L esperienza nell aderire ad un Sostegno a Distanza Una bussola per orientarsi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L esperienza nell aderire ad un Sostegno a Distanza Una bussola per orientarsi"

Transcript

1 L esperienza nell aderire ad un Sostegno a Distanza Una bussola per orientarsi Sostenere a distanza un minore è diventato oggi uno dei modi più diffusi di fare solidarietà con chi è nel bisogno. Ricerche, studi e le stesse associazioni del settore ci dicono che oggi in Italia oltre un milione e mezzo di persone hanno aderito a questa iniziativa facendo entrare nella propria famiglia e nel proprio vissuto quotidiano un altra persona, generalmente un minore, che, pur vivendo distante migliaia di chilometri, può beneficiare di un aiuto decisivo per il suo futuro. Cos è il sostegno a distanza? È un gesto di solidarietà: una piccola rinuncia quotidiana, del controvalore di un caffè al giorno ( 0,82 per 365 giorni), che permette di dare un nuovo futuro e una speranza in più a milioni di bambini in Sud America, Africa, Asia e Paesi dell Est; un piccolo sostegno economico, che può garantire a un bambino i beni primari come l alimentazione, il vestiario, i medicinali, l istruzione scolastica, l educazione e una formazione professionale; ai bambini orfani anche una nuova e grande famiglia; sostenere un bambino significa aiutare la sua famiglia e la comunità a cui appartiene: dare da mangiare e da vestire ad un bambino di una famiglia numerosa consente alla mamma di avere una bocca in meno da sfamare, mentre la comunità beneficerà di nuovi giovani culturalmente preparati e avviati ad un lavoro; sostenere anche solo un bambino significa partecipare al grande progetto di autosviluppo e riscatto dei Paesi poveri del Sud del Mondo. Sostenere a distanza un bambino significa aprire le nostre porte e accogliere nella nostra vita l attenzione e la solidarietà verso il prossimo e verso il mondo. Non chiamiamola più adozione a distanza e distinguiamola dall adozione vera e propria La scelta di sostenere economicamente un bambino non equivale assolutamente a un adozione propriamente detta, regolata giuridicamente da apposite leggi. Non è neppure una semplice donazione di denaro. Nel S.aD. ritroviamo una duplice connotazione: * l atteggiamento di chi vuole ad-optare (sostenere) cioè accompagnare nella crescita qualcuno in particolare; * il rispetto della diversità nella cultura, nei costumi, nella lingua e del senso di appartenenza ad un popolo. La distanza, così intesa, diventa ricchezza da salvaguardare e occasione per aprirsi all altro e al mondo. Il Sostegno a Distanza, dunque, si prefigge l obiettivo specifico di fornire un aiuto ad un minore a noi familiare consentendogli, al contempo, di rimanere nel proprio contesto socio-culturale. Chi sono i destinatari del Sostegno a Distanza? Attraverso questa forma continuativa di solidarietà vengono aiutati i bambini poveri e bisognosi che le Piccole Suore incontrano nella loro attività pastorale e di vita missionaria in alcuni Paesi del Sud del Mondo e in Albania. L ufficio Amici delle Missioni segue ormai progetti di Sostegno a Distanza in tutti i Paesi ove sono presenti le Piccole Suore. In particolare: Argentina (Bahia Blanca, Buenos Aires, Mendoza, San Martin de los Andes, Carmen de Patagones) Angola (Luanda, Lucala) Brasile (Cascavel, Tibagi, Palmas) Albania (Balldré) Uruguay (Progreso) Paraguay (Ciudad del Este) Togo (ancora da valutare l avvio del S.aD.)

2 Diverse sono le tipologie di intervento e di progettualità educativa o assistenziale che ci si prefigge attraverso il sostegno a distanza. Salvo restando il comune denominatore di un aiuto costante nel tempo, c è tuttavia la variabile temporale legata alle singole realtà. Per cui il sostegno a distanza si distingue anche per la durata minima o media a seconda della situazione in cui si interviene. A) Il S.aD. garantisce un efficace risposta: per bambini di famiglie in estrema povertà; per la scolarizzazione; per un assistenza medica e umana; per contrastare disagi sociali (abbandono, vita di strada, carenza educativa); per la tutela della prima infanzia (scuola dell infanzia). B) Diversi sono di conseguenza i tempi di impegno richiesti al sostenitore: da 1 a 3 anni: scuola dell infanzia; sostegno scolastico, centri di aggregazione a tutela dell infanzia; da 1 a 7 anni: percorso di scolarizzazione comprendente la scuola di base, la scuola superiore e a volte la prescolare; a tempo indeterminato: a sostegno di bambini in estrema povertà, aiuto medico-sanitario a soggetti con patologie croniche. Proprio grazie al Sostegno a Distanza oggi vengono aiutate e seguite persone malate e ospiti del Piccolo Cottolengo. L impegno maggiore profuso è rivolto al mondo dell infanzia attraverso 5 scuole primarie e superiori, 3 scuole dell infanzia, 2 centri per il dopo scuola e attività ricreative ed educative per un totale di oltre minori all anno. Qual è l impegno economico di questa solidarietà? Pur consapevoli della diversità di risorse necessarie per raggiungere i singoli obbiettivi previsti dal Sostegno a Distanza, il contributo richiesto annualmente è sempre di 310 che possono venire corrisposte in un unica soluzione oppure mensilmente, trimestralmente o semestralmente. Le quote di sostegno vengono inviate interamente alle missioni per le finalità prefissate. Non vengono effettuate trattenute. L ufficio Amici delle Missioni PSSF - ONLUS riesce a coprire le proprie spese di gestione grazie all Istituto delle Piccole Suore e ad offerte e contributi liberi da privati oppure dagli stessi sostenitori che accludono un piccolo contributo extra per le spese di gestione. Pertanto la quota devoluta per il sostegno di quel determinato bambino viene interamente destinata alla missione di riferimento. Quanto dura un Sostegno a Distanza? Questo è un gesto di solidarietà, quindi, l impegno che il sostenitore sottoscrive è di natura morale e non vincolante da alcun contratto! Non esistono, quindi, degli obblighi precisi di tempo. Tuttavia l esperienza e il credere che questo aiuto sia soprattutto uno strumento pedagogico-formativo ci suggeriscono di aiutare il bambino per un periodo almeno di tre anni (se pensiamo alla situazione di una scuola dell infanzia), anche se l ideale sarebbe accompagnarlo per l intero iter scolastico o fino a quando dalla missione non giungano indicazioni per un eventuale interruzione o cambio di sostegno. La costanza dell aiuto è una caratteristica distintiva del sostegno a distanza rispetto alle altre forme di donazioni occasionali. Un impegno sì libero, ma continuativo per un certo tempo. Un piccolo gesto coltivato quotidianamente diventa un modo di essere, uno stile di vita! 2

3 Può capitare che venga sostituito il bambino precedentemente assegnato? Il minore che si accompagna con il S.aD. rimane solitamente lo stesso per l intera durata del sostegno. Tuttavia possono succedere casi in cui per vari motivi non è più possibile continuare ad aiutare proprio quel bambino. Facciamo alcuni esempi: - il minore ha terminato il corso degli studi o, su indicazione della missionaria non viene più segnalato come bisognoso; - non è più possibile seguirlo direttamente poiché la famiglia è migrata in un altro paese o in un altra regione in cerca di condizioni migliori; - non esistono più le condizioni che garantiscono una corretta gestione del progetto di sostegno a distanza (es. guerra civile, calamità naturale, impossibilità di garantire una continuità formativa, ecc.). Dopo un periodo di attesa per valutare la situazione e una volta verificata l impossibilità di mantenere il rapporto tra donatore e beneficiario, si procede con la sostituzione del minore assegnato in precedenza. Certamente ogni sostituzione crea inevitabilmente un sentimento di dispiacere e di delusione, ma è allo stesso tempo un atto doveroso e inevitabile per quello stile di coerenza e di trasparenza che le missionarie si assumono nei confronti dei sostenitori a distanza. Cosa avviene nel caso della sostituzione? Qualora si ponessero le condizioni di una sostituzione il sostenitore verrà avvisato dall Ufficio e gli verrà data la possibilità di prendersi cura di un altro minore, normalmente della medesima missione, oppure potrà recedere dall impegno preso. Il sostegno a distanza può essere interrotto dal Sostenitore? Come detto in precedenza, non vi è alcun obbligo scritto da parte del sostenitore nei confronti del S.aD. Pertanto, pur auspicando la fedeltà nell impegno preso, rimane facoltà del sostenitore interrompere il suo S.aD. in qualsiasi momento. L Ufficio chiede, unicamente per motivi organizzativi, di comunicare l eventuale interruzione via lettera o fax, o telefono. A volte però, l Ufficio interpreta la volontà dell interruzione anche dal ritardo nei pagamenti della quota per il S.aD. In questa situazione l ufficio procede inviando un sollecito per le quote mancanti e l eventuale conferma di cessazione dell impegno. Le quote non corrisposte vengono coperte dall ufficio Amici delle Missioni PSSF ONLUS finché si troverà un nuovo sostenitore per quel minore. Cosa fare per aderire all iniziativa? Per avviare un Sostegno a Distanza è sufficiente contattare l ufficio Amici delle Missioni PSSF ONLUS telefonicamente, per fax, per o per posta lasciando il proprio recapito. L ufficio manderà la scheda di adesione con cui conferma la propria volontà e autorizza all uso dei dati secondo la normativa per il trattamento dei dati personali (legge sulla privacy). Pervenuta la scheda all ufficio, verrà assegnato il bambino o la bambina secondo le indicazioni espresse sulla scheda. Cosa riceve chi sottoscrive un sostegno a distanza? Al sostenitore verrà inviata la scheda del minore affidatogli contenente i suoi dati anagrafici, la sua foto, e un breve report sulla condizione sociale della missione. Inoltre verranno comunicati almeno una volta all anno degli aggiornamenti sulla sua situazione (lettere, disegni) e una foto nuova. Il sostenitore sarà sempre tenuto aggiornato sulla situazione della missione nella quale vive il bambino e, in occasione del rientro delle missionarie referenti del progetto, verranno proposti momenti di incontro e scambio tra le missionarie e i rispettivi sostenitori. 3

4 Che tipo di corrispondenza può esserci tra bambino e sostenitore? L invio di lettere e l instaurare un rapporto epistolare con il bambino suppone una serie di accorgimenti culturali molti importanti. Per tale ragione si ammette la corrispondenza facendola passare, però, attraverso la missione e la persona referente in loco. Sarà quest ultima a mediare la corrispondenza. Questo passaggio inoltre evita al sostenitore di dover scrivere nella lingua locale che pochi conoscono. Consigliamo, comunque, di contattare sempre il nostro ufficio che potrà fornire altre indicazioni utili caso per caso. Anche per l invio di pacchi o altri oggetti è bene contattare l ufficio. La spedizione di materiali viene generalmente sconsigliata per varie difficoltà e incertezze, ma soprattutto per l elevato costo economico. A monte di tutto, è sempre bene ricordare che il bambino aiutato non è mai solo, ma vive in una comunità e in una famiglia con altri fratelli. Un regalo, per quanto bello, lo renderebbe un privilegiato agli occhi degli altri. Il Sostegno a Distanza apre alla relazione con l altro e con un altro mondo Questa particolare forma di solidarietà crea spontaneamente un rapporto tra i soggetti. Il conoscere chi si aiuta, l avere una sua foto e un suo scritto ci farà sentire il bambino aiutato uno di casa. Ne consegue un naturale coinvolgimento anche affettivo che delle volte rischia di tradursi o si vuol tradurre in un legame troppo profondo con eccessi di ingerenza nel suo mondo e l inconscia esportazione del nostro stile di vita, delle nostre tradizioni e dei nostri costumi nel suo contesto. Tutto questo deve fare sempre i conti con il rispetto dell altro e della sua cultura. Per cui: pretendere, ad esempio, una lettera da un bambino africano in cui racconti la sua vita e i suoi hobby è chiedere qualcosa di non suo. In Africa non ci si scrive, ma ci si parla, ci si racconta sotto un albero o in un cortile. Non ci sono hobby (nel senso occidentale del termine), perché l unico vero hobby è il vivere ogni giorno con ciò che Dio ti concede; la festa di Natale che tradizionalmente per noi è l occasione della visita di Babbo Natale, in molti Paesi del Sud del Mondo è unicamente una solennità religiosa, riservando, per esempio, alla festa della Primavera (caso dell Argentina), l occasione per ricevere e fare dei regali; i regali che molte volte si vorrebbero inviare ai bambini aiutati a distanza non sono i medesimi che apprezzano i nostri figli, bombardati dalla pubblicità mass-mediale e dalla tecnologia: regalare un cagnolino elettrico e di plastica, ad esempio, ad un bimbo dell Angola lo lascerebbe abbastanza perplesso dato che convive con cani veri ben più simpatici e non potendo permettersi l acquisto delle pile. Ben presto quel gioco tecnologico si trasformerebbe in frustrazione per l impossibilità di acquistare batterie nuove. Tutto questo ci permette, quindi, un allenamento ad essere sempre attenti e rispettosi dell altro e del suo mondo. Il sostegno a distanza ci sfida nel metterci in relazione, nell entrare nel mondo di chi stiamo aiutando e di farlo un po nostro. Allora sarà quasi naturale individuare le modalità più adatte per relazionarci autenticamente e armoniosamente con il bambino che si ha deciso di sostenere. Come vivere questa forma di condivisione Il Sostegno a Distanza, allora, oltre ad essere un gesto di solidarietà che trova effetto nel Paese del Terzo Mondo, acquista un enorme importanza per il sostenitore italiano. Esso è, infatti, una via che apre la strada alla conoscenza di altre realtà, che ci mette in contatto con un Paese diverso ove ci sono una lingua, una cultura, usi e costumi differenti. Il Sostegno a Distanza ci fa entrare in contatto con i problemi più toccanti dei Paesi del Terzo Mondo e diventa uno strumento per condividere quello che per noi è in più e che, per chi non ha niente, è tutto. Il Sostegno a Distanza deve diventare uno stimolo a cambiare stile di vita, aperto alla condivisione, limitando gli sprechi e modificando il nostro modo di essere cittadini della globalizzazione. L educazione alla mondialità e alla diversità, i valori della condivisione e della solidarietà sono solo alcuni dei numerosi campi ai quali questo gesto ci apre. 4

5 In tutto questo è importante ricordarci che il bambino sostenuto non diventa nostro figlio. Egli ha una sua famiglia, una sua comunità d appartenenza. Il legame affettivo che viene a crearsi non dovrà mai sconfinare in un senso di possesso, ma rimanere rispettoso dell individualità e della libertà altrui. 5

6 Dalle 300 lire del 1929 ai 310 euro di oggi Già la Cofondatrice, Madre Maria Domenica Mantovani faceva, nel lontano 1929, questa proposta alle sue consorelle per finanziare gli studi di un seminarista. Scrive Madre Mantovani, attraverso una circolare indirizzata a tutte le suore: In omaggio al Giubileo sacerdotale di S.S. Pio XI noi Piccole Suore della Sacra Famiglia doteremo (ndr. oggi usiamo il termine sosteniamo o adottiamo ) un seminarista indigeno, che, a suo tempo, sarà sacerdote e andrà nella terra delle missioni a far conoscere e amare il Signore, salvare delle anime. L ideale del carissimo Padre era di mandare le sue Piccole Suore in mezzo ai pagani e agli infedeli (ndr. così venivano chiamate le altre popolazioni in quegli anni), come sempre si chiede a Dio con l orazione Ma l ora nostra non è ancora giunta, e intanto il sacerdote indigeno farà le nostre parti. Siate pertanto puntuali nel fare ciò che ora vi consiglio. Per tale dotazione occorre mandare all Opera Pontificia pro Clero Indigeno L. 300 annue, per sei anni, e per raggranellare detta somma annua basta che ogni suora mi mandi un francobollo da L. 0,50 all anno, e così senza toccare la cassa dell istituto avremo quanto è necessario per quest opera santa, meritoria (Dall archivio di Casa Madre del Pio Istituto delle Piccole Suore della Sacra Famiglia, circolare n. 3 del 13 aprile 1929). Nel 1929 occorrevano, quindi, 300 lire all anno per 6 anni per garantire la formazione di un giovane seminarista. Un impegno costante scandito dalla rinuncia mensile del valore di un francobollo da 0,50 lire. 6

7 Quanto costa un Sostegno a Distanza Abbiamo precedentemente sottolineato come la quota devoluta per il sostegno a distanza viene interamente inviata alla missione di riferimento senza che venga effettuata alcuna trattenuta per le spese di gestione da parte dell ufficio missioni. Abbiamo inoltre precisato che le spese vengono coperte con altri contributi diversi dalle quote versate per i bambini. In sostanza: pur salvaguardando la quota per ciascun bambino un sostegno a distanza ha dei costi organizzativi! A. L avvio del Sostegno: Si intende il momento dell adesione al progetto a cui facciamo seguito con l invio di materiale informativo per quanti vogliono semplicemente saperne di più oppure la documentazione completa successiva alla sottoscrizione della scheda d adesione. Nel primo caso vengono inviati un libretto, la scheda di adesione e un foglietto introduttivo, più il necessario per la spedizione. Costo complessivo = 2,40 A quanti aderiscono viene inviato il seguente materiale: Il libretto stampato a colori ( 0,60); una scheda introduttiva della missione dove vive il bambino aiutato ( 0,38); la scheda con i dati personali del bambino e la sua foto ( 0,91); una lettera accompagnatoria da parte dell ufficio ( 0,09); busta media con etichetta ( 0,12); francobollo per peso sup. a 50 gr. ( 1,50); un bollettino postale per chi lo richiede ( 0,021). Costo complessivo = 4,20 B. Rapporto di aggiornamento nell anno. Riportiamo il costo medio di un anno. - Bilancio di fine anno, auguri, busta, un biglietto e francobollo Costo = 0,71 - Due aggiornamenti annuali da parte del bambino: disegno, biglietto, foto o altro; accompagnatoria d ufficio, traduzione quando è richiesta, più il necessario per la spedizione Costo complessivo = 1,30 x 2 - Mediamente due ringraziamenti annuali per le quote adottive, cedole di CCP, più il necessario per la spedizione Tutto moltiplicato per due = 1,74 C. Spese sui conti correnti: - CCP: per ogni versamento vengono addebitati all ufficio = 0,20 - C/C: per ogni versamento vengono addebitati all ufficio = 1,11 Costo totale per un aggiornamento medio annuale = 5,05 L avvio e lo svolgersi nel primo anno di un sostegno a distanza comporta quindi una spesa di 8,70 a cui si stimano mediamente attorno ai 5 a seconda degli aggiornamenti inviati. 7

8 L ufficio Amici delle Missioni PSSF - Onlus tra i sottoscrittori della Carta dei Principi del Sostegno a Distanza * Nel 2002 anche l ufficio per le Missioni delle Piccole Suore della Sacra Famiglia, ha sottoscritto il primo documento Nazionale d impegno nella gestione e nella promozione di questa particolare forma di solidarietà denominata Sostegno a Distanza e comunemente conosciuta come Adozione a Distanza. * Questo documento è stato attualmente sottoscritto da quasi un centinaio di enti di varie nature e gode del Patrocinio del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. * La Carta dei Principi rappresenta la prima forma di autoregolamentazione che gli enti promotori del sostegno a distanza hanno voluto darsi e della quale si sono impegnati a rispettarne gli enunciati. In sintesi ecco gli articoli: LE ORGANIZZAZIONI CHE LA SOTTOSCRIVONO, operando nel rispetto delle norme dello Stato italiano e dei principi contenuti nei seguenti documenti 1 : Dichiarazione Universale dei Diritti dell Uomo, 1948, Convenzione Internazionale sui Diritti dell Infanzia, 1989, Convenzioni dell Organizzazione Internazionale del Lavoro, 1973, 1999, Dichiarazione delle Nazioni Unite sull eliminazione della violenza contro le donne, 1993, Legge italiana contro la prostituzione minorile, 1998, SI IMPEGNANO A 1 PROMUOVERE IL SOSTEGNO A DISTANZA quale gesto di libera e solidale condivisione con chi è nel bisogno. 2 SVILUPPARE L INFORMAZIONE E LA FORMAZIONE MULTICULTURALE. Le organizzazioni, con un azione concreta di politica sociale, danno voce a minori, adulti, famiglie e comunità costretti a vivere in situazioni difficili e, nell avvicinare culture e società diverse, ne promuovono l interscambio e il rispetto reciproco, valorizzando la persona nella sua dignità dentro ogni contesto e cultura. 3 CARATTERIZZARE QUESTO GESTO SOLIDALE RISPETTO ALLE ALTRE FORME DI SOLIDARIETÀ basate sulla raccolta fondi occasionale o per emergenze. Le organizzazioni metteranno in evidenza nei loro progetti la continuità dell impegno del sostegno a distanza che acquista un duplice valore: educa il sostenitore alla consapevolezza dei disagi e della povertà in cui versano milioni di persone e garantisce al contempo un finanziamento stabile per l attuazione del progetto. 1 Dichiarazione Universale dei Diritti dell Uomo delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948; Convenzione Internazionale sui Diritti dell Infanzia approvata dall Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989 e ratificata dall Italia con la legge del 27/05/91 n In modo particolare si fa riferimento all art. 3: In tutte le azioni riguardanti i bambini, se avviate da istituzioni di assistenza sociale, pubbliche o private, tribunali, autorità amministrative o corpi legislativi, i maggiori interessi del bambino devono essere oggetto di primaria considerazione ; Convenzioni dell Organizzazione Internazionale del lavoro che stabiliscono: la n. 138 del 1973 l età lavorativa minima (non inferiore ai 15 anni) e la n. 182 del 1999 (in fase di ratifica da parte dell Italia) le linee guida per la prevenzione e l eliminazione delle peggiori forme di lavoro minorile; Dichiarazione delle Nazioni Unite sull eliminazione della violenza contro le donne del 1993 in cui si denunciano le pratiche tradizionali e moderne che sfruttano le donne e le bambine per scopi sessuali e di altro genere; Legge italiana contro la prostituzione minorile del 3 agosto 1998 n. 269: norme contro lo sfruttamento della prostituzione, della pornografia, del turismo sessuale in danno di minori, quali forme di riduzione in schiavitù. 8

9 4 RENDERE CONSAPEVOLE IL SOSTENITORE DELL IMPORTANZA DEL SUO AIUTO ECONOMICO COSTANTE NEL TEMPO, anche se il sostenitore può recedere dall impegno preso; in questo caso, le organizzazioni si impegnano a ricercare in tempi brevi chi lo sostituisca e, nel frattempo, a utilizzare tutti i propri strumenti per garantire il proseguimento del progetto. 5 METTERE A DISPOSIZIONE PRESSO LA PROPRIA SEDE IL BILANCIO O IL RENDICONTO ANNUALE e renderlo pubblico secondo le norme previste. Ciascuna organizzazione si rifà alle normative vigenti in merito alla propria configurazione giuridica: al proprio Statuto, alle leggi relative all Albo regionale del volontariato, alle disposizioni in merito agli enti del Terzo Settore no-profit ONLUS e alle ONG, alla Carta della Donazione e alle normative proprie per gli enti ecclesiastici. 6 COMUNICARE AL SOSTENITORE L EFFETTIVA SOMMA DESTINATA AL BENEFICIARIO DEL SOSTEGNO A DISTANZA E QUELLA TRATTENUTA DALL ORGANIZZAZIONE PER LE SPESE DI GESTIONE, come garanzia sul corretto utilizzo dei fondi e informazione sulle modalità di intervento. 7 VALUTARE CON ACCORTEZZA LE RICHIESTE DI AIUTO RICEVUTE E AD AVVIARE UN PROGETTO SOLO LÀ DOVE ESISTA L ESPLICITO CONSENSO DELLA COMUNITÀ INTERESSATA. Le organizzazioni garantiranno che i loro operatori o delegati agiscano con il consenso della popolazione locale. 8 AGIRE IN MODO CHE Il SOSTEGNO A DISTANZA SIA STRUMENTO DI PROMOZIONE ALL AUTOSVILUPPO del beneficiario, della sua famiglia, laddove esista, e della sua comunità. Per evitare che questo aiuto economico diventi una forma di assistenzialismo, nei Paesi in cui interverranno, le organizzazioni coinvolgeranno le comunità nella realizzazione e nella gestione dei progetti con un accompagnamento stabile alle persone, complementare e non sostitutivo. 9 VERIFICARE CON ATTENZIONE L AFFIDABILITÀ E IL LAVORO DI EVENTUALI PARTNERS ESTERI E ADOPERARSI PER GARANTIRE IL BUON ESITO DEL PROGETTO ANCHE IN CASO DI LORO INADEMPIENZE. Le organizzazioni si impegnano a comunicare al sostenitore da chi è curata in loco la realizzazione del progetto e a valutare l affidabilità e l efficienza dei referenti locali o dei propri collaboratori impegnati nell attuazione degli interventi di sostegno. 10 CONFRONTARSI CON LE ALTRE ORGANIZZAZIONI CHE OPERANO CON LE STESSE FINALITÀ NEL PERSEGUIMENTO DEGLI OBIETTIVI DI SOLIDARIETÀ E PACE, RISPETTANDONE LE DIVERSITÀ. Le organizzazioni si rendono disponibili a forme di collaborazione tra loro, soprattutto nelle medesime aree geografiche e negli stessi settori di intervento. 11 RISPETTARE LA CARTA DEI PRINCIPI PER IL SOSTEGNO A DISTANZA. Le organizzazioni valuteranno l opportunità di accettare la collaborazione e i finanziamenti di enti e istituzioni pubblici o privati secondo i principi richiamati in questa Carta. 9

10 Una solidarietà da favola LO SPIRITO DELLA SAVANA Quando i doni del Padre non vengono condivisi Un uomo, poverissimo, malgrado la buona volontà ed il sudore non riusciva in alcun modo a uscire dalla miseria. Chiese allora soccorso ad uno spirito protettore. Lo spirito, Signore della savana, ebbe pietà di lui e decise di aiutarlo: «Mi sembra che tu meriti di essere aiutato, ma ad una condizione: devi continuare ad essere generoso. Prendi questo pollo, questa mucca, questo cane e... questo seme. Pianta il seme e, tra sette anni, diventerà albero; veglia affinché nessuno si avvicini per coglierne i fiori». Il pover uomo seminò il grano, curò la pianta, la sorvegliò... Nel frattempo il pollo, quando becchettava in cerca di cibo, ad ogni colpo di becco pescava una moneta d oro o d argento, che il padrone raccoglieva e immagazzinava. Il cane, ogni volta che si accovacciava, lasciava sul posto, rialzandosi, un paniere pieno di riso. La mucca ogni sera, al ritorno dal pascolo, portava al suo maestro un grosso fascio di miglio, un vitello grasso ed una grande quantità di latte. Sette anni dopo l albero diede come frutti mille bambini e mille bambine. Fu così che il pover uomo divenne ricco. Però, più diventava ricco, più cresceva in lui l avarizia. Arrivò al punto di non aiutare più i bisognosi conservando tutto per sé. Un giorno lo spirito della savana riapparve e gli disse: «II falegname taglierà l albero. Il leone ucciderà la mucca. La pantera mangerà il tuo cane. L aquila porterà via il pollo». L uomo rispose: «Non mi resterà più nulla! Lasciami almeno una delle quattro cose datemi in dono!». «D accordo!» concluse lo spirito. La difficoltà della scelta, che dipendeva dall avidità e dalla paura di perdere parte delle ricchezze, fece impazzire quell uomo, che morì ancora più povero di prima. Disegno di R. Bristot; Fiaba tratta da: E. Del Favero, Un padre favoloso, Gribaudi Editore, Milano. 10

CARTA DEI PRINCIPI PER IL SOSTEGNO A DISTANZA

CARTA DEI PRINCIPI PER IL SOSTEGNO A DISTANZA ForumSaD Forum Permanente per il Sostegno a Distanza Onlus Segreteria: c/o Re Orient - Xa Me Vicolo Scavolino 61 00187 Roma Telefono 06.69759467 fax 06.69921981; e-mail: segreteria@forumsad.it C.F. 97351760588

Dettagli

Fondazione AVSI. Sostegno a distanza Adozioni a distanza Cooperazione allo sviluppo

Fondazione AVSI. Sostegno a distanza Adozioni a distanza Cooperazione allo sviluppo 1 Fondazione AVSI Sostegno a distanza Adozioni a distanza Cooperazione allo sviluppo Domande frequenti (FAQ) Domande frequenti (FAQ) 1. Chi può fare un sostegno a distanza? Tutti: persone singole, famiglie,

Dettagli

PROGETTO Sostegno a distanza

PROGETTO Sostegno a distanza PROGETTO Sostegno a distanza CON MENO DI 1 EURO AL GIORNO CI PUOI AIUTARE A GARANTIRE UNA VITA DIGNITOSA AD UN BAMBINO DELLA REPUBBLICA DOMINICANA. COS E IL SOSTEGNO A DISTANZA E A CHI É RIVOLTO. Il sostegno

Dettagli

Sostegno a distanza SOSTEGNO A DISTANZA: IN COSA CONSISTE

Sostegno a distanza SOSTEGNO A DISTANZA: IN COSA CONSISTE SOSTEGNO A DISTANZA: IN COSA CONSISTE Sostegno a distanza Si é consolidata ed è in continua espansione una forma di solidarietà che è definita in diversi modi: adozione a distanza, sostegno a distanza,

Dettagli

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA Principi, obiettivi e istruzioni IL SOSTEGNO A DISTANZA che cos è Con il termine Sostegno a Distanza si vuole convenzionalmente indicare una forma di solidarietà, oggi molto

Dettagli

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato)

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato) Ecco una idea di valore per i REGALI DI NATALE Natale: solito problema del pensierino! Fortunatamente ormai ognuno di noi ha quasi tutto, quindi regalare qualcosa significa regalare il superfluo o l inutile.

Dettagli

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te.

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Nel Sud del mondo in una situazione di povertá e di emarginazione a molti bambini sono negati i diritti fondamentali alla vita, alla

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato)

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato) Ecco una idea di valore per i REGALI DI NATALE Natale: solito problema del pensierino! Fortunatamente ormai ognuno di noi ha quasi tutto, quindi regalare qualcosa significa regalare il superfluo o l inutile.

Dettagli

Mani Unite Onlus. Sintesi attività 2014

Mani Unite Onlus. Sintesi attività 2014 Mani Unite Onlus Nel 2014 le attività svolte in Mozambico, oltre ad essere state realizzate come negli anni precedenti nell ambito degli obiettivi istituzionali (sostegno scolastico e nutrizionale), si

Dettagli

Linee guida sul sostegno a distanza

Linee guida sul sostegno a distanza Linee guida sul sostegno a distanza in collaborazione con Sostegno o adozione a distanza? Un po' di chiarezza a livello di termini In genere, sono molti i termini utilizzati per indicare questa forma di

Dettagli

CAMBIARE È POSSIBILE. SD children-onlus SOSTENIAMO I FIGLI DELLA GUERRA. www.childrenonlus.it

CAMBIARE È POSSIBILE. SD children-onlus SOSTENIAMO I FIGLI DELLA GUERRA. www.childrenonlus.it CAMBIARE È POSSIBILE CON IL NOSTRO E IL VOSTRO IMPEGNO, CAMBIARE LA VITA DI UN BAMBINO È POSSIBILE. children-onlus SOSTENIAMO I FIGLI DELLA GUERRA. PROGETTO DI SOSTEGNO A DISTANZA PER I BAMBINI DEL CONGO.

Dettagli

ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso

ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

CINQUE PASSI: per organizzare Compassion Sunday 1. Prega. 5. Aiuta a compilare le schede di sostegno

CINQUE PASSI: per organizzare Compassion Sunday 1. Prega. 5. Aiuta a compilare le schede di sostegno CINQUE PASSI: per organizzare Compassion Sunday 1. Prega Chiedi a Dio di guidarti in ogni aspetto della preparazione di Compassion Sunday. 2. Condividi il tuo cuore Raccontare la tua esperienza di sostenitore

Dettagli

Come aiutare gli orfani, oltre che con l adozione a distanza? Caterina Astuti Associazione Amici di Mons. Emilio Patriarca - Onlus

Come aiutare gli orfani, oltre che con l adozione a distanza? Caterina Astuti Associazione Amici di Mons. Emilio Patriarca - Onlus Come aiutare gli orfani, oltre che con l adozione a distanza? 1. Premessa Caterina Astuti Associazione Amici di Mons. Emilio Patriarca - Onlus Questo contributo si soffermerà brevemente sulle associazioni

Dettagli

LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO C A R TA D E I VA L O R I 2 0 0 9 LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO C A R TA D E I VA L O R I 2 0 0 9 LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO La Carta dei valori è

Dettagli

1. Perché scegliere ASSEFA ITALIA?

1. Perché scegliere ASSEFA ITALIA? VADEMECUM DELL ADOZIONE SIMBOLICA 1. Perché scegliere ASSEFA ITALIA? Il nostro programma di sostegni a distanza è iniziato nel 1988; finora abbiamo sostenuto complessivamente 12.500 bambini in 127 scuole

Dettagli

Ci sono tre possibili destinazioni in rapporto all importanza del regalo che si vuole fare.

Ci sono tre possibili destinazioni in rapporto all importanza del regalo che si vuole fare. Ecco una idea di valore per i REGALI DI NATALE Natale: solito problema del pensierino! Fortunatamente ormai ognuno di noi ha quasi tutto, quindi regalare qualcosa significa regalare il superfluo o l inutile.

Dettagli

Linee guida per la presentazione, l'approvazione e il sostegno dei progetti all ESTERO

Linee guida per la presentazione, l'approvazione e il sostegno dei progetti all ESTERO FAIB Fondazione aiutare i bambini Via Ronchi 17, 20134 Milano tel: 02 70 60 35 30 fax: 02 70 60 52 44 info@aiutareibambini.it www.aiutareibambini.it Linee Guida Presentazione MOD 27/A PRO 06.05 bis Rev.

Dettagli

Linee guida per la presentazione, l'approvazione e il sostegno dei progetti ITALIA

Linee guida per la presentazione, l'approvazione e il sostegno dei progetti ITALIA FAIB Fondazione aiutare i bambini Via Ronchi 17, 20134 Milano tel: 02 70 60 35 30 fax: 02 70 60 52 44 info@aiutareibambini.it www.aiutareibambini.it Linee Guida Presentazione MOD 27/B PRO 06.05 bis Rev.

Dettagli

con il tuo sostegno costruisco il mio futuro ADOZIONI A DISTANZA

con il tuo sostegno costruisco il mio futuro ADOZIONI A DISTANZA sostegno con il tuo costruisco il mio futuro ADOZIONI A DISTANZA Seguendo le orme di Don Bosco, i missionari salesiani dedicano la loro vita alle persone in difficoltà in terre lontane, in luoghi in cui

Dettagli

prefazione Per un organizzazione si tratta di un compito difficile, ma allo stesso tempo importante e gratificante.

prefazione Per un organizzazione si tratta di un compito difficile, ma allo stesso tempo importante e gratificante. chi siamo prefazione L età adulta è lo specchio della nostra infanzia. Infanzia che può diventare un aiuto o un ostacolo, nella vita futura. Quali possono essere le basi per il nostro sviluppo futuro,

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia

Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia Foto Settimio Benedusi 2 a edizione giovedì 20 novembre 2014 Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia Iniziativa nazionale di sensibilizzazione sui diritti dei bambini e raccolta di farmaci da banco

Dettagli

A Natale regala vita

A Natale regala vita A Natale regala vita A Natale regala acqua, salute e vita! Il futuro della Tanzania, uno dei Paesi più poveri del Mondo, dipende dai bambini sì, il futuro di un intero Paese dipende da loro, dai più piccoli,

Dettagli

Iscrizione all elenco organizzazioni SaD

Iscrizione all elenco organizzazioni SaD Direzione Generale per il Terzo settore e le Formazioni sociali Sostegno a Distanza - SaD Iscrizione all elenco organizzazioni SaD MODELLI 1. Richiesta di adesione: - Modello n. 1- Richiesta di adesione

Dettagli

Cooperazione allo sviluppo. Scuola media Data

Cooperazione allo sviluppo. Scuola media Data Cooperazione allo sviluppo Scuola media Data Gioco Paesi in Via di Sviluppo Bassi tassi di crescita del reddito nazionale Bassi tassi di crescita del reddito pro capite Elevati livelli di povertà assoluta

Dettagli

ADOZIONI A DISTANZA Etiopia

ADOZIONI A DISTANZA Etiopia ADOZIONI A DISTANZA Etiopia Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

Che cosa è il sostegno a distanza

Che cosa è il sostegno a distanza Che cosa è il sostegno a distanza Educare un bambino, è costruire il futuro di un popolo! Un investimento sul futuro del mondo Il sostegno a distanza è una forma di solidarietà che mira a migliorare la

Dettagli

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA Principi Ispiratori e Obiettivi Gli interventi di mutualità e solidarietà rientrano nella missione della Cassa Rurale che, come realtà radicata sul territorio,

Dettagli

L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE

L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE ANCHE TU AVRAI UNA NUOVA FAMIGLIA. Se c è qualcosa di cui un bambino abbandonato o rimasto senza i genitori ha bisogno, questa è la famiglia. Non solo

Dettagli

I nuovi progetti. Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità

I nuovi progetti. Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità I nuovi progetti Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità Idea di fondo «Il tema dello sviluppo coincide con quello dell inclusione relazionale di

Dettagli

La tua volontà, il nostro impegno

La tua volontà, il nostro impegno Con il patrocinio e la collaborazione del Voglio lasciare al mondo il futuro che ho sempre sognato La tua volontà, il nostro impegno Chi siamo 3 Il testamento solidale 4 Il nostro impegno 7 La tua volontà

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO. Ente Morale

PROGETTO EDUCATIVO. Ente Morale PROGETTO EDUCATIVO Scuola per l infanzia ASILO INFANTILE Suor Tarcisia PONCHIA Religiosa educatrice direttrice Presente nella scuola per 65 anni Scuola paritaria depubblicizzata Ente Morale con amministrazione

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

Social Day Percorso di cittadinanza attiva sulla solidarietà internazionale

Social Day Percorso di cittadinanza attiva sulla solidarietà internazionale Social Day Percorso di cittadinanza attiva sulla solidarietà internazionale Chi siamo ProgettoMondo Mlal (www.progettomondomlal.org) è una ONG di cooperazione internazionale con sede a Verona, attiva da

Dettagli

Allegato A alla deliberazione di C.C. n. 1 del 28.01.2006 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE COORDINAMENTO PROVINCIALE BERGAMASCO ENTI LOCALI PER LA PACE

Allegato A alla deliberazione di C.C. n. 1 del 28.01.2006 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE COORDINAMENTO PROVINCIALE BERGAMASCO ENTI LOCALI PER LA PACE Allegato A alla deliberazione di C.C. n. 1 del 28.01.2006 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE COORDINAMENTO PROVINCIALE BERGAMASCO ENTI LOCALI PER LA PACE Premessa L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa

Dettagli

FIORI CHE RINASCONO Etiopia

FIORI CHE RINASCONO Etiopia FIORI CHE RINASCONO Etiopia Il Sole Onlus Soprattutto i bambini Nel 1997 nasce l Associazione Il Sole Onlus. La sua mission è garantire ai bambini di tutto il mondo pari opportunità e dignità, indipendentemente

Dettagli

STATUTO. Articolo 1. Rete Comuni Solidali

STATUTO. Articolo 1. Rete Comuni Solidali ALL. A) STATUTO Articolo 1. Rete Comuni Solidali E istituita a tempo indeterminato l associazione denominata Rete Comuni Solidali: Comuni della terra per il mondo (da ora in poi chiamata per abbreviazione

Dettagli

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino Una proposta di itinerario per... sposi in cammino dedicato a tutti gli sposi che hanno il desiderio di interrogarsi sul significato del loro matrimonio Sposi in cammino FAMIGLIA SORGENTE DI COMUNIONE

Dettagli

il nuovo Schema di regolamento per i Centri Missionari Diocesani,

il nuovo Schema di regolamento per i Centri Missionari Diocesani, Nuovo Schema di regolamento per i Centri Missionari Diocesani La Presidenza della CEI, nella riunione del 13 giugno 2012, ha approvato il nuovo Schema di regolamento per i Centri Missionari Diocesani,

Dettagli

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 Buona estate!! INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO UN RIGRAZIAMENTO PER LE DONAZIONI RICEVUTE ALISOLIDALI AUGURA A TUTTI UNA BUONA ESTATE

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

CARTA D IDENTITA V.I.D.E.S.

CARTA D IDENTITA V.I.D.E.S. Volontariato Internazionale Donna Educazione Sviluppo Volontariat International Femme Education Développement International Volunteerism Organization for Women, Education, Development ONG con Statuto Consultivo

Dettagli

Donazione. Azione. CESVI Fondazione Onlus

Donazione. Azione. CESVI Fondazione Onlus Donazione. Azione CESVI Fondazione Onlus Cesvi è un'organizzazione umanitaria laica e indipendente fondata in Italia nel 1985. Con 80 sedi estere, opera in tutti i continenti con progetti di cooperazione

Dettagli

60 anni di Costituzione. La Costituzione e il principio di solidarietà

60 anni di Costituzione. La Costituzione e il principio di solidarietà 60 anni di Costituzione La Costituzione e il principio di solidarietà Costituzione della Repubblica Italiana E la legge fondamentale e fondativa dello Stato italiano. All art. 2 stabilisce che La Repubblica

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI 1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO La Fondazione della Comunità Salernitana Onlus promuove un avviso in collaborazione con il Fondo

Dettagli

Project for People ONLUS realizza progetti di cooperazione e sviluppo in India, Benin e Brasile.

Project for People ONLUS realizza progetti di cooperazione e sviluppo in India, Benin e Brasile. REGALI SOLIDALI Project for People Onlus Via Angera, 3-20125 Milano tel. +39 02 36552292 - fax +39 02 99982010 info@projectforpeople.org - www.projectforpeople.org Project for People ONLUS realizza progetti

Dettagli

CREDITO AL FUTURO. Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona. Incontri formativi per operatori dei Centri di Ascolto

CREDITO AL FUTURO. Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona. Incontri formativi per operatori dei Centri di Ascolto CREDITO AL FUTURO Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona 1 Incontri formativi per operatori dei Centri di Ascolto Andria, 26 e 27 Aprile, 3 Maggio 2012 Clara Marrone clara.marrone@gmail.com

Dettagli

Ancora una storia dentro la festa del Natale del Malawi e' la festa del Natale degli orfani che ormai raggiunge tutti i villaggi e le missioni di

Ancora una storia dentro la festa del Natale del Malawi e' la festa del Natale degli orfani che ormai raggiunge tutti i villaggi e le missioni di Ancora una storia dentro la festa del Natale del Malawi e' la festa del Natale degli orfani che ormai raggiunge tutti i villaggi e le missioni di Phalula e Utale I. E vi raccontiamo di uno di questi momenti

Dettagli

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO PROTOCOLLO D INTESA tra PROVINCIA di Cuneo e ENTI LOCALI, CONSORZI, SOGGETTI PUBBLICI, ENTI DEL PRIVATO SOCIALE, PARTI SOCIALI PER LA PROMOZIONE, L ELABORAZIONE, LA GESTIONE DI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE

Dettagli

Dona il 5 X mille a Soleterre Onlus.

Dona il 5 X mille a Soleterre Onlus. Fotografia di Ugo Panella Dona il 5 X mille a Soleterre Onlus. EGREGIO SIGNOR ARCADI GIOVANNI VIA IV NOVEMBRE 54 20019 SETTIMO MILANESE MI Yuri può guarire dal cancro. Aiutarlo non ti costa nulla! Milano,

Dettagli

ADOZIONI A DISTANZA India

ADOZIONI A DISTANZA India ADOZIONI A DISTANZA India Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

Ottobre 2012 - Mese Missionario

Ottobre 2012 - Mese Missionario Un opportunità d incontro e confronto per il tuo Istituto Scolastico Scopri il tuo cuore Missionario Ottobre 2012 - Mese Missionario Proposta per scuole Canossiane Quali sono le origini del mese Missionario?

Dettagli

La casa sull albero. Donare voci Una carta del lettore volontario

La casa sull albero. Donare voci Una carta del lettore volontario La casa sull albero Donare voci Una carta del lettore volontario La casa sull albero Donare voci Una carta del lettore volontario Iniziativa REGIONE DEL VENETO Assessorato alla Cultura Direzione Beni

Dettagli

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3

Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione. Scuola dell infanzia - Anni 3 Curricolo verticale di Cittadinanza e Costituzione Scuola dell infanzia - Anni 3 A Identità e appartenenza. A1 Percepire e riconoscere se stesso. A1Mi conosco attraverso giochi motori sul corpo. A2 Saper

Dettagli

NATALE D AZZURRO. Dalla parte dei bambini nel giorno più bello dell'anno

NATALE D AZZURRO. Dalla parte dei bambini nel giorno più bello dell'anno NATALE D AZZURRO Dalla parte dei bambini nel giorno più bello dell'anno Con i biglietti d auguri, le pergamene, le e-card e le candele di Telefono Azzurro puoi trasformare i tuoi omaggi natalizi in un

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

I DONATORI ITALIANI E IL TERZO SETTORE Paolo Anselmi, Vice Presidente GfK Eurisko

I DONATORI ITALIANI E IL TERZO SETTORE Paolo Anselmi, Vice Presidente GfK Eurisko I DONATORI ITALIANI E IL TERZO SETTORE Paolo Anselmi, Vice Presidente GfK Eurisko ROMA, 27 maggio 2011 Premessa 2 A quasi tre anni dall indagine sui donatori effettuata nel luglio 2008, l Istituto Italiano

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO SCUOLE DELL INFANZIA DI LENO, CASTELLETTO E PORZANO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO SCUOLE DELL INFANZIA DI LENO, CASTELLETTO E PORZANO ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO SCUOLE DELL INFANZIA DI LENO, CASTELLETTO E PORZANO ANNO SCOLASTICO 2012/2013 AREA DEL BISOGNO RAGIONI DELLA SCELTA Anche quest anno le scuole dell infanzia di Leno proseguono

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi ASSEMBLEA LEGISLATIVA Atto del Dirigente: DETERMINAZIONE n 732 del 28/11/2013 Proposta: DAL/2013/783 del 26/11/2013 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus RELAZIONE MORALE ANNO 2013. ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus Via Veneto 11 24035 CURNO (BG) - Cod.fisc.

ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus RELAZIONE MORALE ANNO 2013. ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus Via Veneto 11 24035 CURNO (BG) - Cod.fisc. ASSOCIAZIONE DE MAOS DADAS Onlus RELAZIONE MORALE ANNO 2013 La presente relazione, predisposta ai sensi dell art. 8 dello Statuto ha lo scopo di informare gli aderenti delle attività poste in essere dall

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene.

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene. Tracce d opera Esserci insieme Scuola d Infanzia comunale Marc Chagall di Via Cecchi, 2 in collaborazione con la Redazione del Centro Multimediale di Documentazione Pedagogica della Città di Torino Introduzione

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

DELEGATE DIOCESANE USMI

DELEGATE DIOCESANE USMI DELEGATE DIOCESANE USMI 24-25 GENNAIO 2015 Lo Statuto USMI definisce con la parola animatrice l identità, la fisionomia e il cuore del compito della delegata diocesana. Così recita: la delegata diocesana

Dettagli

Art. 1 - Definizione di Sostegno a Distanza (SaD) di minori e giovani a. b. c. Art. 2 - Altre definizioni

Art. 1 - Definizione di Sostegno a Distanza (SaD) di minori e giovani a. b. c. Art. 2 - Altre definizioni Direzione Generale per il Terzo settore e le Formazioni sociali Sostegno a Distanza - SaD AGENZIA PER LE ONLUS - Linee guida per il sostegno a distanza di minori e giovani ACQUISITE dalla Direzione Generale

Dettagli

Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015

Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015 Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015 100.000 per l individuazione di progetti di utilità sociale Finalità della Fondazione La Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus opera nella provincia di

Dettagli

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi

UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi UN ESTATE CON GLI INDIANI Un libro di Alda Maria Lusuardi Edizioni Disegni: Maria Elisa Cavandoli Copertina: Fabiano Fedi contributi alla seconda edizione: Fabrizio Carletti I edizione: 1998 ed. Creativ,

Dettagli

Incontri per far crescere la pace in un mondo nuovo

Incontri per far crescere la pace in un mondo nuovo Comitato Selma Associazione di solidarietà al popolo Saharawi ONLUS - C.F. 94098480489 www.comitatoselma.it Progetto PER LA PROMOZIONE DI UNA CULTURA DI PACE Rivolto agli alunni delle scuole italiane e

Dettagli

Associazione Messianica d'italia

Associazione Messianica d'italia Associazione Messianica d'italia PRATICA DEL SONEN Testo esplicativo Il gabinetto della Presidenza della Chiesa Messianica Mondiale del Brasile ha ricevuto molti e-mails da membri che chiedevano il testo

Dettagli

BOZZA DI PROGETTO LAB-ORATORIO 2.0 Chiamati per nome in un laboratorio dei talenti

BOZZA DI PROGETTO LAB-ORATORIO 2.0 Chiamati per nome in un laboratorio dei talenti BOZZA DI PROGETTO LAB-ORATORIO 2.0 Chiamati per nome in un laboratorio dei talenti #Ondemand: cosa desideriamo come oratorio? A partire da una riflessione sulla pastorale giovanile a Scandiano, iniziata

Dettagli

Mani Tese 2013. www.manitese.it u n i m p e g n o d i g i u s t i z i a

Mani Tese 2013. www.manitese.it u n i m p e g n o d i g i u s t i z i a u n i m p e g n o d i g i u s t i z i a MANI TESE ONG/ONLUS Da 49 anni verso un mondo più giusto Mani Tese è un Organizzazione Non Governativa nata in Italia nel 1964 per combattere la fame e gli squilibri

Dettagli

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18

SOMMARIO PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 PARTE SECONDA: RELAZIONE SOCIALE 18 SOMMARIO LETTERA DEL PRESIDENTE 4 NOTA INTRODUTTIVA E METODOLOGICA 6 IL COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER 7 PARTE PRIMA: IDENTITÀ DEL COMITATO ITALIANO PER L UNICEF ONLUS 8 1.1 CONTESTO DI RIFERIMENTO 9

Dettagli

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA A R C I D I O C E S I D I U D I N E Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA CRISTO NOSTRA SPERANZA (1 Tm 1,1) Anno Pastorale

Dettagli

Mille orti in Africa. Paola Viesi

Mille orti in Africa. Paola Viesi Mille orti in Africa Stiamo coltivando un piccolo grande sogno: realizzare orti in tutte le comunità africane di Terra Madre. Al nostro impegno potrà unirsi quello di chi, insieme a noi, crede in questa

Dettagli

IL FINANZIAMENTO DEGLI ENTI NON PROFIT

IL FINANZIAMENTO DEGLI ENTI NON PROFIT ORATORI E CIRCOLI IL FINANZIAMENTO DEGLI ENTI NON PROFIT (a cura della Segreteria Nazionale) La raccolta fondi Dopo il periodo iniziale della loro vita in cui l entusiasmo dei fondatori e dei volontari

Dettagli

PROGRAMMA PROVINCIALE DI EDUCAZIONE ALLA PACE - ANNO 2008 Facciamo la PACE con i Diritti Umani

PROGRAMMA PROVINCIALE DI EDUCAZIONE ALLA PACE - ANNO 2008 Facciamo la PACE con i Diritti Umani AZIONI ALL'INTERNO DEL PROGRAMMA PROGRAMMA PROVINCIALE DI EDUCAZIONE ALLA PACE - ANNO 2008 Facciamo la PACE con i Diritti Umani - Monitoraggio delle attività legate ai progetti sulla pace e sulla cooperazione

Dettagli

Presentazione del progetto

Presentazione del progetto Presentazione del progetto Svetlost 1 Svetlost 2 Gli oltre 250.000 profughi cacciati dal Kosovo dopo la fine dei bombardamenti NATO, con la complicità degli eserciti di pace, compreso quello italiano,

Dettagli

GLI ITALIANI E IL FUNDRAISING Chi sono, come si comportano e cosa desiderano i donatori I edizione / 2013

GLI ITALIANI E IL FUNDRAISING Chi sono, come si comportano e cosa desiderano i donatori I edizione / 2013 GLI ITALIANI E IL FUNDRAISING Chi sono, come si comportano e cosa desiderano i donatori I edizione / 2013 Milano, 24 ottobre 2013 Obiettivi e metodologia Obiettivo della ricerca è indagare sulle attitudini

Dettagli

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI VIVERE CON E PER CRISTO Evangelizzare significa: Convertire Portare

Dettagli

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri sforzi?...abbiamo il coraggio di verificare quello che stiamo facendo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

scuola dell infanzia di Vado

scuola dell infanzia di Vado ISTITUTO COMPRENSIVO DI VADO-MONZUNO (BO) scuola dell infanzia di Vado PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI IRC sezione (5 anni) anno scolastico 2014/2015 ins: Formicola Luigi UNITA DIDATTICA 1 Alla scoperta del

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

Progetto Scuole Catalogo proposte 2012/2013

Progetto Scuole Catalogo proposte 2012/2013 Progetto Scuole Catalogo proposte 2012/2013 DC.DP.00.42 Fondazione aiutare i bambini Onlus Via Ronchi, 17-20134 Milano - Tel. 02 70.60.35.30 Email: info@aiutareibambini.it - www.aiutareibambini.it Fondazione

Dettagli

Per un nuovo modello organizzativo: la Fondazione Arché

Per un nuovo modello organizzativo: la Fondazione Arché Assemblea Associazione Arché Venerdì 13 aprile 2012 Per un nuovo modello organizzativo: la Fondazione Arché Si inizia con la video presentazione della mission e dello spot 5xmille Cari Soci, Volontari,

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

Regolamento per la presentazione ed il finanziamento di progetti di solidarieta internazionale e di cooperazione decentrata.

Regolamento per la presentazione ed il finanziamento di progetti di solidarieta internazionale e di cooperazione decentrata. Comune di Ornago Provincia di Milano Via Santuario 6 20060 ORNAGO c.f. 05827280156 p.iva 00806390969 tel. 039-628631 - fax 039-6011094 www.comuneornago.it Regolamento per la presentazione ed il finanziamento

Dettagli

COMUNICATO AL PERSONALE CNR

COMUNICATO AL PERSONALE CNR - TRATTENUTE PER ASSENZE PER MALATTIA - RICORSO PER BUONI POSTALI FRUTTIFERI - CONGUAGLIO ARRETRATI CCNL - POLIZZA SANITARIA - BORSE DI STUDIO PER I FIGLI DEI DIPENDENTI COMUNICATO AL PERSONALE CNR TRATTENUTA

Dettagli

PROGETTO OLTRE IL MURO

PROGETTO OLTRE IL MURO PROGETTO OLTRE IL MURO PROGETTO INTEGRATO PER il SOSTEGNO E IL REINSERIMENTO PSICO- SOCIALE DEI MINORI IN CARCERE O DEI FIGLI CON MAMME IN CARCERE Benin Aggiornato al: 18/11/2013 SOMMARIO 1) IL PROGETTO

Dettagli

Relazione attività esercizio 2012

Relazione attività esercizio 2012 Relazione attività esercizio 2012 maggio 2013 Il Sentiero di Morena fonda le sue radici nella storia pluriennale di un gruppo di fami-glie della provincia di Ascoli Piceno che praticano direttamente o

Dettagli

Associazione Fabula in Art

Associazione Fabula in Art Fabula in Art è una Associazione non profit fondata nel 2009 a Roma da Alberto Michelini, Alessia Montani e Bianca Alfonsi, che opera nel mondo della solidarietà, dell'arte e della cultura. L'Associazione

Dettagli

IL SOSTEGNO A DISTANZA

IL SOSTEGNO A DISTANZA IL SOSTEGNO A DISTANZA Cos è il Sostegno A Distanza? Prendersi cura di un bambino a distanza significa sostenere le spese necessarie per la sua vita e la sua crescita, dall alimentazione al vestiario,

Dettagli

F A Q. CHI è COOPI CHE TIPO DI ATTIVITA' REALIZZA COOPI ALL'ESTERO?

F A Q. CHI è COOPI CHE TIPO DI ATTIVITA' REALIZZA COOPI ALL'ESTERO? F A Q CHI è COOPI COOPI - Cooperazione Internazionale è un'organizzazione non governativa italiana laica e indipendente fondata nel 1965. COOPI è un'associazione ufficialmente riconosciuta dal Ministero

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

ActionAid e le Aziende per la Giustizia Sociale!

ActionAid e le Aziende per la Giustizia Sociale! ActionAid e le Aziende per la Giustizia Sociale! Indice dei contenuti ActionAid Italia Giornata Mondiale per la Giustizia Sociale ActionAid e la Giustizia Sociale Progetto Etiopia Aziende in azione per

Dettagli

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it

Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione. pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 pubblicazioni@unicef.it www.unicef.it Codice

Dettagli