L esperienza nell aderire ad un Sostegno a Distanza Una bussola per orientarsi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L esperienza nell aderire ad un Sostegno a Distanza Una bussola per orientarsi"

Transcript

1 L esperienza nell aderire ad un Sostegno a Distanza Una bussola per orientarsi Sostenere a distanza un minore è diventato oggi uno dei modi più diffusi di fare solidarietà con chi è nel bisogno. Ricerche, studi e le stesse associazioni del settore ci dicono che oggi in Italia oltre un milione e mezzo di persone hanno aderito a questa iniziativa facendo entrare nella propria famiglia e nel proprio vissuto quotidiano un altra persona, generalmente un minore, che, pur vivendo distante migliaia di chilometri, può beneficiare di un aiuto decisivo per il suo futuro. Cos è il sostegno a distanza? È un gesto di solidarietà: una piccola rinuncia quotidiana, del controvalore di un caffè al giorno ( 0,82 per 365 giorni), che permette di dare un nuovo futuro e una speranza in più a milioni di bambini in Sud America, Africa, Asia e Paesi dell Est; un piccolo sostegno economico, che può garantire a un bambino i beni primari come l alimentazione, il vestiario, i medicinali, l istruzione scolastica, l educazione e una formazione professionale; ai bambini orfani anche una nuova e grande famiglia; sostenere un bambino significa aiutare la sua famiglia e la comunità a cui appartiene: dare da mangiare e da vestire ad un bambino di una famiglia numerosa consente alla mamma di avere una bocca in meno da sfamare, mentre la comunità beneficerà di nuovi giovani culturalmente preparati e avviati ad un lavoro; sostenere anche solo un bambino significa partecipare al grande progetto di autosviluppo e riscatto dei Paesi poveri del Sud del Mondo. Sostenere a distanza un bambino significa aprire le nostre porte e accogliere nella nostra vita l attenzione e la solidarietà verso il prossimo e verso il mondo. Non chiamiamola più adozione a distanza e distinguiamola dall adozione vera e propria La scelta di sostenere economicamente un bambino non equivale assolutamente a un adozione propriamente detta, regolata giuridicamente da apposite leggi. Non è neppure una semplice donazione di denaro. Nel S.aD. ritroviamo una duplice connotazione: * l atteggiamento di chi vuole ad-optare (sostenere) cioè accompagnare nella crescita qualcuno in particolare; * il rispetto della diversità nella cultura, nei costumi, nella lingua e del senso di appartenenza ad un popolo. La distanza, così intesa, diventa ricchezza da salvaguardare e occasione per aprirsi all altro e al mondo. Il Sostegno a Distanza, dunque, si prefigge l obiettivo specifico di fornire un aiuto ad un minore a noi familiare consentendogli, al contempo, di rimanere nel proprio contesto socio-culturale. Chi sono i destinatari del Sostegno a Distanza? Attraverso questa forma continuativa di solidarietà vengono aiutati i bambini poveri e bisognosi che le Piccole Suore incontrano nella loro attività pastorale e di vita missionaria in alcuni Paesi del Sud del Mondo e in Albania. L ufficio Amici delle Missioni segue ormai progetti di Sostegno a Distanza in tutti i Paesi ove sono presenti le Piccole Suore. In particolare: Argentina (Bahia Blanca, Buenos Aires, Mendoza, San Martin de los Andes, Carmen de Patagones) Angola (Luanda, Lucala) Brasile (Cascavel, Tibagi, Palmas) Albania (Balldré) Uruguay (Progreso) Paraguay (Ciudad del Este) Togo (ancora da valutare l avvio del S.aD.)

2 Diverse sono le tipologie di intervento e di progettualità educativa o assistenziale che ci si prefigge attraverso il sostegno a distanza. Salvo restando il comune denominatore di un aiuto costante nel tempo, c è tuttavia la variabile temporale legata alle singole realtà. Per cui il sostegno a distanza si distingue anche per la durata minima o media a seconda della situazione in cui si interviene. A) Il S.aD. garantisce un efficace risposta: per bambini di famiglie in estrema povertà; per la scolarizzazione; per un assistenza medica e umana; per contrastare disagi sociali (abbandono, vita di strada, carenza educativa); per la tutela della prima infanzia (scuola dell infanzia). B) Diversi sono di conseguenza i tempi di impegno richiesti al sostenitore: da 1 a 3 anni: scuola dell infanzia; sostegno scolastico, centri di aggregazione a tutela dell infanzia; da 1 a 7 anni: percorso di scolarizzazione comprendente la scuola di base, la scuola superiore e a volte la prescolare; a tempo indeterminato: a sostegno di bambini in estrema povertà, aiuto medico-sanitario a soggetti con patologie croniche. Proprio grazie al Sostegno a Distanza oggi vengono aiutate e seguite persone malate e ospiti del Piccolo Cottolengo. L impegno maggiore profuso è rivolto al mondo dell infanzia attraverso 5 scuole primarie e superiori, 3 scuole dell infanzia, 2 centri per il dopo scuola e attività ricreative ed educative per un totale di oltre minori all anno. Qual è l impegno economico di questa solidarietà? Pur consapevoli della diversità di risorse necessarie per raggiungere i singoli obbiettivi previsti dal Sostegno a Distanza, il contributo richiesto annualmente è sempre di 310 che possono venire corrisposte in un unica soluzione oppure mensilmente, trimestralmente o semestralmente. Le quote di sostegno vengono inviate interamente alle missioni per le finalità prefissate. Non vengono effettuate trattenute. L ufficio Amici delle Missioni PSSF - ONLUS riesce a coprire le proprie spese di gestione grazie all Istituto delle Piccole Suore e ad offerte e contributi liberi da privati oppure dagli stessi sostenitori che accludono un piccolo contributo extra per le spese di gestione. Pertanto la quota devoluta per il sostegno di quel determinato bambino viene interamente destinata alla missione di riferimento. Quanto dura un Sostegno a Distanza? Questo è un gesto di solidarietà, quindi, l impegno che il sostenitore sottoscrive è di natura morale e non vincolante da alcun contratto! Non esistono, quindi, degli obblighi precisi di tempo. Tuttavia l esperienza e il credere che questo aiuto sia soprattutto uno strumento pedagogico-formativo ci suggeriscono di aiutare il bambino per un periodo almeno di tre anni (se pensiamo alla situazione di una scuola dell infanzia), anche se l ideale sarebbe accompagnarlo per l intero iter scolastico o fino a quando dalla missione non giungano indicazioni per un eventuale interruzione o cambio di sostegno. La costanza dell aiuto è una caratteristica distintiva del sostegno a distanza rispetto alle altre forme di donazioni occasionali. Un impegno sì libero, ma continuativo per un certo tempo. Un piccolo gesto coltivato quotidianamente diventa un modo di essere, uno stile di vita! 2

3 Può capitare che venga sostituito il bambino precedentemente assegnato? Il minore che si accompagna con il S.aD. rimane solitamente lo stesso per l intera durata del sostegno. Tuttavia possono succedere casi in cui per vari motivi non è più possibile continuare ad aiutare proprio quel bambino. Facciamo alcuni esempi: - il minore ha terminato il corso degli studi o, su indicazione della missionaria non viene più segnalato come bisognoso; - non è più possibile seguirlo direttamente poiché la famiglia è migrata in un altro paese o in un altra regione in cerca di condizioni migliori; - non esistono più le condizioni che garantiscono una corretta gestione del progetto di sostegno a distanza (es. guerra civile, calamità naturale, impossibilità di garantire una continuità formativa, ecc.). Dopo un periodo di attesa per valutare la situazione e una volta verificata l impossibilità di mantenere il rapporto tra donatore e beneficiario, si procede con la sostituzione del minore assegnato in precedenza. Certamente ogni sostituzione crea inevitabilmente un sentimento di dispiacere e di delusione, ma è allo stesso tempo un atto doveroso e inevitabile per quello stile di coerenza e di trasparenza che le missionarie si assumono nei confronti dei sostenitori a distanza. Cosa avviene nel caso della sostituzione? Qualora si ponessero le condizioni di una sostituzione il sostenitore verrà avvisato dall Ufficio e gli verrà data la possibilità di prendersi cura di un altro minore, normalmente della medesima missione, oppure potrà recedere dall impegno preso. Il sostegno a distanza può essere interrotto dal Sostenitore? Come detto in precedenza, non vi è alcun obbligo scritto da parte del sostenitore nei confronti del S.aD. Pertanto, pur auspicando la fedeltà nell impegno preso, rimane facoltà del sostenitore interrompere il suo S.aD. in qualsiasi momento. L Ufficio chiede, unicamente per motivi organizzativi, di comunicare l eventuale interruzione via lettera o fax, o telefono. A volte però, l Ufficio interpreta la volontà dell interruzione anche dal ritardo nei pagamenti della quota per il S.aD. In questa situazione l ufficio procede inviando un sollecito per le quote mancanti e l eventuale conferma di cessazione dell impegno. Le quote non corrisposte vengono coperte dall ufficio Amici delle Missioni PSSF ONLUS finché si troverà un nuovo sostenitore per quel minore. Cosa fare per aderire all iniziativa? Per avviare un Sostegno a Distanza è sufficiente contattare l ufficio Amici delle Missioni PSSF ONLUS telefonicamente, per fax, per o per posta lasciando il proprio recapito. L ufficio manderà la scheda di adesione con cui conferma la propria volontà e autorizza all uso dei dati secondo la normativa per il trattamento dei dati personali (legge sulla privacy). Pervenuta la scheda all ufficio, verrà assegnato il bambino o la bambina secondo le indicazioni espresse sulla scheda. Cosa riceve chi sottoscrive un sostegno a distanza? Al sostenitore verrà inviata la scheda del minore affidatogli contenente i suoi dati anagrafici, la sua foto, e un breve report sulla condizione sociale della missione. Inoltre verranno comunicati almeno una volta all anno degli aggiornamenti sulla sua situazione (lettere, disegni) e una foto nuova. Il sostenitore sarà sempre tenuto aggiornato sulla situazione della missione nella quale vive il bambino e, in occasione del rientro delle missionarie referenti del progetto, verranno proposti momenti di incontro e scambio tra le missionarie e i rispettivi sostenitori. 3

