NOTIZIARIO PER I SOCI DELL ASSOCIAZIONE TOSCANA CONTRO LE LEUCEMIE ED I TUMORI DEL BAMBINO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOTIZIARIO PER I SOCI DELL ASSOCIAZIONE TOSCANA CONTRO LE LEUCEMIE ED I TUMORI DEL BAMBINO"

Transcript

1 NOTIZIARIO PER I SOCI DELL ASSOCIAZIONE TOSCANA CONTRO LE LEUCEMIE ED I TUMORI DEL BAMBINO Presso l Istituto di Clinica Pediatrica dell Università di Siena - Le Scotte - Via Bracci SIENA - Tel. 0577/ Dicembre 17 NUMERO UNICO Già in passato abbiamo affrontato il problema dei locali per il v o l o n t a r i a t o p e r c h é u n a associazione ha, com e una famiglia, bisogno di un tetto sotto il quale poter vivere ed organizzare il proprio lavoro ed è impensabile che un impegno serio e responsabile possa essere svolto a turno nelle abitazioni dei Soci od in luoghi saltuari di volta in volta ottenuti con la benevolenza di qualche persona generosa. Le aggregazioni non possono sopravvivere e continuare a lungo se non provvedono ad minimo di attrezzatura am m inistrativa che segua e registri la loro vita sociale, i loro programmi, le loro realizzazioni in un punto di riferimento fisso. U na così prim aria esigenza doveva essere la prima preoccup a z io n e di u n a legge sul v o lo n ta ria to se v e ra m e n te esisteva interesse a che il v o lo n ta r ia to so p ra v v iv e sse invece a noi sembra che fra le non poche leggi e disposizioni in m a te ria, il p ro b lem a della disponibilità di locali sia stato c o m p le ta m e n te tra s c u ra to, almeno sul piano norm ativo o delle agevolazioni che avrebbero potuto essere introdotte. Se poi ci riferiamo alla situazione di questa città ed esaminiamo gli atteggiam enti dei nostri Enti locali, registriamo purtroppo in modo eclatante una mancanza di buona volontà per sistemare le associazioni in locali anche minimi. Diverse - ad esempio - sono le richieste giacenti in Com une e nell'amministrazione d e l N u o v o P o l i c l i n i c o, c o m p le s s o r e c e n t e m e n t e costruito, ove n o n è stata prevista affatto una zona ad uso delle associazioni che affiancano con le loro iniziative l'assistenza sanitaria. C he dire di ciò? P ro g ra m m a z io n e m io p e o r e c o n d i t a i n t e n z i o n e d i co n trastare l'attiv ità, spesso critica, del volontariato? E' r a g io n e v o le a c c e tta r e q u e s t 'u l t i m a s p ie g a z io n e a l t r i m e n t i o f fe n d e r e m m o l'intelligenza e le capacità di chi com anda ed anche perché ben poco è stato fatto per impedire c h e le g ro sse I s titu z io n i occupassero d irettam e n te o indirettam ente gran parte del tessuto urbanistico della città m entre le associazioni sono state c o s tre tte a c o m p e te re sul m ercato degli affitti con le organizzazioni che perseguono scopi.di lucro. N on vogliamo poi dilungarci su lle m ig liaia di s tu d e n ti u n iv e rsita ri che S ien a sta ospitando e ad essi vada il nostro benvenuto ma anche questo aspetto ha inasprito il problema perché l'università ha lasciato nelle mani di privati i suoi ospiti, spesso costretti a pagare prezzi e s o s i in a p p a r t a m e n t i superaffollati e con canoni non sempre corrisposti alla luce del sole, naturalm ente rendendo sempre più inavvicinabile il m ercato degli affitti. Ciò nonostante gli Enti locali non si sono resi interpreti o non hanno voluto rendersi interpreti di una così difficile situazione per il volontariato onde agevolare una maggiore disponibilità di locali abitabili a prezzi normali dal m om ento che le statistiche continuano a dimostrare che Siena è tra le città più care del mercato immobiliare italiano e che i danni maggiori vengono subiti da chi ha m eno risorse a d is p o s iz io n e, d a c h i p u ò spendere meno e quindi anche dalle associazioni m inori di volontariato che non hanno un patrim onio proprio ma possono so lo c o n t a r e su m o d e s ti c o n tr ib u ti d e i S o ci o su elargizioni gratuite. Se i Responsabili degli Enti riconoscono che il volontariato è im portante o, quanto meno, dicono di apprezzare i volontari nella loro opera come ambiscono fare nelle occasioni ufficiali, perché non si m uovono per assicurare loro una m inim a sistem azione, u n a effettiv a attenzione ai loro problemi e primo fra tu tti quello primario della disponibilità di locali di riunione, specialm ente per le associazioni non schierate, che n o n possono c o n ta re sulla benevolenza delle organizzazioni politiche o parapolitiche? Ma il volontariato libero è un terzo incomodo che disturba il "P alazzo ", p e r c h é c r itic a, stim o la, a d d ita gli e rro ri, c o m b a t t e la b u r o c r a z i a inconcludente e dim ostra che con m eno si può fare di più: ecco p e rc h é le a s s o c ia z io n i di volontariato non sono gradite ai p o te n ti e v e n g o n o a n c h e em arginate nelle strutture del v o lo n tariato centralizzate le quali attraverso stru ttu re di com odo restano in qualche m o d o a s s e rv ite al p o te re politico. La nostra conclusione è forse in g iu sta? V orrem m o essere sm entiti, ma si dimostri allora il contrario da parte degli Enti Pubblici program m ando congrui s p a z i a d is p o s iz io n e d e l volontariato affinché esso possa crescere, operare e svilupparsi in piena libertà e senza condizionam ento alcuno. Si dia maggiore aiuto ai volontari in questa meravigliosa città che da sempre ha profondam ente vivo il sentim ento della solidarietà e ne sono una prova tangibile e viva le num erose associazioni qui esistenti rispetto a tante altre città d'italia. IL C/C POSTALE N intestato all ATL è disponibile per le Vostre elargizioni! Grazie!

2 2 ì t n i m m m m m m Nell'accogliente Palazzo dei Congressi di Bologna si è tenuto dal 1 al 3 giugno 17 il XXIV Congresso Nazionale dell'associazione Italiana di Ematologia e Oncologia Pediatrica (AIEOP). Ormai tali appuntamenti sono occasioni preziosissime per aggiornarsi su molti argomenti e aspetti, anche pratici, di diagnosi e terapia di malattie non molto tempo fa invariabilmente ritenute senza speranza di guarigione. I temi più importanti trattati sono stati l'impiego di cellule staminali da cordone ombelicale, le mielodisplasie, le aplasie midollari, i nuovi farmaci antineoplastici, la terapia antinfettiva nel bambino febbrile e con pochi globuli bianchi neutrofili circolanti, le novità in tema di deficit di enzimi del globulo rosso e infine questioni aperte in tema di diagnosi e terapia delle neoplasie renali. In totale 49 relazioni, 10 comunicazioni a tema libero e 193 comunicazioni posters ( 6 delle quali presentate dal nostro Istituto). L'argomento sicuramente di maggiore interesse per le grandi aspettative di ordine terapeutico è stato quello del trapianto di cellule indifferenziate raccolte dal sangue del cordone ombelicale. A tale argomento in questo numero dedichiamo un approfondimento. Molto confortante è stato l'aggiornamento sui risultati ottenuti con il trapianto di midollo osseo da donatore familiare o non familiare o, quando possibile, dello stesso paziente: le tecniche di distruzione del midollo del paziente e la terapia per evitare le reazioni di rigetto sono migliorate, riducendo ulteriormente i rischi di importanti effetti secondari. Molto attese le relazioni della sessione dedicata ai nuovi farmaci antineoplastici. Come si sa, purtroppo molte neoplasie diventano nel tempo resistenti ai farmaci finora disponibili, per cui è indispensabile la ricerca di nuovi farmaci dotati di maggiore efficacia e minore tossicità. I Taxani stanno dimostrando una buona efficacia nelle forme solide, così come la Gemtibacina definita come "nuovo farmaco intelligente". Nuove molecole di L- Asparaginasi ( l'unico farmaco attivo soltanto sulle cellule della Leucosi Acuta Linfoblastica [ LAL ] e non sulle cellule sane) sembrano essere molto più efficaci di quelle usate finora: ciò induce a sperare un ulteriore aumento delle percentuali di guarigione nella LAL. E' stata confermata l'importanza di una diagnosi precoce e di una stadiazione accurata all'esordio del t. di Wilms ( TW ), la più comune neoplasia maligna renale infantile. Per tale neoplasia la sopravvivenza globale per tutti gli stadi arriva oggi al 92%. Di grande interesse le comunicazioni in tema di biologia molecolare: la caratterizzazione molecolare delle varie neoplasie aiuta a comprendere sempre meglio i loro meccanismi di sviluppo e ciò suggerisce nuove possibili modalità terapeutiche per contrastare o annullare la crescita neoplastica. Sono stati comunicati i risultati molto positivi finora ottenuti con i vari protocolli di diagnosi e terapia delle più comuni neoplasie maligne infantili In conclusione, abbiamo avuto la possibilità di spaziare a gradi su tutta l'oncoematologia pediatrica, ricevendone la sensazione di vivere una fase di grande fervore di ricerca nei laboratori e nei luoghi di cura, oltremodo contenti di fornire anche noi il nostro contributo scientifico. Avvertiamo quanto siano vere le parole di un grande teologo e scienziato, Theilard de Chardin: "Il meglio finisce sempre per accadere e il futuro è migliore di qualunque passato." Dott. Antonio Acquaviva COSTITUITO PRESSO LA CLINICA P ED IA TR IC A DI S IEN A IL REGISTRO N A ZIO N A LE D E L R ETIN O B LA S TO M A Nel maggio 1985 L'iSTITUTO di Clinica Pediatrica dell'università di Siena ha avviato una ricerca epidemiologica nazionale sul retinoblastoma. la più frequente neoplasia maligna infantile oculare. Tale importante studio, eseguito per la prima volta in Italia, ha consentito di reclutare fino al n 804 pazienti con la collaborazione di Centri universitari e ospedalieri di Oculistica, Pediatria italiani ed esteri, di Anatomia Patologica, di Radioterapia e alcuni Registri Tumori del territorio italiano. E 1stato di fatto costituito presso l'istituto di Clinica Pediatrica dell'università di Siena il Registro Italiano del Retinoblastoma, quale osservatorio epidemiologico nazionale per tale neoplasia maligna oculare infantile. A tutt'oggi risulta essere uno dei più numerosi registri per il retinoblastoma per nazione finora noti nel mondo. Responsabile del Registro è il dott. Antonio Acquaviva, a cui possono essere richieste informazioni anche al seguente indirizzo di posta elettronica: UN1S1. IT. Dalla ricerca svolta sono state ottenute preziose informazioni di carattere clinico, prognostico e terapeutico. Un numero non trascurabile di bambini con retinoblastoma purtroppo risulta tuttora emigrare ogni anno all'estero per diagnosi e terapia e anche ciò sottolinea l'urgenza di adottare un protocollo di diagnosi e terapia per questa neoplasia maligna infantile che consenta una fattiva collaborazione tra oculisti e pediatri oncologi allo scopo di assicurare anche a questi pazienti i trattamenti antiproliferativi, peraltro possibili anche in Italia. Nota della redazione Purtoppo certi di violare la consueta riservatezza del dr. Acquaviva, amico dell'atl fin dai tem pi della sua costituzione, ci piace sottolineare che anche l'affidamento del Registro Nazionale del Retinoblastoma al dr. Antonio Acquaviva è un ulteriore apprezzam ento delle sue non com uni e peculiari doti di ricercatore, ufficialmente riconosciute nell'ambito dei tumori infantili dall'ambiente scientifico nazionale e internazionale. L'ATL esulta per un cosi importante riconoscim ento a dimostrazione che ancora una volta la ricerca presso la nostra Università raggiunge traguardi di primissimo piano, sp e cialmente quando è affiancata dal lavoro dei volontari e dal sostegno degli amici e benefattori.

3 - _ 3 NON fibbfittersi Mfi IMPEGNARSI fi VINCERE: ECCO ÜN ESEMPIO! E' con molto piacere che lio accettato di parlare della mia esperienza, ma è stato affatto facile; il mio entusiasmo si e scontrato, da subito, con due grosse difficoltà: l'impossibilità di fermarmi a riflettere e la necessità di sintetizzare in poche parole quanto mi è successo. Fermarmi a pensare ha voluto significare fermarmi a vedere, la situazione in ini momento in cui il cammino fatto era troppo esiguo rispetto all' intero percorso, già perché è veramente passato poco tem po, anche se ini sembrano anni, da quando i medici mi hanno comunicato che imo figlio, di quasi sci anni, era affetto da leucemia. Non so cosa I10 pensato quando me lo hanno detto, non ricordo, non so se ho pensato, ma mia immagine mi ha letteralmente invaso la testa: mio figlio vivo... morto... vivo e subito dopo il veloce scorrere di tutta la mia Aita in ima accelerata serie di fotogrammi, e tu tti andavano a cozzare contro quella prima immagine che li interrompeva bruscam ente e inesorabilmente. Ho cominciato a piangere, ma c'era lui, mio figlio, era tranquillo, voleva giocare, non doveva sapere né accorgersi di nulla. E arrivato mio Pmyt/ SPacla/ che/ rum/ aàalcvtn<y cllrrie^lica^cyfiefr marito, abbiamo pianto insieme, io e mio marito, poi ci siamo guardati negli occhi e non sono servite le parole per dirci che dovevamo rimboccarci le maniche e andare avanti; e così abbiamo cominciato a fare con l'aiuto della discreta e risoluta vicinanza affettiva dei medici tu tti e del personale infermieristico e soprattutto con l'aiuto di mio figlio, della sua forza vitale che si è manifestata in una serena consapevolezza della necessità di curarsi. Ciò ha indotto in tu tta la famiglia 1111 atteggiamento positivo che ci ha uniti nella v olontà di a iu tarci l'un l'altro, ciascuno con le proprie possibilità e nel rispetto reciproco. T utti abbiamo dato tanto e più di tu tti mio figlio che con la sua voglia di vivere, con il suo ottimismo ha affrontato sempre in maniera positiva i molti ostacoli; mi ricorderò sempre una sua canzono preferita di quei giorni 0 del solo ritornello che ripeteva spesso: "io penso positivo perché son vivo". Non so so è comprensibile quanto ho scritto, ma dopo aver riempito una m oltitudine di fogli, I10 ripreso quelli che avevo di getto buttato giù, in pochi minuti mentre ini trovavo accanto a mio figlio in un momento in cui era estremamente provato dalla terapia. Comunque ci sono riuscita, mi sono fermata ed ho visto solo quanto è passato ma neccssariamentc anche quanto dovrà ancora passare, ed è qui clic rimano 1111 po' di buio che posso riempire se con la luce della speranza, ed ogni giorno che passa è un raggio di luce in più. A conclusione di queste mie riflessioni voglio ringraziare tu tta l'equipe medica e non, sottolineare l'importanza del comportamento del personale, la loro discrezione nel lasciarmi dapprima un po' con il mio dolore e la risolutezza, subito dopo, nel farmi confrontarc con la realtà grazie ad un atteggiam ento costruttivo, per nulla fatto di pietismo. Non meno importante è la capacità e la tenacia che queste stesse persone quotidianamente mostrano nel dare calore e rendere familiare od accogliente un posto così "brutto"; personalmente I10 sentito la necessità di contribuire a "coltivare" questo luogo che per qualche tempo diventa una dépendance della nostra casa e come tale ha bisogno delle nostre cure, U11 grazie anche a quei genitori che come me si trovavano ad attraversare questa brutta esperienza, stavano male, ma pur nel loro dolore hanno trovato parole di conforto per me. Infine, rileggendo questo mio scritto posso fare a meno di notare clic ho sempre usato un tempo passato, nella speranza clic sia così anche se i piedi sono riportati in terra da quell'unico tempo futuro che dovrà passare. 48, 'tic<yu{cwul<y in/fiti/vlico/sitty eaòe/ flc U fa y fie^ i/ n o é ^ ti/ é u m A in i/, f i w i/ e/noi/. Chi passa in questi giorni dalle p a rti di via Mattioli non può non essere attirato da un grande cantiere edile al n 10 di quella via. La prim a impressione è di sbigottimento: ma come, non c'è p iù "l'ospedalino"? dov'è "la Pediatria"? Ebbene quell' "ospedalino" non esiste più, è stato raso al suolo. Per i senesi l "ospedalino" pediatrico era un'istituzione di cui andavano giustam ente fieri. Sicuram ente un fiore all'occhiello dell'università e dell'ospedale, perché attirava ogni anno centinaia di pazienti da tutte le regioni d'italia per l'eccellenza della sua specializzazione. Di esso si potrebbero enum erare ta n ti p rim a ti: una delle prim e Cliniche Pediatriche italiane a non consentire la separazione fisica del bambino dalla mamma durante il ricovero in Ospedale, una, delle poche Cliniche Pediatriche che fui al suo interno una scuola materna e una scuola elementare statali' in assoluto il p iù numeroso archivio italiano di elettroencefalogrammi eseguiti in bambini. Una Clinica dunque famosa non solo sotto il profilo scientifico, ma anche per quell'attenzione che sapeva dedicare alle esigenze non solo terapeutiche del bambino ammalato. Nel volgere d i pochi giorni dunque un grande complesso ospedaliero pediatrico è stato completamente demolito. Nel vedere ora al suo posto un grande fosso profondo circa venti metri la mente di chi ha vissuto e lavorato in quell'ospedalino diversi lustri è attraversata da un lampo di malinconia e assalita da tanti ricordi. Forse non è il momento p iù sereno per tornare a quegli anni. Ci ritorneremo. La vita continua e la forza dell'uomo sta anche nel sapersi adattare a nuove condizioni di Vita e di lavoro. Ora chi vuole trovare i pediatri di quell' "Ospedalino" deve venire alle Scotte. Grandi corridoi, enormi sale d'attesa, porte blu d'acciaio, ambienti che ci sembrano ancora tanto freddi. Chissà? forse non riusciamo a dimenticare il calore deir'ospedalino".

4 4 A.T.L IL CORDONE OMBELICALE! UNA PREZIOSA FONTE DI CELLULE STAMINALI In Francia nel 1989 è stato eseguito il primo trapianto di cellule staminali ottenute da sangue del cordone ombelicale: è stato prelevato il sangue cordonale di un fratellino sano di un paziente affetto da anemia aplastica di Fanconi, Le cellule staminali sono cellule indifferenziate, cioè capaci di trasformarsi in cellule da cui derivano globuli bianchi, globuli rossi e piastrine. Perché si è ricorso al sangue del cordone ombelicale? In seguito a interessanti osservazioni sono state dimostrate almeno 2 fondamentali caratteristiche di tali cellule: 1) durante la gravidanza il sangue del cordone ombelicale contiene cellule staminali del tipo CD34+ in quantità volte superiore a quelle del sangue periferico di un adulto sano e 2 volte maggiore di quello di un midollo osseo normale; 2) le cellule del sangue cordonale sono caratterizzate da una spiccata immaturità immunologica e per questo di una maggiore tolleranza immunitaria e quindi, una volta trapiantata in un ricevente, hanno un minor rischio di provocare una reazione di rigetto. Infatti la più temibile complicanza dei trapianti di cellule del sangue consiste nella reazione biologica delle cellule trapiantate che non riconoscono come proprio l'organismo del paziente malato in cui sono state infuse e per questo aggrediscono le sue cellule ( fenomeno noto internazionalm ente come graft. versus host disease = GVHD). Naturalmente come per il trapianto di midollo osseo, anche per quello di cellule cordonali è necessaria la compatibilità HL A del donatore e del ricevente. Quando e come viene prelevato il sangue cordonale? Il sangue del cordone ombelicale viene raccolto al momento del parto in modo ovviamente sterile. Di solito vengono prelevati mi di sangue cordonale senza particolari rischi né per il neonato né perla madre. Finora sono stati effettuati circa 150 trapianti con sangue cordonale, di cui 20 in Italia. Tale tecnica trapiantologica può essere già ora una valida alternativa al trapianto di midollo osseo. I vantaggi sono evidenti: a) assenza relativa di rischi per il donatore; b) la facilità di prelievo del sangue cordonale; c) minor rischio di trasmissione di malattie infettive; d) ridotto rischio di GVHD. Inoltre se si diffonderà la pratica della donazione del sangue cordonale con la sua tipizzazione HLA e la sua successiva conservazione in azoto liquido, sarà possibile aumentare rapidamente la banca dati di cellule cordonali: questo consentirà di aumentare le probabilità di trovare cellule trapiantabili per quei pazienti che non hanno un donatore HLA compatibile nell'ambito familiare. A Firenze presso la Divisione di Ematologia dell'ospedale di Careggi è stata creata la prima banca toscana dove vengono conservati i prelievi di sangue cordonale. Creare una banca di sangue cordonale comporta un notevole sforzo economico: questo potrebbe risultare un forte fattore limitante alla sua realizzazione in un momento in cui esiste la volontà ( secondo i nostri politici, la necessità ) di un contenimento dei costi in materia sanitaria. Se i risultati più che favorevoli finora segnalati saranno confermati su uri più ampio numero di pazienti, tali banche dovranno comunque essere realizzate, magari anche con il sostegno delle associazioni come l'atl che promuovono la ricerca e l'assistenza dei centri di oncoematologia pediatrica. Dott. Antonio Acquaviva LALBERO 91 PIAZZA SALIMBENI Anche n el 17 l'albero di Natale è stato realizzato nella Piazza Salim beni di Siena sia p e r richiamare l'attenzione della pubblica opinione sulla esigenza d i continuare a lottare contro i tumori infantili sia p e r dire grazie a tutti coloro che in passato hanno sostenuto e continuato a sostenere la nostra causa. M olti sono stati finora i volontari che ci hanno aiutato nel presidio dell'albero e m olte anche le associazioni in uno spirito di solidarietà e d i collaborazione veramente non comune, tanto che n diffìcile sarebbe la loro elencazione con H rìschio imperdonabile di Perciò in un corale e fraterno qualche om issione, abbraccio inviamo a tutti H nostro sentito e profondo ringraziam ento p e r l'aiuto che tantissim i ci hanno dato, ci danno e continueranno a darci speriam o p e r m olto tempo Tra co storo un g razie inviarlo in modo dell'amiata che ci hanno stupendi boschi ed in Enzo che da tanti anni l'albero gratuitam ente intenti e di di profonda G razie anche al d el Reparto di q u est'a n n o ha d i fuori dell'orario ed alla raccolta dei ancora. speciale ci sia consentito di p a rticola re a g li am ici donato un albero dei loro particolare alla ditta Fiorì orm ai trasporta e installa in una com unanza di sentim enti e con spirito solidarietà umana, personale param edico Oncoematologia che voluto partecipare al d i lavoro al presidio fondi presso l'albero.

5 Non è facile riuscire a superare la folla dei ricordi degli incontri con Simone Ciani. L'ho visto crescere, m aturare. Spesso ho avuto l'impressione di trovarmi di fronte a una creatura speciale. Non solo p e r ché m i sembrava una p e r sona buona, aperta, di grande cordialità e sem plicità, ma anche perché lo ammiravo p e r quanta ricchezza voleva im preziosisse la sua vita: grande amore p e r gli studi classici (conseguirà la m a turità classica con il m assimo dei voti e una sp e ciale m enzione di lode), intensa attrazione p e r la musica (si diplomerà alla Scuola Franci di Siena in pianoforte), grande p a s sione p e r la critica letteraria, cinematografica e musicale. Ecco una p e r sona dotata di una grande intelligenza e sensibilità che sapeva riempire il suo tempo con tanti interessi, con una grande vita interiore, con una profonda personale rielaborazione della cultura e dei fatti. Ha vissuto intensam ente producendo una grande quantità di racconti, poesie (ne pubblichiamo una), saggi, novelle, articoli. Dopo la sua scom parsa i genitori hanno trovato una grande quantità di scritti che stanno ordinando e che un giorno dovranno essere pubblicati. Ho letto il suo libro "Nel cuore dell'anima: il quaderno dei temi e altri scritti", edito dopo la sua sco m p a rsa dal L iceo Da: "Nel cuore dell'anima: il quaderno del temi e altri scritti '.... ;., ' ' di Simone Ciani edito da Liceo Classico TÈnea Silvio Piccolomini" di Siena Centro di documentazione f. Tozzi E edizione Stanotte ti (io asciugato via Dai miei occin come f u (lim a Ìactim a di u n pianto ofjliéo. D ù taccofto i petaftòpat*» Deiìa tua im m agine e pezzo Dopo pezzo (io ticompaito io pecclino c(?e un tempo tijìetleva nei miei ocelli te. CDaf motmotio Defia inem otia l?c pi eòo a ptedtito (e ftaài più Seffe e ne Ho [atto un caneóbta Di voci Da inttecciate nef-sotjno. (ÌlDevio pawo totnate ad addotmentatmi neifonda mofiife Dei miei pen-ueti, Dove tu cde mi fui nascete vetói Darnote non ci.lei m ai, o jome non ci dei ancota. Simone Ciani C lassico "Enea Silvio Piccolomini" di Siena e ancora di più ho avvertito il rimpianto di non aver inc o n tra to p iù s p e s s o Simone. In questi scritti egli dimostra una tale cultura, un così spiccato sen so critico, una grande capacità di riflessione, una originalità di pensiero (che sp esso confronta alla pari con quello di grandi scrittori e filosofi, quasi fossero suoi amici con cui dialoga) che ben a ragione ha fatto dire che Sim one dim ostrava di aver superato i suoi maestri. Bellissimo il suo saggio sul "Fedone" di Platone. La preparazione alla m orte che Platone fa declamare a Socrate unita alla fede cristiana sono p e r Simone delle valide argomentazioni, ancora attuali, "per non subire passivamente il dolore di scom parse e perdite, anzi a reagire con la forza della ragione alle troppe paure che assillano l'uomo contemporaneo: la malattia, le guerre, la catastrofe e, appunto, la morte. " A 22 anni quasi improvvisamente Simone ci ha lasciati pieni di ricordi e di rimpianti. Quando accadono questi eventi crudeli, la ragione non riesce a trovare una risp o sta. Tante volte m i sono dovuto chiedere: perché soffrono e muoiono creature innocenti, così belle, così intelligenti, così sensibili, così prom ettenti di chissà quanti frutti, quante p re ziose realizzazioni p e r sé e p erla società? Perché il dolore innocente? Alcuni anni fa mi fu detto che a noi la realtà appare come il rovescio di uno splendido ricamo: a mala pena e grossolanamente n e intravediamo il d isegno complesso; vediamo soprattutto di questo rovescio i nodi, le sfilacciature, i rattoppi, i fili so pram m essi e quelli recisi e pendenti. Solo dopo la nostra m orte vedrem o la bellezza di quel ricamo e com prenderem o il significato di quel rovescio. Questa é l'unica sp ieg a zione che riesco ad accettare in queste dolorose occasioni. Capiamo che il valore di una vita non si misura dalla quantità di tempo in cui uno vive, ma da come ha vissuto. Anche Simone non ci è più visibile, ma avvertono la sua presenza e il suo m essaggio d'amore quelli che lo hanno conosciuto e amato. Tutto vince l'amore. Le p e rso n e ricche di bontà non muoiono mai, ma restano sem pre accanto a noi. Non è vero Simone? A. A.

6 RENDICONTO GENERALE AL STATO PATRIMONIALE ATTIVO PASSIVO Conto corrente postale Residuo gestioni precedenti Conto corrente bancario Titoli fondi A.I.R.C fondi ordinari Totale passivo Sbilancio gestione T otale attivo Totale a pareggio CONTO FINANZIARIO ENTRATE USCITE Quote rinnovo Soci Spese di segreteria Contributi da privati Contributi da Enti e Associazioni Contributi da Manifestazioni Interessi attivi Altre entrate Î? Spese generali Rimborsi spese di frequenza Clinica Aggiornamento medici Arredi reparto Allestimento manifestazioni Imposte e tasse Totale uscite Sbilancio gestione T otale entrate Totale a pareggio IL TESORIERE I SINDACI REVISORI IL PRESIDENTE RELAZIONE DEI SINDACI REVISORI BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 16 Abbiamo assoggettato a revisione contabile gli stati patrimoniali dell Associazione Toscana contro le leucemie ed i tumori del bambino chiuso al 31 dicembre 16 ed i relativi conti dei contributi e proventi e delle spese ed erogazioni, nonché le relative note esplicative per l esercizio chiuso a tale data. Il nostro esame è stato svolto secondo i consolidati principi di revisione e, in conformità di tali principi, abbiamo fatto riferimento ai corretti principi contabili enunciati dai Consigli Nazionali dei Dottori Commercialisti e Ragionieri. A nostro giudizio, i sopramenzionati bilanci nel loro complesso sono stati redatti con chiarezza e rappresentano in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale-finanziaria dell Associazione Toscana contro le leucemie al 31 dicembre 16 e la formazione delle disponibilità nette per l esercizio chiuso a tale data, secondo principi contabili applicabili ad attività di Associazioni senza fini di lucro. I Sindaci Revisori

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE 1 di 10 07/02/2013 13:12 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 10 ottobre 2012 Modalita' per l'esportazione o l'importazione di tessuti, cellule e cellule riproduttive umani destinati ad applicazioni sull'uomo.

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

E-MAIL: mail@studiotosato.it Avv. DEBORAH NASTI Avv. NICOLA LUCIFERO

E-MAIL: mail@studiotosato.it Avv. DEBORAH NASTI Avv. NICOLA LUCIFERO Prof. Avv. GIAN LUIGI TOSATO 00187 ROMA Avv. GIULIO R. IPPOLITO VIA SALLUSTIANA, 26 Prof. Avv. ANDREA NERVI TEL. 064819419 Avv. MARIA CARMELA MACRI FAX: 064885330 Avv. NATALIA DEL OLMO GUARIDO E-MAIL:

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Il Dibattito sul Sangue del Cordone Ombelicale: a chi e a che cosa serve la conservazione privata del sangue cordonale?

Il Dibattito sul Sangue del Cordone Ombelicale: a chi e a che cosa serve la conservazione privata del sangue cordonale? Il Dibattito sul Sangue del Cordone Ombelicale: a chi e a che cosa serve la conservazione privata del sangue cordonale? Licinio Contu Presidente Federazione Italiana ADOCES Cagliari 25 agosto 2011 Il Dibattito

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

"Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare

Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare "Ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare mediante la comunicazione le condizioni della sua vita". Questo è l'incipit della Carta dei Diritti della

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

1) Il bambino in Ospedale

1) Il bambino in Ospedale Dal giorno in cui qualcuno ha avuto il coraggio di entrare in un reparto di terapia terminale con un naso rosso e uno stetoscopio trasformato in telefono, il mondo è diventato un posto migliore. Jacopo

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine.

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. Vinci il muro dell indifferenza, dai più senso alla Tua vita: DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. INTERCOMUNALE SAN PIETRO Via Cassia 600-00189 Roma Uff. Amm.: Telefax 06 33582700 - Segreteria:

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te.

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Nel Sud del mondo in una situazione di povertá e di emarginazione a molti bambini sono negati i diritti fondamentali alla vita, alla

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it MESSAGGI DI LUCE Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it Tengo a precisare che Messaggi di Luce e un progetto che nasce su Facebook a oggi e visitato da piu' di 9000 persone E un

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE

DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE Deliberazione n. 529 del 13/05/2004. DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE PREMESSE La legge regionale 28 marzo 1995, n. 28, istituiva il servizio

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

A S S O C I A Z I O N E - A S S O C I AT I O N - ONLUS. P R E S I D E N T E Associazione La Nostra Famiglia. Consiglio di Amministrazione

A S S O C I A Z I O N E - A S S O C I AT I O N - ONLUS. P R E S I D E N T E Associazione La Nostra Famiglia. Consiglio di Amministrazione P R E S I D E N T E Associazione La Nostra Famiglia Consiglio di Amministrazione D i re t t o re Generale SEZIONE DI RICERCA ISTITUTO SCIENTIFICO E. MEDEA RESEARCH SECTION E.MEDEA Comitato Etico P residente

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 10 LUGLIO 2003

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 10 LUGLIO 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 10 LUGLIO 2003 Repertorio Atti n. 1770 del 10 luglio 2003 Oggetto: Accordo tra Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sul documento

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

Glossario. Allogeniche Indica le cellule ottenute da un donatore e idonee per l'infusione in un'altra persona.

Glossario. Allogeniche Indica le cellule ottenute da un donatore e idonee per l'infusione in un'altra persona. Glossario Il seguente glossario è stato concordato da numerose nazioni europee coinvolte nel progetto Eurocet con l intento di armonizzare la terminologia utilizzata nel settore della donazione e del trapianto

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE

LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE. MODALITÀ DI COMUNICAZIONE EFFICACE ED INEFFICACE LA COMUNICAZIONE La comunicazione è una condizione essenziale della vita umana e dell ordinamento sociale, poiché

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE. Policlinico Santa Maria alle Scotte. Il trapianto di rene. Percorso assistenziale, intervento e follow up

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE. Policlinico Santa Maria alle Scotte. Il trapianto di rene. Percorso assistenziale, intervento e follow up AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SENESE Policlinico Santa Maria alle Scotte Il trapianto di rene Percorso assistenziale, intervento e follow up Come contattare il Centro trapianti di rene Il nostro Centro

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

LA DONAZIONE DI SANGUE

LA DONAZIONE DI SANGUE CHE COSA è La donazione di sangue consiste nel prelievo di un determinato volume di sangue da un soggetto sano, chiamato donatore, al fine di trasfonderlo in un soggetto che ha bisogno di sangue o di uno

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli