmacie comunali (comma 18). La Corte Costituzionale con la sentenza n. 229/2013 ha inoltre dichiarato l illegittimità costituzionale dell articolo 4 del D.L. n. 95/2013 nella parte in cui si applica alle Regioni a statuto ordinario, ma ne ha confermato la validità per i Comuni e le Province. Secondo la Consulta, i commi 1, 2, 3, secondo periodo, 3-sexies e 8 incidono sulla materia dell organizzazione e funzionamento delle Regioni, affidata dall articolo 117, quarto comma della Costituzione alla competenza legislativa residuale delle Regioni ad autonomia ordinaria, e alla competenza legislativa regionale primaria nei territori ad autonomia speciale per i rispettivi statuti. Le norme contenute nel l articolo 4 della spending review inibiscono quindi in radice una delle possibili declinazioni dell autonomia organizzativa regionale. Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE Comune di Sesto Fiorentino

11 Le disposizioni sullo scioglimento delle società strumentali ledono la competenza legislativa delle Regioni in materia di assetto amministrativo, mentre si configurano come norme che regolano i profili organizzativi degli enti locali e, pertanto, devono essere da essi rispettate. Le procedure attivate nel Comune di Sesto Fiorentino Sulla base di questo complessa ed articolata normativa ed in maniera, per quanto possibile, coerente con quanto già statuito nella Delibera n. 88 del 2010, il Comune di Sesto Fiorentino ha proceduto ad avviare i percorsi di dismissione previsti e consentiti per i Comuni compresi tra i 30 ed i 50 mila abitanti. Occorre anche precisare che delle 14 partecipazioni del Comune di Sesto Fiorentino, soltanto 2 hanno un capitale sociale interamente detenute da questa Amministrazione (Doccia Service s.r.l. e Azienda Farmacie e Servizi S.p.A), mentre le restanti 12 sono rappresentate da partecipazioni in aziende il cui capitale sociale è suddiviso in più Comuni e per lo più la quota del Comune di Sesto Fiorentino è minoritaria (con l eccezione di Qualità e Servizi S.p.A.). Con la Deliberazione n. 103 dell , si è proceduto alla dismissione della partecipazione detenuta in Agenzia Fiorentina per l Energia s.r.l. (pari allo 0,728% del capitale), offrendo le quote in prelazione agli altri soci pubblici, i quali non hanno esercitato nei termini tale diritto. Con la Deliberazione n. 104, sempre dell , si è avvitata la procedura di dismissione della partecipazione detenuta in Fidi Toscana S.p.A. (0,00134%), anche in questo caso offrendo agli altri soci pubblici la quota di capitale, senza che nessuno di questi abbia esercitato la prelazione prevista da Statuto. Con la Deliberazione n. 105 dell si è poi proceduto alla dismissione della quota detenuta in Isola dei Renai S.p.A. (1%) e successivamente si è scritto al Sindaco del Comune di Signa per sondare la sua intenzione in merito all acquisto delle quote del Comune di Sesto Fiorentino e più in generale circa il destino della società stessa. Per quanto riguarda invece la partecipazione in Produrre Pulito S.p.A., con la Deliberazione n. 109 dell si è stabilito di cedere l intero pacchetto azionario (pari al 22,32%, per un totale di azioni), mediante una procedura ad evidenza pubblica, che si è conclusa il 24 gennaio 2013, con l aggiudicazione, prima provvisoria e poi definitiva, a Consiag S.p.A. con un offerta di acquisto pari a ,00. Nella stessa seduta consiliare del dicembre 2012, con la Deliberazione n. 111, si è proceduto a cedere una parte delle quote detenute in Qualità & Servizi S.p.A. agli altri soci pubblici, vale a dire al Comune di Signa ed al Comune di Campi Bisenzio, in modo da rendere proporzionale le quote detenute da tutti i soci in rapporto alla popolazione residente, rendendo in tal modo legittimo, ai sensi dell art. 14 comma 32 del D.L. n. 78/2010, la non dismissione di tale società; peraltro con la stessa delibera si è definita l attività resa dall azienda come servizio pubblico privo di rilevanza economica. Con tale delibera il Comune di Sesto Fiorentino ha ceduto quote per un numero pari a azioni, ad un valore unitario di 1,33 al Comune di Signa per un valore complessivo di ,48 e per un numero di quote pari a ad un valore unitario di 1,33 al Comune di Campi Bisenzio per un valore complessivo di ,58, tenendo di conto altresì delle prerogative in capo ai soci di cui dall art. 7 dello Statuto. Nel corso della seduta consiliare dell 11 giugno 2013, con la Deliberazione n. 45 si è proceduto ad escludere la società Doccia Service s.r.l., il cui capitale sociale interamente dal Comune di Sesto Fiorentino e costituita per la valorizzazione e la pubblica fruizione della Comune di Sesto Fiorentino 11 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE 2013

12 Biblioteca pubblica Ernesto Ragionieri, dal regime dismissorio previsto dall art. 4 comma 1 del D.L. n. 95/2012. In tale delibera infatti la struttura del servizio svolto e le modalità dello stesso sono stati definiti come di interesse generale e pertanto rientranti sotto la disciplina dell art. 4 comma 3 dell art. 4, ovvero come servizio pubblico locale privo di rilevanza economica. Con la Delibera n. 69 del 17 settembre 2013, infine, si proceduto a manifestare la volontà del Comune di Sesto Fiorentino a cedere le proprie quote detenute in Ataf S.p.A.; si è preso atto che successivamente alla cessione del ramo d azienda denominato Ataf Gestioni s.r.l. a partire dal mese di agosto 2012 l Ati Busitalia, Cap e Autoguidovie Nord ha acquisito il 100% del capitale sociale di Ataf Gestioni s.r.l., attualmente titolare della gestione del servizio. Da quel momento in poi Ataf S.p.A. si limita ad occuparsi in via esclusiva della gestione della struttura della rete e del patrimonio pubblico e pertanto la partecipazione in Ataf S.p.A., attivata nell ottica di gestire l esercizio del servizio di trasporto pubblico locale su scala metropolitana, nel contesto normativo vigente, non appare più strategica. Con riferimento alle società Casa S.p.A. e Linea Comune S.p.A. il socio di maggioranza Comune di Firenze ha richiesto specifici pareri legali finalizzati a definire la legittimità del mantenimento di tali partecipazioni che, come è noto, riguardano servizi particolarmente rilevanti quali quello dell Edilizia residenziale pubblica e i servizi di e-government ai cittadini. Per Consiag Servizi s.r.l. e Publies s.r.l. il Gruppo Consiag si è attivato nello stesso modo. Le successive tabelle danno una rappresentazione grafica attuale della situazione. PARTECIPAZIONI AZIONARIE già VENDUTE O IN FASE DI VENDITA Partecipazioni già vendute L Isola dei Renai S.p.A. PARTECIPAZIONI IN FASE DI VENDITA Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE Comune di Sesto Fiorentino

13 PARTECIPAZIONI AZIONARIE CHE RIMARRANNO DEL COMUNE FARMACIE COMUNALI Qualità SpA Servizi Società escluse ex lege Società soggette all art.4 comma 3 del D.L. 95/2012 (SIEG - Società di interesse economico generale) 1 società ammessa dalla legge publies Società strumentali IN VIA DI DEFINIZIONE Comune di Sesto Fiorentino 13 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE 2013

14 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE Comune di Sesto Fiorentino

15 Le partecipazioni a rilevanza economica Comune di Sesto Fiorentino 15 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE 2013

16 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE Comune di Sesto Fiorentino

17 FARMACIE COMUNALI Azienda Farmacie e Servizi s.p.a. Azienda di gestione delle farmacie A) FOCUS Servizio erogato Farmacia, vendita di medicinali, di prodotti parafarmaceutici, sanitari, profumeria, dietetici, gestione studi medici comunali Capitale sociale ,00 Gli azionisti: Quota di capitale % Comune di Sesto Fiorentino 100,00 Classificazione della partecipazione Criterio della rilevanza socio-politica Strategico Operativo Finanziario Il Comune quale unico azionista determina le linee strategiche per l organizzazione e la gestione delle farmacie di proprietà, nonché dei servizi relativi. Criterio del Controllo Maggioranza Minoranza Cessione Il Comune detiene il 100 % delle azioni, con la prospettiva di dismettere una parte dei titoli a favori di privati assicurandosi tuttavia una partecipazione di maggioranza. Ruolo della società Gestione Reti Erogazione del Servizio Misto La società si occupa della gestione dei servizi inerenti l organizzazione e la distribuzione dei farmaci nonché dei servizi ambulatoriali. Ambito territoriale Locale Regionale Nazionale La società opera nell ambito del territorio comunale. Modello Organizzativo Monosettoriale Multisettoriale Holding Settore farmaceutico e ambulatoriale. Comune di Sesto Fiorentino 17 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE 2013

18 Risorse finanziarie impiegate nella gestione del servizio Le risorse finanziarie erogate dal Comune per l ultimo triennio non sono significative. Nella tabella sottostante sono riportati gli importi degli utili distribuiti al Comune. Per l esercizio 2012 Per esercizio 2011 Per esercizio , , ,00 Servizi e Unità Organizzative Autonome del Comune coinvolti nella gestione - Responsabile del Servizio Sviluppo Locale e Marketing Territoriale. Contatto con il cittadino Azienda Farmacie e Servizi s.p.a. tel Centralino studi medici e farmacie tel B) PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ L istituzione della prima Farmacia Comunale di Sesto Fiorentino risale al 1 gennaio Nel marzo 1993 la gestione in economia, viste le ragguardevoli dimensioni che aveva raggiunto il servizio farmaceutico e quello degli studi medici comunali fu sostituita dalla gestione tramite Azienda Farmaceutica Speciale. Dal 1 gennaio 2003 opera l Azienda Farmacie e Servizi s.p.a. il cui capitale sociale è interamente posseduto dall Amministrazione Comunale. La società si occupa della gestione delle farmacie comunali, del dispensario farmaceutico di Cercina e degli studi medici comunali. La farmacia comunale n 1 di Via Cavallotti 26 ha un apertura di 24 ore assicurando il servizio notturno per tutto l anno. Le altre farmacie sono aperte dal lunedì al sabato. Negli studi medici comunali operano circa 60 medici tra medici di famiglia e specialisti. È in funzione un centralino con orario continuato per prendere le prenotazioni per visite domiciliari, ambulatoriali e dare tutte le informazioni relative al servizio. Le farmacie e gli studi medici sono dislocati in tutto il territorio comunale e la società si propone di mantenere l eccellenza nel servizio alla popolazione tramite la massima apertura al pubblico dei servizi e il continuo aggiornamento professionale degli operatori. Un ulteriore servizio sarà quello della prenotazione visite ed esami (CUP) quando verrà messo a regime dalla ASL. C) OGGETTO SOCIALE La società ha per oggetto la gestione dei seguenti servizi: l organizzazione e la gestione in proprio delle farmacie e dei servizi relativi, dei quali sono titolari il Comune di Sesto Fiorentino o eventuali altri comuni soci; l organizzazione e la gestione in proprio di esercizi commerciali attinenti il mondo della salute e del benessere, la distribuzione finale ed intermedia di prodotti Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE Comune di Sesto Fiorentino

19 farmaceutici, parafarmaceutici, sanitari e simili, l informazione ed educazione sanitaria, nonché l aggiornamento professionale nel quadro del servizio sanitario nazionale. L organizzazione e la gestione di altri servizi aventi riferimento ai servizi socio sanitari e ai servizi rivolti alla persona, sia direttamente sia mediante partecipazioni in società, consorzi od associazioni già esistenti o da costituire, purché le modalità di tali partecipazioni garantiscano comunque la tutela dell interesse perseguito dalla società. Nell ambito della sua attività la società può assumere ulteriori iniziative atte a conseguire scopi di pubblico interesse nel settore sanitario. La società può essere titolare di autorizzazioni amministrative per la produzione e commercializzazione di prodotti che hanno attinenza al settore sanitario o ad esso assimilato. la società può provvedere all esercizio delle attività di cui sopra in ambito territoriale nazionale e internazionale, partecipando a procedure concorsuali e/o negoziali. Lo svolgimento di servizi per conto di altri soggetti sarà regolato da appositi disciplinari e contratti di servizio che prevedano la definizione dei rapporti tecnici, economici e finanziari. Al fine del raggiungimento dello scopo sociale la società può assumere e cedere partecipazioni e interessenze in altre società, imprese, consorzi ed associazioni sia italiane che estere, aventi oggetti eguali, simili, complementari, accessori, ausiliari o affini ai propri, tra i quali la gestione di servizi a rete, sia direttamente che indirettamente, sotto qualsiasi forma, e costituire e liquidare i soggetti sopra indicati nonché esercitarne il coordinamento tecnico e finanziario. La società può espletare ogni altra attività finanziaria, immobiliare, commerciale o industriale e di investimento, inclusa la prestazione di garanzie, comunque connessa, affine e necessaria per il conseguimento dello scopo sociale, con eccezione della raccolta del risparmio tra il pubblico e dell esercizio delle attività riservate agli intermediari finanziari e mobiliari. Può promuovere la collaborazione con altre aziende di servizi, con particolare riguardo a quelle europee e mediterranee, nell ambito dei processi di integrazione europea e di indipendenza internazionale. la società può inoltre assumere finanziamenti dai propri soci nel rispetto delle disposizioni normative di cui all art. 11 e del D.Lgs. 385/1993 e della delibera del D) LE PARTECIPATE DI AZIENDA FARMACIE E SERVIZI S.P.A. Il Comune di Sesto Fiorentino detiene il 100% di Azienda Farmacie e Servizi s.p.a., che a sua volta detiene quote di capitale delle seguenti società: Società Attività svolta Quota % Cispel Toscana Formazione soc. consortile a r.l. Formazione del personale. 0,42 E) GLI OBIETTIVI STRATEGICI DELLA PARTECIPAZIONE Assicurare un efficiente ed equa distribuzione dei farmaci e una dislocazione dei servizi socio-sanitari che incontrino i bisogni dei cittadini. Comune di Sesto Fiorentino 19 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE 2013

20 F) IL GOVERNO SOCIETARIO Modello di Amministrazione e Controllo: tradizionale. Previsioni statutarie e soggetti incaricati Organi societari Statuto Incaricati Scadenza mandato Indennità Amministratore Unico È investito dei più ampi poteri per l amministrazione ordinaria e straordinaria della Società; ha la facoltà di compiere tutti gli atti che ritenga opportuni per l attuazione ed il raggiungimento degli scopi sociali. Sandro Tarli 31/12/2015 a.b lordi mensili C o l l e g i o sindacale Il Collegio sindacale è composto da tre membri effettivi e due supplenti. Il Sindaco ha il diritto di procedere alla nomina diretta del Presidente del Collegio sindacale, di un sindaco effettivo e di un supplente. Il secondo sindaco effettivo e supplente, saranno eletti dall Assemblea sulla base delle designazioni dei soci diversi dal Comune di Sesto F.noI Sindaci restano in carica per tre esercizi e sono rieleggibili. Quelli nominati dal Sindaco possono essere revocati, per giusta causa, oppure sostituiti solo da quest ultimo. Al Collegio sindacale spettano le facoltà ed incombono i doveri previsti dalla legge. Presidente: Rag. Gianfranco Venezia Sindaci effettivi: Dott. Francesco Sacchetti Dott. Massimo Berni Sindaci supplenti: Dott. Francesco Ceccherini Dott.ssa Stefania Mariotti 31/12/2015 a.b ,95 + Iva annui lordi 8.037,12 +Iva annui lordi 8.357,44 + iva annui lordi Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE Comune di Sesto Fiorentino

21 G) INFORMATIVA SOCIETARIA Bilancio d esercizio chiude al 31/12. Redigono budget annuali e report mensili, o con altre periodicità, ad uso interno senza che questi siano trasmessi al Comune. H) DATI SINTETICI DI BILANCIO Di seguito sono riportati gli schemi sintetici di Stato Patrimoniale, Conto Economico dell ultimo bilancio d esercizio e del biennio precedente (i dati nella tabella sono in euro). ATTIVO STATO PATRIMONIALE 31/12/ /12/ /12/2010 Immobilizzazioni immateriali Immobilizzazioni materiali Immobilizzazioni finanziarie Capitale immobilizzato Rimanenze di magazzino Crediti verso clienti Altri crediti Attività finanziarie non immobilizzate Disponibilità liquide Ratei e risconti attivi Attivo circolante TOTALE ATTIVO PASSIVO + NETTO Debiti verso fornitori Acconti Debiti tributari e previdenziali Altri debiti Ratei e risconti passivi Passivo circolante Capitale d esercizio netto Comune di Sesto Fiorentino 21 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE 2013

22 Capitale investito lordo T.F.R. di lavoro subordinato Altre passività a medio-lungo termine Fondo rischi e oneri Capitale investito netto Patrimonio netto TOTALE PASSIVO E NETTO CONTI D ORDINE Beni strumentali ramo d azienda in affitto Fideiussioni ricevute da terzi TOTALE CONTI D ORDINE CONTO ECONOMICO 31/12/ /12/ /12/2010 Ricavi delle vendite e delle prestazioni Variazione delle rimanenze Altri ricavi e proventi Incrementi di immobilizzaz. per lavori interni Contributi in conto esercizio A. Valore della produzione Costi per materie prime Costi per prestazioni di servizi Variazione delle rimanenze Costi per godimento beni di terzi Oneri diversi di gestione B. Costi della produzione C. Valore aggiunto (A+B) D. Costo del lavoro E. Margine operativo lordo (C+D) F. Ammortamenti ed accantonamenti Ammortamenti Svalutazioni di crediti Altri accantonamenti G. Risultato Operativo (EBIT) (E+F) Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE Comune di Sesto Fiorentino

Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE 2009

Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE 2009 Le partecipate di Sesto Fiorentino EDIZIONE 2009 piazza Vittorio Veneto 1-50019 tel. 055 055 www.comune.sesto-fiorentino.fi.it Ufficio di Staff del Sindaco tel 055 4496228 fax 055 3909074 email: segreteria.sindaco@comune.sesto-fiorentino.fi.it

Dettagli

Area Affari Generali e Istituzionali Staff di Area/Responsabile

Area Affari Generali e Istituzionali Staff di Area/Responsabile Area Affari Generali e Istituzionali Staff di Area/Responsabile Adempimenti sulla trasparenza degli Enti locali prevista dall art.8 del D.L. 98 del 06/07/2011 ELENCO AZIENDE PARTECIPATE DAL COMUNE DI CALENZANO

Dettagli

Alloggio Sociale: Il ruolo del Social Housing Pubblico

Alloggio Sociale: Il ruolo del Social Housing Pubblico Alloggio Sociale: Il ruolo del Social Housing Pubblico Il Patrimonio immobiliare di proprietà della ATER è attribuito ai Comuni nel cui territorio è ubicato. TUTTO IL PATRIMONIO E.R.P. E DI PROPRIETA DEI

Dettagli

Statuto TITOLO I Denominazione - Sede - Durata - Oggetto sociale Art. 1 Denominazione Art. 2 Sede Art. 3 Durata Art. 4 Oggetto sociale TITOLO II

Statuto TITOLO I Denominazione - Sede - Durata - Oggetto sociale Art. 1 Denominazione Art. 2 Sede Art. 3 Durata Art. 4 Oggetto sociale TITOLO II Statuto CASA S.p.A. Statuto TITOLO I Denominazione - Sede - Durata - Oggetto sociale Art. 1 Denominazione Art. 2 Sede Art. 3 Durata Art. 4 Oggetto sociale TITOLO II Forme d'intervento Art. 5 Forme d'intervento

Dettagli

C A S A S.p.A. Via Fiesolana n. 5 50121 FIRENZE. Tel. 055/226241 - Fax 055/22624269. www.casaspa.it

C A S A S.p.A. Via Fiesolana n. 5 50121 FIRENZE. Tel. 055/226241 - Fax 055/22624269. www.casaspa.it C A S A S.p.A. Via Fiesolana n. 5 50121 FIRENZE Tel. 055/226241 - Fax 055/22624269 www.casaspa.it Procedura di gara in economia mediante cottimo fiduciario, ex art. 125, D.lgs. 163/2006 e s.m. e i., da

Dettagli

C A S A S.p.A. Via Fiesolana n. 5 50121 FIRENZE. Tel. 055/226241 - Fax 055/22624269. www.casaspa.it

C A S A S.p.A. Via Fiesolana n. 5 50121 FIRENZE. Tel. 055/226241 - Fax 055/22624269. www.casaspa.it C A S A S.p.A. Via Fiesolana n. 5 50121 FIRENZE Tel. 055/226241 - Fax 055/22624269 www.casaspa.it Procedura di gara in economia mediante cottimo fiduciario, ex art. 125, D.lgs. 163/2006 e s.m. e i., da

Dettagli

ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO S.P.A.

ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO S.P.A. ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO S.P.A. Sede ad Annone Veneto (VE), Viale Trieste, n. 11 Capitale sociale: 7.993.843, i.v. Codice fiscale, partita IVA e n. di iscrizione al Registro delle Imprese di

Dettagli

C A S A S.p.A. Via Fiesolana n. 5-50121 FIRENZE. Tel. 055/226241 - Fax 055/22624269

C A S A S.p.A. Via Fiesolana n. 5-50121 FIRENZE. Tel. 055/226241 - Fax 055/22624269 C A S A S.p.A. Via Fiesolana n. 5-50121 FIRENZE Tel. 055/226241 - Fax 055/22624269 www.casaspa.it Procedura di gara in economia mediante affidamento diretto, ex art. 125, D.lgs. 163/2006 e s.m. e i., da

Dettagli

COMUNE di EMPOLI. Servizio Edilizia Privata. Comune di Bagno a Ripoli. comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it. Comune di Barberino di Mugello

COMUNE di EMPOLI. Servizio Edilizia Privata. Comune di Bagno a Ripoli. comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it. Comune di Barberino di Mugello COMUNE di EMPOLI Servizio Edilizia Privata Empoli, 07/07/2015 A: Comune di Bagno a Ripoli comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it Comune di Barberino di Mugello barberino-di-mugello@postacert.toscana.it

Dettagli

ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO SPA. Relazione sulla gestione del bilancio al 31/12/2014

ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO SPA. Relazione sulla gestione del bilancio al 31/12/2014 ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO SPA Sede in VIALE TRIESTE 11-30020 ANNONE VENETO (VE) Capitale sociale Euro 7.993.843,00 i.v. Codice fiscale: 04046770279 Iscritta al Registro delle Imprese di Venezia

Dettagli

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2014 Settore residenziale. FIRENZE a cura dell Ufficio Statistiche e Studi

NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre 2014 Settore residenziale. FIRENZE a cura dell Ufficio Statistiche e Studi NOTA TERRITORIALE Andamento del mercato immobiliare nel I semestre Settore residenziale a cura dell Ufficio Statistiche e Studi data di pubblicazione: 28 novembre periodo di riferimento: primo semestre

Dettagli

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2013

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2013 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 REGIONE N. 1 REGIONE N. 2 Comuni di: FIRENZUOLA, LONDA, MARRADI, PALAZZUOLO SUL SENIO, SAN GODENZO Comuni di: PELAGO, REGGELLO BOSCO CEDUO 1816,00 SI 1743,00

Dettagli

All. C4 Analisi consumi e fabbisogno settore civile. Provincia di Firenze. P.E.A.P. Piano Energetico Ambientale Provinciale

All. C4 Analisi consumi e fabbisogno settore civile. Provincia di Firenze. P.E.A.P. Piano Energetico Ambientale Provinciale All. C4 Analisi consumi e fabbisogno settore civile Provincia di Firenze P.E.A.P. Piano Energetico Ambientale Provinciale Allegato C4 Analisi consumi e fabbisogni del settore civile Università degli Studi

Dettagli

Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) Piano di razionalizzazione delle società

Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) Piano di razionalizzazione delle società Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) Piano di razionalizzazione delle società I Introduzione generale 1. Premessa Dopo il Piano Cottarelli,

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA. ai sensi dell art. 1 comma 611 della Legge di Stabilità 2015

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA. ai sensi dell art. 1 comma 611 della Legge di Stabilità 2015 ALLEGATO 1 PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA ai sensi dell art. 1 comma 611 della Legge di Stabilità 2015 Razionalizzazione delle società ai sensi dell art. 1 comma 611 della Legge di Stabilità

Dettagli

CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DOCUMENTARIO INTEGRATO DELL AREA FIORENTINA (SDIAF)

CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DOCUMENTARIO INTEGRATO DELL AREA FIORENTINA (SDIAF) CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA DOCUMENTARIO INTEGRATO DELL AREA FIORENTINA (SDIAF) tra i Comuni di: Bagno a Ripoli, Barberino Val d Elsa, Calenzano, Campi Bisenzio, Fiesole, Figline Valdarno,

Dettagli

COMUNE DI FERNO Provincia di Varese

COMUNE DI FERNO Provincia di Varese OBBLIGHI DI TRASPARENZA PER LE SOCIETA A PARTECIPAZIONE PUBBLICA (Art. 8 D.L. 06/07/2011 n. 98, convertito dalla Legge 15/07/2011 n. 111) L art. 8 del D.L. 06/07/2011 n. 98, convertito con modificazioni

Dettagli

CASA S.p.A. Via Fiesolana, 5 50121 Firenze Tel. 055-226241 www.casaspa.it

CASA S.p.A. Via Fiesolana, 5 50121 Firenze Tel. 055-226241 www.casaspa.it CASA S.p.A. Via Fiesolana, 5 50121 Firenze Tel. 055-226241 www.casaspa.it CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Procedura di gara in economia mediante affidamento diretto, ex art. 125, D.lgs. 163/2006 e s.m. e

Dettagli

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE Tema d esame BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE AZIENDALI (classe 5 a ITC) Il tema proposto è articolato in tre parti, di cui l ultima con tre alternative

Dettagli

volumi erogati (mc/anno) Vol. ceduti (mc/anno) volumi fatturati (mc/anno)

volumi erogati (mc/anno) Vol. ceduti (mc/anno) volumi fatturati (mc/anno) Ricognizione delle opere di acquedotto, fognatura e depurazione ENTE GESTORE Vol. prodotti (mc/anno) Vol. acquistati (mc/anno) Vol. ceduti (mc/anno) volumi erogati (mc/anno) volumi fatturati (mc/anno)

Dettagli

Bilancio di previsione 2012-2014 del Consorzio Grosseto Lavoro. (redatto ai sensi dell art. 18 comma 2 dello Statuto)

Bilancio di previsione 2012-2014 del Consorzio Grosseto Lavoro. (redatto ai sensi dell art. 18 comma 2 dello Statuto) Bilancio di previsione 2012-2014 del Consorzio Grosseto Lavoro (redatto ai sensi dell art. 18 comma 2 dello Statuto) Sommario Premessa... 2 1. La missione e gli obiettivi... 3 2. Il rapporto con gli Enti

Dettagli

(A) Crediti verso soci per i versamenti ancora dovuti 0 0. Immobilizzazioni immateriali. Costo 20.445 20.445. Fondi ammortamento -18.501-17.

(A) Crediti verso soci per i versamenti ancora dovuti 0 0. Immobilizzazioni immateriali. Costo 20.445 20.445. Fondi ammortamento -18.501-17. Agestel S.r.l. Capitale sociale 775.000,00 i.v. Sede in Pisa - Via Bellatalla, 1 R.I. di Pisa - Cod. Fisc. 01498860509 C.C.I.A.A. di Pisa - R.E.A. n. 132201 Soggetta ad attività di direzione e coordinamento

Dettagli

INTRODUZIONE. vista la proposta di delibera consiliare e lo schema del Bilancio Consolidato per l esercizio 2013 completo di:

INTRODUZIONE. vista la proposta di delibera consiliare e lo schema del Bilancio Consolidato per l esercizio 2013 completo di: INTRODUZIONE I sottoscritti Fulvio Benetti, Giovanbattista Colangelo, Ernesto Pollini: vista la proposta di delibera consiliare e lo schema del Bilancio Consolidato per l esercizio 2013 completo di: a)

Dettagli

Nota integrativa al Bilancio al 31 Dicembre 2014

Nota integrativa al Bilancio al 31 Dicembre 2014 Nota integrativa al Bilancio al 31 Dicembre 2014 Introduzione Ai sensi delle disposizioni contenute nel Codice Civile in tema di bilancio di esercizio e in ottemperanza a quanto previsto dall art. 2427,

Dettagli

COMUNE DI MINUCCIANO Provincia di Lucca

COMUNE DI MINUCCIANO Provincia di Lucca Ragione sociale COMPAGNIA TOSCANA TRASPORTI - C.T.T. NORD S.R.L Codice Fisc. / Partita Iva 01954820971 Via Bellatalla, 1-56121 Ospedaletto, Pisa Telefono 050 884111 info@cttnord.it ; PEC: cttnordsrl@legalmail.it

Dettagli

COMUNE DI PIANO DI SORRENTO

COMUNE DI PIANO DI SORRENTO COMUNE DI PIANO DI SORRENTO Provincia di Napoli Piano di razionalizzazione delle società partecipate (articolo 1 commi 611 e seguenti della legge 190/2014) Introduzione generale 1. Premessa Dopo il "Piano

Dettagli

Analisi per flussi. 1. Considerazioni generali

Analisi per flussi. 1. Considerazioni generali Capitolo 8 Analisi per flussi 1. Considerazioni generali Il rendiconto finanziario è un prospetto che raggruppa, in relazione a determinati scopi di formazione, le variazioni (flussi) intervenute nella

Dettagli

Il Progetto CENTRI FORMATIVI TERRITORIALI. Firenze, 21 dicembre 2009

Il Progetto CENTRI FORMATIVI TERRITORIALI. Firenze, 21 dicembre 2009 Il Progetto CENTRI FORMATIVI TERRITORIALI Firenze, 21 dicembre 2009 I CFT Cosa sono: Una rete di risorse (Agenzie e strutture ) diffuse su tutto il territorio provinciale, delegate dalla Direzione Formazione,

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Dati anagrafici Denominazione: ENOTECA REGIONALE DEL ROERO SO C.CONS.A.R.L. Sede: Capitale sociale: 11.352,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: VIA

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: Capitale sociale: 10.000,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: DOCCIA SERVICE S.R.L. PIAZZA VITTORIO VENETO 1 SESTO

Dettagli

Como Acqua s.r.l. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

Como Acqua s.r.l. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro Como Acqua s.r.l. Sede in Via Borgo Vico 148 Codice Fiscale 03522110133 - Numero Rea CO - 319342 P.I.: 03522110133 Capitale Sociale Euro 29.098 i.v. Forma giuridica: srl Società in liquidazione: no Società

Dettagli

Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003

Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003 Alerion Industries S.p.A. Relazione trimestrale al 31 marzo 2003 Indice pag. Premessa 3 Valore e costi della produzione consolidati 4 Posizione finanziaria netta consolidata 5 Note di commento 6 Stato

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 Corso Matteotti, 9 Milano Tel. 02.780611 Partita Iva 03650800158 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 15 MAGGIO 2003 INDICE Organi societari Gabetti Holding S.p.A....

Dettagli

Piano di razionalizzazione delle società partecipate

Piano di razionalizzazione delle società partecipate COMUNE DI Gaggio Montano (Provincia di Bologna) Piazza A.Brasa 1 Gaggio Montano Tel. 0534.38003 FAX 0534.37666 C.F. 01042740371 P.IVA 00530281203 PEC:comune.gaggiomontano @cert.provincia.bo.it http://www.comune.gaggiomontano.bo.it

Dettagli

START SRL. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013

START SRL. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013 START SRL Codice fiscale 05135710480 Partita iva 05135710480 VIA TOGLIATTI 6-50032 BORGO SAN LORENZO FI Numero R.E.A. 522757 Registro Imprese di FIRENZE n. 05135710480 Capitale Sociale 70.187,00 di cui

Dettagli

Il finanziamento alle imprese

Il finanziamento alle imprese Il finanziamento alle imprese Alberto Balestreri Corso di Economia ed organizzazione aziendale II ING-IND/35 Laurea Specialistica in Biotecnologie Industriali Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: Capitale sociale: 10.400,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: C.E.A.M. CULTURA E ATTIVITA' MISSIONARIA SRL VIA

Dettagli

Comune di Livorno Ufficio Società e Partecipazioni. Sintesi patrimoniale finanziaria ed economica delle società partecipate dal Comune di Livorno

Comune di Livorno Ufficio Società e Partecipazioni. Sintesi patrimoniale finanziaria ed economica delle società partecipate dal Comune di Livorno Comune di Livorno Ufficio Società e Partecipazioni Sintesi patrimoniale finanziaria ed economica delle società partecipate dal Comune di Livorno Livorno,20 marzo 2009 Sintesi patrimoniale finanziaria ed

Dettagli

Proposta la distribuzione di un dividendo pari a 0,04 Euro per azione.

Proposta la distribuzione di un dividendo pari a 0,04 Euro per azione. Il CDA approva il progetto di bilancio al 31/12/2008. Proposta la distribuzione di un dividendo pari a 0,04 Euro per azione. Ricavi della produzione consolidati pari a 95,9 milioni di Euro (+ 45,7 % vs

Dettagli

Il fascicolo di bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) (con richiamo del fascicolo di bilancio ex D.

Il fascicolo di bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) (con richiamo del fascicolo di bilancio ex D. Il fascicolo di bilancio secondo i principi contabili internazionali (Ias/Ifrs) (con richiamo del fascicolo di bilancio ex D. Lgs 127/91) Il fascicolo di Bilancio ex D. Lgs 127/91 Relazione sulla gestione

Dettagli

CONSORZIO MEDIO TIRRENO IN LIQUIDAZIONE

CONSORZIO MEDIO TIRRENO IN LIQUIDAZIONE CONSORZIO MEDIO TIRRENO IN LIQUIDAZIONE Sede in TORRE EUROPA - VIA ANNOVAZZI, 00053 CIVITAVECCHIA (RM) Codice Fiscale 03908900586 - Numero Rea RM 911152 P.I.: 01259061008 Capitale Sociale Euro - i.v. Forma

Dettagli

Prima prova scritta prima sessione 2012

Prima prova scritta prima sessione 2012 Prima prova scritta prima sessione 2012 Tema n. 1 estratto Il candidato illustri, anche con eventuali esempi, il significato di capitale di funzionamento, capitale di liquidazione, capitale economico e

Dettagli

TEMI DI DISCIPLINE GIURIDICHE

TEMI DI DISCIPLINE GIURIDICHE TEMI DI DISCIPLINE GIURIDICHE Tema n. 1: Dopo aver brevemente illustrato i presupposti soggettivi del fallimento, il candidato si soffermi, in particolare, sulle problematiche attinenti: - al fallimento

Dettagli

ALLEGATO A PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA

ALLEGATO A PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA ALLEGATO A PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA ai sensi dell art. 1 comma 611 della Legge di Stabilità 2015 PARTE A1 dell allegato A Razionalizzazione delle società ai sensi dell art. 1 comma 611

Dettagli

ALBO PROVINCIALE PRO LOCO

ALBO PROVINCIALE PRO LOCO ALBO PROVINCIALE PRO LOCO L.R. della Toscana n. 42 del 23 marzo 2000 Regolamento n. 18/R del 23 aprile 2001 Atto Dirigenziale della Provincia di Firenze n. 507 del 4 febbraio 2002 (aggiornato al 13 novembre

Dettagli

Conferenza dei Comuni ATO di Lecco 29 luglio 2015 o.d.g. 3: espressione del parere sulla deliberazione del Consiglio di

Conferenza dei Comuni ATO di Lecco 29 luglio 2015 o.d.g. 3: espressione del parere sulla deliberazione del Consiglio di Conferenza dei Comuni ATO di Lecco 29 luglio 2015 o.d.g. 3: espressione del parere sulla deliberazione del Consiglio di amministrazione dell Ufficio d ambito di Lecco n. 52/15 avente ad oggetto Affidamento

Dettagli

COMUNE DI PRATO. SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Comune di Prato Servizio

COMUNE DI PRATO. SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Comune di Prato Servizio 1 COMUNE DI PRATO Bando di gara (redatto secondo l allegato X.1, D.lgs n. 163/2006) SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) Comune di Prato Servizio Gare, Provveditorato e Contratti via dell Accademia,

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività:

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività: Commento al tema di Economia aziendale Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici è incentrato sulla scomposizione del reddito di esercizio nei risultati parziali generati

Dettagli

(articolo 1 commi 611 e seguenti della Legge 190/2004)

(articolo 1 commi 611 e seguenti della Legge 190/2004) PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA E DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE DETENUTE DAL COMUNE DI RIVALTA DI TORINO (articolo 1 commi 611 e seguenti della Legge

Dettagli

SOCIOSANITARIA SONNINESE S.R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2009

SOCIOSANITARIA SONNINESE S.R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2009 SOCIOSANITARIA SONNINESE S.R.L. Reg. Imp. 02329330597 Rea 162878 Sede in PIAZZA GARIBALDI SNC - 04010 SONNINO (LT) Capitale sociale Euro 10.000,00 i.v. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2009

Dettagli

N. 097 DEL 11.07.2006 GESTIONE FARMACIA COMUNALE COSTITUZIONE SOCIETÀ A RESPONSABILITA LIMITATA. IL CONSIGLIO COMUNALE (in seduta pubblica)

N. 097 DEL 11.07.2006 GESTIONE FARMACIA COMUNALE COSTITUZIONE SOCIETÀ A RESPONSABILITA LIMITATA. IL CONSIGLIO COMUNALE (in seduta pubblica) N. 097 DEL 11.07.2006 GESTIONE FARMACIA COMUNALE COSTITUZIONE SOCIETÀ A RESPONSABILITA LIMITATA IL CONSIGLIO COMUNALE (in seduta pubblica) Premesso: - che, ai sensi della Pianta Organica delle farmacie,

Dettagli

EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011

EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011 EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Codice fiscale 02225450309 Partita iva 02225450309 VIA CARNIA LIBERA 1944, 15-33028 TOLMEZZO UD Numero R.E.A. 244558 Registro Imprese di UDINE n. 02225450309 Capitale Sociale

Dettagli

LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC

LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PRINCIPIO OIC 10 SUL RENDICONTO FINANZIARIO LE PRINCIPALI INNOVAZIONI DEL DOCUMENTO OIC IDA D ALESSIO 24 APRILE 2015 Rispetto al precedente OIC 12: Cambiamenti

Dettagli

Piano di razionalizzazione delle società Partecipate (articolo 1, commi 611, e seguenti della legge 190/2014)

Piano di razionalizzazione delle società Partecipate (articolo 1, commi 611, e seguenti della legge 190/2014) COMUNE DI PONT CANAVESE Allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 29.04.2015 Il Segretario Comunale Piano di razionalizzazione delle società Partecipate (articolo 1, commi 611, e seguenti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. FIRMATO UN ACCORDO STRATEGICO PER LO SVILUPPO DEL WiMAX CON LINKEM

COMUNICATO STAMPA. FIRMATO UN ACCORDO STRATEGICO PER LO SVILUPPO DEL WiMAX CON LINKEM COMUNICATO STAMPA FIRMATO UN ACCORDO STRATEGICO PER LO SVILUPPO DEL WiMAX CON LINKEM APPROVATO IL PIANO INDUSTRIALE 2011 2015 APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2010 Valore della produzione di Gruppo a

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA INDICE

DISCIPLINARE DI GARA INDICE Procedura di gara in economia mediante cottimo fiduciario, ex art. 125, D.lgs. 163/2006 e s.m. e i., da aggiudicare con il criterio del prezzo più basso per la conclusione di n. 3 accordi quadro relativi

Dettagli

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014. redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c.

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014. redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c. Sede in CAVA DE' TIRRENI viale GUGLIELMO MARCONI, 52 Capitale Sociale versato e 100.000,00 C.C.I.A.A. SALERNO n. R.E.A317123 Partita IVA: 03734100658 Codice Fiscale: 03734100658 Nota Integrativa al bilancio

Dettagli

Comune di Pergine Valsugana

Comune di Pergine Valsugana Comune di Pergine Valsugana PROVINCIA DI TRENTO Codice fiscale e Partita IVA 00339190225 38057 Pergine Valsugana P.zza Municipio nº 7 www.comune.pergine.tn.it PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE

Dettagli

Milano, 31 marzo 2005

Milano, 31 marzo 2005 Spettabili: Milano, 31 marzo 2005 CONSOB Via della Posta 8 MILANO BORSA ITALIANA spa MILANO AGENZIE COMUNICATO STAMPA : CDA approva progetto bilancio BASTOGI SPA : CdA ha approvato il progetto di bilancio

Dettagli

LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO

LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO ADC ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE ROMA LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO Roma, 10 dicembre 2009 TRA

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2012 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca YMER - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO SPERIMENTALE Progetti MERCURIO e SIRIO

Dettagli

CITTÀ DI ALGHERO Provincia di Sassari

CITTÀ DI ALGHERO Provincia di Sassari CITTÀ DI ALGHERO Provincia di Sassari Allegato A Piano operativo di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni societarie (articolo 1, commi 611 e seguenti legge 23 dicembre 2014, n. 190) 1

Dettagli

Area tematica: Sviluppo di un welfare comunitario e solidale

Area tematica: Sviluppo di un welfare comunitario e solidale Area tematica: Sviluppo di un welfare comunitario e solidale o Tutelare quantità e qualità delle prestazioni sociali di fronte alle trasformazioni del contesto politico e finanziario, e della struttura

Dettagli

COMUNE DI MONTEPULCIANO (Provincia di Siena) Settore AA.GG.

COMUNE DI MONTEPULCIANO (Provincia di Siena) Settore AA.GG. Settore AA.GG. Piano operativo di razionalizzazione delle partecipazioni societarie (Art. 1 commi 611 e seguenti della Legge di Stabilità per il 2015) 1. LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO RELAZIONE La Legge

Dettagli

Linee Guida per la redazione del Piano economico-finanziario

Linee Guida per la redazione del Piano economico-finanziario Linee Guida per la redazione del Piano economico-finanziario LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEL PIANO ECONOMICO FINANZIARIO Con la presente nota l Amministrazione Comunale fornisce alcune linee guida per

Dettagli

Relazione sulla gestione Bilancio abbreviato al 31/12/2013

Relazione sulla gestione Bilancio abbreviato al 31/12/2013 AGENZIA DI SVILUPPO AR.ME.NA. S.P.A. Sede legale: PIAZZA MATTEOTTI N.1 NAPOLI (NA) Iscritta al Registro Imprese di NAPOLI C.F. e numero iscrizione: 05784341215 Iscritta al R.E.A. di NAPOLI n. 775540 Capitale

Dettagli

Luciano Enderle Tesoriere Nazionale

Luciano Enderle Tesoriere Nazionale Luciano Enderle Tesoriere Nazionale Premesse Signori Associati, il bilancio associativo che sottoponiamo alla Vostra approvazione, nel rispetto delle previsioni statutarie e regolamentari, è costituito

Dettagli

BILANCIO ECONOMICO RILEVAZIONI NEL SISTEMA CONTABILE

BILANCIO ECONOMICO RILEVAZIONI NEL SISTEMA CONTABILE BILANCIO ECONOMICO RILEVAZIONI NEL SISTEMA CONTABILE Lezione n 9-10 Maggio 2013 Alberto Balducci IL SISTEMA CONTABILE DELL AZIENDA A.S.L. 2 OBIETTIVI DELL IMPIANTO CONTABILE DELL AZIENDA ASL 1) RILEVARE

Dettagli

SILA SVILUPPO AGENZIA PERMANENTE PER L'O

SILA SVILUPPO AGENZIA PERMANENTE PER L'O SILA SVILUPPO AGENZIA PERMANENTE PER L'O Sede in SPEZZANO DELLA SILA Codice Fiscale 02328170788 - Numero Rea COSENZA 157898 P.I.: 02328170788 Capitale Sociale Euro 42.400 i.v. Forma giuridica: SOCIETA'

Dettagli

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE

FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE Proff.. Alberto Baggini Marco Melacini A.A. 2008/2009 La contabilità esterna Il conto economico La redazione del documento finale di bilancio

Dettagli

LA NOTA INTEGRATIVA GLI ALLEGATI AL BILANCIO

LA NOTA INTEGRATIVA GLI ALLEGATI AL BILANCIO LA NOTA INTEGRATIVA E GLI ALLEGATI AL BILANCIO NOTA INTEGRATIVA ART. 2423 comma 1 del Codice Civile: GLI AMMINISTRATORI DEVONO REDIGERE IL BILANCIO DI ESERCIZIO, COSTITUITO DALLO STATO PATRIMONIALE, DAL

Dettagli

PRINCIPIO CONTABILE APPLICATO CONCERNENTE IL BILANCIO CONSOLIDATO

PRINCIPIO CONTABILE APPLICATO CONCERNENTE IL BILANCIO CONSOLIDATO Allegato A/4 Allegato n. 4/4 al D.Lgs 118/2011 PRINCIPIO CONTABILE APPLICATO CONCERNENTE IL BILANCIO CONSOLIDATO 1. Definizione e funzione del bilancio consolidato del gruppo amministrazione pubblica Il

Dettagli

Struttura e contenuto del bilancio d esercizio

Struttura e contenuto del bilancio d esercizio Struttura e contenuto del bilancio d esercizio Che cos è il bilancio? 1. E il documento sul quale confluiscono le rilevazioni sistemiche effettuate tramite la CO.GE. 2. E il documento attraverso il quale

Dettagli

DI COLLAZZONE. Provincia di Perugia. Piazza Jacopone, 6 RELAZIONE PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE

DI COLLAZZONE. Provincia di Perugia. Piazza Jacopone, 6 RELAZIONE PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE COMUNE DI COLLAZZONE Provincia di Perugia Piazza Jacopone, 6 RELAZIONE PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA E DELLE PARTECIPAZIONI SOCIETARIE QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO Il comma 611

Dettagli

COMUNE DI SIENA Area Risorse Ufficio Partecipazioni

COMUNE DI SIENA Area Risorse Ufficio Partecipazioni COMUNE DI SIENA Area Risorse Ufficio Partecipazioni Intesa S.p.A.- sintesi esercizio 2013 Intesa - scheda informazioni Presidente Massimo Fattorini (fino al luglio 2013) Amministratore Delegato Alessandro

Dettagli

Area tematica: Sviluppo delle attività economiche

Area tematica: Sviluppo delle attività economiche Area tematica: Sviluppo delle attività economiche o Sostenere i processi di innovazione e di riqualificazione Obiettivi Linee di azione della Provincia Riferimenti programmatici e finanziari Sviluppare

Dettagli

STATO PATRIMONIALE E CONTO ECONOMICO AL 31 DICEMBRE 2014

STATO PATRIMONIALE E CONTO ECONOMICO AL 31 DICEMBRE 2014 STATO PATRIMONIALE E CONTO ECONOMICO AL 31 DICEMBRE 2014 41 STATO PATRIMONIALE 2014 ATTIVO A) CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI CON SEPARATA INDICAZIONE DELLA PARTE GIA' RICHIAMATA B) IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli

CORSO SPERIMENTALE - Progetto "BROCCA"

CORSO SPERIMENTALE - Progetto BROCCA ITC CORSO SPERIMENTALE - Progetto "BROCCA" Anno 24 Tema di: ECONOMIA AZIENDALE La contabilità generale si fonda sul quadro dei conti e sulle note illustrative che spiegano il loro funzionamento. Il candidato

Dettagli

Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista

Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista Simulazione Esame di Stato di Dottore Commercialista Il candidato illustri il processo di liquidazione delle società di capitali soffermandosi sugli adempimenti civilistici, contabili e fiscali antecedenti

Dettagli

LIBERA ASSOCIAZIONI NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE

LIBERA ASSOCIAZIONI NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE LIBERA ASSOCIAZIONI NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE ----------------------- NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO D'ESERCIZIO 2013 PREMESSA Il Bilancio che viene sottoposto alla vostra approvazione è costituito dallo

Dettagli

Economia Applicata all Ingegneria. Docente: Prof. Ing. Donato Morea. Lezione n. 11 del 05.11.2013. - Il bilancio d impresa. a.a.

Economia Applicata all Ingegneria. Docente: Prof. Ing. Donato Morea. Lezione n. 11 del 05.11.2013. - Il bilancio d impresa. a.a. Università degli Studi di Roma Tor Vergata Macroarea di Ingegneria ----------------------------------------------------------------------------------- --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2009 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio DICEMBRE 2015 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Note Note Le tabelle con le

Dettagli

FONDI RUSTICI S.P.A. A SOCIO UNICO Codice fiscale 02108740503 BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2013

FONDI RUSTICI S.P.A. A SOCIO UNICO Codice fiscale 02108740503 BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2013 FONDI RUSTICI S.P.A. A SOCIO UNICO Codice fiscale 02108740503 Partita iva 02108740503 VIA MARCONI 5-56037 PECCIOLI PI Numero R.E.A 181649 Registro Imprese di PISA n. 02108740503 Capitale Sociale 9.000.000,00

Dettagli

AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano

AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21 Registro delle Imprese di Milano Codice fiscale e numero di iscrizione 12237260158 Numero di iscrizione all Albo

Dettagli

Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31-12-2014

Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31-12-2014 Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31-12-2014 Nota Integrativa parte iniziale Ai sensi delle disposizioni del codice civile in tema di bilancio si forniscono le informazioni seguenti ad integrazione

Dettagli

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE ATTIVO A) CREDITI V/S SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI B) IMMOBILIZZAZIONI C) ATTIVO CIRCOLANTE D) RATEI E RISCONTI PASSIVO A) PATRIMONIO NETTO B) FONDI PER RISCHI

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2012 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

COMUNE DI BAGNATICA. Provincia di Bergamo DECRETO SINDACALE. n 5 del 31/03/2015 OGGETTO SOGGETTI DESTINATARI

COMUNE DI BAGNATICA. Provincia di Bergamo DECRETO SINDACALE. n 5 del 31/03/2015 OGGETTO SOGGETTI DESTINATARI COMUNE DI BAGNATICA Provincia di Bergamo DECRETO SINDACALE n 5 del 31/03/2015 PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE OGGETTO CITTADINANZA SOGGETTI DESTINATARI CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE ALL'ALBO PRETORIO COMUNALE

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO CONSUNTIVO

RELAZIONE AL BILANCIO CONSUNTIVO RELAZIONE AL BILANCIO CONSUNTIVO 2010 E BILANCIO PREVENTIVO 2011 ****** ****** 1 Care colleghe e cari colleghi, anche quest anno siamo qui riuniti in assemblea per l approvazione del bilancio consuntivo

Dettagli

F.S.G.G. RELAZIONE SULLA GESTIONE 2011 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

F.S.G.G. RELAZIONE SULLA GESTIONE 2011 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE F.S.G.G. Fondo Sanitario dei dipendenti delle società del Gruppo Generali RELAZIONE SULLA GESTIONE 2011 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Presidente Martelli Edoardo Vicepresidente De Marco Elisabetta Consiglieri

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: ATM Spa Capitale sociale: 696.800,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: Via Leonardo da Vinci 13 PIOMBINO LI sì

Dettagli

GALEN SOC. MUTUA COOP.VA / FONDO SANITARIO INTEGRATIVO - Bilancio al 31/12/2013

GALEN SOC. MUTUA COOP.VA / FONDO SANITARIO INTEGRATIVO - Bilancio al 31/12/2013 GALENO SOC. MUTUA COOP.VA/ FONDO SANITARIO INTEGRATIVO. Sede in: VIA G.BATTISTA DE ROSSI N.12-00161 - ROMA (RM) Codice fiscale: 04273791006 Partita IVA: 04273791006 Capitale sociale: Euro 272.428,00 Capitale

Dettagli

Articolo 7. (Patrimonio dello Stato S.p.a.) Articolo 8. (Società per il finanziamento delle infrastrutture)

Articolo 7. (Patrimonio dello Stato S.p.a.) Articolo 8. (Società per il finanziamento delle infrastrutture) SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 1425 DISEGNO DI LEGGE presentato dal Presidente del Consiglio dei ministri (BERLUSCONI) e dal Ministro dell economia e delle finanze (TREMONTI) di concerto col

Dettagli

FONDO INTERBANCARIO DI TUTELA DEI DEPOSITI. Bilancio al 31/12/2013

FONDO INTERBANCARIO DI TUTELA DEI DEPOSITI. Bilancio al 31/12/2013 FONDO INTERBANCARIO DI TUTELA DEI DEPOSITI Registro Imprese 640399 Rea 8508/87 Sede in via Plebiscito, 102-00186 Roma Fondo Consortile 439.916,51 Codice Fiscale 08060200584 Partita IVA 01951041001 Bilancio

Dettagli

PARCO NATURALE REGIONALE DELLE ALPI LIGURI (Provincia Imperia) REGOLAMENTO DI CONTABILITA ECONOMICO-PATRIMONIALE

PARCO NATURALE REGIONALE DELLE ALPI LIGURI (Provincia Imperia) REGOLAMENTO DI CONTABILITA ECONOMICO-PATRIMONIALE REGOLAMENTO DI CONTABILITA ECONOMICO-PATRIMONIALE TITOLO I DOCUMENTI CONTABILI E GESTIONE DEL BILANCIO Articolo 1 Contabilità economico-patrimoniale L Ente Parco adotta, quale sistema di rilevazione dei

Dettagli

API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO IMMOBILIARE ROZZANO S.R.L. IN LIQUIDAZIONE

API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO IMMOBILIARE ROZZANO S.R.L. IN LIQUIDAZIONE API - AZIENDA PER IL PATRIMONIO Società con Socio Unico Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte del Comune di Rozzano Sede in Piazza Foglia 1-20089 Rozzano ( Mi) Capitale sociale

Dettagli

ESAME DEL PRINCIPIO CONTABILE N. 12 COMPOSIZIONE E SCHEMI DEL BILANCIO DI ESERCIZIO DI IMPRESE MERCANTILI, INDUSTRIALI E DI SERVIZI - 30 MAGGIO 2005

ESAME DEL PRINCIPIO CONTABILE N. 12 COMPOSIZIONE E SCHEMI DEL BILANCIO DI ESERCIZIO DI IMPRESE MERCANTILI, INDUSTRIALI E DI SERVIZI - 30 MAGGIO 2005 ESAME DEL PRINCIPIO CONTABILE N. 12 COMPOSIZIONE E SCHEMI DEL BILANCIO DI ESERCIZIO DI IMPRESE MERCANTILI, INDUSTRIALI E DI SERVIZI - 30 MAGGIO 2005 di Lorenzo Gelmini Premessa Il Principio contabile n.

Dettagli

ETICA SERVIZI S.R.L. SOC. UNIPERSONALE. Bilancio al 31/12/2010

ETICA SERVIZI S.R.L. SOC. UNIPERSONALE. Bilancio al 31/12/2010 Società soggetta a direzione e coordinamento di BANCA POPOLARE ETICA S.C. Sede in VIA NAZARIO SAURO N. 15-35100 PADOVA (PD) Capitale sociale Euro 150.000,00 i.v. Bilancio al 31/12/2010 Reg. Imp. 04464490285

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA ESAMI DI STATO DOTTORI COMMERCIALISTI II SESSIONE 2014 TEMI D ESAME PRIMA PROVA SCRITTA (19/11/2014) TEMA N. 1 Una società di capitali, esercente attività di fonderia, risulta produttivamente articolata

Dettagli