4 Che tipo di corrispondenza può esserci tra bambino e sostenitore? L invio di lettere e l instaurare un rapporto epistolare con il bambino suppone una serie di accorgimenti culturali molti importanti. Per tale ragione si ammette la corrispondenza facendola passare, però, attraverso la missione e la persona referente in loco. Sarà quest ultima a mediare la corrispondenza. Questo passaggio inoltre evita al sostenitore di dover scrivere nella lingua locale che pochi conoscono. Consigliamo, comunque, di contattare sempre il nostro ufficio che potrà fornire altre indicazioni utili caso per caso. Anche per l invio di pacchi o altri oggetti è bene contattare l ufficio. La spedizione di materiali viene generalmente sconsigliata per varie difficoltà e incertezze, ma soprattutto per l elevato costo economico. A monte di tutto, è sempre bene ricordare che il bambino aiutato non è mai solo, ma vive in una comunità e in una famiglia con altri fratelli. Un regalo, per quanto bello, lo renderebbe un privilegiato agli occhi degli altri. Il Sostegno a Distanza apre alla relazione con l altro e con un altro mondo Questa particolare forma di solidarietà crea spontaneamente un rapporto tra i soggetti. Il conoscere chi si aiuta, l avere una sua foto e un suo scritto ci farà sentire il bambino aiutato uno di casa. Ne consegue un naturale coinvolgimento anche affettivo che delle volte rischia di tradursi o si vuol tradurre in un legame troppo profondo con eccessi di ingerenza nel suo mondo e l inconscia esportazione del nostro stile di vita, delle nostre tradizioni e dei nostri costumi nel suo contesto. Tutto questo deve fare sempre i conti con il rispetto dell altro e della sua cultura. Per cui: pretendere, ad esempio, una lettera da un bambino africano in cui racconti la sua vita e i suoi hobby è chiedere qualcosa di non suo. In Africa non ci si scrive, ma ci si parla, ci si racconta sotto un albero o in un cortile. Non ci sono hobby (nel senso occidentale del termine), perché l unico vero hobby è il vivere ogni giorno con ciò che Dio ti concede; la festa di Natale che tradizionalmente per noi è l occasione della visita di Babbo Natale, in molti Paesi del Sud del Mondo è unicamente una solennità religiosa, riservando, per esempio, alla festa della Primavera (caso dell Argentina), l occasione per ricevere e fare dei regali; i regali che molte volte si vorrebbero inviare ai bambini aiutati a distanza non sono i medesimi che apprezzano i nostri figli, bombardati dalla pubblicità mass-mediale e dalla tecnologia: regalare un cagnolino elettrico e di plastica, ad esempio, ad un bimbo dell Angola lo lascerebbe abbastanza perplesso dato che convive con cani veri ben più simpatici e non potendo permettersi l acquisto delle pile. Ben presto quel gioco tecnologico si trasformerebbe in frustrazione per l impossibilità di acquistare batterie nuove. Tutto questo ci permette, quindi, un allenamento ad essere sempre attenti e rispettosi dell altro e del suo mondo. Il sostegno a distanza ci sfida nel metterci in relazione, nell entrare nel mondo di chi stiamo aiutando e di farlo un po nostro. Allora sarà quasi naturale individuare le modalità più adatte per relazionarci autenticamente e armoniosamente con il bambino che si ha deciso di sostenere. Come vivere questa forma di condivisione Il Sostegno a Distanza, allora, oltre ad essere un gesto di solidarietà che trova effetto nel Paese del Terzo Mondo, acquista un enorme importanza per il sostenitore italiano. Esso è, infatti, una via che apre la strada alla conoscenza di altre realtà, che ci mette in contatto con un Paese diverso ove ci sono una lingua, una cultura, usi e costumi differenti. Il Sostegno a Distanza ci fa entrare in contatto con i problemi più toccanti dei Paesi del Terzo Mondo e diventa uno strumento per condividere quello che per noi è in più e che, per chi non ha niente, è tutto. Il Sostegno a Distanza deve diventare uno stimolo a cambiare stile di vita, aperto alla condivisione, limitando gli sprechi e modificando il nostro modo di essere cittadini della globalizzazione. L educazione alla mondialità e alla diversità, i valori della condivisione e della solidarietà sono solo alcuni dei numerosi campi ai quali questo gesto ci apre. 4

5 In tutto questo è importante ricordarci che il bambino sostenuto non diventa nostro figlio. Egli ha una sua famiglia, una sua comunità d appartenenza. Il legame affettivo che viene a crearsi non dovrà mai sconfinare in un senso di possesso, ma rimanere rispettoso dell individualità e della libertà altrui. 5

6 Dalle 300 lire del 1929 ai 310 euro di oggi Già la Cofondatrice, Madre Maria Domenica Mantovani faceva, nel lontano 1929, questa proposta alle sue consorelle per finanziare gli studi di un seminarista. Scrive Madre Mantovani, attraverso una circolare indirizzata a tutte le suore: In omaggio al Giubileo sacerdotale di S.S. Pio XI noi Piccole Suore della Sacra Famiglia doteremo (ndr. oggi usiamo il termine sosteniamo o adottiamo ) un seminarista indigeno, che, a suo tempo, sarà sacerdote e andrà nella terra delle missioni a far conoscere e amare il Signore, salvare delle anime. L ideale del carissimo Padre era di mandare le sue Piccole Suore in mezzo ai pagani e agli infedeli (ndr. così venivano chiamate le altre popolazioni in quegli anni), come sempre si chiede a Dio con l orazione Ma l ora nostra non è ancora giunta, e intanto il sacerdote indigeno farà le nostre parti. Siate pertanto puntuali nel fare ciò che ora vi consiglio. Per tale dotazione occorre mandare all Opera Pontificia pro Clero Indigeno L. 300 annue, per sei anni, e per raggranellare detta somma annua basta che ogni suora mi mandi un francobollo da L. 0,50 all anno, e così senza toccare la cassa dell istituto avremo quanto è necessario per quest opera santa, meritoria (Dall archivio di Casa Madre del Pio Istituto delle Piccole Suore della Sacra Famiglia, circolare n. 3 del 13 aprile 1929). Nel 1929 occorrevano, quindi, 300 lire all anno per 6 anni per garantire la formazione di un giovane seminarista. Un impegno costante scandito dalla rinuncia mensile del valore di un francobollo da 0,50 lire. 6

7 Quanto costa un Sostegno a Distanza Abbiamo precedentemente sottolineato come la quota devoluta per il sostegno a distanza viene interamente inviata alla missione di riferimento senza che venga effettuata alcuna trattenuta per le spese di gestione da parte dell ufficio missioni. Abbiamo inoltre precisato che le spese vengono coperte con altri contributi diversi dalle quote versate per i bambini. In sostanza: pur salvaguardando la quota per ciascun bambino un sostegno a distanza ha dei costi organizzativi! A. L avvio del Sostegno: Si intende il momento dell adesione al progetto a cui facciamo seguito con l invio di materiale informativo per quanti vogliono semplicemente saperne di più oppure la documentazione completa successiva alla sottoscrizione della scheda d adesione. Nel primo caso vengono inviati un libretto, la scheda di adesione e un foglietto introduttivo, più il necessario per la spedizione. Costo complessivo = 2,40 A quanti aderiscono viene inviato il seguente materiale: Il libretto stampato a colori ( 0,60); una scheda introduttiva della missione dove vive il bambino aiutato ( 0,38); la scheda con i dati personali del bambino e la sua foto ( 0,91); una lettera accompagnatoria da parte dell ufficio ( 0,09); busta media con etichetta ( 0,12); francobollo per peso sup. a 50 gr. ( 1,50); un bollettino postale per chi lo richiede ( 0,021). Costo complessivo = 4,20 B. Rapporto di aggiornamento nell anno. Riportiamo il costo medio di un anno. - Bilancio di fine anno, auguri, busta, un biglietto e francobollo Costo = 0,71 - Due aggiornamenti annuali da parte del bambino: disegno, biglietto, foto o altro; accompagnatoria d ufficio, traduzione quando è richiesta, più il necessario per la spedizione Costo complessivo = 1,30 x 2 - Mediamente due ringraziamenti annuali per le quote adottive, cedole di CCP, più il necessario per la spedizione Tutto moltiplicato per due = 1,74 C. Spese sui conti correnti: - CCP: per ogni versamento vengono addebitati all ufficio = 0,20 - C/C: per ogni versamento vengono addebitati all ufficio = 1,11 Costo totale per un aggiornamento medio annuale = 5,05 L avvio e lo svolgersi nel primo anno di un sostegno a distanza comporta quindi una spesa di 8,70 a cui si stimano mediamente attorno ai 5 a seconda degli aggiornamenti inviati. 7

8 L ufficio Amici delle Missioni PSSF - Onlus tra i sottoscrittori della Carta dei Principi del Sostegno a Distanza * Nel 2002 anche l ufficio per le Missioni delle Piccole Suore della Sacra Famiglia, ha sottoscritto il primo documento Nazionale d impegno nella gestione e nella promozione di questa particolare forma di solidarietà denominata Sostegno a Distanza e comunemente conosciuta come Adozione a Distanza. * Questo documento è stato attualmente sottoscritto da quasi un centinaio di enti di varie nature e gode del Patrocinio del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. * La Carta dei Principi rappresenta la prima forma di autoregolamentazione che gli enti promotori del sostegno a distanza hanno voluto darsi e della quale si sono impegnati a rispettarne gli enunciati. In sintesi ecco gli articoli: LE ORGANIZZAZIONI CHE LA SOTTOSCRIVONO, operando nel rispetto delle norme dello Stato italiano e dei principi contenuti nei seguenti documenti 1 : Dichiarazione Universale dei Diritti dell Uomo, 1948, Convenzione Internazionale sui Diritti dell Infanzia, 1989, Convenzioni dell Organizzazione Internazionale del Lavoro, 1973, 1999, Dichiarazione delle Nazioni Unite sull eliminazione della violenza contro le donne, 1993, Legge italiana contro la prostituzione minorile, 1998, SI IMPEGNANO A 1 PROMUOVERE IL SOSTEGNO A DISTANZA quale gesto di libera e solidale condivisione con chi è nel bisogno. 2 SVILUPPARE L INFORMAZIONE E LA FORMAZIONE MULTICULTURALE. Le organizzazioni, con un azione concreta di politica sociale, danno voce a minori, adulti, famiglie e comunità costretti a vivere in situazioni difficili e, nell avvicinare culture e società diverse, ne promuovono l interscambio e il rispetto reciproco, valorizzando la persona nella sua dignità dentro ogni contesto e cultura. 3 CARATTERIZZARE QUESTO GESTO SOLIDALE RISPETTO ALLE ALTRE FORME DI SOLIDARIETÀ basate sulla raccolta fondi occasionale o per emergenze. Le organizzazioni metteranno in evidenza nei loro progetti la continuità dell impegno del sostegno a distanza che acquista un duplice valore: educa il sostenitore alla consapevolezza dei disagi e della povertà in cui versano milioni di persone e garantisce al contempo un finanziamento stabile per l attuazione del progetto. 1 Dichiarazione Universale dei Diritti dell Uomo delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948; Convenzione Internazionale sui Diritti dell Infanzia approvata dall Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989 e ratificata dall Italia con la legge del 27/05/91 n In modo particolare si fa riferimento all art. 3: In tutte le azioni riguardanti i bambini, se avviate da istituzioni di assistenza sociale, pubbliche o private, tribunali, autorità amministrative o corpi legislativi, i maggiori interessi del bambino devono essere oggetto di primaria considerazione ; Convenzioni dell Organizzazione Internazionale del lavoro che stabiliscono: la n. 138 del 1973 l età lavorativa minima (non inferiore ai 15 anni) e la n. 182 del 1999 (in fase di ratifica da parte dell Italia) le linee guida per la prevenzione e l eliminazione delle peggiori forme di lavoro minorile; Dichiarazione delle Nazioni Unite sull eliminazione della violenza contro le donne del 1993 in cui si denunciano le pratiche tradizionali e moderne che sfruttano le donne e le bambine per scopi sessuali e di altro genere; Legge italiana contro la prostituzione minorile del 3 agosto 1998 n. 269: norme contro lo sfruttamento della prostituzione, della pornografia, del turismo sessuale in danno di minori, quali forme di riduzione in schiavitù. 8

9 4 RENDERE CONSAPEVOLE IL SOSTENITORE DELL IMPORTANZA DEL SUO AIUTO ECONOMICO COSTANTE NEL TEMPO, anche se il sostenitore può recedere dall impegno preso; in questo caso, le organizzazioni si impegnano a ricercare in tempi brevi chi lo sostituisca e, nel frattempo, a utilizzare tutti i propri strumenti per garantire il proseguimento del progetto. 5 METTERE A DISPOSIZIONE PRESSO LA PROPRIA SEDE IL BILANCIO O IL RENDICONTO ANNUALE e renderlo pubblico secondo le norme previste. Ciascuna organizzazione si rifà alle normative vigenti in merito alla propria configurazione giuridica: al proprio Statuto, alle leggi relative all Albo regionale del volontariato, alle disposizioni in merito agli enti del Terzo Settore no-profit ONLUS e alle ONG, alla Carta della Donazione e alle normative proprie per gli enti ecclesiastici. 6 COMUNICARE AL SOSTENITORE L EFFETTIVA SOMMA DESTINATA AL BENEFICIARIO DEL SOSTEGNO A DISTANZA E QUELLA TRATTENUTA DALL ORGANIZZAZIONE PER LE SPESE DI GESTIONE, come garanzia sul corretto utilizzo dei fondi e informazione sulle modalità di intervento. 7 VALUTARE CON ACCORTEZZA LE RICHIESTE DI AIUTO RICEVUTE E AD AVVIARE UN PROGETTO SOLO LÀ DOVE ESISTA L ESPLICITO CONSENSO DELLA COMUNITÀ INTERESSATA. Le organizzazioni garantiranno che i loro operatori o delegati agiscano con il consenso della popolazione locale. 8 AGIRE IN MODO CHE Il SOSTEGNO A DISTANZA SIA STRUMENTO DI PROMOZIONE ALL AUTOSVILUPPO del beneficiario, della sua famiglia, laddove esista, e della sua comunità. Per evitare che questo aiuto economico diventi una forma di assistenzialismo, nei Paesi in cui interverranno, le organizzazioni coinvolgeranno le comunità nella realizzazione e nella gestione dei progetti con un accompagnamento stabile alle persone, complementare e non sostitutivo. 9 VERIFICARE CON ATTENZIONE L AFFIDABILITÀ E IL LAVORO DI EVENTUALI PARTNERS ESTERI E ADOPERARSI PER GARANTIRE IL BUON ESITO DEL PROGETTO ANCHE IN CASO DI LORO INADEMPIENZE. Le organizzazioni si impegnano a comunicare al sostenitore da chi è curata in loco la realizzazione del progetto e a valutare l affidabilità e l efficienza dei referenti locali o dei propri collaboratori impegnati nell attuazione degli interventi di sostegno. 10 CONFRONTARSI CON LE ALTRE ORGANIZZAZIONI CHE OPERANO CON LE STESSE FINALITÀ NEL PERSEGUIMENTO DEGLI OBIETTIVI DI SOLIDARIETÀ E PACE, RISPETTANDONE LE DIVERSITÀ. Le organizzazioni si rendono disponibili a forme di collaborazione tra loro, soprattutto nelle medesime aree geografiche e negli stessi settori di intervento. 11 RISPETTARE LA CARTA DEI PRINCIPI PER IL SOSTEGNO A DISTANZA. Le organizzazioni valuteranno l opportunità di accettare la collaborazione e i finanziamenti di enti e istituzioni pubblici o privati secondo i principi richiamati in questa Carta. 9

10 Una solidarietà da favola LO SPIRITO DELLA SAVANA Quando i doni del Padre non vengono condivisi Un uomo, poverissimo, malgrado la buona volontà ed il sudore non riusciva in alcun modo a uscire dalla miseria. Chiese allora soccorso ad uno spirito protettore. Lo spirito, Signore della savana, ebbe pietà di lui e decise di aiutarlo: «Mi sembra che tu meriti di essere aiutato, ma ad una condizione: devi continuare ad essere generoso. Prendi questo pollo, questa mucca, questo cane e... questo seme. Pianta il seme e, tra sette anni, diventerà albero; veglia affinché nessuno si avvicini per coglierne i fiori». Il pover uomo seminò il grano, curò la pianta, la sorvegliò... Nel frattempo il pollo, quando becchettava in cerca di cibo, ad ogni colpo di becco pescava una moneta d oro o d argento, che il padrone raccoglieva e immagazzinava. Il cane, ogni volta che si accovacciava, lasciava sul posto, rialzandosi, un paniere pieno di riso. La mucca ogni sera, al ritorno dal pascolo, portava al suo maestro un grosso fascio di miglio, un vitello grasso ed una grande quantità di latte. Sette anni dopo l albero diede come frutti mille bambini e mille bambine. Fu così che il pover uomo divenne ricco. Però, più diventava ricco, più cresceva in lui l avarizia. Arrivò al punto di non aiutare più i bisognosi conservando tutto per sé. Un giorno lo spirito della savana riapparve e gli disse: «II falegname taglierà l albero. Il leone ucciderà la mucca. La pantera mangerà il tuo cane. L aquila porterà via il pollo». L uomo rispose: «Non mi resterà più nulla! Lasciami almeno una delle quattro cose datemi in dono!». «D accordo!» concluse lo spirito. La difficoltà della scelta, che dipendeva dall avidità e dalla paura di perdere parte delle ricchezze, fece impazzire quell uomo, che morì ancora più povero di prima. Disegno di R. Bristot; Fiaba tratta da: E. Del Favero, Un padre favoloso, Gribaudi Editore, Milano. 10

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te.

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Nel Sud del mondo in una situazione di povertá e di emarginazione a molti bambini sono negati i diritti fondamentali alla vita, alla

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per i tuoi regali di Natale scegli di essere al fianco del WFP: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Scegli i tuoi regali aziendali

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE 1. Definizione del Commercio Equo e Solidale Il Commercio Equo e Solidale e' un approccio alternativo al commercio convenzionale; esso promuove

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI La Parrocchia Art. 1. La parrocchia è una persona giuridica pubblica, costituita con decreto dell Ordinario Diocesano (can. 515,3 ), riconosciuta

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica IDI IRCCS Roma CRESCERE con l EB Elisabetta Andreoli Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica EB: patologia organica che interessa l ambito fisico e solo indirettamente quello psicologico

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO L Autopresentazione dell organizzazione e il Modello di report sono stati sviluppati da PICUM con il sostegno di due

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale La biblioteca multiculturale Porta di accesso a una società di culture diverse in dialogo Tutti viviamo in una società sempre più eterogenea. Nel mondo vi

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Il lavoro subordinato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È? Il contratto di lavoro subordinato è un contratto con il quale un lavoratore si impegna a svolgere una determinata attività lavorativa alle dipendenze

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di famiglia, e stabilisce condizioni proprie per assegnare questa

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA

DOMANDA DI ISCRIZIONE A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO CRESPELLANO Via IV Novembre, 23 Valsamoggia (BO) 40056 Località - Crespellano Tel. 051/6722325 051/960592 Fax. 051/964154 - C.F. 91235100376 E-mail: boic862002@istruzione.it - iccrespellano@virgilio.it

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento...

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... Bando Ambiente 2015 Sommario Lettera d invito... 3 SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... 4 SEZIONE 2. CRITERI PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva INSIEME SI PUÒ per una solidarietà più viva 1 9 9 3-2 0 1 3 Insieme Si Può 1993/2013 Insieme Si Può L Associazione ha lo scopo di sviluppare, favorire ed incentivare l adozione a distanza di bambini bisognosi,

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

La Fame: una sfida da affrontare

La Fame: una sfida da affrontare La Fame: una sfida da affrontare La fame nascosta La fame è tra le minacce più grandi dell'umanità. Colpisce oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. Ciononostante, quante volte i giornali pubblicano

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli